Sei sulla pagina 1di 1

GIORNALE DI BRESCIA SABATO 8 FEBBRAIO 2014 BASSA BRESCIANA 25

DON BOSCO

Lamusica

Chiari è in festa: nonpuò mancare


■ Anche a Chiari l’urna di
don Bosco verrà accolta in
un contesto di grande

domani arriva festa. Non mancherà la


musica: la banda «Città di
Chiari» proporrà l’inno
«Giù dai colli». Per don

il Santo dei giovani Bosco «una casa salesiana


senza musica è come un
corpo senz’anima». Sotto
Walter Bianchi, studioso
La reliquia verrà accolta a San Bernardino della musica nata tra le
mura salesiane
Seguiranno Messa in Duomo e veglia notturna
CHIARI «Come un padre che Zeveto, don Bosco verrà ac-
va a visitare i suoi figli, don compagnato nella chiesetta
Giovanni Bosco verrà a Chia- di San Bernardino, dove tutti
ri a trovare tutti noi». Don Lu- dalle 18 alle 21 potranno fer-
ca Castelli, il sacerdote re- marsi per un momento di pre-
sponsabile dell’oratorio cla- ghiera. Seguirà una veglia fi-
rense di via San Bernardino, è no alle 6.15 del mattino.
entusiasta: domani, domeni- Dalle 18 a tarda notte i sacer-
ca, l’urna con la reliquia del doti saranno a disposizione
«santo dei giovani» arriverà a per le confessioni. Sarà possi-
Chiari «per incontrare i sale- Mons. Verzeletti bile ricevere l’indulgenza ple-
siani e non solo». Il suo pas- attenderà l’urna naria. Lunedì, dopo la Messa
saggio, attesissimo nella citta- a San Bernardino delle 7.30, don Bosco partirà
dina e dintorni, rappresenta alla volta di Brescia. L’urna ar-
«un’occasione per stare insie- riva nella nostra provincia do-
me al padre amico dei ragazzi po aver fatto il giro di mezzo
che ha fatto dell’allegria la mondo: è in viaggio dall’apri-
fonte della santità».
Don Bosco verrà accolto nel-
le 2009 in preparazione del bi-
centenario della nascita del
«Allegria, canto e libertà grande»
la sua «casa», l’Istituto salesia- santo che si celebrerà il 16
no San Bernardino, alle 15 (il agosto 2015 (per info sul per- Il ruolo della musica nella vita e negli insegnamenti del santo
ritrovo è alle 14.30). Ad atten- corso che entro fine gennaio
derlo, oltre a tantissime fami- toccherà 130 Paesi: www. ■ «Una casa salesiana senza fessionale della musica potrà of- na, lo segue, lo imita. Diventa pre-
glie, ci sarà il prevosto mons. donboscoèqui.it). L’urna è musica è un corpo senz’anima», frire al giovane possibilità lavora- te a 24 anni, si diploma in compo-
Rosario Verzeletti. La banda Mons. Dal Covolo lunga 250 centimetri e pesaol- chiarisce don Giovanni Bosco. È tive, perciò fonda idonei istituti sizione, si merita gli elogi di Verdi
«Città di Chiari» intonerà l’in- celebrerà la Messa tre500 chili. Contiene una sta- facile essere felici, spiega: «Alle- musicali: nel 1860 dà vita alle ("ha grande fantasia e potenza
no salesiano «Giù dai colli». in Duomo tua e il braccio destro di don gria, canto, musica e libertà gran- Scuole serali gratuite dell’Orato- creativa, scrive musica bella e
In corteo, anticipata da vec- Bosco, «quello - osserva don de». Sulla porta di alcune sale fa rio di San Francesco di Sales, nel commovente"); Lorenzo Perosi
chie 500, Vespe e bici, la co- Luca - che il santo utilizzava scrivere il detto: «Ne impedias 1875 istituisce la Scuola commer- parla di "grande ispirazione", un
munità accompagnerà l’ur- per benedire e per scrivere le musicam». I suoi Oratori non sa- ciale e di Musica posta sotto il pa- critico lo apostrofa "Trovatore di
na prima in piazza Zanardelli costituzioni salesiane». Ad ac- ranno mai luoghi silenziosi. «Cor- trocinio di S. Cecilia. Egli stesso Dio". Cagliero adotta il metodo
e poi in Duomo, dove alle cogliere don Bosco a Chiari e suonava discretamente l’organo del maestro: gli riferiscono di un
rete e saltate, cantate e suonate,
16.30 mons. Enrico Dal Covo- a Brescia ci saranno tantissi- ubriaco con una voce magnifica,
divertitevi pure finché volete, ma e il pianoforte, e la sua voce saliva
lo, rettore della Pontificia Uni- me persone. Gli oratori di lo fa cercare, gli insegna tecnica
per carità non fate peccati», esor- fino al "do" - continua Bianchi -. vocale e solfeggio, lo fa debutta-
versità Lateranense, celebre- Adro, Erbusco e Capriolo ta. Nella ricreazione: bocce, stam- Ascoltava con interesse le musi-
rà la Messa. Al termine della stanno organizzando fiacco- re: diventerà il grande tenore
pelle, fucili, spade in legno, i pri- che di Beethoven e si avvicinava Francesco Tamagno. Cagliero sa-
funzione, dopo l’omaggio de- late verso San Bernardino. mi attrezzi di ginnastica; innume- alla musica sacra al modo di una
gli Sbandieratori e Musici di Barbara Bertocchi rà nominato Vescovo e nel 1875
revoli svaghi e trastulli; balzi, scat- profonda preghiera interiore. partirà missionario in Patagonia.
ti, bussolotti, corde, bastoni. E San Domenico Savio diventa il Altre figure luminose, don Gio-
poi escursioni, passeggiate, pelle- suo cantore solista, tanto che Pio vanni Pagella, organista e con-
grinaggi, esplorazioni. La gioia, XII nel 1956 lo proclama celeste trappuntista, che stupisce le
come bisogno fondamentale del- patrono dei Pueri cantores». scuole di Solesmes e Ratisbona;

Lunedì e martedì sarà a Brescia la vita e legge suprema della giovi-


nezza. Un santo schiamazzo: «Al-
la sera eravamo stanchi dal ride-
Come impara la musica? «La ma-
dre Margherita lo mette in pen-
sione presso Giovanni Roberto,
Federico Caudana, orfano a tre
anni a Valdocco, maestro di Cap-
pella nella Cattedrale di Cremo-
La cattedrale ospiterà due giorni l’urna del santo re, scherzare, cantare e urlare». Il sarto, cantante dilettante, capo na; padre Leone Maria Liviabel-
la, mago del pianoforte, poi apo-
suo motto: «Se vuoi farti buono, cantore della parrocchia. Lì il pic-
pratica tre sole cose e tutto andrà colo Giovanni impara canto, vio- stolo di Cristo nel mondo; don
BRESCIA Dopo Chiari, l’urna con la reli- le visite dei ragazzi delle scuole (anche in Angelo Margiaria, tenore di sicu-
quia di don Giovanni Bosco raggiungerà questo caso era necessaria la prenotazio- bene: allegria, studio, pietà». Le lino, organo. Nell’anno scolasti-
tre vie del perfetto musicista. co 1841-42, durante le adunate, ra carriera se non fosse andato a
anche Brescia, dove si fermerà due gior- ne). Dalle 14 alle 16 la comunità si riuni- evangelizzare i popoli orientali;
ni, lunedì e martedì. rà davanti all’urna per la preghiera con «La musica attraversa capillar- insegna laudi sacre ai suoi coeta-
padre Vincenzo Cimatti, inse-
Il santo verrà accolto nella cattedrale del- gli ammalati. Alle 17.30 i sacerdoti si ritro- mente il metodo educativo di nei; in poche settimane il gruppo
gnante di canto corale al Conser-
la città. Lunedì dalle 14 alle 19 avverran- veranno nella cattedrale. Alle 18.30 verrà don Bosco - conferma Walter supera i cinquanta elementi. Per
vatorio di Parma, laureato in
no le visite dei ragazzi degli oratori (era celebrata la Messa. Alle 20.30 è prevista Bianchi, organista piemontese e Natale compone un brano per co- Scienze Naturali e in filosofia a
necessaria la prenotazione). Alle 20.30 è una preghiera con il mondo del lavoro e attento studioso della musica na- ro e organo. Tiene pure un con- Torino, poi sacerdote, per qua-
prevista una preghiera del vescovo di dell’impegno sociale e politico. ta fra le mura salesiane -. Egli svi- certo su tre chiatte sul Po. Tutta rant’anni missionario in Giappo-
Brescia, mons. Luciano Monari; parteci- Seguirà un’altra notte di veglia libera nel- luppa il canto liturgico, quello po- la sua vita è punteggiata da innu- ne: compone quasi mille brani e
peranno gli educatori e gli animatori dei la cattedrale. L’urna mercoledì mattina polare e gregoriano, favorisce la merevoli momenti sonori». tiene duemila concerti nella ter-
centri giovanili. Seguirà, per tutta la not- riprenderà il suo viaggio nell’Ispettoria musica d’insieme e per banda, fa Musicisti usciti dai suoi oratori? ra del Sol Levante. Un catechi-
te, una veglia libera nella cattedrale. lombardo emiliana. Si fermerà a Crema, rappresentare operette e spetta- «Giovanni Cagliero, innanzitut- smo a suon di musica. Don Bo-
Martedì, altra giornata con don Bosco. Sondrio, Parma, Bologna... l’itinerario coli teatrali, crea Scholae Canto- to. Orfano di padre, conosce don sco avrebbe approvato».
In mattinata, dalle 9 alle 12, sono attese verso Torino è ancora molto lungo. rum. Intuisce che lo studio pro- Bosco a dodici anni, gli si affezio- Enrico Raggi

VNJTL08OdBFRS5R+obFn3LmdqSzqZY+2puvZ2CouiVY=