Sei sulla pagina 1di 3

La Focalizzazione

La focalizzazione (o punto di vista), in narrativa è l’atteggiamento che


assume il narratore nei confronti degli eventi che racconta e dei
personaggi che ne sono protagonisti.
Distinguiamo tre tipi di focalizzazioni:
 FOCALIZZAZIONE ZERO : in questo caso il narratore osserva la storia
con i suoi personaggi dall'alto, sa tutto di loro, conosce
perfettamente tutte le vicende; il narratore quindi è onnisciente,
conosce i luoghi e i tempi in cui esse avvengono; conosce i pensieri,
può scavare anche nell'animo dei personaggi e rivelare i loro
pensieri più intimi, di cui i personaggi stessi non hanno piena
consapevolezza; conosce il passato, il presente e il futuro di ogni
personaggio.
Il narratore vede tutto e sa più degli altri stessi protagonisti ed è in
grado di esporre eventi che accadono contemporaneamente in
luoghi diversi. Può essere utilizzata per tutti i tipi di opere narrative;
 FOCALIZZAZIONE INTERNA: è la presentazione dei fatti secondo il
punto di vista di chi agisce o è presente all'azione perché il narratore
è spesso interno e coincide con un personaggio. Quindi il narratore è
a conoscenza dei fatti come i personaggi della storia. Viene utilizzata
principalmente nei testi autobiografici;
 FOCALIZZAZIONE ESTERNA: in questo caso il narratore sa meno dei
personaggi, perché è un narratore esterno alla storia e si limita a
registrare ciò che vede senza esprimere giudizi né commenti.
Questo tipo di focalizzazione è tipica dei romanzi gialli, d'avventura,
che attirano il lettore proprio perché vi è un mistero.
Generi di romanzo

 Romanzo storico: vicenda d’invenzione su sfondo storico.


 Romanzo rosa: storia d’amore eccedente in sentimentalismo e a
lieto fine.
 Romanzo d’appendice: in origine pubblicato in appendice ai giornali,
strutturato per andare incontro ai gusti di un largo pubblico.
 Romanzo epistolare: in forma di lettere.
 Romanzo filosofico: narrazione con finalità filosofiche.
 Romanzo psicologico: incentrato sull’analisi interiore dei personaggi.
 Romanzo gotico: storia che unisce amore e terrore.
 Romanzo picaresco: narrazione in prima persona da parte di un eroe
di bassa estrazione sociale che deve affrontare una serie di viaggi e
peripezie.
 Romanzo di avventura: tratta viaggi in terre lontane e ha
protagonisti dotati di coraggio e ingegno.
 Romanzo di formazione: incentrato sull’evoluzione di un
protagonista verso la maturazione.
 Romanzo giallo: incentrato su un caso criminale da risolvere.
 Romanzo poliziesco: incentrato su un’indagine della polizia intorno a
un caso criminale.
 Romanzo noir: storia il cui protagonista, nell’ambito di un crimine, è
una vittima o un sospettato.
 Romanzo thriller: derivante dal giallo, fa leva sulla tensione.
 Romanzo horror: storia il cui fine è generare paura nel lettore.
 Romanzo fantastico: storia che è al di fuori della normalità, fondata
sul mistero, sull’inspiegabile.
 Romanzo di fantascienza: storia incentrata su vicende fantastiche
fondate su elementi scientifici.
 Romanzo fantasy: con ambientazioni e figure di fantasia tratte dalla
mitologia o dalla fiaba.
 Romanzo erotico: storia incentrata sulla sessualità.
Testo letterario
Il testo letterario è un testo scritto con l’intento di stimolare la sensibilità
emotiva e la capacità interpretativa del lettore.
Il testo letterario scaturisce dall’interiorità dell’autore, è una "finzione" che
nasce dalla sua fantasia, anche quando riguarda fatti reali, e dalla sua
sensibilità, costituendo un’interpretazione particolare e soggettiva dell’animo
umano e del mondo. Ci sono diversi tipi di testi letterari:
 La favola: il termine favola indica un breve racconto narrativo analogo a
quello rappresentato dalla fiaba o dalla novella. Qui ci possiamo attenere
ad un significato più preciso: testo narrativo breve in cui animali, piante
o esseri inanimati possono avere il ruolo di personaggi che generalmente
rappresentano tipi di virtù o di vizi umani;
 La fiaba: racconto fantastico pensato per l'intrattenimento infantile. Ha
ampio sviluppo narrativo con ricchezza di personaggi, di luoghi, di fatti e
si svolge anche in ampi lassi di tempo. Nella fiaba possono intervenire
personaggi fantastici come spiriti, streghe, fate, maghi, ecc. Nella fiaba
spesso si può riconoscere il ricordo di antiche credenze o usanze.
 II racconto breve: componimento di carattere narrativo,
prevalentemente d'invenzione, più breve di una novella, dedicato ad una
sola o a poche vicende e destinato ad una lettura ininterrotta. Il termine
racconto ha un significato ampio e con esso si possono indicare molti
testi narrativi: per questo qui si usa l'espressione racconto breve.
 La novella: narrazione di un fatto reale o immaginario (ma presentato
con toni realistici) che si propone di intrattenere e interessare i lettori.
Più semplice e molto più breve di un romanzo.
 Il romanzo: componimento narrativo complesso che ha per oggetto le
vicende di uno o più personaggi su sfondo reale, storico o di fantasia.
Può avere diversa estensione: può assumere le dimensioni di un
racconto più o meno lungo (romanzo breve), oppure può essere ampio e
narrare le vicende di più generazioni attraverso epoche e vicende
stanche diverse, suddividendosi in più volumi e numerosi capitoli.