Sei sulla pagina 1di 1

Coenzimi:

I coenzimi come il NAD, NADP e FAD...accettano o donano elettroni durante le reazioni catalizzate
dalle deidrogenasi...

il NAD: accetta uno ione IDRURO cioè l'equivalente di un protone e di 2 elettroni..ossia l'enzima
rimuove dal substrato 2 atomi di idrogeno..uno di questi lo trasferisce al NAD sottoforma di ione
idruro (1H +2 elettroni) e l'altro protone è rilasciato nel mezzo circostante. perciò il NAD+ diverrà
NADH + H

stesso discorso vale per il NADP che verrà ridotto a NADPH + H

mentre il FAD, può accettare un solo atomo di idrogeno (che equivale ad 1 protone ed 1 elettrone)
formando un radicale semi-ridotto FADH..questo può accettare un'altro atomo di idrogeno venendo
completamente ridotto a FADH2

Il NAD ( e in certe reazioni anche il FAD) è usato nei processi degradativi cioè catabolici come la
glicolisi... in queste reazioni il NAD viene ridotto a NADH + H (o il FAD a FADH2) ...poi gli elettroni
loro li cedono a dei complessi proteici che si trovano nella membrana mitocondriale interna...e
passando di complesso in complesso arriveranno all'ossigeno. Questo flusso di elettroni
SPONTANEO ED ESOERGONICO, dà l'energia necessaria perchè attraverso questi complessi
proteici siano "pompati" fuori dei protoni..che andranno dalla matrice del mitocondrio, allo spazio
compreso tra membrana interna ed esterna. cosi si creerà una differenza di concentrazione
protonica (ricorda che ciò significa che si avrà una differenza di pH ) e una separazione di carche a
cavallo della membrana (perchè stai buttando fuori protoni, cioè cariche positive)..ossia si produrrà
una FORZA MOTRICE PROTONICA....ma quando questi protoni, x via della differente
concentrazione transmembrana, cioè spinti dalla diffusione, rientreranno nella membrana saranno
costretti (essendo la membrana mitocondriale interna, impermeabile) a rientrare attraverso
l'ATPsintasi...un complesso proteico che usa l'energia liberata dall'ingresso dei protoni nella
matrice per produrre ATP...il processo è detto FOSFORILAZIONE OSSIDATIVA

per quanto riguarda il NADP...è usato come DONATORE di elettroni nei processi di sintesi, cioè
anabolici...come nella sintesi degli acidi grassi..

il NADPH + H sar prodotto tramite le reazioni di una via metabilica detta via del pentosio fosfato e
tramite la reazione dell'enzima malico...cmq si forma il NADPH che donerà gli elettroni nei processi
anabolici, e quindi sarà ossidato a NADP+

in questo modo si ha anche una separazione compartimentale...cioè il NADH sarà concentrato nel
mitocondrio...dove sosterrà i processi catabolici..che avvengono tutti la, mentre il NADPH prevarrà
nel citosol...dove avvengono i processi di sintesi. questo consente alla cellule di evitare di portare
avanti contemporaneamente x esempio la sintesi e la degradazione degli acidi grassi...in quanto
sarebbe un ciclo futile..cioè verrebbero prodotti, ma subito degradati...si produrrebbe solo
calore...cosi la disponibilità di coenzimi, e la compartimentazione contribuisce a regolare in
maniera separata le vie metaboliche.