Sei sulla pagina 1di 3

Quante sono le domande per chi deve fare l’esame completo?

Per chi deve conseguire 7 CFU: una domanda


sulla prima parte del programma, una sulla seconda parte e una domanda su un grafico o tabella.

Quali sono domande per la prova intermedia?


1. Tipologie di interazioni tra imprese
2. Analizzare il modello Struttura condotte e performance (Bain 1954)
3. Principali caratteristiche del modello di Analisi del settore di Porter (1980)
4. Che cosa prevede il modello di Value Net di Branderburger e Nalebuff (1996)?
5. Quali sono le principali caratteristiche del modello Global Value Chain (Gereffi et al. 2005)
6. Le diverse forme di governo delle transazioni tra mercato e gerarchia
7. Massimizzazione del profitto e efficienza: requisiti e implicazioni
8. Ipotesi alternative alla massimizzazione del profitto
9. Fungibilità e specializzazione degli impianti: caratteristiche e implicazioni
10. Analizzare le caratteristiche della curva di inviluppo
11. Principali caratteristiche e fattori all'origine delle economie di scala
12. Analizzare la relazione tra economie di scala e dimensione dell'impresa
13. Analizzare la relazione tra economie di varietà e dimensioni delle imprese
14. Analizzare la relazione tra economie di specializzazione e dimensioni dell'impresa
15. Che cosa è l'integrazione verticale e come influenza le dimensioni dell'impresa.
16. Motivazioni delle acquisizioni
17. Cosa è l’ipotesi di Market for corporate control?
18. Perchè le ipotesi teoriche sulle acquisizioni non sempre trovano conferma empirica?
19. Elementi caratteristici di un mercato concorrenziale
20. Condizioni di massimizzazione del profitto in condizioni di concorrenza perfetta
21. Curva di offerta del settore nel breve periodo
22. Curva di offerta del settore nel lungo periodo
23. Elasticità della domanda e dell'offerta rispetto al prezzo
24. Cosa è la curva di domanda residuale?
25. Il rapporto esistente tra efficienza nella produzione e efficienza nel consumo.
26. Surplus del consumatore e del produttore: elementi principali
27. I costi sociali (perdita di benessere) : sviluppare un esempio
28. Che cosa è la contendibilità dei mercati?
29. Barriere all'entrata: definizioni e principali caratteristiche
30. Barriere all'entrata come restrizioni istituzionali
31. Barriere all'entrata come differenziazione e innovazione dei prodotti
32. Barriere all'entrata associate ad economie di scala
33. Barriere all'entrata e fabbisogno di capitale
34. Come si misurano le barriere all'entrate: principali indicatori
35. Esternalità positive e negative ed effetti sui mercati
36. I costi sociali di una esternalità negativa
Quali sono le domande relative alla seconda parte del corso?
1. Il monopolio e il comportamento del monopolista
2. I ricavi marginali
3. Il rapporto tra ricavi marginali e l’elasticità della domanda
4. Potere di mercato
5. Fattori all’origine del monopolio
6. Costi e benefici del monopolio
7. Curva di domanda residuale e condotte dell’innovatore di processo
8. L’impresa dominante con entrata
9. L’impresa dominante senza entrata
10. Caratteristiche essenziali del cartello e condizioni di equilibrio
11. Vantaggi di uscire dal cartello
12. Fattori che influenzano la nascita di un cartello
13. Fattori che influenzano la stabilità di un cartello
14. Strumenti per prevenire defezioni dal cartello
15. Cartello, monopolio e benessere
16. Oligopolio non cooperativo: caratteristiche essenziali, congetture e condizioni di equilibrio.
17. Duopolio di Cournot: caratteri principali, funzioni di reazione e condizioni di equilibrio
18. Equilibrio di Cournot e ottimo sociale
19. Quantità, prezzi e numero delle imprese nel modello di Cournot
20. Duopolio di Bertrand: assunzioni e funzione di risposta ottimale
21. Limiti del modello di Bertrand
22. Concorrenza monopolistica: l’equilibrio nel modello del consumatore rappresentativo
23. Concorrenza monopolistica: effetti ella variazione dei costi fissi
24. Concorrenza monopolistica e benessere
25. Differenziazione dei prodotti: definizione e principali caratteristiche
26. Effetti della differenziazione dei prodotti sulla domanda residuale
27. Forme e tipologie di differenziazione dei prodotti
28. Politiche di differenziazione
29. Effetti della differenziazione dei prodotti sul benessere
30. Differenziazione dei prodotti: i modelli di localizzazione
31. Concentrazione industriale e struttura del mercato
32. Metodi di misurazione della concentrazione del mercato
33. Concentrazione degli acquirenti
34. Concentrazione aggregata
35. Barriere all’entrata, concentrazione e profittabilità
36. Critiche alla nozione tradizionale di concentrazione industriale
37. Stime del mark-up basate sulla curva di domanda
38. Instabilità delle quote di mercato e collusione potenziale
39. Comportamento strategico non cooperativo: obiettivi
40. Comportamento strategico: vincoli per il raggiungimento degli obiettivi
41. Politiche predatorie dei prezzi con imprese identiche
42. Politiche predatorie dei prezzi con imprese differenti
43. Politiche di prezzo limite con imprese identiche
44. Politiche di prezzo limite con imprese differenti
45. Politiche I per ridurre i costi di produzione
46. Politiche di incremento dei costi dei concorrenti (cost-raising)
47. Politiche di incremento dei costi di tutte le imprese
48. Integrazione verticale: definizioni e principali caratteristiche
49. Motivazioni influenti sulla scelta di integrazione/ disintegrazione verticale: Costi transazionali
50. Motivazioni influenti sulla scelta di integrazione/ disintegrazione verticale: Garanzia della fornitura
51. Motivazioni influenti sulla scelta di integrazione/ disintegrazione verticale: Internalizzazione delle
esternalità
52. Motivazioni influenti sulla scelta di integrazione/ disintegrazione verticale: Riduzione dei controlli
governativi e elusione fiscale
53. Motivazioni influenti sulla scelta di integrazione/ disintegrazione verticale: Aumento/riduzione dei
profitti di monopolio
54. Motivazioni influenti sulla scelta di integrazione/ disintegrazione verticale: Incertezza sull’andamento
della domanda
55. Motivazioni influenti sulla scelta di integrazione/ disintegrazione verticale: Protezione e conservazione
delle competenze e dei saperi
56. Informazioni incompleta: definizione e conseguenze
57. Cause di informazione incompleta
58. Informazione asimmetrica e qualità dei prodotti: non esistenza del mercato
59. Informazione asimmetrica e qualità dei prodotti: riduzione della qualità dei prodotti offerti
60. Soluzioni adottate per ridurre l’impatto dell’informazione incompleta
61. Informazione incompleta, costi di ricerca e prezzi
62. Prezzo unico, prezzo di riserva e non esistenza del mercato
63. Determinazione del prezzo in contesti con molti consumatori informati
64. Determinazione del prezzo in contesti con pochi consumatori informati
65. Innovazione come bene pubblico caratterizzato incertezza e non osservabilità
66. Capacità innovativa e dimensione dell’impresa
67. Innovazione e intervento istituzionale: brevetti, diritti di autore e marchi di fabbrica
68. Innovazione e intervento istituzionale: laboratori di ricerca pubblici e incentivi in conto capitale
69. Innovazione e intervento istituzionale: premi al conseguimento dell’innovazione e numero ottimale
delle imprese
70. Innovazione e struttura del mercato