Sei sulla pagina 1di 6

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Ufficio Scolastico Regionale Lombardia


Liceo Classico Statale “A. Manzoni”
Via Ghislanzoni, 7 – 23900 LECCO C.M LCPC01000A
C.F. 83005080136 – Codice Univoco UFVP2T
Tel. 0341 362362
E-mail lcpc01000a@istruzione.it PEC lcpc01000a@pec.istruzione.it

PROGETTO P.C.T.O. a.s. 2019/20


LCPC01000A - REGISTRO PROTOCOLLO - 0004207 - 01/10/2019 - D5 - U

Tra il Liceo Classico Statale “A. Manzoni”


e il FAI-Fondo Ambiente Italiano

1. TITOLO DEL PROGETTO

Apprendisti Ciceroni in
Giornata FAI di Primavera □
Giornata FAI d’Autunno X
Mattinate FAI d’Inverno □

2. DATI DELL’ISTITUTO CHE PRESENTA IL PROGETTO

Istituto: LICEO CLASSICO “A. MANZONI”


Codice Mecc.: LCPC01000A
Indirizzo: Via Ghislanzoni 7
Tel. 0341362362
e- mail lcpc01000a@istruzione.it
Dirigente Scolastico GIOVANNI ROSSI

3. ISTITUTI SCOLASTICI ADERENTI ALLA EVENTUALE RETE

Istituto Codice Meccanografico


NESSUNO

4. IMPRESE / ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA, PARTNER PUBBLICI,


PRIVATI E TERZO SETTORE

FAI – Fondo Ambiente Italiano Via Carlo Foldi 2, 20135 – Milano

5. ALTRI PARTNER ESTERNI

Denominazione Indirizzo
NESSUNO

1
Firmato digitalmente da ROSSI GIOVANNI - DIRIGENTE
6. ABSTRACT DEL PROGETTO (CONTESTO DI PARTENZA, OBIETTIVI E
FINALITA’ IN COERENZA CON I BISOGNI FORMATIVI DEL TERRITORIO,
DESTINATARI, ATTIVITA’, RISULTATI E IMPATTO)

“Apprendisti Ciceroni®” è un progetto di formazione rivolto agli studenti di ogni ordine e grado,
un’esperienza di cittadinanza attiva che vuole far nascere nei giovani la consapevolezza del
valore che i beni artistici e paesaggistici rappresentano per il sistema territoriale.
Gli Apprendisti Ciceroni® vengono coinvolti in un percorso didattico di studio dentro e fuori l’aula,
per studiare un bene d’arte o natura del loro territorio, poco conosciuto, e fare da Ciceroni
illustrandolo ad altri studenti o ad un pubblico di adulti.
LCPC01000A - REGISTRO PROTOCOLLO - 0004207 - 01/10/2019 - D5 - U

 Stimolare la presa in carico e il senso di responsabilità dei giovani studenti verso il paesaggio
italiano.
 Promuovere comportamenti di difesa ambientale e di consapevolezza del patrimonio d’arte e
natura.
 Favorire il senso di appartenenza alla comunità cittadina e l’apprezzamento per la storia, l’arte
e il paesaggio del proprio territorio.
 Favorire la conoscenza delle professioni legate alla tutela, conservazione e promozione del
nostro patrimonio d’arte e natura.
 Stimolare l’acquisizione di competenze specifiche in ambito culturale e comunicativo,
offrendo un’opportunità dinamica e coinvolgente di verifica concreta sul campo delle abilità
acquisite.

7. STRUTTURA ORGANIZZATIVA, ORGANI E RISORSE UMANE


COINVOLTI, IN PARTICOLARE DESCRIVERE IN DETTAGLIO

a) STUDENTI

Elenco studenti partecipanti

1. BELLANI RICCARDO 10. MOLTENI DENISE


2. DELLA CAGNOLETTA 11. IANTOSCHI MARTINA
3. LAZZATI BEATRICE 12. RIBAUDO ANTONINO
4. GIANOTTI PIETRO 13. FRIGERIO MATILDE
5. PACHECO NICOLE 14. PETTINATO GINEVRA
6. VALSECCHI LETIZIA 15. BERIA LAVINIA
7. EL SEISY MARIAM 16. MAGLIA BENEDETTA
8. RUSCONI JULIETTE 17. MAZZOLENI ALESSIA
9. CIAPPESONI MARINA 18. ALFIERI LISA

b) COMPOSIZIONE DEL CTS/ CS –DIPARTIMENTO/I COINVOLTO/I


La struttura organizzativa del Liceo Manzoni prevede un team costituito da:
due referenti per i PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E L’ORIENTAMENTO

DIPARTIMENTO COINVOLTO: Storia dell’Arte

2
Firmato digitalmente da ROSSI GIOVANNI - DIRIGENTE
c) COMPITI, INIZIATIVE/ATTIVITÀ CHE SVOLGERANNO I CONSIGLI DI
CLASSE INTERESSATI

Non si tratta di un solo CdC, ma di un gruppo misto di studenti della scuola di 3° e 4° liceo.
L’insegnante di Storia dell’Arte della classe valorizzerà l’esperienza del gruppo di studenti
partecipanti attraverso una relazione condivisa.

d) COMPITI, INIZIATIVE, ATTIVITÀ CHE I TUTOR INTERNI ED ESTERNI


SVOLGERANNO IN RELAZIONE AL PROGETTO
LCPC01000A - REGISTRO PROTOCOLLO - 0004207 - 01/10/2019 - D5 - U

TUTOR INTERNI
Nome e cognome professore ROSSANA PAPAGNI
e.mail rossana.papagni@liceomanzonilecco.net

Nome e cognome professore LAURA POLO D’AMBROSIO


Email laura.polo-dambrosio@liceomanzonilecco.net

Vigilano sugli studenti durante l’attività di Ciceroni e assistono o collaborano alla formazione
dei ragazzi.

TUTOR ESTERNI
Nome e cognome del tutor FAI: Paola Tentori – Umberto Calvi
della Delegazione di Lecco.
e.mail: lecco@delegazionefai.fondoambiente.it
provvederà a:
- condurre gli studenti in un sopralluogo illustrando il bene culturale presso il quale
faranno da A. Ciceroni;
- fornire materiale di studio sul quale gli studenti possano prepararsi al compito richiesto;
- organizzare i turni di presenza presso il bene;
- coordinare gli A. Ciceroni nei giorni e negli orari di presenza.

8. RUOLO DELLE STRUTTURE OSPITANTI NELLA FASE DI


PROGETTAZIONE E DI REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ PREVISTE
DALLE CONVENZIONI

Il tutor FAI collabora alla progettazione dell’iniziativa fornendo le basi metodologiche messe a
punto in tanti anni di lavoro sul progetto “A. Ciceroni”
E’ presente accanto agli studenti durante l’attività, fornisce tutte le informazioni necessarie alla
formazione e all’acquisizione di contenuti e competenze.
Collabora alla valutazione dell’attività degli studenti.

3
Firmato digitalmente da ROSSI GIOVANNI - DIRIGENTE
9. RISULTATI ATTESI DALL’ESPERIENZA DI ALTERNANZA IN COERENZA
CON I BISOGNI DEL CONTESTO

Grazie alla loro partecipazione attiva e responsabile, gli Apprendisti Ciceroni si sentiranno
coinvolti nella vita sociale, culturale ed economica della comunità e diverranno esempio per
altri giovani in uno scambio educativo tra pari.

10. AZIONI, FASI E ARTICOLAZIONI DELL’INTERVENTO PROGETTUALE

Fase 1: illustrazione del progetto al tutor interno;


LCPC01000A - REGISTRO PROTOCOLLO - 0004207 - 01/10/2019 - D5 - U

Fase 2: sopralluogo con gli studenti presso il bene e valutazione dei rischi;
Fase 3: consegna materiale su cui gli studenti si devono preparare;
Fase 4: verifica delle conoscenze acquisite;
Fase 5: simulazione dell’attività;
Fase 6: attività;
Fase 7: valutazione dell’attività.

11. DEFINIZIONE DEI TEMPI E DEI LUOGHI

Il numero totale di ore dedicate alla realizzazione delle attività è di 22 ore


L’attività avrà inizio il 3 ottobre 2019 terminerà il 15 ottobre2019
con orario 14.30-16.30 momenti di formazione verifica simulazione; 10.00-17.00 attività
Si svolgerà presso: Formazione locali scolastici: Attività Esino Lario

12. INIZIATIVE DI ORIENTAMENTO

Attività previste Modalità di svolgimento

NESSUNA

13. PERSONALIZZAZIONE DEI PERCORSI

Attività previste Modalità di svolgimento


NESSUNA

14. ATTIVITÀ LABORATORIALI

Visite guidate e attività di accoglienza ad Esino

4
Firmato digitalmente da ROSSI GIOVANNI - DIRIGENTE
15. UTILIZZO DELLE NUOVE TECNOLOGIE, STRUMENTAZIONI
INFORMATICHE, NETWORKING

Materiali di studio Wikivojages essendo Esino Lario comune che ha ospitato Wikimania 2006

16. MONITORAGGIO DEL PERCORSO FORMATIVO E DEL PROGETTO

Simulazione delle attività di guida

17.VALUTAZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO E DEL PROGETTO


LCPC01000A - REGISTRO PROTOCOLLO - 0004207 - 01/10/2019 - D5 - U

Competenze di profilo Competenze di performance Prestazioni attese


Utilizza in modo appropriato i
materiali messi a disposizione Lavoro personale di studio:
dal tutor esterno per reperire  pianificazione del
informazioni e istruzioni lavoro (priorità, tempi)
Padroneggiare un metodo di necessarie per il proprio lavoro.  contenuti (coerenza in
studio autonomo e flessibile, Reperisce (anche sul web) e base agli obiettivi e alle
che consenta di condurre verifica informazioni relative disposizioni ricevute)
ricerche e approfondimenti agli argomenti oggetto di  modalità di
personali e di continuare in studio. comunicazione
modo efficace i successivi Aggiorna le proprie conoscenze (terminologia
studi superiori e di apprendere e competenze. appropriata,
lungo l’intero arco della vita. Rispetta i tempi assegnati essenzialità, coerenza,
garantendo il livello di qualità originalità)
richiesto.
Accetta la ripartizione del Conduzione delle visite
lavoro e le attività assegnate dal guidate e dell’accoglienza:
team leader, collaborando con  logistica
gli altri addetti per il  collaborazione con il
raggiungimento dei risultati team di lavoro
previsti.  relazione con il
Affronta i problemi e le pubblico
situazioni di emergenza  disponibilità a mettersi
Operare in contesti mantenendo autocontrollo e in gioco nell'attività
professionali e interpersonali chiedendo aiuto e supporto laboratoriale
svolgendo compiti di quando è necessario  sicurezza
collaborazione critica e
propositiva nei gruppi di
lavoro. Analizza e valuta criticamente Redazione della relazione
il proprio lavoro e i risultati conclusiva delle esperienze
ottenuti, ricercando le ragioni affrontate.
degli eventuali errori o
insuccessi

5
Firmato digitalmente da ROSSI GIOVANNI - DIRIGENTE
18. MODALITÀ CONGIUNTE DI ACCERTAMENTO DELLE COMPETENZE
(Scuola-Struttura ospitante) (TUTOR struttura ospitante, TUTOR scolastico,
STUDENTE, DOCENTI DISCIPLINE COINVOLTE, CONSIGLIO DI CLASSE)

Il tutor interno in accordo con il tutor esterno si occuperà di verificare che le fasi del progetto
vengano svolte regolarmente, che gli studenti partecipino in modo attivo e proficuo e che i compiti
per essi individuati vengano portati a termine nei tempi concordati.
Per ogni alunno viene predisposta una scheda personale di valutazione.
A conclusione del progetto ciascun alunno: redigerà una relazione delle esperienze affrontate
(lezioni frontali, attività laboratoriali e di gruppo, esperienze esterne, competenze sviluppate,
LCPC01000A - REGISTRO PROTOCOLLO - 0004207 - 01/10/2019 - D5 - U

risultati ottenuti) che rientrerà nel monte ore complessivo del progetto per un monte ore di 4 ore.

19. COMPETENZE DA ACQUISIRE, NEL PERCORSO PROGETTUALE CON SPE-


CIFICO RIFERIMENTO ALL’EQF

Livello Competenze Abilità Conoscenze


Quattro (scuole Sapersi gestire Una gamma di abilità Conoscenza pratica e
superiori) autonomamente, nel cognitive e pratiche teorica in ampi
quadro di istruzioni, in necessarie a risolvere contesti in un ambito
un contesto di lavoro o problemi specifici in di lavoro o di studio.
di studio, di solito un campo di lavoro o
prevedibili, ma di studio.
soggetti a
cambiamenti;
sorvegliare il lavoro di
routine di altri
assumendo una certa
responsabilità per la
valutazione e il
miglioramento di
attività lavorative o di
studio.

20. MODALITÀ DI CERTIFICAZIONE/ATTESTAZIONE DELLE


COMPETENZE (FORMALI, INFORMALI E NON FORMALI)

Come da normativa.

21. DIFFUSIONE/ COMUNICAZIONE/INFORMAZIONE DEI RISULTATI

Attraverso i canali Fai e del Comune di Esino; il sito della scuola

LECCO, 27 settembre 2019

Tutor scolastici: Firma del tutor FAI


Rossana Papagni
Laura Polo D’Ambrosio Firma del Dirigente Scolastico
Giovanni Rossi
6
Firmato digitalmente da ROSSI GIOVANNI - DIRIGENTE