Sei sulla pagina 1di 42

Gli Ancoraggi in pnl

Un tuffo nelle emozioni

[by Annunziata Alessandro]


© Modelli di Comunicazione 2017
Haka Mahori – All Blacks

© Modelli di Comunicazione
Haka Mahori – All Blacks
Ringa pakia! Batti le mani contro le cosce!
Uma tiraha! Sbuffa col petto.
Turi whatia! Piega le ginocchia!
Hope whai ake! Lascia che i fianchi li seguano!

Waewae takahia kia kino! Pesta i piedi più forte che puoi!
Ka mate, ka mate È la morte, È la morte!
Ka ora' Ka ora' È la vita, è la vita!
Ka mate, ka mate È la morte, È la morte!
Ka ora Ka ora " È la vita, è la vita!
Tēnei te tangata pūhuruhuru Questo è l'uomo dai lunghi capelli
Nāna i tiki mai whakawhiti te ...è colui che ha fatto splendere il
rā sole su di me!
Ancora uno scalino, ancora uno
A Upane! Ka Upane!
scalino,
Upane Kaupane" un altro fino in alto,
Whiti te rā,! Il sole splende!
Hī! Alzati!
© Modelli di Comunicazione
Cosa sono le ancore?

In PNL, il termine ANCORA si riferisce ad uno “stimolo che scatena uno specifico
stato fisiologico o emozionale, o un comportamento”.
Lo stimolo può essere:

• Visivo

• Sonoro

• Tattile

• Olfattivo

• Gustativo

© Modelli di Comunicazione
Cosa sono le ancore?

Le prime intuizioni e i primi studi


sistematici sul funzionamento delle
ancore risalgono all’inizio del ‘900 e si
devono al medico russo Ivan P. Pavlov e a
quello che lui stesso, nel 1903, definì:
riflesso condizionato

(ora in PNL «condizionamento neuro


associativo» o più semplicemente
ancoraggio)

© Modelli di Comunicazione
Cosa sono le ancore?

Ancora o per meglio dire "associazione emozionale" è una capacità della


nostra mente sviluppata (come tutte le altre) per la sopravvivenza.

Le ancore sono la nostra più antica, potente e veloce forma di


apprendimento.

Per esempio: vi siete mai chiesti perché più facile ricordarci dove abbiamo
mangiato peggio anziché dove abbiamo mangiato meglio?

Questo perché, a livello di sopravvivenza, la mente si ricorda prima di tutto


cosa evitare per poter restare in vita.

© Modelli di Comunicazione
Cosa sono le ancore?

Un ancora viene creata e installata nel nostro inconscio nel momento in cui si
raggiunge un picco emozionale.

Ovvero nel momento in cui si vive una forte emozione (incidente, beatitudine,
amore estremo, paura, ecc..) ed è come se in quell’istante la nostra mente
facesse una fotografia, un’istantanea di quello che ci sta attorno e ne
prendesse solo alcuni momenti fondamentali che diventeranno la nostra
ancora.

© Modelli di Comunicazione
Cosa sono le ancore?

Il nostro cervello è intelligente e anche se non ce ne accorgiamo


coscientemente il suo istinto di sopravvivenza ha sempre il controllo più forte,
pertanto quell’istante verrà memorizzato in modo da poter sopravvivere e non
ripetere quel momento di stress nel caso in cui si prestino di nuovo le stesse
circostanze.

© Modelli di Comunicazione
Cosa sono le ancore?

Un’ancora è un’informazione che può essere fornita già nel periodo di


gestazione e che può conservarsi fino alla morte dell’individuo.

© Modelli di Comunicazione
Tipi di ancore

Involontarie

Mirate

Fobiche

© Modelli di Comunicazione
Ancore involontarie

Musica e melodie, nomi di persone, volti, città, capi di vestiario, una stanza,
un edificio, un colore, un animale … queste ancore sono in grado di riportare
alla mente un vivido ricordo istantaneo e tutte le emozioni ad esso associate.

Alcune sensazioni ci rafforzano, altre ci indeboliscono.

Alcune ancore danno motivazione, mentre altre inducono una risposta fobica.

© Modelli di Comunicazione
Ancore involontarie

Naturalmente, tutto ciò accade


involontariamente o in modo
“automatico”.

Senza rendercene conto, passiamo gran


parte della nostra vita schiavi delle
ancore.

© Modelli di Comunicazione
Ancore Mirate

Mediante le tecniche PNL possiamo usare le ancore intenzionalmente e con


uno scopo ben preciso: possiamo sperimentare stati d’animo di proposito,
invece che in modo automatico.

Apprendiamo la maggior parte delle ancore a livello inconscio, ma è possibile


disattivarle consciamente e sostituirle con ancore mirate e potenzianti.

© Modelli di Comunicazione
Ancore Mirate

Incrociare le dita fornisce un tipico esempio di un’ancora intenzionale (mirata).

In questo caso, un semplice comportamento cenestesico, produce uno stato di


speranza e ottimismo.

© Modelli di Comunicazione
Ancore Fobiche

Anche gli stimoli che scatenano le reazioni fobiche illustrano l’efficacia delle
ancore – per esempio, la vista di un ragno, il panorama dalla cima di un
edificio, o il rombo del motore di un aereo.

Le fobie esemplificano il potere delle ancore negative.

Chi soffre di una qualche fobia, avrà certamente sperimentato quanto


perfettamente possiamo usare le ancore, abbiamo solo bisogno di installarne
qualcuna di maggiore utilità.

© Modelli di Comunicazione
© Modelli di Comunicazione
ESERCIZIO

Le mie ancore

© Modelli di Comunicazione
Ancore Visive

© Modelli di Comunicazione
Esempi di Ancore Visive

Foto (vecchie - nuove)

Luoghi (vacanza – abitazione – lavoro)

Persone (amici – ex partner - Stars)

Bandiere (nazioni – associazioni – squadre)

Loghi (marchi – associazioni)

Simboli (Babbo Natale – torta/candeline)

© Modelli di Comunicazione
© Modelli di Comunicazione
© Modelli di Comunicazione
© Modelli di Comunicazione
© Modelli di Comunicazione
© Modelli di Comunicazione
Ancore Auditive

© Modelli di Comunicazione
Esempi di Ancore Auditive

Musica (“nostra canzone” - Rocky)

Suoni (grilli – pioggia - carrozza)

Jingle (sigle tv – colonne sonore - pubblicità)

Linguaggio (Hot words – imprecazioni – mantra – rosario – sex words – “non fa


male”)

Slogan («che mondo sarebbe senza …» - «dove c’è … c’è casa» - «… il gusto
pieno della vita» - «… la banana 10 e lode» - «l’…. ha detto sì» - «… per
l’uomo che non deve chiedere mai» - «… costruita intorno a te»)

Detti (A rubare poco si va in galera, a rubare tanto si fa carriera)

Proverbi (Chi fa da sé, fa per tre)

© Modelli di Comunicazione
Esempi di Ancore Auditive

I have a dream

© Modelli di Comunicazione
I have a dream

Io ho sempre davanti a me un sogno. E’ un sogno profondamente radicato nel sogno


americano, che un giorno questa nazione si leverà in piedi e vivrà fino in fondo il senso
delle sue convinzioni: noi riteniamo ovvia questa verità, che tutti gli uomini sono creati
uguali.

Io ho davanti a me un sogno, che un giorno sulle rosse colline della Georgia i figli di coloro
che un tempo furono schiavi e i figli di coloro che un tempo possedettero schiavi, sapranno
sedere insieme al tavolo della fratellanza.

Io ho davanti a me un sogno, che un giorno perfino lo stato del Mississippi, uno stato colmo
dell’arroganza dell’ingiustizia, colmo dell’arroganza dell’oppressione, si trasformerà in
un’oasi di libertà e giustizia.

Io ho davanti a me un sogno, che i miei quattro figli piccoli vivranno un giorno in una
nazione nella quale non saranno giudicati per il colore della loro pelle, ma per le qualità
del loro carattere. Ho davanti a me un sogno, oggi!.

Io ho davanti a me un sogno, che un giorno ogni valle sarà esaltata, ogni collina e ogni
montagna saranno umiliate, i luoghi scabri saranno fatti piani e i luoghi tortuosi raddrizzati
e la gloria del Signore si mostrerà e tutti gli essere viventi, insieme, la vedranno. E’ questa
la nostra speranza. Questa è la fede con la quale io mi avvio verso il Sud.

© Modelli di Comunicazione
Ancore Auditive

© Modelli di Comunicazione
Esempi di Ancore Auditive

Qual è l’ancora auditiva più antica e potente?

Il nostro NOME

© Modelli di Comunicazione
Ancore Cenestesiche

© Modelli di Comunicazione
Esempi di Ancore Cenestesiche

Contatti (carezze – scongiuri – strette di mano - “gimme 5” … )

Sigarette (tradizionali – elettroniche - pipa … )

Abbigliamento (affettivo – caratteristico – sport – Idoli … )

Accessori (orologio - braccialetti – collane – cravatte - borsette … )

Altro (chewing gum – bicchiere in mano – ombrello … )

© Modelli di Comunicazione
Esempi di Ancore Cenestesiche

© Modelli di Comunicazione
Ancore Olfattive - Gustative

© Modelli di Comunicazione
Esempi di Ancore Olfattive-Gustative

Odori (muschio fresco – mare – auto nuova - soffritto … )

Profumi (fiori – pane caldo – pulito - cancelleria - … )

Puzze (sudore – scarpe – muffa – verze … )

Sapori (lacrime – neve – dentifricio - bacio - … )

Gusti (gelato – pizza – caramelle - … )

© Modelli di Comunicazione
Impariamo a posizionare le ancore

© Modelli di Comunicazione
Requisiti obbligatori delle Ancore

Unicità (non collegata anche ad altro)

Congruenza (al tipo di stato da evocare)

Riproducibilità (semplice, non articolata)

Rapidità (non posso metterci 10’ per ancorare uno stato, richiede troppa
concentrazione)

© Modelli di Comunicazione
Schema di posizionamento di un’ancora

I
N
T
E
N
S
I
T
A’
K
TEMPO
© Modelli di Comunicazione
Ancoraggio ″base″

1) Trova un posto tranquillo, siediti su una poltrona o una sedia, chiudi gli
occhi e rilassati .
2) Pensa ad uno stato emozionale che vuoi richiamare (es. felicità, carisma,
autostima, sicurezza).
3) Porta la mente ad un momento del passato in cui hai provato
quell’emozione.
4) Quando senti che stai provando quello stato emotivo, unisci pollice ed
indice (come per dire ok) così avviene la fase di ancoraggio.
5) Ripeti il punto (4) e (5) più volte.
6) Pensa a qualche altra cosa per qualche istante e stringi nuovamente
pollice ed indice e nota se lo stato emotivo che hai richiamato torna
automaticamente. Se non torna, ripeti con maggiore attenzione i punti (4)
e (5)

© Modelli di Comunicazione
Ancoraggio ″base″

La creazione di un ancora andrebbe potenziata e rafforzata ogni giorno.


Più il gesto è inusuale, più l’ancora è potente e persistente.
In questo modo potrai usare a piacimento questo stato quando più ne hai
bisogno.

© Modelli di Comunicazione
Utilizzo ancoraggi

• Parlare in pubblico
• Dire ciò che pensi
• Dire di NO
• Fare o ricevere un apprezzamento
• Sostenere un colloquio di lavoro (o altro)
• Fare esercizio fisico
• Gestire le aggressioni (fisiche e verbali)
• Sostenere un confronto diretto
• Ecc

© Modelli di Comunicazione
Gli Ancoraggi in pnl

Un tuffo nelle emozioni

FINE

[by Annunziata Alessandro]


© Modelli di Comunicazione 2017