Sei sulla pagina 1di 9

Lo sviluppo musicale nella

pre-adolescenza

Franca Ferrari
ottobre 2013
Sviluppo cognitivo

Si sviluppa la capacità di coordinare due o più dimensioni quantitative,


anche in termini moltiplicativi o di rapporti, e pertanto di comprendere
il concetto di proporzionalità e le sue varie applicazioni

Col sostegno di un metodo d'istruzione appropriato (e non spontaneamente) si acquisisce


una coordinazione tra numeri decimali, frazioni e percentuali basata sulla comprensione
delle relazioni Cfr. video poliritmie in body percussion nel DVD all. a STROBINO E., Dum dum tak

Emerge la capacità di pensare a “tutti i casi possibili”, cioè a varie procedure


adatte a uno scopo. Ne consegue la capacità, notata da Piaget,
di trattare la realtà effettiva come un caso particolare tra i molti possibili. Gioco delle variazioni

Capacità di effettuare prove di commutazione (saper isolare e mutare una sola variabile tenendo fermo
tutto il resto) Cfr. Analisi collettiva dei tratti musicale pertinenti a una interpretazione in FERRARI F.,
Giochi d'ascolto

Capacità di generalizzare una formulazione teorica rispetto a una serie di osservazioni


fattuali
cfr. video Walking on the beat / 4/4 nel DVD all. a Dum dum tak
Sviluppo socio affettivo

Accelerazione nello sviluppo fisico e psichico


Situazioni conflittuali che riguardano l’auto-identificazione:
Chi sono? Cosa ci faccio qui? Come appaio? In chi mi riconosco?

Identificazione con i pari e, non più con le figure parentali o tutoriali adulte

Disorganizzazione della personalità


Identificazione con l'eroe : l'adolescente, prima di divenire se stesso,
diviene gli altri

Confronto autovalutativo con i pari, e non più con la famiglia


Ricerca di sicurezza in una identità e in una affermazione gruppale, prima che personale

Il gruppo tende all' omogeneità di pensiero (stesse idee religiose, politiche, interessi)
e di aspetto (stesso modo di vestirsi, pettinarsi, parlare)

Desiderio di ribellione, impulso verso l’indipendenza e l'emancipazione, ma bisogno


continuo di conforto e sostegno. Ipocondria

ERIKSON, V^ stadio: Identità /versus/ Dispersione


Nella pre-adolescenza, lo sviluppo musicale è da considerare in
relazione ai bisogni tipici di questa età sul piano dello sviluppo....

Socio-affettivo
L’esperienza musicale nella costruzione dell’identità personale
e gruppale
-Adottare gusti musicali/look-sound di gruppo
-Redigere diari musicali/compilation di proprie musiche ed
esecuzioni musicali. Partecipare a progetti, rassegne, eventi in
rete...
-Sperimentare rapporti di interazione forte/ complicità all’interno di
progetti gruppali: complesso, coro,...
-Sperimentarsi in “copioni” diversi da quelli delle altre interazioni
scolastiche, anche con un ruolo “forte”, da donatori, rispetto a realtà
deboli del territorio (scuole dell’infanzia, case di riposo,...)
-Scoprire /Autocompiacersi rispetto a propri ruoli possibili, a proprie
caratteristiche/risorse particolari (di sé o del gruppo) ....
….
Nella pre-adolescenza, lo sviluppo musicale è da considerare in
relazione ai bisogni tipici di questa età sul piano dello sviluppo....

psico-motorio:
Scoperta e valorizzazione di propri tratti fisici musicalmente significativi

Rispetto ai turbamenti destati dai cambiamenti che intervengono nel corpo, è


importante che qualcuno aiuti il ragazzo/a ad apprezzarne gli aspetti positivi ai
fini della musica: il colore della voce, l’ agilità vocale o digitale, la robustezza,
la potenza respiratoria, ...... Lavoro col
microfono, o con
Adobe Audition,
Ruoli nel coro,...
Nella pre-adolescenza, lo sviluppo musicale è da considerare in
relazione ai bisogni tipici di questa età sul piano dello sviluppo....

cognitivo:
Dal periodo delle operazioni concrete a quello delle operazioni formali.
Considerare uno stesso oggetto musicale da più punti di vista / ascolto
Scegliere tra più titoli / modalità esecutive di uno stesso brano
Costruire diversi arrangiamenti di uno stesso brano, inserendo parti recitate, o cantate,
o strumentali
Assemblare compilation e programmi di concerto (con spazio a testi letti, immagini,
ecc.) in base ad un tema, rispetto al quale mettere in relazione musiche afferenti a
diverse tradizioni, suonate da sé o da altri.
Organizzare ricerche di affinità tra gli alunni e i docenti delle diverse classi rispetto a
questi temi (dai cartelloni/manifesto a facebook)
Attuare propri percorsi di approfondimento – esposizione (ricerche, presentazioni
multimediali, ecc. su autori, stili o generi prescelti)
Evidenziare sulla musica scritta, attraverso espedienti grafici diversi (annotazioni,
colori, ..), le diverse forme via via individuate nel brano ...
La motivazione allo studio dello strumento musicale, in quest’età, è
collegata:
M
O
Alla possibilità, suonando, di riscuotere consensi e T
approvazione all’interno di un gruppo di pari (i
coetanei) I
V
Alla possibilità, suonando, di trovare occasioni per .
incontrarsi e interagire con un gruppo di pari

E
Alla possibilità, suonando, di riscuotere consensi e S
approvazione da uno o più adulti di riferimento (fuori o
dentro la scuola) T
E
R
N
E
La motivazione allo studio dello strumento musicale,
in quest’età, è collegata: M
Al riconoscimento di una maestria dell’insegnante O
a. specificamente musicale T
b. relativa alla capacità di gestione del gruppo classe I
(conduzione dell’incontro, capacità di iniziativa, ...)
V

Alla possibilità, attraverso l’esperienza strumentale, di .


identificarsi con un eroe (il personaggio di un film, di un romanzo, di un
poster...)
Costruirsi una cartella di film, racconti e immagini belle relativi al proprio strumento I
Alla autodeterminazione rispetto alla scoperta di un N
proprio ruolo (es: sostenere /accompagnare la performance di un gruppo corale,
teatrale, o di danza, anche extrascolastico) T
E
Ad una (almeno) esperienza di flusso (fluidità, facilità, R
scorrevolezza, ...: cfr. M. Csikszentmihalyi e la teoria del flow) nell’atto di
suonare un brano, da solo o con altri N
E
continua.......
MATURITÀ   integrità
VIII
            dell’io e
disperazi
one

VII ETÀ ADULTA    

         
GENERATIVIT
A'
O
STAGNAZIONE

VI GIOVENTÙ   intimità  

        ed
isolame
nto
 
V POVERTÀ (di    

     
IDENTITA'

   
affetti) E
O
ADOLESCENZA
DISPERSI
ONE

IV LATENZA   industrios  

    ità
senso di
e

inferiorità
     
III LOCOMOTORIO-   spirito  

         
GENITALE
di
iniziativ
a e
senso
colpa

vergogna

         
II MUSCOLARE -    
ANALE
dubbio e
autonom
ia

I ORALE - SENSORIO fiducia  


fondamen
tale
sfiducia
e
           
1 2 3 4 5 6 7 8

   
ERIKSON, Infanzia e società (1950)