Sei sulla pagina 1di 1

Lavanda aspic

(Lavandula latifolia Medic. cineolifera)

La Lavanda aspic è una lavanda selvatica. Fornisce un’olio


essenziale di pronto soccorso perché ha il potere di
alleviare e di curare quasi istantaneamente le bruciature, le
punture di vespe e anche i morsi di vipera da cui ha preso
l’appellativo di lavanda "aspic". In effetti, il veleno può
essere neutralizzato con l'applicazione immediata e
ripetuta di quest’ olio puro.
La Lavanda aspic è anche rimarchevole per la sua azione
cicatrizzante in applicazione pura su una piaga.
La Lavanda aspic predilige particolarmente i suoli calcarei.
La si ritrova anche e soprattutto in certe regioni selvagge
del Sud dell'Europa. Sensibile al freddo, la si può trovare
anche a latitudini più basse rispetto alla lavanda vera.
L'ibrido naturale tra queste 2 specie è il lavandino.
L'olio essenziale è estratto dalle sommità fiorite. La sua
fragranza è meno apprezzata rispetto alle altre lavande
perché è più canforata.
La lavanda aspic si differenzia anche dalle altre lavande per la sua composizione aromatica. I suoi principi attivi
aromatici sono essenzialmente 1,8-cinéolo (35%), il linalolo (40%) e chetoni di cui canfora (6%).

Indicazioni principali
- Bruciature gravi, piaghe atone, ulcere, piaghe da decubito
- Psoriasi.
- Micosi cutanee (piede d'atleta) e ginecologiche (Candida albicans)
- Punture di vespe, ragni, meduse, scorpioni…
- Bronchite, laringite, sinusite, otite, rinite
- Reumatismo articolare, crampi
- Herpes zoster, varicella, herpes labiale o genitale
- Stanchezza nervosa, depressione

Esempi di utilizzazione
- Per le affezioni dermatologiche, la via esterna è ideale. Localmente, da 3 a 6 gocce di lavanda aspic pura in massaggio
sulla pelle, ripetere 3 volte al giorno.
- Per le affezioni orali o nervose, per via orale, 1 goccia di lavanda aspic sotto la lingua, su una compressa neutra, in
dello zucchero di canna, in del miele o dell'olio d'oliva, 3 volte al giorno.
- In massaggio sul plesso solare aiuta a rilassarsi.
- In caso di punture (calabroni, vespe, ragni, zanzare, ecc.), applicare 1 goccia di Lavanda aspic dopo l’applicazione di
Menta piperita che anestetizza , da ripetere se necessario, fino a guarigione.

Precauzioni d’impiego
- Rispettare le dosi fisiologiche.
- A causa del suo tenore in chetoni, non utilizzare per via orale sui bambini e le donne incinta.

SAPERNE DI PIU’
- Molto ben tollerata dalla pelle, possiamo praticare delle unzioni in qualunque parte del corpo, ma soprattutto sul torace
e la gola al minimo sospetto d’infezione sia nel bambino che nell'’adulto.
- Le inalazioni o nebulizzazioni sono particolarmente raccomandate per le sinusiti e rino-faringiti.
- La lavanda aspic è l’olio essenziale per eccellenza da applicare in caso di bruciature: applicare direttamente qualche
goccia non diluito sulla lesione, ripetere se necessario fino alla scomparsa dei sintomi. Ancora più efficace se associato
all’Olio di Iperico.
- La lavanda aspic è un potente battericida, cicatrizzante e rinfrescante. Eccellente in caso di acne. Fin dai primi
formicolii sintomo di un’eruzione, applicare una goccia di quest’olio essenziale. Si può fare anche una maschera di argilla
nella quale si aggiungerà da 2 a 3 gocce di lavanda aspic.
- Chi soffre di emicrania può preferire l’olio essenziale di lavanda aspic all’olio essenziale di menta piperita per alleviare il
dolore.
- La rigidità mentale può derivare da una mancanza di fiducia in se stessi (nascondersi dietro una facciata rigida per
proteggersi). Tutti i soggetti dallo schema mentale rigido, possono applicare quotidianamente una goccia di olio
essenziale di lavanda aspic sullo chakra della corona. L’informazione che il corpo sottile riceve, aiuta a trasformare la
rigidità: “è un mio diritto di nascita essere connesso con Dio ed essere ispirato dall’Universo”. Potete ripetere questa
asserzione quotidianamente e in qualunque momento quando la fiducia vi sembra sfuggirvi.

Potrebbero piacerti anche