Sei sulla pagina 1di 56

WWW.

UOMOE
MANAGER
.IT

U O M O & M A N A G E R # 7 4 - M E N S I L E - O T T O B R E 2 0 1 9

E-COMMERCE
ECCO QUALI SONO I PIÙ
POPOLARI IN ITALIA

INTERVISTA
BILLY BERLUSCONI:
“CON IGOODI VOGLIAMO
CREARE UN PONTE
FRA IL MONDO REALE
E QUELLO DIGITALE”

MODA
TRA BUSINESS E...
VOGLIA DI EVASIONE!

CHRISTIAN STELLA:
“LA RESPONSABILITÀ ENERGETICA
È UN’ESIGENZA, NON UN LUSSO!”
Edito
// NEWS E AGGIORNAMENTI SU WWW.UOMOEMANAGER.IT / SEGUITECI INOLTRE SU FACEBOOK, TWITTER, INSTAGRAM !

P
riale
rendetevi un po’ di tempo per voi stessi. Lo abbiamo
ribadito più volte. È importante perché la vita è fatta di
molte cose, di lavoro, di impegni familiari, di incomben-
ze a cui far fronte, ma anche del... singolo individuo. Pensare
di trascorrere la propria esistenza all’insegna del “devo fare” è
quanto di più sbagliato si possa fare. Ciascuno di noi ha bisogno
di dedicare uno spazio alle esigenze personali, alle passioni, agli
svaghi e al divertimento. E un po’ di tempo, magari, potreste
dedicarlo alla lettura di Uomo&Manager. Come ogni mese, ab-
biamo cercato di regalarvi punti di vista, esperienze, novità da
vari settori del mondo del business, senza dimenticare, la parte
edonistica. Vi parliamo di mondo 5.0, di evoluzione tecnologi-
ca, di avatar, di e-commerce, ma anche di sostenibilità, parola
chiave per le aziende moderne. Vi abbiamo incuriosito? Non vi
resta che leggere le prossime pagine di Uomo&Manager!
6 12

14 20 38
6 / ANGELO DEIANA 20 / BUSINESS 32 / PAGAMENTI
Mondo 5.0: l’era della E-commerce: ecco DIGITALI
simultaneità i più popolari in Italia Verifone si rinnova e punta
8 / ASSOCIAZIONI al mercato italiano
Il vaso di Pandora 24 / INTERVISTA 36 / INTERVISTA
12 / ECONOMIA Billy Berlusconi: “Con Giovanni Franchi:
Il cambiamento come IGOODI vogliamo creare “Sempre al fianco di chi
fattore di successo un ponte fra il mondo
per imprese e pubblica ne ha bisogno“
amministrazione reale e quello digitale”
38 / MODA
14 / INTERVISTA Tra business e voglia
Christian Stella: 28 / INTERVISTA di... evasione
“La responsabilità Alessandro Samà e il caso
energetica è un’esigenza Bricobravo: il bricolage 50 / STILEMASCHILE
e non un lusso!” ai tempi dell’e-commerce Siamo tutti snob

24 28 50

Autorizzazione Collaboratori DC NETWORK


Tribunale di Roma n. 3 FRANCESCA BERTON di DAVID DI CASTRO EDITORE
del 15/1/2013 FRANCESCA BOCCHI VIA DELLA FARFALLA, 7
VERONICA CARNEBIANCA 00155 - ROMA
DANIELA DI CERBO info@uomoemanager.it
UOMO&MANAGER#74 Direttore Responsabile ANGELO DEIANA Partita IVA n. 13348641005
Mensile - Ottobre 2019 DAVID DI CASTRO ALFREDO DE GIGLIO
Chiuso in redazione GIORGIO LAZZARI LE COLLABORAZIONI CON LA RIVISTA

il 10 Ottobre 2019 DOMENICO A. MODAFFARI UOMO&MANAGER SONO A TITOLO


ENRICO MOLINARI GRATUITO, SALVO DIFFERENTI ACCORDI
PAOLA PROIETTI STIPULATI CON L’EDITORE

4 / UOMOEMANAGER.IT
Uomo&
100%PROFESSIONISTI

DIRETTORE
RESPONSABILE
David Di Castro
MANAGER
Rimani in contatto con il team della nostra
@daviddicastro11
web rivista! Potrai seguire aggiornamenti,
Questa rivista è una
sua creatura. eventi, curiosità e twittare opinioni con gli autori
Nasce dalle sue
esigenze di uomo.
dei servizi, i nostri creativi o direttamente con
il Direttore di Uomo&Manager.
Francesca Berton Enrico Molinari Domenico A.
@FrankieBRT @enricomolinari Modaffari
@DomenicoModaffa
Ama viaggiare Manager, autore
e conoscere nuove e docente universitario Esperto di politiche
lingue e culture. in economiae marketing del lavoro e di temi
In attesa di partire, innovation, è Portavoce legati all’economia,
naviga sul web alla del Presidente di al mondo delle imprese
ricerca di news curiose. Confassociazioni. e all’innovazione.

Paola Proietti
@PaolaProietti
Scrive, fotografa,
riprende, monta.
Una professionista
a tutto tondo.

Angelo Deiana Daniela Di Cerbo


@AngeloDeianaTW La DaniDice
È il Presidente Curiositá e passione
di Confassociazioni. sono alla base
Ma non solo. di ogni cosa che fa.
Scrive di economia Ama viaggiare
e finanza. e sperimentare.

Giorgio Lazzari Alfredo de Giglio


@Giorgio_TW
Direttore
Scrive da anni di Stilemaschile.
di mille e più cose. Nei suoi articoli
Un prezioso punto ci parla della cultura
di riferimento. dell’essere uomo.

100% PROFESSIONISTI / 5
FOCUS SPECIALE

Mondo 5.0:
l’era della
simultaneità
di ANGELO DEIANA (Presidente CONFASSOCIAZIONI e ANPIB) AngeloDeianaTW
“TUTTI PRENDONO I LIMITI
DELLA PROPRIA VISIONE
PER I LIMITI DEL MONDO”
ARTHUR SCHOPENAUER

M
virtù di ogni Stato e governo di- biato: solo quelli che guardano
ventano trasparenti. Ed è altret- al passato sembrano non accor-
tanto chiaro che, legata a dop- gersene. Ma la posizione “con-
pio filo con la trasparenza, c’è la traria” di chi guarda all’indietro
responsabilità. Responsabilità di e non vede il cambiamento in
coloro che abbiamo eletto per atto, è importante perché ser-
governarci: è una rivoluzione ra- ve per capire le diverse fasi del
dicale anche del concetto di rap- cambiamento stesso. La contrad-
ondo 4.0? Purtroppo è quasi già presentanza che diventa, a sua dizione è chiara: la nostra inter-
finito. Ne sentite più parlare? volta, connessa e trasparente. dipendenza è da tempo globale,
Poco forse perché il nuovo oriz- Certo, ci potranno ancora spia- mentre i nostri strumenti di rap-
zonte è quello del Mondo 5.0, re, controllare, governare con presentanza (politica, sindacale,
Huawei, le presunte backdoors metodi autoritari. Il capitalismo sociale) rimangono locali e si
dei cinesi, il nuovo Muro di Berli- di stato cinese ne è un esempio oppongono, com’è naturale, ad
no digitale, quello del format IoT lampante. Bisogna essere prag- ogni limitazione o interferenza.
(Internet of Things) adottato a li- matici: questo succederà ancora Il divario tra l’interdipendenza e
vello globale. Ma, al di là dei for- nel tempo ed in diverse parti del la sfera d’azione delle Istituzioni
mat, il nuovo mondo 5.0 è ani- mondo. Ma quello che conta è il è già un abisso, che si approfon-
mato da un cambio radicale delle trend. In quella che in un libro del disce e si allarga ogni giorno di
logiche di potere. Quelle anche 2014 ho chiamato “La rivoluzio- più. Il superamento in termini
solo di ieri dove il protagonista ne perfetta” (e nei suoi processi di comprensione ed obiettivi di
dei romanzi di Kafka, il cittadino, di condivisione in rete), la novità quest’abisso rappresenta, forse,
era sottomesso ed inconsape- straordinaria è che diventa inu- una delle più grandi sfide del no-
vole. Un mondo che si estingue tile uccidere il messaggero per stro tempo.
progressivamente: gli elettori non confrontarsi col messaggio.
sfidano i politici, gli impiegati Perché il messaggio, prima o UNA SFIDA E UN PARADIGMA
sfidano i dirigenti, gli studenti i poi, si diffonde ugualmente. Pos- Una sfida culturale che si può sin-
professori, i figli i genitori, i con- siamo dibattere su Wikileaks o su tetizzare con un paradigma sem-
sumatori le aziende. E, soprattut- Snowden, sulle fake news o sulle plice. Dalla condivisione alla co-
to, le donne sfidano gli uomini. deep fakes quanto vogliamo ma, noscenza, dalla conoscenza alla
Il mondo digitale mette a nudo alla fine, poco importa perché consapevolezza, dalla consapevo-
i re: Trump diventa trasparente, questo mondo sta sovvertendo i lezza alla libertà più importante:
Macron diventa trasparente, i vecchi processi spesso inviolabili quella di poter (in qualche modo)
poteri, i vizi privati e le pubbliche delle Istituzioni. Il vento è cam- scegliere. Il processo è ormai chia-

6 / UOMOEMANAGER.IT
L’ERA DELLA SIMULTANEITÀ

ro. Soprattutto se non dimenti-


chiamo come cambia il nostro
modo di pensare nell’epoca
della rete. Immerse nella rete,
le persone hanno l’esperienza
di un iper-presente nel quale
tutte le conoscenze sono teori-
camente accessibili nello stesso
tempo. È un’enorme ricchezza
non solo teorica: oggi si telefona
con la rete, si gestisce il traffico
aereo sulla rete, si governa la
logistica mondiale con rete. E,
anche in questo modo, la rete
cambia il nostro modo di pensa-
re. E lo cambierà ancora di più
in futuro. Ecco perché la sempre
più immediata connessione del
sistema nervoso di ogni esse-
re umano con ogni altro essere
umano sulla Terra sta portando
verso uno spazio sociale globa-
le e un nuovo ambito temporale
di simultaneità. L’era della si-
multaneità. Gli economisti classi-
ci considererebbero tale contesto
economico e sociale contrario alla
natura umana e, dunque, destinato
al fallimento perché, secondo loro,
gli uomini sono egoisti e predato-
ri: approfitterebbero della buona
fede altrui per impossessarsi delle
idee degli altri. Un orizzonte su-
perato: quando si è interconnes-
si in rete, vale il principio della
staffetta. O vincono tutti o non
vince nessuno. Con un orizzonte
in più: quello che è stato fatto
finora non è niente in confronto
a quello che ancora si può fare.
Il bello della rete è che niente
impedisce a chiunque abbia un
progetto di provare a realizzar-
lo. Ancora una volta, il valore
della diversificazione: è per que-
sto che la ricca varietà delle no-
stre motivazioni è già di per sé
tema di speranza. Non abbiamo
ancora idea di cosa possano fare
delle persone collegate quando
lavorano insieme in rete. Perché
la rete non è soltanto quello che
è: è anche quello che si vorreb-
be che fosse. Quello che critici
o entusiasti sperano che diven-
ti. Parafrasando qualcuno di più
famoso di noi, si potrebbe chio-
sare: “Non chiedetevi che cosa
può fare il Mondo 5.0 per voi:
chiedetevi che cosa potete fare
voi per il Mondo 5.0”.

100% PROFESSIONISTI / 7
ASSOCIAZIONE

Il vaso di Pan

8 / UOMOEMANAGER.IT
IL VASO DI PANDORA

ndora

Un’associazione che ha saputo


imporsi all’attenzione per le tante
attività svolte in questi anni
di Giorgio Lazzari
giorgio_tw

100% PROFESSIONISTI / 9
L’
ASSOCIAZIONE

associa-
zione so-
cio-cultura-
le “Il Vaso
di Pando-
ra” è stata
istituita nel
novembr e
2014 su
iniziativa
di Seve-
rina Bergamo, professionista di origini leccesi
operante nei settori dell’orientamento al lavo-
ro, selezione professionale ed incrocio di do-
manda ed offerta presso il Servizio Politiche
attive del Lavoro. Severina Bergamo, oltre
ad essere fondatrice e Presidente de “Il Vaso
di Pandora”, riveste da aprile 2019 il ruolo
di Consigliere delegato per lo sviluppo della
rete Confassociazioni Nazionale e della Puglia.
“La scelta de Il Vaso di Pandora come nome
dell’Associazione richiama il mitico vaso gre-
co e, così come nella mitologia, questa realtà
vuole fare emergere simbolicamente proble-
matiche, dubbi, voglia di conoscere, a cui of-
frire risposte grazie alle attività proposte”, ha
affermato Severina Bergamo, che ha aggiun-
to: “l’Associazione, che è senza fini di lucro e
conta attualmente 140 soci, rappresenta pri-
ma di tutto un progetto mirato alla promozio-
ne e alla creazione di eventi culturali, sociali
e ricreativi volti a favorire la socializzazione,
la crescita personale, la voglia dello stare in-
sieme per conoscere ed approfondire temi ed
argomenti culturali del nostro territorio”.
Il “Vaso di Pandora” vede quindi in sintesi la
sua mission nella stessa metafora figurati-
va del nome che le è stato attribuito: è un
vaso ricolmo, femminile, generoso, colto.
Allude non ad un pieno, ma ad una pienezza, alla
generosità del dare nelle sue forme più dispa-
rate, con una costante attenzione verso l’altro.
Dinamismo e intraprendenza sono quindi le
spinte centrali di questa Associazione. “Socia-
lizzazione, cultura e solidarietà sono i pilastri
della nostra missione”, ha sottolineato Severi-
na Bergamo, che ha poi affermato: “I nostri pas-
si sono andati sempre in direzione del prossi-
mo, nel segno dell’apertura e della solidarietà;
inoltre abbiamo voluto alimentare l’economia
della conoscenza verso la crescita personale e
collettiva”.

L’ATTIVITÀ IN QUESTI ANNI


Nel corso dei primi quattro anni di attivi-
tà “Il Vaso di Pandora” è stato promotore di
oltre 160 iniziative sociali, culturali, solida-
li, di grande pregio, anche a livello nazionale.
Tra i progetti più significativi che l’Associazione
ha promosso in questi anni ricordiamo il pranzo Foto: Ennio Cusano

10 / UOMOEMANAGER.IT
IL VASO DI PANDORA

ludico e didattiche: dal cinema al circo, visite


all’acquario, al parco divertimento, oltre alla pra-
tica di sport come equitazione, go-kart, bowling,
barca a vela, e visita presso una masseria.
In tutte le iniziative l’Associazione ha cura-
to direttamente l’informazione e la sensi-
bilizzazione dell’opinione pubblica, per ri-
chiamare ai problemi riguardanti la giustizia,
lo sviluppo e la difesa dei diritti dell’uomo.
Ogni progetto ha messo in atto occasioni con-
crete di impegno per la causa dei più poveri, con
iniziative di condivisione a sostegno di situazioni
e necessità particolari, anche attraverso il contri-
buto generoso di aziende che, animate dalla se-
rietà e dalla stima della propria Presidente, hanno
Foto: Ennio Cusano cooperato alla buona riuscita dell’azione solidale.
L’Associazione si è inoltre consorziata con enti
di Pasqua 2015 per 400 senzatetto presso il Sa- di formazione, patrocini pubblici, università per
lone Verdi della Fiera del Levante di Bari; la com- il perseguimento dei propri obiettivi, e ha curato
pagnia teatrale portata nella Casa Circondariale di l’edizione e la promozione di libri.
Bari nell’aprile 2015; la distribuzione alimentare e
coupon di visite mediche specialistiche costante LE PROSSIME INIZIATIVE
a favore di 110 famiglie indigenti; la conferen- Tra le future iniziative in programma da segnalare
za sulla Corruzione con Raffaele Cantone (Presi- l’evento in collaborazione con il Rotary Club Bari
dente Nazionale Anticorruzione) presso Palace Sud il 18 novembre 2019 presso il Palace Hotel di
hotel nel maggio 2017; la conferenza sulla De- Bari con la Presentazione del libro “Rilanciare l’I-
crescita dell’Italia con Stefano Cianciotta (Presi- talia facendo cose semplici” con Angelo Deiana.
dente Osservatorio Nazionale sulle Infrastrutture Il prossimo 15 dicembre 2019 l’Associazio-
di Confassociazioni) presso Confindustria di Bari ne celebra il suo quinto anniversario nel pran-
nel maggio 2018; Conferenza Nazionale di “Eti- zo di Natale presso la prestigiosa dimora
ca e Legalità” in collaborazione con l’Università storica di Villa Ciardi preceduta dalla presen-
di Bari e Confassociazioni; il progetto “Uno sva- tazione dello scrittore Magdi Cristiano Allam.
go al mese” a favore delle bambine ospiti pres- Il 5 gennaio 2020, presso la Casa Famiglia delle
so le case famiglia delle suore di “Padre Anni- suore di “Padre Annibale di Francia”, si ripete la
bale di Francia” e dello “Spirito Santo” di Bari. consueta distribuzione alimentare a favore di 110
Le bambine delle due case famiglia hanno vissu- famiglie indigenti di Bari e provincia segnalate
to in maniera unica tutta una serie d’esperienze dalle diverse parrocchie e dalla Caritas.

100% PROFESSIONISTI / 11
ECONOMIA

Il cambiamento come f
di successo per impr
e Pubblica Amministra
IN OGNI FASE DELLA NOSTRA VITA CAMBIARE SIGNIFICA APRIRSI A
NUOVE OPPORTUNITÀ, O SEMPLICEMENTE DARE IMPULSO A DESIDERI
INESPRESSI. ECCO COME SI CREA LA MAGIA CON CUI I NOSTRI DATI
PERSONALI, LE NOSTRE AZIONI E LE ATTIVITÀ QUOTIDIANE POSSONO
ESSERE MESSE IN RETE E CONDIVISE TRA AMMINISTRAZIONI E SETTORE
PRIVATO. CON UN CONSEGUENTE RISPARMIO DI TEMPO E COSTI,
A VANTAGGIO DI EFFICIENZA E BUROCRAZIA ZERO.
di DOMENICO ANNUNZIATO MODAFFARI DomenicoModaffa
e ENRICO MOLINARI enricomolinari

Il
t e m a pre più sfidanti. Non importa re agili e flessibili come un
d e l se il cambiamento è suggerito giunco al “time to market”
Chan- dal Consiglio di Amministra- cioè al tempo che trascorre
ge Ma- zione oppure dal marketing tra la necessità di cambiare e
nage- specialist fresco di laurea; il la sua effettiva applicazione.
ment, percorso è oggi inarrestabile. Più sarà lungo questo periodo,
di cui si La buona notizia è che il con- meno saranno competitive le
dibatte tagio sembra essere virale organizzazioni che si confron-
molto anche nei confronti della Pub- tano oggi in Europa con Nazio-
sia nella blica Amministrazione italiana ni “zero-bureaucracy”, in cui il
lette- che sta iniziando a mettere a cittadino dialoga con le Istitu-
ratura specialistica sia in ogni punto nuovi meccanismi di zioni semplicemente dal pro-
dipartimento di Risorse Umane incentivazione per i dipenden- prio notebook o via cellulare.
che vuole fare la differenza, è ti, sistemi di valorizzazione Questa capacità di intravedere
particolarmente sentito nel- delle risorse umane di mer- nuove opportunità, la voglia di
le organizzazioni dinamiche, cato e l’adozione di modelli conquistare la fiducia dei citta-
pronte a competere sui mercati di certificazione delle com- dini e dei clienti, la necessità
globali e capaci di reinventarsi petenze sempre più digitali. anche politica di liberare il po-
per raggiungere obiettivi sem- L’imperativo è però esse- tenziale degli individui senza

12 / UOMOEMANAGER.IT
IL CAMBIAMENTO COME FATTORE DI SUCCESSO...

Dal pagamento del bollo auto


alla richiesta di un certificato
di residenza, dalla prenotazio-

fattore
ne delle medicine via App alla
richiesta di un’autorizzazione
abitativa ed ancora al paga-
mento dei tributi e all’avvio

rese
di un procedimento giuridico,
tutto avviene semplicemente
online, senza perdere tempo.
Con buona pace degli over che
potranno continuare ad investi-

azione
re il loro tempo libero facendo
la fila allo sportello.

IL VERO VALORE DEI DATI


Questa scelta impatta, indi-
pendentemente dall’assetto
giuridico e dalla complessi-
tà organizzativa, sulla moti-
vazione dei cittadini e coin-
volge positivamente tutti i
livelli di imprese ed istituzioni.
Il cambiamento intorno a noi
corre oggi alla velocità del 5G,
così come il valore dei dati che
girano sulla rete, ma in assen-
za di una visione sistemica che
modifichi il nostro DNA e sen-
za una solida cultura digitale,
non riusciremo a cogliere la
vera essenza del cambiamento.
La difficoltà a varcare quella
zona di confort a cui tutti sia-
mo abituati, non risiede tanto
nell’individuare gli obiettivi
e nel definire la strategia per
raggiungerli, quanto piuttosto
nella capacità di realizzare in
concreto le azioni pianificate.
Il “sapere fare” diventa l’ele-
mento critico di successo per
rinunciare alla privacy e alla molti anni dalla Commissio- declinare competenze, inno-
sicurezza della propria iden- ne europea in diversi ambiti. vazione ed una comunicazio-
tità, non può che rafforzare il In questo modo, a tante di- ne multilivello sempre più ef-
legame e la cooperazione tra scussioni soloniche sui Big ficiente e finalizzata a rendere
società civile e mercato. Data e sul valore che posso- effettivo il cambiamento, anche
no generare, si sostituisce la grazie ad una partecipazione
ONCE ONLY LAW solida concretezza di veder attiva dei cittadini ed alla pro-
La rivoluzione passa dal- condivisi i dati comunicati ad mozione di una cultura dell’a-
le persone e dalla valuta- una PA con tutte le altre am- scolto sempre più profonda.
zione delle loro concre- ministrazioni, a prescindere dal Una nazione in cui le informazio-
te quotidiane esigenze. settore in cui operino. In que- ni vengono raccolte, analizzate,
Scopriamo così che il cam- sto modo, le informazioni ap- condivise e utilizzate per ren-
biamento ha un nome ed un partenenti all’amministrazione dere orgogliosi i cittadini della
cognome, Once Only Law, tributaria diventano disponibili propria classe dirigente, è il mo-
ovvero effettuare “una vol- anche al settore previdenziale tore ecologico del nostro futuro.
ta sola” ogni operazione ver- e pensionistico, a quello as- Con un’avvertenza, rappresen-
so l’organizzazione pubblica sicurativo e sanitario per ar- tare in prima persona il cambia-
o privata con cui ci si con- rivare alla capillarità di ognu- mento che si desidera vedere
fronta, pratica utilizzata da no dei singoli comuni italiani. nel mondo.

100% PROFESSIONISTI / 13
INTERVISTA

CHRISTIAN STELLA
“La responsabilità
energetica
è un’esigenza,
non un lusso!”

Intervista al managing
Director di Centrica Business
Solutions Italia per parlare
di sostenibilità e business.

di DAVID DI CASTRO
daviddicastro11

14 / UOMOEMANAGER.IT
A
CHRISTIAN STELLA

nticipa -
re le ri-
chieste
energe-
tiche del
prossi-
mo futu-
ro. Que-
sta è
una mis-
sion che
molte
aziende
si sono assegnate. Ma siamo
davvero sulla strada giusta? La
sostenibilità è una parola chia-
ve per chi fa business al giorno
d’oggi, anche perché questo
potrebbe consentire loro di
anticpare i tempi e le esigenze
del prossimo futuro. Ma in che
modo questo può avvenire? Di
questo e molto altro abbiamo
discusso con Christian Stella,
Managing Director di Centrica
Business Solutions Italia, che
ci ha spiegato cosa fa la sua
azienda per quelle che voglio-
no intraprendere la via della
sostenibilità.

AZIENDE E SOSTENIBILITÀ,
CHE RAPPORTO C’È OGGI?
Sostenibilità oggi è ormai una
parola d’ordine. I consumatori
hanno comportamenti di ac-
quisto sempre più selettivi e
scelgono fornitori che hanno
un minore impatto ambientale,
mentre i governi e le autorità
di regolamentazione stanno
iniziando a promuovere azioni
per ridurre le emissioni di car-
bonio. Unire i fattori economici
con quelli ambientali sta diven-
tando indispensabile per avere
successo nel business. Si tratta
di una strategia che riesce a
consolidare simultaneamente i
profitti di un’azienda e la sua
brand reputation. In particola-
re, le organizzazioni che danno
priorità alla sostenibilità azien-
dale allineando il proprio piano
energetico nel contesto di una
più ampia strategia di business
hanno eccellenti prospettive
di crescita, costi inferiori e una
migliore reputazione del mar-
chio. Un numero sempre mag-
giore di aziende sta cambiando

100% PROFESSIONISTI / 15
INTERVISTA

il proprio modo di pensare l’e- de meglio il segmento delle


nergia e collega direttamente il aziende con un numero di di-
proprio business alle strategie pendenti compreso tra 2.500 e
energetiche, considerate come 10.000. Il motivo più probabi-
una risorsa strategica da gesti- le è che queste organizzazioni
re per ottenere un vantaggio sono sufficientemente grandi
competitivo e non solo come da percepire in modo chiaro i
un costo. Sono aziende lungi- vantaggi dell’efficienza ener-
miranti, che hanno già iniziato getica e sono in grado di gui-
a includere le credenziali eco- dare il cambiamento. Le orga-
logiche nel proprio business e nizzazioni più grandi, con oltre
mettono la sostenibilità ener- 10.000 dipendenti, potrebbe-
getica al centro della propria ro trovarsi di fronte ad alcune
organizzazione. complessità in termini di pro-
cessi decisionali e implemen-
COME SI PONGONO I DIRIGENTI tazione, in quanto le politiche
RISPETTO AL TEMA? esistenti e gli atteggiamenti
Essere “responsabili dal punto consolidati potrebbero frenare
di vista sociale e ambientale” il ritmo del cambiamento. Inve-
oggi è sul podio delle priorità ce, nonostante le aziende più
aziendali per una grande per- piccole tendano a essere meno
centuale di organizzazioni, che avanzate in termini di leader-
considera la sostenibilità prio- ship energetica e orientamen-
ritaria, anche rispetto all’inno- to alla sostenibilità, i modelli di
vazione. Si tratta di un grande finanziamento basati su opex
cambiamento rispetto al passa- rendono più accessibili le so-
to, in cui la responsabilità am- luzioni avanzate. Molte piccole
bientale si collocava al sesto aziende stanno già benefician-
posto nell’agenda dei dirigenti. do degli investimenti effettuati
E sebbene la maggioranza del- in soluzioni come l’illuminazio-
le aziende coinvolte nei nostri ne intelligente, che offrono un
studi non rispetti ancora i criteri ROI a più breve termine.
per essere considerata soste-
nibile a pieno titolo, vi è una QUALI SONO LE DIFFICOLTÀ
diffusa consapevolezza della CHE SI DEVONO AFFRONTARE
rilevanza che la sostenibilità NEL RENDERE SOSTENIBILI LE
assume oggi in azienda. Tali AZIENDE?
cambiamenti di atteggiamento L’adozione di nuove soluzio-
da parte dei dirigenti compor- ni energetiche può richiedere
tano una maggiore adozione notevoli investimenti. Attual-
di soluzioni di efficienza ener-mente tra le scelte più utiliz-
getica. Se nel nostro studio delzate dalle aziende italiane pre-
2017 l’Italia aveva registrato un
valgono le tradizionali opzioni
ritardo rispetto agli altri mer-di finanziamento: due quinti
cati nell’adozione di soluzioni delle società hanno finanziato
energetiche innovative, oggi fi-da sole le iniziative e un terzo
nalmente rileviamo un maggior hanno utilizzato piani gover-
numero di imprese che consi- nativi e prestiti bancari. Ma
dera l’energia come un asset con l’aumento di modelli più
strategico. Stiamo scoprendo, specializzati di finanziamento
inoltre, che le aziende che as- per l’energia, altri metodi di
sumono il controllo della pro- finanziamento iniziano a esse-
pria energia tendono ad essere re utilizzati, come i modelli di
le aziende economicamente più rischio condiviso, tra cui mo-
sostenibili e con un vantaggio delli di ammortamento a lungo
competitivo duraturo. termine e finanziamenti basati
sull’OPEX. Per questo noi di
RISPONDONO MAGGIORMEN- Centrica Business Solutions
TE LE PICCOLE, LE MEDIE O LE offriamo diversi modelli di fi-
GRANDI IMPRESE? nanziamento e una gamma di
Secondo i nostri studi, rispon- opzioni commerciali flessibili,

16 / UOMOEMANAGER.IT
CHRISTIAN STELLA

inclusi modelli di spese opera- tre, che le aziende sostenibili successo. I clienti si aspettano
tive e investimenti in conto ca- si distinguono per un atteg- sempre più che l’etica ambien-
pitale, abbonamenti mensili e, giamento orientato al futuro talista delle aziende corrispon-
con un occhio al futuro, ener- e per aver considerato i re- da alla propria, il che, insieme
gia as-a-service, così da poter quisiti energetici di specifiche all’instabilità del prezzo dell’e-
scegliere la soluzione più adat- iniziative di digitalizzazione. Il nergia, porta a considerare la
ta alla propria azienda. 55% considera quale sarà l’im- responsabilità energetica più
patto energetico dell’incre- come un’esigenza che come
CHE RAPPORTO C’È FRA SOSTE- mento dell’automazione nei un lusso. Nella nostra indagine
NIBILITÀ ED INNOVAZIONE? propri processi e valuta come abbiamo rilevato che le azien-
L’impresa sostenibile inno- costruire un sistema energe- de che ritengono l’energia una
va continuamente. Abbiamo tico flessibile. Queste impre- risorsa strategica, anziché un
rilevato che sono proprio le se tengono conto anche dei costo, registrano prestazioni
aziende sostenibili a cogliere piani energetici dei fornitori e superiori rispetto a quelle dei
le opportunità dell’innovazio- partner di terze parti (ad es. i concorrenti, perché imple-
ne in generale - e della digita- fornitori di infrastrutture cloud) mentano soluzioni energetiche
lizzazione in particolare - con e si assicurano che anche loro avanzate che aiutano a incre-
il maggiore entusiasmo. Sono siano resilienti alle interruzioni mentare l’efficienza operati-
quelle che si preparano mag- di energia. va, controllare meglio i rischi
giormente a un business agile, aziendali, aumentare la resi-
all’utilizzo di smart o big data BUSINESS E SOSTENIBILITÀ: lienza e migliorare le loro pre-
o all’aumento dell’automazio- RECENTEMENTE AVETE DIFFUSO stazioni finanziarie. Investire in
ne: in tutti questi casi, le azien- I RISULTATI DI UNA VOSTRA queste tecnologie comporta,
de sostenibili hanno i piani RICERCA. CE NE PUÒ PARLARE? inoltre, un evidente vantaggio
più attivi. Quando si tratta di Nel nostro report ‘Distributed per la reputazione del marchio.
creare nuovi prodotti e servi- Energy Future Trends: Spun- Le imprese che prevedono di
zi digitali, ad esempio, il 78% ti per una crescita aziendale ottenere una crescita a doppia
delle aziende sostenibili affer- sostenibile’ abbiamo rilevato cifra nei prossimi 5 anni, hanno
ma che in futuro lo farà mol- che le aziende che prendono più del doppio di probabilità
to o più di adesso, rispetto a in considerazione la propria di aver collegato l’energia so-
solo il 54% delle altre imprese. responsabilità energetica, han- stenibile con la propria imma-
La nostra ricerca mostra, inol- no una previsione di maggiore gine di marca e i valori azien-

100% PROFESSIONISTI / 17
INTERVISTA

dali, rispetto alle imprese per ancora permettersi di non es- di partner in grado di fornire
le quali non si prevede alcuna sere responsabili dal punto di la necessaria assistenza. Per
crescita. Basti pensare che nel vista energetico. colmare questo divario, le or-
2019, il 30% delle imprese che ganizzazioni hanno bisogno
ha investito nella propria in- INFRASTRUTTURE O PROBLEMI di aumentare il loro livello di
frastruttura energetica ha con- ECONOMICI: QUAL È L’OSTACOLO competenza energetica. Ciò
statato un miglioramento della PIÙ GRANDE ALL’ATTUARSI DI PO- è possibile attraverso l’assun-
reputazione aziendale come LITICHE AZIENDALI SOSTENIBILI? zione di risorse specializzate
risultato diretto. E si tratta di Nonostante la consapevolezza oppure, più probabilmente,
una percentuale in crescita, se delle opportunità commerciali tramite una collaborazione con
si pensa che nel 2017 era solo che presentano gli investimen- partner esterni. Ma le aziende
il 24%. Potrebbe non sembra- ti energetici sia generalizza- non sono semplicemente alla
re un numero elevato, ma il ta, vi è un forte divario tra le ricerca di fornitori che le assi-
contesto è importate: un con- aspirazioni delle imprese e le stano nell’implementazione e
sistente 36% delle imprese og- azioni che ne derivano: molte gestione delle loro soluzioni
getto della ricerca ha iniziato aziende riconoscono i vantag- energetiche, cercano piuttosto
a investire nella sostenibilità gi derivanti dai miglioramenti un sostegno di tipo trasversale,
come parte della propria ge- nel campo energetico e del- sono alla ricerca di fornitori che
stione del marchio soltanto la sostenibilità, ma non sanno le aiutino a creare un solido bu-
nell’ultimo anno. Con l’aumen- dove o come investire. Circa la siness case iniziale, che diano
to della digitalizzazione, inol- metà delle aziende nazionali, loro indicazioni su come pos-
tre, l’energia diventa sempre afferma di non sapere come sono ottenere il miglior ROI e
più rilevante per l’operatività utilizzare in maniera più effi- utilizzare l’energia in modo più
delle aziende. È un argomento cace le risorse di generazione efficiente. Cercano aiuto nella
che merita una considerazione dell’energia di cui dispongono scelta delle soluzioni più giuste
più strategica e le aziende di e le aziende che non hanno per la loro attività, soluzioni in
maggior successo collegano ancora adottato una strategia grado di soddisfare le loro esi-
direttamente la propria attività energetica, in genere forni- genze aziendali sia ora che in
alle strategie energetiche. Le scono come motivazione la futuro. Al di là della progetta-
aziende utilizzeranno sempre ‘competenza’, ovvero l’inca- zione e dell’attuazione voglio-
più energia in futuro e dovreb- pacità di definire una strate- no fornitori affidabili e onesti
bero domandarsi se possono gia energetica o la mancanza con cui possano lavorare come

18 / UOMOEMANAGER.IT
CHRISTIAN STELLA

aiutarla a ottenere i vantag- no inefficienze nei processi; i


gi dell’efficienza energetica. rilevatori di movimento negli
Come primo passo, possiamo uffici permettono di program-
tracciare una mappa del sito (o mare luci e sistemi di riscalda-
dei siti) e analizzare le presta- mento in modo che vengano
zioni, l’efficienza e la resilienza usati solo quando qualcuno è
dei sistemi energetici. Possia- presente. E ancora negli ultimi
mo, quindi, identificare le al- anni, le tecnologie energetiche
ternative disponibili per aiutar- ‘green’, come i pannelli solari,
la a migliorare il suo impianto sono diventate molto meno
e a raggiungere i suoi obiettivi costose, permettendo a un nu-
commerciali. Sviluppiamo un mero sempre maggiore di im-
piano basato sull’intero ciclo prese di iniziare a controllare
di vita, comprendente instal- la propria fornitura di energia.
lazione, manutenzione, misu- La terza area riguarda la ridu-
razione e pianificazione finan- zione del rischio. La sicurezza
ziaria. Infine, collaboriamo con energetica è vista come il più
il cliente per implementare la grande rischio aziendale, ap-
soluzione, fornendo assistenza pena dopo la criminalità infor-
in ogni fase della realizzazione: matica, i rischi di mercato e
dalla messa in esercizio ai per- quelli finanziari. La resilienza
messi e dal finanziamento alla è un fattore necessario per le
comunicazione. Grazie ad un aziende che desiderano essere
ampio portafoglio di prodotti, sostenibili a lungo termine. La
siamo in grado di rispondere a produzione della propria ener-
diverse esigenze con un ‘unica gia in sito consente una gene-
soluzione, un punto di contat- razione continua, indipendente
to continuo per semplificare la dalla rete e dalle possibili inter-
risoluzione di problemi com- ruzioni nella fornitura. Infine, è
partner. Tali fornitori di servizi plessi. fondamentale collegare i piani
devono essere in grado di aiu- energetici ai risultati aziendali.
tarle a valutare il proprio con- QUAL È IL PIANO DI SVILUPPO I leader più avanzati nel setto-
sumo energetico e a individua- DA ATTUARE PER UN’AZIENDA re dell’energia dispongono di
re possibili miglioramenti. Con CHE VUOLE PUNTARE A DIVENI- strategie energetiche che con-
l’aumento delle opzioni delle RE SOSTENIBILE? tribuiscono a realizzare i loro
soluzioni energetiche sorge, Quando si parla di sostenibili- più ampi obiettivi aziendali.
infatti, anche una maggiore tà, tutte le aziende maturano
complessità. Le aziende, dun- a un ritmo diverso. In linea di IN ITALIA, COSA PUÒ INCENTIVARE
que, hanno necessità di sfrutta- massima, possiamo identifica- UN CAMBIAMENTO IN TAL SENSO?
re le competenze esterne per re 4 aree principali da gestire Riteniamo che il cambiamento in
rimanere all’avanguardia sulle per accelerare la trasformazio- Italia sia già in atto. Le aziende
nuove tecnologie. ne della propria impresa. Prima non possono più prescindere
di tutto riteniamo fondamenta- da una gestione sostenibile del
IN CHE MODO LA VOSTRA le avere la visibilità dei propri proprio business. Certamente
AZIENDA PUÒ INTERVENIRE? consumi energetici e adeguare sarebbe opportuno semplificare
Non si può diventare più soste- le proprie procedure di lavoro le procedure per consentire, ad
nibili in un batter d’occhio. Il al fine di migliorare l’efficienza esempio, alle aziende di condi-
percorso può essere comples- energetica. Le aziende efficien- videre le infrastrutture energe-
so e lungo, ma non deve esse- ti dal punto di vista energetico tiche, dando la possibilità alle
re compiuto da soli. Le aziende tengono traccia del loro consu- organizzazioni vicine di usare i
si rivolgono a esperti esterni mo, utilizzano più metodi per propri asset energetici e di col-
come noi di Centrica Business farlo e introducono cambia- laborare con i siti vicini per svi-
Solutions per ricevere un cor- menti in maniera sistematica. luppare sistemi o micro-reti di
retto supporto nel compren- In secondo luogo è importante energia locali. Molte aziende so-
dere il mercato dell’energia e bilanciare le fonti di energia stenibili che hanno già adottato
le sue tecnologie, coinvolgere rinnovabile: le innovazioni tec- più soluzioni di energia distribu-
gli stakeholder e supportare nologiche consentono un uso ita, infatti, sono particolarmente
l’implementazione delle solu- più intelligente dell’energia da aperte alla collaborazione per
zioni. Il nostro ruolo è analiz- parte delle aziende. È possibile supportare la rete e per fornire
zare l’azienda, i suoi processi utilizzare i sensori intelligenti supporto aggregato e capacità
produttivi e i suoi obiettivi e per assicurarsi che non vi sia- extra alla rete.

100% PROFESSIONISTI / 19
BUSINESS

20 / UOMOEMANAGER.IT
GLI E-COMMERCE PIÙ POPOLARI IN ITALIA

E-COMMERCE,
ECCO I PIÙ
POPOLARI
IN ITALIA
I marketplace spopolano,
ma alcuni brand sono leader
indiscussi...
di DANIELA DI CERBO
LaDaniDice

100% PROFESSIONISTI / 21
BUSINESS

L
e abitudini to “e-commerce in Italia 2019” (+39%), raggiungendo quota
di acquisto pubblicato da Casaleggio Asso- 14,5% contro il 12% di fatturato
degli italiani ciati, sulla base di studi e ricer- dello scorso anno. Il trend è det-
cambiano di che di mercato, articoli di attua- tato soprattutto dai grandi player
pari passo lità, survey online e interviste di internazionali come Amazon e
all’ingr es- approfondimento con alcuni dei eBay. Rispetto alla crescita anno
so di nuovi principali operatori del mercato, su anno, si evidenzia il +23% dei
e-commer- evidenzia che una media di 42,3 settori Salute e bellezza grazie
ce e mo- milioni utenti unici nel mese si al beauty, ma anche alla proli-
dalità di connette sia da fisso che da mo- ferazione delle farmacie online,
pagamento, ma in Italia le po- bile. Nel 2018 il mercato e-com- mentre il settore Moda cresce
tenzialità di sviluppo sono anco- merce B2C in Italia ha generato del 18%. Elettronica di consumo,
ra moltissime. Basti pensare che, un fatturato di 41,5 miliardi di Casa e arredamento e Alimenta-
nonostante gli acquisti online euro, crescendo complessiva- re crescono del 17%, quest’ulti-
continuino a crescere a doppia mente del 18% rispetto al 2017 e mo grazie al largo consumo ma
cifra ogni anno, la penetrazione ci si aspetta un’ulteriore crescita anche al food delivery. Negli ul-
italiana sul mercato complessivo per l’anno in corso. I consuma- timi anni il mercato online è sta-
è ancora molto distante dagli altri tori online sono circa 38 milioni, to trainato dalle imprese estere.
Paesi nord europei. Nonostante ovvero il 62% della popolazione Ne sono un esempio Booking e
la crescita registrata negli anni, la e si prevede che entro il 2023 Airbnb per il settore del turismo,
percentuale di popolazione che raggiungeranno quota 41 mi- Amazon per l’elettronica di con-
acquista online si attesta al 70%, lioni. Il tempo libero è il settore sumo (e molto altro), Just Eat
una media più bassa rispetto agli che continua a detenere la fetta per la consegna di cibo o Zalan-
altri Paesi europei (ad esempio è più grande del fatturato e-com- do per l’abbigliamento. Si tratta
del 93% in UK, 91% Paesi Nordi- merce (41,3%), seguito dal Tu- senza dubbio di nomi conosciuti
ci e Paesi Bassi, 88% Germania, rismo (28%). I Centri commer- in tutto il mondo, che devono il
84% Francia e Spagna). Il Rappor- ciali continuano la loro crescita loro successo a grandi intuizioni

22 / UOMOEMANAGER.IT
GLI E-COMMERCE PIÙ POPOLARI IN ITALIA

ma, ancora di più, alla gestione


di economie di scala importanti
che permettono di investire sul
servizio e sulle acquisizioni degli
utenti.

GLI E-COMMERCE CON PIÙ


TRAFFICO MENSILE IN ITALIA
Utilizzando gli strumenti Analisi
traffico e Market Explorer, SEMru-
sh - leader mondiale per l’analisi
della concorrenza e la ricerca per
l’online marketing - ha stabilito
una lista dei siti e-commerce più
popolari in Italia in termini di traf-
fico mensile. Per quanto riguarda
i siti che vendono gadget ed elet- ni OVS, Calzedonia e Tezenis, cia- una rinascita, grazie anche a una
trodomestici, Samsung è il leader scuno con un traffico mensile che presenza sempre più consistente
assoluto con un traffico mensile supera il mezzo milione di visite. delle farmacie online nel nostro
di più di 16 milioni, seguito da Ma se parliamo di e-commerce Paese. Nella Top 3 in Italia trovia-
Unieuro e Mediaworld con circa multi-brand, nel settore moda il mo Amicafarmacia, Farmae ed
5 milioni di visite ciascuno. Altri leader assoluto è Zalando con 5,5 Efarma in un range che va da uno
brand di elettronica presenti nella milioni di visite mensili, seguito a due milioni di visite mensili. Un
top 10 sono Apple, Huawei, LG dall’e-commerce cinese Shein approfondimento nel comparto
e Xiaomi mentre tra i marketpla- (2 milioni di visite) che sta pren- Cosmetici mostra che Sephora è il
ce inutile dire che vince Amazon, dendo sempre più piede grazie sito più visitato da chi vuole com-
con 64 milioni di visite mensili. alla convenienza dei prezzi e al prare profumi e cosmetici in Italia
Segue, a non poca distanza, eBay punteggio in stelle che consente con oltre 750 mila visite. Tra i pri-
con 26 milioni di visite al mese e, agli utenti di ottenere sconti. Al mi negozi online figurano anche
ancora più distaccato, Aliexpress terzo posto troviamo Yoox con Douglas, Tigotà e Kiko. Nella ca-
con un traffico mensile di 3,5 mi- oltre un milione e mezzo di visite tegoria degli e-commerce specia-
lioni. Nel settore moda, in cresci- e un’offerta comprensiva dei pro- lizzati in arredamento per la casa,
ta del 18%, il leader dei siti mono dotti di brand di lusso. Le ricerche mobili e oggettistica per la casa
brand è il francese Bonprix con sull’e-commerce mostrano che primeggia Ikea con 5,6 milioni di
1,6 milioni di visite al mese segui- il settore “Salute e bellezza” au- visite al mese, seguita da Leroy
to da Nike, Zara e H&M. Nella top menta del 23% il suo traffico in Merlin con un traffico mensile di
10 però troviamo anche gli italia- Italia: questo settore sta vivendo 3,3 milioni.

100% PROFESSIONISTI / 23
INTERVISTA

BILLY BERLUSCONI
“Vogliamo creare un ponte fra
il mondo reale e quello digitale”
Il CEO di IGOODI ci parla dell’evoluzione della sua
start up e di come i suoi progetti potranno esserci utili.
di DAVID DI CASTRO daviddicastro11

24 / UOMOEMANAGER.IT
BILLY BERLUSCONI

N
el 2015 prende lizzando The Gate, un’innovativa QUALI SONO I VOSTRI PRINCIPI
vita una start up cabina di scansione automatizza- ISPIRATORI?
davvero partico- ta dal design avveniristico e ca- Semplificare e migliorare la vita
lare. Si chiama ratterizzata da una tecnologia tra reale delle persone, con particola-
IGOODI e non le più avanzate del settore. Con re attenzione alla centralità valo-
è una sempli- quali scopi? Lo abbiamo chiesto riale dell’uomo e della sua unicità.
ce azienda hi-tech, ma una Va- proprio a Billy Berlusconi che in Ci ispiriamo a quello che ci piace
lue-Building Company, che unisce questa intervista ci ha svelato le definire “Umanesimo Digitale”.
design e tecnologie avanzate per potenzialità di questa start up.
valorizzare e potenziare l’unicità A CHI SI RIVOLGE LA VOSTRA
di ogni singolo individuo e per COME NASCE IL PROGETTO IGOODI? INIZIATIVA?
offrirgli una perfetta integrazio- PERCHÉ QUESTO NOME? Idealmente IGOODI può risultare
ne di sé stesso con l’universo dei IGOODI nasce con l’obiettivo interessante per chiunque. Attual-
servizi digitali. In che modo? Con di creare un ponte fra le due mente ci stiamo rivolgendo ad un
gli avatar. Attraverso il progetto dimensioni in cui viviamo im- mercato business to business, con
The Digital You, IGOODI intende mersi oggi: il reale e il digitale. particolare riferimento ai settori
offrire a chiunque la possibilità Attraverso la creazione dell’a- Health & Wellness, Fashion e Ga-
di ottenere e poter utilizzare nel vatar generiamo l’alter ego di- ming. Stiamo creando partnership
mondo digitale il proprio avatar gitale in 3D dell’utente e, così con aziende e istituzioni leader in
3D, ovvero un altro “sé stesso” facendo, raggiungiamo il no- questi ambiti. In futuro contiamo
completamente virtuale, uguale stro scopo di connessione tra di estendere i nostri servizi al più
in tutto e per tutto all’originale queste due dimensioni. La mis- vasto mercato Business to Consu-
fisico. Alla guida di questa bella sion emerge chiaramente anche mer.
realtà made in Italy, c’è Billy Ber- nel nome della Company, dove
lusconi che, insieme al suo team, il potenziale positivo (GOOD) CI SPIEGA COME FUNZIONA
ha investito in anni di ricerca, crea un ponte fra l’IO reale (I) e LAVOSTRA PIATTAFORMA?
progettando, brevettando e rea- l’IO digitale (I). La nostra piattaforma tecnologica

100% PROFESSIONISTI / 25
INTERVISTA

proprietaria è in grado di creare gli


avatar degli utenti, farli “vivere” in
un’applicazione e dare la possibi-
lità alle aziende partner di offrire
innovativi prodotti e servizi. IGO-
ODI si pone come abilitatore tec-
nologico e creatore di nuovi mer-
cati. L’infrastruttura è composta da
un’innovativa cabina di scansione
automatizzata e dal design av-
veniristico, caratterizzata da una
tecnologia tra le più avanzate del
settore, che permette di eseguire
la scansione completa a 360° del-
la persona in pochi secondi e con
la massima precisione. Il proget-
to include anche un’applicazione
mobile per la gestione dell’avatar
da parte dell’utente, disponibile
per sistemi operativi iOS e An-
droid.

IN CHE MODO SARÀ POSSIBILE


ACCEDERVI?
Il primo passo per entrare nel
mondo IGOODI è la scansione
dell’utente. A questo scopo oggi
disponiamo di un concept store
nel centro di Milano che rendiamo
operativo su prenotazione e per
progettualità business to business.

CHE TIPO DI SERVIZI DIGITALI


OFFRE IGOODI?
IGOODI intende offrire un servizio
completo a 360° per la gestione e
l’utilizzo dell’IO digitale dei pro-
pri clienti: generazione dell’Ava-
tar, conservazione e gestione dei
dati personali da esso derivati (la
proprietà dei dati è ovviamente
dell’utente), applicazioni e servizi
in ambito Health, Wellness, Ga-
ming, Fashion, ecc.

QUALI SONO I SETTORI DI UTILIZZO


SECONDO LE VOSTRE PREVISIONI?
IN CHE MODO POTRANNO ESSERE
UTILIZZATI GLI AVATAR?
Le potenziali modalità di impie-
go dell’avatar sono numerose e
saranno in costante evoluzione
nei prossimi anni. Innumerevoli
aziende e PMI potranno benefi-
ciare di questi servizi rivoluzionari
per lo sviluppo del proprio busi-
ness, coinvolgendo sempre più
utilizzatori finali. Nel settore della
moda e degli store online gra-
zie alla disponibilità delle misure
morfologiche dell’utente si genera

26 / UOMOEMANAGER.IT
BILLY BERLUSCONI

la possibilità di acquistare capi di fisioterapisti e nutrizionisti per pro- IL MONDO DEL DIGITALE È IN PIENA
abbigliamento sul web con la cer- grammare il percorso di migliora- EVOLUZIONE: IN CHE AMBITO VUOLE
tezza della taglia esatta, riducendo mento dello stato fisico di clienti INSERIRSI LA VOSTRA START UP?
in questo modo il problema dei e pazienti. In campo dermatolo- Ci sentiamo degli esploratori in
resi, o provare direttamente sull’a- gico invece generano importanti un mercato ancora da creare,
vatar abiti e accessori generati in possibilità preventive, ad esempio scommettiamo su un mercato di
3D. Le aziende potranno dare vita per la mappatura dei nei. Infine, avatar fotorealistici. Pur essendo
a nuove esperienze per i consu- in tema di riabilitazione motoria, una startup 100% italiana, siamo
matori, aumentando engagement mostrare al paziente un altro “se oggi all’avanguardia tecnologica
e brand awareness, mentre gli stesso digitale” compiere corretta- del settore anche in una prospet-
amanti dei videogame e i pro- mente un determinato movimen- tiva globale. Questo ci rende or-
fessionisti degli e-sport potranno to può stimolare positivamente i gogliosi, ma siamo anche consa-
entrare in prima persona nel vivo suoi neuroni specchio facilitando pevoli che dobbiamo proseguire
dei loro giochi preferiti attraverso così il cervello nell’apprendimento con determinazione nell’attività
un semplice download del proprio del movimento stesso. di ricerca e sviluppo. Procede-
avatar. Anche i settori medicale e remo in questo percorso sia con
il wellness possono essere rivolu- QUALI SONO GLI OBIETTIVI DELLA competenze specialistiche inter-
zionati: sarà possibile verificare i VOSTRA START UP? ne sia attraverso partnership con
progressi legati alla propria forma Diffondere la cultura dell’avatar innovatori del settore pubblico e
fisica e visualizzare in 3D i risul- e dei suoi importanti potenziali privato. A questo proposito ab-
tati degli allenamenti attraverso il di utilità per la vita delle per- biamo già in corso progetti con
confronto di scansioni periodiche sone. Offrire, in questo settore l’università di Verona e il Politec-
corredate dalle misure corporee, emergente, un servizio leader nico di Milano. La vera rivolu-
mentre le informazioni connesse nella qualità e nella gamma di zione digitale è appena iniziata,
all’avatar potranno essere messe prodotti e servizi basati sull’uni- quello che ci riserva il futuro è
a disposizione di personal trainer, cità fisica e digitale dell’utente. “limitless imagination”.

100% PROFESSIONISTI / 27
INTERVISTA

IL BRICOLAGE AI TEMPI
DELL’E-COMMERCE:
L’ESPANSIONE DI BRICOBRAVO
VERSO NUOVI SETTORI
E MERCATI INTERNAZIONALI

Una storia di successo tutta italiana, trainata


dall’innovazione e da un team giovane,
orientato al digital
di DAVID DI CASTRO daviddicastro11

28 / UOMOEMANAGER.IT
ALESSANDRO SAMÀ

100% PROFESSIONISTI / 29
L
INTERVISTA

o shopping
online è par-
te integrante
delle abitudi-
ni degli italia-
ni. La cresci-
ta del 15%,
per un va-
lore di oltre
31,5 miliardi di euro, raggiunta
nell’ultimo anno dagli acquisti
da remoto e smartphone ne
sono la prova (Fonte: Osservato-
rio e-commerce B2C-Consorzio
Netcomm/School of Manage-
ment del Politecnico di Milano).
È in questo scenario che Brico-
Bravo - azienda italiana specia-
lizzata nella vendita online di
prodotti per il Fai da Te e l’Arre-
do - ha deciso di aprirsi a nuovi
settori merceologici e al mer-
cato internazionale. “Abbiamo
aperto il nostro sito di e-com-
merce BricoBravo.com nel
2002 e in pochi anni è diven-
tato un punto di riferimento per
il settore, grazie a scelte inno-
vative che hanno reso il mon-
do del fai da te qualcosa che
va ben oltre la semplice idea
di bricolage - spiega Alessan-
dro Samà, CEO di BricoBravo.
“Negli anni abbiamo trasfor-
mato radicalmente il concet-
to originario di bricolage, in-
tegrando nel Fai da Te tutto
quello che porta alla realizza-
zione di un nuovo progetto.
La rivoluzione del mondo del
bricolage è per BricoBravo
frutto di numerose innovazio-
ni tecnologiche, come l’intel-
ligenza artificiale e il machine
learning, che hanno fortemen-
te contribuito allo sviluppo di
servizi personalizzati per gli
utenti, rivelando lungimiranti
anche le scelte più azzardate.
Oggi il catalogo conta oltre
40.000 articoli e sono state
recentemente introdotte nuo-
ve categorie di prodotto come
Elettrodomestici, Giocattoli,
Pet, Fitness, Audio e Video.
“In questo modo offriamo solu-
zioni non solo a professionisti e
hobbisti che vogliono costruire
fisicamente qualcosa, ma so-
prattutto a tutti coloro che han-
no un progetto più ampio come

30 / UOMOEMANAGER.IT
ALESSANDRO SAMÀ

riorganizzare il giardino, arredare mercati europei quali Francia, intelligenza artificiale, machine
la casa dei propri sogni, godersi Germania, Austria, Belgio e learning e chatbot la relazione
tutte le comodità della vita con la Lussemburgo e si appresta ad con i clienti è sempre più diret-
famiglia e i propri animali dome- espandere ancora di più i suoi ta e personalizzata.
stici” prosegue Alessandro Samà. orizzonti con un sito multilin-
L’analisi del mercato internazio- gua che si affaccia a nuove abi- OLTRE IL NEGOZIO ONLINE,
nale e la curiosità verso le nuove tudini di acquisto. L’azienda ha SIETE PRESENTI SU ALTRI
tecnologie hanno portato Brico- sempre investito nell’e-com- MARKETPLACE?
Bravo a integrare sistemi avanzati merce e punta sul digitale gra- Oltre al nostro negozio online,
in ogni processo, nuove modalità zie ad un team internazionale di siamo presenti sui più impor-
di pagamento e una serie di ser- risorse giovani e specializzate, tanti marketplace che operano
vizi totalmente orientati al clien- consapevole che il fattore uma- in Italia e all’estero: in aggiunta
te: dal pagamento rateale senza no e le competenze digitali si- ad eBay, con cui abbiamo av-
richiesta di documentazione alla ano la chiave fare la differenza. viato una partnership di suc-
certificazione Trusted Shops, che cesso più di 15 anni fa, siamo
attesta il rispetto di severi crite- COME GUIDATE IL CLIENTE NEL anche su Amazon, Cdiscount,
ri di qualità e affidabilità per gli SUO PERCORSO ALL’ACQUISTO? Fnac, ManoMano, Rakuten.
e-commerce a livello europeo.Nonostante la continua cresci- I vantaggi dei marketplace
L’ampliamento aziendale e la dif-
ta, cura e attenzione verso i no- sono molti: infrastruttura so-
ferenziazione merceologica coin-
stri clienti sono rimaste un so- lida, forte presenza sul web,
volgono l’Italia e non solo. lido pilastro: oltre a offrire una visibilità, traffico giornalie-
vasta gamma di prodotti e ser- ro elevato e facilità d’uso.
OLTRE ALL’ITALIA, QUALI vizi, BricoBravo garantisce con- Siamo poi naturalmente pre-
SONO I MERCATI IN CUI OPERA sulenza, consigli e assistenza senti anche su comparatori di
BRICOBRAVO? per assicurare ai propri utenti la prezzo come Google Shopping,
Negli ultimi due anni Brico- migliore esperienza d’acquisto. Trovaprezzi, Hometiger, Kelkoo
Bravo ha aperto a importanti Grazie all’implementazione di e Idealo”.

100% PROFESSIONISTI / 31
INTERVISTA

Verifone si
rinnova e preme
l’acceleratore
sul mercato
italiano
32 / UOMOEMANAGER.IT
FEDERICO FANELLO

Presentato il nuovo
team manageriale
alla guida
della sede italiana
e le nuove soluzioni
di pagamento instore
e in Cloud
di DAVID DI CASTRO
daviddicastro11

100% PROFESSIONISTI / 33
V
INTERVISTA

erifone Italia rafforza la presen-


za sul mercato italiano con l’in-
troduzione di un nuovo team
manageriale e uno staff di fi-
gure professionali per conso-
lidare ed ampliare il business
dei sistemi di pagamento sul
territorio nazionale. A guidare
la sede italiana è Federico Fa-
nello, nuovo Managing Direc-
tor di Verifone Italia, manager
che ha iniziato la sua espe-
rienza professionale nella co-
municazione e nel marketing
acquisendo in seguito un’ot-
tima esperienza internaziona-
le nel settore dei pagamenti
ricoprendo ruoli di rilevante
responsabilità per alcuni dei
principali player, quali PayPal e
SafeCharge, per l’area EMEA.
Al suo fianco, nel ruolo di
Head of Sales, entra nel Grup-
po Fabrizio Grassi, con plu-
riennale esperienza nel set-
tore bancario e dei sistemi
di pagamento, dove ha rico-
perto cariche di responsabile
commerciale in aziende come
CartaSi (ora NEXI) e Ingenico.
In uno scenario nazionale che
continua a segnare una cre-
scita importante delle opera-
zioni di pagamento effettuate
tramite POS (+15,8% rispetto
all’anno precedente*dati Ban-
ca d’Italia) e che si prevede
possa vivere un’ulteriore ac-
celerazione con l’attuazione
definitiva della direttiva eu-
ropea PSD2, il terminale POS
diventa sempre più smart e
multifunzionale, pronto per es-
sere personalizzato con appli-
cazioni verticali e adattato alle
diverse aspettative dei mer-
chant e dei consumatori finali.
“La nuova linea di termina-
li Verifone Engage va proprio
in questa direzione – afferma

34 / UOMOEMANAGER.IT
DAVIDE FERRETTI

Federico Fanello, Managing dei maggiori leader mondia- ligence, remote key loading,
Director di Verifone Italia - li operanti nel mercato dei smart onboarding sono solo
Nativamente predisposti per sistemi di pagamento, ge- alcuni esempi delle moltepli-
essere dispositivi evoluti, ol- stendo oltre 30 milioni di ter- ci possibilità finalizzate all’in-
tre ai più comuni metodi di minali di pagamento in più cremento delle revenue ed
pagamento, i POS sviluppati di 150 nazioni nel mondo. alla riduzione del total cost
da Verifone aprono ai più co- L’acquisizione effettuata da of ownership del terminale
muni servizi a valore aggiunto Francisco Partners nel corso del – prosegue Federico Fanello.
come gli Alternative Paymen- 2018, ha permesso di accele- Vogliamo supportare i nostri
ts Method (Alipay e WeChat), rare un processo di riorganiz- Partner nella gestione ottimale
la gestione dei token per ri- zazione a livello mondiale, con di un ecosistema omnicana-
conoscimento automatico del soluzioni a valore aggiunto, a le che permetta loro di offrire
cliente, gift card e programmi vantaggio dei propri Partners, al cliente finale un’esperien-
loyalty, wallet, ricariche tele- siano essi Financial Institutions za di acquisto in cui il mon-
foniche, validazione e dema- o operatori del mondo Retail. do ‘instore’ si fonde in modo
terializzazione dei buoni pasto “Grazie ai continui investi- imprescindibile con quello
cartacei, coupon per promo- menti nel settore di ricerca e ‘online’, a tutto vantaggio del-
zioni e altro ancora”. sviluppo, alle funzionalità har- la fidelizzazione degli stessi.
dware legate al POS, Verifone Con l’obiettivo di offrire una
LA FORZA DI UN GRUPPO offre un pacchetto completo payment experience allo sta-
Verifone Italia trae la propria di soluzioni e servizi in Cloud: to dell’arte, Verifone si pone
forza dal Gruppo di cui fa parte. Estate management, centrali- come Partner Simple, Global,
Nata nel 1981, Verifone è uno zed diagnostic, business intel- Innovative”.

100% PROFESSIONISTI / 35
INTERVISTA

GIOVANNI FRANCHI
SEMPRE AL FIANCO
DI CHI NE HA BISOGNO
Un avvocato che con il suo operato e la sua competenza
si mette a disposizione di chi ha problemi da risolvere
con le istituzioni, a difesa dei risparmiatori.
di DAVID DI CASTRO daviddicastro11

G
iovanni Franchi è
senza dubbio più
di un Avvocato.
Da sempre in pri-
ma linea a difesa
dei consumatori,
dei risparmiatori e dei malati, ha
conseguito numerose vittorie. In
particolare lo abbiamo conosciu-
to come agguerrito esponente
dell’associazione di consumatori
Konsumer, al fianco dei “rispamia-
tori traditi”, quelli che hanno avuto
la ventura di fidarsi di banche ed
aziende affidando loro i propri ri-
sparmi, vedendoli poi sfumare in
modo non sempre trasparente.
Abbiamo voluto conoscerlo me-
glio dopo una nuova vittoria in
Tribunale, nei confronti di Poste
Italiane.

ANCORA UNA VITTORIA A DIFESA DEI


RISPARMIATORI, QUESTA VOLTA NEI
CONFRONTI DI POSTE ITALIANE. MA
COME MAI CAPITANO TANTO SPESSO
SENTENZE FAVOREVOLI AI RISPAR-
MIATORI?
In merito alla recente vittoria nei
confronti di Poste Italiane, devo
dire che sono particolarmente
soddisfatto della stessa. Non è pe-
raltro vero che i risparmiatori, che
GIOVANNI FRANCHI

hanno perso i loro risparmi, vinca- società ad essere interessato alla questa associazione, perché, se
no sempre in giudizio e ottengano loro vendita - ve ne sono pure che da un lato sono nato come av-
così il rimborso di quanto perduto. hanno accettato il rischio dell’in- vocato che tutela il consumatore,
Accanto a numerose vittorie – a vestimento per ottenere maggiori dall’altro non mi identificavo più
far tempo dal disastro Parmalat ad guadagni. Non potrò mai dimen- con Confconsumatori, l’associa-
oggi ho recuperato più di 18 mi- ticare il caso di una persona che zione con la quale ho lavorato
lioni di euro - vi sono state anche aveva acquistato 200.000 euro dal 1992. È questa un’associazio-
sconfitte, nelle quali i consumatori di azioni Parmalat il giorno prima ne che mi ha aiutato a crescere,
sono stati condannati alla rifusione del default. Mi disse che sperava ma che io al contempo ho fatto
delle spese legali. È bene quindi in un recupero della società e di crescere, vincendo per i suoi
rivolgersi a professionisti esperti. guadagnarci. Il caso ha voluto che associati tante cause, non solo
ci abbia guadagnato davvero, per- in materia di risparmio tradito,
A SUO AVVISO C’È ANCHE POCA ché il Tribunale di Trento ha ravvi- ma anche relativamente a casi
ATTENZIONE (E QUALCHE VOLTA sato la colpa dell’istituto di credito di danno da vacanza rovinata e
POCA TRASPARENZA) DA PARTE per non aver avvisato il cliente del multiproprietà, che sono stato il
DI CHI PROPONE L’INVESTIMENTO? pericolo e non avergli chiesto una primo in Italia ad affrontare.
Non c’è dubbio che accanto a casi specifica autorizzazione scritta.
di risparmiatori sprovveduti, indot- Quel giudice ha così condannato CI PUÒ RACCONTARE UN PAIO DEL-
ti da dipendenti di banca ad inve- la banca al risarcimento del danno, LE SUE “VITTORIE” RECENTI PIÙ
stimenti pericolosi – ricordo anco- pari a quanto versato, oltre inte- SIGNIFICATIVE?
ra, al tempo del disastro Parmalat, ressi, rivalutazione legale e spese Tra le più recenti vittorie e più si-
quando diverse persone mi han- di lite. gnificative vittorie ricordo quella
no racconto di essere state spinti ottenuta in Cassazione in mate-
all’acquisto di quei titoli come si- PERÒ FORSE C’È ANCHE SCARSA ria di sangue infetto. Si trattava
curissimi, perché era l’istituto cari- ATTENZIONE E CONSAPEVOLEZZA DA di una persona che ha contratto
co di crediti nei confronti di quella PARTE DEI RISPARMIATORI? l’epatite C nel corso di una opera-
Talvolta c’è scarsa attenzione da zione per la trasfusione di sangue
parte del pubblico dei risparmiato- che poi si è rivelato contagiato.
ri. Ma un punto è fuori discussione: Ho iniziato la causa, ma il Tribu-
si tratta per lo più di persone sem- nale di Bologna ha respinto la do-
plici, che non sanno dove mettere manda perché il caso si è verifica-
i risparmi di una vita, che li vorreb- to ben più di dieci anni fa. Anche
bero al sicuro per la loro vecchiaia la Corte d’appello ha rigettato la
e i figli. Si fidano così dei cosiddetti domanda per lo stesso motivo e
intermediari finanziari, per lo più le allora ho proposto ricorso per
banche dove vanno sempre, an- Cassazione e la Suprema Cor-
che per normali operazioni. Que- te ha accolto la mia tesi, per
ste ultime hanno il preciso dovere la quale il termine decorre da
di prestare la massima attenzione quanto la paziente presenta do-
e a mio avviso di farsi carico dei manda di rimborso al Ministe-
rischi. Non possono in giudizio ro. Visto che nel caso nostro la
continuare ad affermare di essere stessa era stata inoltrata entro i
estranee ai fatti e di aver solo ven- dieci anni, il ricorso è stato ac-
duto azioni o obbligazioni emessi colto e la causa rimessa davanti
da altre società. Ricordo altresì casi alla Corte d’appello di Bologna
di promotori finanziari che si sono che adesso deve decidere di
portati via tutto. Deve ricordarsi conseguenza.
che per questi c’è una norma del
TUF (Testo Unico Finanziario), ossia OLTRE AL PROFESSIONISTA, CI
l’art. 31, per la quale del danno PIACE RACCONTARE ANCHE L’
subito dal risparmiatore risponde “UOMO”: COSA AMA FARE NEL
l’intermediario, ossia l’ente per il TEMPO LIBERO? COSA LE PIACE
quale lavorava il procacciatore. Ho LEGGERE?
vinto diverse cause di questo tipo. Nel tempo libero amavo usare
la bicicletta da corsa e viaggia-
LEI È ANCHE RESPONSABILE PER re. Oggi che ho qualche proble-
L’EMILIA ROMAGNA DELL’ASSOCIA- ma fisico, amo ancora viaggiare
ZIONE KONSUMER, COME MAI QUE- coi figli e soprattutto leggere
STA SCELTA? dai classici ai contemporanei,
Ho aderito a Konsumer e sono di- quali fra gli ultimi Murukami
ventato presidente regionale di Haruki.

100% PROFESSIONISTI / 37
MODA

Nuove collezioni
autunno-inverno
create con l’obiettivo
di esaltare il glamour
maschile sia in ufficio
che fuori
di DAVID DI CASTRO
daviddicastro11

Tra business
e voglia di...
evasione!
38 / UOMOEMANAGER.IT
GANT

100% PROFESSIONISTI / 39
MODA

40 / UOMOEMANAGER.IT
GANT

Gant celebra i suoi 70


anni di storia con una
collezione davvero molto
interessante. L’obiettivo era
mettere in evidenza le icone
preppy che il marchio ha
perfezionato fin dall’inizio.
Per questa stagione, il brand
ha cercato di fondere pezzi
senza tempo con elementi
moderni che catturano la
sottile linea tra la settimana
lavorativa e il weekend, e
la magia di quando città
e vita di campagna sono
combinate. L’idea era di
bilanciare il business time
con il tempo libero ed
esplorare ciò che accade
quando la città e il paese
coesistono in un unico
abito: perché proprio come
la vita di tutti i giorni, questi
mondi ora più che mai si
fondono.

100% PROFESSIONISTI / 41
MODA

Armata di Mare ha voluto


mostrare la propria
collezione autunno/
inverno 2019-2020 sulle
nevi perenni del Monte
Bianco per testimoniare
la sofferenza di uno
dei ghiacciai più
affascinanti d’Europa.
Reinterpretazione
di capi classici e
iconici imbottiti con
termosaldatura al posto
delle cuciture orizzontali,
tessuto bonded e pezzi
speciali di maglieria,
rappresentano gli
elementi di punta di
questa linea.

42 / UOMOEMANAGER.IT
ARMATA DI MARE

100% PROFESSIONISTI / 43
MODA

44 / UOMOEMANAGER.IT
ARMATA DI MARE

100% PROFESSIONISTI / 45
MODA

Aeronautica Militare continua


a guardare al futuro con
collezioni sempre più sofisticate
e trendy. Una linea ricca di
contenuti innovativi e proposte
inedite con una unicità e un
carisma in grado di dettare
nuove mode e scrivere nuovi
percorsi, in linea con il DNA del
brand. Qualità dei tessuti, linee
pulite ma mai formali, estrema
attenzione per i dettagli per i
capi classici e intramontabili
dalla vestibilità comfort che
hanno fatto la storia del brand
e che permettono di creare
look dinamici e al tempo stesso
sofisticati. Accanto a questi,
vengono poi proposti articoli
dalla personalità forte e decisa
che racchiudono in sé molte
anime, con finiture e lavorazioni
all’avanguardia.

46 / UOMOEMANAGER.IT
AERONAUTICA MILITARE

100% PROFESSIONISTI / 47
MODA

48 / UOMOEMANAGER.IT
AERONAUTICA MILITARE

100% PROFESSIONISTI / 49
STILEMASCHILE

50 / UOMOEMANAGER.IT
SIAMO TUTTI SNOB

Siamo tutti
SNOB?
Lo snob come chiave per interpretare la
società contemporanea e i suoi falsi miti

di Alfredo de Giglio direttore di www.stilemaschile.it

100% PROFESSIONISTI / 51
STILEMASCHILE

M
arcel Bou-
langer era
pressoché
scono-
sciuto in
Italia. Fino
a quando Alex Pietrogiacomi, com-
pagno di tante avventure editoriali
e culturali, mi chiese di pubblica-
re, per conto di Stilemaschile, un
pamphlet divertente, provocatorio
e naturalmente controcorrente di
uno sconosciuto dandy francese,
tal Marcel Boulanger appunto, che
qualcuno definì ironicamente “uno
specialista delle cause perse”…
Il libro era Apologia del duello
(www.stilemaschile.it) e fu scritto
nel 1914. La sua lettura fu una sor-
presa per la qualità intellettuale
e di stile del nostro nuovo ‘amico’,
che visse tra il 1873 e il 1932, con- Marx sono il motore della storia…)
quistando anche una medaglia di ma oggi la lotta è sulla mancan-
bronzo nel fioretto individuale ai za di classe. Alto/basso e dentro/
Giochi Olimpici di Parigi del 1900. fuori sono le tensioni che si sono
Un intellettuale controcorrente, alternate nei secoli. C’era sempre
leggero ma implacabile nel foto- e inequivocabilmente una classe
grafare e nel criticare vizi e ipocri- alta, dominante, a cui faceva da
sie della società dell’epoca. Alex si contraltare una classe bassa, aspi-
è talmente innamorato di questo rante. Non c’erano zone di ombra.
autore che prima ha curato Chez Non ci poteva far credere, “spac-
D’Annunzio (edizioni Odoya), in cui ciare per…”. Non serviva ritoccare
Boulanger racconta la sua amicizia curricula o inventarsi titoli nobilia-
con il Vate, e ora questo divertente ri o partecipazioni allo Zecchino
ma crudele Elogio dello snobismo. d’Oro. Ognuno aveva dentro di sé
Crudele perché l’ironia è arma che il proprio destino, come ci insegna
pochi sanno maneggiare con tanta Redmond Barry Lyndon. (Piccolo
precisione, senza scivolare nel poco inciso: Le memorie di Barry Lyn-
elegante sarcasmo, soprattutto se don è scritto dallo stesso autore
il bersaglio non è una persona sol- de Il Libro degli Snob e de La Fiera
tanto ma una intera società, la sua, della Vanità, William Makepeace
che non è poi così diversa dalla no- Thackeray). Chi era lo snob in sin-
stra. Anzi. Il libro, di cui ammirate la tesi? Colui che provenendo da ceti
copertina, sarà disponibile a metà bassi, adottava gusti e comporta-
ottobre. Per introdurvi al tema, che menti afferibili agli aristocratici del
è meno ovvio di quanto sembri, vi momento. Ma non avendo le radici
offriamo in anteprima la postfazio- giuste non erano altro che “vanitosi
ne che ho avuto il piacere di scrive- provinciali e sempliciotti” (Thacke-
re su invito di Alex Pietrogiacomi, ray). Lo snob è colui che si atteggia
curatore del libro. a, colui che millanta saperi, colui
che non sa niente ma ci tiene a dire
LA DITTATURA DEGLI SNOB sempre la sua. “Lo snobismo è un
Snob: volgari perché ignoranti, con culto in cui ogni fedele può officia-
perfetta ragione del musicologo e re e celebrare”, ci dice Boulanger.
filosofo tedesco Theodor Wiesen- Ed è la frase chiave per capire l’og-
grund Adorno che affermava: “Vol- gi, periodo infausto di mediocrazia,
garità è schierarsi dalla parte della di dittatura del medio non inteso
propria ignoranza” – Ivano Comi. come virtù latina ma come inutile
Gran parte della lunga avventura compromesso tra cielo e abisso, tra
umana su questa terra si divide in genio e stupidità. Il mediocre vuole
lotte di classe (che secondo Karl tenere i piedi per terra ma ugual-

52 / UOMOEMANAGER.IT
SIAMO TUTTI SNOB

mente ci tiene a farci credere che


si sta sbilanciando. Come lo snob,
individua i suoi “totem e tabù” (ne
leggerete più avanti) facendo del
proprio io di plastica la propria
cattedrale. Ma mentre prima que-
sta cattedrale era un luogo vero e
proprio, (una corte, un salotto, un
club) oggi è un non-luogo virtua-
le, è Instagram, ad esempio. Gli
snob hanno vinto, sono la massa
e occupano ogni zona del vivere
in-civile. Dalla politica all’impren-
ditoria, dalle professioni all’arte,
con la a minuscola, perché lo snob
ha sovvertito i valori della società
classica di cui parlavamo all’inizio.
Non avendo alcuna radice (e se ce
l’ha siamo sicuri che la ricopra con
qualche griffe), lo snob non ha sto-
ria né gusto, non ha alcun senso si improvvisa cantante, si mette a tese, si capisce, verso tutte quelle
del sacro (inteso nell’accezione più correre le maratone, si “riproduce” persone di cui non si conoscono i
ampia, come insieme di valori che post dopo post sui social media… natali, o che non siano multimilio-
elevano lo spirito, una tensione co- Lo snob comincia sempre le frasi narie, o che non figurino, come mi-
stante verso l’alto). Lo snob si trova con un “Secondo me…”. Lo snob ha nimo, nelle Mondanità)”, specifica
bene nella palude del politicamen- delle aspirazioni. Ignaro di ciò che Boulanger. E cosa accade quotidia-
te corretto, perché non avendo diceva Nietsche: che si diventa ciò namente sui nostri “social”? Milioni
opinione vuole accertarsi che ne- che si è. Invece lo snob ha fame di di insulti da parte di snob che lotta-
anche gli altri possano avere la li- titoli sui biglietti da visita, di firme no, che mirano solo a tirare giù nel
bertà di esprimere qualunque cosa sulla sua email, di loghi sulle ma- fango, dove lo snob prolifera, ogni
sfugga al luogo comune. Quindi gliette… “Lo snob è un affamato tentativo di uscire dalla mediocrità.
all’Arte vera e propria sostituisce di qualsiasi cosa” (Boulanger). Lo La differenza tra gli snob raccontati
l’arte delle piccole cose o dei biso- snob di oggi ha la sua religione da Boulanger e quelli di oggi? Il nu-
gni primari. Gli artisti di oggi sono delle nuove mode, da quella salu- mero, senz’altro, e la violenza della
i cuochi e i ciabattini, i falegnami e tista a quella femminista, da quella loro espressione, perché non han-
i sarti. In questa epoca sfortunata animalista a quella terzomondista. no più nessuna classe dominante
non ci sono più canoni né paradig- Lo snob di oggi è un dittatore del da temere, essendo diventati loro
mi. Siamo arrivati al punto finale non-pensiero unico. Individuati i stessi portatori del pensiero unico.
di quello che aveva profetizzato suoi totem e i suoi tabù (ancora) E siccome “Ancora una volta, abbia-
Walter Benjamin con L’opera d’arte non ammette repliche. Perché lo mo i re che troviamo o che ci dia-
nell’epoca della sua riproducibilità snob è un demente, nell’etimo lon- mo” (Boulanger) oggi gli snob sono
tecnica (1936): ogni lavoro artistico tano dalla mente, un depensante. in grande maggioranza e trainano
ha perso la sua autenticità a causa Lo snob ha un unico fondamenta- questa stanca civiltà verso re che
della sua riproduzione meccanica. le talento: sa scegliere sempre la non hanno più trono, ma un gran
L’opera d’arte quindi, staccata dalle parte peggiore da cui stare. E lo fa numero di follower…
sue radici e dal suo contesto, perde anche senza modi. Est modus in re-
sia la sua unicità che la sua aura. bus sunt certi denique fines, quos E COSA POSSIAMO FARE NOI
Per aura si intende una sensazione ultra citraque nequit consistere CHE SNOB NON VOGLIAMO
mistico/religiosa che suscita nello rectum (Orazio). Esiste una misura ESSERLO?
spettatore una opera d’arte. Tale nelle cose; esistono determinati Parafrasando Bertold Brecht, pos-
“progresso” tecnico fa sì che la ba- confini, al di là e al di qua dei quali siamo sederci dalla parte della
nalità del quotidiano, del “Questo non può esservi il giusto. Lo snob, ragione, visto che tutti gli altri po-
lo so fare anche io”, del “Voglio far questi confini, li ha superati nel suo sti erano occupati… Una ultima
vedere a tutti cosa ho dentro”, del indefesso delirio di onnipotenza. nota sulle illustrazioni, che sono di
“Anche io canto”, abbia banalizzato Per questo da oscuro elettore di Massimiliano Mocchia di Coggiola,
e volgarizzato tutto. Siamo circon- provincia sgomita per farsi elegge- amico, artista e dandy, che ha im-
dati da copie. Fatte anche male. E re deputato e finire a fare serate in preziosito non solo questo libro
lo snob stesso, come dice l’Autore, discoteca. “Non possiamo tralascia- ma anche alcuni di Stilemaschile,
è una copia, un falso. Vorrebbe es- re il principale e primario dovere come Dandy Moderni e altri scritti
sere altro. Per questo si butta a ca- di ogni snob che si rispetti, l’A B C sull’eleganza. In queste pagine, al-
pofitto nel fare corsi da sommelier, del mestiere: essere scortese. (Scor- cuni esempi della sua Arte.

100% PROFESSIONISTI / 53
I TA L I A N L U X U R Y M A G A Z I N E
VUOI PROMUOVERE
LA TUA AZIENDA
E I TUOI PRODOTTI?
AFFIDATI A NOI!

PER INFO E CONTATTI:


WWW.LUSSOSTYLE.IT
INFO@LUSSOSTYLE.IT
DC NETWORK DI DAVID DI CASTRO EDITORE
Entra in contatto.

www.alessandromaola.it