Sei sulla pagina 1di 8
ANNO I. GENOVA - DIGEMBRE 1890 NUM. 5 L ILLUSIONISTA PERIODICO MENSILE DI PRESTIDIGITAZIONE I manoscritti non si restituiscono. Felix qui potuit rerum cognoscere causas. Yinortio, Georg. Un Nomuro serarato Cent, 30. Direzione ed Ammi ia GuiroliN. 7. Col mese di DICEMBRE 1890 L ILLOSIONISTA Per comoditi di coloro che avessero acquistato i 4 numeri gia pubblicati, apre per 8 me- st uno Straordinario Abbonamento Lire 2 Lire (dal W.5 al YN. 12) GAGA NAZIONALE dai prestidigitazione Sono. ben lieto,di vedere come Ja mia idea di una gara fra i dilet- tanti italiani, abbia avuto una buona accoglienza dalla Unione Ilusionisti Hertmann di:costi, poiché in sua assemblea del 13 corrente, su propo- sta dellegregio suo presidente ¢ mio amico E, Rubetto, approvava ad” a= nanimita di bandire per il prossimo Febbraio una gara nazionale, ¢ ne formulava l'apposito regolamento che ho la fortuna di offticlo come primi- zia ai miei cortesi lettori. Comincio col pubblicare la cir- colare che I’Unione Illusionisti_ man- || dera a tutti i principali giornali della penisola. Earecio Sicnor Diretrore con 4 seguenti premi gratuits: | 1.° Tutti 1 SuppLeMenti che | si pubblicheranno nel periodo | d abbonamento. Sarei gratissimo alla S, V. Til. se volesse inserire nel di Lei pregiato ed accreditato periodico che |’ Unione Illusionisti Herrmann, dt Genova ban disce per il p. v. mese di Febbraio una gara nazionale di prestidigita- | tione fra # dilettanti, Chiungue desiderasse prendervi 2.° Copertina, frontispizto ed indice per rilegare Uannata. Au merce SIONISTA,, 1 Si parte pud se domanda alla De teeter nn@ta socteta le $i pr rh ‘di rp Corto “della sav Lied beni gaa’ eX cae sliene porgo i piu sentti ring sass dpe ee cholsattatistiecna 1 olamento = | ella’ Gara ‘Nasionale’ ai prostiaigitarions ‘dieavra liiogo nél nese ai Febbraio 1891 | saoud siv otuve aid 18 toto agate ” riservata. per {signori uileteatri italiani.) soriorq we ; Ain Tdilettaite tie sm ig iseriteg Ry ate i eran au Hiaot tdi “ihe a Ui crite dovranin novia” Sabwall {eStinato! Sper Ya ‘ore 11 antimefidianl del! gotne btessori ui | -quiesta ayritiogdisg [09 oi amino) ae cata fon ng bin indinoizolll Moin‘ orf sila osansp inate tet Sperimenti di propria. scclt s1slo> FR PEESeage tre sloziaag v. 1 prégeaana AerigiasR proaeetac va axel alla Pe Wie, orsitporg ik bled biioant, sieslgn on eae ans eae sind ported th ,aqAgITI9H ixzinoieulll ln premilventithiio akgTiidacr1@F » an -esteyidri\sdacynalgiieiavespresssmnante cletta il giorno della gara dagli\stess, Goucbrrentiy > viesh omg feeb, seers Vil eC RIT fi sicave, della serata dedotte le spese di | ted, littuiniddzibne) Witicti, *sttmipa ece., serviris per indennizzare i concorrenti‘delle pure spese di viaggio. \ noseinnites: Xs noe Unione Illusionist Herrman | det ‘buod! andaitiento’ détla BaRt |” Genova, 13 Dicembre 1890. pest TAGMSHE-ib seo Lod ATL 2 fasta a, base di; carta pu- magi || Famentelbianes, aca Ue ee ‘Ue ‘nelle Sear alagigesgte oe tre candi pincer ony 8 see lita SERA Non SAG: Dicevo dunque che abbisogne ali carta bianea, ¢ chi di voi, o signori sarebbe tanto eh A Ure ee Nessuno di voi ne @ provvisto? glioggetti ro tuthi_credgno ‘cl Ee a sce quali. inganni, favoriselino visitare questo. fo- ghewo dt carta ian, puremente ines cui depongo’ questo fosfctto'su gudsia tavolo, || ¢ chiederd loro un chee 0 ee can cop eitmi hae ‘glodbbd SHCah pe Lat toe per poco \moncta\digrame da \dub soi 8 eases en i, endo i Mae ITED Ecco io prendo la conn, go" di SSR CRA madovehe, Dosh eggs tou apy Senex sompere | imedio| Sicei L'ILLUSIONISTA) | Ja carta invalid oie.’ qui sol tavolo... dora dove dlsidat Tp eSteapi eh'TSpeehitt HHS neta? | B (caigy ui ioq otha). s Dalla tasca det signor X. eT cect Benissim it i muni potere mai bacthietit', oa: /be86 ie *moadi@eh" dallacmascai el Sigton 17 ab signori to Riprenda sUl-tayolo, dove Javea Wdeposto. prima, Hinvoltin debitamente;siiliat,. come, tutti pessano siccertarséne, ¢,restitursed ta nett! df'SU6! behiité "BAprietnrioy gedsartdom verso’ miei’ grasiost aetbluiotiy se S6xt6°v% scito ad annofarli. I b ib sinib Ayfete, dalla esppsizione dey coil SE Re oectnee a dieters ud a tenabeie! rose bianea| pidgaté neta) | come” bo pidgato Le »sigillata:léaltra:| com: dentsg, la moneta in .pesgaza jdel ,pubdlica, Chetho deposi oe ¢ fafiroe ehenon feci che’ ino scamottaggio impalmak neta Al mdminto ghiio presi la Babetlebea Hie ica. 11 retotalte Spicearione oviens Ala [soe Ja petspieacia de? miei lettori-xi supplisee senza ch’ joy glifennoi,con, una, lapga sites. eh if cared | Becovi an witizzb) ra suggellato © per cor tatto: Rompe larbtista eheto!conti¢he e vispregd visttarlove mescolarepér bertié Shsfeme’ tinkteole! dart Grazie infinite\\del sdidudebachte: vi Siete! presi. Abbiate ancora fla‘com- piaeéinz€ “di fer marin qtian do’ vi i ceril! Qoitid Wedete iotaltto’ Bon*fiecio |) che passtite levcarte ad/ounk ath ane dalla gaia’ linaiobowid era! suluquesta tayolitié)) ee otis Gy i roprio..cosls denongo dkpisol? | ITA Toei Stier la 0%} We } sir SsBranenisonaib li 04 eae nisl lortael Joy, aGhewvuol, dir basta}, Easio mi {| fermosubito, Pos sul, tavolo, colle sass soe Yad a ts Te atte | che mi restanonglla pan sitistra. R | vescio quelle pyevettivamente posite” i) SSpRmS SHANA FOMRERHEN EAB! 6 cio’ colle figure in aria,” ora di, grazia chi avi ‘fazzoldtto da ichptestirnli?” gl O1stai_ O88 + Gtadie mill’, ve ptégo servitvi | di. quested omde bendalrpiglisdechile | ¢ quando vi sarere! accertati che nella 2! | Posiziond!in; cui; miotrbvo-non-posso'" sohutamentevederelss ypidyin la deli» zzoleteoy: de gn dtevi sprendereseond- F scenaa delle dueicarte; con sui coms shinciang:rispettivameute dicduesmazes- ri avende.ben curasdinomdimenys> tlearleisai, 91101 ono ,isnnani oliov | -Batio:,questos: mescolate. iinsieme x | thtte le carte, come pid vi pageye.wiul 09 place, | om Siete sod isfatti2 Vi, pare iche adlesso, le dug carte da yoi yiste sieno, pet bengiconfuse colle altre, olor | pro Bbbene allora,.vi, prego...) up pondi.compastign sie ya MMi: Idmi nonché per il mio aso chéta ‘stentg))pr}_permette 1} uso, de} respitoy %e vogliate consegnarmi senza ‘pen’ |/sarci troppo sopra, due carte a vostra | scelta, ma ‘che perd vilprege: ‘hon edguelt gaia gulio ositnqenle La pili lai ‘questel Gar ee! ini”! dhe” la’ paitiva Earl! da" Wot”? Sola tald! ela "'s edapdealyy' 140! ned ale ‘pb Hasrpesiqqet 36. : ILLUSIONISTA — Bravo! Bene! Bis! — Bis, no, per carita! Preferisco rinunziare ai vostri vivi sensi d?en- tusiasmo, ed insegnarvi Nesperimento da voi or ora ammirato. Beco di che si tratta, Ritirando il mazzo dalle vostre mani io presi destramente conoscen- za della prima e dell’ ultima carta del mazzo intero. Da. cid capirete senza inutili pa- role, che procedendo come io feci, le due carte da me guardate vennero precisamente ad essere quelle due che vi pregai vedere a vostra volta. Il farmi bendare, ed il farmi con- segnare due carte; sulle quali finsi studiare profondamente, ma che vi+ ceversa non pensavo neanche d’ a verle innanzi, furono tutte finzioni, salse o-coloriti come meglio vi piace chiainarli, resentare questo scherzo dovrete perd. eseguirlo pit volte da voi solo, essendo molto facile, sul principio, il dimenticare le carte vi- ste, dovendone prendere conoscenza nel pid breve tempo possibile. Un tern o secco!! La sera del 19 Gingno u. s. il simpatico Politeama Regina Marghe- rita era zeppo di un pubblico scelto composto in maggior parte di dot- | tori, professori,, avyocati_nonché di rappresentanti dell’ alta banca. Tutto questo mondo scientifico € pecuniario era accorso ad una pre- miére (che poi fu unica) data dal fa- moso Pickman. Se voi pure, cari lettori, eravate presenti ayreste veduto nella prima fila di poltrone il sottoscriito in com- pagnia del collega Orazio Eton, di Donner , di Hernest, di Rino Rego ¢ di Blitz dell? Unione Illusionisti Herrmann i quali mai mancano a tali generi di spettacoli. Inutile ora sarebbe il dirvi, di quanti ¢ quali domande, fummo tutti singolarmente assediati dalle circo- stanti. persone; percid salto a pid pari la narrazione dej discorsi e 1a prima parte di prestigio fata dal fio- rentino Landi che passd quasi inos- servata, tanto era V'aspettativa di ve- dere il famoso liseur de pensées. Appena alzato il sipario per la seconda parte presentatosi il Pick- mann, fece un breve discorsetto d'in- troduzione e concluse poi invitando una dozzina di spettatori di_recarsi sul palcoscenico onde meglio con- statare non esservi éucs nei suoi esperimenti. Naturalmente a tale invito m‘al- zai di botto ¢ in um batter d'occhio mi trovai sul. palcoscenico seguito dagli amici Efon ¢ Donner. Appena Pickmann) vide che il numero dei presenti sul palco. era sufficiente mi pregd di seguirlo. in compagnia di altri due nel suo ga- binetto onde farsi bendare gli occhi. (Continua) LLLUSIONISTA 37 CONFESSION DE UN LETTORE DEL PENSIERO di Oscar Merkl (Continuasione al num. 4) Dico francamente ¢ confesso , che mai su questo studiai, perché da an- ni_ed anni, io ho questo potere i- gnorandone il principio. Dal giorno ch’io feci il primo espe- rimento, dovrei, mi sembra ayer ac- quistato una pratica grandissima, ma dal_giorno che m’ accorsi di pos- sedere questo chiamato sesto seuso fino al giorno w’ ogi non acquistai miglioramento di sorta, come pure non subii alcun peggioramento, Ed ora, cortesi lettori, voglio furvi consapevoli del come mi avvidi pos- sedere tale virtd. Alleta di cir a sei anni possedevo una cognizione che raramente tiscontra in fanciulli di tale eta, ed alle Persone colle quali mi accompagnava , cercavo di leggere nel loro sguardo. quello che stavano per dire, riuscendo spes- so ad indovinarlo con grande’ sor- presa de’ miei molti conoscenti, Di natura calma e di carattere di- rei Sonnolento e stravagante, non a- mavo i divertimenti, e quasi sempre mi titiravo dalla compagnia de’ miei amici di scuola, che mi soprannomi- navano il Fantastico AID eta di quindici anni ebbi oc- ne di vedere il celebre letfore di pensiero Cumberland ; durante j suoi esperimenti, costui svegliava in me una volontd d’imitazione, che | mi’ persegaitava obbligandomi ad i- mitare gli esperimenti stessi ed ese- guirli, appena vaotata la sala in cui venivano presentati, in modo iden- tico, Da quell’epoca a giungere fino ad ora trascorsero ben sei anni, inter vallo nel quale eseguii migliaia di © sperimenti e nei quali ottenni sem- Pre lo stesso risultato , eseguendolo Sempre allo stesso modo sicché il mio primo esperimento & uguale al- Vultimo riguardo: all esecuzione, Da diversi’ mi pervenneto'e per- vengono consigli d’abbandonare que- sti-esperimenti’ poicht termineranno, | dicono, col rovinarmi il fisico. Se’ questo sia vero'o no io I i- gnoro, perd nol credo paiché presen- | temente godo ottima salute emi tro- vo benissimo tanto moralmenteche fis sicamente, ad eccezione dei brevi i- stanti di abbattimento. che seguono gli esperimenti. Spesso. mi passano per il capo dei pensieri siffattamente strani. da sembrate incredibile, Stando, a mo’ d’esempio, alla iva del mare od’ un lago, e tenendo, lo sguardo fisso’ sulle acque, ricevo un’ impressione come se stassi_per annegatmi; trovandomi in un pun- to altissimo, provo la sensazione della caduta, vale a dire. l’at- trazione del vuoto, Non debbo perd classificare queste strane impressioni come esclusive e proprie di un. le/~ | fore di pensiero, inquantoché altri che non lo sono, date le simili cir- costanze, provarono e provano gli 38. LITLLUSIONISTA: | ‘stessi_ effetti, ed il pensiero lore ebbe tendenza. al. suici provai,, prima ,ancora,.che, tale, done, di natura fosse da me, percepito. Veramente’ sarei al. termine dj queste, mie, confessioni,..masiceome havvi.un nome ch’ io non posse, fare. a meno di nominare,,cioe, quello dt Piekmann , chiedo ‘venia, al Jettore, che, tanto .garbato, voll finora se quirmi, se per poco ancora, lo anne ierd, 2) Di Piekmann. sie gid seritto, im jungo, edoinn largo, icosé deli) testo vere ie, poniwere, ich’ iq. nom: voslio discutere:essendo tempo esfariek spre- cata. } Una. cosa Se yeramente Pickmann eredette 00> 1 || non rigordare i no dio, cid,.che 10 PUFE Y debbo perd;osservare. rarmi) chiamandomi sie: collegay min} sentirel offeso! pinttostoy che tisine gato, perehé.se il mio.-nomie snon 8 cosi noto e mondiale come:il suone @ causa ch’ io non ho maiviegginte, maiho. batrute de scene, i (facenso, at commedianté), ecdin questo miouspe- ciale dono di naturaihosmai volute: farne: unoimestieré a fine di lucro € di celebrita: Dn 5 Oscar Merkls FINE sf ¢ Séienza ed, Ante: Déméaita 7 cdrt! cbbé!ludgo tt na‘ erat div prestidigivaziotie, alla Societa fra! gti Inipiegati Civili dello Stato’ che ottenne tih ‘vero ‘triohfo. Bastalit dike eNe’ Mi preverd “parte 1 soci dell tanto Abta Uwidne Mlisio- nist’ Herrmarn’e dei quali mi spiace Dice atlehile! un Vel Wad, giacche Ja serata fu organizzata NL due piedif*? mo Tl concotso' def pubblive’ fu tale che il sottoscritto non ha avuto agio di poter eainiémplare gli ésperimenti, cortentandosi di adird Ucilorssissimi applausi Coi quali quella’ ressa disi- gnore @ yezzos¢ signotine, tributara | Ia proptial ammiraziode. ° 1 Ultiniati' | Bivochi ebvero Nidge! | alciihir’ doperimentti’ di” trasiisstone det ponsidro, ‘eseguiti_e* ¥iuscitt am mirevol mente. or Jason ful-iha? Huseidissima ne Th i serdllt Wega dei Sori, dell Wate Tusionisti Hesrinaiin ¢ che” tas tutti aivo’ desiderio (8) fra breve il O75. Qheste paroteia ‘squipedali mapifestiy muri del palgzzidi, Genova, oF 5 fini, attiraroad tn pubblico arcatro Sin@Agostinn OrtONaionale, abstoso | va ohossere! eid ehelingesseymdasconseva it celebre ,idolo del piorney Jt eraniate | A NOSTBI, ABBONATI Hehe invece del giucce di pre- 9 al.quale hanno divitte, idernssero Ia oP; » SPRENNA DELL WLLUSIONISTA (Komo yresidi-ad avvisarne 1)\Amministraziome del Gior- ERR TEREST AG 40 LILLUSIONISTA. 3 ", si ricevono presse la tipografia Peloso Le INSERZIONI A PAGAMENTO % Capurro Piazza Pinal Ne 4 'TIPOGRAFIA PELOSO & GAPURRO Genova — Piazza Pinelli N. 4. P. 1.- Genova Recapito ~ Cartoleria PELOSO Via Cairoli 27- awe aD ae ee in Lavori Commerciali d’ ogni genere iin | ner 100 we weMoRANDUM Ey Prez Consewn. Lp Carta e Bus Listint - pate Biguierti pa VIstTa Dr < oe Gartoncini bristol avorio Bonnet On Marnnionio intra. a i ner Li. 1, 25 -ae CATALOGHE sa INVITI FUNEBRI ea een Esecuzione perfetta - Prezzi Convenientissimi oles ae LOVGE®. Cartaleria -PE L080 oleate po- Tipografia a GENOVA - Via Caitli (git Vis Nuovissima) 1, 27 - GENOVA ie = ee eh fe NOVP! Ag BIGLIETT B AUGURIO a Sorpresa, in Avorio, Seta, Fiori Naturali Re Dipinti ¢ Ricamati a Mano io ed Umoristici Almanacchi d’ogni qualita e ‘Assortimento di Papetery e scatole di Coloré per regalo. k) DEPOSETO DP ALBEM B FRANCOROLLE LER G OEE KBATORE ae PRESESEEREP ® &