Sei sulla pagina 1di 3

Inizio appunti

preparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.
Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si
procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta
dipreparano 8 soluzioni diluite a diversa concentrazione in matracci da 10 mL.

Utilizzando lo spettrofotometro si misura l’assorbanza delle 8 soluzioni (per la misurazione si è

deciso di partire dalla meno concentrata corrispondente alla numero 8). Una volta ottenuti I dati si

procede alla costruzione di un grafico (assorbanza vs [I2]) in cui coefficiente angolare della retta di