Sei sulla pagina 1di 4

Roland Dyens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Roland Dyens (Tunisi, 19 ottobre 1955 – Parigi, 29 ottobre 2016) è stato un
chitarrista, compositore e arrangiatore francese. È stato uno dei chitarristi
classici più apprezzati al mondo.

Indice
Biografia
Discografia
Album in studio
Composizioni e arrangiamenti
DVD
Collegamenti esterni
Articoli
Interviste

Biografia Roland Dyens

Ha iniziato lo studio della chitarra all'età di nove anni. Quattro anni dopo,
diviene allievo di Alberto Ponce nella cui classe ottiene nel 1976 la Licence de Concert de L'Ecole Normale de Musique di Parigi.

Contemporaneamente allo studio dello strumento, segue il corso di composizione tenuto dal compositore e direttore d'orchestra
Désiré Dondeyne, dopo il quale gli viene assegnato il 1º Premio di Armonia, Contrappunto e Analisi.

Nel 2006 vince la "Chitarra d'Oro" al Concorso Internazionale "Città di Alessandria", nonché il prestigioso Grand Prix du Disque
de l'Académie Charles-Cros, ottenuti entrambi per i suoi tributi a Villa-Lobos.

Vincitore della Fondazione Menuhin, Roland Dyens si classifica al 33º posto fra i primi 100 chitarristi del mondo. L'anno
seguente, ha l'onore di essere l'autore del pezzo richiesto nel prestigioso concorso internazionale GFA (Guitar Foundation of
America) a Los Angeles, in cui più di 50 candidati eseguono "Anyway".

Nello stesso anno, durante il tour autunnale in Nord America, la stampa canadese gli assegna cinque stelle per il suo recital a
Winnipeg il 6 ottobre. Nel 2008 è insignito del "Premio per la Composizione" presso il 2º Festival Internazionale di Chitarra
"Città di Fiuggi" (Roma). Nello stesso anno è selezionato per scrivere e dirigere "Soleils Levants", per commemorare il 20º
anniversario della prestigiosa Guitar Ensemble Association of Japan.

Il 21 gennaio 2010, è onorato con il privilegio di essere l'unico chitarrista classico invitato a partecipare a un omaggio al grande
chitarrista gipsy Django Reinhardt, in un concerto che sarà dato al leggendario Théâtre du Châtelet di Parigi.
Ha composto molti pezzi per chitarra, compresi gli adattamenti di canzoni francesi. Tango en skaï è la sua composizione
probabilmente più conosciuta. Dopo un viaggio in Brasile, è stato ispirato dalla musica di questo paese e ha composto tre
saudade. Come esecutore è noto per la sua straordinaria capacità di improvvisazione. Il suo stile compositivo attinge spesso alla
musica folk e al jazz. Tango en Skaï (1985), dedicato al chitarrista napoletano Aniello Desiderio, è il suo pezzo più noto, ma
molto spesso gli esecutori si cimentano con il più esteso Libra Sonatine (1986), suddivisa in tre movimenti: "India", "Largo" e
"Fuoco", composto da Dyens dopo un attacco di cuore.

È stato docente di chitarra al Conservatorio Nazionale Superiore di Musica di Parigi.

Discografia

Album in studio
1985 - Hommage à Georges Brassens, con il quartetto "Quatuor Enesco"
1989 - Ao Vivo
1990 - Heitor Villa-Lobos/Les Préludes
1991 - Chansons françaises volume 1
1995 - Chansons françaises volume 2
1997 - Concierto de Aranjuez
1999 - Nuages
1999 - Villa-Lobos: Guitar Concerto, etc
1999 - Concerto en Si for guitar and ensemble of 21 guitars
2001 - 20 Lettres
2001 - Citrons Doux
2003 - Night And Day
2007 - Sor & Giuliani con il Quatuor Arthur-LeBlanc
2009 - Naquele Tempo

Composizioni e arrangiamenti
Aria (guitar quintet)
Brésils(4 guitars or ensemble)
Chansons françaises Vol.1 (solo guitar)
Chansons françaises Vol.1 (solo guitar - tablatures)
Chansons françaises Vol.2 (solo guitar)
Citrons doux et le Quatuor Accorde (solo guitar)
Concertino de Nürtingen (solo guitar & guitar ensemble)
Concerto en si (solo guitar & guitar ensemble)
Concerto métis (guitar & piano)
Concerto métis (solo guitar & string orchestra)
Concertomaggio (2 guitars and string orchestra)
Côté Nord (2 guitars)
Côté Sud (guitar octet - quartet possible)
Eloge de Léo Brouwer (solo guitar)
Hamsa (4 guitars or guitar ensemble)
Hommage à Franck Zappa (solo guitar)
Hommage à Villa-Lobos (solo guitar)
L.B. Story (solo guitar)
Lettres - 20 (solo guitar)
Libra Sonatine (solo guitar)
Lulla by Melissa (solo guitar)
Mambo des Nuances et Lille Song (solo guitar)
Mes arrangements à l'amiable (solo guitar)
Muguet et L'Allusive (solo guitar)
Rossiniana nº1 d'après Mauro Giuliani (solo guitar & string quartet)
Rythmaginaires (guitar octet)
Santo Tirso (solo guitar)
Songe Capricorne (solo guitar)
Suite Polymorphe (4 guitars or guitar ensemble)
Tango en Skaï (solo guitar & string quartet)
Tango en Skaï (solo guitar)
Triaela (solo guitar)
Trois (3) pièces polyglottes - Valse des loges, Flying Wigs & Sols d'Ièze (solo guitar)
Valse des anges - Angel's waltz (solo guitar)
Valse en skaï (solo guitar)
Variations sur un thème de la "Flûte Enchantée" Mozart/ Sor (4 guitars or guitar ensemble)
Ville d'Avril (4 guitars or guitar ensemble)
Ville d'Avril (solo guitar)

DVD
2008 - Anyway

Collegamenti esterni

Sito ufficiale, su rolanddyens.com.


(EN) Roland Dyens, su Discogs, Zink Media.
(EN) Roland Dyens, su MusicBrainz, MetaBrainz Foundation.
(EN) Roland Dyens, su Internet Movie Database, IMDb.com.

Articoli
(EN) Jazz Mind and Classical Hands - Roland Dyens and his Style of Arranging and Performing (https://web.archi
ve.org/web/20070927181629/http://www.rolanddyens.com/down.php?type=research&name=roland) (2005) di
Michelle Birch
(EN) Homage in the Solo Guitar Music of Roland Dyens (https://web.archive.org/web/20060914043457/http://etd.l
ib.fsu.edu/theses/available/etd-06222006-145349/) Thesis (2006) di Sean Beavers

Interviste
(EN) An interview with Roland Dyens (http://www.tar.gr/en/content/content/print.php?id=371) di Sofia Mazi (luglio
2006; Arnea, Halkidiki, Greece)
VIAF (EN) 116877951 (https://viaf.org/viaf/116877951) · ISNI (EN) 0000 0001 0938
7369 (http://isni.org/isni/0000000109387369) · LCCN (EN) n84054339 (http://id.loc.go
v/authorities/names/n84054339) · GND (DE) 130668915 (https://d-nb.info/gnd/130668
Controllo di
915) · BNF (FR) cb13893565h (https://catalogue.bnf.fr/ark:/12148/cb13893565h)
autorità
(data) (https://data.bnf.fr/ark:/12148/cb13893565h) · NDL (EN, JA) 001210367 (https://
id.ndl.go.jp/auth/ndlna/001210367) · WorldCat Identities (EN) n84-054339 (https://ww
w.worldcat.org/identities/lccn-n84-054339)

Estratto da "https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Roland_Dyens&oldid=105573118"
Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 10 giu 2019 alle 14:48.

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo; possono
applicarsi condizioni ulteriori. Vedi le condizioni d'uso per i dettagli.