Sei sulla pagina 1di 6

W

EE
K
Sabato 21 luglio 2018

LY
R
EP
O
RT
Il settimanale per i Trader
MERCATI AZIONARI
E' stata una settimana contrastata per il mercato azionario
italiano che si è scontrato con una solida area di resistenza e ha
accusato una rapida correzione, alimentata dal negativo
comportamento del comparto bancario. La situazione tecnica
dell'indice Ftse Mib rimane quindi laterale: una dimostrazione di
forza arriverà solo con il superamento della barriera posta in
area 22.200-22.350 punti (anche se, da un punto di vista grafico,
sarà soltanto il breakout di quota 22.500 a provocare
un'inversione rialzista di tendenza e aprire interessanti spazi di
crescita). Pericolosa invece una discesa sotto 21.580 in quanto
può innescare un'ulteriore flessione, con un primo obiettivo in
area 21.440-21.400 e un secondo obiettivo a quota 21.320-21.300
punti. Una chiusura giornaliera inferiore ai 21.150 punti fornirà poi
un nuovo segnale ribassista di tipo direzionale. Tra i titoli che PIÚ TRATTATI DELLA SETTIMANA
presentano un quadro tecnico costruttivo segnaliamo Campari e Snam. La PER CONTROVALORE PER TURNOVER
prima rimane all'interno di una solida tendenza rialzista e solo il Titolo perf. % Titolo perf. %
forte ipercomprato di breve termine può impedire un nuovo balzo in Intesa Sanpaolo -2,235 Chl -0,893
avanti che avrà come target teorici l'area 7,69-7,70 prima e quota 7,75- Unicredit -2,255 Mondo TV 31,924
7,76 in un secondo momento. Segnali di forza sono arrivati anche da Snam Eni -1,192 Ternienergia 32,158
che è rimbalzata con una certa decisione e si è portata a ridosso di Enel 0,698 Astaldi 1,243
quota 3,70 euro. L'analisi quantitativa evidenzia un interessante
Fiat Chrysler -1,346 Juventus FC 10,255
rafforzamento della pressione rialzista: dopo una breve pausa di
Telecom Italia -0,758 Lazio S.S. 6,204
consolidamento è possibile pertanto un ulteriore allungo con obiettivi a
Ferrari -2,164 Banco Bpm -2,268
3,7240-3,73 e in area 3,75-3,7560 euro successivamente. Solo il ritorno
sotto 3,5650 potrebbe fornire un segnale di debolezza. (Gianluca Generali 0,450 Eurotech 2,395

Defendi) STMicroelectronics 4,035 Ei Towers 16,993


Banco Bpm -2,268 Ovs 7,399

FOREX & COMMODITY TRADING


Nel corso delle ultime sedute la situazione tecnica del Bitcoin
($) è migliorata. I prezzi hanno infatti compiuto un veloce balzo
in avanti, innescato dal superamento della resistenza posta in
area 6.850-6.900$, e sono saliti fino a quota 7.535 dollari.
L'analisi quantitativa evidenzia un interessante rafforzamento
della pressione rialzista: Macd e Parabolic Sar, ad esempio, si
sono girati in posizione long mentre il Momentum di breve termine
è tornato positivo. Dopo una breve pausa di consolidamento è
possibile pertanto un ulteriore allungo, con un primo target a
7.700-7.750$. Il breakout di questa zona aprirà poi nuovi spazi di
crescita, con proiezioni teorici a 8.000 dollari prima e in area
8.350-8.400 successivamente. (Gdefendi@class.it)

1
Tr
adi
ng
School

FI
NO AL20% DISCONTO
APPROFI
TTA SUBI
TO
I
SCRI
VITIENTRO I
L10SETTEMBRE201
8
1
2OTTOBRE 1
3OTTOBRE
MODULO 1
:ANALI
SII
NTERMARKETEQUANTI
TATI
VA* MODULO 2:
ANALI
SITECNI
CADIBASE*
Sfr
uttareapropri
ovant
aggiolerelazionidicausa-eff
ettochecar- Analis
igr aficaeanal i
sicicl
ica:comei nterpr
etarel'
andamento
att
erizzanoimercat
ifinanziar
i.Comes covar
eleoppor t
unit
àdi st
oricodel l
equotazioniedeivolumidis cambio.Lemediemobili
tr
adingecomecompor realmegl i
oi l
pr opri
oportafogli
o.Lestr
at- eipr i
ncipalios
cil
lat
oripercos t
ruir
esempl i
cistr
ategi
eoperat
ive.
egieLong-shor
tperminimi
zzareilrischio. LeteoriediDow, diEll
iot
tediFi bonacci.

1
4-1
5OTTOBRE
MODULO 3:
ANALI
SITECNI
CAAVANZATAPr
ofessi
oni
stidelt
radi
ng
I
lmar
kett
imi
ngei
lri
spet
todeis
egnal
i:s
topl
oss
,tar
getpr
iceet
rai
l-
i
ngs
top.
L'oper
ati
vit
àint
raday:
wider
angebar
sevol
umi
,ipul
lbacke
l
'
Adx,
lecompr
ess
ioni
divol
ati
lt
àegl
isl
imsJi
ms,
lebandedi
Bol
li
nger
ei
lcanal
ediKel
tner

I
SCRI
VITISU
www.
mfiu.
it
/mf
tradi
ngschool
Permaggi
orii
nfor
mazi
oni f
ormazi
one@cl
ass.
it 02.
5821
9544

*
Cor
soaccr
edi
tat
oper6or
efor
mat
ivei
nmodal
itàA aifinidelmant
eni
ment
oEf
a
Accr
edi
tament
ofor
mat
ivo

POW ERED BY
Trading selection sul Ftse Mib

Atlantia Campari

Atlantia ha tentato un allungo ma non è riuscito a superare la barriera Il titolo ha compiuto un nuovo allungo ed è salito oltre i 7,60 euro. La
posta a 25,70 euro. Il quadro tecnico appare costruttivo ma, prima di un tendenza prima si conferma rialzista. Dopo una breve pausa di consolidamento
ulteriore allungo (con target a 26,15) è probabile una fase laterale di è possibile un ulteriore allungo con target a 7,69-7,70 prima e a quota
consolidamento. 7,75 poi. Monitorare.
Enel Italgas

Il titolo ha compiuto un veloce recupero ed è salito fino a 4,9250. Il Il titolo ha compiuto un veloce recupero ed è salito oltre 4,90. Il quadro
quadro tecnico sta migliorando: dopo una breve pausa di consolidamento è tecnico sta migliorando: dopo una breve pausa di consolidamento è possibile
possibile un ulteriore allungo, con target a 4,95-4,9540 prima e in area un nuovo allungo con target a 4,944-4,95 prima e in area 4,9850-4,99 in un
4,9940-5 successivamente. secondo momento.
Poste Italiane Recordati

Il titolo ha compiuto un veloce balzo in avanti ed è salito fino a 7,8580. Il titolo è sceso in area 29,80-29,75 prima di rimbalzare con decisione
La struttura grafica è migliorata: prima di poter tentare un ulteriore oltre i 31 euro. La struttura tecnica di breve termine sta migliorando: un
allungo è comunque probabile una fase laterale di consolidamento sopra nuovo allungo può spingere i prezzi verso 31,70 prima e in area 32,15-32,25
l’area 7,60-7,55 euro. successivamente.
Terna Unicredit

Terna ha compiuto un veloce balzo in avanti ed è salita fino a 4,7920. Il Il titolo ha subito una rapida correzione ed è sceso in area 13,70-13,67
quadro tecnico sta quindi migliorando: dopo una breve pausa di euro. Il quadro tecnico si sta indebolendo: un'ulteriore flessione può
consolidamento è possibile un ulteriore allungo con un primo target in area spingere i prezzi verso il supporto posto a 13,55-13,53 euro. Segnale di
4,8340-4,85 euro. Monitorare. forza solo con il ritorno sopra 14,50. (Gianluca Defendi-gdefendi@class.it)

3
Calendario macro

lunedì 18 giugno 2018


ORA PAESE VALUTA EVENTO PERIODO CONSENSUS PRECEDENTE RILEVANZA

01.50 JAP Bilancia commerciale (Mld¥) MAG 144,1 550


10.00 ITA Bilancia commerciale (Mld€) APR 4,53
16.00 USA NAHB fiducia costruttori GIU 70 70
19.00 USA Bostic (Fed votante): discorso
21.45 USA Williams (Fed votante): discorso

martedì 19 giugno 2018


ORA PAESE VALUTA EVENTO PERIODO CONSENSUS PRECEDENTE RILEVANZA

10.00 EUR Draghi (gov. BCE) discorso a Sintra


14.30 USA Nuove costruzioni abitative m/m MAG 1,90% -3,70%
14.30 USA Permessi edilizi m/m MAG -1,00% -0,90%

mercoledì 20 giugno 2018


ORA PAESE VALUTA EVENTO PERIODO CONSENSUS PRECEDENTE RILEVANZA

EUR Decisione Commissione europea su dazi agli USA


01.50 JAP BoJ: verbali riunione aprile
14.30 USA Bilancia partite correnti (Mld$) 1T -129 -128,2
15.30 EUR Draghi (BCE), Powell (Fed), Kuroda (BoJ): discorso a Sintra
16.00 USA Vendite case esistenti m/m MAG 1,70% -2,50%
16.30 USA Scorte e produzione di greggio (dati EIA)
BRA Banca Centrale: decisione tassi GIU 6,50% 6,50%

giovedì 21 giugno 2018


ORA PAESE VALUTA EVENTO PERIODO CONSENSUS PRECEDENTE RILEVANZA

09.30 SVI SNB: decisione tassi GIU -0,75% -0,75%


13.00 GBR BoE: decisione tassi GIU 0,50% 0,50%
14.30 USA Nuove richieste sussidi disoc.(000) 218
14.30 USA Indice Philadelphia Fed GIU 27,8 34,4
EUR Eurogruppo
16.00 USA Leading Index m/m MAG 0,40% 0,40%
20.00 MES Banca Centrale: decisione tassi 7,75% 7,75%

5
Calendario macro

venerdì 22 giugno 2018


ORA PAESE VALUTA EVENTO PERIODO CONSENSUS PRECEDENTE RILEVANZA

AUS Incontro OPEC


01.30 JAP Inflazione MAG 0,60% 0,60%
02.30 JAP PMI manifatturiero GIU P 52,8
08.45 FRA PIL t/t 1T F 0,20% 0,20%
09.00 FRA PMI manifatturiero GIU P 53,8 54,4
09.00 FRA PMI servizi GIU P 54,3 54,3
09.30 GER PMI manifatturiero GIU P 56 56,9
09.30 GER PMI servizi GIU P 52,4 52,1
10.00 EUR PMI manifatturiero GIU P 55 55,5
10.00 EUR PMI servizi GIU P 53,8 53,8
15.45 USA PMI manifatturiero GIU P 56,3 56,4
15.45 USA PMI servizi GIU P 56,8 56,8

È un’iniziativa M.F.I.U. Milano Finanza Editori Spa, nei limiti inderogabili di legge, non è responsabile per fatti e/o
Milano Finanza Intelligence Unit danni che possano derivare all’utente e/o a terzi dall’uso dei dati e delle informazioni
Direttore responsabile: Paolo Panerai presenti nella Newsletter. Milano Finanza Editori Spa non garantisce che i dati e le infor-
Analisi a cura di: M. Brambilla, F. Tenini, mazioni presenti nella Newsletter siano completi e/o privi di errori. Il contenuto della
G. Defendi e A. Micheli Newsletter non costituisce attività di sollecitazione del pubblico risparmio.