Sei sulla pagina 1di 13

Esercizio 1

Una parete piana in mattoni (λ = 0,7 W/mK) dello spessore di 24 cm avente una superficie di 20 m2 separa due ambienti,
interno ed esterno, che si trovano rispettivamente alle temperature di 20 °C e -5 °C. Assumendo che le resistenze adduttive
esterna ed interna siano pari rispettivamente a 0,125 m 2K/W e 0,043 m2K/W, si calcoli:
a) La trasmittanza della parete
b) La quantità di energia dispersa dalla parete in 10 ore

DATI
s = 24 cm 1/hi 0.043 W/m2K
1/he 0.125 W/m2K
Ti Te s 0.24 m
λ 0.7 W/mK
Ti 20 °C
Te -5 °C
A 20 m2

Ipotesi
Regime stazionario e configurazione monodimensionale

a) Calcolo della trasmittanza termica

1
K = 1.96 (W/m2K)
1 s 1
 
hi  he

b) Energia dispersa in 10 ore


La potenza dispersa attraverso la parete è:
Q = A*K*(Ti-Te)= 978.7 (W)

Essendo la potenza l'energia dispersa per unità di tempo, essa si calcola moltiplicando la potenza Q per il tempo (10 ore)
Se si moltiplica la potenza Q espressa in W per il tempo espresso in ore si ottiene l'energia espressa in wattora (Wh)

E = Dt*Q 9787 (Wh) 9.8 (kWh)

Se si moltiplica la potenza Q espressa in W per il tempo espresso in secondi si ottiene l'energia espressa in Joule (10 ore = 3
E = Dt*Q 35234899 (J) 35235 (kJ) 35.2349 (MJ)
Confrontando la quantità in kWh e quella in MJ si osserva che il loro rapporto è 3.6.
Ciò porta a concludere che per passare da kWh a MJ si moltiplica per 3.6, viceversa si divide per 3.6.
20 m2 separa due ambienti,
do che le resistenze adduttive

enza Q per il tempo (10 ore)


pressa in wattora (Wh)

a espressa in Joule (10 ore = 3600*10 = 36000) 3600 sono i secondi in un'ora
Esercizio 2
Una parete trasparente è costituita da due strati di vetro separati da una intercapedine di aria ferma
Considerando che essa ha la seguente stratigrafia:

I coefficienti adduttivi interno ed esterno (hi ed he) sono rispettivamente pari a 8,13 e 23,25 W/m 2K. Determinare:
a) la trasmittanza della superficie vetrata
b) la potenza termica dispersa se la superficie è pari a 4 m2, nel caso in cui la temperatura
interna sia pari a 25 °C e quella esterna sia pari a 8 °C
c) il valore della temperatura superficiale interna della parete

Ti Te Dat
hi 8.13 W/m2K
he 23.25 W/m2K
Ti 20 °C
Te 5 °C
A 4 m2
svetro 0.004 m
saria 0.012 m
 vetro 0.78 W/mK
Caria 7.56 W/m2K

Ipotesi
Regime stazionario e configurazione monodimensionale

a) Calcolo della trasmittanza termica

1
K  = 3.2 (W/m2K)
1 s s 1 1
 v   v 
hi  v C aria  v he

b) la potenza termica dispersa se la superficie è pari a 4 m2, nel caso in cui la temperatura
interna sia pari a 25 °C e quella esterna sia pari a 8 °C

La potenza dispersa attraverso la parete è:


Q = A*K*(Ti-Te)= 194.5 (W)

c) il valore della temperatura superficiale interna della parete T p,i

Tp,i = Ti -Q/A*1/hi 14.0 °C


m 2K. Determinare:
Esercizio 3
Una parete piana separa due ambienti, rispettivamente alla temperatura di 20 °C e di -10°C. Il flusso termico specifico
(potenza termica per unità di superficie) è pari a 30 W/m2. Il valore dei coefficienti adduttivi (h) è rispettivamente di 10
W/m2K per l’ambiente interno e 18 W/m2K per quello esterno. Successivamente si riveste internamente la parete con 2 cm
di isolante la cui conduttività è λ = 0,004 W/mK. Calcolare:
a) la temperatura della superficie esterna della parete dopo l’isolamento
b) di quanto si riducono le dispersioni termiche per effetto dell’isolamento

Ti Te Dat
hi 10 W/m2K
he 18 W/m2K
Ti 20 °C
Te -10 °C
q 18 W/m2
sisol 0.02 m
 isol 0.004 W/mK

Ipotesi
Regime stazionario e configurazione monodimensionale
Noto il flusso q è possibile calcolare la resistenza termica della parete primadell'isolamento

T  T
R  i e
 1.67 (m2K/W)
q
a) la temperatura della superficie esterna Tp,e della parete dopo l’isolamento
Ponendo lo strato di isolante sulla superficie interna della parete, la resistenza della parete aumenta e, a parità di differenza
s isol
R ' R   6.67 (m2K/W)

 isol
Ti  Te
q '  4.5 W/m2
R '
Tp,e  Te  q' / he -9.8 °C
Tp,e  Te  q' / he
b) di quanto si riducono le dispersioni termiche per effetto dell’isolamento
La riduzione di flusso è
Dq =q-q' 13.5 W/m2

Dq /q 0.75
Nell'ipotesi di isolamento della parete la riduzione è del 75% rispetto all'assenza di isolante
usso termico specifico
è rispettivamente di 10
namente la parete con 2 cm

enta e, a parità di differenza di temperatura tra l'interno e l'esterno, il flusso si riduce.


Esercizio 4
Una parete piana avente una superficie di 30 m2, separa due ambienti che si trovano rispettivamente alla temperatura di 2
°C e di 0 °C. In condizioni di regime stazionario, per mantenere l’ambiente caldo alla temperatura di 20 °C per un periodo
di 10 ore è necessario fornire una quantità di energia termica pari a 20.000 kJ. I valori dei coefficienti adduttivi sono i segue
hi=8,5 W/m2K e he=24 W/m2K.
Calcolare:
a) La potenza termica trasmessa per unità di superficie (flusso)
b) la temperatura della faccia interna della parete
c) Supponendo di rivestire internamente la parete con uno pannello costituito da 5 cm di lana minerale ad alta densità (λ =
(λ= 0,6 W/m K), calcolare la quantità di calore che è necessario fornire, mantenendo invariate le temperature dei due ambi

Dat
hi 8.5 W/m2K
he 24 W/m2K
Ti 20 °C
Te 0 °C
A 30 m2
E 20000 kJ 20000000
 isol 0.045 W/mK Pannello di lana minerale
sisol 0.05 m
scart 0.02 m Cartongesso
 cart 0.6 W/mK

Ipotesi
Regime stazionario e configurazione monodimensionale
Noto il flusso q è possibile calcolare la resistenza termica della parete primadell'isolamento
a) La potenza termica trasmessa per unità di superficie (flusso)

Per mantenere l’ambiente caldo alla temperatura di 20 °C per un periodo di 10 ore è necessario fornire una quantità di ene
Questa energia deve bilanciare la dispersione di calore per trasmissione che si verifica attraverso la parete nello stesso inte
Quindi si può scrivere

E = QDt dove Q è la potenza termica


e Dt = 36000 sec
E = Q*Dt= q*A*Dt
E= q*A*Dt
q = E/(Dt*A) = 18.5 W/m2

b) la temperatura della faccia interna della parete

q
T p ,i  Ti   17.8 °C
hi
c) Supponendo di rivestire internamente la parete con uno pannello costituito da 5 cm di lana minerale ad alta densità (λ =
(λ= 0,6 W/m K), calcolare la quantità di calore che è necessario fornire, mantenendo invariate le temperature dei due ambi
Ponendo lo strato di isolante sulla superficie interna della parete, la resistenza della parete aumenta e, a parità di differenza

La resistenza iniziale è
T  T
R  i e
 1.08 (m2K/W)
q
Dopo l'inserimento degli strati di isolante e di cartongesso essa diventa
sisol scart
R'  R    2.2 (m2K/W)

isol cart
La resistenza aumenta e il flusso termicoche si disperde diminuisce
Esso diventa

Ti  Te
q '  9.0 W/m 2

R '
la quantità di calore che è necessario fornire, mantenendo invariate le temperature dei due ambienti, per lo stesso periodo

E' = Q'Dt dove Q' è la nuova potenza termica

E'= q'*A*Dt = 9710290 J


9710 kJ
mente alla temperatura di 20
a di 20 °C per un periodo
ienti adduttivi sono i seguenti:

inerale ad alta densità (λ = 0,045 W/m K) e da 2 cm di cartongesso


temperature dei due ambienti, per lo stesso periodo di 10 ore

fornire una quantità di energia termica pari a E = 20.000 kJ.


la parete nello stesso intervallo di tempo

inerale ad alta densità (λ = 0,045 W/m K) e da 2 cm di cartongesso


temperature dei due ambienti, per lo stesso periodo di 10 ore
enta e, a parità di differenza di temperatura tra l'interno e l'esterno, il flusso si riduce.
ienti, per lo stesso periodo di 10 ore, è: