Sei sulla pagina 1di 47

INTRODUZIONE

4 mesi di rilevazione, oltre 2.200 impianti censiti.


Questi alcuni dei principali numeri del lavoro presentato in questo documento, frutto dell’attività di rilevazione che ha interessato
la città di Roma nel periodo Aprile – Luglio 2016.
Un lavoro piuttosto complesso reso possibile grazie al contributo del Comitato Promotore Roma 2024 e al coinvolgimento e alla
preziosa collaborazione di tutti i soggetti che sul territorio gestiscono e utilizzano gli impianti: dal Comune ai Municipi e alla Città
Metropolitana; dagli Organismi Sportivi alle Parrocchie, ai soggetti militari e privati nelle diverse forme (strutture alberghiere,
gestori fitness, ecc..).

Un lavoro di sinergia che ha portato ad una prima mappatura omogenea del patrimonio impiantistico esistente che si inquadra nel
più ampio Progetto Nazionale in corso di realizzazione, con l’obiettivo più ambizioso di arrivare finalmente nei prossimi anni ad
una lettura globale a livello italiano. Un dato che manca dal 1996, anno dell’ultimo censimento nazionale, e che risulta sempre più
importante ai fini di una corretta pianificazione territoriale e di una mirata programmazione del sistema sportivo.

La condivisione di un unico database e di un’unica metodologia di rilevazione, il perfezionamento dei criteri di analisi e
classificazione, l’informatizzazione degli strumenti di caricamento e monitoraggio dei dati sono alcuni degli elementi
caratterizzanti questo nuovo Censimento, affinché si possa innescare un meccanismo di continuo aggiornamento e che dalla
semplice “fotografia statica” del momento si crei un vero e proprio “catasto dinamico” degli impianti sportivi.
IL PROGETTO: OBIETTIVI
Il progetto mira a raggiungere i seguenti obiettivi:

• raccogliere, analizzare e mantenere aggiornate nel tempo le informazioni relative alle strutture sportive presenti
nel territorio del Comune di Roma in termini di consistenza, dislocazione, caratteristiche tecniche, accessibilità,
destinazione d’uso e funzionamento;

• individuare eventuali carenze di impianti in aree specifiche e sviluppare strutture sportive da utilizzare come centri
OBIETTIVI

di allenamento durante i Giochi Olimpici e Paralimpici e in seguito da destinare a favore della scuola e dello sport di
base ;

• fornire uno strumento di pianificazione territoriale e di indirizzo delle risorse economiche;

• fornire un servizio di tipo informativo al cittadino/utente che consente di individuare on-line la struttura sportiva
più prossima alla sua posizione con possibilità in futuro di individuazione delle società sportive ivi operanti
attraverso il collegamento con il Registro Nazionale delle Società Sportive;

• contribuire, attraverso lo sport, alla costruzione di una città più sicura, inclusiva, sostenibile, promuovendo l’attività
fisica, l’integrazione e l’attenzione verso stili di vita adeguati.

Un nuovo censimento completo ed aggiornato degli impianti sportivi (pubblici, privati e scolastici) costituisce di per sé una legacy
importante anche solo per la candidatura stessa di Roma ai Giochi Olimpici del 2024.
La conoscenza dell’offerta attuale può rappresentare la base informativa fondamentale per sviluppare il piano infrastrutturale e di servizi per
la Roma dei prossimi anni.
La definizione e attivazione di interventi di recupero, messa norma e valorizzazione delle palestre scolastiche, basi dell’educazione fisica, ha
come finalità infatti quelle di offrire strutture sicure, funzionali e moderne nonché di promuovere l’interesse verso lo sport ed il movimento
a tutti i livelli.
IL PROGETTO : LA STRUTTURA

Il progetto si articola su tre livelli:

• Consultabile on line dagli utenti abilitati, raccoglie


1. Banca Dati informazioni di tipo anagrafico, tecnico, gestionale

• Attraverso la georeferenziazione degli impianti,


2. Portale informativo l’utente può conoscere l’impianto più vicino dove
effettuare la pratica sportiva desiderata

• La correlazione tra indicatori socio-demografici e i dati sugli


3. Geomarketing impianti, supportata da mappe cartografiche, rappresenta
un valido strumento per la pianificazione degli interventi
DEFINIZIONI

IMPIANTO Insieme costituito da uno o più spazi di attività dello


stesso tipo o di tipo diverso, con annessi servizi
SPORTIVO (spogliatoi, docce, servizi igienici) e spazi accessori.

SPAZIO DI Lo spazio conformato per la pratica di una sola attività


sportiva (spazio esclusivo o monovalente) o più attività
ATTIVITA’ sportive (spazio condiviso o polivalente).

La metodologia di rilevazione prevede per ogni struttura sportiva il completamento di una scheda impianto e di
tante schede spazio di attività quante sono le aree su cui si pratica attività sportiva.
METODOLOGIA: LO SPAZIO DI ATTIVITÀ

Unità di base del censimento è lo SPAZIO DI ATTIVITÀ, rilevato attraverso le sue caratteristiche e dotazioni tecnico-
edilizie (es. dimensioni totali, copertura, pavimentazione, illuminazione, ecc..) e analizzato rispetto alle attività praticate
e praticabili in funzione delle segnature e attrezzature presenti.
Attraverso tale metodo è possibile conoscere il numero di spazi sportivi presenti effettivi (spazi fisici) ed il numero di
spazi per attività disponibili (spazi logici).

LARGHEZZA TOTALE

LARGHEZZA AREA DI GIOCO LARGHEZZA AREA DI GIOCO


SERVIZI PER ATLETI,
ARBITRI E TECNICI
(spogliatoi, docce,

LUNGHEZZA AREA DI GIOCO

LUNGHEZZA AREA DI GIOCO


servizi igienici)

LUNGHEZZA TOTALE
=
SERVIZI PER PUBBLICO
(tribune, servizi
igienici)

SPAZIO FISICO SPAZIO LOGICO SPAZIO LOGICO


(dati tecnici) (Attività: Pallavolo) (Attività: Pallacanestro)
METODOLOGIA: IMPIANTI RILEVATI

Oggetto dell’attività di rilevazione sono tutte le


strutture sportive di proprietà PUBBLICA E PRIVATA SCUOLE
che abbiano un utilizzo di interesse pubblico. STRUTTURE
SPORTIVE
Sono incluse le strutture in ambito scolastico, di
oratorio, turistico-alberghiero e militare purché non
ORATORI
riservate a categorie particolari (quali clienti e
IMPIANTI
militari) ed effettivamente utilizzate anche da IN AMBIENTE
RILEVATI
NATURALE SENZA
esterni. VINCOLI DI
ACCESSO

Sono incluse inoltre le strutture all’aperto, di (campi in aree


verdi) STRUTTURE
MILITARI/ DI CORPI
proprietà pubblica e con libero accesso collocate CIVILI DELLO STATO
STRUTTURE
all’interno di parchi e giardini purché fisse e ben TURISTICO-
ALBERGHIERE
identificabili (spazi elementari o playground).*

* Non rientrano nell’analisi gli impianti in costruzione.


Per le attività sportive riconosciute svolte in ambiente naturale (es. canoa, canottaggio, pesca sportiva, ..), vengono consi derate solo le strutture fisse integrate da idonei servizi (es.
magazzini, rimessaggio, ..) e nei quali si svolge attività sportiva abituale.
METODOLOGIA: DISCIPLINE RILEVATE

Dal punto di vista delle attività, sono


oggetto di rilevazione gli spazi conformati
per la pratica delle discipline sportive DISCIPLINE
FEDERAZIONI SPORTIVE
afferenti alle Federazioni Sportive
SPORTIVE ASSOCIATE
Nazionali, alle Discipline Sportive
NAZIONALI
Associate riconosciute e agli Enti di
Promozione Sportiva.

Vengono inoltre considerati i percorsi


DISCIPLINE
ENTI
cicloturistici in ambito urbano e naturale. SPORTIVE DI PROMOZIONE
PERCORSI
CICLOTURISTICI E SPORTIVA
Considerata l’importanza crescente del NATURALI
fenomeno, viene per la prima volta
analizzato anche il FITNESS.
FITNESS
LA SCHEDA DI RILEVAZIONE E LA BANCA DATI
Numerose le informazioni raccolte per ogni impianto sportivo, dall’anagrafica alla tipologia di proprietà e gestione, dagli spazi di attività
ai servizi per gli atleti, il pubblico e accessori (es. parcheggi).
La Banca Dati raccoglie inoltre elementi nuovi quali la presenza del defibrillatore, le fonti energetiche, l’utilizzo e i costi di gestione.
A disposizione un’area documentale per la catalogazione di foto e documenti a supporto.

DATI TECNICI ATTIVITA’


- Tipologia - Discipline e
- Spazi e servizi omologazioni

UTILIZZO
PROPRIETA’ E GESTIONE
- Funzionamento
- Tipo proprietà
- Tipo utenti
- Tipo gestione
- Utilizzo ore/gg/anno
- Costi gestione

ANAGRAFICA BANCA DATI ENERGIA


- Sistemi energetici
- Indirizzi e contatti NAZIONALE - Fonti rinnovabili
GEOMARKETING

Il software realizzato appositamente consente di effettuare in tempo reale le analisi relative al fabbisogno tramite l’incrocio della
domanda, utilizzando gli indici sociodemografici ISTAT, e l’offerta con la mappatura georeferenziata degli impianti esistenti.
E’ possibile quindi evidenziare in modo rapido le zone di eventuale abbondanza o carenza di specifiche tipologie di impianti per
disciplina.
GEOMARKETING

Il software inoltre consente di calcolare in modo automatico il


bacino di utenza o la raggiungibilità degli impianti tramite curve
isocrone o isodistanze, consentendo in tempo reale di verificare
eventuali sovrapposizioni o carenze di spazi per specifiche discipline.
RISULTATI
GLI IMPIANTI SPORTIVI

TOTALE IMPIANTI SPORTIVI CENSITI:


2.221

TOTALE SPAZI DI ATTIVITÀ CENSITI :


6.336
CONFRONTO CON I CAPOLUOGHI REGIONALI DEL CENSIMENTO 2016
TOTALE IMPIANTI X 1.000 ABITANTI

TOTALE IMPIANTI X 1.000 ABITANTI


Trieste
1,60 1,51
1,50
1,40
1,21 1,19
Firenze 1,20
1,01
1,20 1,00
0,77
Campobasso 0,80

Roma 1,01 0,60

0,40
0,77 0,20

Catanzaro 0,00
ROMA FIRENZE TRIESTE CAMPOBASSO CATANZARO
1,19
Valore medio 4 capoluoghi

Nel Comune di Roma risulterebbe un numero di impianti molto inferiore alla media dei capoluoghi di regione presi in esame nel
recente censimento nazionale, ma per un’ analisi più realistica dell’offerta è necessario valutare il numero di spazi di attività fisici.
PROPRIETÀ
TIPOLOGIA PROPRIETÀ
PROPRIETÀ N. IMPIANTI
49,66%

PUBBLICA 1.103
PROPRIETA' PUBBLICA
PROPRIETA' PRIVATA
PRIVATA 1.118 50,34%

TOTALE 2221

PROPRIETÀ PUBBLICA : TIPOLOGIE PROPRIETÀ PRIVATA - TIPOLOGIE


11% 9%

24%
Amministrazione
18% Comunale Privata (di singoli o
associati)
Citta' metropolitana
Enti morali e istituzioni
Altri soggetti pubblici religiose

67% Altri soggetti privati


71%
CONFRONTO CON I CAPOLUOGHI REGIONALI DEL CENSIMENTO 2016
RAPPORTO PROPRIETÀ PUBBLICA PRIVATA

FIRENZE CATANZARO
32%
43%

ROMA
57%
68%
49,7%

50,3% TRIESTE
CAMPOBASSO
34%
38%

PROPRIETÀ PUBBLICA
62% 66%
PROPRIETÀ PRIVATA

Contrariamente a quanto rilevato negli altri capoluoghi di regione, nel comune di Roma si evidenzia che l’offerta
sportiva è fornita in maggioranza dalle strutture private rispetto a quelle pubbliche.
DETTAGLIO PROPRIETÀ PUBBLICA

Amministrazione Comunale: Scuole 514


Citta' metropolitana 203
Amministrazione Comunale: Dipartimento Sport 112
Amministrazione Comunale / Azienda Comunale 84
Amministrazione Comunale: Circoscrizione 50
Amministrazione regionale 46
Amministrazione statale 24
Amministrazione Comunale: Punti Verde Qualita' 23
Militare o Corpi dello Stato 19
Universita' pubblica 9
Altro (categorie non indicate nella tabella) 8
CONI - Coni Servizi 8
CRAL o circolo aziendale di ente pubblico 3
DETTAGLIO PROPRIETÀ COMUNALE

TOTALE VARI UFFICI


DIREZIONE SPORT
COMUNALI ESCLUSE
E MUNICIPI
SCUOLE
Amministrazione Comunale: Scuole 514

Amministrazione Comunale: Dipartimento Sport 112


162
Amministrazione Comunale: Municipi 50
269
Amministrazione Comunale / Azienda Comunale* 84

Amministrazione Comunale: Punti Verde Qualita' 23

TOTALE 783

L’analisi evidenzia che la competenza degli impianti di proprietà del Comune di Roma è suddivisa fra diversi
attori : Dipartimento ( ora Direzione Sport ), Municipi , Ufficio Punti Verde Qualità ed altri

*Sono genericamente assegnati alla categoria Azienda Comunale tutti gli impianti di proprietà comunale ma non
riconducibili agli altri uffici di cui sopra ad esempio bocciofile, Playground, piste ciclabili
CONFRONTO CON I CAPOLUOGHI REGIONALI DEL CENSIMENTO 2016
TOTALE IMPIANTI COMUNALI X 1.000 ABITANTI

Trieste TOTALE IMPIANTI COMUNALI X 1.000 ABITANTI


0,42
0,45 0,42
0,39 0,33
Firenze 0,40
0,35 0,30
0,39 0,30
0,25
Campobasso 0,20

Roma 0,30 0,15 0,09


0,10
0,09 0,05
-

Catanzaro ROMA FIRENZE TRIESTE CAMPOBASSO CATANZARO

0,33

Nel Comune di Roma è presente un numero di impianti sportivi comunali molto inferiore alla media dei capoluoghi di regione presi in
esame nel recente censimento nazionale, ma per un’ analisi più realistica dell’offerta è necessario valutare il numero di spazi di attività
fisici.
DISTRIBUZIONE IMPIANTI SPORTIVI PER MUNICIPIO X 1000 ABITANTI

1,60

1,40

1,20

1,00

0,80

0,60 0,97 0,95 0,95 0,82


0,86 0,83 0,80 0,79 0,77 0,76 0,73 0,68 0,67 0,63 0,59
0,40

0,20

0,00
XV IX VIII IV V II XII XIII XIV III VIII
VII I X XI VI

----- MEDIA CITTA’ DI ROMA


DISTRIBUZIONE IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PER MUNICIPIO X 10.000 ABITANTI

1,80

1,60

1,40

1,20

1,00
1,58 1,45
0,80

0,60
1,27 1,19 1,13 1,13
0,40
0,64 0,62 0,47 0,45
0,20 0,44
0,30 0,27 0,26 0,21
0,00
V VIII IX II IV X III VIII VI XI XV XIII I XIV XII

----- MEDIA CITTA’ DI ROMA


DISTRIBUZIONE IMPIANTI SPORTIVI DIREZIONE SPORT PER MUNICIPIO X 10.000 ABITANTI

1,20

1,00

0,80

0,60
1,05 0,99 0,89 0,73
0,40

0,39 0,37 0,36


0,20
0,27 0,21
0,20 0,19 0,00
0,10 0,07 0,06
0,00
IX VIII II IV X V VII VI I III XV XIV XII XI XIII

----- MEDIA CITTA’ DI ROMA


CONTESTO: TIPOLOGIE

TIPOLOGIA CONTESTO N. IMPIANTI

Sportivo 1190 CONTESTO


7%
Scolastico 791 2% 1% 0%

Oratorio 166 Sportivo


Scolastico
Playground 44
Oratorio

Militare / Corpi Civili Stato 22 Playground


Militare
Turistico Alberghiero 8 Turistico Alberghiero
36%
54%
TOTALE 2221

*playground: spazi elementari di proprietà pubblica privi di servizi a supporto e con accesso libero. Sono ricomprese le piste ciclabili
DATI GENERALI: FUNZIONAMENTO

FUNZIONAMENTO N. IMPIANTI FUNZIONAMENTO IMPIANTI


Si 1983 6% 5%

Parzialmente * 132
si
No 106 parzialmente
no
TOTALE 2221

89%
* parzialmente: impianto dotato di almeno uno spazio funzionante e di uno spazio non funzionante
FUNZIONAMENTO: CAUSE NON UTILIZZO

Tra le cause di non funzionamento, il 37% e’ dovuto allo stato di conservazione insufficiente, seguito da lavori di
ristrutturazione-adeguamento e manutenzione in corso (16%) e non agibilità (15%).

Percentuali minori indicano la non adeguatezza alle norme di sicurezza/igiene (6%), danneggiamento per eventi eccezionali
(4%) ed altre cause non meglio specificate.

CAUSE NON FUNZIONAMENTO O FUNZIONAMENTO PARZIALE


4% 3%
1%
6% Stato di conservazione insufficiente
33%
9% Non agibile

Lavori di ristrutturazione, trasformazione,


adeguamento o manutenzione in corso
Non disponibile
13%
Altro

Non adeguato alle norme di sicurezza/igiene

Danneggiamento per eventi eccezionali


(atmosferici, tellurici e simili)
15% Mancanza di utenti
16%

Alti costi di gestione


TIPOLOGIE IMPIANTI

TIPO IMPIANTI N. IMPIANTI


TIPOLOGIE IMPIANTI
Polivalente all'aperto e al chiuso 682 11% Polivalente all'aperto e al
2% 31%
chiuso
Polivalente al chiuso 542
15% Polivalente al chiuso
Monovalente al chiuso 383
Monovalente al chiuso
Polivalente all'aperto 329
Polivalente all'aperto
Monovalente all'aperto 247
24% Monovalente all'aperto
Monovalente all'aperto e al chiuso 38 17%

TOTALE 2221
DOTAZIONI DEGLI IMPIANTI: DEFIBRILLATORE

QUESITO:
“ L’impianto dispone di defibrillatore?

DOTAZIONE DEFIBRILLATORE
Il 73% degli impianti censiti ha fornito
informazioni sulla presenza del defibrillatore. si 45%

Rispetto a tale campione, il 55% degli impianti


no
dichiara di non esserne provvisto. 55%
DOTAZIONI DEGLI IMPIANTI: FONTI RINNOVABILI

QUESITO: UTILIZZO FONTI RINNOVABILI


“ L’impianto utilizza fonti rinnovabili?

si 15%
Il 67% degli impianti censiti ha fornito informazioni
sull’eventuale utilizzo di fonti rinnovabili.
Rispetto a tale campione, l’85% degli impianti
dichiara di non utilizzarle. no 85%

TIPO FONTI RINNOVABILI

ALTRO 0,2%
Tra le tipologie censite, prevale il fotovoltaico
(12,2%) seguito dal solare termico (1,9%) e da una SOLARE TERMICO 1,9%
percentuale minima di impianti che utilizzano sia
fotovoltaico che solare termico . FOTOVOLTAICO + SOLARE TERMICO 0,3%

FOTOVOLTAICO 12,2%
ULTERIORI INFORMAZIONI: UTILIZZO

Su un campione di 1519 impianti che hanno fornito indicazioni


(pari al 68% del totale), sono state rese disponibili nell’anno 2015
n. 7.909.508 ore sport.

7.909.508
ORE SPORT/ANNO
DISPONIBILI NEL 2015.

Rispetto invece alle tipologie di utenti rilevate, le società sportive


TIPOLOGIE UTENTI
affiliate ai differenti organismi sportivi rappresentano il 35,9%, le
scuole il 15,6 % e la categoria altri che include i privati i, singoli Altri ( privati , utenti singoli... ) 48,0%

utenti a pagamento tramite affitto o altra forma di iscrizione


Scuole 15,6%
diversa dall’affiliazione ad organizzazioni sportive il 48%.

S.S. delle FSN/DSA/EPS 35,9%


ULTERIORI INFORMAZIONI: COSTI

14%

IMPIANTI FUNZIONANTI
Purtroppo solo il 14% degli impianti censiti ha fornito DI CUI CON COSTI
INDICATI
informazioni sui propri costi di gestione, impedendo di fare una IMPIANTI FUNZIONANTI

analisi statistica valida.


86%

Tra le voci di spesa previste, sono state maggiormente indicate


il personale tecnico, la manutenzione ordinaria e le utenze TIPOLOGIA DEI COSTI DI GESTIONE IN PERCENTUALE SUL TOTALE *

luce, seguite da manutenzione straordinaria, utenze acqua e utenzeGas 9,1%

gas. utenzeAcqua 6,6%

utenzeLuce 19,8%

pers onaleDiServizio 6,6%


Pur trattandosi semplicemente di stime e nella maggior parte
pers onaleTecnico 29,1%
dei casi di informazioni parziali, tali dati rappresentano
ma nutenzioneOrdinaria 20,0%
comunque un primo tentativo importante per avviare un
ma nutenzioneStraordinaria 8,7%
processo di maggiore consapevolezza sulla gestione delle
0,0% 10,0% 20,0% 30,0% 40,0%
strutture ad uso sportivo.

* Calcolato sul campione degli impianti funzionanti che ha fornito informazioni sui propri costi di gestione
ULTERIORI INFORMAZIONI: IL FITNESS

% IMPIANTI CON ALMENO UNO SPAZIO DEDICATO AL


FITNESS
Rispetto agli impianti esistenti , il 26 % ha spazi
destinati ad attività di FITNESS .
26%

Occorre però precisare che le discipline rientranti


nell’universo “Fitness” tendono in maniera
crescente a diffondersi anche in altre strutture di
tipologia sportiva prevalente diversa.

74%
Nella sezione dedicata agli spazi di attività,
verranno quindi indicate le percentuali di spazi in
cui il fitness risulta da questa prima indagine
praticato.
GLI SPAZI DI ATTIVITÀ: NOTA METODOLOGICA

Nelle prossime pagine verranno forniti i risultati relativi agli spazi di attività.
Per una migliore comprensione, si ricorda che lo spazio viene rilevato attraverso le sue caratteristiche e
dotazioni tecnico-edilizie (SPAZIO FISICO) e analizzato rispetto alle attività praticate e praticabili in
funzione delle segnature e attrezzature presenti (SPAZIO LOGICO) e non delle attività potenzialmente
praticabili .

Attraverso tale metodo è possibile conoscere il numero di spazi sportivi presenti effettivi (spazi fisici) ed il
numero di spazi per attività disponibili (spazi logici).
GLI SPAZI DI ATTIVITÀ

TOTALE SPAZI DI ATTIVITÀ CENSITI:


6.336
CONFRONTO CON I CAPOLUOGHI REGIONALI DEL CENSIMENTO 2016
TOTALE SPAZI FISICI X 1.000 ABITANTI

Trieste
TOTALE SPAZI FISICI X 1.000 ABITANTI
2,74 3,00 2,74
2,36
Firenze 2,50
2,21

2,36 2,00
1,66
1,50
Campobasso 1,50

Roma 1,50 1,00

2,21 0,50

0,00
Catanzaro
1,66

Da questa analisi si evidenzia che l’offerta di spazi sportivi reale è in linea con quella degli altri capoluoghi sebbene inferiore a quella di
Trieste e Firenze . Questo dato si motiva con la presenza nel comune di Roma di un maggior numero di impianti polifunzionali e di
dimensioni maggiori con un numero più elevato di spazi fisici rispetto ad esempio a Campobasso e Catanzaro dove sono prevalenti gli
impianti monovalenti con un solo spazio.
CONFRONTO CON I CAPOLUOGHI REGIONALI DEL CENSIMENTO 2016
RAPPORTO SPAZI FISICI PER IMPIANTO

Trieste
1,82 RAPPORTO SPAZI FISICI X IMPIANTO
3,50
2,85
Firenze 3,00

1,96 2,50
1,96
1,82
Campobasso 2,00
1,48
1,50
1,39

Roma 1,48
1,00
2,85 0,50

0,00
Catanzaro
1,39

L’analisi del rapporto tra spazi fisici e impianti conferma che nel comune di Roma gli impianti siano più grandi e composti da più spazi di
attività (es. impianto con piscina palestra e campo all’aperto, circoli tennis, calcetto) rispetto agli altri capoluoghi in cui l’impianto è
prevalentemente monovalente composto da un solo spazio (es. campo di calcio)
CONFRONTO CON I CAPOLUOGHI REGIONALI DEL CENSIMENTO 2016
TOTALE SPAZI FISICI COMUNALI X 1.000 ABITANTI

Trieste TOTALE SPAZI FISICI COMUNALI X 1.000 ABITANTI


0,85
0,90 0,84 0,85
Firenze 0,80

0,84 0,70
0,57
0,60
0,47
Campobasso 0,50
0,40
Roma 0,57 0,30
0,32

0,32 0,20
0,10
0,00
Catanzaro
0,47

Da questa analisi si evidenzia che l’offerta di spazi sportivi comunali è comunque molto inferiore a quella degli
altri capoluoghi.
TIPOLOGIE SPAZI FISICI

Gli spazi possono essere:


33%

- ESCLUSIVI (O MONOVALENTI): conformati per la

pratica di una sola disciplina Condivisi


Esclusivi
- CONDIVISI (O POLIVALENTI): conformati per la

pratica di più discipline


67%

41%
59%

no
% SPAZI RISPETTO
si
ALLA PRESENZA DI COPERTURA
TIPOLOGIE SPAZI FISICI – Accessibilità
L’accessibilità degli impianti è stata analizzata a livello di spazio fisico di attività suddivisa in due categorie :
• l’accessibilità degli spettatori ( percorsi , servizi igienici , accesso , tribune … )
• l’accessibilità per gli atleti ( spogliatoi , accessi al terreno di gioco ..)
Su un totale di 6.336 spazi fisici, sono stati rilevati 1.308 spazi con terreno di gioco e spogliatoi fisicamente accessibili ad
atleti disabili, di questi però solo 550 sono dotati di servizi per disabili .
Su un totale di 772 spazi dotati di tribune 216 sono risultati essere fisicamente accessibili al pubblico disabile, di questi però
solo 101 sono dotati di servizi igienici accessibili .

ATLETI
Con servizi igienici Con spogliatoi fisicamente accessibili Non accessibili

8,7 % 39,6 % 60,4 %

PUBBLICO
Con servizi igienici Con tribune fisicamente accessibili Non accessibili

13,1 % 28,0 % 72,0 %


SPAZI FISICI CON PRESENZA DI SERVIZI PER SPETTATORI

Dal censimento effettuato risultano 872 spazi fisici con presenza di servizi per gli spettatori ( 13 % del totale ).

Di questi 772 sono dotati di tribune ( 12 % del totale ).

Nell’ambito di questi ultimi 581 sono senza copertura e 191 con copertura

TIPOLOGIA SPAZI N. SPAZI


25%
SENZA COPERTURA 581

CON COPERTURA 191 no


si
TOTALE 772
75%
GLI SPAZI PER TIPOLOGIA DI ATTIVITÀ

NOTA METODOLOGICA

I dati presentati di seguito hanno un carattere indicativo; nel calcolo infatti sono inclusi tutti gli spazi in cui le
diverse discipline sono praticate o dotati di attrezzature e segnature anche se non omologati o non in grado
di ospitare competizioni o senza le dimensioni adeguate per quella attività ( ad esempio corsi base , attività
promozionale e di avviamento ) .
Non viene fatto riferimento alle attività praticabili all’interno di quegli spazi.
Nel caso degli spazi per l’atletica ad esempio sono inclusi tutti gli spazi scolastici dove viene fatta attività di
avviamento o promozionale.
Per un calcolo effettivo degli spazi in grado di ospitare attività di tipo agonistico si rimanda alle analisi di
dettaglio effettuate disciplina per disciplina in grado di individuare quali siano gli spazi omologabili dai diversi
organismi sportivi.
La categoria “attività ginnico motoria” fa riferimento gli spazi inseriti in contesti scolastici per la pratica della
attività in orario curriculare ivi inclusi gli spazi non dimensionalmente in grado di ospitare altre attività
sportive.
GLI SPAZI PER TIPOLOGIA DI ATTIVITÀ

ATTIVITA' GINNICO MOTORIA 1557 ATLETICA LEGGERA 81


TENNIS 1178 KICKBOXING 81
CALCIO A 5 1171 GINNASTICA – RITMICA 75
PALLAVOLO 1137 PATTINAGGIO ROTELLE - ARTISTICO 62
PALLACANESTRO 955 TENNIS - BEACHTENNIS 44
FITNESS 884 ARRAMPICATA SPORTIVA 43
NUOTO 358 SCHERMA 40
JUDO LOTTA KARATE ARTI MARZIALI 339 NUOTO - PALLANUOTO 39
ALTRI SPAZI 292 KUNG FU 31
DANZA SPORTIVA 258 RUGBY 29
CALCIO A 11 194 NUOTO - SINCRO 29
SPORT EQUESTRI 161 TAEKWONDO 28
GINNASTICA - ARTISTICA 140 PESCA SPORTIVA E ATTIVITA' SUBACQUEE 26
PALLAVOLO - BEACHVOLLEY 105 TIRO CON L'ARCO 25
BOCCE 101 PALLAMANO 22
TENNIS - PADDLE 96 PERCORSI VITA 19
PUGILISTICA 93
GLI SPAZI PER TIPOLOGIA DI ATTIVITÀ

CANOTTAGGIO 17 TIRO A SEGNO 4


PESI E CULTURA FISICA 17 BASEBALL 4
BILIARDO SPORTIVO 17 BOWLING 4
TENNISTAVOLO 15 NON DISPONIBILE 3
GOLF 13 SPORT DEL GHIACCIO - PATTINAGGIO
BADMINTON 13 FIGURA 3
HOCKEY - PISTA 10 BASEBALL - SOFTBALL 2
TIRO A VOLO 10 PATTINAGGIO ROTELLE - SKATEBOARD 2
SQUASH 10 SCI NAUTICO 2
PISTE CICLABILI 9 MOTOCICLISTICA - CROSS 1
CANOA KAYAK 8 MOTONAUTICA 1
NUOTO - TUFFI 7 SPORT EQUESTRI - POLO 1
PATTINAGGIO ROTELLE - CORSA 7 SPORT AERONAUTICI 1
VELA 5 HOCKEY - IN LINE 1
CRICKET 5 PALLAPUGNO 1
FOOTBALL AMERICANO 4 AUTOMOBILISMO - PISTA 1
HOCKEY PRATO 4
GLI SPAZI PER TIPOLOGIA DI ATTIVITÀ

LA TOP TEN
1800
1557
1600
1400
1178 1171 1137
1200
955
1000 884
800
600
358 339
400 258
194
200
0
SPAZI DISPONIBILI PER ATTIVITÀ: PALLACANESTRO

Dal censimento effettuato risultano 955 spazi per la pallacanestro. Di questi 577 sono coperti, 73 ( 7,6% ) dichiarano di essere
omologati per competizioni agonistiche. Di questi ultimi 45 hanno tribune per il pubblico ( 4,7% )-

SPAZI PALLACANESTRO NON OMOLOGATI OMOLOGATI TOTALE

NON COPERTI 369 9 378

COPERTI 513 64 577

TOTALE 882 73 955

SPAZI TOTALI PALLACANESTRO DI CUI SPAZI PALLACANESTRO COPERTI DI CUI


COPERTI OMOLOGATI
11%
40%

NON COPERTI NON OMOLOGATI

60% COPERTI OMOLOGATI


89%
SPAZI DISPONIBILI PER ATTIVITÀ : PALLAVOLO

Dal censimento effettuato risultano 1.137 spazi per la pallavolo. Di questi 761 sono coperti , 143 ( 12,6% ) dichiarano di essere
omologati per competizioni agonistiche. Di questi ultimi 50 hanno tribune per il pubblico ( 4,3% )

NON
SPAZI PALLAVOLO OMOLOGATI OMOLOGATI TOTALE

NON COPERTI 371 5 376

COPERTI 623 138 761

TOTALE 994 143 1.137

SPAZI PALLAVOLO TOTALI DI CUI COPERTI SPAZI PALLAVOLO COPERTI DI CUI OMOLOGATI

12%
34%

NON COPERTI NON OMOLOGATI


COPERTI OMOLOGATI
66%
88%
SPAZI DISPONIBILI PER ATTIVITA’: NUOTO

Dal censimento effettuato risultano 358 spazi per il nuoto. Di questi 251 sono coperti , 76 ( 21,2% ) dichiarano di essere omologati per
competizioni agonistiche. Di questi ultimi 33 hanno tribune per il pubblico ( 9,2% ) .

NON
SPAZI NUOTO OMOLOGATI TOTALE
OMOLOGATI

NON COPERTI 93 14 107

COPERTI 189 62 251

TOTALE 282 76 358

SPAZI NUOTO TOTALI DI CUI COPERTI SPAZI NUOTO TOTALI DI CUI OMOLOGATI

21%
31%

NON COPERTI NON OMOLOGATI


COPERTI OMOLOGATI

69%
79%
SPAZI DISPONIBILI PER ATTIVITÀ: CALCIO A 11
Dal censimento effettuato risultano 194 spazi per il calcio a 11. Di questi 105 ( 54,1% ) dichiarano di essere omologati per
competizioni agonistiche. Di questi ultimi 85 hanno tribune per il pubblico ( 43,8% )

SENZA TRIBUNE
SPAZI CALCIO A 11 CON TRIBUNE FISSE TOTALE
FISSE

NON OMOLOGATO 89 0 89

OMOLOGATO 20 85 105

TOTALE 109 85 194

SPAZI DI CALCIO A 11 OMOLOGATI SPAZI DI CALCIO A 11 CON TRIBUNE

46%
44%

OMOLOGATI CON TRIBUNE


NON OMOLOGATI SENZA TRIBUNE

54% 56%