Sei sulla pagina 1di 18

1

Fatti sorprendere da Oltheatre


Cosa è Oltheatre al De Sica?
Oltre Spettacoli: un’associazione milanese, formata da professionisti del settore culturale, che lavora
con lo scopo di valorizzare ogni settore necessario alla produzione di uno spettacolo.
I professionisti lavorano fianco a fianco con giovani ricchi di energia, insieme producono spettacoli per
adulti e bambini, laboratori teatrali, si occupano di luci e scenografie. A Oltre Spettacoli manca una sede,
finché non incontra sulla sua strada il Teatro De Sica di Peschiera Borromeo. È amore a prima vista!
Un teatro con grandi potenzialità, forse un po’ sopite. Oltre Spettacoli, diventa OLTHEATRE AL DE SICA
e, dopo una serie di lavori e tanta energia diffusa, diventa un teatro di tutti e per tutti, parte con un
lavoro di rete sul territorio e affronta con enfasi la prima Stagione 2018-2019.
Nella stagione passata si è cercato di essere un luogo accogliente per tutti, dove poter prendere un caffè,
fare un aperitivo, vedere un film, assistere a spettacoli di prosa, di danza, di cabaret, spettacoli musicali,
comici, di narrazione, physical theatre e poi venire a teatro con i bambini, fare laboratori teatrali
calcando un palco di 18 mt.
Dopo 1 conferenza stampa, 25 spettacoli in stagione, 28 film, 1 rassegna teatrale, 1 festival
cinematografico, 1 mostra, 16 co-produzioni, 35 eventi ospiti, 5 eventi organizzati insieme
alle associazioni del territorio, 3 shooting video, 22 eventi patrocinati dalla Città di Peschiera
Borromeo, 1 coach teatrale per aziende, 3 concorsi di arti performative, 11 esibizioni delle
scuole di Peschiera Borromeo, 150mq di tappeto danza, 5 eventi speciali, 6 Street Fooder,
qualche spritz, tanto sudore, moltissima passione e l'immenso piacere di vedere uscire il
pubblico felice dalla Sala...
…Oltheatre non ha perso il suo entusiasmo!... E vi aspetta con una nuova stagione ricca, sempre
all’insegna della versatilità e della qualità e con la scelta di partire con un week end di iniziative legate
al territorio. Territorio che ha accolto Oltheatre e con cui Oltheatre spera di collaborare sempre più.

“Ringraziamo Oltheatre per l'offerta culturale ricca e articolata messa a disposizione dei nostri cittadini e
non solo. Il nostro teatro si sta connotando come un polo culturale che attrae pubblico dall'hinterland
milanese, grazie agli spettacoli di qualità proposti nella precedente stagione. È un privilegio che il teatro
De Sica possa beneficiare di professionisti impegnati nella valorizzazione di un bene cittadino, realizzando
attraverso la proposta culturale, gli obiettivi di aggregazione, svago e animazione rivolti alla Città. Siamo
soddisfatti del lavoro svolto in questi ultimi tre anni, in sinergia tra gestore e Amministrazione Comunale,
sempre teso alla ricerca di nuove sfide culturali e di uno standard qualitativo di livello”.

Caterina Molinari, Sindaco della Città di Peschiera Borromeo

Prima di ogni spettacolo, dalle 19.00 fai l’aperitivo in Teatro!

2
SPETTACOLI SERALI
FAMILY SHOW
EVENTI OSPITI

GIOVEDÌ 31 OTTOBRE 2019 ORE 21.00


VENERDÌ 1 NOVEMBRE ORE 16.00
EVENTO OSPITE SPECIALE HALLOWEEN
SPECTRACULUM
Liberi DI…Physical Theatre
Direzione artistica Davide Agostini
Disegno luci Alessandro Velletrani
Produzione Liberi Di…
Con Davide Agostini, Mauro Ardenti, Cristian Maiolino, Valentina Marino,
Francesca Mottola, Eleni Quartana, Giulia Serra, Marco Ticli
Uno show terrificante ed esplosivo, condito da coreografie eleganti e spaventose, macabri colpi di scena e
acrobazie mozzafiato, inseriti in uno scenario agghiacciante che lascia lo spettatore con il fiato sospeso fino a un
clamoroso e imprevedibile finale a sorpresa.
Sul palco 8 acrobati che vi lasceranno a bocca aperta, anche grazie alle videoproiezioni immersive di
Oltheatre al De Sica.
Le urla di una giovane donna rapita si perdono nel buio di una notte tenebrosa. La fitta nebbia rivela, a tratti,
ciò che si nasconde dietro le lapidi di un cimitero in rovina. Un alone di mistero e paura circonda le vicende che
si intrecciano attorno alla sfortunata vittima, imprigionata in una vischiosa tela di ragno e senza alcuna
possibilità di fuga, sotto le grinfie di strane e malvage creature riportate in vita da una temibile strega con
poteri demoniaci…
Sconsigliato a un pubblico inferiore ai 6 anni

SABATO 2 NOVEMBRE ORE 21.00


In occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono di Peschiera Borromeo, per la prima volta il Teatro entra a
far parte della festa accogliendo la cittadinanza (grandi e piccoli) per offrire un’esperienza di “incontro” con un
personaggio storico tutto da scoprire…

METTO IN ORDINE SE RIESCO


di e con Davide Verazzani
Produzione Oltheatre

La storia di San Carlo Borromeo raccontata attraverso la vita a Peschiera e Milano tra aneddoti, grandi gesta e
curiostà. Fatti di storia raccontati a Teatro con linguaggio accessibile a tutti, ma con un’attenta e rigorosa
ricostruzione storica. Musica, luci, effetti, video proiezioni con Davide Verazzani in un’interpretazione inedita.
Evento gratuito a cura della Città di Peschiera Borromeo e Oltheatre

DOMENICA 3 NOVEMBRE ORE 15.00


3
CARLONE, IL GIGANTE BUONO
Lettura animata per bambini a teatro
Scritta da Isabella Valli
Con Lucrezia Calzoni e Alessandro Santamaria
Produzione Oltheatre
Una storia animata che narra le avventure della vita di San Carlo Borromeo attraverso la voce di August
Bertoldhi e Gustave Eiffel, lo scultore e l’ingegnere che, ispirati dal colosso del “ Sancarlon d’Arona",
hanno omaggiato il santo dell’Humilitas, costruendo la statua della libertà.
Evento gratuito a cura della Città di Peschiera Borromeo e Oltheatre

VENERDÌ 8 NOVEMBRE ORE 21.00


CABARET IS BACK- FESTA DELL’ARCHIVIO STORICO DEL
CABARET ITALIANO
BI DAY, 60 ANNI DI PALCO PER ROBERTO BRIVIO
Con Roberto Brivio, Flavio Oreglio, Alberto Patrucco, David Riondino
Mostra nel foyer dedicata a Roberto Brivio
Una notte da Gufi interamente dedicata ai festeggiamenti per i 60 anni di palco del maestro Roberto Brivio, tra i
fondatori dei mitici Gufi. Un evento fatto di musica, satira, poesia, come nelle migliori serate di cabaret.
Evento gratuito a cura della Città di Peschiera Borromeo e Oltheatre. In occasione della festa
dell’archivio storico del cabaret italiano

VENERDÌ' 22 NOVEMBRE ORE 21.00


EVENTO OSPITE
MA TU DI CHE SOGNO SEI?
GENERAZIONI ALLO SPECCHIO: STORIE DI VIAGGI VERSO IL
FUTURO
Presenta Omar Schillaci, giornalista Wired e Sky
Con la partecipazione del Progetto WorkOut – Città di Peschiera Borromeo
Racconti e testimonianze, tra musica, storie e immagini, per esplorare la nascita di una passione durevole in
grado di farci viaggiare verso il futuro. Sul palco si alterneranno le voci dei ragazzi di oggi e le testimonianze dei
giovani di un tempo, in un confronto tra generazioni attorno alla scoperta di un desiderio che diventa progetto
di vita, alimentando le proprie scelte nel campo della formazione, del lavoro, dell’impegno, della coltivazione di
interessi e passioni.
Evento ospite gratuito a cura di Libera Compagnia di Arti e Mestieri Sociali in collaborazione
con Oltheatre, in occasione dei 25 anni di Arti e Mestieri

4
GIOVEDÌ 28 NOVEMBRE ORE 21.00
SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
STAY HUNGRY
di e con Angelo Campolo
Ideazione scenica Giulia Drogo
Produzione Compagnia "DAF teatro dell'esatta fantasia"
Organizzazione generale Giuseppe Ministeri
Segreteria di produzione Mariagrazia Coco
Assistente alla regia Antonio Previti
Vincitore del Nolo Fringe Festival di cui Oltheatre è partner
La compilazione di un ennesimo bando a tema sociale diventa il pretesto per il racconto dell’avventura di
Angelo, attore e regista messinese, impegnato in un percorso di ricerca teatrale nei centri di accoglienza in riva
allo stretto. Il monito di Steve Jobs, “Stay Hungry”, risuona in chiave beffarda nel caleidoscopio di storie umane,
da Nord a Sud, che attraversano i ricordi di questa autobiografia, in cui vittime e carnefici si confondono, bene e
male sono divisi da confini incerti e tutti i personaggi sono segnati, ciascuno a suo modo, da una “fame” di
amore e conoscenza, in un tempo di vuoti che diventano voragini.
Tre anni di vita, tra il 2015 e il 2018, diventano il racconto di un’Italia che schizofrenicamente ha aperto e poi
richiuso le porte dell’accoglienza, lasciando per strada storie, sogni, progetti, relazioni umane avviate al grido
(eccessivamente entusiastico) di Integrazione. Nel racconto di Angelo, teatranti e migranti insieme, sempre con
minor occasione di colmare la propria fame di vita e di senso in una società come la nostra, ritrovano, nel gioco
del teatro, un’arma inaspettata per affrontare la vita.

DOMENICA 1 DICEMBRE ORE 16.00


SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
DOMENICA 1 dicembre ore 16.00
LA DANSE DU PIED
Con Monsier David e Federica Gumina
Uno spettacolo della Feet Theater Company
Mac Live Management

Preparatevi a scoprire un’arte che cambierà la vostra percezione del mondo. Lasciatevi andare e abbattete i
muri dei luoghi comuni. A fare da Cicerone sarà Monsieur David, anima e fondatore del Feet Theater (Teatro del
Piede). Benvenuti in un mondo magico fatto di empatia e ascolto, di sperimentazione e scoperta. Un mondo di
comunicazione oltre le parole, in cui il corpo ci rivela la strada per recuperare una capacità che credevamo
persa: quella di stupirci davanti alla fantasia.
Uno spettacolo multidisciplinare, sei divertentissime storie musicali di amore, di amicizia e di magia raccontate
con le gambe, i piedi e le mani, con un ospite d’eccezione: la danzatrice e attrice Federica Gumina, che metterà
in scena preziose e sognanti coreografie, performance che combinano il teatro-danza e il tango argentino.
Racconti contemporanei dalla natura poetica, eterea, e anche molto umana, che si svolgono in un luogo dove il
tempo sembra interrotto.
La Danse du pied rende visibile l’invisibile. Emozioni a piede libero. Fantasia che diventa realtà.

5
SABATO 7 DICEMBRE ORE 21.00
EVENTO OSPITE SPECIALE NATALE
NATALE IN CASA PESCHIERA
Evento gratuito a cura della Città di Peschiera Borromeo e Oltheatre.

SABATO 14 DICEMBRE ORE 21.00


SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
CALLIGRAPHY/JULIET con LUCIANA SAVIGNANO
Con LUCIANA SAVIGNANO e Alessandra Calloni, Anna Chiaravalloti, Concetta
Colanero, Stefania Coloru, Marie Colosimo, Clara Dossena, Ilenia Ferrari, Noemi Perelli,
Giulia Robustelli, Maria Teresa Rodio
Coreografie Elena Albano
Compagnia Aconcoli Dance
Disegno Luci Alessandro Velletrani
Costumi Dellalò, Brancato
Musiche Autori Vari
Spettacolo di danza moderna in due tempi, con intervallo
1° Tempo
CALLIGRAPHY, DONNE IN PAROLE / SIBILLA ALERAMO
Presentato in anteprima a New York, Fini Dance Festival nel 2016.
Prima rappresentazione integrale Teatro di Milano nel 2017.
Ispirato interamente alla figura di Sibilla Aleramo, scrittrice del ‘900 dal vissuto complesso, tormentato e passionale,
CALLIGRAPHY si sviluppa in 9 quadri coreografici. Seguendo una traccia di momenti salienti, ogni quadro dà corpo a
uno stato d’animo differente e ripercorre l’alternarsi dei sentimenti che scandirono il vissuto di Sibilla Aleramo. Ne
emerge una figura forte e controcorrente, che ha saputo proteggere il proprio diritto a evolvere come donna, in
un’epoca che la voleva solo madre e moglie subalterna. Soprattutto, ne emerge il ruolo cruciale dell’arte, nel suo caso
la scrittura, la cui potenza universale sa restituire coraggio nei momenti più bui e aprire una via nuova al di là del
baratro.
I quadri coreografici sono tra loro collegati da una voce, Aleramo stessa, che ricorda e accompagna (i testi originali
sono di Elena Albano).
2° Tempo
JULIET
Rivisitazione di Romeo and Juliet di W. Shakespeare, protagonista principale Luciana Savignano
E se Juliet avesse deciso diversamente? Se, una volta risvegliatasi dalla sua morte apparente, avesse scelto di
proseguire, vivere, invecchiare?
È l’alba di un giorno qualsiasi. All’apertura del sipario Juliet (Luciana Savignano) si sveglia e comincia a ricordare. In
un fluire continuo, tra immagini della più famosa vicenda e riflessioni più mature e contemporanee, si dipanano i
suoi pensieri. Juliet rivede se stessa adolescente, poi innamorata, infine disperata, tre passaggi esistenziali
interpretati da altrettante danzatrici che si alternano sulla scena, come in una dissolvenza. Affiancata dalla solidità di
Nutrice e circondata dalle donne delle avverse famiglie, Montecchi e Capuleti, in scena la femminilità prevale, risalta
e si esprime a tutto tondo. L’inclinazione a congiungere, più che a separare, ad amare oltre ogni limite temporale, a
perseverare più che a lasciarsi finire, portano a un finale diverso, che sa di vita, fiducia, resilienza.
La Compagnia Aconcoli Dance, composta da sole donne, rivisita la vicenda shakespeariana Romeo and Juliet da
un'angolazione tutta al femminile. Frammenti della vicenda tradizionale si alternano a sviluppi immaginari così
come la partitura originale di Prokofiev intreccia brani scelti di musica contemporanea.
6
DOMENICA 22 DICEMBRE ORE 16.00
SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
BALLOON ADVENTURES
di e con Andrea Meroni e Fabio Lucignano di Collettivo Clown
Scenografie Riccardo Pirovano e Marta Fumagalli
Costumi Barbara Crimella, Antonella Vino

Forse aveva ragione William Shakespeare a sostenere che siamo fatti della stessa sostanza dei sogni, ciò che è certo è
che siamo noi a dar sostanza ai nostri sogni.
Cosa succede quando un palloncino prende il volo? Se questo palloncino fosse scappato dalla mano di due clown?
Due aviatori, piloti di mongolfiera, impavidi e coraggiosi, intraprendono un viaggio per inseguirlo.
Questo viaggio li porterà a Balloonia, dove si ritrovano i sogni sfuggiti di mano, quelli scoppiati e quelli ormai sgonfi.
Riusciranno a ritrovarli e a riportarli a terra?
I due personaggi si ispirano al cinema muto (Stanlio e Ollio in particolare), al mondo dei clown del circo di una volta
e al cinema di animazione (Dick Dastardly e Zilly). Nello spettacolo sono presenti diverse tecniche tra cui
manipolazione di palloncini, giocoleria, numero dell'uomo nel pallone, pantomima, ma lo scopo non è quello di
mostrare virtuosismi e abilità, ma creare immagini e sensazioni finalizzati alla narrazione. Una narrazione leggera,
eterea e sognante.
Lo show è andato in scena in diversi teatri cinesi in aprile e maggio 2019.

MARTEDÌ 31 DICEMBRE ORE 22.00


SPECIAL EDITION CAPODANNO
EVENTO FUORI ABBONAMENTO
IL CIELO IN UNA PANCIA
di Francesca Sangalli
con Alessandra Faiella
regia Andrea Lisco
co-produzione Festival delle Lettere

Molto più spesso di quanto crediamo, la pancia rivela le nostre vere emozioni, è sincera anche quando vorremmo
mentire a tutti (noi stessi compresi) a volte determina le nostre decisioni.
La pancia ci segue dall'infanzia e non è capace di tacere: accompagna i nostri giochi preferiti da bambini, ci fa ridere,
cova i nostri desideri, si tende o si rilassa, a seconda delle prove che dobbiamo superare, ci fa sentire innamorati.
Alessandra Faiella, con la sua comicità spiazzante, ci accompagna in una raccolta di episodi della vita di una donna:
da quando era bambina, poi adolescente, infine madre. Tutta la sua vita è raccontata tenendo presente il punto di
vista della sua pancia, che ha conservato ricordi e sensazioni d'amore, momenti di gioia, di paura, di dolore. È una
pancia femminile, capace di far accadere eventi straordinari: capace di ospitare e crescere un nuovo essere umano.
Ogni tappa del racconto racchiude una sensazione, un dialogo con quella parte di noi che è al centro del nostro corpo
e che è così misteriosa. Eppure il linguaggio sa perfettamente il valore della nostra pancia nella vita: basti vedere
quante volte usiamo metafore come “avere le farfalle nello stomaco, ridere di pancia, decidere di pancia, avere il pelo
sullo stomaco, questo qui non lo digerisco, la cosa non mi va giù”?
Il quadro che emerge dal racconto è comicissimo e spiazzante: ognuno di noi è un individuo separato in due, quale
dei due cervelli vincerà?
Buffet in sala (posti limitati, su prenotazione). Aperitivo di benvenuto per tutti. Spettacolo +
Brindisi, panettone, pandoro + Balli con lo staff
7
DOMENICA 12 GENNAIO ORE 16.00
SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
PLAYZEN, Sensei Zorzi e l’arte di praticare sport
Dopo lo spettacolo incontro con Andrea Zorzi e la Compagnia Kataklò
A seguire aperitivo a Teatro
Con Kataklò Athletic Dance Theatre e Andrea Zorzi
Coreografie Giulia Staccioli
Drammaturgia Edoardo Ribatto
Regia Giulia Staccioli, Edoardo Ribatto
Produzione MITO srl
www.kataklo.com
PlayZen fa parte del progetto “Parole e Corpi”, nato dalla collaborazione tra la compagnia di athletic theatre
Kataklò diretta da Giulia Staccioli e Andrea Zorzi, campione del mondo di pallavolo, per coniugare linguaggi
diversi e far dialogare sport e cultura.
Con la drammaturgia di Edoardo Ribatto, PlayZen è uno spettacolo che, attraverso il gioco del teatro e
dell’energia del gesto atletico, presenta lo sport come strumento di conoscenza di sé, della propria forza
interiore, dei limiti creati dalla mente e dell’eccezionale energia che da lei si sprigiona appena si impara a
liberarla.
Lo sport è gioco, divertimento, agonismo, relazione, m è anche disciplina, impegno e crescita personale.
È sviluppare abilità complesse e specifiche, conoscere i propri limiti e superarli. È imparare a perdere mentre
continui a sudare per vincere.
È vincere con la consapevolezza che perderai ancora.
Lo sport agonistico prevede un “allenamento dello spirito” che spesso è più determinante di quello fisico. E non
alleni uno senza l’altro.
A guidare questo viaggio nell’essenza sportiva un Andrea Zorzi trasformato in un burbero, ironico, demenziale
“Sensei” che, con le armi dello Zen, accompagna gli straordinari atleti-danzatori Kataklò, trasformati in
discepoli, in un percorso di scoperta di sé e del proprio potenziale.

SABATO 1 FEBBRAIO ORE 21.00


SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
THE BOYS IN THE BAND
In occasione del 50° anniversario della nascita del movimento gay americano (1969 –
2019), The Singing Family ha acquisito i diritti per mettere in scena la prima commedia
a tematica omosessuale dedicata al grande pubblico.

Con Michael Abibi Ndiaye, Federico Antonello, Francesco Aricò, Samuele Cavallo,
Angelo di Figlia, Paolo Garghentino, Gabrio Gentilini,
Ettore Nicoletti, Yuri Pascale Langer
Regia Giorgio Bozzo
Testo di Mart Crowley
Traduzione dall’inglese di Costantino della Gherardesca
8
Nell’aprile del 1968 a New York, in un teatro off Broadway, andò in scena una commedia del drammaturgo
americano Mart Crowley.
La storia racconta le vicende di una festa di compleanno che sei omosessuali allestiscono per il loro amico
Harold. Al party è presente anche un midnight cowboy, una marchetta, che Emory, uno dei sei, vuole offrire al
festeggiato come regalo di compleanno.
A increspare la gaia atmosfera e a dare un twist decisamente acido alla trama della commedia, l’arrivo di
Michael, il padrone di casa.
The Boys In The Band è una commedia seminale nella storia del teatro a tematica omosessuale. La pièce ebbe
un enorme successo e più di mille repliche.
Tra gli altri, Marlene Dietrich, Groucho Marx e lo stesso John Lindsay, sindaco di New York, non persero
l’occasione di assistervi.
Nel 1970 dalla commedia venne ricavata una versione cinematografica con soggetto e sceneggiatura curata
dallo stesso Crowley e diretta da William Friedkin. In Italia fu distribuita con il titolo Festa per il compleanno del
caro amico Harold.
“Un testo pieno di vita e molto divertente da tradurre, le battute hanno saputo resistere al passare del tempo. La
trama è ricca di sorprese, aggancia l’attenzione dello spettatore e lo trascina come un fiume in piena verso un
finale rivelatorio che lascia senza fiato. I ragazzi di Crowley sono personaggi in cerca di emancipazione e di
liberazione sessuale, eroi che lottano con le proprie nevrosi prima ancora che con una società che non li tollera.
Sono personaggi complessi, non sono semplici maschere. Per quanto non facciano nulla per farsi amare è difficile
non provare una profonda empatia nei loro confronti”.
Costantino della Gherardesca, traduttore
“È un vero documento storico, che racconta la realtà delle persone omosessuali prima della loro lotta di
emancipazione. È un testo che non serve solo a ricordare come eravamo, ma che riesce a far capire come si
potrebbe tornare a essere. Per questo, ben lungi dall’essere una pièce datata, The Boys ha oggi più che mai una
forza di racconto e di motivazione per tutti coloro che hanno lottato e lottano per i diritti civili della comunità
Lgbt, proponendosi come antidoto contro ogni tentativo di restaurazione e di oscurantismo. Una divertentissima
pièce per tutti, che spero possa essere vista soprattutto dai più giovani”.
Giorgio Bozzo, regista

VENERDÌ 14 FEBBRAIO ORE 21.00


SPETTACOLO IN ABBONAMENTO SPECIALE SAN VALENTINO
QUI DORMI’ GARIBALDI…
Di e con Davide Verazzani
Produzione Oltheatre

Garibaldi dormì ovunque: numerose targhe lo attestano, in moltissime città italiane.


Ma, a fianco a un grande uomo c'è sempre una grande donna.
E lei fu la moglie Ana, una giovanissima brasiliana che, conosciuto il condottiero nella baia di Laguna, se ne
innamorò fino a scappare di casa e seguirlo dappertutto, fino in Italia.
Lui la chiamava Anita, lei lo chiamava Josè.
Lui le insegnò a leggere e scrivere, lei ad andare a cavallo.
Insieme, sembravano invincibili.
Nelle vicende convulse della metà dell’800, la storia d'amore di Giuseppe e Anita si staglia con forza inusitata,
fornendo anche un punto di vista originale al nostro Risorgimento.
E allora perché non metterlo in scena proprio il 14 febbraio!?

9
SABATO 29 FEBBRAIO
EVENTO OSPITE
In occasione del FOOD FILM FESTIVAL
Ore 9.00 Laboratorio mani in pasta a cura di Slow Food Sud Milano -
partecipazione gratuita con tessera Oltheatre, prenotazione obbligatoria.
Ore 19.00 degustazione
Ore 21.00 Proiezione cinematografica
Il Food Film Festival, itinerante nei comuni del Parco Agricolo Sud Milano, è organizzato da una rete di
associazioni, gruppi di acquisto solidale e cittadini attivi, per riflettere e confrontarsi sulle scelte consapevoli,
sugli stili di vita sostenibili e sulla corretta nutrizione.
Le iniziative nell’ambito del Food Film Festival a Peschiera Borromeo sono a cura di Gas Peschiera, Slow Food
Sud Milano e Oltheatre al De Sica.
Prenotazione obbligatoria a Oltheatre

DOMENICA 8 MARZO ORE 16.00


SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
In occasione della Giornata Internazionale della Donna
LA PRINCIPESSA CAPRICCIO
Da una fiaba di Enrico Bonavera
Di e con Matteo Curatella “LeMat" e Francesca Zoccarato
regia Dadde Visconti
scene e costumi Francesca Biffi
musiche di Matteo Curatella “LeMat”
Spettacolo di narrazione e musica dal vivo
Nube di capriccite adultifero-infantilesca si è abbattuta sulla città-STOP Situazione Preoccupante, Perniciosa,
Pericolosa-STOP
Si prega trovare favola con la P per salvare il salvabile-STOP Si consiglia: Principessa Capriccio-STOP
C’era una volta un Re che amava le piante grasse, una Regina che amava ascoltare la musica a pieno volume, dei
servitori che lavoravano con i tappi nelle orecchie a causa della musica e i guanti per non pungersi con le spine
delle piante grasse e c’era la Pincipessina, tanto bella, quanto capricciosa: era la campionessa mondiale,
primatista straordinaria, inventrice suprema di eccezionali capricci! Al reame non c’era più pace, finché arrivò
un istitutore, un tipo bizzarro che non si separava mai dal suo strano retino...
Una storia di amicizia e di crescita, dove gli adulti mostrano le proprie fragilità e i bambini imparano da queste
a essere migliori.

10
SABATO 14 MARZO ORE 21.00
SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
UN ALTRO EVEREST
di e con Mattia Fabris e Jacopo Bicocchi
scene Maria Spazzi
luci Alessandro Verazzi
scelte musicali Sandra Zoccolan
produzione ATIR Teatro Ringhiera

Jim Davidson e Mike Price sono due amici. Sono una cordata. Nel 1992 decidono di scalare… la loro montagna: il
Monte Rainier nello stato di Washington, Stati Uniti. Il sogno di una vita, una vetta ambita da ogni scalatore, un
passaggio obbligatorio per chi, nato in America, vuole definirsi Alpinista. “The Mountain” come la chiamano a
Seattle. Ma le cose non sono mai come ce le aspettiamo e quella scalata non sarà solo la conquista di una vetta.
Sarà un punto di non ritorno, un cammino impensato dentro alle profondità del loro legame, un viaggio che
durerà ben più dei 4 giorni impiegati per raggiungere la cima.
“La storia di Mike e Jim parla di qualcosa che tutti abbiamo conosciuto e con la quale prima o poi dobbiamo fare i
conti: la perdita, il lutto, la mancanza… e assieme quel dialogo, silenzioso e profondo che continuiamo ad avere
con le persone che non sono più con noi ma che in qualche modo… continuano a essere con noi.”
Jacopo Bicocchi e Mattia Fabris

DOMENICA 15 MARZO ORE 17.00


SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
THE BOX
di Chiara e Isabella Valli
Musiche di Isabella Valli Arrangiamenti Roberto La Fauci
Direzione artistica Chiara Valli, Anna Rita Larghi, Alessandro Velletrani
coreografie Anna Rita Larghi
Spettacolo musicale con Young people dancing di Anna Rita Larghi
Concept show che nasce e si sviluppa intorno all’oggetto scatola e al suo valore simbolico. Si, proprio intorno al
classico scatolone di cartone, quello per imballaggi color carta da pacco.
Scatola intesa come quel luogo concreto o figurato che, seppur in apparenza fragile, può essere paragonato
all’uomo e al suo corpo. Scatola che può trasformarsi in uno “scrigno prezioso”, custode del grande tesoro di
pensieri e idee. Scatola che può rappresentare il mondo virtuale e il suo rapporto con il reale. Scatola che può
aprirsi o chiudersi al mondo simboleggiando la modalità di relazione con gli altri. Spalancata alla realtà o chiusa
in se stessa.
Le avventure di Gio, Emma e Fix , tre ragazzi coetanei alle prese con le prime esperienze nel mondo del lavoro,
sogni da afferrare e desideri da raggiungere , vecchie e nuove amicizie da consolidare, “antichi mostri “ da
sconfiggere e primi amori.

11
SABATO 21 MARZO ORE 21.00
EVENTO OSPITE
In occasione della Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime
innocenti delle mafie
FIMMINA
Il Coraggio di Essere Donna
ideazione e coreografie di Mattia Cuda e Adele Di Giovanni
con la collaborazione di danzatori del MAADE Study Project
Molti ignorano l’importanza della figura femminile all’interno della lotta antimafia. Come disse Nando dalla Chiesa,
l’antimafia è donna ed è di donne che tratta questo spettacolo di danza. “Fimmine” che per amore hanno sfidato la
mafia e che con il loro coraggio hanno lasciato qualcosa di concreto alla società.
Attraverso i ricordi di queste figure, ripercorreremo i tratti di una Sicilia messa in ginocchio, rivivremo le loro paure,
le angosce, la rabbia e la voglia di giustizia che hanno caratterizzato questi personaggi. Tutte combattenti, ma
nessuna realmente vincitrice. Poiché vincere qualcosa che non sai nemmeno di dover combattere è davvero la sfida
più grande.
Quattro donne, quattro storie che fuoriescono dalla macchina fotografica di Letizia Battaglia, immortalate in
momenti diversi della loro vita. Lo scenario si apre proprio su queste immagini di vita, che si sviluppano e le vite di
queste donne iniziano a snocciolarsi una alla volta.
Tutto sarà cullato dalle note dell'intramontabile Mia Martini, voce iconica e graffiante della nostra epoca, piena di
dolore e rabbia.

VENERDÌ 27 MARZO ORE 21.00


SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
TRECITAL
Spettacolo di musica, comicità, poesia
di e con Rafael Didoni, Germano Lanzoni, Flavio Pirini
testi e musiche di Rafael Didoni, Germano Lanzoni, Flavio Pirini
Recital [re'ʧital] sm [inglese] concerto o spettacolo teatrale, di prosa o arte varia, tenuto da un solo interprete.
Rafael Didoni, conduttore e comico ma anche cantautore, attore, poeta e speaker radiofonico di RMC, protagonista
della comicità underground milanese dal 1995. Nasce sul palco dello Scaldasole, fonda il gruppo Democomica e
conduce il laboratorio artistico di Zelig; Germano Lanzoni, attore, comico, speaker, autore, docente, formatore,
consulente e produttore, cresciuto tra gli spazi off, teatri e locali di cabaret di Milano. Voce ufficiale del Milan, attore
del Terzo Segreto di Satira e, da pochi anni, attore principale del fenomeno social “Il Milanese Imbruttito”, ruolo che
gli è valsa la notorietà a livello nazionale trasformandolo nell'archetipo dell'imbruttito.
Flavio Pirini, cantautore e attore, Premio Gaber 2008. Pur appartenendo al mondo della canzone d’autore, la
passione per il comico lo ha portato a miscelare elementi poetici e ironici. Accanto ai lavori discografici, un'intensa
attività live e teatrale. Ha fatto parte dello Scaldasole ed è tra i fondatori del Caravanserraglio, scene underground
milanesi da cui sono nati molti artisti televisivi e teatrali.
Tre artisti “off”, tre giullari liberi, tre “cani sciolti”, tre fuoriclasse, si uniscono per uno spettacolo di alterne emozioni.
Canzoni d'autore e umoristiche, monologhi comici e di satira, battute a ruota libera e riflessioni poetiche. Un teatro-
canzone anomalo, che s'ispira alla tradizione dei grandi interpreti del genere.
Non un consueto racconto, quindi, ma un insieme di quadri, di fotografie dell'uomo nel suo attuale vivere e pensare.
Un recital appunto, anzi un Trecital

12
DOMENICA 29 MARZO DALLE 15.00 ALLE 19.00
GRAHAM2U
EVENTO OSPITE IDEATO DA ELENA ALBANO, APERTO A TUTTI
Chi era Martha Graham? Tutti potranno scoprirlo in un incontro con Elena Albano, una delle massime esperte della
tecnica Graham, e la compagnia Aconcoli Dance da lei diretta. Con un percorso multimediale teorico e pratico, il
pubblico sarà accompagnato nella storia di Martha Graham, pioniera della danza moderna americana. La tecnica di
danza da lei inventata – la Tecnica Graham™ – verrà narrata con dimostrazioni dal vivo ed esibizioni. Una lezione in
palcoscenico aperta a chiunque, senza limiti di età o competenze, permetterà di sperimentare direttamente i principi
e l’espressività di una tecnica unica al mondo.
A seguire, aperitivo nel foyer.
Possibilità di partecipare come semplici uditori o fare parte attiva della lezione

MERCOLEDÌ 8 APRILE ORE 21.00


SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
OPEN
Reading teatrale tratto da Open di André Agassi
Di e con Mattia Fabris e con Massimo Betti, chitarra elettrica
“Quando ho cominciato Open Di A. Agassi mai e poi mai pensavo che avrebbe potuto appassionarmi la biografia di un
campione di tennis, sport che, in tutta sincerità, non avendo mai praticato, non riuscivo a capire fino in fondo.
Sono rimasto folgorato. Open contiene tutti gli elementi di una vicenda avvincente, che tiene incollato il lettore fin dalle
prime pagine.” Mattia Fabris.
Agassi non è un tennista qualunque. E' stato il numero uno al mondo. Ma… Agassi odia il tennis.
Attraverso questo incredibile conflitto, Open racconta la storia non solo di un tennista, ma anche la storia di un uomo
che, mentre diventa inesorabilmente uno dei tennisti migliori di tutti i tempi, cerca di rispondere alla domanda
madre di tutte le domande: "Chi sono io? Chi è l'uomo André Agassi?”. Una domanda con la quale ogni uomo, più
volte nel corso della vita, si trova a confrontarsi. Così Open diventa storia universale, epica, commovente, ricca di
suspense, e quanto mai appassionante. Un celebre passaggio di Salinger nel Giovane Holden recita così: "I libri che mi
piacciono di più sono quelli che quando li hai finiti di leggere vorresti che l'autore fosse un tuo amico per la pelle e
poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira."
Niente di più vero dopo aver letto Open!

SABATO 25 APRILE ORE 21.00


CHI HA PAURA DI MATTEI?
Di e con Davide Verazzani
Produzione Oltheatre
Chi era davvero Enrico Mattei? Il partigiano cattolico, vigoroso e infaticabile, in grado di risollevare l’industria
italiana nel dopoguerra? Il genio solitario che ha visto il futuro in un cane a sei zampe? O il furbo manipolatore, che
ha piegato ai suoi interessi l’intera politica italiana?
Forse, un intreccio di queste tre cose. Che ne porta a una quarta, indescrivibile e sfuggente come le sue idee, sempre
al di là della normalità, dissidente in un mondo di conformismo.
Idee che hanno fatto paura. E che, molto probabilmente, farebbero tremare i polsi anche oggi.
Raccontarne la vicenda vuol dire anche ragionare su quanto futuro c’era nel nostro passato.
Evento gratuito a cura della Città di Peschiera Borromeo e Oltheatre

13
SABATO 2 MAGGIO ORE 21.00
SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
SENZA PASSARE DAL VIA
Di e con Davide Verazzani
Produzione Oltheatre

Imprevisti, Probabilità, Parco delle Vittorie, Vicolo Corto….


Alzi la mano chi non ha mai giocato a Monopoli in vita sua.
Pochi sanno che la storia del più famoso gioco da tavolo è oscura e ambigua, quasi quanto le trame e le strategie
che si svolgono intorno al tabellone.
Raccontarne le vicende significa entrare in un impensabile labirinto fatto di teorie libertarie, gioco d’azzardo,
amicizie perdute, cause milionarie.
Significa ragionare su quanto siano i giochi a produrre la realtà, e non viceversa.
Significa, infine, incontrare una donna che all’inizio del XX Secolo inventò un gioco per riflettere sulle storture
del capitalismo, seguirne le speranze fallite, e scoprire quanto il mondo avrebbe potuto essere diverso.

SABATO 9 MAGGIO ORE 21.00


DOMENICA 10 MAGGIO ORE 16.00
SPETTACOLO IN ABBONAMENTO
LABOTTEGA IN SCENA
Spettacolo musicale conclusivo del percorso LABottega 2019 - 2020
Con gli apprendisti adulti, adolescenti e bambini di LABottega e la Compagnia Oltheatre
Iscrizioni aperte fino a dicembre 2019

14
CINEMA > CineWeekEnd e CinEventi
Film per tutti, per passare una serata o un intero pomeriggio con amici, figli,
parenti, genitori. Film trasversali che possono appassionare tutte le
generazioni.

CineMartedì
In collaborazione con Progetto Lumiere; il “Critico di Marte”, Marco Valletta;
incontri con Associazione ARCI l’Isolachenonc’è APS, Progetto Work Out; Città
di Peschiera Borromeo.
Film d’autore tutti i martedì alle 21.00, una rassegna di titoli che vi faranno
incontrare una persona, un ideale, un sogno.
Cinema è bellezza, cinema è sogno, cinema è viaggio, cinema quest’anno è,
soprattutto, incontro. E l’incontro è il tema dei film del CineMartedì! Incontro
è passare al cinema un pomeriggio con tutta la famiglia. Incontro è ascoltare
una presentazione o discutere su una tematica. Incontro è anche gustare un
aperitivo o un caffè, chiacchierando nel foyer. Oltheatre, non una sala
cinematografica, ma un luogo di socializzazione? Venite a scoprirlo!

martedì 5 novembre 2019 LA DONNA ELETTRICA 2018, regia Benedikt Erlingsson

martedì 12 novembre 2019 LE INVISIBILI. 2019, regia Louis Julien Petit

martedì 19 novembre 2019 L'AFFIDO, UNA STORIA DI VIOLENZA 2018, regia Xavier Legrand

martedì 26 novembre 2019 IL TRADITORE. 2019, regia Marco Bellocchio

martedì 3 dicembre 2019 MARTIN EDEN. 2019, regia Pietro Marcello

martedì 10 dicembre 2019 TUTTI PAZZI A TEL A AVIV . 2019, regia Sameh Zoabi

martedì 17 dicembre 2019 EDISON- l’uomo che illuminò il mondo. 2019, regia Alfonso Gomez- Rejon

martedì 7 gennaio 2020 SELFIE DI FAMIGLIA. 2019, regia Lisa Azuelos

martedì 14 gennaio 2020 L'AMOUR FLOU - COME SEPARARSI E RESTARE AMICI. 2019, regia Romane
Bohringer, Philipe Rebbot

martedì 21 gennaio 2020 MARADONA. 2019, regia Asif Kapadia

martedì 28 gennaio 2020 ANNE FRANK Vite Parallele. 2019, regia Sabina Fedeli, Anna Migotto

martedì 4 febbraio 2020 BURNING - L'AMORE BRUCIA. 2019, regia Lee Chang-dong

15
martedì 11 febbraio 2020 E POI C'E' KATHERINE. 2019, regia Nisha Ganatra

martedì 18 febbraio 2020 I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA. 2019, regia Claude Lelouch

martedì 25 febbraio UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK. 2019, Woody Allen

martedì 3 marzo IL VERDETTO. 2018, regia Richard Eyre

martedì 10 marzo LA VITA INVISIBILE DI EURIDICE GUSMAO. 2019, regia Karim Ainouz

martedì 17 marzo DIO E' DONNA E SI CHIAMA PETRUNIJA. 2019, regia Teona Strugar Mitevska

martedì 24 marzo LA MAFIA NON E' PIU' QUELLA DI UNA VOLTA. 2019, regia Franco Maresco

martedì 31 marzo LOU VON SALOMÈ. 2019, regia Cordula Kablitz-Post

martedì 7 aprile ANTROPOCENE- L’epoca umana. 2019, regia Edward Burtynsky, Jennifer Baichwal,
Nicholas de Pencier

Kablitz-Post

martedì 14 aprile LE GRAND BAL. 2019, regia Leatitia Carton

martedì 21 aprile CATS. 2019, regia Tom Hooper

martedì 28 aprile NUREYEV - THE WHITE CROW. 2019, regia Ralph Fiennes

16
Prezzi biglietti singoli
Biglietti singoli spettacoli da 5 a 25 euro
Biglietti singoli CineWeekend, CineEventi, CineMartedì da 4 a 7
Capodanno 30 euro intero, 28 euro riduzione, 25 euro bambini o gruppi (escluso
aperitivo a buffet, compreso aperitivo di benvenuto)

Convenzioni e sconti
Le riduzioni sono nominative e non cumulabili
In fase di prenotazione o acquisto è necessario esibire il documento che attesti il diritto alla riduzione

Riduzioni generica, applicabile a:


Ragazzi dai 14 fino ai 26 anni (carta d’identità)
Studenti e universitari (tesserino)
Over 60 (carta d’identità)
Persone con disabilità (Legge 104)
Insegnanti (carta d’identità)
Militari e forze dell’ordine non in servizio (tesserino)
Residenti Comune Peschiera Borromeo (carta d’identità)
Dipendenti Comune di Peschiera Borromeo (tesserino)
Enti convenzionati con il Comune (tessera associativa)
Biblioteca Comunale (tesserino)
Centri Anziani di Peschiera Borromeo (tesserino)
Associazioni di Peschiera Borromeo iscritte all’Albo Comunale
Tesserati Oltre Spettacoli (tessera associativa)

Riduzione speciale, applicabile a:


Iscritti alla Newsletter (mail o sms/WhatsApp ricevuti da Oltheatre )
Enti convenzionati Oltheatre (con convenzione firmata)

Riduzione gruppi applicabile a:


Gruppi oltre 10 persone (previa prenotazione telefonica)

Riduzione Bambini e Ragazzi applicabile a:


Bambini e ragazzi (dai 4 ai 13 anni)

Scuole
Oltheatre è a disposizione di scuole di ogni ordine e grado per l’organizzazione di: proiezioni
cinematografiche, eventi teatrali, letture animate o laboratori teatrali inseriti in un percorso didattico
con la possibilità di supporto per dibattiti a fine proiezione, schede dei film con sinossi e itinerari
didattici

17
18