Sei sulla pagina 1di 39

TECNICHE COSTRUTTIVE E PRINCIPI DI RESTAURO

ARCHITETTONICO
A
A mezzo di due obelischi, posti uno a Siene ed un altro ad Alessandria d'Egitto, nel
periodo alessandrino Eratostene misurò il meridiano terrestre

C
Con il termine S.A.P. si intende un solaio armato prefabbricato

Con il termine vernacolare di "cavalla" si intende


il telaio del ponteggio prefabbricato

Con l'aumentare del tenore d'acqua in genere, la resistenza del calcestruzzo:


diminuisce

Con le meridiane gli antichi potevano effettuare solo misure di tempo

D
Denominasi "cemento armato" un conglomerato artificiale rinforzato da armature
metalliche; questo composto è una massa elastica di resistenza:
superiore ai due materiali costituenti presi separatamente

G
Gli ancoraggi dei ponteggi a tassello meccanico in un edificio storico in muratura con
solai dalle travatutre metalliche possono essere realizzati in corrispondenza della
muratura portante dopo averne verificato la resistenza a strappo

I
I mattoni formati con l'argilla per solidificare:
possono essere sia cotti in appositi forni, che lasciati essiccare al sole

I pilastri in ferro ad elevato grado di snellezza, quando soggetti al carico di punta (a


compressione): devono essere verificati in merito alla stabilità dell'equilibrio elastico

I saettoni in una capriata in legno:


possono non essere presenti, se la capriata copre un ambiente di luce assai limitata ed i
puntoni hanno una adeguata sezione resistente a pressoflessione.
I vibratori per i getti di cemento armato possono essere: ad aria compressa (azionati
da compressori di vario tipo) oppure meccanici azionati da motori elettrici

Il baculo o bastone di Giacobbe è


uno strumento impiegato in particolare dagli ingegneri militari del Rinascimento

Il banchinaggio è una struttura in tubo e giunto posta alla base di un ponteggio


prefabbricato utile quando il piano di appoggio è inclinato

Il capitello corinzio ha le foglie di acanto

Il capitello dorico ha l'echino e l'abaco

Il carbone e la lignite, contenuti nella sabbia, nel getto di cemento armato:


migliorano la qualità intriseca del getto stesso

Il cemento al momento del getto viene vibrato al fine di:


ottenere una massa fluida omogenea di massime densità e compattezza, costipata
bene avviluppata ai ferri di armatura. In tal modo si eliminano anche perniciose bolle
d'aria che minerebbero l'omogenea distribuzione dell'impasto nei casseri

Il chiostro è un quadripotico con giardino che connota gli spazi adiacenti alle chiese ed
interni ai conventi

Il corobate è uno strumento di misurazione e rilievo impiegato dagli antichi Romani per
tracciare gallerie e stabilire la pendenza degli acquedotti

Il cubito è la distanza dalla punta del gomito alla punta delle dita di un uomo

Il gesso è materiale chi si presta a realizzare:


stucchi ed elementi di plastica ornamentale all'interno degli edifici

Il legno lamellare è: un materiale ottenuto assemblando artificialmente più strati di


legname, onde configurare una sezione resistente di grandezza opportuna

Il metro corrisponde a la quarantamilionesima parte del meridiano terrestre

il monaco nelle capriate, in condizioni ordinarie, può essere:


teso, se la capriata è dotata di saettoni, oppure scarico
Il nartece è un luogo che precede l'accesso delle chiese paleocristiane ove durante le
funzioni stazionavano i fedeli non battezzati

Il piè dritto è l'elemento verticale di appoggio di un arco o di una volta


Il piede romano, raffrontato al sistema metrico decimale, equivale a circa 30 cm

Il ponteggio autosollevante è un tipo di ponteggio che si eleva grazie ad un sistema


motorizzato di cremagliere poste su pilastri componibili di pilastri reticolari

Il principio dei lavori virtuali è: un metodo per calcolare le reazioni vincolari di una
struttura, valutandone i potenziali spostamenti infinitesimi, immaginando che un
sistema, sotto l'azione di forze esterne si trasformi da isostatico in meccanismo labile

Il progetto specifico per un ponteggio redatto da ingegnere o da architetto è


necessario ogni qualvolta si vari lo schema precostituito di montaggio riportato nel
libretto del ponteggio stesso

il puntone nelle capriate, in condizioni ordinarie è: sollecitato a pressoflessione

Il raggio d'azione di uno scavatore cingolato è


la massima distanza tra la parte posteriore della macchina ed il braccio dotato di
cucchiaio o benna aperto alla massima estensione

Il ragno da cantiere è una piattaforma aerea semovente su cingoli

Il ragno è una piattaforma mobile semovente cingolata per interventi in quota

Il sistema metrico decimale è stato elaborato


nella Francia illuminista della fine del XVIII secolo

Il tavolato dei piani di un ponteggio può essere realizzato


sia in metallo che in legno

Il telaio ordinario di una impalcatura prefabbricata ha un peso compreso tra


tra i 75 e gli 85 kg

Il telaio prefabbricato per impalcature è largo 105 cm ed alto 200 cm

Il teodolite è una evoluzione della diottra dotato di cannocchiali

Il 'travetto Varese' è così chiamato


dal luogo di origine del suo brevetto e della sua produzione

Il tubo Innocenti delle impalcature è così chiamato


dal cognome del produttore che per primo lo ha brevettato

Il vantaggio primario, dal punto di vista statico della trave Warren, Formata da
triangoli accostati, consiste nel fatto che: lo schema statico permette di disporre il
materiale secondo le linee di massima concentrazione egli sforzi

In statica, con "metodo dei nodi" si definisce: un metodo di calcolo delle reazioni
vincolari e di determinazione delle tensioni nelle aste nelle travature reticolari

In una muratura di mattoni è bene che i giunti di due filari o ricorsi successivi
siano sfalsati

in un pilastro in cemento armato vi è il pericolo di flessione laterale ed occorre


calcolarlo come solido caricato di punta quando: il rapporto tra la dimensione
trasversale minima della sezione e la lunghezza, oltrepassa il rapporto 15

In un ponteggio a telai prefabbricati è possibile impiegare parti provenienti da diversi


costruttori e fabbricanti:
a mezzo dell'asseverazione di un tecnico abilitato, ingegnere od architetto che ne studi
la compatibilità morfologica dei componenti e ne valuti col disegno e col calcolo le
caratteristiche statiche, gli stati tensionali e le condizioni di equilibrio.

In un ponteggio a telai prefabbricati è possibile inserire parti in tubo e giunto:


previo il disegno ed il calcolo eseguiti da professionista abilitato (ingegnere od
architetto)

In una trave in legno è canonico che le fibre del materiale siano approssimativamente
orientate secondo la luce della stessa trave

L
L'acqua di impasto per i cementi deve risultare:
limpida ed il più possibile scevra da impurità

L'arco a tre cerniere è: lo schema statico dell'arco isostatico

L'argilla per formare mattoni è un materiale composto da: silice ed allumina

L'armatura spiraliforme in ferro in genere connota:


i pilastri in cemento armato a sezione circolare
L'armatura spiraliforme, nei pilastri in cemento armato, valutata ad intuito,
contrasta: lo spanciamento dovuto alla compressione

L'auto-betoniera è
un camion dotato di silos girante per il trasporto del calcestruzzo "fresco"
L'eidotipo è il termine con il quale i topografi indicano il disegno schematico di un
singolo elemento o di un insieme sul quale apporre le misure

L'obelisco presso gli antichi era lo gnomone di una meridiana

L'ordine architettonico composito nasce


dalla fusione dell'ordine corinzio con l'ordine ionico

L'ordine architettonico dorico classico è privo della base

L'ordine architettonico ionico ha l'echino, l'abaco ed il pulvino con le volute

La base attica ha due tori con la scozia

La 'bilancia' è costituita da
bracci metallici, contrappesi, corde metalliche e navicella sospesa nell'etere

La campata di un ponteggio prefabbricato ha dimensioni medie omologate di 180 cm

La capriata Polonceau è : Una struttura reticolare a due falde inclinate, costituita da un


insieme regolare e simmetrico di triangoli chiusi, ovvero aste collegate da cerniere,
ovvero tiranti e puntoni.

La catena delle capriate lignee, in condizioni ordinarie e negli esempi storici noti:
può trovarsi realizzata anche con un cavo di acciaio

la catena lignea di una capriata, in zona sismica, se opportunamente dimensionata:


oltre che canonicamente a trazione, può anche resistere a sollecitazioni anomale di
pressoflessione

La catena, nelle capriate, in condizioni ordinarie è: sempre tesa

La celerimensura è costituita da un insieme dei metodi e strumenti di rilievo indiretto


di un ente (terreno e/o edificio)

La centina è una struttura provvisionale effimera per gettare le volte

La chiesa paleocristiana è orientata con il catino dell'abside ad oriente

La controcatena la si trova: su alcune capriate di grande luce


La controcatena nelle capriate:
è sempre e comunque realizzata in un materiale di sezione resistente a compressione

La controcatena nelle capriate, in condizioni ordinarie è: Sollecitata a compressione

La cupola del Brunelleschi a Firenze può essere rappresentata in assonometria


a partire da un tamburo di forma ottagonale

La diottra è uno strumento di misurazione noto sin dall'epoca alessandrina costituito


da due goniometri: uno sul piano azimutale ed uno sul piano zenitale

La fascia marcapiano, nella facciata di un edificio scandisce i piani

La finestra ad edicola si chiama così


perché ricorda la forma di un piccolo tempio con il timpano
La gola dritta
è una particolare modanatura che connota le cornici classiche degli edifici

La groma è uno strumento costituito da quattro fili a piombo e degli apprestamenti di


traguardo per stabilire ad esempio l'ortogonalità dei tracciati viari

La mantovana nelle impalcature è un dispositivo a sbalzo atto ad evitare la caduta al


suolo di oggetti dai piani del ponteggio stesso

La muratura: resiste eminentemente a compressione

La paglia può essere aggiunta all'argilla dei mattoni:


come elemento di rinforzo strutturale

La planimetria dell'area di cantiere è un disegno quotato e ben definito da allegarsi per


legge al piano di coordinamento della sicurezza

La Porta Maggiore o Labicana in Roma ha due fornici principali di passaggio

La prospettiva può essere centrale, a quadro inclinato, a due punti di fuga

La tegola alla marsigliese è così detta: perché concepita da Xavier Gilardoni nel XIX ,
che cedette in seguito il brevetto ad industriali di Marsiglia
La tesa equivale a la distanza misurata dalla punta delle dita di un uomo che estende al
massimo le braccia

La trave appoggiata agli estremi, considerata labile è rappresentata secondo il


seguente schema statico: carrello,linea d'asse, carrello

La trave incastrata ad un estremo (isostatica) è rappresentata secondo il seguente


schema statico: incastro, linea d'asse
La trave semplicemente appoggiata agli estremi (isostatica) è rappresentata secondo
il seguente schema statico: carrello, linea d'asse cerniera

La trave Warren è: una trave reticolare formata da correnti e diagonali, senza montanti

La vermiculite: è un minerale costituito da silicato di alluminio, ferro, magnesio, altri


metalli, usato come isolante termico

La volta ad ombrello è una particolare volta radiale a coste e vele che può essere
impiegata per la copertura delle absidi a pianta poligonale o semicircolare

Le antiche unità di misura, antecedenti il sistema metrico decimale, possono definirsi


antropometriche

Le dimensioni ordinarie di un mattone sono dettate da: le dimensioni della mano

Le travi reticolari Pratt ed Howe rispetto alla trave Warren hanno:


i montanti verticali, oltre ai diagonali ed ai correnti

Lo gnomone è un elemento imprescindibile perchè possa funzionare una meridiana

Lo schema statico dell'arco a due cerniere è: quello di un arco iperstatico

Lo stabilizzatore sulle macchine da cantiere è un appoggio mobile oleodinamico a


stantuffo atto a garantire la stabilità della macchina in opera

N
Nei solai armati prefabbricati il cemento veniva inserito a pompa nei tubuli di laterizio

Nel getto di cemento armato l'acqua troppo calda: accelera la presa

Nel getto di cemento armato l'acqua troppo fredda: ritarda la presa

Nell'effettuare il rilievo di un centro storico con il teodolite o la stazione totale


le guglie dei campanili

Nell'impasto del cemento armato la sabbia ha:


notevole influenza sul valore dell'impasto
Nella buona tradizione dei mastri di cantiere, durante i periodi di grande calore
l'acqua di impasto: va mantenuta comunque costante
Nella preparazione dell'impasto per il cemento armato la sabbia:
deve contenere pirite, particelle terrose e vegetali
deve contenere il giusto numero di sostanze vegetali

Nella sezione di una trave orizzontale, all'aumentare dell'altezza della sezione stessa
nella direzione dei carichi agenti e quindi del momento di inerzia si ottiene:
una maggiore capacità di contrastare il momento flettente

Nello studio degli ordini architettonici il capitello "composito" è: il capitello che


connota l'ordine composito, ovvero una miscellanea tra l'ordine corinzio e lo ionico

P
Per mostrare i principi della prospettiva, Filippo Brunelleschi nel 1400 a Firenze si
serve di un dipinto di un'immagine tridimensionale ed uno specchio

Q
Quale dei seguenti materiali, in fase di presa e maturazione anziché ritirasi si dilata ?
il gesso l'argilla la calce idrata il cemento

S
Se si interrompe la stilata di un ponteggio prefabbricata è necessario il progetto

Si definisce 'inganno prospettico'


una vista tridimensionale dipinta sullo sfondo di una parete ad affresco

Si definisce pervibrazione:
la vibrazione interna del cemento, con apparecchi immersi nella massa stessa del getto

Si definiscono barre ad aderenza migliorata:


i tondini di armatura delle strutture in calcestruzzo armato, appositamente sagomati
per evitare scorrimenti tra metallo ed impasto cementizio

Sulla facciata di un edificio storico connotato da notevoli aggetti delle fasce


marcapiano e dei cornicioni può essere utile
realizzare l'interruzione di stilata in corrispondenza di tali aggetti
U
Un arco rappresentato con linea d'asse continua ed incastrato agli estremi è:
iperstatico (verificare)

Un elemento definito puramente come tirante in statica: resiste solo a trazione

Un pilastro può sostenere sia un architrave sia a mezzo di un pennacchio i carichi di una
cupola o una volta a crociera

Un punto fiduciale è un elemento dalla posizione certa ed invariante alla quale riferirsi
nelle stazioni di rilevamento

Un solaio a nervature incrociate può essere realizzato:


sia con putrelle in ferro che con travi in cemento armato

Un solaio armato prefabbricato costituito da laterizi con più ordini di tubuli, armatura
in ferro innervata e calcestruzzo pompato all'interno dei canali al momento della
messa in opera atto a coprire un ambiente di 5 x 5m può degradarsi se
viene costantemente imbibito dalle acque piovane ed il ferro si ossida e si corrode

Un solaio in laterizi e travetti di ferro (altezza dell'anima variabile da 15 a 19 cm)


disposti ad interassi regolari di circa 75 cm su di una luce di 4,5 m in una casa di civile
abitazione ha una portanza media di 250 kg/m2 di carico accidentale

Un solaio latero cementizio può essere costituito da


laterizi forati e strutture portanti in cemento armato prefabbricate o gettate in opera

Un solaio tradizionale in legno può essere costituito da


orditura primaria in legno, orditura secondaria in legno, tavelle o mezzane in laterizio

Una mantovana a quattro pedane metalliche ha dimensioni di 200 cm

Una piattabanda è basata su principi di funzionamento statico equivalenti a :


quelli dell'arco

Una putrella in ferro a doppio "T":


è costituita dall'anima metallica e dalle ali, poste alle etremità della stessa anima

Una singola pedana metallica da ponteggio ha dimensioni minime di 50 cm


Una trave reticolare in teoria viene concepita per sostenere: carichi ripartiti sulle aste
Una trave reticolare può essere realizzata:
sia in legno, che in ferro, che in cemento armato

Una volta a botte può essere realizzata


sia in mattoni, con conci di pietra oppure con apposito getto in calcestruzzo

Una volta a padiglione è un sistema in uso diffuso sia in edifici antichi che moderni
Aperte
D
Descrivere con schizzi, disegni e brevi didascalie perché l'arco a tutto sesto è così
denominato.
L'arco a tutto sesto (sesto è l'antico nome del compasso) è un tipo di arco
contraddistinto da una volta a semicerchio
Descrivere con schizzi, disegni e brevi didascalie l'impianto di una cattedrale
paleocristiana.
Planimetria di base rettangolare suddivisa a 3 navate, ingresso su lato corto a ovest e
altare sul lato dell’abside ad est, fedeli e officiante rivolti a est verso il paradiso.

Descrivere con schizzi e disegni in pianta in prospetto e in assonometria una volta


detta a "coste e vele".
Forma di cupola ma formata da spicchi tipo “duomo di Firenze”

Descrivere i meccanismi di collasso di una volta a tutto sesto con brevi didascalie e
disegni.
Descrivere in quanti modi, in relazione alla facciata di un edificio storico, è possibile
realizzare lo sbalzo sul montante interno di un ponteggio.

Descrivere la forma di una centina con schizzi e disegni per costruire un arco a tutto
sesto.
Descrivere un organismo a pianta centrale con copertura a cupola, sia esso chiesa o
battistero.
La cupola è una volta a calotta con perfetta simmetria centrale, con base tipicamente
circolare.
Una cupola in architettura è edificata con conci trapezoidali detti cunei, i cui giunti (i
sottili interspazi tra pietra e pietra o mattone e mattone) sono orientati verso un unico
centro, la base su cui poggia la cupola può essere fatta di muri continui oppure da archi
su piedritti.
Disegnare una capriata in legno per la copertura di ambienti dalla grande luce, dotata
di controcatena e se ne descrivano le caratteristiche fondametali.
La controcatena collega i puntoni in punti intermedi e supporta gli stessi al fine di
prevenire l’inflessione scaricando tutto sul monaco.

Disegnare particolari di incastro e nominare tutti gli elementi

Disegnare una capriata Polonceau in acciaio ed indicarne le caratteristiche


fondamentali.

La capriata tipo "Polonceau" è una capriata realizzata con una struttura reticolare
composta da 2 correnti superiori inclinati, su questi correnti si realizzano poi due
strutture reticolari aventi la geometria di una capriata inglese disposte con il colmo
verso l'interno della capriata stessa e collegati tra loro da un elemento teso che
costituisce la parte centrale del corrente inferiore.
aste compresse (in rosso) le aste tese (in blu) e le aste scariche (in grigio).
Disegnare particolari di incastro e nominare tutti gli elementi

I
In base ai principi della statica grafica, confrontare l'arco a tutto sesto con l'arco a
sesto acuto, mettendo in evidenza come muta nei due sistemi la spinta sui
piedritti.
P
Parlare dell'importanza della barriera al vapore nei sistemi di coibentazione.
Si descrivano i potenziali sistemi di coibentazione di una palazzina degli anni 1950,
analizzando i possibili metodi di isolamento a cappotto per edifici in
cemento armato dotati di balconi.
Negli anno cinquanta le tipologie costruttive non prevedevano la presenza di
isolamento termico nella tamponatura esterna e quindi gli edifici di quell’epoca non
presentano alcuna caratteristica isolante.
Un isolamento a regola d’arte dovrebbe essere fatto esternamente all’edificio così da
evitare riduzione degli spazi interni all’edificio, lavori onerosi che riguarderebbero il
rifacimento parziale delle superfici esterne e maggiore riduzione di ponti termici, un
esempio è l’isolamento a cappotto, ove non fosse possibile operare all’esterno
dell’edificio si può prevedere degli interventi interni.

S
Si descriva a mezzo del sistema della trilaterazione il rilievo della pianta di una chiesa
a tre navate con abside, transetto e colonne.
Il rilievo per trilaterazione si basa sul principio dell’indeformabilità del triangolo. Date
le misure dei lati ci sarà infatti una sola configurazione che corrisponde alle misure
date.
DESCRIVERE LA PROCEDURA DI RILIEVO SECONDO LOGICA, SCOMPONENDO GLI
AMBIENTI, SCOMPONENGO GLI ELEMENTI TIPO ABSIDE, ECC.

Si descriva come utilizzare il teodolite per il rilievo dell'intradosso e dell'estradosso di


una cupola.
Ci si pone internamente per misurare l’intradosso ed esternamente per misurare
l’estradosso, il collegamento tra i due rilievi può essere realizzato prendendo in
considerazione alcuni punti presenti all’ingresso dell’edificio e punti esterni all’edificio
ma visibili dall’interno.

Si descriva il rilievo dei punti principali della facciata di una chiesa a mezzo del
teodolite.
Si descriva una meridiana con brevi didascalie e disegni.
La meridiana si utilizza per la misurazione del tempo basandosi sulla posizione del sole
e ciò che essa comporta in un dato punto sulla superficie terrestre.
La meridiana è costitutita da un asta detta
etta gnomone che illuminata dal sole proietta la
propria ombra su un quadrante detto piatto, opportunamente sezionato determinando
l’orario ad un dato istante, quando l’ombra è nulla o minima durante il giorno si ha il
mezzogiorno, dal punto di vista annuale le l’ombra è nulla o minore durante il solstizio
d’estate mentre maggiore durante il solstizio d’inverno.
Si descriva una volta a botte lunettata con didascalie e schizzi.
La volte a botte lunettata è formata dall’intersezione di volte a botte con raggi diversi
ma con assi perpendicolari, generalmente la volta con il raggio maggiore rappresenta
l’elemento di copertura di un elemento architettonico ed è detto principale, l’altra di
raggio minore è detta secondaria ed è utile per la realizzazione di aperture
perture laterali.

Si descriva una volta a crociera con didascalie e schizzi.


La volta a crociera è formata dalla intersezione longitudinale di due volte a botte
Si descriva una volta a padiglione con brevi didascalie e schizzi.

Si descrivano con disegni e didascalie i principi "brunelleschiani" della prospettiva.

Si descrivano gli strumenti di misura antichi e tradizionali in auge sino ai primi del
1900.

Si descrivano i metodi di impermeabilizzazione di un lastrico solare giacente su di un


solaio latero cementizio. Si disegni il solaio con il sistema sinteticamente indicato 'in
sezione assonometrica'. Per impermeabilizzare un lastrico solare partendo dal solaio in
latero-cemento si applica
nell’ordine:
barriera al vapore , Pannello
isolante , guaina isolante
impermeabilizzante , sabbia ,
cartone imbitumato, massetto, pavimentazione

Si descrivano i metodi di rilievo diretto della facciata di un edificio.


RILIEVO DIRETTO (LONGIMETRICO) per trilaterazioni e poligonali :effettuato
dall’operatore con l’ausilio di semplici strumenti di misura,quali il metro, le aste
metriche, filo a piombo, livello ad acqua, ecc...Il rilievo diretto è impiegato nella
maggior parte dei rilievi architettonici, come base da integrare eventualmente con le
altre procedure. Indispensabile per rilevare piante e sezioni.

Si descrivano i metodi di rilievo indiretto di una facciata di un edificio.


RILIEVO INDIRETTO (FOTOGRAMMETRICO): effettuato con macchine da ripresa e
strumenti, detti restitutori, che permettono di estrarre, dai fotogrammi informazioni
atte a costruire direttamente un modello geometrico dell’oggetto.

Si descrivano i principali procedimenti di produzione dei mattoni dall'epoca assiro-


babilonese sino ai nostri giorni.
I primi procedimenti di cottura dei mattoni si trovano nei resti delle civiltà assiro-
babilonesi, considerato i costi di produzione i mattoni erano lasciati a faccia vista;
I romani usavano il cotto in terra cruda per la realizzazione dei mattoni di copertura,
questa tipologia di mattoni imponeva la realizzazione di muratura maggiormente
spessa, il laterizio da noi conosciuto nacque in tarda epoca romana, l’ultima evoluzione
dei mattoni si ebbe in India durante gli anni settanta con la diffusione dei mattoni in cls,
ottimi per le proprietà termiche.

Si descrivano i sistemi di precompressione del cemento armato.


La precompressione si divide in: a cavi pre-tesi o a cavi post-tesi.
Sistemi a cavi pre-tesi
Nel sistema di precompressione a cavi pre-tesi i cavi sono posizionati e tesi prima del
getto mediante due supporti fissi ed esterni all’opera in CAP, dopo la maturazione del
conglomerato le armature sono svincolato dagli ancoraggi fissi, il conseguente
accorciamento elastico del cavo viene contrastato dal calcestruzzo consolidato al quale
viene trasferito per aderenza lo sforzo di compressione.
Sistemi a cavi post-tesi
Nel sistema di precompressione a cavi post-tesi, le armature non stressate sono infilate
dentro le guaine presenti nel conglomerato cementizio già gettato e maturato, dopo la
posa i cavi sono tesati con dei martinetti idraulici, l’aderenza armatura conglomerato è
realizzata mediante inserimento di malta ad alta pressione.
Questo sistema di precompressione viene utilizzato principalmente per la realizzazione
di travi di grande luce quali ad esempio gli impalcati da ponte.
Si descrivano le antiche unità di misura antropometriche e si pongano in relazione
con il sistema metrico decimale.
Piede circa 28 cm; Braccio circa 40 cm; Tede circa 83 cm; Palmo circa 20 cm
Si descrivano le caratteristiche fondamentali del legno lamellare.
Il legno lamellare è un materiale strutturale molto solido e resistente prodotto
incollando delle tavole di legno stabilizzate igrometricamente.
È un materiale composito, costituito essenzialmente di legno naturale, di cui mantiene i
pregi (tra i principali ricordiamo l'elevato rapporto tra resistenza meccanica e peso ed il
buon comportamento in caso di incendio), ma è anche un prodotto nuovo, realizzato su
scala industriale, che attraverso un procedimento tecnologico di incollaggio a pressione
riduce i difetti propri del legno massiccio.
Le fasi della produzione consistono nella riduzione del tronco in lamelle e nella loro
ricomposizione tramite incollaggio a caldo e sotto pressione, le lamelle sono
posizionate tra loro con venatura contrapposta così da garantire una maggior
uniformità nella resistenza della trave.

Si descrivano le differenze fondamentali tra la diottra ed il teodolite.


La diottra ha la funzione di mirino che misura punti, angoli o posizioni contenuti in un
piano orizzontale (azimutale).
Il teodolite , misura posizioni, angoli o punti in ogni piano, sia orizzontale che verticale
(zenitale).

Si descrivano le principali caratteristiche di una muratura tradizionale realizzata con


blocchi e bozze di tufo e ricorsi di mattoni pieni o semipieni come piani di
stabilizzazione. Si disegni un tale apparechio murario in sezione e di prospetto.

Si disegni in assonometria lo schema di massima di una copertura a coppo e


sottocoppo per un tetto a falde inclinate.
Si disegni nelle dovute proporzioni una tegola alla marsigliese accanto ad un coppo
romano con un embrice: se ne descrivano le principali differenze, i pregi ed i difetti.
Le tegole marsigliesi, sono di forma rettangolare piana, con scanalatura centrale e
rialzo laterale per l'incastro. A differenza di coppi ed embrici presentano un doppio
punto d'incastro, orizzontale e verticale, per evitare l'ingresso di troppa aria in caso di
forte vento e proteggere dalle infiltrazioni d'acqua.
Gli incastri di sovrapposizione garantiscono anche una buona tenuta all'acqua e offrono
la possibilità di conformare anche tetti di forma particolare, come quella curva, gli altri
punti di forza sono il minor peso, il minor costo e la facilità di sostituzione.
La tegola romana o embrice ha una forma trapezoidale ed è piana, con i lati obliqui
caratterizzati da bordi rialzati. Riprende la forma classica della tegola tramandata da
Vitruvio e dalla trattatistica antica.
Si dispone in file allineate, alternate con i coppi, con la concavità rivolta verso il basso,
che si va a sovrapporre proprio con questi bordi, la lunghezza è di circa 42 cm; la
larghezza del bordo superiore è di 18 cm, quella del bordo inferiore di 14 cm.

Si disegni un solaio in laterizio e ferro, con voltine di mattoni disposti in foglio.


Si disegni un solaio ligneo tradizionale, in assonometria, a doppia orditura, mezzane e
cassettoni scorniciati alla regola.
Si disegni una capriata
ta lignea con la catena di lunghezza minima 10 m.

Si disegni una tegola portoghese accanto ad una tegola alla marsigliese, nelle dovute
proporzioni: si confrontino questi due elementi di copertura.

Le tegole marsigliesi, sono di forma rettangolare piana, con scanalatura centrale e


rialzo laterale per l'incastro. A differenza di coppi ed embrici presentano un doppio
punto d'incastro, orizzontale e verticale, per evitare l'ingresso di troppa aria in caso di
forte vento e proteggere dalle infiltrazioni d'acqua.
Gli incastri di sovrapposizione garantiscono anche una buona tenuta all'acqua e offrono
la possibilità di conformare anche tetti di forma particolare, come quella curva, gli altri
punti di forza sono il minor peso, il minor costo e la facilità di sostituzione.
tegole portoghesi hanno una forma rettangolare e sono formate da una parte piana e
una curva, rivolta con la concavità verso il basso.
La parte piana della tegola garantisce il corretto deflusso e scorrimento delle acque
piovane, mentre alla curva è demandato il compito di consentire al tetto una giusta
resistenza, oltre a conferire il caratteristico aspetto estetico ondulato, come le tegole
marsigliesi, presentano il vantaggio di avere un doppio punto di incastro, orizzontale e
verticale. le dimensioni sono all'incirca di 40 cm in larghezza e 25 in lunghezza.

Si disegni una trave in cemento armato in condizioni di semi incastro agli estremi
indicandone l'armatura di base distinta in ferri a 45° resistenti al taglio,
staffe e restanti parti dell'armatura.

Si disegni una trave Warren in acciaio e se ne descrivano le caratteristiche basilari.

aste compresse (in rosso) le aste tese (in blu) e le aste scariche (in grigio).
Disegnare particolari di incastro e nominare tutti gli elementi
La capriata tipo "Warren" è una capriata realizzata con
una struttura reticolare composta da un corrente
superiore orizzontale o poco inclinato, da un corrente
inferiore orizzontale e da aste di parete consistenti in
montanti ortogonali al corrente inferiore e diagonali
disposti in modo alternato in modo da risultare uno
teso e l'altro compresso. I montanti possono anche non essere presenti.

Si elenchino i principali tipi di laterizi forati per la messa in opera di solai in ferro e
materiale fittile.
Secondo la modalità di posa si dividono in: blocchi per solai da gettare in opera, quelli
per travetti prefabbricati e quelli per elementi prefabbricati;
secondo la funzione statico si hanno: blocchi di alleggerimento e blocchi collaboranti
alla funzione statica.
Tra le tipologie in commercio si citano: la pignatta per solai in opera, la pignatta
interposta e la volterrana.

Si faccia un esempio di verbale di coordinamento nel caso di piano di sicurezza


redatto per il restauro di un edificio storico, con didascalie, schizzi e disegni.
Il verbale di coordinamento certifica le riunioni di coordinamento che si hanno
periodicamente in cantiere promosse dal coordinatore per l’esecuzione dei lavori con i
soggetti responsabili della sicurezza.
Il verbale descrive la situazione dello stato del cantiere, lo stato dei lavori realizzati ed
in corso d’opera, i metodi di lavoro e le eventuali azioni correttive da intraprendere per
allineare l’opera alla perfetta regola dell’arte, infine ma non ultimo tutte le misure di
sicurezza già adottate controllando l’efficacia e l’applicazione.
Nel verbale sono inserite le informazioni del cantiere, ossia l’intervento di progetto,
l’importo dei lavori, l’impresa aggiudicataria dei lavori e gli eventuali subappaltatori, il
direttore dei lavori e il coordinatore per l’esecuzione dei lavori.

VERBALE RIUNIONE DI COORDINAMENTO

Il giorno _______________ alle ore ______ presso ________________________


Si è, tenuta la riunione per il coordinamento della sicurezza e della salute per i lavori di
__________________________________________________________________
La riunione è stata convocata dal Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione per
discutere il seguente ordine del giorno:
1. Verifica dello stato di applicazione del piano di sicurezza
2. Verifica del cronoprogramma dei lavori
3. Programmazione coordinamento delle attività interferenti
4. Programmazione dell’attuazione delle misure relative al contesto ambientale
5. Organizzazione del cantiere ed esecuzione delle attività lavorative
6. Stesura del calendario delle successive riunioni di sicurezza
Erano presenti i Signori:
Committente/responsabile dei lavori________________________
Coordinatore per l’esecuzione dei lavori______________________
Dettore dei lavori per conto del committente__________________
Responsabile di cantiere dell’impresa ____________________________

Verbale ed osservazioni

Il presente verbale della riunione di coordinamento costituisce integrazione al piano


della sicurezza e coordinamento

Si immagini di coprire una luce di 9 m. rispettivamente con un solaio ligneo


tradizionale, con un solaio latero cementizio e con un solaio in laterizio e ferro. Si
confrontino con schizzi e didascalie i tre sistemi indicati.

Si immagini di trilaterare gli ambienti interni di un edificio storico dalle forme


geometrihe irregolari.
Si indichino le principali differenze tra una muratura a cassetta contenente
semplicemente aria immota e una muratura a cassetta nella quale è stato insufflato
poliuretano.

Si paragoni il binario ferroviario detto "Vignole" con la sezione del trave in ferro a
doppio T. Se ne descrivano le caratteristiche fondamentali confrontando le due
sezioni resistenti indicate. Se ne mettano in luce affinità e differenze.
La rotaia Vignoles è il tipo di rotaia maggiormente usato nella costruzione di linee
ferroviarie, La forma della rotaia, ha la base più larga detta suola, lo stelo alto chiamato
anima su cui si posa piano di rotolamento chiamata fungo.

Si parli della differenza tra un arco realizzato in getto di calcestruzzo ed un arco


realizzato con conci di pietra.
I conci sono disposti a semicerchio con i carichi che si trasmettono da un concio al
successivo fino al piano di imposta, la posa dei conci è realizzata con il supporto di una
centina sottostante che viene rimossa al completamento dell’arco, i conci
opportunamente tagliati hanno una ottima resistenza a compressione.
Un arco con getto di calcestruzzo assorbe gli eventuali sforzi di trazione, ha costi bassi.