Sei sulla pagina 1di 2

I comandi di base

Andiamo avanti e vediamo alcuni comandi di base che servono per navigare tra le
Directory del file system, per modificare i permessi dei file che lavoreremo ed
interagire con gli input e output dell' interfaccia a riga di comando. Di seguito
elenchiamo i comandi essenziali per interagire con l'interfaccia utente; ovviamente
questa è una lista riduttiva perché ce ne sono un'infinità.

cd
ls
chmod
echo
cat
kill
grep
man

L'ultimo forse il più interessante il comando man, che ci permette di ottenere una
pagina di documentazione su un particolare comando direttamente dall’interfaccia.

Comunque procediamo per ordine e notiamo subito che ci sono delle analogie con
altri sistemi operativi: per esempio sicuramente molti di voi intuiranno che il
comando cd sta per Change Directory e quindi consente di spostarsi all'interno del
file system, mentre il comando LS il comando lista consente di ottenere la lista
dei file delle directory presenti nella Directory corrente.

Il comando chmod consente di modificare i privilegi e i permessi su un particolare


file; a riguardo ricordiamo che in ambiente Unix ad ogni file sono associati dei
privilegi di lettura, scrittura ed esecuzione, per l'utente proprietario, il gruppo
dell’utente proprietario e per tutti gli altri. Con chmod è possibile modificare
questi privilegi, naturalmente a patto che si sia in possesso del permesso o
privilegio per poterlo fare.

Echo è un comando che consente di creare dell'output, ossia di scrivere delle


stringhe sull’output della riga di comando; lo utilizzeremo negli esempi di
scripting che vedremo a breve; invece cat è un comando che consente di concatenare
più flussi in input, più file in input in un unico file o in un unico flusso di
output.

Kill è un comando che serve per inviare dei segnali a un processo e tra questi
segnali c’è quello di terminazione e quindi un comando che di solito viene
utilizzato per esempio per terminare forzatamente l’esecuzione di un processo che
si trova in background; vedremo poi un esempio di utilizzo.

Grat è un filtro un comando che consente di filtrare i dati In input e ottenere un


set ridotto che secondo certi criteri di ricerca; infine, man consente di visitare
le pagine della documentazione installata nel sistema.

In ogni momento è possibile abbandonare l’esecuzione di un comando con la


combinazione di tasti Ctrl+C.

Vediamo quindi l’utilizzo di questi comandi e il risultato nella shell: nella


figura sottostante abbiamo esempi di utilizzo del comando cd, che segue una
sintassi nota e diffusa praticamente nella maggior parte dei sistemi operativi non
soltanto su Unix, che vede l'utilizzo anche dei caratteri speciali del nome di
directory speciale.
In alto vediamo il comando per tornare dalla directory “esempi” alla directory Home
dell'utente Sergio; se volessimo ritornare su esempi dovremmo digitare cd esempi.

Passiamo ad ls, che permette di ottenere la lista di file presenti nella directory
da cui viene lanciato: nel caso proposto dall’immagine seguente ci sono alcuni
script che sono dei piccoli esempi che vedremo nel corso di questa presentazione.

Altri comandi come Eco Cat Kill saranno parte degli esempi di utilizzo, per cui li
tratteremo direttamente lì nel momento in cui li incontreremo per la prima volta.