Sei sulla pagina 1di 97

PIAGGIO DESIDERA RINGRAZIARLA

per aver scelto uno dei suoi prodotti. Abbiamo preparato questo manuale per consentirLe di apprezzarne a pieno le qualità. Le raccomandiamo di
leggerlo in tutte le sue parti prima di accingersi per la prima volta alla guida. In esso sono contenute informazioni, consigli ed avvertenze diretti all'utilizzo
del Suo veicolo; scoprirà altresì caratteristiche, particolari ed accorgimenti che La convinceranno della bontà della Sua scelta. Siamo certi che tenendone
conto, Le sarà facile entrare in sintonia con il Suo nuovo veicolo, di cui potrà servirsi a lungo con piena soddisfazione. La presente pubblicazione
costituisce parte integrante del veicolo ed in caso di vendita dello stesso, deve essere consegnata al nuovo proprietario.

LUM Beverly Sport Touring

Ed. 05_04/2018
Le istruzioni di questo manuale sono state preparate per fornire soprattutto una guida semplice e chiara all'uso; sono indicate anche operazioni di
piccola manutenzione e controlli periodici ai quali il veicolo deve essere sottoposto presso i Concessionari o Punti di Assistenza autorizzati. Il libretto
contiene inoltre le istruzioni per alcune semplici riparazioni. Le operazioni non descritte esplicitamente in questa pubblicazione, richiedono la disponibilità
di particolari attrezzature e/o di specifiche conoscenze tecniche; per la loro esecuzione consigliamo quindi di rivolgersi a Concessionari o Punti di
Assistenza autorizzati.

2
Sicurezza delle Persone

Il mancato o incompleto rispetto di queste prescrizioni può comportare pericolo grave


per l'incolumità delle persone.

Salvaguardia dell'Ambiente

Indica i giusti comportamenti da tenere perchè l'uso del veicolo non rechi alcun danno
alla natura.

Integrità del Veicolo

Il mancato o incompleto rispetto di queste prescrizioni comporta il pericolo di seri danni


al veicolo e talvolta anche il decadimento della garanzia.

I segnali che vedete in questa pagina sono molto importanti. Servono infatti ad eviden-
ziare parti del libretto sulle quali è necessario soffermarsi con più attenzione. Come
vedete, ogni segnale è costituito da un diverso simbolo grafico per rendere subito facile
ed evidente la collocazione degli argomenti nelle diverse aree.

3
4
INDICE

VEICOLO..................................................................................... 7 Arresto motore.......................................................................... 35


Plancia...................................................................................... 8 Cavalletto.................................................................................. 35
Quadro strumenti analogico...................................................... 9 Trasmissione automatica.......................................................... 36
Orologio.................................................................................... 11 La guida sicura.......................................................................... 37
Display digitale.......................................................................... 13 LA MANUTENZIONE................................................................... 41
Tasto MODE.......................................................................... 13 Livello olio motore..................................................................... 42
Commutatore a chiave.............................................................. 13 Verifica livello olio motore...................................................... 42
Inserimento bloccasterzo...................................................... 14 Rabbocco olio motore........................................................... 43
Disinserimento bloccasterzo................................................. 14 Spia di segnalazione (insufficiente pressione olio)................ 43
Commutatore lampeggiatori...................................................... 15 Sostituzione olio motore........................................................ 44
Pulsante clacson....................................................................... 15 Livello olio mozzo...................................................................... 45
Deviatore luci............................................................................ 16 Pneumatici................................................................................ 47
Pulsante avviamento................................................................. 16 Smontaggio candela................................................................. 48
Interruttore arresto motore........................................................ 17 Smontaggio filtro aria................................................................ 49
Il sistema immobilizer................................................................ 17 Pulizia del filtro aria................................................................... 50
Le chiavi................................................................................ 17 Livello liquido di raffreddamento............................................... 52
Led di segnalazione inserimento dispositivo immobilizer...... 18 Controllo livello liquido freni...................................................... 54
Il funzionamento.................................................................... 19 Rabbocco liquido impianto frenante...................................... 54
Programmazione sistema immobilizer.................................. 20 Batteria...................................................................................... 58
Accesso al serbatoio benzina................................................... 21 Messa in servizio di una nuova batteria................................ 59
Presa di corrente....................................................................... 22 Lunga inattività.......................................................................... 59
Apertura sella........................................................................ 22 Fusibili....................................................................................... 60
L'identificazione......................................................................... 23 Lampade................................................................................... 62
Apertura bauletto anteriore....................................................... 25 Gruppo ottico anteriore............................................................. 64
Gancio portaborse.................................................................... 25 Regolazione proiettore.......................................................... 66
L'USO........................................................................................... 27 Indicatori di direzione anteriori.................................................. 67
Controlli..................................................................................... 28 Gruppo ottico posteriore........................................................... 68
Rifornimenti............................................................................... 28 Luce targa................................................................................. 69
Pressione pneumatici................................................................ 30 Luce illuminazione vano casco................................................. 69
Regolazione ammortizzatori..................................................... 31 Specchi retrovisori.................................................................... 70
Rodaggio................................................................................... 32 Freno a disco anteriore e posteriore......................................... 70
Avviamento motore................................................................... 33 Foratura.................................................................................... 71
Precauzioni............................................................................ 34 Inattività del veicolo................................................................... 72

5
Pulizia veicolo........................................................................... 73
Ricerca guasti........................................................................... 74
DATI TECNICI.............................................................................. 79
Attrezzi di corredo..................................................................... 84
RICAMBI E ACCESSORI............................................................ 85
Avvertenze................................................................................ 86
MANUTENZIONE PROGRAMMATA.......................................... 89
Tabella manutenzione programmata........................................ 90

6
LUM Beverly Sport Touring

Cap. 01
Veicolo

7
Plancia (01_01)
1 Veicolo

01_01

8
1 Veicolo
A = Commutatore a chiave
B = Gancio portaborse
C = Pulsante apertura sella
D = Pulsante clacson
E = Commutatore indicatori di direzione
F = Comando freno posteriore
G = Deviatore luci con passing
H = Quadro strumenti
I = Interruttore arresto di emergenza RUN-OFF
L = Comando freno anteriore
M = Pulsante avviamento
N = Pulsante MODE

Quadro strumenti analogico (01_02)

9
01_02
1 Veicolo

A = Spia luce abbagliante


B = Spia luci indicatori di direzione

10
C = Indicatore livello carburante

1 Veicolo
D = Spia riserva carburante
E = spia ABS (se presente)
F= Tachimetro
G = Led immobilizer
H = Indicatore temperatura liquido di raffreddamento
I = Spia gestione motore
L = Spia pressione olio motore
M = Display digitale

Orologio (01_03, 01_04, 01_05, 01_06)


Posizionarsi in modo "ODO" agendo sul pulsante "MODE"
Mantenedo premuto il pulsante "MODE" per più di 3 secondi, verranno visualizzate le
ore. Le ore verranno incrementate ad ogni impulso del tasto "MODE".
Una volta regolate le ore, mantenendo premuto il pulsante "MODE" per più di 3 se-
condi, verranno visualizzati i minuti. I minuti verranno incrementati ad ogni impulso
del tasto "MODE".
Se per 3 secondi non viene premuto nessun tasto si uscirà dalla modalità regolazione
01_03 orologio.
AVVERTENZA
PER MOTIVI DI SICUREZZA LA REGOLAZIONE DELL'OROLOGIO E' POSSIBILE
ESCLUSIVAMENTE CON VEICOLO FERMO.

11
01_04

01_05
1 Veicolo

01_06

12
Display digitale (01_07)

1 Veicolo
A = Orologio
B = Icona «SERVICE»
C = Indicatore chilometri - miglia
D = Icona stato di carica batteria
E = Indicatore odometro, odometro parziale I e II, stato di carica batteria e temperatura
ambiente selezionabili ciclicamente con il tasto «MODE»
01_07 F = Indicatore temperatura ambiente in gradi Celsius o Fahrenheit
G = Indicatore «ODO», «ODO I» o «ODO II»
H = Icona bassa temperatura ambiente

Tasto MODE (01_08)


Premendo il tasto MODE «A» per un tempo minore di un secondo si ottengono con-
secutivamente le funzioni di:
• Odometro totale «ODO»
• Odometro parziale «ODO I»
• Odometro parziale «ODO II»
• Stato di carica della batteria
• Temperatura ambiente «°»
Per azzerare i contachilometri parziali spostarsi su «ODO I» o «ODO II» e premere
01_08 per un tempo maggiore di 3 secondi il tasto MODE «A».

Commutatore a chiave (01_09)


Il commutatore a chiave «A» si trova sul controscudo anteriore in prossimità del gancio
portaborse.

13
POSIZIONI DEL COMMUTATORE
ON «1»: Posizione di predisposizione all'avviamento, chiave non estraibile, antifurto
meccanico disinserito.
OFF «2»: Accensione inibita, chiave estraibile, antifurto meccanico disinserito.
LOCK «3»: Accensione inibita, chiave estraibile, antifurto meccanico inserito.

01_09

Inserimento bloccasterzo (01_10)


Ruotare il manubrio a sinistra (fine corsa), girare la chiave in posizione «LOCK» ed
estrarla.

01_10

Disinserimento bloccasterzo (01_11)


Reinserire la chiave e ruotarla in posizione «OFF».
1 Veicolo

01_11

14
1 Veicolo
Commutatore lampeggiatori (01_12)
Spostare l'interruttore «A» verso sinistra per indicare la svolta a sinistra; spostare
l'interruttore «A» verso destra per indicare la svolta a destra. Premere l'interruttore
«A» centralmente per disattivare gli indicatori di direzione.

01_12

Pulsante clacson (01_13)


Premere il pulsante «A» per azionare il clacson.

01_13

15
Deviatore luci (01_14)
Se il deviatore «A» luci si trova in posizione «0» la luce anabbagliante è accessa, se
si trova in posizione «1» si aziona la luce abbagliante. Premendo il deviatore «A» luci
in posizione «2» si aziona il lampeggio luce abbagliante, l'interruttore torna in posi-
zione «0» automaticamente.
ATTENZIONE

01_14 NON APPOGGIARE, TRASPORTARE OGGETTI E/O INDUMENTI SOPRA IL


GRUPPO OTTICO ANTERIORE, SIA CON PROIETTORE ACCESO CHE APPENA
SPENTO. LA MANCATA OSSERVANZA DI TALE PRECAUZIONE PUÒ PROVO-
CARE IL SURRISCALDAMENTO E LA CONSEGUENTE FUSIONE DEL TRASPA-
RENTE.

Pulsante avviamento (01_15)


Pulsante avviamento «A». Per la messa in moto del veicolo riferirsi alla sezione "av-
viamento motore".

01_15
1 Veicolo

16
Interruttore arresto motore (01_16)

1 Veicolo
Con l'interruttore arresto di emergenza «A» in posizione «1» RUN è possibile avviare
il motore; se l'interruttore arresto di emergenza «A» è in posizione «0» OFF non è
possibile avviare il motore o si arresta se è acceso.

01_16

Il sistema immobilizer
Per aumentare la protezione contro il furto, il veicolo dotato di un sistema elettronico
di blocco del motore «PIAGGIO IMMOBILIZER» che si attiva automaticamente
estraendo la chiave di avviamento. Infatti al momento dell'avviamento il Sistema
«PIAGGIO IMMOBILIZER» interroga la chiave e solo dopo il riconoscimento di que-
st'ultima il Sistema permette la messa in moto del veicolo.

Le chiavi (01_17, 01_18, 01_19)


Con il veicolo vengono consegnate due tipi di chiavi.
La chiave «A» è la chiave «MASTER».
È fornita in unico esemplare e serve per la memorizzazione del codice delle altre chiavi
o per interventi presso i concessionari. Per cui se ne consiglia l'impiego solo in casi
eccezionali.
La chiave «B» (fornita in unica copia), è quella di normale uso e serve per:

01_17 - L'avviamento
- Apertura tappo serbatoio

17
Insieme alle chiavi viene consegnata una CODE CARD su cui è riportato il codice
meccanico delle chiavi.
AVVERTENZA

LO SMARRIMENTO DELLA CHIAVE MASTER IMPEDISCE SUCCESSIVI INTER-


VENTI RIPARATIVI SUL SISTEMA "PIAGGIO IMMOBILIZER" E SULLA CENTRA-
LINA CONTROLLO MOTORE.
01_18
AVVERTENZA

SI CONSIGLIA DI TENERE LA "CODE CARD" E LA CHIAVE MASTER IN UN


LUOGO SICURO (NON SUL VEICOLO).

01_19

Led di segnalazione inserimento dispositivo immobilizer


(01_20)
Il funzionamento del sistema «PIAGGIO IMMOBILIZER» è segnalato dal lampeggio
di una apposita spia «A».
Per evitare la scarica della batteria il led di segnalazione si disinserisce automatica-
mente dopo 48 ore di funzionamento continuo.
In caso di avaria del sistema il led di segnalazione, in funzione della tipologia del
1 Veicolo

lampeggio emesso, fornisce al Punto di Assistenza Autorizzato indicazioni in merito


01_20 al tipo di guasto.

18
Il funzionamento

1 Veicolo
Ogni volta che si estrae la chiave di avviamento «B» dalla posizione «OFF», oppure
«LOCK», il sistema di protezione attiva il blocco del motore. Ruotando la chiave di
avviamento «B» in «ON», si disattiva il blocco del motore solo se il sistema di prote-
zione riconosce il codice trasmesso dalla chiave. Se il codice non viene riconosciuto
si consiglia di riportare la chiave di avviamento «B» in posizione «OFF» e poi di nuovo
in «ON»; se il blocco persiste riprovare con la chiave MASTER «A». Se ancora non
si riesce ad avviare il motore è indispensabile rivolgersi ad un Punto di Assistenza
Autorizzato che dispone delle attrezzature elettroniche necessarie all'individuazione
e riparazione del sistema.
Quando si richiedono delle chiavi di avviamento supplementari, ricordate che la me-
morizzazione va eseguita su tutte le chiavi, sia quelle nuove, sia quelle già in
possesso.
Rivolgersi direttamente a un Punto di Assistenza Autorizzato, portando con sé la
chiave MASTER «A» e tutte le chiavi di avviamento «B» che si possiedono.
I codici delle chiavi di avviamento non presentate durante la nuova procedura di me-
morizzazione vengono cancellati dalla memoria. Le chiavi di avviamento eventual-
mente smarrite non sono così più in grado di avviare il motore.
AVVERTENZA

OGNI CHIAVE POSSIEDE UN PROPRIO CODICE, DIVERSO DA TUTTI GLI ALTRI,


CHE DEVE ESSERE MEMORIZZATO DALLA CENTRALINA DEL SISTEMA.
URTI VIOLENTI POTREBBERO DANNEGGIARE I COMPONENTI ELETTRONICI
CONTENUTI NELLA CHIAVE.
IN CASO DI CAMBIO DI PROPRIETÀ DEL VEICOLO È INDISPENSABILE CHE IL
NUOVO PROPRIETARIO ENTRI IN POSSESSO DELLA CHIAVE CON IMPUGNA-
TURA MASTER (OLTRE ALLE ALTRE CHIAVI DI AVVIAMENTO) E DELLA «CO-
DE CARD».

19
Programmazione sistema immobilizer (01_21)
Di seguito riportiamo le operazioni da eseguire per effettuare la programmazione del
sistema PIAGGIO IMMOBILIZER e/o per memorizzare altre chiavi. La procedura di
programmazione deve essere fatta assicurandosi che l'interruttore arresto motore sia
in posizione «RUN».

INIZIO PROCEDURA
Introdurre nel commutatore a chiave (in posizione «OFF») la chiave «MASTER»
«A», ruotandola in posizione «ON». Lasciare così la chiave per un tempo compreso
tra 1 e 3 secondi, dopodiché ritornare in posizione «OFF» ed estrarre la chiave.

FASE INTERMEDIA
Dopo aver estratto la chiave «MASTER» «A», introdurre la chiave da programmare
«B» entro 10 secondi e ruotarla subito in posizione «ON». Lasciare la chiave in tale
posizione per un tempo compreso tra 1 e 3 secondi, poi tornare in posizione «OFF»
ed estrarla. In questo modo ripetendo la suddetta operazione e rispettando i tempi
indicati, possono essere programmate un massimo di 5 chiavi.

FASE FINALE
Dopo aver estratto la chiave da programmare «B», introdurre nuovamente la chiave
«MASTER» «A» e ruotarla in posizione «ON» (fare questa operazione entro i 10 se-
condi dall'estrazione della chiave precedente). Sostare così per un tempo compreso
tra 1 e 3 secondi e ritornare in posizione «OFF».
1 Veicolo

20
1 Veicolo
FASE DI VERIFICA PROGRAMMAZIONE CORRETTA
Introdurre la chiave «MASTER» «A» disattivando il trasponder «C» (ribaltando cioè
il cappellotto della chiave di 90°) e ruotare la chiave in posizione «ON». Eseguire la
manovra di avviamento motore. Verificare che il motore non si avvii. Introdurre la
chiave programmata «B» e ripetere la manovra di avviamento. Verificare che il motore
si avvii.
AVVERTENZA

01_21

NEL CASO SI AVVIASSE IL MOTORE CON LA CHIAVE MASTER CON IL TRA-


SPONDER DISATTIVATO, OPPURE SE IN QUALSIASI PUNTO DELLA PRO-
GRAMMAZIONE SI FOSSE EFFETTUATA UNA MANOVRA ERRATA, RIPETERE
LA PROCEDURA DALL'INIZIO.

Accesso al serbatoio benzina (01_22)


Alzare la linguetta di protezione della serratura sul tappo del serbatoio carburante.
Inserirvi la chiave e ruotare in senso antiorario per rimuovere il tappo.
ATTENZIONE

SI RACCOMANDA DI UTILIZZARE BENZINA CON UN CONTENUTO MASSIMO


DI BIOETANOLO PARI AL 10% (E10).
01_22
NON UTILIZZARE BENZINA CON CONTENUTO DI ETANOLO SUPERIORE AL
10%; TALE UTILIZZO PUÒ DANNEGGIARE I COMPONENTI DELL'IMPIANTO DI
ALIMENTAZIONE E/O PREGIUDICARE IL FUNZIONAMENTO DEL MOTORE.

21
Presa di corrente (01_23)
All'interno del bauletto anteriore è prevista una presa di corrente.
La presa di corrente può essere impiegata per alimentare utilizzatori (telefono cellu-
lare, lampada di ispezione, ecc.).
ATTENZIONE

01_23 UN IMPIEGO PROLUNGATO DELLA PRESA PUÒ PROVOCARE LA SCARICA


PARZIALE DELLA BATTERIA

Caratteristiche elettriche
Presa di corrente
12 V - 180W MAX

Apertura sella (01_24, 01_25)


Con la chiave in posizione «OFF» od «ON» o con il motore acceso, è possibile aprire
elettricamente la sella premendo il pulsante «A». In caso di mancato funzionamento
dell'apertura elettrica, azionare la levetta di emergenza «B».

01_24
1 Veicolo

22
1 Veicolo
01_25

L'identificazione (01_26, 01_27, 01_28)


Le matricole di identificazione sono costituite da un prefisso e da un numero stampi-
gliato rispettivamente sul telaio e sul motore. Essi devono essere sempre forniti nella
richiesta di parti di ricambio. Si consiglia di verificare la corrispondenza della matricola
del telaio stampigliata sul veicolo con quella riportata sui documenti del veicolo stesso.
ATTENZIONE

SI RICORDA CHE L'ALTERAZIONE DELLE MATRICOLE DI IDENTIFICAZIONE


PUÒ FAR INCORRERE IN GRAVI SANZIONI PENALI (SEQUESTRO DEL VEICO-
LO, ECC.).

23
Numero di telaio
Per leggere il numero di telaio occorre rimuovere lo sportellino «A» all'interno del
bauletto anteriore.

01_26

01_27

Numero motore
Il numero motore «B» è stampigliato in prossimità del supporto inferiore dell'ammor-
tizzatore posteriore sinistro.
1 Veicolo

01_28

24
Apertura bauletto anteriore (01_29)

1 Veicolo
Inserire la chiave nel commutatore e premere a fondo fino alla apertura del bauletto.
In caso in cui il commutatore fosse posizionato su «LOCK» prima di premere ruotare
la chiave fino alla posizione «OFF» o «ON».

01_29

Gancio portaborse (01_30)


Per utilizzare il gancio portaborse montato a scomparsa sul controscudo è necessario
farlo ruotare verso la parte posteriore del veicolo premendo dove indicato dalla freccia.

01_30

25
1 Veicolo

26
LUM Beverly Sport Touring

Cap. 02
L'uso

27
Controlli
Prima di mettere in servizio il veicolo verificare:
1. Che il serbatoio benzina sia rifornito.
2. Il livello del liquido freno anteriore e posteriore.
3. Che i pneumatici siano gonfiati correttamente.
4. Il funzionamento delle luci di posizione, del proiettore e degli indicatori di direzione.
5. Il funzionamento dei freni anteriore e integrale.
6. Il livello dell'olio nella scatola ingranaggi.
7. Il livello olio motore.
8. Livello liquido di raffreddamento

Rifornimenti (02_01)
Alzare la linguetta di protezione della serratura sul tappo del serbatoio carburante.
Inserirvi la chiave e ruotare in senso antiorario per rimuovere il tappo.
AVVERTENZA

PRIMA DI EFFETTUARE IL RIFORNIMENTO BENZINA, SPEGNERE IL MOTORE.


02_01 LA BENZINA È ESTREMAMENTE INFIAMMABILE.
NON FUMARE E TENERE LONTANE LE FIAMME LIBERE: PERICOLO DI INCEN-
DIO.
NON INALARE I VAPORI DI COMBUSTIBILE.
2 L'uso

28
2 L'uso
EVITARE DI FAR CADERE BENZINA SUL MOTORE CALDO E SULLE PLASTI-
CHE.
ATTENZIONE

SI RACCOMANDA DI UTILIZZARE BENZINA CON UN CONTENUTO MASSIMO


DI BIOETANOLO PARI AL 10% (E10).
NON UTILIZZARE BENZINA CON CONTENUTO DI ETANOLO SUPERIORE AL
10%; TALE UTILIZZO PUÒ DANNEGGIARE I COMPONENTI DELL'IMPIANTO DI
ALIMENTAZIONE E/O PREGIUDICARE IL FUNZIONAMENTO DEL MOTORE.
ATTENZIONE

NON USARE IL VEICOLO FINO ALL'ESAURIMENTO DEL CARBURANTE; NEL


CASO TALE EVENTO SI VERIFICASSE, NON INSISTERE NELL'AVVIAMENTO,
POSIZIONARE IN «OFF» IL COMMUTATORE A CHIAVE E RIFORNIRE DI BEN-
ZINA IL SERBATOIO PRIMA POSSIBILE. IL MANCATO RISPETTO DI QUESTA
NORMA PUÒ PORTARE AL DANNEGGIAMENTO DELLA POMPA DI ALIMEN-
TAZIONE E/O DEL CATALIZZATORE.
ATTENZIONE

PULIRE IMMEDIATAMENTE LE SUPERFICI VERNICIATE O IN MATERIA PLA-


STICA CHE VENGONO A CONTATTO CON IL CARBURANTE PER EVITARE LA
PERDITA DELLA LORO BRILLANTEZZA O L'ALTERAZIONE DELLE CARATTE-
RISTICHE MECCANICHE.

Caratteristiche tecniche
Serbatoio carburante

29
13 l ± 1

Pressione pneumatici (02_02)


Controllare periodicamente, secondo quanto riportato nella tabella di manutenzione
programmata, la pressione e l'usura dei pneumatici. I pneumatici sono muniti di indi-
catore di usura, per cui la sostituzione deve essere effettuata non appena tali indicatori
si rendono visibili sul battistrada. Controllare anche che i pneumatici non presentino
tagli sui fianchi o un'irregolare usura del battistrada; in tal caso rivolgersi ad officine
autorizzate o comunque attrezzate per la sostituzione.
ATTENZIONE

02_02

LA PRESSIONE DEI PNEUMATICI DEVE ESSERE CONTROLLATA A FREDDO.


UN'ERRATA PRESSIONE PROVOCA UN'USURA ANOMALA DEI PNEUMATICI E
RENDE PERICOLOSA LA GUIDA.
IL PNEUMATICO DEVE ESSERE SOSTITUITO QUANDO IL BATTISTRADA RAG-
GIUNGE IL LIMITE DI USURA PREVISTO DALLE NORME VIGENTI.

PRESSIONE GONFIAGGIO PNEUMATICI


Pressione pneumatico anteriore 2,2 bar (2,2 bar)
(con passeggero)

Pressione pneumatico posteriore 2,4 bar (2,6 bar)


(con passeggero)
2 L'uso

30
2 L'uso
PNEUMATICI
Pneumatico anteriore 110/70 - 16'' M/C 52S Tubeless

Pneumatico posteriore 150/70 - 14" M/C 66S Tubeless

Regolazione ammortizzatori (02_03, 02_04)


Il precarico delle molle è regolabile su 4 posizioni, utilizzando un'apposita chiave per
ammortizzatori, agendo sulla ghiera posta nella parte inferiore degli ammortizzatori
stessi.
Posizione 1 precarico minimo: solo pilota
Posizione 2 precarico medio: solo pilota
Posizione 3 precarico medio: pilota e passeggero

02_03 Posizione 4 precarico massimo: pilota, passeggero e bagaglio.


Ruotando la ghiera nel verso «A» il precarico della molla aumenta, ruotando la ghiera
nel verso «B» il precarico della molla diminuisce.
ATTENZIONE

L'UTILIZZO DEL VEICOLO CON IL PRECARICO MOLLA NON CORRETTAMEN-


TE ADEGUATO AL PESO DEL PILOTA E DELL'EVENTUALE PASSEGGERO,
PUÒ RIDURRE IL COMFORT DI MARCIA E LA PRECISIONE DI GUIDA.

02_04

31
AVVERTENZA

SI CONSIGLIA L'USO DI UN GUANTO PER EVITARE RISCHI DI ABRASIONI DU-


RANTE L'OPERAZIONE.
AVVERTENZA

È ASSOLUTAMENTE SCONSIGLIATO REGOLARE DIVERSAMENTE IL PRECA-


RICO SU I DUE AMMORTIZZATORI

Rodaggio (02_05)
DURANTE I PRIMI 1000 KM. NON UTILIZZARE IL VEICOLO OLTRE L'80% DELLA
VELOCITÀ MAX PREVISTA. EVITARE DI APRIRE COMPLETAMENTE L'ACCE-
LERATORE E DI MANTENERE PER LUNGHI TRATTI DI STRADA UNA VELOCITÀ
COSTANTE. DOPO I PRIMI 1000 KM. AUMENTARE PROGRESSIVAMENTE LA
VELOCITÀ, DOVE CONSENTITO, FINO AL RAGGIUNGIMENTO DELLE PRESTA-
ZIONI MASSIME.
ATTENZIONE

02_05

AL FINE DI EVITARE DANNI AL VEICOLO, ATTENERSI ALLE NORME SOPRA


DESCRITTE
2 L'uso

32
Avviamento motore (02_06, 02_07, 02_08)

2 L'uso
Il veicolo è dotato di un sistema di esclusione dell'accensione comandato dal caval-
letto laterale.
Il motore non può essere avviato se il cavalletto laterale è abbassato.
Se il motore è acceso, si spegne quando il cavalletto laterale viene abbassato.
Per effettuare l'avviamento è necessario, prima di agire sul pulsante di avviamento,
tirare e mantenere tirata la leva del freno anteriore o posteriore che agisce su un
apposito interruttore di consenso avviamento.
02_06
- Porre il veicolo sul cavalletto centrale, assicurandosi che la ruota posteriore sia sol-
levata dal suolo.
- Tenere la manopola comando acceleratore al minimo.
- Inserire la chiave nel commutatore «A» e ruotarla in posizione «ON».
- Assicurarsi che il commutatore di arresto di emergenza «B» sia in posizione di
«RUN» e il cavalletto laterale sia in posizione di riposo.
- Tirare la leva «C» del freno anteriore o la leva «D» del freno posteriore quindi pre-
mere il pulsante di avviamento «E».
AVVERTENZA
02_07

LA TRASMISSIONE AUTOMATICA METTE IN ROTAZIONE LA RUOTA POSTE-


RIORE ANCHE PER PICCOLE ROTAZIONI DELLA MANOPOLA DEL GAS. RILA-
SCIARE CON CAUTELA IL FRENO DOPO L'AVVIAMENTO AVENDO CURA DI
DOSARE GRADATAMENTE IL GAS.
ATTENZIONE
DURANTE IL PERIODO DI RODAGGIO, È POSSIBILE CHE LA RUOTA POSTE-
RIORE, CON MOTORE AL MINIMO E VEICOLO SU CAVALLETTO, POSSA RUO-
TARE LEGGERMENTE; TALE FENOMENO È DA CONSIDERARSI FISIOLOGICO
02_08
E DI NORMA SCOMPARE DOPO UN PRIMO BREVE PERIODO DI USO.

33
ATTENZIONE

NON AVVIARE IL MOTORE IN LOCALI CHIUSI PERCHÉ I GAS DI SCARICO SO-


NO ALTAMENTE TOSSICI.

Precauzioni
ATTENZIONE

NON SOLLECITARE MAI IL MOTORE A BASSA TEMPERATURA PER EVITARE


POSSIBILI DANNI. DURANTE LA MARCIA IN DISCESA FARE ATTENZIONE A
NON SUPERARE MAI LA VELOCITÀ MAX, ONDE EVITARE DANNEGGIAMENTI
AL MOTORE. IN OGNI CASO PER SALVAGUARDARE L'INTEGRITÀ DEL MO-
TORE DAL PROLUNGATO FUORIGIRI È PREVISTO L'INTERVENTO DEL LIMI-
TATORE DI GIRI QUALORA IL REGIME MOTORE SUPERI LA SOGLIA
PREFISSATA.
AVVERTENZA

DOPO UN LUNGO PERIODO PERCORSO A VELOCITÀ MASSIMA, NON SPE-


GNERE IMMEDIATAMENTE IL MOTORE, MA LASCIARLO GIRARE AL MINIMO
PER ALCUNI SECONDI.
2 L'uso

34
Arresto motore (02_09)

2 L'uso
Chiudere completamente la manopola comando acceleratore, quindi ruotare la chiave
del commutatore «A» in posizione «OFF» (chiave estraibile).

02_09

Cavalletto (02_10)
Cavalletto centrale
Premere con il piede sulla sporgenza del cavalletto centrale «A» e contemporanea-
mente sollevare all'indietro il veicolo, agendo sulle maniglie laterali.

02_10

Cavalletto laterale
Premere con il piede sulla sporgenza del cavalletto «B» fino a farlo scattare in posi-
zione aperta, appoggiandovi contemporaneamente il veicolo.
AVVERTENZA

IL CAVALLETTO LATERALE PROVOCA LO SPEGNIMENTO DEL MOTORE OGNI


VOLTA CHE VIENE ABBASSATO.

35
QUALUNQUE MANOMISSIONE PUÒ PROVOCARE GRAVI MALFUNZIONAMEN-
TI DEL VEICOLO.
ATTENZIONE

CAUSA LE ALTE TEMPERATURE CHE SI POSSONO RAGGIUNGERE NEL CA-


TALIZZATORE PORRE ATTENZIONE, NEL PARCHEGGIARE IL VEICOLO, CHE
LA MARMITTA NON VENGA IN CONTATTO CON MATERIALI INFIAMMABILI AL
FINE DI EVITARE GRAVI USTIONI CON PARTI DEL CORPO.
ATTENZIONE

NON EFFETTUARE OPERAZIONI DI SPEGNIMENTO MOTORE CON VEICOLO IN


MARCIA. IN TAL CASO LA BENZINA INCOMBUSTA PUÒ PERVENIRE NEL CA-
TALIZZATORE E BRUCIARE PROVOCANDONE IL SURRISCALDAMENTO E LA
RELATIVA DISTRUZIONE.

Trasmissione automatica
Per assicurare la massima semplicità e piacevolezza di guida, il veicolo è dotato di
trasmissione automatica con regolatore e frizione centrifuga. Il sistema è progettato
per fornire le migliori prestazioni (accelerazione e consumo) sia nella marcia in pianura
che in salita.
Nel caso di fermata in salita (semaforo, coda, etc.) usare solo il freno per mantenere
fermo il veicolo, lasciando il motore al minimo. Usare il motore per mantenere
fermo il veicolo può infatti provocare il surriscaldamento della frizione.
È opportuno perciò evitare il verificarsi delle condizioni di slittamento prolungato della
2 L'uso

frizione, (oltre a quella precedentemente indicata) come marcia in salita a pieno carico

36
su pendenze elevate o partenze con pilota e passeggero su pendenze superiori al

2 L'uso
25%.
In caso di surriscaldamento della frizione, osservare le seguenti precauzioni:
1. Non persistere in tale condizione di utilizzo.
2. Lasciare eventualmente raffreddare la frizione con motore al minimo per alcuni
minuti.

La guida sicura (02_11)


Qui di seguito riportiamo alcuni semplici consigli, che Le permetteranno di utilizzare
il suo veicolo nell'uso quotidiano con una guida più tranquilla e sicura. La Sua abilità
e le Sue conoscenze meccaniche formano la base di una guida sicura. Si consiglia di
provare il veicolo in zone prive di traffico, per acquisire una buona conoscenza del
veicolo stesso.
1. Prima di mettersi in marcia ricordarsi di indossare il casco e di allacciarlo corretta-
mente.
2. Su strade sconnesse ridurre la velocità, e guidare con prudenza.
02_11
3. Dopo aver percorso un lungo tratto su strada bagnata senza aver azionato i freni,
l'effetto frenante è inizialmente minore. In queste condizioni di marcia è opportuno
azionare periodicamente i freni.
4. Non frenare a fondo sul bagnato, su sterrato o comunque su fondo stradale scivo-
loso.
5. Evitare che la partenza venga effettuata salendo sul veicolo appoggiato sul caval-
letto. In ogni caso occorre che la ruota posteriore non giri quando prende contatto con
il terreno onde evitare brusche partenze.
6. In caso di utilizzo del veicolo su strade sporche di sabbia, fango, neve mista a sale,
ecc. Vi raccomandiamo di pulire frequentemente il disco freno con un detergente non
aggressivo in modo da evitare la formazione di agglomerati abrasivi all'interno dei fori
con conseguente usura precoce delle pastiglie freno.

37
ATTENZIONE

GUIDATE SEMPRE ENTRO I LIMITI DELLE VOSTRE CAPACITÀ. GUIDARE IN


STATO DI EBBREZZA O SOTTO L'EFFETTO DI STUPEFACENTI O DI DETERMI-
NATI MEDICINALI È ESTREMAMENTE PERICOLOSO.
ATTENZIONE

PER PREVENIRE EVENTUALI INCIDENTI, USARE LA MASSIMA PRUDENZA


NELL'AGGIUNGERE E GUIDARE CON ACCESSORI E BAGAGLIO. L'AGGIUNTA
DI ACCESSORI E BAGAGLIO PUÒ RIDURRE LA STABILITÀ E LE PRESTAZIONI
DELLO SCOOTER, NONCHÈ ABBASSARE I LIMITI DI SICUREZZA DURANTE
L'USO.

MAI GUIDARE IL VEICOLO DOTATO DI ACCESSORI (BORSE, BAULETTO E/O


PARABREZZA) AD UNA VELOCITA' SUPERIORE AI 110 km /h.
SENZA I SUDDETTI ACCESSORI, IL VEICOLO PUO' ESSERE GUIDATO AD UNA
VELOCITA' SUPERIORE E COMUNQUE ENTRO I LIMITI STABILITI DALLA LEG-
GE.
NEL CASO IN CUI SULLO SCOOTER SIANO INSTALLATI ACCESSORI NON
ORIGINALI PIAGGIO, VI SIA UN CARICO ANOMALO, LO SCOOTER NON SI
TROVI IN CONDIZIONI GENERALI OTTIMALI O QUANDO LE CONDIZIONI AT-
MOSFERICHE NON LO CONSENTANO, LA VELOCITA' DEVE ESSERE ULTE-
RIORMENTE RIDOTTA.
2 L'uso

38
ATTENZIONE

2 L'uso
NON REGOLARE GLI SPECCHI DURANTE LA MARCIA. CIÒ POTREBBE PRO-
VOCARE LA PERDITA DEL CONTROLLO DEL VEICOLO.
ATTENZIONE

OGNI ELABORAZIONE CHE MODIFICHI LE PRESTAZIONI DEL VEICOLO, COME


PURE QUALSIASI ALTERAZIONE DI PARTI ORIGINALI DELLA STRUTTURA,
OLTRE CHE VIETATE PER LEGGE, RENDONO IL VEICOLO NON PIÙ CONFOR-
ME AL TIPO OMOLOGATO E PERICOLOSO PER LA SICUREZZA DI GUIDA.

39
2 L'uso

40
LUM Beverly Sport Touring

Cap. 03
La
manutenzione

41
Livello olio motore
Nei motori 4T l'olio motore viene utilizzato per lubrificare gli organi della distribuzione,
le bronzine e il gruppo termico. Un quantitativo insufficiente di olio può provocare
gravi danni al motore stesso. In tutti i motori 4T il decadimento delle caratteristiche
dell'olio, così come un certo consumo, sono da ritenersi normali. I consumi in parti-
colare potranno risentire delle condizioni d' uso (es.: guidando sempre "in pieno gas"
il consumo di olio aumenta). In funzione del contenuto totale di olio nel motore e dei
consumi medi rilevati secondo modalità standardizzate vengono definite le frequenze
di sostituzione previste dal programma di manutenzione.
Allo scopo di prevenire qualsiasi inconveniente, si raccomanda di controllare il
livello dell'olio più frequentemente rispetto a quanto indicato nella tabella di
Manutenzione Programmata o prima di intraprendere lunghi spostamenti. Il vei-
colo è comunque dotato di una spia di segnalazione della pressione olio inserita
nella strumentazione.

Verifica livello olio motore (03_01, 03_02)


Ogni volta che si utilizza il veicolo, a motore freddo, deve essere effettuata la verifica
del livello dell'olio motore, (dopo aver rimosso il tappo/astina dalla posizione com-
pletamente avvitata) che deve risultare compreso tra gli indici di MAX e MIN riportati
sull'astina «A»; durante il controllo il veicolo deve essere con il cavalletto centrale
poggiato su superficie orizzontale.
Qualora la verifica venisse eseguita dopo aver impiegato il veicolo, quindi con motore
caldo, la linea di livello risulterà più bassa; per effettuare una corretta verifica è ne-
cessario aspettare almeno 10 minuti dopo l'arresto del motore, in modo da avere il
03_01 livello corretto.
3 La manutenzione

42
3 La manutenzione
03_02

Rabbocco olio motore (03_03)


Gli eventuali rabbocchi di olio devono essere effettuati dopo la verifica del livello e
comunque aggiungendo olio senza mai superare il livello MAX. Il ripristino livello tra
il livello MIN e MAX implica una quantità di olio di ~ 600 cm³.

03_03

Spia di segnalazione (insufficiente pressione olio) (03_04)


Il veicolo è dotato di una spia di segnalazione che si accende ruotando la chiave in
posizione «ON». Tale spia deve però spegnersi una volta avviato il motore. Nel caso
in cui la spia si accenda durante una frenata, al minimo o in curva è necessario
procedere ad una verifica del livello ed a un eventuale rabbocco. Qualora, dopo
aver fatto il rabbocco, il fenomeno di accensione in frenata, al minimo o in curva
persista, sarà necessario rivolgersi ad un Punto di Assistenza Autorizzato.

03_04

43
Sostituzione olio motore (03_05, 03_06, 03_07, 03_08)
La sostituzione dell'olio e del filtro a cartuccia «C» deve essere effettuata secondo
quanto riportato nella tabella di manutenzione programmata presso un Punto di As-
sistenza Autorizzato. Il motore deve essere svuotato facendo fuoriuscire l'olio dal
tappo di scarico «B». Per facilitare la fuoriuscita dell'olio allentare il tappo/ astina.
Poiché una certa quantità di olio rimane ancora nel circuito, il riempimento deve essere
effettuato con circa 1100 - 1200 cm³ di olio dal tappo «A». Avviare quindi il motore,
lasciarlo girare per qualche minuto e spegnerlo: dopo circa 10 minuti controllare il
livello ed eventualmente rabboccare senza mai superare il livello MAX. La sostitu-
zione del filtro a cartuccia deve essere effettuata ad ogni cambio olio. Per i rabbocchi
03_05 e la sostituzioni impiegare olio nuovo del tipo consigliato.
AVVERTENZA

VERIFICARE LO STATO DELL'O-RING DI TENUTA E SE DANNEGGIATO, SO-


STITUIRLO CON UNO NUOVO.
AL MONTAGGIO, AVER CURA DI OLIARLO LEGGERMENTE.
AVVERTENZA

03_06

FAR FUNZIONARE IL MOTORE CON LUBRIFICAZIONE INSUFFICIENTE O CON


LUBRIFICANTI IMPROPRI, ACCELERA IL LOGORIO DELLE PARTI IN MOVI-
MENTO E PUÒ DAR LUOGO A GUASTI IRREPARABILI.
3 La manutenzione

AVVERTENZA

UN ECCESSIVO RIPRISTINO DEL LIVELLO OLIO DA ORIGINE A INCROSTA-


ZIONI E MAL FUNZIONAMENTO DEL VEICOLO.
03_07

44
ATTENZIONE

3 La manutenzione
L'OLIO USATO CONTIENE SOSTANZE PERICOLOSE PER L'AMBIENTE. PER LA
SOSTITUZIONE DELL'OLIO CONSIGLIAMO DI RIVOLGERSI AD UN PUNTO DI
ASSISTENZA AUTORIZZATO CHE È ATTREZZATO PER SMALTIRE OLII USATI
NEL RISPETTO DELLA NATURA E DELLE NORME DI LEGGE.
ATTENZIONE
03_08

L'UTILIZZO DI OLII DIVERSI DA QUANTO RACCOMANDATO PUÒ PREGIUDI-


CARE LA DURATA DEL MOTORE.

Prodotti consigliati
Olio motore 15W-50
Lubrificante a base sintetica per motori quattro tempi.
SAE 15W-50, JASO MA, MA2; API SJ; ACEA A3

Livello olio mozzo (03_09)


Verificare che vi sia olio nel mozzo posteriore. Per il controllo del livello olio mozzo,
operare nel modo seguente:
1. Portare il veicolo su un terreno piano e posizionarlo sul cavalletto.
2. Svitare la vite «A» e se l'olio fuoriesce o sfiora il foro della vite il livello risulta corretto.
Se ciò non si verificasse effettuare il rabbocco.
3. Riavvitare la vite verificandone il corretto bloccaggio.

03_09

45
ATTENZIONE

FAR FUNZIONARE IL MOZZO DEL VEICOLO CON LUBRIFICAZIONE INSUFFI-


CIENTE O LUBRIFICANTI CONTAMINATI O IMPROPRI, ACCELERA IL LOGORIO
DELLE PARTI IN MOVIMENTO E PUÒ DAR LUOGO A GUASTI GRAVI.
ATTENZIONE

L'OLIO ESAUSTO È NOCIVO PER L'AMBIENTE. LA RACCOLTA E LO SMALTI-


MENTO DEVONO ESSERE EFFETTUATE NEL RISPETTO DELLE NORME VI-
GENTI.
ATTENZIONE

IN FASE DI SOSTITUZIONE DELL'OLIO MOZZO EVITARE CHE QUESTO VENGA


A CONTATTO CON IL CERCHIO E CON LO PNEUMATICO POSTERIORE.
ATTENZIONE

PER LA SOSTITUZIONE DELL'OLIO CONSIGLIAMO DI RIVOLGERSI AD UN


PUNTO DI ASSISTENZA AUTORIZZATO CHE È ATTREZZATO PER SMALTIRE
3 La manutenzione

OLII USATI NEL RISPETTO DELLA NATURA E DELLE NORME DI LEGGE.

Prodotti consigliati
Olio trasmissioni 80W-90
Lubrificante per cambi e trasmissioni.
SAE 80W-90 API GL-4

46
3 La manutenzione
Caratteristiche tecniche
Olio trasmissione
Circa 500 cc

Pneumatici (03_10)
Controllare periodicamente, secondo quanto riportato nella tabella di manutenzione
programmata, la pressione e l'usura dei pneumatici. I pneumatici sono muniti di indi-
catore di usura, per cui la sostituzione deve essere effettuata non appena tali indicatori
si rendono visibili sul battistrada. Controllare anche che i pneumatici non presentino
tagli sui fianchi o un'irregolare usura del battistrada; in tal caso rivolgersi ad officine
autorizzate o comunque attrezzate per la sostituzione.
ATTENZIONE

03_10

LA PRESSIONE DEI PNEUMATICI DEVE ESSERE CONTROLLATA A FREDDO.


UN'ERRATA PRESSIONE PROVOCA UN'USURA ANOMALA DEI PNEUMATICI E
RENDE PERICOLOSA LA GUIDA.
IL PNEUMATICO DEVE ESSERE SOSTITUITO QUANDO IL BATTISTRADA RAG-
GIUNGE IL LIMITE DI USURA PREVISTO DALLE NORME VIGENTI.
AVVERTENZA

LE RUOTE, COMPLETE DI PNEUMATICI, DEVONO ESSERE SEMPRE EQUILI-


BRATE. UTILIZZARE IL VEICOLO CON UN PNEUMATICO A PRESSIONE TROP-
PO BASSA O CON UNA NON CORRETTA EQUILIBRATURA, PUÒ COMPORTA-
RE PERICOLOSE VIBRAZIONI DELLO STERZO.

47
PNEUMATICI
Pneumatico anteriore 110/70 - 16'' M/C 52S Tubeless

Pneumatico posteriore 150/70 - 14" M/C 66S Tubeless

PRESSIONE GONFIAGGIO PNEUMATICI


Pressione pneumatico anteriore 2,2 bar (2,2 bar)
(con passeggero)

Pressione pneumatico posteriore 2,4 bar (2,6 bar)


(con passeggero)

Smontaggio candela (03_11, 03_12)


Procedere come segue:
- Rimuovere il portello accesso candela situato sulla fiancata destra del veicolo svi-
tando la vite indicata.
- Scollegare il cappuccio «A» del cavo A.T. della candela.
- Svitare la candela servendosi di un'apposita chiave per candele.
- Al rimontaggio imboccare con la dovuta inclinazione la candela avvitandola a mano
3 La manutenzione

03_11 a fondo. Servirsi della chiave solo per il bloccaggio.


- Inserire a fondo il cappuccio «A» sulla candela.

48
AVVERTENZA

3 La manutenzione
LO SMONTAGGIO DELLA CANDELA DEVE ESSERE EFFETTUATO A MOTORE
FREDDO. LA CANDELA DEVE ESSERE SOSTITUITA SECONDO QUANTO RI-
PORTATO NELLA TABELLA MANUTENZIONE PROGRAMMATA. L'USO DI CAN-
DELE DIVERSE DA QUELLE PRESCRITTE PUÒ DANNEGGIARE GRAVEMENTE
IL MOTORE.
NOTA BENE
03_12
L'IMPIEGO DI CANDELE DIVERSE DA QUELLE PRESCRITTE O DI CAPPUCCI
CANDELE NON SCHERMATI, PUÒ CAUSARE DISTURBI ALL'IMPIANTO ELET-
TRICO DEL VEICOLO.

Caratteristiche tecniche
Candela
NGK CR7EKB

Smontaggio filtro aria (03_13)


Per accedere al filtro aria:
- Svitare le sette viti «A» e rimuovere la coperchio del filtro aria.

03_13

49
Pulizia del filtro aria (03_14, 03_15, 03_16, 03_17)
1. Soffiare con aria compressa dal lato in ovatta bianca.
2. Lavare con acqua e sapone neutro, senza piegare o torcere il filtro, quindi asciugare
con aria compressa.
3. Impregnare con olio specifico, utilizzando un pennello.
ATTENZIONE

03_14
UTILIZZANDO IL VEICOLO SU STRADE POLVEROSE È NECESSARIO INTEN-
SIFICARE GLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE SUL FILTRO ARIA PER EVITA-
RE DANNEGGIAMENTI DEL MOTORE.

Prodotti consigliati
Olio per spugne filtranti
Prodotto speciale per l'impregnazione degli elementi filtranti in spugna.
-

Verificare la presenza di impurità nella parte inferiore del tappo di spurgo.

SE ALL'INTERNO FOSSERO PRESENTI DEI RESIDUI, PROVENIENTI DALLA


CASSA FILTRO, RIMUOVERLI PROCEDENDO COME SEGUE:
3 La manutenzione

1. rimuovere il tappino;
2. scaricare il contenuto in un recipiente e consegnarlo ad un centro di
raccolta.
03_15

50
3 La manutenzione
Operando dal lato destro del veicolo, svitare le due viti indicate e rimuovere la coper-
tura in plastica.

03_16

Rimuovere la fascetta per permettere di rimuovere il tappo per verificare la presenza


di olio dovuto alla condensa dei vapori.

SE ALL'INTERNO FOSSERO PRESENTI DEI RESIDUI, PROVENIENTI DALLA


CASSA FILTRO, RIMUOVERLI PROCEDENDO COME SEGUE:
1. rimuovere il tappino;
2. scaricare il contenuto in un recipiente e consegnarlo ad un centro di
03_17 raccolta.

51
Livello liquido di raffreddamento (03_18, 03_19, 03_20, 03_21)
Il raffreddamento del motore è del tipo a circolazione forzata di liquido. Il liquido refri-
gerante è costituito da miscela al 50% di acqua demineralizzata e soluzione antigelo
a base di glicoetilenico ed inibitori di corrosione. Il liquido che viene fornito in confe-
zione è già miscelato e pronto all'uso.
Per il buon funzionamento del motore occorre che la temperatura del liquido di raf-
freddamento si mantenga a circa 90°C. Se l'ago entra nella zona rossa arrestare il
motore, farlo raffreddare e controllare il livello del liquido; se risulta regolare rivolgersi
ad un Punto di Assistenza Autorizzato.
03_18
Il controllo del liquido deve essere effettuato a motore freddo, secondo quanto ripor-
tato sulle tabelle di manutenzione programmata, seguendo le modalità di seguito
indicate.
1. Porre il veicolo in posizione verticale sul cavalletto e rimuovere il coperchietto svi-
tando la vite «A».
2. Togliere il tappo del vaso di espansione «B» ruotandolo in senso antiorario.
3. Guardare all'interno del vaso di espansione e verificare che il livello del liquido sia
sempre compreso tra «MIN»e «MAX».
4. Eseguire l'eventuale rabbocco qualora il liquido sia prossimo al minimo.

03_19 Se si riscontra che il livello del liquido non sia corretto procedere al rabbocco, opera-
zione da effettuare a motore freddo. Se si verifica la necessità di procedere frequen-
temente a rabbocchi del liquido di raffreddamento oppure se il vaso di espansione
risulta completamente asciutto, occorre ricercare la causa nell'impianto di raffredda-
mento. È quindi indispensabile far ispezionare l'impianto di raffreddamento ad un
Punto di Assistenza Autorizzato.
La sostituzione del liquido refrigerante deve essere effettuata secondo quanto ripor-
3 La manutenzione

tato nella tabella di manutenzione programmata. Per questa operazione rivolgersi ad


un Punto di Assistenza Autorizzato.

03_20

52
AVVERTENZA

3 La manutenzione
PER EVITARE SCOTTATURE NON SVITARE IL TAPPO DEL VASO DI ESPAN-
SIONE QUANDO IL MOTORE È ANCORA CALDO.
AVVERTENZA

03_21
ALLO SCOPO DI EVITARE DANNOSE FUORIUSCITE DI LIQUIDO DURANTE LA
MARCIA, È IMPORTANTE ASSICURARSI CHE IL LIVELLO NON SUPERI MAI
ECCESSIVAMENTE LA LINGUETTA DI RIFERIMENTO.
PER GARANTIRE UN CORRETTO FUNZIONAMENTO DEL MOTORE È NECES-
SARIO MANTENERE PULITA LA GRIGLIA DEL RADIATORE.

Prodotti consigliati
Liquido antigelo pronto all'uso colore rosso
Liquido antigelo a base di glicole etilenico con additivazione ad inibizione organiza.
Colore rosso, pronto all'uso.
ASTM D 3306 - ASTM D 4656 - ASTM D 4985 - CUNA NC 956-16

53
Controllo livello liquido freni (03_22)
I serbatoi del liquido freni anteriore e posteriore sono posizionati sul manubrio. Pro-
cedere come segue:
- Portare il veicolo sul cavalletto centrale e con manubrio centrato;
- Controllare il livello del liquido attraverso il relativo indicatore trasparente «A».
Un certo abbassamento del livello si verifica a causa della usura delle pastiglie. Nel
caso in cui il livello risulti inferiore al minimo, rivolgersi ad un Concessionario o un
Punto di Assistenza Autorizzato per effettuare un controllo accurato del sistema
03_22 frenante.

Rabbocco liquido impianto frenante (03_23, 03_24, 03_25,


03_26, 03_27, 03_28, 03_29, 03_30, 03_31, 03_32, 03_33)
Per il rabbocco procedere come segue:
- Rimuovere le tre viti «A» e asportare il parabrezza
- Allentare la vite «B», far scorrere in alto il supporto parabrezza e la protezione in
gomma
- Rimuovere gli specchietti svitandoli dalla propria sede

03_23 - Svitare le due viti «C» e rimuovere la copertura a pressione


- Svitare le due viti «D» e agendo da entrambi i lati del veicolo svitare la vite «E».
- Utilizzando un cacciavite piatto disimpegnare la linguetta d'incastro inferiore come
mostrato in figura accedendo dalla fessura indicata.
3 La manutenzione

- Inserire il cacciavite tra le due coperture come indicato in figura e disimpegnare la


linguetta d'incastro superiore. Scostare la copertura manubrio posteriore.
- Svitare le due viti «F» e rimuovere la copertura manubrio anteriore disimpegnando
il connettore del gruppo ottico anteriore
- Svitare le due viti «G» e rimuovere il tappo «H» della pompa freno per ripristinare il
livello ottimale
03_24

54
AVVERTENZA

3 La manutenzione
IL LIQUIDO DEL CIRCUITO FRENANTE HA UN ALTO POTERE CORROSIVO:
EVITARE CHE VENGA A CONTATTO CON LE PARTI VERNICIATE.
ATTENZIONE
UTILIZZARE ESCLUSIVAMENTE LIQUIDI PER FRENI CLASSIFICATI DOT 4.
AVVERTENZA
IL LIQUIDO DEL CIRCUITO FRENANTE È PERICOLOSO: IN CASO DI CONTAT-
TO ACCIDENTALE LAVARE CON ACQUA.
03_25
AVVERTENZA
IL LIQUIDO DEL CIRCUITO FRENANTE È IGROSCOPICO, ASSORBE CIOÈ UMI-
DITÀ DALL'ARIA CIRCOSTANTE. SE L'UMIDITÀ CONTENUTA NEL LIQUIDO
FRENI SUPERA UN CERTO VALORE NE RISULTERÀ UNA FRENATA INEFFI-
CIENTE. NON USARE MAI LIQUIDO PER FRENI CONTENUTO IN CONTENITORI
GIÀ APERTI, O PARZIALMENTE USATI.

Prodotti consigliati
Fluido freni DOT 4
Fluido sintetico freni.
03_26 SAE J 1703; FMVSS 116; ISO 4925; CUNA NC 956 DOT4

03_27

55
03_28

03_29
3 La manutenzione

03_30

56
3 La manutenzione
03_31

03_32

03_33

57
Batteria (03_34, 03_35, 03_36, 03_37)
Per accedere alla batteria, procedere come segue:
- Posizionare il veicolo sul cavalletto centrale.
- Aprire la sella attenendosi a quanto descritto nel paragrafo relativo.
- Svitare le tre viti «A» e rimuovere il coperchio «B»
La batteria è il dispositivo elettrico che richiede la più assidua sorveglianza e la più
diligente manutenzione.
03_34 Le principali norme di manutenzione da effettuare sono le seguenti:
AVVERTENZA

È ASSOLUTAMENTE INDISPENSABILE EVITARE DI SCOLLEGARE I CAVI DEL-


LA BATTERIA CON MOTORE IN MOTO; QUESTA OPERAZIONE PUÒ COMPOR-
TARE IL DANNEGGIAMENTO IRREPARABILE DELLA CENTRALINA ELETTRO-
NICA DEL VEICOLO.
AVVERTENZA
03_35

LE BATTERIE ESAURITE SONO NOCIVE PER L'AMBIENTE. LA RACCOLTA E


LO SMALTIMENTO DEVONO ESSERE EFFETTUATE NEL RISPETTO DELLE
NORME VIGENTI.

Caratteristiche tecniche
3 La manutenzione

Batteria
12V/10Ah SIGILLATA

03_36

58
3 La manutenzione
03_37

Messa in servizio di una nuova batteria (03_38)


Accertarsi del corretto collegamento dei morsetti e verificare la tensione
ATTENZIONE

NON INVERTIRE LE POLARITÀ: PERICOLO DI CORTO CIRCUITO E DI AVARIE


AI DISPOSITIVI ELETTRICI.
03_38

Lunga inattività
In caso di lunga inattività del veicolo, la batteria è sottoposta ad un decadimento delle
prestazioni. Questo avviene per il naturale fenomeno di autoscarica della batteria
stessa e per possibili assorbimenti residui del veicolo, dovuti ai componenti con ali-
mentazione costante. Il decadimento delle prestazioni della batteria è inoltre funzione
delle condizioni ambientali e della pulizia dei poli. Per evitare possibili difficoltà di av-
viamento e/o danneggiamenti irreversibili della batteria, è opportuno procedere se-
condo una delle seguenti modalità:

59
- Almeno una volta al mese avviare il motore e mantenerlo a regimi leggermente
superiori al minimo, per 10-15 minuti. Ciò permette di mantenere efficiente, oltre alla
batteria, tutti i componenti del motore.
- Effettuare il rimessaggio del veicolo (come indicato nella sezione «Il veicolo rimane
inattivo») rimuovendo la batteria. Questa deve essere pulita, caricata completamente
e conservata in un luogo asciutto ed areato. Ripristinare la carica almeno una volta
ogni due mesi.
ATTENZIONE
LA RICARICA DELLA BATTERIA DEVE ESSERE EFFETTUATA CON UNA COR-
RENTE PARI A 1/10 DELLA CAPACITÀ NOMINALE DELLA BATTERIA STESSA
E PER NON PIÙ DI 8 ORE. PER QUESTA OPERAZIONE È COMUNQUE PREFE-
RIBILE RIVOLGERSI AD UN PUNTO DI ASSISTENZA AUTORIZZATO. ACCER-
TARSI, AL RIMONTAGGIO DELLA BATTERIA, DEL CORRETTO COLLEGAMEN-
TO DEI MORSETTI AI POLI.

Fusibili (03_39, 03_40)


L'impianto elettrico è dotato di sei fusibili di protezione collocati sotto la sella.
Aprire la sella, svitare le tre viti «A» e rimuovere il coperchio «B».
La tabella riporta la posizione e le caratteristiche dei fusibili presenti sul veicolo.
ATTENZIONE
3 La manutenzione

03_39
PRIMA DI SOSTITUIRE IL FUSIBILE INTERROTTO RICERCARE ED ELIMINARE
IL GUASTO CHE NE HA PROVOCATO L'INTERRUZIONE. NON TENTARE MAI DI
SOSTITUIRE UN FUSIBILE UTILIZZANDO MATERIALE DIVERSO (AD ESEMPIO
UN PEZZO DI FILO ELETTRICO).

60
ATTENZIONE

3 La manutenzione
MODIFICHE O RIPARAZIONI DELL'IMPIANTO ELETTRICO ESEGUITE IN MODO
NON CORRETTO E SENZA TENERE CONTO DELLE CARATTERISTICHE TEC-
NICHE DELL'IMPIANTO, POSSONO CAUSARE ANOMALIE DI FUNZIONAMEN-
TO CON RISCHI DI INCENDIO.

03_40

FUSIBILI
Fusibile n° 1 Capacità: 30 A
Circuiti protetti: generale, ricarica
batteria
Sotto chiave: fusibili n°5 e 6

Fusibile n° 2 Capacità: 15 A
Circuiti protetti: alimentazione da
batteria:predisposizione antifurto,
predisposizione centralina
aprisella, relè elettroventola
(contatto)

Fusibile n° 3 Capacità: 10 A
Circuiti protetti: centralina
elettronica, relè carichi iniezione,
(contatto)

61
Fusibile n° 4 Capacità: 15 A
Circuiti protetti: alimentazione da
batteria relè proiettore (contatto),
gruppo strumenti, alimentazione
da batteria presa B.T., lampada
illuminazione vano portacasco,
alimentazione da chiave attuatore
aprisella

Fusibile n° 5 Capacità: 10 A
Circuiti protetti: alimentazione da
chiave: predisposizione antifurto,
predisposizione centralina
aprisella, dispositivo comando
lampeggiatori, flash abbagliante,
gruppo strumenti, luci di posizione,
clacson, luci stop, consenso
avviamento, illuminazione targa

Fusibile n° 6 Capacità: 5 A
Circuiti protetti: Circuiti protetti:
alimentazione da chiave relè
proiettore (bobina), antenna
immobilizer, centralina elettronica,
relè carichi iniezione (bobina)
3 La manutenzione

Lampade

62
3 La manutenzione
LAMPADE
Lampada anabbagliante Tipo: Alogena H7
Quantità: 1
Potenza: 12V - 55W

Lampada abbagliante Tipo: Alogena H7


Quantità: 1
Potenza: 12V - 55W

Lampada di posizione anteriore Tipo: LED


Quantità: -
Potenza: -

Lampada indicatori di direzione Tipo: Sferica BAU 15s


anteriori
Quantità: 1DX - 1SX
Potenza: 12V - 10W

Lampada luce stop/posizione Tipo: LED


posteriore
Quantità: -
Potenza: -

Lampada indicatori di direzione Tipo: Sferica BAU 15s


posteriori
Quantità: 1DX - 1SX
Potenza: 12V - 10W

Lampada illuminazione targa Tipo: Tuttovetro W5W

63
Quantità: 1
Potenza: 12V - 5W

Lampada illuminazione vano Tipo: Cilindrica C5W


portacasco
Quantità: 1
Potenza: 12V - 5W

Lampada illuminazione gruppo Tipo: LED


strumenti
Quantità: 4
Potenza: -

Gruppo ottico anteriore (03_41, 03_42, 03_43, 03_44)


Per rimuovere il gruppo ottico anteriore non è necessario togliere il parabrezza. Per
la rimozione del gruppo ottico anteriore procedere come segue:
- Svitare le due viti «A» e rimuovere il coperchio a pressione
- Svitare le due viti «B» di fissaggio superiore del gruppo ottico
- Agendo da entrambi i lati del veicolo svitare la vite «C» di fissaggio inferiore e sco-
stare il gruppo ottico. Rimuovere la protezione in gomma.

03_41 Si accede così alle lampade.


Per sostituire la lampada anabbagliante agire sul portalampada «D», per sostituire la
3 La manutenzione

lampada abbagliante agire sul portalampada «E» sganciando la relativa molletta.


Al rimontaggio ripetere le operazioni in senso inverso.

64
AVVERTENZA

3 La manutenzione
LE LAMPADE ABBAGLIANTE ED ANABBAGLIANTE SONO DEL TIPO ALOGE-
NO: NON TOCCARLE CON LE DITA PER NON COMPROMETTERNE IL FUNZIO-
NAMENTO.
ATTENZIONE

03_42

NON APPOGGIARE, TRASPORTARE OGGETTI E/O INDUMENTI SOPRA IL


GRUPPO OTTICO ANTERIORE, SIA CON PROIETTORE ACCESO CHE APPENA
SPENTO. LA MANCATA OSSERVANZA DI TALE PRECAUZIONE PUÒ PROVO-
CARE IL SURRISCALDAMENTO E LA CONSEGUENTE FUSIONE DEL TRASPA-
RENTE.

03_43

03_44

65
Regolazione proiettore (03_45, 03_46, 03_47)
Procedere come segue:
- Porre il veicolo in condizione di utilizzo con pneumatici gonfiati alla pressione pre-
scritta, su terreno piano a 10 m. di distanza da uno schermo bianco situato in
penombra assicurandosi che l'asse del veicolo sia perpendicolare allo schermo;
- Accendere il proiettore e verificare che il confine del fascio luminoso proiettato sullo
schermo non superi i 9/10 dell'altezza del centro del faro da terra e non sia inferiore
ai 7/10;
03_45 - In caso contrario occorre regolare il proiettore. Per tale operazione non è necessario
togliere il parabrezza. Svitare le due viti «A» e rimuovere il coperchio a pressione.
Avvitare la vite «B» per abbassare il fascio luminoso, svitare la vite «B» per alzare il
fascio luminoso.
NOTA BENE
LA PROCEDURA DESCRITTA È QUELLA STABILITA DALLA "NORMATIVA EU-
ROPEA" PER QUANTO CONCERNE L'ALTEZZA MASSIMA E MINIMA DEL FA-
SCIO LUMINOSO. VERIFICARE COMUNQUE LE DISPOSIZIONI DEI SINGOLI
PAESI DOVE VIENE UTILIZZATO IL VEICOLO.

03_46
3 La manutenzione

03_47

66
Indicatori di direzione anteriori (03_48, 03_49, 03_50)

3 La manutenzione
Per sostituire le lampade degli indicatori di direzione procedere come segue:
- Aprire il bauletto anteriore
- Rimuovere la protezione in gomma
- Rimuovere il portalampada ruotandolo verso l'interno del veicolo
- Premere leggermente e ruotare in senso antiorario la lampada ed estrarla.

03_48

AVVERTENZA

LE LUCI DI POSIZIONE PRESENTI NELLO STESSO GRUPPO SONO DI TIPO


«LED». IN CASO DI MALFUNZIONAMENTO, POICHÉ LO SMONTAGGIO È DI
PARTICOLARE DIFFICOLTÀ, SI CONSIGLIA DI RIVOLGERSI PRESSO UN Punto
di Assistenza Autorizzato PER LA SOSTITUZIONE.

03_49

03_50

67
Gruppo ottico posteriore (03_51, 03_52, 03_53)
Per sostituire le lampade degli indicatori di direzione procedere come segue:
- Aprire la sella
- Rimuovere la protezione in gomma
- Rimuovere il portalampada ruotandolo verso il basso
- Premere leggermente e ruotare in senso antiorario la lampada ed estrarla.

03_51

AVVERTENZA

LE LUCI DI POSIZIONE PRESENTI NELLO STESSO GRUPPO SONO DI TIPO


«LED». IN CASO DI MALFUNZIONAMENTO, POICHÉ LO SMONTAGGIO È DI
PARTICOLARE DIFFICOLTÀ, SI CONSIGLIA DI RIVOLGERSI PRESSO UN Punto
di Assistenza Autorizzato PER LA SOSTITUZIONE.

03_52
3 La manutenzione

03_53

68
Luce targa (03_54)

3 La manutenzione
Svitare la vite indicata quindi estrarre portalampada.
ATTENZIONE

PER ESTRARRE IL PORTALAMPADA NON TIRARE I CAVI ELETTRICI.

03_54

Luce illuminazione vano casco (03_55)


Aprire il vano casco, estrarre il trasparente fissato a pressione e sostituire la lampada.

03_55

69
Specchi retrovisori (03_56)
Gli specchi si orientano esercitando una cauta pressione sui bordi dello specchio
stesso in funzione dell'orientamento desiderato.

03_56

Freno a disco anteriore e posteriore (03_57)


L'usura del disco e delle pastiglie viene automaticamente compensata, quindi non ha
effetto sul funzionamento dei freni. Per questa ragione non occorre registrare il freno.
Se, azionando la leva del freno, si riscontrasse una eccessiva elasticità, ciò è dovuto,
con ogni probabilità, alla presenza di aria nel circuito o all'irregolare funzionamento
del freno stesso. In questo caso, soprattutto in considerazione del ruolo fondamentale
che assumono i freni per la Vostra sicurezza di guida, è necessario portare il veicolo
ad un Concessionario o un Punto di Assistenza Autorizzato.
ATTENZIONE
03_57

L'AZIONE FRENANTE DEVE INIZIARE DOPO CIRCA 1/3 DI CORSA DELLA LEVA
FRENO.
3 La manutenzione

ATTENZIONE

LO SPESSORE DELLE PASTIGLIE FRENO VIENE VERIFICATO DAL CONCES-


SIONARIO SECONDO I CONTROLLI PREVISTI DALLA TABELLA DI MANUTEN-
ZIONE PROGRAMMATA. COMUNQUE NEL CASO IN CUI SI AVVERTA UNA

70
3 La manutenzione
RUMOROSITÀ PROVENIENTE DAL SISTEMA FRENANTE ANTERIORE E/O PO-
STERIORE IN FASE DI UTILIZZO DELLO STESSO, È CONSIGLIABILE RIVOL-
GERSI AD UN CONCESSIONARIO O UN PUNTO DI ASSISTENZA AUTORIZZA-
TO. DOPO LA SOSTITUZIONE DELLE PASTIGLIE NON USARE IL VEICOLO
PRIMA DI AVER AZIONATO LA LEVA DEL FRENO VARIE VOLTE, ALLO SCOPO
DI ASSESTARE I PISTONCINI E DI RIPORTARE LA CORSA DELLA LEVA NELLA
CORRETTA POSIZIONE.
ATTENZIONE

LA PRESENZA SULLA STRADA DI SABBIA, FANGO, NEVE MISTA A SALE,


ETC., PUÒ RIDURRE DRASTICAMENTE LA DURATA DELLE PASTIGLIE. IN CA-
SO DI UTILIZZO DEL VEICOLO SU STRADE AVENTI LE CARATTERISTICHE
SOPRA DESCRITTE, SI RACCOMANDA DI PULIRE FREQUENTEMENTE IL DI-
SCO FRENO CON UN DETERGENTE NON AGGRESSIVO IN MODO DA EVITARE
LA FORMAZIONE DI AGGLOMERATI ABRASIVI ALL'INTERNO DEI FORI CON
CONSEGUENTE USURA PRECOCE DELLE PASTIGLIE FRENO.

Foratura
Il veicolo è equipaggiato con pneumatici del tipo Tubeless (senza camera d'aria). In
caso di foratura, contrariamente a quanto avviene per un pneumatico con camera
d'aria, lo sgonfiamento è molto lento, cosa che si traduce in una maggiore sicurezza
di guida. In caso di foratura è consentito effettuare una riparazione di emergenza con
l'impiego di una bomboletta del tipo "gonfia e ripara". Per una riparazione definitiva
rivolgersi ad un Concessionario o un Punto di Assistenza Autorizzato. La sosti-
tuzione di un pneumatico comporta lo smontaggio della relativa ruota. Per tali opera-
zioni rivolgersi ad un Concessionario o un Punto di Assistenza Autorizzato.

71
ATTENZIONE

PER L'USO DELLA BOMBOLETTA "GONFIA E RIPARA" SEGUIRE LE ISTRU-


ZIONI RIPORTATE SULL'INVOLUCRO O SULLA CONFEZIONE.
AVVERTENZA

LE RUOTE, COMPLETE DI PNEUMATICI, DEVONO ESSERE SEMPRE EQUILI-


BRATE. UTILIZZARE IL VEICOLO CON UN PNEUMATICO A PRESSIONE TROP-
PO BASSA O CON UNA NON CORRETTA EQUILIBRATURA, PUÒ COMPORTA-
RE PERICOLOSE VIBRAZIONI DELLO STERZO.

Inattività del veicolo (03_58)


Si consiglia di effettuare le seguenti operazioni:
1. Effettuare la pulizia generale del veicolo e successivamente coprirlo con un telo;
2. A motore fermo, smontare la candela, immettere dal foro di essa 1÷2 cc di olio.
Azionare 1-2 volte il pulsante d'avviamento per circa 1 secondo facendo compiere
lentamente qualche giro al motore, quindi rimontare la candela;
3. Assicurarsi di avere il serbatoio carburante ad almeno metà livello (in modo da
assicurare la totale immersione della pompa benzina); spalmare di grasso anti-
3 La manutenzione

03_58 ruggine le parti metalliche non verniciate; tenere sollevate le ruote da terra appog-
giando il telaio su due tasselli di legno;
4. Per la batteria seguire le norme riportate nella sezione «Batteria»

Prodotti consigliati
Olio motore 5W-40
Lubrificante a base sintetica per motori quattro tempi.

72
SAE 5W-40; JASO MA, MA2; API SL; ACEA A3

3 La manutenzione
Pulizia veicolo
Per ammorbidire lo sporco e il fango depositato sulle superfici verniciate usare un
getto di acqua a bassa pressione. Una volta ammorbiditi, fango e sporcizia devono
essere tolti con una spugna soffice per carrozzeria imbevuta di molta acqua e "sham-
poo" (2-4% di shampoo in acqua). Successivamente sciacquare abbondantemente
con acqua, ed asciugare con pelle scamosciata. Per l'esterno del motore servirsi di
petrolio, pennello e stracci puliti. Il petrolio è dannoso per la vernice. Si ricorda che
l'eventuale lucidatura con cere siliconiche deve essere sempre preceduta dal lavag-
gio.
ATTENZIONE

I PRODOTTI DETERGENTI POSSONO INQUINARE L'ACQUA. IL LAVAGGIO DEL


VEICOLO DEVE ESSERE EFFETTUATO PRESSO STAZIONI DI LAVAGGIO DO-
TATE DI DISPOSITIVI IDONEI ALLA DEPURAZIONE DELLE ACQUE DI LAVAG-
GIO.
ATTENZIONE

PER IL LAVAGGIO DEL MOTORE E DEL VEICOLO È SCONSIGLIATO L'UTILIZ-


ZO DELL'IDROPULITRICE; NEL CASO CHE NON SIA POSSIBILE EFFETTUARE
TALE OPERAZIONE IN UN ALTRO MODO, È NECESSARIO:
• USARE SOLAMENTE IL GETTO A VENTAGLIO.
• NON AVVICINARE LA LANCIA A MENO DI 60 CM.
• NON USARE ACQUA A TEMPERATURE SUPERIORI A 40°C.

73
• NON UTILIZZARE IL GETTO AD ALTA PRESSIONE.
• NON UTILIZZARE IL LAVAGGIO A VAPORE.
• NON INDIRIZZARE IL GETTO DIRETTAMENTE VERSO: IL MOTORE, I CA-
BLAGGI ELETTRICI, LE FERITOIE DI RAFFREDDAMENTO DEL COPERCHIO
TRASMISSIONE E DEL COPERCHIO CHIOCCIOLA.
ATTENZIONE

IL LAVAGGIO NON DEVE MAI ESSERE ESEGUITO AL SOLE SPECIALMENTE


D'ESTATE QUANDO LA CARROZZERIA È ANCORA CALDA IN QUANTO LO
SHAMPOO, ASCIUGANDOSI PRIMA DEL RISCIACQUO, PUÒ CAUSARE DANNI
ALLA VERNICE. NON USARE MAI STRACCI IMBEVUTI DI ALCOOL, BENZINA,
NAFTA O PETROLI PER IL LAVAGGIO DELLE SUPERFICI VERNICIATE O IN
MATERIA PLASTICA, PER EVITARE LA PERDITA DELLA LORO BRILLANTEZZA
O L'ALTERAZIONE DELLE CARATTERISTICHE MECCANICHE. L'USO DI CERE
SILICONICHE PUÒ CAUSARE DANNI ALLE SUPERFICI VERNICIATE, SECON-
DO IL COLORE DEL VEICOLO (COLORI SATINATI). CONTATTARE UN PUNTO
DI ASSISTENZA AUTORIZZATO PER AVERE INDICAZIONI IN MERITO.
AVVERTENZA

SI CONSIGLIA UNA REGOLARE PULIZIA DEL VEICOLO AL FINE DI EVITARE


POSSIBILI ACCUMULI DI SPORCIZIA O FANGO CHE POTREBBERO CAUSARE
UN FUNZIONAMENTO NON CORRETTO DELLA TRASMISSIONE COMANDO
3 La manutenzione

GAS E/O DI ALTRI COMPONENTI.

Ricerca guasti

74
3 La manutenzione
MANCATO AVVIAMENTO
Interruttore di emergenza in Ripristinare su «ON»
posizione «OFF»

Fusibile in avaria Sostituire il fusibile danneggiato e


far verificare il veicolo ad un Punto
di Assistenza Autorizzato.

DIFFICOLTÀ DI AVVIAMENTO
Mancanza carburante nel Rifornire
serbatoio*

Sistema di iniezione in avaria Rivolgersi ad un Punto di


Assistenza Autorizzato

Pompa carburante inefficiente Rivolgersi ad un Punto di


Assistenza Autorizzato

Batteria scarica Caricare la batteria


* IMPORTANTE: NON UTILIZZARE IL VEICOLO FINO
ALL'ESAURIMENTO DEL CARBURANTE; NEL CASO TALE
EVENTO SI VERIFICASSE, NON INSISTERE NELL'AVVIAMENTO,
POSIZIONARE IN «OFF» IL COMMUTATORE A CHIAVE E
RIFORNIRE DI BENZINA IL SERBATOIO PRIMA POSSIBILE. IL
MANCATO RISPETTO DI QUESTA NORMA PUÒ PORTARE AL
DANNEGGIAMENTO DELLA POMPA DI ALIMENTAZIONE E/O DEL
CATALIZZATORE.

75
IRREGOLARITÀ DI ACCENSIONE
Candela difettosa Rivolgersi ad un Punto di
Assistenza Autorizzato.

Centralina di accensione / Rivolgersi ad un Punto di


iniezione difettosa. Causa la Assistenza Autorizzato
presenza di alta tensione la verifica
deve essere fatta da persone
esperte

SCARSA COMPRESSIONE
Candela allentata Serrare la candela

Testa cilindro allentata, anelli Rivolgersi ad un Punto di


tenuta pistone usurati Assistenza Autorizzato.

Valvole puntate Rivolgersi ad un Punto di


Assistenza Autorizzato.

CONSUMO ELEVATO E SCARSO RENDIMENTO


3 La manutenzione

Filtro aria otturato o sporco Effettuare pulizia o sostituzione.

76
3 La manutenzione
FRENATA INSUFFICIENTE
Untuosità disco. Pastiglie usurate. Rivolgersi ad un Punto di
Dispositivi impianto freni in avaria. Assistenza Autorizzato.
Presenza di aria nei circuiti freno
anteriore e posteriore

SOSPENSIONI INEFFICIENTI
Ammortizzatori in avaria, perdite di Rivolgersi ad un Punto di
olio, tamponi di finecorsa Assistenza Autorizzato.
deteriorati; ammortizzatori mal
regolati nel precarico

IRREGOLARITÀ TRASMISSIONE AUTOMATICA


Rulli variatore e/o cinghia di Rivolgersi ad un Punto di
trasmissione deteriorati Assistenza Autorizzato.

77
3 La manutenzione

78
LUM Beverly Sport Touring

Cap. 04
Dati tecnici

79
4 Dati tecnici

80
04_01
4 Dati tecnici
DATI MOTORE
Tipo Monocilindrico a 4 tempi

Cilindrata 330 cc

Alesaggio per corsa 78 x 69 mm

Rapporto di compressione 12,0±0,5

Minimo motore 1700±100 rpm

Distribuzione Quattro valvole, monoalbero a


camme in testa comandato a
catena.

Gioco valvole Aspirazione: 0,10 mm


Scarico: 0,15 mm

Potenza max all'albero 24,5 kW a 8250 rpm

Coppia max 32,3 Nm a 6250 rpm

Trasmissione Con variatore automatico a


pulegge espansibili con
asservitore di coppia, cinghia
trapezoidale, frizione automatica
centrifuga in bagno d'olio.

Riduzione finale A ingranaggi in bagno d'olio.

Lubrificazione Lubrificazione del motore


mediante pompa (interna al carter)
trocoidale, filtro olio e by-pass di
regolazione della pressione.

81
Raffreddamento A circolazione forzata di liquido.

Avviamento Elettrico

Accensione Elettronica induttiva ad alta


efficienza integrata con l'iniezione,
anticipo variabile e bobina A.T.
separata.

Anticipo accensione A mappa tridimensionale gestita


da centralina

Alimentazione Iniezione elttronica IAWM3G con


corpo farfallato diametro 38 mm,
pompa carburante elettrica.

Candela NGK CR7EKB

Carburante Benzina senza piombo max E10


(95 R.O.N.)

Marmitta Di tipo ad assorbimento con


convertitore catalitico trivalente e
sonda lambda allo scarico.

Normativa emissioni EURO 3

DATI VEICOLO
Telaio In tubi e lamiere stampate in
acciaio.
4 Dati tecnici

Sospensione anteriore Forcella telescopica idraulica con


stelo Ø 35 mm.

82
Sospensione posteriore Due ammortizzatori a doppio

4 Dati tecnici
effetto con regolazione del
precarico su quattro posizioni.

Freno anteriore A disco Ø 300 mm con comando


idraulico azionato dal manubrio
con leva dx.

Freno integrale A disco posteriore Ø 240 mm con


comando idraulico azionato dal
manubrio con leva sx; il disco
anteriore è asservito da una
valvola ripartitrice di pressione.

Tipo cerchi ruota In lega leggera.

Cerchio anteriore 3,00" x 16"

Cerchio posteriore 4,00"x14"

Pneumatico anteriore 110/70 - 16" M/C 52S Tubeless

Pneumatico posteriore 150/70 - 14" M/C 66S Tubeless

Pressione pneumatico anteriore 2,2 bar (2,2 bar)


(con passeggero)

Pressione pneumatico posteriore 2,4 bar (2,6 bar)


(con passeggero)

Peso a secco 179 kg ± 8 kg

Peso massimo ammissibile 375 kg

Batteria 12V/10Ah SIGILLATA

83
CAPACITÀ
Olio motore circa 1,5 l

Olio trasmissione circa 500 cc

Liquido impianto di raffreddamento 1,75 l

Serbatoio carburante 13 l ± 1

Attrezzi di corredo (04_02, 04_03)


Gli attrezzi sono sistemati sotto la sella.
Il kit attrezzi comprende:
• Una chiave a tubo
• Un cacciavite doppio
• Una chiave speciale per regolare gli ammortizzatori posteriori
• Un estrattore per fusibili
• Una leva per chiave a tubo
• Una chiave torx doppia
04_02
4 Dati tecnici

04_03

84
LUM Beverly Sport Touring

Cap. 05
Ricambi e
accessori

85
Avvertenze (05_01)
AVVERTENZA

PER PREVENIRE EVENTUALI INCIDENTI, USARE LA MASSIMA PRUDENZA


NELLA GUIDA DEL VEICOLO CON ACCESSORI E CON CARICO ANOMALO IN
QUANTO QUESTO PUÒ RIDURRE LA STABILITÀ, LE PRESTAZIONI E LA SICU-
REZZA DELLO SCOOTER.
05_01 AVVERTENZA

SI CONSIGLIA L'USO DEI RICAMBI ORIGINALI PIAGGIO, GLI UNICI CHE OF-
FRONO LA STESSA GARANZIA DI QUALITÀ DEI PARTICOLARI MONTATI IN
ORIGINE SUL VEICOLO. SI RICORDA CHE L'IMPIEGO DI RICAMBI NON ORIGI-
NALI FA DECADERE IL DIRITTO AD USUFRUIRE DELLE CONDIZIONI DI GA-
RANZIA.
AVVERTENZA

PIAGGIO COMMERCIALIZZA UNA PROPRIA LINEA DI ACCESSORI CHE SONO


PERTANTO RICONOSCIUTI E GARANTITI IN RELAZIONE ANCHE AL LORO IM-
5 Ricambi e accessori

PIEGO. È QUINDI INDISPENSABILE, PER UNA LORO SCELTA E UN CORRETTO


MONTAGGIO, RIVOLGERSI AD UN PUNTO DI ASSISTENZA AUTORIZZATO.
L'IMPIEGO DI ACCESSORI NON ORIGINALI PUÒ COMPROMETTERE LA STA-
BILITÀ ED IL FUNZIONAMENTO DEL VEICOLO CON CONSEGUENTE PERICO-
LOSITÀ DI GUIDA E RELATIVA INCOLUMITÀ DEL GUIDATORE.

86
5 Ricambi e accessori
MAI GUIDARE IL VEICOLO DOTATO DI ACCESSORI (BORSE, BAULETTO E/O
PARABREZZA) AD UNA VELOCITA' SUPERIORE A 100 km /h.
SENZA I SUDDETTI ACCESSORI, IL VEICOLO PUO' ESSERE GUIDATO AD UNA
VELOCITA' SUPERIORE E COMUNQUE ENTRO I LIMITI STABILITI DALLA LEG-
GE.
NEL CASO IN CUI SULLO SCOOTER SIANO INSTALLATI ACCESSORI NON
ORIGINALI PIAGGIO, VI SIA UN CARICO ANOMALO, LO SCOOTER NON SI
TROVI IN CONDIZIONI GENERALI OTTIMALI O QUANDO LE CONDIZIONI AT-
MOSFERICHE NON LO CONSENTANO, LA VELOCITA' DEVE ESSERE ULTE-
RIORMENTE RIDOTTA.
AVVERTENZA

SI RACCOMANDA DI PORRE ESTREMA ATTENZIONE DURANTE L'INSTALLA-


ZIONE E LA RIMOZIONE DI UN EVENTUALE ANTIFURTO MECCANICO SUL
VEICOLO (LUCCHETTI A "U", BLOCCADISCO, ECC.).
SOPRATTUTTO IN PROSSIMITÀ DELLE TUBAZIONI FRENO, TRASMISSIONI E/
O CABLAGGI ELETTRICI, UN ERRATO MONTAGGIO O RIMOZIONE COSÌ COME
UNA POSSIBILE DIMENTICANZA DELL'ANTIFURTO PRIMA DI METTERE IN
MARCIA IL VEICOLO, PUÒ DANNEGGIARE SERIAMENTE I SUDDETTI COMPO-
NENTI E COMPROMETTERE LA FUNZIONALITÀ DEL MEZZO E LA SICUREZZA
DELL'UTILIZZATORE.

87
5 Ricambi e accessori

88
LUM Beverly Sport Touring

Cap. 06
Manutenzione
programmata

89
Tabella manutenzione programmata (06_01)
Una adeguata manutenzione costituisce fattore determinante per una maggiore du-
rata del veicolo in condizioni di funzionamento e rendimento ottimali.
A tale scopo sono stati predisposti una serie di controlli e di interventi di manutenzione
a pagamento, raccolti nel quadro riepilogativo riportato nella pagina seguente. È buo-
na norma che eventuali piccole anomalie di funzionamento siano subito segnalate ad
un Concessionario o un Punto di Assistenza Autorizzato senza attendere, per
portarvi rimedio, l'esecuzione del prossimo tagliando.
È' indispensabile effettuare i Tagliandi agli intervalli di tempo prescritti anche se non
06_01
è stato raggiunto il chilometraggio previsto. La puntuale esecuzione dei tagliandi è
necessaria per il corretto utilizzo della garanzia. Per tutte le altre informazioni riguar-
danti le modalità di applicazione della Garanzia e l'esecuzione della "Manutenzione
Programmata" si rimanda al "Libretto di Garanzia".

TABELLA DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA


OGNI 12 OGNI 24
km x 1.000 1 10 20 30 40 50 60
MESI MESI
Bloccaggi di sicurezza I I I I I I I
6 Manutenzione programmata

Candela R R R R R R

Cavalletto centrale L L L L L L L L L

Cinghia di trasmissione R R R

Comando gas I I I I I I I I I

Contenitore rulli / Contrasto rulli C/I C/I C/I

Diagnosi con strumento I I I I I I I I I

Filtro aria (*) R R R R R R

Filtro olio motore R R R R R R R R R

90
OGNI 12 OGNI 24

6 Manutenzione programmata
km x 1.000 1 10 20 30 40 50 60
MESI MESI
Filtro vano cinghia (*) C C C C C C

Gioco valvole I

Impianto elettrico e batteria I I I I I I I

Impianto freni I I I I I I I I I

Liquido di raffreddamento I I I I I I I I R

Liquido freni I I I I I I I I R

Olio motore (**) R R R R R R R R R

Olio mozzo R I I I

Orientamento proiettore I I I I I I I

Pastiglie freno I I I I I I I I

Pattini di scorrimento e rulli variatore R R R

Pressione e usura pneumatici I I I I I I I I I

Prova veicolo su strada I I I I I I I I I

Sfiato basamento (***) C C C

Sospensioni I I I I I I I I I

Sterzo A I I I I I I I I

I: CONTROLLARE E PULIRE, REGOLARE, LUBRIFICARE O SOSTITUIRE SE NECESSARIO.


C: PULIRE, R:SOSTITUIRE, A:REGOLARE, L:LUBRIFICARE
* Eseguire più frequentemente la manutenzione quando si guida in zone insolitamente umide o polverose
** Verificare comunque il livello ogni volta che si usa il veicolo

91
*** Eseguire più frequentemente la manutenzione se si guida principalmente in pieno gas

TABELLA PRODOTTI RACCOMANDATI


Prodotto Descrizione Caratteristiche
Olio trasmissioni 80W-90 Lubrificante per cambi e trasmissioni. SAE 80W-90; API GL-4

Olio per spugne filtranti Prodotto speciale per l'impregnazione degli -


elementi filtranti in spugna.

Grasso Spray idorepellente Grasso spray calcico filante idrorepellente. R.I.D./A.D.R. 2 10°b) 2 R.I.Na. 2.42 - I.A.T.A.
2 - I.M.D.G. classe 2 UN 1950 Pag. 9022 EM
25-89

Olio motore 15W-50 Lubrificante a base sintetica per motori quattro SAE 15W-50, JASO MA, MA2; API SJ; ACEA
tempi. A3

Fluido freni DOT 4 Fluido sintetico freni. SAE J 1703; FMVSS 116; ISO 4925; CUNA NC
956 DOT4

Liquido antigelo pronto all'uso colore rosso Liquido antigelo a base di glicole etilenico con ASTM D 3306 - ASTM D 4656 - ASTM D 4985
additivazione ad inibizione organica. Colore - CUNA NC 956-16
rosso, pronto all'uso.
6 Manutenzione programmata

CONVERSIONE UNITÀ DI MISURA - DA SISTEMA


ANGLOSASSONE A SISTEMA INTERNAZIONALE (S.I.).
1 Pollice (in) 25,4 Millimetri (mm)

1 Piede (ft) 0,305 Metri (m)

1 Miglio (mi) 1,609 Chilometri (km)

1 Gallone US (gal US) 3,785 Litri (l)

92
1 Libbra (lb) 0,454 Chilogrammmi (Kg)

6 Manutenzione programmata
1 Pollice cubo (in³) 16,4 Centimetri cubi (cm³)

1 Libbre piede (lbf ft) 1.356 Newton metri (N m)

1 Miglio orario (mi/h) 1,602 Chilometri orari (km/h)

1 Libbra per pollice quadrato (PSI) 0,069 (bar)

1 Fahrenheit (°F) 32+(9/5)Celsius (°C)

93
6 Manutenzione programmata

94
INDICE ANALITICO

A D Indicatori di direzione: 67 P
Ammortizzatori: 31 Dati tecnici: 79 Plancia: 8
Arresto motore: 17, 35 Deviatore: 16 Pneumatici: 30, 47
Attrezzi di corredo: 84 Deviatore luci: 16 L Pressione pneumatici: 30
Avviamento: 16, 33 Display: 13 Lampade: 62 Proiettore: 66
Lampeggiatori: 15 Pulsante avviamento: 16
Liquido di raffreddamento:
B F 52
Batteria: 58, 59 Filtro aria: 49, 50 Liquido freni: 54 Q
Bauletto: 25 Foratura: 71 Quadro strumenti: 9
Bloccasterzo: 14 Freno: 70
Freno a disco: 70 M
Fusibili: 60 Manutenzione: 41, 89, 90 R
C Manutenzione programmata: Rifornimenti: 28
Candela: 48 89, 90 Rodaggio: 32
Cavalletto: 35 G
Chiavi: 17 Gruppo ottico: 64, 68
Clacson: 15 Guida: 37 O S
Commutatore a chiave: 13 Olio motore: 42–44 Sella: 22
Commutatore lampeggiatori: Olio mozzo: 45 Serbatoio: 21
15 I Orologio: 11 Specchi: 70
Controlli: 28 Identificazione: 23
Immobilizer: 17, 18, 20

95
T
Trasmissione: 36

V
Veicolo: 7, 72, 73

96
Le descrizioni ed illustrazioni nella presente pubblicazione sono fornite ai fini descrittivi e non possono essere ritenute vincolanti. Piaggio & C. S.p.A. si riserva il diritto, ferme restando le caratteristiche
essenziali del tipo di prodotto qui descritto ed illustrato, di apportare in qualunque momento, senza impegnarsi ad aggiornare tempestivamente questa pubblicazione, le eventuali modifiche di organi,
particolari o forniture di accessori, che essa ritenga opportuni per scopo di miglioramento o per qualsiasi altra esigenza di carattere costruttivo o commerciale.

Non tutte le versioni riportate nella presente pubblicazione sono disponibili in ogni Paese. La disponibilità delle singole versioni deve essere verificata con la rete ufficiale di vendita PIAGGIO.

© Copyright 2018 - Piaggio & C. S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione anche parziale.

Piaggio & C. S.p.A. Viale Rinaldo Piaggio, 25 - 56025 PONTEDERA (PI), Italia

www.piaggio.com