Sei sulla pagina 1di 1

L’EPICUREISMO

Epicureismo è stato fondato da Epicuro,essa è soprattutto un sapere pratico che intende insegnare il modo per
evitare la sofferenza e conquistare la serenità dell’animo, evitando le paure e timori.La sua filosofia è una filosofia
edonistica, cioè una filosofia che identifica la felicità con il piacere. Nei giorni nostri ,Il termine “edonista” assume
un’accezione prevalentemente negativa, indicando chi si abbandona senza limiti al piacere materiale, quale
connotazione però non trova riscontro nella filosofia di Epicuro, che professava una dottrina estremamente
rigorosa e moderata incentrata sul piacere inteso come assenza di dolore nel corpo (aponia)e di turbamento
nell’anima (atarassia).Tale concezione implica una rigorosa valutazione dei desideri, al fine di accettare soltanto
quelli che non possono diventare causa di sofferenza, i cosiddetti piaceri stabili (l’amicizia),evitando, invece, quelli
dinamici(L’amore carnale).

Altri consiglii pratici per raggiungere la felicità è quello di allontanarsi dalla vita pubblica; staccare la mente dalla
visione delle cose dolorose per fissare lo sguardo su quelle piacevoli.La filosofia viene intesa come una “terapia” in
grado di eliminare motivi di turbamento. In particolare, nella Lettera a Meneceo Epicuro identifica la filosofia come
il “tetra farmaco“. Essa consiste nel:

•Liberare gli uomini dal timore degli dei, facendo capire che essi non si preoccupano degli affari umani

•Liberare gli uomini dalla paura della morte, dimostrando che essa non è nulla per noi: quando c’è la morte,
infatti, l’uomo non c’è più; quando c’è iluomo, la morte non c’è ancora

•Dimostrare che è il piacere è possibile e alla portata dell’uomo: viversi il momento

•Dimostrare che il dolore e il male sono di breve durata