Sei sulla pagina 1di 2

Schumann I

Si tratta del primo lied del ciclo Dichterliebe, la tonalità è Fa# minore.
Si apre con quattro battute pianistiche in cui si notano subito una nota estranea alla tonalità, ovvero
La#. Questa è appoggiatura cromatica ascendente del IV. Non serve ad affermare il Fa# con tipiche
cadenze IV-V-I. Anzi, l'inizio IV6, V7, IV6, V7 non risolve sul I, bensì su un nuovo IV6 che è anche
II6 di La minore. Il canto si muove inizialmente in questa nuova tonalità, con V7, I4-3 (ritardo della
terza), II, V7, I. Il percorso per giungere alla tonalità d'impianto è ancora lungo, e deve percorrere
ulteriori modulazioni. A b. 9 e a b. 11, la sequenza IV6, V7, I viene proposta dapprima in Si minore,
poi in Re maggiore, individuati dall'univocità del quinto grado. Nel secondo caso, nello specifico, si
tratta del IV abbassato (IV) mutuato dalla scala maggiore armonica di Re. Nel passaggio per queste
due tonalità, il pianoforte fa dei brevi echi al canto (SI e Do b. 9, Re e Mi b. 11).
Il I finale di Re maggiore è accordo perno per Fa# (suo IV). Riprende così la frase strumentale,
prima introduzione al canto, ora intervento tra le due strofe. La seconda strofa si ripete come la
prima. A concludere, la sezione pianistica che, nonostante sia finale, non afferma la tonalità
d'impianto: termina sulla settima di dominante di Fa#.
Il brano è riassumibile come alternanza di frasi pianistiche in Fa# minore e di frasi del canto in altre
tonalità.

Sezione Battute Tonalità


Pianistica 1-4 Fa# min
Vocale 5-12 La min, Si min, Re magg
Pianistica 12-15 Fa# min
Vocale 16-23 La min, Si min, Re magg
Pianistica 23-26 Fa# min

Il pianoforte ha più che un semplice accompagnamento, perché dotato di una linea melodica su
accordi sciolti. La melodia ha spesso funzione di sostenere l'interprete, suonando ad esempio le
stesse note del canto, o degli echi.
Vi sono relazioni tra la melodia del canto e quella del pianoforte. Prendendo in esame le battute 1-3,
sono individuabili due frammenti melodici a e b.

Gli stessi frammenti, sono riconoscibili nelle battute 5-7 nella linea del canto. Si noti come b sia
speculare tra pianoforte e voce.
Vi è poi un frammento presentato a bb. 2-3 preso direttamente e utilizzato per lo sviluppo della linea
cantata nelle bb. 9-13.
Il frammento del pianoforte è questo:

Viene ripropoato nelle seguenti batute del canto: