Sei sulla pagina 1di 9
Nel tardo 1941, fu omologata la sta zione di horde Allocchio-Bacchini B30! ‘operante in banda HF, finalmente ricetra smittente, ma non ancora del tutto affida- bile: ancora una volta si era rinunclato a sviluppare un progetto che prevedesse Pusilizzo di oseillatori quarzati ad alta sta- bilitd di frequenza. In ogni caso, per gli standard italiani fu un grossopasso in avanti, Lapparato B30 si caratterizzava per la sua concezione moxlulare, a diffe renza degli apparati ingles compatti e Le radio monoblocca, A sostanziale parita di peso, si prefer orientarsi su un impianto a com: ponent, cinque per la precisionesricevieo- re ¢B30; trasmettitore 18.30; survoltore- alimentatore aIB30; modulatore mB.30, ‘quadretto manovra qB30. Data la non. perferta e duratura stabilti in frequenza dll'pparato B30, praticamente prima di ‘ogni volo si rendevano necessarie delle ‘operazioni minime di messa a punto: peril trasmetttore la verifica della frequenza di lavoro e dell massima corrente dlantenna, con bloceaggjo delle rispettive manopole a farfalla e serrageio dei bortoni vigrinatis per iI sicevitore, una volta disposte sul quadret to di manovra in cabina la sensibilita al rmassimo e il comando della sintonia fine & rmeti della variazione, si sceglieva la fee- ‘quenza da captare agendo sul comand di Sintonia, anch'esso da bloceare con apposi ta manopola a farfilla e hottone vigrinato, T trasmettitore (B30 pesava ky 45 ed aveva una potenza irradiata massima di 27 Watt. La stabiliti in frequenza era ottems- ta tramite condensatori ceramicifiss I ticevitore £B.30 pesava kg 3,6 ed cera del tipo a supereterodina, con 5 tubi elertronici metrico rBG.42, sempre della Allocehio- Bacchini (foto 22) (foro 23) (Foro 24) (Foto 25) oro 27) (gai singolo componente dell appara to radio B30 ebbe una sua distinta evolu zione e fu prodotto in diverse versioni da pit produtori. In particolare, la ditta Unda Radio SA. di Como, produsse la versione B30T modifcata per poter tra smettere ¢ ricevere anche in radiotelegra fia, Tale configurazione modulare, con- della Regia Aeronautica (seconda parte) Il modukitore mB30 pesava ky 53, serviva da preamplificatore per i segnali microfonici prodotti dal laringofono da inviare in ingresso al trasmertitore tB.30, Era dotato di un sclettore di tensione rmicrofoniea per lutilizo di lasingofoni al cathone o clerromagnetich alimematore-sarvoltore aIB.30 pesa va kg 168, era un dinamotore, che ali rmentato a bassa tensione (24V) dalla bat teria di aecumolatori forniva le alte tensio- 1 peril funzionamento degli ali appara. Ul quadretto di manovra qB30 pesava bg 0,7, permetteva laecensione delfimpian- to radio, Ia commatazione_tasmissione: icezione, il toe 22 codellasintonia, regolarione della sensibiliti e del volume e la com- della cuffia tra ricevito- SEs te e adiogonio- SEES = inetro, Era inolere SEES coltegabie un rice SES=—vitore radiogonio- di Pietro Belpane cepita per farne un versatile apparito, smulkiuso d'impiego generale (ne era previ sta installwzione anche sui plusimotori per le comunicazioni interbordo), fu pers anche fonte di malfunzionament per via delakto numero di interconnessioni rnecessarie. Sia il icevitore, sail trasmetti tore, oltre alla non perfetta stabilita di sin tonia, lamentavano frequentiavatie da attibuirsi alla limitata durata delle valvole termoioniche, i potenziometri del quadret to di manovn erano rumorosi © nelle cosiddette “prese a strappo” talvolta si creavano ossidavioni causa di falsi contatti Furono riscontrat, almeno inizialmente, anche frequent avatie al survoltore rotante IB30 per infltrazioni di sabbia, Le cuffie tadiotclefoniche pidi diffuse erano le SAFAR prodote in vari model ¢, pil tardi, Je Microtecnica “M". Erano giudica- te di qualiti mediocre, soprattutto per scarsa sensibilita dei laringofoni di cui cerano dotate. Infati, il manuale cost rac “...si ieordi che durance la ne le parole devono essere ben. 6 comandava: “ seandite Il quadretto di manovra qB30, di 1) La Allocchio Bacchini, fondata a Milano nel 1920, sia pur attraver i sando varie vicisstudini fnanziarie © social sopravvsse alla guerra. Rimase sul mereato delfletronica di consumo fino alla definitiva chiusura avvenuta alla ine degl ani‘ 15) L disamowore,o survoliote una macchinaeletsica composi dove tan motore eletico sul direttamente accoppiato ad una dinamo, A Fronte di un ingresso in bassatensione che almenta il motore, si hanno ‘unto pi sete in lta tensione dlls cinamyo pe Plimentaione anodic. 16) Pubblicazione UT, 30 Tstrziont sulla stavione "B30", pag35 A lato, sopra: il trasmettivore Allocehio-Bacchini (B.30. Side op: Alec Baschin 1.30 tranemite: A lato, soto: il ricevitore Allocchio-Bacehini «B30. Side bttome: Allochi-BacchinirB.30 resiver ALI ANTICHE 106 sspetto molto “tecnico”, costituiva Vintec atone dePapparato. Anche ad una superficiale analisirsulta evidente come il qB30 avionare ka conta levetta del deviatore ricezione /trasmissione, particolarmen- thon fosse di coneczione particolarmente engonomi te indossando guanti, non doveva essere molto agevole, fot 26) (for0 29) (Foto 30). Le differenze funzionali con il radio control box BC-602 statunitense, assai pit wer jin, balzano agli occhi. In vol, i pilota poteva migiorare la ticezione agend sui correttori di sin- tonia e sensibiliti, Comungue, almeno a livello di sehema clettico, a possibiliti di montare sulla barra di comando un pulsante per attivare I parato in trasmissione ea sata espressamente prevista Sembrercbbe che tale importante modifica sin stata autonoma mente eseguita a velo di reparto con mez di fortuna nelfestate del 1942, sui Macchi C202 del 4° Scormo durante il eielo operat vo in Africa Settntrionale”, Con nstallaione del pulsante dit smissione sulla barra di comando i vancaggjo in termini di como- dit d'uso fi aotevole, ma anche in questo caso si ebbero talvoea 4 lamentare inconvenient legaialuilizzo di material di quali non adeguata In effet, sia C202 ee il Re2001, monavano la barra di comand standard, comune a ttt caccia della R.A., che ron prevedeva questa possbilt. Lappleazione di tale pulsante & divemtata poi finalmente standard sui successvi caceia della sere 5", dotas di una suova barra di comando anatomica di pit moulerna concezione. (foto 31) (foto 32) (foto 33) (foo 34) Dal giugno del 1942, sfeuttando la. sua configurazione modulate, Fapparato ricetrasmittente B30 fu sottoposto ad unimportante midlfe update, che sosttvendo il trasmettitore {B30 col pid modeeno TB (fot 35, pap8) controlato al quae > di survoltore € modulatore int no per met) il problema dela stabil 1, con Fatilzz0 di soli tre component 20 ¢ dot ato, risolse (alme- in frequenza ¢ determi- anche una signficativa semplifiearione circuitale delle interconnessioni. Tuttavia, Vomologazione del 'TB.5, pur con i suoi consistenti migliors ‘menti, non portd ad un suo impicgo diffuso e generalizzato. Ne cra prevista l'instalazione sulle ultime serie dei Fiat G.50bis, Macchi C.200 ¢ Fiat CRA2AS. Si potrebbe pertanto ipotizzare che il TBS sia stato specificatamente progettato per install zione sui vecchi aerei ancora in produzion Originariamente destinati agli apparati iceventi della serie ARC ‘ci cui vani radio, 17) Antonio Duma, op. cit, Voll page, 18-320, ALI ANTICHE 106 tn: il modulatore Allocchio-Bacchini mB.30. Top eft: Meche Baccini B30 modulator A destra, dalPalto: Valimentatore-survoltore Allocehio-Bacchini alB.30; il quadretto di manovea qB30 della stazione ricetrasmittente Allocehio-Bacchini B30; il ricevitore radiogoniometsico Allocchio-Bacchini #BG.42. (foro CROSEM) igh, frm top AechieBaccivi al.30 power sapiy transformer 930 control panel of the Allobi-Bacchini B30 RN/TX station Bschini 186.42 diction finder 1non era possibile il montaggio del B30 a cingue component. (Foto 28) (Foto 28) Probabilmente, per evitare disfun zioni produttive € problemi di approv vigionamento, si preferi non sospende re la costruzione dei survoltori e moda latori, € Tapparato B30 continud ad essere prodotto e installato nella sua configurazione originaria'® (oto 31) (foto 32) (foto 33) (Foto 34) 1) Ad csempio rorme per il montagsi, regobvione, pilorag ‘manutenvione del velivolo Aer Macchi €.205V" (privo di numerazione C.A), relative, sd un aereo prdotto dope il 25 lla 1943 ed sgqoenato graficamente essendo prio di nse gnc di regime, most ancora Tinstallzione daltapparato B30 standard a cingue compo- neni. Anche il manuale C.A70S “str norm” relativo al Fi prevede Papparito B30 pee Alloechi i erasmet ‘omologat possibile reperite evidenze fo uo effet utlizzo. H) survoltore alB.30; 1) batteria accumulatod Tap di fitting of the B.30 device om the Mase C 202/205: i) 1830 reer er: F) BGA2 direction finder: G) mB.30 modulator; H) power empha 30; 1) trie 418.30 rani In alto, a desta: il yan radio dei Macchi C.202/205 con Iapparato B30. Tip righ: radio bay i the Machi €.202/205 wit B.30 eqnipwent basso, a sinistra:abitacolo del Macchi C.208V; ai numeri 80-88 il quadretto di ‘manovea qB.30, la presa a stappo per Ia euffia € poco sopea il fareto 88 a dest, Bout lef cept of Macchi C2081 Marked 0.85 ie the 4.30 control pan, the quiche roa ‘anton or he beste sane te sagt mare 88 the ih. In basso, 4 destra una varianee semplificata del quadretto qB.30, senza interruttore di accensione e deviatore fonia/grafia, installato sul Reggiane Re-2001 a desta, Ia press a stappo perl culia, Bana rihanna of he B30 cute oe wtleas ON/OFF an rin] More oie, ited oa ‘te Reggae Re 2001, Nearer the lt sie te gd ease i te bade ALIANTICHE 108 Nella seconda met del 1942, si rese disponibile un utterio- rato “Complesso LM.C.A."., Di moderna concezione, ¢on te smettitore pilotato al quarzo, operava in banda VHE, ed era dota to di telecomando con funzionaliti analoghe a quelle del gB.30, Il suo impiego, probabilmente sperimentale, rimase confinato ai pochi “pseudo” eaccia notturni Fiat CRAZCN. (Foto 36 Se gli apparati di bord per i eaceia on raggiunsero mai il er sarcbbe stato desiderabile, anche a terra la situazione non era delle migliori, Alla fine del 1940, dopo sei mest lo di effcienza ai guerra, per la nostra eaccia levarsi in volo su allarme e riuscite ad intercettare il nemico eta ancora questione di fortuna pit che di efficace coordinamento: in pratiea non esisteva una difesa actea Dorganizzata, Da una diveutiva di Superaereo del 27 dicembre 1940 Ritu che gl are, tanto in cocoa ce parti sw allarme recon nara mente ad interctare i bombard’ nomic’ prin del lor gungers sie tira. Nermalmente i casa Danna soltent la pssbiita di insguire i nem nad aon compinta, (...) Onalora non sa seb dicpare di un csser atorie partcolarmente adatte allo cope, ka staxione tf. tasmitiente RT-B00) patra ecieresstemata well aeroparto dei Repart da cavia (oo) Sani quinds wecesraio allargare il campo di estervazione comes me epportuna indo direttamente, 0 tramite il Comande Dis , ioe stesa. Th prrvonaleaddetio alle trasmisson sari cox informa della staszon rela ia fl, i post di seqnalagione con la fine ad wma ampia soa di ilo intrno all bie oma che 3 cercben ai far corrispondere, all'incrca, il campo di attivta della cai (oo) Toltre si camuniaebe per asicurare Uattuazione del servizio “E” anche cia recentemente rasferitiin Albania, PUffiio Centrale dele Teleconnicasiomi proveede 4 fare inviare nuovi appareeci rice 10) Erano prodotte dlla LM.CA, Radio di Alessandria dallingepner Talo Filippa. La dita, famosa perl qualita det prope pe mereato fino al 1956. A desta, dal att: rano RT. del Reggiane Re.2001. Sulla slita estraibile il traamettitore tB.30e la ricevente rB.30. Notare il montaggio st dun flanco del ricevitore per rendere accessible i comands i vano RLT. del Regei smontat, si intravede c Re.2001, Con trasmettitore ericevente voltore alB.30;, Reggiane Re.2000GA catapultabile, al centro il quadretto 48.30, la presa a strappo € a sinistra; installazione dell'spparato B.30 nell'ahitacolo dell'osservatore del Reggiane Re2003. A sinistra il trasmettivore ¢B.30 con sotto la presa a strappo, al centro il quadretto qB.30 ¢ a destra la ricevente ¢B.30, Right, from tp rat ly ofthe Regione Re2001; 1.30 toner nd 8.30 rece are aay of the Regione Re 2001. Trane al 30 power rp i catapult enncied Reggio Re.2000 GA: 9B.30 contol panel is atthe fin of B30 eqipment nthe ober cockpit of Region Re. 2003, On the ‘4 8-30 tant vith te quck sae common, dow A the 48.30 coal panel and, othe gt the 1B.30 recive ALIANTICHE 108 Installazioni R.T.G.I. sui velivoli ‘COMPLESSI (cont. 2'cane, | ca. | ca INSTALLATI oar tor ae RA] RA. 2. RA) RA |RA| RA | Wa. RA coal Bé0ft [ae0 rem 3 : sei si asi bj bj ose 320 ven) la. 97 | Radlogeaiontre 372 Pon, | Interbordo (ricetrasmittente) R30 Interonico Aw | 2 [aa asi | compuesst | eraan | or Toamnitete | RA pepe [320 TER - alana) — [a a eil[ee tree fees) salon cde (ean ee Se meee milan) — [omlemalan | — feast) — [ns eax: | 30" | = | = ome — | =] = [ae fnsernaee] mae) man PGE | ma msc) mscn|onea [asin] vio | me Ratiogeniomens | M27 | M637 | wows] mea7 | Pan] — [eel mea — noanor|naunes — | — | — | — [now] nosy 1 | Taterbordo 2 (riestranmitents) ae mos | [ua en|ae lee Situazione delle installaioni RT, ui velivol ala fine det 1942 (da. Verdin ‘op.cit). Nota I'evidentemente erronea indicazione (4), interfonico biposto, su G.50bis, CRAZAS © MC.200, Oneview of RX/'TX eghipmct on Ua cra at te dof 42, Notice tbe wrong information (estat intro, on GSO CRADAS ¢ MC200 90) 3HOLLNY Iv In basso, in senso orate Pautotreno-radio RLT:1000 in ordine di marcia; era composto da una mottice Flat @26N con carrozzeria Macchi e da tun rimorchio Vibert a due fl rimorehio trasmittente con lo stilo antenna a montaggio rapido per le ‘rasmissioni demergenza; a motrice con teli estesi € due stilo delle antenne rieevent I rimorchio teasmittente com tli estesi f¢ sistemazione completa degli actei antenna Below, cock RT. 1000 RN/TN tre rk a ray for road rrsprt. Wi ince Fit 626N trator with @ Mati: Vibra be test eile bail sl the entre exeeded and eras i pston ALIANTICHE 106 vent di undo (A.R.C. 1), fne a compltare da Otaziont dA Ber Squadra pr uno in rineea, n mode da atrexgare a so apparchio per ei pataga”™® Quin, prima di ci Fimbarco della rcevente A.RC. 1 era sostnvialmente inutile, tanto da far apparie gust cifasone pressoirepart cle scars cure spese per migho nndimeno, da un recente studio emerge che in Afica Oricntale con buon senso © sagacia, git ei primi gomni di guerra i Comando DICAT riosel ad onganivrare a Massaua una eficace difesa acre, utile zando appara radio dela Regia Marina Lo stesso Mario Visinid si adoperd per avere installa bordo del soo aerco un apparccchio radio ricevente © molte sue cittore sembeasiano dovute ad una eff ‘ace guide cacca, La riceventeinsalata sui caccia Fiat di Vieni ecolleghi non poteva che essere PARC. 1, che almeno in questo cio ¢ pet une volta he gvkino