Sei sulla pagina 1di 8
Facoltà di Ingegneria Università degli studi di Pavia Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Elettronica
Facoltà di Ingegneria Università degli studi di Pavia Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Elettronica

Facoltà di Ingegneria Università degli studi di Pavia

Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Elettronica e Informatica

Campi Elettromagnetici e Circuiti I Analisi in regime sinusoidale

Elettromagnetici e Circuiti I Analisi in regime sinusoidale Campi Elettromagnetici e Circuiti I  a.a. 2013/14

Sommario

Sommario • Analisi nodale e agli anelli • Sovrapposizione degli effetti • Generatori equivalenti di Thevenin

Analisi nodale e agli anelli

Sovrapposizione degli effetti

Generatori equivalenti di Thevenin e di Norton

Trasformazione di generatori

di Thevenin e di Norton • Trasformazione di generatori Campi Elettromagnetici e Circuiti I  a.a.

Analisi in regime sinusoidale

Analisi in regime sinusoidale Se tutti i generatori indipendenti funzionano alla stessa pulsazione w e il

Se tutti i generatori indipendenti funzionano alla stessa pulsazione w e il circuito comprende solo elementi lineari, si può procedere come segue:

1. Si trasforma il circuito nel dominio dei fasori

tensioni/correnti fasori, resistenze/capacità/induttanze impedenze/ammettenze

2. Si risolve il circuito con tecniche standard

analisi nodale, analisi agli anelli, sovrapposizione degli effetti, trasformazioni di generatori, ecc.

3. Si passa dai fasori alle funzioni nel dominio del tempo

3. Si passa dai fasori alle funzioni nel dominio del tempo Campi Elettromagnetici e Circuiti I

Analisi nodale e agli anelli

Analisi nodale e agli anelli • Le KCL e KVL sono valide anche in regime sinusoidale

• Le KCL e KVL sono valide anche in regime sinusoidale considerando i fasori.

• L’analisi nodale e quella agli anelli si basano sulla applicano della KCL e KVL, rispettivamente, e quindi esse si applicano anche ai circuiti in regime sinusoidale

• L’unica differenza consiste nel dover trattare equazioni in cui le incognite e i coefficienti sono numeri complessi

in cui le incognite e i coefficienti sono numeri complessi Campi Elettromagnetici e Circuiti I 

Principio di sovrapposizione degli effetti

Principio di sovrapposizione degli effetti Se è possibile passare al dominio dei fasori il circuito è

Se è possibile passare al dominio dei fasori il circuito è sicuramente lineare e quindi vale il principio di sovrapposizione degli effetti.

L’applicazione del principio di sovrapposizione è parti- colarmente importante quando i generatori lavorano a frequenze diverse. Infatti le impedenze/ammettenze dipendono dalla frequenza e quindi si ha un circuito diverso per ogni frequenza. In questo caso si calcolano separatamente le risposte ad ogni generatore e si sommano nel dominio del tempo.

ad ogni generatore e si sommano nel dominio del tempo. Campi Elettromagnetici e Circuiti I 

Generatori equivalenti di Thevenin/Norton

Generatori equivalenti di Thevenin/Norton I circuito lineare + V – a b V Th  Z

I

circuito

lineare

equivalenti di Thevenin/Norton I circuito lineare + V – a b V Th  Z N

+

V

a

di Thevenin/Norton I circuito lineare + V – a b V Th  Z N 

b

V

Th

Z

N

I

N

Z

Th

I circuito lineare + V – a b V Th  Z N  I N

Z

N

V

Th

I N

I

a + Z + Th V – – b
a
+
Z
+
Th
V
b

I

a + Z N V – b
a
+
Z N V
b
I N I a + Z + Th V – – b I a + Z

Trasformazione di generatori

Trasformazione di generatori V s I + Z + V – – V s  Z

V

s

I

+ Z + V – –
+
Z
+
V

V

s

ZI

s

a

ab

b

V s I + Z + V – – V s  Z  I s

I

s

I

a + Z V ab – b
a
+
Z
V ab
b

I

s

V

s

Z

I s a ab b I s I a + Z V ab – b I

Trasformazione di generatori

Trasformazione di generatori V s I + Z + V – – V s  Z

V

s

I

+ Z + V – –
+
Z
+
V

V

s

ZI

s

a

ab

b

V s I + Z + V – – V s  Z  I s

I

s

I

a + Z V ab – b
a
+
Z
V ab
b

I

s

V

s

Z

I s a ab b I s I a + Z V ab – b I