Sei sulla pagina 1di 2

RISPOSTE ALLE DOMANDE DI DIRITTO/ECONOMIA PER L’INTERROGAZIONE

1. Chi è Adam Smith?


Adam Smith era un economista della fine del ‘700 che teorizzò la divisione del lavoro, secondo la
quale ogni lavoratore svolgeva una sola fase della produzione, rendendola più veloce ed
aumentando notevolmente la produttività.
2. Qual è la differenza tra macroeconomia e microeconomia?
La macroeconomia consiste nello studio degli aggregati economici e delle loro dinamiche (es.
reddito, consumo, circolazione monetaria, ecc.). La microeconomia, invece, consiste nello studio dei
fenomeni economici attraverso l’osservazione del comportamento di singole unità (es. specifiche
merci, singoli soggetti economici.
3. Qual è la definizione di mercato?
Il mercato è:
a. Il luogo fisico in cui avvengono le contrattazioni fra gli operatori economici e si realizzano gli
scambi.
b. Il luogo ideale in cui si incontrano l’offerta e la domanda di determinate merci.
c. L’area di diffusione di una determinata merce.
4. Quali sono le definizioni di consumo ed investimento?
Il consumo è un qualsiasi atto di utilizzazione o godimento di beni (materiali o immateriali) e di
servizi. L’investimento, invece, è l’impiego del risparmio in modo che produca interesse. Esso
consiste nell’acquisto di beni economici o di servizi allo scopo di impiegarli nel processo produttivo.
5. Cosa si intende per rivoluzione industriale?
La rivoluzione industriale è un processo di evoluzione economica che da un sistema agricolo porta
ad un sistema industriale, caratterizzato dall’uso di macchine. La prima rivoluzione industriale
avviene intorno al 1760 e riguarda prevalentemente il settore tessile - metallurgico. La seconda,
invece, risale al 1870 circa con l’introduzione dell’elettricità, dei prodotti chimici e del petrolio.
6. Perché viene usato il termine “scienza economica”?
7. Cos’è la politica economica e qual è la differenza tra politica economica ed economia politica?
La politica economica è la disciplina che ha come oggetto lo studio degli interventi delle autorità di
governo e monetarie nell’economia. L’economia politica, invece, è la disciplina che studia le regole,
le tendenze e le scelte che caratterizzano lo svolgimento dell’attività relativa al singolo soggetto e
alla collettività finalizzata al perseguimento di un dato benessere materiale.
8. Qual è un esempio di bene di consumo, durevole, non durevole?
Un esempio di bene di consumo è il pane, di bene durevole (o a fecondità ripetuta) è l’auto, di bene
non durevole (o a fecondità semplice) è un alimento.
9. Che cosa si intende per profitto?
Il profitto è il compenso che deriva dall’attività produttiva. Consiste nella differenza tra il prezzo dei
prodotti venduti o dei servizi erogati e i costi sostenuti per produrli.
10. Che cosa si intende per produzione?
Per produzione si intende qualsiasi attività economica destinata a soddisfare i bisogni umani. È
concepita come attività che crea o aumenta l’utilità. Essa si svolge attraverso una serie di operazioni
che costituiscono il processo produttivo.
11. Illustra i flussi economici tra pubblica amministrazione ed imprese.
La pubblica amministrazione fornisce servizi pubblici alle imprese, in cambio di tributi. Le imprese
offrono beni e servizi alla pubblica amministrazione, in cambio di prezzi (profitti).
12. Illustra i flussi economici tra famiglie ed imprese.
Le famiglie forniscono lavoro alle imprese in cambio di salari. Le imprese forniscono beni e servizi
alle famiglie in cambio di prezzi (profitti).
13. Illustra i flussi economici tra il resto del mondo e le imprese.
Il resto del mondo offre importazioni alle imprese in cambio di prezzi (profitti). Le imprese offrono
esportazioni al resto del mondo in cambio di prezzi (profitti).
14. Illustra i flussi economici tra famiglie e pubblica amministrazione.
Le famiglie forniscono lavoro alla pubblica amministrazione in cambio di salari. La pubblica
amministrazione fornisce servizi (pubblici) alle famiglie in cambio di tributi.
15. Illustra i flussi economici tra famiglie e resto del mondo.
Le famiglie offrono lavoro al resto del mondo in cambio di reddito (interessi, rimesse). Il resto del
mondo offre lavoro alle famiglie in cambio di reddito (interessi, rimesse).
16. Quali sono i settori produttivi?
Essi sono:
a. Settore primario = attività di produzione di beni primari
b. Settore secondario = industria
c. Settore terziario = attività di erogazione dei servizi
d. Settore terziario avanzato (o quaternario) = offre prestazioni di alta tecnologia
17. Cosa si intende per risparmio e tesoreggiamento?
Il risparmio è un atto col quale, rinunciando al consumo, si accantona una parte del proprio reddito.
Il tesoreggiamento è la conservazione dei soldi risparmiati nell’ambiente domestico.
18. Che cos’è la ricchezza e come può essere considerata?
La ricchezza è l’insieme di beni o servizi di un individuo o della collettività. Può essere considerata
ad un determinato istante o in un determinato periodo di tempo.
19. Qual è la differenza tra beni primari e beni secondari?
I beni primari sono quei beni che servono alla soddisfazione di bisogni primari, indispensabili alla
sopravvivenza. I beni secondari, invece, servono alla soddisfazione di bisogni secondari, idonei a
migliorare le condizioni di vita.
20. Quali sono le caratteristiche dei beni economici?
Le caratteristiche dei beni economici sono:
a. Utilità = servono a soddisfare un bisogno economico
b. Scarsità = sono limitati
c. Reperibilità = esistono sulla Terra