Sei sulla pagina 1di 9

FAQ SCULTURA V 1.

Miniguida realizzata per comodità di consultazione estraendo e coordinando alcune discussioni presenti nel
forum “Miniature & Co.” ( http://www.forumfree.net/?c=25541 ) con quel poco d’esperienza maturata grazie
all’aiuto di questi amici. Hanno contribuito a redigere e raccogliere questo materiale Cereal, Muteking,
MauroG, Gscav, ed atri vista l’impossibilità di citare tutti, cui spettano tutti i riconoscimenti nonché i diritti
morali d’autore)

a) introduzione
b) materiali
c) strumenti
d) trucchi del mestiere
e) tutorial
f) miniatura step by step
g) collaborazioni

INTRODUZIONE

Non saprei da dove nasca l’esigenza di scolpire… Ne abbiamo discusso più volte e non credo si possa dare
una risposta univoca. Dalla voglia di personalizzare la propria miniatura preferita aggiungendole anche solo
piccoli particolari per renderla unica ed inconfondibile, alla necessità di correggere quella postura che proprio
non si adatta alla nostra idea, fino ad arrivare a quella che personalmente ritengo essere la massima
soddisfazione per un modellista, ossia la creazione integrale del proprio figurino…dalla progettazione fino
all’eventuale stampaggio…E’ infatti come un sogno che prende vita dalle nostre mani. Qualunque siano le
vostre motivazioni spero sinceramente che i consigli raccolti in questo “breviario” possano esservi d’aiuto
come lo sono stati per me.

Ancora una piccola curiosità prima di iniziare…giusto nel caso qualcuno stia già fantasticando e si chieda di
quanto tempo approssimativamente dispone uno scultore prima di consegnare un pezzo…

“Gli scultori GW hanno a disposizione da 1 a 3 settimane per scopire un singolo modello! Quelli rackham un
mese!
Nello storico (leggasi figurini da wargame) si scolpisce molto piú rapidamente (ecco perché le minia dello
storico sono molto meno belle e curate)
Il rapporto mensile é:
2 minia fantasy contro 50 dello storico...”

www.crazytotem.com
MATERIALI

1) STUCCHI

Già, credo proprio sia il caso di iniziare da qui, visto che costituiscono la base per appagare le nostre velleità
di scultori

GREEN STUFF (conosciuta anche come GS, Materia Verde, MV, duro,
Kneadatite): materiale in cui vengono realizzati buona parte dei master
delle compagnie più rinomate (da qui il nome di greens dato ai
master). Si tratta di uno stucco bicomponente diviso in strisce giallo-
blu (ultimamente è reperibile anche una versione in tubo presenta il
non trascurabile vantaggio di non aver parti a contatto tra loro e che
evita quindi scarti di materiale) che vanno mescolate in parti uguali fino
ad ottenere una pasta di un verde omogeneo (quando si avrà più
esperienza con il materiale si potranno variare le percentuali alla
ricerca di effetti e consistenze diverse). Fa parte di quella categoria di
stucchi chiamati elastici, cosa che sta ad indicare la sostanziale
impossiblità di lavorarli a secco tramite l’utilizzo di lime o scartavetrata (forse sarebbe più idoneo parlare di
difficoltà e di non praticità piuttosto che di impossibilità).

BROWN STUFF: stucco bicomponente meno elastico rispetto alla gs,


spesso usato per armi o altre componenti dalle forme “nette”.

MILLIPUT SUPERFINE BIANCO: “miscelabile tranquillamente con le


altre paste, la caratteristica principale del milliput è che una volta
indurito può essere lavorato molto bene a secco. Il maggiore dei suoi
‘difetti’ sta invece in una granulosità che ad alcuni scultori potrebbe
risultare fastidiosa in fase di lavorazione, ma una buona idea per limitare
il problema è quello di mischiarlo assieme ad un pò di grasso per
cuscinetti a sfera, vaselina od olio minerale". “Miscelandolo in percentuali
variabili con la gs si ha un giusto compromesso tra elasticità e durezza
post essicazione che permette un’alta lavorabilità a secco rendendolo
idoneo in particolar modo per la realizzazione di armi o altre forme
geometriche”.

A+B: “duro come il milliput ma molto migliore come pasta proprio


perchè è più morbida da lavorare e permette dei panneggi più
fluidi, anche questa può comibinarsi con il DURO ( materia verde)”

www.crazytotem.com
MAGIC SCULPT: “è il compromesso tra l' a+b ed il duro, dopo che si è seccato si
può lavorare a secco discretamente ed è lavorabile ad umido molto bene, oggi la
maggior parte degli scultori storici usa questo materiale per fare panneggi e vesti,
per i particolari basta miscelare lo stesso con il Duro , chiaramente variando la
percentuale variano le caratteristiche meccaniche, maggiore è la percentuale di
Duro e maggiore sarà la durezza della pasta in lavorazione, però a fine
essiccazione la pasta presenterà quella classica consistenza gommosa che è tipica
del Duro."

FIMO: "All'inizio é un po strana da lavorare, presenta un'elasticitá minore rispetto


alla GS. Ma dopo avervi fatto la mano, cominciate a scoprirne tutti i vantaggi.
1) É molto piú sempice unire due parti senza che si intraveda la "linea di
giunzione" grazie all'incredibile spalmabilitá che presenta.
2) Punto Forte: Non secca mai.Quando siete contenti del risultato basta mettere in
forno la minia a 120 gradi per 20min e diventa solida come pietra. (ATTENZIONE:
vedi lati negativi punto 4)
3) Le case produttrici di miniature in Europa, utilizzano stampi siliconci, per i quali
il fimo va benissimo, a differenza della GS che tende a trasudare e quindi a
rovinare lo stampo.
4) Costa poco rispetto alla altre paste, 2.50 euro un pacchetto di 63 grammi con
cui ci fate almeno 20 miniature. Inoltre non c'e spreco di materiale, quello che non
usate lo riinfilate semplicemente nella busta.
5) Grande reperibilitá, lo trovate in quasi tutti (o almeno spero) i negozi di belle
arti.
Lati negativi:
1) Non puó essere ovviamente mischiata con altre paste
2) Non puó essere utilizzata per convertire modelli di plastica (non mi sembra una buona idea cuocere la
plastica nel forno di casa...).
3) ha difficoltà di adesività, ma al problema si ovvia aggiungendo un pò di vaselina nell'impasto o meglio
ancora il medium apposito chiamato “mix quick” (reperibile con ogni probabilità nel medesimo negozio in cui
trovate il fimo).
4) Se lasciato non cotto per troppo tempo (diciamo 1 settimana) tende a sgretolarsi ed a creparsi
NB: Ricordate, se intendete comprarlo, di procurarvi il colore 02 champagne della serie classic (NON soft).

www.crazytotem.com
2) STRUMENTI

Una selezione degli attrezzi che personalmente utilizzo nello scolpire una miniatura (reperibili nei negozi di
belle arti più forniti, sul web, o con un po’ di fantasia ed ingegno in giro per casa)…tutto questo con
l’avvertenza che lo strumento “finale” non esiste...tutto dipende dall'abitudine e dalle affinità del modellista.

1 - ago rovesciato infilzato su uno spiedino utilissimo per i dettagli più fini. Lo uso per rialzare la materia
quando devo aggiungere dettagli come lacci, per incavi che devono essere ben definiti, per i capelli e per le
dita di mani e piedi etc.

2 – uncinetto: utile per raggiungere o lisciare particolari altrimenti difficilmente raggiungibili.

3 - il mio strumento preferito: lama (affilata con un affilacoltelli) da un lato e coda a goccia dall'altro...quanto
di più simile trovato alla famigerata wax n. 5 ed uno strumento davvero tuttofare.

4 – clayshapers: utilissimi per lisciare grandi superfici e disponibili in varie forme e dimensioni. Alcuni li
amano altri li odiano...io personalmente li adoro...

5 - taglierino/bisturi a lama triangolare: una volta utilizzato per le incisioni + fini è ora integralmente
sostituito dallo strumento n. 4 se nn per i lavori + "pesanti"

6 - bulino a duplice punta reperito in un negozio di decoupage...le estremità a sfera si rivelano utili in
numerose occasioni

www.crazytotem.com
TRUCCHI DEL MESTIERE

- Tenere lubrificati gli strumenti: per ottenere la finitura + liscia possibile si consiglia vivamente di inumidire
gli strumenti in modo da farli scorrere in maniera ottimale sullo stucco…a tal fine si possono inumidire con
acqua, saliva od olio minerale.

- Step di scultura: per una ottimale gestione della scultura si consiglia di suddividere il lavoro in steps. La
procedura che normalmente adotto è la seguente:

0) Struttura in fil di ferro (a tal proposito vi rimandiamo qui – segue link alla sezione tutorial del
documento con il manichino secondo mute)
1) Abbozzare le prime forme (ingrossare la struttura)
2) Fare i piedi
3) Fare una o entrambe le gambe
4) Torso
5) Testa
6) Braccia
7) Mani
8) Aggiungere particolari (uno alla volta)
9) Armi (a tal proposito vi rimandiamo qui)

- Tempi di lavorazione (generalità) : Dopo aver mischiato la materia verde si comincia ad abbozzare la forma
(geometrizzata) che si vuole ottenere. Dopo circa un quarto d’ora la pasta è pronta per ricevere una prima
lavorazione. Via via che prosegue il processo di essiccazione dello stucco si aumenta il livello di dettaglio.
Detta cosí sembra facile, ma tu e solo tu puoi, con molta pratica, arrivare a capire quando la materia é al
momento ottimale per essere lavorata.

- Tubi etc.: “Prima di cominciare a scolpire in maniera professionale, mi sono sempre domandato come gli
scultori riuscissero a fare i tubi nelle miniature (avete presente i classici tubi per esempio delle maschere
antigas nelle minia GW, o quelli in Warmachine?).

Be, eccovi svelato il trucco...


Sono corde di basso imperniate con il fil di ferro.
Fico no?

Adesso che lo sapete potete aggiungere tubi a piú non posso sulle vostre minia di Warmachine!
ricordatevi di ricoprirli di attack in modo da riempire gli spazi che si aprono quando il tubo si piega. Cosí
facendo inoltre rendete la superficie pitturabile”.

www.crazytotem.com
TUTORIAL

1) MANICHINO: il primo step di una miniatura, e


probabilmente anche il più importante, visto che dalla
fattura del manichino dipenderanno proporzioni ed
equilibrio del figurino finito. Viene realizzato in filo
metallico (dal diametro variabile tra lo 0.2 e lo 0.8 a
seconda delle necessità) secondo lo schema del
diagramma riportato a fianco (da adeguarsi a secondo
della scala che si intende seguire) e rimpolpato
abbozzando bacino e torso con piccole quantità di pasta
per scolpire. Le braccia si andranno ad aggiungere in
un secondo momento per non ostacolare la scultura in
questa fase. Per ulteri e dettagliate informazioni sulla
realizzazione di un manichino consulta questo link.
Ulteriori esempi possono essere rinvenuti qui (fr).

2) TESTE: altra parte cruciale di una miniatura…dalla sua


espressività può dipendere buona parte dell’effetto finale.
Interessanti tutorial in italiano possono essere trovati qui ( a
cura di Muteking), qui (a cura di The Wandering) e qui (a cura di
GScav)

3) ARMI: un ottimo tutorial sui principi base per scolpire un arma lo trovate in italiano a
questo indirizzo cui sono presenti anche un tutorial per scolpire degli occhi ed altre
utilità.

www.crazytotem.com
MINIATURA STEP BY STEP

Un vecchio greens di cui ho conservato i vari work in progress per mostrare come prende forma una
miniatura(nel caso specifico ispirata ad un vecchissimo arciere gw). Nel caso siate interessati potete trovare
l’intera discussione e foto migliori qui.

01) Armatura:

foto inutile, lo ammetto...ma era per essere il più possibile completi.

02) Il manichino:

il torace è sottodimensionato...ma avevo finito la gs che avevo approntato per il


manichino e mi sono arrangiato.

03) Gambe:

non ho completato la parte superiore della coscia perchè credo avrebbe ostacolato la
realizzazione del gonnellino.

www.crazytotem.com
04) Gonnellino:

La cintura l'ho fatta ora perchè mi sono accorto che parte della "pettorina"
la ricopre, e quindi non sarei riuscito a farla in un secondo momento...la
parte superiore del tronco è da ridurre, ma me ne occuperò quando arriverà
il momento...

05) Torso e testa:

La testa come al solito rimane un dramma, ma è meno peggio di quanto


non si veda dalla foto...considerato anche che una gorgiera nasconderà
mezzo volto...i rivetti dell'elmo sono enormi...un portamine 0.5 è
decisamente troppo grosso per realizzarli.

06) Miniatura praticamente finita

www.crazytotem.com
COLLABORAZIONI

Se volete contribuire a rendere questa faq sempre più completa ed aggiornata potete inviare il vostro
materiale ed i vostri link a questa mail: crazyinfo@crazytotem.com
Grazie della collaborazione.

www.crazytotem.com