Sei sulla pagina 1di 16

I KIBBUTZ DEL TERZO MILLENNIO

IL PALCO A PEDALI DIVENTA UN FILM

MEMORIE DI UNA ROCKSTAR FESTIVAL DI REGUEB

SOCCER A GUANTANAMO IL PIEDO DESTRO DI DIO


MUSICA » ARTI » OZIO SUPPLEMENTO SETTIMANALE DE «IL MANIFESTO» SABATO 31 MARZO 2012 ANNO 15 N. 13

LE CATENE
DEL DEBITO

UNA NUOVA FIGURA SI AGGIRA


FRA LE MACERIE DELLA CRISI,
L’UOMO INDEBITATO.
FIGLIO DEL NEOLIBERISMO,
EVOLUZIONE DEL SELF-MADE
MAN, CREATURA DELL’ETICA
DELLA COLPA. ISTRUZIONI
PER TRASFORMARLO
IN SOGGETTO SOVVERSIVO
BIOPOLITICA I. D. caso. «Casi umani», i suicidi; esso si impianta: sul senso di economia e morale, fra vita politica e la conseguenza rovesciata di
«casualties» in inglese, la lingua responsabilità e sul senso di colpa. vita psichica. Illuminati, nella crisi quell’altra, due facce inseparabili,
●●●Ci sono voluti i morti e i feriti - preferita dei nostri prof, le vittime Per avere troppo speso, per avere globale, dal caso italiano, laboratorio come la striscia di Moebius, della
La striscia quelli che purtroppo già si possono
contare, e quelli annunciati dalle
involontarie di guerra, effetti
collaterali delle operazioni di polizia
troppo dissipato, per avere troppo
desiderato, il soggetto indebitato
chimico, come al solito, di
esperimenti estremi. Solo qui s’è
morale del debito neoliberista.
Bisognava essere davvero molto
riforme del mercato del lavoro e internazionale come quella contro lo deve pagare: un debito, s’intende, visto con tanta evidenza il salto ciechi per non vedere, abbagliati
di Moebius delle pensioni - perché si aprisse spread. Prove tecniche di divisione di prevalentemente accumulato non da dall’etica edonistica di Berlusconi, e dalla chiusura tutt’altro che politica
qualche fessura nel muro di quello che la politica unisce: il lui ma dai suoi creditori e dal da un governo biopolitico come il del ventennio di Arcore, quali
dell’etica consenso edificato dalla grande
stampa attorno al governo dei
governo di qua, le vite di là. Di
bio-politica si tratta infatti nella
creditore dei creditori, il
Dio-Finanza.In queste pagine
suo che passava attraverso la
colonizzazione gaudente
continuità si celassero dietro il velo
magico della sobrietà.
tecnici. E non è neanche detto che politica del debito: pretesa, spietata, smontiamo il meccanismo, riunendo dell’immaginario e della sessualità,
neoliberista bastino, perché fa parte del di governo delle vite, vita del corpo e quello che appare diviso - spread e all’etica sacrificale di Monti e di un
linguaggio della tecnica e del suo vita della mente, essere sociale ed depressione, calcolo costi-benefici e governo biopolitico come il suo che
potere di incantamento disegnare essere psichico. Niente resta al riparo masochismo, furto degli interessi e passa attraverso il senso di colpa, il
per sé il regno della necessità e dal Grande Ricatto del debito, perché furto del tempo- e mostrando rigore e l’autodisciplina. Un’analisi Installazione L.O.V.E. di Maurizio Cattelan
sospingere l’umano nell’abisso del è proprio lì, nella sfera psichica, che coincidenze e punti di tangenza: fra accorta dimostra che questa etica è davanti alla Borsa di Milano (2010)
(2) ALIAS
31 MARZO 2012

I LIBRI
LA FABBRICA DELL’UOMO
I MECCANISMI DI UNA STORIA INDEBITATO
DI SOPRAFFAZIONE ●●●Appena arrivato in libreria questo «Saggio sulla condizione
neoliberista» di Maurizio Lazzarato (DeriveApprodi, 12 E.). Il debito
come chiave di volta con cui leggere rapporti di potere, tecniche di
governo, forme psichiche e potenzialità di lotta delle società
contemporanee. Attraverso Marx, Nietzsche, Foucault, Deleuze e
Guattari, gli strumenti per decodificare un dispositivo di governo e di
controllo delle soggettività individuali e collettive, del nostro
presente, del nostro futuro e del tempo delle generazioni a venire.

NEOLIBERISMO
Tra debito
e credito passa
abbastanza, di voler andare troppo
presto in pensione, di consumare
troppo eccetera. La responsabilità
viene caricata dei debiti e della
colpa insieme, secondo l’etimologia
una relazione del termine tedesco «schuld»,
debito e colpa appunto. Ma che
politica, non solo questa seconda ingiunzione morale
sia figlia di quella precedente lo
economica. dimostra il fatto che entrambe
restano vigenti,
Che attraversa contraddittoriamente, nel discorso
dei media: da quando è esplosa la
e unifica crisi, i giornalisti diffondono il verbo
della penitenza, i pubblicitari
tutto il campo continuano a incitarci a consumare
e a godere. Bada che il
sociale cambiamento di soggettività indotto
dalla crisi non riguarda solo i
governati, ma anche i governanti. In
Italia si vede benissimo: Berlusconi
di IDA DOMINIJANNI era populista, i «tecnici» sono cinici.
In Grecia si governa con la ferocia.
●●●Il debito è il motore La crisi – questo Foucault non
economico e soggettivo l’aveva previsto – ha impresso al
dell’economia contemporanea: neoliberismo una torsione
cuore strategico, fin dall’inizio, delle autoritaria.
politiche neoliberiste, basate ieri
sulla formazione e oggi sulla ●In questa torsione autoritaria i
riparazione di enormi deficit governi tecnici sono un caso o
pubblici; cuore pulsante delle hanno una funzione specifica?
politiche di costruzione della Come si inserisce il governo Monti
soggettività, basate ieri sull’etica del in questa parabola?
consumo e del godimento, oggi I governi tecnici sono la
sull’etica del sacrificio e della colpa. privatizzazione della
L’uomo indebitato, esito rovesciato governamentalità neoliberale, che
dell’ «imprenditore di se stesso» se prima era una tecnologia
protagonista delle retoriche degli dell’apparato statale ora viene presa

In colpa di fronte
anni Ottanta e Novanta, è l’abitatore in mano dalle banche e dai mercati,
delle società contemporanee: con lo Stato in funzione di garante.
prodotto del neoliberismo e suo Dagli anni Ottanta in poi tutti i
potenziale affossatore, purché sia governi sono «tecnici», nel senso
capace di decifrarne e contestarne che sono subordinati alla finanza.
non solo le politiche economiche Ma adesso viene fuori il nocciolo
ma anche e in primo luogo le del problema: la privatizzazione
ingiunzioni morali. Economia e della governamentalità spazza via il

al Dio-Capitale
etica infatti si toccano, e il soggetto binomio fra soggetto di diritto e
antagonista non nasce solo dalle logica della rappresentanza su cui si
contraddizioni oggettive ma da un sono rette le democrazie
lavoro su di sé alternativo novecentesche. Crisi dello Stato di
all’autodisciplinamento che l’etica diritto, oscuramento del soggetto
del debito pretende di imporci. E’ il dei diritti e crisi della politica sono
nocciolo teorico e politico de La tre lati dello stesso problema. Se la
fabbrica dell’uomo indebitato di gente non crede più nella politica
Maurizio Lazzarato, uscito in non è, o non soltanto, per via della
Francia pochi mesi fa, già diventato differenza che dall’indebitamento corruzione, ma perché percepisce
libro-cult del pensiero critico
militante (ne parlò Christian
Come l’imprenditore di se stesso responsabile originario verso la comunità, gli dei,
gli antenati, oggi siamo passati
questo cambiamento strutturale.

Marazzi in una intervista sul


manifesto del 3 dicembre scorso) e
dei propri investimenti si è capovolto nel suddito all’indebitamento verso il dio unico
che si chiama Capitale.
●La crisi degli ultimi anni è crisi
del progetto neoliberista, ma il
oggi in uscita in traduzione italiana neoliberismo reagisce
per Deriveapprodi: radiografia e
genealogia del debito fra teoria e
indebitato responsabile del proprio fallimento. ●L’uomo indebitato, nel libro
insisti molto su questo, non è solo
riproponendo e portando alle
estreme conseguenze le sue ricette
pratica politica, fra riletture di Marx, una figura economica, è un originarie. Come se ne esce?
Nietzsche, Foucault, Dove l’economia diventa morale e viceversa soggetto morale, costruito e La ripresa economica non è
Deleuze-Guattari e decodifica disciplinato dall’etica all’orizzonte, dunque non credo
puntuale dei numeri che ci vengono relazione di potere fra proprietari e 90, c’è stata la progressiva rapporti di potere: capitale-lavoro, neoliberista. Ma per trent’anni, che se ne esca per questa via. Temo
somministrati come verità assolute non proprietari, fra creditori e sostituzione del salario con il welfare-utente, l’etica neoliberista aveva una deriva sempre più autoritaria
per legittimare le politiche recessive debitori. L’interesse è la finanza dal credito: non aumenti di salario ma consumatore-impresa, ma quello predicato intraprendenza, nelle politiche sociali e di controllo
e depressive di macelleria sociale. punto di vista dei creditori, il debito carte di credito, non la casa ma il creditore-debitore è un rapporto di individualismo, consumismo: i del mercato del lavoro. In
è la finanza dal punto di vista dei mutuo, non il diritto all’istruzione potere universale, riguarda tutta la tratti dell’ «imprenditore di se Germania – alla faccia della retorica
●«Economia del debito» è il debitori. Dunque, dicendo ma i crediti scolastici (e popolazione attuale, e anche le stesso» ben delineati da Foucault del «modello tedesco», che in Italia
nome, sostieni, del capitalismo «economia del debito» è subito contemporaneamente, generazioni future. nella «Nascita della biopolitica». seduce anche la sinistra - la
contemporaneo: è di questo, non chiaro di che si tratta e qual è la l’individualizzazione delle politiche Come si passa all’etica del debito precarizzazione del lavoro ha già
di «finanza», che bisogna parlare. posta in gioco politica: si tratta del sociali e la privatizzazione della ●Universalizzando il rapporto di oggi, che invece predica rigore, portato alla riduzione di un paio di
Perché? debito che greci, gli irlandesi, i sicurezza sociale). Pareva la creditore-debitore, tu sostieni, il disciplina e penitenza? Cos’è punti della speranza di vita, e fra un
Perché dietro l’uso del termine portoghesi, gli islandesi non promessa di un futuro da ricchi per neoliberismo porta a galla il questo rovesciamento delle po’ l’età pensionabile coinciderà
«finanza» agisce ancora l’idea di vogliono pagare, che legittima tutti, invece, con la crisi, questa fondamento del legame sociale, retoriche del godimento nelle con la fine della vita: la biopolitica
una divisione fra economia «reale» l’aumento delle tasse universitarie massa di crediti si è rivelata per che non sta nello scambio ma retoriche della colpa? sta diventando visibilmente
ed economia finanziaria, fra profitto in Inghilterra scatenando i riots di quello che è, una massa di debiti. appunto nel debito, in una C’è di mezzo la frattura della crisi. Il tanatopolitica.
e rendita, che oggi è Londra, che giustifica la La promessa del neoliberismo si è obbligazione – altri, penso a risvolto morale - Weber insegna -
completamente superata. Nel controriforma delle pensioni in infranta, ma nel frattempo ha Roberto Esposito, direbbero in un non è mai stato secondario nella ●Ci sono anche nuove lotte però,
capitalismo finanziario, Marazzi ce Francia e in Italia e i tagli ai servizi radicalmente trasformato il terreno «munus» - che lega l’uno all’altro storia del capitalismo: l’economia è nuove resistenze. Se, come tu dici,
l’ha spiegato per tempo, la logica sociali e all’istruzione ovunque. dello scontro, perché non era pura i membri della comunità. anche soggettivazione, domanda e l’economia del debito porta in
della finanza comanda l’insieme dei ideologia, bensì una forma di E’ una linea di pensiero comanda un lavoro su di sé, primo piano la contraddizione fra
rapporti sociali: riorganizza ●Quali sono i pilastri di quresta governamentalità organica al flusso rintracciabile anche in un certo disciplina e richiede autodisciplina. proprietari e non proprietari,
l’impresa, agisce sul fisco riducendo economia del debito, e come si è deterritorializzato e trasversale della Marx ma che va soprattutto da Prima della crisi, si trattava di questo cambia, l’asse delle lotte?
le tasse per i ricchi, smantella il sviluppata? produzione postfordista. Il debito Nietzsche a Deleuze e Guattari ad forgiare «l’imprenditore di se Si va ovunque verso un
welfare sostituendo i crediti ai Il neoliberismo si è articolato sulla non fa differenza fra salariati e non alcuni antropologi di oggi: la stesso» sulla base della impoverimento di strati sempre più
diritti. La cosiddetta economia reale logica del debito fin dal «colpo del salariati, lavoro dipendente e lavoro relazione, economica e simbolica, responsabilità, di un responsabile vasti della popolazione, e verso una
è solo un pezzo del sistema di ’79» che rese possibile la autonomo, lavoro manuale e lavoro del debito fra diseguali anticipa la investimento su di sé. Con la crisi, sorta di pieno impego precario, in
valorizzazione dominato dalla formazione di enormi deficit cognitivo, proletari e marginali, relazione dello scambio fra eguali. quello stesso imprenditore di se cui tutti lavorano, tre o quindici ore
finanza. E la finanza non è un pubblici e la conseguente attivi e pensionati: siamo tutti Del resto, prima dello scambio c’è stesso diventa responsabile del suo alla settimana, senza sicurezza,
eccesso di speculazione riducibile riorganizzazione dei mercati indebitati. Il neoliberismo governa la moneta, e la moneta è per sua fallimento: dei debiti che ha senza reddito, senza diritti e senza
con delle buone regole: è una finanziari. Poi, durante gli anni 80 e attraverso una molteplicità di essenza debito. Con la sostanziale contratto, di non aver lavorato futuro. Mentre i ricchi fanno
ALIAS
31 MARZO 2012 (3)
IL DEBITO DEL VIVENTE THE DEBT: THE FIRST 5.000 YEARS
●●●Ovvero ascesi e capitalismo. Un saggio di Elettra Stimilli (Quodlibet, 18 E.) alla Non è ancora tradotto in italiano, The Debt (Melville-House Publ.) dell’antropologo
ricerca delle radici della condizione umana contemporanea: l’essere in difetto, in militante David Graeber assistente di Antropologia sociale presso la Goldsmiths
colpa, in debito senza che dipenda da noi. Una condizione che accomuna sia chi vive University di Londra. Analizza le origini del credito, l’invenzione delle prime monete
all’insegna del godimento e del consumo, sia chi si vota al sacrificio e al rigore, e che coniate dai grandi imperi del passato, la rimessa in discussione dei miti fondativi della
si manifesta in una vasta sintomatologia, sociale e psichica, del disagio scienza economica. Fino ad arrivare ai giorni nostri, in cui, dice, le attuali condizioni
contemporaneo . Ma la pretesa dei mercati di strappare ai singoli e alle comunità sono chiaramente insostenibili e «ovviamente» l’intero debito non può essere
ogni decisione sul proprio destino ha i suoi precedenti nella lunga vicenda pagato. « A mio avviso assisteremo,aggiunge, a una reazione molto simile a quella
dell’Occidente, a cavallo fra filosofia, religione, economia e politica. Ripercorrerla della crisi del debito del terzo mondo, un movimento che chiedeva democrazia
serve a trovare gli antidoti giusti per non obbedire agli ordini. diretta e orizzontale» (vedi Benedetto Vecchi a pag 4).

problemi interni alla teoria


freudiana, quello che veramente GERENZA
qui interessa è che, su questa
strada, Freud inaugura un Il Manifesto
approccio «economico» ai direttore responsabile:
fenomeni psichici che non solo Norma Rangeri
complica la sua impostazione, ma vicedirettore:
può essere utile anche per trovare Angelo Mastrandrea
una risposta agli interrogativi
sull'attualità. Alias a cura di
In generale, si può dire che la Roberto Silvestri
gestione dinamica dei fenomeni
psichici risponda, nel discorso di Francesco Adinolfi
Freud, alla logica costi-benefici. (Ultrasuoni),
Una logica simile trova riscontro Matteo Patrono
nelle teorie economiche dei (Ultrasport)
maggiori esponenti della Scuola con Massimo De Feo,
austriaca (von Hayek, von Mises, Roberto Peciola,
ecc.), che lavorano a Vienna negli Silvana Silvestri
stessi anni in cui Freud elabora le
sue tesi sulla psicoanalisi. Come il redazione:
metodo utilizzato dagli economisti via A. Bargoni, 8
autriaci si occupa dell'agire umano 00153 - Roma
dal punto di vista dell'efficacia Info:
economica, così il metodo analitico ULTRAVISTA
mira a calcolare il dispendio e ULTRASUONI
dinamico necessario che fax 0668719573
l’economia psichica deve sostenere tel. 0668719549
per il raggiungimento di un sano e 0668719545
equilibrio pulsionale. email:
L’ottimizzazione dei fenomeni redazione@ilmanifesto.it
psichici, tuttavia, nella prospettiva web:
freudiana non si esaurisce in un http://www.ilmanifesto.it
lineare calcolo dei costi e dei impaginazione:
benefici volto ab&c - Roma
all'autoconservazione. Vi è una tel. 0668308613
pulsione di morte, per cui il dolore ricerca iconografica:
diviene in sé una meta pulsionale il manifesto
da perseguire conservando, così,
una sua funzione propriamente concessionaria di pubblicitá:
economica che lo connette in Poster Pubblicità s.r.l.
maniera essenziale al piacere. sede legale:
Queste sono le premesse a partire via A. Bargoni, 8
dalle quali emerge «il problema tel. 0668896911
economico del masochismo», su fax 0658179764
cui Freud si concentra e-mail:
nell’omonimo saggio del 1924, che poster@poster-pr.it
risulta particolarmente significativo sede Milano
per comprendere i problemi legati viale Gran Sasso 2
al presente. 20131 Milano
In questo saggio, la «tendenza tel. 02 4953339.2.3.4
Una scena del film «L’industriale» CICALE E FORMICHE ambiguità terminologica è stata più masochistica nella vita pulsionale fax 02 49533395
di Giuliano Montaldo con Pierfrancesco volte oggetto di riflessione in rappresenta un enigma dal punto tariffe in euro delle
Favino e Carolina Crescentini. passato: si pensi a Nietzsche, a di vista economico». Non, dunque, inserzioni pubblicitarie:
Nella pagina accanto Shia Labeouf, Marx, a Benjamin, ma anche a un fenomeno antieconomico, come Pagina
Freud la cui opera appare risulterebbe, invece, se si seguisse

Masochismo,
protagonista di «Wall Street: il denaro 30.450,00 (320 x 455)
non dorme mai» di Oliver Stone particolarmente interessante per la univocamente la logica Mezza pagina
con Michael Douglas e Susan Sarandon questione da cui siamo partiti. dell’autoconservazione; ma un 16.800,00 (319 x 198)
Che la scoperta dell’economia enigma, perché trae beneficio da Colonna
politica - il lavoro soggettivo una condizione di svantaggio, e il 11.085,00 (104 x 452)
astratto - coincida con la profitto emerge in sé e non viene

l’ enigma
Piede di pagina
secessione: non pagano più le tasse, produzione astratta e soggettiva semplicemente ricavato in seguito a 7.058,00 (320 x 85)
si dissociano dal patto sociale. La della libido su cui si fonda la un costo pagato per ottenerlo. Ad Quadrotto
prima cosa da fare in una psicoanalisi è un problema posto un approccio «quantitativo», 2.578,00 (104 x 85)
situazione del genere è superare la da Deleuze e Guattari finalizzato a rilevare gli investimenti posizioni speciali:

dei sacrifici
distinzione fra lotta sindacale e lotta nell'Anti-Edipo, che induce ancora e i disinvestimenti della libido, Finestra prima pagina
politica: il sindacato non può più a riflettere. Tanto più oggi, nel subentra ora un nuovo punto di 4.100,00 (65 x 88)
essere sindacato di categoria. Se momento in cui le varie figure vista economico, «qualitativo», IV copertina
quella del debito è una politica di classiche dell'homo oeconomicus - il «testimonianza lampante 46.437,00 (320 x 455)
unificazione sociale anti-politica – produttore in possesso dei mezzi di dell’esistenza dell’impasto
tutti debitori, al di là della produzione, il lavoratore salariato, pulsionale» proprio della vita stampa:
collocazione nel sistema produttivo, l’uomo dello scambio e il umana. La capacità di LITOSUD Srl
e tutti disciplinati dalla morale dei di ELETTRA STIMILLI nel suo insieme. Nonostante il consumatore – finiscono per autodistruzione emerge così non via Carlo Pesenti 130,
sacrifici - il sindacato deve grado estremo di astrazione che confluire nell’unica modalità solo come facoltà opposta a quella Roma
politicizzare questo sociale unificato ●●●I sacrifici che dovrebbero hanno raggiunto le operazioni dell’imprenditore come positivamente costruttiva del LITOSUD Srl
al di là dei confini fordisti, risanare il debito contratto da economiche – sempre più «imprenditore di sé». Si tratta però piacere, bensì come facoltà via Aldo Moro 4 20060
connettere le figure dello alcuni Stati europei vengono dipendenti da transazioni di capire se la figura emergente originariamente concomitante. Pessano con Bornago (Mi)
sfruttamento al di là delle divisioni richiesti oggi come necessità finanziarie che determinano dell'«uomo indebitato» non si Che le più diffuse psicopatologie
fra occupati e disoccupati, attivi e inderogabili. Un'opacità di fondo l'andamento dell'economia contrapponga ma, anzi, inveri del disagio contemporaneo della diffusione e contabilità,
inattivi, produttivi e assistiti, precari offusca, però, la nettezza con cui si mondiale in maniera solo quella dell'homo oeconomicus civiltà (come le anoressie, le rivendite e abbonamenti:
e garantiti. La figura dell’uomo vorrebbe presentare la questione. apparentemente autonoma rispetto divenuto «imprenditore di sé», e bulimie, le nuove forme di REDS Rete Europea
indebitato è trasversale, richiede Da un lato sembra scontato all'economia reale e all'esistenza quale relazione eventualmente ci tossicodipendenze, le depressioni, distribuzione e servizi:
nuove forme di solidarietà e contrapporre i risparmi invocati a degli individui e delle comunità - sia tra questo e la prospettiva gli attacchi di panico, ecc.) non viale Bastioni
cooperazione, nuove modalità di una precedente cattiva gestione un investimento sulle singole vite freudiana. siano più legate alla rinuncia Michelangelo 5/a
lotta che abbiano la stessa efficacia economica fondata sul puro viene invece continuamente Per Freud, notoriamente, la storia pulsionale, ma all’elevazione del 00192 Roma
dello sciopero nella società sperpero di denaro. Questa richiesto, senza che nulla sembri dell'umanità coincide con la storia godimento a obbligo sociale è il più tel. 0639745482
industriale, e la reinvenzione di una dissipazione, però, sembra che non più possibile demandare. del «senso di colpa». Aldilà dei chiaro segno della logica sottesa Fax. 0639762130
«democrazia» capace di abbia solo prodotto un debito reale, Sotto questa luce vale allora la agli attuali processi economici. Non abbonamento ad Alias:
riconfigurare e reintegrare il ma che sia come la causa di una pena chiedersi se è proprio vero la «sana» e lineare razionalità dei euro 70,00 annuale
politico, il sociale e l’economico. Ma colpa da espiare. E qui le cose si che ad una fase di sprechi e Per forza o per costi e dei benefici a cui sarebbe versamenti
tutto questo servirebbe a poco complicano, al di là del dato consumi inutili debba succedere ispirato il «modello tedesco», ma sul c/cn.708016
senza una conversione soggettiva, indiscutibile che in alcuni paesi, un'epoca di risparmi e sacrifici, piacere. Sulle quella enigmatica e «masochistica» intestato a Il Manifesto
senza un rifiuto della morale del come la Grecia e l’Italia, ci sia stata come necessario momento della continua produzione di un via A. Bargoni, 8
debito e dell’ordine del discorso in una cattiva gestione del denaro espiatorio di una colpa commessa. orme di Freud, vuoto, del tutto in linea e non in 00153 Roma
cui ci imprigiona. La mossa è in pubblico. E soprattutto bisognerebbe contrasto con la logica del debito specificando la causale
primo luogo simbolica: liberarsi da Forse non è un caso cheil domandarsi se sia effettivamente l’etica del rigore come condizione di un'insolvenza
sensi di colpa, cattiva coscienza, ragionamento di cui sopra possibile contrapporre i due continuamente da riprodurre e non
oneri di giustificazione; rifiutarsi di caratterizzi con particolar forza il momenti o se invece non emerga nell’economia da colmare. Il debito come colpa e
pagare il debito perché il debito, «modello tedesco», espressione di un intreccio più profondo che la produzione e il consumo come
prima che un problema economico, un'economia virtuosa. Nella lingua unisce queste due condizioni solo libidinale: mancanza a essere sono le due
è un dispositivo di potere che ci tedesca si usa un'unica parola – apparentemente antitetiche. facce della stessa medaglia di
tiene incatenati al Grande Schuld - per indicare sia il «debito» L'ambivalenza di significato della produzione di un'economia che, oggi, sembra
Creditore. Porgendoci queste catene che la «colpa». Ed è proprio su parola tedesca Schuld è una chiara votata solo alla attivazione di
come un destino ineluttabile, e questa ambivalenza semantica che espressione degli intricati legami vuoto, consumo processi autodistruttivi. Mettere in
tenendo sotto controllo non solo il si potrebbe provare a riflettere. esistenti tra l'economia e i dubbio i sacrifici richiesti per
nostro presente ma anche il nostro Un'inedita relazione connette, comportamenti individuali, oggi della mancanza ripagare il debito appare dunque
futuro, il nostro tempo e il tempo oggi, le modalità di esistenza imprescindibili per un'analisi della molto più ragionevole dell’aura di
delle generazioni che verranno. individuali al sistema economico situazione attuale. Questa necessità con cui vengono proposti.
(4) ALIAS
31 MARZO 2012

I FILM

DOLLARI E CELLULOIDE WALL STREET


●●●Diretto nel 1987 da Oliver Stone con Michael Duglas e Charlie
PROTAGONISTI ASSOLUTI Sheen, è il film sugli yuppies degli anni ’80 che speculano in borsa
sopraffatti dalla febbre dell’oro. Il giovane broker a contatto con il
mitico finanziere Gekko prova una scossa e la sua scala di valori è
ribaltata. Non così i brokers autentici, dovranno aspettare Lehmans
Brothers. Ma il denaro non dorme mai e nel 2010 Oliver Stone
Immagini da «Wall Street Il denaro non dorme mai», aggiorna i tempi, fa uscire Gekko di prigione e gli fa pubblicare le sue
sotto «Dinner at eight» (Pranzo alle otto) memorie dal titolo «L’avidità è buona?», ma ormai appare come un
a destra «I soldi degli altri» povero diavolo tra i lupi di Wall Street.

nome del libero mercato.


Questo cambiamento di segno al
debito è certo affascinante ma
conduce a percorrere strade piene di
insidie, quasi che l’impoverimento e
il «declassamento» del ceto medio, il
mantra mediatico usato dal
movimento da Occupy Wall Street
per sottolineare che nessuno è
immune alla crisi economica, fosse
l’esito di un semplice disfunzione
dell’economia capitalistica.
Uno sguardo meno episodico sulla
composizione sociale dei movimenti
contro la crisi illumina invece la
dimensione strutturale del debito,
elemento centrale nelle riflessioni di
Maurizio Lazzarato. Non ci troviamo,
infatti, alla crescita esponenziale del
credito al consumo, ma uno
strumento che regola i rapporti
sociali, e di classe, nelle economie
capitaliste.
Il debito non è solo un sofisticato
strumento per «drenare» denaro
verso il capitale finanziario, ma per
regolare i rapporti tra capitale e
lavoro. Per usare un lessico che molti
vorrebbero dimenticare, il debito è
appropriazione immediata del salario
che verrà. Una riflessione critica sul
debito non può infatti non
contemplare la diffusione della
precarietà, anzi la sua trasformazione
in regola dominante dei rapporti tra
capitale e lavoro vivo.
La crescita esponenziale del debito
individuale non dipende solo da un
credito al consumo sfuggito di mano,
bensì al fatto che negli ultimi 30 anni
i salari, negli Usa e in Europa, sono
di BENEDETTO VECCHI L’ECONOMIA DEL DEBITO E QUELLA DEL DONO sentimenti di lealtà, di rispetto, di rimasti al palo. E mentre in Europa il
reciprocità prevalgono sulla ridimensionamento del welfare state
●●●David Graeber è un formazione sociale capitalista ha determinato un aumento delle
antropologo che non ha mai contemporanea. spese individuali per fronteggiare la
nascosto il suo anarchismo politico. Quando ci si trova di fronte ai privatizzazione del welfare state,
Attivista nei movimenti sociali ha
passato gran parte dello scorso
autunno a Zuccotti Park,
partecipando attivamente
all’esperienza di Occupy Wall Street.
Un furto commesso movimenti sociali ogni rinvio alla
coerenza teorica è vano. La
sperimentazione è condizione
necessaria e non sufficiente, perché i
vincoli con cui fare i conti sono la
negli Stati Uniti la diffusione dei
working poor ha visto crescere il
debito individuale per garantire la
semplice riproduzione della
forza-lavoro. E se queste dinamiche
In quelle stesse settimane la Melville
House Publishing ha pensato bene di
mandare nelle librerie l’edizione
economica del libro Debt, una
in nome composizione sociale dei movimenti
stessi, i rapporti di forza nella società,
quelle convenzioni socialmente
necessarie che sono le cosiddette
hanno avuto una gestione
«economicamente compatibile» fino
a quando il lavoro vivo coinvolto era
costituito da lavoratori e lavoratrici a

del libero mercato


rivisitazione del ruolo del debito nella tradizioni culturali. E negli Stati Uniti tempo indeterminato, il debito è
storia umana. Testo ambizioso che questo significa fare i conti con una sfuggito di mano quando questa
aveva avuto delle anticipazioni negli visione comunitaria da sempre in stessa dinamica ha trovato belli e
articoli, saggi che l’antropologo aveva tensione critica con l’individualismo pronti strumenti finanziari progettati
dedicato alle mobilitazioni degli proprietario che regola i rapporti per i temps, cioè i precari.
studenti americani negli scorsi anni, sociali. In fondo il fortunato slogan Maurizio Lazzarato nel suo volume
quando è emerso con radicalità il «noi il 99%, voi solo l’1%» non offre spunti di riflessione che vanno
tema dei debiti che vengono contratti esprime solo una rappresentazione ben al di là della dinamica
dai giovani americani per pagare le
rette dei campus. In quell’occasione,
«Debt» di David Graeber e «La fabbrica delle diseguaglianze di reddito che
caratterizza la società americana, ma
economica. La fabbrica dell’uomo
indebitato funziona infatti a pieno
Graeber aveva sostenuto che era un
debito da rigettare, perché impediva
dell’uomo indebitato» di Maurizio Lazzarato, anche e soprattutto l’estraneità di
quella piccola frazione della
regime come dispositivo politico di
controllo sulla cooperazione sociale e
quel libero accesso al sapere che, in popolazione che si appropria della produttiva. Definisce cioè il campo in
varia misura, è previsto dalla
costituzione americana. Debt non
analisi e proposte per sovvertire la logica ricchezza che la comunità produce.
Quello che è quindi accaduto negli
cui collocare comportamenti
individuali, scelte nei consumi,
nasconde le sue ambizioni teoriche e anni volatili del neoliberismo non è assegnando proprio ai possessori del
può essere considerato del debito imposta dal capitalismo dunque un ingestibile accumulo di tuo debito il compito di controllare se
complementare a quello di Maurizio debiti individuali o degli stati sovrani, ci sono violazioni dei confini,
Lazzarato, ma con una significativa funzione capitalistica è stato ma l’esercizio sistematico di un furto attraverso quel simulacro di
differenza teorica-politica. Mentre considerata la mossa obbligata per ai danni della comunità. La astrazione reale che è appunto la
l’autore de La fabbrica dell’uomo fronteggiare l’impoverimento produzione di esperienza di solvibilità del debito. Ed è proprio il
indebitato sostiene che il debito, generalizzato che la crisi economica economie alternative a quelle diritto all’insolvibilità il nuovo campo
meglio la gestione del debito ha provocato negli Stati Uniti. A dominanti non ha però nulla a che politico da arare. C’è da dissodarlo,
individuale e degli stati sovrani è Zuccotti Park, ma in molte delle città fare con la riappropriazione della liberarlo da opacità e aporie. Ma è
immanente al regime capitalistico statunitensi che hanno visto ricchezza rubata, bensì con la l’unica possibilità data affinché la
contemporaneo, Graeber sostiene esperienze simili, oltre agli infiniti sottrazione dai dispositivi che hanno fabbrica dell’uomo indebitato giunga
che il debito è un’«istituzione» happening, di occupazione di spazi legittimato un furto condotto in ben presto al suo fallimento.
presistente al capitalismo, regolando pubblici, che sicuramente
semmai le relazioni sociali. I rapporti desterebbero l’interesse di Jean-Luc
umani, sociali sono, per Graeber, Nancy per queste temporanee
scanditi da incontri, negoziazioni,
impegni presi in una relazione di
comunità inoperose, nello scorso
autunno e attualmente sono state moderati arabi < 169 170 171 >
reciprocità, ma anche di gratuità e di sviluppate forme di mobilitazione
debiti accumulati e differiti nel che ricordano più la storia dei
tempo. L’antropologo statunitense movimenti sociali europei o
colloca cioè la tematica del debito latinoamericani che non quelli
alla logica del dono, nella quale c’è statunitensi del secondo dopoguerra.
dono, gratuità, ma anche debiti Occupazioni di case, resistenza a
accumulati nel segno della merci produttrici di profitti. che sfuggano non a una sgomberi di case i cui proprietari non
reciprocità che non devono tuttavia L’economia del dono avrebbe indispensabile logica mercantile – riuscivano a pagare i mutui alle
essere necessariamente onorati. È a dunque il potere di costituire l’economia del dono non è contro il banche, mercatini basati se non sul
questo debito a cui fa riferimento un’alternativa al neoliberismo. Da mercato, ma è ostile alla sua forma baratto su qualcosa di simile, mense
Graeber nell’indicare nell’«economia qui, quindi, la necessità di sottrarre il capitalistica – bensì ai dispositivi di popolari autogestite. E inoltre:
del dono» l’alternativa pragmatica al debito al significato dominante: il controllo sociale messi in campo scambio di beni con l’impegno a
capitalismo neoliberista. Da qui potere di controllo sulla vita affinché i debiti contratti abbiamo la svolgere piccoli lavori di
l’invito, nell’ultima parte del volume, esercitato dal capitale. forma monetaria che ipoteca il lavoro manutenzione. Insomma
a sperimentare modelli di È indubbio il fascino esercitato da e la vita futura di uomini e donne. un’economia di sussistenza
autorganizzazione sociale che questa lunga esplorazione Come spesso accade ai libri, quello incardinata sulla logica del dono,
colmino i vuoti creati dalla storico-antropologica del debito di Graeber non è passato inosservato dove il debito è ricondotto alla sua
dismissione dello stato nel garantire compiuta da David Graeber. Così nei movimenti sociali, l’humus funzione originaria, cioè di essere un
servizi sociali degni di questo nome o come sono evidenti i suoi limiti, umano e politico dove è maturato. E fattore costituente di relazioni sociali «Lo sfruttamento selvaggio delle nostre risorse fa ricco il Marocco e povero il Saha-
per sfuggire alla morsa finanziaria laddove individua nella società il le reazioni sono state positive. La incentrate su una sostanziale ra. La Ue non firmi accordi commerciali illegali». (Sindacato pescatori di El Aaiun)
delle imprese che li considerano solo luogo dove stabilire rapporti alla pari sottrazione del debito alla sua eguaglianza, all’interno della quale i
ALIAS
31 MARZO 2012 (5)
PRANZO ALLE OTTO CAPITALISM: A LOVE STORY
●●●Capitalismo vecchio stile nella commedia sofisticata di George Cukor del ●●●«Il capitalismo è buono solo quando è sotto terra», spiega in questo suo
1933: mentre il marito armatore è sull’orlo del fallimento, la moglie Millicent capolavoro, e con argomentazioni inoppugnabili, Michael Moore, il potente
organizza un pranzo di gala, occasione ghiotta per gli strali del regista che in tutta la giornalista venuto dal Michigan con una valigia piena di comicità sferzante. Il film
sua filmografia si diffonde nella sottile descrizione della società capitalistica . Le (2009) è quasi una filastrocca appassionata per bambini sulle «creature selvagge»,
frecciate qui sono per i ricchi, i nuovi ricchi e anche per la gente di spettacolo e i molto adatta a Halloween, raccontata da un Don Chisciotte vittorioso, ma ancora
poveri. E soprattutto per i ricchissimi inglesi attesi al fastoso appuntamento che incredulo del miracolo Barack Obama. A quei bambini con le basette bianche
però non arriveranno. Con John barrymore, Wallace Beery, Jean Harlow, Marie bisognerà spiegare per la prima volta cos'è davvero il mostro «socialismo», quali
Dressler, da una pièce di Edna Ferber e George F. Kauffman (’32) adattata da Joseph sono le sue virtù, e perché bisognerà inventarne un altro modello, vincente sul
Mankiewicz che poi avrebbe sceneggiato Citizen Kane. mercato, se si vuole salvare un mondo fatto a pezzi dai «subprime» e dai «derivati».

DIRITTO AL REDDITO DI BASE E DIRITTO ALL’INSOLVENZA immanente alla stessa natura del processo di precarizzazione, guarda necessitano nuovi meccanismi di
capitalismo: estrarre plusvalore dalla caso, del mercato del lavoro. La controllo per tener conto della
capacità lavorativa umana, relegando riforma del mercato del lavoro soggettività e della cooperazione
il lavoro a merce (forza-lavoro) e apparentemente non ha a che fare sociale che oggi è la fonte principale
variando continuamente le forme del con i bilanci pubblici, ma, in Italia, di quella ricchezza che viene

Quegli usurai lavoro produttivo (di plusvalore). La


seconda consiste nel socializzare il
debito necessario all’accumulazione
al di fuori della stessa forma impresa.
L’evoluzione delle strutture di
come in Spagna, in Grecia e in tutti i
paesi sottoposti alla pressione
speculativa sul debito pubblico,
diventa un grimaldello fondamentale
per definire la nuova disciplina del
espropriata a diversi livelli. Il debito e
la precarietà del reddito sono oggi
due facce della stessa medaglia:
definiscono quel dispositivo di
auto-disciplina che viene introiettato

che vendono i nostri proprietà, dalle SpA alle holding


finanziarie non è altro che l’esito di
questo processo. La
finanziarizzazione degli ultimi 30
lavoro nel contesto della produzione
immateriale e cognitiva. In secondo
luogo, a livello individuale e
soggettivo, la dipendenza dal debito
a livello individuale, funzionale
all’assoggettamento dei corpi e dei
cervelli. Gli effetti sul corpo sociale
sono pesanti e pervasivi e vengono

giorni e le nostre notti


anni ha fatto sì che il debito acuisce quelle forme di ricattabilità e accentuati dalla crisi economica. In
necessario per l’accumulazione subalternità che incidono primo luogo, si acuisce la
capitalistica non sia più concentrato pesantemente sulla libertà d’azione e frammentazione sociale a vantaggio
solo nelle imprese, ma si sia sempre di scelta degli individui, di quell’individualismo
più esteso, ieri, ai bilanci nazionali, incrementano il senso di paura e di comportamentale condito da mutua
oggi, alle famiglie. Tale processo ha subalternità culturale e sociale. indifferenza che rappresenta proprio
coinciso con una mutazione della In altre parole, il ricatto del debito il primo obiettivo della disciplina del
condizione sociale, che ha fatto perno (collettivo o individuale che sia) debito e della precarietà. In secondo
Il ricatto del debito agisce come volano sulle ideologie liberiste
dell’individualismo proprietario
agisce come volano dello
sfruttamento sul lavoro esattamente
luogo, si mantiene elevato quello
«stato di eccezione», che, divenuto
dello sfruttamento sul lavoro esattamente come (l’uomo impresa) e
contemporaneamente sul senso di
come il ricatto del reddito e del
bisogno ha sempre segnato la
norma, instaura condizioni di
emergenza permanenti, in grado di
colpa e del dovere del debitore. Non è subalternità del lavoro al capitale. far imporre profondi stravolgimenti
il ricatto del reddito e del bisogno ha sempre un caso che in tedesco debito
significhi anche «colpa» (schulde),
Come scriveva Marx, la Rivoluzione
Francese ha reso libero il lavoro, ma
non solo sul piano economico e
sociale ma anche sul piano delle
mentre nelle lingue neolatine rimandi non ha liberato i lavoratori, in quanto libertà e della partecipazione
segnato la subalternità del lavoro al capitale all’idea «obbligo, costrizione, dovere» costretti a vendere la propria forza democratica. In terzo luogo, cresce la
(dal latino: debere). per poter sopravvivere. paura, il più potente e antico
di ANDREA FUMAGALLI trasformata, strutturalmente, in vista, essendo lo Stato uno delle fonti In questo contesto, la dipendenza Nel biocapitalismo cognitivo strumento di soggezione: ma si tratta
speculazione finanziaria, ovvero principali di indebitamento dal debito diventa un formidabile contemporaneo, la disciplina del non tanto della paura della punizione,
●●●In una raccolta di saggi di Le debito senza limite. Anzi, i debiti funzionale alla produzione di strumento di controllo sociale, che va lavoro non è più svolta solo dalla ma piuttosto della minaccia di una
Goff, intitolata O la Borsa o la vita (La stessi sono diventati oggetto di ricchezza, la costituzionalizzazione oltre la semplice sfera economica per tempistica della macchina e dei potenziale punizione. L’accanimento
Terza, 2003) veniva riportato un scambio finanziario. del pareggio di bilancio appare da un innervare tutto l’insieme dei tempi (che si traduce nel furto dei quasi maniacale da parte del governo
manoscritto del XIII secolo in cui si L’attività finanziaria esiste dunque punto di vista economico una vera comportamenti sociali. E in tempi di vita), ovvero non è più Monti sull’art. 18 svolge più la
affermava: «Gli usurai peccano contro solo laddove si genera un debito. E idiozia. particolare diventa, soprattutto, regolata da una tecnostruttura, come funzione di disciplinamento e
natura volendo far generare denaro l’esistenza di un debito implica che vi Il sistema capitalistico nasce e si forma del disciplinamento del lavoro, lo era nel contesto predominante minaccia potenziale piuttosto che di
dal denaro, un cavallo dal cavallo o sia necessariamente un rapporto di sviluppa sulla base della continua sia a livello collettivo che della produzione materiale effettivo pericolo, dal momento che
un mulo da un mulo. Inoltre, essi asimmetria e di gerarchia di potere: il ridefinizione del rapporto di individuale-soggettivo. Non è un caso manageriale e che è stata, non a caso, esistono già parecchi dispositivi che
sono dei ladri poiché vendono il debitore è sempre subalterno e sfruttamento tra capitale e lavoro. che, nel nome del risanamento del il centro della sovversione operaia consentono di poter licenziare senza
tempo che non gli appartiene e dipendente dal creditore. In un Sono le imprese che si indebitano debito, si intraprendono misure negli anni ’60 e ’70. problemi e senza eccessivi costi per le
vendere un bene altrui è un furto. E sistema capitalistico, non c’è inizialmente con il sistema economiche volte a smantellare Se oggi la valorizzazione imprese.
dal momento che non vendono accumulazione se non c’è creditizio-finanziario e per far fronte ulteriormente il welfare, incidere capitalistica tende a basarsi sempre Ogni dispositivo disciplinare,
null’altro che l’attesa di denaro, cioè preliminarmente un processo di a tale obbligo seguono solitamente negativamente sulla sicurezza più sull’utilizzo del corpo e delle tuttavia, crea potenzialmente anche i
il tempo, essi vendono i giorni e le indebitamento. Da questo punto di due strade: la prima è quella classica, economia e sociale e ultimare il facoltà umane, è evidente che propri antidoti e anticorpi. Il primo
notti» (p. 34). Come nota Lazzarato in potrebbe essere il diritto al reddito di
proposito (La fabbrica dell’uomo base individuale e incondizionato. Il
indebitato, Derive Approdi): «Mentre secondo è il diritto all’insolvenza
nel Medioevo il tempo apparteneva a delle famiglie, inteso come diritto
Dio, oggi in quanto possibile, individuale e collettivo (diritto al
creazione, scelta decisione, è il default). Con ciò, intendiamo anche
principale oggetto una sorta di moratoria per i debiti
dell’espropriazione/appropriazione delle famiglie in un contesto in cui i
capitalistica». redditi diventano sempre più precari.
Come fatto rilevare da Amato e Così come il diritto al reddito è un
Fantacci, nel libro La fine della diritto della persona ma nello stesso
finanza (La Terza, 2009) l’origine del strumento di ricomposizione sociale
termine «finanza» deriva dalla parola che va oltre la singola persona, così
latina «finantia», ovvero «conclusione vale per il diritto all’insolvenza. Se il
amichevole di una controversia», da diritto al reddito incondizionato
«finire», terminare, concludere, o da significa riconoscimento della proprio
«finis», fine, conclusione e anche essere produttivo anche solo
confine, limite. Tale etimologia sta a semplicemente vivendo, il diritto
indicare che lo scambio finanziario, all’insolvenza significa
pur non essendo immediatamente riappropriazione diretta di reddito,
solvibile nel presente (come ponendo le esigenze di produzione e
qualunque scambio di merce, ovvero riproduzione sociale prima di
scambio simultaneo di quantità qualsiasi altra esigenza compatibile
contro valore - prezzo) ma con la logica dello sfruttamento
sottoscrivendo un contratto duraturo capitalista della cooperazione sociale.
nel tempo, è comunque caratterizzata
da un termine temporale oltre il Si tratta in ultima istanza della
quale la transazione si esaurisce e riappropriazione del proprio debito e
viene risolta in modo consensuale. del proprio tempo contro il furto
Con l’avvento del capitalismo, la della nostra vita che ogni giorno
finanza si è sempre più allontanata viene reiterato. Perché la vita e il
dal suo motivo d’essere o almeno da tempo non sarà di Dio, come si
come era stata pensata pensava nel Medioevo, ma non è
originariamente, ma si è sempre più neanche del capitale: è solo nostra.

ESPERIENZE di MATTEO SANTARELLI natale, in cui dal novembre 2011 sono che maggiormente dovrebbe universale, del rigore e del fare cassa. quella dinamica di indifferenziazione
consigliere comunale. Nella crisi caratterizzare un’amministrazione. Il Questo appiattimento della di cui noi stessi siamo le prime
●●●Nello stretto passaggio conclamata del sistema della condizionale qui è d’obbligo: se decisione politica alla gestione vittime. Il nuovo stato d’animo
dall’epoca del godimento ad una rappresentanza partitica, a livello pensiamo che gran parte delle spese contabile dell’emergenza acuisce e colpevole assunto negli ultimi mesi
nuova era del sacrificio e del rigore, locale la politica continua ad offrire comunali sono fisse - gli stipendi dei conferma il già diffuso senso di dal popolo italiano ci legittima nel
Gli apostoli gli italiani hanno scoperto un nuovo
mondo: l’ologramma di un potere
punti di contatto con la vita concreta
delle persone. C’è ancora chi ti
dipendenti comunali, i servizi di base
- e che i tagli provenienti dall’alto
anti-politica che imperversa nel
nostro paese. Se è questo e solo
nostro ruolo di spargitori di un debito
e di apostoli di un verbo non nostri.
dello spread. economico – finanziario che, stanco
dell’incapacità dei politici, ha deciso
telefona e chi ti ferma per strada, e
non necessariamente per parlare dei
diventano col passare degli anni
sempre più drammatici, risulta chiaro
questo il compito che spetta agli
«eletti», allora che vengano sostituiti
Non c’è una moltitudine infiammata
che prende a sassate il palazzo

La livella di prendere in mano direttamente le


redini del governo. C’è un piccolo
inconveniente: agli italiani questa
propri affari privati, spesso
difficilmente separabili, tra l’altro, da
temi di interesse pubblico. Inoltre, le
come ogni margine di decisione
politica su come e dove spendere i
soldi pubblici si assottigli fino a
da tecnici, capaci di far quadrare i
conti e magari di risparmiare qualche
briciola da destinare a chi sta messo
comunale, che ci ferma per strada
avvelenata e inviperita. Almeno, non
per questi motivi. Tuttavia, non
dei tagli nuova cosa piace. L’origine sarà pure
malsana, ma il fenomeno in sé ispira
amministrative del 2011 hanno creato
un clima di speranza e desiderio,
scomparire. Come un frattale, la
funzione livellatrice dell’austerity si
peggio. Ma è negli stessi «eletti» che
entra in funzione un meccanismo
possiamo non sapere che in questo
mare di indistinzione rischia di
nel governo fiducia. Difficile sfondare questo
muro di consenso a furia di
rimettendo in moto tante energie
sopite e sfiduciate. Purtroppo, alcune
riflette a livello delle amministrazioni
locali, mantenendo intatta la sua
sorprendente. Difatti, noi
«rappresentanti» siamo in ultima
annegare ogni speranza di
cambiamento della società. Come
genealogie ed analisi strutturali. Si condizioni per così dire sovraordinate struttura. La controparte del governo istanza responsabili e formalmente nella famosa poesia di Totò, ma in
locale parla in tedesco e francese a gente
che non ha più orecchie che per
rendono sempre più arduo incidere
nella realtà a mezzo della
tecnico nazionale è il piccolo comune
condannato a mutilare d’ufficio il
titolari di queste decisioni. Dobbiamo
renderne conto alla gente, spiegare
tutt’altro senso, il debito e lo spread
stanno livellando ogni differenza tra
l’inglese. Può risultare utile rappresentanza. E’ esattamente qui proprio bilancio e, di conseguenza, i perché si taglia e in che modo. E nel amministratori «di destra» e «di
un’operazione di livello più modesto, che interviene la triste rivoluzione propri servizi. In entrambi i casi, la rendere conto di ciò che si è costretti sinistra». E il «vorrei ma non posso»
a partire dalla cronaca da una realtà dell’austerity e del debito. dialettica ed il conflitto tra le parti a fare, si diventa altoparlanti unito al cappio del debito rischia di
locale. Foligno, 65.000 abitanti nel In questi giorni si discute di politiche vengono dissolti dell’ideologia del «non poter fare soffocare anche le forme più credibili
cuore dell’Umbria, è la mia città bilancio, vale a dire di uno degli atti nell’imperativo morale, per una volta altrimenti», rendendosi complici di di governo del territorio.
(6) ALIAS
31 MARZO 2012

SOCIETÀ

I Kibbutznik globali
di LUCIANO DEL SETTE

●●●Degania Alef, il patriarca,


guarda il Lago di Tiberiade dal 1910.
Tutti hanno sempre preferito
chiamarlo con il nome di Kvutzat
Degania, Il frumento di Dio.
Degania era nato sionista e

del terzo millennio


socialista nella terra che poi sarebbe
divenuta Israele. I suoi valori erano
l’uguaglianza, il collettivismo, la
comunione dei beni. Poi, nel 2007,
quasi un secolo dopo, Degania ha
deciso di aprire ad altri valori, più in
linea con il pensiero capitalista e il
moderno mercato economico: la
privatizzazione, i salari differenziati,
la casa di proprietà, le attività
turistiche, commerciali e industriali, Un libro racconta le certezze
da cui trarre ulteriori profitti.
Degania, Alef o Kvutzat, è il più infrante e gli aggiornamenti
antico dei duecentosettanta kibbutz
disseminati nel deserto del Negev, ai di un modello di aggregazione
confini con il Libano e la Giordania,
in luoghi biblici come la Galilea, alla unico al mondo, dal socialismo
periferia di Gerusalemme, tra le
alture del Golan, a un passo da Gaza alla privatizzazione
City. Kibbutz, che in lingua ebraica
significa «gruppo, forma di
associazione». Kibbutz, realtà nei
cui confronti un giornale delle
comunità ortodosse, era il 1997,
affermava «... la via corretta è
spazzar via l’ultima memoria di
questo accidente nella storia del
popolo ebraico». Kibbutz, un
insieme di microcosmi che fino agli
inizi degli anni ’80 del secolo scorso
aveva rappresentato un modello di
aggregazione unico al mondo, per
poi conoscere il declino, la rinascita,
e in tempi recenti, come nel caso di
Degania Alef, ma non solo, il
compromesso rispetto ai valori
fondativi originari. Kibbutz
dall’anima progressista e di sinistra,
che, dopo la creazione dello stato
israeliano, nel 1948, si era
trasformato in un avamposto
militare perfettamente organizzato,
imbracciando il fucile per
combattere i nemici. Kibbutz, dove
circa il novanta per cento degli
abitanti ha votato alle ultime
elezioni per Avodà, il partito
laburista, deluso, però, dalla sua
incapacità, che ha causato il crollo
verticale dei consensi. Kibbutz
popolato di gente di Israele, ma
anche, e non poco, di gente arrivata
qui dall’Europa, dalle Americhe, dal
Vicino Oriente. Kibbutz, dove si può
essere di fede ebraica, musulmana,
buddista, oppure agnostico o ateo;
seguire i precetti delle feste e del
cibo kosher, o, al contrario, non
tenerne conto. Senza che ciò
intacchi minimamente l’armonia
della convivenza.
Enrico Cafassi e Alfredo De
Girolamo, studiosi e analisti del
contesto Medio Orientale, hanno contraddizioni che anche i
cercato di raccontare il kibbutz di kibbutznik degli anni 2000
ieri, e soprattutto quello di oggi, in continuano a vivere. Nelle parole,
un libro, Kibbutz 3000, di cui diamo sincere, risuonano l’esigenza e la
notizia a parte. Il risultato indubbio richiesta, l’impegno e la volontà, che
della narrazione di quello che loro la Questione venga risolta. Ma si
definiscono, con una punta di ironia avverte, in parallelo, la scarsa fiducia
e disincanto, un kibbutz tour, è in un governo israeliano che appare
l’aver aperto una piccola ma incapace (e soprattutto davvero
significativa porta su un’entità succede a Ein Gedi, sul Mar Morto, intenzionato) di muovere passi
umana, economica, politica, di cui un Orto Botanico classificato dal concreti. Si rimpiange Rabin, si
tanta parte del mondo occidentale National Geographic come detesta Nethanyau, si inveisce
si è dimenticata, o più l’undicesimo migliore del mondo; contro l’inerzia dell’Avodà; i più
semplicemente ignora del tutto. In altri ancora hanno fatto delle anziani ricordano i tempi in cui il
special modo tra le ultime battaglie ecologiste una «guerra rapporto quotidiano con i
generazioni. Nel 1963, Pier Paolo parallela» a quella che si combatte palestinesi era naturale, senza
Pasolini annotava: «La cosa più ogni giorno lungo le linee dei barriere, fatto di commerci e di
impressionante di Israele sono i confini. E a proposito di guerra, su viaggi sugli autobus per spostarsi
kibbutz». E c’è da giurare, tanti fronti e nel corso di nella zona. Esigono, richiedono,
guardando alla sensibilità dello sessant’anni, è lei a tornare criticano, i kibbutznik. Però, dice De
scrittore, che ciò suonasse costantemente nelle parole dei Girolamo, «quando si entra nel
constatazione ammirata. I testimoni scelti dagli autori. Guerra merito dei confini, quelli di Israele
kibbutznik (gli abitanti) del Terzo vissuta con addosso i panni del toccano un nervo scoperto,
Millennio sono circa centomila, militare, uomo o donna che sia; divengono quasi intoccabili». E in
sparsi in comunità costituite da guerra guardata da un balcone di effetti, a leggere tra le righe dei dieci
poche decine di persone, o da casa, fumando una sigaretta; guerra reportage, mentre chi parla non
svariate centinaia. Alcuni kibbutz che spaventa e fa correre nei rifugi solleva dubbi, anzi si scaglia, contro
sono rimasti fedeli a se stessi; altri trascinando i bambini per mano; una politica governativa che
hanno avviato attività quali guerra dei Sei Giorni e Operazione legittima e incentiva gli
l’agriturismo, la ricettività Piombo Fuso; guerra comunque e insediamenti abusivi dei coloni
alberghiera, la ristorazione, sempre, trasformata in un incubo ortodossi, le soluzioni per così dire
l’industria tipografica su larga scala, collettivo dal quale, almeno nei topografiche sfumano nella
arrivando perfino, in evidente recinti dei kibbutz, ci si vorrebbe vaghezza: «Concedere qualcosa,
contraddizione con i loro princìpi, liberare. Infine la Questione chiedere e dare, venirsi incontro».
alla manifattura di giubbotti Palestinese, le iniziali maiuscole Nulla di preciso, nulla di reciso.
antiproiettile per l’esercito; hanno non le usiamo a caso. È forse Un passo indietro, adesso. Per
creato dalla sabbia del deserto, l’esempio più evidente delle descrivere, usando le parole dei due
ALIAS
31 MARZO 2012 (7)
CATASSI E DE GIROLAMO, UN DIARIO DI VIAGGIO
●●●Uscito per i tipi della ETS di Pisa (etsedizioni.com), nella collana Obliqui (122 pagine, 18 euro),
«Kibbutz 3000» di Enrico Catassi e Alfredo De Girolamo è cronaca di notevole efficacia, grazie anche alle
immagini scattate durante il viaggio dalla fotografa israeliana Nili Bassan, che ha al suo attivo la pubblicazione
di numerosi servizi sui quotidiani del suo Paese e su periodici e quotidiani esteri. Il kibbutz tour di Catassi e
De Girolamo ha toccato una ventina di kibbutz, per scegliere poi i dieci che compongono l’ossatura del
libro. Il taglio editoriale è quello del racconto quasi in forma di diario di viaggio, inframmezzato dai racconti
dei kibbutznik. Spiccano i ritratti di vita e le parole degli italiani, alcuni arrivati tra i primi nel 1948.
Particolarmente significative, oltre alla figura di Ada, narrata nel servizio, sono Edna, romana di Testaccio, e
Alessandro, buddista sposato a una musulmana. Tra gli ebrei anziani spicca l’assai arzillo giardiniere Zubi, che
rifiuta di mettere in discussione il suo pacifismo per il fatto di essere stato un combattente. (lds)

FRANCO QUADRI, regia, per l'appunto, né io né Marco ci


sentivamo «suoi» attori però nessuno
voleva rinunciare alla Biennale e così

IL TEATRO decidemmo di andare a parlare con


Quadri a Venezia per proporgli due
spettacoli invece di uno. Da una parte
●●●Quadri. Quando veniva a vedere Barberio Corsetti dall'altra io e Marco
uno spettacolo o peggio ancora una Solari. Ci eravamo conosciuti 9 anni
«generale» il panico serpeggiava nella prima sul treno che andava a Venezia
compagnia varie volte da un suo giudizio per la Biennale del 1975 e ora
è dipesa la sorte di uno spettacolo, e si riprendevamo lo stesso treno per
sa che gli spettacoli vivono di vita andare a dividerci. Franco ci insultò a
propria e a volte muoiono giovani uccisi sangue cercò in tutti modi di
da mano critica, soprattutto quelli convincerci che facevamo un idiozia che
d'avanguardia che raramente hanno eravamo tutti e tre indispensabili l'uno
teatri stabili alle spalle e che giravano, agli altri ma noi non cedevamo così ci
parlo al passato perché con la crisi che sfidò «bè se davvero siete così sicuri e
c'è non è più così, nei festival sparsi per convinti di poter fare due spettacoli
l'Italia e una critica di Franco Quadri allora raccontatemeli». Il tema del
aveva un notevole peso nelle scelte di festival era il linguaggio e Franco ci aveva
chi selezionava gli spettacoli, quando chiesto di lavorarci su, noi venivamo da
non si trattava direttamente di lui in un teatro essenzialmente di movimento,
persona a decidere chi invitare. Metteva un grande uso della musica e delle scene
una certa soggezione con quelle folte poco testo e soprattutto non
sopracciglia che gli mascheravano lo drammaturgico, però io sentivo il
sguardo sempre un po' obliquo, sempre bisogno di tornare in qualche modo alla
ironico. Lunedì sera al teatro Quirino lo parola e avevo scritto un testo Notturni
hanno ricordato credo in molti, non ci Diamanti: una città sotto assedio in cui
sono potuta andare ma la sua faccia mi sono rimasti solo quelli che non hanno
è venuta in mente come se ce l'avessi nulla da perdere, una radio capta in
davanti per questo ne scrivo mi è mezzo a tanti altri suoni il dialogo di due
sembrato che fosse così vicino da amanti, tutti aspettano l'alba tra le case
poterci parlare con quella voce un po' diroccate… glielo raccontai tutto,
trascinata da milanese e poi se scrivo lo avevo finito di scriverlo la sera prima di
devo anche un po' a lui ci conoscevamo partire gli piacque ci fece fare due
già da vari anni quando ci invitò come spettacoli invece di uno addirittura
compagnia La Gaia Scienza alla Biennale scrisse la presentazione per Notturni
di Venezia 1984 che lui dirigeva. Per noi Diamanti quando lo riprendemmo al
era una grande occasione, finalmente teatro Olimpico di Roma «provocato
una vera produzione dopo anni di fatica come committente di uno spettacolo ad
economica micidiale, che purtroppo accettarne due, non mi restava che
giunse in un momento critico della accogliere la sfida, dando credito a due
compagnia, dopo un clamoroso ipotesi parimenti affidabili: non uno ma
successo con uno spettacolo che si due prodotti, e anche se la sigla
chiamava «Cuori strappati» con cui rimaneva unitaria, diciamo pure non
avevamo girato in lungo e in largo l'Italia uno ma due gruppi». «E, aldilà della
e L'Europa, stanchi e massacrati dai conflittualità delle situazioni delineate o
troppi chilometri quando ci fermammo commentate, è il linguaggio a
per preparare il lavoro per la Biennale la riassumere su se stesso il travaglio di
compagnia scoppiò, credo che fosse un sopravvivenza che dello spettacolo
sintomo del cambiamento generale dei costituisce il tema. La costruzione del
tempi, non a caso eravamo una linguaggio, il tempo come spazio
compagnia d'avanguardia e, unici tra gli individuato dalla parola, la lotta per la
altri gruppi di quegli anni, avevamo parola e per il silenzio, il tormento della
messo in atto la grande utopia, nessuno comunicazione tornano come leit-motiv
firmava ruoli tutti facevamo tutto, in questo avvolgente tessuto immediato
naturalmente ognuno seguendo le e metaforico. E sono un'altra spia di una
proprie inclinazioni, ma non c'era regia ricerca assediata ma in guerreggiante e
non c'erano differenze di paghe tra chi vincente evoluzione».
era in scena e chi non lo era non c'era Purtroppo pochi anni dopo la
nessuna gerarchia. Pura utopia assoluta «ricerca» assediata veniva man mano
attuata. Ed è stata dura farsi capire, i smantellata dalle leggi ministeriali dai
critici cercavano sempre un regista e tagli alla cultura dal generale riflusso
mettevano sempre Giorgio Barberio culturale. Proprio in occasione di una
Corsetti in questo ruolo, (solo poche proposta che modificava la legge sul
sere fa ho sentito alla televisione Mario teatro di ricerca rinchiudendolo in un
Martone citare la Gaia Scienza di contraddittorio numero chiuso ebbi un
Barberio Corsetti eppure Martone sa memorabile scontro fuori dal palazzo
bene che era di Solari, Vanzi e Barberio dei convegni Olivetti di Ivrea dove si
Corsetti senza regie finchè è esistita), riunivano gli stati generali della ricerca
probabilmente perché veniva teatrale in una tre giorni organizzata da
rassicurazione della propria casa. dall'accademia, insomma quando ci Quadri vent'anni dopo il primo
Molte certezze si sono infrante, in riunimmo alla fine della tournée per convegno, quello del '67 in cui Carmelo
un secolo. Una porzione della storia cominciare a lavorare per lo spettacolo Bene aveva fatto i suoi proclami.
dei kibbutz è stata aggiornata, ma per la Biennale la compagnia esplose C'erano Barberio Corsetti, Mario
per continuare sulla stessa strada. senza alcuna possibilità di potersi Martone, Federico Tiezzi e i tre critici
Un’altra porzione, non piccola, della riaggregare Giorgio voleva firmare la del Manifesto Manzella, Oliviero Ponte
stessa storia, si è invece aggiornata di Pino e Gianfranco Capitta Franco
accettando, o dovendo accettare, di Quadri io e Marco Solari. Io avevo
fare i conti con tempi troppo nuovi certamente bevuto come un ussaro
autori di Kibbutz 3000, quale fosse, e dicono ‘Non ho bisogno di altro che per essere ignorati. Porzione terza e si guarda l’italiana Ada Sereni Da sinistra in basso in senso però ero decisamente contro il
in larga parte continua ad essere, il quello che ricevo dal kibbutz’». a parte, è costituita da coloro che il dall’alto della sua bella vecchiaia, orario: Sergio Minerbi, ex numero chiuso tutti quelli che ho
modello di partecipazione che «Non ho bisogno d’altro se non il kibbutz l’hanno vissuto con le armi kibbutz Yiron, confine con il Libano: kibbutznik ed ex nominato tranne Solari mi si
questi atipici insediamenti kibbutz» ha rappresentato in mano, ai tempi di Ben Gurion e ottant’anni, fumatrice convinta, erre ambasciatore di Israele a avventarono addosso in
ponevano e pongono alla base della convinzione inossidabile fino a una dello Stato nascente; oppure vivono moscia aristocratica, fede marxista e Bruxelles, nella sua casa di contemporanea parlandosi l'uno
loro ragione di fondarsi e di esistere. ventina di anni fa, quando, anche ogni giorno circondati da un sionista; un cognome celebre al Gerusalemme; la sala da sull'altro per contrastarmi con una
«... I kibbutznik non hanno all’interno di comunità sicure delle cordone di filo spinato, perché punto che una via, in molte città di pranzo comune e la notevole veemenza Franco taceva
stipendio, percepiscono un budget mille buone ragioni e regole che appena fuori, questione di metri, c’è Israele lo riporta sulla sua targa; lo lavorazione di mattoni in guardava la scena ad un certo punto si
mensile e/o un budget globale, mandavano in cantina una buona la guerra. La galleria dell’umanità zio Enzo fucilato a Dachau, una paglia e fango nel kibbutz è accorto della sproporzione ero
onnicomprensivo. Ciò significa che parte della dimensione individuale e descritta da Catassi e De Girolamo è parte della vita spesa a combattere il ecologista di Lotan, deserto l'unica donna mi battevo per un
il singolo lavoratore riceve dal privata, alcuni fondamenti sono stati specchio nitido di tutto questo. Vi si nazifascismo. Era il 1948, Ada aveva del Negev; al lavoro nel principio contro una situazione
kibbutz un salario globale, che può messi in discussione. Primo fra tutti riflette Edna, kibbutz Sasa, Alta in pugno il fucile per Israele, nel suo kibbutz Ein Gedi, affacciato effettivamente disastrosa di fatto
essere impiegato per far fronte alle l’educazione dei bambini, che non Galilea, romana di Testaccio, kibbutz «... è vero che lo stato di sul Mar Morto; un poster quale era in quegli anni l'assetto del
spese personali più varie. Il salario potevano vivere insieme alla cinquantacinque anni, designata nel Israele, oggi, non è quello per cui ci commemorativo della storia teatro di ricerca, però il principio lo
individuale serve per soddisfare famiglia, ma dovevano 2006 come rappresentante di Israele siamo battuti, ma dall’altra parte se di Israele e del Movimento difendo ancora: non si può
necessità economiche di tipo «appartenere» al kibbutz, e quindi al Nobel per la pace. A Sasa si esiste è grazie a noi, alla nostra Sionista; Ada Sereni, kibbutz rinchiudere in un numero, peraltro
diverso, ed è compreso tra i 180 e i crescere nella prima parte della loro producono, grazie all’acquisizione ostinazione». Davanti allo specchio, Yiron. Al centro, donne che esiguo, la ricerca neanche quella
600 euro. I kibbutznik non infanzia senza che la figura della di brevetti, materiali bellici tra cui mostrano il loro volto interiore e impastano paglia e fango nel teatrale se no muore. Per fortuna
possiedono la macchina, non madre e del padre risultasse veicoli blindati anti-mina. Nello parlano altri personaggi, kibbutz di Lotan. Franco intervenne fermò la
pagano l’affitto, la luce, il gas: hanno centrale. Così i kibbutznik, nelle specchio compare Tal, kibbutz raccontando una vita che non puoi discussione e mi offrì un passaggio in
libero accesso alle cure sanitarie e Assemblee dove la decisione finale Lotan, deserto del Negev, ventenne scegliere se non sei più che albergo nella sua bella macchina
all’istruzione per i figli, inclusa passa sempre attraverso il voto, pastore di capre, lunga leva convinto. Continueranno ad esistere sportiva bianca io ero muta lui
l’università, fanno colazione e hanno dimostrato come la badante obbligata. A lui, l’intromissione kibbutz Ramat Rachel, Ein Gedi, Nir dispiaciuto perché mi disse che, in
pranzo in una mensa, usano la dell’asilo, la metalepet, non sarebbe nella vita privata, l’osservanza Am...? «Nella Torah è scritto che le fondo, li aveva ben addestrati lui, che
medesima lavanderia, indossano mai stata in grado di sostituire i severa delle regole, stanno strette. profezie sono una prerogativa di spingeva per la nuova legge, i miei
abiti simili, fanno la raccolta genitori sul piano affettivo; e come Se ne andrà, senza archiviare l’idea bambini e stupidi». Ada Sereni avversari. Franco ha amato il teatro,
differenziata, e tutte le mattine si l’asilo, il Gan, non fosse in grado di di tornare, magari quando avrà sorride, dietro il fumo blu lo ha capito, lo ha raccontato,
svegliano e aprendo la finestra dare ai piccoli la stessa qualche anno in più. Allo specchio dell’ennesima sigaretta. pubblicato, premiato.
(8) ALIAS
31 MARZO 2012

CICLISMO DEL FUTURO

PALCO A PEDALI che gli aguzzini stanno solo scherzando,


ma la camera di Hirsh – embedded nella
scuola con l’autorizzazione
dell’assessorato per l’istruzione della
città - testimonia che la realtà è molto
diversa. Da quando ha dichiarato di
essere lesbica, Kelby – sedici anni, di
Tuttle, in Oklahoma - è vittima
dell’ostracismo e delle intimidazioni di
coetanei, al punto di aver dovuto
abbandonare le squadre sportive del
liceo.
I genitori le hanno offerto di
traslocare l’intera famiglia in un’altra
città ma Kelby ha rifiutato. Non ce l’ha

BULLISMO VIETATO invece fatta a resistere Ty Smalley,


suicida a soli undici anni. Come lui,
Tyler Long non ce la faceva più a

AI TREDICENNI sopportare le angherie dei «bulli», così


si è impiccato poco prima di compiere
diciotto anni. Adesso, i loro genitori,
Guerre tra bambini di fronte a un che avevano cercato invano di
pubblico adulto quasi totalmente sensibilizzare le autorità scolatische e i
indifferente. Non c’è una Katniss genitori degli altri ragazzini, sono
Everdeen in Bully, ma, anche nel impegnati in una crociata nazionale
documentario di Lee Hirsh, dei contro il bullismo. Secondo le
giovanissimi lottano per la statistiche, ogni anno oltre tre milioni di
sopravvivenza. È il caso di Ja’Meya, bambini americani sono vittima di
quattordicenne del Mississipi timida e angherie e vere e proprie persecuzioni
magrolina, che non potendone più di da parte di loro coetanei.
essere tormentata dai suoi compagni di Presentato a Sundance 2011 e nella
scuola, un giorno ha preso la pistola sale Usa a partire da ieri, Bully è un film
della madre e l’ha puntata contro I suoi abbastanza insolito, nonostante
assalitori. Adesso è in riformatorio in formalmente non si discosti moltissimo
attesa di sentenza. Minacce, insulti e dal classico documentario stile
spintoni, quando non sono vere e Sundance, un po’ didattico/televisivo.
proprie botte, sono il pane quotidiano Ma ha uno strano, doloroso, lirismo su
di Alex, dodici anni, spesi a Sioux City, un soggetto che in genere l’America
in Iowa. Da dietro gli occhiali enormi, trova «inguardabile» – la possilità di una
Alex cerca di convincere I suoi genitori crudeltà e di una spietatezza dei bambini
che non è di un singolo, mostruoso,
INTERVISTA ■ AGOSTINO FERRENTE caso isolato, ma ha una dimensione
quasi quotidiana. Non a caso, sul film è
scoppiato un caso paradossale. Mentre i
ragazzini killer di The Hunger Games

Come un sogno
sono accolti nei cinema con un rating
teen-friendly come PG13, che permette
ai teen agers di vedere normalmente il
film, Bully esordisce in sala senza rating,
come facevano un tempo I film che

avveniristico
rinunciavano al marchio doc della Mpaa
per evitare la X caratteristica del
cinema a luci rosse. Le grosse catene di
multisale rifiutano quasi sempre di
presentare film che non sono passati al

è diventato realtà
vaglio della Mpaa.
La scelta a rischio è stata del
distributore, Harvey Weinstein, in
accordo con il regista, dopo aver
cercato invano di convincere la Mpaa a
commutare in PG13 il rating che
avevano attribuito a Bully, e cioè R, che
di SILVANA SILVESTRI Giacomo del Banco del Mutuo significa che i minorenni possono

●●●Era dai tempi di Quell’ultimo


A Roma a Castel Sant’angelo, domani al Future Soccorso. Se Andra è Don Chisciotte
lui è Sancho Panza. Andrea è troppo
vedere il film solo se accompagnati da
un adulto. La decisione della Mpaa
giorno il film di Konstantin
Lopushanskij dell’86 che
Film Festival: il progetto di Andrea Satta dei Têtes politicamente corretto, scrive di cose
sociali, è medico, salva bambini,
(attribuita, dicono loro, a uso di
linguaggio improprio nel film) ha
aspetatvamo di vedere qualcosa di scrive favole, Francesco lo prende in scatenato una campagna in sostegno di
simile. Nel film, ambientato in epoca
post nucleare i ragazzini pedalavano
de bois, la postazione di 128 ciclisti per illuminare giro per questa moda della bicicletta,
dice che i ciclisti sono un virus,
Bully che è chiaramente pensato per
essere visto dai teen agers. Per
collegati a una dinamo per dare luce andrebbero estinti, fa l’anti Critical
a qualche fioca lampadina. Oggi, pur il concerto diventa anche un «Film a pedali» mass. Io ero un vespista, lo sforzo
smuovere la Mpaa, una liceale del
Michigan (vittima di bullismo anche lei)
senza disastri atomici ma di altro muscolare era mettere le marce e ha iniziato una petizione online
tipo, in chiave ecologica e invece racconto l’aspetto umano, all’assessorato alla mobilità della coscienza compra la bici da tremila frequentando Andrea mi sono sottoscritta velocemente da mezzo
spettacolare non ci sono solo due come si arriva a fare quel concerto e Regione Puglia sotto l’egida di Nichi euro per motivi ecologici o decide di trovato a innamorarmi della milione di persone. Anche la
bici in un sotterraneo oscuro, ma questo vale anche per il progetto del Vendola e hanno finanziato e dare un segnale, poi c’è il ciclista bicicletta, ma non degli aspetti maggioranza del critici è a favore di un
ben centoventotto, come fosse la «Palco a pedali» che condivido anche comprato la prima data che agonista, poi lo studente. Quelli che agonistici, ma delle cose come il ratings più inclusivo per il film. Una
partenza del Giro. Il risultato è «Palco dal punto di vista artistico. È ripartito rappresentava la prova del nove, a vengono al Palco sono gente comune profumo che senti quando vai in grossa catena di multiplex, la Amc, ha
a pedali» ideato da Andrea Satta il grazie al rapporto di stima e di settembre, a Bari al Porto, poi la che porta i bambini, i militanti delle giro. In più non ho il battito del già annunciato che programmerà Bully
leader dei ben conosciuti Têtes de amicizia che ci lega con Andrea replica davanti al cinema Palazzo ciclofficine, ciclisti professionisti, i cuore dello sportivo. anche senza rating e farà entrare i
bois che grazie all’energia di tante perché lui aveva ideato il progetto da occupato sponsorizzato dalla fans. Ci sono 128 postazioni, se arrivano ragazzini a patto che abbiano il
dinamo azionate da ciclisti volontari molti anni ma lo aveva accantonato Provincia di Roma e poi tanti altri trecento persone si danno il cambio. permesso scritto di un adulto. Altre
illumineranno Goodbike, il concerto perché nessuno glielo finanziava. eventi tra cui quello di satsera ●E qui entri in scena tu che fai il due, la Carmike e la Regal,
di stasera a Castel Sant’Angelo L’idea è bella, ma costruire 120 dell’Heart Hour nell’ora di buio: i profilo umano. ●So che andrete al Future Film programmeranno il documentario ma
nell’ora in cui tutte le luci del dinamo collegate a rulli che poi i pedalatori daranno luce al palco dei Tutto quello che ho raccontato, in un Festival seguendo l’indicazione del rating R.
Castello, del ponte e di San Pietro si ciclisti spettatori dovranno collegare Têtes de bois. binario parallelo è raccontato in Film Domenica andremo a Bologna a Quindi il risultato della scommessa di
spegneranno durante l’Earth Hour alla loro bicicletta implica uno sforzo a pedali che è il film che sto facendo. presentare il progetto, porteremo Weinstein è tutto da vedere (ed è già
organizzato dal Wwf. Ed ora è anche anche economico. A Natale ●Come li avete reclutati i ciclisti? Tutto quello che ho raccontato è una clip del film, poi il 5 maggio a da prevedere la campagna Oscar,
un film in fase di produzione, Film a dell’anno scorso ero andato in Ho scoperto che il mondo della successo davanti alla telecamera, piazza Santo Stefano ci sarà il perché il bullissimo Harvey questo film
pedali di Agostino Ferrente, autore Australia e vedevo che c’era bicicletta che si divide in vari quando ho cominciato non esisteva concerto con il coinvolgimento di lo ha preso a cuore). A questo punto
del celebrato Orchestra di piazza attenzione per la bicicletta. Lì ho sottogeneri. C’è l’operaio che usa la ancora niente. Io e Andrea che molti musicisti locali e l’omaggio al viene da chiedersi di cosa la Mpaa abbia
Vittorio. deciso che si poteva trovare il bici perché non ha i soldi per un cerchiamo i finanziatori, i pedalatori, maestro Lucio Dalla. Il film che paura. Che si tratti veramente solo di
finanziamento per il «Palco a pedali». altro mezzo di trasporto, c’è il radical i posti per le prove. Come faccio io ha a che fare con varie un problema di linguaggio volgare
●Chi meglio di te per riprendere Proprio come aveva fatto Marco chic che ha un sacco di soldi ma con coprotagonista c’è Francesco Di avventure umane, come Alfredo sembra difficile da credere. Forse Bully
concerti? Ferreri per montare uno dei suoi film Martini, grande commissario tecnico è un film più esplosivo di quello che
In realtà non sono un esperto di anche se non aveva risposte certe ho della nazionale, compagno di Coppi sembra.
concerti, anche se con l’Orchestra di messo in moto la macchina e ho e Bartali e Margherita Hack, grande
piazza Vittorio ne ho organizzati più invogliato Andrea a riprendere il appassiona di bicicletta alla quale
di quattrocento e non sono neanche progetto, coinvolgendo amici suoi abbiamo fatto interpretare il ruolo di Foto in alto il gruppo Têtes de bois, sotto: le
un esperto di biciclette. Io amo la ingegneri e tecnici, poi l’ho portato Alfonsina Strada, la pioniera del postazioni del Palco a pedali e una foto con
musica, ma è un amore non da un produttore musicale visionario ciclismo a cui i Têtes de bois hanno Andrea Satta e Agostino Ferrente che sta
corrisposto, innanzitutto perché romantico, Mauro Diazzi di Just in dedicato un brano. Il mio sogno, terminando il «Film a pedali»
sono stonato. Tutti i miei colleghi Time, gli ho detto che mancava solo siccome abbiamo incrociato anche il
spesso essendo esperti musicali o lui. Non so quanto mi abbia creduto campione del mondo Cadel Evans e
musicisti si lasciano sedurre dalla e quanto si sia innamorato al lo abbiamo fatto pedalare su una
musica, quindi riprendono la progetto, ma ha deciso di credere al postazione del Palco, è che il finale
performance, il concerto, le prove, progetto e di finanziarlo. Dopo di sia in Australia dove è nato tutto con
rimangono affascinati dall’evento. Io che insieme siamo andati un semimillantato finanziamento.
ALIAS
31 MARZO 2012 (9)

SINTONIE
A CURA DI
FILIPPO BRUNAMONTI,
ANTONELLO CATACCHIO, MARIA
CIOTTA, GIULIA D’AGNOLO
VALLAN, MARCO GIUSTI, CRISTINA
PICCINO, ROBERTO SILVESTRI,
SILVANA SILVESTRI

I FILM IL FILM
SATCHURATED: LIVE IN Ennio Fantastichini e una traduttrice le sue paure, anche le sue ovvietà. È il suo ROMANZO DI UNA STRAGE
MONTREAL 3D carina, Francesca Cuttica,, se non hai candore, dopo tanti anni di cinema, che DI MARCO TULLIO GIORDANA, CON PIERFRANCESCO FAVINO, VALERIO MASTANDREA, FABRIZIO
DI PIERRE LAMOUREUX, FRANÇOIS LAMOUREUX, un’idea originale e un dialogo funzionante. ce lo rende davvero vicino al punto che GIFUNI, LAURA CHIATTI. ITALIA 2012
JOE SATRIANI, JEFF CAMPITELLI. CANADA 2012 Certo il film è così allegramente stracult non possiamo non volergli bene. (m.gi.) Nel racconto della strage di Piazza Fontana, la bomba che esplose il pomeriggio

0 Visto il successo inaspettato dei


film «live» arriva un altro
concerto, questa volta dal
Canada: Joe Satriani, il genio della chitarra
che si vede e l’alieno fa la sua figura
trashiona. Bene accolto in tutti i festival.
(m.gi.)
QUIJOTE
DI MIMMO PALADINO; CON PEPPE SERVILLO,
LUCIO DALLA. ITALIA 2006
del 12 dicembre a Milano nella Banca dell’Agricoltura, causando 17 morti,
sembra che tutto trovi una sua collocazione. Nonostante l’assenza di risposte
certe e di colpevoli, gli eventi si incastrano con precisione nella serie di
«coincidenze» che compongono la trama generale. Ispirato al libro di Paolo
elettrica (album Black Swans and
Wormhole Wizards), con la performance
registrata durante il «The Wormhole
CESARE DEVE MORIRE
DI PAOLO E VITTORIO TAVIANI; CON GIOVANNI
ARCURI, COSIMO REGA. ITALIA 2012 1 Chisciotte è Peppe Servillo lo
scudiero Sancho è Lucio Dalla.
Paesaggi apocalittici, desertificati,
Cucchiarelli «Il segreto di Piazza Fontana», piuttosto controverso (vedi Manuela
Cartosio, il manifesto 29 maggio 2009). In effetti c’è qualcosa di più
dell’ispirazione. I fili nella lettura della «strage di stato», ci sono tutti, gli anarchici
Tour», al Metropolis di Montreal il 12
dicembre 2010, ripreso da 10
telecamere, con la regia dei vincitori dei
Grammy ed Emmy Awards, Pierre e
8 Col suo bianco e nero
fotografato splendidamente da
Simone Zampagni, distribuito
dalla Sacher di Nanni Moretti, è un film di
solitudini lunari, cavalli senza mèta,
guerrieri statuari che prendono fuoco
così come i libri dell'umanità che
costellano di roghi la notte. Quijote, la
NON È PROIBITO
e gli infiltrati, la destra e i poliziotti che popolavano i circoli. Ci sono tutti, ma
stranamente Valpreda non c’è e lo stesso Andreotti si intravede. I fili si
muovono, si intrecciano, si stringono fino a soffocare le persone, a non lasciargli
neppure il diritto di una scelta responsabile. O forse è il sentimento di impunità
François Lamoureux.

PARANORMAL XPERIENCE 3D
libertà assoluta, radicale nelle sue scelte
di regia e di punto di vista ma soprattutto
nel modo in cui interroga la materia
prima prova di regia dell'artista sannita
Mimmo Paladino, si presenta come una
riflessione sulla vanitas e procede per
FINIRE A CUSCINATE che garantisce certi silenzi. Piazza Fontana, la verità esiste, dice lo slogan del film.
Ma quale verità? La strage di stato che in quel cumulo di connessioni rischia di
essere un po’ tutto e niente. Non si tratta di essere esaustivi, ma di trovare quel
DI SERGI VIZCAINO, CON AMAIA SALAMANCA, MAXI stessa del suo narrare. Siamo nel carcere suggestioni visive, abbandonando spesso FEEL TO FOLLOW «punto di vista» della memoria. E l'Italia non era solo un paese di bombe e
IGLESIAS. SPAGNA 2011 romano di Rebibbia, tra detenuti che la narrazione per una serie di tableaux Uk, 2012, 3’30”, musica: Maccabees, regia: James tentativi di golpe. Era anche un paese in movimento, e forse le stragi

0 Angela è una studentessa di


psichiatria che non crede
nell'esistenza dei fenomeni
paranormali ma un eccentrico e severo
professore della sua Università le
scontano pene altissime, coi quali il
regista Fabio Cavalli lavora nel suo
laboratorio teatrale. Dentro/fuori: è su
questa geometria dello spazio che i
Taviani costruiscono il film. È lì che si
vivants dove è il pensiero a materializzarsi
e a fluire libero da argini. (a.di.ge.)

THE RAVEN
DI JAMES MCTEIGUE, CON JOHN CUSACK, LUKE
Caddick, fonte: Youtube.com

7 Inizia con l’immagine di una Bolex,


la mitica 16mm con cui il video è
stato realizzato. Le vedute di una
cittadina inglese di campagna inizialmente
rispondevano anche a questo. (c.pi.)

LA RASSEGNA
propone, insieme ad altri studenti, di concentra tutto, passato e EVANS. USA 2012 sembrano quasi home movies, con EL CINE LATINO
recarsi nella città abbandonata di
Whisper per verificare e confutare la
presenza di entità maligne.

BUONA GIORNATA
presente.(c.pi.)

LÀ-BAS - EDUCAZIONE
CRIMINALE
DI GUIDO LOMBARDI; CON KADER ALASSANE,
6 Tenta la strada del thriller di
ambientazione storica
riammodernato ricostruendo tra
Budapest e la Serbia la Baltimora del
1849, seguendo gli ultimi misteriosi giorni
sovresposizioni, salti della pellicola,
secondo un’estetica molto sperimentale.
La narrazione è volutamente confusa e
frammentaria, ma ben presto assume i
toni di un clip tra il surreale e il
ROMA, CASA DEL CINEMA, FINO AL 2 APRILE
La rassegna organizzata dall’Iila (Istituto
Italo Latino Americano) e curata da
Rodrigo Diaz, direttore del festival del
cinema Latinoamericano di Trieste,
DI CARLO VANZINA; CON CHRISTIAN DE SICA, MOUSSA MONE, ESTHER ELISHA. ITALIA 2011 di Edgar Allam Poe interpretato con fantascientifico, con gli abitanti di questo presenta film da 17 paesi. Tra i film in
VINCENZO SALEMME. ITALIA 2012.

0 Il film si richiama al filone della


commedia italiana di costume ad
episodi, book di tutti i migliori
comici sul mercato: Diego Abatantuono,
7 Là-bas, lontano, è il titolo che
invece ci porta assai vicino a
condividere la vita quotidiana
degli «amici africani». I personaggi si
stagliano vividi, anche per l’abilità di
grande fascino da John Cusack che si
ritrova alle prese con un maniaco
omicida. Aiutato dal prestante ispettore
Fields (Evans), l’annoiatissimo Poe è
anche costretto a scrivere un racconto al
luogo che levitano fino a volare in cielo e
oltre, giungendo a fluttuare nel cosmo. Un
lavoro decisamente suggestivo, firmato da
James Caddock, proveniente dal rinomato
Royal College of Art, fucina di grandi
programma oggi Habanastation di Ian
Padrón (Cuba), la giornata di due
compagni di scuola con tenori di vita
completamente diversi, Malu de bicicleta di
Flávio R. Tambellini (Brasile), un
Diego Abatantuono, Lino Banfi, Teresa operatore consumato di Guido giorno nel suo giornale «The Patriot» per sperimentatori. imprenditore paulista investito da una
Mannino, Maurizio Mattioli, Chiara Lombardi, ma soprattutto per tenere in vita la bella fidanzata che un ciclista carioca, Las malas intenciones di
Francini, Tosca D'Aquino, Paolo l’avvicinamento emotivo ai personaggi. maniaco minaccia di uccidere. Non brilla COUGH SYRUP Rosario García-Montero (Perù), una
Conticini, Gabriele Cirilli. Girato a Yssouf arriva a Castel Volturno, che per originalità, è dal 1912 che il cinema Usa, 2011, 4’, musica: Young the Giant, regia: Petro, bambina nella violenza del terrorismo e ancora film dal Guatemala, Bolivia e dal Cile: Sal
Milano, Roma, Napoli, Bari e Verona conta il più grande numero di immigrati tratta Poe e il suo corvo. (m.gi.) fonte: Mtv di Diego Rougier: un regista spagnolo ossessionato dall’idea di girare un western si reca
(dove una coppia toscana arriva in città
per assistere alla partita Chievo -
Fiorentina).
d’Europa, alla ricerca dello zio. Se si
lavora si guadagna ben poco, scoprirà,
mentre lo zio gli offre la tradizionale
occupazione del traffico di coca. Ma
ROBA DA MATTI
DI ENRICO PITZIANTI. DOCUMENTARIO. ITALIA
2011
7 Ai bordi di una piscina la band
californiana esegue il brano, ma il
playback è intervallato da una
serie di sketch, alcuni dei quali associati
nel nord del Cile alla ricerca di una storia. Domenica 6 femmes d’expeption di Arnold
Antonin (Haiti), sei donne che hanno contribuito in maniera notevole alla vita culturale
e sociale del loro paese, Jean Gentil di Guzmán e Cárdenas (Repubblica Dominicana), un
professore cammina tutto il giorno alla ricerca di un lavoro degno di lui, Santo de la
I COLORI DELLA PASSIONE
DI LECH MAJEWSKI; CON RUTGER HAUER,
CHARLOTTE RAMPLING. SVEZIA POLONIA 2011
l’educazione criminale non fa per lui. Un
nuovo autore scoperto a Venezia dalla
Settimana della Critica, premio De 7 A Quartu Sant'Elena in Sardegna
una casa in cui vivono otto
persone con disagio mentale si
all’elemento fluido: atlete di nuoto
sincronizzato, bottiglie con liquidi di
diverso colore, immagini astratte create
guitarra di Carlos Salcedo Centurión (Paraguay), il primo documentario realizzato sulla
vita e l'opera di uno dei più grandi compositori ed interpreti della chitarra classica di
tutti i tempi, il paraguaiano Agustín Barrios Mangoré (1885-1944). (s.s.)

0 Lech Majewski, invita lo


spettatore a vivere dentro al
capolavoro del maestro
fiammingo Pieter Bruegel, La salita al
Calvario (1564): la tela riproduce la
Laurentiis. (s.s.)

THE LADY - L'AMORE PER LA


LIBERTÀ.
DI LUC BESSON, CON MICHELLE YEOH, DAVID
trova in difficoltà e a rischio chiusura
perché l’associazione (Asarp) che la
gestisce non riesce più a fronteggiare le
spese. Il film ci mostra i meriti e le
difficoltà dell’applicazione della legge
da un dripping all’interno di un acquario
(trattate poi con il mirror effect) e
suggestive composizioni ottenute
mediante vibrazioni di alcuni altoparlanti.
Il risultato finale rende Cough Syrup un
IL CONCORSO
MIND THE DIFFERENCE.
Passione di Cristo ambientando la scena THEWLIS. FRANCIA GB 2011 Basaglia: le persone che vivono nella casa lavoro visivamente intrigante, anche se RACCONTARE IL VALORE DELLA DIFFERENZA
nelle Fiandre del XVI secolo, sconvolte
dalla brutale occupazione spagnola. Il
protagonista della narrazione è il pittore
stesso intento a catturare frammenti di
vita, storie disperate di uomini e donne,
6 Per oltre venti anni Aung San Suu
Kyi è stata confinata in casa, ha
ottenuto un Nobel per la pace,
ma ha dovuto rinunciare agli affetti
familiari per tenere fede alla sua battaglia.
ritagliano il loro spazio, si impegnano
nelle attività della casa, hanno momenti di
socializzazione e anche la possibilità di
isolarsi. Gisella che gestisce l’associazione
con tenacia cerca di risolvere il problema.
forse troppo «pulito».

MIDNIGHT CITY
Francia, 2011, 4’, musica: M83, regia: Fleur Manu,
fonte: Youtube.com
Arrivato alla sua quarta edizione, «Mind
the difference», promosso dalla
Fondazione Bertini Malgarini Onlus «Fuori
dove?», apre le sue porte a disegnatori di
fumetti, vignette, strisce e a persone
costretti ad affrontare la sanguinosa
repressione.

LA FURIA DEI TITANI (3D)


DI JONATHAN LIEBESMAN, CON LIAM NEESON,
Besson dopo tante fiction con
protagoniste femminili racconta la
battaglia di una donna di 50 chili che tiene
in scacco una dittatura sanguinaria. È uno
di quei film doverosi. Anche se non siamo
Un lavoro ricco di umanità. (s.s.)

A SIMPLE LIFE
DI ANN HUI; CON ANDY LAU, DEANNIE YIP. HONG
KONG 2011
1 Alcuni bambini dotati di poteri
soprannaturali scappano dalle aule
di una scuola e si recano in un
capannone abbandonato dove possono
dare libero sfogo alle loro doti
affette da disagio sociale, che non abbiano
compiuto i 35 anni di età. Tutti possono
partecipare, gratuitamente, inviando lavori
che trattino il tema della differenza e dei
fenomeni di esclusione, e provando a
RALPH FIENNES. USA 2012

0 Dieci anni dopo aver sconfitto il


mostruoso Kraken, Perseo, il
semidio figlio di Zeus, trascorre
una vita tranquilla, ma imperversa la lotta
di fronte a un’invenzione cinematografica
di livelli inarrivabili, ma la commozione
che provoca il film è sincera. (a.ca.)

IL MIO MIGLIORE INCUBO!


7 Oltre alla Coppa Volpi per la
migliore interpretazione
femminile, il film ha collezionato
premi pro-life. Ma il sottotesto suggerisce
una rinuncia alla felicità individuale e un
telecinetiche (sollevazione e spostamento
di oggetti). Con i loro occhi fanno
tramontare rapidamente il sole oltre la
skyline di una metropoli. Ed è subito
notte. Sulla musica elettronica del duo
raccontarli per ciò che rappresentano
nella vita quotidiana. La giuria sarà
composta da alcuni nomi di spicco della
Sergio Bonelli Editore, partner del concorso: Luca Enoch, autore e disegnatore; Mauro
Marcheselli, sceneggiatore di Dylan Dog; Giovanni Gualdoni, editor di Dylan Dog e
tra gli dei e i Titani e del loro feroce DI ANNE FONTAINE; CON ISABELLE HUPPERT, invito alla dedizione assoluta per la originario di Antibes (composto da sceneggiatore: Franco Busatta, redattore; Stefano Marzorati, responsabile della
leader, Kronos, che è anche padre di BENOÎT POELVOORDE. FRANCIA 2012 grande Cina (che lo ha scelto per le Anthony Gonzalez e Nicolas Fromageau), comunicazione esterna e dell’ufficio stampa della Sergio Bonelli. A loro si aggiungeranno
Zeus, Ade e Poseidone. Perseo decide di 7Già pronto per un remake, gradevole divertimento, nomination all’Oscar), da servire senza Fleur Manu costruiscono le classiche due utenti psichiatrici e un membro della Fondazione Bertini che, partendo dalla
ritornare in battaglia. propone dopo il confronto comico nord e sud quello chiedere nulla in cambio. La protagonista atmosfere da film paranormale o votazione della community web, decideranno gli elaborati vincenti. In palio, materiale da
della donna algida e dell’uomo ruspante. Poiché si ha servito una famiglia per quattro fantascientifico, che ricorda tanto Il disegno professionale, e l’opportunità di veder pubblicati in cinquemila copie i lavori, che
MARIGOLD HOTEL tratta di un film francese c’è l’elemento che diverte i generazioni fino al single Roger bisognoso villaggio dei dannati, diretto da Wolf Rilla saranno esposti al Museo del Fumetto di Milano. Iscrizioni e informazioni (termine
DI JOHN MADDEN, CON BILL NIGHY, MAGGIE francofoni, il protagonista belga dalle maniere di assistenza. Poemetto dedicato agli oggetto poi di un remake carpenteriano. ultimo di consegna il 30 aprile) su mindthedifference.com (l.d.s.)
SMITH. GB 2012 grossolane che spiccano con una protagonista «invisibili» trasfigurati da un’aureola di

0 Un gruppo di pensionati
britannici parte per l'India per
trascorrere un periodo in quello
intelletuale e snob dei quartieri alti come Agathe
(Huppert) direttrice di una galleria d’arte. Poiché ci
troviamo nei quartieri alti il rapporto esplosivo
santità. (m.c.)

YOUNG ADULT
PROIBITO
Italia, 1991, 3’40”, musica: Litfiba, regia: autore ignoto,
fonte: Mtv Classic
LA NON-SCUOLA
che credono sia un albergo di recente
restaurato. In realtà l'Hotel si rivela meno
lussuoso di quanto appariva nella
pubblicità, ma la novità li attrae e
l’importante è stare insieme. Grande
mantiene un certo equilibrio e stile. (s.s.)

POSTI IN PIEDI IN PARADISO


DI CARLO VERDONE, CON CARLO VERDONE,
MICAELA RAMAZZOTTI. ITALIA 2012
DI JASON REITMAN, CON CHARLIZE THERON,
PATRICK WILSON. USA 2011

7 Mavis Gary è una scrittrice di


romanzi per adolescenti con
eroine reginette dei balli del liceo
1 Pelù, Renzulli e compagnia in
grembiule nero rispediti in un
collegio vecchio stampo, con
professori, preti ed educatori
particolarmente repressivi. Ma non sarà
ERESIA DELLA FELICITÀ
VENEZIA, TEATRO GOLDONI, 4 APRILE
Dopo avere sperimentato, la scorsa
estate nell’ambito del 41˚ Festival di
Santarcangelo il linguaggio di Vladimir
successo in Gran Bretagna

L’ARRIVO DI WANG
DI MANETTI BROTHERS, CON ENNIO
FANTASTICHINI, FRANCESCA CUTTICA. ITALIA 2012
7 Il nuovo film di Carlo Verdone ci
riporta ai tempi eroici della
commedia all'italiana. Dopo una
prima parte strepitosa, di grandi tempi
comici, la seconda mostra qualche
destinate a un futuro dorato lontano dal
paese d’origine. Anche Mavis ce l’ha fatta
a lasciare Mercury, ma la deprimente vita
a Minneapolis la spinge a tornare al paese
con una missione precisa: riconquistare il
certo questo a fermare i rocchettari
fiorentini e il tutto finisce, come il classico
e abusato Zero de conduite di Vigo, a
cuscinate. Fotografia che vira sull’ocra,
riprese deformanti e in contreplongée che
Majakovskji, il regista Marco Martinelli
ripropone Eresia della felicità, affresco
non-scuola per Vladimir Majakovskij a
partire da Mistero Buffo, nell’ambito del
progetto «Giovani a Teatro 2011-12

1 Fantascienza all’italiana, un genere


ormai inesplorato, costo 200 mila
euro. Non reggi una storia come
questa, cioè di un alieno che parla cinese
(pensava che essendo la lingua più parlata
momento faticoso, qualche gag è ripetuta
o inutile. Eppure tutto questo, alla fine, ci
importa poco, visto che il film vive di una
sua carica comica originale e popolare
assolutamente dilagante. Ma al di là delle
fidanzato di un tempo, anche se è già
felicemente sposato ed è appena
diventato papà. Il piano di conquista
procede lento e doloroso, senza
deragliamenti verso l’happy end. Film
opprimono e «schiacciano» i
musicisti-scolari facendoli apparire più
piccoli rispetto a chi esercita il Potere.
Proibito è sicuramente uno dei clip più
divertenti e riusciti dei Litfiba, quello che
Essere Umani», con sessanta
adolescenti di Mestre e Venezia, una
proposta della Fondazione di Venezia.
La non-scuola è un’esperienza che
Marco Martinelli, drammaturgo e
al mondo, tutti la capissero) chiuso in una risate, colpisce il candore di Verdone di crudelissimo del regista di Juno senza rende meglio lo spirito anarchico del regista, fondatore del Teatro delle Albe/Ravenna Teatro, propone da vent’anni agli
stanza insieme a un poliziotto cattivo, mostrarsi per tutto il film coi suoi difetti, manierismi. (g.d.v.) gruppo. adolescenti di tutto il mondo. Ripartendo dal gioco d’improvvisazione, l’obiettivo è
dare nuova vita alle strutture drammaturgiche dei testi. Si presenta il 4 aprile il
lavoro su Majakovskij da Mistero Buffo, una favola sul diluvio che sommerge l’umanità
MAGICO e sulla necessità di trovare vie di uscita alla catastrofe. Sono stati coinvolti il liceo
Marco Polo di Venezia e gli Istituti Edison-Volta-Luzzatti Gramsci di Mestre e la
Scuola Media Einaudi di Marghera, con laboratori a cui hanno partecipato da
ottobre, divisi in gruppi, adolescenti veneziani ma anche nigeriani, rumeni, bengalesi,
brasiliani e turchi o marocchini, macedoni, moldavi e ucraini, i nuovi italiani «capaci
di affrontare a viso aperto il futuro che ci attende». (s.s.)
(10) ALIAS
31 MARZO 2012

1 4

13

5 14

6 8 15

3 7 9 16

PHOTO ■ SE IL TEMPO PASSA ANCHE PER LORO

Alla faccia
del rock’n’roll 10

Come conciliare l’età adulta con un genere musicale


nato per privilegiare l’adolescenza e il concetto
di «prossima generazione». Solo il blues può garantire 11 17

una vecchiaia elettrizzante senza sentirsi «esodati»


di F. AD. dolce naufragare o perseverare in generi quali il
blues o il country che hanno fatto della maturità
La condizione fondamentale per avvicinarsi a proprio il gran cavallo di battaglia. Soprattutto il
queste immagini è che il tempo passa per tutti blues nasce dall’idea di argomenti condivisi che solo
anche per chi sta leggendo in questo momento. gli anziani sanno spiegare, argomentare e
Essere impietosi, almeno in questo caso, non vale. strutturare in una canzone. Non a caso
Proprio il passaggio del tempo è uno degli l’immaginario iconografico comune privilegia il
argomenti al cuore del rock: come conciliare l’età bluesman «sempre vecchio» (è bizzarra l’immagine
adulta con un genere che ha fatto del concetto di di un «giovane» bluesman). Il blues - nelle tante
«eterna adolescenza» o ancora di più di «the next varianti e derive rock - legittima dunque un artista
generation» (solo i più giovani possono salvarci, la adulto e lo traghetta nel futuro grazie ai suoi sapori 12 18
generazione prossima) il suo punto di forza? È il retrò. Lo sanno bene Clapton, Neil Young o
dilemma cosmico del rock ma trova risposte nel Springsteen che dà lì vengono e lì tornano.
ALIAS
31 MARZO 2012 (11)
UN SIGARO A SEI CORDE ossessione, una mania, tanto che nel 2010 ha trasformato il locale che gestisce da qualche
anno a New Alexandria (sempre in Pennsylvania) in un vero e proprio museo, lo Speal's
di ROBERTO PECIOLA Tavern Cigar Box Guitar Museum (da non confondersi col National Cigar Box Guitar
Museum, gestito da Bill Jehle in Alabama). Entrando nel locale, oltre a bere una birra e
E in principio fu la Cigar Box Guitar. Questo strumento, ricavato appunto dalle scatole di sigari assistere a concerti blues e non solo, si può visitare, gratuitamente, l’invidiabile collezione di
e utilizzato dagli schiavi neri che non potevano permettersi una vera chitarra, fu utilizzato ai Speal, che vanta memorabilia di ogni genere, da foto d'epoca a manufatti, da documenti storici
loro esordi anche da leggende del blues e del rock come Lightnin’ Hopkins, Carl Perkins e fino ad amplificatori, anch'essi realizzati dalle scatole di sigari. Oltre, ovviamente, a molti
addirittura Jimi Hendrix, ma è da tempo finito nel dimenticatoio. A ridargli dignità ci ha esemplari di Cigar Box Guitar, tutti rigorosamente artigianali, che vanno da un pezzo datato
pensato Shane Speal, musicista, storico e artigiano americano di York, Pennsylvania. Dal 1993 1910 formato da una sola corda e molto simile a quelli utilizzati, tra fine Ottocento e inizi
Speal si esibisce nei suoi concerti armato solo ed esclusivamente di Cigar Box Guitar costruite Novecento, nei teatri di Vaudeville - donato a Speal dal costruttore di strumenti di New
da lui stesso. Questi strumenti «poveri» sono diventati per Speal, nel tempo, una vera Orleans John «Reddog» McNair - a strumenti più sofisticati e attuali.

STORIE ■ LE AUTOBIOGRAFIE CHE NON CI SONO E CHE VORREMMO LEGGERE che benvenuta e non solo per i
«guardoni» delle celebrità.

Quelle popstar
Tra le certezze di chi scrive c’è che
il disco Let England Shake è stato tra i
migliori dischi del 2011 e che, album
a parte, PJ Harvey è una delle
musiciste più polivalenti nel
firmamento anglofono attuale. Le
biografie pubblicate (tra le quali Siren
Rising, Omnibus Press 2004 e La

senza memoria
Sirena del Rock, Arcana 2004) non
rendono certo giustizia alla sua
personalità artistica molteplice. E ora
che ne è passato di tempo viene la
curiosità di conoscere dalla sua viva
testimonianza cosa accadde tra lei e
19 Nick Cave. La loro relazione risale al
1996 e appariva a tutti bizzarra e
invidiabile. La stampa inglese la definì
1: Bruce Dickinson di SIMONA FRASCA mai scritte nell’ambito della musica studio Graffiti Bridge. In quell’anno un match giocato direttamente in
(Iron Maiden) del Novecento. Prince licenzia il film omonimo che fu paradiso. PJ Harvey apparve in duetto
2: Bruce Springsteen Proprio di recente Neil Young ha Come per una sorta di blando un insuccesso clamoroso. In Italia con il capostipite dell’Aussie
3: Grace Slick annunciato di aver messo mano a un incitamento Young, Morrissey e dopo le prime due date a Roma (17 post-punk nel seminale album
(Jefferson Airplane) libro di memorie che sarà dato alle Dylan indicano una strada ad altri luglio) e a Cava dei Tirreni (18) vista la Murder Ballads con il brano Henry
4: Bono stampe non prima del prossimo musicisti più o meno legati al rock dei scarsissima risposta di pubblico Lee, e si disse che il successivo mesto
5: Joe Elliott autunno. Young non è certo uno di quali ci piacerebbe conoscere pregi Prince decide di interrompere il tour e bellissimo lp The Boatman’s Call di
(Def Leppard) quei musicisti che ha mai lesinato di meno noti, riflessioni nascoste, che prevedeva ancora due tappe a Cave fosse ispirato alla loro brusca
6: James Hetfield raccontarsi anche nei momenti più invidie, gelosie, visioni particolari di Torino e Udine. Al concerto del 18 rottura. Congetture che aspettano
(Metallica) ombrosi della sua carriera come sa mondi musicali di eccellenza, eravamo tra il pubblico e sul palco - ancora di essere suffragate.
7: Alice Cooper bene Jonathan Demme che gli ha l’eccezione al di là dell’eccezionalità dopo una lunga attesa - assistemmo a Parlando di Australia, di storie cupe
8: Joan Jett dedicato una trilogia divisa in tre film del nome. Dal mare magnum dei uno show striminzito, isterico e e ossessive e di Nick Cave non
20 9: Annie Lennox Neil Young: Heart of Gold del 2006, candidati ecco un piccolo elenco di svogliato. Per anni ci siamo chiesti possiamo tacere chiedendo
10: Charlie Watts Neil Young Trunk Show del 2009 e memorie in attesa di essere scritte. cosa abbia mai pensato di quel chiarimenti ai diretti interessati
11: Slash Neil Young Journeys del 2011. Iniziamo con Thurston Moore e Kim concerto il talentuoso artista dei dell’altra liaison del leader dei Bad
12: David Coverdale Nonostante la tendenza a mettersi a Gordon. Dopo il fatale incontro a New suoni e delle contaminazioni nere. Le Seeds con Kylie Minogue, la bella dagli
13: Steven Tyler nudo sia più che evidente, il rocker ha York City nel 1981, Kim Gordon e cronache dell’epoca raccontano che occhi azzurri di Melbourne. Nata
14: Stevie Nicks voluto misurarsi comunque con la Thurston Moore sono diventati pochi giorni dopo il tribunale di sotto il segno dei gemelli, tenace e
15: Bon Jovi forma dell’autobiografia. Il titolo di partner nel perpetrare il primo Venezia abbia concesso alla società ottimista la venere bionda tascabile
16: Johnny Rotten lavorazione del libro è Waging Heavy «crimine» sonico nell’ambito della che organizzò il tour il sequestro uscita vittoriosa dalla sua battaglia più
17: David Bowie Peace che con quell’ossimoro «pace cultura pop formando i Sonic Youth. I cautelativo dei beni di Prince per un 1 dura contro il cancro al seno nel 2005,
18: David Crosby impegnativa» cattura il senso del suo due tennero a battesimo così una miliardo e 650 milioni. Nel 1997 il ha avuto i suoi momenti più
19: Neil Young temperamento d’uomo e di delle formazioni alternative rock più tribunale procedette con una introspettivi grazie al collega
20: Debbie Harry musicista. La biografia dunque innovative e influenti di sempre. Se la sentenza definitiva condannando il conterraneo, come lei stessa disse
21: David Lee Roth affronterà un po’ di tutto, vita e opere vita e le opere della band sono state musicista al pagamento di 850 milioni all’uscita di Impossible Princess,
22: Eddie Van Halen del grande songwriter canadese che oggetto di studio di molti autori di lire. Un suo memoir a tal proposito l’album del 1998 che anticipa la
23: Meat Loaf fu a suo tempo salutato come il appassionati che hanno dedicato a sarebbe un bel modo per chiudere la relazione professionale culminata con
21 24: Eric Clapton padrino del grunge. Young dice che loro litri di inchiostro meno, molto partita con uno dei momenti più il celebre duetto con Cave: Where the
25: G«ene Simmons scrivere libri gli calza a pennello: «Ho meno o quasi nulla è stato scritto bassi della musica live in Italia. Wild Roses Grow anch’esso in Murder
cominciato a scrivere e sono andato sulla relazione matrimoniale di Occhio anche a Julian Casablancas, Ballads. Minogue ringraziò Cave per
avanti, ho seguito un consiglio di mio Gordon e Moore durata 30 anni. La il leader e l’autore principale dei brani averla aiutata a rivelare il suo lato più
padre che mi diceva sempre loro unione è stata eccezionalmente degli Strokes. L’artista fu oscuro senza timori attraverso la
‘continua a scrivere, non sai mai dove fruttifera e allo stesso tempo letteralmente catapultato nello musica e lui ha risposto di recente
puoi arrivare’». romantica, un connubio professionale stardom system dell’indie rock immaginando una storia in cui il
Lo sforzo di Neil Young sta accanto e sentimentale davvero raro. Un internazionale dopo aver firmato nel protagonista vive nell’ossessione della
a quello di Morrissey autore di circa racconto con fonti dirette alla mano 2002 il blockbuster di inizio millennio pop star espatriata come lui. La
660 pagine di autobiografia ancora in che spieghi come i due abbiano Is This It. Ma la sua vita non era rosa e relazione fu archiviata come un
attesa di un editore e di Bob Dylan che profuso le loro energie non per fiori come certa stampa voleva a tutti tranquillo rapporto tra fratello e
è in procinto di pubblicare ben 6 ispirare il mondo della musica bensì costi descrivere la biografia di quel sorella.
nuovi libri, secondo quanto afferma la la loro relazione quotidiana sarebbe ragazzo nascosto sotto il giubbotto di In ultimo Meg White. Chissà se si
stampa Usa. È fuori dubbio che un ottimo punto di partenza per una pelle. Più volte ha dichiarato che la mangia ancora le mani Long Gone
22 almeno 3 di essi saranno in forma traccia narrativa reale e avvincente. sua infanzia a Manhattan non è stata John, produttore discografico e
autobiografica sulla scia di Chronicles Dal canto suo Prince, il re di così esclusiva e elitaria come proprietario della Sympathy for the
vol. 1 tra le storie personali più belle Minneapolis, ha avuto una biografia raccontavano all’epoca i rotocalchi. Il Record Industry la indie label
in cui spesso il gossip si è intrecciato passaggio di status degli Strokes da californiana che mise sotto contratto
con il dato reale e talvolta il dato reale band underground a emblema l’allora sconosciuto duo punk-blues
Hanno duettato, era più stupefacente del gossip stesso dell’indie rock da classifica ha gravato di Detroit, The White Stripes, nel 1997.
come quando dopo alcuni brani pesantemente sulla sua vita e su A un anno di distanza dal loro
si sono amati suonati insieme fu annunciata la quella dei suoi compagni di palco che scioglimento l’introversa batterista
collaborazione tra lui e Miles Davis in da quel momento in poi si sono persi dalla cattiva reputazione dovrebbe
o odiati. Hanno un lp appena abbozzato e rimasto poi tra party e alcolismo fino alla rottura aprire lo scrigno delle memorie e
lettera morta per l’improvvisa morte finale dopo appena due anni da quel scrivere il diario di quei furibondi
inciso dischi del trombettista. Di Prince resta successo discografico. Ora che anni trascorsi accanto all’ex marito
memorabile il tour italiano del 1990 Casablancas è un buon padre di Jack White passato alla storia della
epocali successivo al tredicesimo album in famiglia sposato con la sua ex band come «suo fratello».
manager e caldeggia l’idea di una I fratelli White sembrano una
23
ma non si sono possibile reunion con gli Strokes, una temibile incarnazione delle più cupe
sua riflessione su quegli anni è più strisce disegnate da Tim Burton e
ancora raccontati questo di per sé è già un gran
traguardo che farebbe la gioia dei
in un libro consumatori della narrativa musicale
d’appendice.

24

25
(12) ALIAS
31 MARZO 2012

SAUL BASS, I DISEGNI tossicodipendente. Una teoria di West Side Story (regia di Robert Wise

RITMI
striscioline di carta si palesa sullo e Jerome Robbins), in particolare per
di FRANCESCO ADINOLFI schermo accompagnata dal suono il prologo del film in cui le due gang (i
irruente delle musiche di Elmer Jets e i portoricani Sharks) si
Saul Bass è stato il più grande grafico Bernstein. Alle fine la carta si combattono a suon di balli.
cinematografico della storia, capace di ricompone in un braccio (quello di L'artista - in quell'occasione
rendere con il disegno di un titolo di Sinatra, strumento di vita - la batteria - accreditato nei titoli come consulente
testa o di coda il senso di un film. Si e strumento di morte - assunzione di visivo - si supera e l'impatto dei
pensi ai titoli iniziali de L'uomo dal droga). Da poco sono riaffiorati in bozzetti è ancora oggi avvincente (da
braccio d'oro, il film con Sinatra rete gli splendidi bozzetti di Bass per vedere qui:
(Frankie Machine), batterista la trasposizione cinematografica di http://flavorwire.com/268496/saul-bass

LIVE ■ UN REPORTAGE DALLA RASSEGNA TUNISINA GRAFICA

Tutti i punti
Appuntamento della discordia.
Come le manie
a Regueb, il Festival dei pubblicitari
stanno cambiando
della rivoluzione la grammatica
di MARTA BELLINGRERI di MERI LAO
REGUEB
La manifestazione,
Un’elementare norma di interpunzione dice
«Grazie al Ministero della Cultura giunta che il punto non va messo alla fine di un titolo.
per non aver sostenuto il Festival Qualsiasi manuale di stile insegna che,
della rivoluzione». Questo manifesto alla seconda all’interno di un titolo, si possono mettere la
campeggia nella piazza di Regueb, virgola o i due punti. Al termine del titolo, si
cittadina di 80mila abitanti a pochi edizione, si svolge può mettere il punto esclamativo o il punto
chilometri da Sidi Buzid. Insomma, interrogativo, ma non si mette mai il punto.
siamo nel cuore della Tunisia, la nella città dove è Non si fa, punto e basta.
Sidi Buzid di Mohammad Bouazizi, Invece è un uso invalso in Italia all’incirca
l'uomo che dandosi fuoco il 17 nata la Primavera dopo il 2007, per opera dei grafici pubblicitari
dicembre 2010 ha dato inizio alla comunemente chiamati «creativi». Solo in
rivoluzione tunisina e alla araba. Il flauto Italia. Non che solo in Italia vengano chiamati
primavera araba. così, ma solo in Italia codesti grafici mettono il
L'autorizzazione del Ministero del e l’oud dei Noun punto nel posto sbagliato, come se al punto
Turismo affinché il festival si esclamativo fosse scappato via il segno
svolgesse è arrivata solo due Ya sfidano l’hip verticale che lo rende esclamativo. Ma
settimane prima, ma i fondi di probabilmente ai creativi che dir si vogliano (o
sostegno sono stati negati. Questo hop dell’Armada che dirsi vogliono) quel segnetto verticale dà
non ha scoraggiato direttore e molto fastidio. E non perdono occasione di
organizzatori, che avevano già Bizerte. Tutto chinarsi alle rotondità del punto, che spesso, a
contattato artisti internazionali furia di armeggiarci col mouse, lo fanno
perché partecipassero. Così da senza fondi diventare quadrato.
Parigi e da Beirut si è ritrovato il duo I primi sono apparsi sui cartelli affissi negli
Noun Ya, dalle lettere iniziali in governativi aeroporti: «Vola con Alitalia. (punto sic) I viaggi
arabo dei loro nomi, Naissam Jalal, del Sole. (punto sic)». «Provale tutte. (punto sic)
siriana e Jan Pittard, francese. Col Prenota subito. (punto sic) Hai tempo sino a
flauto traverso e l'oud, strumento martedì a mezzanotte. (punto sic)» «Sicurezza
che l'artista ha imparato a suonare sul lavoro. (punto sic) La pretende chi si vuole
al Cairo. «Fino a due settimane fa «L'anno scorso il festival è nato dal bene. (punto sic)» «Biblet Il libro che contiene
non sapevamo ancora se saremmo sit-in della capitale, dove i giovani tutti i libri. (punto sic)» Lo si è visto persino nel
venuti. Abbiamo deciso di esserci soprattutto di Sidi Buzid si sono titolo in oggetto delle email: «Riflessioni su
anche se ci han detto che non accampati per giorni, chiedendo la Roma futura. (punto sic)».
saremmo stati pagati, e la gente di dissoluzione del partito dell’ ex Il maggiore assembramento di punti si è
Regueb ha fatto una colletta per i dittatore» spiega Malek degli verificato da dicembre 2010 a oggi. Nel
nostri biglietti aerei» così Naissam Armada. «Senza alcun invito e reclamizzare prodotti tecnologici emergenti
racconta, «Ho annullato un organizzazione ufficiale ci siamo come il «Materasso Green Protection. (punto
concerto a Parigi perché mai come recati a Regueb per ’rappare’ la sic) Per un riposo 3 volte più salutare. (punto
adesso c'è bisogno di incontrarsi nel libertà che credevamo di aver sic)» o la «Nuova Passat. (punto sic) Sempre
mondo arabo e essere solidali». acquisito con la fuga del dittatore». un’idea avanti. (punto sic)» «Nuova Opel Corsa.
Il flauto di Naissam racconta i Gli Armada, gruppo nato nel 2005 a (punto sic) Il movimento si fa strada. (punto
passi sotto le bombe a Beirut, Bizerte, hanno cantato per sic)». Non ultime, le calzature MBT brevettate:
accompagna storie di rivolte, di Mohammad Bouazizi quando dopo «Scarpa lo dici a tua sorella. (punto sic)».
rabbia, di voglia di libertà. Il essersi dato fuoco era ancora in Stiamo parlando di giornali come
razzismo in Francia e le città che ospedale. «Ma siamo delusi da Repubblica, L’espresso, Il Sole. Possibile che
non ha mai visto. Il suo flauto sono questa seconda edizione, anche se nessuno, prima di stampare, abbia sentito la
le parole che non può dire di fronte al nostro concerto c'è stata molta necessità di correggerlo? Non ci sono più i
ai massacri che si consumano partecipazione, noi chiedevamo al correttori di bozze? Gli editor, hanno paura di
attualmente nel suo paese. «Ho pubblico: dove è la fiamma che ha correggere i creativi?
studiato il flauto a Parigi, il ney a acceso il festival l'anno scorso?». Persino gli annunci che offrono libri, cd o
Damasco, e ho vissuto e suonato al Quattro giovani dal nord della dvd «puntualizzano» a tutto spiano. E
Cairo con musicisti egiziani per tre Tunisia che urlano nel loro paese la virgolettano. «L’Italia del gusto. (punto sic)
anni». È in Egitto che Jan l'ha stanchezza «mentale e fisica» che Scopri i tesori che tutto il mondo ci invidia.
raggiunta per imparare a suonare induce a scappare da qui. (punto sic) Il primo volume “Pasta”. (titolo tra
l'oud. Insieme hanno composto «La metà degli abitanti di Regueb virgolette e punto sic)» «“Per l’alto mare
l'album, il primo, Aux résistances vive in Francia» prova a dire Khalil, aperto” (titolo tra virgolette sic) di Eugenio
dove si incontrano gli slogan delle 14 anni, col suo francese scolastico Scalfari. (punto dopo nome autore sic)». Per
manifestazioni siriane di chi sa che a una giornalista francese di presentare tre appuntamenti in web di Antonio
marcia verso la morte «ma meglio la passaggio al festival. «Ma dalla Siria Pappano e l’Orchestra di Santa Cecilia, 14
morte che l'umiliazione» e la libertà e dall'Egitto, dalla Francia e dal marzo, sulla foto del maestro: «Non sta
per cui i tunisini hanno lottato. per tre giorni di giovani artisti e di un anno fa. Scrivono gli slogan di Alcune immagini scattate Libano, dal nord della Tunisia e dal dirigendo. (punto sic) Sta dando l’invio. (punto
«Adesso non siamo contenti, a attivisti. «Quest'anno non è venuto lotta e speranza che hanno ripetuto da Marta Bellingreri sud Italia ci siamo ritrovati nel sic)». A pubblicizzare le opere registrate da
Regueb siamo sempre dimenticati» nessuno e a parte le immagini sul accanto ai loro fratelli. E ora insieme durante il festival di Regueb monte dove i nostri nonni Claudio Abbado: «Claudio Abbado. (punto sic)
commenta uno dei ragazzi di muro dei nostri martiri, nessuno si a noi li fanno muovere per una resistevano i francese e dove noi Sulle note di Beethoven. (» «Ciaikovsky e
Regueb e alla musicista siriana ricorda che la rivoluzione è creazione collettiva. Nel montaggio adesso pratichiamo la cultura della Abbado. (punto sic) L’emozione di un grande
qualcuno di loro ha detto: «La cominciata da qui», lamentano i finale le parole dei bambini saranno resistenza». Culture di resistenze, incontro. (punto sic)» «Claudio Abbado. (punto
misica è ’haram’ (peccato, proibito, giovani a Regueb. Ma una trentina le voci, mentre lo script nasce dai dal titolo dell'ultimo album degli sic) Le direzioni (sic) che portano a una grande
ndr)». Così vorrebbe la lettura di bambini almeno ha approfittato loro disegni». I tre artisti egiziani Armada, che rabbia e follia li porta a emozione. (punto sic)». Ci sarebbe anche
estremista dei salafiti e degli del festival per tre giorni di incontrano i bambini del centro continuare a cantare, a Bizerte qualcosa da obiettare, musicalmente parlando,
ambienti musulmani più workshop per la creazione di un della Tunisia, ma ancora al Cairo come a Regueb. alla parola «direzioni» ripetuta anche nel
conservatori. Ma le rivoluzioni non cartone animato, sotto la guida di non sono riusciti a organizzare un sottotitolo: «Repubblica e L’espresso presentano le
sono iniziate perché si tornasse tre artisti, attivisti e professori del workshop del genere. direzioni (sic) di uno dei più grandi nomi della
indietro, ma perché al contrario la Cairo. Il festival della rivoluzione si musica classica, Claudio Abbado. (punto sic)».
libertà di espressione anche nel «Noi siamo venuti a nostre spese svolge a pochi giorni Avrà voluto dire «le esecuzioni»? Avrà voluto dire
professare il proprio credo si per incontrare per la prima volta la dall'anniversario dell'indipendenza «le ricreazioni»? Avrà voluto dire «i concerti»? Di
accompagnasse alla crescita Tunisia. Pensavamo di trovare del paese dal colonialismo francese, certo il manifesto in questione l’hanno stampato
culturale: «La cultura non è contro questo paese in una situazione il 20 marzo. Tutti gli invitati e i di nascosto da Abbado.
la religione e la religione non è migliore rispetto a quella che partecipanti al festival, in primis A questo punto (sic) sono andata a rileggermi
contro la cultura» continua viviamo in Egitto e così non è stato», giovani e bambini di Regueb, si quel racconto delle Cosmicomiche di Italo Calvino
Naissam. confessa Maryam Med Hassan, recano al Monte Gobrar, roccaforte intitolato Tutto in un punto, che inizia nel
Eppure il supposto sostegno del fotografa cairota che insieme alla dei combattenti contro i francesi momento in cui tutta la materia dell' universo è
partito islamista Nahda ha professoressa di cinema Laila durante la colonizzazione. Un concentrata in un punto solo. Tanto per non
scoraggiato le migliaia di giovani Abdelaziz Fakhri e Ismail Ennadher paesaggio lunare dove si ascolta la dimenticare che intorno al punto qualcuno, in
che l'anno scorso han preso parte ha tenuto il workshop. «I bambini di musica degli Armada Bizerte, Italia, ha scritto un capolavoro.
alla prima edizione del festival, Regueb disegnano le pallottole che gruppo hip hop del nord della
quando le strade si sono riempite per giorni li hanno sfiorati poco più Tunisia, qui per il secondo anno.
ALIAS
31 MARZO 2012 (13)
-production-sketches-for-west-side-st ULTRASUONATI DA
orys-prologue). Bass - che per propria GIANLUCA DIANA
ammissione puntava a una semplicità GUIDO FESTINESE
del tratto grafico che descrivesse GUIDO MICHELONE
immediatamente un film - ha a lungo LUIGI ONORI
collaborato con Hitchcock e ROBERTO PECIOLA
Preminger, marchiando a fuoco i titoli MARCO RANALDI
di testa e coda di Quando la moglie è in
vacanza, La donna che visse due volte,
Intrigo internazionale, Anatomia di un
omicidio, Casinò ecc.

ELISABETTA ANTONINI/
MARCELLA CARBONI
NUANCE (Blue Serge)
❚ ❚ ❚ ❚ ❚ I chiaroscuri, il lavoro sui colori
sonori, la tessitura delle note emergono
dalle undici tracce di questo cd originale
per organico, repertorio, dimensione
esecutiva, rapporto tra musica e parole.
Ne sono protagoniste la vocalist (e
compositrice) romana Elisabetta Antonini
e l’arpista sarda Marcella Carboni che si
va affermando come solista e didatta. Tra
Mpb e jazz, suggestioni omeriche e
davisiane, C. Wilson e N. Winston le due
jazziste emergono con le rispettive e
interagenti personalità. (l.o.)
POP

Tre chitarre
JEFF CASCARO
THE OTHER MAN (Herzog/Audioglobe)
PROG ROCK

Thinking Plague, Madonna,


DANCE INDIE ITALIA

L’Inghilterra
NEL REGNO
solitarie
❚ ❚ ❚ ❚ ❚ I critici in Germania l'hanno
definito il Mario Biondi tedesco e non a
caso, per un vero happy ending, nel suo l’apocalisse che ritorno all’orizzonte
DI RE BROWN
terzo disco, il quarantaquattrenne vocalist Si intitola Forward (Chinchin rec/Artcore
Tre autori e la loro chitarra. Paolo di Bochum duetta con lui nella stupenda Che l'art rock (o prog rock: vedete voi Madonna è stata quattro anni buona La tonalità di Adriana Salomone, AC 2075; 2012) il nuovo, sesto disco dei
Spaccamonti in Buone Notizie (Bosco Blue Skies di Irving Berlin. Il resto è un come metterla) sia una faccenda piuttosto buona, discograficamente perché per il frontwoman dei napoletani The Mantra Club Des Belugas. È il progetto tedesco
rec) - appena ristampato in vinile - buon compendio di soul e r'n'b, con una intricata da racchiudere in unica definizione, resto fra tour, cinema, moda non ha avuto ATSMM può ricordare molte vocalist del che meglio di altri ha ridefinito il concetto
sonorizza un mondo virtuale che prende e fusion band essenziale e con soffici non è certo una novità. Quarantacinque un attimo libero, ma ora ritorna e reclama la passato, su tutte forse Siouxsie, ma resta il di nu jazz e electro swing, non lasciandosi
cambia forma a seconda arrangiamenti che strizzano l'occhio sia al anni dopo i primi lavori, da un lato continua corona di regina del pop. Questo non lo fatto che, almeno su disco, risulta una voce tentare da oziosi strumentali ma
dell’immaginazione dell’ascoltatore. Dodici funk sia all'easy listening anni Settanta, a dar segni di vita un art rock avventuroso e dice direttamente lei, ma lo fa dire alla molto intrigante, e anche credibile nella sua preferendo melodie solide, «canzoni
brani strumentali con la chitarra in primo mentre il canto roco, profondo, notturno, indifferente al calco mimetico, dall'altro ci rapper Nicki Minaj che in I Don't Give A... pronuncia inglese. Incastonata poi in un canzoni» e «voci voci». Merito soprattutto
piano e in cui, grazie a vari contributi non può che rimandare ai jazz singer di un sono pletore di gruppi «regressive» che proclama «esiste una sola regina ed è prodotto molto interessante come è questo di Brenda Boykin, tra le migliori jazz
esterni, il ritmo non latita. Musica per passato recente, ma ancora vivo. (g.mic.) inseguono i fantasmi, senza mai raggiungerli. Madonna, stronzette». E ha ragione perché Ghost Dance (RareNoise/Goodfellas), vocalist oggi in circolazione e a tutti gli
reading e cinema, ma non solo... Lewis In casa Cuneiform non amano granché il Mdna (Universal) è una decisa spanna sopra seconda prova discografica della band. effetti ormai un membro della famiglia. Il
Floyd Henry è un one-man band GIARDINI DI MIRO’ «regressive» e la label Usa continua a la produzione di genere, dodici pezzi, sedici Shoegaze cupo e solide basi prog e post suo scat in Straight to Memphis è un
hendrixiano: con il suo carrettino dotato GOOD LUCK (Santeria/Audioglobe) scandagliare il pianeta alla ricerca del nella versione deluxe con l'aggiunta del rock per un bel disco che ci riporta visioni capolavoro, con sotto chitarre surf, bossa
di chitarra, mini-batteria e amplificatore ha ❚ ❚ ❚ ❚ ❚ I Giardini di Mirò sono uno di meglio. Ad esempio ha scovato i Gösta remix di Gimme All Your Lovin', composti, oniriche e spettrali. Sempre da Napoli arriva insistente e rimandi vocali al mondo del
attirato le attenzioni sulle vie di Londra quei, pochi, gruppi italiani per cui siamo Berlings Saga dalla Svezia, ora su sezionati e arrangiati con l'aristocrazia della Giovanni Vicinanza, che con il suo progetto rock'n'roll, in particolare a quelle
ma nel suo esordio in studio, One Man & davvero poco obiettivi. Amiamo la loro Cuneiform con l'efficacissimo Glue Work, consolle, l'italiano Benny Benassi, il francese The Softone edita Horizon Tales espressioni verbali che hanno fatto la storia
His 30w Pram (Adjust rec), non ha perso proposta musicale da anni, e, registrato a Stoccolma. Quartetto Martin Solveig e (soprattutto) il ritorno di (Cabezon/Audioglobe), un lavoro, anche del genere: be-bop, wham bam ecc. È la
smalto. Un musicista che affronta vari permettetecelo, siamo anche molto strumentale con ospiti, per una musica tesa William Orbit in cabina di regia. Attacca questo cantato in inglese, che si riallaccia alla festa di Elvis, Gene Vincent, Little Richard e
generi musicali con una carica esplosiva e affezionati ai ragazzi, in particolare a e drammatica che convoglia le energie di sparatissima (Girl Gone Wild) e non ti molla tradizione folk blues d’Oltreoceano. Nella dintorni. Rispetto ai lavori passati c'è un
un suono ruvido, mai edulcorato. Venti Yukka Reverberi, splendida persona e certo math rock e le «fratture» soniche più, lasciandoti il tempo di rifiatare solo sostanza un buon lavoro, anche se un po’ riposizionamento più pop, delicato e
brani di cui nove inediti di Brunori Sas ottimo musicista. Tornano dopo care a Robert Fripp. Guarda invece verso la fine con Masterpiece e nel sontuoso troppo piatto. Orlando Ef è invece il nom «d'ascolto». Si avverte dal singolo scelto
per la colonna sonora di È nata una star l’esperimento de Il fuoco, e lo fanno con all'universo zappiano la musica della commiato di Falling Free. Ai beat sparatissimi de plum di Fabio Ciarcelluti, pescarese con per lanciare il disco: Save a Little Love for Me
(Picicca Dischi), nuovo film di Lucio un disco di belle canzoni, semplici, Mats/Morgan Band, sempre dalla Svezia: di Lady Ciccone risponde la minimal dance la testa e il cuore al di là della Manica. Yor11 affidato alla voce dell’israeliana Ester Rada
Pellegrini. Per le sue ballate pop, il delicate, toccanti. Il sound resta in Live preziose registrazioni raccolte in un dei Vcmg alias Vincent Clarke e Martin (Autoprod.) è il suo terzo disco, e lo pone (il rimando ai mondi di Adele è immediato).
cantautore cosentino punta soprattutto inconfondibilmente Giardini di Mirò, un club della capitale nel '99, rimasterizzate ad Gore di nuovo insieme dopo decenni di come uno degli artisti da seguire nella scena Si avverte dall'ultima porzione di cd, tutta a
su chitarra e voce ma se la cava anche nei mix di post rock e pop, che a noi continua arte. Il glorioso spirito del «rock in (quasi) grande freddo. Insieme per modo di indie italica. Il ragazzo ci sa fare davvero con lume di candela. Tra le impennate il cha cha
brani in cui la voce si defila o nasconde a provocare emozioni positive. (r.pe.) opposition» aleggia invece su Decline and dire visto che il cd Sssss (Mute/Self) è stato il pop e crea canzoni di ottimo livello, che cha di I Shouldn't I Wouldn't a nome JoJo
(Come neve su tutti). Nella stessa colonna Fall, nuovo lavoro per i veterani Thinking interamente costruito con scambi di file via siano acustiche, elettriche o con un’anima Effect, altro progetto del giro Club, con
sonora figurano brani di Gabriele LONELY DRIFTER KAREN Plague. Una vera danza sull'orlo email. Ma il compitino non scalda più di elettronica non importa, il risultato è Anne Schnell alla voce e remix degli stessi
Roberto. (Luca Gricinella) POLES (Crammed Discs/Ma.So.) dell'apocalisse. (Guido Festinese) tanto... (Stefano Crippa) comunque sorprendente. (Roberto Peciola) Club Des Belugas; e ancora Forward affidata
❚ ❚ ❚ ❚ ❚ Rieccola, la piccola incantata a Jen Kearney che assomiglia tanto a Kylie
creatura dream pop messa assieme Auldist e All aboard con presenza di Iain
qualche anno fa dalla vocalist austriaca MARCO PANDOLFI FRANCESCO PIU HANS ZIMMER Mackenzie, voce maschile della gang.
Tanja e dal tastierista iberico Marc Melia CLOSE THE BOTTLE WHEN YOU’RE DONE MA-MOO-TONES (Groove Company/Venus) SHERLOCK HOLMES. A GAME OF SHADOW Quest'ultimo pezzo è il punto più
Sobrevias. Non è più della partita il (Abnegat) ❚ ❚ ❚ ❚ ❚ L'ironia del titolo, che ricompone i (Sony Classical) electro-swing a cui il gruppo si è spinto.
batterista originale, entra invece nei ❚ ❚ ❚ ❚ ❚ Entusiasmante disco d’esordio per «mamutones» della tradizione sarda. ❚ ❚ ❚ ❚ ❚ Mitico Zimmer che non ne sbaglia Tra i remix Peanut Vendor di Anita O'Day,
ranghi il francese multistrumentista Marco Pandolfi. Dopo la fine del progetto finisce lì, a ribadire ancora una volta che una. Con i suoi ritmi berberi e i ma ormai siamo fuori tempo per puntata
Clement Marion. Aggiungete una base con The Jacknives, il miglior armonicista non importa dove sei nato, se hai il blues riferimenti a Bartòk ci aveva convinto già latin così «pura», retrò e anni Novanta.
belga, e avrete il perfetto gruppo italiano dà alle stampe il suo primo lavoro. nel sangue. Se n'è accorto anche una delle con il primo capitolo della Holmes mania; Uscito After Midnight Feast of Jazz Remixed
«europeo». Un ottimo lavoro, Poles, E sorprende: oltre allo strumento menti creative più fresche del new blues ora ci attanaglia lo stomaco con questo (Record Kicks RKDIGI012; 2012, solo
anche se il baricentro delle composizioni d’elezione e al canto, il musicista vicentino Usa, Eric Bibb, che è produttore artistico stupendo lavoro. Il cd si ascolta con download), ovvero una raccolta di remix
sembra essersi spostato dall'obliqua, si svela anche ottimo chitarrista. Portando del bluesman sardo. Piu sfodera grinta e passione ed entusiasmo e Zimmer non che rimpolpano le canzoni originarie
imprendibile miscela degli esordi a maturazione la propria matrice stilistica. cuore elettrici per un album bello e manca di creare dei veri e proprio colpi di dell'album di Nick Pride & The
caratterizzata dalla voce da streghetta di Undici blues - sei a sua firma - sospesi tra coinvolgente: se amate Warren Haynes, scena, musicali s’intende. Consigliato per Pimptones. La band di Newcastle -
Tanja a una sorta di arricchito, aggiornato atmosfere down home ed effluvi urbani. più o meno sulle stesse coordinate, qui ne evocare lo spirito del tempo migliore, apprezzata di recente dal vivo in Italia -
synth pop contemporaneo. (g.fe.) Acme: Too Many Ways. Fantastico! (g.di.) avete il gemello italiano. (g.fe.) montianamente parlando, ovvio! (m.ra.) beneficia di trattamenti che se da un lato
inspessiscono i suoni dall’altro
necessiterebbero di minore ossequiosità.
ON THE ROAD A CURA DI ROBERTO PECIOLA CON LUIGI ONORI ■ SEGNALAZIONI: rpeciola@ilmanifesto.it ■ EVENTUALI VARIAZIONI DI DATI E LUOGHI SONO INDIPENDENTI DALLA NOSTRA VOLONTÀ
Su tutto spiccano i pezzi cantati a cui il
remixer infonde maggior presenza ritmica.
Ólafur Arnalds (GRATIS) Meat Puppets CONGRESSI) MONUMENTALE SANTA SOFIA) Tra i nomi coinvolti Renegades Of Jazz, TM
Uno dei nomi nuovi della prolifica scena Milano DOMENICA 1 APRILE (BITTE) Una band che ha fatto la storia Milano MERCOLEDI' 4 APRILE (ALCATRAZ) Juke, Smooke, Fab Samperi, Danny
musicale islandese e di quella neoclassica dell’hardcore punk statunitense. Offlaga Disco Pax Massure ecc. La stessa Record Kicks
internazionale. Veronica Falls Mezzago (Mb) GIOVEDI' 5 APRILE Zombie Nation Il trio reggiano torna con un Gioco di pubblica Third Coast Kings (Record Kicks
Parma DOMENICA 1 APRILE (AUDITORIUM Esordio discografico per la indie band (BLOOM) Uno degli artisti di punta della scena società. RKX 039; 2012), debutto dell'omonimo
PAGANINI) britannica. Roma VENERDI' 6 APRILE (CIRCOLO DEGLI electro tedesca. Perugia SABATO 31 MARZO (URBAN) ottetto funk'n'soul di Detroit/Ann Arbor
Ravenna LUNEDI' 2 APRILE (TEATRO RASI) Mirano (Ve) SABATO 31 MARZO (MOON) ARTISTI) Mirano (Ve) VENERDI' 6 APRILE (MOON) Madonna dell'Albero (Ra) (Michigan). L'intento dei Third Coast
Roma MARTEDI' 3 APRILE (CS BRANCALEONE) Firenze SABATO 7 APRILE (FLOG) VENERDI' 6 APRILE (BRONSON) Kings è di diffondere in maniera
Is Tropical Mika Vainio Livorno SABATO 7 APRILE (THE CAGE) volutamente didascalica la luce di James
Au Il trio electro inglese in Italia per A Wilhelm Scream Lo sperimentatore elettronico Brown a cui si ispirano senza mezze
Sperimentazione e minimalismo, presentare l'ultimo album, Nativ to. Hardcore melodico per la band finlandese, metà dei Pan Sonic. Elio e le Storie Tese misure. Classica party band - ma molto
krautrock e Talking Heads per il duo di Segrate (Mi) SABATO 31 MARZO statunitense. Napoli SABATO 31 MARZO (CS OFFICINA 99) Gli alfieri della musica demenziale made evoluta - che adesca l'orecchio in una
Portland. (MAGNOLIA) Brescia VENERDI' 6 APRILE (LATTE+) in Italy. convulsione di ritmi. Occhio a Willy
Faenza (Ra) GIOVEDI' 5 APRILE Catania VENERDI' 6 APRILE (BARBARA DISCO San Vittore di Cesena (Fc) Pendulum Gallipoli (Le) SABATO 31 MARZO Moon, neozelandese di base a Londra, che
(CLANDESTINO) LAB) SABATO 7 APRILE (VIDIA) Drum’n’bass per la band australiana di (TEATRO ITALIA) torna con Yeah Yeah, singolo appena
Roma VENERDI' 6 APRILE (INIT) stanza in Inghilterra. Napoli LUNEDI' 2 APRILE (TEATRO pubblicato su Luv Luv Luv. Moon è un
Terni SABATO 7 APRILE (PALMETTA) Black Mekon A Place to Bury Roma SABATO 31 MARZO AUGUSTEO) vulcano sonoro, un crooner del 3000; in
Garage punk per la band britannica. Strangers (CS BRANCALEONE) Teramo MARTEDI' 3 APRILE (TEATRO giacca e cravatta tira giù un cocktail di
Dum Dum Girls Savignano sul Rubicone (Fc) Da New York, sulla scia di Jesus and COMUNALE) suoni che incorporano Link Wray, Buddy
In Italia il gruppo retro pop al femminile DOMENICA 1 APRILE (SIDRO) Mary Chain. Caparezza Matera MERCOLEDI' 4 APRILE (TEATRO Holly, Timbaland e Fatboy Slim. Occhio
di Los Angeles che presenta il nuovo Faenza (Ra) LUNEDI' 2 APRILE Bologna GIOVEDI' 5 APRILE (LOCOMOTIV) Il nuovo tour del rapper di Molfetta. DUNI) anche al lato B She Loves Me, un electro
album, Only in Dreams. (CLANDESTINO) Moncalieri (To) VENERDI' 6 APRILE Avellino SABATO 31 MARZO (CORSO rock'n'roll avvincente.
Madonna dell'Albero (Ra) Roma MERCOLEDI' 4 APRILE (DA DEFINIRE) (AUDIODROME) VITTORIO EMANUELE) Banco del Mutuo
SABATO 31 MARZO (BRONSON) Acquaviva delle Fonti (Ba) Mezzago (Mb) SABATO 7 APRILE Matera VENERDI' 6 APRILE (PALASASSI) Soccorso
Roma DOMENICA 1 APRILE (TRAFFIC) GIOVEDI' 5 APRILE (OASI SAN MARTINO) (BLOOM) La storica band progressive rock italiana
Torino MARTEDI' 3 APRILE (ASTORIA) Frosinone VENERDI' 6 APRILE (CANTINA Il Teatro degli Orrori celebra quarant’anni di carriera.
MEDITERRANEO) James Taylor Il tour di presentazione dell'ultimo Roma VENERDI' 6 APRILE (STAZIONE BIRRA)
Xiu Xiu Catania SABATO 7 APRILE (SALA LOMAX) Un lunghissimo tour italiano per il lavoro della band veneta, Il mondo
Una delle band post punk americane più songwriter americano. nuovo. A-Maze
interessanti degli ultimi anni. Digitalism Roma SABATO 31 MARZO (AUDITORIUM Torino SABATO 31 MARZO (HIROSHIMA Sette giorni di programmazione
Bologna LUNEDI' 2 APRILE (LOCOMOTIV) Tra le realtà più luminose della scena PARCO DELLA MUSICA) MON AMOUR) artistico-culturale a ingresso culturale,
Milano MARTEDI' 3 APRILE (SALUMERIA elettronica-dance internazionale. dai ritmi contemporanei al cantautorato,
DELLA MUSICA) Roncade (Tv) SABATO 31 MARZO (NEW Tommy Emmanuel Giardini di Mirò al jazz. Tra gliospiti The Original Cutters
AGE) Uno dei più grandi chitarristi acustici del La post rock band reggiana è tornata Crew, Milligram, Digital Tt, Matzek, Dj
Akron/Family Firenze DOMENICA 1 APRILE (VIPER) panorama internazionale. con un nuovo lavoro dal titolo Kilfa, Marco Ohm...
Folk-pop con derive psichedeliache. Roma MARTEDI' 3 APRILE (CIRCOLO DEGLI Roma SABATO 31 MARZO (ATLANTICO LIVE) benaugurante, Good Luck. Roma DA DOMENICA 1 A SABATO 7 APRILE
Senigallia (An) SABATO 31 MARZO ARTISTI) Pisa LUNEDI' 2 APRILE (PALAZZO DEI Salerno SABATO 31 MARZO (COMPLESSO (FORTE FANFULLA)
(14) ALIAS
31 MARZO 2012

STATI UNITI
Il Pentagono
finanzia un nuovo
campo da calcio
per i detenuti
del carcere
di Bush. La destra
si arrabbia
e va all’attacco
di Barack Obama

di NICOLA SELLITTI

●●●Un campo di calcio a


Guantanamo da oltre mezzo milione
di euro. Sugli spalti due tifoserie
d’eccezione, i democratici e i
repubblicani. E un posto in prima fila
con i pop corn per il presidente,
Barack Obama. L’arbitro è il cittadino
statunitense. Il Pentagono ha
comunicato qualche settimana fa che
ad aprile, una volta completati servizi
igienici e pali delle porte, sarà
consegnata al Camp 6 del
supercarcere cubano una struttura
calcistica da 2600 metri quadrati che
rimpiazzerà quella chiusa due anni
per problemi di drenaggio. Al campo
in terra, dotato di telecamere di
sicurezza e un alto recinto sormontato
da filo spinato, avranno accesso i
detenuti più collaborativi, quelli cioè
che rispettando le regole si sono IN FUGA DAI NAZISTI
conquistati il diritto ad usufruire delle
strutture del Campo numero 6 che ●●●Il campo di calcio&prigionia
offre corsi di lingua e di arte, più famoso della storia del cinema è
opportunità ricreative (biblioteca, sala quello spelacchiato e circondato dal
tv) e mensa comune. In totale 120 dei filo spinato di «Fuga per la
171 prigionieri di Guantanamo, tra i vittoria», la pellicola cult di John
quali solo 5 sono stati condannati dai Huston con Pelé, Ardiles e
tribunali militari e ben 89 sono in Sylvester Stallone nei panni di un
attesa di libertà essendo stati prosciolti gruppo di prigionieri di guerra che
da ogni accusa. Il costo piuttosto sfida una selezione della
elevato del campo (744mila dollari) è Wehrmacht nell’estate del 1942. Il
dovuto sostanzialmente all’embargo film comincia con un tentativo di
statunitense nei confronti di Cuba. Il fuga andato male e la visita della
materiale di costruzione è stato infatti Croce Rossa svizzera chiamata ad
trasportato in aereo nella prigione accertare che il trattamento dei
della baia. prigionieri sia in regola con lo
Dunque, il calcio per dimostrare spirito della Convenzione di
che la vita dei detenuti nel famigerato Ginevra. Durante la ricognizione

Il soccer libera
carcere della vergogna, è oggi almeno umanitaria, il maggiore tedesco
conforme alle norme stabilite dalla ROBBEN ISLAND FC Karl von Steiner (Max von Sydow)
Convenzione di Ginevra, senza più resta colpito dalla partitella messa
abusi. In piena campagna elettorale, la ●●●Il campo di prigionia&calcio in scena dagli alleati agli ordini del
notizia ha scatenato i repubblicani e più famoso della storia del football tenente/allenatore John Colby
messo in serio imbarazzo Obama che sta a Robben Island. L’Alcatraz (Michael Caine) e propone di
nelle promesse mai mantenute sulla d’Africa, il carcere più duro del organizzare un match per scacciare
chiusura di Guantamo ha forse il suo

Guantanamo
mondo: un isolotto sperduto da la noia di carcerieri e carcerati. Per
tallone d’achille più mortificante. dio e dagli uomini con al centro giocare, Colby detta le sue
Quattro anni fa, durante la sua una cava d’ardesia. Negli anni condizioni. Chiede magliette,
esaltante cavalcata verso la Casa dell’Apartheid fu il luogo simbolo calzoncini, scarpe e un trattamento
Bianca, aveva giurato di cancellare la della lotta al regime, per speciale per la sua squadra: doppia
pagina più nera dell’amministrazione trent’anni la residenza coatta di razione di carne, verdure fresche,
Bush entro un mese dalla sua Nelson Mandela. Là erano uova, birra e poi i migliori giocatori
elezione. «Non possiamo continuare a rinchiusi i «politici», cioè quei neri dei campi di prigionia dei territori

e divide gli Usa


tradire i nostri valori, la nostra istruiti che si ribellavano alle occupati, compresi polacchi e
Costituzione e calpestare lo stato di sopraffazioni dei bianchi e che per cecoslovacchi che stanno nei campi
diritto». Poi, nonostante il parere sopravvivere alle regole repressive di lavoro perché per la Germania
contrario dell’Fbi, aveva dato come del carcere leggevano due soli gli europei dell’est ufficialmente
deadline il gennaio 2010, ribadendo di libri. Un regolamento della Fifa e non esistono. Alla fine metterà in
voler portare i detenuti negli Usa per il «Capitale» di Marx. Nel 1967 campo uno squadrone capace di
sottoporli a un regolare processo in organizzarono un campionato battere i tedeschi a Parigi e
un tribunale civile. Quasi un dietro le sbarre che ai loro occhi scappare con l’aiuto della
mandato dopo, l’obiettivo è fallito, era l'unica rappresentazione Resistenza. «Fuga per la vittoria» fu
complici i tentennamenti dei possibile del mondo fuori di lì. Se interamente girato a Budapest e la
democratici e due anni fa il successo della Difesa Leon Panetta. «Quasi un della Marina degli Stati Uniti ed ex utilizzato dall’amministrazione Usa un giocatore veniva squalificato, scelta della location scontentò
dei repubblicani nelle elezioni di milione di dollari per un campo da portavoce del Pentagono J.D. Goldon, negli ultimi dieci anni sia in Iraq sia poteva fare ricorso e difendersi di alquanto il cast hollywoodiano
midterm che hanno spostato gli calcio quando il debito americano è che aveva lavorato come consulente in Afghanistan per agevolare la fronte a un giudice. Otto messo insieme da Huston. 12
equilibri alla Camera. Inevitabile superiore a un trilione? E noi per il re della pizza Herman Cain, che convivenza tra occupati e occupanti squadre, quattro di detenuti settimane di riprese al di là della
quindi che il Grand Old Party tirasse spendiamo tutto questo denaro per i ha conteso a Romney la leadership e convogliare l’aggressività umana in dell'African National Congress, cortina di ferro. Ogni venerdì sera
per la giacca il presidente su un tema terroristi?». Il suo collega Dennis Ross alle presidenziali repubblicane, prima sentimenti lontani dalla violenza. altrettante del Pan-African Stallone e Caine salivano su un
scottante come Guantanamo. Tanto ha proposto al Congresso un «No di essere travolto dagli scandali. Dopo le bombe, palloni e scarpini Congress. La chiamarono aereo per Parigi e facevano ritorno
più che la destra americana ha Field Act» per ridurre il budget della Silenzio assoluto dalla Casa Bianca. per conquistare il cuore dei Makana Football Associacion, in la domenica. Raccontò poi Caine.
sempre visto nel soccer lo sport degli Difesa di una somma pari a quella A prendersi la briga di difendere il sopravvissuti alla guerra in paesi onore di un guerriero xhosa «L’unica volta che avevo visto
immigrati, delle donne e degli spesa per il campo incriminato. calcio a Guantanamo è stato invece il dove metà della popolazione ha confinato dal colonialismo bianco Budapest era stato per il
omosessuali mentre Obama, pur «Guantanamo non dovrebbe essere Comandante della base, l’Ammiraglio meno di 18 anni. Un linguaggio proprio su quell’isola nel 1819. I compleanno di Elizabeth Taylor e
amando più di ogni altra cosa il un luogo di conforto, dovrebbe David Woods. «Tra i nostri compiti comune per superare le divisioni segretari dei club si scrivevano mi ero ubriacato a tal punto da non
basket, ha sempre ricordato con ospitare il peggio dei terroristi del c’è quello di garantire ai detenuti etniche, religiose e sociali. L’estremo lettere formali, anche quando ricordare nulla. Quando la rividi alla
affetto quando da bambino giocava a mondo, non essere un campo di condizioni di vita umane e opposto delle convinzioni degli erano vicini di letto. Nelson luce del giorno, totalmente sobrio,
calcio per le strade di Giakarta e addestramento per la Coppa del opportunità di socializzazione. C’è integralisti islamici di Al Qaeda, che Mandela, detenuto numero capii che sarebbe stata una lunga
accompagnando le figlie alle partite Mondo». «E’ difficile dire chi ha più gente che sta qui da dieci anni, il vedono nel calcio – nonostante 466/64, non giocava. Dal suo trasferta nella depressione
scolastiche ha capito che «il calcio è il colpe in questa vicenda di spreco, calcio li aiuta a mantenersi vivi. l’arcinota passione di Osama Bin isolamento in una cella di 2 metri comunista. Mi consolai con una
vero sport di tutto il mondo». frode e abuso, di sicuro questo Inoltre riduce le aggressioni nei Laden per l’Arsenal – il gioco degli gli era concesso sentire solo gli cassa di brandy alla ciliegia. Una
Il primo ad attaccare è stato il episodio mostra quali siano le confronti delle guardie». Non solo. Al infedeli che fa concorrenza sleale echi di quel gioco collettivo. vera schifezza». (m.pa.)
deputato repubblicano Gus Bilirakis priorità del presidente Obama», ha di fuori della Baia, il calcio è stato all’Islam. Chiedere ai detenuti di
che ha scritto una lettera al Ministro commentato infine l’ex Comandante uno strumento di politica estera Guantanamo per conferma.
ALIAS
31 MARZO 2012 (15)
LONDRA, LA METROPOLITANA A CINQUE CERCHI rinunciare a qualche favorito personale ma alla fine siamo riusciti a inserire tutti gli sport
olimpici e quasi tutte le nazioni. Simbolicamente abbiamo scelto Muhammad Ali e Michael
●●●Qualcuno rischierà di perdersi tra i 361 nomi di olimpionici più o meno celebri e magari Phelps come guardiani dei giochi, dando i loro nomi alle stazioni di Stratford e Stratford
sbaglierà fermata cercando invano quella di Knightsbridge e trovando al suo posto Sir Steve International, le porte della zona olimpica che saranno varcate da milioni di tifosi». La lista è
Redgrave, canottiere britannico e baronetto da cinque ori olimpici. Ma l’ultima trovata dei lunghissima e comprende anche diversi italiani: l’indimenticabile Dorando Petri (che a Londra
creativi assoldati dagli organizzatori dei giochi di Londra 2012 sembra aver colpito nel segno ha anche una strada a lui dedicata dalle parti di Shepherd’s Bush), i fratelli Abbagnale, gli
facendo dimenticare per qualche giorno le polemiche sulle spese esorbitanti delle prossime schermidori Edoardo Mangiarotti, Nedo Nadi, Christian D’Oriola, i ciclisti Paolo Bettini e
Olimpiadi. L’idea di sostituire i nomi delle fermate della mitica metropolitana londinese con Paola Pezzo e il grande Pietro Mennea alias Kensington High. Le star dell’atletica occupano il
quelli dei campioni che hanno scritto la storia dei cinque cerchi è venuta al giornalista della Bbc cuore centrale della città insieme ai nuotatori ai quali è stata affidata la Central Line. Usain Bolt
Alex Trickett che insieme allo storico David Brooks ha rivoluzionato un’icona del design come ha ricevutola stazione di Victoria, Piccadilly Circus porta il nome della calciatrice americana
la cartina della Tube londinese. «Abbiamo discusso a lungo e ognuno di noi ha dovuto Mia Hamm. Per ora la metro dei campioni è solo una cartina acquistabile per 5 sterline.

LIBRI
DAVIDE MORGANTI ■ «TRE VOLTE DIECI»

Il mio piede destro,


la blasfemia di Diego
alla fine del mondo TI SPEZZO IN DUE
IL CARTELLINO
di SIMONA FRASCA niente e nessuno. «Quando il papa calciatore e i fatti di San Pietro sono ●●●Settimana complicata per gli arbitri in
morì, Maradona, dopo essersi fatto ormai un ricordo smorto. Diego Toscana. Staffoli-Capannoli 1946 è stata
●●●Dopo la cronaca sportiva, il segno della croce, stappò una cammina sui fili stendiabiti tesi tra sospesa al 30’ del secondo tempo per una
quella giudiziaria, la tv, il cinema e bottiglia di spumante e brindò con una balcone e l'altro di un rissa (anche per altro in realtà) e dovrà
la scrittura più o meno giornalistica le figlie. In una conversazione condominio popolare, ascolta le essere rigiocata. Lo ha stabilito il giudice
con Tre volte 10 di Davide Morganti privata avvenuta qualche anno voci delle persone, ne condivide sportivo dopo l'ammissione dello stesso
(ed. Ad est dell'equatore, ppg. 96, 10 prima in Vaticano, Benedetto XVI gli quotidianità e dolori in un arbitro di un errore clamoroso. Era
euro) Diego Armando Maradona aveva fatto una promessa: una volta crepuscolo intimista a momenti successa la solita scazzottata con la solita
approda in libreria tra comicità e morto, i suoi organi sarebbero perfino commovente. sfilza di cartellini gialli e rossi, al punto che
blasfemia perché il potere evocativo passati a lui». Nelle parole dello scrittore nemmeno il direttore di gara ci ha capito più
del suo nome continua a essere Per Diego è questione di vita o di Maurizio de Giovanni, Morganti nulla «tanto che confuso per quello che
potente quanto un suo gol. Tuttavia, morte. Il suo cuore, compromesso inventa nei suoi racconti una nuova stava succedendo, ho ritenuto che nessuna
nei tre racconti «più tempi dalla coca, sta peggio di quello del fisica con leggi proprie: delle due squadre avesse il numero
supplementari» ispirati al Pibe de pur decrepito pontefice. Ma quella dall’andamento gaussiano dei sufficiente di calciatori per continuare la
oro il calcio non entra mai a piedi promessa non può essere racconti - uniti da un percepibile partita». In verità, ce l'avevano: sette.
uniti. E’ Dio semmai a entrarci duro mantenuta: chi diviene papa non filo narrativo - a quello iperbolico E' andata male ad un altro arbitro,
in ogni storia, quasi a evidenziare può più disporre del proprio corpo. del linguaggio. Storie impossibili Simone Scifo, appartenente alla sezione Aia
un'ossessione a tratti religiosa Il cuore del papa gli viene negato, e che diventano addirittura credibili fiorentina. Gli è stata fatale la partita Allievi
dell'autore. per questa profonda ingiustizia perché cucite addosso al Mito (di tra Gracciano e Navacchio Zambra. Al
Il primo racconto, Arranca por la Maradona si converte all'Islam, si fa cui resiste a Napoli un graffito giudice sportivo Scifo ha raccontato di aver
Derecha, è un monologo dove a chiamare Zayd ibn Allah, complotta smisurato che la creatività edilizia tenuto in campo un comportamento
parlare è il piede destro di con tale Vicente Squillaci–Abdul partenopea ha arricchito con «scherzoso» per stemperare il nervosismo
Maradona. Il fratello scemo del Kaliq (cui è dedicato il «tempo finestre abusive) e che hanno lo in campo, ma tale non è sembrato agli ospiti,
Sinistro di Dio. Derecho, lo supplementare»), lancia una fatwa stesso taglio surreale del i quali hanno presentato un reclamo ben
chiameremo così, odia e nutre per contro la Disney convinto che i topi doppiopetto grigio indossato dal circostanziato. Battute sgradevoli sul luogo
Izquierdo un’invidia profonda per il siano guidati da Satana e infine Maradona allenatore in Sudafrica. Il di nascita di alcuni calciatori, ad altri aveva
suo essere niente, costretto a vivere uccide il nuovo papa a colpi di calcio diventa scenario o spunto chiesto di indovinare chi fosse stato il
affianco all'immenso gemello. scimitarra (dell'attentato viene in un cabalistico per le sue teorie calciatore che avrebbe espulso di lì a poco,
Ridotto a servirlo, a fargli da primo momento accusato, numerologiche, perché Morganti - trincerandosi dietro un «io arbitro in
appoggio, a indossare le stesse ovviamente, Castro) utilizzandone autore dotato di fantasia e talento - Eccellenza...». Otto mesi di stop forse gli
scarpe, fatte sì su misura ma solo poi la testa come strobosfera per usa il calcio senza farsene usare. E serviranno per ripensarci e ripensarsi un po'.
grazie al genio del sinistro. Lo odia mutare piazza San Pietro in lo usa con lo stesso coraggio degli Cinque anni di squalifica per Nicholas
al punto da augurargli unghie un'enorme discoteca. editori di Ad est dell'equatore, Fugali, ancora Toscana, reo di aver colpito
incarnite, lesioni ai legamenti, Antidoto contro la fine del mondo, piccola casa editrice fondata nella con un violento pugno al mento l'arbitro
fratture. Lo odia perché su 353 gol l'ultimo dei tempi regolamentari, ci periferia di Napoli da ragazzi poco che lo aveva appena espulso. Quaranta
lui ne ha segnati solo 6 – e mentre il mostra un Maradona ormai più che ventenni e che oggi ha in secondi di knock out, sangue dal labbro
sinistro si pavoneggia affondando la anziano, frustrato ex guardia del catalogo autori quali Bàino, inferiore, fortissimo dolore alla mandibola e
Juve e lo Stoccarda a lui restano corpo della Madonna e convivente Lanzetta, De Cataldo e lo stesso de impedimento a chiudere la bocca,
l'Emelec o l'Ascoli. L’apice del suo con una prostituta, dove i fasti del Giovanni. all'ospedale di Empoli, al direttore di gara, è
fallimento di piede calciante giunge stata riscontrata una lussazione alla
durante Argentina–Inghilterra, mandibola e consigliata una visita
Mondiali ‘86. Il Sinistro ha già, come maxillofacciale. Il nome della società, da
scrive Morganti, «ritagliato sul solo, spiega molte cose: Potente.
campo e lasciato sotto al tavolo le All'arbitro in casa della Sancascianese è
sagome scure di Beardsley, Reid, stato rubato il cellulare, lasciato all'interno
Fenwick, Butcher e il portiere dello spogliatoio. Quello in casa del
Shilton». Derecho capisce che quel Sillicagnana è stato minacciato dal dirigente
gol inarrivabile segnerà per sempre Cristian Giannasi: «Ora vado in federazione
il suo destino di sfigato così lo e ti faccio smettere».
sgambetta da dietro, con la perfidia Spostiamoci nel Lazio. 7 mesi di inibizione
dei perdenti che vivono all'ombra per il presidente della Nuova Circe, Fabrizio
dell'altrui fama. E invece anche qui Vittori. «Ha messo in dubbio l'imparzialità
farà fiasco: Izquierdo, da terra, la degli arbitri», sai che novità. Il Vittori usa le
metterà dentro lo stesso, pagine di un giornale locale, Latina oggi ad
consegnando alla storia il Gol del esempio. Dopo il derby contro l'Arce, ha
Secolo e il piede destro alla commentato: «Un'altra partita indegna
dannazione. Più che un racconto di perché pilotata, non so da chi, ma certo da
calcio è un viaggio ironico tra i qualcuno. Non è normale che nell'intervallo
recessi dell'invidia e le complessità un arbitro si avvicini ad un nostro giocatore
dei vinti, da cui spesso provengono e gli chieda perché la Nuova Circe stesse
le cose più interessanti e - giocando con tanta grinta e impeto. A meno
cinicamente – più buffe. che sia in malafede, come dimostrato dando
Nel secondo racconto, In un rigore all'Arce al 96’».
Paradiso adesso hanno messo i Due gare di riposo forzato per Davide
Neon, è ancora la rabbia il Pollina, difensore delle Colline Alfieri Don
sentimento sotteso, ma dal rancore Bosco (Piemonte), ammonito non ha
cupo e interiorizzato si passa ad una condiviso la decisione dell'arbitro, gli ha
torrenziale marea di invenzioni strappato dalle mani il cartellino giallo e
sacrileghe che non risparmiano glielo ha spezzato in due. Cinquanta euro di
sanzione al Ronca, seconda categoria del
Veneto: i tifosi si sono divertiti a bruciare
«Come facciamo ad avere sterpaglie vicino alla porta avversaria.
un nuovo campo da calcio?». Sempre Veneto, squalificati due allenatori
«Iscriviamoci ad Al Qaida». Vignetta - del Bovolone e dell'Ardisci e Spera per
di Ramirez tratta da www.investors.com. «ripetute bestemmie» - e due calciatori - del
Sopra, un bambino iracheno e un soldato Dal Santo Fossalunga - «per ricco linguaggio
Usa col pallone e Barack Obama blasfemo». Piacerebbe capire la differenza.
che palleggia a Rio de Janeiro. Si chiude con i duecento euro di multa ad
Nella foto grande un detenuto nel vecchio una società di seconda categoria umbra, a
campo da calcio di Guantanamo. causa del comportamento esagitato di un
Foto Reuters suo tifoso «che per tutta la partita e a fine
gara nel piazzale degli spogliatoi, insultava e
offendeva l'arbitro senza sosta». Un
indemoniato, insomma, tifoso appunto della
Vis Casa del Diavolo.
(16) ALIAS
31 MARZO 2012

SOTTOSCRIZIONE PER IL MANIFESTO

FUMETTI

AkaB, navigando
DODICI «ZITTI NO!»
controcorrente
anche a scuola
verso lo Shok Studio
TITOLO: «BOSCO DI FUOCO»
TECNICA: OLIO E GRAFITE
MISURE: 21 X 29,7
PREZZO: 500 EURO

di LUCIANO DEL SETTE

●●●Lui traccia così la sua biografia:


«AkaB («Notte», in lingua Maya) nasce
nel fumetto underground degli anni
’90, con il sempre troppo
sottovalutato Shok Studio. Poi passa
al cinema: film, corti, animazioni,
videoclip, toys design. Il suo primo
lungometraggio Mattatoio, è stato
selezionato e proiettato alla 60/ma
Mostra del Cinema di Venezia. Gli
piace sporcarsi le mani, insomma. In
senso letterale. Mescola colori,
detersivi, umori corporali e demoni
maligni, scatenando reazioni
chimiche da mancamenti, poi li
stende fino a che non emerge
qualcosa. Innumerevoli mostre ne
portano testimonianza. Dall’anno
2000 pratica e perpetua la Magia
Caota. Non ha gatti». Trentasei anni,
milanese, AkaB, nella quotidianità
anagrafica, fa di nome Gabriele Di
Benedetto. In una recentissima
intervista rilasciata al sito di Carta
Straccia, etichetta indipendente
abruzzese di albi a fumetti e dintorni,
ha dichiarato che, sotto il profilo
artistico, per lui esiste soltanto ’Un
prima e un dopo Egon Schiele’.
«Andavo al primo anno di liceo
artistico e già i professori erano
riusciti a trasformare la mia passione
per il disegno in noiosissime sedute
quotidiane di copia dal vero di mezzi
busti sfasciati... Un pomeriggio, in
tram, Fabio Folla (illustratore,
storyteller, animatore, ndr) caccia
fuori dalla borsa ’sto catalogo di Egon
Schiele e per me cambia tutto». Va da
sé che gli anni della scuola sono per
AkaB un’esperienza che lui interpreta
partendo da un’ottica molto
personale. Ancora dall’intervista a
Carta Straccia: «... la scuola mi ha
insegnato la bontà delle sostanze
stupefacenti e che con l’utilizzo della
retorica si può evitare di stare in
classe. Ero, infatti, rappresentate
d’istituto, quindi per me quegli anni
sono stati davvero spassosissimi.
Avevo una specie di lasciapassare per
saltare tutte le lezioni. ’Mi scusi ma
c'è la Guerra nel Golfo, dobbiamo
assolutamente organizzare
un’assemblea’, e giù di chillum».
Sedicenne, è tra i fondatori dello Shok
Studio, dove lavorano mostri sacri
quali Ponticelli, Di Modica, Scintu,
Salvador. Ma disegna poco,
dedicandosi a quello che definisce
«l’aspetto registico/organizzativo».
Troppo frustrante. Lascia, e se ne va
in Islanda. «In quei sei mesi di buio e
sei mesi di luce, ho ricominciato a
disegnare da zero. Passavo molto
tempo con i bambini e ho chili di
quaderni riempiti con queste forme
infantili... Da lì è ripartito tutto».
http://mattatoio23.blogspot.com

COME ACQUISTARE

Acquistare questa e le altre opere che


presenteremo nei prossimi numeri è
semplice. Se sei interessato manda un’email
a campagnacquisti@ilmanifesto.it
scrivendo nome, indirizzo e telefono al
quale vuoi essere richiamato. Sarai
ricontattato nel più breve tempo possibile
e ti saranno forniti i dati bancari per
l’acquisto. Una volta ricevuto il bonifico ti
spediremo la tavola. Non si tratta di
un’asta: chi fa l’offerta per primo si
aggiudica l’opera. I fondi raccolti saranno
trasformati in abbonamenti per scuole,
fabbriche, carceri o associazioni culturali.