Sei sulla pagina 1di 3

ESERCITAZIONE - Progettazione di un magazzino servito da carrelli elevatori

DIMENSIONAMENTO DI UN MAGAZZINO MANUALE SERVITO DA CARRELLI ELEVATORI

DATI TECNICO-PROGETTUALI
Si debba dimensionare un magazzino servito da carrelli manuali. I vincoli di progetto forniti dal
committente siano i seguenti:
• Altezza massima utile magazzino (sistema antincendio già considerato) Hmax= 15 m;
• Profondità massima scaffalature Lmax= 70 m;
• Giacenza richiesta G= 16000 pallet;
• Punto di I/O al centro del fronte;
• Potenzialità di movimentazione PM = (120 in + 120 out) pallet/h totalmente random;
• Dimensioni UDC 800b x 1200L x 1400h
Prestazioni di un singolo carrello elevatore:
• Tipo di carrello: bilaterale
• Velocità orizzontale Vx= 2 m/s;
• Velocità verticale Vy= 0.3 m/s;
• Tempi fissi Tf = 30 s;
• Altezza massima di sollevamento 9000mm
• Larghezza corridoio Lc = 1.5m.

SOLUZIONE
Per ciò che riguarda le scaffalature, si
impiegheranno unità modulari in profilati d’acciaio
delle seguenti caratteristiche:
• Spessore montante: 100mm
• Spessore corrente: 100mm;
• Gioco fra due pallet: 100mm;
• Gioco pallet/montante: 100mm;
• Gioco pallet/corrente: 150mm.

Si è deciso di stoccare il materiale “di punta”,


perciò, le UDC saranno disposte come nella figura
accanto che mostra le dimensioni del “modulo
base”.

Modulo Base MB1 (1 livello):


• Hb = 1650mm;
• Bb = 4000mm;
• Lb = 2900mm;
• Capacità stoccaggio G1b = 6 pallet.

Logistica Industriale L-A 1 ing. Mauro Gamberi


ESERCITAZIONE - Progettazione di un magazzino servito da carrelli elevatori

Si deve ora considerare un ulteriore vincolo sull’altezza delle campate. Vista la limitata altezza di
sollevamento dei carrelli elevatori si considera l’altezza massima delle scaffalature pari a Hmax =
9000 mm (l’altezza dell’edificio di 15000mm non è sfruttabile in toto!).
Numero livelli in verticale:
Hmax 9000
NH = = = 5.45 Æ il carrello può movimentare pallet fino al 6° livello del magazzino
Hb 1650
Quindi per ogni campata del magazzino (MB6) possono essere stoccati:
G18b = 6 · Gb = 36 UDC
Tale dato è utile per stimare le dimensioni in pianta del futuro magazzino, infatti, nota la giacenza
totale richiesta e la giacenza di una campata G18b è possibile calcolare facilmente quanti moduli
base sono necessari e, quindi, l’area da impegnare per lo stoccaggio:
G 16000
NMB= = = 444.45 Æ 445 MB Æ Amag = 445 · (Bb · Lb) = 445 · 4 · 2.9 = 5162 m2
G18b 36
Quindi, l’area del magazzino approssimativamente dovrà essere circa pari ad 5162 m2. Volendo,
inoltre, dimensionare il magazzino in modo tale che il rapporto tra la sua larghezza B e la sua
profondità L sia pari a 2 (rapporto ottimale per minimizzare il tempo di viaggio medio del carrello),
si ha:
B 5162
= 2 Æ A = L ⋅ B = 2 ⋅ L2 = 5162 Æ L = =50.80 m
L 2

Tale valore di L non è superiore al massimo consentito (70m). Quindi, il numero di campate sarà
pari a:

L 50.80
NL = = = 17.52 Æ NL= 18 campate
Lb 2.9

Logistica Industriale L-A 2 ing. Mauro Gamberi


ESERCITAZIONE - Progettazione di un magazzino servito da carrelli elevatori

Con NL= 18, comunque, è rispettato il vincolo della profondità massima Lmax=70m imposto dal
committente, infatti:
L = N L ⋅ Lb = 18 · 2.9 = 52.2 < 70 m
e quindi
G1corr = NL · G18b = 18 · 36 = 648 UDC
G 16000
Ncorr = = = 24.6 Æ (arrotondato per eccesso) Ncorr = 25
G1corr 648
Larghezza fronte del magazzino: B = N corr ⋅ Bb = 25· 4 = 100m

Riassumendo il magazzino sarà così dimensionato:


• Numero di livelli in verticale: 6 livelli in verticale Æ H = 9.90 m
• Numero di campate: 18 campate Æ L = 52.2 m
• Numero di corridoi: 25 corridoi Æ B = 100 m

Per quanto riguarda la potenzialità di movimentazione di un carrello, avendo note le


caratteristiche prestazionali del carrello:
• Velocità orizzontale: Vx = 2 m/s;
• Velocità verticale forche (salita e discesa): Vf = 0.3 m/s;
• Tempo fisso di prelievo o scarico: tf = 30s;
E’ possibile calcolare il tempo di ciclo semplice di un carrello;

1  1 Liv − 1  1 1 Liv − 1 
Tcarrello (CS ) = r⋅ +2 H b  + 2t f =  2.82 ⋅ L ⋅ B ⋅ + 2 H b  + 2t f = 138.5 s
2  v x vy 
 2  2 vy 

Nota
Il percorso medio minimo rmin in condizioni ottimali vale:

A
A= L⋅B = p⋅q - p = 2 ⋅ A - q =
2
A 2
r = p + 2q = 2 ⋅ A + 2 =( 2 + ) A = 2.82 A = 2.82 L ⋅ B
2 2

Per il calcolo del numero dei carrelli da impiegare per soddisfare il vincolo della PM = (120 in +
120 out) pallet/h, va tenuto presente che il Tcarrello(CS) calcolato è da considerarsi metà del proprio
valore per il fatto che servono due cicli semplici per depositare e prelevare le UDC
(attraversamento del magazzino = 1 ciclo IN + 1 ciclo OUT).
Quindi noto il Tcarrello (CS), si calcola il numero di carrelli Ncarr da assegnare al magazzino:

PM1 carrello = 3600 = 12.996 pallet/h


Tm ⋅ (CS) ⋅ 2
PM richiesta
N carr = c p ⋅ =10.16 Æ 11 carrelli
PM 1carrello

In tale soluzione si è considerato un coefficiente maggiorativo cp=1.1

Logistica Industriale L-A 3 ing. Mauro Gamberi