Sei sulla pagina 1di 1

DIABETE

Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di


glucosio nel sangue (iperglicemia) e dovuta ad un’alterata quantità o funzione
dell’insulina. L’insulina è un ormone, prodotto dalle cellule beta pancreatiche, che
consente al glucosio l’ingresso nelle cellule e il suo conseguente utilizzo come riserva
energetica. Il glucosio in eccesso si deposita nel fegato e da origine al glicogeno che
viene utilizzato dall'organismo come fonte di energia di riserva. Il glucagone è un
ormone prodotto dalle cellule α del pancreas che stimola la degradazione del
glicogeno quando la glicemia è bassa.

Il diabete tipo 1 colpisce soprattutto i bambini e gli adolescenti. Le cause esatte


ancora non sono note ma si pensa a fattori ambientali, genetici e immunitari. E' di
origine autoimmune ed è causato dalla distruzione delle cellule beta-pancreatiche
che producono insulina. Queste cellule vengono distrutte dagli anticorpi prodotti dal
sistema immunitario dell'organismo probabilmente in risposta a un virus. Per questo
tipo di diabete è assolutamente necessaria la terapia con le iniezioni di insulina. I
sintomi sono: polifagia (mangia tanto), poliuria (aumento quantità di urina),
polidipsia (sete). La prevenzione può essere fatta con l'allattamento naturale e con
supplemento di vitamina D. Il coma diabetico è determinato dalla sintesi dei corpi
chetonici che si formano quando le cellule bruciano i grassi per sopperire all'assenza
di insulina.
Il diabete tipo 2 è tipico dell'età matura. E' determinato da un deficit di insulina o
quella prodotta non agisce in maniera adeguata (insulino-resistenza). Le cause
possono essere ereditarie ed ambientali. All’ereditarietà si affiancano l'obesità la
vita sedentaria, lo stress, alcune malattie e l'invecchiamento dell'organismo. La
terapia consiste in una dieta equilibrata e attività fisica ma si possono usare anche
ipoglicemizzanti orali; con il progredire della malattia potrebbe essere necessario
passare all'insulina.
Le complicanze sono: danni agli occhi, ai reni, problemi cardiovascolari, il
colesterolo alto causa la formazione delle placche aterosclerotiche (infarto,
ipertensione, ictus).
Il piede diabetico causa il restringimento delle arterie portando alla riduzione
dell’afflusso di sangue agli arti inferiori, in particolare ai piedi con possibile danni ai
nervi periferici. Si ha una perdita di sensibilità che porta a trascurare ferite e
infezioni. Si interviene con antibiotici mirati o con chirurgia per pulire le ferite.