Sei sulla pagina 1di 283

MODELLI

D180 Power Steering


D180 LGP
APRIPISTA CINGOLATO

Manuale
per le riparazioni
Stampato N° 604.02.273.00 Italiano

QUESTO SIMBOLO DI AVVERTIMENTO SEGNALA MESSAGGI IMPORTANTI CHE INTERESSANO LA VOSTRA SICUREZZA.

Leggete attentamente le norme di sicurezza riportate ed attenetevi alle precauzioni consigliate al fine di
evitare pericoli potenziali e salvaguardare la Vostra salute ed incolumità.

Nel testo del presente manuale ritroverete questo simbolo abbinato alle seguenti parole chiave:

ATTENZIONE - Per avvertimenti finalizzati ad evitare interventi riparativi non idonei e con conseguenze
potenziali che coinvolgono la sicurezza del riparatore.

PERICOLO - In presenza di avvertimenti che segnalano specificatamente pericoli potenziali per


l'incolumità dell'operatore o di altre persone direttamente od indirettamente coinvolte.

AVVERTENZE IMPORTANTI

Tutti gli interventi manutentivi e riparativi riportati nel presente manuale devono essere eseguiti
esclusivamente dalla rete assistenziale del Fabbricante, rispettando rigorosamente le indicazioni riportate
e utilizzando, ove necessario, le attrezzature specifiche previste.
Chiunque esegua le operazioni d'intervento descritte senza attenersi scrupolosamente alle prescrizioni si
rende responsabile in proprio dei danni conseguenti.

Il Fabbricante e tutte le organizzazioni nella sua catena di distribuzione, compresi ma non limitandosi ai
distributori nazionali, regionali o locali, declinano ogni responsabilità per danni che possono derivare
dall'anomalo comportamento di parti e/o componenti non approvati dal Fabbricante, impiegati nella
manutenzione e/o riparazione del prodotto fabbricato o commercializzato dal Fabbricante.
In ogni caso, non viene emessa od imposta garanzia di alcun tipo, riguardo al prodotto fabbricato o
commercializzato dal Fabbricante per i danni conseguenti da un anomalo comportamento di parti e/o
componenti non approvati dal Fabbricante.
EVITARE GLI INCIDENTI

La maggior parte degli infortuni ed incidenti che si


verificano negli stabilimenti, nelle aziende agricole, in
casa o sulle strade, sono causati dalla mancata
osservanza di qualche semplice e fondamentale regola
di prudenza e di sicurezza. Per questa ragione NELLA
MAGGIORANZA DEI CASI ESSI POSSONO ESSERE
EVITATI: basta prevederne le possibili cause ed agire
di conseguenza, con la necessaria cautela e prudenza.
Con qualsiasi tipo di macchina, per quanto ben
progettata e costruita, non è possibile escludere in
assoluto ogni eventualità di incidente senza interferire
negativamente su alcune caratteristiche essenziali per
una ragionevole accessibilità e per un funzionamento
efficiente.
Un operatore attento e prudente è la migliore garanzia
contro gli incidenti.
L'osservanza di una sola ed elementare norma di
sicurezza sarebbe sufficiente ad evitare molti infortuni
gravi.
Questa norma è: non eseguire mai alcun intervento di
pulizia, lubrificazione o manutenzione con la macchina
in movimento.

ATTENZIONE

Prima di eseguire qualsiasi operazione di


manutenzione, regolazione o riparazione su
macchine dotate di attrezzature comandate
idraulicamente, meccanicamente o mediante funi
(ad esempio pale caricatrici, apripista, ruspe, ecc.)
occorre accertarsi che l'attrezzatura sia abbassata
ed appoggiata al suolo.
Se per poter accedere a qualche parte della
macchina occorre che l'attrezzatura resti in
posizione sollevata questa dovrà essere
opportunamente sopportata servendosi di mezzi
che non siano quelli previsti per il comando.
SOMMARIO

GENERALITA' SEZ. 0

MOTORE SEZ. 1

TRASMISSIONE SEZ. 2

RIDUTTORI LATERALI SEZ. 3

FRIZIONI DI STERZO - FRENI SEZ. 4

CINGOLATURA SEZ. 5

IMPIANTO IDRAULICO SEZ. 6


ATTREZZATURA APRIPISTA

IMPIANTO ELETTRICO SEZ. 7

1
6

3
2
SEZIONE 0

GENERALITA'
INDICE

ARGOMENTO PAG.

NORME DI SICUREZZA .................................................................................... I-VIII

DESCRIZIONI TECNICHE
Tabella dei rifornimenti ........................................................................................ 0-1
Dimensioni principali .......................................................................................... 0-2
Dati caratteristici ................................................................................................ 0-4

DATI DI CONTROLLO SULLA MACCHINA .......................................................... 0-18

TABELLA PESI OPERATIVI E DI SPEDIZIONE ................................................. 0-19

LISTA DEI PESI DEI PRINCIPALI COMPONENTI ASSISTENZIALI .................. 0-21

TABELLA POSIZIONE DEL BARICENTRO ........................................................ 0-23

ISTRUZIONI GENERALI ..................................................................................... 0-24

CONTROLLI DIAGNOSTICI ................................................................................ 0-29

UNITA' DI MISURA ............................................................................................. 0-30

TABELLA COPPIE DI SERRAGGIO ................................................................... 0-32


ATTENZIONE
Leggere attentamente questo Manuale prima di procedere alle operazioni di avviamento,
impiego, manutenzione, rifornimento combustibile od altri interventi sulla macchina.
Leggere e rispettare le norme di sicurezza prima di qualsiasi intervento.

NORME DI SICUREZZA
- Non consentire a personale non autorizzato di - Controllare i freni ed i comandi sterzo ed attrezzatura
intervenire sulla macchina. prima di avviare la macchina. Avvertire i responsabili
- Non indossare anelli, orologi da polso, gioielli, capi di della manutenzione di ogni eventuale irregolarità di
vestiario slacciati o penzolanti quali, ad esempio, funzionamento di particolari o impianti.
cravatte, indumenti strappati, sciarpe, giacche - Assicurarsi che le protezioni ed i ripari e tutti i dispositivi
sbottonate o bluse con chiusure lampo aperte che di sicurezza si trovino al loro posto e siano in buone
possono impigliarsi nelle parti in movimento. Si consiglia condizioni di funzionamento.
invece di usare capi approvati ai fini antinfortunistici, ad
- Prima di iniziare la marcia o di azionare l'attrezzatura,
asempio: eImetti, scarpe antiscivolo, guanti, cuffie
accertarsi che non vi siano persone nella zona di lavoro
antirombo, occhiali di sicurezza, giubbotti
circostante. Prima di salire a bordo, FARE UN GIRO DI
catarifrangenti e respiratori. Consultare iI datore di
ISPEZIONE INTORNO ALLA MACCHINA. Azionare
lavoro circa le prescrizioni di sicurezza vigenti ed i
l’avvisatore acustico.
dispositivi antinfortunistici.
- Prima di mettere in movimento la macchina verificare,
- Tenere il comparto Operatore, i piani dei gradini, i
regolare e bloccare in posizione il sedile in modo da
mancorrenti ed i maniglioni d’appiglio sempre puliti e
assicurare il massimo conforto nella guida e nell'agibilità
liberi da qualsiasi oggetto estraneo o traccia di olio,
dei comandi della macchina.
grasso, fango o neve, per ridurre al minimo ogni rischio
di scivolare od inciampare. PuIirsi le scarpe dal fango o - Allacciare le cinture di sicurezza (ove previste).
grasso prima di salire sulla macchina o farla funzionare. - Obbedire alle indicazioni date da bandiere, cartelli e
- Non scendere o salire sulla macchina saltando. Tenere segnali.
sempre entrambe le mani ed un piede od entrambi i piedi - A causa della presenza sulla macchina di liquidi
ed una mano appoggiati sui gradini ed ai mancorrenti. infiammabili, non verificare o rifornire i serbatoi
- Non servirsi dei comandi o delle tubazioni flessibili combustibile, le batterie ad accumulatori in vicinanza di
come appigli: questi componenti sono mobili e non fuochi, fiamme libere o scintille.
offrono un appoggio stabile. lnoltre, lo spostamento - RICORDARSI CHE I LIQUIDI SPECIALI PER
involontario di un comando puó provocare il movimento L’AVVIAMENTO SONO INFIAMMABILI. Per il loro
accidentale della macchina o deIl'attrezzatura. impiego occorre seguire scrupolosamente le istruzioni
- Non far funzionare la macchina od usare i suoi attrezzi fornite nella presente pubblicazione e suI contenitore
da qualsiasi posizione che non sia quella a sedere del del prodotto.
posto di guida. - I CONTENITORI NON DEVONO MAI ESSERE
- ln ogni circostanza stare sempre con la testa, il corpo, gli PERFORATI O BRUCIATI.
arti, le mani ed i piedi entro il comparto di guida per - I contenitori devono essere riposti in locali freschi, ben
ridurre al minimo le possibilità di esporsi agli eventuali ventilati, non a portata di persone estranee. Nell’uso
pericoli esterni. seguire attentamente le avvertenze della Casa
- Fare attenzione alle eventuali condizioni di scivolosità produttrice.
degli scalini, delle maniglie ed appigli, nonché del - Non usare questi prodotti in vicinanza di fuochi, fiamme
terreno intorno alla macchina. libere o scintille.
- Scendere dalla macchina soltanto quando sia
completamente ferma.
FUNZIONAMENTO
- Verificare la cintura di sicurezza sedile almeno due volte
- Non far funzionare il motore di questa macchina in
all’anno e, se si riscontrassero tracce di sfilacciature,
ambienti chiusi salvo che vi sia un efficace sistema per
usura od altri indebolimenti che potrebbero divenire
l'aspirazione e lo scarico dei gas di combustione.
causa di rotture, sostituirla.
- Per le macchine quali i caricatori gommati o cingolati,
apripista, motolivellatrici è prescritto l'uso di strutture
AVVIAMENTO antiribaltamento (ROPS): NON USARE MAI la
- NON AVVIARE O METTERE IN MOTO UNA macchina senza tali dispositivi di protezione.
MACCHINA IN AVARIA. Prima di usare la macchina, - Fare in modo che la zona operatore sia sempre sgombra
occorre accertarsi che qualsiasi eventuale condizione da oggetti estranei, soprattutto se non fissati. Non usare
pericolosa per la sicurezza sia stata opportunamente la macchina per trasportare oggetti salvo che per essi
eliminata. siano previsti appositi attacchi di fissaggio.

I
NORME DI SICUREZZA

- All'inizio e frequentemente durante il lavoro, osservare - Evitare di torcere o piegare le catene o le funi: in tali
gli strumenti: se il manometro dei freni dovesse condizioni, non esercitare il tiro senza prima aver
segnalare una pressione inferiore a quella minima di eliminato l’inconveniente, in quanto esiste la
esercizio, arrestare immediatamente la macchina. possibilità di rotture dovute alle elevate sollecitazioni
- NON TRASPORTARE PERSONE A BORDO DELLA presenti in questi casi.
MACCHINA. - Le catene devono essere fissate saldamente:
- Studiare e familiarizzarsi con vie d’uscita o di accertarsi che l’attacco sia sufficientemente robusto da
abbandono della macchina in alternativa a quelle sostenere il carico previsto. Non devono esservi delle
consuete. persone nei pressi dell’attacco delle catene o funi di
tiro.
- Le vigenti leggi prescrivono l'installazione di cinture di
sicurezza con le strutture o cabine di protezione - NON ESEGUIRE TIRI O TRAINI QUANDO I COMPARTI
antiribaltamento: tenetele allacciate durante il OPERATORE DELLE MACCHINE INTERESSATE
funzionamento della macchina. NON SONO MUNITI DELLE NECESSARIE
PROTEZIONI CONTRO LE "FRUSTATE" DELLE
- Per l'incolumità personale, non tentare di salire o CATENE O FUNI NELL’EVENTUALITA DEL LORO
scendere dalla macchina mentre è in movimento. DISTACCO O ROTTURA.
- Assicurarsi che le eventuali persone stazionanti nei - Stare molto attenti ai terreni soffici, in vicinanza di muri
dintorni siano al di fuori del raggio di azione della appena alzati: il materiale di riempimento ed il peso
macchina prima di metterla in moto o di azionare della macchina possono provocare il crollo del muro.
l'attrezzatura. Usare l'avvisatore acustico. Obbedire alle
indicazioni date da bandiere, cartelli e segnali. - In condizioni di oscurità, verificare attentamente la
zona prima di entrarvi con la macchina. Far uso di tutte
- Non usare la macchina in discesa con il cambio in folle; le luci disponibili. Non addentrarsi in zone con visibilità
scegliere ed innestare la marcia piú adatta a mantenere troppo scarsa.
la velocità necessaria ad evitare ogni perdita di controllo.
- Se il motore tende a rallentare ed arrestarsi sotto carico
- Nei casi di estremo affaticamento o di malessere, non o al minimo, occorre immediatamente segnalare il fatto
usare la macchina: comunque, ricordarsi di fare ai responsabili della manutenzione. Non usare la
maggiore attenzione verso la fine del turno di lavoro. macchina fintanto che l’inconveniente non sia stato
- Non fare funzionare mai una macchina che abbia i freni eliminato.
mal registrati. - Sulle macchine con ventilatore motore del tipo
- Far funzionare la macchina a velocità sufficientemente aspirante è necessario verificare periodicamente la
lenta da garantire la massima possibilità di controllo in perfetta tenuta di tutti i componenti del sistema di
ogni evenienza. scarico motore in quanto i gas inviati verso l’operatore
sono tossici.
- Su terreni con marcate asperità, sulle chine, in vicinanza
di burroni o in aree ingombre, come pure su terreno - Nel caso delle cabine di tipo chiuso lasciare sempre
ghiacciato o scivo!oso, occorre procedere sempre aperto uno sfogo verso l'esterno, per un ricambio
lentamente. continuo di aria.
- Manovrando in retromarcia, guardare sempre nella - Gli operatori devono conoscere perfettamente le
direzione verso cui si muove la macchina. Stare attenti possibilità della macchina che impiegano. Quando si
alla presenza di persone: se qualcuna di queste lavora sulle chine od in prossimità di bruschi salti di
entrasse nella zona di manovra, ARRESTARE LA livello del terreno, occorre evitare le eventuali zone di
MACCHINA. terra sciolta o soffice che potrebbero provocare il
ribaltamento o la perdita di controllo della macchina.
- Mantenersi sempre ad una distanza di sicurezza da altre
macchine od ostacoli, in modo da assicurare le - Quando le condizioni di lavoro sono tali da esporre
necessarie condizioni di visibilità. Dare sempre la l'operatore ad una rumorosità elevata e continua (oltre
precedenza alle macchine sotto carico. 90 dB per 8 ore) usare le cuffie protettive per le orecchie
secondo le prescrizioni locali vigenti.
- Mantenere sempre una visione chiara di tutta la zona
circostante di manovra o di lavoro. I vetri della cabina - Non far funzionare mai le macchine dotate di
devono essere sempre efficienti e puliti. contrappesi quando questi sono stati rimossi.
- Quando si eseguono manovre in tandem, la macchina - Eseguire manovre di sorpasso solo quando ciò sia
spingente (posteriore) deve essere munita degli appositi assolutamente necessario ed inevitabile. Stare molto
deflettori per proteggere l’operatore della macchina attenti ad eventuali irregolarità del terreno, condizioni
davanti dal getto d’aria del ventilatore soffiante. di scarsa visibilità, presenza di altre macchine o di
persone nascoste alla vista.
- Utilizzando funi o catene per il tiro di carichi o per il traino,
non avviare la macchina bruscamente a piena - Far funzionare la macchina a velocità adeguata alle
accelerazione: riprendere eventuali laschi cautamente. condizioni di lavoro nella zona e abbastanza
Accertarsi che non vi siano difetti o inconvenienti prima lentamente da garantire la massima possibilità di
di procedere nella manovra. controllo in ogni momento.

II
NORME DI SICUREZZA

- Non usare la macchina come piattaforma di lavoro o - Quando si usa l’attrezzatura per abbattere gli alberi, la
ponteggio né per altri impieghi impropri (ad esempio, macchina deve sempre essere munita degli appositi
spinta di vagoni merci, autocarri od altre macchine). ripari superiori. Non far avanzare la macchina sino ad
appoggiarsi sulle radici durante l’abbattimento dei
- Stare attenti alla presenza di persone nel raggio di
tronchi.
azione della macchina.
- Quando si manovra a spinta sul tronco di alberi con rami
- Prima di impiegare la macchina, accertarsi della
secchi , procedere con estrema prudenza. Evitare i
presenza di eventuali ostacoli o difficoltà: ad esempio,
cumuli di fascine, cespugli, tronchi o rocce.
strettoie, portali, cavi, tubazioni, oppure di limitazioni di
carico dei terreni, ponti, pavimentazioni o rampe. - NON PASSARE MAI SOPRA DI ESSI o su qualsiasi
altra irrregolarità superficiale che possa interrompere la
- Dovendo spostarsi sulle strade, informarsi prima sulle
continuità di aderenza o di trazione sul terreno,
condizioni che potranno verificarsi durante il tragitto
particolarmente in presenza di pendenze o salti di livello.
previsto: limitazioni di ingombro, densità di traffico, tipo
di rivestimento stradale, ecc. Tenere presente, in - Stare attenti alle possibili variazioni di aderenza che
particolare, le condizioni di nebbia, fumo o polvere che possono provocare la perdita di controllo della
ostacolano la buona visibilità. macchina. Sulle pendenze od in prossimità di balze
evitare le zone ghiacciate.
- Dovendo superare dei solchi profondi o degli
affossamenti, disporre la macchina in posizione - Il lavoro eseguito su terreni vergini, cioè accidentati, è
angolata, ridurre la velocità ed accertare che le caratterizzato dalla presenza di tutte le insidie ed i rischi
condizioni del terreno permettano la manovra in modo citati in precedenza. In tali zone si esalta il grado di
sicuro e senza rischi. pericolosità rappresentata da pesanti rami (che
possono cadere sulla macchina), grosse radici (che
- Esaminare sempre la zona di lavoro alla ricerca di durante l'estrazione possono far leva sotto la macchina
eventuali condizioni di rischio. Eccone alcuni esempi: provocandone il ribaltamento), ecc.
chine, zone a sbalzo, alberi, costruzioni demolite,
incendi, scarpate alte, burroni, balze, terreno
accidentato, fosse, colmi, creste. scavi, traffico pesante, ARRESTO
parcheggi ed aree di servizio affollati, ambienti chiusi.
Se sussistono condizioni simili, procedere con estrema - Quando per un qualsiasi motivo si vuole arrestare la
cautela. macchina, seguire le istruzioni riportate ai capitoli
"Arresto della macchina" e "Arresto del motore" del
- Ogni qualvolta sia possibile, evitare di attraversare o manuale delle istruzioni per l'uso e la manutenzione.
superare ostacoli quali forti irregolarità del terreno,
massi, tronchi abbattuti, scalini, fosse, balze e binari. Nel - Ricordarsi sempre di riportare le leve di sicurezza del
caso non se ne possa fare a meno, procedere cambio e dell'attrezzatura in neutro.
obliquamente e con molta cautela. Ridurre la velocità di - Il freno di stazionamento si inserisce automaticamente
avanzamento e passare ad una marcia inferiore. con l'abbassamento della leva do sicurezza cambio.
Portarsi lentamente sul punto di bilico, bilanciare la
- Non abbandonare mai la macchina incustodita con il
macchina sull'ostacolo e scendere lentamente.
motore acceso.
- Sulle discese ripide, non consentire al motore di
- Prima di lasciare il posto di guida, e dopo aver accertato
funzionare in sovra-regime: scegliere la marcia piú
che non vi siano persone nei pressi della macchina,
adatta prima di affrontare la pendenza.
abbassare lentamente ed appoggiare bene sul terreno
- Possibilmente, evitare la marcia in senso trasversale ogni attrezzo.
alle pendenze. Procedere a ritto-chino (dall'alto verso il
- Riportare i comandi in posizione di riposo. Disporre il
basso e viceversa). Se in salita la macchina slittasse
cambio in folle e spegnere il motore. Disinserire il
lateralmente, sterzare immediatamente rivolgendo il
commutatore di avviamento ed estrarre la chiave.
frontale verso il basso.
- Far sostare la macchina in una zona dove non operino
- Il grado della pendenza che si puo tentare di superare altre macchine e non vi sia traffico di veicoli. Scegliere un
dipende da vari fattori quali il tipo di terreno, il carico di terreno solido ed in piano. Ove ció non sia possibile,
lavoro, il tipo di macchina, la velocità e la visibilità. sistemare la macchina in posizione trasversale alla
- Quando si lavora sulle pendenze non vi è alcuna regola pendenza, accertandosi che non vi sia alcun pericolo di
che possa sostituire l’esperienza ed il buon senso slittamento incontrollato.
dell'operatore. - In caso non sia possibile evitare la sosta su corsie di
- Evitare di far funzionare l’attrezzatura in eccessiva traffico, occorre adottare le prescritte segnalazioni di
vicinanza di zone a sbalzo o di scarpate, sia che si sicurezza: bandiere, barriere, fiaccole ed altri segnali di
trovino al disotto che al disopra della macchina. Stare pericolo. Tutte queste segnalazioni servono di
sempre molto attenti alle pareti frananti, alla caduta di avvertenza ai guidatori dei veicoli che si approssimano
oggetti ed agli smottamenti. Ricordarsi che talvolta alla zona.
queste insidie sono nascoste (cespugli, sottoboschi, - Tenere la testa, il corpo, gli arti, le mani ed i piedi lontani
ecc.). dalla lama, bracci, benna o ripper in posizione sollevata.

III
NORME DI SICUREZZA

- Disinserire sempre l’interruttore principale prima di - II comparto operatore, i piani dei gradini e gli appigli
procedere a qualsiasi intervento sulla macchina devono essere sempre puliti e liberi da qualsiasi oggetto
(pulizie, riparazioni, manutenzione), fare altrettanto estraneo o traccia di oIio, grasso, fango o neve, per
quando si deve lasciare la macchina nei parcheggi ridurre al minimo ogni rischio di scivolare od inciampare.
onde prevenire avviamenti accidentali o non autorizzati. - Pulirsi le scarpe dal fango o grasso prima di salire sulla
- Non abbassare mai gli attrezzi da qualsiasi posizione macchina o farla funzionare.
che non sia quella a sedere del posto di guida. Suonare - Non tentare mai di far funzionare la macchina o
l'avvisatore. Accertarsi che non vi siano delle persone l'attrezzatura da qualsiasi posizione che non sia quella
entro la zona di manovra. L’abbassamento deve essere a sedere del posto di guida.
eseguito lentamente: se il comando è idraulico, NON
- Se per interventi di manutenzione occorre mettere in
SERVIRSI DELLA POSIZIONE FLOTTANTE.
movimento l’attrezzatura mediante iI comando idraulico,
- Portare l'interruttore generale su OFF chiudere la ricordarsi che la manovra deve essere eseguita stando
macchina ogni volta che viene lasciata incustodita. al posto di guida. Prima di avviare la macchina o di
Consegnare le chiavi al custode incaricato. Accertarsi di azionare le attrezzature applicare i freni e segnalare la
aver eseguito tutte le operazioni previste dal Manuale manovra sia a voce che mediante l’avvisatore. Sollevare
per tali casi. le attrezzature lentamente.
- Bloccare sempre con mezzi esterni i bracci o le parti
della macchina che vanno sollevate per effettuare
interventi standone al di sotto. Non permettere ad alcuna
MANUTENZIONE persona di passare in vicinanza o addirittura sotto
l'attrezzatura sollevata e non bloccata. Salvo siate
GENERALITA'
assolutamente certi della vostra sicurezza, evitare di
- Prima di procedere all’impiego od a qualsiasi intervento stare sotto l’attrezzatura sollevata, anche se bloccata.
sulla macchina: - Non inserire mai iI corpo, gli arti o le dita nelle aperture
• leggere attentemente tutte le norme contenute nella articolate taglienti di parti della macchina non controllate
presente pubblicazione, e senza opportuni ripari, saIvo che siano bloccate in
modo sicuro.
• leggere e rispettare tutte le targhe e ed istruzioni
riguardanti la sicurezza, poste sulla macchina. - Non eseguire mai alcun intervento sulla macchina
quando iI motore è in moto, salvo che ció sia prescritto.
- Non consentire a personale non autorizzato di
Non indossare capi slacciati o bracciali, ecc., vicino alle
intervenire sulla macchina. Non eseguire alcun
parti in movimento.
intervento senza preventiva autorizzazione. Rispettare
le procedure date per la manutenzione e l’assistenza - Quando l'operazione di manutenzione comporta
tecnica. l’accesso a parti di macchina che non possono essere
raggiunte stando a terra, usare una scala o piattaforma
- Tenere il comparto operatore sempre libero da qualsiasi
conformi alle norme vigenti. Se tali dispositivi non sono
oggetto non fissato.
disponibili, servirsi dei mezzi di accesso previsti sulla
- Non indossare anelli, orologi da polso, gioielli, capi di macchina. Tutti gli interventi assistenziali devono
vestiario slacciati o penzolanti quali, ad esempio, essere eseguiti con la massima cura ed attenzione.
cravatte, indumenti strappati, sciarpe, giacche - Le scale e le piattaforme di servizio usate in officina o suI
sbottonate o bluse con chiusure lampo aperte, che campo devono essere di costruzione conforme alle
possono impigliarsi nelle parti in movimento. Si consiglia norme antinfortunistiche vigenti.
invece di usare capi approvati ai fini antinfortunistici, ad
esempio: elmetti, scarpe anti-scivolo, guanti, cuffie - Scollegare le batterie ed etichettare tutti i comandi per
antirombo, occhiali di sicurezza, giubotti catarifrangenti segnalare che un intervento è in corso. Bloccare la
e respiratori. Consultare il datore di lavoro circa le macchina ed ogni attrezzatura che deve essere
prescrizioni di sicurezza vigenti ed i dispositivi sollevata.
antinfortunistici. - Non verificare o rifornire i serbatoi combustibile, le
batterie ad accumulatori, né usare iI liquido per
- Non servirsi dei comandi o delle tubazioni flessibili come
avviamento, mentre si fuma o in prossimità di fiamme
appigli: questi componenti sono mobili e non offrono un
libere, in quanto i fluidi interessati sono infiammabili.
appoggio stabile. Inoltre lo spostamento involontario di
un comando può provocare il movimento accidentale - I freni sono inattivi quando vengono rilasciati
della macchina o dell'attrezzatura. manualmente per interventi assistenziali: in tali casi
occorre provvedere a mantenere iI controllo della
- Non salire o scendere dalla macchina saltando:
macchina mediante opportuni bloccaggi o simili.
appoggiarsi sempre con almeno tre arti sui gradini e
sulle maniglie. - La pistola di erogazione combustibile deve restare
sempre a contatto del bocchettone di riempimento:
- Non eseguire alcun intervento assistenziale sulla
mantenere questo contatto dall’inizio e sino
macchina con persone suI sedile, salvo che siano
all’interruzione dell'erogazione per evitare la possibilità
operatori abilitati e coadiuvino all’operazione da
di far scoccare scintille dovute all’accumulo di elettricità
svolgere.
statica.

IV
NORME DI SICUREZZA

- Nei traini, utilizzare esclusivamente i punti d’attacco - Spostarsi con ogni cautela quando si debbano
previsti. Eseguire i collegamenti con attenzione: eseguire lavori sotto la macchina, o attrezzature, ed
accertarsi che i perni e/o chiavistelli previsti siano fissati anche sulle o nelle vicinanze delle stesse. lndossare gli
saldamente prima di applicare iI tiro. Non trattenersi in equipaggiamenti di sicurezza previsti: elmetti, occhiali,
vicinanza delle barre di traino, funi o catene che scarpe speciali, cuffie antirombo.
lavorano sotto carico.
- Quando si eseguono delle verifiche per le quali iI
- Per i trasferimenti di una macchina in avaria servirsi di un motore deve essere in moto, ricorrere all’aiuto di un
rimorchio o di un carrello a piano di carico ribassato, se operatore che deve restare al posto di guida e tenere
disponibile. Nel caso si debba ricorrere al traino, seguire sotto controllo visivo iI meccanico, in ogni momento.
le norme relative date nella presente pubblicazione. Disporre iI cambio in folle, applicare e bloccare i freni.
- Per caricare o scaricare la macchina dal mezzo di - Stare con le mani a distanza dalle parti in movimento.
trasporto, scegliere una zona pianeggiante che offra un
- Nel caso di interventi fuori officina, portare la macchina
solido sostegno alle ruote del rimorchio od autocarro.
possibilmente in piano e bloccarla. Qualora iI lavoro su
Utilizzare rampe di accesso robuste, di altezza ed
pendenza sia inevitabile, bloccare preventivamente la
angolazione adeguate. II pianale del rimorchio deve
macchina e le sue attrezzature, spostarla quindi in zona
essere tenuto esente da argilla, oIio od altri materiali
piana, non appena ció sia possibile.
scivoIosi.
- Diffidare delle catene o funi acciaccate e piegate: non
- Ancorare la macchina saldamente al piano di carico
usarle in sollevamento o tiro. Per maneggiarle,
dell’autocarro o del rimorchio e bloccare i cingoli con
indossare sempre dei guanti spessi.
cunei secondo necessità.
- Le catene devono essere fissate saldamente:
- Non allineare mai i fori o le asole servendosi delle dita:
accertarsi che l’attacco sia sufficientemente robusto da
usare sempre un apposito attrezzo di centraggio.
sostenere iI carico previsto.
- Eliminare ogni traccia di spigoli vivi e bavature dai pezzi
- Non devono esservi delle persone nei pressi
rilavorati.
dell’attacco, delle catene o funi di tiro.
- Per i riscaldatori elettrici, carica-batterie, pompe e simili - NON ESEGUIRE TIRI O TRAINI QUANDO I COMPARTI
apparecchiature, impiegare esclusivamente fonti di OPERATORE DELLE MACCHINE INTERESSATE
alimentazione ausiliaria di corrente con massa efficace NON SONO MUNITI DELLE NECESSARIE
per evitare possibili scosse elettriche.
PROTEZIONI CONTRO LE "FRUSTATE" DELLE
- Dovendo sollevare o trasportare delle parti pesanti, CATENE O FUNI NELL’EVENTUALITA DEL LORO
servirsi di paranchi e simili di adeguata capacità. DISTACCO O ROTTURA.
Accertarsi che l’imbragatura sia eseguita a regola d’arte. - La zona dove si svolgono operazioni di manutenzione
Servirsi degli occhioni di sollevamento, se previsti. Stare
deve essere tenuta sempre PULITA ed ASCIUTTA.
attenti alla presenza di persone nelle vicinanze. Non
EIiminare immediatamente eventuali pozze d’acqua o
versare mai della benzina o gasolio in recipienti aperti,
macchie d'olio.
ampi e bassi. Non utilizzare mai benzina, gasolio od altri
liquidi infiammabili come detergenti: ricorrere, invece, ai - Non ammucchiare gli stracci imbevuti di grasso o di
solventi commerciali autorizzati, ininfiammabili e non oIio: rappresentano un grosso rischio d’incendio.
tossici. RiporIi sempre in un contenitore metallico chiuso.
- lmpiegando aria compressa per la pulitura dei - Prima di mettere in movimento la macchina o le
particolari, proteggersi con occhiali aventi ripari laterali. attrezzature, verificare, regolare e bloccare iI sedile
Limitare la pressione ad un massimo di 2 bar, secondo operatore. Accertarsi pure che non vi siano persone nel
le norme locali antinfortunistiche vigenti. raggio d'azione della macchina o dell’attrezzatura:
suonare l'avvisatore.
- Non far funzionare iI motore di questa macchina in
Iuoghi chiusi senza adeguata ventilazione per eliminare - GIi inibitori di corrosione sono prodotti volatili ed
i gas letali. infiammabili. Usarli in ambienti molto ventilati. Stare
lontano dalle fiamme libere - NON FUMARE - I
- Non fumare, non usare fiamme libere, né causare
contenitori devono essere immagazzinati in locali
scintille nelle vicinanze, quando si procede al
freschi e ventilati ed in modo che non siano accessibili
rifornimento di combustibile o si maneggiano materiali
a personale non autorizzato.
facilmente infiammabili.
- Non portare nelle tasche degli oggetti che possano
- Non servirsi di fiamme come mezzo di illuminazione
cadere, non visti, negli scomparti aperti della
quando si procede ad operazioni o si ricercano "perdite"
dalla macchina. macchina.

- Assicurarsi che tutti gli utensili di dotazione siano - Quando sussiste la possibilità di essere colpiti dalla
sempre in buono stato. NON USARE MAI utensili con proiezione di parti metalliche e simili, usare degli
teste ricalcate ed acciaccate. Portare sempre gli occhiali occhiali di sicurezza con schermi laterali, elmetti,
antiinfortunistici. scarpe speciali e guanti.

V
NORME DI SICUREZZA

- Quando si devono eseguire operazioni di saldatura, - Non tentare mai di verificare o regolare la tensione delle
occorre servirsi delle protezioni antinfortunistiche: cinghie ventilatori con iI motore funzionante.
occhiali scuri, elmetti, tute, guanti speciali e calzari. GIi
- Non regolare la pompa alimentazione combustibile con
occhiali scuri vanno indossati anche da chi non esegue
macchina in movimento.
iI lavoro, se sosta nei pressi durante una saldatura -
NON GUARDARE MAI L'ARCO DELLA SALDATURA - Non lubrificare la macchina quando iI motore é in moto.
SENZA PROTEGGERSI GLI OCCHI IN MODO
ADEGUATO. - Non far funzionare iI motore con le prese d’aria o gli
sportelli o i ripari aperti.
- lmparare bene I'uso dei martinetti ed altri simili
dispositivi di sollevamento e la loro capacità di lavoro.
Ricordarsi che iI punto d’attacco scelto sulla macchina
deve essere adeguato alla spinta prevista e che la zona IMPIANTO ELETTRICO
d'appoggio sulla macchina e a terra deve essere stabile.
- Scollegare sempre le batterie prima di qualsiasi
- II carico sollevato da martinetti è sempre pericoloso: intervento sulle macchine o sull’impianto elettrico
prima di procedere a qualsiasi intervento, occorre (pulizie, riparazioni, manutenzioni) .
trasferire iI peso che grava sui martinetti a mezzi di
supporto adeguati per ottemperare alle misure di - Dovendo utilizzare delle batterie ausiliarie, ricordarsi
sicurezza prescritte dalle norme locali vigenti. che ad entrambe le estremità i cavi devono assere
collegati ai terminali nel modo prescritto: (+) con (+) e
- Le funi metalliche, con I’uso, si sfilacciano: nel (-) con (-). Evitare di cortocircuitare i morsetti. Seguire
maneggiarle proteggersi sempre in modo adeguato attentamente le istruzioni date nella presente
(guanti, occhiali, ecc.). pubblicazione.
- Maneggiare ogni particolare con molta cautela. Tenere - Prima di qualsiasi intervento, accertarsi che l’interruttore
le mani e le dita lontano da interstizi, ruotismi e simili. principale sia stato disinserito.
Usare sempre i capi ed i dispositivi di protezione
approvati. - IL GAS CHE SI SPRIGIONA DALLE BATTERIE E'
MOLTO INFIAMMABILE. Durante le ricariche, lasciare
- Negli impianti pneumatici possono formarsi dei depositi
scoperto iI vano batterie per usufruire di una piú efficace
di acqua prodotti dalla condensa di umidità dovuta alle
ventilazione. Non verificare mai Io stato di carica delle
variazioni delle condizioni atmosferiche: all’occorrenza,
batterie mediante "ponticelli" ottenuti appoggiando
scaricare tali depositi secondo le apposite istruzioni.
oggetti metallici sui morsetti. Evitare scintillamenti o
fiamme nella zona batterie. Non fumare per non
provocare esplosioni.
- Prima di qualsiasi intervento, verificare che non vi siano
AVVIAMENTO perdite di combustibile o di elettrolita: eliminare tali
- Non far funzionare iI motore in ambienti chiusi che non perdite prima di proseguire con iI lavoro. Non ricaricare
dispongano di sistemi adeguati di ventilazione in grado le batterie in ambienti chiusi: accertarsi che la
di eliminare i gas letali di scarico. ventilazione sia adeguata per evitare la possibilità di
esplosioni accidentali dovute all’accumulo dei gas
- Non portare mai la testa, iI corpo, gli arti, i piedi, le mani emanati durante le ricariche.
o le dita, nelle vicinanze di ventilatori o cinghie in
rotazione. Ció vale particolarmente se si tratta di
ventilatori soffianti.
IMPIANTO IDRAULICO
- Un fluido che trafila da un foro molto piccolo puó essere
quasi invisibile ed avere forza sufficiente da penetrare
MOTORE sotto la pelle: in tali casi, dovendo ricercare delle perdite,
- Svitare iI tappo del radiatore molto lentamente, per servirsi di un cartoncino o di un pezzo di legno - NON
FARLO MAI CON LE MANI - Se iI fluido viene a contatto
scaricare la pressione dell’impianto, prima di toglierlo. I
della pelle, rivolgersi immediatamente ad un medico.
rabbocchi di liquido refrigerante devono essere fatti
lnfatti, in caso di mancato pronto trattamento sanitario,
esclusivamente con iI motore fermo.
possono verificarsi delle serie infezioni o dermatosi.
- Evitare che materiali infiammabili possano venire a - Spegnere iI motore ed assicurarsi che tutte le pressioni
contatto del sistema di scarico del motore. Ove ciò non interne dei circuiti siano scaricate prima di rimuovere
sia possibile, dotare la macchina delle necessarie reti di pannelli, scatole, cappucci, tappi o coperchi.
protezione o ripari.
- Dovendo verificare le pressioni dell’impianto servirsi
- Non rifornire la macchina di combustibile mentre iI degli strumenti con lettura fondo scala adatta. Attenersi
motore è in moto, specie se caldo, può favorire l’innesco sempre alle apposite istruzioni.
di un incendio.

VI
NORME DI SICUREZZA

ATTREZZI
- Tenere sempre la testa, iI corpo, gli arti, i piedi e le mani - Le frizioni , i freni della macchina, e gli eventuali attrezzi
lontano dalla lama, dalla benna o dal ripper, quando e dispositivi ausiliari (quali gruppi distributori di comando
sono in posizione sollevata. Prima di procedere cilindri operatori e verricelli) devono sempre essere ben
all'intervento, applicare gli appositi dispositivi di registrati secondo le norme date nei manuali del
sicurezza secondo le norme vigenti. Costruttore.
- Nel caso si debba azionare un attrezzo mediante - Non procedere ad interventi di regolazione con motore
l’impianto idraulico della macchina, per interventi di acceso salvo che non sia previsto da procedure
servizio, ricordarsi che la manovra deve essere sempre prescritte.
eseguita stando al posto di guida. Accertarsi che non vi - AI cambio dei turni di lavoro verificare che non vi siano
siano persone entro iI raggio di azione. Segnalare la viti e/o staffe di montaggio cerchi allentate; se
manovra con l’avvisatore ed a voce. Sollevare l’attrezzo necessario, procedere al serraggio secondo le
lentamente. istruzioni date nella presente pubblicazione.
- Non usare la macchina per trasportare oggetti sciolti,
salvo che si disponga dei dispositivi appositi per tale
scopo.

ATTENZIONE
Assicurarsi che l'attrezzo sia appoggiato a terra prima di riparare, registrare od eseguire la manutenzione delle
macchine aventi un attrezzo comandato idraulicamente, meccanicamente od a mezzo cavi (come ad esempio
escavatori, caricatori, apripista, scrapers ecc.). In caso sia necessario avere l'attrezzo a comando idraulico,
meccanico od a mezzo cavi in posizione parzialmente o totalmente sollevata per poter avere accesso ad alcune
parti della macchina, assicurarsi che l'attrezzo sia opportunamente trattenuto in posizione da mezzi che non siano
i cilindri idraulici di sollevamento, cavi o dispositivi meccanici usati per il comando dell'attrezzo stesso.

VII
NORME DI SICUREZZA

NORME DI SICUREZZA SULLE GUARNIZIONI DI TENUTA

GUARNIZIONI IN VITON (fluoro - elastomeri)

Guarnizioni, soprattutto anelli O-ring in VITON 2) accertare il tipo del materiale della guarnizione per
(solitamente di colore rosso) sono utilizzati nei sistemi identificare se composte con Viton, eseguendo la
soggetti ad alte temperature operative, data la resistenza prova illustrata nell'allegato, su parti di ricambio;
di questo materiale agli effetti del calore. Tuttavia, qualora 3) se si é accertato o vi é il fondato sospetto che si tratti di
questo materiale venga sottoposto a temperature componenti in Viton, la zona inquinata DEVE essere
eccedenti 315 °C ( in pratica solo in caso di incendio o decontaminata prima di proseguire con ulteriori
nell'uso dei cannelli ossidrici o ossiacetilenici), viene operazioni;
emesso acido fluoridico. Questo acido é altamente 4) indossare guanti in gomma neoprene o PVC e occhiali
corrosivo e può causare serie ustioni se viene a contatto o visiera di protezione, lavare accuratamente la zona
con la pelle. inquinata con una soluzione di calce idrata (reperibile
Ogni volta che si debba intervenire su componenti presso commercianti di laterizi) in acqua fino ad
equipaggiati con anelli in Viton per i quali si sospetti ottenere un liquido lattiginoso. Sciacquare
un'avvenuta esposizione a temperature eccessive si accuratamente con vapore o acqua corrente;
devono seguire le seguenti procedure: 5) eliminare i materiali rimossi ed i guanti protezione in
modo sicuro evitando di bruciarli.
1) ispezionare visivamente, senza toccarle, tutte le
guarnizioni che risultano danneggiate da eccessivo
calore. Queste appaiono nere e appiccicose;

PROVA PER DISTINGUERE IL MATERIALE IN GOMMA (BUNA N)


DAL MATERIALE "VITON" (FLUORO ELASTOMERO)

ACQUA ACQUA

TRICLOROETILENE
(TRIELINA)

GOMMA NITRILICA/BUNA N "VITON"


FLUORO ELASTOMERO
GALLEGGIA
VA A FONDO

VIII
D180 Power Steering
D180 LGP
DOZERS

TABELLE DATI TECNICI


D180 LGP
D180 Power Steering
TABELLA DEI RIFORNIMENTI
Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina

ORGANO DA RIFORNIRE Q.TÀ Fluidi e lubrificanti VISCOSITÀ Temperature esterne Classificazione


Litri GRADAZIONE di riferimento internazionale

Impianto di raffreddamento 28 (30) Agriflù Agriflù miscelato al fino a - 35° C Miscela di acqua e liquido anti-
50% con acqua congelante al 50%. La miscela ha
garantisce fino a -35°C proprietà antiossidanti, anticor-
rosive, antiincrostanti, antischiu-
ma ed è incongelabile fino a - 35°C.
Serbatoio combustibile 400 – – – GASOLIO ASTM N°2D
tipo TT di buona qualità e marca
Motore 16 (19) Super Gold SAE 15W - 40 da -15 a 40° C API CF-4/SG oppure
CCMC D4 oppure
SAE 10W - 30 da -25 a 20° C MIL-L-2104 E
Convertitore-cambio 31 (40) Hydropower SAE-10W Per tutte le stagioni ATF Type A Suffix A
Scatola trasmissione 46 (60) Super Gold SAE 15W - 40 da -15 a 40° C API CF-4/SG oppure
sterzo / freni CCMC D4 oppure
SAE 10W - 30 da -25 a 20° C MIL-L-2104 E
Impianto idraulico
attrezzo "BULLDOZER"

D180 Power Steering 110 (130) HI-TECH 46 ISO 46 da -20 a 50° C DIN 51524 PART - 2
D180 LGP 110 (130) ISO VG 46
Riduttori laterali (ciascuno) 33 Hypoide 90 SAE 80W - 90 Per tutte le stagioni API GL5 oppure
MIL-L-2105
Ruote tendicingolo 7 Super SAE 15W - 40 da -15 a 40° C API CE oppure
Rulli e catenarie CCMC D4 oppure
SAE 10W - 30 da -25 a 20° C MIL-L-2104 E
Ingrassatori vari - MG2 Consistenza NLGI2 Per tutte le stagioni –
Pompa ribaltamento cabina 0,5 Hydropower SAE 10W Per tutte le stagioni ATF Type A Suffix A

Nota: Le quantità d’olio indicate sono quelle necessarie alla sostituzione periodica. Se il contenuto di zolfo del combustibile è superiore a
( ) Quantità primo rifornimento. 0,5%, cambiare l’olio motore come segue:

fino al 0,5% di zolfo Cambio periodico

0-1
dal 0,5 al 1% Dimezzare l’intervallo normale
Oltre 1% Un quarto dell’intervallo normale
D180 Power Steering
0-2 D180 LGP

DIMENSIONI PRINCIPALI D180 Power Steering

BULLDOZER HSU + RIPPER

ANGLEDOZER

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0-3

DIMENSIONI PRINCIPALI D180 LGP

BULLDOZER HS + RIPPER

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0-4 D180 LGP

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

MODELLO NUMERO CODICE


MACCHINA MODELLO FHE Power Steering 625.996.00.1
LGP 625.997.00.1
Lunghezza
Trattore nudo (suole 560 mm) mm 4210
Con lama Semi-U mm 5487
Con lama diritta mm 5295
Con lama angledozer mm 5316

Larghezza
Trattore nudo mm 2460
Con lama Semi-U mm 3620
Con lama diritta mm 3384
DIMENSIONI
Con lama angledozer mm 4000

Altezza
Alla sommità tubo di scarico mm 3170
Alla sommità cabina ROPS mm 3235

Carreggiata mm 1900
Luce libera da terra mm 390
Lunghezza cingolo sul terreno mm 2700
Larghezza suola cingolo (std) mm 560

Massa per spedizione


(con cabina ROPS, suole da 560 mm
lubrificanti, refrigerante, 10% combustibile) kg 16940
Massa in condizioni di lavoro
(con cabina ROPS, suole da 560 mm, lama Semi-U
lubrificanti, refrigerante, 100% combustibile, operatore) kg 20180

LGP Massa per spedizione


MASSE (con cabina ROPS, suole da 915 mm,
lubrificanti, refrigerante, 10% combustibile) kg 19400
LGP Massa in condizioni di lavoro
(con cabina ROPS, suole da 915 mm , lama HS
lubrificanti, refrigerante, 100% combustibile, operatore) kg 22720

Velocità max
AVANTI
1a Km/h 4,1
2a Km/h 6,8
3a Km/h 10,6

PRESTAZIONI INDIETRO
1a Km/h 5,1
2a Km/h 8,3
3a Km/h 12,6

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0-5

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Max Trazione alla Barra


AVANTI
1a daN 28500
2a daN 16170
3a daN 9150

INDIETRO
1a daN 21700
2a daN 12200
3a daN 6780

Pressione sul terreno


in Condizioni di Lavoro Kpa 65
PRESTAZIONI in Condizioni di Lavoro + ripper multi denti Kpa 71,5

Pendenza scalabile (AV)


1a 2.8 km/h % 60
a
2 4.7 km/h % 30
3a 9.0 km/h % 10

Tempo ciclo attrezzo frontale (rif. Lama Semi-U)


Tempo sollevamento (da terra a massima altezza) s 2,9
Discesa comandata s 1,4
Flotttante s 1,4

Rumorosità
Interna (CEE 95/27; ISO 6386) dB(A) 81
Esterna (CEE 95/27; ISO 6385) dB(A) 110

Allarme retromarcia
DISPOSITIVI DI Leva sicurezza sinistra
SICUREZZA Blocca l'attrezzo, stacca la trasmissione e inserisce il freno stazionamento
Leva sicurezza destra
Blocca l'attrezzo, stacca la trasmissione e inserisce il freno stazionamento

Costruttore motore - Cummins


Modello motore - 6CT - 8.3

Tipo motore : Iniezione diretta, 4 tempi sovralimentato


Alesaggio e corsa mm 114x135
Cilindrata l 8,3
Numero cilindri - 6
MOTORE ED
ACCESSORI Potenza totale KW 135
Regime rpm 2000
Potenza netta al volano (SAE J1349) kW 128
Potenza netta al volano (DIN 6270) kW 129

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0-6 D180 LGP

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Potenza netta al volano (ISO9249) kW 129


Potenza netta al volano (CEE 80/1269) kW 129
Coppia max Nm 830
Regime coppia max rpm 1300
Limite coppa deg 45
Consumo combustibile (POTENZA MAX) KG/h 30,7

Capacità avviamento
Configurazione standard deg C -12
Con sistema avviamento a freddo deg C -25

Impianto elettrico
Voltaggio impianto V 24
Dimensioni motorino avviamento kW 7,8
Capacità alternatore A 70

Radiatore
Dimensioni scambiatore calore trasmissione - -
Dimensione corpo (acqua) mm 454x1040x114
Materiale corpo
(Tubi in ottone inclinate e sovrapposti con alette in rame) - -
N. tubi per fila - 6
MOTORE ED Passo alette mm 3,5
ACCESSORI
Pressione tappo bar 1,0

Portata pompa acqua (a regime normale) l/min 270

Ventilatore (Soffiante)
Diametro ventilatore mm 762
Passo angolo pala deg 26
Numero pale - 6
Dimensione pala mm 178x258
Rapporto comando (ventilatore/motore) - 0,87:1

Filtro aria
Marca Donaldson
Tipo FHG12-0345

Tipo a secco, due stadi con elemento di sicurezza e


separatore centrifugo
Taratura indicatore intasamento in H2O 25
3
Intasamento iniziale ( @ 13m /min ) -
Limite Cummins : 15 in H2O in H2O 9,4
3
Capacità contenimento polvere ( @ 13 m /min ) -
Limite Cummins: 25 gr/CFM gr/CFM 21
Dimensioni in 12

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0-7

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Prefiltro
Complessivo rotore/centrifuga, utilizza la forza
centrifuga separare contaminanti portati dall'aria efficienza 85%
Gamma di funzionamento raccomandata CFM 350 ÷ 700
MOTORE ED Silenziatore
ACCESSORI
Tipo orizzontale. Sotto cofano.
Dimensioni mm 206x289x740
Contropressione max (Limite Cummins: 76 mmHg) mmHg 75

SERBATOIO Volume totale l 400


COMBUSTIBILE Caratteristiche tappo introduzione -

Marca Twin disc


Modello: 15" MS 335
Tipo: Mono stadio, mono fase
CONVERTITORE Rapporto di stallo - 2,28 : 1
DI COPPIA
E SCATOLA Diametro nominale inc. 15
CONV.
Taratura valvola sovrapressione portata @ 10 l/min bar 10,5
Portata nominale pompa trasmissione @17 bar l/min 66,0
Portata nominale CC @ 3 bar l/min 116,0
Scatola CC in umido con pompa recupero

Tipo: contralberi
Modello: TM 200
Marca FHE
Caratteristiche 3+3 velocità, valvole modulazione per velocità e direzione
Comando elettronico + modo automatico
CPU integrato e comando TM

Capacità presa di forza:


Coppia massima @ 0 rpm daNm 169
Max regime @ 0 torque rpm 2183

Caratteristiche:
TRASMISSIONE Rotazione oraria (dal retro macchina) azionata dal Convertitore di Coppia

Dati albero:
N. denti - 21
Modulo mm 1,5875
Diametro est. mm 34,87

Filtri:
Aspirazione:
Rete metallica + asta magnetica mesh 100

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0-8 D180 LGP

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Linea:
Avvitato Micron 25 abs.
Taratura valvola by-pass bar 3,44
Capacità raccolta @ 3,44 bar (ISO 4572) gr 50
2
Area filtraggio cm 3075
Perdita di carico @ 80 l/min bar 0,71
Pressione nominale elemento bar 34,5
Pressione rottura elemento bar 70

Taratura valvola regolazione trasmissione (@ 66 l/min) bar 17


TRASMISSIONE Radiatore olio corpo in alluminio mm 310x1010x150

Comandi:
Tipo finger tip, comando pivottante FNR pivoting control, interruttori Shift up-down interruttore
neutro
Leve sicurezza

Descrizione modo auto


AL Scalaggio in basso della trasmissione quando il motore scende ad un regime
predeterminato
AS Permette all'operatore di preselezionare la 1a velocità per avanti e 2a per retromarcia
a cambi di direzione

Dimensione albero
ALBERO Meccanico 7C
COMANDO
Lunghezza nominale mm 425

Tipo Gleason type, complessivo pinione modulare, Cuscinetti pinione a lubrificazione forzata
GRUPPO
COPPIA Rapporto: 17/36
CONICA
Modulo: mm 10

La macchina utilizza un sistema di sterzo differenziale; questo consiste di una pompa idraulica,
un motore idraulico, comandi due - moduli epicicloidali e treno di ingranaggi di sterzo.
La trasmissione posteriore ha due ingressi di potenza. Uno dalla coppia conica per le velocità e
avanti & retro, l'altra dal motore per girare.
Il sistema di sterzo è azionato da due "finger tip" leve potenziometriche, sistemate sul lato sini-
stro del posto guida.

Le leve inviano un segnale elettrico al micro processore che comanda due valvole elettro propor-
zionali; queste valvole convertono il segnale elettrico in uno idraulico, per pilotare la sezione
IMPIANTO sterzo della valvola principale.
STERZO
Questa sezione comanda la portata pompa al motore idraulico il quale, attraverso il treno ingra-
naggi sterzo, aziona i due moduli epicicloidali ed il cingolo destro.

Circuito idrostatico aperto che include:


- pompa principale
Lo stesso dell'attrezzo (vedere impianto idraulico) cc/rev 130
- motore idraulico
Disegno ad asse inclinato, pistoni assiali, motore a
portata fissa (con distributore di movimento imbullonato)

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0-9

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Cilindrata cc/rev 90
Pressione massima di funzionamento bar 350
- Distributore sterzo
A centro chiuso
Questa sezione è inclusa nel distributore attrezzo
- Comando sterzo
Comando Electro-Hydraulic con due valvole proporzionali
CPU integrato per lo sterzo e comando TM
- Valvola di priorità
Fornisce la priorità dello sterzo sul comando attrezzo
(sollevamento lama)
- Valvola di riflusso
Provvede alla pressione di entrambi i manipolatori comando
attrezzo ed alle valvole elettro proporzionali bar 30
- Radiatore olio
Corpo in alluminio mm 590x179x63
Taratura by-pass bar 5
IMPIANTO
STERZO Moduli epicicloidali
Vedere schema "treno di potenza"
Rapporto ingranaggi
condizioni traslazione rettilinea - 1.44

Linea sterzo
Vedere schema "treno di potenza"
Rapporto ingranaggi
Motore idraulico a ruota motrice - 192

Prestazioni
Raggio sterzata min. m 1,0
Max velocità diff. cingolo
condizione senza carico Km/h 4,0
Coppia max diff. cingolo
a 350 bar KNm 72

A dischi multipli, azionati da molle, rilasciati dall'olio, raffreddati ad olio


N. di dischi frizione - 5
Diametro esterno mm 350
Diametro interno mm 280
2
Area totale di frizione cm 2771
Materiale di frizione - sinteryzed
FRENI N. molle - 20
Max coppia frenaggio daN 1016
Portata pompa (@ regime max motore) l/min 50
Pressione impianto bar 25

Filtri sterzo
Aspirazione
Rete metallica + asta magnetica mesh 100

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0 - 10 D180 LGP

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Linea:
Avvitato Micron 25 abs.
Regolazione valvola by-pass bar 3,44
Capacità raccolta @ 3,44 bar (ISO 4572) gr 50
2
Area filtraggio cm 3075
FRENI Perdita di carico @ 80 l/min bar 0,71
Pressione nominale elemento bar 34,5
Pressione rottura elemento bar 70

Comparto sterzo
Scatola fabbricata

Contro albero, doppia riduzione, complessivo modulare


RIDUTTORE
FINALE Rapporto totale - 12.286

A segmenti. 9 Elementi
RUOTA N. denti - 27
MOTRICE
Diametro primitivo mm 880,25

TELAIO Struttura fabbricata con due scatolati chiusi


CINGOLO Comparto tendicingolo sigillato

Passo maglia mm 203


N. maglie - 40
Altezza maglie mm 128
Altezza suole mm 71,5
Peso suole per metro Kg/m 38,2
Larghezza suola standard mm 560
Larghezza suole opzionali mm 610
CINGOLATURA
N. rulli cingolo - 7
Sequenza rulli da ruota motrice - SF-DF-SF-DF-SF-DF-SF
Diametro rulli mm 210
N. rulli supporto - 2
Diametro rulli mm 187,5
Diametro tendicingolo mm 690

Guide tendicingolo scorrevoli con striscie d'usura sostituibili


Comparto tendicingolo sigillato. Pistone a grasso per la regolazione tensione cingolo
Molla singola.

SISTEMA Carico nominale complessivo molla daN 19509


TENDICINGOLO
Diametro esterno molla mm 245
Diametro filo mm 53
Diametro stantuffo grasso mm 75
Regolazione valvola sovrapressione bar 900

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0 - 11

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Albero incernieramento (vicino la ruota motrice) e barra trasversale fissa anteriore


Tutti i giunti a lubrificazione permanente
SISTEMA
Diametro albero incernieramento mm 120
SOSPENSIONE
CINGOLO Spessore barra trasversale mm 80
Escursione oscillazione (cingolo) deg ± 3,5
Escursione alla ruota tendicingolo (totale) mm 255

Struttura fabbricata, con due membri principali.

TELAIO Imbullonata alla scatola comp. sterzo


PRINCIPALE
Larghezza telaio principale mm 1040
Larghezza telaio cingolo mm 100 ÷ 145

Struttura fabbricata, con due membri principali.


TELAIO Con parafanghi integrati
SUPERIORE
Larghezza totale telaio superiore mm 1984

Imbullonata alla scatola comparto sterzo


BARRA
TRAINO Diametro perno mm 45
Larghezza barra mm 90

Sistema load sensing, fa ripartizione di flusso con pompa variabile pilotata.


La valvola alimentazione provvede alla pressione di entrambi i comandi manipolatori ed alle
valvole elettro proporzionali.
Una valvola priorità concede la priorità allo sterzo sul comando attrezzo (sollevamento lama).

Pressione impianto
Registrazione valvola sovrapressione doppia (attrezzo/sterzo) bar 190/350
Pressione linea pilotaggio bar 30

Pompa principale
Pompa a pistoni assiali
Regolatori:
IMPIANTO comando potenza costante kW 90 kW @1950rpm
IDRAULICO CUT-OFF pressione bar 350
comando sensore pressione bar 21
Marca Rexroth
Modello A11V0130
Cilindrata Max. cc/rev 130
Velocità pompa a regime massimo motore rpm 1912
Portata Max. pompa l/min 249
Cilindrata min cc/rev 15
Regolazione valvola scarico bar 30

Distributore
Centro chiuso, partizione di flusso, 4 cassetti, con valvola di scarico. Pilotata.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0 - 12 D180 LGP

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Marca Rexroth
Modello 4M7 - 22
Dimensioni nominali mm 22
1° cassetto
Ripper (sollevamento, abbassamento comandato)
2° cassetto
Tilt lama (sinistra, destra)
Portata max l/min 70
3° cassetto
Lama (solevamento, abbassamento comandato, flottaggio, blocco)
4° cassetto
Motore sterzo

Manipolatore
A leva singola per 2° e 3° cassetto
Marca Rexroth
Modello 5THF6

Leva ausiliaria
Leva singola per cassetto ausiliaria
Marca Rexroth
Modello 2TH6
IMPIANTO Cilindri
IDRAULICO
Lama
2-con valvole discesa rapida e valvole limitazione corsa
Alesaggio mm 95
Diam. stelo mm 60
Corsa mm 1250

Tilt (Lama Bulldozer)


Alesaggio mm 140
Diam. stelo mm 70
Corsa mm 126

Tilt (Lama Angledozer)


Alesaggio mm 110
Stelo mm 63
Corsa mm 124

Ripper
Alesaggio mm 100
Stelo mm 56
Corsa mm 480

Serbatoio idraulico
Capacità totale serbatoio l 90

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0 - 13

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Volume serbatoio olio l 70


Capacità circuito olio l 130

Succhieruola
Media rete metallica
Capacità filtraggio micron 250
Regolazione valvola by pass bar 0,2
Portata nominale max. l/min 275
2
Superficie cm 1480
IMPIANTO
IDRAULICO Perdita di carico a portata max bar 0,02

Filtro ritorno
Media carta fibra di vetro inorganica -
Capacità filtraggio micron 10
Regolazione valvola by pass bar 2,5
Regolazione interruttore differenziale bar 2,2
Superficie cm2 9000
Portata nominale max. l/min 440

Cabina:
Cabina interamente chiusa, modulare, inclinabile a 60° a sinistra. Struttura ROPS-FOPS con 4
montanti.
Due porte, due finestre laterali. 4 supporti resilienti.

Descrizione sistemazione cabina


Consolle sinistra:
Con bracciolo (satellite) completamente regolabile che include i comandi Sterzo e Trasmissione.
Sulla consolle si trovano: Interruttori Auto T/M, leva sicurezza sinistra, Cruscotto climatizzazione.

Consolle destra:
Supporto per manipolatore idraulico e leva 3° funzione, leva sicurezza destra bracciolo regolabile,
chiave avviamento, avvisatore acustico, portacenere.
Modulo comando anteriore:
COMPARTO Cruscotto (monitor), interruttori comando, leva acceleratore a mano (DES).
GUIDA
Supporto pedale:
Pedale freno centrale, pedale deceleratore (DES) appoggia piedi (2)
Accessori cabina:
Specchio retrovisore
Tergicristallo anteriore, tergicristalli finestre porte
Tergicristallo finestra posteriore.
Portacenere ed accendisigari
Plafoniera (2)
Radio FM-AM (12V)
Portabibite
Presa 12V per frigo

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0 - 14 D180 LGP

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

No. di bocchette aria - 10

Sedile
Marca Kab
Modello 301
Gamma regolazione mm 150
Altezza regolazione mm 60
Altre caratteristiche
Fodera in stoffa, con cintura di sicurezza e collegamenti

Gruppo riscaldatore
Capacità di riscaldamento Kcal
Filtro:
Mezzo carta di vetro fibra inorganica -
Efficienza - > 65%
Capacità micron 0,3
2
Dimensioni cm 19600
Percentuale ricircolo -
No. di ventilatori -
No. di velocità ventilatore -
Flusso aria max -
COMPARTO
Pressurizzazione max mm H2O
GUIDA
Gruppo condizionatore
Max carica gas gr 2350
Capacità raffreddamento -
Percentuale ricircolo -

Compressore
Marca Sanden
Modello SD7H1SMD7948
Velocità nominale (a regime massimo motore) rpm -
Regolazione valvola termostato -

Condensatore
Dimensioni mm -
No. di ventilatori - 3
Diametro ventilatore mm -
Dimensione ventilatore kW -

Sistema ribaltamento
Cilindro ribaltamento
Doppia azione con valvole fine corsa
Marca Weber
Diametro mm 45

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0 - 15

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Pompa a mano

COMPARTO Doppia azione con serbatoio olio


GUIDA Marca Weber
Cilindrata nominale cc 3,6

Alternatore
Marca Delco-Remy
Modello EE9059
Capacità 24V - 70A

Motorino avviamento
Marca Delco-Remy
Modello ST 9099
Capacità 42MT - 7,8 KW

Batterie
No. elementi 2
Collegamenti n. serie
Marca Magneti Marelli
Capacità Ah 160 - 12V
Scarica A 650

Impianto illuminazione
No. elementi -
IMPIANTO 2 fari anteriori +2 luci lavoro laterali W 70
ELETTRICO
2 luci lavoro posteriori W 70

Altri componenti principali


Commutatore principale manuale
Solenoide arresto motore FV 9187
Fusibili link A 50 & 80
Scatole fusibili 2 x 11 fusibili
Chiave avviamento quattro posizioni Hitachi
Cruscotto 24 V MC Elettronica
Contagiri motore digitale
Contaore digitale
Livello combustibile indicatore di livello
Temperatura refrigerante indicatore di livello
Display sterzo/trasmissione digitale
Valvole sterzo (no.2) proporzionali
Solenoidi comando trasmissione (no. 4) on-off
Segnalatore retromarcia P.I. 109 dB(A)-1000Hz
Unità comando elettronico Trasmissione e Sterzo Rexroth

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0 - 16 D180 LGP

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Due bracci spinta incernierati al telaio cingolo con giunto sferico. Regolazione tilt idraulica e
inclinazione meccanica. Compensatore Equistatic.

Perni
Diametro mm 120

Bracci spinta
Altezza bracci mm 200
Diametro giunto sferico anteriore mm 108

Lama diritta:
Larghezza (lama) mm 3350
Larghezza (estremità angolari) mm 3385
Altezza mm 1215
3
Capacità nominale m 3,9
Sollevamento max mm 1090
Penetrazione nel terreno mm 450
Tilt max mm 830
Inclinazione max deg ± 5° 30'
ATTREZZO Componenti d'usura:
BULLDOZER
Due angolari + tre coltelli reversibili
Spessore coltelli mm 20
Forza di strappo (cilindri sollevamento)
Forza di strappo (cilindro tilt)

Lama semi-U
Larghezza (lama) 3460
Larghezza (estremità angolari) mm 3620
Altezza mm 1425
Capacità nominale mm 5,62
3
Sollevamento max m 1090
Penetrazione nel terreno mm 475
Tilt max mm 850
Inclinazione max deg ± 5° 30'
Componenti d'usura: -
Due angolari + tre coltelli reversibili
Spessore coltelli mm 20
Forza di strappo (cilindri sollevamento) -
Forza di strappo (cilindro tilt) -

Arcone a "C" incernierato al telaio cingolo con giunti sferici.


ATTREZZO Regolazione idraulico tilt e regolazione meccanica inclinazione.
ANGLEDOZER
Guide laterali.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0 - 17

DATI CARATTERISTICI D180 Power Steering/LGP

Altezza bracci
Diametro Giunto sferico anteriore mm 200

Lama angledozer
Larghezza (lama) -
Larghezza (estremità angolari) 4000
Altezza 1030
3
Capacità nominale m 3,18
Sollevamento max mm 1148
ATTREZZO
ANGLEDOZER Penetrazione nel terreno mm 452
Tilt max mm 380
Inclinazione max deg 5°30'
Componenti d'usura: -
Due angolari + tre coltelli reversibili
Spessore coltelli mm 20
Forza di strappo (cilindri sollevamento) -
Forza di strappo (cilindro tilt) -

Ripper PD180 a parallelogramma


Due cilindri a doppia azione
Alesaggio x Diametro steli stantuffi mm 100 X 56
Corsa mm 480
Lunghezza chiuso mm 845
Lunghezza esteso mm 1325

Supporto cilindri e bracci attrezzo in struttura scatolata saldata


Denti H.D. semi curvi e punte sostituibili
No. denti 3

RIPPER Dimensioni (secondo Iso 6746/2) -


MULTIDENTI Profondità rippaggio mm 508
Larghezza rippaggio mm 1900
Luce libera sotto il dente con ripper sollevato mm 503
Luce libera sotto la trave denti con ripper abbassato mm 390
Larghezza totale mm 2130
Forza di starppo daN 15800
Forza di penetrazione daN 6215
Massa Kg 1600
Massa dente (3 denti) Kg 410
Aumento olio idraulico lt 10

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0 - 18 D180 LGP

DATI DI CONTROLLO SULLA MACCHINA

MOTORE
Potenza netta al volano ( ISO 9249 ) kW 180 HP/ 134
Regime minimo 830 ÷ 970
Regime massimo a vuoto 2080 ÷ 2220
Stallo attrezzo rpm 2070 ÷ 2210
Stallo convertitore/trasmissione rpm 1710 ÷ 1850
Stallo totale rpm 1640 ÷ 1840

Lubrificazione
A regime minimo (minimo ammesso) bar 0,69
A regime massimo (minimo ammesso) bar 2
Pressione by-pass filtro bar 1,68
Temperatura termostati C° 81÷ 83
Taratura temperatura max C° 95
Taratura iniettori BOSCH bar 260 ÷ 270

TRASMISSIONE
Valvola sovrapressione bar 17
Valvola sicurezza convertitore di coppia bar 10,5
Valvola sovrapressione olio lubrificazione bar 3
Pressione principale bar 16,5 ÷ 17,5
Pressione frizione 1a velocità bar 16,5 ÷ 17,5
Pressione frizione 2a velocità bar 16,5 ÷ 17,5
Pressione frizione 3a velocità bar 16,5 ÷ 17,5
Pressione frizione avanti bar 16,5 ÷ 17,5
Pressione frizione retromarcia bar 16,5 ÷ 17,5

IMPIANTO FRENI
Alimentazione freni bar 22.5 ÷ 27.5
Pressione regolata da valvola pedale freni bar 18 ÷ 22

IMPIANTO IDRAULICO (attrezzo/sterzo)


Pressione alimentazione bar 31.5 ÷ 35.0
Pressione max. ( attrezzo/sterzo ) bar 190/350
Attesa @ neutro bar 28 ÷ 32
Attesa @ flotttante bar 28 ÷ 32
Delta LS bar 21
Selezione flottante bar 25
Taratura valvola scarico ( @10 l/min ) bar 28 ÷ 32

CINGOLATURA
Taratura valvola sovrapressione bar 900

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 LGP
D180 Power Steering
TABELLA PESI D180 Power Steering
Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina

POSTO GUIDA ATTREZZI SUOLE (mm) CINGOLO COMBUSTIBILE


MACCHINA PESO
LAMA DOZER OPERATORE
BASE CABINA TETTUCCIO ANGLE RIPPER 560 610 STD LUNGO 10% 100% TOTALE
DOZER SEMI-U
X X X X X X X 19920
X X X X X X X 20150
X X X X X X X 19760
X X X X X X X X 22160
X X X X X X X 19620
X X X X X X X 19850
X X X X X X X 19460
X X X X X X X X 21860 P
X X X X X X X 20070 E
X X X X X X X 20300 S
I
X X X X X X X 19910
X X X X X X X 19770 O
X X X X X X X 20000 P
X X X X X X X 19610 E
X X X X X X X 20670 R
A
X X X X X X X 20900
T
X X X X X X X 20510 I
X X X X X X X 20370 V
X X X X X X X 20600 I
X X X X X X X 20210
X X X X X X X 20840
X X X X X X X 21070
X X X X X X X 20680
X X X X X X X 20540
X X X X X X X 20770
X X X X X X X 20380

X X X X X 16910 S
X X X X X 17060 P
E
X X X X X 17660 D
X X X X X 17830 I
X X X X X 16610 Z
I
X X X X X 16760 O

0 - 19
X X X X X 17360 N
X X X X X 17530 E
D180 Power Steering
0 - 20 D180 LGP

TABELLA PESI D180 LGP

COMBUST. PESI

MACCHINA DOZER
CAB. TETTUCCIO OPERAT. 10% 100% TOTALI
BASE DIRITTO
X X X X X 22340 PESI
X X X X X 22040 OPERATIVI

X X X 19020 PESI
X X X 18720 SPEDIZIONE

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0 - 21

LISTA DEI PESI DEI PRINCIPALI COMPONENTI ASSISTENZIALI

KG LB
Complessivo motore 861 1898
Motore (con filtro aria e silenziatore) 700 1543
Complessivo convertitore coppia (con pompe) 161 355
Convertitore coppia + scatola 91 201
Pompa principale 60 132
Pompa freni 10 22
Pompa trasmissione & convertitore 10 22
Complessivo radiatore (vuoto) 120 265
Giunto cardanico 16 35
Complessivo trasmissione 530 1168
Complessivo comparto sterzo (con riduttori laterali) 3060 6747
Complessivo comparto sterzo 1654 3647
Complessivo pignone conico 30 66
Coppia conica 25 55
Albero corona conica 30 66
Complessivo modulo sterzo (ognuno) 235 518
Scatola avviamento 905 1995
Corona dentata 19,1 42
Supporto, corona dentata 12,2 27
Motore idraulico 41 90
Complessivo coperchio (compresi ingranaggi) 122 269
Complessivo riduttori laterali (ciascuno) 703 1550
Albero incernieramento 65 143
Barra oscillante 160 353
Complessivo catena cingolo (suole 560 mm, 40 elementi) 1463 3225
Suole (560 mm, ciascuna) 21 46
Complessivo telaio cingolo 1347 2970
Telaio cingolo 797 1757
Rullo cingolo (ciascuno) 53 117
Rullo supporto (ciascuno) 32 71
Complessivo tendicingolo 233 514
Complessivo ruota tendicingolo 212 467
Guida cingolo (ciascuna) 20 44
Serbatoio combustibile (vuoto) 180 397
Serbatoio idraulico (vuoto) 120 265
Batteria (ciascuna) 49 108
Scatola batterie 20 44
Posto guida (cabina) 950 2094

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0 - 22 D180 LGP

LISTA DEI PESI DEI PRINCIPALI COMPONENTI ASSISTENZIALI

KG LB
Posto guida (tettuccio) 0
Telaio superiore 480 1058
Supporto cofano 85 187
Cofano 25 55
Pannello laterale (superiore) 25 55
Pannello laterale (inferiore) 10 22
Griglia anteriore 30 66
Distributore idraulico 35 77
Cilindro sollevamento (ciascuno) 110 243
Cilindro giogo (ciascuno) 1860 4101
Lama semi-U (con equistatic+spintori) 100 220
Braccio spinta (ciascuno) 350 772
Cilindro tilt 80 176
Perno incernieramento (ciascuno) 35 77
Lama angle con spintori 1430 3153
Arcone 1140 2513
Complessivo ripper 2010 4431
Dente (ciascuno) 137 302
Ripper più cilindro 1600 3527
Telaio principale (con protezioni inferiori) 1470 3241

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0 - 23

TABELLA DEL BARICENTRO

Configurazione macchina:

HG LG
Macchina base + lama HSU + Ripper
Lama sul terreno e ripper sul terreno 835 1285
Lama sul terreno e ripper a max altezza 880 1320
Lama a max altezza e ripper sul terreno 930 1270
Lama a max altezza e ripper a max altezza 980 1310

Macchina base + lama HA + Ripper


Lama sul terreno e ripper sul terreno 780 1285
Lama sul terreno e ripper a max altezza 965 1345
Lama a max altezza e ripper sul terreno 812 1265
Lama a max altezza e ripper a max altezza 1020 1312

Macchina base + lama HSU


Lama sul terreno 780 1575
Lama a max altezza 935 1565
- -

Macchina base (no ripper no lama) 910 1230

Nota: LG = Distanza orizzontale da ruota motrice C/L


HG = luce libera da terra

HG

LG

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0 - 24 D180 LGP

ISTRUZIONI GENERALI

MONTAGGIO GUARNIZIONI DI TENUTA PER AL- SMONTAGGIO E MONTAGGIO ANELLI ELASTICI


BERI ROTANTI DI TENUTA ROTANTE

Osservate le seguenti avvertenze: Smontare gli anelli come segue:

- prima del montaggio, mantenere mezz'ora le guar- - premere sull'anello in modo che una estremità e
nizioni a bagno nello stesso olio di cui faranno te- parte della circonferenza interna aderiscano sul
nuta; bassofondo della relativa sede (a);

- pulire accuratamente l'albero ed assicurarsi che la - mantenere l'anello nella posizione suddetta e, agen-
superficie di lavoro dello stesso non risulti danneg- do con una punta da tracciare sull'altra estremità,
giata; sganciare i dentini come rappresentato in figura (a).

- orientare il labbro di tenuta verso il fluido; nel caso


di labbro idrodinamico le rigature devono risultare
orientate in modo che considerando il senso di ro-
tazione dell'albero, tendano a riportare il fluido ver-
so l'interno del mezzo di tenuta;

- spalmare sul labbro di tenuta un velo di lubrificante


(olio da preferire al grasso);

- introdurre la guarnizione nella relativa sede pres-


sandola oppure impiegando un punzone con su-
perficie di contatto piana; evitare in modo assoluto
di colpirla con martello o mazzuolo;

- durante il piantaggio, assicurarsi che la guarnizio-


ne venga introdotta perpendicolarmente rispetto
alla sede ed a piantaggio ultimato, accertarsi nei
casi richiesti che risulti a contatto dello spallamento;

- ad evitare che il labbro di tenuta della guarnizione a


sia danneggiato dall'albero, è consigliabile, duran-
te il montaggio delle due parti, interporre una guar-
nizione adeguata.

MONTAGGIO GUARNIZIONE O-RING

Lubrificare le guarnizioni prima di inserirle nelle ri-


spettive sedi ad evitare che, durante la fase di mon- Rimontare gli anelli elastici come segue:
taggio, tendano a rotolare su se stesse ed alterino
così il corretto posizionamento assumendo una po- - premere sull'anello in modo che una estremità e
sizione attorcigliata che ne pregiudicherebbe la te- una parte della circonferenza interna aderiscano
nuta. sul bassofondo della relativa sede (b);

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0 - 25

- montare l'anello nella posizione predetta ed agire PULIZIA


sull'estremità libera sollevandola (b) e spostando
la finché i due dentini si aggancino correttamente Dopo aver staccato l'impianto elettrico, pulire accu-
(c). ratamente le parti da smontare, preferibilmente con
un getto di vapore.

In molte officine di riparazione o di servizio vengono


impiegati composti caustici per eliminare tracce di
grasso, sporcizia, vernice e resti di guarnizioni, ecc.,
dai particolari. Tali composti sono molto utili ed effi-
caci se impiegati correttamente, ma possono causa-
re danni considerevoli a certi materiali.

Materiali come l'alluminio, la gomma, le fibre, il bron-


zo sinterizzato e gli agenti leganti sono particolar-
mente sensibili a tutti i composti caustici ad alta con-
centrazione.
Alcuni scambiatori di calore sono costruiti con alette
di alluminio. Per la pulizia sia interna che esterna di
tali organi si consiglia l'uso di solventi che non reagi-
b scono con l'alluminio.

SMONTAGGIO

E' sempre raccomandabile per qualsiasi intervento


sul motore o su altri gruppi staccati dalla macchina,
impiegare gli appositi cavalletti di supporto.

Tenere disponibili cestelli o contenitori sufficienti per


immagazzinare i particolari smontati di piccole dimen-
sioni. Curare particolarmente le superfici lavorate dei
vari organi, appoggiandoli, dopo lo smontaggio, su
scaffali o blocchetti di legno.

c Smontando particolari identici, come le valvole


punterie, ecc. riporli in contenitori adatti, per poter
ristabilire lo stesso ordine di accoppiamento al mon-
taggio.

CONSIGLI PER LO SMONTAGGIO E IL MONTAG-


GIO DEI GRUPPI MONTAGGIO

Le seguenti informazioni, di carattere generale, han- Pulire accuratamente tutti i particolari da rimontare
no lo scopo di facilitare lo smontaggio o montaggio come descritto nei vari paragrafi del manuale.
dei gruppi. Si raccomanda l'impiego degli attrezzi specifici illu-
strati nel manuale.
Devono quindi essere lette e tenute presenti durante
l'esecuzione del lavoro. NOTA: per l'applicazione di mastici adesivi di tenuta
attenersi alle modalità prescritte sui vari prodotti in
commercio.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0 - 26 D180 LGP

La FIAT-HITACHI EXCAVATORS S.p.A. prescrive, se TUBAZIONI AD ALTA PRESSIONE, RACCORDI,


non diversamente specificato, i seguenti mastici TUBI FLESSIBILI E RIGIDI
adesivi: VIT Tipo C, oppure RHODORSIL CAF 1,
oppure LOCTITE 510. In questo capitolo sono riportati suggerimenti e pro-
cedimenti, più corretti, da seguire per il montaggio
Ogni qualvolta sia possibile, piantare le boccole sino delle tubazioni e dei relativi raccordi.
alla corretta posizione, impiegando una pressa. Se
risulta necessario impiegare un martello per il mon- - Mantenere puliti tutti i filetti interni.
taggio di una boccola, usufruire di un adatto punzone - Togliere i tappi immediatamente prima di fare i col-
per evitare il danneggiamento delle boccole stesse. legamenti e tappare subito le aperture rese libere.
- Non usare o riutilizzare semiflange deformate oltre
Lubrificare i cuscinetti a sfera prima di montarli e le i 0,6 mm al centro (vedere figura).
boccole prima di montare i relativi perni. Lubrificare il - Assicurarsi che la sede degli o-ring non sia dan-
labbro di tenuta su tutte le guarnizioni di tenuta, pri- neggiata.
ma di introdurle. - Lubrificare gli o-ring.
- Assicurarsi che gli o-ring siano a posto nelle loro
Ogni qualvolta sia possibile, si devono impiegare guar- sedi.
nizioni di tenuta nuove; in particolare si devono sem- - Serrare in modo regolare per evitare distorsioni o
pre impiegare nuove guarnizioni piane per la testa danni agli o-ring.
cilindri del motore. - Montare le tubazioni e le fascette di sostegno la-
sciando quest'ultime un poco allentate (serrare la
Impiegare viti delle dimensioni e caratteristiche indi- fascetta dopo il serraggio dei raccordi).
cate facendo riferimento ai numeri di ordinazione del - Assicurarsi che i tubi possano raggiungere la corri-
Catalogo parti di Ricambio. spondente parte da collegare senza posizioni for-
zate.
Ove indicato, si devono impiegare rondelle di sicu- - Se un tubo é montato diritto lasciargli uno spazio
rezza, copiglie, fili metallici di bloccaggio, ecc. sufficiente ad assorbire le contrazioni dovute alla
pressione.
Rispettare al montaggio le coppie di serraggio pre- - I tubi non devono essere avvolti su se stessi (vede-
scritte ed indicate nella sezione "Coppie di serraggio" re figura) oppure toccarsi tra di loro o toccare altri
di questo manuale impiegando un'adatta chiave parti, specialmente in movimento.
dinamometrica.

I dadi autobloccanti devono essere sostituiti ad ogni


smontaggio, per garantire costantemente una buona
tenuta all'allentamento.

Errato Corretto

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0 - 27

- Assicurarsi che la dimensione delle fascette sia esat-


ta in relazione al diametro del tubo da stringere onde
evitare possibili sfregamenti (vedere figura).

Errato Corretto

- Non montare la fascetta su una curva di raggio mi-


nimo per evitare che sotto pressione si generino
degli sforzi nel tubo (vedere figura: la parte tratteg-
giata indica la contrazione che può fare il tubo per
azione della pressione).
- Assicurarsi che le fascette siano montate nella giu-
sta posizione onde tenere il tubo distante dagli osta-
coli (vedere figura).

Errato

Corretto

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0 - 28 D180 LGP

GUARNIZIONI O-RING - Campi di utilizzo

DESIGNAZIONE ELASTOMERO BASE TEMERATURA CAMPO D'IMPIEGO


DI UTILIZZO
(*)

OLIO E GRASSO MINERALE, LIQUIDI


- 40 “ 120°C REFRIGERANTI, GASOLIO, ACQUA
FINO A 70°C, ARIA FINO A 100°C

NBR NITRILE BUTADIENE


IDENTICA COMPATIBILITA' DELL'NBR
- 30 “ 125°C 60 “ 75 IRHD, MIGLIORE RESISTEN-
ZA ALLA ESTRUSIONE, IMPIEGO
SOLO COME GUARNIZIONE STATICA

CARBURANTI IN GENERE, FLUIDI


FLUOROCARBONIO ININFIAMMABILI, ACIDI, SOLVENTI,
FPM (VITON) - 40 “ 200°C OLIO MINERALE.
DA IMPIEGARE CON TEMPERATURE
> 100°C

LIQUIDO FRENI (DOT 3), VAPORE,


ACQUA CALDA, OLIO E GRASSO AL
EPDM ETILENE PROPILENE - 40 “ 150°C SILICONE
ATTENZIONE: DA NON UTILIZZARE
CON OLIO E GRASSO MINERALE

ARIA, GAS ACQUA, OLIO MINERALE


AD ALTO PUNTO DI ANILINA, VAPO-
MVQ SILICONE -60 “ 200°C RE IMPIEGO SOLO COME GUARNI-
ZIONE STATICA

NOTE:
(*) Temperature previste per applicazioni statiche, fornite a titolo indicativo.

O-RING CORRETTAMENTE O-RING SOTTO ESTRUSIONE ROTTURA


INSTALLATO PRESSIONE DELL'O-RING DELL'O-RING

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0 - 29

CONTROLLI DIAGNOSTICI
GENERALITA' e) Diagnosi

Per una veloce diagnosi degli inconvenienti, si consi- Una volta individuato l'inconveniente, fare una lista
glia di attenersi alle seguenti regole: delle possibili cause con l'aiuto di quanto suggerito
nel capitolo relativo al gruppo in questione ed indivi-
duare quella giusta mediante prove pratiche, inco-
a) Conoscenza della macchina. minciando dalle cause più probabili e dalle prove di
più semplice esecuzione.
Non é possibile ricercare le cause e formulare la dia-
gnosi degli inconvenienti senza avere una buona
conoscenza della macchina. Si raccomanda quindi
di leggere attentamente le descrizioni contenute nei
Manuali delle riparazioni sulla costituzione e sul fun-
zionamento dei vari gruppi.

b) Controllo insieme con l'operatore.

Molti inconvenienti sono originati da un cattivo uso, o


da una manutenzione insufficiente. Verificare con
l'operatore se in precedenza la macchina ha avuto
inconvenienti simili agli attuali e se gli eventuali inter-
venti sono stati eseguiti con le attrezzature adeguate
e con ricambi originali. Controllare inoltre le condi-
zioni ambientali di lavoro della macchina ed accerta-
re come viene eseguita la normale assistenza.

c) Manovra della macchina.

Il modo migliore per accertare le condizioni della mac-


china, é di provarla in condizioni effettive di lavoro. In
tale occasione verificare:
- il corretto funzionamento della strumentazione di
controllo;
- il rendimento della macchina;
- eventuali odori o segni di surriscaldamento;
- i rumori diversi da quelli del normale funzionamen-
to; individuarne la provenienza e le condizioni di
funzionamento alle quali esse si verificano.

d) Ispezione della macchina.

Dopo la prova di cui al punto c, fermare la macchina


e fare un controllovisivo ad essa. Controllare se nei
vari gruppi ci sono perdite di fluidi, bulloni lenti, rottu-
re o deformazioni varie, ecc.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0 - 30 D180 LGP

UNITA' DI MISURA CLASSIFICAZIONE DEI PARTICOLARI UNIFICATI


PER LA DETERMINAZIONE DELLE COPPIE DI
Le unità di misura nel presente manuale sono quelle SERRAGGIO
adottate dal Sistema Internazionale (S.I.), in sostitu-
zione di quelle previste precedentemente dal siste-
ma M.K.S. NOTA - Qualora, nelle diverse sezioni, non fosse in-
dicata la coppia di serraggio, consultare la tabella
Forza: decanewton (daN), sostituisce chilo- "COPPIE DI SERRAGGIO", solo dopo aver esatta-
grammo (kg) mente identificato il particolare.

Pressione: bar, sostituisce kg/cm2


Quest'ultimo é individuato da un numero codificato
Coppia: decanewton x metro (daN m), sostitui- di otto cifre atte a disegnare completamente il parti-
sce kg m colare.

Per la conversione delle unità di misura, vale la se-


guente tabella: Esempio:
I / a b c d e / f g

moltiplicare per per ottenere

Forza kg 0,9807 daN


I - Numero indice del normale
2
Pressione kg/cm 0,9807 bar
E' rappresentato sempre dalla cifra 1. Tale numero
Coppie kg m 0,9807 daN m indica che il particolare può essere prodotto in varie
versioni che differiscono per il materiale e per il rive-
stimento.

NOTA - Per le comuni esigenze riparative, si possono


ritenere valide le seguenti uguaglianze: a - b - c - d - e - Numero base del normale
kg = daN; kg/cm2 = bar; kg m = daN m.
E' un numero composto sempre da cinque cifre che
individua il particolare nelle sue caratteristiche di-
mensionali.
Per la conversione delle unità di misura da Sistema
Internazionale a Sistema anglosassone riferirsi alla
Tabella seguente:
f - Numero indice del materiale
moltiplicare per per ottenere
Tale numero indica il materiale previsto per un deter-
minato particolare. Il suo significato é indicato
Massa kg 2,205 Ib
nella tabella successiva.
Lunghezza mm 0,03937 in.

Pressione bar 14,5 p.s.i.


g - Numero indice del rivestimento
Coppia daN m 7,373 lb.ft
E' un numero indicante il rivestimento previsto per un
determinato particolare.
Portata l/min 0,2199 gal/min (UK)
0,2641 gal/min (US)

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP 0 - 31

Classe di resistenza e tipo di materiale


N° indice del
materiale ( f )
FIAT UNI DIN SAE BSI BNA

0 R 40 D - 4S - 4A 1 A 42

1 R 50 5S - 6S 3 P 56

2 R 80 8G 5 T 80

3 R 100 100 10K 8 V 100

4 Ottone Ottone Messing Brass Brass Laiton

5 Alluminio Alluminio Aluminium Aluminium Aluminium Aluminium

6 Rame Rame Kupfer Copper Copper Cuivre

7 Libero per altri materiali metallici

AVVERTENZE

- Lubrificare con olio motore la bulloneria fino al dia-


metro 24, con sego i diametri maggiori.

- La tolleranza sulle coppie di serraggio è di ± 5%.

- Le classi di resistenza R80, R100, R120, devono


essere intese come segue:

10.9 sostituisce R 100

12.9 " R 120 } per viti

10

12
sostituisce R 80

sostituisce R 100 } per dadi

CDT = cadmiato; FOSF = fosfatato; ZNT = zincato.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
0 - 32 D180 LGP

TABELLA COPPIE DI SERRAGGIO

Qualora nelle singole sezioni non fosse espressamente indicata la coppia di serraggio delle viti e dei dadi, la
stessa può essere ricavata dalla tabella riportata nella pagina seguente:

DADI (ZNT) VITI (ZNT / DEIDR)

Classe di resistenza: 10 ( R 80 ) Classe di resistenza: 10,9 ( R 100 )

Diametro normale tipo basso con anello di poliammide Diametro normale autoblocc.
e passo e passo ZNT ZNT
normale tipo basso
mm daNm daNm daNm daNm mm daNm daNm

M6 x 1 1,3 1,2 - - M6 x 1 1,3 -

M8 x 1,25 3,2 2,6 3,9 3,2 M8 x 1,25 1,3 3,5

M10 x 1,25 7,2 5,2 8,2 6,2 M10 x 1,25 7,1 7,9

M10 x 1,5 6,5 5 7,7 6 M10 x 1,5 6,5 7

M12 x 1,25 13 8,7 14,5 10,2 M12 x 1,25 12,7 13,9

M12 x 1,75 11 8,1 12,9 9,6 M12 x 1,75 11 12

M14 x 1,5 19,5 13 21,6 15 M14 x 1,5 20 22

M14 x 2 18 12,5 20 14,6 M14 x 2 18 19

M16 x 1,5 30 17 34 20 M16 x 1,5 30 33

M16 x 2 - - - - M16 x 2 - -

M18 x 1,5 45 25 50 29 M18 x 1,5 45 48

M18 x 2,5 - - - - M18 x 2,5 - -

M20 x 1,5 60 30,5 64,5 35 M20 x 1,5 60 65

M20 x 2,5 - - - - M20 x 2,5 - -

M22 x 1,5 80 41 - - M22 x 1,5 80 90

M22 x 2,5 - - - - M22 x 2,5 - -

M24 x 2 100 47 108 52,5 M24 x 2 100 110

M24 x 3 - - - - M24 x 3 - -

M27 x 2 95 40,1 - - M27 x 2 100 -

M30 x 2 130 49,9 - - M30 x 2 140 -

M33 x 2 170 - - - M33 x 2 190 -

M36 x 3 220 - - - M36 x 3 240 -

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
SEZIONE 1

MOTORE
INDICE

CAPITOLO ARGOMENTO PAG.

1.1 CARATTERISTICHE GENERALI .............................................................................. 1

1.2 DATI MOTORE SERIE "C" ...................................................................................... 3

1.3 SCHEMI DEL MOTORE SERIE "C" ........................................................................ 6

1.4 FISSAGGIO MOTORE SU TELAIO ......................................................................... 9

1.5 REGISTRAZIONE TIRANTERIA ACCELERATORE .................................................. 10


D180 Power Steering
D180 LGP MOTORE 1-1

1.1 CARATTERISTICHE GENERALI

1. Il motore della Serie C è un diesel per impieghi


gravosi caratterizzato da molti concetti progetta-
tivi tendenti alla semplicità ed alla compattezza.

Lunghezza Larghezza Altezza Peso


mm mm mm Kg
Serie C 1118 679 694 606

2. Il motore incorpora, in un’unica soluzione, tutte le Tecnologia


caratteristiche più importanti e i vantaggi della · Cilindri in Linea
moderna tecnologia dieselistica. · Raffreddamento ad Acqua
· Quattro Tempi
· Turbocompresso
· Iniezione Diretta
· Dimensioni Metriche
· Raffreddamento a flusso d’aria

3. Il motore è stato progettato interamente con spe-


cifiche metriche. La sola deroga a queste specifi- Componenti motore
che riguarda l’uso di raccordi per tubazioni e tappi · Specifiche metriche
con standard SAE. Le specifiche degli accessori
varierà a seconda del fornitore. Le pubblicazioni
tecniche riportano i valori metrici con i valori SAE
equivalenti.
Raccordi tubi e tappi
· Standard SAE

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
1-2 MOTORE D180 LGP

Identificazione motore

Targhetta dati del motore


La targhetta dati del motore contiene i dati di identifi-
cazione ed altre importanti informazioni sul motore.

Avere i seguenti dati del motore a portata di mano


quando si parla con un centro di riparazioni autorizza-
to Cummins. Le informazioni sulla targhetta dei dati
sono obbligatorie quando si reperiscono parti di servi-
zio.

1. Numero di serie del motore (E.S.N.)


2. Lista di controllo delle parti (CPL)

NOTA: Salvo approvazione Cummins Engine


Company, Inc., non cambiare la targhetta dati moto-
re.

2 1

Nomenclatura
4. I motori sono designati nel modo seguente:
Modello di motore industriale
La prima cifra indica il numero dei cilindri, la lette- 6 C T A 8.3
ra seguente denota la serie del motore, le lettere
rimanenti indicano l’alimentazione aria N° cilindri
(T=turbocompresso), e i numeri terminali indica- Serie C
no la cilindrata in litri. Turbocompresso
Postraffreddamento
Cilindrata in litri

5. La cilindrata del motore è di 8,27 litri, l’alesaggio Caratteristiche motore serie


è di 114 mm e la corsa è di 135 mm.
L’ordine di scoppio è uguale a tutti gli altri motori Cilindrata 8.27 litri
Cummins a 6 cilindri in linea, 1-5-3-6-2-4. Alesaggio 114 mm
Corsa 135 mm
Ordine di scoppio 1-5-3-6-2-4

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP MOTORE 1-3

1.2 DATI MOTORE SERIE "C"

Generalità

Alesaggio: .................................................................................................................... 114 mm [4.49 in]


Corsa: .......................................................................................................................... 135 mm [5.32 in]
Cilindrata: ................................................................................................................. 8,27 Litri [504.5 in3]
Regime potenza max ................................................................................................... 2000 g/min-[rpm]
Potenza netta al volano (SAE J1349) ......................................................................................... 127 kW
Massima Coppia ................................................................................ ....... 83 da Nm (a 1300 g/min)
Giri motore a vuoto e con i vari stalli:
Minimo a vuoto ................................................................................................... 920±100 g/min
Massimo a vuoto ................................................................................................ 2150±50 g/min
Stallo Attrezzo .................................................................................................... 2080±70 g/min
Stallo Convertitore .............................................................................................1780±100 g/min
Stallo Totale ( Attrezzo + Convertitore) ................................................................ 1510±100 g/min
Rapporto compressione ............................................................................................................. 17,3 : 1

Sequenza iniezione: .............................................................................................................. 1-5-3-6-2-4


Gioco valvole
Aspirazione: ......................................................................................................... 0,30 mm [0.012 in]
Scarico: ............................................................................................................... 0,61 mm [0.024 in]
Rotazione motore (visto dal lato anteriore motore): ........................................................................ Oraria
Aspirazione .................................................................................................................. Turbocompresso

Peso motore (con accessori standard)


Peso a secco: ................................................................................... 603 a 612 kg [1330 a 1380 lbs]
Peso rifornito (con fluidi motore) ........................................................ 635 a 658 kg [1400 a 1450 lbs]

Impianto lubrificazione

Pressione olio
Al minimo (minimo ammesso) .................................................................... 0,69 bar (69 kPa) [10 psi]
A regime (minimo ammesso) ........................................................................ 2 bar (207 kPa) [30 psi]
Differenza pressione per apertura valvola by-pass filtro olio ............................ 1,68 bar (172 kPa) [25 psi]
Portata olio a regime (meno il flusso attraverso regolazione pressione) .............. 106,8 lt/min [28,2 gpm]
Temperatura olio a regime ............................................................................. 99 a 126°C [210° a 260°F]
Termostato temperatura olio
Completamente aperto (olio attraverso scambiatore calore) .......................................... 116°C [241°F]
Chiuso (parte dell'olio by-passa lo scambiatore calore) ................................................ 104°C [219°F]
Capacità coppa olio (tutti i motori) (alto - basso) ................................. 18,9 a 15,1 lt [20 a 16 U.S. QTs.]
Capacità totale impianto ..................................................................................... 23,8 lt [25.2 U.S. QTs.]

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
1-4 MOTORE D180 LGP

Impianto raffreddamento

Termostati
Inizio apertura: ...................................................................................... da 81 a 83°C [170° a 182°F]
Completamente aperto: ................................................................................................ 95°C [203°F]
Temperatura vaschetta superiore
Massima ammessa: .................................................................................................. 100°C [212°F]
Minima raccomandata: ................................................................................................. 70°C [158°F]
Pressione tappo con impianto a 99°C (210°F) ................................................... 0,42 bar (50 kPa) [7 psi]
Pressione tappo con impianto a 104°C (220°F) ............................................... 1,3 bar (103 kPa) [15 psi]
Pressione fluido refrigerante (Collettore superiore) a regime motore 2000 g/min ......................................
......................................................................... da 1,3 a 2,7 bar (da 103 a 276 kPa) [da 15 a 40 psi]
Portata refrigerante (termostati completamente aperti, regime motore 2000 g/min) .................................
.......................................................................................................................... 258 lt/min [68 gpm]
Capacità refrigerante ................................................................................................. 9 lt [10.5 U.S. Qts]

Aspirazione e scarico

Massima strozzatura ammessa a regime e carico nominali (con elemento filtro aria a secco)
................................................................................................................... 63,5 cm H2O [25 in H2O]

Massima strozzatura uscita turbo compressore a regime e carico nominale


........................................................................................................................ 76,2 mm Hg [3 in Hg]
................................................................................................................. 101,6 cm H2O [40 in H2O]

Impianto combustibile

Massima strozzatura entrata pompa alimentazione combustibile ........................ 100 mm Hg [4.0 in Hg]
Pressione uscita minima pompa alimentazione a regime nominale
bassa portata ............................................................................................... 0,7 bar (83 kPa) [12 psi]
alta portata ............................................................................................... 1,68 bar (172 kPa) [25 psi]
Strozzatura filtro combustibile (massima caduta di pressione attraverso i filtri) .......................................
.................................................................................................................. 0,345 bar (35 kPa) [5 psi]
Minima pressione condotto pompa a regime nominale e alta portata ............. 1,37 bar (140 kPa) [20 psi]
Minima pressione condotto pompa a regime nominale e bassa portata .......... 0,42 bar (48 kPa) [7.0 psi]
Strozzatura ritorno combustibile (massima) ...................................................... 518 mm Hg [20.4 in Hg]

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP MOTORE 1-5

Impianto elettrico

Capacità minima batterie raccomandata


Impianto a 12 V
18°C Corrente avviamento a freddo ......................................................................................... 1800 A
(Capacità di riserva Amp)* ......................................................................................................... (640)
0°C Corrente avviamento a freddo ........................................................................................... 1280 A
(Capacità di riserva Amp)* ......................................................................................................... (480)
Impianto a 24 V**
18°C Corrente avviamento a freddo ........................................................................................... 900 A
(Capacità di riserva Amp)* ......................................................................................................... (320)
0°C Corrente avviamento a freddo ............................................................................................. 640 A
(Capacità di riserva Amp)* ......................................................................................................... (240)

* Il numero di piastre per una certa dimensione di batterie ne determina la capacità. La capacità di riserva
determina la lunghezza del periodo durante il quale si mantiene un avviamento sostenuto.
** Per batteria (due batterie 12 V in serie) specifiche CCA sono basate su -18°C

Batterie (Gravità specifica)

Gravità specifica a Stato della carica


27°C [80°F]

1.260 - 1.280 100%


1.230 - 1.250 75%
1.200 - 1.220 50%
1.170 - 1.190 25%
1.110 - 1.130 Scarica

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
1-6 MOTORE D180 LGP

1.3 SCHEMI MOTORE SERIE C

Le illustrazioni che seguono contengono informazioni Le illustrazioni e la configurazione dei componenti il-
sui componenti del motore, la posizione dei filtri, i punti lustrati in questi schemi sono di natura generale. Le
di drenaggio e le posizioni d'accesso per la posizioni di alcuni componenti variano a seconda del-
strumentazione ed i comandi del motore. l'applicazione e del montaggio.

Per lo smontaggio, il controllo, la revisione ed il rimontaggio


del motore, far riferimento allo stampato n° 604.06.900

Tubazioni combustibile 1/4" NPTF (aria)


Staffa sollevamento ad alta pressione M22x1,5 (aria)
ant.

Staffa sollevamento
posteriore

Pompa iniezione Separatore combustibile/


combustibile acqua

Pompa alimentazione
combustibile
Bocchettone olio
motore 3/4"x16" UNF punto
per sensore magnetico

Staffa anteriore
montaggio motore
Predisposizione per
Tappo scarico olio riscaldatore olio coppa

SM9270

Fig. 1-8 Vista dal lato pompa iniezione

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP MOTORE 1-7

Uscita scarico
Tubo sfiato turbocompressore
basamento

Sede cuscinetto
centraggio
Scatola
volano
Fori montaggio
disco flessibile

Volano

SM9271

Fig. 1-9 Vista posteriore

Entrata aria Uscita aria


turbocompressore Entrata aria
turbocompressore
motore

Filtro refrigerante

Puleggia
ventilatore

Tendicinghia Coperchio comando


pompa combustibile

Alternatore
Cinghia di comando

Pompa acqua
Smorzatore vibrazioni

SM9272

Fig. 1-10 Vista anteriore

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
1-8 MOTORE D180 LGP

Uscita scarico Attuatore Uscita aria


turbocompressore Wastegate turbocompressore

Collegamento
uscita acqua
Predisposizione
per riscaldatore Termostato temperat.
refrigerante olio lubrificazione

Pressione olio
Predisposizione lubrificazione
per riscaldatore (dopo il filtro)
cabina
Pressione olio
Predisposizione lubrificazione
sensore (prima del filtro)
temperatura
liquido 1/2" NPTF
raffreddamento (refrigerante)

Scarico olio
turbocompressore

Entrata refrigerante

Sensore temperatura
Filtro olio Scambiatore di olio lubrificazione
lubrificazione calore olio
lubrificazione

SM9273

Fig. 1-11 Vista dal lato turbocompressore

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP MOTORE 1-9

1.4 FISSAGGIO MOTORE SU TELAIO

C2

C2
C1

C2

C3

SM9274

Coppie di serraggio

C1. Dado autobloccante M24 x 2 ........................ (108 daNm)


C2. Vite TE M12 x 1,75 ........................................ (11 daNm)
C3. Dado autobloccante M16 x 1,5 ....................... (30 daNm)

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
1 - 10 MOTORE D180 LGP

1.5 TIRANTERIA ACCELERATORE

Procedura di registrazione

Collegare il tirante registrabile (1) al rinvio "A" median-


te perno rosetta e copiglia.
Con leva comando acceleratore "B" in posizione di
minimo, posizionare la leva "C" alla quota indicata.
Registrare il forcellino completo di perno e fermaglio
posto sull'altra estremità del tirante (1) fino a trovare i
fori di fissaggio corrispondenti con quello della camma
"D".
Introdurre il perno e agganciare il fermaglio.
Agganciare la molla "E" ai due perni.
Collegare le leva "C" alla pompa iniezione mediante
registrazione dei forcellini posti alle estremità del ti-
rante (2) e applicare i rispettivi perni, rosette e copiglie.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
SEZIONE 2

TRASMISSIONE
INDICE

PARAGRAFO ARGOMENTO PAG.

2.1 DESCRIZIONE GENERALE ....................................................................................... 2


2.1.1 - Schema idraulico cambio / convertitore .................................................................... 2
2.1.2 - Scatola cambio/albero trasmissione/convertitore ...................................................... 4

2.2 DIAGNOSI INCONVENIENTI ...................................................................................... 5

2.3 PROVE ...................................................................................................................... 9


2.3.1 - Prova stallo convertitore ........................................................................................... 9
2.3.2 - Procedura di prova mandata pressione ..................................................................... 9
2.3.3 - Distributore comando cambio elettrico ..................................................................... 10

2.4 PROCEDURE DI RIPARAZIONE CONVERTITORE DI COPPIA ................................. 11


2.4.1 - Stacco ..................................................................................................................... 11
2.4.2 - Riattacco ................................................................................................................. 12
2.4.3 - Smontaggio ............................................................................................................. 13
2.4.4 - Rimontaggio ............................................................................................................ 22

2.5 PROCEDURE DI RIPARAZIONE CAMBIO ................................................................. 23


2.5.1 - Stacco ..................................................................................................................... 23
2.5.2 - Riattacco ................................................................................................................. 24
2.5.3 - Smontaggio ............................................................................................................. 25
2.5.4 - Revisione frizione di marcia AV ................................................................................ 39
2.5.5 - Revisione frizione 3a marcia ..................................................................................... 41
2.5.6 - Revisione frizione marcia IND ................................................................................... 46
2.5.7 - Smontaggio valvole moderatrici ................................................................................ 50
2.5.8 - Smontaggio valvola regolatrice di pressione ............................................................. 51

2.6 CARATTERISTICHE E DATI COMPONENTI ............................................................... 54


2.6.1 - Dati generali ............................................................................................................ 54
2.6.2 - Coppie di serraggio (Convertitore) ............................................................................. 55
- Coppie di serraggio (Scatola cambio) ....................................................................... 56
2.6.3 - Dati e dimensioni (Pacchi frizione) .......................................................................... 57
(Dischi frizione del cambio) ......................................................... 59
(Valvola moderatrice cambio 1a - 2a - 3a velocità) .......................... 59
(Valvola regolatrice pressione olio di lubrificazione) ..................... 60
(Valvola moderatrice Avanti / Indietro) ......................................... 61
(Valvola regolatrice pressione cambio e di sicurezza convertitore) 62
(Pompa alimentazione convertitore - cambio) .............................. 63
(Filtro olio) .................................................................................. 64
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2-1

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2-2 TRASMISSIONE D180 LGP

2.1 DESCRIZIONE GENERALE

2.1.1 SCHEMA IDRAULICO CAMBIO / CONVERTITORE

Il cambio è del tipo "power shift" con tre marce avanti e tre indietro. L' alimentazione dell' impianto è realizzata
con una doppia pompa di alimentazione cambio e di alimentazione convertitore (1).
La pompa aspira l'olio dalla scatola cambio, attraverso il filtro (6), e lo invia in circolazione depurandolo ulterior-
mente tramite il filtro (2). Una valvola (taratura 2,5 bar) protegge il filtro (2) da sovrappressioni dovute ad
intasamento della cartuccia oppure ad olio eccessivamente denso.
La pompa di alimentazione dell'impianto idraulico frizioni di sterzo aspira l'olio accumulandosi nella scatola di
supporto convertitore, attraverso il filtro a rete (14) e lo riporta nella scatola cambio.
L'olio in mandata dalla pompa di alimentazione (1) dopo essere stato depurato dal filtro (2) perviene alla valvola
di regolazione pressione (3) che stabilisce e mantiene la pressione di taratura dell'olio di comando frizioni
cambio.

La valvola di sicurezza (16) salvaguarda il convertitore e lo scambiatore di calore da accidentali aumenti di


pressione, dovuti normalmente ad olio freddo ed eccessivamente denso, scaricando l'eccesso di portata nel
condotto di mandata delle pompe (1).

L'olio in uscita dal convertitore, passa nello scambiatore di calore attraverso il collettore e si distribuisce nei
condotti di lubrificazione e di lavaggio delle frizioni del cambio.
La pressione massima di lubrificazione è limitata dalla valvola (15) tarata a 3 bar.

Le valvole moderatrici (9) rendono progressivo l'innesto delle marce regolando l'incremento della pressione nei
circuiti di comando.
Sul quadro strumenti in cabina viene segnalato la bassa pressione olio motore e l'eccessiva temperatura olio.

Le valvole di scarico rapido sulle frizioni delle marce 2° e 3° velocità, durante la fase d'innesto delle marce
risultano in posizione di chiusura sotto l'azione dell'olio in pressione. Passando ad un'altra marcia il relativo
cilindro di comando viene collegato con lo scarico e l'abbassamento della pressione fa si che la forza centrifu-
ga prevalga sull'azione dell'olio e sposti le sfere verso l'esterno favorendone lo scarico rapido.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
N
F
Fig. 1 SCHEMA IDRAULICO CAMBIO / CONVERTITORE

1. Pompa doppia di alimentazione cambio/convertitore 67+50 l/min


2. Filtro olio (mandata)
3. Valvola regolazione pressione (17 bar) AS
4. Convertitore di coppia TWIN - DISC P
R AL
5. Scambiatore di calore
6. Filtro olio (aspirazione)
7. Distributore cambio
8. Scatola cambio di velocità
9. Solenoidi marcia AVANTI P
10. Solenoide marcia INDIETRO CENTRALINA ELETTRONICA
11. Solenoide 1a marcia MICROCONTROLLER
12. Solenoide 3a marcia S
13. Pompa alimentazione freni/recupero olio convertitore (50 + 22 l/min)
14. Filtro a rete
15. Valvola regolatrice di pressione olio di lubrificazione (3 bar) 12
16. Valvola di sicurezza convertitore 9
17. Cassetto distributore AVANTI / INDIETRO
18. Cassetto distributore 1a - 3a 11 10
19. Al pacco frizioni 1a marcia
20. Al pacco frizioni 3a marcia 18 17
21. Pacco frizioni 2a marcia
22. Al pacco frizioni marcia AV
23. Al pacco frizioni marcia IND 16 7
24. Valvole moderatrici 1a - 2a - 3a marcia
25. Valvola intasamento filtro
26. Valvole moderatrici AVANTI / INDIETRO
1
10,5 bar
26
4 25
17 bar

8
Alla valvola alimentazione 3 B
freni

AV

REV
III
23

II
B 1 2 6 22
14 2
24
13 21
1 2

24
Dalla scatola trasmissione 5 24
20
PULSANTI COMANDO Lubrificazione
CAMBIO cambio 19
15
B. Alla scatola cambio
F. Marcia avanti
R. Marcia indietro
P. Incremento marcia
S. Diminuzione marcia
N. Neutro SM9162
AS. Funzione Auto shift
AL. Funzione Auto Kick Down
D180 Power Steering
2-4 TRASMISSIONE D180 LGP

Fig.2 - Scatola cambio


Filtro aspirazione
olio freni
Bocchettone di
riempimento
olio cambio e
asta liv. olio
Solenoide
distributore

Filtro aspirazione
olio cambio
Distributore
cambio

Sensore livello
Fig.3 - Albero di trasmissione olio cambio
SM9008

Cambio

Albero trasmissione Convertitore


cambio / convertitore

SM9006

Fig.4 - Convertitore
Ingresso olio.

Valvola regolatrice (for-


Valvola di sicurezza nisce i 17 bar per ali-
convertitore taratura: 10 bar mentare il cambio)

Uscita olio a 17 bar per


alimentazione cambio
Pompa attrezzo / sterzo
Pompa cambio 67
l\min)
Pompa convertitore (50
l/min)
Pompa freni
(50 l/min) Scarico convertitore
Pompa recupero
(22 l/min). Pressostato per la pres-
Raccoglie l'olio del fondo sione di lubrificazione
del coperchio convertitore
e lo immette nel cambio
SM9009

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2-5

2.2 DIAGNOSI INCONVENIENTI

INCONVENIENTE CAUSE POSSIBILI ATTREZZI OCC. PROVA SOLUZIONE

Bassa pressione Basso livello olio Manuale Istruzioni Estrarre l'asta e Introdurre nel cam-
olio lubrificante. cambio controllare il livello bio olio prescritto
La spia fino al giusto livello
si accende moto-
re in marcia Filtro aspirazione
pompa convertitore Pulire il filtro
intasato

Fessura esterna che Se l'olio forma Eliminare la fessu-


lascia penetrare aria schiuma, verificare ra
nella pompa se vi è fessura

Tubo flessibile difet- Tubo aspirazione Sostituire o pulire il


toso intasato tubo

Olio di tipo inadatto Manuale Istruzioni Confontare specifi- Scaricare l'olio e


ca olio con i dati del sostituirlo con olio
costruttore del tipo prescritto

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2-6 TRASMISSIONE D180 LGP

INCONVENIENTE CAUSE POSSIBILI ATTREZZI OCC. PROVA SOLUZIONE

Pressione olio di Basso livello olio Manuale d' istruzio- Verificare livello con Riempire il cambio
comando bassa a cambio ni l'asta con olio prescritto
tutte le velocità fino al giusto livello
con il cambio in
folle Filtro aspirazione Pulire il filtro
pompa cambio inta-
sato

Fessura esterna che Se l'olio fa schiu- Eliminare la perdi-


lascia penetrare aria ma, verificare se ta
nella coppa olio esistono perdite

Tubo aspirazione di- Tubo aspirazione Sostituire o pulire il


fettoso intasato tubo

Valvola regolazione Verificare pressione Correggere la


pressione mal tarata impianto taratura valvola

Mandata insufficiente Verificare mandata Sostituire la pom-


pompa d'alimentazio- pompa pa, se difettosa
ne

Pressione olio Filtro aspirazione Controllare e lava-


cambio bassa ad pompa alimentazio- re la reticella
alta velocità del ne intasato
motore con il
cambio in folle Fessura esterna che Se l'olio fa schiu- Elimare la perdita
lascia fluire aria dalla ma, verificare se
coppa olio esistono perdite

Pressione cambio Foro otturatore valvo- Pulire il foro


normale in folle e la moderatrice dire-
bassa con cambio zione intasato
inserito. La mac-
china stenta ad Otturatore valvola Eliminare la condi-
avviarsi in un sen- moderatrice direzio- zione di grippaggio
so e la coppia è in- ne bloccata tra otturatore e
sufficiente sede

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2-7

INCONVENIENTE CAUSE POSSIBILI ATTREZZI OCC. PROVA SOLUZIONE

Pressione olio Valvola regolatrice E l i m i n a r e


cambio alta a tutti pressione bloccata in l'inceppamento
i regimi motore chiusura

Elevata tempera- Basso livello olio Manuale d' istruzio- Controllare livello Riempire il cambio
tura olio cambio cambio ni sull'asta con olio prescritto
al livello indicato

Scambiatore calore Provare differenza Pulire o sostituire


cambio bloccato tie- di temperatura tra scambiatore
ne la valvola di sicu- entrata e uscita
rezza aperta scambiatore.
Con scambiatore
intasato la differen-
za è piccola

Bassa pressione fun- Provare pressione Vedere rimedi nel


zionamento funzionamento del difetto Bassa pres-
cambio sione olio

Dischi frizione brucia- Cambiare compo-


ti, grippano a frizione nenti difettosi
disinserite

Pressione olio Mandata insufficiente Eseguire una pro-


cambio normale, pompa olio va pompa
ma la macchina
si avvia solo a re-
gime elevato

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2-8 TRASMISSIONE D180 LGP

INCONVENIENTE CAUSE POSSIBILI ATTREZZI OCC. PROVA SOLUZIONE

Pressione cam- Dischi usurati o storti


bio normale, Sostituire compo-
bassa potenza a nenti difettosi
certe marce e
surriscaldamento
olio

Bassa pressione Perdite nelle tubazio- Controllare se esi- Revisionare il cam-


cambio in una ni della marcia difet- stono guarnizioni o bio e sostituire i
data marcia tosa tubi danneggiati componenti difet-
tosi

Aumento livello Unitamente all'in- Pulire il filtro di


olio motore e conveniente della recupero
diminuzione bassa potenza ero-
livello olio gata
cambio

Anello tenuta albero Sostituire anello te-


motore danneggiato nuta albero motore

Sostituire la pompa

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2-9

2.3 PROVE

2.3.1 Prova stallo convertitore RISULTATO: Nelle condizioni di prova di stallo,


un confronto tra il regime effettivo del motore e
La prova di stallo deve essere eseguita quando il quello normale stabilito per tali condizioni deno-
gruppo propulsore (motore e cambio) non funzio- ta se l’inconveniente risiede nel motore o nel
nano in modo soddisfacente. Scopo della prova è cambio.
quello di determinare se il cambio è difettoso. Essa
si effettua con il motore a regime massimo e le NOTA - Le condizioni ambientali, come tempera-
uscite del cambio di stallo. Effettuare la prova di tura ambiente, quota, variazioni di perdita degli
stallo del convertitore procedendo nel seguente accessori motore, influiscono sulla potenza tra-
modo: smessa al convertitore. Tali condizioni possono
causare variazioni del regime di stallo dii 50 giril
mm rispetto al valore normale. Quando la diffe-
ATTENZIONE renza può essere attribuita a tali cause, il regime
effettivo può essere accettato come normale.
Non far funzionare il motore di questa macchina in
luoghi chiusi privi di aerazione capace di allonta-
nare i gas di scarico nocivi.
2.3.2 Procedure di prova mandata pressio-
Prima di azionaré la macchina o la sua attrezzatu- ne
ra, accertarsi che le persone presenti siano fuori del
raggio d’azione della macchina. Fare un giro di ispe- Prima di controllare le pressioni ed il flusso d’olio
zione attorno alla macchina prima di salire. del convertitore e del cambio, si deve procedere al
seguente controllo preliminare.
Osservare tutte le procedure per l’awiamento e l’ar-
resto e le “AVVERTENZE” elencate nel Manuale Verificare il livello olio nel cambio, con l’olio alla nor-
delle Istruzioni per l’Uso e la Manutenzione. male temperatura di funzionamento. NON effettuare
questo controlio con olio freddo. Per portare la tem-
peratura dell’olio al valore prescritto, è necessario
1. Collegare un contagiri preciso al motore e porta- far lavorare la macchina o mettere il convertitore in
re la scatola cambio alla temperatura di regime. stallo.
NON EFFETTUARE questa prova con olio fred-
do. Annotare il regime del motore (giri/min).
ATTENZIONE
NOTA - Le condizioni di stallo non devono esse- Mantenendo le velocità di stallo troppo a lungo, si
re mantenute per oltre 30 secondi in ogni caso, surriscalda il convertitore.
per non far salire eccessivamente la temperatu-
ra olio. Non far funzionare il motore di questa macchina in
luoghi chiusi privi di aerazione capace di allonta-
2. Bloccare l’albero d’uscita del cambio mantenen- nare i gas di scarico nocivi.
do il pedale freno abbassato, quindi inserire la
gamma alta in marcia avanti e controllare che il Prima di awiare il motore, awisare tulle le persone
motore sia a pieno regime. Prendere nota del che potrebbero trovarsi vicino alla macchina.
regime motore. NON lasciare salire la tempera-
tura d’uscita del convertitore oltre 1200C (2500F). Non abbandonare mai la macchina con il motore in
moto.
NOTA - Lasci e un intervallo di circa 2 minuti di
funzionamento in folle tra le varie prove di stallo, Osservare i termometri ed i manometri del pannel-
per evitare surriscaldamenti. Durante questi due lo strumenti. Se la pressione principale rientra nei
minuti il regime motore non deve scendere, sal- limiti (oppure se dopo interventi per correggere la
vo durante il passaggio in folle. pressione principale l’inconveniente persiste), veri-
ficare ed annotare tutte le pressioni a scopo di con-
3. Inserire le altre marce e controllare che il regime fronto.
motore scenda delb stesso valore, indipenden-
te-mente dalla marcia inserita. Se ad una data I punti di collegamento del mano metro per le pres-
marcia il regime non scende, è probabile che la sioni di tutto l’impianto si trovano sul distributore il-
relativa frizione slitti. Se il regime non scende a lustrato a pag. 2-12. Tutti i collegamenti possono
tutte le marce come indicato, ciò può essere essere effettuati contemporaneamente. lì manome-
dovuto tro collegato ad ogni punto deve avere una portata
- al cambio, se l’albero tra il convertitore ed il sufficiente a provare la pressione voluta, ma non tanto
cambio è in funzione, o alta da rendere difficoltoso l’ottenimento della pres-
- al convertitore, se detto albero è fermo. sione esatta.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 10 TRASMISSIONE D180 LGP

2.3.3 DISTRIBUTORE COMANDO CAMBIO ELETTRICO

Caratteristiche e dati

- Temperatura normale di funzionamento 50 ÷ 120°C (122-250°F)

- Motore al minimo regime 830 ÷ 970 g/min-rpm

- Motore al massimo regime 2080 ÷ 2220 g/min-rpm

- Regime Motore a stallo convertitore 1710 ÷ 1850 g/min-rpm

- Regime motore a stallo totale 1640 ÷ 1840 g/min-rpm

P- Pressione principale 16,5 ÷ 17,5 bar

1- Pressione frizione 1a marcia 16,5 ÷ 17,5 bar

2- Pressione frizione 2a marcia 16,5 ÷ 17,5 bar

3- Pressione frizione 3a marcia 16,5 ÷ 17,5 bar

F- Pressione frizione marcia avanti 14,5 ÷ 15,5 bar

R- Pressione frizione marcia indietro 14,5 ÷ 15,5 bar

L- Pressione di lubrificazione 3 bar

Pressures
SPEED LUBE

1 FORWARD
SPEED

2 SPEED REVERSE

3
SM9262

Fig.5 - Prese di pressione cambio sul quadro diagnostica

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 11

2.4 PROCEDURE DI RIPARAZIONE


CONVERTITORE DI COPPIA
Senso di
2.4.1 STACCO marcia

Ruotare l’interruttore generale alla posizione “0FF”.


Applicare alla macchina un cartello “NON AVVIA- ON
RE". Fare riferimento alla Sezione Cabina di questo
Manuale per ribaltare la cabina stessa.
OFF

DO PER
O

NO ATE
T
SM1601

Staccare il riparo inferiore centrale.

SM9012

Scaricare l’olio cambio dal tappo di scarico.

SM9013

Scaricare l’olio dalla scatola convertitore dal tappo


di scarico .

SM9014

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 12 TRASMISSIONE D180 LGP

Ribaltare la cabina ed eseguire le seguenti opera-


zioni.
Staccare il cavo sensore temperatura cambio.

Staccare la tubazione di ritorno tra scambiatore di


calore e convertitore.

Staccare la tubazione di sfiato tra convertitore e


cambio.

Staccare la tubazione tra valvola di regolazione


pressione principale e valvola bloccaggio in neutro.

Staccare la tubazione d'alimentazione tra pompa fre-


ni e distributore comando sterzo e freni.

Smontare l'albero di trasmissione tra scatola cam-


bio e convertitore.

Staccare la tubazione di aspirazione pompa freni e


le tubazioni di mandata e recupero dalla pompa
recupero convertitore.

Staccare la pompa ricupero e freni dal convertitore.

Staccare il tubo di giunzione dalla parte anteriore


del convertitore.

Costruire una staffa di sollevamento e fissarla alla


flangia dell'albero di trasmissione sul convertitore.
Sostenendo il convertitore con un dispositivo di sol-
levamento adatto, togliere le viti di fissaggio alla sca-
tola volano e smontare il convertitore.

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti con
un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati.

2.4.2 RIATTACCO

Il riattacco del convertitore si effettua eseguendo in


senso inverso le operazioni di stacco, con le se-
guenti eccezioni.

Applicare le spine di centraggio sulla scatola vola-


no.

SM9016

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 13

Spalmare mastice di tenuta tra le superfici di ac-


coppiamento tra il convertitore e scatola volano.

Applicare le viti di fissaggio convertitore, stringen-


dole alla coppia prescritta di 6,8 ÷ 7,4 daNm.

SM9018

2.4.3 SMONTAGGIO

Smontare l'anello d'adattamento motore \ converti-


tore.

ATTENZIONE
E' pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di me-
tallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od il
riattacco di questi particolari portare sempre occhia-
li di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc. per
ridurre la possibilità di lesioni. SM9020

Sistemare il convertitore su un cavalletto rotante.

SM9021

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 14 TRASMISSIONE D180 LGP

Smontare il mozzo.

SM9022

Sbloccare e togliere le viti di fissaggio piastra di rite-


gno, quindi estrarre la piastra, l'anello O-ring e la
flangia di collegamento albero.

SM9023

Smontare il complessivo valvola regolazione pres-


sione.

SM9024

Allentare le viti di fissaggio supporto, quindi ruotare


il convertitore con la parte anteriore il alto in modo
da poter togliere le viti dal supporto.

SM9025

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 15

Smontare il deflettore olio.

SM9026

Togliere le viti fissaggio ingranaggio condotto pom-


pa attrezzatura, sollevare l'ingranaggio dall'estre-
mità dell'albero e metterlo da parte.

Fissare una catena di sollevamento al convertitore, SM9027

sollevare quanto basta per poter ruotare il soppor-


to in modo da liberare gli ingranaggi rimanenti, quindi
estrarre il convertitore dalla scatola.

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti con
un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati. Usare gli occhioni
di sollevamento previsti allo scopo.

SM9028

Estrarre l'ingranaggio condotto pompa attrezzatura


dalla scatola.

SM9029

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 16 TRASMISSIONE D180 LGP

Estrarre gli anelli di ritegno dagli ingranaggi condot-


ti, quindi smontare gli ingranaggi dell'albero.

SM9030

Sbloccare le viti di fissaggio e smontare la piastra di


ritegno cuscinetto.

ATTENZIONE
E' pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc.
per ridurre la possibilità di lesioni.

SM9031

Mediante un punzone adatto ed un martello in me-


tallo dolce, estrarre gli alberi di comando pompa
dai cuscinetti.

ATTENZIONE
E' pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc.

SM9032

Estrarre i cuscinetti ed i distanziali dalla scatola.

ATTENZIONE
E' pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc.
per ridurre la possibilità di lesioni.

SM9033

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 17

Estrarre l'anello di ritegno albero di comando pompa


attrezzatura.

SM9034

Estrarre l'albero ed il cuscinetto dalla scatola.

SM9035

Estrarre il cuscinetto rimanente dalla scatola.

SM9036

Estrarre il complessivo guarnizioni dalla scatola.

SM9037

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 18 TRASMISSIONE D180 LGP

Smontare l'anello di ritegno cuscinetto dall' albero


comando pompa attrezzatura, ed estrarre il distan-
ziale ed il cuscinetto dall' albero.

SM9038

Sistemare l'albero comando pompa attrezzatura su


una pressa fissa adatta ed estrarre l'anello interno
cuscinetto dall'albero stesso.

SM9039

Sistemare il complessivo convertitore su un banco


di lavoro adatto.

SM9040

Estrarre la piastra di ritegno cuscinetto anteriore.

SM9041

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 19

Togliere le viti di fissaggio girante.

SM9042

Mediante viti estrattrici, separare la turbina dalla


scatola, quindi sollevare la turbina stessa.

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti con
un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati.

SM9043

Separare la turbina dall'albero facendo leva, se la


girante turbina viene via con l'albero.

SM9044

Se invece la girante turbina non è uscita con l'albe-


ro, sollevarla dalla scatola.

SM9045

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 20 TRASMISSIONE D180 LGP

Staccare il disco di spallamento dalla scatola.

SM9046

Estrarre battendo il cuscinetto anteriore dalla sca-


tola.

ATTENZIONE
E' pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc.
per ridurre la possibilità di lesioni.

SM9047

Sistemare la girante pompa su blocchi, togliere l'anel-


lo elastico e smontare l'albero dalla girante.

SM9048

Togliere le viti fissaggio statore.

SM9049

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 21

Separare lo statore dalla girante pompa.

SM9050

Smontare il sopporto cuscinetto dalla girante pom-


pa e togliere gli anelli di tenuta dal sopporto.
Smontare l'anello cuscinetto dal sopporto solo se
occorre sostituirlo.

SM9051

Staccare l'ingranaggio comando pompa dalla giran-


te.

SM9052

Mediante un punzone adatto ed un mazzuolo tene-


ro, estrarre il sopporto cuscinetto dalla girante pom-
pa.

ATTENZIONE
E' pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc.
per ridurre la possibilità di lesioni. SM9053

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 22 TRASMISSIONE D180 LGP

Estrarre l'anello di tenuta dall'albero.

SM9054

Estrarre il cuscinetto posteriore dall'albero median-


te una pressa adatta.

SM9055

2.4.4 RIMONTAGGIO

Per il rimontaggio invertire le procedure di


smontaggio con le seguenti aggiunte:

Se i grani, il manicotto o l'anello di tenuta erano


stati smontati dal sopporto, montare particolari nuo-
vi.

Montare sempre anelli O-ring e guarnizioni di tenu-


ta nuovi.

Se occorre scaldare un cuscinetto, usare l'apposi-


to riscaldatore e scaldare a 121 °C (250 °F).

Se occorre congelare un cuscinetto o sue parti, si-


stemare il componente in ghiacchio secco 4 ore
prima del montaggio.

Prestare attenzione al corretto montaggio del de-


flettore olio.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 23

2.5 PROCEDURE DI RIPARAZIONE


CAMBIO ON (inserito)
Chiave

2.5.1 STACCO OFF


(disinserito)
NON AVVIARE
DO NOT OPERATE
Ruotare l’interruttore generale alla posizione “0FF”.
Applicare alla macchina un cartello “NON AVVIA-
RE" Fare riferimento alla Sezione Cabina di questo
Manuale per ribaltare la cabina stessa.

Scaricare l’olio dal serbatoio.


SM9261

Smontare i ripari inferiori centrali.

Smonatre l'albero di trasmissione tra convertitore e


scatola cambio.

SM9057

Staccare le tubazioni della pompa idraulica (man-


data e ritorno) sul distributore.

Staccare le tubazioni di prova pressione marcia avanti


e 2a marcia tra cambio e pannello di prova.

Scollegare ed etichettare le tre tubazioni tra la parte


superiore del distributore cambio ed il manipolatore.

Staccare ed etichettare le 4 tubazioni sul lato po-


SM9058
steriore del distributore cambio: 2 vanno al pannello
di prova, una va al manipolatore ed una va alla valvo-
la di sbloccaggio freno.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 24 TRASMISSIONE D180 LGP

Sostenere la scatola cambio con un paranco adat-


to: essa pesa circa 450 kg.

Togliere le viti ed i dadi di ritegno scatola cambio.

NOTA: Può essere necessario staccare la tubazio-


ne cilindri sopra il distributore idraulico per poter
svitare i dadi sul lato superiore destro della scatola
cambio.

SM9059
Staccare la scatola cambio dal sopporto pignone e
sollevarla dalla macchina.

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti con
un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati. Usare gli occhioni
di sollevamento previsti allo scopo.

SM9060

2.5.2 RIATTACCO

Il riattacco si effettua in senso inverso allo stacco.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 25

2.5.3 SMONTAGGIO

Sistemare il complessivo cambio su un cavalletto


rotante.

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti con
un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati.

SM9061

Smontare il coperchio collettore di lubrificazione.

SM9062

Smontare il coperchio delle valvole moderatrici.

SM9063

Staccare le valvole moderatrici dalla scatola.

SM9064

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 26 TRASMISSIONE D180 LGP

Togliere i coperchi delle aste distributrici frizioni di


marcia avanti e gamma media.

SM9065

Estrarre le aste distributrici frizioni degli alberi.

SM9066

Staccare la flangia albero di comando dall'albero di


entrata.

SM9067

Ruotare il complessivo cambio e staccare il com-


plessivo distributore cambio, svitando le viti (q.tà n°
5 viti).

SM9010

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 27

Staccare i coperchi laterali.

SM9068

Togliere le viti di fissaggio coperchio anteriore (da


notare che 2 viti devono essere tolte dal basso).

SM9069

Smontare il coperchio anteriore della scatola solle-


vandolo con un paranco adatto.

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti con
un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati. Usare gli occhioni
di sollevamento previsti allo scopo.

SM9070

Ruotare la scatola e smontare le tubazioni di co-


mando e lubrificazione frizione gamma alta.

SM9071

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 28 TRASMISSIONE D180 LGP

Togliere i coperchi aste distributrici frizioni di gam-


ma bassa ed alta ed estrarre le aste dagli alberi.

SM9072

Togliere il coperchio scatola frizione gamma bassa.

SM9073

Togliere il coperchio posteriore.

SM9074

Togliere l'arresto tubo frizione di retromarcia.

SM9075

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 29

Estrarre l'asta distributrice frizione di retromarcia.

SM9076

Togliere l'arresto cuscinetto albero frizione di retro-


marcia.

SM9077

Staccare la coppa olio ed i tubi olio con la staffa,


prendendo nota della posizione dei tubi per il
rimontaggio.

SM9078

Sbloccare i dadi di fissaggio albero frizioni di mar-

ATTENZIONE
È pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc.
per ridurre la possibilità di lesioni. SM9079

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 30 TRASMISSIONE D180 LGP

Bloccare gli ingranaggi del cambio attraverso il pan-


nello di accesso per impedire la rotazione dell'albe-
ro, quindi svitare il dado bloccaggio albero frizione
di marcia avanti.

SM9080

Staccare il complessivo stantuffo di marcia avanti.

SM9081

Staccare il complessivo mozzo-pacco frizione di


marcia avanti.

SM9082

Sbloccare e togliere il dado di bloccaggio albero fri-


zione gamma bassa (bloccando gli ingranaggi del
cambio per impedire la rotazione dell'albero).

SM9083

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 31

Smontare il complessivo stantuffo frizione gamma


bassa.

SM9084

Smontare il complessivo mozzo-pacco frizione gam-


ma bassa.

SM9085

Smontare il complessivo tamburo-arresto frizione


gamma bassa.

SM9086

Estrarre il distanziale conico dall'albero frizione.

Tenere presente che al rimontaggio la parte conica


del distanziale deve trovarsi di fronte al cuscinetto.

SM9087

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 32 TRASMISSIONE D180 LGP

Sollevare l'albero frizioni gamma bassa e marcia


avanti dalla scatola cambio.

SM9088

Estrarre gli ingranaggi ed i distanziali attraverso il


pannello di accesso.

SM9089

Estrarre l'anello elastico dall'ingranaggio condotto del


tamburo frizione di marcia avanti.

SM9090

Smontare il tamburo e l'ingranaggio frizione marcia


avanti, mediante un punzone adatto, facendo usci-
re il tamburo attraverso l'ingranaggio e la scatola.

SM9091

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 33

Applicare tre morsetti (P\N 75291531) sul comples-


sivo frizione gamma alta.

SM9092

Smontare il dado di bloccaggio albero frizione gam-


ma media.

SM9093

Smontare lo stantuffo frizione gamma media.

SM9094

Smontare il complessivo mozzo-pacco frizione gam-


ma media.

SM9095

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 34 TRASMISSIONE D180 LGP

Estrarre l'anello elastico del tamburo frizione gam-


ma media.

SM9096

Smontare l'albero frizione gamma media\alta.

SM9097

Smontare il tamburo frizione gamma media.

SM9098

Smontare l'ingranaggio frizione gamma media.

SM9099

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 35

Smontare il complessivo frizione gamma media.

SM9100

Per estrarre il cuscinetto tamburo frizione gamma


media, usare un punzone adatto dopo aver tolto le
due viti con dado di ritegno.

ATTENZIONE
È pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc. SM9101

Togliere le viti di fissaggio guarnizione di tenuta in-


granaggio di comando d'entrata ed arresto cusci-
netto, quindi estrarre l'arresto dall'albero facendo
leva.

SM9102

Smontare l'ingranaggio di comando d'entrata median-


te un palanchino e battendo sull'albero.

ATTENZIONE
È pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc.
per ridurre la possibilità di lesioni. SM9103

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 36 TRASMISSIONE D180 LGP

Togliere il cuscinetto e l'aletta di ritegno del relativo


distanziale.

SM9104

Smontare il distanziale cuscinetto mediante una vite


di fissaggio.

SM9105

Estrarre l'anello di ritegno cuscinetto dall'estremità


dell'albero di uscita.

SM9106

Estrarre l'anello di ritegno ingranaggio dall'albero


di uscita.

SM9107

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 37

Smontare l'albero di uscita ed il cuscinetto median-


te un battitoio adatto.

ATTENZIONE
È pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc.
per ridurre la possibilità di lesioni.

SM9108

Mediante un battitoio adatto, estrarre l'albero di uscita


attraverso il cuscinetto e l'ingranaggio.

ATTENZIONE
È pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc.
per ridurre la possibilità di lesioni. SM9109

Estarre l'ingranaggio albero di uscita.

SM9110

Togliere le viti di fissaggio e l'arresto guarnizione di


tenuta albero presa di forza.

SM9111

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 38 TRASMISSIONE D180 LGP

Applicare due morsetti (P\N 75291531) alla frizione


retromarcia.

SM9112

Sbloccare e svitare il dado bloccaggio albero frizio-


ne di retromarcia.

ATTENZIONE
È pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc.
per ridurre la possibilità di lesioni.
SM9113

Estarrre l'albero di retromarcia\presa di forza attra-


verso la frizione e la scatola.

SM9114

Smontare l'ingranaggio d'entrata ed il distanziale di


retromarcia.

SM9115

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 39

Estrarre il complessivo frizione di retromarcia.

SM9116

Estarre i cuscinetti rimanenti dalla scatola.

ATTENZIONE
È pericoloso battere su parti d'acciaio temprato con
attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o di
metallo non ferroso. Quando si esegue lo stacco od
il riattacco di questi particolari portare sempre oc-
chiali di sicurezza con ripari laterali, guantoni, ecc.
per ridurre la possibilità di lesioni.

SM9117

2.5.4 REVISIONE FRIZIONE DI MARCIA AV.

NOTA - Le procedure di revisione delle frizioni gam-


me basse e media sono uguali a quelle per la frizio-
ne di marcia avanti.

Estarre lo stantuffo dalla scatola, quindi controllare


che questi due elementi rispondano ai requisiti pre-
scritti. Rimontare lo stantuffo nella scatola con nuovi
anelli di tenuta.

SM9118

Staccare il pacco frizione dal mozzo.

SM9119

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 40 TRASMISSIONE D180 LGP

Controllare lo spessore di tutti i dischi d'attrito e di


acciaio; sostituirli se non rientrano nei limiti di tolle-
ranza.

SM9120

Comprimere la molla mediante una colonnetta filettata


lunga.

SM9121

Estarrre l'anello elastico.

SM9122

Estrarre lo scodellino molla e la molla stessa dal


mozzo; controllare che la molla abbia i requisiti pre-
scritti.

SM9123

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 41

Rimontare la molla ed il relativo scodellino nel moz-


zo; comprimere lo scodellino ed applicare l'anello
elastico.

SM9124

Rimontare i dischi di attrito, le molle distanziali ed i


dischi di acciaio alternativamente sul mozzo.

SM9125

Per controllare l'altezza del pacco frizione, sistema-


re il complessivo frizione su una pressa ed applica-
re un carico di 197 daNm e misurare come illustra-
to.

SM9126

2.5.5 REVISIONE FRIZIONE 3a MARCIA

Smontare i blocchetti di ritegno frizione gamma alta.

SM9127

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 42 TRASMISSIONE D180 LGP

Separare la scatola ingranaggi gamma alta e stan-


tuffo dal complessivo frizioni.

SM9128

Estrarre lo stantuffo gamma alta dalla relativa sca-


tola.

SM9129

Controllare che lo stantuffo e la scatola rispondano


ai requisiti prescitti. Montare un nuovo anello di te-
nuta sullo stantuffo e sul mozzo scatola, quindi ri-
montare lo stantuffo nella relativa scatola.

Staccare il mozzo ed il pacco frizione gamma alta


dal tamburo frizione.

NOTA - Se occore sostituire i cuscinetti nel com-


plessivo tambuto frizione, è necessario che la ron-
della di spallamento con fori di lubrificazione sia ben
installata con il lato conico interno dalla parte oppo-
sta ai cuscinetti.

SM9130

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 43

Estarre il pacco frizione dal mozzo.

SM9131

Controllare lo spessore di tutti i dischi di attrito e di


acciaio; sostituirli se non hanno i requisiti prescritti.

SM9132

Comprimere la molla di richiamo mediante una vite


filettata lunga.

SM9133

Estrarre l'anello elastico.

SM9134

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 44 TRASMISSIONE D180 LGP

Smontare la molla ed il relativo scodellino dal moz-


zo; controllare che la molla abbia i requisiti richie-
sti.

SM9123

Infilare lo scodellino molla e la molla stessa nel


mozzo; comprimere la molla ed applicare l'anello
elastico.

SM9124

Rimontare i dischi di attrito, le molle distanziali ed i


dischi di acciaio alternativamente sul mozzo.

SM9125

Per controllare l'altezza del pacco frizione, sistema-


re il complessivo frizione su una pressa ed applica-
re un carico di 197 daNm (1450 lbs); misurare come
illustrato.

SM9126

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 45

Installare il complessivo mozzo centrale e pacco fri-


zione nel tamburo frizione della gamma alta.

SM9135

Applicare l'attrezzo di allineamento (P\N 75291532)


nelle scanalature del mozzo.

SM9136

Sistemare il complessivo ingranaggi sul comples-


sivo mozzo ed allineare le relative scanalature con
quelle del mozzo stesso.

SM9137

Mediante l'albero della gamma alta controllare l'al-


lineamento delle scanalature prima di introdurre il
complessivo frizione gamma alta nella scatola cam-
bio.

NOTA - È importante che le scanalature siano per-


fettamente allineate, perchè altrimenti esse potreb-
bero essere danneggiate durante l'introduzione del-
l'albero.

SM9138

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 46 TRASMISSIONE D180 LGP

Applicare tre staffe (P\N 75291531) sul complessivo


frizione gamma alta.

SM9139

2.5.6 REVISIONE FRIZIONE MARCIA IND

Togliere gli attrezzi di bloccaggio dal complessivo


frizione di retromarcia.

SM9140

Staccare il tamburo frizione di retromarcia dal com-


plessivo frizione.

SM9141

Staccare il complessivo pacco-mozzo frizione dal


complessivo stantuffo-scatola.

SM9142

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 47

Staccare il pacco frizione dal mozzo.

SM9131

Controllare che lo spessore di tutti i dischi di accia-


io di attrito rientri nelle tolleranze, altrimenti sosti-
tuire i dischi.

SM9132

Comprimere la molla di richiamo mediante una vite


filettata lunga.

SM9133

Togliere l'anello elastico.

SM9134

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 48 TRASMISSIONE D180 LGP

Estrarre l'arresto molla e la molla di richiamo dal


mozzo, controllare che la molla abbia i requisiti pre-
scritti.

SM9123

Inserire la molla di richiamo ed il relativo arresto nel


mozzo; comprimere l'arresto ed applicare l'anello
elastico.

SM9124

Montare i dischi di attrito, le molle distanziali ed i


dischi d'acciaio alternativamente sul mozzo.

SM9125

Per controllare l'altezza del pacco frizione, sistema-


re il complessivo frizione su una pressa ed applica-
re un carico di 197 daNm (1450 lbs); misurare come
indicato.

SM9126

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 49

Estrarre lo stantuffo dalla scatola e controllare che i


due componenti abbiano i requisiti prescritti. Mon-
tare nuovi anelli di tenuta sullo stantuffo e rimonta-
re lo stantuffo nella scatola.

SM9143

Montare il complessivo mozzo-frizione sul comples-


sivo stantuffo-scatola frizione retromarcia. Control-
lare che l'anello esterno di acciaio sia correttamen-
te orientato rispetto alla scatola.

SM9144

Montare il tamburo frizione di retromarcia sul com-


plessivo frizione.

SM9145

Applicare due staffe (P\N 75291531) sul comples-


sivo frizione di retromarcia.

SM9146

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 50 TRASMISSIONE D180 LGP

2.5.7 VALVOLE MODERATRICI


(Smontaggio/Montaggio)

NOTA - Le tre valvole moderatrici sono identiche.

Togliere l'anello elastico dalla valvola moderatrice.

SM9147

Estrarre lo scodellino, le molle, l'otturatore e la val-


vola dal corpo valvola.

Controllare che le molle abbiano i requisiti prescritti.

SM9148

Montaggio

Inserire la valvola, l'otturatore, le molle e lo scodellino


nel corpo valvola; bloccare con l'anello elastico.

SM9147

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 51

2.5.8 VALVOLA REGOLATRICE DI PRES-


SIONE
(Smontaggio/Montaggio)

La valvola regolatrice di pressione è sistemata sul


convertitore di coppia. Essa è munita di due aste:
una controlla la pressione principale, l'altra funge da
valvola di sicurezza proteggendo il convertitore con-
tro i sovraccarichi di pressione, che possono insor-
gere con olio freddo o troppo denso.

Staccare il trasmettitore di pressione.

NOTA - Prendere nota del numero di spessori posti


sotto il trasmettitore, che dovra essere lo stesso al
rimontaggio.

SM9160

Togliere il tappo.

SM9151

Estrarre il complessivo aste dal corpo valvole.

SM9159

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 52 TRASMISSIONE D180 LGP

Smontare il complessivo aste.

Controllare che la molla abbia i requisiti prescritti.

Rimontare il complessivo aste come illustrato in fi-


gura.

Per il momento non stringere l'anello di registro.

SM9158

Staccare la sede valvola dal corpo valvola.

SM9154

Espellere il perno di ritegno stantuffino dalla sede.

SM9155

Estrarre lo stantuffino, la molla e le rosette di spes-


sore dalla sede.

Controllare che la molla abbia i requisiti richiesti.

(Montaggio)

Sistemare le rosette di spessore, la molla e lo


stantuffino nella sede, comprimere la molla e fissa-
re con il perno.

SM9157

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 53

Montare un nuovo anello O-ring ed una nuova roset-


ta sulla sede.

SM9156

Sistemare il complessivo sede nel corpo valvola.

SM9158

Sistemare il complessivo aste nel corpo valvola.

SM9152

Montare il tappo sul corpo valvola.

SM9160

Registrare la pressione di taratura, agendo sulla val-


vola come indicato.

SM9161

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 54 TRASMISSIONE D180 LGP

2.6 CARATTERISTICHE E DATI

2.6.1 DATI GENERALI

CONVERTITORE DI COPPIA 15"

Marca .......................................................................................................................................... TWIN-DISC


Modello ........................................................................................................................... PX-1728 - C MS335
Numero di elementi .............................................................................................. 3 (pompa, turbina, statore)
Rapporto di coppia allo stallo ............................................................................................................. 2,280:1

ALBERO DI TRASMISSIONE CONVERTITORE E CAMBIO

Tipo ...................................................................................... Tubolare con giunti cardanici alle due estremità


Denominazione tecnica .......................................................................................................... Universal 778/1
Angolo di lavoro ..................................................................................................................................... 8° 48'
Ingrassatori di lubrificazione ........................................................................................................................ 2
Coppia serraggio viti giunti cardanici .......................................................... 10.8-11.75 daNm (79.6-86.6 lbs ft)

SCATOLA CAMBIO

Tipo ....................................................................................................................................... Full Power Shift


N. marce ........................................................................................................................... 3 avanti, 3 indietro
N. innesti a frizione ..................................................................................................................................... 5

MARCIA FRIZIONE POWER-SHIFT INSERITE RAPPORTO

1a Avanti Bassa - Avanti 1:2,531


2a Avanti Media - Avanti 1:1,484
3a Avanti Alta - Avanti 1:0,888

1a Indietro Bassa - Indietro 1:2,016


2a Indietro Media - Indietro 1:1,182
3a Indietro Alta - Indietro 1:0,707

QUANTITA'

DISCHI FRIZIONE Avanti 3a 2a 1a Indietro


Dischi bimetall. a dentat. esterna 10 6 8 8 8

Dischi acciaio dentati intermedi 9 5 7 7 7

Dischi acciaio dentati d'appoggio 1 1 1 1 1


Molle distanziali 10 6 8 8 8

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 55

2.6.2 COPPIE DI SERRAGGIO CONVERTITORE

DESCRIZIONE daNm

1. Viti fiss. arresto cuscinetto anteriore 4.1 ÷ 4.9


2. Viti fiss. arresto mozzo albero 4.1 ÷ 4.9
3. Viti flangia albero di comando 10.8 ÷ 11.7
4. Viti fiss. scatola convertitore 6.8 ÷ 7.4
5. Viti ritegno girante posteriore 2.3 ÷ 2.8
6. Viti ritegno statore 3.4 ÷ 3.9
7. Viti ritegno ingranaggio comando pompa 4.1 ÷ 4.9
8. Viti d'attacco pompa sterzo - freni 1.2 ÷ 1.4
9. Viti d'attacco valvola regolazione pressione 6.8 ÷ 7.4
10. Viti ritegno sopporto cuscinetto post. 8.0 ÷ 8.8
11. Viti fiss. arresto flangia d'uscita post. 4.1 ÷ 4.9
12. Viti d'attacco deflettore olio 3.0 ÷ 3.3
13. Viti d'attacco sopporto deflettore olio 6.8 ÷ 7.4

Viti ingranaggio condotto pompa attrezz. 7.5 ÷ 8.3


Viti d'attacco pompa cambio\convertitore 6.8 ÷ 7.4
Dado mozzo comando pompa 2.1 ÷ 2.3
Viti d'attacco pompa idraulica

SM9259

Fig. 8 Sezione scatola convertitore

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 56 TRASMISSIONE D180 LGP

SCATOLA CAMBIO

Filettatura Coppia di serraggio


daNm (*)

1. Dadi prigionieri coperchio posteriore 10 x 1.25 6.1 ÷ 7.7


2. Viti e dadi coperchio e scatla friz. gamma bassa 10 x 1.25 6.1 ÷ 7.7
3. Viti coperchio cuscin. anter. frizione retromarcia 10 x 1.25 6.2 ÷ 6.8
4. Viti flangia asta distr. frizione retromarcia 10 x 1.25 5.7 ÷ 6.3
5. Viti flangia guarniz. frizione retromarcia 10 x 1.25 4.8 ÷ 6.0
6. Viti fissaggio coperchio laterale 10 x 1.25 4.8 ÷ 6.0
7. Viti fissaggio coperchio aste distr. frizione 10 x 1.25 3.4 ÷ 5.7
8. Viti di ritegno arresto cuscinetto anteriore 10 x 1.25 5.4 ÷ 6.8
9. Viti autoblocc. ingran. condotto gamma alta ed
ingranaggio comando gamme media\alta 12 x 1.25 11 ÷ 12
10. Dadi e viti fissaggio scatola cambio alla
scatola pignone conico 16 x 1.5 24
11. Dadi bloccaggio alberi del cambio 40 x 1.5 92 ÷ 95.5 (**)

(*) Lubrificare con olio motore


(**) Applicare Loctite 242
8 1

7 11

11

11
7

3
2

4
5
SM9260

10
Fig. 9 Sezione scatola cambio

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 57

2.6.3 DATI E DIMENSIONI TRASMISSIONE

Pacchi frizione

mm

A Ø esterno stantuffo fisso (grande) per frizioni 169,894 ÷ 169,957


marce avanti-indietro e gamme 1a - 2a
Ø interno stantuffo mobile (grande) friz. marcia avanti 170,000 ÷ 170,063
gioco stantuffo 0,043 ÷ 0,169
B Ø esterno stantuffo fisso (piccolo) per frizioni 59,924 ÷ 59,970
marce avanti-indietro e gamme 1a - 2a
Ø interno stantuffo mobile (piccolo) marce 60,000 ÷ 60,046
avanti-indietro e gamme 1a - 2a
Gioco stantuffo 0,030 ÷ 0,122
C Ø esterno stantuffo comando gamma 3a 194,600 ÷ 194,700
Ø interno stantuffo gamma alta su ingr. gamma 1a 195,000 ÷ 195,072
gioco stantuffo 0,300 ÷ 0,472
D Ø interno stantuffo comando gamma 3a 80,036 ÷ 80,066
Ø esterno stantuffo gamma alta su mozzo ingranaggio 79,940 ÷ 79,970
comando gamme 1a, 2a ed 3a
Gioco stantuffo 0,066 ÷ 0,126
E Ø esterno aste comando frizioni 19,770 ÷ 19,800
Ø interno sede aste comando frizioni 20,016 ÷ 20,020
Gioco tra sede ed asta 0,22 ÷ 0,25
G Caratteristiche molle frizione
Altezza molla libera (3a velocità) 83,5
Altezza molla libera (1a, 2a AV - IND) 83,0
Carico compressa a 35 mm (1.378 in.) 3a 65,5 ÷ 72,5 daNm
Carico compressa a 65 mm (2.559 in.) (1 - 2 - AV - IND) 315,5 ÷ 348,5 daNm

DATI DEL COMPLESSIVO PACCO DISCHI FRIZIONE

Frizione (X) Corsa stantuffo (*) (Y) Dim. pacco frizione (**)

mm mm
AVANTI 4÷5 60,4 ÷ 60,8
INDIETRO 3÷4 48,25 ÷ 48,65
1a MARCIA 3÷4 48,25 ÷ 48,65
2a MARCIA 3÷4 48,25 ÷ 48,65
3a MARCIA 2÷3 36,1 ÷ 36,5

(*) Controllare rilevando la corsa dello stantuffo mobile.

(**) Controllare precaricando il pacco frizione con un carico di 197 daNm. Quando i dischi sono logori,
sono disponibili dischi di ricambio per ristabilire la taratura, da usare in sostiutuzione di altrettanti
dischi a dentatura interna.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 58 TRASMISSIONE D180 LGP

SM9163

Fig. 10 Sezione 1a Marcia Sezione 3a Marcia Sezione marcia AVANTI


2a Marcia
INDIETRO

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 59

DISCHI FRIZIONI DEL CAMBIO

C D
B
SM9164
Fig. 11 Sezione dei dischi frizione

mm

A Spessore dischi intermedi a dentatura interna 2.42 ÷ 2.58

B Spessore dischi conduttori denti interni 2.42 ÷ 2.58


3.4 ÷ 3.6

C Spessore dischi d'attrito a dentatura esterna


tolleranza d'usura dischi d'attrito sinterizzati 0.90 ÷ 1.20

D Altezza molle distanziali senza deform. perman. 3.8 ÷ 4.2

VALVOLE MODERATRICI FRIZIONI CAMBIO 1a - 2a - 3a VELOCITA'

C B A

Fig. 12 Sezione valvola moderatrice


SM9165A

mm
SM9165B

A Ø esterno stantuffo 19,987 ÷ 20,000


Diametro sede stantuffo nel corpo valvola 10,020 ÷ 20,033
Gioco di montaggio tra stantuffo e sede 0,020 ÷ 0,046

B Caratteristiche molla estrena:


Altezza libera 65
Carico con molla compressa a 47 mm (1.85 in.) 2,47 ÷ 2,73 daNm

C Caratteristiche molla interna:


Altezza libera 48
Carico con molla compressa a 32.5 mm (1.28 in.) 9,11 ÷ 10,11 daNm

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 60 TRASMISSIONE D180 LGP

VALVOLA REGOLATRICE PRESSIONE OLIO LUBRIFICAZIONE

A Caratteristiche molla:
Altezza molla libera 40 mm
Carico con compressione 14 mm (0.55 in.) 7.31 ÷ 8.09 daN

B Pressione taratura valvola 3 bar

Valvola regolatrice
pressione lubrificazione

Fig. 13 Valvola regolatrice di pressione

Sezione
valvola SM9166

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 61

VALVOLE MODERATRICI AVANTI INDIETRO

Distributore cambio

INDIETRO AVANTI B A
C

VALVOLE MODERATRICI SEZIONE VALVOLA SM9167

Fig. 14 Distributore cambio e valvole moderatrici

mm

A Caratteristiche molla interna valvola moderatrice:


Altezza molla libera 48
Carico con molla compressa a 22 mm (0.866 in.) 4,44 ÷ 4,90 daNm

B Ø esterno otturatore 23,987 ÷ 24,000


Ø interno corpo valvola moderatrice 24,020 ÷ 24,041
gioco tra otturatore e sede 0,020 ÷ 0,054

C Caratteristiche molla esterna valvola moderatrice:


Altezza molla libera 64
Carico con molla compressa a 46 mm (1.811 in.) 2,05 ÷ 2,25 daNm

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 62 TRASMISSIONE D180 LGP

VALVOLA REGOLATRICE PRESSIONE CAMBIO E DI SICUREZZA CONVERTITORE

A C E P B D S
Q

Q P SM9168

Fig. 15 Sezione valvola regolatrice di Sezione valvola


pressione sicurezza convertitore

DATI mm

A Ø esterno asta distributrice 19,979 ÷ 20,000


Ø interno sede asta nel corpo 20,020 ÷ 20,041
Gioco tra asta e sede 0,020 ÷ 0,062

B Ø esterno stantuffo 13,982 ÷ 14,000


Ø interno sede stantuffo 14,016 ÷ 14,043
gioco tra stantuffo e sede 0,016 ÷ 0,061

C Caratteristiche molla richiamo asta:


Altezza molla libera 48
Carico con molla compressa a 37 mm (1.46 in.) 45,6 daN

D Caratteristiche molla richiamo asta:


Altezza molla libera 43,5
Carico con molla compressa a 32 mm (1.26 in.) 15,64 ÷ 17,30 daN

E Ghiera di regolazione variazione pressione

Taratura valvola regolatrice pressione cambio

- Registrare la ghiera (E) in modo che la valvola si apra sotto una pressione in "Q" di 13,75 ± 0,5 bar con
una portata olio a 40 °C di 10 l/min
- Ogni giro della ghiera varia la pressione di 1,5 bar
- Pressione di esercizio 17 bar con una portata di 66 l/min

Taratura valvola di sicurezza convertitore

- Spessorare la molla (D) in modo che la valvola si apra sotto una pressione in "P" di 10,5 ± 0,5 bar con
una portata olio a 40 °C di 10 l/min
- Ogni spessore varia la pressione di 0,7 bar (spessore di 1 mm)

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP TRASMISSIONE 2 - 63

POMPA ALIMENTAZIONE CONVERTITORE / CAMBIO (Rif. 1 schema idraulico)

Pompe accoppiate ad ingranaggi, una per alimentare il cambio, ed una per alimentare il
convertitore di coppia.

Regime max ............................................................................................... 2650 g/min


Prova al banco pompe alimentazione cambio / convertitore:
- Portata nominale (al regime max) ................................................................ 117 l/min
- Portata sezione alimentazione cambio ......................................................... 67 l/min
- Portata sezione di alimentazione convertitore ............................................... 50 l/min
- Temperatura olio .............................................................. 45° ÷ 55 °C (113° ÷ 131 °F)

(*) La pompa di recupero olio convertitore è accoppiata


con la pompa comando frizioni di sterzo, ed è quindi
descritta alla Sezione Frizioni di sterzo.

Sezione alimentazione Sezione alimentazione


convertitore cambio

Fig. 16 Pompa alimentazione convertitore-cambio


La freccia indica il senso di rotazione
dell'albero e il lato mandata
ASPIRAZIONE ASPIRAZIONE

SM9169
MANDATA MANDATA

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
2 - 64 TRASMISSIONE D180 LGP

FILTRI OLIO

Filtro "F" sulla mandata pompa convertitore cambio


a portata totale con elemento filtrante in carta
sostituibile ogni 500 ore di lavoro (25 µ coppia di
serraggio 4 daNm nominali e valvola by-pass tarata
a 2,5 bar) 5

3
1

F
2

Fig. 17 - F. Filtro olio sulla mandata

1 - Supporto filtro
2 - Cartuccia filtro SM9171
3 - Elemento filtrante
4 - Coperchio
5 - O-ring
F - Filtro olio cambio / convertitore

1 4
Fig. 18 - Fa. Filtro olio sull' aspirazione
6 7
Filtro "Fa" sull'aspirazione pompa convertitore - cam-
bio a portata totale, con elemento filtrante in rete 3
d'acciaio (da pulire ogni 1000 ore di lavoro) e tappo Fa
magnetico (100 µ nominali senza by-pass).
5
8
Fa - Elemento filtrante in tessuto d'acciaio 9
1 - Dado di bloccaggio coperchio
2 - Guarnizione O-ring
3 - Coperchio
7
4 - Prigioniero
5 - Candela magnetica
6 - Molla di ritegno elemento filtrante
7 - Anello elastico
8 - Guarnizione
9 - Supporto
SM9172

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
SEZIONE 3

RIDUTTORI LATERALI
INDICE

ARGOMENTO PAGINA

3.1 DESCRIZIONE GENERALE .................................................................................... 1


3.1.1 Riduttore laterale (parti scomposte e sezione riduttore) ........................................... 2

3.2 PROCEDURE DI RIPARAZIONE ............................................................................. 4


3.2.1 Riduttore (stacco / smontaggio) .............................................................................. 4
3.2.2 Estrazione dal coperchio scatola ............................................................................. 8
3.2.3 Ingranaggio condotto (smontaggio cuscinetti) .......................................................... 9
3.2.4 Albero ingranaggio conduttore (smontaggio cuscinetti) ............................................ 9
3.2.5 Descrizione del montaggio delle guarnizioni a tenuta frontale rotante .................... 10
3.2.6 Riduttore laterale (montaggio) .................................................................................11

3.3 CARATTERISTICHE E DATI .................................................................................. 20


3.3.1 Accoppiamenti alberi e cuscinetti riduttore ............................................................ 20
D180 Power Steering
D180 LGP RIDUTTORI LATERALI 3-1

3.1 DESCRIZIONE GENERALE

I riduttori laterali sono del tipo a doppia riduzione con ingranaggi cilindrici a denti diritti ed un rapporto di
riduzione di 1:12,286.

Caratteristiche olio riduttori laterali: devono soddisfare MIL-2105 o Api Service GL5 (SAE 80W-90)
Quantità rifornimento olio riduttori laterali 18 lit.

I riduttori laterali del D180 Power Steering/D180 LGP presentano due vantaggi, uno di tipo tecnico e l’altro di
tipo assistenziale.
Il vantaggio tecnico consiste nella diversa disposizione strutturale dei riduttori, i quali sono isolati dalle solleci-
tazioni della cingolatura, che invece è direttamente collegata alla scatola trasmissione assorbendo attraverso
gli incernieramenti sui 2 alberi (PIVOT-SHAFT) la maggior parte delle sollecitazione sui cingoli.
Il vantaggio di tipo assistenziale consiste nella riduzione dei tempi di intervento sulla macchina, in quanto i
riduttori di tipo modulare sono smontabili singolarmente dalla macchina, senza intervenire sulla scatola tra-
smissione.

Fig. 1 Riduttore laterale montato 4 2


1. Riduttore laterale
2. Ruota motrice
3. Carrello cingolo
4. Scatola trasmissione
5. Pivot-Shaft

5 3
SM9300

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
3-2 RIDUTTORI LATERALI D180 LGP

3.1.1 Riduttore laterale

157. Scatola 181. Cuscinetto rulli 55x120x43


158. Coperchio 182. Cuscinetto
159. Scatola P/Cuscinetto 183. Tappo M27x2x16
160. Albero ruota motrice 184. Guarnizione O-R 3x24
161. Ingranaggio condotto o di rinvio 185. Guarnizione
162. Cuscinetto 186. Vite TE M12x50
163. Scatola 187. Rosetta 12x24
164. Distanziale 188. Guarnizione O-R 3,53x215,5
165. Distanziale 189. Guarnizione a tenuta frontale rotante
166. Distanziale 190. Ghiera 170 ÷ 190 daNm
167. Ingranaggio ruota motrice 192. Piastrina di sicurezza
168. Piastrina 193. Anello elastico 90
169. Ingranaggio conduttore 194. Anello elastico 170
170. Scatola cuscinetto 195. Riparo cingolo
171. Guarnizione O-R 3,53x171 197. Dado E M14x1,5
172. Guarnizione O-R 3,53x142,50 198. Rosetta 14x32
173. Guarnizione O-R 3,53x183,7 199. Vite TE M14x1,5x45
174. Guarnizione O-R 3,53x190,1 200. Vite TE M14x1,5x55
175. Vite TE M16x1.5x65
176. Rosetta 16x30x3 C. Coperchio riduttore
178. Cuscinetto rulli 40x90x33 G. Grano di centraggio
179. Cuscinetto rulli 70x150x35 R. Riparo superiore riduttore
180. Cuscinetto rulli 70x150x51 V. Vite di fissaggio mozzo ruota motrice (M20x1,5)
V1. Viti di fissaggio riduttore al PIVOT-SHAFT
(M24x2x260) (M24x2x130)
174 V2. Vite di fissaggio riduttore alla scatola trasmissione
185 173 172 (M16x1,5)
168 179 C1. Vite di fissaggio settori dentati (M22x1,5)
175 176 S. Settori ruota motrice
168 169 M. Mozzo ruota motrice
178
170
159
190
181 G 182
172 165 R
167
158 193
192 V1
194 157
V2 184
C
171
161 166
180 162 183
C1
164 187
186
S
V1
V2
197 188 163

189

195

198 200/199 160 M V


Fig. 2 - Parti scomposte del riduttore laterale
SM9336

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP RIDUTTORI LATERALI 3-3

168
169 175 176
173 174

184 183 157


170 185

Conduttore
178

161
179

180 181

Rinvio
167

159 172 168

189

164
158 171

160
190 192 193
COPPIA DI SERRAGGIO
162
170 ÷ 190 daNm

182

194

165

187 186 163 188 166

197 198 199


195 196

200 197 198

SM9000
Fig. 3 - Sezione riduttore laterale
(Per i particolari numerati fare riferimento alla fig. 2)

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
3-4 RIDUTTORI LATERALI D180 LGP

3.2 PROCEDURE DI RIPARAZIONE

3.2.1 Riduttore (stacco / smontaggio)

Stacco A

Per staccare il riduttore laterale procedere nel modo


seguente:
Scaricare l’olio dal riduttore dal tappo di scarico B
(fig.4), per facilitare lo scarico togliere il tappo A .

SM9337

Smontare ed asportare il coperchio sul carrello B


cingolo, allentare la tensione sulle catenarie, svitan-
do di qualche giro la valvola tensione cingolo VR
(fig.5). Fig. 4
A.Tappo introduzione olio;
B. Tappo di scarico olio

PERICOLO
Fluido sotto pressione. Non ridurre la tensione
del cingolo svitando la valvola di sovrappressione
(VS). Non togliere l’ingrassatore (I) montato sulla
valvola di registrazione (VR).

VS VR I C

Fig. 5 - Registrazione della catenaria


SM9352
VR. Valvola di registrazione tensione
VS. Valvola di sovrappressione
I. Ingrassatore
C. Coperchio

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP RIDUTTORI LATERALI 3-5

Smontare la catenaria come descritto alla SEZIO-


NE 5 - CINGOLATURA.

M
R
ATTENZIONE
Non lavorare sotto od in vicinanze di un attrezzo
della macchina o sue parti che non siano adegua-
tamente sopportate e bloccate.
V

Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti


con un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati. Usare gli occhio-
ni di sollevamento previsti allo scopo. Stare attenti
alle persone in prossimità del carico da sollevare.

T C1 S
SM9301

Per lo smontaggio del complessivo riduttore è Fig. 6


consigliabile asportare per primo la ruota motrice C1 - Viti fissaggio settori; M - Ruota motrice;
quindi procedere come segue: S - Settori dentati; V - Viti di fissaggio ruota;
- Asportare almeno tre settori dentati S dalla parte T - Corpo carrello
superiore della ruota svitando le viti C1 (fig.6).
- Spostare la macchina quanto basta per portare la
ruota motrice senza settori in corrispondenza del-
l’interferenza con il corpo carrello T, in modo da po-
ter estrarre la ruota dal riduttore.
Sostenere mediante paranco e un gancio di solleva-
mento la ruota motrice M e staccarla togliendo le
viti V di fissaggio ruota motrice al mozzo.

Dal riduttore asportare il riparo superiore R (fig.7) V1


dal cappellotto inferiore A dal Pivot-Shaft. Estrarre 157
le due viti di fissaggio V1. Asportare il cappellotto.
V2
Imbragare e sostenere il complessivo riduttore per C1
lo smontaggio (peso del riduttore completo di ruota V1
motrice circa 530 kg.). Svitare le viti V2 di ritegno S
riduttore ed asportarlo dalla scatola trasmissione.
Predisporre il riduttore su di un banco per lo
smontaggio completo.

195
A

197 V2

V
M
198 200/199
SM9345

Fig. 7 - Riduttori, ruota motrice e ripari riduttore

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
3-6 RIDUTTORI LATERALI D180 LGP

Smontaggio
168 169 170
Estrarre le due guarnizioni di tenuta (185) (fig.8) dal-
l’albero conduttore (169).
Estrarre le piastrine di sicurezza (168) dalla sede
sul coperchio e le scatole cuscinetto.
Asportare la scatola cuscinetto (170).

185 SM9303

Fig. 8

Applicare due viti ad occhiello A nei fori B delle sca- A 170


tole cuscinetto (158 e 159) ed asportarle complete
di cuscinetti ed anelli O-ring.

B 158
159

SM9304

Fig. 9
Svitare le viti (175) sul coperchio del riduttore, aspor-
tare i grani di centraggio.

SM9305

Fig. 10

Avvitare tre viti ad occhiello sul coperchio (C) ed


asportarlo come indicato in fig.11.

SM9315

Fig. 11

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP RIDUTTORI LATERALI 3-7

Togliere l’anello elastico (193) di ritegno sull’albero


della ruota motrice. Estrarre le piastrine di sicu- 193
rezza (192) della ghiera e allentare la ghiera me- 192
diante chiave dinamometrica e attrezzo per smon-
tare la ghiera.
Svitare la ghiera.

SM9318

Fig. 12

Asportare l’ingranaggio conduttore (169) e l’ingra-


naggio condotto (161) dalla scatola riduttore, come
indicato in figura.

SM9316

Fig. 13
Separare le parti e sistemarle su un apposito piano
di appoggio, per tutti i pezzi ancora da montare.

SM9339

Fig. 14

Applicare un attrezzo A come in fig. 15, per blocca-


re l’ingranaggio condotto sulla scatola riduttore. A

SM9319

Fig. 15

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
3-8 RIDUTTORI LATERALI D180 LGP

Capovolgere il riduttore e svitare le viti (186) di rite-


gno albero ruota motrice e asportare il complessivo
dalla scatola riduttore, come indicato in fig.16.

SM9354

Fig. 16

Capovolgere il riduttore, smontare l’attrezzo di


bloccaggio e asportare l’ingranaggio condotto come
in fig. 17.

SM9307

Fig. 17

3.2.2 Estrazione del coperchio scatola

Smontare i cuscinetti a rulli cilindrici esterni dal co-


perchio con l’apposito estrattore solo se è necessa-
ria la loro sostituzione.

SM9340

Fig. 18

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP RIDUTTORI LATERALI 3-9

3.2.3 Ingranaggio condotto


E
(smontaggio cuscinetti)

Estrarre le piste dei cuscinetti da ciascuna estremi-


tà dell’albero ingranaggio, mediante un estrattore (E)
adatto come in figura.

SM9331

Fig. 19

Riscaldare le piste P dei nuovi cuscinetti e calzarle


sull’albero come in figura. P

SM9332

Fig. 20

3.2.4 Albero ingranaggio conduttore


P P E
(smontaggio cuscinetti)

Mediante un estrattore E adatto, smontare le piste


dei cuscinetti dall’albero ingranaggio conduttore come
indicato in figura.

SM9333

Fig. 21

Riscaldare le piste dei nuovi cuscinetti e calzarle


sull’albero come in figura. P

SM9334

Fig. 22

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
3 - 10 RIDUTTORI LATERALI D180 LGP

3.2.5 Descrizione del montaggio delle


guarnizioni a tenuta frontale rotan-
te (long life)

Esaminare accuratamente gli anelli metallici, con-


trollando che le relative superfici siano esenti da
rigature, ammaccature e tracce di usura dovute a
disallineamento o ad errori di planarità.

Sostituire entrambi gli anelli metallici 1 Fig.23 e gli


anelli di gomma 2, anche quando uno solo risulta
difettoso.

Evitare in modo assoluto accoppiamenti di un anel-


lo metallico usato con uno nuovo e di anelli usati
ricuperati da coppie diverse.

SM9335

Per il montaggio delle guarnizioni attenersi alle


Fig. 23
seguenti norme:
1. Eliminare spigoli vivi e bavature; pulire accura-
tamente le sedi per anelli di gomma.
2. Pulire con cura gli anelli di gomma.
3. Inserire ciascun anello metallico 1 sul relativo
anello di gomma 2 (vedi dettaglio a)
4. Accertarsi del corretto montaggio dell’anello me-
tallico, verificando che la quota 3 (dettaglio b) sia
costante su tutta la circonferenza.
5. Montare ogni coppia di anelli nelle rispettive sedi
agendo a mano sull’anello in gomma come illu-
strato (vedere dettaglio c).
6. Prima di completare il montaggio (dettaglio d)
pulire con panno privo di sfilacciature le super-
fici di tenuta 4 e stendere un leggero velo d’olio
fluido sulle superfici stesse.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP RIDUTTORI LATERALI 3 - 11

3.2.6 Riduttore laterale (montaggio)

Pulire e lavare con un solvente adatto tutti i parti-


colari prima del montaggio.

157
ATTENZIONE

Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti con


un mezzo di sollevamento di capacità adatta. Assi-
curarsi che i pezzi siano sostenuti da imbragature e
ganci appropriati. Usare gli occhioni di sollevamen-
to previsti allo scopo. Stare attenti alle persone in
prossimità del carico da sollevare.

Disporre la scatola riduttore (157) su un banco op- SM9308

portuno rivolto dal lato interno verso l’alto come in


figura. Fig. 24

Montare la pista esterna dei cuscinetti (178) e (180)


mediante un tampone adeguato. 169
167

178 161 180 SM9341

169 Ingranaggio conduttore


161 Ingranaggio di rinvio
167 Ingranaggio condotto
Fig. 25

Sollevare con un’attrezzo come in fig. ed introdurre


l’ingranaggio condotto (161) all’interno della scato-
161
la riduttore.

SM9307

Fig. 26

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
3 - 12 RIDUTTORI LATERALI D180 LGP

Predisporre l’albero (160) della ruota motrice e mon-


tare la guarnizione di tenuta (189) (long-life) nell’ap- 160
posito sede sull’albero.
Preparare la scatola (163) e montare la seconda
guarnizione di tenuta (long-life).

N.B. Prima del montaggio lubrificare adegua-


tamente con olio o vaselina le guarnizioni.

163

189 SM9309

Fig. 27

164
Calzare la scatola sull’albero ed inserire il distan-
ziale (164).

SM9311

Fig. 28

162
Bloccare il complessivo scatola-albero ruota motri-
ce opportunamente come in fig. 29 e riscaldare il
cuscinetto doppio (162) a circa 110° C.
Calzare il cuscinetto sull’albero.

SM9310

Fig. 29

A
Fissare sulla scatola riduttore un attrezzo (A) per
bloccare l’ingranaggio condotto come in figura e ca-
povolgere il complessivo scatola riduttore.

SM9312

Fig. 30

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP RIDUTTORI LATERALI 3 - 13

Lubrificare adeguatamente le superfici di contatto


con olio o vaselina il complessivo albero ruota motri-
ce.

SM9313

Fig. 31

Montare l’anello O-ring (188) nella sede.

188

SM9314

Fig. 32

Inserire il distanziale (166) e infilare l’albero nella


scatola facendo attenzione nella fase di centraggio
all’assestamento uniforme del complessivo.
Avvitare le 8 viti di ritegno (M12x50) e bloccare alla
166
coppia prescritta (vedi tabella coppie di serraggio
alla SEZIONE 0 all’inizio del manuale).

SM9320

Fig. 33

Capovolgere la scatola e togliere l’attrezzo di rite-


gno ingranaggio condotto.
Inserire il distanziale (165) sull’albero.

SM9319

Fig. 34

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
3 - 14 RIDUTTORI LATERALI D180 LGP

Preparare la scatola porta cuscinetto (159) dell’al-


bero di rinvio (161) e montare mediante pressa il 181
cuscinetto (181).
159

SM9344

Fig. 35

Riscaldare le piste interne (P) dei cuscinetti (179) del- P


l’ingranaggio conduttore (169) a circa 110°÷120° C.

SM9322

Fig. 36
Calzare le piste (P) nella rispettiva sede sull’albero
sia da un lato che dall’altro.
P

SM9317

Fig. 37

Sostenere il complessivo albero e ingranaggio di rinvio


(161) e calzare all’interno della scatola
portacuscinetto (159) nel riduttore.
161

SM9316

Fig. 38

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP RIDUTTORI LATERALI 3 - 15

Portare inoltre l’ingranaggio conduttore (159) ingra-


nandolo con l’albero di rinvio (161). Far compiere 161 159
qualche giro ai ruotismi, per fare assestare il movi-
mento degli organi.

SM9330

Fig. 39
Scaldare a circa 110° C la pista interna del cusci-
netto (182) e calzare sulla sede dell’albero ruota mo-
182
trice (160).

SM9332

Fig. 40
Preparare la scatola portacuscinetto (158) al mon-
taggio.
Montare mediante pressa la pista esterna del cu- 182
scinetto (182) nella scatola completa di O-ring.
Calzare il tutto fino sul coperchio e battere median-
te un martello di materiale dolce fino a fondo battu-
ta.
158

SM9333

Fig. 41

Inserire l’anello elastico (194).

194

SM9334

Fig. 42
Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
3 - 16 RIDUTTORI LATERALI D180 LGP

Avvitare la ghiera (190) di ritegno albero ruota motri-


ce.
190

SM9328

Fig. 43

Bloccare il ruotismo degli ingranaggi e sistemare


l’attrezzo per il bloccaggio della ghiera completo B
di chiave dinamometrica (A) e moltiplicatore (B).
Serrare la ghiera con 170 ÷ 190 daNm. A
N.B. Il campo di serraggio (da 170 a 190 daNm)
ci consente di orientare la ghiera, per permet-
tere l’inserimento delle due piastrine di sicu-
rezza nelle sedi.
Inserire le due piastrine di sicurezza (192).

SM9326

Fig. 44

Quindi inserire l’anello elastico di ritegno (193).


193

SM9318

Fig. 45

Spalmare uno strato di mastice di tenuta (LOCTITE


518) sulla superficie di accoppiamento con il coper-
chio.
Calzare il coperchio sulla scatola riduttore soste-
C
nendola come in fig.46.

SM9315

Fig. 46

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP RIDUTTORI LATERALI 3 - 17

Avvitare due viti (V) guida per il centraggio del coper-


V
chio sulla scatola, ed inserire i grani di centraggio
(G).
Battere i grani fino all’inserimento completo nella
G
sede.

ATTENZIONE
Utilizzare un martello di materiale dolce e non
ferroso.

SM9325

Fig. 47

Avvitare le viti di fissaggio del coperchio e serrare


(12 daNm).

SM9305

Fig. 48

Lubrificare con olio o vaselina la scatola 170


portacuscinetto (170) dell’albero conduttore, com-
pleto di cuscinetto (179) e di O-ring (172).
Calzare la scatola nella sede orientandola in modo
da far coincidere la sede per l’inserimento della
chiavetta di arresto.

SM9353

Fig. 49

Lubrificare con olio o vaselina la scatola


portacuscinetto dell’albero di rinvio e calzare nella
sede del coperchio.

SM9324

Fig. 50

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
3 - 18 RIDUTTORI LATERALI D180 LGP

Registrare la sede se necessita per l’inserimento


della chiavetta di arresto.
Ripetere le stesse operazioni anche con la scato-
la portacuscinetto dell’albero ruota motrice.

SM9323

Fig. 51

Spalmare LOCTITE 518 nelle sedi delle piste di ar-


resto ed inserirle.

SM9303

Fig. 52

Montare mediante un battitoio (B) le due guarnizioni B


di tenuta sull’albero conduttore, con le superfici ri-
volte come in dettaglio A montaggio guarnizioni.

SM9306

Fig. 53

Guarnizioni
di tenuta

Albero
conduttore

Scatola
portacuscinetto
SM9324

Fig. 54 - Dettaglio A montaggio guarnizioni di te-


nuta
Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP RIDUTTORI LATERALI 3 - 19

Note:

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
3 - 20 RIDUTTORI LATERALI D180 LGP

3.3 CARATTERISTICHE E DATI

3.3.1 Accoppiamento alberi e cuscinetti riduttore

Albero
conduttore

N M A B

Albero di
rinvio

L I C D

Albero ruota
motrice

H G E F

Fig. 55 - Sezione riduttore laterale

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP RIDUTTORI LATERALI 3 - 21

CARATTERISTICHE E DATI DI ACCOPPIAMENTO CUSCINETTI


Min. Max
A.
- Diametro interno cuscinetto 69,985 ÷ 70,000
- Diametro esterno ingranaggio conduttore 70,002 ÷ 70,021
- Interferenza di montaggio 0,002 interf. ÷ 0,036 interf.

B.
- Diametro esterno cuscinetto 149,975 ÷ 150,000
- Diametro interno scatola 149,960 ÷ 150,000
- Interferenza di montaggio 0,025 gioco ÷ 0,040 interf.

C.
- Diametro interno cuscinetto 54,985 ÷ 55,000
- Diametro ingranaggio di rinvio 55,002 ÷ 55,021
- Interferenza di montaggio 0,002 interf. ÷ 0,036 interf.

D.
- Diametro esterno cuscinetto 119,985 ÷ 120,000
- Diametro interno scatola 119,965 ÷ 120,000
- Interferenza di montaggio 0,015 gioco ÷ 0,036 interf.

E.
- Diametro interno cuscinetto 94,980 ÷ 95,000
- Diametro albero ruota motrice 94,978 ÷ 95,000
- Interferenza di montaggio 0,020 gioco ÷ 0,022 interf.

F.
- Diametro esterno cuscinetto 169,975 ÷ 170,000
- Diametro sede cuscinetto 169,975 ÷ 169,992
- Interferenza di montaggio 0,017 gioco ÷ 0,033 interf.

G.
- Diametro interno cuscinetto 130,027 ÷ 130,052
- Diametro sede cuscinetto 130,027 ÷ 130, 052
- Interferenza di montaggio 0,025 gioco ÷ 0,025 interf.

H.
- Diametro esterno cuscinetto 200,000 ÷ 200,046
- Diametro sede cuscinetto 200,000 ÷ 200,046
- Interferenza di montaggio 0,046 gioco ÷ 0,046 interf.

I.
- Diametro interno cuscinetto 69,985 ÷ 70,000
- Diametro sede ingranaggio di rinvio 70,002 ÷ 70,021
- Interferenza 0,002 interf. ÷ 0,036 interf.

L.
- Diametro esterno cuscinetto 149,982 ÷ 150,000
- Diametro sede 149,960 ÷ 150,000
- Interferenza 0,018 gioco ÷ 0,04 interf.

M.
- Diametro interno cuscinetto 39,988 ÷ 40,000
- Diametro ingranaggio conduttore 40,002 ÷ 40,018
- Interferenza 0,002 interf. ÷ 0,030 interf.

N.
- Diametro esterno cuscinetto 89,985 ÷ 90,000
- Diametro interno sede 89,985 ÷ 90,000
- Interferenza 0,015 gioco ÷ 0,035 interf.
Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
SEZIONE 4

FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO


INDICE

PARAGRAFO ARGOMENTO PAG.

4.1 DESCRIZIONE GENERALE ...................................................................................... 2


4.1.1 Schema idraulico freni ............................................................................................... 2
4.1.2 Componenti principali del circuito freni ...................................................................... 3
- Pompa alimentazione freni ..................................................................................... 3
- Blocco valvola di alimentazione freni ...................................................................... 4
- Valvola pedale freni ................................................................................................ 5
- Filtri olio freni ......................................................................................................... 7
4.1.3 Schema circuito idraulico sterzo ............................................................................... 8
4.1.4 Componenti principali circuito sterzo ......................................................................... 10
- Motore idraulico ..................................................................................................... 10
- Blocco valvola di pilotaggio sterzo .......................................................................... 11

4.2 DIAGNOSI INCONVENIENTI ..................................................................................... 12


4.2.1 Diagnosi sul display .................................................................................................. 12

4.3 PROVE ..................................................................................................................... 14


4.3.1 Controllo pressioni del circuito sulla diagnostica ....................................................... 14
4.3.2 Registrazione del pedale freno .................................................................................. 15
4.3.3 Controllo e taratura sul blocco valvola alimentazione ................................................. 16
4.3.4 Calibrazione leve di sterzo ........................................................................................ 17

4.4 PROCEDURE DI RIPARAZIONE ............................................................................... 19


4.4.1 Valvola pedale freni (stacco / smontaggio) ................................................................. 19
4.4.2 Pompa alimentazione freni (stacco / smontaggio / rimontaggio) ................................ 20
4.4.3 Freni e differenziale di sterzo .................................................................................... 21
- Stacco (operazioni preliminari) ............................................................................... 21
- Stacco della corona dentata .................................................................................. 25
- Smontaggio del complessivo differenziale portasatelliti ........................................... 27
- Smontaggio del planetario ...................................................................................... 27
- Smontaggio del complessivo freni .......................................................................... 28
- Montaggio del complessivo tamburo freni ............................................................... 32
4.4.4 Controllo e verifica dei pacchi freno ........................................................................... 38
- Rimontaggio del planetario ..................................................................................... 39
- Rimontaggio del complessivo portasatelliti ............................................................. 40
- Rimontaggio e riattacco del complessivo corona dentata ....................................... 42
- Rimontaggio gruppo freni / differenziale di sterzo nella scatola trasmissione .......... 43
4.4.5 Coppia conica (stacco / smontaggio pignone e corona) ............................................ 45
4.4.6 Procedura per la registrazione del precarico cuscinetti pignone carico ...................... 55
4.4.7 Procedura per la registrazione della coppia conica .................................................... 56
4.4.8 Rimontaggio del coperchio scatola ............................................................................ 57

4.5 CARATTERISTICHE E DATI ...................................................................................... 58


4.5.1 Coppia conica di riduzione ........................................................................................ 58
4.5.2 Freni ......................................................................................................................... 60
4.5.3 Valvola pedale freno .................................................................................................. 61
4.5.4 Trasmissione posteriore (sezione lato cambio) .......................................................... 63
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4-1

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4-2 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

4.1 DESCRIZIONE GENERALE


4.1.1 SCHEMA IDRAULICO FRENI
Il circuito idraulico dei freni è completamente separato dal circuito dello sterzo ed è principalmente composto da:
- Una pompa doppia di alimentazione circuito freni e cambio (rif. 1 schema idr.)
- Un filtro olio in aspirazione (10) (metallico) e uno sulla mandata (in carta) (rif. 2)
- Un blocco valvola di alimentazione (rif. 3)
- Una valvola pedale freni (rif. 4)
- Una scatola trasmissione posteriore (rif. 8)

La pompa di alimentazione (1) aspira l'olio dalla scatola trasmissione (8) attraverso un filtro a rete metallico (10) e
lo invia alla porta (P) del blocco valvola di alimentazione (3), attraverso il filtro (3).
La valvola di alimentazione (17) garantisce al circuito una pressione di 25 ± 2 bar. Un accumulatore (5) garantisce
la pressione nel circuito in caso di avaria del motore.
Una valvola pedale freno (che è azionata direttamente dal pedale centrale in cabina) agisce direttamente sui freni,
togliendo pressione al circuito.
La scatola trasmissione (8) è composta dalla coppia conica, (che riceve il movimento direttamente dal cambio) dai
dischi freno (a bagno d'olio) e dal differenziale di sterzo. La scatola trasmissione funge da serbatoio di raccolta
dell'olio ed è utilizzato sia per il pilotaggio dei pacchi, e sia per la lubrificazione di tutti gli organi della scatola.
L'innesto dei freni avviene quando si preme il pedale freno, in questo modo si toglie pressione al circuito e quindi
la forza delle molle blocca il dispositivo frenante che agisce sul pacco dei dischi freno.
La macchina frena nelle seguenti condizioni:
- con macchina ferma con motore spento (freno di parcheggio);
- con macchina ferma con motore avviato e leve di sicurezza in posizione sollevata;
- con macchina in movimento, premendo il pedale freno centrale (freno di servizio).
DR

3
Set 25 bar
7
4
2 P
1
2

T M18x1,5
Q=50 l/min

M18x1,5
1 A M16x1,5
3,5 bar 6
ß 22=75
B
M14x1,5

B 5
C
2650 RPM
Q=22 l/min PP
1 19.2 cc/REV
1 2
11
2650 RPM
2 8.4 cc/REV
A

BRAKE DISC
BRAKE
LUBRICATION
CONTROL

8
10

9 9

100µ nom

Schema idraulico freni

1. Pompa doppia di alimentazione - 2. Filtro olio (mandata) - 3. Blocco valvola di alimentazione - 4. Valvola pedale
freni - 5. Accumulatore - 6. Valvola regolatrice di pressione - 7. Elettrovalvola direzionale - 8. Scatola trasmissione
- 9. Dischi freni - 10. Filtro olio (aspirazione) - 11. Presa di pressione - A Dal convertitore - B Alla scatola cambio

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4-3

4.1.2 COMPONENTI PRINCIPALI DEL CIRCUITO FRENI

Pompa alimentazione freni

(Rif. 1 schema idraulico)

Tipo pompa ........................................ad ingranaggi


Marca ............................... SAUER SUNDSTRAND
Modello ..................................... PNN 19+8S SC 41

Pompa doppia ad ingranaggi montata sul coperchio


convertitore, una sezione alimenta il circuito dei freni,
l'altra recupera l'olio dal convertitore, e ritorna nel cam-
bio.
Portata a regime max (2650 g/min) con il regime po-
tenza max del motore 2000 g/min.
Portata sezione (1) alimentazione freni
50 l/min.
Portata sezione (2) recupero olio convertitore 22 l/min.

La freccia indica il senso di rotazione


dell'albero e il lato mandata
ASPIRAZIONE

MANDATA

2650 RPM
Sez.1 19.2 CC/REV
50 l/min

2650 RPM
Sez.2 8.4 CC/REV
22 l/min

ASPIRAZIONE
MANDATA

Sezione 1: Pompa Sezione 2: Pompa


alimentazione circuito recupero olio convertitore
freni C

2 1

P
SM9174 P1 SM1405

P. Pompa freni
C. Convertitore
P1. Pompa a pistoni attrezzo / sterzo

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4-4 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Blocco valvola di alimentazione freni

(Rif. 3 schema idraulico freni)

Il blocco valvola di alimentazione è montato sul lato


sinistro sotto la cabina. Per accedere è sufficiente
aprire lo sportello sinistro sotto cabina.
3
1. Pompa alimentazione freni
3. Blocco valvola di alimentazione
DR
5. Accumulatore (precarica 13 bar)
6. Valvola di regolazione pressione (taratura 25 bar)
7. Elettrovalvola direzionale
Set 25 bar 7
1 3
P 1 2
Porte sul blocco: 2
2
3
DR. Drenaggio
P. Dalla pompa alimentazione
C. Lubrificazione freni 6 1

PP. Presa pressione


1. Alla valvola pedale freno
2. Alla valvola pedale freno
C 5
PP 11
SM1406

3
6

PP 2
1

DR P

SM1407

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4-5

Valvola pedale freni


(Rif. 4 schema idraulico)

La valvola pedale freno è montata nella parte inferiore


della cabina ed è azionata tramite tiranteria diretta-
mente dal pedale freno.

Parte sulla valvola

P. Ai freni (mandata)
DR. Ai freni (drenaggio)
DR
T. Alla scatola (scarico)
A. Al blocco valvola di alimentazione (pos. 1)
B. Dalla valvola di alimentazione (pos. 2).

DR SM9181
(M12X1,5)
T
(M22X1,5)
A
(M16X1,5) P
(M22X1,5)

B
(M14X1,5)

SM9186

Schema idraulico valvola

T SM9187

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4-6 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

25 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 28

P 11

12

13

14

34

20 19 B 18 17 33 16 15 23
A
Sezione valvola pedale freno SM9188

1 Coperchio 17 Molla stantuffo


2 Molla 18 Stantuffo
3 Rondella 19 Distanziale
4 Pistone 20 Guarnizione
5 Corpo completo 21 Perno
6 Puntale 22 Grano di ritegno
7 Scodellino interno 25 Guarnizione alberino
8 Rondella 28 O-ring 2,62x34,59
9 Molla 30 Rosetta elastica
10 Scodellino esterno 31 Vite M8x55
11 Guida 32 Vite M8x35
12 Perno di spinta 33 O-ring 2,62x20,29
13 Coperchio 34 O-ring 2,62x18,72
14 Camma 35 Guarnizione
15 Rondella 36 Tappo M10x1,25
16 Guarnizione 37 Vite M8x75

21
37 30 30 32 31
25

36

35
T
22
SM9189

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4-7

Filtri olio freni

Filtro sulla mandata (2)


(Rif. 2 schema idraulico) 5

Il filtro sulla mandata del circuito freni / frizioni è ac-


cessibile aprendo lo sportello lato sinistro della mac-
china nel vano motore.
3
1
A portata totale con elemento filtrante in carta
sostituibile ogni 500 ore di lavoro (30 µ nominali e
4
valvola by-pass tarata a 2,5 bar).
Coppia di serraggio 4 daNm.

SM9171

SM1408

1 - Supporto filtro
2 - Cartuccia filtro
3 - Elemento filtrante
4 - Coperchio 2
5 - O-ring
F - Filtro olio cambio / convertitore 1 4
Filtro in aspirazione 6 7
(Rif. 10 schema idraulico)
3
Il filtro sull'aspirazione del circuito freni / frizioni è ac-
Fa
cessibile sollevando la cabina.
A portata totale, con elemento filtrante in rete d'accia- 5
io (non sostituibile da pulire ogni 1000 ore di lavoro) e
tappo magnetico (100 µ nominali senza by-pass). 8
9
Fa - Elemento filtrante in tessuto d'acciaio
1 - Dado di bloccaggio coperchio
2 - Guarnizione O-ring
3 - Coperchio 7
4 - Prigioniero
5 - Candela magnetica
6 - Molla di ritegno elemento filtrante
7 - Anello elastico
8 - Guarnizione
9 - Supporto SM9172

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4-8 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

4.1.3 SCHEMA CIRCUITO IDRAULICO STERZO

Il circuito dello sterzo e quello dell'attrezzatura sono un'unico circuito idraulico ed utilizzano il medesimo olio.
I due circuiti pur condividendo alcuni componenti idraulici verranno descritti separatamente.
Il circuito dell'attrezzatura è descritto alla SEZ. 6 - IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA.
I due circuiti sono separati dalle pressioni di esercizio e lavorano a:
- circuito di sterzo press. max. 350 ± 5 bar
- circuito attrezzatura press. max. 190 ± 5 bar

Il circuito dello sterzo è principalmente composto da:


- Una pompa di alimentazione a pistoni per i circuiti sterzo / attrezzo (rif. P)
- Un motore idraulico (rif. M)
- Un distributore di comando sterzo / attrezzo (rif. D)
- Un blocco valvole di pilotaggio sterzo (rif. Vp)
- Un blocco valvoladi alimentazione (rif. Va)
- Due leve di sterzo (rif. L)
- Un radiatore olio (rif. S)
- Una centralina elettronica-Microcontroller (rif. C)

Il D180 Power Steering è provvisto del differenziale di sterzo che consente ad un dozer di trasmettere continua-
mente potenza in curva su entrambi i cingoli, variandone la velocità senza bloccare mai il cingolo. La velocità di un
cingolo aumenta o diminuisce in egual misura rispetto all'altro, senza alcuna perdita di potenza in fase di spinta.
Risulta particolarmente vantaggioso anche per i lavori di finitura specie in spazi particolarmente ristretti.
Quando si agisce sulle leve di sterzo (L), il movimento di queste si trasforma in un segnale elettrico, che giunge
attraverso la centralina (C) al blocco valvole di pilotaggio sterzo (Vp), le quali agiscono pilotando direttamente il
cassetto di sterzo (1) sul distributore di comando (D).
La pompa a pistoni (P) calettata sul convertitore di coppia alimenta sia il circuito dello sterzo che quello dell'attrez-
zo attraverso il distributore di comando. La regolazione del sistema di distribuzione della portata funziona con
logica di priorità allo sterzo, attraverso il segnale Load Sensing tra il distributore e la pompa.

Quando vengono richieste alte prestazioni allo sterzo, durante il funzionamento contemporaneo sia dello sterzo
che dell' attrezzo, si verificherà che alla pressione di 190 bar, la portata sull'attrezzo si annulla, poichè è totalmen-
te assorbita dal motore idraulico.
La velocità di avanzamento quindi resta inalterata, poichè la potenza che viene sottratta ad un cingolo viene
aggiunta in egual misura sull'altro, ottenendo una sterzata continua senza alcun bloccaggio del cingolo, e con un
preciso controllo della traiettoria.
Se la marcia è rettilinea senza l'utilizzo degli attrezzi la potenza confluisce interamente alla coppia conica, e
quindi ai cingoli che sono vincolati a muoversi alla stessa velocità, poichè il motore idraulico in questo caso è
fermo.
Se si agisce singolarmente sulle leve di sterzo con il cambio in folle, la portata idraulica confluirà (senza l'utilizzo
degli attrezzi) interamente verso il motore idraulico.
Quest'ultimo fa in modo che i due cingoli siano vincolati a muoversi alla stessa velocità (da 0 a 2 km/h) ma in
senso opposto controrotazione. La macchina quindi è in grado di ruotare su se stessa effettuando la rotazione
verso destra se si agisce solo sulla leva di destra, viceversa a sinistra agendo solo sulla leva di sinistra.

Uno scambiatore (S) di calore sul circuito di ritorno dell'olio, consente di abbassare costantemente la temperatura
dell'olio al fine di garantire un adeguato funzionamento del circuito idraulico.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
4-9
SCHEMA IDRAULICO STERZO
Schema idraulico sterzo
Ma C. Centralina elettronica 6. Valvola riduttrice (35 bar)
L
F. Filtro aspirazione olio 7. Elettrovalvola blocco di alimentazione
M. Motore idraulico di sterzo 8. Valvola di max pressione blocco di
D. Distributore attrezzo / sterzo alimentazione (45 bar)
P. Pompa a pistoni a cilindrata variabile 9. Valvola di decompressione linea LS
S. Scambiatore di calore (0,7 lt/min.)
Ma. Manipolatore comando lama 10. Valvola limitatrice Load Sensing
M Ls. Leve di sterzo 11. Valvola di sovrappressione
Va. Blocco valvola di alimentazione 12. Cassetto comando lama
A' B'
Vp. Blocco valvola di pilotaggio sterzo 13. Valvole di sicurezza cassetto
1. Cassetto comando sterzo comando lama
2. Valvole di sicurezza cassetto sterzo 14. Valvola Unloading
C 3. Valvole elettroproporzionali 15. Compensatori di pressione
A S B
4. Valvola riduttrice (40 bar) 16. Valvola selettrice
T 3 5. Accumulatori 17. Valvola di pilotaggio
MICROCONTROLLER
P

4 D
R S X L

A b1 B1 A1 b4 X1 B4 A4 Y1 K
TR 40 bar TL 380±5 380±5 230±5 230±5
T P
16 13
C A Vp STEERING
B
PS SECTION
B 3 12 10
PM
C
A
1 2
5 bar
A
D
17 14 11 (190/350)
± 5 bar

P T P T
9
3
380 ± 10 bar
P T

15
a1 Mp a4 P MLS T

15 BLADE LS
5 SECTION 5 bar

P1

6 Va
8 P S
X
S
35bar F
45bar
7
P2 T PR

SM1400
D180 Power Steering
4 - 10 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

4.1.4 COMPONENTI PRINCIPALI CIRCUITO STERZO

Nota: Per i seguenti componenti:

- Pompa idraulica a pistoni a cilindrata variabile (rif. P).


- Distributore di comando (rif. D).
- Blocco valvola di alimentazione (rif. Va).
Fare riferimento alla SEZ. 6 - IMPIANTO IDRAULI-
CO ATTREZZATURA di questo manuale.

Motore idraulico

Marca ..................................................... REXROTH

Tipo ........................ a cilindrata fissa AZ FE 90/61W

A - Al distributore sterzo/attrezzo

B - Al distributore sterzo/attrezzo

S - Allo scambiatore di calore

3
4 A' B' G

3 A S B
4

1 Schema idraulico motore


2 SM1409 SM1498

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 11

Blocco valvola di pilotaggio sterzo Leve di sterzo


(Rif. Vp schema idraulico)

E' montato sul telaio del trattore sul lato sinistro, per
accedere bisogna sollevare la cabina.

15

Centralina elettronica
Microcontroller

PM

PS
4
R S X L

TR 40 bar TL
S T P
16
C A Vp
B
PS
T
X B
C
3
PM A
D 5 bar
A
15
P T P T

3
P T

SM1411

L R Schema idraulico
Vp. Blocco valvole di pilotaggio
3. Valvole elettroproporzionali
SM1410
4. Valvola riduttrice press. (40 bar)
16. Valvola selettrice
15. Valvola di pilotaggio
Porte sul blocco valv. di pilotaggio
P. Dal blocchetto di alimentazione
T. Al serbatoio
L. Al b1 del distributore
R. Al a1 del distributore
X. Al y1 del distributore
S. Al b4 del distributore

ML MR
SM1412

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 12 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

4.2 DIAGNOSI INCONVENIENTI

4.2.1 DIAGNOSI SUL DISPLAY 5 campi di testo

Il display dispone di 5 campi di testo per segnalare i


seguenti messaggi:

A. Segnalazione contaore lavoro


Le ore motore vengono segnalate all'accensione per
circa 1 secondo, quando il quadro strumenti effet-
tua un test generale. Per ritornare a visualizzare le
ore motore si dovrà togliere e ridare alimentazione
SM9191
con chiave di avviamento. Le ore restano
visualizzate fino a quando il motore è spento.
Errore avaria E = Errore
oppure
Codice avaria
B. Segnalazione marcia inserita + codice avaria Marcia inserita
1a marcia
- Il primo campo indica la marcia inserita
- Il secondo campo indica in caso di avaria la
lettera E.
- Il 3° - 4° - - 5° campo indicano il codice tipo di
avaria e si distinguono in due tipi.
Codici avaria di un solo componente del sistema
di controllo freni/frizioni e cambio (vedi tabella 1).
Codici avaria con più di un componente
(vedi tabella 2)

Esempio di avaria
SM9192

Quando sul display verrà segnalato uno dei seguenti codici avaria, individuare il componente in avaria, in corrispon-
denza come in tabella 1.

TABELLA 1
Codice
Componente in avaria Avaria

Solenoide elettrovalvola proporzionale sinistra 001


Solenoide elettrovalvola proporzionale destra 002

Solenoide marcia Avanti "F" 004

Solenoide marcia Indietro "R" 008


Solenoide 1a marcia 016

Solenoide 3a marcia 032

Solenoide leva di sterzo sinistra 064


Solenoide leva di sterzo destra 128

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 13

TABELLA 2
Solenoide Solenoide Solenoide Solenoide Solenoide Solenoide Solenoide Solenoide
elettrovalv. elettrovalv. marcia marcia 1a 3a marcia leva di leva di
Componente in avaria
proporz. proporz. Avanti Indietro marcia sterzo sterzo
sin. ds. "F" "R" sin. ds.

Solenoide elettrovalvola proporzionale

sinistra 001 003 005 009 017 033 065 129


Solenoide elettrovalvola proporzionale

destra 002 006 010 018 034 066 130

Solenoide marcia Avanti "F" 004 012 020 036 068 132
Solenoide marcia Indietro "R" 008 024 040 072 136

Solenoide 1a marcia 016 048 080 144

Solenoide 3a marcia 032 096 160


Solenoide leva di sterzo sinistra 064 192

Solenoide leva di sterzo destra 128

Codice avaria solenoide marcia indietro "R" = 008


Somma codici avaria sul display Codice avaria solenoide 1a marcia = 016

Se i componenti in avaria sono due fare riferimento L'incrocio in TABELLA 2 dei due componenti de-
alla TABELLA 2 in cui il codice avaria è determi- termina il codice dell'avaria che è dato dalla somma
nato dalla somma dei due singoli codici avaria elen- dei due singoli codici 024.
cati in TABELLA 1. Ad esempio il codice 024 indi-
ca che le parti in avaria sono due: Il campo in alto Codice anomalia marcia indietro "R" = 008 +
della colonna identifica in corrispondenza il solenoide Codice anomalia 1a marcia = 016
"1a marcia", mentre il campo a sinistra identifica il
solenoide della "marcia indietro R". Codice anomalia sul display di entrambi = 024

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 14 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

4.3 PROVE

4.3.1 CONTROLLO PRESSIONI CIRCUITO


SULLA DIAGNOSTICA

Svitare i tappi sul quadro della diagnostica. ATTENZIONE


Collegare un manometro a motore spento (fondo sca- Prima di azionare la macchina o la sua attrezzatu-
la 30 bar), alle prese pressione (1-2-3-4-5) indicate in ra, accertarsi che le persone presenti siano fuori
figura. dal raggio d'azione della macchina. Fare un giro
d'ispezione attorno alla macchina prima di salire.
Procedendo alla prova dei circuiti, accertarsi che i sin- Suonare l'avvisatore acustico.
goli manometri siano adeguati alle pressioni da rileva-
re. Portare il motore al max regime (2100 ÷ 2200 g/min) e
rilevare le pressioni relative che devono coincidere con
Mettere in moto il motore ed effettuare delle manovre quelli della tabella sottoindicata delle pressioni nomi-
in avanti / indietro azionando contemporaneamente le nali.
leve di sterzo allo scopo di riscaldare l'olio.

Tabella pressioni nominali


ATTENZIONE
Non far funzionare il motore di questa macchina 1. Pressione freno 20 ± 2 bar
in luoghi chiusi privi di aerazione capace di al- 2. Pressione AI sul motore idr. 350 ± 5 bar
lontanare i gas di scarico nocivi. 3. Pressione BI sul motore idr. 350 ± 5 bar
4. Pressione a1 pilotaggio 30 ± 2 bar
5. Pressione b1 pilotaggio 30 ± 2 bar

1 2 3 4 5

1 - BRAKE PRESSURE 4 - STEERING PILOT "a1"


2 - HYD. MOTOR "A1" 5 - STEERING PILOT "b1"
3 - HYD. MOTOR "B1"

SM1413

Prese di pressione sul quadro della diagnostica

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 15

4.3.2 REGISTRAZIONE PEDALE FRENO

Posizionare il pedale freno (1) alla quota L = 175 mm


dal piano cabina, agendo sul tampone (2).

Collegare il tirante (3) alla forcella (4).


4
Registrare la lunghezza del tirante (3) fino a collegarlo
alla leva (5) posizionata a fondo corsa. 2 1

6
Bloccare il controdado (6).

Svitare il tampone (2) fino ad annullare quasi comple-


tamente il gioco sul pedale e bloccarlo con il relativo
dado.

Far compiere al pedale freno (1) tutta la corsa evitan- PAVIMENTO CABINA
do di forzare oltre il fine corsa della leva (5).
7
Portare la vite (7) a contatto col pedale freno (1).

Rilasciare il pedale freno, svitare la vite (7) di due giri e


bloccare col dado. 3

SM9198

2
3

SM1414

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 16 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

4.3.3 CONTROLLO E TARATURA DEL BLOC-


CO VALVOLA DI ALIMENTAZIONE FRENI
(rif. 3 sullo schema idr. freni)

Aprire lo sportello laterale sinistro indicato e collegare ATTENZIONE


un manometro (fondo scala 30 bar) alla presa rapida Scollegare e collegare tutti i raccordi a motore
PP di pressione sul blocchetto della valvola di alimen- spento e a impianto disattivato. L'uscita di olio in
tazione. pressione dai raccordi allentati può provocare
danni personali e materiali.
Avviare il motore a regime di potenza max (2100 ÷ Portare occhiali di protezione con schermi laterali.
2200 g/min) e verificare sul manometro la pressione
di taratura della valvola di regolazione pressione sia di
25 ± 2 bar ed una portata di olio di 50 l/min.

Qualora la pressione non fosse quella prescritta, pro-


cedere nel modo seguente:

- Allentare il controdado (2) e svitare od avvitare la


vite (1) in modo da variare la pressione, portandola a
25 ± 2 bar.
- Serrare il controdado (2).

Valvola regolazione
pressione

Lato sinistro sotto


sportello cabina
1

2
SM9205

PP
Presa rapida
di pressione

PP 2

SM9204

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 17

4.3.4 CALIBRAZIONE DELLE LEVE DI STERZO

La procedura di calibrazione si effettua sulla macchina dopo ogni intervento di sostituzione o riparazione che
coinvolga le leve di sterzo oppure la centralina elettronica del cambio/sterzo.

Sulla macchina è possibile effettuare la calibrazione delle leve di sterzo in due modi.
O utilizzando solo il cavo BB3 e i comandi cabina oppure utilizzando oltre a questi anche lo strumento BB3.
Per poter effettuare le calibrazioni sono necessari i seguenti attrezzi speciali:
75301716 Cavo con scatola settaggio
75301589 Strumento BB3
Dal punto di vista funzionale le due procedure sono equivalenti, ma la procedura che utilizza anche il BB3 consen-
te una verifica della correttezza dei parametri impostati da FIAT-HITACHI ed è quindi consigliabile di adottarla
sempre.

3 4

Cavo BB3

2
B CAL LEVE A
BASE ON

DSD OFF

Scatola di Cavo BB3


settaggio

CABINA

7 8 9 MENU

4 5 6 TEACH BB3
1 2 3 PROC

- 0 - F1

ALT CLEAR ENTER F2

SM9409

Schema di collegamento
1. Piastrina sul montante cabina - 2. Tappo - 3. Connettore cabina - 4. Connettore cavo BB3 - A. Interruttore
calibrazione - B. Interruttore BASE/DSD

(*) Per la versione allestita con struttura ROPS, aprire lo sportello laterale sul lato sinistro del posto guida ed
accedere al vano della centralina elettronica.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 18 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Procedura di calibrazione leve senza lo strumento BB3

Per effettuare il collegamento seguire lo schema come in figura procedendo come segue:
Dal montante sinistro anteriore della cabina, smontare la piastrina (1*) ed estrarre il tappo (2) montato sul connettore
elettrico (3), quindi collagare il connettore (4) al connettore (3).
1. Sulla scatola di settaggio predisporre i due interruttori come segue:
Interruttore A in posizione "CAL"
Interruttore B in posizione "DSD"
2. Abbassare le leve sicurezza
3. Posizionare la chiave avviamento su "ON" (secondo scatto chiave) e sul display comparirà "0".

ON START

ACC.

OFF

Chiave di avviamento

DISPLAY
4. Sul braccio premere il pulsante "N" di neutro, sul display comparirà "CAL0".
5. Premere nuovamente il pulsante "N" di neutro; sul display apparirà "00" e successivamente "0" (calibrazione
leve a riposo effettuata).
6. Premere il pulsante "N" neutro; sul display comparirà "CAL 1".
7. Azionare contemporaneamente entrambe le leve indicate fino a fine corsa.
8. Con le leve azionate a fondo corsa premere il pulsante "N" neutro; sul display comparirà "FF" e successiva-
mente "0".
9. Rilasciare le leve in posizione di riposo (calibrazione leve a fondo corsa effettuata).
10.Posizionare la chiave di avviamento su "OFF" e scollegare il connettore (4) dal connettore (3).
11. Montare il tappo (2) sul connettore (3) e rimontare la piastrina (1) sul montante cabina:
12.Calibrazione leve di sterzo completata.

Procedura di calibrazione leve di sterzo con BB3


1. Collegare il cavo BB3 al connettore macchina come indicato nello
schema di collegamento. N
2. Chiave avviamento su "ON" (secondo scatto)
3. Dopo il check del monitor, portare l'interruttore su "CAL"
4. Premere il tasto "F1" sul BB3.
5. Successivamente sul display del BB3 compare: "GO ON ENTER"
6. Premere il tasto ENTER sul BB3 (taratura dello 0).
7. Successivamente sul display del BB3 compare:
PUT T1 & T2 TO MAX START ➞ ENTER.
8. Portare le leve di sterzo a fondo corsa e tenendole in questa
posizione premere il tasto ENTER sul BB3.
9. Compare: ADJUSTED e successivamente la finestra MANNESMAN REXROTH apparsa precedentemente
dopo la fase di check.

Verifica della taratura


1. Sul BB3 premere il tasto con la freccia ➞ .
2. Sul display compare la finestra INPUT SIGNALS.
3. T / % indica la corsa delle leve di sterzo.
4. Con le leve in posizione di riposo T / % deve essere zero per entrambi i lati (L, R).
5. Al punto di indurimento deve essere 43% ± 1.
6. A fondo corsa deve essere 100%.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 19

4.4 PROCEDURE DI RIPARAZIONE


4.4.1 VALVOLA PEDALE FRENI
(stacco/smontaggio)

Stacco
Scollegare ed etichettare i tubi flessibili del distributo-
SM9208
re, togliere le due viti (2) con rosetta di fissaggio distri-
butore alla staffa di supporto (3).
Staccare la valvola freni (1). Sezione coperchio valvola (5)

Smontaggio 6. Guarnizione - 7. Tappo M10 x 1,25 - 8. Guarnizione


Staccare tutti i raccordi e rosette, togliere le viti 10 x 16 x 1 - 9. Grano di ritegno - 10. Albero.
(4) e le relative rosette. Smontare il coperchio (5) dal
corpo valvola. Dal coperchio (5) togliere il tappo (7) e la guarnizione
in rame (8) per poter accedere alla spina elastica (23)
di ritegno camma (14). Estrarre la leva mediante
battitoio, ed il relativo albero. Estrarre la chiavetta dal-
l'albero e la relativa guarnizione.

Dall'altro lato della valvola svitare le viti (25,


fig. 3-39) dal coperchio (1). Tenere fermo il coperchio
durante l'allentamento delle ultime due viti in quanto
l'asta (4) è caricata dalla molla. Togliere quindi il co-
perchio e l'anello O-ring; la molla (2) e lo scodellino
(3).

Dall'altro lato togliere la guida (11), il perno di spinta


(12) e la guarnizione O-ring (24), smontare quindi il
complessivo puntale (6). Comprimere la molla (9) ed
SM9207
estrarre la rondella di ritegno puntale (8), togliere il
distanziale, la molla (9) lo scodellino (10). Estrarre la
Tiranteria valvola pedale freni rondella (15) e l'anello O-ring (22), estrarre la molla
(17) e gli otturatori grande e piccolo (18 e 19).
1. Valvola comando freni - 2. Viti fissaggio valvola
M10 x 1,5 - 3. Supporto valvola - 4. Viti coperchio
superiore M8 x 1,25 - 5. Coperchio. 1. Coperchio
2. Molla
Dal coperchio togliere il grano (9) di fissaggio albero 3. Scodellino
(10) mediante una vite adatta (Ø 4 mm - passo 0,75 4. Asta
mm). 5. Corpo completo
6. Puntale
25 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 28 7. Scodellino interno
8. Rondella
P 11 9. Molla
10. Scodellino esterno
12 11. Guida
12. Perni di spinta
13 13. Coperchio
14. Camma
15. Rondella
14
16. Guarnizione
17. Molla stantuffo
18. Stantuffo
19. Distanziale
20. Guarnizione
21. O-ring 2,62x18,72
22. O-ring 2,62x20,29
34
23. Spina elastica
24. O-ring 2,62x34,59
20 19 B 18 17 33 16 15 23
SM9188 A 25. Vite fis. coperchio M8x75

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 20 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

4.4.2 POMPA ALIMENTAZIONE FRENI Controllo delle parti


(Stacco/smontaggio/rimontaggio)

La pompa che alimenta il circuito differenziale di ster- ATTENZIONE


zo e la pompa idraulica attrezzo, per le operazioni di Non usare mai benzina, solventi od altri fluidi in-
smontaggio fare riferimento alla SEZ. 6 IMPIANTO fiammabili per la pulizia dei particolari. Usare sol-
IDRAULICO ATTREZZATURA, di questo manuale. venti commerciali omologati che siano
ininfiammabili e atossici.
Stacco
Pulire tutti i particolari accuratamente e soffiarli con
Per smontare la pompa dal coperchio convertitore aria compressa esente da umidità.
occorre: Controllare le boccole supporto ingranaggi pompa;
- ribaltare la cabina e scollegare le tubazioni di colle- se risultano rigate, vaiolate o eccessivamente usurate
gamento pompa (1). sostituirle. Verificare che il corpo pompa (5) in corri-
spondenza della zona prossima agli ingranaggi non
- svitare le viti che fissano il coperchio anteriore alla sia usurata. Sostituire le parti se danneggiate. So-
scatola convertitore (C) ed asportare la pompa. stituire le guarnizioni di tenuta.
Smontaggio Rimontaggio
Per scomporre le parti della pompa occorre svitare le Rimontare la pompa invertendo l'ordine di
viti (1), togliere i coperchi anteriori e posteriori ed estrar- smontaggio. Lubrificare abbondantemente le parti
re i supporti (7) completi di ingranaggi (8 e 9). interne e accertarsi che gli ingranaggi (8 e 9) ruotino
liberamente senza inceppamenti.
Fissare la pompa al coperchio convertitore spalman-
do le superfici di contatto con adeguato mastice di
tenuta.
Collegare le tubazioni.
3 5 8 6 7
9
10

C2

11
C1 2 1
SM9209
P

Pompa alimentazione freni Coperchio convertitore


SM1415

1. Vite di bloccaggio pompa - 2. Coperchio posteriore C1. Vite fissag. pompa, coppia di serraggio 5÷10 Nm
3. Guarnizione O-ring - 5. Corpo pompa - 6. Spina di C2. Dado, coppia di serraggio 44 ÷ 54 Nm
centraggio - 7. Supporti - 8 e 9. Ingranaggi pompa - P. Pompa freni
10. Chiavetta - 11. Coperchio anteriore - 12. Anello di C. Convertitore
centraggio - 13. Anello elastico - 14. Rosetta di sicurez- ‘

za - 15. Dado di bloccaggio anello di trascinamento -


16. Boccole - 17. Paraolio - 18. Anello elastico.
C1 - coppia di serraggio viti 5 ÷ 10 Nm
C2 - coppia di serraggio dadi 44 ÷ 54 Nm

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 21

4.4.3 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO

Stacco (Operazioni preliminari)

Prima di ogni operazione di smontaggio ruotare l'in-


terruttore generale alla posizione "OFF" e applicare
sulla chiave di avviamento del motore in cabina un
cartello "NON AVVIARE".
Senso di marcia

ON
ATTENZIONE
Assicurarsi che i cavi siano ancorati ad un punto
sufficientemente robusto per sostenere il carico pre-
visto. Tenere le persone presenti lontano dal pun- OFF
to di ancoraggio, dai cavi o dalle catene.

Scaricare il combustibile dal tubo di scarico T indica-


to, agendo sul rubinetto R. Scaricare completamente
il combustibile dal serbatoio.
Capacità serbatoio conbustibile (400 litri). T
Staccare il tubo di alimentazione gasolio alla pompa
iniezione, e svitare le quattro viti (1) di fissaggio alla
base del serbatoio. R
Sostenere il serbatoio con un paranco provvisto di
ganci di sollevamento, utilizzando gli occhielli come
indicati in fig. SM9287 Staccare le due viti (2) di fis-
saggio laterale con il serbatoio olio idraulico che non
è necessario asportare.

ATTENZIONE
Evitare di attorcigliare catene o funi metalliche.
Indossare sempre guanti antinfortunistici per ma- SM9284
neggiare cavi o catene.

Asportare il serbatoio combustibile. 2

1
1

1
1 SM9287

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 22 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

- Scaricare l'olio dalla scatola trasmissione, toglien-


do il tappo A dal fondo posteriore della macchina e
lasciare scaricare completamente l'olio (capacità olio
scatola 50 litri circa).

- Staccare la catenaria come descritto alla SEZIONE


5 - CINGOLATURA di questo manuale.

- Staccare il riduttore laterale come descritto alla SE-


ZIONE 3 - RIDUTTORI LATERALI di questo ma-
nuale.

A
Ribaltare la cabina come descritto nel libretto di Uso SM9286
e Manutenzione.
1
Staccare tutte le tubazioni collegate al coperchio del-
la scatola e asportare il riparo (1) del motore idraulico 2
(9) e le relative tubazioni di comando (2 - 3 - 4 - 5).

Asportare inoltre i due coperchi di ispezione laterali


3
(6) svitando le viti di ritegno (7). 5
Svitare tutte le viti di ritegno (8) del coperchio scatola
(10). 7 9
4
8
6
6
10

SM1416

Predisporre un paranco, per l'asportazione del coper-


chio, provvisto di ganci adeguati al sollevamento.
Avvitare due occhioni sui fori come in figura e solleva-
re il coperchio completo della scatola di trasmissio-
ne.

SM1416

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 23

Staccare la tubazione di lubrificazione dal raccordo


indicato.

SM1417

Staccare dai raccordi indicati le tubazioni di comando


e lubrificazione freni.

SM1418

Asportare le tubazioni complete dai raccordi indicati


sulla scatola.

SM1419

Svitare le viti (C2) di fissaggio del complessivo freni /


differenziale dalla scatola trasmissione.
C2

SM9214

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 24 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Sezione scatola trasmissione

SM1502

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 25

Applicare l'attrezzo speciale (P/N 75301726) come in


figura ed estrarre il complessivo freni / differenziale
dalla scatola.

Sistemare il complessivo freni / differenziale su un


banco provvisto di adeguato supporto per lo smontaggio
delle parti.

SM9216

Stacco della corona dentata

Estrarre l'anello elastico dal supporto corona.

SM1420

Estrarre dalla parte superiore della scatola trasmis-


sione il supporto corona.

SM1421

Estrarre l'anello elastico dalla sede della corona


dentata.

SM1422

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 26 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Estrarre il supporto corona dalla corona dentata.

SM1423

Parti smontate del gruppo corona dentata


1. Corona dentata 4 1
2. Anello elastico
3. Anello elastico
4. Supporto corona

Pulire e lavare accuratamente le parti smontate.

ATTENZIONE
Non usare mai benzina, solventi od altri fluidi in-
fiammabili per la pulizia dei particolari. Usare sol-
venti commerciali omologati non infiammabili e 3 2
atossici. SM1424

Smontaggio del complessivo portasatelliti


1
Svitare le due viti (1) di ritegno del complessivo.

SM1425

Mediante paranco provvisto di due ganci di solleva-


mento, asportare il portasatelliti completo come in fi-
gura.

SM1426

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 27

Smontaggio del complessivo differenziale


portasatelliti.

Raddrizzare le alette sulle piastrine ed estrarre le viti


di ritegno di ogni perno.

SM1427

Quindi estrarre i perni e tutti i particolari del gruppo


portasatellite.

SM1428

Parti scomposte complessivo portasatelliti.


1. Scatola portasatelliti 1
2
2. Perno - q.tà 3
3. Satellite - q.tà 3
4. Rullini - q.tà 29
5. Ralla - q.tà 2
6. Piastra di arresto perno - q.tà 3
7. Piastrina di sicurezza - q.tà 3
6
Pulire e lavare accuratamente le parti smontate.

ATTENZIONE 5 4 7 3 SM1429

Non usare mai benzina, solventi od altri fluidi in-


fiammabili per la pulizia dei particolari. Usare sol-
venti commerciali omologati non infiammabili e
atossici.

Smontaggio del planetario

Dal complessivo freni estrarre il distanziale dal tam-


buro. SM1430

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 28 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Estrarre il planetario dal complessivo freni.

SM1431

Estrarre l'anello elastico di ritegno.

SM1432

Smontare inoltre il cuscinetto dall'interno del planeta-


rio.

SM1433

Smontaggio del complessivo freni

Dal complessivo freni, svitare le viti di ritegno (N. 12


viti) del disco reggispinta ed asportarlo.

SM1468

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 29

SM1435

Estrarre i dischi dal tamburo esterno, facendo atten-


zione a mantenere l'ordine per le fasi di rimontaggio.

SM1464

Estrarre il mozzo dentato del portasatelliti dal tambu-


ro esterno.

SM1437

Capovolgere il tamburo completo per procedere allo


smontaggio delle parti.

Svitare le viti di ritegno ed asportarle.

SM1461

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 30 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Avvitare due golfare al disco esterno come in figura e


mediante un paranco provvisto di ganci di sollevamen-
to asportarlo.

SM1439

Estrarre le molle di disinnesto freni dallo stantuffo.

SM1440

Estrarre lo stantuffo dal tamburo freni.

SM1441

Estrarre gli O-ring interno ed esterno dal tamburo freni.

SM1442

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 31

Dal disco esterno svitare la scatola portacuscinetto,


svitando le viti di ritegno.

SM1453

Estrarre il 1° ed il 2° anello di sicurezza, poi estrarre il


1° semicuscinetto dalla scatola.

SM1444

Successivamente procedere all'estrazione del 2°


semicuscinetto dalla scatola.

SM1445

Lavare accuratamente tutte le parti scomposte del


complessivo tamburo freni. 4
5 3
Parti smontate del complessivo tamburo freni
1. Tamburo freni
2. Disco esterno
3. Disco reggispinta
4. Scatola cuscinetto
5. Stantuffo
6. Molle q.tà 20

ATTENZIONE 2
Non usare mai benzina, solventi od altri fluidi infiam- 6
mabili per la pulizia dei particolari. Usare solventi com- 1
merciali omologati non infiammabili e atossici. SM1446

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 32 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Montaggio del complessivo tamburo freni 4


5 3
Parti smontate
1. Tamburo freni
2. Disco esterno
3. Disco reggispinta
4. Scatola cuscinetto
5. Stantuffo
6. Molle q.tà 20
2
6
1
SM1446

Montare il 1° cuscinetto nella scatola mediante una


pressa idraulica.

SM1445

Montare il 1° ed il 2° anello nella scatola del cuscinetto.

ATTENZIONE
Maneggiare tutti i pezzi con grande attenzione.
Non mettere le mani o le dita tra un pezzo e l'al-
tro. Indossare gli indumenti antinfortunistici omo-
logati come occhiali, guanti e scarpe di sicurez-
za.

SM1449

Quindi inserire il 2° cuscinetto.

SM1450

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 33

Montare l'anello di sicurezza per bloccare i cuscinetti


nella sede.

SM1451

Montare la scatola completa sul disco.

SM1452

Inserire le viti complete di rosetta aiutandosi con un


puntone di centraggio, e bloccare con chiave
dinamometrica a 11 daNm.

NOTA: lubrificare adeguatamente prima del montag-


gio tutti gli O-ring e tutte le parti di contatto.

SM1453

Inserire per primo l'O-ring esterno nella sede tamburo.

SM1454

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 34 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Inserire quindi l'O-ring interno nella sua sede.

SM1442

Inserire l'O-ring esterno nella sede dello stantuffo.

SM1456

Montare il 2° O-ring esterno nella sede dello stantuffo.

SM1457

Capovolgere lo stantuffo e montarlo nel disco comple-


to di O-ring.

SM1458

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 35

Inserire le 20 molle nelle sedi dello stantuffo.

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari con un
mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragatura e ganci appropriati.
SM1440

Fissare due occhielli come in figura sul disco esterno


e, mediante un paranco provvisto di ganci, sollevare il
disco e sistemarlo sul complessivo dello stantuffo.
Guidare il disco per un corretto inserimento, nella fase
di calettamento.

NOTA: fare attenzione durante il montaggio, che


i fori di lubrificazione del disco reggispinta e dello
stantuffo coincidano.

SM1439

Avvitare inizialmente 3 viti più lunghe in modo da ag-


ganciare lo stantuffo e comprimere le molle.

Inserire quindi le altre viti ed estrarre le tre più lunghe.

Inserire le viti rimanenti e serrarle tutte a 11 daNm.

SM1461

Capovolgere il complessivo per predisporre al mon-


taggio dei dischi freno.

PERICOLO
I freni hanno, nel loro interno, delle molle molto
compresse. Seguire sempre la procedura consi-
gliata quando si devono montare o smontare que-
ste frizioni.

SM1462

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 36 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Inserire il portasatelliti nel tamburo freno.

Preparare il pacco dei dischi al montaggio.

NOTA: Per la verifica dei pacchi freno fare riferimento


al punto 4.4.4.

SM1463

Inserire il 1° disco con dentatura esterna nella sede


del tamburo.

SM1436

Inserire il 2° disco con dentatura interna.

SM1464

Montare i dischi alternandoli sino a formare il pacco


dischi completo.

SM1466

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 37

Applicare sul foro di alimentazione una pompa idrauli-


ca completa di raccordo che garantisca almeno
30 ÷ 40 bar. Azionare la pompa fino alla pressione di
20 ÷ 25 bar in modo da vincere la pressione delle molle
interne, e consentire ai dischi di portarsi sul fondo.

Raccordo
SM1467

Mantenendo in pressione lo stantuffo montare il disco


reggispinta sul tamburo.
Avvitare quindi le 12 viti complete di rosetta e serrare
a 11 daNm.

SM1468

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 38 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

4.4.4 CONTROLLO E VERIFICA DEI PACCHI


FRENO

Controllare che il massimo svergolamento, su cia- Dopo aver verificato i dischi secondo le precedenti
scun disco (2) dei pacchi frizioni, sia inferiore ai 0,03 istruzioni, montare ciascun pacco frizione (A) (5
mm e verificare inoltre che sui dischi condotti (1): dischi condotti e 4 dischi conduttori) sul tamburo
- la massima differenza di spessore fra le superfici e controllare alla pressa che lo spessore totale (A)
di materiale sinterizzato non superi i 0,05 mm; del pacco, risulti di 36,5 ÷ 38,5 mm sotto ad un
carico di 294 ÷ 392 daN. In caso contrario, aggiun-
- le predette superfici non presentino anormali usu-
gere uno o più dischi conduttori del tipo normale o
re, dovute generalmente ad impurità presenti nel-
minorato, dal lato indicato dalla freccia.
l'olio od a funzionamenti a secco delle frizioni, op-
pure zone vaiolate;

A 36,5 ÷ 38,5 mm

n° 5 dischi condotti
(sinterizzati)

P = 300 ÷ 400 Kg
294 ÷ 392 daN

SM9219

n° 4 dischi conduttori (acciaio)

DETERMINAZIONE E VERIFICA DEL PACCO DISCHI


FRENI P
Ottenere la quota A con un carico P alla pressa, sele-
zionando opportunamente gli spessori dei dischi (1 e
2).
A

SM9126

Numero dischi freno e spessori


1 - Condotti (con guarnizioni sinterizzate) ............................................................ N° 5 dischi spessore 4,7 ÷ 4,8
2 - Conduttori (di acciaio) .................................................................................N° 4 dischi spessore 3,35 ÷ 3,65

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 39

Rimontaggio del planetario.

Montare il cuscinetto nella sede sul planetario.

SM1433

Montare l'anello elastico di ritegno del cuscinetto.

SM1432

Calettare quindi il planetario completo sul complessi-


vo del tamburo freni.

SM1431

Montare il distanziale.

SM1430

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 40 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Rimontaggio del complessivo portasatelliti.


1
Parti scomposte del portasatelliti completo 2
1. Portasatelliti
2. Perno
3. Satellite
4. Rullini
5. Ralle
6. Piastra arresto perno 6
7. Piastrina di sicurezza
7
Lubrificare abbondantemente i particolari, l'ingranag- 3
5
gio, il perno, la molla e i rullini. 4 SM1429

Posizionare i 29 rullini all'interno dell'ingranaggio uti-


lizzando del grasso o della vaselina per sostenere i
rullini nella sistemazione ed evitare che cadano.

SM1474

Appoggiare le ralle ai lati dell'ingranaggio, e ripetere le


operazioni per tutti e tre i satelliti.

SM1475

Sistemare il primo satellite nel portasatellite e infilare


il perno.

Fare molta attenzione affinchè i rullini restino all'inter-


no del satellite.

Ripetere l'operazione anche per gli altri 2 satelliti.

SM1428

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 41

Inserire le piastre di arresto perno nelle sedi e inserire


le piastrine di sicurezza.

Battere leggermente la piastrina con un martello di


materiale non ferroso per consentire un agevole inse-
rimento delle viti nei fori.

SM1427

Serrare le viti e piegare le alette della piastrine di sicu-


rezza.

SM1478

Con un paranco adeguato provvisto di due ganci per il


sollevamento come in figura, sollevare e calettare il
portasatellite completo nel tamburo freni.

ATTENZIONE
Assicurarsi che i cavi siano ancorati e che il punto
di ancoraggio sia sufficientemente robusto per so-
stenere il carico previsto. Tenere le persone pre-
senti lontano dal punto di ancoraggio, dai cavi o
dalle catene.

SM1426

Inserire le due viti sull'albero e serrare.

SM1425

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 42 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Rimontaggio e riattacco del complessivo corona


dentata 4 1

Parti scomposte
1. Corona dentata epicicloidale
2. Anello elastico
3. Anello elastico
4. Supporto corona dentata.

3 2
SM1424

Montare la corona dentata nel supporto.

SM1423

Inserire l'anello elastico di bloccaggio nella sede della


corona.

SM1422

Inserire il supporto corona completo nella scatola tra-


smissione.

SM1421

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 43

Montare l'anello elastico di ritegno nella sede, me-


diante pinza.

SM1485

Rimontaggio gruppo freni / differenziale di ster-


zo nella scatola trasmissione.

ATTENZIONE
Non usare mai benzina, solventi od altri fluidi infiam-
mabili per la pulizia dei particolari. Usare solventi com-
merciali omologati che siano ininfiammabili e atossici.

ATTENZIONE
Impiegare gli utensili adatti per allineare i fori.
SM1486
NON USARE MAI LE DITA O LE MANI.

Sollevare il gruppo freno / differenziale mediante


paranco e l'attrezzo speciale P/N 75301726.

Lubrificare adeguatamente le parti di contatto del com-


plessivo e della scatola.

ATTENZIONE
Pulire accuratamente il gruppo nelle superfici di
contatto con la scatola trasmissione.
SM1487

Inserire le due guide di centraggio, sulla scatola, per


poter facilitare l'imbocco del complessivo freni sterzo.

SM1494

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 44 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Avvicinare il gruppo freni / sterzo nella scatola trasmis-


sione, avendo cura di non danneggiare i particolari.

Assicurarsi che ci sia un corretto contatto tra gli in-


granaggi.

SM1495

Avvitare alcune viti e serrare lentamente in modo da


consentire un adeguato assestamento del gruppo fre-
no.

SM1496

Avvitare le viti C2 restanti e serrare alternativamente e


diagonalmente, per assicurare un serraggio uniforme
(Viti C2 coppia di serraggio 11 daNm). C2

Per completare le operazioni di rimontaggio, fare rife-


rimento al punto 4.4.3 (operazioni preliminari), inver-
tendo la procedura descritta.

SM1497

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 45

4.4.5 COPPIA CONICA


(Stacco/smontaggio pignone e corona)

Operazioni preliminari:

ATTENZIONE
Assicurarsi che i cavi siano ancorati e che il punto
di ancoraggio sia sufficientemente robusto per so-
stenere il carico previsto. Tenere le persone pre-
senti lontano dal punto di ancoraggio, dai cavi o
dalle catene.

ATTENZIONE
Evitare di attorcigliare catene o funi metalliche.
Indossare sempre guanti antinfortunistici per ma-
neggiare cavi o catene.

Stacco

Ribaltare la cabina come descritto nel libretto di USO


E MANUTENZIONE.
Asportare il serbatoio combustibile e olio idraulico,
come descritto alla SEZ. 6 - IMPIANTO IDRALICO
ATTREZZATURA, di questo manuale.
Staccare il gruppo cambio di velocità come descritto
alla SEZ. 2 TRASMISSIONE.
Scaricare l'olio dalla scatola trasmissione posteriore,
togliendo il tappo sistemato sul fondo come descritto
al punto 4.4.3.

ASPORTARE I GRUPPI FRENI DIFFERENZIALE DI


STERZO COME INDICATO AL PUNTO 4.4.3. DI QUE-
STA SEZIONE.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 46 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Successivamente procedere come segue: 15 14


Togliere il coperchio (15), estrarre l'anello O-ring (14).

SM9221

Sfilare i semianelli di registro (16) sostenere median-


te funi o cinghie ed esportare il supporto pignone co-
nico completo mediante le viti estrattrici. 16

SM9222

Estrarre il pignone conico dalla scatola.

SM9223

Svitare le viti di fissaggio scatola (20 - 21).

SM9250

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 47

Applicare un estrattore per asportare la scatola cu-


Scatola destra
scinetto dall'albero corona conica affinchè non esce
dallo scanalato conico completo di sede.
Ripetere l'operazione sull'altro lato della scatola.

SM9249

Estrarre l'albero completo di corona sostenendolo


come in figura.

SM9247

Smontaggio pignone

Fissare il pignone all'apposita staffa e sistemarlo in


una morsa.
Estrarre il coperchio mediante un cacciavite ed estrarre
l'anello O-ring.
Estrarre mediante chiave per ghiera, chiave
dinamometrica e moltiplicatore di coppia, la ghiera di
ritegno pignone.
Applicare un estrattore per cuscinetti ed estrarre il
pignone dai cuscinetti.

SM9227

12 8
6
16
10
7
9

SM1491

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 48 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Smontaggio-corona

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti
con un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati.

SM9229

Mediante estrattore estrarre i cuscinetti dall'albero


corona.
Sistemare il complessivo corona su un banco provvi-
sto di una morsa e togliere le viti di ritegno.

Estrarre la corona dall'albero.

SM9230

Parti scomposte gruppo pignone / corona.

Pignone: 6 7 5 10
5. Pignone coppia conica
6-7. Cuscinetto
8. Distanziale
10. Scatola cuscinetto
12. Ghiera
16. Spessori di registro
8
12
16 SM9231

Corona:
5. Corona coppia conica
18. Albero corona 18
22. Cuscinetti
5

22

SM9232

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 49

Rimontaggio corona

Montare la corona nell'albero.

SM9230

Serrare la corona sull'albero con le 16 viti autobloccanti.


Per le coppie di serraggio vedere tabella alla
SEZIONE 0 - CARATTERISTICHE E DATI.

SM9229

Riscaldare a circa 110° C e calzare singolarmente i


cuscinetti conici sull'albero.

SM9233

Montaggio pignone conico

Scaldare il semicuscinetto a circa 110° C.

SM9233

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 50 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Calzare il semicuscinetto nel pignone.

SM9235

Montare un anello campione dello spessore di 4 mm


nel pignone.

SM9236

Montare il distanziale cuscinetti.

SM9237

Preparare la scatola cuscinetti, inserendo prima la


pista esterna del cuscinetto.
Per agevolare l'inserimento della pista utilizzare una
pressa idraulica.

SM9238

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 51

Capovolgere la scatola ed inserire l'altra pista esterna


del cuscinetto mediante pressa idraulica.

SM9239

Montare la scatola nel pignone.

SM9240

Riscaldare il semicuscinetto ad una temperatura di


circa 110° C.

SM9233

Lubrificare e montare il semicuscinetto.

ATTENZIONE
E' pericoloso battere su parti d'acciaio temprato
con attrezzi diversi da un martello di ferro dolce o
di metallo non ferroso. Quando si esegue lo stac-
co od il riattacco di questi particolari portare sem-
pre occhiali di sicurezza con ripari laterali,
guantoni, ecc. per ridurre la possibilità di lesioni.

SM9242

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 52 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Posizionare la ghiera di ritegno pignone conico.

SM9243

Fissare il complessivo pignone all'apposita staffa e


sistemarlo in una morsa.
Avvitare la ghiera mediante apposita chiave 75292224
e moltiplicatore di coppia 75291285 e serrare a 130 ÷
150 daNm.

SM9227

Punzonare la ghiera con uno scalpello su due lati


del pignone.

SM9244

Lubrificare e montare l'anello O-ring nella relativa sede


della scatola.

SM9245

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 53

Capovolgere il complessivo pignone.


Lubrificare e inserire l'anello O-ring nella sede della
scatola.

SM9246

Riattacco coppia conica

Rimontare la coppia conica attenendosi a quanto di


seguito riportato.
Applicare alla corona un gancio per il sollevamento e
introdurla nel vano coppia conica.

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti
con un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati.
SM9247

Lubrificare adeguatamente i cuscinetti con olio motore.

Premontare i supporti destro e sinistro, montando le


piste esterne dei cuscinetti all'interno mediante pres-
sa idraulica.

SM9248

Montare prima il supporto sinistro completo, senza


Scatola destra
spessori di registro usando solo 4 viti e stringere alla
coppia di 13 daNm.

SM9249

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 54 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

Montare quindi il supporto destro, privo di spessori di


registro, con due viti di ritegno, stringendole con in-
crementi di 0,1 daNm fino ad un valore finale di 0,7
daNm. Contemporaneamente ruotare di qualche giro
a mano la corona dentata, allo scopo di assestare i
rulli conici nelle relative piste.

SM9250

Riattacco pignone

Lubrificare adeguatamente tutte le superfici di contat-


to del pignone.
Predisporre il complessivo al montaggio sulla scato-
la, imbragandolo mediante funi ad un paranco.
Per agevolare il centraggio del pignone utilizzare due
viti guida, posizionando la scanalatura verso l'alto,
come in figura.

SM1489

Montare il pignone alla scatola, e registrare la posi-


zione ed il gioco fra i denti come descritto al punto
4.4.6 di questa sezione.

SM1490

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 55

4.4.6 PROCEDURA PER LA REGISTRAZIONE DEL PRECARICO CUSCINETTI PIGNONE CONICO

Eseguire la registrazione del precarico dei cuscinetti D. Dopo aver effettuato la lettura, svitare la ghiera,
rispettando le fasi come segue: spiantare il cuscinetto (1), sfilare il distanziale
(3) e quello campione.
A. Accoppiare il pignone conico (8) alla scatola Dallo spessore del distanziale campione (4 mm)
portapignone (5), completa di semicuscinetti sottrarre il valore rilevato quindi spessorare me-
(1 e 2). diante gli anelli (4), nel punto indicato, per il valo-
re risultante. Inserire il distanziale (3), il
B. Inserire il distanziale (3) e l'anello campione di semicuscinetto (1) quindi serrare la ghiera alla
spessore 4 mm, la pista interna del cuscinetto coppia di 130 ÷ 150 daNm.
(1) mediante pressa, quindi avvitare la ghiera (6).
E. Verificare che la coppia di rotolamento sia com-
C. Tenendo ferma la scatola portapignone (5), rile- presa tra 0.2 ÷ 0.4 daNm. Quindi acciaccare la
vare l'escursione assiale del pignone mediante ghiera sul pignone, in caso contrario ripetere
comparatore posto sulla testa o sulla coda dello l'operazione aggiungendo o togliendo spessori
stesso. per ottenere la coppia di rotolamento indicata.

DETTAGLIO PIGNONE

6 3
1. Semicuscinetto pignone
2. Semicuscinetto pignone 1
3. Distanzale 7
5
4. Anelli di registro cuscinetto
5. Scatola 2
6. Ghiera
7. Spessori di registro disponibili: 4
1 mm
0,5 mm
0,2 mm
8. Pignone conico

SM1491

Superficie contatto denti

Da 22 a 30 mm lunghezza
Superficie di contatto denti

SM1492
Da 5 a 7.5 mm da
estremità dente
DETTAGLIO A

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 56 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

4.4.7 PROCEDURA PER LA REGISTRAZIONE DELLA COPPIA CONICA

Eseguire la registrazione del precarico dei cuscinetti


rispettando le fasi come segue:

A. Spessorare mediante gli anelli (9) per ottenere C. Dopo aver ottenuto il contatto specificato nella
una coppia di rotolamento sull'albero corona (a fase B ripartire gli spessori (9) fra le due scatole
pignone smontato) pari a 0.4 ÷ 0.8 daNm. porta cuscinetti (11) e (10) fino ad ottenere un
gioco fra i fianchi dei denti pignone / corona pari
B. Dopo aver precaricato i cuscinetti albero coro- a 0,25 ÷ 0,33 mm. Ricontrollare che il contatto
na secondo la nota A, posizionare la scatola fra i denti ed il precarico cuscinetti albero coro-
pignone (5) (ved. punto 4.4.5 procedura per la na conica siano nelle specifiche dei punti A e B.
registrazione del precarico cuscinetti pignone co-
nico), mediante gli spessori (7) fino ad ottenere D. Verificare che la coppia totale di rotolamento
il contatto fra i denti pignone / corona secondo misurata sul pignone sia uguale a 0,35 ÷ 0,70
quanto indicato nel dettaglio "A" al punto 4.4.6. mm.
Ved. punto 4.4.6 procedura per la registra-
zione del precarico cuscinetti pignone co-
nico.

10
11

SM1493

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 57

4.4.8 RIMONTAGGIO DEL COPERCHIO


SCATOLA
Avvitare due occhioni di sollevamento sul coperchio e
predisporlo al montaggio sulla scatola.

Applicare sulle superfici di accoppiamento della sca-


tola e sul coperchio uno strato di Loctite 548.

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti con
un mezzo di sollevamento di capacità adatta. Assi- SM1416
curarsi che i pezzi siano sostenuti da imbragature e
ganci appropriati. Usare gli occhioni di sollevamento
previsti allo scopo. Stare attenti alle persone in pros-
simità del carico da sollevare.

Inserire i grani di centraggio per agevolare l'inserimen-


to del coperchio.

SM1500

Avvitare inizialmente 4 o 5 viti per bloccare il coper-


chio della scatola.

SM1501

Per consentire l'innesto tra gli ingranaggi dell'albero e


i solari, bisogna disinnestare i freni.
Mediante una pompa idraulica alimentare sul blocchetto
ripartitore della scatola il circuito di comando dei freni
con almeno 10 bar di pressione.
Con i freni così disinseriti far compiere alcuni giri avanti
e indietro al pignone e consentire l'assestamento tra
gli ingranaggi.
Avvitare tutte le viti restanti sul coperchio.
Staccare la pompa dal blocchetto ripartitore.

SM1473

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 58 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

4.5 CARATTERISTICHE E DATI

4.5.1 COPPIA CONICA DI RIDUZIONE (Dati generali / dimensioni)

Dati generali

Tipo di ingranaggi .......................................................................................................... a dentatura elicoidale

Rapporto di riduzione (17/36) ............................................................................................................... 1:3,076

Gioco di montaggio tra i fianchi dei denti ....................................................................................... 0,25 ÷ 0,33


media 0,3 mm

Dimensioni vedi sezioni pignone - corona

A Ø interno gabbia cuscinetto albero corona conica .......................................................... 139,948 ÷ 139,988

Ø esterno cuscinetto ...................................................................................................... 139,980 ÷ 140,000

* B Ø interno cuscinetto ......................................................................................................... 79,850 ÷ 80,000

Ø esterno albero corona conica .......................................................................................... 80,020 ÷ 80.033

C Ø esterno mozzo albero corona conica .......................................................................... 239,948 ÷ 240,000

Ø interno corona conica .................................................................................................. 240,000 ÷ 240,052

E Ø interno scatola pignone .............................................................................................. 179,932 ÷ 179,972

Ø esterno cuscinetto pignone ........................................................................................... 179,975 ÷ 180,00

D Ø interno sopporto pignone ............................................................................................ 149,932 ÷ 149,972

Ø esterno cuscinetto ........................................................................................................ 149,980 ÷ 150,00

* N.B. Le dimensioni sono identiche su ambo i lati.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 59

Sez. Pignone

SM9254

C
B
A

23 21

Sez. Corona
SM1503

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 60 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

4.5.2 FRENI

Dati generali e dimensioni


TIPO ........................................................................................................................ multidisco, a bagno d'olio
Numero di dischi per freno
- Condotti (sinterizzati) ............................................................................................................................... 5
- Conduttori (di acciaio) .............................................................................................................................. 4

Caratteristiche della molla


Numero di molle per ogni freno .................................................................................................................... 20
- Altezza libera della molla ................................................................................................................... 83 mm
- Diametro del filo ...................................................................................................................... 5,5 ± 0,05 mm
- Diametro esterno a pacco ........................................................................................................ 30 ± 0,30 mm

Carico compressione a:
66 mm .................................................................................................. 135 ± 7 daN
61 mm .................................................................................................. 174 ± 9 daN

Accoppiamenti e tolleranze
Spessore pacco dischi freno .................................................. 36,5 ÷ 38,5 mm (con un carico di 300 ÷ 400 kg)
Escursione media spingidisco ............................................................................................................. 4,5 mm
Consumo medio .................................................................................................................................. 3,5 mm
Escursione totale ................................................................................................................................... 8 mm
Spessore dischi di acciaio .................................................................................................... 3,35 ÷ 3,65 mm
Spessore dischi condotti sinterizzati ...................................................................................... 4,70 ÷ 4,80 mm

Cuscinetti mozzo interno frizioni


Diametro interno .............................................................................................................. Ø 104,985 ÷ 105,000
Diametro esterno ............................................................................................................. Ø 159,985 ÷ 160,000

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO 4 - 61

4.5.3 VALVOLA PEDALE FRENO


Rif. 3 schema idraulico
DATI E DIMENSIONI mm

A. Diametro sede stantuffo 20,000 ÷ 20,021

Ø esterno stantuffo 19,980 ÷ 19,993


Gioco 0,007 ÷ 0,041

B. Sede perno guida 40,000 ÷ 40,025

Ø esterno perno guida 39,936 ÷ 39,975

Gioco 0,025 ÷ 0,089

C. Ø Interno sede puntale 10,000 ÷ 10,015


Ø esterno puntale nella guida 9,986 ÷ 9,995

Gioco 0,005 ÷ 0,029

D. Ø Sede otturatore 16,000 ÷ 16,018

Ø esterno otturatore 15,983 ÷ 15,994


Gioco 0,006 ÷ 0,035

E. Ø Sede rosetta 26,000 ÷ 26,021


Ø Esterno rosetta 25,947 ÷ 25,980

Gioco 0,020 ÷ 0,074

F. Ø Sede nel coperchio per estremità minore perno 13,016 ÷ 13,059

Ø Esterno estremità minore perno di comando 12,973 ÷ 13,000


Gioco 0,016 ÷ 0,086

G. Ø Sede guarnizione di tenuta nel coperchio 24,000 ÷ 24,033

Ø Esterno perno in corrispondenza guarnizione 13,982 ÷ 14,000

H. Ø Sede perno di centraggio 8,013 ÷ 8,049

Ø Esterno perno di centraggio 7,964 ÷ 8,000


Gioco 0,013 ÷ 0,085

I. Ø Sede perno molla nel perno di comando 5,000 ÷ 5,030

Ø Sede perno molla nella camma 5,000 ÷ 3,030

Ø Esterno perno molla 5,000

Gioco 0 ÷ 0,030

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
4 - 62 FRENI E DIFFERENZIALE DI STERZO D180 LGP

J. Ø Sede perno di comando nella camma 13,016 ÷ 13,059

Ø Esterno perno di comando nella camma 12,973 ÷ 13,000

Gioco 0,016 ÷ 0,086

K. Ø Sede perno di comando nella leva di comando 11,995 ÷ 12,006


Ø Esterno perno di comando nella leva 12,982 ÷ 12,000

Interferenza 0,005 int. ÷ 0,024 gioco

1. Molla richiamo stantuffo

Numero di spire 9,5


Lunghezza libera 76,5 mm

Forza richiesta per comprimerla a 45 mm 54,7 ÷ 60,3 daN

2. Molla azionamento stantuffo

Numero di spire 5,5

Lunghezza libera 44 mm

Forza richiesta per comprimerla a 32,1 mm 28,4 ÷ 31,4 daN

3. Molla richiamo otturatore

Numero di spire 16,5

Lunghezza libera 49 mm

Forza richiesta per comprimerla a 40 mm 8,1 ÷ 8,9 daN

1 A 2 B C

SM9257
D 3 E I
SM9258

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
4 - 63
4.5.4 TRASMISSIONE POSTERIORE (Sezione lato cambio)

Vista dall’alto
Motore idraulico
Complessivo differenziale
di sterzo

Complessivo freni

SM1403A

Corona coppia conica

Lubrificazione freno sinistro Lubrificazione freno destro

Riduttore laterale
Comando freni
Vista laterale riduttore SM1404

e scatola trasmissione
Ruota motrice
Lubrificazione freno sinistro Lubrificazione freno destro

SM1402 COMANDO FRENI SM1404A


84 83 96 95 86 94 86 95 96 83 84

VISTA DALL’ALTO SM1403

Lubrificacazione freno destro

Lubrificacazione freno destro

Lubrificacazione freno sinistro

Lubrificacazione freno sinistro

COMANDO FRENI Comando freni


SM1404
SEZIONE 5

CINGOLATURA
INDICE

ARGOMENTO PAGINA

5.1 DESCRIZIONE GENERALE .................................................................................... 1


5.1.1 Generalità ............................................................................................................... 1
5.1.2 Organi componenti principali ................................................................................... 2

5.2 DIAGNOSI GEGLI INCONVENIENTI ........................................................................ 5

5.3 PROVE ................................................................................................................... 6


5.3.1 Controllo e registrazione catenarie .......................................................................... 6
5.3.2 Taratura della valvola di sovrappressione tendicingolo .............................................. 7

5.4 PROCEDURE DI RIPARAZIONE ............................................................................. 8


5.4.1 Catenaria (stacco / riattacco) .................................................................................. 8
5.4.2 Sostituzione di una maglia danneggiata e rimontaggio ......................................... 10
5.4.3 Ruota tendicingolo (stacco / riattacco / revisione) .................................................. 12
5.4.4 Rulli di sostegno cingolo (stacco / riattacco / revisione) ......................................... 15
5.4.5 Rulli di appoggio cingolo (stacco / riattacco / revisione) ......................................... 17

5.5 CARATTERISTICHE E DATI .................................................................................. 21


5.5.1 Ruota tendicingolo ................................................................................................. 21
5.5.2 Ruote motrici ......................................................................................................... 22
5.5.3 Catenarie .............................................................................................................. 22
5.5.4 Rulli di appoggio .................................................................................................... 23
5.5.5 Rulli di sostegno ................................................................................................... 24
5.5.6 Dispositivo tendicingolo ......................................................................................... 25
5.5.7 Incernieramento ..................................................................................................... 26
5.5.8 Limiti di usura ........................................................................................................ 30
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5-1

5.1 DESCRIZIONE GENERALE

5.1.1 GENERALITA'

Nel valutare le condizioni della cingolatura è bene tener presente che un controllo accurato, una seria manutenzio-
ne preventiva ed un impiego corretto della macchina, sono gli elementi che maggiormente contribuiscono a
prolungare la durata dei particolari. E' buona norma pulire, lubrificare, registrare e riparare la cingolatura ad inter-
valli regolari, non limitandosi a controlli affrettati ed incompleti.

Per valutare esattamente le condizioni dei particolari occorre procedere ad un controllo sistematico e minuzioso.
Se la macchina è stata sottoposta a sforzi eccessivi, i carrelli cingoli possono essere deformati. Impronte d'usura
accentuate ed apparentemente inspiegabili sulle ruote tendicingolo; sui bordi dei rulli e sui segmenti delle ruote
motrici possono essere causate dal fatto che i carrelli cingoli sono deformati.

E' importante considerare anche anche le condizioni nelle quali la macchina a cingoli è spesso costretta ad
operare.

IL TERRENO
Non è certamente sempre possibile scegliere il terreno e le condizioni di lavoro in cui operare. Ma occorre tenere
conto della conformazione geologica e delle pendenze che possono influenzare il tipo ed i tempi di usura cui andrà
soggetto il carro della vostra macchina.

Lavorare in salita - comporta lo spostamento del peso e dei carichi verso la parte posteriore della macchina.
Aumenta l'usura dei rulli posteriori e sul lato marcia avanti dei denti della ruota motrice e delle boccole.

Lavorare in discesa - Comporta lo spostamento di pesi e carichi verso la parte della macchina che si affaccia
sulla discesa. Maggiore usura delle parti, come flange e lati maglie, che lavorano in quella posizione.

Lavorare a mezza costa - Il peso della macchina grava sul lato che viene a trovarsi lungo la parte discendente,
con maggiore usura delle flange e di altre parti che guidano la catenaria.

Lavorare su un dosso - Comporta la concentrazione dei carichi sui lati interni dei componenti. Aumento delle
usure delle maglie interne e dei lati interni di rulli e ruote tendicingolo e la parte terminale interna dei pattini.

Lavorare in un avvallamento - Comporta la concentrazione dei carichi sui lati esterni delle flange dei rulli e
sulle piste esterne delle ruote tendicingolo.

L'ambiente ed il tipo di materiale che si lavora sono elementi determinanti per quanto riguarda la durata dei
particolari della cingolatura in quanto alcuni materiali sono più abrasivi di altri. In genere poi, l'azione abrasiva dei
materiali è più intensa se sono umidi. Sotto questo aspetto si possono classificare i materiali più comuni come
segue:

Pietrame e roccia - rotture e usura accentuata


sabbia (in acqua) - usura molto accentuata
sabbia umida - intasamento e forte usura
sabbia (secca) - forte usura
terriccio (umido) - usura moderata
argilla (umida) - usura leggera-moderata
argilla (secca o poco umida) - lieve usura

talco
gesso
carbone - usura molto lieve
fosfati

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5-2 CINGOLATURA D180 LGP

E' importante anche, quando si revisiona il cingolo, controllare il funzionamento del meccanismo tendicingolo. Un
tendicingolo inefficiente può provocare una precoce usura dei perni e delle boccole, la distorsione degli assi delle
ruote tendicingolo, al limite, inconvenienti agli assi ruote motrici ed ai riduttori laterali.

Più i particolari sono logori e più l'usura progredisce rapidamente. Quando i particolari sono nuovi, le superfici
indurite sono spesse e resistenti; man mano che i particolari si logorano reciprocamente e a contatto del terreno,
le loro superfici esterne resistenti, lasciano lentamente posto a strati meno resistenti, per cui si ha un'usura più
rapida.

Quanto detto si può riassumere in alcune regole ed operazioni preventive:


- non lavorare con la macchina ad alte velocità salvo che ciò non sia strettamente necessario. Questo è soprat-
tutto valido nelle operazioni in marcia indietro;
- alleggerire il carico quando si avverte che il cingolo inizia a slittare;
- evitare di parcheggiare la macchina nel fango, nell'acqua o in ambienti che comunque facilitino la corrosione;
- ispezionare giornalmente i vari organi, controllare il serraggio di viti e bulloni, eventuali perdite da guarnizioni o
segni di usura anormali;
- pulire il cingolo dal fango o dai detriti che si sono accumulati durante il lavoro.

5.1.2 ORGANI COMPONENTI PRINCIPALI


I principali organi che compongono la cingolatura sono:

1. Carrelli cingoli
2. Rulli di appoggio carrelli
3. Rulli di sostegno cingolo
4. Dispositivo tendicingolo e valvola di sovrappressione
5. Ruota tendicingolo
6. Catenarie
7. Ruota motrice e settori dentati

7 6 2 3 4 1 3 5

SM9350
Fig.1 - Organi cingolatura

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5-3

1. Carrelli cingoli
Ogni carrello cingolo è composto da un telaio in materiale dotato di elevate caratteristiche meccaniche e realizza-
to in profilati scatolati. All'interno sono montati i dispositivi tendicingolo completamente chiusi, protetti da ogni
possibile intrusione di materiale rimosso.
I due carrelli sono incernierati posteriormente sul PIVOT SHAFT, mentre anteriormente il collegamento è realizza-
to da una traversa di sospensione, incernierata centralmente e lateralmente al telaio della macchina.
Ciascun carrello è quindi in grado di oscillare indipendentemente rispetto all'altro.
L'allineamento dei carrelli è mantenuto anteriormente mediante guide, la cui posizione è registrabile tramite
spessori.

Sul carrello sono montati:


- rulli di appoggio carrelli
- rulli di sostegno cingolo
- ruota e dispositivo tendicingolo

2. Rulli di appoggio carrelli


I rulli sono (q.tà 7) tre a doppio bordo più 4 a singolo bordo costruiti in acciaio speciale, trattato superficialmente
per meglio resistere all'usura e all'abrasione. Tali rulli, sistemati nella parte inferiore di ogni carrello, sopportano il
peso della macchina; gli assi ruotano su boccole lubrificate.
La tenuta è assicurata da guarnizioni metalliche (long-life).

3. Rulli di sostegno cingolo

I rulli di sostegno sopportano il tratto superiore di catenaria. Ciascun rullo è fissato, mediante supporti, ai carrelli
cingoli. Gli assi ruotano su boccole lubrificate e la tenuta è assicurata da guarnizioni metalliche (long-life).

4. Dispositivo tendicingolo
Il dispositivo tendicingolo svolge una duplice funzione: mantenere in tensione le catenarie; ammortizzare le
sollecitazioni trasmesse dalla ruota tendicingolo.

La tensione della catenaria è realizzata mediante un dispositivo idraulico costituito da un cilindro ed uno stantuffo
collegato alla forcella della ruota tendicingolo tramite un’asta.

Per mettere in tensione la catenaria, del grasso viene pompato all’interno del cilindro. Ciò provoca lo spostamento
in avanti dello stantuffo e della ruota tendicingolo collegata ad esso.

Da notare che la molla è normalmente in compressione ma non esercita la propria azione contro la catenaria.
Attrezzo montaggio / smontaggio molla tendicingolo 75301728.

5. Ruota tendicingolo
La ruota tendicingolo e del tipo a molla, sistemata nella parte anteriore di ciascun carrello, è collegata al disposi-
tivo idraulico di tensione della catenaria tramite una forcella, ed un’asta facente capo allo stantuffo del cilindro di
registrazione. Attraverso questo sistema viene trasmesso Io sforzo di tensione o l’assorbimento delle sollecitazio-
ni che la catenaria riceve durante le fasi di lavoro. Per questo motivo la ruota non è rigidamente vincolata al corpo
carrello ma è in grado di scorrere su guide il cui corretto allineamento si effettua mediante spessori di registro. Gli
assi ruotano su boccole lubrificate. La tenuta è assicurata da guarnizioni metalliche (long-life)

6. Catenaria
La catenaria è essenzialmente costituita da:
- perni
- boccole
- maglie
- suole

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5-4 CINGOLATURA D180 LGP

I perni e le boccole sono i particolari che nel cingolo vengono maggiormente sottoposti ad usura. I sintomi che
caratterizzano l’usura di perni e boccole sono il logorio ai lati delle maglie, il rapido consumo dei denti delle ruote
motrici e l’eccessiva flessione delle catenarie.

Le suole sono a singola costola. La costolatura, oltre ad assicurare la trazione, contribuisce al rinforzo della suola.
Le suole usurate, oltre a favorire lo slittamento dei cingoli, si deformano più facilmente.

La catenaria è a lubrificazione permanente e l'usura tra perno e boccola risulta notevolmente diminuita. Infatti
ciascun perno (1) ved. fig. 2 è provvisto di un foro assiale (2) e di due fori radiali (3) perpendicolari al primo che
consentono una lubrificazione costante e continua. il movimento tra perno e boccola assicura la distribuzione del
lubrificante su tutte le superfici di contatto.

Fig.2 - Catenaria a lubrificazione permanente


(SALT) 4 6 1
1. Perno con foro di riserva olio di lubrificazione
2. Tappo in gomma
3. Fori radiali di lubrificazione
4. Guarnizione di tenuta
5. Anello reggispinta
6. Boccola
7. Maglia
8. Spina

2 8 5 3
SM9351

Le guarnizioni (4) realizzano la tenuta; evitano l’ingresso di materiale estraneo e trattengono il lubrificante. Il tappo
in gomma (2) consente il riempimento di olio nel perno e ne garantisce la tenuta.

NOTA - Sulle catenarie lubrificate si sconsiglia inoltre di effettuare la rotazione dei perni e delle boccole.

7. Ruota motrice a settori dentati

La ruota motrice trasmette direttamente la rotazione che riceve dal riduttore laterale alla catenaria. La ruota
motrice è fissata sull'albero in uscita dal riduttore laterale. I settori dentati sono nove e sono inbullonati mediante
viti al mozzo, quindi sostituibili singolarmente. Il profilo dei denti è del tipo autopulente. La sostituzione dei settori
dentati avviene senza staccare le catenarie.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5-5

5.2 DIAGNOSI DEGLI INCONVENIENTI Tensione della catenaria elevata

Vengono qui elencate le cause principali che posso-


Inconvenienti
no determinare un’usura precoce o anormale degli or-
gani della cingolatura. 1. Scarsa velocità ed insufficiente potenza al traino.
La macchina non sviluppa la capacità di spinta pre-
vista.
Tensione della catenaria lenta
2. Spostamento della macchina verso destra o sini-
Inconvenienti stra, provocato dal cingolo che risulta maggiormente
in tensione.
1. Usura molto rapida su maglie, perni e boccole del-
la catenaria. 3. Rapida usura su perni, boccole e maglie.

2. Rapida usura dei denti della ruota motrice e sulla 4. Usura sui cuscinetti dei riduttori finali.
costola della ruota tendicingolo.

3. Possibile danneggiamento o rottura della ruota mo- Insufficiente serraggio delle viti di fissag-
trice, della ruota tendicingolo, dei supporti ruota gio suole alla catenaria
tendicingolo, dei rulli di appoggio e dei ripari.
Inconvenienti
4. La catenaria può non ingranare correttamente i denti
della ruota motrice, sia durante la marcia avanti Ovalizzazione dei fori delle viti sulla maglia.
che la marcia indietro. La catenaria può svincolarsi
dalla ruota motrice quando la macchina sterza.
Rimedi
5. La catenaria è rumorosa.
L’allentamento può essere provocato da un
6. La catenaria si riempie di materiale estraneo (*). assottigliamento delle suole dovuto all’uso, oppure da
un non corretto serraggio a coppia delle viti secondo i
valori indicati. Accertarsi che la superficie di contatto
tra suola e catenaria sia perfettamente pulita e priva
di vernice.

Lavoro su terreno in forte pendio


(*) Nota - Quando la macchina lavora in condizioni
che facilitano l’ingresso di materiale estraneo tra gli
organi della cingolatura, è consigliabile controllare Inconvenienti
frequentemente la tensione del sistema.
La tensione infatti può aumentare quando le scorie si Usura sulle estremità dei perni, sui fianchi delle ma-
inframmezzano tra gli organi della catenaria e del dispo- glie di giunzione, sui bordi interni ed esterni dei rulli di
sitivo tendicingolo. appoggio, delle ruote motrici e delle ruote tendicingolo.
La presenza di eventuali corpi estranei all’interno pos-
sono causare ritardi ed impedimenti al movimento della
ruota tendicingolo. Tale impedimento può tradursi in Rimedi
un aumento dannoso del carico che viene esercitato
sulla catenaria (perni, boccole, maglie), sull’asse del- Il lavoro su pendio pronunciato o scarpate, determina
la ruota tendicingolo e sui riduttori finali. forti sollecitazioni negli organi della cingolatura con
conseguenti rapide usure delle parti. Se possibile cam-
biare frequentemente la direzione e/o la traiettoria di
marcia della macchina.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5-6 CINGOLATURA D180 LGP

5.3 PROVE
5.3.1 CONTROLLO E REGISTRAZIONE DELLE CATENARIE

Nelle catenarie lubrificate a tenuta ermetica non si verificano fenomeni di forte usura interna se la registrazione
delle catenarie viene effettuata tempestivamente quando necessita.
Quando è troppo tesa è sottoposta a sollecitazioni improduttive e dannose. Aumenta la velocità delle usure e si
perde potenza di tiro alla barra. Quando è troppo lenta, le maglie urtano contro le altre parti del carro, aumentando
l'usura di tutte le parti interessate.
Tenere presente che la normale registrazione risulta adatta per terreni asciutti, sassosi o rocciosi mentre occorre
allentare maggiormente le catenarie su terreni fangosi, argillosi molto bagnati, od in presenza di sabbia, ghiaia,
neve e ghiaccio.

Tendere la catenaria
Se la catenaria si è allentata bisogna aumenta- L = 30 ÷ 40
re la tensione dei cingoli. Prima di ogni operazione
misurare la flessione delle catene sul tratto (L Fig. 3)
compreso tra il rullo di sostegno e la ruota tendicingolo.
Se la flessione (L) supera i 30 ÷ 40 mm (flessione
regolare) iniettare grasso nell'ingrassatore (I Fig. 4)
della valvola (VR) del cilindro di regolazione, fino a ri-
portare il cingolo alla giusta tensione.

Allentare la catenaria.
Quando si devono effettuare operazioni di smontaggio, SM9353
oppure quando la catenaria è troppo tesa, bisogna
scaricare la tensione dei cingoli. Prima di allentare la Fig. 3 - Flessione della catenaria
catenaria, controllare che la flessione sul tratto (L)
sia inferiore a 30 ÷ 40 mm. Se è necessario allentare,
procedere come segue:
- Togliere il coperchio (C) di accesso sul carrello ATTENZIONE
tendicingolo, asportare le viti di ritegno (V). Fluido sotto pressione. Non ridurre la tensione del
cingolo svitando la valvola di sovrappressione (Vs).
Con una chiave da 24 mm svitare leggermente la val- Non togliere l'ingrassatore (I) montato sulla valvola di
vola di registrazione (VR), e se necessario retrocede- registrazione (VR).
re di alcuni metri la macchina. Riavvitare la valvola e
controllare la flessione (L).

C V
Vs VR I

SM9352
Fig. 4 - Registrazione della catenaria
VR. Valvola di regolazione; Vs. Valvola di sovrappressione; I. Ingrassatore; C. Coperchio; V. Viti di fissaggio
coperchio

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5-7

5.3.2 TARATURA DELLA VALVOLA DI SOVRAPPRESSIONE TENDICINGOLO


Smontare la valvola nelle sue parti e pulirla da ogni - per ottenere il valore di taratura richiesto variare
traccia di grasso. oppurtunamente gli anelli di registro (S1), oppure
Rimontare la valvola e procedere come segue: agire sull'elemento filettato (1);

- serrare l’attrezzo (A) 75291573 (fig. 5) in morsa, - rimontare la valvola riempiendola di grasso AMBRA
avvitare la valvola (Vs) sull' attrezzo interponendo la GR9.
relativa guarnizione O-Ring
- riavvitare la valvola sul cilindro e chiuderla alla cop-
- riempire di benzina od alcool il pozzetto (P) del- pia di serraggio prevista (ved. cap. 5).
l’attrezzo;
Taratura valvola di sovrappressione:
ATTENZIONE
V1 = 6,41 ÷ 6,86 daNm
Spegnere tutti i materiali fumanti e le fiamme li- V2 = 6,86 ÷ 7,35 daNm
bere.
- Spessore degli anelli di registro taratura valvola 0,1
- 0,2 - 0,5 mm
- azionare la chiave dinamometrica (B) consideran- Taratura 900 ÷ 950 bar
do che la valvola deve restare chiusa e quindi il
livello del liquido nel pozzetto (P) non deve variare
fino al valore (V1) = 6,41 ÷ 6,86 daNm.
La valvola deve aprirsi ed il pozzetto svuotarsi eser-
citando il valore di coppia (V2) corrispondente alla
taratura di 900 ÷ 950 bar. A
B

P
T 6 1
C1

S1
VS
SM9358

3 3
T
4 1
5
5
SM9356 4
S1
C1
2
6 SM9357

Fig. 5 - Sezione, parti e controllo della pressione di taratura della valvola di sovrappressione (Vs) del
cilindro registrazione idraulica

A. Attrezzo di prova 75291573 - B. Chiave dinamometrica - C1. Coperchio valvola - P. Pozzetto per benzina od
alcool -S1. Anelli di registro taratura - T. Stampigliatura della pressione di taratura - 1. Protezione di gomma - 2.
Rosette d’acciaio - 3. Molle a disco (tipo BAUER) - 4 e 5. Otturatore e sfera valvola - 6. Vite di fissaggio protezione
(1).

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5-8 CINGOLATURA D180 LGP

5.4 PROCEDURE DI RIPARAZIONE

5.4.1 CATENARIA (stacco/riattacco)

Stacco

Applicare inferiormente alla scatola trasmissione ed


alla traversa dei blocchi di spessore adeguato in modo
che i cingoli non siano più a contatto del suolo.

SM9360

Fig. 6
Asportare il coperchio sul carrello cingolo ed allentare
la tensione sulle catenarie, come descritto al punto
5.3 ALLENTARE LA CATENARIA.

ATTENZIONE
Fluido sotto pressione. Non ridurre la tensione del
cingolo svitando la valvola di sovrappressione Vs
(Fig. 4). Non togliere l'ingrassatore montato sulla
valvola di registrazione.

Svitare le viti di fissaggio suola indicate (Fig. 7) dalla


SM9359
maglia di giunzione.
Fig. 7
Asportare la suola e dividere la maglia di giunzione.

Mediante paranco ed imbragatura adatti, staccare la


catenaria dalla macchina.

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti
con un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati. Usare gli occhio-
ni di sollevamento.

ATTENZIONE
SM9361

Nello stacco della catenaria, imbragare le due


Fig. 8
maglie d'estremità e distendere il cingolo lenta-
mente, servendosi di un paranco. Assicurarsi che
la zona in cui verrà adagiato il cingolo sia com-
pletamente sgombra e non vi siano persone in vi-
cinanza.

Avviare la macchina ed avanzando lentamente disim-


pegnare la catenaria dalla ruota motrice, dai rulli di
sostegno e dalla ruota tendicingolo.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5-9

Riattacco

ATTENZIONE
Maneggiare tutti i pezzi con grande attenzione.
Non mettere le mani e le dita tra un pezzo e l'altro.
Indossare gli indumenti antinfortunistici omologati
come occhiali, guanti e scarpe di sicurezza.

1. Posizionare la catenaria in modo tale che il punto


di giunzione venga a trovarsi in corrispondenza del-
la ruota motrice (Fig.9).
SM9362

2. Avviare la macchina e facendola avanzare lenta- Fig. 9


mente guidare contemporaneamente la catenaria
sulla ruota motrice servendosi di una robusta barra
inserita nei fori di una maglia.

3. Disporre un blocco di legno sotto la costolatura della


suola vicina al punto di giunzione. Collegare le 1
semimaglie (1), installare la suola di unione e ser-
rare le viti alla coppia indicata in fig.11.

Nota - Prima del montaggio sgrassare le viti (C) e le


sedi filettate sulle maglie di giunzione (1).
Applicare LOCTITE super rapido 242 sulla filettatura
delle viti e serrare alla coppia indicata. Lubrificare con
olio motore le altre viti e serrare alla medesima cop- SM9363
pia. Fig. 10
Chiudere le viti per maglie di giunzione con relative
suole alla coppia C=30 daNm, più ulteriore avvitamento
di 180° - (1\2 giro). 3 C 1 2 C1
Per le viti di fissaggio suole chiudere alla coppia C1 =
30 daNm più ulteriore avvitamento di 120° (1\3 giro).

4. Ripristinare la corretta tensione della catenaria, fa-


cendo riferimento al punto 5.3.1 TENDERE LA
CATENARIA.

SM9364

Fig. 11- Maglie di giunzione della catenaria

1 - Semimaglia di giunzione (SPLIT)


2 - Suola di unione
3 - Perno di incernieramento maglia
C - Viti di fissaggio cerniere maglie di giunzione (30
daNm + 1\2 giro)
C1 -Viti di fissaggio suola e semimaglia (30 daNm +
1\3 giro)

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5 - 10 CINGOLATURA D180 LGP

5.4.2 SOSTITUZIONE DI UNA MAGLIA DAN-


NEGGIATA E RIMONTAGGIO

Per sostituire una maglia danneggiata, non adiacente


alle semimaglie di giunzione è possibile eseguire l'ope-
razione senza smontare la catenaria completa proce-
dendo come di seguito descritto.

1. Togliere la suola (1 fig.12) fissata alla maglia da


sostituire (2) e le due suole adiacenti. Stendere la
catenaria.

2. Sfilare i perni (3 e 4) d'incernieramento della maglia


danneggiata, utilizzando la pressa portatile (A
fig.13).
SM9365

3. Tagliare con la fiamma ossidrica un tratto della Fig.12


boccola (5) lungo 20 ÷ 30 mm.

M L

SM9366

Fig. 13

Fig. 14 SM9367

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5 - 11

4. Asportare la maglia danneggiata (2).


ATTENZIONE
Indossare equipaggiamenti da saldatore. come ma- 5. Asportare la maglia (6) e sfilare dalla stessa Io spez-
schere od occhiali scuri, elmetti, indumenti di pro- zone restante della boccola (5).
tezione, scarpe e guanti antinfortunistici, ogni volta
che si salda o si taglia con l’arco. Portare occhiali 6. Per il rimontaggio utilizzare la pressa idraulica por-
di sicurezza scuri in vicinanza di saldature in ese- tatile completa degli attrezzi illustrati in figura 15.
cuzione. NON GUARDARE L’ARCO SENZA
UN’APPROPRIATA PROTEZIONE DEGLI OCCHI. 7. Montare una boccola di giunzione (9) sulla maglia
nuova (11) e fissarla alla catenaria.

8. Rimontare la seconda maglia (6) sulla boccola di


giunzione.

9. Inserire i due anelli di rasamento (10) per boccola


di giunzione sulle maglie (7 e 8) e completare l’in-
tervento rimontando i perni (3 e 4).

A B C

G 9 11 F

SM9368

SM9369

6 9 G

Fig.15 - Fasi di montaggio delle boccole sulle maglie della catenaria


a. Fase di montaggio della boccola sulla prima maglia - b. Fase di montaggio della seconda maglia.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5 - 12 CINGOLATURA D180 LGP

Rimontaggio catenaria lubrificata

Prima di riassemblare i particolari della catenaria se-


guire le avvertenze e le procedure riportate al punto
5.4.1

1. Piantare i perni utilizzando la pressa idraulica por-


tatile.

2. Piantare il tappo in gomma nel foro del perno im-


piegando l'attrezzo (A fig.16). Curare che il tappo
si trovi in posizione rientrante di 8 ÷ 10 mm rispetto
SM9370
all'estremità del perno stesso.
Fig.16

3. Effettuare il controllo di tenuta delle guarnizioni ed


il riempimento d'olio nei perni, utilizzando l'attrez-
zo (B) fig.17.

SM9371

Fig.17
5.4.3 RUOTA TENDICINGOLO
(Stacco/Riattacco/Revisione)

Stacco

1. Disgiungere la catenaria (ved. punto 5.4.1


CATENARIA - stacco).

2. Staccare i ripari ruota tendicingolo.


1
3. Togliere le viti (1 fig.18) di fissaggio supporti ruota.
6 SM9372

4. Separare la ruota tendicingolo dalla forcella (2) Fig.18


fig.19.
ATTENZIONE
Maneggiare tutti i pezzi con grande attenzione.
Non mettere le mani e le dita tra un pezzo e l'altro.

2
5. Asportare la ruota dalla macchina utilizzando l'at-
trezzo (A) fig.20.

4 5
SM9373

Fig.19

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5 - 13

Riattacco

1. Posizionare la ruota sul carrello cingolo utilizzan-


do l'attrezzo (A).

2. Ripartire tra la piastra d'estremità interna e quella A


esterna lo stesso numero di spessori di registro (3
fig.21) precedentemente tolto.
Posizionare le piastre d'estremità (4) e serrare le
viti di fissaggio (5).

SM9374

ATTENZIONE Fig. 20
Maneggiare tutti i pezzi con grande attenzione.
Non mettere le mani e le dita tra un pezzo e l'altro.
Indossare gli indumenti antinfortunistici omologati
come occhiali, guanti e scarpe di sicurezza.

3
Nota - Se non si conosce il numero di spessori origi-
nario, ripartire gli spessori in modo tale che il giuoco
(G1) fra la piastra d'estremità ed il pattino guida sia di
1 mm per ogni lato della ruota.
Controllare inoltre che l'asse di mezzeria della ruota
tendicingolo sia allineato all'asse di mezzeria dei rulli
d'appoggio. SM9375

Fig.21
3. Avvitare le viti (1 fig.18) che uniscono la forcella ai
supporti della ruota.

4. Rimontare i ripari ruota. A

5. Unire la catenaria (ved. 5.4.1 CATENARIA -


riattacco) e ripristinare la corretta tensione.

6. Rifornire la ruota con olio.

Revisione
SM9376
Asportare la ruota dalla macchina (vedere stacco). Fig.22
1. Supportare la ruota in maniera adeguata. Togliere il
tappo (6 fig.18) e scaricare l'olio di lubrificazione. G
Riavvitare successivamente il tappo per evitare che H
eventuale sporcizia penetri all'interno del condotto A
di lubrificazione.
B
2. Togliere la vite (7 fig.25) di bloccaggio asse ruota.
Contrassegnare i supporti d'estremità (8).
3. Estrarre i supporti d'estremità utilizzando l'attrez-
zo (A fig.22). Nel caso in cui questa operazione
presenti difficoltà, impiegare per l'estrazione dei sup- F
porti, la pressa portatile (A fig.23) corredata degli E
attrezzi illustrati in figura. C D
SM9377

Fig.23

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5 - 14 CINGOLATURA D180 LGP

4. Sfilare le guarnizioni a tenuta frontale (9 fig.24) e


mantenerle accoppiate per evitare di scambiarle al
rimontaggio. Sfilare le guarnizioni O-Ring (10). To-
gliere le viti (11 fig.26) di fissaggio delle scatole
portaboccole. Estrarre le scatole portaboccole (2 9
fig.27) complete agendo sull’estremità dell’asse ruo-
ta (3) mediante pressa idraulica.

5. In caso di sostituzione estrarre alla pressa le boc-


cole dalle relative scatole utilizzando un punzone
adeguato.
SM9378
6. Operare per il rimontaggio dei particolari, analoga-
mente a quanto descritto al paragrafo 5.4.5 RULLI Fig. 24
Dl APPOGGIO - Revisione.

7. Controllare il gioco assiale dell’asse ruota median- 7


te un comparatore centesimale (A) come illustrato
in figura 28. Il valore da ottenere e’ indicato nel
paragrafo 5.5.1 CARATTERISTICHE E DATI - Ruo- 8
ta tendicingolo.
Rimontare le guarnizioni a tenuta frontale assicuran-
dosi che le superfici degli anelli metallici siano esenti
da ammaccature, rigature o tracce di usura. 9

SGRASSARE E RIPULIRE LE SEDI DELLE GUAR-


NIZIONI A TENUTA FRONTALE. ELIMINARE DAL- SM9379

LE SUPERFICI QUALSIASI TRACCIA DI POLVERE Fig.25


O DI IMPRONTE E RICOPRIRLE SUCCESSIVAMEN-
TE CON UN SOTTILE STRATO D’OLIO, AVENDO
CURA DI NON UNGERE LE ALTRE PARTI.
11

ATTENZIONE
Non usare mai benzina, solventi od altri fluidi in-
fiammabili per la pulizia dei particolari. Usare sol-
venti commerciali omologati che siano in-
fiammabili e atossici.
10
Rimontare i supporti ruota (8 fig.25) e bloccare l’asse SM9380
ruota tendicingolo mediante la vite (7) assicurandosi,
prima di effettuare la chiusura a coppia, che il partico- Fig.26
lare (9) sia assestato nella propria sede.

Rimontare la ruota sulla macchina (ved. Riattacco).


2 3
ATTENZIONE
Maneggiare tutti i pezzi con grande attenzione.
Non mettere le mani e le dita tra un pezzo e l'altro.
Indossare gli indumenti antinfortunistici omologati
come occhiali, guanti e scarpe di sicurezza.

SM9381

Fig.27

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5 - 15

ATTENZIONE
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti
con un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati. Usare gli occhio-
ni di sollevamento previsti allo scopo.
Stare attenti alle persone in prossimità del carico
da sollevare.
A
SM9382

5.4.4 RULLI DI SOSTEGNO CINGOLO Fig.28


(Stacco/Riattacco/Revisione)

Stacco

1. Allentare e disgiungere la catenaria (vedi paragrafo


5.4.1 CATENARIA - stacco).

2. Staccare le viti (1 fig.29) che fissano il supporto


1
rullo al carrello cingolo.

ATTENZIONE
SM9383
Sollevare e maneggiare tutti i particolari pesanti
con un mezzo di sollevamento di capacità adatta.
Fig.29
Assicurarsi che i pezzi siano sostenuti da
imbragature e ganci appropriati. Usare gli occhio-
ni di sollevamento previsti allo scopo.
Stare attenti alle persone in prossimità del carico
da sollevare.

ATTENZIONE 1

Maneggiare tutti i pezzi con grande attenzione.


Non mettere le mani e le dita tra un pezzo e l'altro.
Indossare gli indumenti antinfortunistici omologati
come occhiali, guanti e scarpe di sicurezza.
2

3. Asportare il rullo completo di supporto come indi-


SM9384
cato in figura 30.
Se il rullo deve essere smontato è necessario svin- Fig.30
colarlo dal supporto di sostegno (2), svitando com-
pletamente le viti (1) di bloccaggio al carrello.

Riattacco

4. Per il riattacco dei rulli invertire la sequenza prece-


dentemente descritta. Serrare alla coppia di 48
daNm, le viti di fissaggio del supporto rullo al corpo
carrello.
Riassemblare la catenaria e ripristinare la tensione
del cingolo (vedi paragrafo 5.4.1 CATENARIA -
riattacco).
Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5 - 16 CINGOLATURA D180 LGP

Revisione 5 18

Asportare il rullo dalla macchina.


Bloccare in morsa il rullo mediante l'attrezzo (A fig.31),
scaricare l'olio di lubrificazione.
Svitare completamente le viti (18) e togliere il suppor- 10
to rullo (2).
Svitare le viti (10) e sfilare il coperchio (5) completo di
guarnizione (6). 2
Togliere le viti di fissaggio dell'anello di spallamento (4
fig.32) ed asportare l'anello stesso; sfilare l'albero dal
A
corpo rullo.
Estrarre il cuscinetto (13) mediante estrattore per in-
terni.
Togliere gli anelli metallici della guarnizione a tenuta
frontale.
Estrarre il secondo cuscinetto dalla relativa sede uti-
lizzando un estrattore per interni.
SM9385
In caso di sostituzione dei cuscinetti, piantarli alla
pressa nelle proprie sedi sul corpo rullo. Fig.31
Inserire l'asse nel corpo rullo e l'anello di spallamento.
ATTENZIONE Se sull'anello si riscontra una forte usura delle super-
Non usare mai benzina, solventi od altri fluidi infiam- fici di rasamento con il rullo rimontare l'anello al con-
mabili per la pulizia dei particolari. Usare solventi com- trario. Serrare le viti alla coppia prescritta (ved.
merciali omologati che siano ininfiammabili e atossici. CARAT. E DATI - rulli di sostegno).

Inserire il coperchio (5) completo della guarnizione O-


ring. Serrare alla coppia prescritta le viti di fissaggio
Montare le guarnizioni a tenuta frontale. SGRASSARE
(10).
E RIPULIRE LE SEDI DELLE GUARNIZIONI A TE-
Rimontare il rullo sul supporto, avvitare le viti di
NUTA FRONTALE, ELIMINARE DALLE SUPERFICI
bloccaggio (18).
QUALSIASI TRACCIA DI POLVERE O DI IMPRON-
TE E RICOPRIRLE SUCCESSIVAMENTE CON UN Rifornire il rullo d'olio SAE 40 (Kg. 0,370). Riattaccare
SOTTILE STRATO D'OLIO AVENDO CURA DI NON il rullo alla macchina (ved. Riattacco).
UNGERE LE ALTRE PARTI.

10
Fig. 32 - Parti componenti rulli di sostegno 11
6
1. Rullo 7 4
2. Supporto 8 1
3. Albero 5
4. Anello 13
9
5. Coperchio
6. Guarnizione 13
7. Tappo
8. Guarnizione O-ring 14
9. Vite
10. Vite
11. Rosetta 3 18
12. Rullo sostegno cingolo
19
13. Cuscinetto
14. Guarnizione 15
15. Collare 16
16. Guarnizione 17
17. Anello
18. Vite 18x1,5x110
19. Rosetta 18x34
12
2 SM9412

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5 - 17

5.4.5 RULLI Dl APPOGGIO CINGOLO


(Stacco/Riattacco/Revisione)

Stacco

Se l’intervento è limitato ad uno o ad alcuni rulli, per


1
staccarli è sufficiente seguire la procedura di seguito
descritta.

1. Togliere le viti (1 e 2 fig. 33) ed asportare i ripari


esterni ed interni dei rulli di appoggio. Recuperare i
distanziali posti coassialmente alle viti (2). 2
SM9386

2. Disgiungere la catenaria (vedere 5.4.1


Fig.33
CATENARIA -Stacco).

3. Sollevare la macchina utilizzando un martinetto


idraulico (3 fig. 34) di adeguata capacità. Suppor-
tare immediatamente la macchina utilizzando un
robusto (massello di legno (4) adatto a reggerne il
peso fig. 35).
3
4. Allentare le viti (5) di fissaggio rulli al telaio carrello.

5. Inserire l’attrezzo (A), staccare le viti ed asportare


il rullo come illustrato in figura 35.

ATTENZIONE SM9387

Ogni volta che devono essere smontati o installati grup- Fig.34


pi della macchina. che devono essere sostenuti me-
diante dispositivi di sollevamento a martinetto, assi-
curarsi che i rapporti sotto il martinetto e tra il marti-
netto e la macchina siano appropriati al carico che
dovranno sopportare. Trasferire Immediatamente il cari-
co su appropriati mezzi dl supporto o cavalletti. Non
lavorare sopra o sotto la macchina od i suoi compo-
nenti se sono sostenuti unicamente da martinetti od
altri dispositivi di sollevamento. secondo le vigenti
norme locali o nazionali.
4

A
Riattacco
5
SM9388
1. Posizionare il rullo sull’attrezzo (A fig. 35) e disporlo
sul carrello. Fissare le viti (5) e serrare alla coppia Fig.35
prescrltta (ved. 5.5.4 CARATTERISTICHE E DATI
- rulli di appoggio).

2. Rimontare i ripari rulli disponendo i distanziali pre-


cedentemente asportati, ed abbassare la macchina.

3. Riassemblare la catenaria e ripristinare la corretta


tensione del cingolo (ved. 5.4.1 CATENARIA -
Riattacco).

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5 - 18 CINGOLATURA D180 LGP

Revisione
2
Asportare il rullo dalla macchina e procedere come di
seguito descritto.

1. Bloccare il rullo in morsa mediante l’attrezzo (A 1


fig. 36), togliere il tappo (1) e scaricare l’olio di
lubrificazione.
A
2. Sfilare la piastrina (2) di ritegno supporto rullo.

SM9389

Fig.36

3. Utilizzare l’estrattore a vite (B fig. 37) e sfilare i


supporti (3) dall’asse rullo. B

SM9390

Fig.37
Nel caso in cui questa operazione presenti difficoltà,
impiegare per l’estrazione dei supporti, la pressa por- A
B D
tatile (B fig. 38) corredata degli attrezzi illustrati. Sfila-
re le guarnizioni O-Ring sull’asse rullo. C

3 H
E
I F
L G
M

SM9391

Fig.38
4 Staccare le viti (1 fig. 43) di fissaggio scatole
portaboccole ed estrarre le scatole complete (2 fig.
39) agendo sull’estremità (1) dell’asse rullo utiliz-
1 2
zando un estrattore universale oppure una pressa
idraulica fissa. Mantenere accoppiate le
semiguarnizioni a tenuta frontale per evitare di scam-
biarle al rimontaggio.

5. In caso di sostituzione estrarre alla pressa le


boccole (1) dalle relative scatole (2) mediante un
punzone adeguato.

SM9392

Fig.39

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5 - 19

6. Montare le boccole nuove nelle relative scatole ope-


rando come segue:
- estrarre i grani (3 fig. 41) dalle scatole oppure in
caso di necessità segarli a filo scatola;
- piantare alla pressa le nuove boccole nelle scatole
orientandole in modo che, dopo il piantaggio, le
forature di lubrificazione (F) risultino coassiali con
uno scostamento massimo di 2.5 mm;

SM9393

Fig.40
- praticare due nuovi fori per grani (3), ed il più disco-
sto possibile dalle scanalature di lubrificazione.
Piantare i grani curando che non sporgano dal pia-
no delle boccole.

7. Inserire la guarnizione O-Ring (*) (1 fig. 40) sulla


scatola portaboccole (2). Piantare la prima scatola
alla pressa, impiegando le spine di guida (S fig. 42)
per facilitare l’allineamento dei fori delle viti di fis-
saggio scatole.

8. Montare l’asse rullo, piantare la seconda scatola SM9394


portaboccola completa ed assicurarsi che l’asse Fig.41
ruoti liberamente.
Inserire e serrare alla coppia prescritta le viti (1 fig.
43) (vedere 5.5.4 CARATTERISTICHE E DATI -Rulli
di appoggio).
Rimontare sull’asse rullo le guarnizioni O-Ring.

9. Controllare il gioco assiale dell’asse rullo utilizzan-


do un comparatore centesimale (A) come illustrato
in figura 43.
Verificare il valore rilevato con quello riportato ved.
5.5.4 CARATTERISTICHE E DATI - Rulli di appog-
gio.
SM9395
10.Rimontare le guarnizioni a tenuta frontale. Fig.42
SGRASSARE E RIPULIRE LE SEDI DELLE GUAR-
NIZIONI A TENUTA FRONTALE. ELIMINARE DAL-
LE SUPERFICI QUALSIASI TRACCIA DI POLVERE
O DI IMPRONTE E RICOPRIRLE SUCCESSIVAMEN-
TE CON UN SOTTILE STRATO D’OLIO, AVENDO
CURA Dl NON UNGERE LE ALTRE PARTI.

Calzare i supporti (3 fig. 37) sull’asse, spingendoli a


fondo per vincere la resistenza opposta dalle guarni-
zioni a tenuta frontale e ritenere il tutto inserendo nel-
la propria sede la piastrina di fissaggio (2 fig. 36).

SM9396
(*) E’ consigliabile sostituire sempre le guarnizioni
O-Ring. Fig.43

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5 - 20 CINGOLATURA D180 LGP

11.Controllare la tenuta delle guarnizioni a tenuta fron-


tale.
Collegare al foro filettato del tappo di lubrificazione
l’attrezzo (A fig. 44). Immettere aria compressa
all’interno del rullo alla pressione di 2 ÷ 3 bar. Se le
guarnizioni sono efficienti e correttamente instal-
late, non si devono riscontrare cadute di pressione
per 15 sec. circa.

12.Rifornire e riattaccare il rullo alla macchina A


(ved.Riattacco).
SM9397

Fig.44

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5 - 21

5.5 CARATTERISTICHE E DATI

5.5.1 RUOTE TENDlClNGOLO COPPIE DI SERRAGGIO

Tipo .......... a lubrificazione permanente, corredata di Viti autobloccanti fissaggio scatola porta boccole (C1)
guarnizioni metalliche a tenuta rotante (long-life) ............................................... M10x1,5 (6.5 daNm)

Spessore piastrine (S1) di registro giuoco fra piastre


di estremità e pattini guida ruota tendicingolo. 0.5 mm.

Spessore piastrine (S2) di registro giuoco fra pattini


supporto ruota tendicingolo e pattini carrello 0.5 mm.

Nota - Sgrassare e ripulire le sedi delle guarnizioni a


tenuta frontale. Eliminare dalle superfici qualsiasi trac-
cia di polvere o di impronte e ricoprirle successiva-
mente con un sottile strato d’olio, avendo cura di non
ungere le altre parti.

SM9398

Fig. 45 - Ruota tendicingolo

C1. Viti autobloccanti fissaggio scatole porta-boccoIe - C2. Viti fissaggio pattini guida - C3. Viti autobloccanti
fissaggio piastre d’estremità - C4. Vite bloccaggio asse ruota C5. Dadi fissaggio pattini per supporti ruota - G1 =
1 mm. Giuoco fra piastre d’estremità e pattini guida - G2 = 0.5 ÷ 1 mm. Giuoco fra pattini supporti e carrello S1.
Piastrine di registro giuoco (G1) S2. Piastrine di registro giuoco (G2) .1. Ruota tendicingolo -
2.Scatola portaboccola - 3. Asse ruota .4. Supporto ruota - 5. Guarnizione a tenuta frontale - 6. Boccole per asse
- 7. Tappo di lubrificazione - 8. Piastra d’estremità .9 e 10. Guarnizioni O-Ring - 11. Pattino guida - 12. Pattini per
supporti ruota.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5 - 22 CINGOLATURA D180 LGP

5.5.2 RUOTE MOTRICI

1
Tipo ...................................... con settori imbullonati
Numero dei denti corona dentata ........................ 27
Diametro primitivo ruota motrice ................. 878 mm
Larghezza del settore .......................... 87 ± 0,8 mm 2
Limite usura .................................... (ved. pag.5-30)

Coppie di serraggio
3
Dadi per viti fissaggio settori ruote motrici M22x1,5
(80 daNm)

SM9399
5.5.3 CATENARIE
Fig. 46 -Sezione ruota motrice
Tipo a maglie ........................ con perni di giunzione
Numero suole per cingolo 39 più n° 1 suola unione 1. Settore dentato; 2. Vite di fissaggio settore; 3. Moz-
Totale suole per cingolo ...................................... 40 zo
Numero semimaglie di giunzione per cingolo ........ 2

Larghezza delle suole:


- standard ................................................... 560 mm
- a richiesta ................................................ 600 mm
Coppie di serraggio

Nota - Prima del montaggio sgrassare le viti (C) e le Viti di fissaggio maglie di giunzione C (30 daNm)
sedi filettate sulle maglie di giunzione (1). più un ulteriore avvitamento di 1/2 giro.
Applicare LOCTITE 243 sulla filettatura delle viti e ser-
rare alla coppa indicata. Lubrificare con olio motore le Viti di fissaggio suole C1 (30 daNm) più un ulteriore
altre viti (C1) e serrare alla coppia indicata. avvitamento di 1/3 giro.

3 C 1 2 C1

SM9364

Fig. 11 - Maglie di giunzione

1. Semimaglia di giunzione (SPLIT); 2. Suola di unione; 3. Perno di incernieramento maglia; C. Viti di fissaggio
cerniere maglie di giunzione; C1. Viti di fissaggio suole e semimaglia

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5 - 23

5.5.4 RULLI DI APPOGGIO

Tipo ...........a lubrificazione permanente, corredati di Coppie di serraggio


guarnizioni metalliche a tenuta rotante (long-life).
Viti autobloccanti (C1) fissaggio scatole porta-boccole
Quantità rulli di appoggio per ogni cingolo: M10x1,25 .............................................. (7.8 daNm)
- a doppio bordo ................................................... 3
- a semplice bordo ............................................... 4 Viti fissaggio rulli al corpo carrello M16x1,5 .............
............................................................ (24.5 daNm)
Semplice bordo
- peso rullo completo ................................ Kg 51,25 Tappo di lubrificazione (6) 3/8" x 18 NPSF ...............
- diametro pista .......................................... 210 mm ....................................................... (13 ÷ 17 daNm)
- diametro guida esterna ............................. 246 mm
- quantità olio (SAE 30/40) ....................... Kg 0,360
Doppio bordo Nota - Prima del montaggio sgrassare e ripulire le
- peso rullo completo ................................ Kg 56,45 sedi delle guarnizioni a tenuta frontale. Eliminare dal-
- diametro pista .......................................... 210 mm le superfici qualsiasi traccia di polvere o di impronte e
- diametro guida esterna ............................. 246 mm ricoprirle successivamente con un sottile strato d'olio,
- quantità olio (SAE 30/40) ....................... Kg 0,360 avendo cura di non ungere le altre parti.

olio SAE 30
oppure 40

2 4 19 5 3

7
6

8
C1
1 SM9401

Fig. 47 - Rulli di appoggio

1. Corpo rullo a doppio bordo; 2. Corpo rullo a semplice bordo; 3. Scatola porta boccola; 4. Guarnizione a tenuta
frontale; 5. Boccola per asse; 6. Tappo di lubrificazione; 7. Asse di lubrificazione; 8. Supporto rullo; 9 e 10.
Guarnizioni O-ring; C1. Viti autobloccanti fissaggio scatola porta boccola

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5 - 24 CINGOLATURA D180 LGP

5.5.5 RULLI DI SOSTEGNO


Coppie di serraggio
Tipo ...........a lubrificazione permanente, corredati di
giunzioni metalliche a tenuta rotante (long-life).
Viti (C1) fissaggio coperchio rullo M10x1,25
............................................................. (4,5 daNm)
Quantità rulli per cingolo ....................................... 2
- peso rullo ............................................... Kg 32,57
Viti autobloccanti (C2) fissaggio anello spallamento
- diametro pista ....................................... 187,5 mm
M12x1,25 .......................................... (6,5 daNm) (*)
- diametro guida esterna ............................. 216 mm
- quantità olio (SAE 30/40) ....................... Kg 0,370
Tappo (C3) ................................................ 19 daNm
- diametro albero ......................................... 57 mm
- specifica mat. carcassa rullo sostegno secondo
(*) applicare LOCTITE n° 243
norma ................................................. PDQB 4000
- materiale carcassa .............................. 35 MB4 - 2

Nota - Prima del montaggio sgrassare e ripulire le


sedi delle guarnizioni a tenuta frontale. Eliminare dal-
le superfici qualsiasi traccia di polvere o di impronte e
ricoprirle successivamente con un sottile strato d'olio,
avendo cura di non ungere le altre parti.

7 C1 8 5 6 4 3 1 9 11 10 12 13

14
16

C3

2
SM9404

C2 Riempire con
olio SAE 30 oppure SAE 40

Fig. 48 - Rullo di sostegno

1. Rullo superiore nudo; 2. Albero; 3. Rondella reggispinta; 4. Vite fissaggio albero; 5. Coperchio; 6. Guarnizione
coperchio; 7.Vite fissaggio coperchio; 8. Rosetta piana; 9. Cuscinetto completo; 10. Anello di tenuta frizione;11.
Anello elastico; 12. Collare con spine; 13. Guarnizione albero; 14.Anello di arresto; 15. Tappo; 16. Guarnizione
tappo

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5 - 25

5.5.6 DISPOSITIVO TENDICINGOLO

Tipo ................................................ a molla singola.


Registrazione tensione cingoli ................... idraulica
Pressione di taratura della valvola di .......................
sovrappressione (Vs) ....................... 900 ÷ 950 (bar)
V1 ............................................................ 6.41 ÷ 6.86 daNm
V2 ............................................................ 6.86 ÷ 7.35 daNm
Spessore degli anelli (S1) di registro taratura valvola
................................................ 0.1 - 0.2 - 0.5 (mm)
SM9405
Caratteristiche della molla tendicingolo:

- Lunghezza molla libera ......................... 865 (mm) Fig. 50 - Valvola di sovrappressione VS


- Lunghezza molla precaricata L1 ..........................
(9080 daN) ................................................. 700 mm

SM9406

Fig. 51 - Valvola registrazione tensione cingolo


VR

2 5 3 4 1 6 7

Vs VR

70 22 9
L1 = 700

935.5
SM9407

Fig. 49 - Tendicingolo

1. Cilindro tendicingolo; 2. Guarnizione raschiafango; 3. Guarnizione cil. reg. idraulica; 4. Molla tendicingolo; 5.
Flangia cilindro tendicingolo; 6. Disco centrale posteriore; 7. Dado cilindro tendicatena; 8. Semianello; 9. Scodellino
Vs. Valvola di sovrappressione; VR.Valvola di registrazione tensione cingolo con ingrassatore.

Attrezzo montaggio/smontaggio molla tendicingolo 75301728.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5 - 26 CINGOLATURA D180 LGP

5.5.7 INCERNIERAMENTI TRAVERSA ANTERIORE

(*)
(*) 1 2

5 3

4
A A1

Incernieramento laterale

1
Incernieramento centrale

7
6

B1 B

SM9408

Fig. 52 - Incernieramenti traversa anteriore

1. Traversa anteriore
2. Snodo sferico
3. Anello elastico
4. Guarnizione
5. Perno incernieramento laterale
6. Boccola fenolica
7. Perno di incernieramento centrale

(*) Prima del montaggio della guarnizione (4) stendere un filo di LOCTITE 603 sulla sede.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5 - 27

INCERNIERAMENTI TRAVERSA ANTERIORE


Min. (mm) Max

A. Incernieramento laterale
- Diametro perno 59,920 ÷ 59,950
- Diametro interno snodo sferico 60,000 ÷ 60,300
- Gioco 0,050 ÷ 0,380

A1. Incernieramento laterale


- Diametro sede snodo 89,965 ÷ 90,000
- Diametro esterno snodo 89,960 ÷ 89,985
0,025 gioco ÷ 0,040 interf.

B. Incernieramento centrale
- Diametro perno 69,954 ÷ 70,000
- Diametro interno boccola fenolica (*) 70,259 ÷ 70,359
- Gioco 0,259 ÷ 0,405

B1. Incernieramento centrale


- Diametro sede boccola 85,000 ÷ 85,054
- Diametro esterno boccola fenolica (*) 85,224 ÷ 85,324
- Interferenza 0,170 ÷ 0,324

(*) Quota riferita alla boccola prima del piantaggio in sede.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5 - 28 CINGOLATURA D180 LGP

INCERNIERAMENTO PIVOT SHAFT

Min. (mm) Max

C. incernieramento PIVOT SHAFT


- Diametro albero 119,946 ÷ 120,000
- Diametro interno boccola felonica 120,460 ÷ 120,560
- Gioco 0,460 ÷ 0,614

C1. Incernieramento PIVOT SHAFT


- Diametro esterno boccola 135,310 ÷ 135,410
- Diametro sede boccola su carrello 135,000 ÷ 135,050
- Interferenza 0,260 ÷ 0,410

2 1

Fig. 53 - Incernieramenti Pivot-Shaft

1. Albero PIVOT-SHAFT
2. Boccola fenolica
3. Corpo carrello
4. O-ring

(*) Quota riferita alla boccola prima


del piantaggio in sede
3

4
C1

*
SM9409

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP CINGOLATURA 5 - 29

SUPPORTO INCERNIERAMENTO TRAVERSA

Min.(mm) Max

D. Supporto incernieramento traversa


- Diametro interno boccola 60,200 ÷ 60,270
- Diametro perno 59,920 ÷ 59,950
- Gioco 0,250 ÷ 0,350

D1. Supporto incernieramento traversa


- Diametro esterno boccola 71,970 ÷ 72,000
- Diametro interno supporto 71,895 ÷ 71,941
- Interferenza 0,029 ÷ 0,105

2
1

D1 D
3

SM9410

Fig. 54 - Supporto traversa

1. Boccola
2. Supporto traversa
3. Corpo carrello

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
5 - 30 CINGOLATURA D180 LGP

5.5.8 LIMITI DI USURA

Procedura di misurazione Dimensione nominale Limite di usura


mm mm (*)

Passo
4XP 812
4XP

Maglia
TRACK
(altezza) LINK 128 117
HEIGHT

Rullo di
appoggio 187,5 173,5
(diametro)
ROLER DIA.

Rullo di 210 190


sostegno
(diametro)
ROLER DIA.

S H O E S U R FA C E

Boccole 73 67
(diametro)
SHOE BUSCHING
D I S TA N C E

Ruota
tendicingolo 95 105
(distanza)

Ruota
tendicingolo 20 27,5
(distanza)
CENTER FLANGE HEIGHT

GROUSER HEIGHT
Suole
(altezza) 71,5 ± 1 ~ 20,5

Ruota
motrice 8
(bordo)

(*) Il limite di usura indicato corrisponde generalmente allo spessore dello strato indurito al 100% di usura.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
SEZIONE 6

IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA


INDICE

PARAGRAFO ARGOMENTO PAG.

6.1 DESCRIZIONE GENERALE ................................................................................... 2


6.1.1 - Funzionamento del circuito idraulico ................................................................... 2
6.1.2 - Schema impianto idraulico attrezzatura apripista ................................................ 4

6.2 PROVE ................................................................................................................. 6


6.2.1 - Impiego del flussometro ...................................................................................... 6
6.2.2 - Prova mandata nei singoli circuiti ........................................................................ 6

6.3 PROCEDURE DI RIPARAZIONE ............................................................................ 7


6.3.1 - Serbatoio olio idraulico (stacco/riattacco) ............................................................ 7
6.3.2 - Pompa idraulica attrezzatura (stacco) ................................................................. 9
6.3.3 - Distributore idraulico (stacco/smontaggio/revisione) ............................................ 10
6.3.4 - Montaggio lama .................................................................................................. 11

6.4 CARATTERISTICHE E DATI ................................................................................... 12


6.4.1 - Distributore idraulico ........................................................................................... 12
6.4.2 - Pompa idraulica alimentazione ........................................................................... 13
6.4.3 - Snodo cilindro sollevamento lama ....................................................................... 14
6.4.4 - Cilindro comando sollevamento lama .................................................................. 15
6.4.5 - Cilindro Tilt lama (versione bulldozer) .................................................................. 16
6.4.6 - Cilindro Tilt lama (versione Angledozer) ............................................................... 17
6.4.7 - Cilindro ripper ...................................................................................................... 18
6.4.8 - Bracci di spinta e puntoni lama ........................................................................... 19
6.4.9 - Arcone e puntoni ................................................................................................. 20
6.4.10 - Tiranteria ripper ................................................................................................... 21
D180 Power Steering
6-2 IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA D180 LGP

6.1 DESCRIZIONE GENERALE

6.1.1 FUNZIONAMENTO DEL CIRCUITO IDRAULICO


L’apripista D180 Power Steering può essere equipaggiato con Bulldozer oppure con Angledozer ad 1 cilindro
idraulico. Il D180LGP è disponibile solo nella versione Bulldozer, l’impianto idraulico nei due casi è simile.
Nella versione Angledozer esiste anche una configurazione con Tilt completamente meccanico in cui il relativo
cassetto sul distributore non viene utilizzato.
Il circuito idraulico attrezzatura è provvisto di una pompa di alimentazione (P) a pistoni a cilindrata variabile
montata sul convertitore di coppia e aspira l’olio dal serbatoio (S), attraverso il filtro metallico (Fa). Il circuito dello
sterzo e il circuito dell'attrezzo sono separati, ma hanno in comune la stessa pompa di alimentazione (a pistoni)
e lo stesso distributore di comando. I due circuiti utilizzano quindi lo stesso olio idraulico, ma lavorano a pressioni
differenti.
Le pressioni di esercizio dei singoli circuiti sono:
- il circuito attrezzatura 190 ± 5 bar
- il circuito di sterzo 350 ± 5 bar
La pompa alimenta il circuito dello sterzo attraverso una sezione del distributore dedicata allo sterzo.
Il manipolatore (Mr) di comando ripper può assumere tre posizioni corrispondenti a: sollevamento, neutro ed
abbassamento.
Il manipolatore (Ma) di comando lama può assumere quattro posizioni corrispondenti a: sollevamento, neutro,
abbassamento e flottante ed inoltre per il comando inclinazione lama (Tilt), a destra oppure a sinistra.
Due leve di sicurezza, poste alla destra e alla sinistra del posto guida bloccano (in posizione sollevata) elettrica-
mente con un sensore di prossimità l'alimentazione ai manipolatori di comando, impedendo un’accidentale movi-
mento del manipolatore, quando la macchina è ferma e la leva in posizione abbassata, abilita la macchina a tutte
le operazioni di lavoro.
L’accensione della spia (4) luminosa posta sul quadro strumenti (Monitor) in cabina avverte che la cartuccia del
filtro sul ritorno, (9) è intasata e deve quindi essere prontamente sostituita.
L’olio aspirato dalla pompa (P) alimenta il distributore (D), il blocco di alimentazione (Va), per arrivare ai manipo-
latori (Ma e Mr) tramite il blocco pilotaggio sterzo (Vp) che consentono il pilotaggio idraulico delle aste del
distributore (Pressione di alimentazione manipolatori 30 bar).
Lo spostamento di una qualsiasi asta distributrice avviene attraverso le valvole di non ritorno nel circuito di utilizza-
zione selezionato. La pressione che si stabilisce nel circuito di mandata è proporzionale allo sforzo richiesto e
viene limitato dalla valvola di sovrappressione (4) tarata a 190 bar. Sul distributore sono inoltre montate le seguenti
valvole.
Il circuito è dotato del sistema L.S. (Load Sensing). Un collegamento tra la pompa di alimentazione e il distribu-
tore di comando, consente al distributore di inviare un segnale alla pompa regolando la portata dell'olio secondo le
effettive necessità agli utilizzi, facendo variare la portata della pompa fino alla max portata al massimo regime
(248 l/min).
Il circuito inoltre regola la distribuzione della portata secondo la logica di priorità allo sterzo che prevale sul circuito
dell'attrezzo quando si richiede l'utilizzo di entrambi.

VALVOLE DI DISCESA RAPIDA

Le valvole di discesa rapida (V), schema impianto idraulico;inserite sui fondelli dei cilindri di sollevamento lama,
intervengono nella fase di abbassamento della lama per accelerarne il movimento.
Quando l’operatore spinge il manipolatore di comando lama in posizione abbassamento, l’olio in uscita dalla
camera inferiore del cilindro, per effetto del peso della lama e dell’olio in pressione in mandata alla camera
superiore dei cilindri, spinge la sfera la quale agisce sull’otturatore che spostandosi scopre la luce di mandata olio
dalla valvola alla camera superiore cilindro velocizzando quindi l’abbassamento della lama.
Quando l’operatore spinge la leva di comando lama in avanti leggermente, si verifica la condizione in cui la lama
scende per gravità anziché sotto la spinta dell’olio in pressione. La sfera è bloccata nella propria sede e l’olio non
può fluire da un’estremità all’altra del cilindro.
Le valvole di fine corsa sono sistemate negli stantuffi di comando lama. Esse sono costituite da passaggi cavi
all’interno dello stantuffo, nei quali sono sistemate le sedi ed un otturatore. L’otturatore chiude il passaggio quando
la pressione dell’olio lo blocca contro la relativa sede. Esso rimane chiuso finché lo stantuffo abbia terminato la
propria corsa. L’otturatore viene staccato dalla relativa sede dal contatto dell’asta otturatore contro l’estremità del
cilindro. L’olio fluisce da un’estremità all’altra del cilindro limitando il movimento dello stantuffo. Queste valvole
sono necessarie, data l’azione di Tilt della lama. È quindi possibile che lo stantuffo di un cilindro comando lama si
trovi a fondo corsa mentre l’altro stantuffo deve ancora compierne una parte.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA 6-3

TILT IDRAULICO DELLA LAMA

Il comando del Tilt si ottiene con uno spostamento laterale della leva. Lo spostamento della leva verso destra
determina l’inclinazione a destra della lama (rotazione oraria); analogamente lo spostamento della leva verso
sinistra effettua l’inclinazione della lama a sinistra (rotazione antioraria).
Il circuito di comando Tilt è munito di un riduttore di portata (7), che limita la mandata d’olio al cilindro per
facilitare il comando della lama. Quando la mandata della pompa è ridotta, l’olio agisce sollevando l’otturatore
della valvola.

POSIZIONI LEVA COMANDO LAMA

La leva comanda il sollevamento, l'abbassamento e


l'inclinazione della lama.
Per sollevare o abbassare la lama spostare la leva
rispettivamente indietro nella posizione D o in avanti
nella posizione H.
L'arresto della lama nella posizione desiderata, si
ottiene, in entrambi i casi, rilasciando la leva che ritorna
automaticamente in neutro N.
Per rendere la lama flottante, ossia gravante sul terreno
solo per effetto del proprio peso, spingere la leva a
fondo corsa, in avanti, nella posizione F, dove rimane
trattenuta da apposito arresto.
La condizione flottante cessa riportando la leva in
posizione di neutro N.
Spostando la leva a sinistra nella posizione A, oppure
a destra nella posizione B, si ha l'inclinazione tra-
sversale della lama (tilt). La leva va trattenuta finchè la SM9474

lama raggiunge l'inclinazione desiderata.


Targhetta posizioni leva comando lama

POSIZIONI LEVA COMANDO RIPPER (a richiesta)

- Con leva in avanti P = abbassamento ripper.


- Con leva indietro R = sollevamento ripper.
- Leva in N = neutro.

SM9475

Targhetta posizioni leva comando ripper

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
6-4 IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA D180 LGP

6.1.2 SCHEMA IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA APRIPISTA

P. Pompa di alimentazione a pistoni a cilindrata variabile (248 l/min a 2000 g/min)


D. Distributore di comando pilotato
S. Serbatoio olio idraulico
Va. Blocco di alimentazione manipolatori
Fa. Filtro aspirazione olio serbatoio
Fr. Filtro sul ritorno olio al serbatoio
Ls. Segnale Load-Sensing
V. Valvole di discesa rapida

Porte di collegamento

- Distributore - Cilindri Portata


A2. Abbassamento cilindro ripper Q = 165 l/min
B2. Sollevamento cilindro ripper Q = 170 l/min
A3. Abbassamento cilindro tilt Q = 70 l/min
B3. Sollevamento cilindro tilt Q = 70 l/min
A4. Abbassamento cilindri com. lama Q = 240 l/min
B4. Sollevamento cilindri com. lama Q = 180 l/min

- Manipolatore comando lama - Distributore (pilotaggio)


Abbassamento lama 1è a4
Flottante 5è x
Tilt lama 2è a3
Sollevamento lama 3è b4
Tilt lama 4è b3

- Manipolatore comando ripper - Distributore (pilotaggio)


Sollevamento 1 è b2
Abbassamento 2 è a2

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
SCHEMA IDRAULICO ATTREZZATURA
BLADE
RIPPER TILT
M
2 abb.
HYDRAULIC
MOTOR
T
Mr
A S B
P

1 soll.

Q=170L/min

Q=240L/min
Q=165L/min

Q=180L/min
Q=70L/min

Q=70L/min
4

Ma

2
D
P b1 B1 A1 b2 B2 A2 b3 B3 A3 b4 X1 B4 A4 Y1 K
5 float 230±5 230±5 230±5 230±5 230±5 230±5
1 abb.
T
8 7 6
25 bar TL Vp
19 T T

A P
3 2 5
3 soll. L
STEERING
10 1 (190/350)
± 5 bar
23 22 SECTION
X
20
A
C
5 bar 380 ± 10 bar
40 bar B 21
S P C B D

T
A
18 T a1 a2 a3 Mp a4 P MLS T

14 R
A

P
P
24 24 24 LS
TR PS PM
5 bar

P1

19
15 Va
16 C

35bar
17 A G X
M
45bar

P2 T PR 20÷21
LOAD
SENSING
VALVE "S"
bar 11
PRESS.
CUT-OFF 350 bar
"D"
12
9 2,20 bar
CONSTANT
POWER
"LR" 90KW
1950 RPM
13
ß 10 75

4
2,5 bar

28 ÷ 32 bar
STAND-BY
Vol. 110 litri PRESS

130 (Qmax=130 cc/rev;


0,2 bar CC/REV
Qmin=15 cc/rev)

F 250 µ
OLIO
HI-TECH 46
S P
S

Schema idraulico attrezzatura apripista SM1600

1. Cassetto comando lama, 2.Cassetto comando tilt, 3. Cassetto comando ripper, 4. Spia intasamento filtro olio idraulico, 5.Valvola limitatrice load sensing (190 ± 5 bar/350 ± 5 bar), 6. Valvole di sicurezza cassetto comando lama (230 ± 5 bar), 7.
Valvole di sicurezza cassetto comando tilt (230 ± 5 bar), 8. Valvole di sicurezza cassetto comando ripper (230 ± 5 bar), 9. Valvola by-pass,10.Valvola Unloading (30 bar, 10 lt/min.), 11.Valvola regolatrice segnale Load Sensing, 12. Valvola segnale Cut-
off, 13. Valvola costant power control, 14. Accumulatore 0,7 l, 15. Valvola riduttrice di portata, 16. Valvola max pressione blocco di alimentazione 45 bar, 17. Elettrovalvola blocco di alimentazione, 18. Valvola riduttrice, 19. Valvole elettroproporzionali,
20.Valvola decompressione linea LS (stabilizza il segnale LTS) (0,7 lt/min), 21. Valvola di sicurezza generale, 22. Valvola di potaggio, 23. Valvola selettrice, 24. Compensatori di pressione C. Scambiatore di calore, D. Distributore attrezzo/sterzo, M.
Motore idraulico sterzo (vedi SEZ.4 Sterzo), P. Pompa di alimentazione a pistoni a cilindrata variabile 90 kW/1950 rpm, Ma. Manipolatore comando lama, Mr. Manipolatore comando ripper, Va. Valvola di alimentazione manipolatori, Vp. Valvola di
pilotaggio sterzo.
D180 Power Steering
6-6 IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA D180 LGP

6.2 PROVE

6.2.1 IMPIEGO DEL FLUSSOMETRO SCHEDA PRESTAZIONI DI RIFERIMENTO

L’impiego del flussometro 75298406 faciliterà


GIRI MOTORE VALORI RICHIESTI
l’individuazione di inconvenienti nell’impianto idrauli-
co. Al fine di evitare possibili contropressioni, la tuba- Minimo a vuoto 830 ÷ 970 g/min
zione di ritorno dal flussometro deve avere un diame-
tro di poco superiore a quello della tubazione di arrivo. Massimo a vuoto 2080 ÷ 2220 g/min
La tubazione di ritorno è collegata al bocchettone di
riempimento del serbatoio: asportare la reticella ed Stallo trasmissione 1710 ÷ 1850 g/min
infilare il tubo nel serbatoio ad una profondità tale da
essere ben sommerso. Stallo attrezzo 2070 ÷ 2210 g/min
La tubazione collegata al serbatoio avrà tendenza a
Stallo totale 1640 ÷ 1840 g/min
“saltar fuori” durante le prove e deve quindi essere fis-
sata saldamente in posizione. Applicando la pressio-
ne mediante la valvola di carico dello strumento, tale
PRESSIONI VALORI RICHIESTI
tendenza potrà anche aumentare, ma nei limiti della
controllabilità. Prima di iniziare le prove, accertarsi che
Attrezzo (Max) 180 ÷ 200 Bar
tutti i tubi impiegati siano del tipo per alte pressioni in
grado di resistere ad un minimo di 210 bar. Pilotaggio dis. attrezzo
(Presa Pr) 28 ÷ 32 Bar

Pompa manip. in neutro


(Presa P2) 28 ÷ 32 Bar
6.2.2 PROVA MANDATA NEI SINGOLI
Pompa manip. in float 28 ÷ 32 Bar
CIRCUITI (Presa P2)

Otturare le tubazioni di mandata ai cilindri comando Sterzo 340 ÷ 360 Bar


lama e tilt, per poterle mettere sotto carico. Dato che
i cilindri sono muniti di valvole di fine corsa sugli stan- Comando freni 18 ÷ 22 Bar
tuffi, il carico voluto non si può ottenere azionando i
cilindri a fine corsa. Invece il circuito del ripper può Cambio 16,5 ÷ 17,5 Bar
essere provato agendo a fondo nei due sensi.

PERICOLO
Fluido sotto pressione – Portare sempre l’attrez-
zatura idraulica a terra. Fermare il motore, com-
piere alcuni movimenti a vuoto delle leve di co-
mando, quindi svitare e richiudere il tappo serba-
toio prima di staccare i raccordi dell’impianto.

ATTENZIONE
NON USARE LE MANI per individuare le perdite
di pressione. Le fughe di fluido sotto pressione
possono avere forza sufficiente a bucare la pelle.
Avviare il motore ed attendere che l’olio idraulico
raggiunga la temperatura di regime, quindi acce-
lerare il motore a regime massimo.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA 6-7

6.3 PROCEDURE DI RIPARAZIONE

6.3.1 SERBATOIO OLIO IDRAULICO


(Stacco/riattacco)
Senso di
Stacco marcia
Ruotare l’interruttore generale su “OFF” per disinserire
l’impianto elettrico e applicare il cartello “NON AV-
VIARE” “DO NOT OPERATE” sull' interruttore come ON
in figura.

OFF
ATTENZIONE

DO PER
O
Per ridurre al minimo il pericolo d’incendio o di

NO ATE
T
esplosione si raccomanda, prima di eseguire qual-
siasi saldatura sul serbatoio combustibile, di sca-
SM1601
ricare completamente il serbatoio, scollegare le
tubazioni e proteggere le loro estremità, e pulire
l’interno del serbatoio con il vapore. Devono es- Fig. 7. Interruttore generale imp. elettrico
sere asportate tutte le tracce di combustibile pri-
ma di iniziare la saldatura.
Inondare il serbatoio di anidride carbonica (CO2)
prima e durante la saldatura.
Durante la saldatura devono essere rimossi tappi
e coperchi e devono essere lasciate aperte tutte le
altre apertura per la ventilazione.
B
A
Quindi procedere come segue:
– sollevare la cabina;
– scaricare l’olio idraulico dal serbatoio mediante un
recipiente con capacità di almeno 130 litri svitando
l’apposito tappo (T) posto sotto il serbatoio sul lato
destro come indicato in figura.
N.B.: Svitando il tappo, dopo qualche giro av-
viene lo scarico della condensa presente nel
serbatoio. Svitando completamente il tappo T
avviene lo scarico completo dell'olio;
SM1602
– scollegare le tubazioni di aspirazione (1) e di ritorno
olio sul serbatoio;
Fig. 8. Serbatoio olio idraulico
– scollegare il connettore del segnalatore (5 fig. 9)
intasamento filtro ritorno olio.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
6-8 IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA D180 LGP

– togliere le 2 viti superiori (C) che fissano il serbatoio


olio al serbatoio combustibile; PERICOLO
– togliere le 3 viti inferiori (C1) che fissano il serbatoio
al telaio; Assicurarsi che i cavi siano ancorati e che il punto di
– asportare il serbatoio utilizzando il maniglione sal- ancoraggio sia sufficientemente robusto per soste-
dato sulla parte posteriore con un dispositivo ade- nere il carico previsto.
guato per il sollevamento. Tenere le persone presenti lontane dal punto di anco-
raggio, dai cavi o dalle catene.

C C2
2
4 3
Fr
T 1

3
6

C2
Fa
C1 SM1603

Fig. 9. Serbatoio olio idraulico e filtri.

1. Serbatoio olio idraulico; 2. Coperchio filtro sul ritorno; 3. Guarnizione o-ring; 4. Tappo introduzione olio; 5.
Sensore di intasamento filtro olio sul ritorno; 6. Flangia filtro di aspirazione; C. Vite fissaggio superiore serbatoio
(M14x2x45); C1. Viti fissaggio inferiore serbatoio (M14x2x45); C2. Viti fissaggio coperchi; Fa. Filtro in aspirazio-
ne; Fr. Filtro sul ritorno; T. Tappo di sfiato
FILTRI

La depurazione dell’olio dell’impianto idraulico attrez- 500 ore di lavoro, per evitare che l’olio con il filtro inta-
zo è assicurata da due filtri separati, a portata totale, sato non verrebbe più filtrato.
posti all’interno del serbatoio olio idraulico e precisa-
mente: PERICOLO
– un filtro (Fa, fig. 9), posto sull’aspirazione della pom-
Non usare mai benzina, solventi od altri fluidi in-
pa con elemento filtrante metallico;
fiammabili per la pulizia dei particolari. Usare sol-
– un filtro (Fr), posto sul ritorno della pompa, provvisto
venti commerciali omologati non infiammabile e
di elemento filtrante in carta, dotato di valvola di by-
pass per l’esclusione del filtro in caso di intasamen- atossici.
to. Un trasmettitore (5) segnala l'intasamento del
filtro mediante una spia sul cruscotto. Riattacco filtri e serbatoio
I filtri sono entrambi accessibili asportando i rispettivi Il riattacco dei filtri e del serbatoio olio idraulico si ef-
coperchi, svitando le viti (C2) di ritegno. fettua in senso inverso allo stacco.
Il filtro (Fa) si pulisce con un solvente adatto ad ogni Nota: Per il riempimento dell'olio nel serbatoio
sostituzione dell'olio idraulico (ogni 2000 ore) e và è necessario asportare il tappo T di sfiato, per
sostituito solo se necessario. consentire lo sfiato dell'aria intrappolata all'in-
Il filtro (Fr) sul ritorno va sostituito periodicamente ogni terno.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA 6-9

6.3.2 Pompa idraulica attrezzatura


ATTENZIONE
Stacco Evitare di attorcigliare catene o funi metalliche.
Indossare sempre guanti antinfortunistici per ma-
Operare come di seguito descritto: neggiare cavi o catene.
- Scaricare l’olio dal serbatoio attrezzatura (S) come
descritto al punto 6.4.1 Assicurarsi che i cavi siano ancorati e che il punto
- avviare il motore e farlo girare per qualche secondo, di ancoraggio sia sufficientemente robusto per so-
al fine di svuotare il tubo (1) di aspirazione pompa stenere il carico previsto.
(P); Tenere le persone presenti lontane dal punto di
- ribaltare la cabina/posto guida; ancoraggio, dai cavi o dalle catene.
- staccare la tubazione di aspirazione (1) dalla pom-
pa P svitando le viti C1 di ritegno.
- Staccare le tubazioni (2) svitando le viti C2 sulle
semiflange (5).
- Staccare le tubazioni (6-7) di drenaggio dal lato pom-
pa

Solo dopo aver staccato tutte le tubazioni procedere


allo stacco della pompa dal convertitore.
Sostenere opportunamente la pompa mediante funi e
svitare le viti (8) di ritegno pompa. Quindi asportare la 5
pompa dal coperchio convertitore di coppia (3).

4
7
5
C2
2

P 8 C1

SM1604

Fig. 10. Pompa idraulica attrezzatura e tubazioni

P. Pompa idraulica attrezzatura; S. Serbatoio; 1. Tubazione di aspirazione dal serbatoio; 2. Tubazione di mandata
al distributore; 3. Coperchio convertitore; 4. Distributore; 5. Semiflange; 6. Tubazione di drenaggio; 7. Tubazione
di segnale LS; 8. Viti ritegno pompa - C1. Vite TE M12 x 1,75 x 60; - C2. Vite M14x45

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
6 - 10 IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA D180 LGP

6.3.3 DISTRIBUTORE IDRAULICO


(stacco/smontaggio/revisione)

Il distributore è sistemato sotto la cabina, e per stac-


carlo dalla macchina, è necessario ribaltare la cabina
come descritto sul MANUALE DI USO E MANUTEN-
ZIONE della macchina..

Stacco distributore

ATTENZIONE
Fluido sotto pressione. Portare sempre l’attrezza-
tura idraulica a terra. Fermare il motore, compie-
re alcuni movimenti a vuoto delle leve di coman-
do quindi svitare e richiudere il tappo del serbato-
io impianto idraulico per scaricare la pressione
residua, prima di staccare le connessioni dell’im-
pianto idraulico.

Contrassegnare e staccare tutte le tubazioni idrauli-


che, togliere le tre viti (C1) che fissano il distributore al
relativo supporto sulla macchina, imbragare opportu-
namente con una fune il distributore e mediante
paranco sollevarlo e asportarlo.

Smontaggio e revisione

Scaricare completamente l’olio residuo dal distributo-


re, e sistemarlo su un banco di lavoro e procedere allo
smontaggio completo.
Svitare le viti di ritegno distributore e procedere allo
smontaggio dei singoli cassetti.

C1
SM1605

Fig. 14. Distributore idraulico

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA 6 - 11

6.3.4 Montaggio lama

A. Incernieramento anteriore bracci di spinta G. Incernieramento posteriore bracci di spinta


B. e C. Incernieramento tiranti diagonali G1 = 67 ÷ 82 da Nm
D. Incernieramento steli cilindri comando lama H. Incernieramento anteriore cilindro tilt oppure tiran-
E. Incernieramenti leveraggi centrali lama te laterale
F. Incernieramento posteriore cilindro tilt oppure ti- L. Dadi fissaggio taglienti lama (49 ÷ 53 da Nm).
rante laterale
C

D
E
L

G1 A
F B

SM1606
G

Fig. 16

PREPARAZIONE

Prima di rimontare qualche componente della lama, Applicare i tiranti diagonali alla lama. Montare i perni,
eliminare tutti i rivestimenti protettivi, vernice o sca- le leve e le piastrine di bloccaggio.
glie dalle superfici di montaggio e di accoppiamento. Far avanzare la macchina tra i bracci di spinta, alli-
Togliere tutti i tappi dai fori di attacco e ripassare i neando i bracci stessi con i perni sferici.
singoli fori con un maschio. Togliere i coperchi del perno ed ingrassare il giunto
sferico. Applicare gli spessori ed il coperchio, quindi
lubrificare le viti prima di avvitarle.
ATTACCO Montare i perni e le piastrine di bloccaggio dei cilin-
dri di sollevamento lama.
Applicare uno snodo (G) ad ogni carrello cingolo, Applicare i tubi flessibili e gli eventuali ripari del cilin-
stringendo le relative viti di fissaggio. dro di tilt.
Pulire accuratamente la sfera dei perni e le sedi sfe- Ingrassare accuratamente tutte le tiranterie.
riche sui bracci di spinta ed i coperchi dei perni.
Spalmare abbondamente di grasso i perni sferici e le
sedi sferiche dello snodo.
Posizionare la lama e bloccarla in modo sicuro.
Posizionare i singoli bracci di spinta sulla lama ed
applicare i perni inferiori.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
6 - 12 IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA D180 LGP

6.4 CARATTERISTICHE E DATI

6.4.1 Distributore idraulico


Distributore unico a 4 aste distributrici marca Rexroth
Max pressione d’esercizio 190/350 bar
Temp. olio da -20° a 80 °C
Olio idraulico consigliato HI-TECH 46 (ISO VG46)

Alimentazione porte
SPOOL
A1 - B1 Porte alimentazione A1 B1

motore idraulico STEERING


A2 - B2 Porte di alimentazione 2 2

A3 - B3
A4 - B4
} cilindri
a = Abbassamento
b = Sollevamento
8
A2

A3
B2

B3
8
RIPPER

TILT
7 A4 B1
7
X1
BLADE
Pilotaggi dei cassetti 6 MP 6
MSL
a1 - b1 = Sterzo Y1 LS

}
a2 - b2 = 5
a3 - b3 = a= pil. abbassamento
LS
a4 - b4 = b= pil. sollevamento

SPOOL

b1 a1 STEERING

b2 a2 RIPPER

b3 a3 TILT

b4
M
a4 BLADE
Valvole di sicurezza comando T T
motore idraulico sterzo taratura
380±5 bar

P T
SM1607

Fig. 17. Distributore idraulico e collegamenti (Rif. D schema impianto idraulico)

2. Valvola di sicurezza comando motore idraulico sterzo taratura 380 ± 5 bar


5. Valvola di sicurezza principale circuito attrezzatura (taratura 190 bar) e circuito sterzo (350 ± 5 bar)
6. Valvole di sicurezza cassetto ripper (taratura 230 ± 5 bar)
7. Valvole di sicurezza cassetto tilt (230 bar)
8. Valvole di sicurezza cassetto lama (taratura 230 ± bar)
T. Al serbatoio olio idraulico
P. Dalla pompa di alimentazione

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA 6 - 13

6.4.2 POMPA IDRAULICA ALIMENTAZIONE

M H rotazione sinistrorsa

S A

SM1608

R
Fig. 18. Pompa idraulica
S. - Aspirazione dal serbatoio
M. - Attacco per presa di pressione
X. - Al distributore
A. - Alimentazione distributore
- Al blocco di alimentazione

Alimentazione distributore
Al blocco
di pilotaggio
M A G X

20÷21
LOAD
SENSING
VALVE "S"
bar
11
PRESS.
CUT-OFF 350 bar
"D"
CONSTANT
12
POWER
"LR" 90KW
1950 RPM
13
28÷32 bar
STAND-BY
PRESS

TORQUE 130 Qmax Qmin


CC/REV

CONVERTER
P
S

Schema idraulico
SM1609

Marca ................................................................................................................................................ REXROTH


Tipo pistoni a cilindrata variabile .............................................................................................................. A11V0
Portata nominale totale a 2000 giri/min ............................................................................................ 280 litri/min

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
6 - 14 IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA D180 LGP

6.4.3 Snodo cilindro sollevamento lama

E B
D
A C

F SM9455

Fig. 19. Sezione snodo cilindro lama

A. Ø sede boccola interna snodo .................................................................................. 84,875÷84,929 mm


Ø esterno boccola interna ........................................................................................ 84,965÷85,000 mm
Interferenza di montaggio ........................................................................................ 0,036÷0,125 mm

B. Ø sede boccola esterna snodo ................................................................................ 144,837÷144,900 mm


Ø esterno boccola esterna ....................................................................................... 145,07÷45,100 mm
Interferenza di montaggio ........................................................................................ 0,170÷0,263 mm

C. Ø interno boccola interna ........................................................................................ 76,200÷76,270 mm


Ø esterno perno in corrispondenza boccola interna ................................................ 75,970÷76,000 mm
Gioco ....................................................................................................................... 0,200÷0,300 mm

D. Ø interno boccola esterna ........................................................................................ 130,300÷130,350 mm


Ø esterno perno in corrispondenza boccola esterna ............................................... 129,960÷130,000 mm
Gioco ....................................................................................................................... 0,300÷0,390 mm

E. Ø interno boccola perno cilindro (in sede) ............................................................... 50,050÷50,112 mm


Ø esterno perno di snodo cilindro ............................................................................ 49,975÷50,000 mm
Gioco ....................................................................................................................... 0,050÷0,137 mm

F. Coppia serraggio viti fissaggio piastra snodo ........................................................... 18 daNm

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA 6 - 15

6.4.4 Cilindro comando sollevamento lama

C
6 4 13 15
C2 18
16

A B

1 2 3 8 C3 14
17
C1 - 5
10 7

18
12
11
SM9456

1. Canna cilindro
Fig. 20. Sezione cilindro lama
2. Stantuffo
3. Serie guarnizioni stantuffo
A. Diametro nominale stelo .................................... 60 mm
4. Serie guarnizioni stelo
B. Diametro nominale stantuffo .............................. 95 mm
5. Fondello anteriore
C. Corsa stelo cilindro ........................................ 1250 mm
6. Stelo completo
C1. Coppia di serraggio fondello anteriore .. (114÷126 daNm)
C2. Coppia di serraggio dado fissaggio 7. Cuscinetto stelo
stantuffo ............................................... (93÷103 daNm) 8. Rosetta arresto valvole F.C.
C3. Coppia di serraggio grano .................... (3,4÷3,8 daNm) 9. Dado fissaggio stantuffo
10. Anello elastico
11. Tappo
12. Guarnizione O-ring 2.62 x 17.12
13. Guarnizione O-ring 3.53 x 94.84
14. Grano
15. Guarnizione O-ring 5 x 85
16. Ingrassatore TS M10 x 1
17. Piastrina
18. Valvola di deflusso (discesa rapida)

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
6 - 16 IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA D180 LGP

6.4.5 Cilindro tilt lama (Versione bulldozer)

3 C1-11 4 6 9-10 8 1 2 5-7 13 12-C2 14-15-C3

A
B
C

SM9457

1. Canna completa
Fig. 21. Sezione cilindro tilt lama
2. Stelo completo
3. Flangia snodo sferico
A. Diametro stelo cilindro ....................................... 70 mm
4. Fondello anteriore
B. Diametro nominale stantuffo ............................ 140 mm
C. Corsa stelo cilindro .......................................... 126 mm 5. O-ring
C1. Coppia di serraggio viti fissaggio fondello .... 13,6 daNm 6. Serie compl. guarniz.
C2. Coppia di serraggio stantuffo ........................ 250 daNm 7. Anello di ritegno
C3. Coppia di serraggio grano (14) ..................... 5,7 daNm 8. Anello guida
9. O-Ring
10. Anello di ritegno
11. Vite TCE M12 x 1,75 x 45
12. Stantuffo
13. Guarnizione
14. Grano
15. Sfera di acciaio

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA 6 - 17

6.4.6 Cilindro tilt lama (Versione Angledozer)

C1 11-C2 4 6 9-10 8 2 1 12-C3 7 5-3-C4

A B

SM9458

Fig. 22. Sezione cilindro tilt lama 1. Canna completa


2. Stelo completo
A. Diametro nominale stelo cilindro ........................ 70 mm 3. Sfera di acciaio
B. Diametro nominale stantuffo ............................ 110 mm 4. Fondello anteriore
C. Corsa stelo cilindro .......................................... 124 mm 5. Vite
C1. Coppia di serraggio ...................................... 210 daNm 6. Serie compl. guarniz.
C2. Coppia di serraggio vite fondello ....................... 8 daNm 7. Guarnizione
C3. Coppia di serraggio stantuffo M45x2 ........... 210 daNm
8. Anello guida
C4. Coppia di serraggio vite arresto
9. O-Ring
stantuffo M8x1,25 ........................................ 1,6 daNm
10. Anello di ritegno
11. Vite TCE M10 x 40
12. Stantuffo

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
6 - 18 IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA D180 LGP

6.4.7 Cilindro ripper

A B

1 2 3 4 5-C1 6 7 8 9 10 11-C2 12-C3

D1 C
D

SM9459
Fig. 23. Sezione cilindro ripper

A. Diametro nominale stelo ............................................................................................... 56 mm

B. Diametro nominale stantuffo ......................................................................................... 100 mm

C. Corsa stelo cilindro ...................................................................................................... 480 mm

D 1. Ø esterno boccola stelo ............................................................................................... 78.070÷78,100 mm


Ø sede boccola ........................................................................................................... 78,000÷78,046 mm
Interferenza di montaggio ............................................................................................ 0,034÷0,100 mm

D. Ø interno boccola stelo ................................................................................................ 63,195÷63,265 mm


Ø esterno perno ........................................................................................................... 62,954÷63,000 mm
Gioco ........................................................................................................................... 0,195÷0,311 mm

1. Stelo completo
C1. Coppia di serraggio fondello ............... 133 ÷ 147 daNm
2. Serie guarnizioni
C2. Coppia di serraggio dado stelo ........... 110 ÷ 121 daNm
3. Piastrina
C3. Coppia di serraggio grano ................... 3,4 ÷ 3,8 daNm
4. O-Ring
5. Fondello anteriore
6. Anello antiestrusione
7. O-Ring
8. Canna completa
9. Stantuffo
10. Serie guarnizioni
11. Dado
12. Grano

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA 6 - 19

6.4.8 Bracci di spinta e puntoni lama

G1 A
C B
D

G SM1606

Fig. 24. Incernieramenti attrezzo buldozer

A. Ø esterno perno snodo anteriore braccio di spinta ..................................................... 59,954÷60,000 mm


Ø interno snodo sferico ............................................................................................. 60,190÷60,264 mm
Gioco ........................................................................................................................ 0,190÷0,310 mm

B. Ø esterno perno post. puntone e cilindro di tilt .......................................................... 69,954÷70,000 mm


Ø interno boccola perno ........................................................................................... 70,210÷70,280 mm
Gioco ........................................................................................................................ 0,210÷0,326 mm

C. Ø sede boccola su puntone e cilindro di tilt ............................................................... 81,875÷81,929 mm


Ø esterno boccola .................................................................................................... 81,965÷82,000 mm
Interferenza di montaggio ......................................................................................... 0,036÷0,125 mm

D. Ø esterno perno princ. puntone diagonale e lama ..................................................... 59,954÷60,000 mm


Ø interno boccole ..................................................................................................... 60,200÷60,270 mm
Gioco ........................................................................................................................ 0,200÷0,316 mm

E. Ø interno perno princ. puntone diagonale e lama ..................................................... 71,911÷71,957 mm


Ø esterno boccole .................................................................................................... 71,970÷72,000 mm
Interferenza di montaggio ......................................................................................... 0,013÷0,089 mm

F. Ø esterno perno anteriore puntone diagonale ........................................................... 59,954÷60,000 mm


Ø interno snodo sferico ............................................................................................ 60,190÷60,264 mm
Gioco ........................................................................................................................ 0,190÷0,310 mm

G. Ø esterno perno di snodo braccio di spinta .............................................................. 119,780÷120,000 mm


Ø interno boccola perno post. braccio di spinta (in sede) ......................................... 120,180÷120,400 mm
Gioco ........................................................................................................................ 0,180÷0,620 mm

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
6 - 20 IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA D180 LGP

6.4.9 Arcone e puntoni

A C-D-E-F G H
SM9460
Fig. 25. Incernieramenti attrezzo angledozer

A. Ø esterno perno snodo arcone ................................................................................. 119,780÷120,000 mm


Ø interno boccola perno posteriore arcone (in sede) ................................................. 120,180÷120,400 mm
Gioco ....................................................................................................................... 0,180÷0,620 mm

B. Ø interno sede perno lama ...................................................................................... 50,130÷50,290 mm


Ø esterno perno ....................................................................................................... 49,840÷50,000 mm
Gioco ....................................................................................................................... 0,130÷0,450 mm

C. Ø sede piccola nella flangia per perno puntone ....................................................... 60,300÷60,490 mm


Ø esterno perno ....................................................................................................... 59,810÷60,000 mm
Gioco ....................................................................................................................... 0,300÷0,680 mm

D. Ø sede piccola nella flangia per perno puntone ....................................................... 68,300÷68,490 mm


Ø esterno perno ....................................................................................................... 67,810÷68,000 mm
Gioco ....................................................................................................................... 0.300÷0,680 mm

E. Ø esterno perno sferico ........................................................................................... 89,780÷90,000 mm


Ø interno sede perno puntone ................................................................................. 90,220÷90,440 mm
Gioco ....................................................................................................................... 0,220÷0,660 mm

F. Ø esterno flangia sede perno ................................................................................... 101,946÷102,000 mm


Ø interno sede perno puntone ................................................................................. 102,000÷102,140 mm
Gioco ....................................................................................................................... 0,000÷0,194 mm

G. Ø sede perno puntone superiore nel puntone inferiore ............................................ 40,120÷40,280 mm


Ø esterno perno puntone superiore ......................................................................... 39,840÷40,000 mm
Gioco ....................................................................................................................... 0,120÷0,440 mm

H. Ø interno sede sferica per perno ............................................................................. 40,120÷40,280 mm


Ø esterno perno ....................................................................................................... 39,840÷40,000 mm
Gioco ....................................................................................................................... 0,120÷0,440 mm

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA 6 - 21

6.4.10 Tiranteria ripper

Modello ........................................................................................................... PD 180


Tipo ............................................................................................................................. A parallelogramma,
azionato da due cilin-
dri a doppio effetto,
munito di denti semi-
curvi a punte inter-
cambiabili.

A. Profondità massima di lavoro ....................................................................................... 540 mm

B. Larghezza massima di lavoro ....................................................................................... 1900 mm

C. Altezza max sollevamento denti .................................................................................... 455 mm

D. Diametro nominale stantuffo cilindro ............................................................................ 100 mm

E. Corsa massima stelo cilindro ....................................................................................... 480 mm

F. Ø sede boccola nello stelo cilindro ............................................................................... 78,000÷78,046 mm


Ø esterno boccola ....................................................................................................... 78,070÷78,100 mm
Interferenza di montaggio ............................................................................................ 0,034÷0,100 mm
Ø interno boccola ........................................................................................................ 63,195÷63,265 mm
Ø esterno perno ........................................................................................................... 62,954÷63,000 mm
Gioco ........................................................................................................................... 0,195÷0,311 mm

G. Ø sede boccola nel telaio ............................................................................................. 78,000÷78,046 mm


Ø esterno boccola ....................................................................................................... 78,070÷78,100 mm
Interferenza di montaggio ............................................................................................ 0,034÷0,100 mm
Ø interno boccola ........................................................................................................ 63,195÷63,265 mm
Ø esterno perno ........................................................................................................... 62,954÷63,000 mm
Gioco ........................................................................................................................... 0,195÷0,311 mm

H. Ø sede boccola nella biella .......................................................................................... 95,000÷95,054 mm


Ø esterno boccola ....................................................................................................... 95,090÷95,125 mm
Interferenza di montaggio ............................................................................................ 0,036÷0,125 mm
Ø interno boccola ........................................................................................................ 80,210÷80,280 mm
Ø esterno perno ........................................................................................................... 79,954÷80,000 mm
Gioco ........................................................................................................................... 0,210÷0,326 mm

I. Ø sede boccola nel telaio ............................................................................................. 95,000÷95,054 mm


Ø esterno boccola ....................................................................................................... 95,090÷95,125 mm
Interferenza di montaggio ............................................................................................ 0,036÷0,125 mm
Ø interno boccola ........................................................................................................ 80,210÷80,280 mm
Ø esterno perno ........................................................................................................... 79,954÷80,000 mm
Gioco ........................................................................................................................... 0,210÷0,326 mm

J. Coppia serraggio viti d’attacco sopporto ...................................................................... 96÷106 Nm

K. Coppia serraggio viti piastrina di bloccaggio perno ...................................................... 7,1 daNm

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
6 - 22 IMPIANTO IDRAULICO ATTREZZATURA D180 LGP

C E

Fig. 26. Ripper

I G

SM9462

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
SEZIONE 7

IMPIANTO ELETTRICO
INDICE

ARGOMENTO PAGINA

Norme di sicurezza .................................................................................................................................... 2


Schema generale delle protezioni ............................................................................................................... 3
Fusibili ....................................................................................................................................................... 5
Fusibili Link e fusibile avv. a freddo ............................................................................................................. 6
Interruttore generale ................................................................................................................................... 7
Commutatore avviamento motore ................................................................................................................ 7
Avvisatore acustico di retromarcia/Back-up alarm ....................................................................................... 8
Motore di avviamento .................................................................................................................................. 8
Quadro strumenti/monitor - funzionamento ................................................................................................. 9
Trasmettitori del monitor ........................................................................................................................... 12
Display, diagnosi sul display .................................................................................................................... 16
Cicalino/Buzzer ........................................................................................................................................ 18
Gruppo relay - scatole diodi - scatola di derivazione, relay di potenza ...................................................... 19
Connettori principali 19 - 21 - 23 vie .......................................................................................................... 22
Schema impianto elettrico
D180 Power Steering
7-2 IMPIANTO ELETTRICO D180 LGP

NORME DI SICUREZZA
ATTENZIONE: Quando si lavora sull’impianto
elettrico portare sempre occhiali protettivi e to-
gliere anelli, orologi da polso ed ogni altro gio-
iello metallico

SCOLLEGARE
ATTENZIONE: Prima di procedere ad inter-
venti di controllo o di riparazione di componenti
elettrici STACCARE IL CAVO MASSA “A” dal
A C
morsetto negativo “B” sulla batteria. STACCA-
B
RE IL CAVO “C” DAL POLO POSITIVO “D”.
D

BATTERIA 12V x 2

MASSA

ATTENZIONE: NON APPOGGIARE MAI OG-


GETTI METALLICI sulla batteria per evitare il
pericolo di cortocircuiti.

SM9500

ATTENZIONE: IL GAS DELL’ELETTROLITO DELLE BATTERIE È INFIAMMABILE.


Non avvicinare mai scintille o fiamme alla batteria. Durante la ricarica l’emissione di gas è più intensa.
ATTENZIONE: IL GAS DELLE BATTERIE È PERICOLOSO se viene a contatto della pelle o di
materiali.
ATTENZIONE: Fare attenzione quando eseguite la manutenzione della batteria.

SM9538

CORRETTO
Adoperare una torcia elettrica per controllare il livello
dell’elettrolito della batteria. Eseguire sempre il controllo con
il motore fermo.
SM9539 Non caricare la batteria o avviare il motore con cavi ponte
se la batteria è congelata. Riscaldare a 15°C o la batteria
SBAGLIATO potrebbe esplodere.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
SCHEMA ELETTRICO ALBERO PROTEZIONI

D180 LGP
D180 Power Steering
Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina

FUSIBILE MOTORINO AVVIAMENTO


LINK FUSIBILE 150A
MEGA
GRIGLIA AVVIAMENTO A FREDDO
FUSIBILE 80A
LINK ALTERNATORE

COMMUTATORE START
F7A - 7.5A
AVVIAMENTO
ON MICROCONTROLLER (PIN 1,2,33,46)
ACC
OFF ALIMENTAZIONE SERVIZI MACCHINA F8A - 5A MICROCONTROLLER
H (PIN 12,13,14,24,39,40,41,43,52)
ST M ACC G2 G1 B F10A - 7.5A
FARI LAVORO ANTERIORI
F3A - 5A
BOBINA RELE' AVVIAMENTO F11A - 7.5A
FARI LAVORO POSTERIORI
SOLENOIDE RELE' ELETTROSTOP F1B - 7.5A
FARI ANTERIORI
F2A - 5A PROXIMITY, SICUREZZA
OPERATORE ILLUMINAZIONE SIMBOLI

IMPIANTO ELETTRICO
BOBINA DI TENUTA ELETTROSTOP F2B - 20A
ELETTROVENTOLA RISCALDATORE
F5A - 5A ELETTROV. SICUREZZA STERZO ALIMENTAZIONE SERVIZI CABINA
SOLENOIDE RELE' CONDIZIONAMENTO
F3B - 7.5A
ELETTROV. BLOCCO TERGI PORTA DESTRO
ALIMENTAZIONE MANIPOLAT. F4B - 7.5A
TERGI PORTA SINISTRO
F11B - 5A BOBINA DI STRAPPO
RELE' ESCLUSIONE ELETTROV. ELETTROSTOP POMPA LAVAVETRI PORTE
DI STERZO vers. Power Steering
F4A - 5A COMANDO MOTORINO F5B - 7.5A
TERGI POSTERIORI
CICALINO AVVIAMENTO
F6B - 7.5A POMPA LAVAVETRI ANTERIORE E
MONITOR-STRUMENTO MULTIPLO
POSTERIORE
ELETTR. LAMA A 6 VIE vers. PS
TERGI ANTERIORI
RESISTENZA
F6A - 7.5A
AVVISATORE ACUSTICO
ELETTROV. SU MANIPOLATORE
COMANDO ATTREZZO
F10B - 7.5A F9A - 7.5A
OPTIONAL PLAFONIERE CABINA

F1A - 5A
ACCENDISIGARI
BOBINA RELE' SERVIZI
RIDUTTORE DI TENSIONE
BOBINA RELE' CABINA
RADIO - OPTIONAL
F7B - 20A
F8B - 5A VENTOLA CONDENSATORE
BOBINA RELE' PRERISCALDO

7-3
SOLENOIDE COMPRESSORE
SPIA PRERISCALDO
D180 Power Steering
7-4 IMPIANTO ELETTRICO D180 LGP

FUSIBILI
Proteggono il sistema elettrico dai danni provocati
dai circuiti sovraccaricati.Sostituire i fusibili se l’ele-
mento si interrompe. Se il fusibile di un determina-
to circuito elettrico si interrompe con frequenza, con- A
trollare il circuito e ripararlo, se necessario.
Togliere i coperchi fissati a pressione sui portafusibili
A e B in cabina.
AVVERTENZA
Sostituire sempre i fusibili con altri dello stes- B
so tipo e capacità. Altrimenti si può danneggia-
re l’impianto elettrico.

AVVERTENZA su CABINA su ROPS SM9501

Se è necessario sostituire i fusibili frequente-


mente, può esistere un problema elettrico.
Rivolgersi al concessionario Fiat-Hitachi.

Scatola A
I fusibili proteggono:
SCATOLA PORTAFUSIBILI A
(montata superiormente)
1 =
Bobina servizi macchina/servizi cabina - 5A
2 =
Elettrostop (hold) - Leve sicur. operatore - 5A
3 =
Start safety - 5A
4 =
Buzzer-Monitor - Optional - 5A
5 =
Operator safety relay - 5A
6 =
Avvisatore acustico - 5A Scatola B
7 =
Centralina elettronica - Micro Controller - 7,5
8 =
Pulsanti comando trasmissione - 5A
9 =
Plafoniere cabina-Accendisigari
Riduttore tensione - 7,5 A
10 = Fari lavoro anteriore - 5A
11 = Fari lavoro posteriori - 5A

SCATOLA PORTAFUSIBILI B
1 = Fari anteriori - Illuminazione simboli - 7,5A
SM9502
2 = Elettroventola riscaldamento - 20A
3 = Tergi porta DX
4 = Tergi porta SX-Pompa lavavetri porta - 7,5A
5 = Tergi posteriori - 7,5A
6 = Tergi anteriori-Pompa lavavetri ant. e
post. - 7,5A
7 = Ventola condensatore - 20A
8 = Relè preriscaldo-Spia preriscaldo - 5A
9 = Presa e eprom - 5A
10 = Optional
11 = Non utilizzato

ATTENZIONE
Staccare sempre il cavo di massa della batteria
prima di pulire, riparare, collegare o scollegare
qualsiasi cavo dell'impianto elettrico in modo da
prevenire le possibilità di danni personali.
Mantenere sempre in efficienza tutta la fanaleria di
è dotata la macchina. Sostituire ogni lampada bru-
ciata appena possibile.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO ELETTRICO 7-5

FUSIBILI “LINK” E AVVIAMENTO A FREDDO

I fusibili “LINK” sono visibili aprendo il cofano moto-


re lato sinistro e sono posizionati sul fianco interno
del longherone telaio.
Il fusibile 1 protegge la macchina 50A.
Il fusibile 2 protegge l’alternatore 80A.

FUSIBILE “LINK” SERVIZI MACCHINA (50A)


CAVI
777 AL + batterie
772 Alla scatola derivazione

FUSIBILE “LINK” ALTERNATORE (80A)


CAVI
777 AL + batterie
773 All’alternatore

2
F 1

SM9503

F. Fusibili LINK

FUSIBILE AVVIAMENTO A FREDDO


MEGAFUSIBILE (150A) Optional
CAVI
777 AL + batterie
780 Al relay termoavviatore
SM9504

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
7-6 IMPIANTO ELETTRICO D180 LGP

INTERRUTORE GENERALE
POSIZIONE - Interno sportello sinistro sotto cabina

ON

OFF

DO PER
O

NO AT
T E
SM1601

Batteria Alla Massa

SM9508

COMMUTATORE AVVIAMENTO MOTORE


POSIZIONE - Consolle destra cabina

R A-G G-R

H-R M-V
SM9505

CAVI
Rosso posizione “B”
Giallo/Rosso posizione “G1”
Marrone/Verde posizione “ACC”
Grigio/Rosso posizione “M”
Azzurro/Giallo posizione “ST” SM9506

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO ELETTRICO 7-7

AVVISATORE ACUSTICO RETROMARCIA

CAVO

163 Alla centralina elettronica


000 Alla massa

POSIZIONE - Lato posteriore sinistro macchina,


sotto al serbatoio combustibile.

POS + 163

_ 000
NEG

SM9509

MOTORE DI AVVIAMENTO Alle batterie


Marca: DELCO - REMY Al relay di potenza
avv. motore 90A
Tipo: 42 MT 7,8 kW

POSIZIONE - Sul motore.

SM9510

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
7-8 IMPIANTO ELETTRICO D180 LGP

QUADRO STRUMENTI / MONITOR

Il monitor è visibile in cabina di fronte al posto guida ed è costituito da un pannello sul quale non sono possibili
interventi riparativi, formato da un quadro di circuiti e da diodi ad emissione di luce (L.E.D.).

Senso di - Inserire l’interruttore generale impianto elettrico:


marcia indicato su “ON” per la versione con cabina op-
pure con struttura ROPS.
- Ruotare la chiave del commutatore avviamento
ON motore sul primo scatto in cabina.

OFF
DO PER
O

NO AT
T E

Funzionamento
All’accensione, lo strumento eseguirà un breve test per 1 secondo accendendo tutti i LED, i segmenti dei
display e l’allarme acustico; in seguito il display (rif. S) visualizzerà le ore del motore.
Le spie e gli strumenti indicano lo stato della macchina. Quando il motore viene acceso, il display a lancette
(R) visualizzerà i giri/minuto del motore con passi di 100 RPM.
Per ritornare a visualizzare le ore del motore, si dovrà togliere e ridare alimentazione tramite il quadro chiave;
le ore rimangono visualizzate fino a quando il motore è spento.
Qualunque anomalia verrà indicata dalle apposite spie a leds contrassegnate dagli appositi simboli “a norme
ISO” e parte di esse hanno associato l’allarme acustico con durata di 3 secondi; se l’anomalia persiste,
l’allarme avviserà l’operatore con cicli di un minuto con durata di un secondo.
Le ore di lavoro del motore vengono conteggiate solo quando la rotazione del motore supera i 500 RPM.
Lo strumento riceve i dati da una centralina esterna tramite linea seriale RX per l’indicazione del numero
della marcia inserita ed eventuali codici di errore.
Questi codici vengono visualizzati sul display (S) numerico a 5 cifre.

NR. 2 VITI 6MA FISSAGGIO SUPPORTO

L M N O P

A B C D E F G H

VISTA RETRO LATO CONNETTORI

FH

Q R S T
SM9511 SM9512

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO ELETTRICO 7-9

RIF. DESCRIZIONE ALLARME SEGNALE CON. 12 CON. 8


A LED rosso filtro aria motore NO IN (-) 2
B LED rosso filtro olio idraulico NO IN (-) 1
C LED rosso pressione olio cambio SI IN (-) 8
D LED rosso pressione olio motore SI IN (-) 2
E LED rosso allarme generale SI attivato dalle spie C, D, L, M, N, O, P
F LED verde luci di lavoro anteriori NO IN (+24V) 3
G LED verde luci di lavoro posteriori NO IN (+24V) 7
H LED verde luci di posizioni + illumin. strum. NO IN (+24V) 12
L LED rosso temperatura acqua motore SI IN (-) 10
M LED rosso temperatura olio cambio SI IN (-) 9
N LED rosso batteria SI IN (-) 4
O LED rosso anomalia freni SI IN (-) 4
P LED rosso riserva carburante NO IN (-) 11
Q Indicatore temperatura acqua motore a 10 lcd SI IN (var. -) 1
R Display analogico giri motore con 24 lcd – IN (+24V) 6
S Display 5 cifre per N° marcia e “ore motore” NO IN (-) (NPN-NO) 3 (RX)
T Indicatore livello carburante a 10 lcd SI IN (var. -) 5
USCITA BUZZER – OUT (-) 8
INGRESSO ALIMENTAZIONE “positivo” – IN (+24V) 6
INGRESSO MASSA (GND) – IN (-) 7
I connettori sono con contatti maschi, uno a 8 vie e uno a 12 vie.
I connettori di controparte per il cablaggio sono di tipo femmina a 12 vie e a 8 vie, entrambi con contatti
femmina.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
7 - 10 IMPIANTO ELETTRICO D180 LGP

SCHEMA ELETTRICO DEL QUADRO STRUMENTI/MONITOR

Connettori
posteriori 8-12 vie

CONN. 8 VIE CONN. 12 VIE


SM9513

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO ELETTRICO 7 - 11

TRASMETTITORI DEL MONITOR

– Posizione sul motore 1

1. Sensore intasamento filtro aria. 2


2. Interruttore max temperatura liquido refrigeran-
te motore. 4
3. Sensore giri motore.
4. Sensore bassa pressione olio motore.
5. Alternatore.

– Posizione sui serbatoi olio - combustibile

6. Sensore livello combustibile. 5


7. Sensore intasamento filtro olio idraulico.
8. Sensore bassa pressione olio freni - frizioni 3
(Taratura 11,5 bar).
SM9514
9. Sensore bassa pressione olio cambio
(Taratura 11,5 bar). 6
10.Sensore alta temp. olio cambio (119°C). Serbatoio olio
idraulico

Serbatoio
combustibile SM9515

9
Convertitore

10

SM9516

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
7 - 12 IMPIANTO ELETTRICO D180 LGP

1. SENSORE INTASAMENTO FILTRO ARIA

CAVO

663 Al monitor
000 Alla massa
Taratura: (chiusura contatto) 62 mbar ± 8°C.

POSIZIONE - Lato anteriore sinistro della macchi-


na, sopra il filtro aria.

Nota di montaggio.
L’interruttore a depressione deve essere avvitato SM9517

manualmente senza l’ausilio di attrezzi.

2. INTERRUTTORE MAX TEMPERATURA


LIQUIDO REFRIGERANTE MOTORE

CAVO

552 Al monitor
000 Alla massa
Filettatura: M16 x 1,5
Taratura: 100° ± 3°C
Chiave: 22 mm
Coppia di serraggio: 2,5 daNm

POSIZIONE - Parte anteriore destra della macchi-


na, sul motore

SM9518

3. SENSORI GIRI MOTORE Monitor Centr.


elettronica
Filettatura: 3/4 - 16 UNF
Chiave: 29 mm
Coppia di serraggio: daNm 1,9 ÷ 2,5 daNm
(25 ÷ 35 Ft - Lb)

POSIZIONE - Sul carter volano motore

SM9519

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO ELETTRICO 7 - 13

4. SENSORE BASSA PRESSIONE OLIO


MOTORE

CAVO

503 Al monitor
000 Alla massa
Filettatura: M10 x 1 conica
Taratura: 1,2 ÷ 0,8 bar
Chiave: 27 mm
Coppia di serraggio: 3,5 daNm
Il sensore è normalmente chiuso, apre quando la
pressione scende o raggiunge il valore di taratura.

SM9520

5. ALTERNATORE
MARCA: DELCO - REMY 70A Al fusibile Link 80A
Tensione di alimentazione: 24 V Batterie
POSIZIONE - sul motore

Cavo di
massa

SM9521

6. SENSORE LIVELLO COMBUSTIBILE

CAVO

555 Al monitor
557 Al monitor
000 Alla massa
POSIZIONE - parte posteriore macchina sopra al
serbatoio combustibile

SM9522

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
7 - 14 IMPIANTO ELETTRICO D180 LGP

7. SENSORE INTASAMENTO FILTRO OLIO


IDRAULICO

CAVO

580 Al monitor
000 Alla massa
Filettatura: M18 x 1,5
Taratura: 2 ÷ 2,2 bar
Chiave: 22 mm

POSIZIONE - Sul serbatoio olio idraulico.

SM9523

8. SENSORE BASSA PRESSIONE OLIO


FRENI E FRIZIONI DI STERZO

CAVO

611 Al monitor
000 Alla massa
Filettatura: M10 x 1 conica
Taratura: 12,5 ÷ 11 bar
Chiave: 27 mm
Coppia di serraggio: 3,5 daNm
Sensore normalmente chiuso, si apre quando la
pressione scende o raggiunge i valori di taratura.

SM9524

9. SENSORE BASSA PRESSIONE OLIO


CAMBIO

CAVO

581 Al monitor
000 Alla massa
Filettatura: M10 x 1 conica
Taratura: 12,5 ÷ 11 bar
Chiave: 27 mm
Coppia di serraggio: 3,5 daNm
Sensore normalmente chiuso, si apre quando la
pressione scende o raggiunge i valori di taratura.

SM9525

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO ELETTRICO 7 - 15

10. INTERRUTTORE MAX TEMPERATURA


OLIO CAMBIO

CAVO

559 Al monitor
000 Alla massa
Filettatura: M16 x 1,5
Taratura: 119° ± 3°C
Chiave: 22 mm
Coppia di serraggio: 2,5 daNm

SM9526

DISPLAY

Il display indica tre funzioni:


A) - Contaore digitale, che indica il totale di ore di
lavoro e si inserisce automaticamente con mo-
tore in moto.
B) - Marcia inserita
C) - Diagnosi sul corretto funzionamento del 15

cambio 10 20
50 70 90
40 120

5 25
C
RPM
x 100

Diagnosi sul display


Il display dispone di 5 campi di testo per segnalare i
seguenti messaggi. SM9527

DISPLAY

1a 2a 3a 4a 5a cifre

A - Segnalazione contaore lavoro


Oppure
B - Segnalazione marcia inserita + codice avaria

Segnalazione contaore lavoro


Le ore motore vengono segnalate all'accensione per circa un secondo del quadro strumenti quando lo strumento
effettua un test generale. Per ritornare a visualizzare le ore motore si dovrà togliere e ridare alimentazione con
chiave di avviamento.
Le ore restano visualizzate fino a quando il motore è spento.

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
7 - 16 IMPIANTO ELETTRICO D180 LGP

Segnalazione marcia inserita + codice avaria


La prima cifra indica la marcia inserita (es. 1a marcia).
La seconda indica (in caso di avaria) la lettera E.

-a -a SM9528

1 2 (cifra)

La 3a - 4a - 5a cifra identificano il codice di avaria (es.


codice avaria N° 024).
Quando il componente in avaria è uno solo sul display
comparirà uno dei codici elencati in TABELLA 1.
Per ogni codice anomalia rilevare il componente elenca- SM9528
to in corrispondenza.
- - -
a a a
3 4 5 (cifra)

TABELLA 1
Componente in avaria Codice avaria
Solenoide elettrovalvola proporzionale sinistra 001
Solenoide elettrovalvola proporzionale destra 002
Solenoide marcia Avanti "F" 004
Solenoide marcia Indietro "R" 008
Solenoide 1a marcia 016
Solenoide 3a marcia 032
Solenoide leva di sterzo sinistra 064
Solenoide leva di sterzo destra 128

TABELLA 2
Sol. Sol. Sol. Sol. Sol. Sol. Sol. Sol.
elettr. elettr. marcia marcia 1a 3a leva leva
Componente in avaria
prop. prop. Av. "F" Ind. "R" marcia marcia di sterzo di sterzo
SX DX SX DX
Solen. elettr. prop. sinistra 001 003 005 009 017 033 065 129
Solen. elettr. prop. destra 002 006 010 018 034 066 130
Solen. elettr. marcia Av. "F" 004 012 020 036 068 132
Solen. elettr. marcia Ind. "R" 008 024 040 072 136
a
Solen. elettr. 1 marcia 016 048 080 144
Solen. elettr. 3a marcia 032 096 160
Solen. elettr. leva sx sterzo 064 192
Solen. elettr. leva dx sterzo 128

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO ELETTRICO 7 - 17

Esempio di identificazione del codice di avaria

Se i componenti in avaria sono due sul display compare un codice avaria elencato in TABELLA 2 (dato dalla
somma di due codici elencati in TABELLA 1). Ad esempio il codice 024 indica che le parti in avaria sono due.
In alto la colonna identifica in corrispondenza il solenoide "1a marcia" (primo componente in avaria).

TABELLA 2
Sol. elettr. Sol. elettr. Sol. marcia Sol. marcia Sol. 1a Sol. 3a Sol.leva Sol.leva
Componente in avaria
prop. SX prop. DX Av. "F" Ind. "R" marcia marcia di sterzo SX disterzoDX
Solen. elettr. prop. sinistra 001 003 005 009 017 033 065 129
Solen. elettr. prop. destra 002 006 010 018 034 066 130
Solen. elettr. marcia Av. "F" 004 012 020 036 068 132
Solen. elettr. marcia Ind. "R" 008 024 040 072 136
Solen. elettr. 1a marcia 016 048 080 144
Solen. elettr. 3a marcia 032 096 160
Solen. elettr. leva sx sterzo 064 192
Solen. elettr. leva dx sterzo 128

Codice avaria solenoide marcia Indietro "R"

Codice avaria sul


display
Codice avaria solenoide 1a marcia

Mentre a sinistra identifica il solenoide della marcia Indietro "R" l'incrocio in TABELLA 2 di questi due
componenti determina il codice di avaria 024 che è dato dalla somma dei due.

Codice anomalia marcia Indietro "R" = 008 +


Codice anomalia 1a marcia = 016
Codice anomalia di entrambi i componenti = 024

CICALINO / BUZZER

POSIZIONE - All’interno della cabina dietro il quadro strumenti.

SM9529

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
7 - 18 IMPIANTO ELETTRICO D180 LGP

GRUPPO RELAY - DIODI - SCATOLA DI 3 5


DERIVAZIONE 1 3
2 2
Il gruppo è visibile aprendo lo sportello posteriore
sinistro della macchina, vicino le batterie di alimen-
tazione.

1. Scatole diodi 4
2. Relay 24V - 50A
7
3. Relay 24V - 10/20A
4. Scatola di derivazione
5. Relay di potenza 90A
6. Connettore 19 Vie
7. Batterie 12V x 2
6

SM9530

A 891 564 M F 801 907 H

C 566 163 L G 542 869 I

B 543 860 D E 819

SM9531

1 - Scatole Diodi 2 - Relay 24V - 50A 3 - Relay 24V - 10/20A


B. Elettrovalvola sicurezza sterzo A. Servizi cabina C. Elettrovalvola sterzo
D. Elettrostop/Avv. a freddo F. Servizi macchina M. Elettrovalvola sterzo
L. Spie sicurezza operatore I. Elettrostop G. Sicurezza operatore
E. Condizionatore (opt.) H. Sicurezza avviamento

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO ELETTRICO 7 - 19

1. SCATOLE DIODI (Rif. B - D - L)


- Per i cavi ed i collegamenti dei componenti fare
riferimento allo schema elettrico di principio.

SM9532

2. RELAY 24V - 50A (Rif. A - F - I - E)

SM9533

3. RELAY 24V - 10/20 A (Rif. C - M - G - H)

Corrente nominale Schema elettrico

SM9534

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
7 - 20 IMPIANTO ELETTRICO D180 LGP

4. SCATOLA DI DERIVAZIONE

OUTPUT INPUT

SM9535

5. RELAY DI POTENZA (AVVIAMENTO


MOTORE)

SM9536

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
D180 LGP IMPIANTO ELETTRICO 7 - 21

CONNETTORI PRINCIPALI 19 - 21 - 23 VIE

GIALLO BLU SM9537

INTERFACCIA MACCHINA - CABINA DEL CONNETTORE 19 VIE


SEZIONE COLORAZIONE
NUMERO CAVO PERCORSO NUMERO CAVO SEZIONE
CONTATTO CABINA CAVO MACCHINA CAVO
1 1 DA FUSIBILE 11 COMMUT. ACC 801 H-L 1
2 1 DIODO ELETTROSTOP 15 904 S-G 1
3 1 DA FUSIBILE 17 COMMUT. ST 907 L-B 1
4 1 A FUSIBILE 24 PER EV 542 A-V 1
5 1 DALL’ALTERNATORE 1 637 S 1
6 1 DA DIODI DISACCOPPIAMENTO PROXIM. SIC. OPERATORE 164 L-N 1
7 1 ELETTROVALVOLA DISTRIBUTORE STERZO +27 563 L/R 1
8 2.5 RELAY CONDIZIONAMENTO 87 809 G-N 2.5
9 1 ELETTROVALVOLA DISTRIBUTORE STERZO DX OUT 27 519 L/G 1
10 2.5 ALIMENTAZIONE COMMUT. AVVIAMENTO A CHIAVE 724 R 2.5
11 1 ELETTROVALVOLA DISTRIBUTORE STERZO SX +28 565 A/V 1
12 2.5 SERVIZI SOTTO ACC 864 H-R 2.5
13 1 ELETTROVALVOLA DISTRIBUTORE STERZO SX OUT 28 517 L/B 1
14 2.5 30 RELAY CONDIZIONATORE 803 A 2.5
15 1 ELETTROVALVOLA SICUREZZA DISTRIBUTORE STERZO 543 Z-B 1
16 2.5 SERVIZI CABINA DAL RELAY 73 887 R-N 2.5
17 1 6 W/BLADE - D150 997 A/G 1.5
18 2.5 ALIMENTAZIONE SERVIZI NON SOTTO CHIAVE 772 R 2.5
19 1 RELAY AVVIAMENTO A FREDDO 860 A/R 1

INTERFACCIA MACCHINA - CABINA DEL CONNETTORE 21 VIE


SEZIONE COLORAZIONE
NUMERO CAVO PERCORSO NUMERO CAVO SEZIONE
CONTATTO CABINA CAVO MACCHINA CAVO
A 1 OPTIONAL (ACC) - C 1
B 2.5 ELETTROVENTILATORE III VELOCITÀ 706 B 2.5
C 1 TERMOSTATO CONDIZIONATORE 824 M 1
D 2.5 ELETTROVENTILATORE II VELOCITÀ 709 M 2.5
E 2.5 MASSA PER CABINA 000 N 2.5
F - NON UTILIZZATO - - -
G 2.5 ELETTROVENTILATORE I VELOCITÀ 745 L 2.5
H 1 SENSORE GIRI MOTORE + 536 G 1
J 1 SENSORE GIRI MOTORE OUT 537 N 1
K 1 ELETTROPOMPA LAVACRISTALLI PORTE 885 G-V 1
L 1 ELETTROPOMPA LAVACRISTALLI ANT/POST 886 C-B 1
M 1 DA PROXIMITY SW. DS. A DIODO DI DISACCOPPIAMENTO 156 B 1
N 1 EV CAMBIO F/R - 009 V-N 1
P 1.5 EV CAMBIO INPUT F 549 A-G 1
R 1 EV CAMBIO INPUT R 548 A-N 1
S 1 DA PROXIMITY SW. DS. A DIODO DI DISACCOPPIAMENTO 157 G-N 1
T 1 EV CAMBIO 1°/3° - 008 C/B 1
U 1 EV CAMBIO 1°/3° INPUT 1° 546 B/R 1
V 1 EV CAMBIO 1°/3° INPUT 3° 547 V/B 1
W - NON UTILIZZATO - - -
X 1 MASSA CALZA CAVO SECHERMATO 011 SCHERMO 1

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina
D180 Power Steering
7 - 22 IMPIANTO ELETTRICO D180 LGP

INTERFACCIA MACCHINA - CABINA DEL CONNETTORE 23 VIE


SEZIONE COLORAZIONE
NUMERO CAVO PERCORSO NUMERO CAVO SEZIONE
CONTATTO CABINA CAVO MACCHINA CAVO
A 1 DA PRESSOSTATO VALVOLA PEDALE FRENO A CENTRALINA 166 C-L 1
B 1 INTASAMENTO FILTRO ARIA 663 B-N 1
C 1 DA ACC A PRESSOSTATO VALVOLA PEDALE FRENO (+) 143 M-N 1
D 1 SPIA ALTA TEMPERATURA ACQUA 528 V-B 1
E - NON UTILIZZATO - - -
F 1 SENSORE TEMP. ACQUA (TERMOMETRO) 552 V 1
G 1 TRASDUTTORE DI PRESSIONE DS. (-) 012 N- I- 1
H 1 SPIA BASSA PRESSIONE OLIO CAMBIO 581 C-N 1
J - NON UTILIZZATO - - -
K 1 SPIA ALTA TEMPERATURA OLIO CAMBIO 559 S-N 1
L 1.5 AVVISATORE ACUSTICO + (1° CAVO) 119 L-N 1
M 1.5 AVVISATORE ACUSTICO MASSA (2° CAVO) 000 N 1
N - NON UTILIZZATO - - -
O 1 SPIA BASSA PRESSIONE OLIO MOTORE 503 H 1
P 1 ELETTROSTOP (BOBINA DI TENUTA) 903 S-G 1
Q 1 SPIA BASSA PRESSIONE OLIO FRENI 611 H-N 1
R - VUOTO - - -
S 1 AVVISATORE RETROMARCIA 163 A-B 1
T 1 DAL RELAY SICUREZZA OPERAT. AL FUSIBILE (11b) 506 A-V 1
U 1 SPIA INTASAMENTO FILTRO OLIO ATTREZZO 580 M-B 1
V 1 SPIA RISERVA COMBUSTIBILE 555 Z-N 1
W 1 SENSORE LIVELLO COMBUSTIBILE 557 Z 1
X 1 DAL FUSIBILE 11b AL RELAY ELETTROVALVOLA STERZO 510 V-B 1

CODICE COLORE

A AZZURRO
B BIANCO
C ARANCIONE
G GIALLO
H GRIGIO
L BLU
M MARRONE
N NERO
R ROSSO
S ROSA
V VERDE
Z PORPORA

Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all'inizio di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina