Sei sulla pagina 1di 20

iq.

PAC Guida per la scelta della classe dei tubi per condotte UNI
' l
di amianto-cemento sottoposte a carichi esterni
TUBAZl0l,ll e funzionanti con o senza pressione interna 7517
r'
Guide to the selection of asbestos-cement pipes subiect to sxternal loads with or without internal pressurd

Lr prur|!ùr oonnr coacordr Pútitln.tlr con lt lrarr lS0 fl6 (tadatr dllúinrít|,.

S O M M A R I O

l. Generalltà P8g. 1 l 18

2. Critsri di verifica l l
8. Procedimento per la scelta dclla classc a-
3. Simboli, denominazioni e unità dí misura datta dei tubi par condotte in pressione . ) I8
6a delle grandezze 2
ì 8.t. GeneralitÀ . . . . . r t8
a
4. Determinazione dei carichi ovalizzanti D 3
a a o Coefficienti di sicurozza e formule dí vcrifice . I tI
i 4.1- Calcolodcl carico dovutoal rinterro ) . . 3
a 8.3. U s o d e l l e f o î m u l c ..... ) lg
4.2. Carattcristiche doi tsrreni D
a
-g
4.3. C a l c o l o d e l l ' e f f e t t o p r o v o ca i o d a i s o v r a c c a r i c h ì
9. Rllcrimcntlblbliografiol ..... D tg
o verticali 10
z
! Appendice A - Valori delle pressioni di scoppio
= 5. Condizioni di apPoggio c coeff icienti di poia , 14
ct
e dei carichi di schiacciamento.psr tubi In
ol 5.1. Appoggio di tiPo A r 14 pressione D 20
N 5.2. Appoggio di tipo E! t
I I: Appendice B - Esempi di verifica detta classc per
5.3. Appoggio di lipo C D I6
lrj tubi per fognature urbane stradali (senza
z pressione interna) t 27
l
F 6. Coeff icienti di sicureza n 1 7
Appendice C - Esempi dl verifica della classe
,. Procedimento per la scelta della classe a' per tubi per condotte in pressione l 25
* datta dei tubi.per fognature urbane stradali
z (senza pressione interna) >t 17 Appendica D - Esempi di calgolo del carico verti-
cale dovuto al rinterro su due condotte po-
x o t Dati neccesari .. .. . . ,, 17
29
sate in una medesima trincea n
o agente
Sviluppodel calcolodel caricoovalizzante
z Chiarimenti ) 3l
sulla generatricesuperioredol tubo n 1 7
:
E
ul
Generalità
J
La prosonto no?ml à berata sui principi di calcolo dci carichi ovalizanti, dovuli al rintcmo cd ei rovreccerichi cstcrni.
z agenti eui tubi interrati rigidi e somirigidi.
F I principi eopra citati sono applicabili ai tubi di amianto-csmanto Per condstture in pressionc (vcdera UNI 4372) cd ei
iubi di amianto-comonto per fognature urbane stradali (vedere UNI 534f).
z
u, La norma descrive anche le condizioni normali di posa e di appoggio dei tubi e ne fissa i coefficisnti di carico e di posa.
gia con eie
F Essa raccomanda doi cocfficienti di sicurezza allo schiacciamento Per tubi di amianto-comonto funzionantí
z
lrj senza pressiono ints.na, nonché il metodo di vcrifica delle classi adatte.
I
I coefficienti di sicurozza alla pressiooe interna per i tubi a pressionc sono stabiliti in funzionc dcgli lforzi combinati
. dovuti alla pressione intorna o ai carichi esterni senza sccndere al di sotto dei valori indicati nalla UNI 4372.
l tl coefTiciente di sicurezza allo schiacciamento doi tubi per fognature urbane stradali corrisponde alla pratica normalc in-
ternazionale. Inoltre, asso tiene conio del metodo assai rigoroso di calcolo doi carichi ostsrni.
t
!
:
I 2. Criteri di verifica
o Le fasi per giungcre alla verifica dellc clmri adettc pcr tubi eoao la saguenti:

E - calcolo del carico dovuto.al rintcrro (vcdero 4.1);


- calcolo dotl'eîfetto provocato dai covraccarichi verticall (vadcre 4.3);
- calcolo, oventuale, delt'effetto della massa dell'acqua contonuta nel tubo (vederc 4.3.3);
- scelta di une idonea condizione di posa e di appoggio e del suo coofficiente di posa (vedcrc 5);
- scelta, nel caso di tubi pcr fognature urbane stradali, di una dslle classi Provisto nella UNI 5341 r vcrifice chc il coof-
ficiente di sicurezza sia rispettato;
- scalta. nsl caso di tubi per condottè in prassionc, di una dcllc ch*i prcviste nclle UNI 4372' quindi' intrcducendo
nelle formule [14'] e [tSt] la prassione di esercizio e il csrico totale di schiacciamonto agcnte diviso per il coofficiento
di posa, vcrifîca chc i cosfficienti di sicurszza siano rispettati.

Nota - lt dettaglio dal procedimcnto per giungerc alla verifica della classe adatta nel clso di tubi per fognature urhana
stadalì è tiportato al punto 7; pet i tubi pot colrdotte ín pressione, al punto 8.
lsqua)

Lc normc UNI sono ruvisionlt3. quando nccrssrrio, con la pubblicaziona sia di nuovc cdizioni sie di logli dí rggiotnlo.nto. È importanrc Prnanto chr
gli urenti deltr stassr si accenino di essrc in possrssodoll'ultim. edizions o foglio di aggiornamanro.
3. Simboti, denominazioni e unità di misura delle grandezze
B larghazze dclle trincca misuiata al livclto dclle generatrica rupcriore dcl tubo' in m
8c distanza tra i pieni diemstrali verticati di due tubi posati nella.stassa trincea. in m
C6 coofficicntc di rovraccarico mobilc
C. coefficicnta di carico dcl torrcno nallr'po.. in trincsr larga c nclh pore con rintcrro indcfinito
Cn coefficiento di carico dcl tarrcno nella posa in lrincea strstta con rinlerro indcfinito
Ct coefficicnto di cerico dol terreno nalla posa in trincea stratta
d diamctro intorno del tubo, in m
D diamctro ost*no dal tubo' in m
E. modulo di Young o modulo di alasticitA dcl tcrrono, in kg!/cmz (N/cmz)
E; modulo di Young o modulo di clasticitÀ dcl tubo, in kgî/cmz (N/cm9
à rliczze detla gencratrice supcriora dcl tubo sul livello del terreno n8tural6 d'appoggio' in m
pose in trincae con rintcrro
h, distanza vsrticals tra il livollo superiore dEt rinterro e il livello del suolo naturale nel caso di
indofinito, in m
H altezza del rintorm al diropra dclla gcncretricc luperiorc dcl tubo' in m
k coefficienta di posa in funzionc del tipo di appoggio dol tubo
K. cosfficionte di corrozione
I lunghezza del tubo interesgata da un sovraccarico conccntrato, in m
m fattoro empirico che tiene conlo dalle altre ruote del convoglio
n coafficiente di elasticiià
Pó lovraccarico mobile distribuito, in kgf/mz (N/m9
Pt pressione idraulica di esorcizio' in kgîlcm2 (kN/cmr)

raPPorto di Proiezionc dcl tubo, dato dalla formula Pt: (vedcre figurr 3 .4 e nota dcl punto 4.1.2)
P1 +
. h t
pí Epporto di proiezione negativa, dato dclla formula Pí: (vedere îigura 7 o punto 4.1.3)
T
del lubo, dovuta a dei sovraccarichi mobili concentrati di convo-
Pv , pressionc vorticale a livello della genoratrice superiore
/ gfi iipo, inkg!lmz (r<N/mf
,D ! / .^r;"o verticale sul tubo, dovuto alla mrsla d€ll'acqua in csro contsnuta' in kgf/m (kN/m)
= pressione idraulica intorna di scoppio in kgîlcm2 (N/cmz), quando agisca in combinazions con
un carico di schiaccia-

mento O, in kgf/cm2 (N/cmz;


p. pressione idraulica intorna di scoppio in kgf/cm2 (N/cmf, quando il tubo è Pîovato conforrncmcntc alla UNI 4372
sovraccarico massimo di una ruota di un convoglio' in kgf (kN)
Pv
verticali mobili concentrati di un convoglio
pr" carico verticale sulla goneratrice superiors del tubo, dovuto a sovraccarichi
tipo, in keím (kN/m)
vcrticali mobili concontrati di un convoglio
pl. carico verticale sulla gcncratrica superion dal tubo, dovuto r sovraccarichi
qualsiasi, in k g J l m ( k N / m )
mobili distribuiti' in kgf/m (kN/m)
p"d carico verticale sulla generatrice superioro del tubo, dovuto a sovraccarichi
A carico di rottura por schiacciamento, in kgfim (kN/m), quando il tubo è Provato in conformitÀ alte UNI 4372 o úla
UNI 5341 .'î
(N/m), quando è combinato con una pressione idrau-
ó carico di rottura por schiacciamento ottsnuto in laboratorio, in kgllm
-p,
lica interna in kgÎlcmz (N/cmz) È
A1 carico v e r t i c a l e dovuto al rinterro sull'intero tubo f sinistra nel caso di due iubi posati nella stsssa trincsa' in kgîlm
(kN/m)
tubi posati nolh stcssa trincaa' in kgf/m
az carico verticale dovuto al rinlerro sull.inlero tubo di destra nol caso di due
(kN/m)
tubo 2 di dagtra
O11 c O32 carico verticale dovuto al îintlrro sulla mela lato prr6ia, risPotlivamonte del tubo 1 di sinistra e del
nel caso di due tubi posati nolla stessa trincsa, in kgf/m (kN/m)
t di ginistra
Og1 e O62 carico verticalo dovuto al rinterro sulla msta situata v6rso I'intarno dcllr trincca rirpettiverncntc dcl lubo
caso di duc tubi posati nolla stessa trincaa' i n k g f / m ( f N / m )
o del tubo 2 di dsstra, nel
o"np carico vsrticale dovuto al rinterro sul tubo nella posa in trincsa slrotta con rinterÎo indefinito' in kgrlm GN/m)
in kgf/m (kN/m)
ocwt carico verticale dovuto al rintorro sul tubo nella posa con rinterro indefinito o di posa in trincaa larga'
agonti, in kgf/m (N/m)
O;--- carico di rolura p6î schiacciamento per effetto del rinterro a dei sovraccarichi
c a r i c h i d o vuti al rinterro' ai sovraccarichi estorni e'
Ot carico sstsrno totalo di schiacciamento agente sul tubo, somma doi
t u b o , . i n k c í m ( k N / m )
evonluatmentc, alla massa dell'acqua contonula nol
in kgf/m (kN/m)
ort carico v€rticalc dovuto al rinterro sul tubo nella posa in trincea otrelta,
'
carico v o r t i c a l o d o v u t o a l r i n l e r r o s u l t u b o n e l l a p o s a i n t r i n c e a s t r e t t a , in rgf/m (kN/m), tanuto conto dell'elasticità dcl
o.:.
tubo e dcl tcrrano
d+s .D-s
f raggio mediano dsl tubo, in cm, dato O^
-T oPPure -

fa targo di assestamonto
s spossoru di parctc del tubo, in cm
c h gtn'Îrtricc rupcrioro dcl iubo inforiorc nel
Y distanzr vorticale, in cm, tre il tivello d'appoggio dcl tubo rupcriotr
cagg di duo tubi posati nolla gtessa trincea a livelli difforonti

Tt forza pcso spccifica del rintero, in kgf/ma (kN/m3)


;- angolo d'aPPoggio del tubo
tubo allo schiacciamento
zla coefficiente che'csprime l'influcnzt della prcssionc idrrulica intorna sulla rosistonze del
s c h i a c c i a m e n t o s u l l a r c s i s t s n z l d c l t u b o a tla prcssions idraulica intornr
Iz coefficisntc chc asprimo l'influenza del cerico di
g fattoîc dinamico

Is.gN.)

\
cocfficicntc di ticura:ze rllo .chircciamcnto dcl lubo in lalcnzr di pressionc intcrne c caricalo rttarnrmrntc
fr
vd co6fficilntc di ricurczze dlo achiecciam.nto, qurndo une prcssionc idraulicl intcrna p. ò apPlicrtr rimult.n.rm.ntc
a un clrico cstcrno O1
yt coofficicntr di gicurszza allo ecoppio, quando un carico ostcrno Oa ò epplicaio simultanoamcnl. l una prcasionc idreulicr
inlerne P.
P angolo di tttrilo inta?no dd rintcrrc
P, engolo di attrito tra il rintcno c il terrsno naturalè sul fianco dclla lrincee

4. Determinazione dei carichi ovalizzanti


4-1 . Calcolo dsl carico dovuto al rintsrro

ll carico dovuto al rinterro su un tubo dsvc essers calcolato par mszzo dolle formule riPortetc nei punti 4.1.1,4.|.2 o 4.1.3,
scolte in funzione delle 5 condizioni di posa dei tubi, schernaticaments descrilte in figura I e piir dettaS'liatamonto illu-
!tîat. nci punli segucntí.

Posa in trincèa strltta Posa in trincca larga Posa con rintsrro indcfinito Posa in trincar strctta
con rintcrro indofinito
Fig. 1 - Condizioni di posa dei tubi

4.1 .1. Posa in trinc!! rtrottl

Si dice che un tubo è posato in trincca stretta quando la larghozza della trincga e livello della generatrica superiore dcl
tubo c I'altezza del rintarro al di sopra di ouestr ganeratrice soddisfano una delle condizioni soguenti:

I <2D; H > 1,58 (l' condizione)

2D < B <3D; H > 3,58 (2'condizione)

Nota - /a prossimità datlc condiioni limita dci npponi B/D a H/8, il carico dovuto sl ilnteÌro à calcolato dapprima
per le condizioni di posa in trincea stena, quindi per le condizìoni di posa in tincea larga; si assume il mi-
nore dei due valori calcolati.

La figura 2 illvstra due possibilitÀ di posa in trincsa stîstta: con parati vorticali e con parcti inclinatc.

Fig.'2 - Porc in trinccr atr.th

ll valorc dcl cerico verticale dovuto el rinlorro ncllc condizioni di pore in trincea strettr à dalo dalle lormule

O..: C.L82 trl


(l''ír.t
dovc: Ors A il carico vcrticalc dovuto el rintorro sut iubo in kgf/m
GN/m);
Tt ò la forza poao apecifica dor rinterro in hgf/mr
GN/ma) (vcdcrc prorpetto r);
B ò la larghczze cffctliva d€lle trincoa a livcllo della gencratricc eupcriorc
dcl tubo, in rn;
ct ò il coefficicnls di carico dcl ta*eno nalle posa in trincce struttr; rele coefficicntc ri ricrvr
dri dirgrammi
dolla figura 5.

Nora 1 - Lc curve che danno i valori di c1 sono tracciate per dìÍlerenti valorí {angolo
di attho intano dcl taneno.
Si sceglie la cuma apprcpiata in funzione dei tipi di terreno (vedere prospetto
l).
Nola 2 ' La larghezza raccomandata per la uincea a livetlo della genentrice inferiore
del tubo è alt incirca D + o.s m.
essendo D il diameto esterno de! tubo. in m.

4.1 .2. Pou in trinc.. hrg! c po3r con rint.rro Indefinito

Si dice che un tubo è Posato in trincca larga quando le relazioni lra E, D. H


differiscono cte gucilc índicrte in 4.1.,
(vedere figura 3).

Rinterro
)
Fig. 3 - Posa in trinc.a largr

Si dicc chc un tubo è Posato con rinlerro indcfinito quando ripose in uno sclyo molto
poco profondo. ncl icrrcno nr-
turale, e quando è ricoperto quasi intoramente da un rinterro riportato (vedere figura 4).

_:rt

Fig. 4 - Poga con rint.rrc indefinito

ll valoro del carico vsrticel. dovuto rl rintarro ncllc condizioni di pon in lrinccr large o di pou con rinlenp indcfinito
à dato dalla formula
Ocwr: C".(tDz
t2l
dove: O.-1 è il carico verticale dovuto al rinterro sul tubo, in kg.f/m (kN/m);
yt ò la forza peso specifica der rinterro, in kgf/mr (kN/m3) (vodere prospetto r);
D à il diamotro óatorno del tubo, in m:
C. ò il coefficionlc di carico del terreno nclla posa in trincea lrrge o netla posa con rinterro indcfinilo;
talc
coefficiente si ricava dal diagramma della figura 6.

(scg'Jtr/
cocfficicntc di gicurazzr dlo rchiecciam.nto dcl tubo in aalcnzr di pressionc inlcrnr c caricrto ..t.?nrm.ntc
F
vd cocfficicntc di ricurazzr ello echiecciemcnto, quendo une prcssionc idrsulict intcrnt p. à applicete limult.ncrm.nl.
I un carico cetetno O1
vr coofficicntc di sicurczza ello acoppio, quando un carico €stoîno Oa ò applicato simultaneamonl€ t una prcarionc idreulicr
interna P.
P engoto di ettrilo intarno dcl rintcrlt
engolo di ettrito tî8 il rintorro e íl lcrsno naturelo sul fianco della trincae
P'

4. Determinazione dei carichi ovalizzanti


4.1 . Calcolo del carico dovuto al rintorro

ll carico dovuto al rinteîro su un tubo devc essere calcolato Pcr m6zzo dclle formule riportatc nei punti 4't.1. 4.1.2 c 4.1.3,
scelte in funzione dellc 5 condizioni di posa dei tubi, schematicamento descritte in figura 1 e piir dettagliatamentc illu-
strale noi Punli 36gu.nti.

Posa in trincaa straita Posa in trincaa larga Posa con rinterîo indafinito Posa in tdncaa 8tîctta
con rintsrro indefinito
Fig. 1 - Condizioni di posa dei tubi

4.1.1, Pos. in trinc.. rtrottt

Si dico che un tubo è posato in trincce st.etta quando la larghezza della trincea a livello dolla generatrice superioro del
tubo c I'altezza del rinterro al di sopra di ouesta generatrice soddisfano una delle condizioni seguenti:

B 32Dt H > 1,58 (l' condiziona)

2D < I <3D: H >_3,58 (2'condizione)

Nota - /a prossimità dallc condizioni limita dci npporti BID e Hl?, il caico dovuto 8l ilntano ò calcolato dapprima
per le condizioni di posa in tincea sttetta, guindi per le condiioni di posa in trincea larga; si assume il mi-
noce dei due valori calcolati.

La figura 2 illustn due possibiliÈ di posa in trincsa stîstta: con paroti verticali e con parcti inclinata.

Fig.? - Polo in trioccr .tî.tt.

ll valore dsl carico verticale dovuto tl rinlerro nello condizioni di pore in trincea etretta ò dsto dalla formuh

O..: C.L82 lrl


(srút )
c.
3,2 12'J p ! l5' Argillr umidr comu-
nc, lcrreno peludoao
o torboso,argilla plr-
3,0 rlica, ergilla sabbio-
ll

l5o<p(2Oo Sebbir rrgillosa,


loÚs

20'<p<37' Argilh fengosa. mar-


îa, ergille pov6ra,
fango, polvero di roc-
cia, sabbia non com-
pîesss, misto di ca-
YA

c.
1,5 1 - s-2 k(HlB)taa e'
vt-
2ttanp

0
t : tan'\a

o,75 1,0 1,5 HIB


Fig. 5 - Posa in trincaa strctta (coefficianto C1 pcr le formule [1 ])
c.
Pirt Prr. vcdcrr note dcl punto 4.1.2
20
1,0
l9 0,9
18 0.8
17 0,7
'
0,6
l6
0,5
r5 o,4
14 0,3
o,2
12 0,1
l't
10
0
9
8

I
z l

rl
2 3 4 5 6 7 E 9 l O H I D
Fig. 6 - Fosa in trincea larga G posa con r i n t e r r ! indefinito (coefficiente C. per la formuta
[2])

Noîa Le curve della figura 6, che danno il valore di C6. sono tracciate:
a) per un angolo di attilto interno del terreno di 3lo. cioè per un
terreno sabbioso non stabilizzato. I vatoîi di
Cs sono, di consaguenza' piit bassi nel caso di un angolo d'awito interno
minore di 3lo:
b) per vari valori del prodotto pire dove:
pi è il rapporto di proiezione, dato da h/D, come mostrano
te figure 3 e 4:
rt è il tasso di assestamento (latîore empirico che rispecchía i
differenti assestamentidei tubi e dei terreni
che avvolgono i tubi).
I valori convenienti pet pi c r. devono csscre calcolati e scelti come
segue:
pj secondo gli angoli d'appoggio (vedere prospctti til. lV e V);
,=..:
rt= + 1'0 è raccomandato per tutti i terreni, nella posa in tilncea
larga. Nella posa con rinteTo indcfinho c
per differenti terreni di fondazjone, usare i seguenti valori per
ra:
roccta o teileno stabilizzato: h- * 1 , 0
terreni ordinari: h-+O.8=0,5
terreni friabili: rt=+0.5+O

4.1.3. Por in trincÚ ttratta con rintalro indctinito

si dico che un tubo à Posato in trincoa stîotte con riolcrc indclînito guando
ò poeto in uno rcsvo str.lo intrrrato fino
al livello dal ta-eno naturale, mentre lo stesso è ricopsrto poi con rinterîo
di-riporto ordinario fino ad una altezza detor-
m i n a t a ( v e d e r ef i g u r a 7 ) . .:;.

Rinterro
' . a i r '
( ' b

Rinterro
non

Materiale
naturale

Sabbia
Fíg.7 - Posr in tîinccr strcttr con dnt.rro indefinito
.o tÈ

o o

ao

6 o

6 a

o €

(D €

tt o

v s

0 FI

o ('
l n ! O N F O (Jtto F (g ro q F

Fig, 8 - Posa in trincaa rlîetta con rinlcrro indcfinito (coafficiente Cn per la formula [3])

(qt.)
cicl earicovèrlicaledovutoel rinlerîo rrellccondi:ioni
di posain trinccr Btr.il. con rinrèrro
;ff: ind.frnito à daro daila

O"tP: Cnif'Bz
t3I
dovc: O.no Ò il carico verticaledovutoal rinterro sut tubo, in kgi/m (kN/m):
yt Ò la forza peso specifica der rinre'o, in kgf/m: (kN/m) (vcdera
prospctto r);
B a la larghezzadclla trincea al livello della generatrico
superiorcdel tubo, in m;
cn à il cocfficientè di carico del terreno nella posa in
lrincea slretta con rintsrro indefinito; telc
ri ricavadai diagrammidella figura g. cocfficienls

Nora - / dìagrammi deila figura g, che danno i vatori


di C^, sono tncciati:
a) per un angoro di atîrito interno di circa 120, cioè pcr
argirta umida comune. r valori cn sono leggaÌmcmc
minori per altri tipi di rintero:
b) sotto forma di quanro grafici, ognuno valevole per
un valore dí pi ftssendo pi= fls, come indicaro nella
figura 7);
c) per vail valori del tasso di assestalzento tr.
Per i tubi di amianto'cemento, qualunque sia il teneno
di fondazione, il valore raccomandato è
rr= - 0,3

4.1.4. Caco di duc condoîte posat! n6lla slella trtncaa

Quando due condotte aono Posale nslla stessa trincea, solamentB


ir metodo di calcolo dcl carico dovuto
sca da quello dato in +j'1' 4'1'2 e 4'l'3, mentra d rinterro diffcri-
il melodo di carico dei sovraccarrchi v€rticali
due condotta à lo stesso di quello usato per una condotta a g . o n t is u c i a s c u n a d e l l e
semplice, conformemenre at punto 4,3.
Dopo avsr calcolato i carichi esterni aganti sulle
due condotto posate n6lra trincea, il metodo
di ecelta deile classi,
uîbane stradali e per tubi a pressione di ognuna
deils condott., è ir medesimo di
;"rl' :ri];::i,T:t;:^aiufs suatro

4.1.4.J.
Piani di posa delle due condotis allo stesso live,lo

B1
2

Fig' 9 - Dua condotlc in una trincec ecmplice, con piani di posa


ailo sterso livcllo

ll valorc dcl cerico verticalc dwuto al rinlcro


è calcolato separatamontr per ogni tubo in due parti:
parta a) per ogni semitubo situalo v6rso la
parete della trincaa:
paÉe b) pcr ogni gemitubo situato vcrso I'intoîno
della trincea.
ll carico voriicale agente su ogni tubo à uguale
aila somma dei carichi parziari a) e b):

O1:Or1*O61 e AZ: QaZ* OuZ

;::ii:#I,'""j":';::il:::::: o'"' a) i rapportí


tra 81, D1 e H1,da unapaî,o,. 82,D2 c
::#:i'"::""J:;:,f;
fl carico vorticale dovuto al rinterro sulla parte
a) di ogni tubo chc soddisfa lc condizioni 1. e 2. dcl punto
4.1.1è uguale e

o.: o..
*
dove Or1 à calcolato con le formutr
[t ] pcr i valori opportuni di C., y. e g.
"ril,T.cui le condizioni1' e 2'del punto 4.1.1
non siano rispettate,il carico verticaradovutoar rintsrro
suila parrc_.
it:

o.- i o"*.
dove O.*1 ò daio dalla formula
[2] per i velori opportuni di C.. yt c D.
(gr,gu.)
Pcr il calcolo dcl cerico vcrticelc dovuto rl rintcrrc ruflc prrti b) ri proccdc in dus modi:
I

l) con Oi: O.*


T

dovc Or*1 a celcohto con la formula [2] pcr i vrlori opportuni di C., L a D:
I
2) con Ql - -Z- Yr H1.8. per il tubo di sinistra l, a

I
con Of;: Yt H28" qcr il tubo di dcstra 2
T

dove: yî è Ie forza peso specifica dol rintcrro, in kgf/ma (kN/m3), comc indicalo n€l ProsP.tto l;
Ht, HZ sono lc altezre del rintgrîo sopr. la genaratrice superiore di ognuno dci tubi O1 e D2, in m:
8c à la distanza tra i piani diametrali veriicali dei duc tubi, in m.

I carichi dovuti al rintero calcolati con il secondo matodo sono i valori massimi. ncl caro in cui si trarcurino gli altriti
interni del rintorro.
Dei duc risul'.ati,si adotta il minore, ctoè
or: of 3c oL < ai
oppu|.c
ou: oí s€ of < o'b
4.1 .4.2. Pirni di pora d.ll. drr. condotto 3 liv.lli dlffsrlnti

\
)

Fig. to- Due condotic in une trincaa semplice, con piani di posa a differcnti livrlli

, Sc y J 30 cm, i cerichi vcrticrlí dovuii al rinterro tui duc tubi sono calcolati in conformità el mctodo indiclto d punto
4.1.4.1.
Sc. y ) 30 cm, il carico vcrticale dovuto al rinterro sul tubo D1 (posato al livello super:iore) à calcolato in conformitÀ el
metodo indicato al punto 4.1.4.1, Per il tubo D2 (posato a livsllo inferiore), il carico ò calcolato o con la formule [l ]' o
c o n l a f o r m u l a [ 2 ] s e c o n d o l e . r a l a z i o n i t r a 8 2 , H 2 e D 2 ( v e d e r : e4 . 1 . 1 ) .

Nora - Per tutti i tipi di appoggio det tubo posato a livelto superiore. tJeve essere considerato un coeffícientc dì posa
uguale a 0,9 volte il coefficiente indicato pet il tipo e fangolo d'appoggio di cui ai pîospetri lll' IV e V.

4.1,5; lnflucnra dcll'elarticitl d.l tubo

Q u a n d o d e i E o v r - a c c a r i c h is s t e r n i a g i s c o n o s u u n t u b o s a m i r i g i d o i n t o r r a t o , l a d e f o r m a z i o n c v e r t i c a l a d e l t u b o P U ò 6 6 -
. .s6rè maggioro di quelle dal rintorro situato ai lati dst tubo. In questo caso, il carico verticale rsteîno tiasm€sso al tubo à
m i n o r e d i q u e l l o c h o s i a v r c b b e s e n o n e s i s t e s s e r od e f o r m a z i o n i d i f f e r a n z i e l i '
Per tsnor conto doll'elasticiÉ del tubo ncl solo caso della posa..in trincae stretts, si devc celcolarc il seguanle coeffi-
ciontc di olagticità:
-F' l r \ 3
n: f--l
Er \s/

(sague)
dovc: f, è il modulo di Young dcl rintcrro, ia kgl/em2 (Nicmzl;
fr è il modulo di Young dcl rnateriale coslituantc il tubo, in kg{/cmz (N/cmz1;
D-s
7: --_ in 96.
2
5 è lo spestorc di parste del tubo, in cm, miturato nsl corpo dcl tubo.

Sc a ) l, ciò indica chc il tubo ri dcformerà piir dcl rintcrro chc lo circonda.
Se i moduli di clgsticità dcl tèrreno . del tubo sono noti, il eocfficientc di elasticità r può essorc celcolato
r condiziona
che i tubi siano poseti in trincea strètta.
Ouando n > | ' il catico dovuto al rintcr?o calcol.lo con le formula [l ] dcvc !336Ìè moltiplicalo pcr il coefficicnte
di
coîrazlone
D
lr: :
E

L'espressione finale per il caicolo dei carichi dovuti al rinterro diventa allora, in euesro caso

o.r.: Cr78D

Nou ' la lormula sopra riportata deve essereimpiegatasolo se i moduti di elasticitàdel teneno e dcl tubo sono stati
misurati e se il rinterro è stato fortemente costipato (vedere la nota del prospetto tV).

4.2. Caratterisliche dei terrení

L e c a f a t t e r i s t i c h ed e l l a m a g g i o r p a r t e d e i i e r r o n i c o m u n i , d a a s s u m e r e p e r i c a l c o l i d e i c a r i c h i , s o n o r i p o r t a t i n r l
prospotto l.

Prospetto I - Caratteristichc dci terreni pcr ll calcolo dei carichi

Angolo
Forza peso specifica
di altrito interno
No Nome o descrizione del lerreno
Y
Yt
grudi tetlm. I kN/m'

I Argilla umida comune 12 19,613


Tsrrsno paludoso, torboso (terrcno organico) 1 7o 0 16,671
Argilla plaetica, argilla sabbiosa 1 800 | 7 ,652
Sabbia argillosa ! (
1 800 17,652
Loess, loess argilloro 18 2 roo 20,594
6 Argilla fangosa 20 2 000 r 9 , 6 r3
î, Marna, argilla povora 2loo 20,594
Fango, polvere di roccir 25 I 800 1 7, 6 5 2
Sabbia. non comprsssa (terrcno eabbioso non stabilizzato) J I r 700 16,671
lo Misto di cava di sabbia e ghiaia 33 2 000 19,613
Misto di cava di ghiaia e ciottoli eq
18 , 6 3 3

4.3. Calcolo dell'efietto provocato dai sovraccarichi verticali


Lc lubazioni Por condotle sotto Pîsssione 6 psr fognature urbane stradali, desfinate a €ssere posate Botto strada, de-
vono spssso sopportarc dei sovraccarichi vcrticali Jissi e/o mobili il cui effetto si somma a qucllo delta pressione
interna
(se esiste) e dei carico dovuto al rintorro.

/t.3.'l . Soyrrcc.richi v.rticdl moblli concrntntí

4 . 3 . 1 . 1 . C a r o d c i c o n v o g l it i p o I )

I sovraccarichi verticali mobili conccntrati rgcnti rulta gcncratricc supcriort di un tubo inlr'rrto, dovuti el trtneilo di convogli
tipo, sono calcolati con la formula
Pr": prDg
[+a]
dove: Pr" è il carico verlicalc aulla gcneratrice superiore del tubo, in kg'f/m (kN/m) dovuto ai sovraccarichi mobili
concentrati di convogli tipo;
pY è fa pressionc vcrticale al livcllo dclla gcncralricc srrperioru del tubo, in kgî/mz (kN/mO, dovute ai soyrac-
carichi mobili concontrali, dati nella figura l1 por i satto convogli tipo indicati nel proepetto ll;
D A il diametro .stsrno del tubo, in m;
è il fatiore dinamico dato nel ounto 4.3.1.3.

lse,ú.)

1) Comoclassificatinsl prospenolt.
tN/m2.P, kgf lm2
196,I 34 20 000

LTEHT26

176,521 r8 000 I
T
I
I
I I
I I
I I
rr. LJ

156.907 l6 000

Simbolo Cerico I Sovraccarico

convoglio totalc I dclla ruote


137,294 14 000
HT4s | +S I Z,S
HT38 | 38 | 6.3
HT30 | so | 5,O
HT26 I 26 | 6,5
1 t 7 6 8 0 12 000

Sovraccarico della ruota


Simbolo I Cerico
convoglio I totalc I anteriore posteriore
98.067 0 000
t t r l'

LTl2 | tr I 2,o .l 4,o


LT 6 | o | 1,o | 2.o
LT 3 | 3 | o.5 I I,o
78,454 8 000

58.840 6 000

39,222 4 000

' ro A 1 ?

0,4 1.0 2,O 4,0


H i n m

Fig. t 1 - pressionc verticale py di cui alla formula [4a]. in kg{imz (kN/m2), a livollo della gonoratrice superioro del tubo dovute
a| transito di un convogIio tiPo, in funzione de||,a|tezza H do| rinterro
t .
P r o s p e t t o l l - S o v r a c c a r i c h i e s E r c i t a t id a l l e r u o t e d i c o n v o g l i t i p o l e g g e r i ( L ) e p e s a n t i ( H )

Massa Sovraccarico dellr


Numcro
Simbolo dcl
N. dcgli ruota ant6riorr ruota po3tcriorc
convoglio convoglio
assi
t kgl I kN kgf I rN

I L T 3 3 2 500 4,903 t ooo 9,8O7


z L T 6 6 2 1 000 9,807 2 000 r9,613
o LT 12 12 2 000 r9,613 4 000 39,227
4 HT 26 26 2 6 500 63,744 6 500 63,744
HT 30 30 e 5 000 49,034 5 000 49,O34
o HT 38 38 î 6 2sO 6l,292 6 500 63,744
73.550 ta tE^
7 HT 45 45 J 7 500 7 5co

4.3.1 .2. C:rc di convogli quelsieli

I sovraccarichi verticali mobili concenirati agenti sulla gencralrica supcriorc di un lubo intrtnlo, dovuti al transito dl
un convoglio differente da quetli previsti nel prospctlo ll, possono essere caicolati con la formula

P!": mC6|, [4b]

dove: P : r " è il carico verticale sulla gènoratrice superiorc del tubo, in kg{im (kN/m), dovuto ai sovrzccarichi mobili con'
cantrati di un convoglio qualsiasi;
m à un fatlore empirico che tiene conto delle altîo ruote del convoglio.
. Per una profondità compresa tra 0,6 e 2,O m m à daio dalle relazioni scguenti:
- p e r u n c o n v o g l i oa 2 a s s i : r n : 1,33 + O'31 ,
- p s r u n c o n v o g l i oa 3 a s s i : m : 1 , 5 1 + O,42 D
(D à il diametro esierno del tubo' in m);
)
Cd è il coefficiente di sovraccarico mobile dato nella figura l2;
Pv è il sovraccarico massimo della ruota, in kg.f (kN), del convoglio in qu6stion.:
/ è la lunghezza del tubo, in m, interessata dall'appiicazione del sovraccarico concentrato:
g è il fattore dinamico di cui al punto 4.3.1 .3.

Nota - Per tubi dí lunghezza normale, prcnderc t = | m: per tubi di lunghezza minore di I m, prendere la lunghezza
efleniva.

4.3.1.3. Fattori dintmici

Sono calcoiaii con lc seguenti formulc:


- p€r strad€ e autostrads: q : 1 ! O'3/H t5l
- per ferrovie: g: 1 { O,6lH i6l
dova H è l'altezza dal rintcrro sopra la genoratrice supcriore dol tubo, in m.

Nota - Se il sovraccarico è statico. = 7.


I

4.3.2. Sovraccerichi vctticali di3tribuiti


circolentc
L'€ffetto. su un tubo interrato, di un sovraccarico verticalc mobile distribuito (ad crcmpio trattori a cingoli)
ad una allazza H sopra la goneratrico superiore del iubo.si calcola con la formula

Pua: CaPaDo Í7J

dovc: Pu' à il carico ver{icalc sulla goneratrice euperiore det tubo, in kgfim (N/m);
Cd è il coefficientg di sovraccarico mobile daio nalla figura 12;
9d à I ' i n t e n s i t à d e l s o v r a c c a r i c o m o b i l e d i s t r i b u i l o i n k g fl m z ( k N / m 2 ) ;
D è il diametro estsrno del tubo' in m;
9 è il fattore dinamico di cui al punto 4.3.1'3'

fissi distribuiti, agenti sulla superficie del suolo al di sopra del tubo' de'
Nora - t,effetîo deilvante da sovraccarichi
. ve essere calcolato con la stessa formula. ln questo caso' q)= 1'

4.3.3, Cari@ dowto lllt masn d.ll'lcqu. cont.tutl n.l tubo


urbana s a condizione chc
S i t i e n e c o n t o d o l l a m a s s a d e l l ' a c q u a -c o n l o n u t a n e l t u b o s o l o n e l c a s o d i c o n d o t t e d i f o g n a t u r a
p o s a t o s u a p p o g g i o d i t i p o c ( v e d e r e 5 . 3 ) c o n u n a n g o l o d ' a p p o g g i o d a o a 2 o o .
il tubo sia
In questo caso, si supPone chc la condotta sia piena per i tre quarti'

(sègu.)
ll carico v.ri;c.lè, dovuto.llr masse dcll'acqua, €sèrcil.to 3u un tubo Posato su appoggio di tipo C con un lngolo
d'appoggio cf,: O I 2Ot, ri celcola con Ia formule
P.:59o d2'tn xgt/m ovvsro P.- 3,78f in fN7ln t8l
dove: p, è il carico vcrtictb rul tubo, in hg'f/m ovvoro kN/m, dovulo alla massa dcll'acqur conlonuta;
d a il diemetro intcrno dcl tubo' in m.

I
0,9

0,85

0,8

o,75

0,7

0,65

0.6

n<(

0,5

0,45

0,4

0,35

0,3

o,25

o.2

0,15

0,1

o,05

0
0.5 1 1,5 3 3,5 4 4,5 5
0
Sovra distribuito c0ncentrato
Sovraccarico - L= - I
2H 2H

pa
distribuito

delsuolo
Suoerficie

(carun.ion.
ot+ " +)

Fig. I 2 - Coafficicntc di rovraccarico mobila C6 di cui alls formule [abJ e [7]


5. Condizioní di appoggio e coefficienti di posa
Si considerano i trc tipi normali di appog3io, eon divcrsi angoli di appoggio a (vcderc figura | 3).

îpo B Tipo C

Fig. t3 - Tipi di appoggio

ll carico di rottura a schiacciamento di un tubo posato su un detarminato appoggio à somprc maggiorc dcl carico di
schiacciemento ottsnulo in lsboratorio 2) tra tre generatrici comc è indicato schemalicamentc nella figura 14.

o
I
I
I
^
\ \-/
t \
/ \
) a a
2 2
Fig. 14 - Carico di sciriaccramento ìn funzione degli appoggi

La relazionc tra i carichi di rottura per schiacciamento O, appticato secondo il metodo di laboratorio, e O. provocatr, dai
rintbrro e dai sovraccarichi, è data dalla lormula

Or: tO tni
:a]
dovc: t è il coefficicnte di posa; _:
. Ar à il carico totale di rottura per schiacciarnento P€r offotto dcl rintcrro c dci sovraccarichi agcntí, in fgí#
(kN/m);
A ò il carico di rottura per schiacciamento sccondo il metodo di laboralorio; O A anchc dctto l'cquivalente di
laboratorio del carico di rottura in trincea Or.

I vaiori ompirici doi cocfiicienti di posa ik variano con le condizioni di posa s con il iipo di appoggio; aesi sono incji:ati
nei prospetti lll, lV a V.

5.1. Appoggio di tipo A

Questo lipo di appoggio (vcderc figure l5) con3isto r!3.nzi.lmanic in une culle di calcegtruzzo continur chc sos{icns in
modo uniforme il tubo, La larghezza minima della culla deve essero uguaie al diamatro €stofno dcl tubo più 20 cm;
il suo spessore non dava esssre minore di un quarto del diametro nominale del tubo, senza scendsrs sotto i lO cm.
Un cubo di calcestruzzo non davc pressniarè, dopo 28 giorni, una rcsistenza alla prova di comprcesione minoro di 2OO
rgJlcmz (1,961 kN/cmf.
Inlorno al lubo e fino a 30 cm sopra la sua generatrice supcriore, si comprime, e strati di 15 cm di spessore mas-
simo, un nrateriala di riporto esente da zolle e da pietrB. Sopra, si utilizza un matariale comun6 di riernpimento per
colmare la trirrcaafino al livello richissto.
I coefficienii di posa di cui al prospetto lll dipendono dall'angolo di appoggio con il quale il tubo si appoggia sulla culla.

(s.gva)

2) Vedere UNI 4372 pcr i rubi di amianto-ccmantoa prossionce UNI 534'l par i tubi di anianto-camantoper lognalurs urb.n. stradlli
Dinrensioni in m

Rintarro
con
costipamento
ordinario

E Rinterroco atto esente


cf) a z
o
o

Calcestruzzo

I
(D-r 0,20)
t:
II;

Fig. 15 - .Appoggio di {iPo A

Prospetto lll - Coefficienti di posa per I'appoggio di tipo A

Coefficiente di posa * nalle varie condizioni


di posa s secondo vari tipi di rinterro

Posa in trincsastretta
Angolo Posa in trincoa larga
R a p porto e Posa In lrrnc6a
di apooggio e posa con rinterîo
) di proie:'ione stretta con rinrerro
indefinito
Pi indafinito

:
Cosiipamento Costipamenro
ordinarro ordinario
gtadi

o,85 o o 2,4
2.6 E D
120

5-2. Appoggio di tiPo B


Nel caso di appoggio di tipo. B il fondo dslla trincea o il pieno di fondazione (vedcrc fîgura tB) sono conformeti e culle coo-
centrica che abbraccia il tubo per un angolo ac'
Nella culla cosi formata il tubo deve appoggiare regolarmente e uniformementa con interposizione di uno strato cosfi-
"
oato di sabbia.
ì. :
Dinrensioni in m
c0n c0stipament0
Rinterro o
orriinario
di gradoelevato pr0speiio
(vedere lV)

co

co ato esenie
Rinterro
ria zollee a pietre +
^le

costipata
Sabbia
0,05min.
-
Fig. 16 - Appoggio di tipo B (l " caso) Fig.17 Appoggio di tipo B (2' caso)
(scAuc)
J.- Le figure 17 mortra unr Pos. equivrlentc. ncllr quelc la cultr
à ra.liz:eta nol primo streto di tiporto
Si avvolgc poi il tubo fino a 3c| cm soP.a la rua gcncratrice supcriorc 3.bbioio cortip.to.
o per tutte le 6rghazre dclla trincea.
tcrialc atonte da zolla c da pietre. costiPato pcr strati avvalendori di mr_
di 15 cm. si ricmpir il rcato delte teincsa
o ei rceli::r il rintcrro
volulo con un malcriele ordinario o con dslla tarrs beltuta.
di posa dipendono dal valore dell'engolo a e dalle condizioni
di appoggio; essi rono riportari ncr pro.
:r::r"jtti:"'

Prospetto lV - Coclficicntí di posa per I'appoggio di tipo


B

coefficicnti di posa * neile varie condizioni di posa c sacondo


vrri ripi di rinterro
Angolo
Rspporto Posa in trincoa strrtta a posa in trincse stretta
o l appoggio Posa in trincaa larga c
di proiezionc con rilerro indefinito posa con rintgrro inóefinito
Pi
Coslipamento Costipamento Costipamento
gradi di grado elevsto t o r d in a r i o ordinario

1,6 2,1
90 o,85 2,6 1,9 1tJ
t20 3,O
I Cósfipamcnio ad 9or( del valore ottimare del tenoro in acqua (9o!( proctor normariz:aro).

5.3. Appoggio di tipo C

L'appoggio di tipo C (vedere figura 18) è raccomandato por térreni


normali esenti da zolle, da grosse pieye s de roc-
cia' ll Îubo poggia direttamsnte sul fondo della trincsa, o sui suolo
nalurale quando si tratta di une posa con rinterro
indofinito' La generatrice inferiore dol tubo è in contatto conrinuo
con il oiano di fondazione. In corrispondenza di ognr
giunto del lubo sí crea una nicchis nel piano di fondazroneper
avirare di far sopportaroi tubi dai giuntr. Da ogni lato
della condotta e fino ad una altez:a funzions delf'angolo
, a. si comorim€ un materiale selez,onato.

Rinterroordinario

Rinterroordinario
non cosiipato
(vedere p rospstto
v)

Rinterro
selezionato
costiDato
Fig. 18 - Appoggio di ripo C

ll rintetro ulrto pc? riempirc la trincce o pcr raali::lrc il rinlgr.o indcfinito à coslituiio da ierra ordinaria, compressa o no.
I coefficionti di posa sono riportati nsl prospetto V.

Prospetto V - Coefficienti di posa per I'appoggiodi tipo C

Coefficienti di posa k nelle varie condizioni di posa e sacondo vari tioi


di rintorro
Angolo Posa in ttincoa str6tta c posa in trincoa sl.rstta
Rapporto Pose in trincca larga e posa
di appoggio con rinterio indsfinito
di proiezione con rinrerro ind€finito
Pi
Rinterro orciinario Rinterro ordinario
costipato l?a xx è yy non coslipato lîa xx s yy
Costipsmrnto
gradi di cui alla figura I 8 di cui alla figura I 8
ordinario

o+20* 1,OO 1 D
l , l 1,2
30 o,98 t,l 1,4
60 o,93 1.5 1,2 1,7
, 9 0 o,85 1,3 1.9
120 o,75 t,3 1,9
* Angolo d'appoggio non consigliato.

(scAuo)
6. Coefficienti di sicurezza
6.1. Alcune incarlèzze nei daii di base dci calcoli conducono a ulilizzerc dci cocfficianti di sicurezzr, I ctrichi o3tÈrni io-
tali erb le pressioni idraulicha int6rno, una volta che siano slati calcolati, devono csscra molliplicsli per i coefficionli di
sicurezza. ll prodotto risultante dall'operaziona delermina la classs dsl tubo da utilizzarc,
I diversi coefficienti di sicurezza sono definiti dalle relazioni

o
U: Ir o]
Wk
o
'16:;-;\6
l r1 l
P.
v.: -;- ft, f1 r. t- lJ
P6

dove: p è il coefficiente di sicurazza allo schiacciamento di un lubo sottoposto a un carico estarno, in assen:a di
pressione idraulica intorna;
v6 è il coefficiente di sicurezza allo schiacciamento quando una pressione ìdraulica inicrnap. agiscc simultlnce-
mente a un carico esterno Oa;
. vz à i l c o e f f i c i e n t e - d is i c u r s z : a a l l o s c o o o i o o u a n d o u n c a r i c o e s i e r n o O Î è a p p l i c a t o s i m u l i a n e a m e n t o a u n a
pressione icirauiica inisrna ps;
O è il carico di rotttri'a del tubo pcr schiacciamanto ottenuto in laboratorio (,.dcra nota del punto 5);
Or è i l c a r i c o e s t e r n o t o t a l e d i s c h i a c c i a m e n t o a g È n t s s u l l u b o i n t e r r a l o e c o r n g r e n d è n t ei l c a r i c o d o v u l o a l
rinlerro, al sovraccarico derivanre dal trafíico e, se nacessario, alla massa de!l'acqua contenuta nel tubo
( v e d e r e4 . 3 . 3 ) ;
Ps è la pressione idraulica di scoppio d6l tubo ottanuta in laboratorio (vedarc UNI 4372);
Pc è l a p r e s s i o n eì d r a u l i c a d i e s e r c i z i o ;
t è il coofficienie di posa;
'l
i ,,o:
l.1 - - :%: è un coefficiente minore di l, che esprime I'influenza della pressions idraulica intErna sulla
I 'V ' s
/ resistenza del tubo ai carico ovali:,:anie, secondo la teoria di Schlick sugli sforzi combinati;
/ o. \2
î ;' ': 1 - l-+l a u n c o e f í i c i e n t e m i n o r e d i l , c h e e s p r i m a , l l i n f l u e n z a d e l c a r i c o : o v a l i z z a n t es u l l a r e s i s t e n z a
\. kO / del tubo alla pressione idraulica interna, seèondo la teoria cii Schtick sugii sforzi combinati.

6.2. ll cosfficiente di sicurezza raccomandato per i tubi in assenza dr pressione interna, gualunque sia il loro ciiamotfo, à:

- 1,3
t.

I coefficicnlí di sicurezza raccomandati pcr i lubi con pressione inlorna sottoPosti a sforzi combinati, eono i seg'uenli in
funzione dei diametri internt:
- da I 753) a 2OO mm vd :2'5 u.4): 3'5
- oa 25O a 5OO mm vd: 2'5 v.4) - 3,o
- cia 600 a l OOO mm ., - ó <
vr4): 3,o per ciassi J ?,5 " vr{): 2,5 per classi ) 7,5

7. Procedimento per la scelta'della classe adatta dei tubi per fognature urbane
stradaii (senza pressione interna)
7.1. Dati necessari

1) Diametro interno d cjel tubo e suo diamctro estsîno D aPProssl'mativo


2) Condizionidi posa della tubazione (vederaligure 2,3,4,7,9 e 10)
3) Altezza H del rinierro sopra la generatrice superioro del tubo
4) Larghezza I dello scavo, quando il tubo è Posaio in trincee strotta
5) Rapporto di proiezione pi" pí, se il tubo è poseto div€rsamenta cho in irinc.. strstta
6) Tipo di terreno usato per il rintarro (vodare ProsPotto l)
7) Tasso di assestamento t' sa il lubo è pasato diversamente che in trincea sîratta
8) Vaiore dei sovraccarichi mobili conccntrati o ciistribuiti (vedare prospetto ll)

7.2. Sviluppo del calcolo del carico ovalizzante agente sulla generatrice superiore del tubo

2,2.1. Secondo la condizioni di posa (dato 2), scegiiere la formuia opporluna per calcolare'ilcarico dovúlo al rinterro (formule
ttl, L2l o [3]).
7 .2.2. Nef caso di posaìn trincaa str€tta, calcolarc il rapporto Hf I parlando dai dati 2, 3 e 4 e dslorminarl il vclore eppropriato dcl
. coefficiente di carico Cs partendo dalla figura 5 per il fipo di ierreno usato por il rinterro (dato 6).

7.2.g. Nef caso di pgsa in rrincea larga o con rintcrro indefinito, calcolare il ripporro HID ulilizzando i dati 1 r 2 c celcolrrc
it pîodottopirr partsndo dai dati 5 e 7, Nella figura 6, cercare ìl valorà dí C" corrispondente ai valori calcolati di HID c di
Pjtr.
/segue)

? r t tubi di diamofrú inrgrno minore di 175 mm dcvono essors provati in conformita alta UNI 4372 pol quanlo concerna la rasistanrrrflassiorralonghu'
dilJie. Ouesra relisîen:a a flossiong derarmina gia spassori di parore tali da dispansare dll lÈnsr conto dai carichi ovalizranti.
4) I coefficienri di sicursza rclarivi alla pressione idraulica intarna, quando quosta a combrnata con un carrco ovali-anls. langono cooto dd norrneli colpi
d'arietc in condotta.
7.2.4. Nef caso di posa in trincca aotto rintsrro:ndcfinito, calcolarc il rapporto HIB gtlando dai dati 2,3 c 4. Nclh figure g,
cèrcaic il valors di Cn corrispondcnte ai vatori di HiB,pi (dato 5) o r. (dsto Z).

7.2.5, Calcolare il carico dovuto al rinterro con la formule Bcelta (vedere 7.2.1) usando il cosfficiente di cerico trovato (vc-
d e r e 7 . 2 . 2 , 7 . 2 . 3 o 7 . 2 . 4 ) , i d a t i r o l a t i v ai D o B e l a f o r z a p e s o e p e c i f i c a d e l r i n t e r r o p a r t s n d o d a pl r o s p e t t o l , r n
funzione dal dato 6.

7.2.6. Calcolare il carico dovuto al sovraccarico mobile con le fornula [aa] o [+b] nol caso di sovrrccarichi conccntreli o con
la formula [7] nel caso di sovraccarichi distribuiti.

7.2.7, Trovare il carico totala agonto O. sommando il carico dovuto al rintsrro e ouello dovuto el sovraccarico. Se il tubo
A Posato 9u appoggio di iipo C con un angolo da O a 2Oo (vcdera 5.3), aggiungere ii carico dovuto alla massa dall'
acqua contenuta nel tubo come indicato al punto 4.3.3.

7,2.A. Docidere il tipo d'appoggio possibile o piir economico nello condizioni di posa considerate per la condotta.

7.3. Scelta della classe


Usars la formula [1O], introdurvi il vaiore calcolato per 01, il coefficionto di sicurezza u,. raccomandato al punto 6.2r.o
considerare un carto vaiore per il coefficiente di posa t, in funzione dol modo di posa, indi calcolare il valore di Q.
i
,/ Scegliare, nella UNI 5341, la ciasse del tubo piir vicina la cui resistanza allo schiacciamento non sia minore di O.
lntrodurro al posto di O nella formula Il O] il valore del carico di schiacciamento della classe scelta a veriíicare il coefficients
di gicurszza effettivo. O.ueslo non deve essare minore di quello riportato nel punto 6.2.
Q u a l o r a l a v e r i f i c a d e l c o e f f i c i o n t e d i s i c u r e z z a n o n r i s u l t a s s e s o d c i i s f a c c n t e ,o c c o r r s r i c o r r e r e a d u n a c l a s s e d i t u b o s u -
periore e/o adottare un diverso modo di posa che fornisca un maggiore coefficiente di posa *.

8. Procedimento per la scelta della ctasse adatta dei tubi per condotte in pressiorie
8.1. Generalità
I tubi con pressione inferna devono rcsistere simultaneamsnto all'azione della pressione sle3ll a e quclla dei carichi
ovalizzanli. Queste due azioni si influenzano reciprocamènte per quanto riguarda il comportamento msccanico det tubo.
Fe' esprimara la ralazione tra la prassions intarna F ed il carico di schiacciamsnto d quando agiscono contomporanoamantò
neira sezione di rottura del iubo è stata adottata la formula di Schlick:

ó:ole
oPPure [t3]
r /6\4
F:p,lr-{*l I
L \ g / J
dovs: O A il carico estcrno rpplicato conformcmsnte alla UNI 4372 s UNI 5341, che provoca h rottsra per schiac-
ciemento del tubo in assenzadi pressione interna;
d a il carico ostorno applicalo come sopra, che provoca le rcttura per schiacciamenlo del tubo quando agi-
sco contemporanearn€ntè ad una prassione interna F;
'P f è l a p r e s s i o n e i d r a u l i c a i n t e r n a c h e p r o v o c a l a r o t t u r a p e r s c o p p i o d e l t u b o i n a s s o n z ad i c a r i c o o s t e r n o , q u a n d o
è provato contormementa alla UNI 4372;
è la pressiono idraulica intorna che pfovoca la rotture par scoppio dcl tubo quando è provato como sopra
o agisce contèmporansamenie ad un carico di schiacciamento Ó.

Coefficienti di sicurezza e formule di verifica


La dsfinizione dsi coefficionti di sicurezza in materia di schiacciamonto o di ecoppio sotlo l'azione di gfotzí combinati A
dala al punto 6, l-valori raccomandati per questi cosfficienti di sicurezza sono riportali al punto 6.3.
lnoltre per ogni diametro e per ogni classe si conoscono i valori della pressione di scoppio P, e del carico di schiac-
ciamento O: essi eono riportati nel prospetto Vl.
Al punto 5 sono indicati i coefficienli di posa rk.
T s n u t o c o n t o q u i n d i d e i c o e f f i c i e n t i d i s i c u r e z z , ae d e l c o c f f i c i e n t o d i p o s a l e d u e f o r m u l c [ 1 3 ] d i v s n g o n o :

n.-Li'-(#)1 ll4l

o.:fre Ir 5]
(seguo)
dova: Q ò il cerico ovaliz:rnlc totelc rgcntc cul tubo itllrrreto;
P. ò le prcrsionc idraulicr d'cccrcizid nal tubo'
Noti oj c p. lc formulc [la] c ['l 5] conscntono di verificers i cocfficienti di ricurcz:r'

8.3. Uso delle lormulc


8.3.1 . Drti ncc.r$ri
il calcolo dcl carico ovalizzento agcntc aul iubo. lnollÎG birognr
Gli stcsgi dati cti cui rl punto 7.1 rono richiegti pcr
conolcrro|aprclaioneidreu|icad.egerciziop.rcui|rcondott|òdactinata.
gcneratrlcr tuprfiof' d'l tubo
g.3.2. Svilugpo dd cdCOlOdrl crrico oYallzrlnta aglnt. rulh
lf metodo di crlcolo à identico a qucllo riPortato al gunlo7'2'

8.3.3. Vlrificr dclll clar:c pruecltr


clessa in funziona della prluionc idnulice d'crcrcizio (vedcrc UNI 4372'
g.3.3.1. Scegliore, in prima approssimarionc, h
ounti 2.4 c 8)'

8.3.3.2. Calcolaro il carico totele Oa comc indicato 8l PÚnto 7'2'


partendo dai proapctti
g.3.3.g. Sccglicrc un tipo di appoggio opportuno ad il valore aPProPriato del coefficicntc di posa t
tll, lV o V.
e dcl cgrico di schiacciamento o cha corrispondono'
g.3,3.4, Leggere nol ProEPottOVt i valori dclla pressione di scoppio P'
per il diametro in cgamo, alla classe prescelta'
chc:
g.3.3.5. lntrodurrc nella formuta [15] i valori di o* t. a, p., Pt c vcrifîcarc

t
"o-f lF-a-"'' '
[ 15 ' ]

ri dovrà adottarc le ctaaec imncdiatemcntc rupcriorc a riPrlaE


eualora quoata condizionc non risultasse soddiafatta,
1
p". """" la verifica.
, ,/ vcrificara con la formula [14] che:
oualora la condizione [15'] fosse soddisfatta,

"--+t'-(*)1 [14']

sia vr > 3,5 pcr i diametri da I 75o) a 2OO mm


vr > 3,O Per i diamotri da 25O a 5OO mm
". > S'O per i diametri da 600 a t OOO mm (classi 5 7'5)
ut > Z.S per i diametri da 600 e 1 OOO mm (classi > 7'5)

3 eualora talo condizione non risultasse soddisfattc,


eualora le verifica non risultasse soddisfacsnte
si devo sdottare le classe immodistament' suporiorr'
p€r uno o per entrambi i coefficienti di sicurczza oi può riconrÈ' .nzichó
modo di posa che fornisca un maggior coafficionie di posa t'
ed una clesgc superiorc, ad un divcrso

9. Riferimenti bibliografici
pcr la rsdazionedella 3oguentenorma si ò fatto ÎifaÎimcnlo si sc8'uantidocumonti:
per condotte in pressione
UNf 4372 - Tubi e giunti di amianto'cemento
UN|5341-Tubi,giuntiencco|didiamianto.cementope|lognaturcu|banestndali
|So/Rl60.fuyauxensmiante.cimentpou|canalisationssouspression
pouf téscdux d'asstinissemcnt
rsoin eer - f uyaux, ioints et nccords en amiante-ciment
- Guide en yue du choix des tuyaux pou canalisationsen amiante-ciment soumis a des charges cxtérieures avec
lso 2795
ou sans Pressionintérieure
DIN4033.EntwàsserungskanàteUnd.leitungenausvorge|Cftig|tcnBohrcn
' Concretepipe laying design
AUSTRALIAN STANDARD CA 33 pipe
AWWA (Amorican Watar Works Association) H 2 - standard practicelor the selection of asbestos'cementwater
- Tubos de asbesto cemento parc conducción de fluldos a Nesión. Comisión Panamcrictnr
COPANT, RecomendaciónR 292
de Normas Tecnicas
con appoggio continuo su culla di sostegno- Prcve su tubi Elcrnit. Anneli
Casati E. - Sulla rcsistenzadi tubi per condotle forzate
- faac' 4'
doi LL.PP. gia Giornaledel Genio Civite Anno 1934'
per condotta londta tflondati nc! suolo. Atti soc' scicnzr t L'ttù'
caseti E. - ll carico di sicurezza dei tubi di cemento-amianto
-
re - Genova Vol. lV, fasc' l l ( 1 9 3 9 )
- The designof buried,pipetines.Building ResearchStation, Depertmcntof Scicnlilic and Indu-
ctarkc, W. B. e young, o. C.
strial Research,London (l 963)
on the loads imposed on rigid undarground conduits' Thc lnstitu-
clarke, 8., N.W.B. - The wide lricnch condition snd ìts eÍfcct
tion of Civil Enginoers,Paper no 6688, London (l 963)
Ver|ag, Ber|in (1 968)
Hiinerbcrg, K.. Handbuch fúr Asbestzementohre.Springcr
Bauvorlag wiosbaden, Bcrlin (1 961)
Roske - Betonrohre, Eelastungund Tragfàhigkelf.
- Bruchsicharhait von Rohrleitungen in parattelwàndigen Grà.ben' Inot' filr sicdlungswercrvirtschafl dcr
Wotzorke IJeber dic
Techn. HochschuleHannovcr
thc líght of latest cxpcimcnts. Bullctin n' 96 - Jora Stetc col'
Marston A. - The theoty of extemal loads on crosed conduits in
legc (l 93O)
lnd gas service.Bulletin n' 146' Jowa State Collcge (l 94O)
schlick, w. J. - Supporting stength of cast-ircnpiPe fot water
(scau.)

6) Vcdcrc nora 3.