Sei sulla pagina 1di 6

Viscosimetro

Michael Pasquini, Luca Guglielmi, Yan Xuanye

1 giugno 2019

1 Abstract
Con il seguente esperimento si puntava a misurare la viscosità di un liquido, in particolare la glicerina
(pura al 99%) osservandone la dipendenza dalla temperatura.
kg kg
Si è arrivati a misurare due valori pari a (0, 93 ± 0, 03) ms e (0, 99 ± 0, 03) ms .

2 Introduzione
La viscosità è una grandezza macroscopica che misura la resistenza che un uido oppone allo scorrimento
di un corpo al suo interno. A livello microscopico è correlata all'attrito tra le molecole del uido.
kg
Il valore atteso per la glicerina al 99% alla temperatura di 20◦ C è di 1, 15 ms , basandosi sulla table 17
viscosity of acqueous glycerol solutions fornita sulle slide.

3 Metodo sperimentale
3.1 Apparato strumentale

• Calibro(0,01 mm)
• Micrometro (0,01 mm)
• Righello (1 mm)
• Bilancia (0,001 g)
• 16 sferette (4 per tipo, 3 in metallo e una in plastica)

• un cilindro di plastica trasparente pieno di glicerina

• camera CCD

• programma di acquisizione dati Perrin-IMAQ

• programma di analisi dati Perrin-Analyzer

• cronometro (0,01 s)
• cilindro di vetro graduato (1 ml)

3.2 Svolgimento

L'esperimento consiste nello studio del moto di 4 tipi di sferette all'interno della glicerina. Misurandone
la velocità di caduta (v ), la densità (ρs ) ed il raggio (r ), conoscendo anche la densità del uido (ρf ) si
riesce, applicando la legge di Stokes, ad ottenerne la viscosità (η ).

2(ρs − ρf )gr2
= ηv (1)
9
La misura della velocità di caduta è stata eseguita contemporaneamente con due modalità dierenti, sia
manualmente attraverso l'acquisizione del tempo di caduta con il cronometro, sia sfruttando il programma
di acquisizione che analizzava frame per frame il moto delle sferette.
Per prima cosa sono stati misurati i diametri dei 4 tipi di sferette con il micrometro, e la massa rispettiva
con la bilancia di precisione. Nella misurazione della massa per diminuirne l'errore associato, le sferette

1
dello stesso tipo sono state pesate insieme, dividendo poi il risultato per 4.
Per ricavare il valore della densità della glicerina si è misurata la massa di glicerina contenuta in un
cilindro graduato, come dierenza tra la massa di cilindro più glicerina e la massa del cilindro vuoto,
dividendola per il rispettivo volume ricavato grazie alla scala graduata del cilindro.
Abbiamo eettuato 16 misurazioni del moto di caduta delle sferette. Per la misurazione manuale con il
cronometro si è sfruttata la distanza ssata tra due pezzi di scotch pari a (18, 1 ± 0, 1)cm misurata con
il righello.
Contemporaneamente si è utilizzato il programma collegato alla camera, acquisendo 10 frame al secondo
durante l'intera la caduta di ciascuna sferetta.
Sia le velocità nali manuali sia di quella acquisita con il programma, sono state corrette per tenere conto
delle dimensioni nite del cilindro utilizzato, attraverso la seguente formula.

r
vcorretto = v(1 + 2, 4 ) (2)
R
Dove r è il raggio della sferetta e R è il raggio del cilindro.
Si calcola poi la variabile β derivante dall'equazione (1), costante per ogni tipo di sferetta, la quale si
utilizzerà poi per vericare la correlazione lineare con la velocità.

2(ρs − ρf )gr2
β= (3)
9
Si è poi calcolato manualmente il coeciente angolare delle rette relative ai t fatti sulle due tipologie
di esperimento, con il relativo errore, ottenendo così le due misure della viscosità (4) e (5). Si sono poi
riportati i due t ottenuti mediante l'utilizzo di ROOT, con le relative pendenze e Chi quadro calcolati
dal programma stesso.

4 Risultati
4.1 Acquisizione dati

Le misure relative al diametro, eseguite con il micrometro, e alla massa delle sfere, eseguita con la bilancia,
sono riportate nella seguente tabella.

Tabella 1: Diametri e masse delle sfere

Tipologia sfera Diametro medio (mm) Massa media (mg)


bianca 5, 97 ± 0, 01 204, 5 ± 0, 3
metallica grande 3, 00 ± 0, 01 110, 3 ± 0, 3
metallica media 1, 99 ± 0, 01 32, 8 ± 0, 3
metallica piccola 1, 49 ± 0, 01 13, 8 ± 0, 3

Si è poi misurata la massa del contenitore cilindrico contenente glicerina, pari a (505 ± 1)g , la massa
del contenitore è invece stata fornita dal tecnico di laboratorio, (225 ± 1)g .Si è ricavato il volume della
glicerina attraverso il cilindro graduato, pari a (224 ± 1)ml.
In seguito sono riportati i dati inerenti alle misurazioni dei tempi (4 misure per tipologia di sferetta),
svolte manualmente utilizzando un cronometro. L'incertezza su tali misure è pari a 0, 01s, la sensibilità
del cronometro adoperato.

Tabella 2: Tempi di caduta

Tipologia sfera t1 (s) t2 (s) t3 (s) t4 (s)


bianca 17,3 17,16 16,34 15,77
metallica grande 5,23 5,35 5,41 5,48
metallica media 11,46 11,53 11,41 11,13
metallica piccola 19,83 19,87 19,92 19,73

2
Si è poi misurata la distanza tra i due traguardi di Scotch lungo i quali sono stati misurati i tempi di
caduta con l'uso del righello, (0, 181 ± 0, 001)m.
Per il secondo metodo di misura sono stati raccolti i dati forniti dal programma Perrin-IMAQ, spazio
percorso (misurato in px) e tempo impiegato (misurato in s), in dei le EXCEL.

4.2 Elaborazione dati


4 d 2
Dividendo poi le misure della massa media e del volume, ricavato usando il diametro (
3 π( 2 ) ), si è cal-
colata la densità media di ogni tipo di sferetta, di seguito sono riportate le misure convertite in unità SI.

Tabella 3: Densità sfere

Tipologia sfera ρs (kg/m3 )


bianca (1, 841 ± 0, 012) · 103
metallica grande (7, 84 ± 0, 10) · 103
metallica media (7, 94 ± 0, 18) · 103
metallica piccola (7, 9 ± 0, 3) · 103

Sottraendo la massa di uido più contenitore alla massa del contenitore stesso, si è ottenuta così la massa
netta di glicerina (280 ± 2)g . La densità del uido è stata poi calcolata dividendo la massa con il volume
kg
ricavato, ottenendo così un valore pari a (1, 25 ± 0, 01) · 103 m3.

Le velocità per ogni di sferetta sono state calcolate dividendo la distanza tra i traguardi per il tempi
impiegati, calcolandone poi la media per ogni tipologia di sferetta, nella seguente tabella sono riportate
le velocità medie, poi quelle corrette mediante la (2) con l'errore associato.

Tabella 4: Velocità medie e corrette, esperimento manuale

Tipologia sfera vmedia (m/s) vcorretta (m/s)


bianca 0,0109 (0, 0116 ± 0, 0001)
metallica grande 0,0337 (0, 0348 ± 0, 0003)
metallica media 0,0159 (0, 0162 ± 0, 0001)
metallica piccola 0,0091 (0, 0093 ± 0, 0001)

Per la seconda parte dell'esperimento è stato fatto un t lineare sui primi 30 valori di spazio e tempo
con EXCEL per ognuna delle 16 misurazioni, riportando il coeciente angolare; il quale rappresenta la
velocità della sferetta in px/s, successivamente convertita in m/s.
Il fattore usato per la conversione è stato ricavato visualizzando con la camera un intervallo di 10cm
e utilizzando il programma per osservare a quanti pixel corrispondesse sullo schermo , trovando così il
valore di (1, 76 ± 0, 18) · 10−4 px
m
.
La seguente tabella riporta la media (calcolata per i diversi tipi di sfere) delle velocità, poi corrette con
la formula (2).

Tabella 5: Velocità corretta esperimento con programma

Tipologia sfera vcorretta (m/s)


bianca (0, 0103 ± 0, 0003)
metallica grande (0, 0324 ± 0, 0009)
metallica media (0, 0145 ± 0, 0004)
metallica piccola (0, 0085 ± 0, 0002)

I seguenti valori di β sono stati calcolati a partire dalla formula (2), validi per entrambe le tipologie di
esperimento.

3
Tabella 6: Valori di beta

Tipologia sfera β(kg/s2 )


bianca (0, 0115 ± 0, 0005)
metallica grande (0, 0322 ± 0, 0007)
metallica media (0, 0144 ± 0, 0005)
metallica piccola (0, 0081 ± 0, 0004)

Con i dati ottenuti si è riusciti ad eettuare il t lineare tra la vcorretta e β con ROOT (Figura 1, Figura
2), calcolando poi manualmente i coecienti angolari delle rette, e relativo errore, si ottengono i due
valori di η.
kg
ηmanuale = (0, 93 ± 0, 03) (4)
ms
kg
ηprogramma = (0, 99 ± 0, 03) (5)
ms

5 Conclusioni
kg kg
I risultati nale trovati per la viscosità della glicerina (0, 93 ± 0, 03) ms e (0, 99 ± 0, 03) ms , sono entrambi
in disaccordo con il valore atteso, probabilmente a causa di un errore sistematico nella misura della
temperatura, la quale fa variare anche di molto il valore atteso di viscosità.

Figura 1: Fit della misura manuale (le incertezze sulla velocità sono riportate nella Tabella 4)

4
Figura 2: Fit della misura con il programma

Figura 3: Fit quadratico di temperatura e vscosità della glicerina (99%)

6 Appendici
Le forze che agiscono su un oggeto che cade all'interno di un uido sono tre: il suo peso FG (), la forza di
Archimede FA () e la forza di attrito viscoso FV (). Si indicano con pedice s i dati riferiti alle sferette e
con f quelli riferiti al uido:

4
FG = π rs3 ρs g (6)
3
4
FA = − π rs3 ρf g (7)
3

La forza di attrito viscoso dipende invece dalla velocità, e cresce al passare del tempo, nelle approssima-

5
zioni di corpo sferico moto laminare e dimensioni innite del recipiente, secondo la legge di Stokes:

FV = −6π η r v (8)

La forza totale agente sulla sferetta è Ftot = FG + FA + FV ; la sferetta presenta quindi un moto di caduta
accelerato, no a quando Ftot = 0, ovvero quando la sferretta raggiunge la cosiddetta velocità di regime
e da quel momento prosegue di moto rettilineo uniforme. Da questi ragionamenti si riesce a ricavare
l'equazione (2) per β, dove β rappresenta il prodotto ηv .

L'equazione del moto di caduta di un oggetto in un uido viscoso, ottenuta ponendo Ftot = ms a(t)
è data dalla seguente:
4 3
πr (ρs − ρf )g − 6πη rs v(t) = ms a(t) (9)
3 s

Risolvendo analiticamente l'equazione dierenziale () si è ottenuta la legge per la velocità () e con un


ulteriore integrazione quella per lo spazio percorso () in funzione del tempo:

2 rs2 (ρs − ρf ) g
   
6πη rs
v(t) = − exp − t −1 (10)
9 η ms

2 rs2 (ρs − ρf ) g
   
ms 6πη rs 1 rs (ρs − ρf )g
s(t) = − − exp − t −t − (11)
9 η 6πη rs m 27 πη 2 ms

Gracando la velocità v(t) in funzione dello spazio s(t) si è ottenuto il risultato cercato, come mo-
strato dal graco () ovvero che la sferetta raggiunge la velocità di regime in pochissimi millimetri dal
contatto con la superce, e questo conferma la consistenza della misura della velocità presa a partire da
un traguardo posizionato diversi centimetri sotto la superce del liquido.

7 Bibliograa
[1] M.Cuani https://iol.unibo.it/mod/resource/view.php?id=205972
[2] P. Fornasini "The Uncertainty in Physical Measurements"; Springer (2008)
[3] W.H. Gibson e L.M. Jacobs, J. Chem. Soc., 117(1920)473