Sei sulla pagina 1di 2

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA

A.S 2015-2016

Responsabile del Progetto: prof.ssa Giuseppina Carluccio


Durata del Progetto: 10 incontri
Titolo del progetto UN MONDO DI MUSICA

Situazione iniziale (Input): eventuali esperienze musicali condotte nei precedenti anni scolastici
per quanto riguarda il gruppo grandi e mezzani.

Destinatari: bambini di tre, quattro e cinque anni.

OBIETTIVI
-approfondire lo studio della gestualità corporea collegata alla musica
-sviluppare la percezione dei suoni e dei rumori che ci circondano
-educare alla produzione di suoni con la voce e con l’utilizzo di strumenti.
-facilitare il coinvolgimento personale nell’esperienza musicale
-sviluppare abilità musicali diversificate
-sviluppare la consapevolezza musicale
-assorbire un vocabolario musicale di base

CONTENUTI
-ascolto, analisi e rappresentazione del linguaggio musicale
-svolgimento di giochi finalizzati e coordinati
-respirazione e postura corrette
-correlazione fra significanti musicali e verbali
-introduzione graduale della grammatica musicale
-l’esecuzione/esibizione come momento di condivisione

DESCRIZIONE
Si tratta di un gioco scenico che si svolge lungo uno sviluppo narrativo durante il quale vengono
introdotti gli elementi del linguaggio musicale. La storia aiuta a decodificare i fatti e gli eventi, a
dare una rappresentazione e un significato alle cose e alle vicende. Il suo utilizzo consente al
bambino di vivere esperienze affettivamente significative, e che gli consentono di muoversi in un
territorio a lui familiare perché esiste continuità delle esperienze.
Le esperienze e le azioni dei personaggi hanno uno specifico obiettivo: risolvere un “problema”,
cioè trovare una soluzione funzionale ad un quesito dettagliatamente specificato. I bambini
vengono indotti a riutilizzare esperienze passate e a formulare ipotesi futuro allo scopo di ottenere
qualcosa di positivo, di “buono”, che dal contesto narrativo della storia si espande all’elemento
della grammatica musicale ad esso legato e che viene vissuto come piacere di fare musica, di
avere in mano uno strumento operativo che renderà ancora più efficace e quindi gratificante per
esprimersi mediante il linguaggio musicale.
Il gioco scenico è originale e viene appositamente elaborato per il presente progetto.

METODOLOGIA
Non ci si baserà su un metodo unico ma su un sistema di approcci integrato in cui varie
metodologie didattiche per l’apprendimento della musica in età infantile (Kodaly, Orff, Dalcroze…)
vengono accolte senza che nessuna di esse vada a conferire un’impronta più marcata delle altre, in
modo da mantenere la massima flessibilità ed offrire opportunità diversificate in cui ogni bambino
possa trovare la più consona al proprio stile di apprendimento.
Si terrà sempre conto del fatto che l’apprendimento funziona al massimo regime se è operativo,
poiché quando gli allievi riescono ad associare un qualche tipo di memoria fisica all’evento-lezione
la risultanza è un forte legame con la componente affettiva. Inoltre si darà modo ai bambini di
“usare” sé stessi in svariate modalità espressive – vocale, manuale, mimica, gestuale…