Sei sulla pagina 1di 78

Questa è la fine di THE WALKING DEAD. Ecco... è tutto finito... abbiamo finito.

Sono sicuro che hai un milione di domande... e sono sicuro che ti senti emozionato come
lo siamo noi... se non di più. Sono assolutamente disposto a scommettere che alcuni di
voi sono arrabbiati per questo. Lo capisco... voglio dire... perché' non abbiamo
annunciato questo in modo tale che i fans avrebbero avuto un po' di tempo per
prepararsi?

Be'... personalmente... odio sapere cosa accadrà. Come fan, odio quando mi rendo conto
di essere nel terzo atto di un film e la storia sta per finire. Odio poter contare le
interruzioni pubblicitarie e sapere che mi sto per avvicinare alla fine di uno show
televisivo. Odio che tu possa sentire quando arrivi alla fine di un libro o di un fumetto.

Alcuni dei migliori episodi di GAMES OF THRONES sono strutturati alla perfezione in
modo che la tua mente non possa capire se lo stai guardando da 15 minuti o da 50 e
quando sta per arrivare il finale... resti stupito.

Adoro i film lunghi proprio per questo motivo. Perdi la cognizione del tempo perché' sei
convinto che resterai lì per molto ancora ma la storia prosegue con un ritmo così
divertente e coinvolgente che nel momento in cui il film finisce non puoi credere che sia
già finito. E invece, sorpresa, è finito!

Tutto quello che ho fatto, tutto ciò che un creatore può davvero fare... è creare storie su
misura per intrattenere se stessi e sperare che il pubblico si senta allo stesso modo.
Questo è tutto ciò che ho sempre fatto... e sembra aver funzionato la maggior parte delle
volte.

THE WALKING DEAD e' sempre stato concepito sul fattore sorpresa. Non sapendo cosa
sarebbe accaduto sfogliando le pagine, chi sarebbe morto, e come... E' stato essenziale
per il successo di questa serie. La linfa vitale che ha continuato a scorrere per tutti
questi anni ma mantenendo le persone coinvolte.

Semplicemente mi sembrava sbagliato e contro la natura stessa di questa serie non


rendere la fine cosi' sorprendente come e' stato per tutte le grandi morti... da Shane fino
a Rick.

Ad essere onesti sembrava essere una buona idea all'epoca, ma ora che siamo giunti qui
e la serie e' finita, ci sto ripensando. Non tanto dal farmi pensare di cambiare il corso
degli eventi... sarebbe comunque impossibile da realizzare, ma... e' possibile per quanto
voglia ammetterlo, che provo sinceramente un senso di rammarico per tutto questo folle
piano.

Voglio che capiate che cosa e' successo, voglio che capiate perche', e' stato possibile.
Credo che meritiate almeno questo. Quindi tolgo via la maschera in qualche modo...
anche se di solito provo a non farlo. Giunti alla fine di questa serie... ecco in pratica
come ci siamo arrivati.

All'inizio del 2015, Charlie Adlard consegno' la copertina per il volume numero 142.
Aveva seguito le mie indicazioni, dal mostrare persone felici alla fiera di Alexandria, alle
bancarelle, al commercio... una scena di un ritorno alla civiltà, e lui ha reso a meraviglia
il concetto. Era una cover diversa da tutto cio' che c'era stato prima. Per me, e' stato un
reale punto di svolta per tutta la serie.
Il punto e'... questo e' accaduto piu' di quattro anni fa... ma conoscevo praticamente ogni
aspetto della storia che sarebbe accaduto fino a questo numero finale. Un paio di anni
prima, intorno al 2013, avevo persino detto a Charlie al Comic-Con di San Diego quale
fosse l'idea di questo ultimo numero. Gli ho rivelato come sarebbe finita la storia con
Carl che stava leggendo a sua figlia un libro di racconti sulle gesta di Rick, ma non
sapevo esattamente in quale pubblicazione sarebbe finita questa storia, conoscevo la
fine ma non sapevo quando sarebbe accaduta ho pensato da qualche parte dopo il
numero 300. Come ho detto pubblicamente... ho sempre voluto raggiungere quel
numero, quel grosso numero tondo, che tutti i pazzi creatori di fumetti provano a
raggiungere.
Ma quando ho visto la copertina del numero 142... mi son detto: “Oh, cavolo, siamo gia'
qui in fiera! Il Commonwealth e' dietro l'angolo... e... oh Dio... non c'e' modo di farlo
arrivare al numero 300.” Era la prima volta che mi rendevo conto che non avevo
abbastanza storia per arrivarci. Non sapevo esattamente per quanto tempo avremmo
combattuto contro i sussurratori o quanto tempo avremmo trascorso al Commonwealth
prima che Rick morisse... ma sapevo che l'intera storia non sarebbe durata altri 159
volumi.

Ho iniziato a pensarci... cercando di capire per quanto altro tempo sarebbero andate
avanti le cose... mi sono reso conto... che avevo circa 50 volumi prima di arrivare al
finale. Devo sempre tenere a mente il formato delle edizioni. Pubblichiamo compendium
di 48 volumi (che sono molto popolari, sono il nostro formato piu' popolare), sarebbe
stato davvero irresponsabile terminare questa serie in modo che i lettori dei
compendium avrebbero dovuto comprare un altro tipo di formato per finire la serie.
Quindi ero molto felice che tutto si fosse incastrato con la chiusura della storia con il
quarto compendium.

Ma non ero abbastanza sicuro che fosse giunto il momento di concludere la storia.

Adoro scrivere questa serie. E' stato il sogno della mia vita. Quindi quando ho realizzato
questa cosa... la mia prima reazione e' stata, “be' ho solo bisogno di inventare piu'
storie”. Ho anche trascorso alcune settimane cercando di tirar fuori una nuova trama,
nuove deviazioni per spingere il finale che avevo in mente per andare avanti... per un
po', forse anche per un bel po'... un compendium in piu' forse due.

E... di nuovo, buttando giu' la maschera... questo era gia successo. Avevo gia' scartato un
finale programmato per continuare la serie. Si... questa e' una esclusiva che non ho mai
rivelato a nessuno.

Cambiamo argomento per un momento. Quando la storia e' giunta ad Alexandria nel
volume numero 72, le cose dovevano procedere nel modo in cui piu' o meno sono andate;
Rick e il suo gruppo avrebbero avuto problemi ad adattarsi dopo tutto quello che
avevano affrontato. E questo avrebbe portato ad un conflitto all'interno di Alexandria,
questo avrebbe portato Rick alla fine a prendere il sopravvento. La trama del volume
intolato: NO WAY OUT (NESSUNA VIA D'USCITA) si conclude con Rick che proclamava
che Alexandria era un posto per cui combattere... che non avrebbero piu' dovuto
spostarsi da un luogo all'altro, che dovevano ormai insediarsi, prendere radici e
ripartire da li'. I loro giorni da nomadi erano terminati.

Be' per anni... quella era stata pianificata... come la fine. Rick avrebbe fatto il suo
discorso e il discorso, sarebbe finito con un grande primo piano sul volto di Rick, il
lettore avrebbe voltato pagina, e la faccia di Rick sarebbe stata la stessa, solo che
sarebbe stata una statua... e allargando l'inquadratura si sarebbero visti crescere alcuni
rampicanti... e alcune crepe... ci si sarebbe resi conto di quanto fosse decisamente
vecchia.
Continuando ad allargare l'immagine si sarebbe vista la stessa statua ad Alexandria, lo
stesso luogo in cui Rick aveva pronunciato il suo discorso ma completamente differente.
Alexandria era fatiscente con delle finestre rotte e porte mancanti. Avremmo continuato
ad allargare l'immagine fino a vedere passare uno zombi, poi un altro... avremmo visto
che Rick sarebbe riuscito nel suo intento di ricostruire la civilta' ad Alexandria, al punto
da costruire una statua per onorarlo... ma alla fine, i morti avrebbero vinto, la societa'
sarebbe caduta a pezzi di nuovo, questa volta apparentemente per sempre... e sarebbe
finito tutto cosi'.

Sarebbe stato un finale terribile. Molto triste... che avrebbe reso l'intera storia senza
senso. Cosa posso dire... ero giovane e la maggior parte dei finali che ho scritto o
inventato allora erano... piuttosto desolanti. Quindi quel finale... col senno di poi era
pessimo a livelli imbarazzanti, ma a prescindere da questo, non ero pronto a finire
questa serie. Neanche per sogno.

Dovete capire, che quando ho iniziato a scrivere questa serie, non avevo idea che sarei
giunto neanche al volume numero 12. Quindi l'idea di avere una storia lunga 100 volumi
era folle. Quindi quando questo fumetto e' davvero decollato nel secondo anno, sono
stato in grado di fare piani a lungo termine per il futuro, ma anche a quel punto, un
percorso lungo 100 volumi, sembrava ancora impossibile da realizzare.

Quindi quando mi sono ritrovato a stabilire una serie completa di 100 volumi, non ero
pronto a farla partire. Mi stavo divertendo troppo. Ma pensate a come sarebbero andate
le cose se avessi finito in quel momento... niente Negan, niente Ezekiel, niente ALL OUT
WAR, nessun salto temporale, niente Magna, niente sussurratori, niente Commonwealth,
niente Principessa... e un finale davvero scadente.

Per completare il tutto... poco dopo ho scartato quel finale pianificato e ho deciso di
andare avanti. Sono praticamente giunto alla conclusione esatta di questa edizione,
ritenendola molto piu' appropriata e gratificante.

Sono contento di aver preso questa decisione, non ho rimpianti.

Questa volta però, le cose erano molto diverse. Mentre ero al lavoro per trovare nuovi
modi per ampliare la storia, nessuno di quelli sembrava giusto. Sembravano tutte delle
deviazioni inutili... tutto sembrava un riempitivo. Piu' cercavo di trovare nuovi posti in
cui andare, piu' mi e' stato chiaro che quello era cio' di cui aveva bisogno questa storia...
che doveva finire cosi'.

Quindi come ho gia' detto... sembrava una buona idea in quel momento. Quattro anni fa
questo piano sembrava solido come una roccia. Non rivelarlo a nessuno, tenerlo segreto
e persino elaborare false pubblicazioni che non sarebbero mai esistite cosi' da
sorprendere realmente tutti. Oh, amico... pensavo che sarebbe stato grandioso.

Ho lavorato sin da subito con Charlie. Ha avuto sempre l'intenzione di finire alla grande.
Era lo stesso per me, in fondo, finche' non ci siamo imbattuti in questa serie. Charlie
voleva solo rendere questo fumetto speciale. Se avessi avuto un buon piano per giungere
fino al volume numero 300, l'avrebbe reso possibile, ma se avessi iniziato a tirar fuori
storie noiose Charlie avrebbe pensato che stessimo soltanto arrancando... gliene avrei
parlato e lui mi avrebbe convinto a finire la serie. Quindi quando abbiamo parlato del
piano che avevo in mente, Charlie era entusiasta, la sua paura che il fumetto
proseguisse per bene al di la' della sua popolarita' fu superata.
Lo ribadisco, io amo (ho amato... oh Dio non sono pronto per parlare al passato) scrivere
questa serie. Davvero non voglio che finisca. Infatti, mi sono sentito un po' turbato
quando ho scritto la sceneggiatura per questo volume. La cosa sembrava... strana.

In un certo senso, uccidere questa serie e' sembrato un po' come ucciderne il
protagonista. Molto, molto piu' difficile... ma con la stessa sensazione. Non voglio farlo.
Preferirei andare avanti... ma la storia mi sta dicendo cosa vuole e di cosa ha bisogno.
Era necessario che accadesse. Indipendentemente da cio' che volessi o no.
Sembra tutto semplicemente giusto... ma allo stesso modo... terribile.

Il punto principale di tutto questo... be', ho paura. La maggior parte della mia vita
professionale e' stata spesa per questa serie. Le ho dedicato tantissime ore, mese per
mese. Piu' di ogni altra cosa negli ultimi 16 anni... questo cambiera' radicalmente la mia
vita, quindi ne sono terrorizzato.

Quando le mie dita hanno digitato il “THE END” quindi ho terminato questa
sceneggiatura... pensavo di provare sollievo, o una qualche sensazione di orgoglio per
un lavoro ben fatto, ma era davvero soltanto... paura. Non ero davvero pronto per la
fine... ma ormai e' andata cosi'.

Cosi e'.

Stranamente, per quanto mi senta insicuro in merito alla fine della storia, mi sento
sicuro di come sia finita. L'ho progettata per anni, e mi ha fatto piacere finirla con un
lieto fine. Sapere tutto quello che questi personaggi hanno affrontato ha significato
qualcosa. Vedere Michonne esser riuscita a ritrovare sua figlia, trovare la pace con i
suoi sensi di colpa, e avere anche una nipotina... e' fantastico. Questo mondo e' stato
ristabilito... e' in pace. In qualche modo e' anche meglio di prima... tutto questo e'
significativo. E vedere Carl su quella sieda a dondolo, leggere felicemente a sua figlia
una storia, sapendo che questa e' la vita che Rick voleva che avesse... questo mi rende
felice.

Spero che renda felici anche voi. Anche se siete turbati dal fatto che non trascorrete piu'
del tempo in questo mondo.

Anche io sono sconvolto. Mi manchera' tanto quanto voi, se non di piu'. Mi si spezza il
cuore che sia finita, e dobbiamo andare avanti... ma amo cosi' tanto questo mondo per
tirare le cose talmente alla lunga dal non farle piu' essere all'altezza di cio' che voglio.

Spero che tu lo capisca.

Spero che tu, caro lettore, capisca quanto apprezzi il regalo che tu mi hai dato. Ho
raccontato la mia storia esattamente come volevo per 193 volumi, concludendola alle
mie condizioni, senza alcuna interferenza durante tutto questo tempo... per tutto il
tempo. E' una cosa talmente rara, e non sarebbe esistita senza il supporto inflessibile che
questa serie ha ricevuto da lettori come te. Grazie mille.

Oh, mio Dio... non posso credere che sia davvero tutto finito.

Robert Kirkman
PS: Negan e' vivo
Nelle tre cover precedenti e' possibile vedere le bozze di Charlie Adlard per le
copertine dei volumi dal numero 194 al numero 196. Sono state usate per
depistare in modo tale che il fumetto continuasse ad apparire nel catalogo
dei distributori per nascondere il fatto che la serie stesse per giungere al
termine. Come in uno scherzo, raccontano la storia che Carl muore... non era
davvero quello che intendevamo far accadere, ho solo pensato che sarebbe
stata una cosa divertente mostrarlo sulle copertine in modo che non rivelasse
nulla. E' stato molto difficile fare una cover che non facesse cenno alla morte
di Rick, o al salto temporale di questo volume finale