Sei sulla pagina 1di 2

I recenti progressi nelle tecnologie dell'informazione e della comunicazione hanno

alimentato una moltitudine di innovazioni in vari settori, tra cui reti,


memorizzazione nella cache e informatica, che possono avere effetti profondi sulla
nostra società attraverso lo sviluppo di città intelligenti, trasporti intelligenti, case
intelligenti, ecc. della rete, la rete definita dal software (SDN) ha suscitato grande
interesse sia nel mondo accademico che in quello industriale. Il principio di base di
SDN è introdurre la capacità di programmare la rete tramite un controller definito
logicamente dal software e separare il piano di controllo dal piano dati. SDN
consente la centralizzazione logica del controllo e le decisioni vengono prese dal
controller centralizzato, che ha una visione globale della rete. Rispetto ai paradigmi
di rete tradizionali, SDN semplifica l'introduzione di nuove astrazioni nella rete,
semplificando la gestione della rete e facilitando l'evoluzione della rete. Un'altra
nuova tecnologia chiamata rete incentrata sull'informazione (ICN) è stata
ampiamente studiata negli ultimi anni [2, 3]. Nella rete la memorizzazione nella
cache viene utilizzata in ICN per ridurre la trasmissione duplicata del contenuto nelle
reti. La memorizzazione nella cache basata su ICN è stata riconosciuta come una
delle tecniche promettenti per le future reti wireless / cablate. Promuovendo il
contenuto a un cittadino di prima classe nella rete, ICN fornisce supporto nativo per
il recupero di contenuti scalabile e altamente efficiente, consentendo al contempo
la capacità avanzata di mobilità e sicurezza. Sul fronte dell'informatica, il paradigma
del cloud computing è stato ampiamente adottato per consentire un comodo
accesso alla rete su richiesta a un pool condiviso di risorse informatiche
configurabili. Tuttavia, poiché la distanza tra il cloud e il dispositivo periferico è
generalmente elevata, i servizi di cloud computing potrebbero non fornire garanzie
alle applicazioni a bassa latenza e la trasmissione di una grande quantità di dati (ad
esempio, nell'analisi dei big data) dal dispositivo al cloud può non essere fattibile o
economico.
Per far fronte a questi problemi, è stato proposto il fog computing per distribuire
risorse informatiche più vicine ai dispositivi finali. Una tecnica simile, chiamata
mobile edge computing, viene standardizzata per allocare le risorse informatiche
nelle reti di accesso wireless. Sebbene siano stati fatti alcuni lavori eccellenti su reti,
cache e informatica, queste tre aree importanti sono state tradizionalmente
affrontate separatamente in letteratura. Tuttavia, come mostrato di seguito, è
necessario considerare congiuntamente queste tre tecniche avanzate per fornire
servizi migliori nelle reti future. Pertanto, in questo articolo, proponiamo di
considerare congiuntamente le tecniche di rete, memorizzazione nella cache e di
elaborazione al fine di migliorare le prestazioni del sistema end-to-end. Le
motivazioni alla base del nostro lavoro si basano sulle seguenti osservazioni:
• Dal punto di vista delle applicazioni (ad es. Streaming video), rete, cache e
elaborazione sono risorse sottostanti che consentono queste applicazioni. Come
gestire, controllare e ottimizzare queste risorse può avere un impatto significativo
sulle prestazioni delle applicazioni.
• Nelle opere esistenti di SDN, ICN e cloud/fog computing, queste risorse sono
gestite, controllate e ottimizzate separatamente, il che potrebbe comportare
prestazioni non ottimali.
• Pertanto, un framework integrato per il networking, la memorizzazione nella
cache e l'elaborazione ha il potenziale per migliorare significativamente le
prestazioni end-to-end delle applicazioni. I principali contributi di questo articolo
sono i seguenti.
• Proponiamo un nuovo framework che integri in modo sistematico networking,
memorizzazione nella cache e informatica per supportare naturalmente i servizi di
recupero e elaborazione dei dati. Sulla base del principio di controllo programmabile
originato da SDN, incorporiamo le idee di centralità delle informazioni originate da
ICN. Questo framework integrato può consentire l'orchestrazione dinamica di
risorse di rete, cache e di elaborazione per soddisfare i requisiti delle diverse
applicazioni.
• Definiamo e sviluppiamo i componenti chiave di questo framework: il piano dati, il
piano di controllo e il piano di gestione. Il piano dati è costituito dai dispositivi
responsabili delle operazioni di rete, memorizzazione nella cache e elaborazione. Il
piano di controllo ha un controller centralizzato logicamente per guidare queste
operazioni. Il piano di gestione consente non solo le applicazioni tradizionali, come
l'ingegneria del traffico, ma anche nuove applicazioni, come la distribuzione dei
contenuti e l'analisi dei big data. • In sostanza, sono le dinamiche uniche legate al
networking, alla memorizzazione nella cache e all'informatica che presentano sfide
interessanti al di là delle opere attuali. Riteniamo che questi passi iniziali che
abbiamo intrapreso qui aprano una nuova strada per un framework integrato per
reti definite dal software, memorizzazione nella cache e elaborazione informatica e
facciano luce su progetti efficaci ed efficienti al loro interno.