Sei sulla pagina 1di 12

ArtKids.

Laboratori creativi
per bambini e ragazzi.
AI DOCENTI E AI DIRIGENTI SCOLASTICI
fondazione march si pone come obiettivo principale la diffusione dell’arte contemporanea, con l’idea di non essere solo un luogo, ma
un progetto d’arte e per l’arte contemporanea, impegnato nella promozione della ricerca artistica indipendente e nella creazione di un
sistema che favorisca lo sviluppo di una creatività libera fuori dalle leggi di mercato.
fondazione march oltre a questo propone un articolato programma di attività didattiche, rivolto ai più piccoli al fine di fornire gli stru-
menti per una lettura semplificata ma soprattutto attiva dell’arte contemporanea. L’obiettivo è rendere la materia meno ostica e acces-
sibile a tutti; l’attività didattica da noi strutturata permette ai bambini di vedere l’arte secondo delle modalità pensate proprio in base
ai loro interessi.

La nostra esperienza e conoscenza della contemporaneità ci permette di essere perfettamente preparati per realizzare dei laboratori
che parlano dell’arte in modo innovativo e competente; l’approccio metodologico fondamentale è rendere i concetti astratti o comp-
lessi il più possibile immediati e comprensibili.

I laboratori hanno come obiettivo far riscoprire ai bambini la manualità che, a causa dei videogiochi e dei computer, hanno perso o
poco sviluppato, fargli ritrovare il piacere di giocare tutti insieme realizzando, il più delle volte, dei veri e propri manufatti ma soprat-
tutto il piacere di partecipare ad un’esperienza che va fuori dalla solita routine scolastica, in una dimensione dove la fantasia e la
creatività potranno trovare pieno sfogo.

I laboratori didattici che proponiamo sono concepiti come occasioni utili ad approfondire, attraverso il “ fare”, la conoscenza dell’arte
contemporanea, i bambini possono sperimentare attivamente le regole e le tecniche che sono alla base del linguaggio visivo e che
allo stesso tempo, documentano come l’opera d’arte non sia il semplice risultato di libera creatività espressiva, ma anche frutto di un
lungo e sapiente lavoro di ricerca e artigianale.
DIPINGERE A COLORI
Il progetto intende fornire ai bambini gli strumenti necessari per com- MATERIALE DIDATTICO
prendere l’importanza del colore e le sue combinazioni. Colori primari di diverso tipo: tempera, pastello, pennarelli, cere
Nel laboratorio i bambini capiranno che i colori richiamano sensazioni Fogli e cartoncini
vitali, emozioni, moti dell’anima; come diceva Kandinskj il giallo è
il colore “della cieca follia e frenesia”, il blu “ richiama l’uomo verso PERCORSI
l’infinito “, il rosso è “vivace, acceso, genera energia”. Tre incontri interattivi della durata di due ore
I colori hanno la capacità implicita di comunicare con noi tutti, farlo Attraverso dei laboratori creativi si andranno a sviluppare tre
capire ai bambini è uno degli obiettivi. aree tematiche differenti:
Inoltre i bambini impareranno la differenza tra i colori caldi e freddi,
primari e secondari, a sceglierli, abbinarli e a conoscere meglio se -”Mescoliamo” : come creare i colori secondari;
stessi, esprimendosi proprio con i colori.
-“Puntinismo”, durante il laboratorio i bambini avranno modo di
INIZIATIVA PER LA CLASSE conoscere un movimento artistico molto importante della storia
Rivolti alla scuola materna ed alla scuola primaria (prima e seconda) dell’arte e capiranno come abbinare e comporre i colori;

REALIZZATA -”Un quadro a cera”, ai bambini viene dato un foglio da dis-


Fondazione march per l’arte contemporanea. egno, dove stendono i vari strati di colore a cera utilizzando
Tel 049 8808331. info@fondazionemarch.org sempre i colori primari e terminando con il nero. Di seguito
con un oggetto appuntito incidono il loro disegno, a seconda
dell’intensità dell’incisione si ottengono varie gradazioni di col-
ori.
DISEGNAMI CHE TI DISEGNO

Il progetto vuole esplorare la corporeità attraverso l’espressione delle MATERIALE DIDATTICO


proprie emozioni e sensazioni usando come tramite il disegno ed il Colori primari di diverso tipo: tempera, pastello, pennarelli, cere
colore. Fogli A0, cartoncini, stampante per macchina digitale, macchina
La pratica consiste nel rappresentare visivamente se stessi e gli altri, fotografica digitale, carta veline, pasta, mollette ,riso, sale, stoffe,
per aggiungere un tassello a quella che è un’abitudine diffusa, os- cotone, spugne, specchio.
sia quella dell’autoritratto, in quanto fa emergere la strutturazione
dell’identità personale. In questo modo si da lo spazio al bambino per PERCORSI
raccontarsi e sentirsi raccontare dall’altro, i pregi e i difetti che lo ren- Tre incontri interattivi della durata di 90 minuti.
dono unico come occasione per ricevere e rielaborare informazioni e Attraverso dei laboratori creativi si andranno a sviluppare tre aree
spunti interpretativi su di sé. tematiche differenti:

INIZIATIVA PER LA CLASSE - Lo spazio del mio corpo: divisi a coppie, viene realizzata la
Rivolti alla scuola primaria sagoma del compagno, poi ognuno riprodurrà i suoi vestiti e come
si vede per poi confrontarsi davanti ad uno specchio;
REALIZZATA
Fondazione march per l’arte contemporanea. - La mia foto: sopra una foto digitale stampata su carta ognuno
Tel 049 8808331. info@fondazionemarch.org reinventa se stesso con collage di materiali vari e con l’uso di tutti i
colori;

- La mia classe: sopra una foto digitale stampata tutta la classe


reinventa un collage con colori e materiali vari.
TATTILISMO
Tattilismo gioca in particolare con la plurisensorialità tipica dell’arte contemporanea alla base di moltissime opere MATERIALE DIDATTICO
d’arte e necessaria sia per poter creare le opere che per accoglierle da spettatore. Il laboratorio che si rifà al mani- Colori primari di diverso tipo: tempera, pastello, pennarelli, cere,
festo di Marinetti e alle esperienze di Bruno Munari, vorrebbe offrire al bambino la possibilità di provare personal- fogli A4, fogli A0 , cartoncini, carta veline, pasta, mollette, riso, sale,
mente e scoprire un’informazione attraverso il tatto, che rappresenta il tramite tra l’uomo e l’ambiente che lo circon- stoffe, cotone, spugne, farina, sassi, colla
da. In questo laboratorio non è più coinvolto il senso del tatto ma il sentimento del tatto, esso permette alle mani di
trasmettere delle sensazioni che a loro volta si propagano su tutto il corpo; se si tocca della pelle scamosciata o un PERCORSI
gomitolo di lana si sentirà calore, la yuta o la segatura saranno irritanti, la seta liscia o una palla di biliardo daranno Quattro incontri interattivi della durata di 90 minuti
un sensazione di freddo e così via. Il tatto è l’unico senso dotato di reciprocità: toccare è nello stesso tempo essere
colpito da ciò che si tocca. Il laboratorio sviluppa inoltre l’aggettivazione, l’uso dei sinonimi e contrari, la manualità, Attraverso dei laboratori creativi si andranno a sviluppare aree
il senso del colore. tematiche differenti: liscio ruvido, elastico rigido, soffice duro, caldo
freddo. Il bambino senza l’uso degli altri sensi, quindi bendato,
INIZIATIVA PER LA CLASSE dovrà toccare i vari materiali individuandone le caratteristiche ed
Rivolti alla scuola primaria esprimere la sensazione che prova toccandoli, un esercizio che
permette di far capire l’importanza di un senso come il tatto.
REALIZZATA Analizzando le varie sensazioni si andrà poi a ricreare gli scenari di
Fondazione march per l’arte contemporanea. una storia che la classe ha già letto trasformando così il libro visivo
Tel 049 8808331. info@fondazionemarch.org in un libro tattile comprendendo quanto diversamente si può creare
con le mani.
RI-CREAZIONE
La proposta formativa prevede una serie di interventi di educazione al riciclag- MATERIALE DIDATTICO
gio: verrà insegnato ai partecipanti come creare teatrini, burattini e personaggi Colori primari di diverso tipo: tempera, pastello, pennarelli, cere, pasta, mollette,
strampalati partendo da materiale di scarto come bottiglie di plastica, barattoli, riso, sale, stoffe, cotone, spugne, colla.
tappi, calzini, bottoni, rotoli di carta, cartoni ecc. con utilizzo di tecniche di lavora- Alla classe partecipante è richiesto di fare una raccolta dei rifiuti che devono la-
zione diverse e assemblaggio creativo. vare: botttiglie di plastica, lattine, confezioni succhi, carta di diversi tipi e materiale
I bambini verranno accompagnati dentro il mondo fantastico in cui nulla si crea vario.
e nulla si distrugge ma tutto si ricicla, dove potranno dare libero sfogo al proprio
estro e alla propria creatività sperimentando diverse tecniche di espressione e PERCORSI
di comunicazione artistica. Tre incontri interattivi della durata di 90 minuti
Questo laboratorio mostra ai più piccoli il valore del recupero e del riuso dei
materiali per educarli a combattere gli sprechi e a rispettare l’ambiente nella vita Rielaborando il materiale raccolto si potranno creare diverse situazioni:
di tutti i giorni. Attraverso il gioco, l’arte e la fantasia, ciascun bambino assimila - teatrino con marionette; dopo una piccola introduzione sulla storia delle mari-
insegnamenti e abitudini che lo aiuteranno a maturare una coscienza civica. onette, sul loro funzionamento e sull’origine dei canovacci, ognuno realizza la
propria marionetta e mette in scena un piccolo spettacolo teatrale;
INIZIATIVA PER LA CLASSE
Rivolti alla scuola primaria - orchestra; i bambini realizzano degli strumenti musicali come chitarre, tamburi,
tubi marini o bastoni della pioggia, con i rifiuti urbani scoprendone così un poten-
REALIZZATA ziale inesplorato;
Fondazione march per l’arte contemporanea.
Tel 049 8808331. info@fondazione march.org - una gara speciale…l’oggetto che corre di più; i bambini realizzeranno delle
macchine o astronavi o animali con le ruote con i quali faranno delle gare per sco-
prire chi corre di più.
ARTISTI SI DIVENTA
Il laboratorio propone ai bambini e ai ragazzi di accostarsi all’arte PERCORSI
contemporanea attraverso due modalità “il vedere” e “il fare” o meglio Attraverso dei laboratori della durata di 90 minuti si andranno ad indagare delle opere molto diverse e significative per lo sviluppo
rifare delle opere d’arte, proprio per riuscire a capirla meglio. dell’arte contemporanea:
La proposta formativa prevede un primo momento di visione collettiva
di alcune opere d’arte di artisti contemporanei dove l’operatore fa av- 1 L’impero della luce, Magritte
vicinare il bambino all’arte in modo immediato e semplice. L’opera si presenta come una combinazione paradossale del giorno e della notte, nella quale l’artista viola una regola fondamentale
In un secondo momento ogni persona decide quale opera gli è piaciuta della realtà. Si crea così un’atmosfera irreale di mistero, nella quale si ha voglia di indagare e capire cosa è successo. Utilizzando
di più. la stessa tecnica di utilizzo di particolari che vanno in contrasto i bambini trasformeranno una situazione apparentemente normale e
Al termine di questo c’è la fase del remake, un’attività che propone quotidiana in qualcosa di misterioso e irreale.
di avvicinare i ragazzi ai diversi linguaggi della contemporaneità, per
interpretarli secondo una loro visione personale. Si crede che il remake 2 Il carnevale di Arlecchino, Mirò
sia un momento creativo di primo livello in cui il risultato non è una L’opera si presenta come una “visione”, un grande spettacolo composto da oggetti strani, giocattoli fantastici, diavoletti e folletti che
copia ma una nuova opera d’arte. fluttuano nello spazio. La pittura primitiva e per certi lati infantile di Mirò aiuterà i bambini a conoscere un altro movimento artistico: il
surrealismo, capiranno le tecniche e i materiali impiegati dal genio catalano e si cimenteranno nella creazione dell’opera, pensando
INIZIATIVA PER LA CLASSE e lasciandosi andare a forme che per loro hanno un legame col carnevale. Verrà chiesto di focalizzarsi su un colore, una forma o un
Rivolti alla scuola primaria segmento che poi dovranno riprodurre in sequenza modulare usando carta e forbici. Nel frattempo prepareranno, con la tecnica della
spugnatura, un cartoncino per realizzare uno degli sfondi onirici tipici di Miró. Su questo dovranno applicare con la colla i moduli
REALIZZATA realizzati. Infine con le matite e le cere completeranno la loro opera, per poi confrontarla con l’originale.
Fondazione march per l’arte contemporanea.
Tel 049 8808331. info@fondazione march.org 3 Eyes in the heat, Pollock
Nelle opere di Pollock il colore viene fatto sgocciolare spontaneamente o lanciato sulle tele, i bambini oltre a sperimentare questo
MATERIALE DIDATTICO insolito modo di dipingere, impareranno cosa è il drip painting, uno stile pittorico innovativo, degli anni ’40 e ’60 del Novecento. L’idea
Colori primari di diverso tipo: tempera, pastello, pennarelli, cere, fogli di movimento e di entrare nella tela verrà fatta loro sperimentare fisicamente e dopo un paio di prove individuali la classe realizzerà
A4, cartoncini A1, pennelli, spugne, forbici, colla un lavoro di gruppo.
ARTE... COS’È?
Il progetto ha come obiettivo far capire attraverso il confronto di diverse PERCORSI
opere cos’è e come si propone l’arte contemporanea. Tre incontri interattivi della durata di due ore
La proposta formativa prevede una serie di 3 incontri: attraverso la Attraverso dei laboratori creativi si andranno sviluppare tre aree
visione delle opere, le domande e le impressioni dei bambini si vanno a tematiche:
toccare dei punti fondamentali come cos’è una scultura, un quadro, lo 1 la tela ed il quadro: dopo aver visionato varie opere d’arte contempo-
spazio ed il tutto viene poi rielaborato con un laboratorio manuale. ranea i bambini potranno realizzare una loro opera, così possono sen-
tirsi un po’ artisti e avvicinarsi all’arte attraverso il gioco;
INIZIATIVA PER LA CLASSE
Rivolti alla scuola primaria 2 scultura: pensare, plasmare, giocare, agire, stimolare la fantasia e la
creatività attraverso la manipolazione dell’argilla, un materiale semplice
REALIZZATA e povero, i bambini possono realizzare delle statue proprio come dei
Fondazione march per l’arte contemporanea. veri artisti;
Tel 049 8808331. info@fondazione march.org
3 lo spazio: partendo dall’analisi dello spazio che occupa il nostro
MATERIALE DIDATTICO corpo, per poi verificare quale spazio occupa una tela o una scultura, si
Colori primari di diverso tipo: tempera, pastello, pennarelli, cere, ac- andrà a scoprire una spazialità diversa come si crea nei tagli di Fontana.
quarello, fogli A4, cartoncini A1, pennelli, pasta, mollette, riso, sale, Lo spazio, quindi è tutto ciò che ci circonda e che permette il movimento
stoffe, cotone, spugne, colla, forbici, spago da cucina, carta da giornale. come ben si comprenderà dai Mobile di Calder che verranno riprodotti e
personalizzati dai bambini scoprendo gli equilibri, i pesi, il movimento e
l’importanza dell’aria.
SCRIVERE NON È MAI STATO COSI DIVERTENTE!
PERCORSI
La proposta didattica si articolerà in quattro incontri:

Il laboratorio ha come obiettivi insegnare al bambino la postura Primo incontro:


e l’impugnatura più funzionale alla scrittura manuale, prevenire Dopo una conoscenza reciproca, si chiarisce al bambino che si scrive con tutto il corpo e non solo con la mano che si adopera per
le difficoltà grafo-motorie, far apprendere i movimenti corretti la scrittura, rifletteremo insieme sulla postura corretta e su come organizzare il piano di lavoro.
dei tatti delle lettere dell’alfabeto, affinare le capacità manuali Si invitano i bambini ad eseguire esercizi di flessione ed estensione delle dita per favorire un’impugnatura corretta.
con esercizi per abituare i bambini a scrivere più velocemente Si verifica e corregge la prensione della penna, l’impugnatura deve essere a tre dita, si consiglierà di adottare la posizione “mano
il corsivo e aiutare a sviluppare una (calli) grafia leggibile che ad uncino”.
possa essere prodotta velocemente e senza eccessivo sforzo Si propongono degli esercizi grafici e di coloritura (metodo olandese-Scholten e Hamerling).
mentale.
Secondo incontro:
INIZIATIVA PER LA CLASSE Ci concentreremo su i movimenti che portano alla realizzazione delle “forme” delle lettere con un approccio multisensoriale: si in-
Rivolto alla scuola primaria (1a/2a) vitano i bambini a “tracciare” con l’indice i tratti delle lettere prima nell’aria e poi in seguito nella farina gialla, nel sale colorato, nel
pan grattato. Proporre ai bambini degli esercizi grafomotori preparatori, si insiste nell’insegnare la direzione antioraria dei cerchi.
Si verifica l’esecuzione dei tratti delle lettere in stampato maiuscolo: (la direzione) dall’alto in basso, da sinistra a destra e in senso
REALIZZATA antiorario e si precisano alcune convenzioni: i margini e la distanza fra le righe.
Fondazione march per l’arte contemporanea.
Tel 049 8808331. info@fondazione march.org Terzo incontro:
Si propone al gruppo classe l’approccio corretto alla scrittura legata corsiva. Si mostrano le lettere che si uniscono facilmente dalla
MATERIALE DIDATTICO base, si affronterà lo studio delle lettere a gruppi di forma simile. I movimenti verranno ripetuti e descritti a voce e poi si passera al
Farina gialla, pan grattato, sale colorato, quaderno per esercizi grafema.
schede didattiche.
Quarto incontro:
Si mettono a punto aspetti quali: le altezze, le larghezze e la spaziatura, verrà regolarizzata il più possibile la forma delle lettere. Si
inizia a scrivere utilizzando come strumento di scrittura il pennino e l’inchiostro.
SENZA BIRO COME SCRIVO?
Può sembrare una follia provare a sperimentare nell’era dei PERCORSI
computer la tecnica dell’inchiostro e del pennino, al contrario è
una via da ripercorrere per tenere insieme pensiero e manualità Cosa possiamo usare oggi per scrivere e disegnare? In seguito l’educatore
per ritrovare una serena con concentrazione, l’esercizio mente- proporrà di esaminare il contenuto di un cofanetto misterioso, uno alla volta
mano accresce l’autostima. I bambini impareranno ad affinare verranno svelati gli strumenti che ritornano dal passato: un calamo, una penna
capacità manuali per scrivere velocemente il corsivo ed iden- d’oca, un pennino, un pennello, una boccetta d’inchiostro…
tificare alcuni strumenti arcaici di scrittura come il calamo e la Nella seconda fase verrà mostrato ai bambini com’è possibile produrre facil-
penna d’oca. mente con l’aiuto di una candela e di un pezzetto di lamiera il nero fumo: un
vero e proprio inchiostro ottenuto tramite combustione.
INIZIATIVA PER LA CLASSE Successivamente l’educatrice mostrerà loro come impugnare ed adoperare il
Rivolti alla scuola primaria pennino, solo a questo punto i bambini saranno pronti per sperimentare i nuovi
strumenti illustrati precedentemente.
REALIZZATA I bambini saranno invitati a cimentarsi in esercizi di calligrafia adoperando in-
Fondazione march per l’arte contemporanea. chiostro e pennino.
Tel 049 8808331. info@fondazione march.org

MATERIALE DIDATTICO
Inchiostro naturale (mallo di noce e mordente), calami per tutti
i partecipanti, farina gialla, pan grattato, sale colorato, schede
didattiche.
SENZA BIRO COME SCRIVO? UN GIOCO NUOVO
Con questo laboratorio i bambini impareranno a conoscere, per poi identificare, alcuni arcaici strumenti di scrittura: il calamo, la pen- PERCORSI
na d’oca, il calamaio e il pennino. La proposta didattica si articola in due fasi essenziali in un primo momento i bambini verranno accolti dall’educatore che, dopo una
I bambini con gli esercizi preposti esercitano la coordinazione oculo-manuale, accrescono la percezione visiva, affinano l’abilità man- reciproca presentazione, introdurrà l’argomento ponendo loro una domanda chiave: Cosa possiamo usare oggi per scrivere e diseg-
uale con esercitazioni di pregrafismo e prescrittura e imparano ad orientarsi nello “spazio foglio” agendo creativamente. nare? In seguito l’educatore proporrà di esaminare il contenuto di un cofanetto misterioso, uno alla volta verranno svelati gli strumenti
che ritornano dal passato: un calamo, una penna d’oca, un pennino, un pennello, una boccetta d’inchiostro…
INIZIATIVA PER LA CLASSE Nella seconda fase verrà proposto ai bambini di sperimentare i nuovi strumenti illustrati precedentemente: l’educatore mostrerà loro
Scuola dell’infanzia (indicato per i bambini di 4-5 anni) come usare gli oggetti del passato, e che le linee tracciate possiedono caratteristiche specifiche come la direzione l’andamento e la
forma nel far questo reciterà una poesia di R. Piumini: “Tante linee”
REALIZZATA I bambini saranno invitati a tracciare delle linee su dei grandi fogli appesi al muro, prima in libertà e piena autonomia per acquisire
Fondazione march per l’arte contemporanea. dimestichezza con gli strumenti. Guidati poi dall’educatrice, proveranno ad eseguire semplici esercizi di pregrafismo sulle linee
Tel 049 8808331. info@fondazionemarch.org orizzontali,verticali, oblique e sui cerchi. Il bambino che sviluppa la scrittura in maniera spontanea verrà sollecitato a descrivere la
forma grafica delle lettere attraverso un approccio multisensoriale. L’educatore proporrà esercizi di pregrafismo seguendo diverse
metodologie.
Verrà realizzato un elaborato finale del gruppo classe, testimonianza tangibile dell’esperienza vissuta.

MATERIALE DIDATTICO
inchiostro naturale (mallo di noce o mordente), calami uno a bambino, farina gialla, sale colorato, pan grattato.
MODALITA’ DI SVOLGIMENTO
La conduzione dei laboratori da parte del formatore di fondazione march è prevista in aula con presenza del docente per creare una
maggiore interdisciplinarietà ed un maggior confronto nelle tematiche trattate.
I costi si riferiscono ad un gruppo classe non superiore a 25 bambini con la presenza di un operatore.

Prenotazione:
Si richiede la prenotazione dei laboratori via mail o telefono con preavviso minimo di 20 giorni.
La modalità e le tempistiche verranno concordate direttamente con fondazione march.

Pagamento:
Dovrà essere effettuato entro e non oltre 10 giorni dal termine del laboratorio, attraverso bonifico bancario.