Sei sulla pagina 1di 4

Dnepr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Il Dnepr o Dnipro (in russo: Днепр ? , Dnepr, in ucraino: Дніпро ? ,
Dnepr
Dnipro, in bielorusso: Дняпро ? (Dnjapro), in polacco Dniepr; in rumeno
Nipru; in italiano anche Boristene) lungo 2.290 km, è il quarto fiume
d'Europa dopo il Volga, il Danubio e l'Ural con una portata media alla foce
di 1.670 m³/s. Il suo bacino idrografico comprende un'area di 516.000 km²
ed è il terzo in Europa per ampiezza, dopo il Volga ed il Danubio.

Indice
Corso
Storia Stati Russia
Città e paesi sul Dnepr Bielorussia
Tributari del Dnepr Ucraina
Il toponimo in italiano Lunghezza 2 201 km
Portate medie mensili Portata 1 670 m³/s
Note media
Voci correlate Bacino 516 000 km²
Altri progetti idrografico
Collegamenti esterni Altitudine 220 m s.l.m.
sorgente
Nasce Altopiano del Valdaj
Corso 55°52′19.42″N
Il Dnepr nasce dall'altopiano del Valdaj nella Russia occidentale, poi entra 33°43′26.76″E
in Bielorussia e per 115 km fa da confine naturale fra Bielorussia e Sfocia Mar Nero
Ucraina. Attraversa infine l'Ucraina, di cui bagna la capitale Kiev. In tutti 46°31′32.52″N
e tre i paesi mantiene essenzialmente lo stesso nome anche se con 32°15′07.2″E
pronunce diverse.

Approssimativamente gli ultimi 800 km del fiume sono una catena di


bacini artificiali quasi uno dietro l'altro. Questi bacini sono: il bacino di
Kiev (Kyivs'ke) (922 km²), il bacino di Kaniv (582 km²), il bacino di
Kremenčuk (2252 km²), il bacino di Dniprodzeržyns'k (567 km²), il bacino
di Zaporižžja (410 km²) e il bacino di Kachov (2155 km²). Le dighe che
formano questi bacini sono utilizzate per generare energia idroelettrica,
che corrisponde al 10% circa dell'elettricità prodotta dall'Ucraina.

Il Dnepr sfocia nel Mar Nero tramite un lungo estuario, non lontano dalla
città di Odessa, a occidente della Crimea.
Storia
Il Dnepr è menzionato dallo storico dell'antica Grecia Erodoto nel V
secolo a.C. come Βορυσθένης[1] (Borysthénēs), un nome di origine scita
(*varu-stāna) che significa "ampia terra". Anche Demostene[1] e Strabone
usarono lo stesso nome (seppure quest'ultimo in relazione a una città nei
pressi del fiume medesimo)[1]. In epoca tarda si impose il nome latino
Danaper o Danapris (il secondo anche in fonti greche come Δάναπρις). Il
vecchio nome slavo usato al tempo della Rus' di Kiev era Славутич,
Slavutič. Gli Unni lo chiamarono Var e i Bulgari Buri-Chai.

Il fiume è stato da sempre la principale via di comunicazione in questa


regione ed ha favorito in particolare i collegamenti tra il Mar Baltico e il
Mar Nero. Su questa via i vichinghi e i polacchi si spinsero verso sud,
percorrendo la via variago-greca. Il Dnepr fu, durante la seconda guerra
mondiale, il fulcro della linea Stalin, scenario di aspri combattimenti tra le armate tedesche e russe, ed oggi, come in passato esso
costituisce la divisione più geograficamente lampante tra ovest ed est ucraino, il primo più mitteleuropeo, il secondo con forti
minoranze russofone.

Città e paesi sul Dnepr


Dalla sorgente alla foce:

Dorogobuž, Russia
Smolensk, Russia
Orša, Bielorussia
Sklou, Bielorussia
Mahilëŭ, Bielorussia
Byhau, Bielorussia
Rahacou, Bielorussia
Žlobin, Bielorussia
Rècyca, Bielorussia Il fiume Dnepr a Kiev.
Kyiv / Kiev, Ucraina
Kaniv, Ucraina
Čerkasy, Ucraina
Kremenčuk, Ucraina
Kam"jans'ke, Ucraina
Dnipro, Ucraina
Zaporižžja, Ucraina
Marhanets', Ucraina
Nikopol', Ucraina
Nova Kachovka, Ucraina
Cherson, Ucraina

Tributari del Dnepr


Tributari del Dnepr in ordine orografico:

Drut' (D)
Sož (S)
Berezina (D)
Pryp"jat' (D)
Irpen' (D)
Sula (S)
Vorskla (S)
Samara (S)
Ros (D)
Bazavluk (D)
Inhulec' (D)
Konka (D)
Desna (S)

Il toponimo in italiano
In italiano il fiume in questione è conosciuto soprattutto con il
nome russo, Dnepr (anche nella grafia Dniepr[2] o Dnieper[1]),
per il prestigio della lingua russa nella regione e soprattutto per
il ruolo che vi ha svolto l'Impero russo prima e l'Unione
sovietica poi. Esistono tuttavia due nomi italiani per il fiume in
questione: Boristene[1][2] e Nipro. Il primo si riferisce
esclusivamente all'epoca classica – cfr. greco Βορυσθένης
(Borysthénēs)[1] e latino Bŏrysthĕnēs[2] –, il secondo all'epoca Il Dnepr e i suoi tributari
moderna: si tratta in effetti della forma italianizzata del rumeno
Nipru (cfr. anche Nistro per Dnestr/Dnister, più comune per la
questione della Transnistria) ed anche dell'ucraino Dnipro, talvolta usata anche in testi[3] e carte geografiche[4], e pressoché
esclusivamente quando si parla della battaglia del Nipro, combattuta dal 3º Reggimento bersaglieri italiano nella Seconda guerra
mondiale.

Portate medie mensili


Portata media mensile (in m³)
Stazione idrometrica : centrale elettrica sul Dnepr (1952-1984)

Fonte : Dnepr Basin - Station: Dnepr Power Plant, www.grdc.sr.unh.edu (http://www.grdc.sr.unh.edu/html/Polygons/P6


980800.html), UNH/GRDC

Note
1. Franco Montanari, Vocabolario della lingua greca, Torino, Loescher, 1995.
2. Luigi Castiglioni, Scevola Mariotti, Vocabolario della lingua latina, 2a edizione, Torino, Loescher, 1990 [1966].
3. ^ Bruno Migliorini, Carlo Tagliavini; Pietro Fiorelli, Il DOP – Dizionario d'ortografia e di pronunzia, 2ª ed., Roma,
ERI, 1981.
4. ^ Per es. Europa – Carta Politica/Carta Fisica; Misano Adriatico, Belletti, 11ª ed.

Voci correlate
Fiumi più lunghi d'Europa

Altri progetti
Wikimedia Commons (https://commons.wikimedia.org/wiki/?uselang=it) contiene immagini o altri file sul
fiume Dnepr (https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Dnieper_River?uselang=it)

Collegamenti esterni
Dnepr, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

VIAF (EN) 244547785 (https://viaf.org/viaf/244547785) · LCCN (EN) sh85038676 (htt


Controllo di p://id.loc.gov/authorities/subjects/sh85038676) · GND (DE) 4070511-0 (https://d-nb.inf
autorità o/gnd/4070511-0) · WorldCat Identities (EN) 244547785 (https://www.worldcat.org/ide
ntities/containsVIAFID/244547785)

Estratto da "https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Dnepr&oldid=107225966"

Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 19 ago 2019 alle 15:42.

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo; possono
applicarsi condizioni ulteriori. Vedi le condizioni d'uso per i dettagli.