Sei sulla pagina 1di 40

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwerty

uiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd
fghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzx
cvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq
Maria Elena Bovio
wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyui
L’arpa per i compositori
opasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg
01/12/2015

Piccola dispensa conoscitiva

hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxc
vbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq
wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyui
opasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg
hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxc
vbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq
wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyui
opasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg
hjklzxcvbnmrtyuiopasdfghjklzxcvbn
mqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwert
yuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopas
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

L’ARPA PER I COMPOSITORI


SULL’ARPA 2
LE ARPE A PEDALI 4
LE ARPE CELTICHE 5
ACCODARE L ’ARPA CELTICA 6
SCRIVERE BENE PER L ’ARPA 7
1. NOTAZIONE 8
QUALCHE NOTIZIA IN PIÙ SUI PEDALI 12
IL DIAGRAMMA DEI PEDALI 13
COSA È DIFFICILE SUONARE 18
ARPEGGIO 19
BISBLIGLIANDO 20
GLISSANDO 21
ARMONICI 24
SULLA DURATA DELLE NOTE 25
IL REPERTORIO 29
MUSICA COTEMPORANEA PER ARPA SOLA 29

2
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

SULL’ARPA
L’arpa presenta una serie di corde che corrispondono ai tasti bianchi del pianoforte:
CDEFGABC (do, re, mi, fa, sol,la,si). Le corde C sono rosse, e le corde F sono blu scuro.
Le restanti sono bianche.

Le arpe a pedali da concerto hanno 47 corde( 6 ottave e mezza), quasi l'intera gamma del
pianoforte. L’ultima corda in fondo è C7, (tre note sopra quella più bassa del A).

La corda superiore è G 0, quattro note sotto quella più alta del piano C.

3
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Le arpe a pedali
Le arpe hanno sette pedali posti nello zoccolo, uno per ogni nota della scala, e sono
collegati meccanicamente ad un sistema di tiranti .Questi, passando all’interno della
colonna agiscono sulla parte superiore della corda tramite dei dischi . Azionando il pedale
del do per esempio, agiscono tutte le rondelle di questa nota, modificando i do di tutte le
ottave.

L’arpa è accordata in do bemolle maggiore . In questa tonalità i pedali sono tutti e 7 in


posizione di riposo in alto. Ogni pedale ha tre posizioni : Bemolle in alto, naturale a metà e
diesis in basso.
Le ultime corde (il D e C 7 in basso e il G 0 in alto) non hanno alcun meccanismo e non
sono collegati ai pedali quindi non possono essere cambiati durante l’esecuzione ma
possono essere accordati in anticipo, se necessario.

4
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Le arpe a pedali possono cambiare contemporaneamente le note di tutte le ottave del


pedale azionato. Per esempio il cambio del pedale del fa tramuterà i F naturali in F #,
spostando il pedale dalla posizione centrale a quella in basso. L’esecutore potrà altresì
mettere due pedali contemporaneamente purchè siano disposti uno nel piede destro e uno
nel sinistro.

Le Arpe celtiche hanno da 29 a 38 Corde per un totale di 4-5 ottave

Le arpe celtiche hanno un dispositivo manuale di comando posto nella parte superiore di
ogni corda che può cambiare l’altezza di ogni corda di un mezzo tono. La mano sinistra
cambia le levette e le aziona una per volta (solo una nota per volta). Si intuisce facilmente
che non sarà possibile fare molte variazioni di tonalità utilizzando questo strumento e che
bisognerà prevedere il cambio durante una nota lunga od una pausa .
Le arpe celtiche possono impostare combinazioni armoniche secondo i desideri del
compositore arrangiando la cordiera anche con alterazioni differenti nelle varie ottave (per
esempio utilizzando un F # in seconda ottava e tutti gli altri in naturale).

5
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Accodare l’arpa celtica


Quando viene azionata una levetta,la corda è innalzata di mezzo tono, quando si toglie
ritorna mezzo tono sotto..

Gli arpisti celtici usano i termini "accordare in C" o "accodare in Eb". Cosa si intende?

È la tonalità da accordare a corde libere. Si utilizza un sistema o l’altro in base alle tonalità
di cui si ha bisogno. Per esempio accordando con le corde libere in do maggiore (ovvero
con tutte le levette disimpegnate) si può suonare nelle seguenti chiavi :

nella chiave di C e le chiavi con diesis: G (F #), D (F #, C #), ecc

Coloro che accordano in Eb (si accorda in C con le levette di B, E,A inserite) possono
suonare nelle seguenti tonalità

in C, nelle tre chiavi con i bemolli di F, Bb, e Eb, e le quattro chiavi con i diesis di G, D, A,
e E.

Qui ci sono le note che sono prontamente disponibili in ogni accordatura

C:CC#DD#EE#FF#GG#AABB#

Eb : C C # D D # Eb E F F # G G # Ab A Bb B

Di seguito un esempio di utilizzo di una scala cromatica armonizzata per arpa celtica
accordata in Mi Bemolle di Ray Pool. (le note in bianco rappresentano le levette che
devono essere inserite o tolte per creare l’alterazione , e non sono suonate!!)

6
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Scrivere bene per l’arpa


L’arpa viene spesso trattata come il pianoforte . Un passaggio che può risultare semplice
al pianoforte può essere impossibile per l'arpa.

Ecco le cose fondamentali da ricordare :

1. L'arpa è uno strumento a pizzico; si impiega più tempo per tirare una corda che per
premere un tasto di pianoforte.

2. L'arpista si siede abbracciando lo strumento; con la mano destra suona nella parte
medio alta dello strumento e con la sinistra con la parte medio bassa. Al contrario il
pianista si siede al centro dello strumento ma può spostare entrambe le mani liberamente
in entrambe le direzioni. Ciò significa che la mano destra dell’ arpista non riesce a
raggiungere le corde più basse.

Estensione della mano destra

Estensione della mano sinistra

3. L'arpista si basa su aspetti visivi per individuare le note (ha come riferimento le corde
colorate), a differenza del pianista che può sentire la sua posizione sulla tastiera in base
alla disposizione dei tasti bianchi e neri. (Questo aspetto è ulteriormente complicato dalla
visione in profondità dell’arpa rispetto all’orientamento in orizzontale del piano che rende
più agile il colpo d’occhio). Salti, passaggi rapidi dovrebbero essere evitati, soprattutto
nelle parti orchestrali quando l'arpista deve seguire il direttore, lo spartito e le corde, che
sono tutti in direzioni diverse.

4. L’arpista usa 4 dita per mano (non si usa il mignolo) ed ha un’estensione massima di
11esima. Gli accordi potranno essere al massimo di 8 suoni.

Ora diamo un'occhiata ad alcuni aspetti specifici.

7
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

1. Notazione

Si scrive il pentagramma esattamente come per il pianoforte, generalmente con la mano


destra (RH) nel rigo superiore e la mano sinistra (LH) in basso.

Di tanto in tanto tutte le note sono scritte sullo stesso pentagramma e quindi è utile
indicare quelle che sono eseguite dalla LH con le stanghette in giù,mentre quelle eseguite
dalla RH con stanghette in su, come nel seguente esempio

(Henriette Renié)

Si usano solo quattro dita per mano. Si consiglia di non indicare diteggiature a meno che
non si consente un arpista di guardare la parte prima della pubblicazione.

Poiché gli arpisti utilizzano solo quattro dita, si prega di evitare figure come le seguenti:

Cosa rende questo passaggio difficile da suonare velocemente? Che per passare dalla
prima alla seconda battuta ci sarebbe bisogno di cinque dita ( e l’arpista ne usa solo
quattro)

2. Estensione delle mani:

Abbiamo detto che il braccio destro dell’ arpista è avvolto intorno allo strumento, per
questo motivo alla mano destra (RH) non deve essere chiesto di raggiungere note sotto la
primo corda di metallo [G 5). La mano sinistra (LH) può invece eseguire note anche in

8
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

alto, se necessario.

3. Le tonalità che suonano meglio:

sono quelle che utilizzano il minor numero di leve / pedali , perché in questo modo le corde
sono libere e vibrano per tutta la loro lunghezza. Sull’ arpa a pedali la tonalità migliore è la
chiave di Cb. (Vedi Interlude di Benjamin Britten dal "Ceremony of Carols".) mentre
nell’arpa celtica quella di Mi B. Usando suoni omologhi l’arpa a pedali raddoppia il potere
sonoro poiché si raddoppiano le note e si crea un effetto riverberante.

4. La risonanza,lo smorzato:

Una volta che le corde vengono pizzicate non si può contare su nessun mezzo (pedale,
arco, respiro) per prolungare la loro durata, si suona e poi si attende il suo decadimento.
Le note acute hanno una durata molto limitata per cui è inutile scrivere note lunghe o
legate nei suoni acuti. Le note basse, al contrario ,hanno una notevole durata ed un lungo
riverbero . Spesso hanno bisogno di essere smorzate prima di procedere all'accordo
successivo. A tal proposito si ricorda che l’arpa non ha il pedale per smorzare ma toglie i
suoni utilizzando la tecnica degli smorzati (Etouffèe, Mano Aperta, ecc) principalmente con
la mano sinistra.

Se si vuole far risuonare l’arpa si userà il simbolo L.V. (lasciar vibrare)

Se si vuole stoppare il suono si userà:

5. Armonie e voci:

Le corde dei bassi sono molto spesse e sovente il suono prodotto è cupo e poco brillante.
Per questo motivo è meglio non affidare alle note troppo gravi un tema. .Si consiglia di non
armonizzare troppo i bassi in velocità. Un buon utilizzo della tecnica degli smorzati
consente di mantenere pulita la linea del basso evitando la sovrapposizione armonica
degli accordi.

9
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

6. Staccato, legato, riverberante:

il suono naturale dell'arpa è riverberante, con l'azione del pizzicare si crea un suono che
perdura fino a quando non decade completamente o fino a quando la corda non viene
pizzicata di nuovo. L'unico modo per ottenere un effetto di staccato, è quello di smorzare
le corde con le dita o la mano subito dopo aver suonato. Per questo motivo si consiglia di
non scrivere note staccate in passaggi rapidi , o con grandi salti di note o di accordi.

Per ottenere un suono legato l’arpista dovrà curare l’articolazione lunga, il fraseggio e
un'attenta collocazione delle dita.

7. Le pause:

Per la maggior parte degli strumentisti la pausa corrisponde ad una separazione dallo
strumento: per gli strumentisti a fiato significa smettere di soffiare, per gli strumentisti ad
arco significa sollevare i loro archi, per i pianisti sollevare le mani dalla tastiera. Per gli
arpisti, però,non è sufficiente togliere le mani dalla cordiera per fermare il suono. Quando
si scrive una pausa è meglio specificare se si deve interrompere il suono o lasciar vibrare.

8. note ripetute:

all’arpa non si può riprodurre la successione rapida della stessa nota come invece si può
fare su un pianoforte. Tuttavia si può produrre uno speciale effetto di tremolo utilizzando i
suono enarmonici ( per esempio impostando i pedali D # e Eb e suonando
alternativamente quelle due corde, in modo che le dita possano creare l'effetto di una nota
ripetuta). Suonando con le due mani alternate si ottiene un effetto veloce.

9. gli arpeggi :

possono essere riprodotti molto velocemente se si utilizzano entrambe le mani in modo


alternato (si pensi alla cadenza Schiaccianoci, come è comunemente suonata, con una
successione di arpeggi discendenti di la 7). Se si scrive un passaggio utilizzando un
arpeggio solo in una mano risulterà molto più lento.

10. glissandi:

Nell’arpa a pedali i glissati possono essere realizzati con qualsiasi accordo che si desideri
: diatonico, pentatonico, diminuito, ecc .

I glissandi nelle arpe celtiche sono limitati alle tonalità disponibili a seconda di come lo
strumento è accordato (in C o Mib ).

10
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Si consiglia di annotare la scala desiderata come nell’esempio

11. Gli armonici :

Gli armonici sono una possibilità con l'arpa, come sono su tutti gli strumenti a corda. Il
simbolo dell’armonico è un cerchio posto sopra la nota, il numero di cerchi dovrebbe
corrispondere al numero di armonici desiderati

Essi sono prodotti tagliando la corda a metà e pizzicando la corda appena sopra quel
punto. In questo modo si ottiene un suono all'ottava superiore, dal timbro chiaro e dolce.

Il simbolo degli armonici si scrive sulla nota che produce il suono e non sul suono prodotto
( ricordiamo che fa eccezione C. Salzedo che scriveva l’esatto opposto).Si possono
produrre sulla stessa nota fino ad armonici di sesto grado ma sono di difficile e poco
pratica esecuzione. Si possono anche suonare simultaneamente 2 o 3 armonici ma con
distanze minime. L’armonico suona decisamente meglio in bemolle.

Suoni Près de la table

(pdlt) è una variante comune del colore e timbro di una stessa nota e si ottiene suonando
vicino alla tavola armonica (più vicino alla base delle corde piuttosto che al centro delle
corde, come è standard) . Produce un suono nasale e metallico. Questo effetto è più
efficace nel registro medio dell'arpa, infatti usato nei registri alti o bassi non produce un
gran cambiamento di colore.

La posizione del simbolo la notazione è importante. Nel pentagramma sopra significa


mano destra soltanto, nel pentagramma sotto significa mano sinistra solo e al centro
significa entrambe le mani.

11
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Ci sono due possibilità per la notazione:

Qualche notizia in più sui pedali


L'arpa ha sette pedali, posti intorno alla base, che sono controllati dai piedi dell'arpista.

I pedali alterano l'intonazione delle corde, ogni pedale corrisponde ad una sola nota ma
aziona un meccanismo che interviene su tutte le ottave. Ogni volta che vi è un
cambiamento di chiave o alterazione viene fatto con i piedi, sia per creare le alterazioni
che per ritornare alla tonalità di partenza. Poiché l'arpa è l’ unico strumento che ha questo
approccio per cambiare la tonalità, molti compositori si sono scoraggiati. Anche se è
importante capire i limiti dello strumento, è altrettanto importante comprendere le
possibilità offerte dai pedali.

I suoni enarmonici sono il primo risultato: sull’ arpa sono fisicamente suonati su due
corde differenti, come B# e C naturale. Questo crea diverse possibilità utili:

- Tutte le corde possono essere impostate in una scala insolita, ad esempio una scala
pentatonica (es CDE # FGAB #)

Alcune combinazioni apparentemente scomode da suonare si possono fare utilizzando i


suoni enarmonici per es.(A e Ab si può eseguire con A e G #)

- Una nota può essere raddoppiata per rafforzare il suono

L'ordine dei pedali e le limitazioni fisiche associate dovrebbe essere presi in


considerazione dal compositore. I pedali sono divisi in due gruppi nel seguente ordine:

sinistra destra

DCB EFGA

Un punto spesso trascurato è che il piede sinistro controlla D, C e B, mentre il piede destro
controlla E, F, G e A. Pertanto, due pedali possono essere spostati simultaneamente, ma
solo se sono sui lati opposti dell’arpa (C e F sono possibili, ma non G e A). In rare
occasioni, il piede sinistro può attraversare e spostare il pedale E mentre il piede destro è
occupato con F, G o A, ma questo non è possibile con qualsiasi altro pedale.

12
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Il diagramma dei pedali

E’ importante che il compositore fornisca la posizione dei pedali iniziali (ad esempio DC #
BEF # GA). A tal fine si utilizza la scrittura in lettere dei pedali

A= la

B= si

C= do

D= re

E= mi

F= fa

G = sol

La grande linea verticale rappresenta la metà dell’arpa:

da una parte i pedali azionati dal piede sinistro (DCB), dall’altra i pedali azionati dal piede
destro (EFGA).

La linea orizzontale rappresenta il centro (posizione naturale) dei pedali.

Il segno posto sopra indica i bemolli, il segno posto sotto la linea indica i diesis.

Ogni piccola linea verticale rappresenta uno dei sette pedali e la posizione in cui è
impostato, indica la disposizione degli stessi.

13
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

1.Gli arpisti possono suonare facilmente anche in chiavi con sei o sette diesis o bemolli -
basta impostare i pedali e suonare!Quindi ciò che è ostico per altri strumentisti, non lo è
affatto per l’arpa.

2. Si può scrivere utilizzando sonorità e scale insolite, indicando in chiave la successione


dei diesis e bemolli richiesti. A tal proposito si suggerisce di analizzare la scrittura di B.
Andrès, arpista e compositore contemporaneo.

3. I pedali sono in quest’ ordine

Due pedali possono essere cambiati simultaneamente e rapidamente se non sono sullo
stesso lato.

Se si spinge il pedale verso il basso, si produce un suono più alto; viceversa se si solleva,
si produce un suono più basso. È possibile spingere i pedali verso il basso (da bemolle a
naturale, a diesis) più velocemente di quanto si possa alzarli (quindi da diesis a naturale a
bemolle). Tuttavia, entrambi i movimenti possono essere eseguiti molto rapidamente.

4. Il cambio dei pedali può creare dei suoni indesiderati in alcune circostanze: se una
corda sta ancora suonando e le mani dell'arpista sono troppo impegnate per smorzare, in
quel punto il cambiamento del pedale può essere rumoroso. A volte questo può essere
evitato utilizzando note enarmoniche.

L’effetto del rumore del pedale o del glissato di pedali può essere volutamente cercato
Si ottiene muovendo un pedale subito dopo aver suonato la corda. Mentre la corda sta
ancora vibrando, si muove il pedale. Questo effetto non funziona bene registri acuti
dell'arpa.

14
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

15
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

(D, C, Bb, Eb, F, G, Ab) (D#, C#, B, E, F#, G#, A)


Nella pagina precedente sono indicati tre differenti effetti dei pedali:

1) Il glissato di pedali che si ottiene suonando una nota (possibilmente grave) e poi
muovendo il pedale lentamente o velocemente un semitono sopra o sotto.
2) Il tremolo di pedale, ottenuto facendo oscillare il pedale velocemente tra diesis e
naturale o tra naturale e bemolle. A volte è richiesto anche senza aver suonato la
corda prima, come un effetto di risonanza.
3) Buzz: si ottiene questo rumore di ferraglia incastrando a metà tra diesis e naturale o
tra naturale e bemolle il pedale richiesto. Si ottiene uno sgradevole rumore di
ferraglia.

7. Ogni alterazione, cambio di tonalità o glissando richiede il movimento dei pedali: è


consigliabile lasciare il tempo per il cambio.

Notazione speciale
Molti simboli sono stati catalogati nella notazione per arpa. Ecco come sono elencati
nell’introduzione del libro di Marilyn Marzuki "The Sacred Arpist", publ. 1980:

16
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

17
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Si rimanda inoltre alla lettura dei Modern Study di Carlos Salzedo, dove sono catalogati e
descritti tutti gli effetti da lui inventati.

Che cosa è difficile suonare


1. Veloci cromatismi (alla Chopin).
2. Diteggiature a cinque dita pensate per pianoforte.
3. Tanti cambi veloci di note a accordi armonici.
4. Ripetizione rapida della stessa nota o dello stesso accordo

Non è facile scrivere per arpa perché bisogna tenere conto di tutti questi aspetti appena
enunciati. Quello che può avere senso dal punto di vista armonico per un compositore,
può non averlo dal punto di vista esecutivo per un arpista. L’uso delle enarmonie è
comunemente utilizzato tra gli arpisti per ovviare numerosi cambi di pedali, distanze
diverse o difficili, la produzione di un suono più bello. Per questo motivo consiglio di
scrivere in collaborazione con un’arpista. Il suo sguardo sarà pronto per trovare delle
soluzioni efficaci e voi farete sperimentare un nuovo modo di pensare alla musica.

Master Glossary of Symbols and Special Effects for Harp, by Faith Carman (L&H, V)

Harp Scoring, by Stanley Chaloupka (HC, L&H, V)

Writing for the Modern Harp (Q&A for a college composition class), by Lucile H. Jennings. 740-
594-5520

The ABC of Harp Playing including The Use of the Harp in the Orchestra by Lucile Lawrence
(HC, L&H)

A Harpist’s Survival Guide to Glisses, by Kathy Bundock Moore (L&H, V)

Tuning Your Harp in Eb Major, by Ray Pool (L&H, V)

The Harp in the Orchestra, by Beatrice Schroeder Rose (HC)

Modern Study of the Harp, by Carlos Salzedo (HC)

A Quick Reference Glissando Chart, by Sylvia Woods (HC)

Writing for the Pedal Harp, 2nd edition, by Ruth Inglefield and Lou Anne Neill

18
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

ARPEGGIO
Senza un’indicazione precisa dell’autore gli accordi saranno suonati o arpeggiati o uniti,
secondo il gusto dell’esecutore. Se si vuole che siano suonati Uniti, aggiungere la graffa.

Esistono molti modi di suonare un accordo, arpeggiato, brizè (un arpeggiato molto veloce),
facendo partire in contemporanea le mani, suonandole consecutivamente, dal basso verso
l’alto o viceversa, più lento, ecc. Se avete delle esigenze precise, specificatele .

Questo è il modo usuale di segnare un accordo arpeggiato.

Dall’alto verso il basso

Accordi prolungati (si eseguono facendo continuare in successioni le due mani.)

19
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Arpeggio prima o dopo il battere

BISBLIGLIANDO
È una tecnica specifica dell’arpa che consente di suonare un tremolo utilizzando entrambe
le mani. Ci sono tre modi di indicare il bisbigliato:

(trillo a una mano)

La velocità di questo effetto dipende dal gusto e dalla tecnica dell’esecutore.

20
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Si possono anche eseguire su accordi differenti.

GLISSANDO
I glissandi possono essere eseguiti dalla mano destra, dalla sinistra o da entrambe. La
mano destra avrà un campo di azione più limitato a causa della lunghezza dell’arpa
rispetto al braccio. La mano sinistra invece potrà spaziare lungo tutta la cordiera. Possono
essere eseguiti lentamente o velocemente. Si consiglia di usare questo effetto su
un’estensione ampia.

Glissato di unghie

Glissato di terze

21
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Senza indicazioni delle alterazioni l’arpista eseguirà il glissato nella tonalità d’impianto.
Altrimenti dovrà essere segnalata la pedaliera richiesta.

Glissato smorzato

Glissato ritmico Glissato con le unghie

Il glissato può finire su una nota specifica oppure indefinita, di seguito le differenti
indicazioni. L’arpista se deve suonare l’ultima nota del glissè, di preferenza la diteggia con

22
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

il 2 della mano sinistra. Per questo motivo non è consigliabile mettere una melodia
attaccata alla fine del glissè, poiché non ci sarebbe il tempo necessario per una corretta
esecuzione.

(errato)

In tutti gli esempi a seguire sarebbe opportuno terminare il glissè con la mano sinistra.

E’ possibile fare glissati di ottava ma la mano sinistra va subito a smorzare le note suonate
della destra creando un suono poco armonioso. Per creare un bell’effetto è consigliabile
utilizzare un’estensione ampia, magari con effetti sovrapposti delle due mani.

23
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

ARMONICI
Gli armonici suonano un’ottava sopra rispetto a quella indicata (tranne che per Salzedo.)

Tagliando ulteriormente la corda si possono produrre suoni di quinta e ottava superiore.

24
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Sulla Durata delle note


Si ricorda che l’arpa per stoppare un suono deve ritornare sulla cordiera per smorzare.
Spesso, se non è volutamente indicato dal compositore, sarà a discrezione dell’esecutore
valutare se e quando smorzare. Di seguito gli esempi che potranno essere d’aiuto.

Lo staccato è un particolare metodo di ritorno sulla corda che accorcia la durata del suono.
Si esegue di solito col secondo dito rovesciato o riappoggiando la nota appena suonata
(anche diteggiando.)

L’etouffè è un modo per smorzare il suono. Si ottiene tenendo la mano sinistra aperta sulla
cordiera, una volta il pollice si torna con la mano piatta sulla stessa smorzando così il

25
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

suono appena prodotto.

Di seguito troverete una serie di effetti speciali tratti dal sito www.composingforharp.com.

26
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

27
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

28
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

IL REPERTORIO
MUSICA COTEMPORANEA PER ARPA SOLA

29
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Alain Louvier l'Harpenteur étrange harp solo Commissioned by Billaudot Paris


Jakez Francois

André, Mark Un-Fini harp, tam- Percussion is Carus Verlag


tam and played by the
grand cassa harpist

Aperghis, Fidélité pour harpiste harp solo youtube monologue for harp via www.aperghis.com
George seule regardée par un ist, singing,
homme laughing, screaming
and man whatching

Ayres, (oh, he's gone) harp solo written for Maria published by Villa-R Mus
Richard (...such is life) (with Cleary
untrained
voice)

Bellocq, Ivan Del'oubli s'éveille harp solo Inspired on the Editions Harposphère
poeme of Pablo
Neruda 'La harpe'.

Berio, Sequenza II harp solo first avantgarde solo Universal


Luciano piece for the harp for the Netherlands order
exploring various via:broekmans
soundcolors,
especially
percussive sounds
on the harp

Birtwistle, Crowd harp solo for the Netherlands order


Harrison via:broekmans

Breschand, Minotaure harp solo Misterioso Paris


Hélène

Brief, Todd Moments harp solo via Todd Brief

Bulsink, Voordat harp solo calme soft piece wilbertbulsink@gmail.com


Wilbert using high
harmonics on the
bass strings

Bussotti, Fragmentations pour harp solo Aldo Bruzzichelli


Sylvano un joueur de harps

Byrnes, Visions in Twilight harp solo youtube written for the


Garret Harpcontest in
Bloomington 2000

30
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Campana, Lust-ich harp solo Youtube Version for 2 harps Billaudot Paris
José Luis 2012
Concours du CNSM
de Lyon

Campo, Élytres harp solo Lemoine Paris


Régis

Carter, Elliot Bariolage harp solo youtube First piece of broekmans


'Trilogy' for harp
and oboe

Davies, Paul Berlin Motives harp solo written for Ernestine via ernstoop@xs4all.nl
Stoop

Davies, Adh for suspended harp solo Graphic score


Rhodri harps, butane burners
and electric whisks

De Raaff, Contradictie III harp solo published by Deuss musi


Robin

Donatoni, Marches, Due pezzi harp solo Youtube Composed for Ricordi Milan
Franco per arpa Spoleto Festival des
Deux Mondes

Downs, Noticing and Truth- harp solo, in Youtube Price winnig jessiedowns311@gmail.c
Jessie Telling scordatura composition in jessiedowns.tumblr.com
Dutch Harp Festival
2014

Edles- Seul(e) harp and


Copes, voice
Aurelio

Emmerik Ivo (part of) everything 4 harp solo info@ivovanemmerik.nl

Fedele, Ivan Suite Francese V harp solo youtube" published by Edizioni Suv
Zerboni

Finnissy, Two scenes from harp solo Youtube Oxford University Press
Michael 'Shameful Vice'

Ford, Ron Broken Melody harp solo written for Ernestine via ernstoop@xs4all.nl
Stoop

Fournier, Lune Rousse harp solo written for Hélène via Brigitte Sylveste or
Marie- Breschand Artefact
Hélène

31
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Fournier, 4 autre muses harp solo written for Brigitte via Brigitte Sylvestre or
Marie- Sylvestre Artefact
Hélène

Gilles, Carré Prologue et harp solo Editions Musicales


minitiatures Européenes

Hamel, Peter Miniaturen harp solo 7 movements on published by Bärenreiter


Michael Indian topics

Hayakawa, 2 Impromptus harp solo for the Netherlands order


Masaaki via:broekmans

Heeneman, Oker harp solo written for Idske Donemus


Michiel Bakker

Hirose, Élégia harp solo Zen-On


Ryohei

Holliger, Sequenzen über harp solo Youtube one of the first for the Netherlands order
Heinz Johannes 1,32 avantgarde pieces, via:broekmans
written for his wife
Ursula Holliger

Holliger, Partita (II) harp solo written for the ARD published by Schott for th
Heinz competition 2004 Netherlands order
via:broekmans

Hosokawa, 2 Japanese Folksongs harp solo slow atmospheric for the Netherlands order
Toshio and Gesine music, referring to via:broekmans
the traditional
Japanese music on
Koto

Hosokawa, Neben dem Fluss harp solo piece inspired op for the Netherlands order
Toshio texts by Hermann via:broekmans
Hesse

Hosokawa, Re-Turning II harp solo Schott


Toshio

Houben, Aeolian harp harp solo partition graphique Edition Wandelweiser


Eva-Maria

Hölscher, The Story of the harp solo Rieteke Composition in two order via Valeur Ajoutee
Rieteke Dragonfly: Mud - Holscher parts, inspired by
Bubbles - Flow - Spark the four classical

32
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

- Rock - Rustle - Fly elements: earth,


water, wind and fire.
In this composition
they form the decor
of the (short) life of
a dragonfly. The
two parts consist of
a number of
miniatures.

Ichiyanagi, Still time III harp solo lyric japanese piece for the Netherlands order
Toshi via:broekmans

Jarrell, Offrande harp solo Youtube Lemoine Paris


Michael

Jolas, Betsy Trache harp solo first performance by for the Netherlands order
Fabrice Pierre 1977 via:broekmans
in Zagreb

Jolas, Betsy Trance harp solo Heugel & Cie Paris

Kimbell Arctic Ballade harp solo Balade “Ballade Arctique” Kimbell music
Michael (abriged version) Arctique explores the
colouristic and
virtuosic capabilities
of the harp to retell
a true story of the
Canadian north. An
Inuit hunter and his
family are starving
as the life-giving
herds of caribou
disappear from the
northern tundra. In
desperation he sets
out on a quest, finds
and shoots a lone
caribou. He arrives
home to find his
wife and infant
dying.

Kimbell Ballade Arctique harp solo Commercial “Ballade Arctique”


Michael CD explores the
colouristic and
virtuosic capabilities

33
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

of the harp to retell


a true story of the
Canadian north. An
Inuit hunter and his
family are starving
as the life-giving
herds of caribou
disappear from the
northern tundra. In
desperation he sets
out on a quest, finds
and shoots a lone
caribou. He arrives
home to find his
wife and infant
dying.

Knowles, A piece for harp harp solo partition graphique


Alison

Kontz, Tea Ceremony harp solo partition graphique


Catherine

Lejet, Edith Les Métamorphoses harp solo Éditions Musicales


Transatlantiques Paris

Levy, Fabien Les deux ampoules harp solo Billaudot Paris


d'un sablier peu à amplified
peur se comprennent

Ligier, Comme les vagues harp solo written for the Dutch Editions Fertile Plaine
Frédéric Harp Festival. Price
winning composition
of the Dutch Harp
Composition
Contest 2012

Ligier, Comme les vagues harp solo written for the Dutch Editions Fertile Plaine
Frédéric Harp Festival. Price
winning composition
of the Dutch Harp
Composition
Contest 2012

Liu, Elbert Manhaunt harp solo This piece depicts Elbert Liu
the unfortunate fate elbertliu@gmail.com
of a random
bypasser who gets
stalked and hunted
down by an unseen
entity at midnight.

34
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Lo, Shih-Wei Things hoped for, harp, atmospheric piece,


Things unseen electronics, different techniques
video to archieve different
optional colors, blending
with electronics

Ma'ayani, Toccata harp solo virtuos piece, for the Netherlands order
Ami Obligatory via:broekmans
Composition for the
2nd International
Harp Contest in
Israel – 1962

Ma'ayani, Sonata No.1 harp solo for the Netherlands order


Ami via:broekmans

Ma'ayani, Sonata No.2 harp solo for the Netherlands order


Ami via:broekmans

Ma'ayani, Maquamat harp solo for the Netherlands order


Ami via:broekmans

Ma'ayani, Passacaglia dans un harp solo Obligatory for the Netherlands order
Ami style oriental Composition for the via:broekmans
9th International
Harp Contest in
Israel – 1985

Ma'ayani, 5 pieces for a young harp solo Pedagogical work, for the Netherlands order
Ami harpist dedicated to Ruth via:broekmans
Maayani In five
movements

Murray The Crown of Ariadne harp solo youtube published by Arcana Edit
Schafer, and
Raymond percussion
instruments

Myrmel, Wings Imparted harpist solo one harpist between tommyrmel[at]gmail.com


Thomas on two two harps,
instruments changing, moving,
playing between
them

Natra, Sergui A book of hebrew harp solo These lovely songs Publisher: Israel Music
songs by Sergiu Natra Institut, for the Netherland
were inspired by order via: broekmans
Jewish folk tunes
and commissioned
by the Israel
Composers' Fund in

35
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Jerusalem.
Renowned harpist
Pearl Chertok
premiered these
pieces in New York
in 1977.

Natra, Sergui Sonatina harp solo three movements, Publisher: Israel Music
two first ones lyric Institut, for the Netherland
the third rythmic, order via: broekmans
This piece by
Sergiu Natra was
composed for the
3rd International
Harp Contest in
Israel in 1965. It
joins the ranks of
harp repertory as an
excellent example
of idiomatic
contemporary music
for harp of the
1960ies

Natra, Sergui Prayer harp solo lyric piece Publisher: Israel Music
Institut, for the Netherland
order via: broekmans

Nieder, Ernestine ... ein harp solo written for Ernestine via ernstoop@xs4all.nl
Fabio Geburtstagsgeschenk Stoop

Noda, The Dream of harp solo published by Ongaku No


Teruyuki Endymion Tomo Sha Corp.

Nodaira, Messages 1 harp solo published Édition Herny


Ichiro Lemoine

Onna, Peter Secret Garden harp solo Onna inspired by the for the Netherlands order
van classic children's via:broekmans
book 'The Secred
Garden' by Grances
H. Burnett

Oosten, Roel Triptych harp solo written for Gwyneth ascolta Music Publishing
van with Wentink
percussion

Ovsepyan, Four studies in illusion harp solo via www.petrosovsepyan


Petros

Raxach, Dances Pythique harp solo published by Donemus

36
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Enrique

Sadafian, Substantial Motion harp solo This music is based sadafian@musician.org


Amirbahador on the philosophy
idea of 'Substantial
Motion'

Schmitt, Konzertetüde 1984 harp solo published by Musica per


Meinrad 'Das Mahl der arpa, Vereinigung deutsc
Harpyen' HArfenisten e.V.

Schüttler, schöner leben 4 harp solo, youtube written for Miriam via
Martin (sumo D.D.) tape, Overlach miriamoverlach@gmail.co
amplification or www.stock11.de
and
television

Sharman, Cordes Vides harp solo for Erica Goodman via Rodney Sharman
Rodney

Stubbe Rhizome harp and stubbe@vip.cybercity.dk


Teglbjärg, electronics
Hans Peter

Taira, Sublimation harp solo for the Netherlands order


Yoshihisa via:broekmans

Takemitsu, Stanza II harp solo youtube published by Salabert, fo


Toru and tape Netherlands order:broekm

Tsoupaki, Pas de deux harp solo published by Donemus


Calliope

Tsoupaki, Pirouette harp solo published by Donemus


Calliope

Veenendaal, The Plastic Crusader harp solo youtube Four movements, via
Albert van The Plastic, The miriamoverlach@gmail.co
Dream, The Road, or
Epilouge, written for www.albertvanveenendaa
Miriam Overlach

Verbey, La Malinconia II harp solo published by Deuss musi


Theo

37
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Wolff, Jean- Incanation harp solo written for Ernestine via ernstoop@xs4all.nl
Claude Stoop

Yun, Isang In Balance harp solo published by Bote&Bock,


the Netherlands order
via:broekmans

Zbinden, 3 Esquisses Japonais harp solo for the Netherlands order


Jean- op.72 via:broekmans
Francois

Mahnkopf, Stheno und Euryale harp solo Two version Sikorski


Claus- available: harp solo
Steffen or two harps (the
second harp in
scordatura)

Mantovani, Tocar harp solo Youtube Lemoine


Bruno

Méfano, Paul Instantanée pour harp solo Dedicated to Éditions Musicales


harpe Hélène Breschand Européennes

Miroglio, Moires harp solo Morceau de Salabert Paris


Francis concours for CNSM
Paris in 1985

Murray The Crown of Ariadne harp solo Youtube Arcana Edition


Scahfer, with
Raymond percussion

Nodaïra, Messages harp solo Morceau de Lemoine Paris


Ichiro concours for CNSM
Lyon in 1985

Oosten, Roel Triptych harp solo Donemus Amsterdam


van with
percussion

Patterson, What music can you harp solo Graphique score


Ben make from these
notes?

Paúl, Abel La voz detràs harp solo Commissioned by


with voice Ensemble Smash

Reverdy, Quartorze poignées harp solo Leduc Paris


Michèle d'argile

38
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

Rossé, El'Eneh harp solo Fuzeau


Francois

Saariaho, Fall harp solo Youtube Sixt part of ballet Wilhem Hansen
Kaija with the Maa
electronics

Sciarrino, L'addio a trachis harp solo Youtube Ricordi Milan


Salvatore

Taïra, Sublimation harp solo Durand Paris


Yoshihisa

Tanada, Mysterious Morning I harp solo Youtube Lemoine Paris


Fuminori

Tisné, Particule harp solo After a poeme by Billaudot Paris


Antoine David Niemann

Tone, Ten haikus of Matsuo harp solo Graphique score


Yasunao Basho

Ton-That, Chu ky III harp solo Jobert Paris


Tiet

Verlaan, Variation on a tuning- harp solo


Daan fork

Wolff, For Harp Player harp solo Graphique score


Christian

Yedid, Ouf of Infinity harp solo Youtube Israel Music Institute


Yitzhak

¡ And many ! Send us your scores harp solo


more newest and we will add them
pieces to to the library !
come soon !

39
M.E.Bovio L’arpa per i compositori

40