Sei sulla pagina 1di 3

Introduzione

La relazione riguarda due esercitazioni in cui vengono analizzati:

 un serbatoio cilindrico soggetto al carico idrostatico e al peso proprio


 una cupola che scarica il peso su una trave ad anello

L’analisi è stata svolta tramite il programma Mathematica.

Introduzione teorica agli elementi utilizzati nello svolgimento delle esercitazioni


Trave ad anello
Si tratta di una trave curva piana ovvero una trave sghemba con una particolare configurazione in cui la
torsione è identicamente nulla: 𝜏 = 0. Poiché si tratta di un caso piano, è opportuno che la binormale
rimanga equiorientata lungo tutta la linea d’asse della trave, per evitare che alcune grandezze di
deformazione e di sforzo generalizzato cambino convenzione con il mutare della curvatura geometrica della
linea d’asse della trave. Per ottenere tale condizione il versore ax della della normale principale non “punta”
sempre dalla parte concava della curva ma è tale da costituire con gli altri due versori (la tangente e la
binormale, che è tenuta fissa) una terna levogira.

Equazioni governanti

La cinematica
Le equazioni congruenza assumono la forma:
La statica
Le equazioni indefinite di equilibrio assumono la forma:

L’anello in regime di assialsimmetria


Nel caso specifico verrà analizzato una trave ad anello in regime di assialsimmetria, si trascura la
deformabilità assiale del guscio e quindi è come l’anello fosse appoggiato su due carrelli.

Si nota che Tx, q, cx e cy alterano l’assialsimmetria; per cui N’ = 0 ed N è costante, M’x = 0 ed Mx è costante
e Mt = 0. Le equazioni di equilibrio diventano:

𝜒𝑁 + 𝑝𝑥 = 0 𝑀′𝑥 = 0
{ {
𝑁′ = 0 −𝜒𝑀𝑥 + 𝑐𝑡 = 0

Si tratta di equazioni algebriche, la presenza di una curvatura e dello sforzo normale determina la portanza.
Le ct non generano un momento torcente ma un momento flettente e sono equilibrate dalle Mx; nasce una
curvatura κt e le deformazioni cinematicamente compatibili risultano essere:

𝜀 = −𝜒𝑢
{ 𝜅 = 𝜒𝜗
𝑡
Il legame costitutivo
Considerando le ipotesi introdotte, il legame tra le misure di deformazione generalizzata e le misure di sforzo
generalizzato è

𝑁 = 𝐸𝐴𝜀
{
𝑀𝑥 = 𝐸𝐼𝑥 𝜅𝑥

Problema elastico
Seguendo l’approccio in spostamenti, la soluzione del problema elastico