Sei sulla pagina 1di 12

Reti di Telecomunicazioni

a cura di R. Bolla, L. Caviglione, F. Davoli

1.2
  A. Pattavina, RETI DI TELECOMUNICAZIONE -
NETWORKING E INTERNET, SECONDA
EDIZIONE, McGraw-Hill, 2007, ISBN
978-88-386-6326-0.
  J. Kurose, K. Ross, COMPUTER NETWORKING: A
Top-Down Approach Featuring the Internet, 2nd
Ed., Addison-Wesley, Boston, MA, 2003.
  A. S. Tanenbaum, COMPUTER NETWORKS, 4th
Ed., Prentice-Hall, Upper Saddle River, NJ, 2003.

1.3

  W. Stallings, TRASMISSIONE DATI E RETI DI


COMPUTER, Jackson Editore, 2000 (ISBN:
8825616562).
  J. Walrand, COMMUNICATION NETWORKS: A First
Course, 2nd Ed., MacGraw-Hill, New York, NY,
1998 (ISBN: 0-256-17404-0).
  S. Gai, P. Nicoletti, P. L. Montessoro, RETI LOCALI:
dal cablaggio all’internetworking, 2° Edizione,
SSGRR, L’Aquila, 1995.

1.4
  J. Walrand, P. Varaiya, HIGH PERFORMANCE
COMMUNICATION NETWORKS, 2nd Ed., Morgan
Kaufmann, San Francisco, CA, 2000.
  D. Comer, INTERNETWORKING CON TCP/IP, vol.
1, 2a ed. italiana, Addison-Wesley, Milano, 2002
(ISBN: 88-7192-139-9).
  D. Bertsekas, R. Gallager, DATA NETWORKS, 2nd
Ed., Prentice-Hall, Englewood Cliffs, NJ, 1992.

1.5

1.6
  Introduzione alle reti di TLC
  La rete di TLC come “gestore di risorse
condivise”
  Evoluzione storica delle
 reti voce
 reti dati

  Le reti integrate nei servizi

1.7

1.8
Collegamento punto-punto

1.9

Interconnessione Completa

1.10
Linea condivisa

1.11

 Gestire in modo efficiente la


condivisione delle risorse (nodi e
linee)

1.12
La rete è composta da due parti
principali:

  LINEE di COMUNICAZIONE

  NODI

1.13

Nodi Terminali

Nodi di rete

1.14
Bus Anello (Ring)

Stella Generica (Magliata)

1.15

Storicamente possono essere distinti due tipi di


reti

  RETI TELEFONICHE
  RETI DATI

1.16
Tra i fattori che hanno contribuito
maggiormente all’evoluzione delle reti
telefoniche

  LA TRASMISSIONE NUMERICA
  LA SEGNALAZIONE SU CANALE COMUNE

1.17

Tra i fattori che hanno contribuito


maggiormente all’evoluzione delle reti per
dati

  l’avvento dei MINICALCOLATORI e, in


seguito, del MICROPROCESSORE
  lo sviluppo delle ARCHITETTURE
FUNZIONALI

1.18
  Da centralizzate....

1.19

  ... a distribuite

1.20
  Accesso da terminali remoti in “time-sharing”

  Reti di terminali

  Reti di calcolatori

  Reti in area locale

  Interconnessione di reti
1.21

  Nessuna strutturazione funzionale

  Suddivisione tra processi applicativi e


gestione delle linee di TLC

  Architetture proprietarie

  Sistemi aperti

1.22
  Sono caratterizzate da

Voce
•  Elaborazione
di Dati
•  Trasmissione
Immagini

per fornire SERVIZI ai propri UTENTI

1.23