Sei sulla pagina 1di 423

APPIUS APPIUS 2 0 1 4

2012 • 2013 • 2014


Vinificazione
Fermentazione alcolica e malolattica, affinamento
in barrique / tonneaux. Assemblaggio dopo quasi un anno e
ulteriore affinamento sui lieviti per tre anni in tini di acciaio
inox

Varietà
Chardonnay 65%, Pinot Grigio 15%, Pinot Bianco 8% e
Sauvignon

Vigneti
Località: vitigni selezionati ad Appiano
Esposizione: sudest/sudovest
Terreni: calcareo-ghiaiosi e morenici
Coltivazione: guyot

Resa
35 hl/ha

Contenuto alcolico
14 %

Residuo zuccherino
3 gr/l

Acidità
5.50 gr/l

Potenziale d’invecchiamento
10 anni e oltre.

Il meglio delle nostre uve,

d e l l e n o s t r e v i t i e d e i n o s t r i t e r ro i r

per ot tenere un vino unico, ogni anno diverso,

m a s e m p r e i n e g u ag l i a b i l e .
n u ov I v I n I I n p ro d u Z I o n e l I m I tata

T WC P I N OT N O I R R I S E RVA 2 0 1 5
T WC S AU V I G N O N 2 0 1 6

la c o l l e Z I o n e n at a p e r c o n d I v I d e r e

l a n o s t r a pa s s I o n e e I n o s t r I v I n I p I Ù l o n g e v I .

a n n at e storIcHe ed edIZIonI specIalI mantenute

c o n c u r a , p e r g a r a n t I r e s e m p r e l a l o ro p r e Z I o s I t À .
LA STORIA

I Lantieri de Paratico, nobile ed antica famiglia bresciana, hanno radici franciacortine che risalgono
a più di mille anni or sono, posto che la prima data certa che lo documenta risale all’anno 930 d.
C. Antenati illustri ornano il suo albero genealogico, da una Beata Lucia Lantieri ad uno studioso di
tattiche militari per giungere infine al famoso ingegnere e matematico Giacomo Lantieri che
trascorse una vita tanto avventurosa da ispirare addirittura un libro; Servitore vostro umilissimo et
devotissimo. (Storia di Giacomo Lantieri, Bonanno Editore, 1994).

Il suffisso nobiliare “de Paratico”, sta a significare il loro precedente insediamento nel paese
omonimo in provincia di Brescia, al confine con il lago d’Iseo, in Franciacorta. Qui, i Lantieri fecero
erigere nell’XI sec. il loro magnifico castello. La storia narra che in tale castello, sia stato ospitato
l’esule e sommo poeta Dante Alighieri che, ispirato dal paesaggio, avrebbe scritto alcuni versi della
Cantica del Purgatorio. Nel ‘500 poi la famiglia si trasferì a Capriolo, dove si è perpetuata la
tradizione vitivinicola e ha oggi sede l’azienda. I Lantieri si distinguevano per la produzione di vini
già dal sedicesimo secolo; erano allora apprezzati fornitori alla corte dei Signori Gonzaga di
Mantova, ed alle corti di Ferrara e Milano, con il “Rubino di Corte Franca”, antesignano dei vini
attuali. La Cantina Lantieri ha sede nel centro storico dell’affascinante borgo medioevale di
Capriolo posto sul colle, dove si trova anche l’antico palazzo di famiglia. Si raggiunge attraverso
una via caratteristica, tra lunghi filari di vite, ed offre, dalla sua suggestiva terrazza merlata, una
magnifica vista sull’anfiteatro franciacortino.

Il complesso aziendale comprende la struttura storica, della quale fanno parte le vecchie cantine
dai volti seicenteschi, e quella moderna, caratterizzata da ambienti di costruzione più recente,
dove hanno luogo le fasi della vinificazione, secondo le attuali ed avanzate tecnologie. I vigneti si
estendono in parte intorno alla cantina e in parte alle pendici del Monte Alto. I terreni di natura
silicio argillosa, particolarmente ricchi di breccia e materia calcarea esprimono la massima
vocazione nella coltura della vite praticata dalla Cantina Lantieri sugli stessi fin dal XVI secolo. I
Franciacorta vengono prodotti esclusivamente mediante l’utilizzo delle uve raccolte manualmente
provenienti dai vigneti di proprietà della azienda, che vengono gestiti con grande cura ed
attenzione al fine di ottenere frutti sani, condotti a perfetta maturazione.

Le fasi produttive successive, dalla vinificazione, alla presa di spuma ed alla sboccatura, vengono
realizzate secondo la filosofia aziendale ispirata alla massimizzazione della qualità e all’integrità del
prodotto. Il risultato costante e di assoluta eccellenza, si percepisce in tutti i Franciacorta Lantieri,
che si distinguono per freschezza e mineralità, esprimono i profumi e la polposità del frutto nella
sua integrità, sono suadenti, avvolgenti, eleganti e prodighi di sensazioni armoniose e complesse.
Tradizione, passione e rinnovamento sono i valori che hanno consentito a questa cantina il
raggiungimento di riconoscimenti prestigiosi.

LA FRANCIACORTA

La Franciacorta è una terra millenaria, ricchissima di storia e testimonianze artistiche, che


comprende 19 Comuni della provincia di Brescia. Il suo nome suggestivo risale, con ogni
probabilità, all’epoca medioevale e si riferisce alle francae curtes, nelle quali i monaci benedettini
cluniacensi godevano di franchigie fiscali.

Favorita da un territorio reso affascinante e dolce grazie all’abbondanza di acqua e vegetazione,


oltre che da un clima mite, la Franciacorta è legata alla coltivazione della vite da tempo
immemorabile, come confermano le citazioni dei classici latini, da Plinio il Vecchio a Columella e
Virgilio.

Nota per i rinomati vini che vi si producono, la Franciacorta stupisce anche per le presenze
monumentali: castelli, conventi, ville nobiliari, pievi, incastonati in borghi medioevali, tra colline dai
verdi intensi, dove si possono percorrere itinerari naturalistici a piedi, in bici o a cavallo, ed
apprezzare i piatti gastronomici tipici della zona.
CANTINA E VIGNE
La storia odierna di questa cantina si sviluppa a Capriolo, suggestivo borgo medievale, dove negli
anni ’70 Giancarlo Lantieri, intraprende, tra i primissimi, con l’enologo Cesare Ferrari, al suo
esordio in fatto di bollicine, la produzione di quello che oggi viene chiamato Franciacorta D.O.C.G.
La cantina Lantieri produce oggi circa 160.000 bottiglie, di cui 120.000 di Franciacorta Docg e les
restanti di Cuertefranca, impiegando 20 ha di vigneto tutti condotti direttamente dall’azienda,
ubicati nei comuni di Capriolo e Adro, nella località verdeggiante e protetta dalle colline, chiamata
Colzano, circostante l’Azienda. La struttura silicio argillosa e calcarea di questi terreni li rende
particolarmente vocati alla coltura della vite e, in particolare dello chardonnay, vitigno dominante.

La tradizione secolare, unita alle attuali moderne tecnologie di vinificazione hanno portato
all’ottenimento di una gamma completa di vini Franciacorta D.O.C.G. e D.O.C. di grande finezza,
nerbo, eleganza e bontà riconosciute. Il periodo di maturazione sui lieviti per i Franciacorta
D.O.C.G. Lantieri varia dai 24 mesi, per il Brut e l’Extra Brut, fresche e piacevolissimi, ai 30 per il
Satèn, delicato e di grande versatilità ed il Rosé, vinificato con uve Pinot Nero che gli conferiscono
l’inconfondibile colore rosa. Ben 42 sono invece i mesi per il Millesimato Arcadia, che rappresenta il
top di gamma nella produzione e che si contraddistingue per la struttura, la complessità, la
pienezza e le note intense e speziate. Nel 2001, l’Azienda vitivinicola si arricchisce dell’Agriturismo
Corte Lantieri.
FRANCIACORTA CUVÉE BRUT
Denominazione di Origine Controllata e Garantita

Uvaggio:
Chardonnay 80% - Pinot Bianco 10%
Pinot Nero 10%

Vigneti di origine:
Vigne di Chardonnay di età media 15 anni, vi-
gne di Pinot Bianco di età 20 anni, vigne di Pinot
Nero di età 14 anni

Vinificazione:
Soffice pressatura delle uve, fermentazione in
tini d’acciaio e in piccole botti di rovere a tempe-
ratura controllata. Dopo la fermentazione il vino
viene mantenuto a contatto con i lieviti attraver-
so un’operazione di batonage. Successivamente
il Franciacorta viene preparato per il tiraggio
con cui ha inizio la rifermentazione in bottiglia
e l’affinamento sui lieviti in media per 24 mesi.

Permanenza in bottiglia
a contatto sui lieviti:
24 mesi.

Dati analitici dopo la sboccatura:


- titolo alcolometrico totale 12,50%
- acidità totale g/l 6,40
- ph 3,07
- zuccheri totali g/l 5,5
- anidride solforosa totale mg/l 36/40
- sovrapressione bar 5,4

Temperatura di servizio:

FRANCIACORTA EXTRA BRUT
Denominazione di Origine Controllata e Garantita

Uvaggio:
Chardonnay 85% - Pinot Nero 15%

Vigneti di origine:
Vigne di Chardonnay di età media 15 anni, vi-
gne di Pinot Nero di età media 10 anni.

Vinificazione:
Soffice pressatura del mosto, fermentazione in
tini d’acciaio e in piccole botti di rovere a tempe-
ratura controllata.
Successivamente il vino viene introdotto in botti-
glia dove dopo la seconda e lenta fermentazione
naturale in vetro rimane a contatto prolungato
con i lieviti.

Permanenza in bottiglia
a contatto sui lieviti:
24 mesi.

Dati analitici dopo la sboccatura:


- titolo alcolometrico totale 12,50%
- acidità totale g/l 7,20
- ph 3,04
- zuccheri totali g/l 3,5
- anidride solforosa totale mg/l 36
- sovrappressione bar 5,4

Temperatura di servizio:

FRANCIACORTA SATÈN
Denominazione di Origine Controllata e Garantita

Uvaggio:
Chardonnay 100%

Vigneti di origine:
Vigne di Chardonnay di età media 15 anni.

Vinificazione:
Soffice pressatura delle uve, fermentazione in
tini d’acciaio a temperatura controllata. Dopo la
fermentazione il vino viene mantenuto a contat-
to con i lieviti attraverso un’operazione di bato-
nage per altri 6 mesi.
Successivamente il Franciacorta viene preparato
per il tiraggio con cui ha inizio la rifermentazio-
ne in bottiglia e l’affinamento sui lieviti media-
mente per 30 mesi.

Permanenza in bottiglia
a contatto sui lieviti:
30 mesi.

Dati analitici dopo la sboccatura:


- titolo alcolometrico totale 12,50%
- acidità totale g/l 6,70
- ph 3,08
- zuccheri totali g/l 6
- anidride solforosa totale mg/l 48
- sovrapressione bar 4,00

Temperatura di servizio:

FRANCIACORTA BRUT ARCADIA
Denominazione di Origine Controllata e Garantita

Uvaggio:
Chardonnay 80% - Pinot Nero 20%

Vigneti di origine:
Vigne di Chardonnay di età media 20 anni, vi-
gne di Pinot Nero di età media 12 anni.

Vinificazione:
Soffice pressatura delle uve, fermentazione in
tini d’acciaio e in piccole botti di rovere a tempe-
ratura controllata. Dopo la fermentazione il vino
viene mantenuto a contatto con i lieviti attraver-
so un’operazione di batonage. Successivamente
il Franciacorta viene preparato per il tiraggio
con cui ha inizio la rifermentazione in bottiglia e
l’affinamento sui lieviti per 42 mesi.

Permanenza in bottiglia
a contatto sui lieviti:
42 mesi.

Dati analitici dopo la sboccatura:


- titolo alcolometrico totale 12,80%
- acidità totale g/l 7,90
- ph 3,05
- zuccheri totali g/l 6
- anidride solforosa totale mg/l 23
- sovrapressione bar 5,5

Temperatura di servizio:

FRANCIACORTA BRUT ROSÉ
Denominazione di Origine Controllata e Garantita

Uvaggio:
Pinot Nero 75% - Chardonnay 25%

Vigneti di origine:
Vigne di Pinot Nero di età media 15 anni, vigne
di Chardonnay di età media 10 anni.

Vinificazione:
Soffice pressatura delle uve, fermentazione in
tini d’acciaio e in piccole botti di rovere a tempe-
ratura controllata. Dopo la fermentazione il vino
viene mantenuto a contatto con i lieviti attraver-
so un’operazione di batonage. Successivamente
il Franciacorta viene preparato per il tiraggio
con cui ha inizio la rifermentazione in bottiglia e
l’affinamento sui lieviti per almeno 30 mesi.

Permanenza in bottiglia
a contatto sui lieviti:
30 mesi.

Dati analitici dopo la sboccatura:


- titolo alcolometrico totale 12,60%
- acidità totale g/l 7,20
- ph 3,08
- zuccheri totali g/l 6,5
- anidride solforosa totale mg/l 36
- sovrapressione bar 5,2

Temperatura di servizio:

FRANCIACORTA RISERVA ORIGINES
Denominazione di Origine Controllata e Garantita

Uvaggio:
Chardonnay 75% - Pinot Nero 25%

Vigneti di origine:
Vigne di Chardonnay di età media 20 anni, vi-
gne di Pinot Nero di età media 22 anni.

Vinificazione:
Soffice pressatura del mosto, fermentazione in
tini d’acciaio inox ed in barriques a temperatura
controllata. Il vino base viene mantenuto a
contatto con i lieviti della prima fermentazione
per circa 6 mesi. Successivamente dopo una leg-
gera filtrazione viene effettuato il tiraggio con
cui avviene la lenta rifermentazione in bottiglia
durante la quale avviene la presa di spuma. Il
contatto con i lieviti si protrae per ben 60 mesi e
dopo la sboccatura passano almeno altri tre mesi
prima della commercializzazione.

Permanenza in bottiglia
a contatto sui lieviti:
oltre 60 mesi

Dati analitici dopo la sboccatura:


- titolo alcolometrico totale 12,80%
- acidità totale g/l 6,70
- ph 3,05
- zuccheri totali g/l 1,5
- anidride solforosa totale mg/l 48
- sovrapressione bar 5,2

Temperatura di servizio:

FRANCIACORTA NATURE
Denominazione di Origine Controllata e Garantita

Uvaggio:
Chardonnay 80% - Pinot Nero 20%

Vigneti di origine:
Vigne di Chardonnay di età media 18 anni, vi-
gne di Pinot Nero di età media 14 anni.

Vinificazione:
Soffice pressatura delle uve, fermentazione in
tini d’acciaio e in piccole botti di rovere a tempe-
ratura controllata.
Dopo la fermentazione il vino viene mantenuto
a contatto con i lieviti attraverso un’operazione
di batonage. Successivamente il Franciacorta
viene preparato per il tiraggio con cui ha inizio
la rifermentazione in bottiglia e l’affinamento sui
lieviti per almeno 30 mesi.

Permanenza in bottiglia
a contatto sui lieviti:
30 mesi.

Dati analitici dopo la sboccatura:


- titolo alcolometrico totale 12,50%
- acidità totale g/l 6,40
- ph 3,06
- zuccheri totali g/l 1,5
- anidride solforosa totale mg/l 48
- sovrapressione bar 5,2

Temperatura di servizio:

Silvestre 2018
Curtefranca Bianco
Denominazione di origine controllata

Uvaggio: Chardonnay: 85%, Pinot Bianco 15%.

Vigneti: Le uve provengono da due vigneti di età


media di 25 anni entrambi nella località
Colzano dei comuni di Capriolo ed Adro.

Resa per Ettaro: La resa media per ettaro è di


8.000 kg di uva.

Vinificazione: la vendemmia avviene a


completa maturazione delle uve che per questa
annata è ricorsa nei primi giorni di settembre. Le
uve vengono selezionate a mano e quindi
pressate a meno di una atmosfera al fine di
garantire l’ottenimento di sole prime frazione di
mosto. Dopo la lenta fermentazione a
temperatura controllata il vino viene mantenuto
per sei mesi a contatto con i lieviti. L’80% viene
affinato in acciaio mentre il 20% in piccole botti
di rovere di secondo passaggio. Le due frazioni
vengono quindi assemblate senza aver fatto la
fermentazione malolattica all’inizio della
primavera.

Gradazione alcolica: 12,50

Altri dati analitici: Acidità Totale 5,60 Acidità


Volatile 0,23 - PH 3,16.
Silvestre 2016
Curtefranca Rosso
Denominazione di origine controllata

Uvaggio: Cabernet Sauvignon 30% - Cabernet


Franc 25% - Merlot 40% - Barbera 5%.

Vigneti: Le uve provengono da due vigneti. Il


primo a Capriolo, sulla collina dove sorge la
Cantina, di età media di 22 anni ed il secondo
ad Adro in località Colzano di età media di 15
anni.

Resa per ettaro : La resa media per ettaro è di


7.500 kg di uva

Vinificazione: la vendemmia avviene nella terza


decade di settembre quando le uve raggiungono
la perfetta maturazione. Dopo la raccolta a
mano ed una accurata selezione le uve vengono
diraspate e portate in tini in cui avviene la
fermentazione a temperatura controllata. Dopo
la macerazione di circa tre settimane ha luogo
la svinatura e quindi l’affinamento in botti di
rovere ed in tini di acciaio. Nella primavera
successiva terminata la fermentazione
malolattica i vini vengono assemblati e quindi
ulteriormente affinati in legno ed acciaio.

Gradazione Alcolica : 12,50

Altri dati analitici: Acidità Totale 6,20 - Acidità


volatile 0,33 – PH 3,32
CATALOGO
2019
Piemonte - La Morra

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

06C.075.DO.16.IT "DOLCETTO" - Dolcetto d'Alba DOC 2016 13,0 75 Pronta

06C.075.DO.18.IT "DOLCETTO" - Dolcetto d'Alba DOC 2018 13,0 75 Giugno

06C.075.BR.18.IT "BARBERA" - Barbera d'Alba DOC 2018 15,0 75 Giugno

CODICE BAROLO DOCG - 0,75 CL DISPONIB.

06S.075.BA.14.IT "SANT'ANNA" - Barolo DOCG * 2014 14,0 75 Pronta

06S.075.BA.13.IT "SANT'ANNA" - Barolo DOCG * 2013 14,0 75 Pronta

06S.075.BA.12.IT "SANT'ANNA" - Barolo DOCG * 2012 14,0 75 Pronta

06S.075.BA.09.IT "TEBAVIO" - Barolo DOCG 2009 15,0 75 Pronta

06S.075.BA.08.IT "TEBAVIO" - Barolo DOCG 2008 15,5 75 Pronta

06S.075.BA.07.IT "TEBAVIO" - Barolo DOCG 2007 15,5 75 Pronta

06S.075.VEBA.SA.IT "BAROLO COLLECTION" DOCG (1 bt x annata) 07/08/09/12/13/14 75 Pronta

CODICE BAROLO RISERVA DOCG - 0,75 CL DISPONIB.

06S.075.BARI.13.IT "SANT'ANNA" - Barolo Riserva DOCG * 2013 14,0 75 Aprile

CODICE MAGNUM - BAROLO DOCG - 1,5 L DISPONIB.

03S.150.BA.14.IT "SANT'ANNA" - Barolo DOCG Magnum 2014 14,0 150 Pronta

03S.150.BA.13.IT "SANT'ANNA" - Barolo DOCG Magnum 2013 14,0 150 Pronta

03S.150.BA.12.IT "SANT'ANNA" - Barolo DOCG Magnum 2012 14,0 150 Pronta

03S.150.BA.11.IT "TEBAVIO" - Barolo DOCG - Magnum 2011 15,0 150 Pronta

03S.150.BA.09.IT "TEBAVIO" - Barolo DOCG - Magnum 2009 15,0 150 Pronta

03S.150.BA.08.IT "TEBAVIO" - Barolo DOCG - Magnum 2008 15,5 150 Pronta

CODICE MAGNUM - BAROLO RISERVA DOCG - 1,5 L DISPONIB.

03S.150.BARI.13.IT "SANT'ANNA" - Barolo Riserva DOCG Magnum* 2013 14,0 150 Aprile

CODICE JEROBOAM - BAROLO DOCG - 5 L DISPONIB.

01S.500.BA.13.IT "SANT'ANNA" - Barolo DOCG Jéroboam 2013 14,0 500 Pronta

01S.500.BA.12.IT "SANT'ANNA" - Barolo DOCG Jéroboam 2012 14,0 500 Pronta

* Per ogni 12 bottiglie di BAROLO acquistate, a richiesta, 12 astucci in omaggio

CODICE LA NOSTRA GRAPPA DI "TEBAVIO" DISPONIB.

06C.050.42.C.0GRBA Grappa di Barolo Tebavio Acc. + c.s. 3,10 42,0 50 Pronta

www.lilluminata.it
Toscana - Bolgheri

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

CODICE IGT DELLA COSTA TOSCANA DISPONIB.

06C.075.OB.18.IT "VERMENTINO" - IGT Toscana Vermentino 2018 12,5 75 Marzo

06C.075.TA.17.IT "COSTA TOSCANA" - IGT Costa Toscana Rosso 2017 14,0 75 Pronta
CODICE BOLGHERI DOC - ROSATO DISPONIB.

06C.075.BRO.18.IT "DONNA OLIMPIA 1898" - Bolgheri DOC Rosato 2018 12,5 75 Aprile
CODICE BOLGHERI DOC - BIANCO DISPONIB.

06C.075.BB.16.IT "DONNA OLIMPIA 1898" - Bolgheri DOC Bianco 2016 13,0 75 Pronta

01S.300.BB.16.IT "DONNA OLIMPIA 1898" - Bolgheri DOC Bianco - Doppio Magnum 2016 13,0 300 Pronta
CODICE BOLGHERI DOC - ROSSO DISPONIB.

12C.0375.BL.16.IT "DONNA OLIMPIA 1898" - Bolgheri DOC Rosso - Mezza bottiglia 2016 14,0 37,5 Marzo

06C.075.BL.16.IT "DONNA OLIMPIA 1898" - Bolgheri DOC Rosso 2016 14,0 75 Marzo

03C.150.BL.16.IT "DONNA OLIMPIA 1898" - Bolgheri DOC Rosso - Magnum 2016 14,0 150 Marzo

01S.600.BL.16.IT "DONNA OLIMPIA 1898" - Bolgheri DOC Rosso - Imperiale 2016 14,0 600 Marzo
CODICE BOLGHERI DOC - CABERNET SAUVIGNON DISPONIB.

06C.075.DOCAG.15.IT "CAMPO ALLA GIOSTRA" - Bolgheri DOC Cabernet Sauvignon 2015 14,0 75 Pronta

03C.150.DOCAG.15.IT "CAMPO ALLA GIOSTRA" - Bolgheri DOC Cabernet Sauvignon - Magnum 2015 14,0 150 Pronta

CODICE BOLGHERI SUPERIORE DOC DISPONIB.

06S.075.MP.15.IT "MILLEPASSI" - Bolgheri DOC Superiore * 2015 14,5 75 Pronta

03S.150.MP.15.IT "MILLEPASSI" - Bolgheri DOC Superiore - Magnum 2015 14,5 150 Esaurito

01S.300.MP.15.IT "MILLEPASSI" - Bolgheri DOC Superiore - Doppio Magnum 2015 14,5 300 Esaurito
CODICE SUPERTUSCAN IGT DISPONIB.

03S.075.OR.15.IT "ORIZZONTE" - Toscana Igt - Petit Verdot 2015 14,0 75 Aprile


01S.150.OR.15.IT "ORIZZONTE" - Toscana Igt Magnum - Petit Verdot 2015 14,0 150 Aprile

CODICE OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA DISPONIB.

06C.050.OLIO.18 "DONNA OLIMPIA 1898" - Olio extra vergine d'oliva 2018 50 Pronta
CODICE GRAPPA DI "MILLEPASSI" DISPONIB.
Acc.+
06C.050.42.C.0GRMI Grappa di Bolgheri Superiore Millepassi c.s. 3,10 42,0 50 Pronta

www.donnaolimpia1898.it
Veneto - Valpolicella

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

CODICE VALPOLICELLA DOC CLASSICO DISPONIB.

06C.075.CABUSSIN.17 "CA' BUSSIN" - Valpolicella DOC Classico 2017 12,0 75 Pronta

CODICE VALPOLICELLA DOC CLASSICO SUPERIORE DISPONIB.

06C.075.LAPREOSA.15 "LA PREOSA" - Valpolicella DOC Classico Superiore 2015 13,5 75 Pronta

01S.150.LAPREOSA.15 "LA PREOSA" - Valpolicella DOC Classico Superiore - Magnum 2015 13,5 150 Pronta

CODICE VALPOLICELLA DOC RIPASSO DISPONIB.

06C.075.ZANE.15 "ZANE" - Valpolicella DOC Classico Superiore Ripasso 2015 14,5 75 Pronta
01S.150.ZANE.15 "ZANE" - Valpolicella DOC Classico Superiore Ripasso - Magnum 2015 14,5 150 Pronta

CODICE AMARONE DOCG DISPONIB.

06C.075.SGIORGIO.13 "SAN GIORGIO" - Amarone della Valpolicella DOCG Classico 2013 15,5 75 Pronta

01S.150.SGIORGIO.13 "SAN GIORGIO" - Amarone della Valpolicella DOCG Classico - Magnum 2013 15,5 150 Pronta

CODICE RECIOTO DOCG DISPONIB.

06C.050.LASENGIA.15 "LA SENGIA" - Recioto della Valpolicella DOCG Classico 2015 13,5 50 Pronta

www.boscainicarlo.it

Veneto - Prosecco

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

06C.075.0267018.18 "LEGANZA" - Prosecco Brut DOC Treviso - 11,0 75 Pronta


Sardegna - Cagliari

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

CODICE VINI BIANCHI DI SARDEGNA DISPONIB.

06C.075.0005.17 "VERMENTINO" - Vermentino di Sardegna DOC 2017 14,0 75 In Esaurimento

06C.075.0005.18 "VERMENTINO" - Vermentino di Sardegna DOC 2018 13,0 75 Aprile

06C.075.0012.17 "NURAGUS" - Nuragus di Cagliari DOC 2017 12,5 75 In Esaurimento

06C.075.0012.18 "NURAGUS" - Nuragus di Cagliari DOC 2018 12,5 75 Aprile

06C.075.0017.17 "ZIRU" - Isola dei Nuraghi Bianco IGT 2017 14,0 75 Aprile

CODICE VINI ROSSI DI SARDEGNA DISPONIB.

06C.075.0029.17 "CANNONAU" - Cannonau di Sardegna DOC 2017 14,5 75 Pronta

www.antonellacorda.it

Toscana - Montalcino

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

CODICE ROSSO DI MONTALCINO DOC DISPONIB.

06C.075.SCOR.17 "LO SCORNO" - Rosso di Montalcino DOC 2017 14,0 75 Pronta

CODICE BRUNELLO DI MONTALCINO DOCG DISPONIB.

06C.075.BRUN.14 "BRUNELLO DI MONTALCINO" - DOCG 2014 14,0 75 Pronta

06C.075.LUC.13 "LE LUCÉRE" - Brunello di Montalcino DOCG 2013 14,0 75 In Esaurimento

01S.150.LUC.12 "LE LUCÉRE" - Brunello di Montalcino DOCG - Magnum 2012 14,0 150 Pronta

01S.150.LUC.13 "LE LUCÉRE" - Brunello di Montalcino DOCG - Magnum 2013 14,0 150 Pronta

CODICE BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA DOCG DISPONIB.

06S.075.LUCR.13 "LE LUCÉRE" - Brunello di Montalcino Riseva DOCG* 2013 15,5 75 Pronta

www.sanfilippomontalcino.com

8
Toscana - Chianti Classico

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

CODICE CHIANTI CLASSICO DOCG DISPONIB.

06C.075.ARC.16 "CHIANTI CLASSICO" DOCG 2016 14,5 75 Pronta


06C.075.ARC.17 "CHIANTI CLASSICO" DOCG 2017 14,5 75 Giugno

CODICE CHIANTI CLASSICO RISERVA DOCG DISPONIB.


In
06C.075.ARCR.15 "CHIANTI CLASSICO RISERVA" DOCG 2015 14,5 75 Esaurimento

06C.075.ARCR.16 "CHIANTI CLASSICO RISERVA" DOCG 2016 14,5 75 Aprile

CODICE CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE DOCG DISPONIB.

06C.075.ARCS.15 "STRADA AL SASSO" Chianti Classico Gran Selezione DOCG 2015 15,0 75 Pronta
CODICE OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA DISPONIB.

06COLIOP17 OLIO EXTRA VERGINE D'OLIVA 50 Pronta

www.tenutadiarceno.com

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

CODICE SUPERTUSCAN IGT DISPONIB.

06C.075.FAUN.14 "IL FAUNO" Toscana IGT 2014 14,5 75 Pronta


01C.150.FAUN.14 "IL FAUNO" Toscana IGT Magnum 2014 14,5 150 Pronta
06C.075.VAL.12 "VALADORNA" Toscana IGT 2012 14,5 75 Pronta
06C.075.ARCA.11 "ARCANUM" Toscana IGT 2011 14,5 75 Pronta

www.arcanumwine.com

9
Francia - Alsazia

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO Kit 6 bt MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

CODICE VINI D'ALSAZIA DISPONIB.

06C.075.071116.17 LE ROSE’ Pinot Noir 2017 12,5 75 Pronta

06C.075.0419.17 RIESLING Réserve 2017 12,5 75 Pronta

06C.075.0519.17 PINOT GRIS Réserve 2017 13,5 75 Pronta

06C.075.0719.17 GEWURZTRAMINER Réserve 2017 13,0 75 Pronta

06C.075.0776.11 GEWURZTRAMINER Grand Cru Altenberg √ 2011 13,5 75 Pronta

CODICE VINI BIANCHI D'ALSAZIA - BIOLOGICI DISPONIB.

06C.075.0419BIO.16 RIESLING Evidence Bio 2016 12,5 75 Pronta

06C.075.0719BIO.15 GEWURZTRAMINER Evidence Bio 2015 14,0 75 Pronta

CODICE VINI BIANCHI D'ALSAZIA - MAGNUM DISPONIB.

01S.150.0419.04 RIESLING Grand Cru Altenberg de Bergheim - Magnum 2004 12,5 150 Pronta

03C.150.0419.17 RIESLING Réserve - Magnum 2017 12,5 150 Pronta

03C.150.0719.16 GEWURZTRAMINER Réserve - Magnum 2016 13,5 150 Pronta

CODICE CRÉMANT D'ALSACE DISPONIB.

06C.075.CR0001.SA CRÉMANT BRUT - Appellation d'Alsace Contrôlée - 12,0 75 Pronta

06C.075.CR0005.SA CRÉMANT BRUT ROSÉ - Appellation d'Alsace Contrôlée - 12,0 75 Pronta

03C.150.CR0001.SA CRÉMANT BRUT - Appellation d'Alsace Contrôlée Magnum - 12,0 150 Pronta

CODICE GRAND CRU - ŒNOTHÈQUE DISPONIB.

02S.075.0419.07 RIESLING Grand Cru Kanzlerberg √ 2007 12,5 75 Pronta

02S.075.0519.07 PINOT GRIS Grand Cru Altenberg de Bergheim √ 2007 14,5 75 Pronta

02S.050.0519.89 PINOT GRIS Sélection de Grains Nobles √ 1989 13,5 50 Pronta

02S.050.0719.00 GEWURZTRAMINER Sélection de Grains Nobles √ 2000 14,0 50 Pronta

www.gustavelorentz.com

12
Francia - Borgogna

Kit 6
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO bt
MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

CODICE MÂCONNAIS DISPONIB.

06C.075.BOR15011.16 "LES VIGNERONS DE MANCEY"- Bourgogne Pinot Noir "Cuvée Spéciale" 2016 12,5 75 Pronta

06C.075.BOB16140.17 "DOMAINE DES VERCHÈRES" - Bourgogne Chardonnay 2017 12,5 75 Pronta

In
06C.075.PFB17881.16 "DOMAINE GILLES MORAT"- Pouilly-Fuissé "Aux Vignes Dessus" (Chardonnay) √ 2016 13,0 75
Esaurimento

06C.075.PFB17881.17 "DOMAINE GILLES MORAT"- Pouilly-Fuissé "Sur la Roche" (Chardonnay) √ 2017 13,0 75 Pronta

CODICE CÔTE DE BEAUNE DISPONIB.

"DOMAINE BACHEY LEGROS” In


03C.075.CHB16466.16
Chassagne-Montrachet 1er Cru “Morgeot” Vieilles Vignes (Chardonnay)
√ 2016 14,0 75 Esaurimento

"DOMAINE BACHEY LEGROS”


03C.075.CHB16466.17
Chassagne-Montrachet 1er Cru “Morgeot” Vieilles Vignes (Chardonnay)
√ 2017 14,0 75 Aprile

03C.075.SAR15461.16 "DOMAINE BACHEY LEGROS" - Santenay "Les Charmes" Vieilles Vignes (Pinot Noir) √ 2016 13,5 75 Pronta

03C.075.SAR15461.17 "DOMAINE BACHEY LEGROS" - Santenay "Les Charmes" Vieilles Vignes (Pinot Noir) √ 2017 13,5 75 Aprile

03C.075.MEU16381.16 "DOMAINE BITOUZET-PRIEUR" - Meursault "Climats de Glaces" (Chardonnay) √ 2016 13,5 75 Pronta

03C.075.MEU17383.17 "DOMAINE BITOUZET-PRIEUR" - Meursault "Les Corbins" (Chardonnay) √ 2017 13,5 75 Maggio

03C.075.PUB17380.17 "DOMAINE BITOUZET-PRIEUR" - Puligny-Montrachet "Les Levrons" (Chardonnay) √ 2017 13,5 75 Aprile

CODICE CÔTE DE NUITS DISPONIB.

03C.075.GYR14410.16 "DOMAINE GEORGE LIGNIER ET FILS" - Gevrey-Chambertin (Pinot Noir) √ 2016 12,5 75 Pronta

In
03C.075.MOR14416.16 "DOMAINE GEORGE LIGNIER ET FILS" - Morey Saint Denis 1er Cru "Clos des Ormes" (Pinot Noir) √ 2016 13,0 75 Esaurimento

03C.075.CMR14520.15 "DOMAINE PHILIPPE CHERON" - Chambolle Musigny "Les quarante ouvrées" (Pinot Noir) √ 2015 13,0 75 Pronta

03C.075.CMR1750.17 "DOMAINE PHILIPPE CHERON" - Chambolle Musigny "Les quarante ouvrées" (Pinot Noir) √ 2017 13,0 75 Maggio

In
03C.075.VSR14520.16 "DOMAINE PHILIPPE CHERON" - Vosne Romanée "Les Barreaux" (Pinot Noir) √ 2016 13,0 75 Esaurimento

03C.075.VSR17520.17 "DOMAINE PHILIPPE CHERON" - Vosne Romanée "Les Barreaux" (Pinot Noir) √ 2017 13,0 75 Maggio

CODICE CHABLIS DISPONIB.

06C.075.CIS16531.16 "LAVANTUREUX FRÈRES" - Chablis Vieilles Vignes (Chardonnay) √ 2016 12,5 75 Pronta

06C.075.CIS16537.16 "LAVANTUREUX FRÈRES" - Chablis 1er Cru "Beauroy" (Chardonnay) √ 2016 13,0 75 Pronta

06C.075.CIS16538.16 "LAVANTUREUX FRÈRES" - Chablis Grand Cru “Bougros" (Chardonnay) √ 2016 13,0 75 Pronta

www.bourgogne-vigne-verre.com

13
Austria - Wachau

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO Kit 6 bt MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

CODICE GRÜNER VELTLINER DISPONIB.

06C.075.0DURN.17 "DÜRNSTEIN"(ex FRAUENGÄRTEN) - Grüner Veltliner - Wachau 2017 12,5 75 Pronta


06C.075.0SUPP.15 "SUPPERIN" - Grüner Veltliner - Wachau √ 2015 13,5 75 Pronta
06C.075.0LOIB.15 "LOIBENBERG" - Grüner Veltliner - Wachau √ 2015 14,0 75 Pronta
06C.075.0KELL.15 "KELLERBERG" - Grüner Veltliner - Wachau √ 2015 14,0 75 Pronta

CODICE RIESLING DISPONIB.

06C.075.0LOI.17 "LOIBEN" (ex TRUM) - Riesling - Wachau 2017 12,5 75 Pronta

06C.075.0PFAF.16 "PFAFFENBERG" - Riesling - Krems/Stein √ 2016 13,0 75 Pronta


06C.075.0INDE.16 "IN DER WAND" - Riesling - Wachau √ 2016 12,5 75 In Esaurimento

06C.075.0INDE.17 "IN DER WAND" - Riesling - Wachau √ 2017 12,5 75 Marzo

06C.075.0RKEL.15 "KELLERBERG" - Riesling - Wachau √ 2015 13,5 75 Pronta

www.pichler-krutzler.at

14
Austria - Stiria

Kit DISPONIB.
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO MILLES. % VOL. Cl
6 bt
06C.075.GEB.17 SAUVIGNON BLANC - Steirische Klassik - Gebietsweine Südsteiermark 2017 12,5 75 Pronta

06C.075.ORT.17 EHRENHAUSEN - Muschelkalk Sauvignon Blanc - Ortsweine Südsteiermark 2017 13,0 75 Pronta

06C.075.RIE.16 RIED GRASSNITZBERG - Sauvignon Blanc - Riedenweine Südsteiermark √ 2016 12,5 75 Pronta

06C.075.BEE.17 BA.T - Beerenauslese Sauvignon Blanc - Edelsüssweine 2017 13,5 37,5 Pronta

www.tement.at

15
Germania - Rheingau

Kit
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO 6 bt
MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

06C.075.0RTRO.17 "ROBERT WEIL" - Riesling Trocken 2017 12,0 75 Pronta

06C.075.0RTRA.17 "ROBERT WEIL" - Riesling Tradition 2017 10,5 75 Pronta

06C.075.0RKAB.16 "ROBERT WEIL" - Riesling Kabinett √ 2016 8,5 75 Pronta

06C.075.0RTOC.16 "KIEDRICH KLOSTERBERG" - Riesling Trocken √ 2016 12,5 75 Pronta

www.weingut-robert-weil.com

16
USA - Napa Valley

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO Kit 6 bt MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

06C.075.VIO.13 "VIOGNIER" - Napa Valley √ 2013 15,5 75 Pronta

06C.075.CAB.13 "CABERNET SAUVIGNON" - Napa Valley √ 2013 14,5 75 Pronta

www.freemarkabbey.com

USA - Sonoma County

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO Kit 6 bt MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

06C.075.CHA.16 "CHARDONNAY" - Sonoma Coast √ 2016 13,5 75 Pronta

06C.075.PIN.12 "PINOT NOIR" - Willamette Valley √ 2012 13,5 75 Pronta

www.lacrema.com

17
USA - California

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO MILLES. % VOL. Cl DISPONIB.

06C.075.CHARD.16 "CHARDONNAY" - Vintner's Reserve 2016 13,5 75 Pronta

06C.075.SAV.14 "SAUVIGNON BLANC" - Vintner's Reserve 2014 13,5 75 In Esaurimento

06C.075.SAV.16 "SAUVIGNON BLANC" - Vintner's Reserve 2016 13,5 75 Marzo

06C.075.ZINFA.15 "ZINFANDEL" - Vintner's Reserve 2015 14,5 75 Pronta

www.kj.com

18
Spagna - Andalusia

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO Kit 6 bt % VOL. Cl DISPONIB.

06C.075.C.098191 LA INA - Sherry Fino 100% Palomino √ 15,0 75 Pronta

06C.075.C.098193 VIÑA 25 - Sherry Pedro Ximénez √ 17,0 75 Pronta

www.lustau.es

Portogallo - Douro

Kit
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO 6 bt
% VOL. Cl DISPONIB.

06C.075.C.01516 Porto White √ 19,5 75 Pronta

06C.075.C.01612 Porto Ruby √ 19,5 75 Pronta

06C.075.C.01865 Ferreira Dona Antonia Tawny Reserve √ 20,0 75 Pronta

06C.075.C.01875 Porto Late Bottled Vintage 2013 √ 20,0 75 Pronta

06C.075.C.01870 Porto 10 Years Old Tawny √ 20,0 75 Pronta

06C.075.C.01885 Porto Quinta da Leda Vintage 1999 √ 20,5 75 Pronta

www.sograpevinhos.eu

19
Francia - Champagne

CODICE BRUT RÉSERVE S.A. Kit 6 bt DISPONIB.

12C.0375.1006500.SA Bottiglia da 37,5 cl Pronta


06C.075.1006441.SA Bottiglia da 75 cl Pronta
03C.150.1006496.SA Magnum da 150 cl Pronta
01A.300.1008410.SA Jeroboam da 300 cl in cassa legno Pronta
CODICE ROSÉ RÉSERVE S.A. DISPONIB.

06C.075.1006444.SA Bottiglia da 75 cl Pronta


03C.150.1009270.SA Magnum da 150 cl Pronta
CODICE BLANC DE BLANCS DISPONIB.

06C.075.1005667.SA Bottiglia da 75 cl √ Pronta


CODICE BRUT VINTAGE 2005 DISPONIB.

01A.150.1007671.05 Magnum da 150 cl in astuccio Pronta


CODICE BRUT VINTAGE 2006 DISPONIB.

06C.075.1008797.06 Bottiglia da 75 cl √ Pronta


CODICE ROSÉ VINTAGE 2006 DISPONIB.

01A.150.1008115.06 Magnum da 150 cl Pronta


CODICE ROSÉ VINTAGE 2005 DISPONIB.

06C.075.1008951.05 Bottiglia da 75 cl √ Pronta


CODICE BLANC DES MILLÉNAIRES 2004 DISPONIB.

06C.075.1008980.04 Bottiglia da 75 cl √ Pronta

www.charlesheidsieck.com

22
Francia - Champagne

COFFRET (Cofanetto litografato singolo da 1 Bt.)


CODICE BRUT RÉSERVE S.A. DISPONIB.

06A.075.1007350.SA Bottiglia da 75 cl Pronta


03A.150.1009002.SA Magnum da 150 cl Pronta
01A.300.1008410.SA Jeroboam da 300 cl in cassa legno Pronta
CODICE ROSÉ RÉSERVE S.A. DISPONIB.

06A.075.1007355.SA Bottiglia da 75 cl Pronta


03A.150.1009270.SA Magnum da 150 cl Pronta
CODICE BLANC DE BLANCs DISPONIB.

06A.075.1005667.SA Bottiglia da 75 cl Pronta


CODICE BRUT VINTAGE 2005 DISPONIB.

01A.150.1007671.05 Magnum da 150 cl Pronta


CODICE BRUT VINTAGE 2006 DISPONIB.

06A.075.1008833.06 Bottiglia da 75 cl Pronta


CODICE ROSÉ VINTAGE 2006 DISPONIB.

01A.150.1008115.06 Magnum da 150 cl Pronta


CODICE ROSÉ VINTAGE 2005 DISPONIB.

06A.075.1008951.05 Bottiglia da 75 cl Pronta


CODICE BLANC DES MILLÉNAIRES 2004 COFFRET CRAYÈRES DISPONIB.

03A.075.1008990.04 Bottiglia da 75 cl nel suo coffret Pronta

www.charlesheidsieck.com

23
Francia - Champagne

CADEAUX
CODICE COFFRET FAUTEUIL CLUB DISPONIB.

01A.075.1006618.SA Bottiglia di Brut Réserve da 75 cl con due flutes litografate Pronta


CODICE COFFRET CRAYÈRES BLANC DES MILLÉNAIRES 2004 DISPONIB.

03A.075.1008990.04 Bottiglia da 75 cl nel suo coffret Pronta

www.charlesheidsieck.com

24
Spagna - Birra

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO % VOL. Cl DISPONIB.

12C BIR33 ER BOQUERÓN “La Clásica” 4,8 33 Pronta

08C BIR75 ER BOQUERÓN “La Clásica” 4,8 75 Pronta

04C 150BIRRA ER BOQUERÓN “La Clásica” 4,8 150 Pronta

12C BIRBLA33 ER BOQUERÓN “La Blanca” 4,7 33 In Esaurimento

www.erboqueron.com

Spagna - Birra

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO % VOL. Cl DISPONIB.

20C SOCAR33 LA SOCARRADA 6,0 33 Marzo

08C SOCAR75 LA SOCARRADA 6,0 75 Marzo

www.lasocarrada.com

28
Scozia - Gin

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO Kit 6 bt % VOL. Cl


CODICE GIN
06C.070.40.C.0GIN BLACKWOOD'S Vintage 2017 Gin 40° √ 40,0 70
06C.070.60.C.0GIN BLACKWOOD'S Vintage 2017 Gin 60° √ 60,0 70
CODICE VODKA
06C.070.40.C.0VOD BLACKWOOD'S Premium Vodka 40° √ 40,0 70

www.blackwoodsgin.co.uk

29
Francia - Cognac

Kit
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO % VOL. Cl
6 bt
06A.070.40.C.VSOP Cognac VSOP - Grande Champagne 1er Cru √ 40,0 70
06A.070.40.C.XORES Cognac Réserve Rare - Grande Champagne 1er Cru √ 40,0 70
06A.070.40.C.XOSEL Cognac XO Sélection des Anges - Grande Champagne 1er Cru √ 40,0 70

www.pierredesegonzac.com

30
Francia - Cognac

Kit %
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO 6 bt VOL. Cl

06A.070.40.C.050026 X.O. au moins 25 ans d'âge * √ 40,0 70

* FINE STOCK - OFFERTA SOLO PER CONFEZIONI DA 6 BT - SENZA ULTERIORE SCONTO

CODICE CONFEZIONI DA 1 BOTTIGLIA ASTUCCIATA


01A.070.40.C.050026 X.O. au moins 25 ans d'âge √ 40,0 70

01A.070.40.C.050163 Hors d'âge Epiphanie au moins 50 ans d'âge √ 42,0 70

01A.070.40.C.050231 Hors d'âge Single Batch 55 ans √ 41,6 70

www.jenssen.fr

Francia - Calvados

Kit
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO % VOL. Cl
6 bt

06A.070.40.C.7004E CALVADOS SÉLECTION A.O.C. √ 40,0 70

06A.070.40.C.7037E CALVADOS RESERVE PAYS D’AUGE √ 40,0 70

06A.070.42.C.7018E CALVADOS VIEILLE RÉSERVE PAYS D’AUGE CONTROLÉE √ 42,0 70

06A.070.40.C.7020E CALVADOS MARQUIS DE SAINT-LOUP 15 ANS A.O.C. √ 40,0 70

31
Francia - Bas Armagnac

Kit
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO % VOL. Cl
6 bt
06A.070.40.C.LVSOP Bas Armagnac Domaine “A Lafitte” VSOP √ 40,0 70
01A.070.40.C.XO Bas Armagnac Domaine “A Lafitte” X.O. Decanter √ 40,0 70
01A.070.40.C.1963 Bas Armagnac Domaine “A Lafitte” Millésime 1963 √ 40,0 70
01A.070.40.C.1978 Bas Armagnac Domaine “A Lafitte” Millésime 1978 √ 40,0 70
01A.070.40.C.1986 Bas Armagnac Domaine “A Lafitte” Millésime 1986 √ 40,0 70
01A.070.40.C.1989 Bas Armagnac Domaine “A Lafitte” Millésime 1989 √ 40,0 70
01A.070.40.C.1993 Bas Armagnac Domaine “A Lafitte” Millésime 1993 √ 40,0 70
01A.070.40.C.1994 Bas Armagnac Domaine “A Lafitte” Millésime 1994 √ 40,0 70
01A.070.40.C.1996 Bas Armagnac Domaine “A Lafitte” Millésime 1996 √ 40,0 70
01A.070.40.C.1999 Bas Armagnac Domaine “A Lafitte” Millésime 1999 √ 40,0 70
01A.070.40.C.2005 Bas Armagnac Domaine “A Lafitte” Millésime 2005 √ 40,0 70
06A.070.40.C.MIX Confezione Millésime (89-93-94-96-99-05) 40,0 70

www.armagnac-lafitte.com

32
Scozia - Whisky

Kit
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO % VOL. Cl
6 bt

06A.070.40.C.09P200 TOMINTOUL - Peaty Tang Single Malt √ 40,0 70

06A.070.40.C.08P200 TOMINTOUL - Single Malt Oloroso Sherrywood Finish 12 Y.O. √ 40,0 70

06A.070.46.C.014P200 TOMINTOUL - Single Malt 14 Y.O. √ 46,0 70

06A.070.40.C.02P200 TOMINTOUL - Single Malt 16 Y.O. √ 40,0 70

06A.070.46.C.303P01 TOMINTOUL -Single Malt Portwood Finish 15 Y.O. prod.num. √ 46,0 70

www.tomintoulwhisky.com

33
Italia - Andorno Micca

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO Kit 6 bt % VOL. Cl


CODICE RATAFIA' DI ANDORNO MICCA
06C.070.30.C.0102 RATAFIA' ALLE ALBICOCCHE √ 30,0 70
06C.070.34.C.0103 RATAFIA' ALLE NOCI √ 34,0 70
06C.070.34.C.0104 RATAFIA' AL GINEPRO √ 34,0 70
06C.070.26.C.0101 RATAFIA' ALLE CILIEGIE √ 26,0 70
06C.070.26.C.0105 RATAFIA' AI LIMONI √ 26,0 70
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO Kit 6 bt % VOL. Cl
CODICE AMARO ALLE ERBE ALPINE
06A.070.35.C.0203 AMARO WALSER √ 35,0 70

www.liquorificiorapa.it

34
Regno Unito - Tonica

CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO Cl


24C 731784 PETER SPANTON - N°1 - London Tonic 20
24C 731838 PETER SPANTON - N°5 - Lemongrass 20
24C 731845 PETER SPANTON - N°9 - Cardamom 20

www.peterspantonbeverages.com

38
Servizio - inAlto

Confezionamento
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO €/bicchiere cartone

LINEA INALTO
4 sc.
24C 365750G inAlto UNO - Acqua - 44,5 cl / Ø 91 mm da 6 bicchieri
2 sc.
12C 365740G inAlto UNO - Calice Flûte - 28,5 cl / Ø 74 mm da 6 bicchieri
2 sc.
12C 365730G inAlto UNO - Calice Small - 38 cl / Ø 88,5 mm da 6 bicchieri
4 sc.
24C 365720G inAlto UNO - Calice Medium - 46,7 cl / Ø 94,5 mm da 6 bicchieri
2 sc.
12C 365710G inAlto UNO - Calice Large - 55,5 cl / Ø 99,6 mm da 6 bicchieri
2 sc.
12C 365700G inAlto UNO - Calice XL - 63,9 cl / Ø 104 mm da 6 bicchieri
LINEA INALTO - TRE SENSI
4 sc.
24C 365744G inAlto TRE SENSI - Calice Small - 30,5 cl / Ø 76,5 mm da 6 bicchieri
4 sc.
24C 365743G inAlto TRE SENSI - Calice Medium - 43 cl / Ø 85 mm da 6 bicchieri
4 sc.
24C 365742G inAlto TRE SENSI - Calice Large - 55 cl / Ø 91,5 mm da 6 bicchieri

40
Servizio - Altre linee

€/ Confezionamento
CODICE DESCRIZIONE PRODOTTO bicchiere cartone

LINEA PREMIUM

1C 170350G PREMIUM - Secchiello Delta 1 sc. da 1 pezzo

LINEA ELECTRA

24C 192351B ELECTRA - Calice Medium - 44 cl / Ø 87 mm 4 sc. da 6 bicchieri

12C 180802BF AURUM - Bicchiere Acqua - 37 cl / Ø 83 mm 2 sc. da 6 bicchieri

LINEA QUATTRO STAGIONI

12C 365641MQ QUATTRO STAGIONI - Bottiglietta 20 cl - con capsula montata 12 bottigliette

12C 365642MQ QUATTRO STAGIONI - Bottiglietta 40 cl - con capsula montata 12 bottigliette

QUATTRO STAGIONI - Vasetto Azzurro 41,5 cl


12C 357754MQ 12 vasetti
con capsula e manico
QUATTRO STAGIONI - Vasetto Trasparente 41,5 cl
12C 357768MQ 12 vasetti
con capsula e manico

41
Brut Réserve n.v.
“Profondo e Sorprendente” La Maison che ha fatto dell’Eccezionale
il suo emblema.
Nel 1851 il giovane Charles-Camille Heidsieck fondò la
Maison de Champagne che ancora oggi porta il suo nome,
e mantiene quello spirito di comunicatività, coraggio e ricerca
dell’eccellenza che contraddistingueva il suo fondatore.

Gli champagne Charles Heidsieck non lasciano nulla al caso


e non si piegano alle mode, mantenendo sempre un proprio
stile, originale e riconoscibile, che fa dell’eleganza e della
ricchezza aromatica qualità irrinunciabili.

CEPAGE
Champagne elaborato con vini d’annata per il 60% (di cui 1/3
Chardonnay, 1/3 Pinot Noir e 1/3 Pinot Meunier) e per il
restante 40% con vini di riserva in egual proporzione tra
Chardonnay e Pinot Noir. I vini dell’anno provengono da 60
cru accuratamente selezionati dallo Chef de Caves.

Si tratta della più alta concentrazione di vini di riserva - di


almeno 10 anni - proposta in una cuvée brut.

Affinamento in bottiglia “sur lies” per almeno 36 mesi.

NOTE DI DEGUSTAZIONE
Colpisce l’intensità e la varietà dei profumi: golosi di cacao e
pasticceria, freschi ed aromatici di erbe appena colte,
luminosi di frutta bianca con lievi ed espressive note minerali
e di sottobosco.

Perfetta la corrispondenza al palato, dove in un crescendo


dinamico si alternano tra croccantezza e morbidezza, note
fruttate di pesca, mandorle, ananas e frutta candita, per
evocare la sensazione di serena piacevolezza tipica di un
tramonto autunnale. Il finale è fresco, la persistenza
sorprendente.

Uno champagne dove c’è sempre qualcosa da scoprire...

Wine of the Year 2012 • Bettane et Desseauve (FR)


Gold Medal • Wine Spectator 2011 (US)

Distribuito da:

Via Cefalonia, 70 “Crystal Palace” 25124 Brescia - Tel +39 030 2279601 - info@philarmonica.it - www.philarmonica.it
Brut Vintage 2006
“Morbido e di grande finezza” La Maison che ha fatto dell’eccezionale il suo
emblema.
Nel 1851 il giovane Charles-Camille Heidsieck fondò la Maison de
Champagne che ancora oggi porta il suo nome,
e mantiene quello spirito di comunicatività, coraggio e ricerca
dell’eccellenza che contraddistingueva il suo fondatore.

Gli champagne Charles Heidsieck non lasciano nulla al caso e non si


piegano alle mode, mantenendo sempre un proprio stile, originale e
riconoscibile, che fa dell’eleganza e della ricchezza aromatica qualità
irrinunciabili.

ELABORAZIONE
Assemblaggio: 59% Pinot Noir, 41% Chardonnay
Composizione: 10 crus
Provenienza delle uve: 10 dei 320 crus della Champagne sono
stati selezionati per elaborare il millesimo 2006: i Pinot Noirs
aromatici di Aӱ, Verzy, Tauxières, Rilly, Avenay, Louvois,
Ambonnay e gli eccezionali Chardonnay di Mesnil-sur-Oger e
Vertus.
Dosaggio: 10 g/l
Affinamento: un minimo di 9 anni sui lieviti

NOTE DI DEGUSTAZIONE
Una bella veste oro intenso e brillante, sottolineata da
un’effervescenza sottile e dinamica.

Primo naso generoso: note floreali con tocchi di gelsomino e


caprifoglio. In seguito aromi netti di frutta si animano: pesca
bianca, albicocca, prugna, pomelo e yuzu si aprono in una
piacevole tavolozza aromatica.

Muovendo il bicchiere, si sprigionano toni sottili di bergamotto, di


nocciolina tostata, liquirizia e noce di cocco grattugiata, una
complessità superba in un bouquet multidimensionale.

In bocca un bell’equilibrio tra mineralità e setosità, che ricorda il


torrone e la crema al burro. L’effervescenza è giocata sulla
delicatezza e la morbidezza. Caratterizzato da sapori generosi,
questo champagne entusiasma per la sua complessità e ricchezza.
La sua incredibile importanza aromatica rapisce i sensi.

Distribuito da:

wwww.philarmonica.it – info@philarmonica.it
Rosé Vintage 2006
“Armonico e così delicato” La Maison che ha fatto dell’Eccezionale
il suo emblema.
Nel 1851 il giovane Charles-Camille Heidsieck fondò la
Maison de Champagne che ancora oggi porta il suo nome,
e mantiene quello spirito di comunicatività, coraggio e ricerca
dell’eccellenza che contraddistingueva il suo fondatore.

Gli champagne Charles Heidsieck non lasciano nulla al caso


e non si piegano alle mode, mantenendo sempre un proprio
stile, originale e riconoscibile, che fa dell’eleganza e della
ricchezza aromatica qualità irrinunciabili.

CEPAGE
Sapiente assemblaggio elaborato con il 63% di Pinot Noir (di
cui un 8% vinificato in rosso), in prevalenza della Montagne
de Reims, e il 37% di Chardonnay dei migliori villaggi della
Côte des Blancs, per un totale di 15 selezionatissimi cru. La
cuvée vintage della Maison Charles Heidsieck si caratterizza
per un affinamento in bottiglia “sur lies” di circa 10 anni e
riposa in seguito 9 mesi in bottiglia prima di fare la sua uscita
sul mercato.

NOTE DI DEGUSTAZIONE
Una bella veste rosa pallido dai riflessi ambrati, che ricorda
la buccia di un’albicocca, sostenuta da un perlage raffinato,
di una finezza incomparabile.

Molto profumato, al naso si esprimono allo stesso tempo la


potenza e la consistenza di questo grande rosé. I Pinot Noir
vinificati in rosso gli conferiscono netti aromi di marmellata di
fragole e frutta candita, uniti a profumi di spezie dolci -come
la cannella - di miele, cardamomo e praline.

In un simile viaggio di sapori, il palato è avvolto da una


sensazione untuosa di prugna. Questo vino sviluppa una
consistenza setosa, che ricorda una torta di fichi e pinoli,
aprendosi altresì a sentori di pasticceria. Si rivelano poi
aromi speziati di liquirizia e cumino. Il finale è caldo, rotondo,
caratterizzato da note generose di tè alla mora selvatica,
ciliegia, piccole bacche rosse e fichi freschi.

Distribuito da:

wwww.philarmonica.it – info@philarmonica.it
Blanc de Blancs
“Tensione, mineralità e setosità” La Maison che ha fatto dell’eccezionale il suo
emblema.
Nel 1851 il giovane Charles-Camille Heidsieck fondò la Maison
de Champagne che ancora oggi porta il suo nome,
e mantiene quello spirito di comunicatività, coraggio e ricerca
dell’eccellenza che contraddistingueva il suo fondatore.
Gli champagne Charles Heidsieck non lasciano nulla al caso e
non si piegano alle mode, mantenendo sempre un proprio
stile, originale e riconoscibile, che fa dell’eleganza e della
ricchezza aromatica qualità irrinunciabili.

ELABORAZIONE
Assemblaggio: 100% Chardonnay
80% Chardonnay dell’annata 2012; 20% vini di riserva di
una media di 5 anni
Composizione: maggioranza dei cru provenienti dalla
Côte des Blancs (Oger e Vertus), completati da Villers-
Marmery, Trépail, Vaudemange e Montgueux
Dosaggio: 10 g/l
Affinamento: più di 4 anni sui lieviti

NOTE DI DEGUSTAZIONE
Vista: un oro pallido cristallino, con qualche riflesso
tipico del vitigno Chardonnay.

Naso: gli aromi dello Chardonnay maturo si mescolano:


pesca di vigna, agrumi confits, accompagnati da note di
tiglio, caprifoglio, nocciola. Il secondo naso porta a sottili
toni di mandarino e limone.

In bocca: freschezza e tensione sono avvolte in una


veste generosa Typiquement Charles: l’attacco in bocca
è netto, puro, per niente aggressivo, con una leggerezza
e morbidezza quasi atipica per un Blanc de Blancs,
definito generalmente più spigoloso che cremoso. Il
finale equilibrato sorprende per la sua mineralità e la sua
nota salina.

Distribuito da:

wwww.philarmonica.it – info@philarmonica.it
Blanc de Blancs

L’arte della Maison al servizio di una nuova cuvée…


Charles Heidsieck è stata una delle prime Maison de
Champagne a concretizzare la sua passione per lo
Chardonnay, attraverso l’elaborazione di un Blanc de
Blancs ottenuto dalla vendemmia del 1949. Esiste
comunque qualche racconto sull’esistenza di mono-cru
della Côte des Blancs prodotti da Charles Heidsieck già nel
1906… Attraverso questa cuvée, rilanciata nel 2018, due
peculiarità della Maison si incontrano: il saper elaborare
grandi vini bianchi si unisce all’arte di assemblare una
grande selezione di vini provenienti da annate e territori
differenti. La sfida è di fare coesistere gli opposti: la
tensione e la freschezza dei giovani chardonnay da una
parte, la setosità e l’eleganza Charles dall’altra.

Lo spirito di Charles, il carattere del gentleman…


Gentleman imprenditore in un 19esimo secolo in cui tutto
si osava, Charles Heidsieck era un ereditiere della
Champagne, caratterizzato da un certo gusto per le sfide.
Decise quindi, a soli 29 anni, di fondare una Maison a sua
immagine: autentica, raffinata e assolutamente distinta
dalle altre. Fedele al suo spirito, suo nipote Charles-Marcel
creò il primo Blanc de Blancs 1949, consolidando lo stile di
una Maison che si declina su tutti e tre i principali vitigni.

100% Chardonnay, teso e carnoso…


Generoso e carnoso: una complessità aromatica che fa la
riconoscibilità dei vini Charles Heidsieck.
Tensione elegante: gli chardonnay esprimono la loro
freschezza con un attacco in bocca netto e un finale
vivace.
Consistenza: una bolla leggera, simile al velluto, grazie ad
un 20% di vini di riserva e ad un affinamento prolungato
nelle Crayères.

Distribuito da:

wwww.philarmonica.it – info@philarmonica.it
Blanc des Millénaires 2004
“Freschezza e texture setosa, per uno La Maison che ha fatto dell’eccezionale il suo
champagne leggendario” emblema.
Nel 1851 il giovane Charles-Camille Heidsieck fondò la Maison
de Champagne che ancora oggi porta il suo nome,
e mantiene quello spirito di comunicatività, coraggio e ricerca
dell’eccellenza che contraddistingueva il suo fondatore.
Gli champagne Charles Heidsieck non lasciano nulla al caso e
non si piegano alle mode, mantenendo sempre un proprio
stile, originale e riconoscibile, che fa dell’eleganza e della
ricchezza aromatica qualità irrinunciabili.

ELABORAZIONE
Assemblaggio: 100% Chardonnay
Composizione: 4 Grand Crus: Cramant, Avize, Oger, Le
Mesnil sur Oger; 1 Premier Cru: Vertus
Tra l’eccezionale varietà offerta dalla regione
Champagne, 5 tra i cru più importanti della Côte des
Blancs sono stati meticolosamente selezionati per la loro
capacità di evoluzione ed espressione di maturità: Oger
per la struttura, Le Mesnil sur Oger per l’equilibrio, Avize
per la mineralità, Cramant per la complessità e Vertus
per la freschezza e le sue note floreali.
Dosaggio: 9 g/l
Affinamento: più di 10 anni sui lieviti

NOTE DI DEGUSTAZIONE
Vista: una scintillante veste oro, risaltata da una delicata
effervescenza.

Naso: eleganti note di limone, fiori di melo, burro salato


e mandorle, si mescolano ad una nuance tostata e
burrosa di crema inglese.

In bocca: un primo palato di fresche note citriche dà al


vino una piacevole croccantezza, seguita da una
graduale e persistente forza e intensità. La consistenza è
dinamica e perfettamente strutturata con un finale lungo
e rotondo. La ricca texture è data da un millesimo ancora
giovane e teso: la raffinata ed elegante effervescenza
svela una mineralità ancora in evoluzione.

Distribuito da:

wwww.philarmonica.it – info@philarmonica.it
Blanc des Millénaires 2004
La Maison ha una lunga tradizione per quanto riguarda la produzione del Blanc de Blancs. Lo
Chef de Caves ha deciso di mettere in risalto i migliori chardonnay in una cuvée chiamata
Blanc des Milénaires. Solo quattro millesimi erano stati creati fino ad oggi sotto questo nome:
1983, 1985, 1990 e 1995.
L’estrema esigenza della Maison relativamente alla qualità delle uve e il loro potenziale di
invecchiamento, mostra come gli chardonnay di una particolare vendemmia siano straordinari.
La piacevole freschezza del millesimo 2004 offre già ora una bella veste, un lungo finale e una
consistenza setosa, caratteristiche di questa cuvée, tanto leggendaria quanto il celebre
fondatore della Maison.

Uno spirito visionario…


Nel corso del 19esimo secolo, convinto che fossero il luogo ideale per l’affinamento dei suoi
vini, Charles Heidsieck decise di acquistare 47 cave di gesso di epoca Gallo-Romana, situate
nel cuore storico di Reims.
Questa decisione audace si rivelò essere un lampo di genio, dato che queste cave si sono
rivelate essere un luogo perfetto immerso nel silenzio, alto tasso di umidità e temperatura
costante di 10° C.
Uno straordinario periodo di affinamento, circa 13 anni, in queste cave, da a questa cuvée
100% Chardonnay una complessità e consistenza senza eguali.
Il Blanc des Millénaires 2004 possiede una firma unica e porta la promessa di momenti
indimenticabili.

Distribuito da:

wwww.philarmonica.it – info@philarmonica.it
Gustave Lorentz - Francia, Alsazia

Nella regione Alsazia, più precisamente nel paese di Bergheim, la famiglia Lorentz è dedicata alla
produzione di vino da 250 anni.

“Non puoi produrre vino se non ci metti tutto il tuo cuore.” Questo è il motto che esalta la passione
di chi lavora in questa azienda. E’ proprio una grande passione quella che ha permesso a Charles
Lorentz, il fondatore, di raggiungere questa eccellenza, piantando le vigne sulle colline di Altenberg
de Bergheim.

Thus, Riesling, Pinot Grigio, Gewurztraminer ed altre varietà nelle colline Altenberg esprimono le
loro tipicità, anno dopo anno. Il riconoscimento a questa ostinazione e perseveranza è avvenuta nel
1983, con la classificazione di questi vigneti come “Gran Cru”.

Quando madre natura lo permette, è possibile praticare la preziosa “raccolta tardiva” e, ancor più
complessa e rara, la “selezione degli acini nobili”.

Lo stesso livello di attenzione è applicato in cantina, grazie all’uso delle più moderne tecnologie di
vinificazione, affinamento e imbottigliamento.
Crémant d’Alsace Brut

Il Crémant d'Alsazia necessita di


rigorose condizioni di produzione e
di continuo monitoraggio. Le uve
sono selezionate con cura, prive di
impurità, e successivamente riposte
in pressa, nel rispetto del “metodo
Champenoise”.

Dopo la prima tradizionale


fermentazione, nelle vasche
d'acciaio a temperatura controllata,
avviene,
nelle bottiglie, la seconda
fermentazione. Assistiamo al
processo di "presa di spuma".
Questo naturale processo va seguito
con attenzione affinché, in ogni
singola bottiglia, si ottenga il giusto
risultato.
Segue il periodo di affinamento per
terminare con il remouage e
sboccatura finale per un totale di
almeno 18 mesi di permanenza
sur lie.

L'equilibrio e la freschezza del


Crémant di Gustave Lorentz è
dovuto alla sapiente scelta di tre
vitigni:
- Chardonnay (33%) per dar
corpo ed acidità.
- Pinot Bianco (33%) per dar
flessibilità e delicatezza.
- Pinot Nero (33%) per
conferirgli persistenza.
Grazie a queste particolarità, il
Crémant d'Alsazia è un partner
perfetto per aperitivi e cocktail che
si consiglia di servire a temperature
dai 5 ai 7°C.

www.philarmonica.it info@philarmonica.it
Crémant d’Alsace Rosé

Il Crémant d'Alsazia necessita di


rigorose condizioni di produzione e
di continuo monitoraggio. Le uve
sono selezionate con cura, prive di
impurità, e successivamente
riposte in pressa, nel rispetto del
“metodo Champenoise”.
Dopo la prima tradizionale
fermentazione, nelle vasche
d'acciaio a temperatura
controllata, avviene, nelle bottiglie,
la seconda fermentazione.
Assistiamo al processo di "presa di
spuma". Questo naturale processo
va seguito con attenzione affinché,
in ogni singola bottiglia, si ottenga
il giusto risultato. Segue il periodo
di affinamento per terminare con il
remouage e sboccatura finale per
un totale di almeno 18 mesi di
permanenza sur lie.
Questo Crémant Rosé è prodotto
esclusivamente con il vitigno Pinot
Noir, ricco di fascino ed eleganza.
Pinot Nero (100%).
È perfetto per accompagnare
raffinati aperitivi e cocktail. Fresco
e discretamente fruttato può
anche accompagnare abbinamenti
gastronomici, antipasti sia caldi che
freddi, frutti di mare, ma anche
carni bianche, selvaggina e per
finire, dessert.

www.philarmonica.it info@philarmonica.it
Pinot Noir Le Rosé
Denominazione: Alsazia AOC Vitigno:
100% Pinot Nero Dati analitici:

• Grado alcolico: 12,34% Vol.


• Residuo zuccherino: 3,57 g/l
• Acidità totale: 6,4 g/l
Longevità: da due a tre anni

Note degustative
Delicatamente fruttato esprime fresche e leggere
note di ciliegia e piccoli frutti rossi, quali lampone e
mirtillo. I tannini sono eleganti e delicati.

Abbinamenti gastronomici
Un rosé di incredibile versatilità, da sorseggiare
a tutto pasto. È perfetto per l’ora dell’aperitivo.
Fresco e delicatamente fruttato, è ideale se
abbinato alle ricette della tradizione
mediterranea, a carni bianche, insalate
estive e formaggi leggeri. Da provare con piatti
etnici, in particolare con ricetta della cucina Thai.

Caratteristiche dell’annata
L’annata 2017 si è distinta per l’anomalo
andamento climatico che ha determinato
l’anticipazione sul calendario della vendemmia
(una delle cinque vendemmie più anticipate degli
ultimi 40 anni). Le temperature invernali
alquanto miti, le imprevedibili gelate verificatesi tra
il 21 e il 22 aprile seguite poi da mesi estivi molto
caldi, hanno portato a una riduzione
quantitativa ma un ottimo risultato qualitativo.

Zona di produzione
Le dolci colline che circondano il piccolo paese di
Bergheim sono ideali per il Pinot Nero, che si
esprime al meglio in terreni argillo-calcarei.

www.philarmonica.it info@philarmonica.it
Antonella Corda
Sardegna

L’Azienda Agricola Antonella Corda si trova a a Serdiana, nel basso Campidano, a pochi chilometri da
Cagliari. Il territorio, storicamente vocato all’agricoltura, è costellato di ulivi, vigneti e campi di cereali.
Agronoma specializzata nella gestione vitivinicola, Antonella Corda ereditò nel 2010 i vigneti di famiglia e
prese le redini dell’azienda trasformandola ben preso in una “boutique winery”. Innovazione e tradizione si
fondono alla perfezione in questa realtà vitivinicola d’eccellenza capace di riflettere l’identità di una delle
zone più interessanti della Sardegna per la produzione di vino.

A oggi gli ettari sono 40 di cui 15 vitati, 12 di oliveto e i restanti seminativi. L’amore per la terra e il rispetto
per la tradizione: sono questi i valori di Antonella Corda che si ritrovano nei vini prodotti, tutti
contraddistinti da genuina raffinatezza. La gestione del sistema vitivinicolo si basa su sistemi di lotta
integrata, di concimazioni organiche e di irrigazioni sostenibili.
Vermentino di Sardegna DOC
Note degustative e abbinamenti
Intenso e fragrante, questo Vermentino riunisce le essenze dei giardini
del mediterraneo, fiori d’arancio, pompelmo, limone, salvia e capperi.
Un’acidità vibrante contrasta i toni caldi e la sua morbidezza.
Si abbina gradevolmente con primi piatti a base di pesce ed i
crostacei. Ottimo come aperitivo servito con i capperi sotto sale.

Scheda tecnica
Denominazione: Vermentino di Sardegna DOC;
Vitigno: uve Vermentino 100%;
Clima: mediterraneo;
Terreno: marnoso calcareo;
Forma di allevamento: Guyot;
Densità di impianto: 4545 piante/ettaro;
Vendemmia: prima decade di settembre, manuale in cassette;
Affinamento: 6 mesi in acciaio sui lieviti;
Gradazione alcolica: 13,5% Vol.

Distribuito da
Nuragus di Cagliari DOC
Note degustative e abbinamenti
Questo Nuragus esprime le due anime della Sardegna, la terra ed il
mare. Tra i suoi profumi spiccano la frutta d’autunno come la pera e la
mela, accompagnati da una nota di salsedine marina. E’ un vino fresco
ed equilibrato che si contraddistingue per la caratteristica sapidità.
Si abbina egregiamente con le crudità di mare, soprattutto con le
ostriche.

Scheda tecnica
Denominazione: Nuragus di Cagliari DOC;
Vitigno: uve Nuragus 100%;
Clima: mediterraneo;
Terreno: marnoso calcareo;
Forma di allevamento: Guyot;
Densità di impianto: 4545 piante/ettaro;
Vendemmia: prima decade di ottobre, manuale in cassette;
Affinamento: 6 mesi in acciaio sui lieviti;
Gradazione alcolica: 12,5% Vol.

Distribuito da
Cannonau di Sardegna DOC
Note degustative e abbinamenti
Grazie all’uso di macerazioni delicate e al discreto impiego di botti non
tostate, la finezza degli aromi varietali resta intatta. Ciliegia, lampone,
mora, rosa e una delicata nota speziata di pepe bianco. La
freschezza decisa si armonizza con le note calde e l’eccezionale
morbidezza dei tannini.

Scheda tecnica
Denominazione: Cannonau di Sardegna DOC;
Vitigno: uve Cannonau;
Clima: mediterraneo;
Terreno: ciottoloso;
Forma di allevamento: Guyot;
Densità di impianto: 4545 piante/ettaro;
Resa per ettaro: 70/80 q.li;
Vendemmia: ultima decade di settembre manuale in cassette;
Affinamento: acciaio e in barriques di rovere francese non tostato;
Gradazione: 14% Vol.

Distribuito da
CATALOGO VINI
Vigneti in Agliano Terme
BERSANO UNA REALTÀ
DI TERRE, UOMINI E TRADIZIONE.
La nostra storia ha inizio nei primi anni del secolo scorso a Nizza Monferrato, cuore del comprensorio della Barbera d’Asti.
Territorio e vigneto, come anima dell’uva e garanzia della qualità del vino, divengono naturalmente i tratti distintivi della Casa
quando alla sua guida passa Arturo Bersano, uomo singolare per intelligenza e cultura. Il suo motto più suggestivo “se vuoi
bere bene comprati un vigneto” ispira, oggi come allora, la nostra filosofia e il nostro lavoro. Negli anni, con la proprietà diretta
dei vigneti più importanti, il legame con il territorio si è rafforzato facendo di Bersano una delle più grandi realtà vitivinicole
del paese. L’avventura ha inizio con l’acquisizione della Cascina Cremosina, vero coup de foudre per il fondatore Arturo, e dei
vigneti dislocati intorno alla cantina di invecchiamento di
Nizza Monferrato dove protagonista è la Barbera d’Asti.
In seguito, con l’affinarsi dell’esperienza, arrivano le
acquisizioni dei vigneti di Langa (Cascina Badarina a
Serralunga), l’espansione della prediletta Barbera (Cascina
Generala, Vigneto Monteolivo, Cascina Prata, Cascina
Buccelli) e le prestigiose tenute dedicate a Moscato (Cascina
San Michele) Brachetto (Cascina Castelgaro, Cascina
Pallavicini) Ruché e Grignolino (Cascina San Pietro).

UNA STORIA INIZIATA NEI PRIMI ANNI DEL SECOLO SCORSO.


Podere in Nizza Monferrato

NIZZA MONFERRATO,
NEL CUORE DEL COMPRENSORIO DELLA BARBERA D’ASTI.
I VIGNETI, L’UVA, LA VENDEMMIA.
LA VINIFICAZIONE, L’AFFINAMENTO.
I nostri vigneti sono situati nei migliori Crus del Piemonte e godono di terroir e microclima unici che garantiscono vini
con forte personalità e grande potere espressivo. Un’esperta equipe di agronomi e vignaioli li segue con maestria
stabilendo la scelta dei terreni, delle esposizioni e le tecniche più idonee in fatto di potature e diradamenti. Queste
operazioni culminano nella vendemmia, eseguita con la massima cura per preservare l’essenza dell’uva ed effettuare la
prima selezione dei grappoli che, nelle nostre cantine, costituiscono l’elemento fondante per vini di rara eleganza con
profumi ampi e intensi e grande struttura. Le tecniche di vinificazione sono tradizionali e vengono attentamente controllate
grazie all’ausilio di tecnologie d’avanguardia che regolano
con precisione assoluta tempi e temperature di
fermentazione, frequenza dei rimontaggi e ogni altro
intervento necessario. Operazione finale, ma di
importanza unica, riveste la scelta dei legni per
l’invecchiamento e l’affinamento, vera e propria firma e
segno distintivo delle capacità espressive dell’azienda.

230 ETTARI NEI MIGLIORI CRUS DEL PIEMONTE.


BAROLO DOCG
RISERVA BADARINA
Vitigno Nebbiolo, vendemmia a fine ottobre,
NIZZA DOCG
vinificazione in acciaio, affinamento 5 anni in botti
RISERVA GENERALA
BAROLO DOCG
di rovere, barriques e bottiglia. Vitigno Barbera, vendemmia nella prima
BADARINA quindicina di ottobre, vinificazione in acciaio,
Colore rosso granato profondo che si intensifica
con il passare degli anni. Un grande vino adatto Vitigno Nebbiolo, vendemmia a fine ottobre, affinamento 6 mesi in tonneaux, 6 mesi in botti
ad un lungo invecchiamento. Il profumo è intenso, vinificazione in acciaio, affinamento 6 mesi in di rovere, 12 in bottiglia.
complesso, con note di cacao, menta, ciliegie nere barriques, 30 in botti di rovere, 6 in bottiglia. Colore rosso porpora intenso. Profumo avvolgente
e cuoio. Il gusto armonico e persistente, di gran Colore rosso profondo con riflessi granata. Profumo e complesso con sentori di spezie, vaniglia e cacao,
corpo, diventa più morbido e vellutato con intenso di mora e frutti rossi maturi con note sottobosco e ciliegia. Gusto ricco e vellutato,
l’invecchiamento. Eccellente con la cacciagione, speziate e balsamiche. Gusto intenso, armonico, persistente, ripropone nel finale l’intensità dei toni
gli arrosti importanti, i tartufi, i funghi e i formaggi avvolgente e persistente. Cacciagione, arrosti fruttati. Primi piatti elaborati, carni rosse,
dai sapori decisi. importanti, formaggi dai sapori decisi. selvaggina, formaggi dai sapori decisi.
Longevità eccellente, oltre i 10 anni. Longevità eccellente, oltre i 10 anni. Vino molto longevo.
Formato 75 cl. Formato 75 cl., 150 cl. Formato 75 cl., 150 cl.
CRUS
Il termine “Cru”, nella terminologia enologica francese, indica una zona, un vigneto o una
piccola località che, grazie alle sue specifiche climatiche, geologiche e ambientali, produce
vini di qualità con caratteristiche superiori e ben identificabili. Per garantire vini di grande
personalità e potere espressivo Bersano sceglie vigneti dai requisiti unici e fortemente
rappresentativi del terroir di appartenenza.

Podere in Nizza Monferrato

PINOT NOIR
PIEMONTE DOC
BARBERA D’ASTI DOCG LA PRATA
SUPERIORE
CREMOSINA RUCHÈ DI CASTAGNOLE Vitigno Pinot Noir, vendemmia fine agosto,
vinificazione in acciaio, affinamento in
MONFERRATO DOCG
Vitigno Barbera, vendemmia nella prima decade tonneaux di rovere francese e bottiglia.
SAN PIETRO REALTO
di ottobre, vinificazione in acciaio, affinamento Colore rosso rubino. Profumo complesso, intenso,
12 mesi in botti di rovere, 6 in bottiglia. Vitigno Ruchè, vendemmia a metà ottobre, caratteristico dell’uva, con piacevoli sentori di piccoli
Colore rosso porpora vivo con lievi riflessi violacei. vinificazione in acciaio, affinamento 2 mesi in bottiglia. frutti rossi, ciliegia e mora, su note vanigliate e
Profumo caratteristico e vinoso con note di lamponi Colore rosso profondo con riflessi violacei. Profumo speziate. Gusto armonico e ben bilanciato. Buona
e viola. Gusto pieno e persistente. Vino a tutto molto intenso, fruttato, aromatico. Gusto armonico struttura e ottima persistenza. Eccellente con piatti
pasto, predilige carni rosse e formaggi a media e e vellutato, piacevolmente sapido e asciutto. Ottimo di terra saporiti, portate a base di funghi, selvaggina
lunga stagionatura. aperitivo, con antipasti, carni bianche, bagna cauda. e formaggi stagionati.
Vino longevo. Da gustare giovane. Vino longevo.
Formato 75 cl., 150 cl. Formato 75 cl. Formato 75 cl.
BAROLO DOCG BARBARESCO DOCG
NIRVASCO MANTICO NEBBIOLO D’ALBA DOP
PAISAN
Vitigno Nebbiolo, vendemmia nella prima quindicina Vitigno Nebbiolo, vendemmia nella prima quindicina
di ottobre, vinificazione in acciaio, affinamento di ottobre, vinificazione in acciaio, affinamento Vitigno Nebbiolo, vendemmia nella prima decade
almeno 36 mesi in grandi botti di rovere e bottiglia. almeno 24 mesi in grandi botti di rovere e bottiglia. di ottobre, vinificazione in acciaio, affinamento
Colore rosso intenso con sfumature granata, Colore rosso granato intenso. Il profumo, minimo 12 mesi .
conferma al naso una impostazione tradizionale caratterizzato da note di marasca, si apre in un Colore rosso vivo con riflessi granata, ha profumo
dove i profumi intensi ed avvolgenti ricordano le crescendo di ribes, cacao e viola accompagnati intenso e persistente, leggermente speziato, con
spezie e la frutta matura. Il gusto è ricco e dal gudron finale. Al gusto conferma grande sentori di sottobosco e frutta cotta. Al palato risulta
persistente con tannini morbidi, sentori di cuoio, struttura con finale pieno e intenso, tannini importante, con tannini ben amalgamati, note di
liquirizia e pepe armonizzati a note di violetta armonici e dolci e una calda nota alcolica. prugne mature, fichi secchi e cuoio. Il finale è lungo
appassita e prugna matura. Cacciagione, carni Cacciagione, carni rosse, secondi elaborati e persistente. Primi piatti elaborati, risotti, carni
rosse, secondi elaborati e formaggi dai sapori decisi. e formaggi dai sapori decisi. rosse e bianche, formaggi.
Longevità eccellente, oltre i 10 anni. Longevità eccellente, oltre i 10 anni. Longevità eccellente.
Formato 75 cl., 50 cl., 150 cl. Formato 75 cl., 50 cl. Formato 75 cl.
CLASSICI
I vini che hanno fatto la notorietà del Piemonte vitivinicolo nel mondo sono dei veri Classici
per Bersano che li realizza nelle sue cantine da più di cento anni. Ed è a riconoscimento
dell’operare serio e costante di Bersano che, da oltre mezzo secolo, il rigido disciplinare di
produzione del Barolo ha consentito la vinificazione e l’imbottigliamento di questo vino nelle
cantine di Nizza Monferrato nell’astigiano. Una vera e propria eccezione alla regola comune
che obbliga la vinificazione delle uve esclusivamente all’interno delle zone di produzione.

Vigneti di Nebbiolo a Serralunga d’Alba

BARBERA D’ASTI DOCG


COSTALUNGA BARBERA D’ALBA DOP
SANGUIGNA GRIGNOLINO D’ASTI DOP
Vitigno Barbera, vendemmia a fine settembre,
VALDELSALTO
vinificazione in acciaio, affinamento 6 mesi in Vitigno Barbera, vendemmia a fine settembre,
botti di rovere, acciaio e bottiglia. vinificazione in acciaio. Vitigno Grignolino, vendemmia a metà settembre,
Colore rosso carico con leggeri riflessi granata. Colore rosso porpora acceso e profondo, esprime vinificazione in acciaio.
Profumi intensi di frutti rossi accompagnati da toni profumi intensi di ciliegia, frutti neri e spezie. Il Colore rosso cerasuolo. Profumo delicato e persistente
di spezie, tabacco ed eucalipto. Gusto deciso, ricco, gusto è pieno, armonico e avvolgente, con sentori con sentori caratteristici di rosa e ciliegia su pepe
con finale piacevole e persistente sottolineato da note di cacao, caramello e spezie e un finale lungo, bianco. Gusto asciutto, persistente, con retrogusto di
di frutta e cacao. Vino a tutto pasto, accompagna primi piacevole e persistente. Primi piatti anche chiodi di garofano, rosa e geranio. Come aperitivo,
piatti, secondi di carne e formaggi. elaborati, carni rosse e bianche, formaggi. a tutto pasto, con antipasti e insalate.
Vino longevo. Vino longevo. Da gustare giovane.
Formato 75 cl., 50 cl., 150 cl. Formato 75 cl. Formato 75 cl., 50 cl.
GAVI DOCG
DEL COMUNE DI GAVI
DOLCETTO D’ALBA DOP DOLCETTO D’ASTI DOP
Vitigno Cortese, vendemmia nella seconda decade
COLDELFOSSO PIANDELPRETE
di settembre, vinificazione in acciaio.
Vitigno Dolcetto, vendemmia nella terza decade Vitigno Dolcetto, vendemmia nella terza decade Colore giallo paglierino brillante con riflessi
di settembre, vinificazione in acciaio. di settembre, vinificazione in acciaio. verdognoli. Profumo caratteristico e fragrante con
Colore rosso intenso, con riflessi viola brillante, ha Colore rosso intenso con profumo tipico, raffinate note floreali e intensi sentori fruttati di
un profumo composto e fruttato dove spiccano mirtillo caratteristico del vitigno, e piacevoli sentori ananas e pesca. Gusto armonico ed elegante con
e lampone su sottofondo balsamico. Al gusto è di frutta rossa. Gusto armonico con moderata corpo pieno e morbido, giusta acidità e un finale
armonico, pieno e di buon corpo gradevolmente acidità e note di lampone e ciliegia. Vino a tutto fruttato e persistente. Ottimo aperitivo,
amarognolo. Vino a tutto pasto, accompagna primi pasto, accompagna primi piatti, secondi di carne accompagna antipasti, frutti di mare e piatti di
piatti, secondi di carne e formaggi. e formaggi. pesce in generale.
Da gustare giovane. Da gustare giovane. Da gustare giovane.
Formato 75 cl., 50 cl. Formato 75 cl. Formato 75 cl., 37,5 cl.
CLASSICI

Vigneti in Mombaruzzo

IL MEZZO LITRO PIEMONTESE


ROERO ARNEIS DOCG DEL ’600
Vitigno Arneis, vendemmia nella prima decade Fabbricato tra il 1600 e il 1700 dalle cooperative
di settembre, vinificazione in acciaio. familiari di vetrai a Poirino, piccolo borgo nei pressi
Colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. di Asti, il mezzo litro serviva per i pranzi confidenziali
Profumo elegante e piacevole con sentori di fiori a due o per far salire sulla mensa vini diversi
bianchi, mela e agrumi. Gusto morbido ed quando le vivande lo esigevano. Nel XIX secolo viene
equilibrato con note fruttate e un buon finale riproposto da Arturo Bersano che ne riconosce la
persistente e sapido. Vino a tutto pasto, purezza di linee e la praticità. Da allora fa parte della
accompagna antipasti, insalate e piatti di pesce. nostra tradizione e, oggi più che mai di attualità,
Ottimo come aperitivo. questo formato viene proposto per i grandi classici
Da gustare giovane. rossi piemontesi: Barolo, Barbaresco, Barbera
Formato 75 cl. d’Asti, Dolcetto d’Alba e Grignolino d’Asti.
MONFERRATO DOP
PIEMONTE DOP BARBERA DOLCETTO PIEMONTE DOP CORTESE
Vitigno Barbera, vendemmia nella terza decade Vitigno Dolcetto, vendemmia nella seconda Vitigno Cortese, vendemmia nella seconda decade
di settembre, vinificazione in acciaio. decade di settembre, vinificazione in acciaio. di settembre, vinificazione in acciaio.
Colore rosso brillante. Profumo vinoso, tipico, con Colore rosso vivo. Profumo delicato e netto con Colore giallo paglierino vivo. Profumo delicato,
delicate note di frutti a bacca rossa. Gusto deciso, piacevoli note di frutti di bosco e frutti rossi. Gusto floreale, con sentori di fiori bianchi e ananas.
asciutto, ben definito con piacevoli sentori fragrante con gradevole armonia di sapori. G u sto s a p i d o , p i a cevo l m e n te a r m o n i co .
amarognoli. A tutto pasto. A tutto pasto. A tutto pasto. Con piatti a base di pesce e antipasti.
Da gustare giovane. Da gustare giovane. Da gustare giovane.
Formato 75 cl., 150 cl. Formato 75 cl., 150 cl. Formato 75 cl., 150 cl.
VINI FRESCHI
D’ANNATA
Realtà vinicola con caratteristiche pedologiche e climatiche di eccellenza, il Piemonte presenta
terroirs molto vari che, uniti all’abile lavoro dell’uomo in vigna e cantina, hanno da sempre
consentito l’impianto e l’ottima espressione di numerose varietà di vitigni. Accanto alle varietà
tipicamente regionali come Barbera, Dolcetto e Cortese il Piemonte è ormai patria adottiva di
grandi vitigni internazionali tra cui Pinot Nero e Sauvignon che qui riescono a rivelare al meglio
le qualità organolettiche che li hanno fatti apprezzare in tutto il mondo.
Podere di Castagnole Monferrato

PIEMONTE DOP BARBERA DEL


SAUVIGNON MONFERRATO DOP
FRIZZANTE LA POMONA
Vitigno Sauvignon Blanc, vendemmia nella seconda
quindicina di settembre, vinificazione in acciaio. Vitigno Barbera, vendemmia nella seconda
Colore giallo paglierino. Profumo intenso e piacevole decade di settembre, vinificazione in acciaio cui
con note fruttate di pesca, ananas e litchi e sentori segue una seconda fermentazione per la presa
di fiori bianchi che si armonizzano alla caratteristica di spuma.
fragranza aromatica dell’uva. Il gusto, gradevolmente Colore rosso vivo. Profumo intenso, fruttato, con
secco, conferma la freschezza di frutta e fiori con sentori di frutti rossi. Gusto ampio e morbido con
una piacevole acidità. Come aperitivo, con piatti a note di mandorla e piacevole finale di viola. Con
base di pesce e crostacei e con formaggi freschi e cibi ricchi di sapori, salumi, primi e secondi patti,
di media stagionatura. carni alla griglia.
Da gustare giovane. Da gustare giovane.
Formato 75 cl. Formato 75 cl.
ARTUR.O
METODO CLASSICO
ARTURO BERSANO ARTUROSÉ PAS DOSÉ
METODO CLASSICO METODO CLASSICO Vitigno Pinot Nero vinificato in bianco, vendemmia
BRUT BRUT-ROSÉ a fine agosto, rifermentazione in bottiglia con sosta
Vitigno Pinot Nero vinificato in bianco, vendemmia Vitigno Pinot Nero vinificato in rosé, vendemmia sui lieviti minimo 66 mesi.
a fine agosto, rifermentazione in bottiglia, sosta a fine agosto, rifermentazione in bottiglia, sosta Colore giallo paglierino con riflessi dorati. Perlage
su lieviti minimo 24 mesi. su lieviti minimo 24 mesi. fine e persistente con spuma abbondante e
Colore giallo paglierino con riflessi dorati. Perlage Colore rosa salmone tenue con leggeri riflessi cremosa. Profumo intenso e aperto con note di
fine e persistente. Profumo ampio, complesso, con ramati. Perlage fine e persistente. Profumo lievito e crosta di pane su vaniglia, agrumi e fiori
note caratteristiche di crosta di pane, vaniglia e pesca complesso ed elegante, caratteristico, con sentori bianchi. Gusto fresco, sapido e ben definito,
bianca. Gusto sapido, fine ed equilibrato con ampia di lieviti e vaniglia e note di frutti di bosco. Gusto armonizzato da una struttura importante e una
persistenza aromatica ed evidenti sentori di lievito e fine ed elegante con ampia persistenza aromatica. piacevole persistenza. Ottimo aperitivo, a tutto
vaniglia. Come aperitivo e a tutto pasto, sottolinea Ottimo come aperitivo, a tutto pasto, con crostacei pasto, con antipasti importanti e portate a base
con brio brindisi e celebrazioni. e dessert, formaggi erborinati e parmigiano. di pesce.
Formato 75 cl., 150 cl. Formato 75 cl. Formato 75 cl.
GLI SPUMANTI
Agli inizi degli anni ‘50, per una felice intuizione del fondatore Arturo, casa Bersano è stata
la prima a proporre il Brachetto Spumante nella cui produzione è tra i leaders più accreditati.
Perfetto per accompagnare dessert e frutta fresca questo rosso delicato e armonioso,
dalla bassa gradazione alcolica, ha saputo crearsi uno spazio particolare anche lontano
dai pasti. Sinonimo di atmosfera conviviale è un piacevole e originale aperitivo, solo o come
base di fantasiosi cocktails, accompagna salumi, formaggi stagionati ed erborinati e,
in estate, è un piacevolissimo dissetante.

Vigneti a Brachetto in Località Baretta [Acqui Terme]

ACQUI DOCG
PINOT OLTREPÒ PAVESE SPUMANTE BRUT-ROSÉ
DOP SPUMANTE
Vitigno Brachetto vinificato in rosé, vendemmia
Vitigno Pinot Nero vinificato in bianco, vendemmia nella prima decade di settembre, presa di spuma
a fine agosto, presa di spuma secondo il metodo secondo il metodo Charmat.
Charmat con affinamento sulle fecce minimo 6 mesi. Colore rosa granato pallido. Profumo delicato e
Colore giallo paglierino vivo. Profumo fragrante di aromatico con piacevoli note di rosa e violetta.
piccoli frutti con note di crosta di pane e mela Gusto fresco, sapido, morbido e setoso con
renetta. Gusto sapido e armonico, di buon corpo. piacevole retrogusto di ribes e lamponi. Ottimo
Come aperitivo, con antipasti, piatti a base di pesce aperitivo, con antipasti, verdure, primi delicati,
e a tutto pasto. pesce ricettato e formaggi erborinati.
Formato 75 cl. Formato 75 cl.
MOSCATO D’ASTI DOCG
MONTEOLIVO
Vitigno Moscato, vendemmia a metà settembre,
BRACHETTO D’ACQUI
pressatura delle uve e conservazione del mosto
DOCG SPUMANTE a zero gradi sino alla fermentazione e al
ASTI DOCG successivo imbottigliamento.
Vitigno Brachetto, vendemmia nella prima decade
di settembre, presa di spuma secondo il metodo Vitigno Moscato, vendemmia nella prima decade Colore giallo paglierino con lievi riflessi dorati, ha
Charmat. di settembre, presa di spuma secondo il metodo profumo intenso ed aromatico, tipico dell’uva, con
Colore rosso di media intensità. Profumo tipico, Charmat. sentori di pesca, salvia e limone e note floreali di fiori
ampio, persistente con delicate note di muschio Colore giallo paglierino. Profumo delicato, d’acacia. Il gusto dolce ed elegante, con buona
e rosa. Sapore dolce ed equilibrato, mai tipicamente aromatico, con note di agrumi e salvia freschezza e piacevole effervescenza, è delicato e
stucchevole, con evidenti sentori aromatici di rosa e finale intenso e persistente. Gusto dolce e fragrante intenso con retrogusto finemente composto. Pasticceria
e viola. Pasticceria fresca e secca, frutta fresca o con sentori di pesca, albicocca e cedro. fresca e secca, torte di crema e frutta fresca.
come aperitivo. Pasticceria fresca e secca, amaretti, pesche. Da gustare giovane.
Formato 75 cl. Formato 75 cl. Formato 75 cl.
I VINI DOLCI
Già in epoche remote, come citato dagli storici latini, il vinum acquaense “dolce e aromatico con
sentori di rosa e viola” era servito dagli osti dell’odierna Acqui. Con il “muscatellum”,
denominato da Plinio e Catone “apicio” - prediletto dalle api - per la sua dolcezza, può
quindi vantarsi di una tradizione plurimillenaria. Nel 1800, grazie anche all’abilità dei
vignaioli piemontesi, gli inimitabili vini dolci Moscato e Brachetto hanno avuto il loro
momento magico che, con immutato successo e gradimento, perdura sino ai nostri giorni.

Vigneti del Moscato a Nizza Monferrato


CASTAGNOLE M.TO

ASTI
AGLIANO TERME
NIZZA M.TO

ACQUI TERME
ALBA
TORINO
ASTI
NIZZA M.TO

SERRALUNGA D’ALBA
ALESSANDRIA

ALBA
BRUNELLO DI MONTALCINO VINO NOBILE DI
DOCG MONTEPULCIANO DOCG
ROSSO DI MONTALCINO
Vitigno Sangiovese Grosso, vendemmia a Vitigno Sangiovese Grosso, Canaiolo nero,
DOC
settembre, vinificazione in acciaio, affinamento Prugnolo gentile, vendemmia a settembre,
circa 48 mesi in botti di rovere di Slavonia. Vitigno Sangiovese Grosso, vendemmia a vinificazione in acciaio, affinamento circa 24 mesi
Colore rosso granato elegante. Profumo ricco e settembre, vinificazione in acciaio, affinamento in botti di rovere di Slavonia.
avvolgente con note di sottobosco e spezie. Gusto minimo 6 mesi. Colore rosso profondo con riflessi aranciati.
intenso e complesso con sentori di muschio, Colore rosso intenso con riflessi viola. Profumo Profumo tipico di viola con note di cuoio e muschio.
sottobosco, prugna matura e liquirizia. Tannini elegante e persistente con evidenti note floreali Gusto pieno e rotondo con retrogusto caratteristico,
pieni, eleganti e rotondi con retrogusto caldo e armonizzate a ribes e lampone. Gusto morbido e leggermente ammandorlato, molto gradevole.
buona freschezza. Carni arrosto o alla griglia, pâtè avvolgente, gradevolmente tannico, di buona struttura. Con carni rosse, pâté di selvaggina e formaggi
di selvaggina e formaggi stagionati. Carni arrosto e primi piatti importanti. stagionati.
Longevità eccellente, oltre i 10 anni. Longevità eccellente. Longevità eccellente.
Formato 75 cl. Formato 75 cl. Formato 75 cl.
GRANDUCATO
In provincia di Siena, nel punto ideale di confluenza tra la zona del Chianti Classico e quella
del Chianti DOCG, nasce Granducato, un marchio che da più di mezzo secolo offre vini
nobili, storicamente prestigiosi. Perfetta simbiosi tra l’esperienza e la tecnologia moderna,
espressione culturale del popolo toscano legato alle radici della propria grande storia e
allo stesso tempo aperto al progresso e all’innovazione, propone i vini della più classica
tradizione toscana secondo standard di elevatissima qualità.

MORELLINO DI SCANSANO CHIANTI CLASSICO


DOCG GRETAIO DOCG RISERVA
CHIANTI CLASSICO DOCG
Vitigno Sangiovese, vendemmia a settembre, Vitigno Sangiovese, Canaiolo, Colorino toscano,
vinificazione in acciaio. vendemmia a ottobre, vinificazione in acciaio, Vitigno Sangiovese, Canaiolo, Colorino toscano,
Colore rosso intenso tendente al porpora. Profumo a f f i n a m e n t o c i rc a 2 4 m e s i i n b o t t i d i vendemmia a ottobre, vinificazione in acciaio,
piacevolmente fruttato con note di prugna, mora e rovere e in bottiglia. affinamento 12 mesi in botti di rovere.
mirtillo, cenni di spezie e sottofondo di tabacco e Colore rosso porpora. Profumo di piccoli frutti di Colore rosso ricco e intenso. Profumo di spezie
liquirizia. Gusto pieno e rotondo con sentori di ciliegie bosco e violette con note di vaniglia e cacao. Gusto accompagnato da note di piccoli frutti rossi. Gusto
nere e piccoli frutti rossi maturi. Tannini morbidi e elegante e inimitabile grazie ai tannini fini e maturi ricco e rotondo, di gran corpo, con tannini morbidi e
ben bilanciati con finale piacevolmente asciutto. con sentori di caffè e liquirizia. Primi piatti, carni sentori fruttati che permangono nel lungo finale.
Con carni rosse, funghi, grigliate e formaggi. rosse, pâtè di selvaggina e formaggi maturi. A tutto pasto.
Vino longevo. Longevità eccellente. Vino longevo.
Formato 75 cl. Formato 75 cl. Formato 75 cl.
CHIANTI DOCG VERNACCIA IL SANTO
DI SAN GIMIGNANO DOGC VINO LIQUOROSO
Vitigno Sangiovese, Canaiolo Nero, Trebbiano
toscano e Malvasia, vendemmia a settembre Vitigno Vernaccia, vendemmia a settembre, Vitigno Trebbiano, Malvasia, San Colombano.
vinificazione in acciaio. vinificazione in acciaio. Colore giallo oro. Profumo elegante e intenso con
Colore rosso intenso. Profumo fruttato con note di Colore giallo paglierino tenue. Profumo intenso e note dolci e fruttate di frutti passiti come
mirtillo e lampone. Gusto morbido e armonico con fruttato con note di pesca e albicocca e piacevoli albicocche, mele, fichi e uvetta dorata.
note di lampone e ciliegia e moderata acidità. sentori floreali. Gusto vellutato e rotondo, Gusto di frutti canditi e miele. Dolce ma non
Tannini morbidi seguiti da un finale lungo e piacevole. gradevolmente secco e di buona acidità. stucchevole con ricchi sentori di caramello e
A tutto pasto. Con piatti di pesce, primi piatti e carni bianche. mandorle tostate. Con la pasticceria secca e i
Da gustare giovane. Da gustare giovane. cantucci, famosissimi biscotti Toscani.
Formati 75 cl. Fiasco 50, 75 cl. Formato 75 cl. Formato 75 cl.
GRANDUCATO

FIRENZE

CHIANTI
CHIANTI CLASSICO

SAN GIMIGNANO SIENA


VERNACCIA DI SAN
GIMIGNANO

MONTEPULCIANO
NOBILE DI MONTEPULCIANO
MONTALCINO
BRUNELLO DI MONTALCINO
ROSSO DI MONTALCINO

SCANSANO
MORELLINO
Dopo la creazione nel 1834 della casa di Georges Goulet, è a Cognac nel
1848, che nasce la "Belle Idée" di Jean-Baptiste Lafitte.
Molto rapidamente, il marchio Charles Lafitte & Cie divenne un riferimento
nell'universo di Wines and Spirits, conobbe la sua età d'oro durante les
années folles (gli anni folli 1920-1929)

Dopo quel periodo molte case di champagne chiedono a Charles Lafitte & Cie
di fornire loro gli "spiriti cognac" utilizzati nella composizione del
liqueurs d'expédition.

Grazie a tutto quel successo, nel


1983, Paul-François Vranken farà la
seconda grande rivoluzione con la
creazione del marchio di champagne
Charles Lafitte.

La maison produce champagne eleganti e molto equilibrati.


La tradizionale miscela di Chardonnay ha sicuramente fatto la differenza
per il successo anno dopo anno.
Il risultato sono champagne coerenti, vivaci e allegri che lusingano ogni
palato.
Brut Cuvee Speciale
ASSEMBLAGE:
50% CHARDONNAY
30% PINOT NOIR
20% PINOT MEUNIER

Note Organolettiche

Colore:
Giallo oro paglierino trasparente,
intenso e brillante, leggermente
velato di bronzo. Spuma ben sviluppata
e di buona tenuta.
Profumo:
Elegante e delicato, svela sentori di
mela cotogna e uva di Corinto con una
leggerissima nota di liquirizia.
Gusto:
In apertura è fresco, molto
equilibrato, rotondo e delicato. Il
finale, ampio e persistente, è
caratterizzato da piacevoli aromi di
pasticceria che ricordano la crème
caramel.

Modalità di servizio:
Flûte o bicchiere da vino rosso importante
Temperatura di 6/8°
Abbinamenti:
Ottimo come aperitivo, accompagna tutto il
pasto ed è piacevole in ogni occasione.
Formato 75 cl. e 150 cl.
Orgueil de France

ASSEMBLAGE:
50% CHARDONNAY
50% PINOT NERO

Note Organolettiche

Colore:
Giallo pallido con lievissimi riflessi
dorati.
Perlage fine con spuma corposa e di buona
tenuta.
Profumo:
Grande ricchezza aromatica con note
dominanti di uvetta passa e nocciola e
delicati accenni di fiori bianchi.
Gusto:
Complesso e molto persistente, deve la
sua piacevole freschezza allo Chardonnay.

Modalità di servizio:
Bicchiere da vino rosso importante
Temperatura di 6/8°
Abbinamenti:
Ideale su carni bianche accompagnate da
funghi e tartufi.
Ottimo come aperitivo e per i brindisi di
fine pasto.
Formato 75 cl. e 150 cl.
Brut Rosè
ASSEMBLAGE:
40% CHARDONNAY
30% PINOT NOIR
30% PINOT MEUNIER DI CUI
16% DI VINO ROSSO DI BOUZYR

Note Organolettiche

Colore:
Rosa salmone caldo e cristallino con
fugaci riflessi ramati. Spuma ben
sviluppata e di buona tenuta.
Profumo:
Fresco, di grande purezza ed eleganza,
con note nette e invitanti di frutti
rossi appena raccolti tra cui spiccano
fragoline di bosco, lamponi e more.
Gusto:
Ampio, goloso e vellutato conferma i
profumi fruttatti che evolvono verso
sapori avvolgenti e soavi di coulis di
frutti rossi e gelatina di lamponi.
Finale pulito, lungo e seducente grazie
agli accenti floreali di petali di rosa.

Modalità di servizio:
Flûte o bicchiere da vino rosso importante
Temperatura di 6/8°
Abbinamenti:
aperitivo gradevolissimo, è perfetto con
secondi piatti elaborati e desserts.
Formato 75 cl.
Dalla Toscana
alla Sicilia

Q uesta è la storia di un viaggio attraverso due mera-


vigliose regioni italiane, che inizia in Toscana e
si spinge fino in Sicilia grazie alla passione di Pao-
Rothschild-Château Lafite nel cuore della Maremma
Toscana, fra Bolgheri e Montalcino, dove la vite pro-
spera dal tempo degli Etruschi. Il progetto della can-
lo Panerai, giornalista e grande appassionato di vino tina è firmato da Renzo Piano che ha concepito un
che, dalla fine degli anni ’70 ad oggi, ha creato il grup- edificio elegante e funzionale dove si fondono archi-
po Domini Castellare di Castellina, composto da tettura, arte, archeologia e vino d’eccellenza come il
quattro prestigiose cantine: la prima e storica Castel- Rocca di Frassinello, le grand vin, che rappresenta il
lare di Castellina, fondata nel 1979 nel Chianti Classi- massimo della produzione, coniugando forza, inten-
co; Rocca di Frassinello, in Maremma Toscana; Feudi sità ed eleganza. Dal 2007 l’azienda è protagonista
del Pisciotto e Gurra di Mare in Sicilia. Quattro azien- di una nuova sfida, quella di Baffonero 100% Merlot
de, una sola società di distribuzione e un grande eno- che, fin dalla prima vendemmia, ha riscosso un gran-
logo Alessandro Cellai, unico in Italia ad essere stato de successo di critica ed è oggi considerato uno dei
insignito per più di quaranta volte con i 3 Bicchieri più grandi Merlot al mondo.
del Gambero Rosso. Feudi del Pisciotto, prima cantina siciliana del
Castellare di Castellina ha contribuito in modo Gruppo, si trova a pochi km da Caltagirone, all’inter-
significativo al Rinascimento del vino italiano, ini- no di un magnifico Feudo del ’700 ove accoglie i suoi
ziato alla fine degli anni ’70, coniugando tradizione, ospiti in un esclusivo Wine Relais ed un ristorante
innovazione e rispetto dell’ambiente. La tradizione si d’alta cucina – Il Palmento di Feudi. L’onda lunga del
concretizza nella scelta di produrre il Chianti Classi- Rinascimento vinicolo italiano è arrivata da un paio
co esclusivamente con vitigni autoctoni (Sangioveto, di decenni anche in Sicilia ed il contributo di Feudi
come lo si usa chiamare in zona, Canaiolo e Ciliegio- del Pisciotto è stato suggellato nel 2017 dall’inseri-
lo) e di produrre il Governo di Castellare secondo l’an- mento del suo Nero d’Avola tra i migliori 100 vini al
tico metodo del governo alla toscana. L’innovazione, mondo secondo Wine Spectator. Il progetto enologico
invece, è stata perseguita realizzando in vigna, in col- di Feudi ha preso corpo anche grazie alle intuizioni
laborazione con le Università di Milano e Firenze, un di Giacomo Tachis che suggerì di produrre un Pinot
progetto finalizzato alla selezione dei migliori cloni di Nero in purezza a pochi km dal mare ed un passito
Sangioveto che, assieme alla Malvasia Nera, vengono da Semillon e Gewürztraminer.
utilizzati per produrre I Sodi di S. Niccolò, vino por- Gurra di Mare, la seconda cantina siciliana del
tabandiera della cantina tra i più celebrati al mondo Gruppo si trova a Porto Palo di Menfi, nei pressi
ed inserito più volte nella Top 100 di Wine Spectator. dell’antica città greca di Selinunte, in prossimità del
Rocca di Frassinello nasce in joint venture mare. I vigneti a Chardonnay e Viognier danno vita
tra Castellare di Castellina e Domaines Barons de all’unico ed eccezionale vino dell’azienda, il Tirsat.

2
80 ettari nel cuore del Chianti Classico di cui 33 a
vigneto, scandiscono le colline di un anfiteatro
naturale circondato da boschi, ove si preserva la
stro e argilla: terroir perfetto per vini ben struttu-
rati, eleganti ed adatti a un lungo affinamento in
bottiglia, prodotti senza mai mettere assieme viti-
biodiversità che stimola le viti a crescere più for- gni autoctoni e internazionali.
ti senza ricorrere a prodotti chimici di sintesi mai L’impegno di Castellare a favore dell’ambiente è
usati a Castellare. testimoniato a partire dalle etichette dei suoi vini
Le vigne, esposte per lo più a sud-est e vecchie che, ogni anno, riportano il disegno di un uccelli-
anche di 45 anni, arrivano fino ad un’altitudine di no diverso, sempre più raro per l’uso indiscrimina-
400 metri su un suolo misto di marne calcaree, gale- to di veleni e diserbanti nelle vigne.

4
5
GOVERNO DI CASTELLARE Chianti Classico Chianti Classico Riserva

Il fresco vino di primavera. È il vino prodotto Il vero Chianti Classico. Solo vitigni autoctoni, Una selezione attenta delle migliori uve della
con il metodo tradizionale del Governo cioè per mantenere la formula più tradizionale del proprietà in questa Riserva, per ottenere da
con l’aggiunta di uva appassita dopo la prima più famoso dei vini italiani. Questo rispetto di ogni annata un vino che interpreti al meglio il
fermentazione. Pronto a primavera, è un vino tradizione e territorio esalta il bellissimo rosso territorio del Chianti Classico. L’affinamento si
morbido, vivace, beverino, da consumare an- rubino del Sangioveto. protrae per circa 15 mesi in barrique usate, a
che freddo d’estate. cui seguono altri 15 mesi in bottiglia.

Da uve: Sangioveto (90%), Da uve: Sangioveto (95%), Da uve: Sangioveto (95%),


Malvasia Nera (5%), Canaiolo (5%) Canaiolo e altri vitigni autoctoni (5%) Canaiolo e altri vitigni autoctoni (5%)
Denominazione: IGT Toscana Denominazione: Chianti Classico DOCG Denominazione: Chianti Classico DOCG
Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio
Affinamento: in cemento e bottiglia Affinamento: 7 mesi in botti da 5 Hl Affinamento: 15 mesi in barrique usate
Formati: 0,75 l Formati: 0,375 l 0,75 l 1,5 l 3 l e botti da 5 Hl
Formati: 0,375 l 0,75 l

6
Chianti Classico Riserva Poggio ai Merli Coniale
Il Poggiale
È il cru del Chianti Classico, la Riserva che La Toscana si è scoperta terra eccezionale per Cabernet Sauvignon in purezza, per misurare
nasce da una sola vigna esaltando l’enorme il Merlot. Questo di Castellare, grazie alla po- le capacità produttive di Castellare con il resto
potenzialità del Sangioveto. L’affinamento in sizione speciale della vigna, ha una persona- del mondo. Un lavoro in vigna e in cantina per
barrique dura fino a 18 mesi, a cui seguono lità rara. A suggellarne l’eccellenza, il 97+ ottenere più eleganza che potenza, ad esal-
altri 12 mesi in bottiglia. attribuito all’annata 2016 da Wine Advocate. tare le caratteristiche del terroir.

Da uve: Sangioveto (90%), Canaiolo (5%), Da uve: 100% Merlot Da uve: 100% Cabernet Sauvignon
Ciliegiolo (5%) Denominazione: IGT Toscana Denominazione: IGT Toscana
Denominazione: Chianti Classico DOCG Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio
Vinificazione: in acciaio Affinamento: 24-30 mesi in barrique Affinamento: 18 mesi in barrique
Affinamento: 12-18 mesi in barrique (100% nuove) Formati: 0,75 l
Formati: 0,75 l 1,5 l Formati: 0,75 l 1,5 l

7
Le Ginestre Canonico Spartito

Le ginestre è un vino raffinato che nasce da Uno Chardonnay di grande struttura e mine- 100% Sauvignon Blanc, il più affascinante ma
uve Chardonnay e Sauvignon Blanc. Aromi e ralità adatto anche ad un lungo affinamento anche il più difficile dei vitigni a bacca bianca.
struttura si fondono in un insieme di grande in bottiglia. Per chi ama la profondità del Per chi ama vini ricchi di profumi e di grande
gradevolezza al palato. gusto. stoffa: da bere come si legge uno spartito di
grande musica.

Da uve: Sauvignon Blanc (60%), Da uve: 100% Chardonnay Da uve: 100% Sauvignon Blanc
Chardonnay (40%) Denominazione: IGT Toscana Denominazione: IGT Toscana
Denominazione: IGT Toscana Vinificazione: in barrique nuove Vinificazione: in barrique nuove
Vinificazione: in acciaio Affinamento: 10 mesi in barrique Affinamento: 12 mesi in barrique
Affinamento: in bottiglia Formati: 0,75 l Formati: 0,75 l
Formati: 0,75 l

8
Vin santo L’Olionovo Aceto di Castellare Grappa di Castellare

L’autentico vin santo del Chianti A differenza del vino che il tempo in Un aceto naturale frutto di un Il segreto delle grandi grappe sta nella
Classico, né troppo secco né troppo genere migliora, l’olio extra-vergine d’o- vino selezionato da palati qualità delle vinacce e nella rapidità con
dolce. Fatto nel rispetto più rigoro- liva dà il meglio di sé appena franto. Per esperti e di un metodo di pro- cui queste vengono distillate. La Grappa
so della tradizione, con i grappoli di sottolineare questa caratteristica, Castel- duzione raffinato quale quello di Castellare è fatta con vinacce di San-
Malvasia Bianca e di poco Trebbia- lare ha brevettato il nome “L’Olionovo”, dei trucioli. L’eventuale pre- gioveto, portate a distillazione nel giro di
no fatti appassire appesi, in am- espressione con cui i contadini defini- senza di sedimenti non muta 36 ore, mantenendo così la freschezza
biente areato, e non sui cannicci. E scono l’olio appena esce dal frantoio. la genuinità del prodotto, anzi dei profumi e le note tipiche del vitigno.
poi in caratelli che hanno madri di Verde intenso, piccante quanto basta a ne è una conferma. Il risultato è un distillato di incomparabile
20-30 anni. renderlo vivo e gradevole al palato. finezza e qualità.

Da uve: Malvasia Bianca (60%) Da olive: Frantoio, Pendolino, Vinificazione: a truciolo Da uve: vinacce di Sangioveto
e Trebbiano toscano (40%) Ascolane, Moraiolo Affinamento: carati da 225 l Distillazione: in alambicchi
Denominazione: Vin Santo del Frangitura: a freddo Formati: 0,25 l 0,50 l Affinamento: in bottiglia
Chianti Classico DOC Formati: 0, 25 l 0,50 l 0,75l 1 l Formati: 0,50 l 0,70 l
Vinificazione: in caratelli
Affinamento: 5 anni in caratelli
di castagno
Formati: 0,375

9
i sodi di s. niccolò

•È
 il portabandiera
di Castellare, orgoglio
dell’Azienda per aver
dimostrato la grandezza
del Sangioveto in blend con
la Malvasia Nera: l’annata
1985 si è classificata al
6° posto della Top 100
di Wine Spectator
I Sodi di S. Niccolò è prodotto con uve di San-
gioveto e di Malvasia Nera raccolte nel vigneto
• Il vigneto San Niccolò di San Niccolò posizionato a 380 metri di alti-
si caratterizza per una bassa tudine. L’affinamento in barrique si protrae fino
presenza di argilla a 30 mesi, a cui seguono 12 mesi in bottiglia.
e di sostanza organica Presenta un colore rosso rubino intenso, gran-
de concentrazione olfattiva e un gusto profon-
nel suolo a fronte do ed elegante, sostenuto dalla fresca acidità
di un’abbondante presenza del Sangioveto e da morbidi tannini. Il finale è
di galestro lungo e di grande persistenza.

• In etichetta ogni anno Uve: Sangioveto (85%)


è rappresentato un uccellino e Malvasia Nera (15%)
diverso, a testimoniare Denominazione: IGT Toscana
Vinificazione: in acciaio
l’impegno di Castellare Affinamento: in barrique per 2/3 nuove
in difesa di una viticoltura e a lungo in bottiglia
sostenibile Formati: 0,75 l 1,5 l 3 l 6 l

11
N ella suggestiva barriccaia concepita da Renzo
Piano come un anfiteatro scavato nella roccia,
riposano fino a 2.500 barrique ove affinano vini che
solare ed un’elevata escursione termica notturna, i
suoli di medio impasto con una buona componente
di galestro, le rese basse e la raccolta esclusivamen-
coniugano il meglio dell’enologia italiana e france- te manuale in vigna, l’utilizzo delle forza di gravità
se. Negli 83 ettari a Sangioveto, Cabernet Sauvignon, nel processo di vinificazione guidato dalla maestria
Merlot, Syrah e Vermentino soffia una brezza costante enologica di Alessandro Cellai, sono i fattori che con-
di mare, proveniente dalla piana fra Castiglione del- corrono all’eccellenza dei vini di Rocca di Frassinel-
la Pescaia e Grosseto, che toglie umidità e mitiga il lo, tutti blend tra varietà autoctone ed internazionali
clima. La combinazione tra un ottimo irraggiamento ad esclusione di Baffonero 100% Merlot.

12
13
Poggio alla Guardia Ornello Le Sughere di Frassinello

Prodotto da uve Sangioveto, Merlot, Cabernet Una percentuale consistente di uve Syrah, in Blend di grande stoffa in cui Sangioveto, Ca-
Sauvignon e con una punta di Syrah. Affina- blend con Sangioveto, Merlot e Cabernet Sau- bernet Sauvignon e Merlot si fondono per
mento in cemento per mantenere integri gli vignon dona all’Ornello la caratteristica nota realizzare un vino di grande armonia ed ele-
aromi di frutta matura e macchia mediterra- di pepe nero. Vino di grande equilibrio, ele- ganza. L’affinamento in barrique dura 12
nea. Etichetta di ingresso con una personalità ganza e struttura. mesi, a cui seguono altri 9 mesi in bottiglia.
spiccata e grande bevibilità. Già nella Top 100 di Wine Spectator.

Da uve: Sangioveto (40%), Merlot (30%), Da uve: Sangioveto (40%), Syrah (20%), Da uve: Sangioveto (50%), Merlot (25%),
Cabernet Sauvignon (25%), Syrah (5%) Cabernet Sauvignon (20%), Merlot (20%) Cabernet Sauvignon (25%)
Denominazione: Maremma Toscana DOC Denominazione: Maremma Toscana DOC Denominazione: Maremma Toscana DOC
Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio
Affinamento: 12 mesi in cemento Affinamento: 6 mesi in barrique Affinamento: 12 mesi in barrique
Formati: 0,375 l 0,75 l Formati: 0,75 l 1,5 l 3 l Formati: 0,75 l 1,5 l 3 l

14
Vermentino Grappa

Un vino bianco immediato, la cui freschezza Ottenuta dalle vinacce delle uve utilizzate per
esalta le note classiche agrumate di un vitigno il Rocca di Frassinello, è affinata nelle barrique
che ha trovato in Maremma la sua terra d’e- utilizzate per lo stesso vino. Giallo ambrato,
lezione. Buona struttura e ottima persistenza. naso intenso in un equilibrio di profumi con
sentori prevalenti di vaniglia e miele.

Da uve: 100% Vermentino Da uve: vinacce di Sangioveto, Merlot,


Denominazione: Maremma Toscana DOC Cabernet Sauvignon
Vinificazione: in acciaio Distillazione: in alambicchi
Affinamento: in bottiglia Affinamento: in barrique
Formati: 0,375 l 0,75 l Formati: 0,50 l 0,75 l

15
rocca di frassinello

• L a finezza del Sangioveto si


coniuga in perfetta armonia
con la struttura del Cabernet
Sauvignon e del Merlot che
in questa parte della Toscana
si esprimono con assoluta
chiarezza e unicità

• L a perfetta esposizione delle


vigne, l’azione mitigatrice
del mare, una particolare
concentrazione di galestro Nasce da un uvaggio di Sangioveto, Cabernet
Sauvignon e Merlot, che affina in barrique
nel suolo, le rese basse usate e nuove per circa 14 mesi, a cui seguo-
e l’accurata selezione no altri 11 mesi in bottiglia. Il colore è rosso
in vendemmia, sono le rubino intenso dai riflessi granati. All’olfatto si
premesse uniche per dare presenta fruttato e con una bella speziatura.
In bocca il gusto è profondo, ma vivace e di
vita al Rocca di Frassinello
buon equilibrio. Un vino che riesce a coniuga-
re forza, intensità ed eleganza.
•R
 ating internazionali altissimi
sin dalla prima vendemmia Da uve: Sangioveto (60%), Merlot
del 2004: 93/100 da Wine (20%), Cabernet Sauvignon (20%)
Denominazione: Maremma Toscana DOC
Spectator e Wine Advocate, Vinificazione: in acciaio
più volte 3 Bicchieri Affinamento: 14 mesi in barrique
Gambero Rosso Formati: 0,75 l 1,5 l 3 l

16
baffonero

•B
 affonero, 100% Merlot,
prende il nome dall’omonima
vigna che, posta in posizione
privilegiata, genera uve
dalle caratteristiche distintive
di unicità ed eccellenza.
Baffonero è anche il
soprannome che i cacciatori,
che si radunavano in
prossimità della vigna, erano
soliti dare al Capocaccia per
i suoi folti baffi

•N
 ato nel 2007 per sfidare,
Rosso rubino intenso, al naso è fruttato con
nello spirito dell’America’s una varietà di frutti neri, in particolare mora,
Cup, il più famoso dei Merlot mirtillo e vaniglia. Nel bicchiere la componen-
italiani, è divenuto in sole te aromatica si modifica evolvendo verso il
dieci vendemmie un’icona di tabacco, la cioccolata e infine leggermente sul
caffè. In bocca si percepisce la stessa com-
territorialità e qualità
plessità. Pieno e robusto con una freschezza
che lo rende lungo e piacevole.
•R
 ating internazionali altissimi
sin dalla prima vendemmia Da uve: 100% Merlot
del 2007: 94/100 da Wine Denominazione: Maremma Toscana DOC
Vinificazione: in cemento
Spectator, 95/100 da Wine Affinamento: 14 mesi in barrique
Advocate, più volte 3 (100% nuove)
Bicchieri Gambero Rosso Formati: 0,75 l 1,5 l 3 l

17
I 43 ettari di vigneto si trovano nella zona di pro-
duzione della DOCG Cerasuolo di Vittoria, a circa
300 metri di altitudine ed a 7 km in linea d’aria dal
vini dell’azienda, la cui qualità è già ampiamente
riconosciuta dalla critica, come dimostra l’inserimen-
to del Nero d’Avola nella Top 100 di Wine Spectator
mare, su un suolo di medio impasto e ricco di sche- 2017. Nell’antico Baglio di Feudi si trova un Palmen-
letro. Intorno al grande Feudo del 1700 che confina to unico in Sicilia, per dimensioni e stato di conser-
con la Riserva naturale Sughereta di Niscemi, pro- vazione, dove in passato veniva pigiata l’uva: oggi
sperano le principali varietà autoctone (Nero d’A- sala museale, crea un’affascinante contrapposizione
vola, Frappato, Inzolia) ed internazionali (Merlot, con le più moderne tecnologie di vinificazione di
Cabernet Sauvignon, Pinot Nero) da cui nascono i cui è dotata la nuova cantina di Feudi del Pisciotto.

18
19
collezione grandi stilisti

Nero d’Avola Cerasuolo di Vittoria Cabernet Sauvignon Merlot

Il vitigno che meglio di tutti gli altri Vino di notevole personalità ottenuto In Sicilia il Cabernet Sauvignon ac- Un Merlot che esprime tutta la poten-
esprime il carattere enologico della dalla vinificazione di uve Frappato e quisisce caratteristiche di assoluta zialità e il carattere di questo vitigno
Sicilia. Ricavato dalle migliori sele- Nero d’Avola per l’unica DOCG sicilia- unicità. Privo di note vegetali troppo che si esprime ottimamente nel ter-
zioni aziendali, esprime in assoluta na. Profumo intenso e persistente che intense, di grande struttura e con roir della Sicilia. Colore rosso rubino
purezza l’eleganza e la capacità di ricorda il melograno. È di colore rosso una componente polifenolica propria intenso, naso delicatamente vegeta-
evolvere nel tempo del Nero d’Avola. ciliegia carico. In bocca si presenta dei vini destinati ad avere grande le, sentori di more e con una bella
Top 100 per Wine Spectator. Etichet- morbido e di buon corpo. Etichetta longevità. Etichetta disegnata da speziatura. Al palato è persistente,
ta disegnata da Versace. disegnata da Giambattista Valli. Missoni. avvolgente e con un lungo finale.

Da uve: 100% Nero d’Avola Da uve: Nero d’Avola (60%), Da uve: 100% Cabernet Sauvignon Da uve: 100% Merlot
Denominazione: IGT Terre Siciliane Frappato (40%) Denominazione: IGT Terre Siciliane Denominazione: IGT Terre Siciliane
Vinificazione: in acciaio Denominazione: DOCG Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio
Affinamento: 10 mesi in barrique Cerasuolo di Vittoria Affinamento: 10 mesi in barrique Affinamento: 10 mesi in barrique
Formati: 0,75 l Vinificazione: in acciaio Formati: 0,75 l Formati: 0,75 l
Affinamento: 10 mesi in barrique
Formati: 0,75 l

20
collezione grandi stilisti

Frappato Grillo Chardonnay Passito

Come il Nero d’Avola anche il Frap- Il Grillo è il vitigno a bacca bianca au- Lo Chardonnay è forse il vitigno a Gewürztraminer e Semillon in parti
pato mostra tutta la valenza enologi- toctono oggetto del maggior interesse bacca bianca che meglio si è adatta- uguali per un passito veramente unico
ca della Sicilia. Colore rosso rubino, negli ultimi tempi, per le sue caratte- to, fra quelli non autoctoni, al terroir per la Sicilia. Le note intensamente
bouquet con frutti a bacca rossa e ristiche di aromaticità e freschezza. dell’isola. Le note varietali di albicoc- aromatiche del Gewürztraminer si
sentore di spezie dolci. Rotondo al Colore giallo dorato con note di mela ca e pesca sono in assoluta evidenza sposano perfettamente con il Semillon,
palato con una vivace acidità, ma e pera che lo rendono immediatamen- e la buona acidità gli dona bevibilità il tutto sorretto da una perfetta acidità.
molto ben bilanciato. Etichetta dise- te riconoscibile. Etichetta disegnata da e grande longevità. Etichetta dise- Note di frutta secca, miele e rosa. Eti-
gnata da Carolina Marengo. Carolina Marengo. gnata da Alberta Ferretti. chetta disegnata da Gianfranco Ferré.

Da uve: 100% Frappato Da uve: 100% Grillo Da uve: 100% Chardonnay Da uve: Gewürztraminer (50%),
Denominazione: IGT Terre Siciliane Denominazione: IGT Terre Siciliane Denominazione: IGT Terre Siciliane Semillon (50%)
Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio Denominazione: IGT Terre Siciliane
Affinamento: 10 mesi in barrique Affinamento: 8 mesi in barrique Affinamento: 8 mesi in barrique Vinificazione: in acciaio
Formati: 0,75 l Formati: 0,75 l Formati: 0,75 l Affinamento: 12 mesi in barrique
Formati: 0,50 l

21
L’eterno Davolarosa brut Alaziza

Il Grand Cru dell’azienda nato da un suggerimento Uno spumante rosè, metodo charmat, ottenuto da Giallo paglierino intenso. Al naso esprime grande
di Giacomo Tachis. Rubino con riflessi granati, note uve Nero d’Avola in purezza, le migliori delle vigne freschezza, con i sentori di pesca delle uve Viognier
di viole e lampone maturo, con sentori di spezie e di Feudi del Pisciotto per l’altro Grand Cru dell’azien- e le note aromatiche proprie dello Zibibbo. Al palato,
tabacco. Corposo e morbido, con un tannino mai da: perlage fine e persistente, profumi freschi e in- una spiccata acidità sorregge la struttura, donando
amaro ed una percepibile sapidità. In etichetta la tensi, grande sapidità e bevibilità. bevibilità e armonia. Ottima persistenza finale.
mano dell’Eterno, scultura del Serpotta, il cui restau- Etichetta disegnata dallo stilista Stephan Janson.
ro è finanziato da Feudi con il concorso degli stilisti
italiani autori delle etichette della Collezione Grandi
Stilisti.

Da uve: 100% Pinot Nero Da uve: 100% Nero d’Avola Da uve: Viognier (85%), Zibibbo (15%)
Denominazione: IGT Terre Siciliane Denominazione: IGT Terre Siciliane Denominazione: IGT Terre Siciliane
Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio (metodo charmat) Vinificazione: in acciaio
Affinamento: 12 mesi in barrique Affinamento: 3 mesi in bottiglia Affinamento: 2 mesi in bottiglia
(100% nuove) Formati: 0,75 l Formati: 0,75 l
Formati: 0,75 l

22
baglio del sole

Nero d’Avola Merlot/Syrah Inzolia Inzolia/Catarratto

Il mondo ha ormai scoperto il Nero Due grandi vitigni internazionali che Il vitigno Inzolia si è autoselezionato La combinazione dei due vitigni bian-
d’Avola, vitigno principe della Sicilia. si esaltano nel terroir siciliano. Co- in Sicilia nel corso dei secoli per con- chi più nobili, di cui solo ora si stan-
Nero d’Avola in purezza per un vino lore rosso rubino con riflessi viola- servare aromi e delicatezze come nei no scoprendo le enormi potenzialità,
di altissima qualità. Rosso rubino cei. Profumo intenso, ampio, che vini d’altura. Giallo paglierino, al na- soprattutto per il Catarratto che sto-
scuro, generoso di sensazioni olfat- ricorda la frutta rossa e i dolci alla so è intenso con tipiche note di ba- ricamente era destinato al Marsala.
tive che richiamano la susina rossa vaniglia. In bocca è fresco, morbido, nana, agrumi e sentori floreali. Al Giallo paglierino chiaro. Bouquet
e la macchia mediterranea con pia- equilibrato, con un retrogusto com- palato armonico, delicato e dotato di floreale, in particolare fiori di gine-
cevoli sfumature di pepe nero. Di plesso che rimanda a note di cacao ottima sapidità e freschezza. stra. In bocca sentori agrumati con
corpo e persistente. e vaniglia. buona persistenza aromatica.

Da uve: 100% Nero d’Avola Da uve: Merlot (50%), Syrah (50%) Da uve: 100% Inzolia Da uve: Inzolia (50%),
Denominazione: IGT Terre Denominazione: IGT Terre Denominazione: IGT Terre Catarratto (50%)
Siciliane Siciliane Siciliane Denominazione: IGT Terre Siciliane
Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio Vinificazione: in acciaio
Affinamento: 6 mesi in cemento Affinamento: 6 mesi in cemento Affinamento: 6 mesi in acciaio Affinamento: 6 mesi in acciaio
Formati: 0,75 l Formati: 0,75 l Formati: 0,75 l Formati: 0,75 l

23
Wine Relais Feudi del Pisciotto
Accoglienza siciliana in dieci eleganti camere all’interno del più grande palmento dell’isola

I l Wine Relais di Feudi del Pisciotto è un luogo intimo


e rilassante, ideale per trascorrere vacanze di char-
me. Le 10 camere e suite, ricavate all’interno di un Pal-
to da vivere. Per cominciare bene la giornata gli ospiti
possono gustare la colazione, trionfo di delizie dolci e
salate rigorosamente homemade, per poi immerger-
mento del 1700, sono caratterizzate da uno stile unico si nell’oasi di pace dell’area benessere tra bagno tur-
che fonde antico e moderno. Le preziose ceramiche di co, sauna ed angolo tisaneria oppure, d’estate, godere
Caltagirone e il design degli ambienti, tra contempora- del sole della Sicilia a bordo piscina. Un servizio di
neo ed artigianale, conferiscono un tocco di eleganza personal concierge è a disposizione per costruire iti-
ad un contesto rurale di grande fascino, in un mix tut- nerari su misura alla scoperta dei mille volti dell’isola.

24
il palmento di feudi
Ristorante e Cooking School per scoprire i segreti culinari della Trinacria

I l ristorante Il Palmento di Feudi, concepito all’in-


terno del Wine Relais, è un tempio di siciliani-
tà reinterpretata in chiave gourmet. Negli spazi
grado di offrire. Inoltre, chi desidera fare propri i
segreti dei grandi chef, potrà partecipare alle lezio-
ni di cucina della scuola creata in sinergia con
dell’antico Palmento, che dialoga in modo sugge- Le Cirque di New York, il ristorante cult di divi e
stivo con la barriccaia di Feudi attraverso un pavi- Presidenti americani. I corsi ripercorrono l’universo
mento di cristallo trasparente, gli ospiti possono gastronomico di un’isola dove, nel corso dei seco-
degustare una cucina creativa preparata impie- li, si sono alternate tutte le civiltà, lasciando ognu-
gando le eccellenti materie prime che l’isola è in na il proprio retaggio culinario.

25
A Porto Palo di Menfi, porto dell’antica città gre-
ca di Selinunte, in una delle zone più ricche di
storia e di scorci di rara bellezza dell’intera Sicilia,
dano fino alla spiaggia, su un terreno a composi-
zione prevalentemente sabbiosa: un terroir difficile
per fare viticoltura, quasi «eroico» ma capace di
accanto alla riserva naturale delle foci del fiume dare vita ad un bianco estremamente sapido e
Belice, fra palme nane, tamerici, giunchi e papa- minerale.
veri. È qui che è nata Gurra di Mare, l’azienda più La palma è il simbolo dell’azienda, perché così radi-
giovane di Domini Castellare di Castellina. cata nel paesaggio della Sicilia ma anche così fra-
I 2 ettari di vigneto a Chardonnay e Viognier degra- gile sotto gli attacchi del punteruolo rosso.

26
tirsat

•C
 hardonnay e Viognier in
blend al 50% da vigne che
si affacciano direttamente
sulla spiaggia di Porto Palo di
Menfi

• 1 2 mesi di permanenza
sui lieviti (batonnage) post
fermentazione alcolica ed
un congruo affinamento in
bottiglia per ottenere un
vino che tiene in equilibrio Colore giallo dorato, naso complesso e inten-
so caratterizzato da aroma di albicocche,
armonico complessità e
pesche gialle, fiori bianchi, spezie e miele. In
freschezza bocca una dolce intensità esotica unita a una
piacevolissima sapidità che lo rende armonico.
•T
 irsat deriva dall’antico nome
arabo di Porto Palo «Tirsat Da uve: Viognier (50%), Chardonnay (50%)
Denominazione: IGT Terre Siciliane
Abi Tawar», letteralmente Vinificazione: in acciaio
«scoglio» ma anche ponte fra Affinamento: 12 mesi in acciaio
mondo arabo e occidentale Formati: 0,75 l

27
i grandi formati di castellare

i sodi di s. niccolò Poggio ai merli chianti classico chianti classico


riserva il poggiale

Formato: 1,5 l 3 l 6 l Formato: 1,5 l Formato: 1,5 l Formato: 1,5 l 3 l

28
i grandi formati di rocca di frassinello

baffonero rocca di frassinello le sughere di frassinello ornello

Formato: 1,5 l 3 l Formato: 1,5 l 3 l Formato: 1,5 l 3 l Formato: 1,5 l 3 l

29
le 33+3 vendemmie di castellare
Vendemmia 2013

33+3 Vendemmie 33+3 Vendemmie 33+3 Vendemmie 33+3 Vendemmie


Bordolese Magnum Jéroboam Mathusalem

Formato: 0,75 Formato: 1,5 l Formato: 3 l Formato: 6 l


N. Bottiglie: 3.333 N. Bottiglie: 333 N. Bottiglie: 333 N. Bottiglie: 33

Trentasei vendemmie, trentasei uccelli da proteggere


senza usare prodotti chimici nelle vigne, per un vino che nasce dal meglio della produzione di Castellare:
I Sodi di S. Niccolò (35%), Coniale (32%) e Poggio ai Merli (33%).
Tre grandi vini uniti in un armonico blend per celebrare le trentasei vendemmie dell’azienda, dalla prima del 1977.
Nasce così una serie limitata di bottiglie in quattro formati da 0,75 a 6 litri.

30
le edizioni limitate di rocca di frassinello

rocca di frassinello rocca di frassinello rocca di frassinello rocca di frassinello


Ed. Etrusca Ed. Rocca Beaubourg Ed. Rapture of the Grape Ed. Vino della Pace

Un’edizione speciale della prima eti- Un’edizione limitata della prima eti- Un’edizione speciale della prima eti- Un’edizione speciale della prima eti-
chetta di Rocca di Frassinello, dedi- chetta di Rocca di Frassinello (anna- chetta di Rocca di Frassinello (anna- chetta di Rocca di Frassinello (anna-
cata alla Necropoli etrusca di San ta 2013), celebrativa del 10° anni- ta 2010), in onore della collaborazio- ta 2012), per celebrare l’anno santo
Germano, riportata alla luce nel corso versario dall’inaugurazione della ne tra la cantina maremmana e David (2015).
di un progetto sostenuto dall’azienda cantina progettata da Renzo Piano e LaChapelle, maestro di bellezza e di
maremmana del gruppo DCC. dei 40 anni del Museo Beaubourg di comunicazione.
Parigi, altro capolavoro del Maestro.

Formati: 1,5 l Formati: 1,5 l 3 l 6 l Formati: 0,75 l 1,5 l 3 l 6 l 12 l Formati: 1,5 l

31
Valore Etico,
Valore Estetico.
Per noi semplice concetto di Qualità.
La scommessa che Francesco e Michele Montresor hanno deciso di
affrontare nei 60 ettari coltivati dall’azienda nella zona ad altissima
vocazione del Lugana, si fonda sulla convinzione che vini talentuosi
e di razza, devono portare con sé la firma di esecuzione, che
si traduce nell’essere riconoscibili e apprezzabili nelle tavole dei
ristoranti più belli del mondo.

Il più grande ed autorevole critico, leggenda del mondo vino di


qualità Gigi Veronelli, così definì il Lugana: “Bevi il tuo Lugana,
giovane, giovanissimo e godrai della sua freschezza. Bevilo di due
o tre anni e ne godrai la sua completezza. Bevilo decenne, sarai
stupefatto dalla composta autorevolezza”.
La Leggenda
Nel cuore della zona classica del
lugana, la tradizione vuole che
nel 1500 siano nati otto gemelli.
Lo stemma, conservato nella Corte
Ottella, ne avvalora la veridicità
e da’ il nome all’azienda.
La Realtà
Alla fine del XIX secolo si descrive
questa Cantina come “Unica
produttrice veronese del Lugana”.
Estratto da G. B. Perez
“La provincia di Verona ed i suoi vini”, 1900.
Dal testo del dott. Lamberto Paronetto.
LUGANA
Lugana doc – Denominazione di origine controllata

VITIGNI
Turbiana (Trebbiano di Lugana).
ZONA DI PRODUZIONE
San Benedetto di Lugana, le uve provengono dai vigneti situati nelle zone
più vocate della denominazione. La vendemmia e la selezione delle uve
sono rigorosamente manuali, le uve vengono deposte in piccole casse
da 17 kg.
SESTO D’IMPIANTO E RESA
Guyot doppio archetto, resa circa 9.000 kg di uva per ettaro, equivalenti
a 5.700 lt di vino pari al 63%.
PERIODO DI VENDEMMIA
Terza decade di Settembre.
AFFINAMENTO E FERMENTAZIONE
Pigiatura delicata e soffice a grappolo intero per buona parte della
produzione, il restante con diraspatura leggera per oscillazione. In seguito
un rigoroso protocollo di vinificazione: sfecciatura per sedimentazione
naturale, fermentazione lenta a temperatura controllata (14°/18°);
affinamento 5 mesi su fecce e lieviti fini.
COLORE
Giallo paglierino chiaro e scintillante.
NASO
Appaiono note esotiche, canditi ed agrumi, minerale fine ed elegante.
BOCCA
Diffusa finezza espressiva, in bocca appare lo spessore autorevole della
tipicità, caldo e persistente.
CIBO
Tutti i piatti a base di pesce, sia di lago che di mare, minestre, primi piatti
saporiti di pasta o riso, carni bianche con intingoli.
GRADO ALCOLICO MINIMO
12% vol.
TEMPERATURA DI SERVIZIO
10°/12°
LE CREETE
Lugana doc – Denominazione di origine controllata

VITIGNI
Turbiana (Trebbiano di Lugana).
ZONA DI PRODUZIONE
San Benedetto di Lugana, le uve provengono dal vigneto di proprietà
“Le Creete” caratterizzato da un elevato tenore d’argilla bianca. La
vendemmia e la selezione delle uve sono rigorosamente manuali, le uve
vengono deposte in piccole casse da 17 kg.
SESTO D’IMPIANTO E RESA
Guyot doppio archetto, resa circa 9.000 kg di uva per ettaro, equivalenti
a 5.700 lt di vino pari al 63%.
PERIODO DI VENDEMMIA
Fine Settembre, Ottobre inoltrato.
AFFINAMENTO E FERMENTAZIONE
Pigiatura delicata e soffice a grappolo intero per buona parte della
produzione, il restante con diraspatura leggera per oscillazione. In seguito
un rigoroso protocollo di vinificazione: sfecciatura per sedimentazione
naturale, fermentazione lenta a temperatura controllata (14°/18°);
affinamento 6/8 mesi su fecce e lieviti fini.
COLORE
Dorato, caldo, paglierino intenso.
NASO
Avvolgente, sentori esotici immediati, ananas e pompelmo. Lo sviluppo è
piacevolissimo, notevole la sensazione minerale.
BOCCA
È un vino di notevole finezza pur non rinunciando al carattere. Ricchezza,
continuità, equilibrio appagano ampiamente l’aspetto gustativo. Vino
caparbio, minerale, di polpa appagante.
CIBO
Il pesce di mare e lago ne esalta la peculiarità. Ben si abbina con primi
piatti di pasta o riso, ci riserba piacevoli sensazioni anche con formaggi
ben saporiti ed erborinati.
GRADO ALCOLICO MINIMO
12,5% vol.
TEMPERATURA DI SERVIZIO
10°/12°
MOLCEO
Lugana Riserva doc – Denominazione di origine controllata

VITIGNI
Turbiana (Trebbiano di Lugana).
ZONA DI PRODUZIONE
San Benedetto di Lugana, le uve provengono dai vigneti di proprietà più
vocati per l’elevato tenore d’argilla bianca. La vendemmia e la selezione
delle uve sono rigorosamente manuali, le uve vengono deposte in piccole
casse da 17 kg.
SESTO D’IMPIANTO E RESA
Guyot doppio archetto, resa circa 8.000 kg di uva per ettaro, equivalenti
a 5.040 lt di vino pari al 63%.
PERIODO DI VENDEMMIA
Vendemmia tardiva in Ottobre.
AFFINAMENTO E FERMENTAZIONE
Pigiatura delicata e soffice a grappolo intero per buona parte della
produzione, il restante con diraspatura leggera per oscillazione. In
seguito un rigoroso protocollo di vinificazione: fermentazione malolattica
parziale, affinamento 16 mesi su lieviti e fecce fini, che avviene per la
maggior parte in acciaio ed il restante in tonneaux e barriques.
COLORE
Dorato, nitido, intenso.
NASO
Si apre subito con note fruttate, ammaliante, penetrante e complesso.
Caratterizzato da sentori di agrumi, poi emergono i fiori e la nota
minerale fine ed elegante.
BOCCA
Articolati ed intensi sentori minerali si fondono; affascinante, lungo,
vivacissimo, sia nella persistenza sia nella rigorosa corrispondenza
degli aromi, ai quali si aggiungono gli immancabili agrumi. Evoluzione
delicata, bella polpa, pensato alla longevità.
CIBO
È stimolante sui pesci di mare o di lago, ma non disdegna anche carni
saporite o grasse (oca o maiale). Interessante con formaggi stagionati o
erborinati di vario genere e con primi elaborati.
GRADO ALCOLICO MINIMO
13% vol.
TEMPERATURA DI SERVIZIO
10°/12°
BACKTOSILENCE
Lugana doc – Denominazione di origine controllata

VITIGNI
Turbiana (Trebbiano di Lugana).
ZONA DI PRODUZIONE
Le uve provengono da piccole parcelle dei vigneti di proprietà, situati
nelle zone più vocate della denominazione, nei comuni di San Benedetto
di Lugana, Sirmione, Pozzolengo, Desenzano del Garda.
SESTO D’IMPIANTO E RESA
Guyot doppio archetto, resa circa kg. 8.000 di uva per ettaro, equivalenti
a litri 5.040 circa di vino pari al 63%.
PERIODO DI VENDEMMIA
Tardiva, Ottobre inoltrato.
AFFINAMENTO E FERMENTAZIONE
Vino di grande ricchezza e complessità senza compromessi, vinificato
come se fosse un vino rosso con lunga macerazione sulle bucce, di
almeno 20/30 giorni.
COLORE
Dorato, intenso con sfumature aranciate.
NASO
All’olfatto ricco e complesso, chiari e delicati sentori di agrumi e frutta
gialla, con note fumé e sulfuree molto eleganti.
BOCCA
Grande corrispondenza naso-bocca, ritorno di note agrumate, arancio,
pompelmo e sfumature di lime, fine ed elegante.
CIBO
Ben si abbina ad un vasto assortimento di pietanze, piatti di pesce,
in particolare quelli serviti crudi e pesci lievemente più grassi, ampio
consenso nella cucina asiatica, gran accompagnamento per piatti di
sushi e sashimi. Nella tradizione mediterranea, oltre ai piatti di carne e
selvaggina, si abbina molto bene al capretto e all’agnello.
GRADO ALCOLICO MINIMO
13% vol.
TEMPERATURA DI SERVIZIO
10°/12°
NASOMATTO
IGT – Indicazione geografica tipica

VITIGNI
Turbiana (Trebbiano di Lugana), Chardonnay, Incrocio Manzoni.
ZONA DI PRODUZIONE
San Benedetto di Lugana e zone limitrofe. Le uve provengono dai vigneti
di proprietà. La vendemmia e la selezione delle uve sono rigorosamente
manuali, le uve vengono deposte in piccole casse da kg. 17.
SESTO D’IMPIANTO E RESA
Guyot doppio archetto, resa circa kg. 9.000 di uva per ettaro, equivalenti
a It. 5.700 di vino pari al 63%.
PERIODO DI VENDEMMIA
Settembre inoltrato.
AFFINAMENTO E FERMENTAZIONE
Pigiatura delicata e soffice a grappolo intero per buona parte della
produzione, il restante con diraspatura leggera per oscillazione. In seguito
un rigoroso protocollo di vinificazione: sfecciatura per sedimentazione
naturale, fermentazione lenta a temperatura controllata (14°/18°);
affinamento 5 mesi su fecce e lieviti fini.
COLORE
Paglierino intenso con riflessi verdognoli.
NASO
Affascinante con note fruttate, pesca bianca, frutto della passione, fine
ed elegante.
BOCCA
L’aspetto gustativo è appagato dalla rigorosa corrispondenza degli aromi.
Avvincente, con grande frutto, ma anche minerale con finale dolce.
CIBO
Esalta tutti i piatti a base di pesce di mare e di lago. Ben si abbina con
carni bianche e formaggi in genere.
GRADO ALCOLICO MINIMO
12% vol.
TEMPERATURA DI SERVIZIO
10°/12°
ROSESROSES
IGT – Indicazione geografica tipica

VITIGNI
Corvina Veronese, Lagrein, Rondinella.
ZONA DI PRODUZIONE
San Benedetto di Lugana, le uve provengono dai vigneti situati nelle
zone più vocate e di collina. La vendemmia e la selezione delle uve
sono rigorosamente manuali, le uve vengono deposte in piccole casse
da 4 kg.
SESTO D’IMPIANTO E RESA
Cordone speronato (2,30 mt. x 0,80 mt.), resa circa 9.000 kg di uva
per ettaro, equivalenti a 5.700 lt di vino pari al 63%.
PERIODO DI VENDEMMIA
Terza decade di Settembre, inizio Ottobre.
AFFINAMENTO E FERMENTAZIONE
Diraspatura per oscillazione, in seguito un rigoroso protocollo di
vinificazione; dopo una macerazione sulle bucce di circa 10/12 ore, a
temperatura controllata di circa 8°/10°, si ottiene un mosto, per sgrondo
naturale, di colore rosa chiaro buccia di cipolla; quindi fermentato per
14/18 giorni ad una temperatura di 18°. A fine fermentazione il vino
viene tolto dalle fecce per evitare fermentazione malolattica.
COLORE
Rosa chiaro buccia di cipolla.
NASO
Avvolgente con sentori di pesca bianca, sviluppo piacevole e buona
sensazione minerale.
BOCCA
Vino di notevole finezza e carattere. Sostenuto da una bella spalla acida.
Continuità ed equilibrio appagano l’aspetto gustativo.
CIBO
Pesce di lago e di mare, si abbina piacevolmente con carni bianche,
piatti leggeri ed estivi in genere. Ottimo anche come aperitivo.
GRADO ALCOLICO MINIMO
12% vol.
TEMPERATURA DI SERVIZIO
8°/10°
GEMEI
IGT – Indicazione geografica tipica

VITIGNI
Corvina Veronese, Merlot, Cabernet-Sauvignon.
ZONA DI PRODUZIONE
Uve esclusivamente di collina che provengono da vigneti di proprietà
o da noi stessi lavorati. La vendemmia e la selezione delle uve sono
rigorosamente manuali, in piccole casse da 17 kg.
SESTO D’IMPIANTO E RESA
Cordone speronato, resa circa 9.000 kg di uva per ettaro, equivalenti a
5.700 lt di vino pari al 63%.
PERIODO DI VENDEMMIA
A seconda della varietà delle uve, da Settembre inoltrato a tutto Ottobre.
AFFINAMENTO E FERMENTAZIONE
La fermentazione avviene parte in acciaio e parte in tini di rovere;
seguono delestages e follature, la fermentazione malolattica ed il riposo
di quasi 6 mesi nei tini, contribuiscono ad arricchire di complessità e
frutto questo vino, serio e rigoroso.
COLORE
Bella concentrazione tra il rubino ed il granato.
NASO
Interessante la spinta olfattiva. Si fa apprezzare per le note di frutta
matura a bacca rossa. Intrigante non scontato.
BOCCA
Piacevole corrispondenza tra naso e bocca. Morbido, avvolgente, con
una tessitura delicata ed un tannino raffinato che danno al vino una
pienezza accattivante, facendone un vino vellutato al palato.
CIBO
Capace di affrontare le carni più saporite, si fa apprezzare soprattutto
con primi piatti elaborati e formaggi saporiti.
GRADO ALCOLICO MINIMO
12,5% vol.
TEMPERATURA DI SERVIZIO
14°/16°
CAMPOSIRESO
IGT – Indicazione geografica tipica

VITIGNI
Corvina Veronese, Merlot, Cabernet-Sauvignon.
ZONA DI PRODUZIONE
Uve esclusivamente di collina che provengono da vigneti di proprietà
o da noi stessi lavorati. La vendemmia e la selezione delle uve sono
rigorosamente manuali.
SESTO D’IMPIANTO E RESA
Cordone speronato; resa circa 8.000 kg di uva per ettaro, equivalenti a
5.040 lt di vino pari al 63%.
PERIODO DI VENDEMMIA
A seconda della varietà delle uve, da Settembre inoltrato a tutto Ottobre.
AFFINAMENTO E FERMENTAZIONE
Gran parte delle uve viene raccolta in piccole casse da 4 kg, per
eseguire un appassimento di circa 2 mesi in locale ventilato. Il restante
viene raccolto in surmaturazione delle uve. Fermentazione lunga ed
affinamento in barriques e tonneaux; il vino riposa per 18 mesi nei carati
prima di essere imbottigliato.
COLORE
Denso, concentrato, caldo, intenso tra rubino e granato scuro.
NASO
Maturo ed elegante, articola i suoi profumi su temi fruttati ma anche
speziati. Eclatante sensazione di calore e grandi sfumature tra tannini
dolci e sentori di frutti rossi a bacca piccola.
BOCCA
Grande equilibrio espressivo, avvolgente. È un vino serio ed al tempo
stesso persuasivo. In bocca mostra una misura eccellente, morbidezza e
continuità. La spiccata sapidità è perfettamente integrata con la dolcezza
della trama tannica.
CIBO
Piatti di carne rossa in genere, selvaggina, salumi e formaggi da piccanti
a saporiti a molto stagionati.
GRADO ALCOLICO MINIMO
13% vol.
TEMPERATURA DI SERVIZIO
14°/16°
BLANC DE BLANCS BRUT
Metodo Classico

Il Blanc de Blancs è la cuvée più rappresentativa dei nostri vini classici.


La cuvée è ottenuta assemblando le uve migliori di Trebbiano di Lugana
per il 90% e di Chardonnay per il restante 10%.
La vendemmia avviene con selezione manuale delle uve riposte in piccole
cassette da 17 kg.
La cifra stilistica dell’azienda è la ricerca della grande freschezza, finezza
ed eleganza non dimenticando la sorprendente capacità evolutiva.

PRODUZIONE MEDIA IN VIGNA


80 q.li/ettaro

RESA DI VINIFICAZIONE
55%

CUVÉE
90% Trebbiano di Lugana, 10% Chardonnay.

AFFINAMENTO SUI LIEVITI


Minimo 1 anno.

GRADO ALCOLICO MINIMO


12% vol.
ROSESROSES BRUT
Metodo Classico

Il Roses Roses Brut nasce da una cuvée di Corvina Veronese (50%),


Rondinella (40%) e Lagrein (10%).
La vendemmia avviene con selezione manuale delle uve riposte in piccole
cassette da 17 kg.
È caratterizzato da grande freschezza che si avverte già al colore rosa
tenue. Spicca una fragranza di piccoli frutti, ben avvertibili al naso.

PRODUZIONE MEDIA IN VIGNA


80 q.li/ettaro

RESA DI VINIFICAZIONE
55%

CUVÉE
50% Corvina Veronese, 40% Rondinella, 10% Lagrein.

AFFINAMENTO SUI LIEVITI


Minimo 1 anno.

GRADO ALCOLICO MINIMO


12% vol.
PRIMA LUCE
IGT – Indicazione geografica tipica

VITIGNI
Turbiana (Trebbiano di Lugana), Garganega, Sauvignon.
ZONA DI PRODUZIONE
San Benedetto di Lugana, le uve provengono dai vigneti situati nelle
zone più vocate e di collina. La vendemmia e la selezione delle uve
sono rigorosamente manuali, le uve vengono deposte in piccole casse
da 4 kg.
SESTO D’IMPIANTO
Guyot doppio archetto.
PERIODO DI VENDEMMIA
Vendemmia tardiva, Ottobre inoltrato, Novembre. Produzione di uva di
circa 60 q.li, resa in vino 12 hl (resa 20%).
AFFINAMENTO E FERMENTAZIONE
Pigiatura delicata e soffice a grappolo intero. In seguito un rigoroso
protocollo di vinificazione: sfecciatura per sedimentazione naturale,
fermentazione lenta a bassa temperatura (12°), in piccola botte
d’acciaio. Riposa minimo 18 mesi in cantina prima di essere imbottigliato.
Affinamento in bottiglia per altri 6 mesi prima della messa in commercio.

COLORE
Giallo carico, denso con riflessi dorati.
NASO
Si apre con note calde di albicocca disidratata e miele.
Lungo e avvolgente.
BOCCA
Approccio profondo. Sviluppo al palato caldo e cremoso, avvolgente.
Straordinaria corrispondenza dell’albicocca a livello gustativo.
Una sensazione dolce, abilmente dosata.
CIBO
Predilige foie-gras, formaggi erborinati come gorgonzola, roquefort e
stilton; biscotti secchi in genere.
GRADO ALCOLICO MINIMO
10,5% vol.
TEMPERATURA DI SERVIZIO
10°/12°
GRAPPA
Grappa di Lugana

Ottenuta dalle migliori vinacce di Lugana, provenienti dai vecchi vigneti


dell’Azienda Agricola Ottella, vinificati con tenori bassissimi di solforosa.
Queste grappe sono l’espressione nobile di un prodotto “povero”,
preparate e distillate secondo un severo protocollo dettato dal maestro
Vittorio Capovilla, indiscusso numero uno della distillazione di altissima
qualità.
Tutta la sua filosofia si traduce in un semplice concetto: “se parto da
una materia eccezionale, l’unico rischio è quello di rovinarla. La materia
prima davanti a tutto, poi viene il resto”.

NASO
Banana, nocciola, salvia con ricordi di Sambuco e foglia di pomodoro. Si
riconosce anche la nespola.

BOCCA
Tendente al dolce e raffinato, non aggredisce la bocca ma la conquista
con gentilezza.
OLIO
Extra Vergine di Oliva

Olive raccolte rigorosamente a mano a invaiatura; fresche defogliate e


lavate prima della molitura.
Olio extra vergine di eccezionale finezza e acidità molto contenuta.
Il profumo con sottili fragranze verdi di erba da prato e sentori di erbe
aromatiche.
Il colore con belle note verde clorofilla.
Il sapore si rivela con una vena di pomodoro maturo leggermente
piccante e sentori che rimandano al tarassaco.
VALPANTENA
DAL GRECO

“VALLE DEGLI DEI”


A Romagnano, tra i 400 e i 600 metri di altitudine, in un paesaggio
incontaminato, coltiviamo con passione 18 ettari di vigneto.
Corvina, Corvina grossa, Rondinella, Oseleta, Spigamonte e
Turchetta, sono i vitigni autoctoni che ci offrono da sempre questo
territorio e sono, ancora oggi, i vitigni con cui vogliamo misurarci.
Consapevoli di lavorare in una situazione ambientale unica, con un
microclima particolare, su suoli marnosi originati da dolomiti rosate,
ricche di calcare, molto simile a quella della borgogna. Ciliegi,
ulivi, cipressi e grandi aree boschive, comunicano indubbiamente
al vigneto e, come tali, vanno rispettati. Sostenibilità, rispetto,
valorizzazione, salvaguardia: su questi pensieri forti si fonda la
nostra filosofia.

“Ripa della Volta”, nome antico di “una pezza vignata” o


“zappatorio con viti”, come riporta un’antica mappa del 600:
da qui la nostra sfida, per una produzione di eccellenza, seria,
sostenibile, personale, lontana da mode e facili cose.

Nostro padre Lodovico non ci ha trasmesso solo la passione per la


terra, ma anche il sentimento viscerale per l’arte, soprattutto quella
contemporanea e l’etichetta “Ripa della Volta”, ne vuole essere un
tributo.

La performance dell’esecuzione dell’etichetta “Ripa della Volta”


sintetizza un gesto, un segno, non pensato, non studiato, ma
istintivo, di getto, senza indugi e riflessioni, concettualmente forte,
aspro e vero, come la terra da dove nasce.
VALPOLICELLA RIPASSO
Doc – Denominazione di origine controllata
ORIGINE
Area Romagnano - Valpantena
Altitudine da 300 a 500 m. s.l.m.
Esposizione Sud, sud ovest
Natura del suolo Medio impasto calcareo
Uve Corvina 70%, Corvinone 20%, il restante 10%
Oseleta, Spigamonte, Corbina, Turchetta
Allevamento Guyot
Densità e ceppi/Ha 5.000
Resa media 90 q.li /Ha
Vendemmia Manuale
VINIFICAZIONE
Fermentazione in tini d’acciaio a temperatura controllata con successivo
ripasso sulle vinacce dell’Amarone per circa 10 giorni.
AFFINAMENTO
In botti di rovere di Slavonia da 25 hl ed in barriques di legno francese
per circa 2 anni.
DATI ANALITICI
Alcol 14,5% vol.
Estratto secco 40 g/l
Acidità 6.7 g/l
Zuccheri residui 6.0 g/l
Temperatura di Servizio 18/20°
COLORE
Rosso intenso profondo.
NASO
Intenso ed elegante, sentori di frutti rossi maturi con un tocco di spezia.
BOCCA
Armonioso e vellutato con tannini morbidi e suadenti, che ne esaltano
la bevibilità.
CIBO
Si abbina a pollame nobile come la faraona, arrosti di vitello o maiale,
risotti in genere, naturalmente formaggi saporiti.
AMARONE DELLA VALPOLICELLA
Docg – Denominazione di origine controllata e garantita
ORIGINE
Area Romagnano - Valpantena
Altitudine da 300 a 500 m. s.l.m.
Esposizione Sud, sud ovest
Natura del suolo Medio impasto calcareo
Uve Corvina 70%, Corvinone 20%, il restante 10%
Oseleta, Spigamonte, Corbina, Turchetta
Allevamento Guyot
Densità e ceppi/Ha 5.000
Resa media 60 q.li /Ha
Vendemmia Manuale
APPASSIMENTO
In cassetta da Ottobre a Gennaio.
VINIFICAZIONE
Fermentazione in tini d’acciaio a temperatura controllata con macerazione
di 10 giorni.
AFFINAMENTO
In botti di rovere di Slavonia da 25 hl ed in barriques di legno francese
per circa 3 anni.
DATI ANALITICI
Alcol 16% vol.
Estratto secco 44 g/l
Acidità 7.0 g/l
Zuccheri residui 7.0 g/l
Temperatura di Servizio 18/20°
COLORE
Rosso denso purpureo.
NASO
Sentori di cioccolato, cuoio con sentori di frutta rossa e prugna.
BOCCA
Rotondo e avvolgente con tannini morbidi e suadenti bilanciati da un’ottima
acidità che ne esalta la bevibilità e la capacità di invecchiamento.
CIBO
Accompagna piatti importanti come selvaggina, carni arrosto ma anche
salumi formaggi stagionati e piatti della tradizione. Lo consigliamo
anche bevuto come degno finale di un pasto serale o per una piacevole
meditazione.
I NOSTRI CRU
Mappatura dei vigneti “LUGANA”

Area n. 1 Comune Peschiera del Garda Ottella-Boschetti

Area n. 2 Comune Peschiera del Garda Volponi

Area n. 3 Comune Peschiera del Garda Loc. Lizzara Nuova

Area n. 4 Comune Sirmione Loc. Chiodi

Area n. 5 Comune Pozzolengo Loc. Pirenei

Area n. 6 Comune Desenzano del Garda Loc. Montonale

Area n. 7 Comune Desenzano del Garda Loc. Montonale Alto


La nostra storia

Dalle antiche origini contadine dell'allora mezzadro Gaetano Accordini nei primi anni del novecento
seguì Stefano Accordini, il quale acquistò 5 ettari nel comune di Negar in località Cà Bessole, aiutato
dalla moglie Giuseppina Bertani.

Stefano continuò a produrre vino Valpolicella per un mercato locale, gestendo l'attività in prima
persona fino al 1970.

Nel giorno di Natale del 1956 nacque Tiziano, seguito nel settembre 1962 da Daniele; allora la
scarsa redditività delle uve prodotte rendeva duro il lavoro viticolo, porgendo quesiti importanti sul
futuro della viticultura in Valpolicella. Il successivo diploma in Enologia presso la scuola di
Conegliano Veneto di Daniele permise di intraprendere con forza e determinazione la strada della
qualità, cominciando dai vigneti siti a Negrar con nuove installazioni di Corvina, Corvinone,
Rondinella e Molinara; si proseguì riducendo le rese per ettaro, eliminando le vecchie botti in cantina
ed ammodernando le procedure di vinificazione.

La nostra prima bottiglia di Amarone Acinatico risalì al 1980, prodotta unicamente grazie ai vigneti di
Negrar; lo sviluppo d'uva aumentò nel 1999 con l'acquisto di 10 ettari sulle colline di Fumane, nella
frazione di Cavalo. L'intuizione di produrre uva della Valpolicella di montagna con caratteristiche
uniche e inconfondibili divenne il motore di una serie di studi: si cominciò con lo studio del suolo,
proseguì la scelta dei portainnesti. Innamorati di queste colline nel 2008 cominciò la costruzione
della nuova cantina, dove la quarta generazione composta da Giacomo e Paolo Accordini potè
contribuire in azienda con differenti ruoli: Giacomo attualmente si occupa di viticultura e con lui
arrivano altri 5 ettari, 3 nel comune di Sant’Ambrogio (Frazione Monte) ed altri 2 vicino alla cantina
Chiesa Vecchia; Paolo, con i consigli di Daniele, segue la strada per divinire un pregiato cantiniere,
attento e premuroso di tutte le fasi di vinificazione, affinamento e imbottigliamento. In perfetta
sinergia, si unisce anche Marco Accordini, figlio di Daniele, il più giovane della quarta generazione ed
attualmente studente di Agraria e Enologia. Grande supporto lo forniscono le mogli: Raffaella e
Eleonora.
Grande attenzione viene dedicata all’appassimento delle uve che permette di ottenere i vini più
importanti della Famiglia quali l’Amarone il Fornetto e Acinatico, il Recioto Acinatico ed il Passito
bianco Bricco delle Bessole e l’innovativo IGT Passo. Anche le tecniche storiche quali il Ripasso
trovano espressione nel Valpolicella Classico Superiore che si esprime sempre a livelli elevati.

La cantina situata nel cuore della Valpolicella Classica (Storica) a Pedemonte nel Comune di San Pietro
in Cariano, è di piccole dimensioni ma di elevato contenuto qualitativo e tecnologico sia per il nuovo
reparto di vinificazione in acciaio inox sia per vasto reparto di affinamento in legni piccoli. Grande
attenzione viene dedicata all’affinamento in bottiglia ritenuto indispensabile per poter garantire un
giusto equilibrio nell’evoluzione dei vini.

Anche l’ospitalità è di casa in famiglia Accordini e per questo dispone di una graziosa ed attrezzata
tavernetta per degustare adeguatamente i vini e mettere a proprio agio i visitatori durante le visite
che sono sempre gradite.
Valpolicella Classico DOC

Valpolicella è un vino ottenuto da Uve Corvina e Rondinella di medio corpo e dal moderato
contenuto alcolico. Il colore, un rosso rubino brillante, si abbina ad un profumo fresco con
note di ciliegia. Rende il meglio quando giovane, ovverosia quando spicca l'intensità
aromatica.

Caratteristiche

Rosso rubino con note violacee

Molto intenso di frutti di bosco, ciliegia e lampone


Inizialmente si presenta con un buon volume modulato da tannini morbidi ed
eleganti. Note di speziato si integrano con sentori di frutta matura ed una buona
sapidità al retrogusto.

"Leggero, fresco, rosso e cordiale come la casa di un fratello con cui si va d'accordo"
- Ernest Hemingway -

Composto dal 65% di Corvina Veronese, 30% Rondinella e Molinara 5%; affinamento in
botti d'acciaio e successivamente riposo di due mesi in bottiglia.
È un vino da pasto che si accompagna perfettamente ad antipasti, minestre, carni rosse o
bianche e con piatti di pesce d'acqua dolce.
Si consiglia di servire ad una temperatura di 16-17°C, lasciando respirare il vino appena
aperto qualche minuto.

Azienda Agricola "Accordini Stefano" * Località Camparol, 10 - Fumane (VR) P.IVA 03065450235
Valpolicella Superiore Ripasso Acinatico DOC
Il Ripasso Acinatico è ottenuto da un Valpolicella Classico dell'annata attraverso una
rifermentazione ed una seconda macerazione sulle vinacce ancora leggeremente dolci
dell'Amarone e del Recioto, arricchendosi così di corpo, colore inteso e aromi e grado
alcolico.

Caratteristiche

Rosso rubino intenso.

Intenso, etereo, con note di spezie e vaniglia.

Caldo, corposo, con sentori di frutta secca che ricordano l'Amarone.

Dopo un affinamento di 18 mesi in botti di rovere si ottiene un vino dal colore rosso
rubino, carico, dal profumo intenso, che ricorda la frutta matura, spezie e sentori del
tabacco.

L'Uvaggio è Corvina Veronese per il 60%, insieme a Corvinone 15%, Rondinella 20% e
Molinara 5%, ripassato sulle vinacce dell'Amarone per 10 giorni a 18° con rimontaggi
giornalieri.
È un vino perfetto per ogni tipo di carne, in particolare rosse, arrosti, brasati e formaggi
stagionati.
Si consiglia di servire ad una temperatura di 17-18°C, lasciando respirare il vino appena
aperto per qualche minuto.

Azienda Agricola "Accordini Stefano" * Località Camparol, 10 - Fumane (VR) P.IVA 03065450235
Paxxo Rosso del Veneto IGT - Appassimento

Paxxo è frutto di un attento progetto sia viticolo che enologico che vuole sfruttare appieno tutte le
esperienze dell'azienda nell' appassimento e nella produzione di Amarone. Le uve infatti vengono
raccolte in piccole casse di 15-20kg e lasciate appassire in locali asciutti e ventilati fine a
Novembre, dove avvengono, con modalità leggermente differenti, le stesse fasi dell'Amarone per
l'appassimento.

Caratteristiche

Rosso rubino con note violacee, alta densità esprime grande struttura.

Gradevolmente speziato con sentori di frutti rossi e frutta matura.

Caldo, morbido e persistente, con sentori di frutto passito che ricordano l'Amarone.

Dall'assemblaggio di Uve, ognuna in sinergia con le altre, garantisce potenza ed austerità il


Corvina Gentile ben si sposa con il Cabernet Sauvignon per donare persistenza e lunghezza, infine
note di Merlot per completarne morbidezza ed eleganza.

Un affinamento di 12 mesi in barrique di rovere francese unitamente a 6 mesi in bottiglia


completano il lavoro, rendendo questa meravigliosa creazione pronta per essere amata.
Si sposa perfettamente a tutte le carni rosse, cotte alla griglia, alla cacciagione o ai brasati, arrosti
e formaggi saporiti e stagionati.
Si consiglia di servire ad una temperatura di 17-18°C, aprendo la bottiglia almeno un'ora prima
della degustazione.

Azienda Agricola "Accordini Stefano" * Località Camparol 10, Fumane (VR) P.IVA 03065450235
Amarone classico della valpolicella Acinatico DOCG

L'Amarone Acinatico è la migliore selezione delle uve di Bessole e Cavalo.


Richiede un lungo appassimento delle uve per 120 giorni ed un prolungato affinamento in
barrique.
Questo vino ha una grande struttura, complesso, elegante e vellutato, di colore rosso rubino
intenso, ha un bouquet caldo, speziato, ed aromi di frutta appassita.

Caratteristiche

Rosso granato profondo.

Etereo, evoluto, con sentori di vaniglia che a tratti ricordano il frutto passito.

Persistente, morbido, cremoso, pieno di aromi di frutta secca.

Si raccoglie nel'ultima settimana di Settembre; selezione esclusivamente manuale.


Appassimento in fruttaio per 120 giorni per donarle il caratteristico aroma intenso.

Si abbina tradizionalmente alla selvaggina, carni alla brace, brasati e formaggi stagionati. Viene
servito anche fuori pasto nei momenti in cui la conversazione diviene più gradevole.

Per ottenerne il massimo si consiglia di gustarlo a 18-19°C in bicchieri ampi a "ballon", avendo
cura di stappare la bottiglia almeno due ore prima.

Azienda Agricola "Accordini Stefano" * Località Camparol 10, Fumane (VR) P.IVA 03065450235
Amarone classico della Valpolicella DOC
Vigneto il Fornetto

Il Fornetto rappresenta la nostra migliore espressione dell'Amarone ottenuto dallo storico vigneto
"il Fornetto" e prodotto solo nelle migliori annate dopo un appassimento di oltre 140 giorni, ed
affinato a lungo in barrique.
Vino prodotto in quantità limitata è dotato di straordinaria forza, complessità e grazie alla sua
eccezionale longevità può invecchiare fino a 20 anni.

Caratteristiche

Rosso granato denso e profondo.

Etereo, evoluto, ricco e concentrato con sentori di vaniglia che ricorda il frutto passito.

Potente ma elegante, sentori di uva passita, vigoroso e morbido.

Epoca di raccolta dell'uva: ultima settimana di Settembre, selezione esclusivamente manuale.


Appassimento in fruttaio per oltre 150 giorni.

Si abbina perfettamente a selvaggina, carne alla brace, brasati e formaggi stagionati; viene servito
anche fuori pasto quando la conversazione diventa più piacevole. Per ottenerne il massimo si
consiglia di gustarlo a 18-19°C in bicchieri ampi a "ballon", avendo cura di stappare la bottiglia
almeno due ore prima.

Azienda Agricola "Accordini Stefano" * Località Camparol 10, Fumane (VR) P.IVA 03065450235
Recioto Classico della Valpolicella Acinatico DOCG

Questo vino, da sempre uno dei migliori della nostra Azienda, ispirato all'antico vino "Acinatico"
condivide con l'Amarone la tecnica dell'appassimento delle uve, ma se ne distingue per la naturale
interruzione del processo fermentativo, prima che tutti gli zuccheri siano trasformati in alcool. È un
vino dolce, di straordinaria concentrazione, di colore rosso rubino intenso.

Caratteristiche

Rosso rubino molto intenso.

Caratteristica di frutta secca, con sentori di viola.

Delicato, con tanniti morbidi, zuccheri e acidità mettono in risalto la frutta appassita.

La dolcezza di un vino prezioso, si abbina perfettamente con dolci secchi, pasta frolla ed ogni
dessert della tradizione veronese, quale pandoro, sbrisolona, torta russa e cioccolato fondente.

Con una complessa composizione di Corvina Veronese (75%), Rondinella (20%) e Molinara (5%)
dopo un affinamento in barrique per 4 mesi ed altri 20 mesi in Inox, segue un ulteriore riposo in
bottiglia per 3 mesi. Si consiglia di servirlo alla temperatura di 14-16°C stappando la bottiglia
almeno 1 ora prima del consumo.

Azienda Agricola "Accordini Stefano" * Località Camparol 10, Fumane (VR) P.IVA 03065450235
Donatella Cinelli Colombini
Donatella Cinelli Colombini è una figura di primo piano dell’enoturismo italiano, oltre che della produzione 
dei prestigiosi vini toscani conosciuti in tutto il mondo. Il Casato Prime Donne vanta, fra gli altri, un primato 
molto particolare: si tratta della prima cantina italiana esclusivamente gestita da donne. 

Donatella Cinelli Colombini e la Toscana 
In un paesaggio da fiaba, nell’immaginario di tutto il mondo – e a ragione – come la perfetta 
rappresentazione di un paradiso terrestre, i poderi di Donatella Cinelli Colombini si trovano tra le dolci 
colline senesi. 

Non lontano dalle famose Crete Senesi e dal loro paesaggio lunare, si trovano le due tenute della proprietà. 
Da un lato si trova la Fattoria del Colle a Trequanda, in zona Chianti e Orcia Doc. Dall’altro, sulla collina di 
Montalcino, si trova il Casato Prime Donne. 

Una vignaiola – è il caso di usare il femminile con orgoglio – fortemente legata al suo territorio, che fa della 
tipicità e dell’armonia i suoi principi cardine. 

La storia di Donatella Cinelli Colombini, dall’inizio 

© Donatella Cinelli Colombini 

Gli antenati di Donatella Cinelli Colombini detengono la proprietà di Trequanda e quella di Montalcino da 
diversi secoli, anche se con alterne vicende. 
La Fattoria del Colle viene costruita nel 1592 dalla famiglia senese dei Socini o Sozzini. Per sua sfortuna, 
questa famiglia si schiera dalla parte uscita perdente nelle guerre di religione in Italia, cioè quella 
Protestante. Questo gli costa infatti la scomunica da parte della Chiesa di Roma e la confisca di tutti beni, 
compresa la Fattoria del Colle. 

Per quanto riguarda il Casato di Montalcino, nel 1592 era già proprietà del ramo materno della famiglia di 
Donatella. Questo non è mai stato venduto ed è rimasto in seno alla stessa famiglia per cinque secoli. Nelle 
ultime tre generazioni la proprietà è stata passata di madre in figlia, a partire dalla nonna, che l’ha passata 
alla mamma di Donatella. Dopo di lei, quando il tempo verrà, sarà il turno di sua figlia, Violante. 

La storia recente e l’arrivo di Donatella Cinelli Colombini 

La Fattoria del Colle viene finalmente riacquistata dal bisnonno di Donatella, Livio Soncini, nel 1919. Quando 
Fausto Cinelli la dona alla figlia Donatella, per farla rifiorire, la Fattoria del Colle era in una situazione 
finanziaria difficile. 

Nata in una famiglia di vignaioli, Donatella Cinelli Colombini ha il vino nel suo Dna, eppure prima decide di 
laurearsi in Storia dell’arte medievale.  Nel 1993 fonda il Movimento del turismo del vino e l’iniziativa Catine 
Aperte, un evento che si tiene ogni ultima domenica di maggio in cui le cantine socie del Movimento aprono 
le loro porte al pubblico degli enoturisti. 

Nel 1998 crea una nuova azienda, riunendo il Casato di Montalcino e la Fattoria del Colle sotto un unico 
marchio. Sempre nello stesso anno il Casato di Montalcino cambia nome e diventa il Casato Prime Donne, 
interamente gestito da donne. 

Nel 2001 e nel 2002 i 33 ettari totali di vigna vengono quasi del tutto ripiantati. Sempre in questo periodo 
nasce una rete di vendita su scala internazionale. Oggi è possibile bere i vini Donatella Cinelli Colombini in 37 
Paesi. 

Nel 2003 Donatella Cinelli Colombini ha vinto l’Oscar per miglior produttore italiano assegnato dall’AIS 
Bibenda. Nel 2012 ha ricevuto il Premio Internazionale Vinitaly e l’anno successivo è stata eletta Presidente 
del Consorzio del vino Orcia. Nel 2014 è stata nominata Cavaliere della Repubblica Italiana. Nel 2016 è stata 
eletta Presidente Nazionale delle Donne del Vino. 
Il Progetto Prime Donne e la rivoluzione femminile di Donatella Cinelli Colombini 

Nel 1998, insieme a vigne e case da ristrutturare, Donatella riceve anche una grande quantità di Brunello di 
Montalcino. Avendo bisogno di un cantiniere che si prenda cura di tutto quel vino, Donatella chiama la 
scuola enologica di Siena per assumere uno studente. La risposta che le viene data è negativa, perché 
avrebbe dovuto prenotarlo con due anni di anticipo. In alternativa ci sono molte “enotecnico donna” libere, 
che nessuno assume. Da questo momento, la presa di coscienza che esistevano ancora molti pregiudizi di 
genere nel mondo del vino ha dato il via a una piccola grande rivoluzione. 

Da questo episodio nasce il Progetto Prime Donne, che si compone di quattro parti: la cantina Casato Prime 
Donne, con uno staff interamente femminile; il Brunello di Montalcino Prime Donne, grande rosso pensato al 
femminile; il Premio Casato Prime Donne, un concorso internazionale di giornalismo e fotografia che 
individua ogni anno una “prima donna” che si è distinta per professionalità ed etica; e infine il Percorso delle 
Prime Donne e sala Ilda Bartoloni. 

Quest’ultimo componente del progetto si suddivide a sua volta in due parti. La sala di degustazione del 
Casato Prime donne, dedicata alla giornalista di cui porta il nome, in cui sono esposte le fotografie vincitrici 
del Premio. E il percorso tra i vigneti, in cui si trovano le dediche delle vincitrici e le opere di artisti 
contemporanei toscani. 

La cantina del Casato Prime Donne di Donatella Cinelli Colombini 

Il Casato Prime Donne si trova a 225 m s.l.m. nella zona a Nord di Montalcino, la zona più fresca, dove è 
possibile avere maturazioni più lente e regolari. La proprietà si estende su 40 ettari, di cui 16 ettari di vigna 
coltivata a Sangiovese. 

Sulla proprietà si trova anche la cantina in cui viene vinificato e fatto maturare il Brunello di Montalcino. 
Tutte le cantiniere, enologa compresa, sono esclusivamente donne. Il Casato Prime Donne è aperto al 
pubblico e la visita comprende un itinerario tra le vigne di Sangiovese, la “Tinaia del Vento” e la bottaia, 
dove si trovano tonneau di rovere francese, che si alternano ad affreschi sulla storia di Montalcino e sulle 
origini del Brunello. 

Nei tonneau da 5‐7 hl il Brunello matura per almeno due anni. In seguito si usano botti da 15‐40 hl e infine 
l’affinamento avviene in bottiglia. 

Il vino rimane diviso per ogni parcella fino alla fine, quando vine assemblato per favorire eleganza, armonia e 
tipicità. Questo permette inoltre di mantenere separata l’uva di un piccolo vigneto di soli due ettari, che si 
chiama “Ardita”, che è quella che viene usata solo per il presigioso Brunello di Montalcino DOCG Riserva. 

I vini del Casato Prime Donne di Donatella Cinelli Colombini 

I vini prodotti dal Casato sono: il Rosso di Montalcino DOC, il Brunello di Montalcino DOCG, il Brunello di 
Montalcino DOCG Riserva, il Brunello di Montalcino DOCG selezione Prime Donne Selection e il rarissimo 
Brunello di Montalcino IOsonoDONATELLA (600 bottiglie prodotte solo dalle annate migliori). 

Particolarmente significativo è il Brunello di Montalcino Progetto Prime Donne DOCG. Si tratta del primo 
grande rosso italiano selezionato esclusivamente da esperte donne. Queste sono la Master of Wine 
Rosemary George, l’enotecaria ed esperta di vino tedesca Astrid Schwarz, una delle migliori sommelier 
italiane Daniela Scrobogna e la Pr italoamericana Marina Thompson. 100% Sangiovese Brunello, invecchia 
per due anni emezzo in botti di rovere. Presenta un colore rosso rubino brillante. L’aroma è intenso, fine e 
speziato. Il gusto è asciutto, caldo, robusto, armonico, persistente. 

La “Tinaia del Vento” di Donatella Cinelli Colombini 

Nel Casato Prime Donne un impegno importante viene dedicato al rispetto dell’ambiente. Molto del lavoro 
viene fatto a mano, anche la vendemmia. Ciò s’inscrive in una filosofia di recupero della tipicità, in armonia 
con la natura e il terroir. 

La tinaia è l’elemento che più di tutti unisce innovazione e tradizione, mettendo la prima al servizio della 
seconda. All’esterno di una tradizionale tinaia preesistente, con tetto a capriate di legno, si trova la “Tinaia 
del Vento”. Progettata nel 2007 per produrre Brunello con lieviti esclusivamente autoctoni, è aperta sui 
quattro lati, ciò che permette di ossigenare il mosto in maniera naturale. Qui il mosto vinifica in tini di acciaio 
tronco‐conici con cappello aperto e impianto di raffreddamento e riscaldamento. Un follatore meccanico 
permette di vinificare senza usare pompe. 

Questo, insieme alla ricerca sui lieviti locali, rappresenta un esempio virtuoso di come la tecnologia possa 
aiutare a recuperare la tradizione e a preservare la biodiversità. 
Donatella Cinelli Colombini
IOsonoDONATELLA
Brunello di Montalcino DOCG 2012
<<Ho sempre sognato di produrre un vino di perfetta armonia come questo>> dice Donatella Cinelli Colombini
presentandoci il Brunello 2012 a cui ha voluto dare il suo nome IOsonoDONATELLA << un vino unico e con tannini
setosi e profumi di piccoli frutti rossi maturi che inebriano. Un vino potenteche vivrà per decine di anni, ma anche
capace di dare piacere a chi lo beve oggi>>.
Solo 600 bottiglie che vengono prodotte esclusivamente nelle migliori vendemmie.
IOsonoDONATELLA è un vino d’autore, qualcosa di raro ed esclusivo, in cui la produttrice toscana ha racchiuso i
suoi sogni e la sua storia.
Nasce nella zona Nord di Montalcino, in una piccola vigna che si chiama Ardita, in una splendida posizione assolata.
Nella cantina Casato Prime Donne ha maturato per quasi tre anni in fusti di rovere di 5-7 ettolitri, realizzati a mano in
4 piccoli laboratori artigiani francesi. Le botti di questo Brunello hanno un cuore rosso attaccato sopra in modo che
tutti, e soprattutto le cantiniere, le accudiscano con la massima cura e non mescolino il loro vino con tutti gli altri.
Prima di andare in bottiglia il vino ha sostato per sei mesi in un uovo di cemento nudo per ossigenarsi e diventare
ancora più vellutato. Un piccolo tocco di eleganza ma anche un ritorno al passato e alle vecchie tradizioni toscane che
scendono indietro di almeno cinquecento anni.
La confezione di IOsonoDONATELLA racconta la storia personale della Cinelli Colombini. Il vetro della bottiglia è
coperto di stelle e ha al centro un anello con il suo marchio in oro. Da giovane lei studiava oreficeria medioevale e
anche i sigilli anticamente inseriti negli anelli. Nella splendida scatola, che contiene la bottiglia e si apre come un
fiore, ci sono altri riferimenti alla storia locale, il tessuto riprodotto all’esterno è infatti la tela di Pienza visibile nella
Maestà di Duccio di Buoninsegna del 1311.
Tipologia: rosso secco.
Zona di produzione: Toscana, Montalcino, Casato Prime Donne
Clima: Inverno freddo, nevoso ma arido. Da giugno è iniziato un periodo caldissimo e
senza piogge che è durato fino all’inizio di settembre.
Durante la vendemmia le temperature sono state fresche e le notti fredde.
Le zappature frequenti che hanno attenuato lo stress idrico delle viti e la ridotta
produzione d’uva, sia come numero di grappoli che come dimensione, hanno
permesso una maturazione regolare e completa dell’uva.
Uvaggio: 100% Sangiovese
Vendemmia: dal 12 al 15 settembre, raccolta manuale delle uve con attenta selezione dei
grappoli nella vigna e cernita degli acini migliori in cantina. Grappoli piccoli, spargoli con
acini dal calibro piccolo e vinaccioli perfettamente lignificati.
Vinificazione:. Nei tini tronco conici a cappello aperto con follatore. La vinificazione
è durata 20 giorni ed è stata seguita da una macerazione di altri dieci giorni sempre a
contatto con le bucce dell’uva
Maturazione in legno: da 5-7 ettolitri di rovere francese tagliato a spacco seguendo la
linea naturale del legno, in prestigiosi laboratori artigiani. I tonneu provengono da 4
laboratori artigiani, in alcuni le doghe sono piegate con il vapore e in altre con il fuoco in
alcune la tostatura è ottenuta con la brace e in altre con la fiamma. La diversità serve ad
aumentare la complessità del vino. Solo una parte del vino di queste botticelle è stato usato
per produrre IOsonoDONATELLA.
Quantità prodotta: 600 bottiglie
Colore: rosso rubino brillante, la ricchezza del vino è evidente nella lentezza con cui ruota
nei bicchieri
Profumo: di grande finezza, profondità e complessità. Evidenti i richiami ai piccoli frutti
rossi maturi e alle spezie
Gusto: molto fine, setoso e bilanciato. Rivela la sua struttura nell’intensità e nella
persistenza. Il gusto rimane lungamente in bocca come un ricordo piacevole.
Gradazione alcolica: alcol 14%vol
Abbinamento gastronomico: piatti importanti di carne e formaggi stagionati.
Servizio in tavola: Temperatura ambiente (18 °C). Calici di cristallo bianco con coppa
ampia. E’ meglio stappare un’ora prima del servizio, possibilmente ossigenandolo nel
decanter.
Capacità di invecchiamento: 20-30 anni e oltre. Tenere le bottiglie distese, al buio e al
freddo. La cantina di Donatella Cinelli Colombini effettua la sostituzione dei tappi
certificando l’operazione dopo 20 anni dall’anno di imbottigliamento.

Donatella Cinelli Colombini


Casato Prime Donne 53024 Montalcino (SI) tel 0577 849421 fax 0577 849353
Fattoria del Colle 53020 Trequanda (SI) tel 0577 662108 fax 0577 662202
www.cinellicolombini.it vino@cinellicolombini.it
Donatella Cinelli Colombini
Brunello di Montalcino DOCG
Montalcino – Casato Prime Donne
2011
Le cantine di Donatella Cinelli Colombini sono le prime con un organico interamente femminile. Si tratta di un progetto
nato nel 1998 proprio per la produzione del Brunello quando Donatella cercò di assumere un cantiniere per curare il vino
datole dai genitori insieme a due aziende da ristrutturare – il Casato a Montalcino e la Fattoria del Colle a Sud del Chianti.
La ricerca di un giovane enotecnico si rivelò più difficile del previsto mentre le donne, con lo stesso titolo, non trovavano
cantine disposte a dare loro la direzione tecnica. Nasce da questo episodio l’idea di un progetto al femminile capace di
dimostrare il talento femminile nel vino. A distanza di 17 anni e grazie al global warming che ha dato ai vigneti un
potenziale qualitativo enormemente superiore al passato, il Casato Prime Donne si è progressivamente distinto per una
produzione di Brunello tradizionale e di estrema qualità ed eleganza. Vini armonici e molto appaganti fino dai primi anni di
vita e nello stesso tempo molto longevi grazie alle maturazioni lente e graduali dell’uva.
Oggi il Brunello del Casato Prime Donne è esportato in 34 Paesi e gode del consenso della stampa specializzata
internazionale più importante.
La vendemmia è iniziata prestissimo ed è finita subito perché i grappoli erano pochi e piccoli. Dopo un inverno piovoso è
arrivata una primavera fredda che ha disturbato la fioritura e l’allegagione cioè della formazione degli acini. L’umidità
infatti contrasta l’impollinazione e questo riduce la produzione d’uva.
Come quasi tutte le vendemmie recenti, anche quella 2011, è avvenuta prima delle date tradizionali; ormai il ciclo
vegetativo della vite inizia in anticipo e si conclude in anticipo. Nel 2011, il fenomeno è stato ulteriormente accelerato dai
giorni caldissimi a luglio e agosto quando il sole ha inaridito le chiome delle viti usate per ombreggiare l’uva.
Vendemmia con temperature da spiaggia che ha comportato il raffreddamento dell’uva mediante una macerazione con
ghiaccio secco e una vinificazione delicatissima con poche follature e rimontaggi.
Tipologia: rosso secco.
Zona di produzione: Toscana, Montalcino, Casato Prime Donne
Clima: inverno piovoso e primavera fresca. Due periodi torridi a luglio e agosto
con temperature, anche notturne, molto alte. Settembre è stato il più caldo
degli ultimi 150 anni. Invaiatura e vendemmia anticipate di 15 giorni sul
calendario normale
Uvaggio: 100% Sangiovese
Vendemmia: Dal 15 al 20 settembre, raccolta manuale delle uve con attenta
selezione dei grappoli nella vigna e cernita degli acini migliori in cantina. Questa
selezione è stata determinante per scartare gli acini inariditi. Uva sanissima, gli
acini avevano un calibro piccolo molto promettete ma presentavano una rigidità
cellulare delle bucce a cui è stato ovviato effettuando una premacerazione che le
ha rese più permeabili.
Vinificazione:. Nei tini tronco conici a cappello aperto della tinaia del vento.
La vinificazione è durata dai 10 ai 18 giorni con il mosto sempre a contatto
con le bucce dell’uva e con l’uso del follatore per sommergergerle senza usare
le pompe.
Maturazione in legno: primo anno in tonneau da 5-7 ettolitri. Questi piccoli
contenitori sono fatti con rovere francese tagliato a spacco seguendo la linea
naturale del legno, in prestigiosi laboratori artigiani. Nel secondo e terzo anno la
maturazione è proseguita in botti da 30-40 hl di rovere Allier e Slavonia.
Quantità prodotta: 17.000 bottiglie
Colore: rosso rubino intenso, la ricchezza del vino si rivela nella lentezza con cui
ruota nel bicchiere e nell’intensità del colore al centro.
Profumo: Netto, complesso, fine con chiari ricordi di piccoli frutti rossi e
confetture. La componente speziata crescerà col tempo, molto discreto e ben
integrato il richiamo ai legni delle botti.
Gusto: armonico, appagante, ampio, piacevolissimo all’ingresso permane poi
lungamente in bocca con sapidità
Analisi: alcool 14.5 vol., Ac. Totale 5,1 g/l, Ac. Volatile 0,41 mg/l, estratto
31,9 g/l, So2 totale 92 mg/l.
Abbinamento gastronomico: piatti importanti di carne e formaggi stagionati.
Servizio in tavola: Temperatura ambiente (18 °C). Calici di cristallo bianco con
coppa ampia. E’ meglio stappare un’ora prima del servizio.
Capacità di invecchiamento: 20-25 anni e oltre. Tenere le bottiglie distese, al
buio e al freddo. La cantina di Donatella Cinelli Colombini effettua la sostituzione
dei tappi certificando l’operazione dopo 20 anni dall’anno di imbottigliamento.
Donatella Cinelli Colombini Az. Agr.
Casato Prime Donne 53024 Montalcino SI, Italia, tel 0577 849421, fax 849353.
Fattoria del Colle 53020 Trequanda SI, Italia, tel.0577 662108, fax 662202
www.cinellicolombini.it / email vino@cinellicolombini.it
Brunello di Montalcino DOCG selezione Prime Donne

Il primo rosso italiano da grande invecchiamento selezionato da assaggiatrici donne.

Il tasting panel per il Brunello di Montalcino più femminile del


Casato Prime Donne si riunisce almeno una volta l'anno ed è
composto dalla Master of Wine Rosemary George, l'esperta di vino
tedesca Astrid Schwarz, una delle migliori sommelier italiane
Daniela Scrobogna e la Pr italo-americana Marina Thompson.
Insieme scelgono la migliore selezione di Brunello affinata in botte
grande.

 Uvaggio: 100% Sangiovese


 Maturazione: due anni e mezzo in botti grandi di rovere
 Colore: rosso rubino intenso e brillante
 Aroma: fine, intenso, fine, speziato.
 Gusto: asciutto, armonico, caldo, morbido, persistente
 Servire: a 18°C

Abbinamento gastronomico: piatti importanti di carne e


formaggi stagionati.

Servizio in tavola: Temperatura ambiente (18 °C). Calici di


cristallo bianco con coppa ampia. E’ meglio stappare un’ora prima
del servizio, possibilmente ossigenandolo nel decanter.

Capacità di invecchiamento: 20-30 anni


Brunello di Montalcino DOCG Riserva

Per celebrare l'inaugurazione della nuova cantina Casato


Prime Donne, Donatella Cinelli Colombini ha iniziato a
produrre il Brunello di Montalcino Riserva.

1. Uvaggio: 100% Sangiovese


2. Maturazione: tre anni e mezzo in botti di rovere
3. Colore: rosso rubino scuro e brillante
4. Profumo: intenso, ampio, ricco di suggestioni
speziate e richiami ai piccoli frutti rossi maturi.
5. Gusto: ampio, intenso, caldo, armonico
6. Temperatura di servizio: 18-20°C
7. Abbinamento gastronomico: piatti importanti di
carne e formaggi stagionati.
Rosso di Montalcino DOC

Le tre colombe dell'etichetta del Rosso di Montalcino


simboleggiano Donatella Cinelli Colombini, la figlia Violante e il
marito Carlo che condivide con lei la passione per i vini rossi.

Questo Rosso di Montalcino affina almeno un anno in botti di


rovere che ne esaltano la potente struttura.

 Uvaggio: 100% Sangiovese


 Maturazione: un anno in botti di rovere
 Colore: rosso rubino intenso
 Aroma: nettissimo di piccoli frutti rossi, persistente
 Gusto: intenso, armonico, abbastanza caldo e
giustamente tannico
 Temperatura di servizio: 18-20°C
Cenerentola DOC Orcia

La Denominazione di Origine Controllata Orcia nasce in Toscana nel


2000 fra i territori del Vino Nobile di Montepulciano e del Brunello di
Montalcino.

Le somiglianze fra il vino e la fanciulla della fiaba ci sono: entrambi


hanno due sorelle più vecchie e famose che, nel caso di Cenerentola
DOC Orcia, sono le due zone vinicole confinanti del Brunello e del
Nobile.

Per produrre il vino Cenerentola vengono usate le uve di Sangiovese


e Foglia Tonda, un vitigno autoctono di questa zona abbandonato
circa un secolo fa.

 Uvaggio: 65 % Sangiovese e 35 % Foglia Tonda


 Maturazione: un anno in botti di rovere
 Colore: rosso rubino carico
 Aroma: fine ampio, complesso, richiama i piccoli frutti rossi
maturi e le spezie
 Gusto: intenso, armonico, morbido, molto strutturato
 Temperatura di servizio: 18°

Abbinamento gastronomico

Cenerentola si sposa magnificamente con carni rosse, magari sottoposte a lunghe cotture
e formaggi di media stagionatura. Versatile alla beva così come negli abbinamenti. Si
adatta sia cene importanti sia a quelle frugali con i classici prodotti toscani della tradizione
come i crostini o i salumi. Dà il meglio di sé dopo qualche anno.
Grande capacità di invecchiamento: 10/20 anni.
Il Drago e le Otto Colombe IGT Toscana

Il vino valorizza la componente maschile nell'azienda di Donatella


Cinelli Colombini dove il "gentil sesso" è protagonista in cantina.

Le 8 colombe presenti nel nome e nell'etichetta di questo vino,


simboleggiano appunto lo staff femminile mentre il drago
rappresenta Carlo Gardini, il marito di Donatella Cinelli Colombini.

 Uvaggio: 60% Sangiovese, 20% Merlot, 20% Sagrantino


 Maturazione: 18 mesi in tonneaux di rovere francese
 Colore: rosso rubino molto scuro
 Aroma: fine, complesso con prevalenza di profumi speziati
derivanti dall'affinamento in legno
 Gusto: di grande struttura, pieno, armonico, lungo
 Temperatura di servizio: 18° C
Leone Rosso DOC Orcia

Il leone rampante è il simbolo degli antenati di Donatella Cinelli


Colombini che costruirono la Fattoria del Colle nel 1592 ed è prodotto
con le uve dei vigneti di Sangiovese e Merlot intorno agli edifici
antichi della fattoria.

Come il vino Cenerentola fa parte della Doc Orcia.

 Uvaggio: 60% Sangiovese, 40% Merlot


 Maturazione: sei mesi in tonneaux
 Colore: rosso rubino con sfumature violacee
 Aroma: fragrante, fine con componenti floreali e fruttate
 Gusto: ampio, caldo, immediato, morbido
 Temperatura di servizio: 18°C
Chianti Superiore DOCG

La straordinaria vendemmia 1997 ha tenuto a battesimo


la nuova denominazione Chianti Superiore.

La parola Superiore indica la maggiore selezione e qualità di


questo tipo di Chianti che viene prodotto con le uve di
vigneti adulti ed a bassa produzione.

 Uvaggio: 90% Sangiovese, 10% Canaiolo nero


 Maturazione: un anno in tini di cemento
 Colore: rosso rubino brillante
 Aroma: intenso, fine, floreale con un preciso riferimento
alla viola
 Gusto: armonico, asciutto, sapido, i tannini appaiono
ben bilanciati dal frutto
 Temperatura di servizio: 18°C
Rosa di Tetto IGT Toscana Rosato

La Fattoria del Colle ha una tradizione ventennale nella


produzione del rosato.

Il nome originario era "Acqua di tetto"; nel 1998, con l'arrivo


di Donatella Cinelli Colombini nella gestione aziendale, il vino
fu ribattezzato "Rosa di Tetto" ispirandosi alle tre
antichissime piante di rose rampicanti che salgono sulla
facciata della villa cinquecentesca e della cappella.

 Uvaggio: Sangiovese

 Colore: rosa brillante

 Aroma: etereo, distinto, fragrante, molto fine, floreale

con un netto richiamo alla mela verde

 Gusto: secco ma morbido, di giusto corpo, sentori di

piccoli frutti rossi come il mirtillo e il lampone

 Temperatura di servizio: 10° - 12 °C


Sanchimento IGT Toscana Bianco

Sanchimento, cioè San Clemente in lingua medioevale, è il


santo patrono della cappella cinquecentesca della Fattoria
del Colle e dà il nome anche al vigneto circostante, l'unico a
bacca bianca.

Il vino Sanchimento è prodotto con uve di Traminer, varietà


inconsueta in Toscana, che qui ha trovato un habitat
favorevole grazie all'altitudine di 404 metri sul mare.

 Uvaggio: Traminer

 Colore: giallo paglierino con riflessi verdognoli

 Aroma: delicato con chiari riferimenti fruttati e floreali

 Gusto: fresco ma equilibrato nelle componenti acide e

alcoliche, persistente con note di pesca e mela

 Temperatura di servizio: 8°- 10°C


Vin Santo del Chianti DOC

Come ogni storica fattoria toscana anche la Fattoria


del Colle ha le soffitte popolate di caratelli dove
matura il Vin Santo.

Un riposo in botticelle di diverso legno e dimensione


che dura dai quattro ai sette anni.

 Uvaggio: Trebbiano Toscano e Malvasia del Chianti

 Maturazione: 4-7 anni

 Colore: giallo oro

 Aroma: intenso, etereo e molto persistente

 Gusto: amabile, pieno, caldo e morbido

 Temperatura di servizio: 10°- 15°C


Passito da uve Traminer

Donatella Cinelli Colombini ha un marito, Carlo Gardini


ed una cantiniera, Barbara Magnani, appassionati di vini
dolci.

Li assaggiano, li comprano e da tempo desideravano fare un


passito con l'uva Traminer del piccolo vigneto dietro la
cappella della Fattoria del Colle. Donatella, invece, ama solo i
rossi maturati in botte. Negli anni la questione "passito" ha
causato continui battibecchi fra moglie e marito.

Nel 2010 Carlo ha deciso di passare all'azione ed ha


comprato i cestini per l'appassimento, un tinello e una botte
di rovere per il passito. Il risultato è andato oltre le migliori
aspettative con una produzione piccolissima (solo 350
bottiglie) di qualità strepitosa.

 Uvaggio: Traminer
 Colore: giallo oro
 Aroma: aromatico, note di miele e frutta secca
 Gusto: pieno, dolce con sentori floreali, miele e frutta
gialla
 Temperatura di servizio: 8°- 10°C
Grappa di Chianti

La grappa di Chianti è ottenuta da vinacce


fermentate e distillate a vapore, immediatamente
dopo la svinatura, con alambicco discontinuo.

 Colore: bianco, cristallino

 Aroma: fine, intenso, franco, etereo, con un

chiaro richiamo alle uve

 Gusto: intenso e persistente

 Titolo alcolometrico: 42° Vol


Grappa di Cenerentola

 Tipologia: grappa giovane da vinacce fermentate di


monovitigno Foglia Tonda
 Maestro Distillatore: Distilleria Alboni, Mensanello Colle
Val d’Elsa
 Materia prima: vinacce fermentate del vitigno Foglia
Tonda
 Metodo di distillazione: metodo a bagnomaria
discontinuo a vapore
 Quantità prodotta: 600 bottiglie da 0,20 L
 Analisi organolettica. Colore: incolore cristallina
 Profumo: da sottobosco, floreale e fruttato con chiari
richiami all’uva di origine
 Gusto: rotondo delicatamente armonico, sensazioni retro
olfattive di notevole lunghezza e gradevolmente fruttate.
 Analisi: alcool 42% Vol.

... e la fiaba ha un nuovo sapore. 
Cenerentola Doc Orcia è il vino preferito da Violante Gardini, la Cinelli Colombini Jr che ha creato una grappa in 
piccole bottiglie adatte a giovani principesse. 

<<Sono una romanticona e la fiaba di Cenerentola mi ha sempre fatto sognare, poi il vino Cenerentola è quello 
che amo di più, per questo ho creato una grappa giovane da monovitigno vestendola come una principessa bella, 
elegante e al passo con le ultime tendenze>> ha detto Violante raccontando come è nato il suo primo progetto di 
marketing per 600 piccole ma raffinatissime bottiglie di grappa di Cenerentola. 

LA GRAPPA DALLE UVE DI FOGLIA TONDA Prima di tutto la grappa: bisogna ricordare che viene distillata dalle 
vinacce cioè dalle bucce dell’uva estratte dal tino ( e spremute ) quando la fermentazione si conclude e il vino è 
travasato in un altro contenitore. Violante ha usato le vinacce di foglia tonda, antico e rarissimo vitigno senese, 
che viene usato solo per la produzione dell’Orcia Doc “Cenerentola”. Ha scelto la “Distillerie Alboni Srl” una piccola 
realtà artigianale che si trova a Mensanello, vicino a Colle Val d’Elsa, quindi abbastanza vicino da ricevere e 
distillare le vinacce ancora calde. Si tratta di un impianto molto artigianale discontinuo a vapore con due 
caldaiette e un alambicco dove tutto è manuale e i tempi di lavorazione sono lunghissimi.   

PACKAGING: CENERENTOLA DIVENTA UNA GIOVANE PRINCIPESSA 
<<Avevo solo 120 litri di grappa ma proprio per l’eccezionalità di questo distillato ottenuto dall’antico e raro 
vitigno Foglia Tonda di cui la Fattoria del Colle è il maggiore produttore, ho avuto l’idea di fare un autentico 
azzardo. Un packaging assolutamente nuovo: bottiglia molto piccola di 20 cl, da profumo, confezionata in una 
mini‐shopper‐bag nera lucida, come quelle che noi giovani donne usiamo per andare in spiaggia con le amiche>>. 
Insomma un packaging rivoluzionario molto di tendenza e nel vissuto dei giovani. Violante ha fatto studiare 
l’etichetta da Simone Nannipieri dell’agenzia Winetrade che ha messo in negativo l’etichetta del vino Cenerentola 
Doc Orcia e l’ha stampata su una carta martellata e bordata d’argento. Alla fine la somiglianza con le confezioni 
dei profumi è grandissima e il messaggio di esclusività e preziosità risulta evidente. Anche la shopping bag ha il 
logo in argento e ancora in argento è la scritta Cenerentola sul nastrino in raso che chiude la carta velina azzurra 
in cui è infilata la bottiglia e esce dalla shopper come nei negozi di moda. 

NASCE LA GRAPPA PER LE GIOVANI DONNE E NON SOLO 
<<Insomma, quando ho visto la bottiglia con l’etichetta definitiva mi sono venute le lacrime agli occhi>> 
ha raccontato Violante fiera della sua realizzazione e di aver riproposto un distillato tradizionale come la grappa a 
un pubblico più giovane e anche femminile usando una veste di tendenza che lo mette nel vissuto delle nuove 
generazioni. 
Olio Extra Vergine d'Oliva

Trequanda è conosciuta come una delle zone migliori del


mondo per il suo olio extravergine, un’area
straordinariamente vocata per l’olivo che qui è una coltura
quasi biologica: non si ammala e quindi non ha bisogno di
trattamenti chimici.

Varietà coltivate Correggiolo 80%, Moraiolo, Leccino e


qualche Olivastra.

Le nostre olive vengono raccolte a mano quando sono


ancora piuttosto verdi a novembre e spremute nel frantoio
Oliviera Sant'Angelo di Castelmuzio, dotato di un impianto di
estrazione di tipo continuo.

Alla Fattoria del Colle si produce olio extra vergine di oliva in


tre varietà:

 Il multi cultivar tradizionale DOP Terre di Siena

 La mono cultivar Correggiolo

 La mono cultivar Moraiolo.


Lista dei Vini

LEMONDEWINE.COM
Vini Bianchi
RIBOLLA GIALLA
CHARDONNAY
PINOT BIANCO
PINOT GRIGIO
FRIULANO
SAUVIGNON
TRAMINER
Ribolla Gialla I.G.T.

VITIGNO: Ribolla gialla in purezza.


DENOMINAZIONE: Igt Venezia Giulia.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 100 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 5.000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGLI IMPIANTI: 20 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Ultima decade di Agosto

VINIFICAZIONE: Macerazione prefermentativa a freddo

per 16 ore, pressatura soffice delle uve, fermentazione


a temperature controllate e successiva maturazione
in vasche di acciaio per alcuni mesi.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 2-3 anni dalla produzione.

COLORE: Giallo paglierino luminoso.

PROFUMO: Caratteristico, intenso e profumato con

sentori floreali e una nota delicatamente erbacea.


GRADO ALCOLICO: 12,5%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 8-10°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Al palato fresco, elegante con un equilibrata acidità
e sapidità, con un finale minerale e buona persistenza.

ABBINAMENTI
Ottimo come aperitivo, si abbina bene con zuppe,
formaggi saporiti e carni bianche.

LEMONDEWINE.COM
Chardonnay D.O.C.

VITIGNO: Chardonnay in purezza.


DENOMINAZIONE: Doc Friuli.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 90 q.li

SISTEMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 4.000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGLI IMPIANTI: 35 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Terza decade di Settembre.

VINIFICAZIONE: Dopo una breve decantazione, il mosto

viene travasato e fermentato a temperatura controllata.


Completa la fermentazione e permane a contatto
con le fecce fini fino a marzo.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 3-4 anni dalla produzione.

COLORE: Giallo paglierino brillante, di grande lucentezza.

PROFUMO: Fine ed elegante con una nota fruttata di mela,

banana, vaniglia e delicate note di fiori bianchi.


GRADO ALCOLICO: 13%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 8-10°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Vivace ed equilibrato con una buona sapidità
con un finale armonioso e molto fresco.

ABBINAMENTI
Si accompagna bene sia ad antipasti che a risotti,
piatti di pesce e carni bianche.

LEMONDEWINE.COM
Pinot Bianco D.O.C.

VITIGNO: Pinot Bianco in purezza.


DENOMINAZIONE: Doc Friuli.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 80 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 3.500 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGLI IMPIANTI: 30 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Ultima decade di Settembre.

VINIFICAZIONE: Macerazione prefermentativa a freddo

36 ore, pressatura soffice delle uve, fermentazione alcolica


condotta a temperatura controllata e successiva
maturazione sulle proprie fecce per alcuni mesi.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 3-4 anni dalla produzione.

COLORE: Giallo paglierino carico con brillanti riflessi dorati.

PROFUMO: Frutta esotica matura, pesca gialla,

note di spezie dolci.


GRADO ALCOLICO: 13%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 8-10°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
In bocca è vellutato, caldo e nello stesso tempo
avvolgente, equilibrato, ricco di aromi.

ABBINAMENTI
Si presta bene come aperitivo ad accompagnare
antipasti magri e con piatti di pesce delicati ma la struttura
consente anche un perfetto abbinamento con i secondi
a base di carne e pesce al forno.

LEMONDEWINE.COM
Pinot Grigio D.O.C.

VITIGNO: Pinot Grigio in purezza.


DENOMINAZIONE: Doc Friuli.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 100 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 4.000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGLI IMPIANTI: 25 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Seconda decade di Settembre.

VINIFICAZIONE: Macerazione prefermentativa a freddo

72 ore, pressatura soffice delle uve, fermentazione


a temperatura controllata e successiva maturazione
in vasche di acciaio a contatto con i lieviti.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 3-4 anni dalla produzione.

COLORE: Giallo ambrato, dotato di leggeri riflessi ramati.

PROFUMO: Fine ed elegante con un pungente bouquet

di note floreali.
GRADO ALCOLICO: 13%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 8-10°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Al palato sono evidenti sensazioni di frutta bianca
che conferisce al vino freschezza e sapidità.

ABBINAMENTI
Si accosta bene agli antipasti e primi piatti di pesce.

LEMONDEWINE.COM
Friulano D.O.C.

VITIGNO: Friulano in purezza.


DENOMINAZIONE: Doc Friuli.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 80 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 5.000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGLI IMPIANTI: 36 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Ultima decade di Agosto

e prima decade di Settembre.


VINIFICAZIONE: Macerazione prefermentativa a freddo

48 ore, pressatura soffice delle uve, fermentazione


a temperatura controllata e successiva maturazione
in vasche di acciaio per alcuni mesi.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 3-4 anni dalla produzione.

COLORE: Giallo paglierino intenso con riflessi oro verde.

PROFUMO: Fine, delicato, con note balsamiche e fiori

di campo che contribuiscono a donare complessità.


GRADO ALCOLICO: 13%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 8-10°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Al palato fresco, sapido e dinamico con un buon equilibrio,
frutto dell’ottima fusione tra freschezza e salinità.

ABBINAMENTI
Ottimo come aperitivo, si abbina bene con minestre,
salumi e piatti di pesce saporiti.
Interessante il matrimonio con la cucina orientale.

LEMONDEWINE.COM
Sauvignon D.O.C.

VITIGNO: Sauvignon in purezza.


DENOMINAZIONE: Doc Friuli.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 80 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 4.000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGLI IMPIANTI: 32 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Seconda decade di Settembre.

VINIFICAZIONE: Da una rigorosa selezione delle uve

provenienti dalla nostra particella di miglior pregio


viene condotta dopo una macerazione prefermentativa,
una fermentazione alcolica a temperatura controllata
successiva maturazione sulle proprie fecce fini.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 3-4 anni dalla produzione.

COLORE: Giallo paglierino con riflessi dorati.

PROFUMO: Elegante con note floreali delicate accompagnate

da aromi di frutta esotica e note agrumate.


GRADO ALCOLICO: 13%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 8-10°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Fresco al palato, asciutto e vellutato con note esotiche
e saline in perfetto equilibrio.

ABBINAMENTI
Ottimo come aperitivo, accompagna bene piatti
di verdure, in particolare con asparagi, pesce e zuppe.
Eccellente l’abbinamento con Sushi e Sashimi.

LEMONDEWINE.COM
Traminer D.O.C.

VITIGNO: Traminer in purezza.


DENOMINAZIONE: Doc Friuli.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 80 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 4.000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGLI IMPIANTI: 12 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Prima decade di Settembre.

VINIFICAZIONE: Macerazione prefermentativa

a freddo di 24 ore, pressatura soffice delle uve,


fermentazione a temperature controllate
e successiva maturazione in vasche di acciaio
per alcuni mesi.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 2-3 anni dalla produzione.

COLORE: Giallo paglierino carico.

PROFUMO: Fine, delicato, intenso caratterizzato

da note fruttate e tipiche note di rosa.


GRADO ALCOLICO: 13%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 8-10°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Al palato fresco, asciutto, morbido, vellutato
con una elegante aromaticità.
Molto rotondo con una buona acidità.

ABBINAMENTI
Ottimo come aperitivo, si abbina bene
anche a i crostacei e ai formaggi caprini.

LEMONDEWINE.COM
Vini Rossi
CABERNET SAUVIGNON
MERLOT
CABERNET FRANC
REFOSCO
Cabernet Sauvignon D.O.C.

VITIGNO: Cabernet Sauvignon in purezza.


DENOMINAZIONE: Doc Friuli.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 90 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 5.000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGI IMPIANTI: 20 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Ultima decade di Settembre.

VINIFICAZIONE: Macerazione di media durata che si

protrae per 10-12 giorni, con follature giornaliere


a temperatura controllata per 15-18 giorni.
Segue una maturazione in acciaio
e parte in botti di rovere da 30 hl.
Successivo affinamento in bottiglia per 6-8 mesi.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 3-5 anni dalla produzione.

COLORE: Rosso rubino intenso, con sfumature porpora.

PROFUMO: Ampio ed interessante l’equilibrio tra le note

fruttate e quelle speziate.


GRADO ALCOLICO: 13%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 16-18°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Piacevole, austero, mantiene un gradevole frutto
sostenuto da una solida vellutata corposità.

ABBINAMENTI
Ideale con arrosti di carni rosse, brasato e selvaggina.

LEMONDEWINE.COM
Merlot D.O.C.

VITIGNO: Merlot in purezza.


DENOMINAZIONE: Doc Friuli.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, con zone che godono

di particolari condizioni microclimatiche.


RESA PER ETTARO: 90 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 5.000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGLI IMPIANTI: 20 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Ultima decade di di Settembre.


VINIFICAZIONE: Macerazione di breve durata che si protrae

per 1-2 giorni, con follature giornaliere a temperatura


controllata per 15-20 giorni.
Segue una maturazione in acciaio per 5-6 mesi.
Successivo affinamento in bottiglia per 5-6 mesi.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 2-3 anni dalla produzione.

COLORE: Rosso rubino intenso.

PROFUMO: Ampio ed interessante per l’equilibrio

tra le note fruttate e quelle speziate.


GRADO ALCOLICO: 13%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 16-18°C.

CONFEZIONE: Bottiglia da 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Piacevole, fresco, mantiene un gradevole frutto
sostenuto da una elegante equilibrio.

ABBINAMENTI
Ideale con le carni rosse e i salumi.

LEMONDEWINE.COM
Cabernet Franc D.O.C.

VITIGNO: Cabernet Franc in purezza.


DENOMINAZIONE: Doc Friuli.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 80 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 5000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGI IMPIANTI: 34 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Prima decade di Ottobre.

VINIFICAZIONE: Dopo un’accurata selezione delle uve

ed un attendo controllo nella fase di pigiatura


segue una fermentazione lenta a temperatura condizionata
con follature giornaliere per 15-20 giorni.
Infine un affinamento in bottiglia per 6-8 mesi.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 3-5 anni dalla produzione.

COLORE: Rosso rubino intenso, con riflessi granati.

PROFUMO: Bouquet ricco e persistente con note intense

di confettura, di buona intensità, equilibrato


con delicati sentori erbacei.
GRADO ALCOLICO: 13%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 16-18°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Elegante, piacevolmente aromatico e di grande
persistenza. In bocca è voluminoso e morbido,
di buona espansione ed una acidità che riesce
a dare un buon equilibrio.

ABBINAMENTI
Si accosta a piatti di carni rosse, ai salumi
e alla cacciagione.

LEMONDEWINE.COM
Refosco D.O.C.

VITIGNO: Refosco dal peduncolo Rosso in purezza.


DENOMINAZIONE: Doc Friuli.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 80 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 5.000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGI IMPIANTI: 36 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Ultima decade di Settembre.

VINIFICAZIONE: Le uve selezionate vengono vinificate

con una macerazione che varia dai 12-15 giorni,


con follature giornaliere a temperature controllate.
Completa la fermentazione malo-lattica in acciaio.
Successivo affinamento in bottiglia per 4 mesi.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 3-5 anni dalla produzione.

COLORE: Rosso rubino deciso con riflessi violacei.

PROFUMO: Avvolgente per le eleganti fragranze

speziate e per il sentore di frutti rossi maturi.


GRADO ALCOLICO: 13%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 16-18°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Aristocratico ed elegante per la perfetta armonia
con note minerali, tannini fitti e setosi.

ABBINAMENTI
Si accosta a piatti di carni rosse al forno e alla cacciagione.

LEMONDEWINE.COM
Spumanti
PROSECCO
RIBOLLA SPUMANTE
PINOT NERO ROSÉ SPUMANTE
Prosecco D.O.C.

VITIGNO: Prosecco in purezza.


TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 180 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 3.500 piante/Ha.


EPOCA DI VEDEMMIA: Ultima decade di Agosto.

VINIFICAZIONE: Pressatura soffice in ambiente ridotto

dei grappoli raccolti a mano in cassette.


Fermentazione alcolica primaria condotta a temperatura
controllata di circa 15°C, pulizia della base così ottenuta,
presa di spuma con metodo Charmat della durata
di 20 giorni a temperatura controllata di circa 16°C
e successiva permanenza sui lieviti della durata
di almeno 60 giorni.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 1-2 anni dalla produzione.

COLORE: Giallo paglierino scarico.

PROFUMO: Vinoso, fruttato, sentori delicati di mela,

floreale, glicine e crosta di pane.


GRADAZIONE ALCOLICA: 11,5%

ZUCCHERI RESIDUI: 6 g/lt.

TEMPERATURA DI SEVIZIO: Circa 6-7°C.

CONFEZIONE: Bottiglia da 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Vivace, piacevole, con gusto equilibrato tra
acidità e zuccheri con retro gusto fruttato.

ABBINAMENTI
Ottimo come aperitivo, si abbina bene con piatti
di pesce e risotti delicati.

LEMONDEWINE.COM
Ribolla Spumante

VITIGNO: Ribolla Gialla in purezza.


TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 100 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 4.000 piante/Ha.


EPOCA DI VEDEMMIA: Ultima decade di Agosto.

VINIFICAZIONE: Pressatura soffice in ambiente ridotto

dei grappoli raccolti a mano in cassette.


Fermentazione alcolica primaria condotta a temperatura
controllata di circa 17°C, pulizia della base così ottenuta,
presa di spuma con metodo Charmat della durata
di 20 giorni a temperatura controllata di circa 16°C
e successiva permanenza sui lieviti della durata
di almeno 90 giorni.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 2-3 anni dalla produzione.

COLORE: Giallo tenue luminoso.

PROFUMO: Caratteristico, intenso e profumato

con sentori floreali e una delicata nota erbacea.


GRADAZIONE ALCOLICA: 11,5%

ZUCCHERI RESIDUI: 6 g/lt.

TEMPERATURA DI SEVIZIO: Circa 6-8°C.

CONFEZIONE: Bottiglia da 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Al palato fresco, elegante con un equilibrata acidità
e sapidità, con un finale minerale e buona persistenza.

ABBINAMENTI
Ottimo come aperitivo, si abbina bene con piatti
di pesce o crostacei.

LEMONDEWINE.COM
Pinot Nero Rosé Spumante

VITIGNO: Pinot Nero in purezza.


TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 100 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 4.000 Piante/Ha.


EPOCA DI VENDEMMIA: Ultima decade di Agosto.

VINIFICAZIONE: Pressatura soffice delle uve in ambiente

ridotto dei grappoli raccolti a mano in cassette,


fermentazione alcolica primaria condotta a temperatura
controllata a circa 15°C, pulizia della base così ottenuta,
presa di spuma con metodo Charmat a temperatura
controllata a circa 16°C con metodo Charmat
della durata di 20 giorni e successiva permanenza
sui lieviti della durata di almeno 60 gorni.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 2-3 anni dalla produzione,

maturazione ottimale 1 anno.


COLORE: Rosato brillante.

PROFUMO: Bouquet fine, elegante con ricordi di frutta rossa,

ribes, lamponi e note di petali di rosa.


TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 6-7°C.

GRADAZIONE ALCOLICA: 11,5%

ZUCCHERI RESIDUI: 6 g/lt.

CONFEZ IONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Vivace, piacevole, con gusto fruttato dove si percepisce
l’acidità tipica ella varietà, equilibrata da un piacevole
tenore zuccherino.

ABBINAMENTI
Si presta bene per l’aperitivo, con antipasti a base
di pesce e salumi delicati.

LEMONDEWINE.COM
Riserve
INACO
PRATUM
Inaco Riserva

VITIGNO: Refosco dal Peduncolo Rosso in purezza.


DENOMINAZIONE: Doc Friuli.

TIPO DI TERRENO: Si estende in un terreno di origine alluvionale;

argilloso, con sottosuolo tendenzialmente


calcareo-dolomitico, ricco di microelementi.
RESA PER ETTARO: 70 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 5.000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGLI IMPIANTI: 36 anni.
EPOCA DI VEN DEMMIA: Una prima parte delle uve viene

raccolta in plateau nella terza decade di Settembre;


la seconda parte la prima decade di Ottobre
in stadio di sovramaturazione.
VINIFICAZIONE: Seguono due vinificazione separate

con macerazione a freddo e fermentazioni


a temperature controllate.
I vini ottenuti vengono assemblati e maturati
in barriques di rovere per almeno 24 mesi
prima di essere imbottigliati, seguendo
un successivo affinamento di 10-12 mesi.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 8-10 anni.

COLORE: Rosso rubino con riflessi violacei,

consistente e con archetti fitti.


PROFUMO: Intenso e persistente, con un ricco scenario

di Ribes e More in prima fila, muschio, pepe,


cannella, tabacco e mallo di noce.
GRADO ALCOLICO: 14%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 16-18°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cassa di legno da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Caldo, morbido e avvolgente, con una buona sapidità.
Struttura complessa, elegante ed equilibrata,
con retrogusto armonico.

ABBINAMENTI
Si accosta a piatti di carni rosse al forno
e alla cacciagione.

LEMONDEWINE.COM
Pratum Riserva

VITIGNO: Chardonnay, Pinot Bianco, Sauvignon.


DENOMINAZIONE: Igt Tre Venezie.

TIPO DI TERRENO: Argilloso, calcareo, ricco di microelementi.

RESA PER ETTARO: 70 q.li

FORMA DI ALLEVAMENTO: Guyot,

densità di impianto 4.000 Piante/Ha.


ETÀ MEDIA DEGLI IMPIANTI: 30 anni.

EPOCA DI VENDEMMIA: Seconda decade di Settembre.

VINIFICAZIONE: L’uva viene delicatamente diraspata

e lasciata in macerazione per un breve periodo.


Il Sauvignon fermenta a temperatura controllata in
vasche d’acciaio inox dove matura per circa 12 mesi.
Lo Chardonnay e il Pinot Bianco, invece vengono
fatti fermentare e vengono fatti affinare in piccole
botti di rovere francese.
INVECCHIAMENTO POTENZIALE: 6-8 anni dalla produzione.

COLORE: Giallo paglierino brillante, con riflessi dorati.

PROFUMO: Fine ed elegante, al primo impatto sentori

di frutta matura accompagnati poi da sensazioni


dolci di crema pasticcera.
GRADO ALCOLICO: 14%

TEMPERATURA DI SERVIZIO: Circa 8-10°C.

CONFEZIONE: Bottiglia 0,75 l in cartoni da 6 bottiglie.

SAPORE E GUSTO
Elegante al palato, ma caldo e di corpo, con equilibrate
note di frutta, mela cotogna, fresco ed intenso il finale.
Buona mineralità.

ABBINAMENTI
Ottimo con i primi piatti in generale, anche a base
di pesce, carni bianche. Il suo corpo si sposa bene
con gli spaghetti all’astice.

LEMONDEWINE.COM
Valle del Tirino, vista da Rocca Calascio (AQ) 1460 m s.l.m.
L’Abruzzo è considerato la regione verde d’Europa, con più del 40% del territorio incontaminato e
tutelato da parchi e riserve. I vigneti dell’azienda Pasetti sono ubicati nel Parco Nazionale del Gran
Sasso e Monti della Laga, nei comuni di Pescosansonesco e Capestrano (in foto).

© Enrico Pighetti
Pescosansonesco (PE) 550 m s.l.m.
Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Ettari vitati: 33 ha
Hectares: 33 ha
Pescosansonesco (PE) 550 m s.l.m.
Territorio caratterizzato da un clima pede-montano, esposizione sud-est e suolo argilloso-calcareo,
mediamente profondo. Tali peculiari caratteristiche conferiscono al vino un’ottima struttura, corpo,
intensità colorante e spiccata complessità aromatica. Particolarmente indicato alla coltivazione del
Montepulciano, questo territorio valorizza pienamente il legame tra tradizione, ambiente e uomo.
Capestrano (AQ) 450 m s.l.m.
Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Ettari vitati: 30 ha
Hectares: 30 ha
Capestrano (AQ) 450 AMSL
The aforesaid territory is characterized both by a freezing climate during the winter months and by a
dry-hot climate in summer time. Termperature range between day and night is considerable. The soil is
sandy-pebbly, not so deep but rich in humus. The most part of the vineyards are south-west exposed,
where the climate is mitigated by the nearness of Capodacqua lake and the breeze blows constantly.
This soil is perfect for the white vine variety, as it confers great minerality, high freshness and fine tasty
notes.
Classica
Pecorino
Montepulciano
Rachele
Diecicoppe

Premium
Testarossa Passerina
Testarossa Rosato

Selezione
ColleCivetta
Madonnella
Gesmino
Olio Extra Vergine D’Oliva

Riserva
Testarossa Bianco
Testarossa Montepulciano
Harimann
Pasetti Pecorino
Tipologia: Abruzzo Pecorino D.O.P.

Vitigno: Pecorino 100%

Zona di Produzione:
(50%) Pescosansonesco 550 m s.l.m.
(50%) Capestrano 450 m s.l.m.
(area Parco Nazionale)

Natura del terreno:


Argilloso calcareo (Pescosansonesco)
Ciottoloso sabbioso (Capestrano)

Sistema di allevamento: Filare, guyot

Conduzione: Agricoltura integrata sostenibile

Densità di impianto: 5200 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 120 quintali

Raccolta: Meccanica

Epoca vendemmia: Prima decade di settembre

Fermentazione: Acciaio a 14° C

Affinamento:
2 mesi in acciaio
2 mesi bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 12,80 - 13,20 % v./v.
- Zuccheri 2,50 - 3,00 g/l
- pH 3,20 - 3,30
- Acidità totale 6,50 - 7,50 g/l
- Acidità volatile 0,20 - 0,25 g/l

Disponibile anche nei formati 0,375 l  e 1,5 l


Pasetti Montepulciano
Tipologia: Montepulciano d’Abruzzo D.O.P.

Vitigno: Montepulciano d’Abruzzo 100%

Zona di Produzione:
Pescosansonesco 550 m s.l.m.
(area Parco Nazionale)

Natura del terreno: Argilloso calcareo

Sistema di allevamento: Filare, cordone speronato

Conduzione: Agricoltura integrata sostenibile

Densità di impianto: 5200 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 100 quintali

Raccolta: Meccanica

Epoca vendemmia: metà ottobre

Fermentazione: Acciaio a 22° C

Fermentazione malolattica: Spontanea

Affinamento:
12 mesi in botti da 20 hl e 60 hl
6 mesi bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 14,00 - 14,50 % v./v.
- Zuccheri 2,00 - 2,50 g/l
- pH 3,40 - 3,60
- Acidità totale 5,00 - 5,50 g/l
- Acidità volatile 0,30 - 0,40 g/l

Disponibile anche nei formati 0,375 l e 1,5 l


Rachele
Tipologia: Trebbiano d’Abruzzo D.O.P.

Vitigno: Trebbiano d’Abruzzo 100%

Zona di Produzione: Capestrano 450 m s.l.m.

Natura del terreno: Ciottoloso sabbioso

Sistema di allevamento: Filare, guyot

Densità di impianto: 5200 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 120 quintali

Raccolta: Meccanica

Epoca vendemmia: metà settembre

Fermentazione:
Acciaio a 14° C

Fermentazione malolattica: No

Affinamento:
2 mesi in acciaio
3 mesi bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 12,80 - 13,20 % v./v.
- Zuccheri 0,30 - 0,50 g/l
- pH 3,20 - 3,30
- Acidità totale 5,50 - 6,00 g/l
- Acidità volatile 0,20 - 0,25 g/l

Note: Prodotto non filtrato


Diecicoppe
Tipologia: Rosso Colline Pescaresi I.G.P.

Vitigno: Montepulciano d’Abruzzo 50%


Cabernet Sauvignon 50%

Zona di Produzione:
(50%) Pescosansonesco 550 m s.l.m.
(50%) Castiglione a Casauria 350 m s.l.m.

Natura del terreno: Argilloso calcareo

Sistema di allevamento: Filare, cordone speronato

Densità di impianto: 5200 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 120 quintali

Raccolta: Meccanica

Epoca vendemmia: Prima decade di ottobre

Fermentazione: Acciaio a 20° C

Fermentazione malolattica: Si

Affinamento:
3 mesi in acciaio
3 mesi in bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 13,20 - 13,60 % v./v.
- Zuccheri 2,50 - 3,50 g/l
- pH 3,40 - 3,60
- Acidità totale 5,00 - 5,50 g/l
- Acidità volatile 0,20 - 0,30 g/l
Testarossa Passerina
Tipologia: Passerina Terre Aquilane I.G.P.

Vitigno: Passerina 100%

Zona di Produzione:
Capestrano 450 m s.l.m.
(area Parco Nazionale)

Natura del terreno: Ciottoloso sabbioso

ema di allevamento: Filare, guyot

Conduzione: Agricoltura integrata sostenibile

Densità di impianto: 5200 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 120 quintali

Raccolta: Meccanica

Epoca vendemmia: Fine settembre

Fermentazione: Acciaio a 14° C

Fermentazione malolattica: No

Affinamento:
2 mesi in acciaio
3 mesi bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 12,80 - 13,20 % v./v.
- Zuccheri 1,00 - 1,50 g/l
- pH 3,10 - 3,20
- Acidità totale 6,50 - 7,00 g/l
- Acidità volatile 0,20 - 0,25 g/l
Testarossa Rosato
Tipologia: Rosato Terre Aquilane I.G.P.

Vitigno: Montepulciano d’Abruzzo 100%

Zona di Produzione:
Capestrano 450 m s.l.m.
(area Parco Nazionale)

Natura del terreno: Ciottoloso sabbioso

Sistema di allevamento: Filare, guyot

Conduzione: Agricoltura integrata sostenibile

Densità di impianto: 5200 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 120 quintali

Raccolta: Meccanica

Epoca vendemmia: Fine settembre

Fermentazione:
Criomacerazione 12/18 ore
Acciaio a 14° C

Fermentazione malolattica: No

Affinamento:
2 mesi in acciaio
3 mesi bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 13,00 - 13,50 % v./v
- Zuccheri 1,50 - 2,50 g/l
- pH 3,15 - 3,25
- Acidità totale 6,00 - 6,50 g/l
- Acidità volatile 0,20 - 0,25 g/l
ColleCivetta
Tipologia: Abruzzo Pecorino D.O.P.

Vitigno: Pecorino 100%

Zona di Produzione:
Pescosansonesco 550 m s.l.m.
(area Parco Nazionale)

Natura del terreno: Argilloso calcareo

Sistema di allevamento: Filare, guyot

Conduzione: Agricoltura integrata sostenibile

Densità di impianto: 5200 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 100 quintali

Raccolta: Manuale

Epoca vendemmia: Ultima decade di settembre

Fermentazione:
Criomacerazione 18/24 ore
Acciaio a 14° C

Fermentazione malolattica: No

Affinamento:
12 mesi sulle fecce nobili in acciaio
3 mesi bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 13,20 - 13,50 % v./v.
- Zuccheri 2,00 - 2,50 g/l
- pH 3,20 - 3,30
- Acidità totale 5,50 - 6,50 g/l
- Acidità volatile 0,20 - 0,30 g/l
Madonnella
Tipologia: Trebbiano D’Abruzzo D.O.P.

Vitigno: Trebbiano D’Abruzzo 100%

Zona di Produzione:
Capestrano 450 m. slm
(area Parco Nazionale)

Natura del terreno: Ciottoloso sabbioso

Sistema di allevamento: Filare, guyot

Densità di impianto: 5200 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 100 quintali

Raccolta: Manuale

Epoca vendemmia: Terza settimana di settembre

Fermentazione: Lieviti autoctoni


Acciaio a 14° C

Fermentazione malolattica: No

Affinamento:
12 mesi sulle fecce nobili in acciaio
3 mesi in bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 13,00 -13,50 % v./v.
- Zuccheri 1,50 - 2,50 g/l
- pH 3,15 - 3,25
- Acidità totale 6,50 - 7,00 g/l
- Acidità volatile 0,20 - 0,30 g/l
Testarossa Bianco
Tipologia: Bianco Terre Aquilane I.G.P.

Vitigno: Pecorino (50%) Chardonnay (50%)

Zona di Produzione: Capestrano 550 m s.l.m.


(area Parco Nazionale)

Natura del terreno: Ciottoloso sabbioso

Sistema di allevamento: Filare, guyot

Conduzione: Agricoltura integrata sostenibile

Densità di impianto: 5200 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 100 quintali

Raccolta: Manuale

Epoca vendemmia: Prima decade di settembre

Fermentazione: Fermentazione in barriques

Fermentazione malolattica: No

Affinamento:
12 mesi barriques
6 mesi bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 13,50 - 14,00 % v./v.
- Zuccheri 2,50 - 3,00 g/l
- pH 3,30 - 3,40
- Acidità totale 5,50 - 6,00 g/l
- Acidità volatile 0,30 - 0,40 g/l

Disponibile anche nel formato 1,5 l


Testarossa Rosso
Tipologia: Montepulciano d’Abruzzo D.O.P.

Vitigno: Montepulciano d’Abruzzo 100%

Zona di Produzione:
Pescosansonesco 550 m s.l.m.
(area Parco Nazionale)

Natura del terreno: Argilloso calcareo

Sistema di allevamento: Filare, cordone speronato

Conduzione: Agricoltura integrata sostenibile

Densità di impianto: 5200 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 100 quintali

Raccolta: Manuale

Epoca vendemmia: Fine ottobre


inizi novembre

Fermentazione: Acciaio a 24° C

Fermentazione malolattica: Spontanea

Affinamento:
12/24 mesi barriques di 1° - 3° passaggio di
rovere francese
24 mesi bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 14,00 - 14,50 % v./v.
- Zuccheri 2,00 - 2,50 g/l
- pH 3,50 - 3,60
- Acidità totale 4,50 - 5,50 g/l
- Acidità volatile 0,30 - 0,50 g/l

Disponibile anche nei formati 1,5 l, 3 l e 5 l


Harimann
Tipologia: Montepulciano d’Abruzzo D.O.P.

Vitigno: Montepulciano d’Abruzzo 100%

Zona di Produzione:
Pescosansonesco 550 m s.l.m.
(area Parco Nazionale)

Natura del terreno: Argilloso calcareo

Sistema di allevamento: Tendone

Conduzione: Agricoltura integrata sostenibile

Densità di impianto: 1600 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 80 quintali

Raccolta: Manuale

Epoca vendemmia: Prima decade di novembre

Fermentazione: Acciaio 24° C


Macerazione post fermentativa

Fermentazione malolattica: Spontanea

Affinamento:
24 mesi barrique di 1° passaggio di rovere
francese
60 mesi bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 14,50 - 15,50 % v./v.
- Zuccheri 2,50 - 3,00 g/l
- pH 3,50 - 3,60
- Acidità totale 4,50 - 5,50 g/l
- Acidità volatile 0,30 - 0,60 g/l

Disponibile anche nel formato 1,5 l


Gesmino
Tipologia: Abruzzo Passito Bianco D.O.P.

Vitigno: Moscatello di Castiglione 100%

Zona di Produzione:
Pescosansonesco 550 m s.l.m.
(area Parco Nazionale)

Natura del terreno: Argilloso calcareo

Sistema di allevamento: Filare, guyot

Conduzione: Agricoltura integrata sostenibile

Densità di impianto: 5200 ceppi per ettaro

Produzione uva per ettaro: 60 quintali

Raccolta: Manuale

Epoca vendemmia: Fine agosto

Appassimento: In appasitoio per 40 giorni

Vinificazione: Novembre

Fermentazione: Criomacerazione per 24 h


Acciaio a 18° C

Fermentazione malolattica: No

Affinamento: 6 mesi in acciaio


12 mesi in bottiglia

Dati analitici medi:


- Alcool 13,00 - 15,00 % v./v.
- Zuccheri 80 - 120 g/l
- pH 3,60 - 3,80
- Acidità totale 5,00 - 5,60 g/l
- Acidità volatile 0,60 - 0,80 g/l
Olio Extra Vergine di Oliva
Produttore: Società Agricola Pasetti

Specifiche: Olio extra vergine di oliva

Varietà: Gentile, Rustica

Zona di produzione:
Pescosansonesco 550 m s.l.m.
Capestrano 450 m s.l.m.

Raccolta: Manuale

Estrazione: A freddo

Caratteristiche organolettiche:
• Colore: giallo dorato intenso con ampie
tonalità verdi
• Olfatto: fruttato intenso, con sentori di foglia
e pomodoro
• Gusto: Avvolgente e deciso, lieve sensa-
zione di mandorla dolce iniziale, leggero
piccante e amaro in chiusura

Dati analitici medi:


Acidità Max 0,40 %
Perossidi Max 12 meq/O2/kg
K232 Max 2,25
K270 Max 0,15
Delta K Max 0,001
Parco Nazionale
del Gran Sasso e Monti della Laga

Cantina
Vigneti
dodici comuni, otto vitigni,
la storia millenaria di un territorio.
twelve towns, eight grape varieties,
a territory with an ancient history
Il monte Taburno si trova ad ovest di Benevento da cui dista
pochi chilometri e nella cui provincia ricade interamente.
Dalla vetta del Taburno si gode di un vasto panorama su
tutta la valle Caudina.
L’ecosistema viticolo di tale territorio è molto singolare, sia
per la natura e l’esposizione dei terreni, sia per le particolari
condizioni climatiche, sia per i vitigni e le tecniche
agronomiche adottate. I terreni collinari, argillosi e calcareo-
marnosi, gli inverni miti con una regolare distribuzione
delle piogge tra ottobre e marzo, le estati calde e asciutte,
contribuiscono a creare condizioni estremamente favorevoli
per una viticoltura di qualità.

IL TERRITORIO
THE TERRITORY
Mount Taburno stands a few kilometres west of
Benevento and it stands entirely within the province
of this town. From the summit of Taburno one can
admire an extensive view of the entire Valle Caudina. The
ecosystem of the vines in this area is quite unique due to
the type and exposure of the soils, to the particular kind
of climate, to the grape varietals and to the agricultural
practices. The hills with clayey and marly-calcareous soil,
the mild winters with regular rainfall between October
and March, the dry and warm summers concur to
create extremely favourable conditions for high quality
viticulture.
La Cantina del Taburno, situata alle pendici del monte del Taburno,
è di proprietà del Consorzio Agrario di Benevento. Quest’ultimo,
fondato nel 1901, ha svolto nell’arco di un secolo un ruolo
fondamentale per lo sviluppo dell’agricoltura sannita.
La Cantina, situata nel comune di Foglianise, è stata realizzata nel
1972.
Per la filosofia produttiva che da sempre contraddistingue l’azienda
e per le ricadute economiche sul territorio che essa determina,
costituisce un punto di riferimento per la viticoltura della zona.
Le uve vinificate dalla Cantina del Taburno provengono da circa 600
ettari distribuiti nei territori dei comuni ubicati alle pendici della
montagna: Foglianise, Torrecuso, Vitulano, Campoli del Monte
Taburno, Castelpoto, Apollosa, Bonea, Montesarchio, Ponte, Tocco
Caudio, Paupisi e Benevento.

LA CANTINA
THE CELLAR
Cantina del Taburno, located on the slopes of Mount Taburno,
belongs to the “Consorzio Agrario di Benevento” (Agricultural
Consortium of Benevento). The Consortium was established in
1901, and it had an extremely important role in the development
of agriculture in the Sannio area. The winery was built in 1972
in Foglianise. It is a point of reference for viticulture, due to its
philosophy and for its positive impact on the economy of the area.
The grapes vinified at Cantina del Taburno are grown in vineyards (of
an extension of approximately 600 hectares) standing within the area
of the towns on the slopes of Mount Taburno: Foglianise, Torrecuso,
Vitulano, Campoli del Monte Taburno, Castelpoto, Apollosa, Bonea,
Montesarchio, Ponte, Tocco Caudio, Paupisi and Benevento.
I BIANCHI
WHITE WINES

CODA FALANGHINA
DI VOLPE

FIANO GRECO FALANGHINA


PASSITO
Uve:
Falanghina 100%.
Zona di produzione:
Terreni ricadenti nell area di
produzione D.O.C. Taburno
Esposizione e altimetria:
Terreni collinari a 200-600 metri
s.l.m. esposti a sud-est
Tipologia del terreno:
Marne argillose calcaree Grapes:
Sistema di allevamento: 100% Falanghina
Raggiera e/o spalliera (Guyot) Production area:
Area within the Taburno DOC
1600/3500 viti per ettaro appellation
Epoca di vendemmia: Exposure and altitude:
Fine settembre, conduzione del Hilly-area, 200-600 metres above
raccolto manuale sea level, south-east exposure
Soil type:
Le uve raccolte al momento della Clayey and calcareous marl
loro completa maturazione, dopo Vine training system:
diraspatura e pigiatura vengono “Raggiera” and/or espalier (Guyot)
Vineyard density:
Il mosto ottenuto fermenta alla 1,600/3,500 vines per hectare
temperatura di 15° C in serbatoi di Harvest time:
acciaio inox End of September, manual harvest
Caratteristiche organolettiche:
Il colore è giallo paglierino intenso,
l odore fruttato ricorda l ananas e la are perfectly ripe followed by
pera matura. Si presenta morbido
al gusto e con un elevata persistenza
aromatica degrees Celsius in stainless steel
vats.
Organoleptic characteristics:
Intense straw yellow colour. Fruity
aroma with pineapple and ripe pear
notes. Supple in the mouth with a
high aromatic persistence
Uve:
Fiano 100%
Zona di produzione:

produzione D.O.C. Taburno


Esposizione e altimetria:
Terreni collinari a 200-600 metri
s.l.m. esposti a sud-est
Grapes: Tipologia del terreno:
100% Fiano Marne argillose calcaree
Production area: Sistema di allevamento:
Area within the Taburno DOC Raggiera e/o spalliera (Guyot)
appellation
Exposure and altitude: 1600/3500 viti per ettaro
Hilly-area, 200-600 metres above Epoca di vendemmia:
sea level, south-east exposure Fine settembre, conduzione del
Soil type: raccolto manuale
Clayey and calcareous marl
Vine training system: Le uve raccolte al momento della
Espalier (Guyot) loro completa maturazione, dopo
Vineyard density: diraspatura e pigiatura vengono
1,600/3,500 vines per hectare
Harvest time: Il mosto ottenuto fermenta alla
End of September, manual harvest temperatura di 15° C in serbatoi di
acciaio inox
Caratteristiche organolettiche:
are perfectly ripe, followed by Il colore è giallo paglierino.

un caratteristico e delicato aroma


degrees Celsius in stainless steel vats di pesca, pera matura e nocciola. Al
Organoleptic characteristics: gusto risulta fresco e dotato di una
buona persistenza aromatica
yellow. Fruity nose, distinguished by
a characteristic and delicate aroma
of ripe peach, pear and hazelnut.

aromatic persistence
Uve:

da Plinio come Aminea Gemina


nella celebre Naturalis Historia per
la forma caratteristica dei grappoli
che si diramano gemelli dallo stesso
raspo) Grapes:
Zona di produzione: 100% Greco (a variety named
Aminea Gemina by Plinius in
produzione D.O.C. Taburno Naturalis Historia due to the shape
Esposizione e altimetria: of the clusters that branch out as
Terreni collinari a 200-600 metri twins from the stem)
s.l.m. esposti a sud-est Production area:
Tipologia del terreno: Area within the Taburno DOC
Marne argillose calcaree appellation
Sistema di allevamento: Exposure and altitude:
Spalliera (Guyot) Hilly-area, 200-600 metres on sea
level, south-east exposure
4000 viti per ettaro Soil type:
Epoca di vendemmia: Clayey and calcareous marl
Fine settembre, conduzione del Vine training system:
raccolto manuale Espalier (Guyot)
Vineyard density:
Le uve raccolte al momento della 4,000 vines per hectare
loro completa maturazione, dopo Harvest time:
diraspatura e pigiatura vengono End of September, manual harvest

Il mosto ottenuto, fermenta alla


temperatura di 15° C in serbatoi di are perfectly ripe, followed by
acciaio inox
Caratteristiche organolettiche:
Il Greco ha un elevata degrees Celsius in stainless steel vats
concentrazione e si distingue per il Organoleptic characteristics:
caratteristico e complesso aroma di Greco is very concentrated. Its
albicocca essiccata, scorze di agrumi aroma is typical and complex, with
e miele dry apricot, citrus peel and honey
notes.
Uve:
Coda di Volpe 100%
(vitigno antico conosciuto dai tempi
di Plinio come Caudas Vulpium
Grapes: Imitata, ben acclimatato alle pendici
100% Coda di Volpe (an ancient del monte Taburno)
grape grown since the time of Zona di produzione:
Plinius and called Caudas Vulpium
Imitata, that is well adapted to the produzione D.O.C. Taburno
Taburno area) Esposizione e altimetria:
Production area: Terreni collinari a 200-600 metri
Area within the Taburno DOC s.l.m. esposti a sud-est
appellation Tipologia del terreno:
Exposure and altitude: Marne argillose calcaree.
Hilly-area, 200-600 metres above Sistema di allevamento:
sea level, south-east exposure Raggiera e/o spalliera (Guyot)
Soil type:
Clayey and calcareous marl 1600/3500 viti per ettaro.
Vine training system: Epoca di vendemmia:
“Raggiera” and/or espalier (Guyot) Fine settembre, conduzione del
Vineyard density: raccolto manuale
1,600/3,500 vines per hectare
Harvest time: Le uve raccolte al momento della
End of September, manual harvest loro completa maturazione, dopo
diraspatura e pigiatura vengono

are perfectly ripe, followed by Il mosto ottenuto fermenta alla


temperatura di 15° C in serbatoi di
acciaio inox
degrees Celsius in stainless steel vats Caratteristiche organolettiche:
Organoleptic characteristics: Il colore è giallo paglierino.

decisamente fruttato. Al sapore è


pieno ed equilibrato e presenta un
is full in the mouth, well-balanced
ben matura
tropical fruit.
Uve:
Falanghina 100%.
Zona di produzione:
Terreni ricadenti nell area di
produzione D.O.C. Taburno
Esposizione e altimetria:
Terreni collinari a 200-600 metri
s.l.m. esposti a sud-est
Tipologia del terreno:
Grapes: Marne argillose calcaree
100% Falanghina Sistema di allevamento:
Production area: Raggiera e/o spalliera (Guyot)
Area within the Taburno DOC
appellation 1600/3500 viti per ettaro
Exposure and altitude: Epoca di vendemmia:
Hilly-area, 200-600 metres above Fine settembre, conduzione del
sea level, south-east exposure raccolto manuale
Soil type:
Clayey and calcareous marl Le uve raccolte al momento della
Vine training system: loro completa maturazione, dopo
“Raggiera” and/or espalier (Guyot) diraspatura e pigiatura vengono
Vineyard density:
1,600/3,500 vines per hectare Il mosto ottenuto fermenta alla
Harvest time: temperatura di 15° C in serbatoi di
End of September, manual harvest acciaio inox
Caratteristiche organolettiche:
Il colore è giallo paglierino intenso,
are perfectly ripe followed by l odore fruttato ricorda l ananas e la
pera matura. Si presenta morbido
al gusto e con un elevata persistenza
degrees Celsius in stainless steel aromatica
vats.
Organoleptic characteristics:
Intense straw yellow colour. Fruity
aroma with pineapple and ripe pear
notes. Supple in the mouth with a
high aromatic persistence
Il Ruscolo è prodotto
esclusivamente con uve di
Falanghina passite su stuoie
Zona di produzione:
Terreni ricadenti nell area di
produzione D.O.C. Taburno
Esposizione e altimetria:
Terreni collinari a 400-450 metri Ruscolo is made exclusively from
s.l.m. esposti a sud-est Falanghina grapes dried on mats.
Tipologia del terreno: Production area:
Marne argillose calcaree Area within the Taburno DOC
Sistema di allevamento: appellation
Spalliera (Guyot) Exposure and altitude:
Hilly area at 400-450 meters above
4500 viti per ettaro sea level, south-east exposure.
Resa per ettaro al rapporto in uva: Soil type:
60 Q/ettaro con 1,3 Kg per pianta Clayey and calcareous marl
Epoca di vendemmia: Vine training system:
Seconda e terza decade di ottobre, Espalier (Guyot)
conduzione del raccolto manuale Vineyard density:
Modalità di appassimento: 4,500 vines per hectare
Su stuoie per 2 -3 mesi Grape yield per hectare:
6 tons/hectare, 1.3 Kgs per vine
Le uve passite vengono sottoposte a Harvest time:
lieve pressatura ed il mosto fermenta Mid-end of October, manual
per 12 mesi in barriques nuove di harvest
rovere Drying of the clusters:
Caratteristiche organolettiche: 2-3 months on mats
Il colore è giallo oro. L odore ricorda

di acacia. Dolce al gusto, presenta


months in new oak barriques
complesso di confettura di agrumi Organoleptic characteristics:
Golden yellow colour. Dates, dried

citrus jam
Uve:
Falanghina 100%
Zona di produzione:

produzione D.O.C. Taburno


Esposizione e altimetria:
Grapes: Terreni collinari a 300-600 metri
100% Falanghina s.l.m. esposti a sud-est
Production area: Tipologia del terreno:
Area within the Taburno DOC Marne argillose calcaree
appellation Sistema di allevamento:
Exposure and altitude: Spalliera (Guyot)
Hilly-area, 300-600 metres above
sea level, south-east exposure 4000/5000 viti per ettaro
Soil type: Resa per ettaro al rapporto in uva:
Clayey and calcareous marl 60-80 Q/ettaro con 1,7 kg per
Vine training system: pianta
Espalier (Guyot) Epoca di vendemmia:
Vineyard density: Seconda e terza decade di ottobre,
4,000/5,000 vines per hectare conduzione del raccolto manuale
Grape yield per hectare:
6-8 tons/hectare, 1.7 Kgs per vine Le uve raccolte surmature vengono
Harvest time: sottoposte a lieve macerazione
Mid-end of October, manual prefermentativa, successivamente
harvest vengono pressate ed il mosto
fermenta per 30 giorni in barriques
di rovere
they are overripe. Brief maceration
with the skins before fermentation, preimbottigliamento:
pressing and fermentation for 30 4 mesi in barriques di rovere
days in oak barriques Caratteristiche organolettiche:
Ageing:
4 months in oak barriques complesso ricorda la frutta secca, le
Organoleptic characteristics:
Golden yellow colour. Complex
aroma, with dry fruit, spicy and
I ROSSI
RED WINES

BUE APIS AGLIANICO PIEDIROSSO


U
Uve:
A
Aglianico 90%, Sangiovese e
M
Merlot 10%
Z
Zona di produzione:

p
produzione D.O.C. Taburno
E
Esposizione e altimetria:
T
Terreni collinari a 200-650 metri
ss.l.m. esposti a sud-est e nord-est Grapes:
TTipologia del terreno: 90% Aglianico, 10% Sangiovese
Marne argillose calcaree
M and Merlot
SSistema di allevamento: Production area:
Raggiera e/o spalliera (Guyot)
R Area within the Taburno DOC
appellation
2000/3500 viti per ettaro Exposure and altitude:
E
Epoca di vendemmia: Hilly-area, 200-650 metres above
Prima decade di ottobre,
P sea level, south-east and north-east
cconduzione del raccolto manuale exposure
Soil type:
Clayey and calcareous marl
Vine training system:
A
Aglianico. Le uve raccolte, dopo “Raggiera” and/or espalier (Guyot)
diraspatura
d e pigiatura vengono Vineyard density:
2,000/3,500 vines per hectare
S
Segue una fermentazione alcolica a Harvest time:
ttemperatura controllata Beginning of October, manual
C
Caratteristiche organolettiche: harvest
È un vino rosato caratterizzato da
oodori fruttati e da una gradevole Albarosa is obtained from the white
ffreschezza al gusto
clusters are destemmed, crushed and

with temperature control follows


Organoleptic characteristics:
It is a rosè wine characterized by
fruity notes and by a pleasant
freshness in the mouth
Uve:
Aglianico
Zona di produzione:
Terreni ricadenti nell area di
produzione D.O.C. Taburno
Esposizione e altimetria:
Terreni collinari a 350 metri s.l.m.
esposti a sud-est
Tipologia del terreno:
Marne argillose calcaree
Grapes: Sistema di allevamento:
Aglianico Raggiera e/o spalliera (Guyot)
Production area:
Area within the Taburno DOC 1600/3500 viti per ettaro.
appellation Epoca di vendemmia:
Exposure and altitude: Inizio ottobre, conduzione del
Hilly-area, 350 metres above sea raccolto manuale
level, south-east exposure
Soil type: I grappoli di uva subiscono
Clayey and calcareous marl un processo di fermentazione
Vine training system: e macerazione carbonica a
“Raggiera” and/or espalier (Guyot) temperatura controllata. Segue una
Vineyard density:
1,600/3,500 vines per hectare Caratteristiche organolettiche:
Harvest time: Il colore è rosso violaceo, l odore
Beginning of October, manual è di lampone e amarena. Morbido
harvest
ciliege e viole
Carbonic fermentation and
maceration of the clusters with
temperature control followed by

Organoleptic characteristics:
Purple red colour. Raspberry and
black cherry notes. Supple in the

cherries and violets


Uve:
Aglianico e Piedirosso
Zona di produzione:

produzione D.O.C. Taburno


Esposizione e altimetria:
Terreni collinari a 200-650 metri
s.l.m. esposti a sud-est e nord-est
Tipologia del terreno:
Marne argillose calcaree Grapes:
Sistema di allevamento: Aglianico and Piedirosso
Raggiera e/o spalliera (Guyot) Production area:
Area within the Taburno DOC
2000/3500 viti per ettaro appellation
Epoca di vendemmia: Exposure and altitude:
Seconda decade di ottobre, Hilly-area, 200-650 metres above
conduzione del raccolto manuale sea level, south-east and north-east
exposure
Le uve raccolte al momento della Soil type:
loro completa maturazione, dopo Clayey and calcareous marl
diraspatura e pigiatura vengono Vine training system:
sottoposte a fermentazione con “Raggiera” and/or espalier (Guyot)
macerazione intensa Vineyard density:
Caratteristiche organolettiche: 2,000/3,500 vines per hectare
Il colore è rosso, caratterizzato Harvest time:
da un profumo fresco di viola Mid-October, manual harvest
e lampone, sostenuto da una
buona acidità ed una giusta
tannicità
and crushing of the clusters the
must ferments with an intense
maceration with the skins
Organoleptic characteristics:
Red colour, Fresh violet and
raspberry notes, good acidity and
well blended tannins
Uve:
Aglianico 90%, Sangiovese
e Merlot 10%
Grapes: Zona di produzione:
90% Aglianico, 10% Sangiovese
and Merlot produzione D.O.C. Taburno
Production area: Esposizione e altimetria:
Area within the Taburno DOC Terreni collinari a 200-650 metri
appellation s.l.m. esposti a sud-est e nord-est
Exposure and altitude: Tipologia del terreno:
Hilly-area, 200-650 metres above Marne argillose calcaree
sea level, south-east and north-east Sistema di allevamento:
exposure Raggiera e/o spalliera (Guyot)
Soil type:
Clayey and calcareous marl 2000/3500 viti per ettaro
Vine training system: Epoca di vendemmia:
“Raggiera” and/or espalier (Guyot) Terza decade di ottobre, conduzione
Vineyard density: del raccolto manuale
2,000/3,500 vines per hectare
Harvest time: Le uve raccolte al momento della
End of October, manual harvest loro completa maturazione, dopo
diraspatura e pigiatura vengono
sottoposte a fermentazione con
macerazione intensa. Segue la
and crushing of the clusters, the fermentazione malolattica in botti
must ferments with an intense tradizionali di rovere e in barriques
maceration with the skins. Malo- di secondo e terzo passaggio
lactic fermentation follows in Caratteristiche organolettiche:
traditional oak casks and in second Il colore è rosso.
and third use barriques
Organoleptic characteristics: da note di frutti rossi, tabacco e
Red colour pepe nero. Al gusto si presenta
Intense aroma with red fruit, morbido con tannini ben fusi
tobacco and black pepper notes. ersistente
Supple in the mouth with well caratterizzato da aromi speziati
blended tannins and a persistent
Uve:
Aglianico 90%, Sangiovese
e Merlot 10%
Grapes: Zona di produzione:
90% Aglianico, 10% Sangiovese
and Merlot produzione D.O.C. Taburno
Production area: Esposizione e altimetria:
Area within the Taburno DOC Terreni collinari a 200-650 metri
appellation s.l.m. esposti a sud-est e nord-est
Exposure and altitude: Tipologia del terreno:
Hilly-area, 200-650 metres above Marne argillose calcaree
sea level, south-east and north-east Sistema di allevamento:
exposure Raggiera e/o spalliera (Guyot)
Soil type:
Clayey and calcareous marl 2000/3500 viti per ettaro
Vine training system: Epoca di vendemmia:
“Raggiera” and/or espalier (Guyot) Terza decade di ottobre, conduzione
Vineyard density: del raccolto manuale
2,000/3,500 vines per hectare
Harvest time: Le uve raccolte al momento della
End of October, manual harvest loro completa maturazione, dopo
diraspatura e pigiatura vengono
sottoposte a fermentazione con
macerazione intensa. Segue la
and crushing of the clusters, the fermentazione malolattica in botti
must ferments with an intense tradizionali di rovere e in barriques
maceration with the skins. Malo- di secondo e terzo passaggio
lactic fermentation follows in Caratteristiche organolettiche:
traditional oak casks and in second
and third use barriques
Organoleptic characteristics: note di frutti rossi, tabacco e pepe
nero. Al gusto si presenta morbido
Intense aroma with red fruit,
tobacco and black pepper notes. persistente caratterizzato da aromi
Supple in the mouth with well speziati
blended tannins and a persistent
Uve:
Piedirosso
Zona di produzione:

produzione D.O.C. Taburno


Esposizione e altimetria:
Terreni collinari a 350 metri s.l.m. Grapes:
esposti a sud-est Piedirosso
Tipologia del terreno: Production area:
Marne argillose calcaree Area within the Taburno DOC
Sistema di allevamento: appellation
Spalliera (Guyot) Exposure and altitude:
Hilly-area, 350 metres above sea
4500 viti per ettaro level, south-east exposure
Epoca di vendemmia: Soil type:
Prima decade di ottobre, Clayey and calcareous marl
conduzione del raccolto manuale Vine training system:
Espalier (Guyot)
Le uve raccolte al momento della Vineyard density:
loro completa maturazione, dopo 4,500 vines per hectare
diraspatura e pigiatura vengono Grape yield per hectare:
sottoposte a fermentazione con 6-8 tons/hectare, 1.2 Kgs per vine
macerazione di 30 giorni. Segue Harvest time:
la fermentazione malolattica e la First ten days of October, manual
maturazione in barriques nuove harvest
di rovere
Caratteristiche organolettiche:
they are perfectly ripe, destemming
fruttato. Al gusto presenta una and crushing, fermentation with
buona concentrazione ed una maceration with the skins for 30
freschezza aromatica di frutta e days. Malo-lactic fermentation and
spezie orientali ageing in new oak barriques
Organoleptic characteristics:
Intense red colour. Fruity aroma.
Concentrated in the mouth with

spices
Uve:
Aglianico 100%
Zona di produzione:
Grapes:
100% Aglianico produzione D.O.C. Taburno
Production area: Esposizione e altimetria:
Area within the Taburno DOC Terreni collinari a 350 metri s.l.m.
appellation esposti a sud-est
Exposure and altitude: Tipologia del terreno:
Hilly-area, 350 metres above sea Marne argillose calcaree
level, south-east exposure Sistema di allevamento:
Soil type: Spalliera (Guyot)
Clayey and calcareous marl
Vine training system: 4500 viti per ettaro
Espalier (Guyot) Epoca di vendemmia:
Vineyard density: Prima decade di novembre,
4,500 vines per hectare conduzione del raccolto manuale
Grape yield per hectare:
6 tons/hectare, 1.2 Kgs per vine Le uve raccolte al momento della
Harvest time: loro completa maturazione, dopo
First ten days of November, manual diraspatura e pigiatura vengono
harvest sottoposte a fermentazione con
macerazione di 30 giorni. Segue
la fermentazione malolattica e la
they are perfectly ripe, destemming maturazione in barriques nuove
and crushing of the clusters, di rovere
fermentation and maceration with Caratteristiche organolettiche:
the skins for 30 days. Malo-lactic Il colore è rosso carico.
fermentation and ageing in new oak
barriques ciliegia nera, la susina matura e la
Organoleptic characteristics: liquirizia. Denso al gusto e con
Intense red colour. Complex tannini ben equilibrati presenta
aroma with black cherry, ripe plum un fondo aromatico persistente di
and liquorice notes. Dense in the tabacco e pepe nero
mouth, well-balanced tannins,
persistent tobacco and black pepper
notes
Zona di produzione:

produzione D.O.C. Taburno


Esposizione e altimetria:
Terreni collinari a 350 metri s.l.m.
esposti a sud-est
Tipologia del terreno:
Marne argillose calcaree
Sistema di allevamento:
Raggiera libera
Epoca di vendemmia:
Prima decade di novembre,
conduzione del raccolto manuale Production area:
Area within the Taburno DOC
Le uve raccolte al momento della appellation
loro completa maturazione, dopo Exposure and altitude:
diraspatura e pigiatura vengono Hilly-area, 350 metres above sea
sottoposte a fermentazione con level, south-east exposure
macerazione di 40 giorni Soil type:
Caratteristiche organolettiche: Clayey and calcareous marl
Vine training system:
ricorda le more ed il ribes nero. Al “Raggiera libera”
gusto è pieno ed equilibrato con Harvest time:
First ten days of November, manual
harvest

when they are perfectly


ripe, destemming, crushing,
fermentation and maceration with
the skins for 40 days
Organoleptic characteristics:
Purple red colour. Blackberry and
black currant aroma. Full in the
mouth and well balanced, blended
Il Bue Apis è prodotto esclusivamente con uve di
Aglianico provenienti da una vigna centenaria
ubicata in contrada Pantanella a circa 1000 metri
dalla cantina del Taburno. Questa vigna testimonia
l’antica presenza dell’Aglianico alle pendici del
monte Taburno. La vinificazione in purezza
dell’uva da essa ottenuta, clone originario del
cosiddetto Aglianico amaro, è uno dei percorsi
che la Cantina del Taburno ha intrapreso per
valorizzare le straordinarie potenzialità di
questo antico vitigno.

Bue Apis is produced exclusivelywith


Aglianico grapes of a vineyard that is more
than a century old located in Contrada
Pantanella; about 1,000 metres from
Cantina del Taburno. This proves
that Aglianico has been grown for an
extremely long time in the area. The
vincation of these grapes, which
are the original clones of the so-
called Aglianico amaro” (bitter
Aglianico), was carried out by
Cantina del Taburno in order
to prove the extraordinary
potential of this ancient
grape variety.
S
GLI PUMANTI
SPARKLING WINES
FOLIUS
FALANGHINA
EXTRA DRY

Uve:
Falanghina 100%
Zona di produzione:
Terreni ricadenti nell’area di
produzione D.O.C. Taburno Grapes:
Esposizione e altimetria: 100% Falanghina
Terreni collinari a 400-650 metri Production area:
s.l.m. esposti a sud-est Area within the Taburno DOC
Tipologia del terreno: appellation
Marne argillose calcaree Exposure and altitude:
Sistema di allevamento: Hilly-area, 400-650 metres above
Raggiera e/o spalliera sea level, south-east exposure
Densità dell’impianto: Soil type:
1600/3500 viti per ettaro Clayey and calcareous marl
Epoca di vendemmia: Vine training system:
Metà settembre, conduzione del “Raggiera” and/or espalier
raccolto manuale Vineyard density:
Tecnica di vinificazione: 1,600/3,500 vines per hectare
Le uve raccolte con leggero anticipo, Harvest time:
dopo diraspatura e pigiatura Mid-September, manual harvest
vengono sottoposte a pressatura Vinification:
soffice, solo la prima frazione di The grapes are harvested slightly
mosto fiore viene fermentato a early. Destemming and crushing
bassa temperatura. Il metodo di of the clusters followed by soft
spumantizzazione utilizzato è pressing. Only the free-run must
“Charmat” ferments at a low temperature.
Maturazione: This sparkling wine is made with
Dopo la presa di spuma rimane the “Charmat” method
almeno per due mesi sui lieviti Maturation on the lees:
(sur lies) After the “prise de mousse” (second
Caratteristiche organolettiche: fermentation) the wine rests for at
Colore giallo paglierino con least two months on the lees
netti riflessi verdognoli. L’odore Organoleptic characteristics:
gradevolmente complesso in Straw yellow colour with greenish
cui si possono cogliere gli aromi nuances. The aroma is pleasantly
del vitigno in equilibrio con le complex with notes that are
sensazioni di lievito (crosta di typical of the grape varietal and
pane). Al gusto risulta fresco, dotato that are well blended with yeasty
di una buona persistenza aromatica notes (bread crust). Fresh in the
mouth with a good aromatic
persistence
LE GRAPPE
GRAPPA
Tipologia:
Grappa invecchiata in barriques
Uve:
Aglianico
Zona di produzione:

produzione D.O.C. Taburno


Descrizione:
Grappa monovarietale, ottenuta
tramite distillazione a vapore con
alambicco discontinuo e dalle
vinacce di Aglianico
Maturazione:
In barriques di quercia francese
Gradazione alcolica: Type of grappa:
40% Aged in barriques
Caratteristiche organolettiche: Grape variety:
Il colore è giallo tendente all’ambra Aglianico
e cristallino. È caratterizzato da Production area:
un corpo deciso, una struttura Area within the Taburno DOC
elegante, con note dolci di vaniglia, appellation
cocco e frutta secca Description:
Temperatura di servizio: Monovarietal grappa, made by
12-20°C steam-distilling Aglianico pomace
in a discontinuous still
Ageing:
In French oak barriques
Alcohol strength:
40%
Organoleptic characteristics:

amber and crystal-clear.


Full-bodied, harmonic and elegant
structure, with sweet notes such as
vanilla, coconut and dried fruit
Serving temperature:
12-20°C
Tipologia:
Grappa invecchiata in barriques
Uve:
Aglianico
Zona di produzione:

produzione D.O.C. Taburno


Descrizione:
Grappa monovarietale, ottenuta
tramite distillazione a vapore con
alambicco discontinuo e dalle
vinacce di Aglianico
Maturazione:
In barriques di quercia Slovacca
Type of grappa: Gradazione alcolica:
Aged in barriques 42%
Grape variety: Caratteristiche organolettiche:
Aglianico Il suo corpo deciso, la struttura
Production area: elegante ed armonica il suo aroma
Area within the Taburno DOC dolce di vaniglia, cocco e frutta
appellation secca, la rendono ricca, avvolgente
Description: e delicata
Monovarietal grappa, made by Temperatura di servizio:
steam-distilling Aglianico pomace 12-20°C
in a discontinuous still
Ageing:
In Slovakian oak barriques
Alcohol strength:
42%
Organoleptic characteristics:
Full in the mouth, with an elegant
and harmonic structure, the sweet
aroma with vanilla, coconut and
dried fruit notes make it rich,
enveloping and delicate
Serving temperature:
12-20°C
Dalla distillazione a vapore con alambicco discontinuo e dalle vinacce di
Falanghina e di Aglianico nascono le nostre grappe.
Sono caratterizzate da una personalità decisa, capace di sedurre il palato con
la sua classica trasparenza. Morbide al gusto sono caratterizzate da un aroma
delicato e persistente.
Ottime a temperatura ambiente.

Our grappa is made by steam distilling Falanghina and Aglianico pomace in


a discontinuous still. It is a clear and classical grappa with a strong personality
able to seduce the palate. It is supple in the mouth and characterized by a delicate
and persistent aroma.
Excellent at room temperature.

GRAPPA DI AGLIANICO

Uve: Grape variety:


Aglianico Aglianico
Gradazione alcolica: Alcohol strength:
Alc. 45%Vol Alc. 45%Vol
Formati: Sizes:
500ml e 700ml 500ml and 700ml

GRAPPA DI FALANGHINA

Uve: Grape variety:


Falanghina Falanghina
Gradazione alcolica: Alcohol strength:
Alc. 42%Vol Alc. 42%Vol
Formati: Sizes:
500ml 500ml
InInuna
unadelle
dellepiù
piùprestigiose
prestigioseeestoriche
storichezone
zonedeldelChianti
ChiantiClassico,
Classico,compresa
compresafrafrai communi
i communidi diCastelli-
Castellina
innaChianti,
in Chianti,
GaioleGaiole in Chianti
in Chianti e Radda
e Radda in Chianti,
in Chianti, 17 agricoltori,
17 agricoltori, nel 1961,
nel 1961, si sonosi riuniti
sono perriuniti per
associarsi
eassociarsi
formare un e formare
gruppo uncongruppo
unicacon unica alstruttura
struttura fine di almigliorare
fine di migliorare
la qualitàla delle
qualitàloro
delleproduzioni,
loro produzi-
la loro
oni, la loro immagine e incrementare la commercializzazione
immagine e incrementare la commercializzazione dei loro prodotti. dei loro prodotti.

Graziealal lavoro,
Grazie lavoro, per
per ogni
ogni ambito,
ambito, didiununteam
teamdidiesperti
espertiè possibile
è possibileottenere
ottenereciòciò
cheche
singolarmente
singolarmente
sarebbe più difficile: una migliore gestione e coltivazione dei vigneti, una cantina e delle
sarebbe più difficile: una migliore gestione e coltivazione dei vigneti, una cantina e delle attrezzatureattrezzature
enologichepiù
enologiche piùmoderne,
moderne,una unarete
retedi dicommercializzazione
commercializzazione piùpiù ampia
ampia e capillare.
e capillare. L’immagine
L’immagine dei dei
diversi
diversi prodotti viene così fortemente
prodotti viene così fortemente accresciuta. accresciuta.

OggiAgricoltori
Oggi Agricoltoridel
delChianti
ChiantiGeografico
Geograficosono
sonoarrivati
arrivatiadad essere
essere ottanta,
ottanta, concon
unauna rappresentanza
rappresentanza di
di piccoli
piccoli e medi viticoltori le cui proprietà sono collocate nelle zone di produzione più prestigiose
e medi viticoltori le cui proprietà sono collocate ain alcune delle zone di produzione più prestigiose della
della Toscana dal Chianti Classico, al Brunello di Montalcino, dal Nobile di Montepulciano alla
Toscana.
Vernaccia di San Gimignano.
Un grande marchio che non solo rappresenta il territorio più storico del Chianti, ma porta in sé una
vocazionalità straordinaria alla produzione di vini di alta qualità. Un esempio su tutti il Contessa di Radda
Chianti Classico, un marchio icona di questa storica denominazione.
Le Mire, Bianco Toscana IGT e Rosso Toscana IGT nascono in parte della fascia collinare della provincia di Siena e tra l’elenco dei comuni che contribuis-
cono all’uvaggio di questi vini vi si trovano alcuni appartenenti alla zona del Chianti Classico, come: Gaiole in Chianti, Castellina in Chianti, Radda in Chianti e
Castelnuovo Berardenga.

Le Mire Le Mire
Bianco Toscana IGT Rosso Toscana IGT

Toscana Toscana
IGT IGT

Zona di Produzione: Toscana IGT Zona di Produzione: Toscana IGT

Uvaggio: Trebbiano 90% - Chardonnay 10% Uvaggio: Sangiovese 70% - Merlot 30%

Affinamento: Conservato in cantina a tem- Affinamento: 4-6 mesi nei serbatoi di


peratura costante di 12°C, stabilizzato nei locali cemento che permettono una ossigenazione
di refrigerazione fino all’imbottigliamento. del vino graduale come il legno, ma senza le
cessioni saporite di quest’ultimo.
Alc.: 12,5 %
Alc.: 12,5 %

Note degustative: Note degustative:


Colore giallo paglierino tenue con riflessi Molto fine ed elegante, con profumi fruttati,
verdognoli, profumi freschi, intensi e floreali ed note di ribes rosso e prugna. Di buona struttura,
un gusto molto vivace, leggero, estremamente equilibrato e con tannini morbidi.
piacevole.

Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 12°C. Temperatura di servizio: 16°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


Nel panorama vinicolo toscano la Vernaccia occupa un ruolo di grande importanza, frutto di una tradizione che risale alla metà del XIII secolo. All’ombra della
famosa città medievale di San Gimignano nasce quello che può essere definito il bianco più famoso della regione Toscana, il primo dei vini Toscani a ricevere
il riconoscimento della DOCG. La Vernaccia di San Gimignano viene prodotta esclusivamente nei vigneti situati in terreni collinari del comune di San Gimigna-
no. L’altra denominazione storica dell’area senese, il Chianti Colli Senesi, va a completare questa linea da sempre legata alla nostra cantina Geografico di San
Gimignano sita in località Borgo alla Terra.

Borgo alla Terra Borgo alla Terra


Vernaccia di San Gimignano DOCG Chianti Colli Senesi DOCG

Area vernaccia
di San Gimingano Area Chianti
DOCG Colli Senesi
DOCG

Zona di Produzione: Zona di Produzione: Area DOCG Chianti


San Gimignano Sottozona Colli Senesi

Uvaggio: 100% Vernaccia di San Gimignano Uvaggio: Sangiovese 90% - Canaiolo 10%

Affinamento: Conservato in cantina a tem- Affinamento: 9 mesi nei serbatoi


peratura costante di 12°C, stabilizzato nei locali di cemento che permettono una ossigenazione
di refrigerazione fino all’imbottigliamento. del vino graduale come il legno, ma senza le
cessioni saporite di quest’ultimo.
Alc.: 12,5 %
Alc.: 13 %

Note degustative: Note degustative:


Una vibrante espressione di Vernaccia di San Ha un colore rosso rubino tendente al granato
Gimignano che si apre con un profumo di con l’invecchiamento, profumi intensi, fruttati e
fiori selvatici e frutta tropicale. Al palato risulta vinosi. In bocca si presenta asciutto ed armonico.
rinfrescante e brillante, con note di mela giala,
agrumi e una nota di nocciola al fianco di
un’acidità vivace.
Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 12°C. Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


Fino dal XIII secolo la regione storicamente e geograficamente denominata “CHIANTI” era quella che comprende i comuni di Gaiole, Radda e Castellina.Tuttavia di
recente altri territori situati fuori da questi confini, ma del tutto analoghi per la qualità del terreno, per i tipi di vitigni coltivati e per le caratteristiche dei vini prodotti,
sono stati aggiunti alla zona originaria per formare la “Zona del Chianti”.

Capofosso Capofosso
Chianti DOCG Chianti Riserva DOCG

Area Area
Chianti DOCG Chianti DOCG

Zona di Produzione: Area DOCG Chianti Zona di Produzione: Area DOCG Chianti

Uvaggio: Sangiovese 90%, Canaiolo 10% Uvaggio: Sangiovese 95%, Merlot 5%

Affinamento: 9 mesi nei serbatoi Affinamento: 12 mesi nei serbatoi


di cemento che permettono una ossigenazione di cemento che permettono una ossigenazione
del vino graduale come il legno, ma senza del vino graduale come il legno,
interferire con il suo profilo aromatico. ma senza interferire con il suo profilo aromatico.

Alc.: 12,5 % Alc.: 13 %

Note degustative: Note degustative:


Colore rosso rubino tendente al granato. Pane tostato, caffè, con aromi di frutta a bacca
Profumo persistente ed etereo con distinte note nera. Il palato Riserva Capofosso offre prugna
speziate. Ben strutturato, morbido ed elegante matura, amarena, spezie e caffè. Bilanciato, con
al palato. acidità e tannini morbidi ben integrati e finale
persistente.

Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C. Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


Fino dal XIII secolo la regione storicamente e geograficamente denominata “CHIANTI” era quella che comprende i comuni di Gaiole, Radda e Castellina.Tuttavia di
recente altri territori situati fuori da questi confini, ma del tutto analoghi per la qualità del terreno, per i tipi di vitigni coltivati e per le caratteristiche dei vini prodotti,
sono stati aggiunti alla zona originaria per formare la “Zona del Chianti”.

Chianti Classico Lucignano


DOCG Chianti Classico DOCG

Area Area
Chianti Classico Chianti Classico
DOCG DOCG

Zona di Produzione: Area DOCG del Zona di Produzione: Area DOCG del
Chianti Classico Chianti Classico
Uvaggio: Sangiovese 90% - Canaiolo 10% Uvaggio: Sangiovese 90% - Canaiolo 10%

Affinamento: Affinato in grandi botti di rovere Affinamento: Affinato in grandi botti di rovere
(capacità HL100) e nei serbatoi di cemento (capacità HL100) e nei serbatoi di cemento
per 3 mesi. per 3 mesi.

Alc.: 13% Alc.: 13 %

Note degustative:
Sulla base di Sangiovese con una piccola Note degustative:
percentuale di Canaiolo, Chianti Classico si Si presenta con profumo floreale, con un
apre con aromi di ribes, ciliegia e delicate note accento intenso di mammola. Gusto armonico
speziate. Piacevole al palato, offre sensazioni di ed equilibrato. Asciutto e leggermente tannico.
amarena, chiodi di garofano. Un vino equilibrato,
con tannini medi e ben integrati e con note
fruttate sul finale.
Abbinamenti Consigliati:
Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C. Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


Chianti Classico Riserva Montegiachi prende il nome da un omonimo castello fortilizio del XV secolo che si trova nel comune di Castelnuovo
Berardenga nella provincia di Siena. Il Montegiachi sta al centro della filosofia degli Agricoltori del Geografico che portano un esempio remarcabile
di valorizzazione della tipicità del sangiovese e del territorio, con particolare atenzione di mettere in evidenza le peculiarità di un singolo sottozona,
in questo caso, Castelnuovo Berardenga.

Montegiachi
Chianti Classico Riserva DOCG

Il Chianti Classico Riserva Montegiachi dimostra


l’influenza che un determinato luogo di produzione,
in questo caso caratterizzato da un terreno
alluvionare a prevalenza di calcari, può avere sul Area
Sangiovese. Ci troviamo di fronte alla concreta Chianti Classico
testimonianza che le specificità di un territorio, DOCG
se ben preservate e valorizzate, si riflettono sulle
caratteristiche organolettiche di un vino.

Zona di Produzione: Area DOCG del


Chianti Classico

Uvaggio: Sangiovese 95%, Colorino 5%

Affinamento: 24 mesi in tonneaux, 3 messi


in bottiglia.

Alc.: 13,5 %

Note degustative:
Riserva Montegiachi si presenta di colore rosso
rubino brillante e con vivaci aromi di frutti di
bosco, ribes freschi e accenni floreali. Al naso
è armonioso e misurato in intensità. Al palato,
il vino si presenta fresco, con note minerali,
tannini consistenti, ben integrati e finale lungo e
persistente.
Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L, 1,5 L


Confezione magnum in cassetta di legno
Il Chianti Classico Contessa di Radda prende il suo nome dalla contessa Willa, madre del celebre marchese Ugo di Toscana, citato da Dante
Alighieri nella Divina Commedia come il “Gran Barone”. Alla Contessa si deve la fondazione, nel 978, del più antico monastero benedettino di
Firenze, la Badia Fiorentina. Il primo documento ufficiale in cui viene citata Radda, infatti, è proprio un diploma risalente al 1002, con il quale
l’Imperatore Ottone III confermava una donazione, effettuata dalla Contessa alla Badia Fiorentina, di alcuni dei territori del Chianti, tra cui Radda.
La storia del Chianti Classico Contessa di Radda è sinonimo di tradizione e di legame col territorio: dal 1978, anno della sua prima vendemmia,
viene prodotto con una selezione di uve provenienti dai vigneti di Radda in Chianti, nell’area del Chianti Classico, direttamente dai Viticoltori del
Chianti Geografico.

Contessa di Radda Contessa di Radda


Chianti Classico DOCG Chianti Classico Riserva DOCG

Area Area
Chianti Classico Chianti Classico
DOCG DOCG

Zona di Produzione: Area DOCG del Chianti Zona di Produzione: Area DOCG del Chianti
Classico - Radda in Chianti Classico - Radda in Chianti
Uvaggio: Sangiovese 90% - Canaiolo 5% Uvaggio: Sangiovese 90% - Canaiolo 5%
Colorino 5% Colorino 5%
Affinamento: 10 mesi in botti di rovere, 6 Affinamento: 24 mesi in botti di rovere,
mesi in barrique, 4 mesi in bottiglia.
6 mesi in bottiglia.
Alc.: 13 %
Alc.: 13,5 %

Note degustative: Note degustative:


Con un aspetto di intenso colore rosso rubino, Colore rosso rubino intenso con riflessi brillanti.
Contessa di Radda si apre con aromi di mora Al naso, note di foglia di tè, violetta e frutti a
matura, ed un tocco di spezie esotiche. Al palato bacca nera. Naso profondo con accenti minerali.
offre piacevoli note di amarena, cedro e pepe Al palato, pieno, fresco, profondo, speziato, lascia
nero al fianco di tannini morbidi con un finale ricordi di prugna, ciliegia ed una piccola scia
ricco di frutta rossa. salata e minerale. Chiude con finale elegante e
persistente.
Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C. Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


Con il termine “Super Tuscan” si intende un vino rosso, prodotto con l’utilizzo di vitigni internazionali, concepito in stile moderno, sfruttando al meglio
le peculiarità del proprio territorio, lavorando in vigna, adoperando piccole botti di rovere e sopratutto concedendosi la massima libertà nell’uso
di vitigni. Al Geografico, nasce prima il Ferraiolo, blend di Sangiovese e Cabernet Sauvignon, con uscita nel 1987 e poi Pulleraia, nel 1997, un
merlot in purezza delle zone di Massa Marittima.

Pulleraia Ferraiolo
Toscana IGT Toscana IGT

Toscana Toscana
IGT IGT

Zona di Produzione: Toscana IGT Zona di Produzione: Toscana IGT

Uvaggio: Merlot 100% Uvaggio: Sangiovese 70%


Cabernet Sauvignon 30%
Affinamento: 12 mesi in barriques,
12 mesi in bottiglia. Affinamento: 12 mesi in barriques,
12 mesi in bottiglia.
Alc.: 13,5 %
Alc.: 13,5 %

Note degustative:
Note degustative:
Pulleraia offre sontuosi aromi di more, mirtilli,
Pulleraia offre sontuosi aromi di more, mirtilli,
spezie e vaniglia con sentori di cioccolato e
spezie e vaniglia con sentori di cioccolato e
di erbe secche. Al palato presenta una trama
di erbe secche. Al palato presenta una trama
morbida e setosa, sostenuta da tannini dolci, con
morbida e setosa, sostenuta da tannini dolci,
un finale lungo e carico di frutta rossa.
con un finale lungo e carico di frutta rossa. Si
Si consiglia la decantazione per permettere al
consiglia la decantazione per permettere al vino
vino di esprimere appieno le sue caratteristiche.
di esprimere appieno le sue caratteristiche.
Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C - 20°C. Temperatura di servizio: 18°C - 20°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


Agricoltori del Chianti Geografico propongono due tipologie di vini sulla base di sangiovese, caratterizzati da un moderno, alto stile di bevibilità.
Campo Vernino è un Morellino di Scansano, il vino per eccellenza della Maremma, seducente e morbido. Bosco del Grillo è un rosso a base
sangiovese, che grazie al metodo di vinificazione “governo” toscano si presenta come un vino dinamico e fresco.

Bosco del Grillo Campo Vernino


Governo all’uso toscano IGT Morellino di Scansano DOCG

Toscana Toscana
IGT IGT

Zona di Produzione: Toscana IGT Zona di Produzione: Area DOCG del


Morellino di Scansano
Uvaggio: Sangiovese 80%, Merlot 10%,
Colorino 5%, Cabernet Sauvignon 5% Uvaggio: Sangiovese 90%, Merlot 5%,
Cabernet Sauvignon 5%
Affinamento: Bosco del Grillo è il risultato
del metodo Governo all’uso Toscano, metodo Affinamento: In acciaio per 4 mesi,
che consiste nel porre il 10% dell’uva ad con affinamento in bottiglia per 3 mesi.
appassire, le stesse saranno addizionate al vino
nuovo dopo opportuna pigiatura, entro il mese Alc.: 13,5 %
di dicembre.Viene poi conservato in cantina a
temperatura controllata fino all’imbottigliamento.
Alc.: 13 % Note degustative:
Di colore rosso rubino carico e un bouquet fine
Note degustative: ed etereo, con sfumature di mammola e ciliegia.
Vino rosso rubino con marcate note di frutta Al palato risulta asciutto, caldo e leggermente
matura, ciliegia, con un elegante tocco floreale tannico.
di violetta. Vino generoso, corposo, morbido ed
armonioso.
Abbinamenti Consigliati:
Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C. Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


Montepulciano esprime tutto il potenziale di una regione tramite il suo vino iconico, il Vino Nobile di Montepulciano. Ben strutturato, con longevità
e dai profumi intensi, ma non esagerati, esprime fedelmente le profonde radici toscane e l’antico legame tra la terra e l’uomo. Nasce solo in
una zona molto ristretta nel comune di Montepulciano (Siena) da un attento dosaggio di uve Prugnolo Gentile, Canaiolo Nero, Colorino e Merlot.

Cerraia
Vino Nobile di Montepulciano DOCG

Area
Vino Nobile di
Montepulciano
DOCG

Zona di Produzione: Area DOCG del


Vino Nobile di Montepulciano
Uvaggio: Prugnolo Gentile 85%
Colorino, Canaiolo Nero, Merlot 15%
Affinamento: 21 mesi in botti di rovere
e 3 mesi di affinamento in bottiglia.
Alc.: 13,5 %

Note degustative:
Brillante e limpido, con intensità di colore. Aromi
di lampone e mora al naso, si presenta con un
palato frutatto, marcato da note tipiche di frutta
rossa, lampone, ciliegia e ribes. Medio corpo,
con tannini dolci e brillante acidità. Il finale è
persistente e fruttato.

Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L


Situato appena sotto l’area del Chianti si trova la regione di Montalcino. Sulla base del clone di Sangiovese, i vini di Montalcino sono
tra i vini più pregiati e da collezione in tutta Italia. Con uno dei più caldi e aridi climi in Toscana, Rosso e Brunello di Montalcino si
caratterizano dal colore intenso e dal corpo pieno, con un alta acidità e tannini consistenti.

Rosso di Montalcino Brunello di Montalcino


DOC DOCG

Area Area
Montalcino Montalcino
DOC DOCG

Zona di Produzione: Area DOC Rosso Zona di Produzione: Area DOCG Brunello di
Montalcino Montalcino

Uvaggio: Sangiovese 100% Uvaggio: Sangiovese 100%

Affinamento: 10 mesi in botti di rovere e Affinamento: 24 mesi in botti di rovere di


3 mesi di affinamento in bottiglia. Slavonia e 6 mesi di affinamento in bottiglia.

Alc.: 13,5 % Alc.: 14 %

Note degustative:
Note degustative: Brunello di Montalcino si presenta come un vino
Medio corpo, intensamente fruttato, con i sapori corposo e amabile allo stesso tempo, capace
persistenti di frutti rossi, grande struttura e di sprigionare un perfetto equilibrio di sapori di
vibrante acidità. frutta e spezie: prugna e more, tabacco e chiodi
di garofano si fondono per offrire un’ esperienza
di degustazione davvero straordinaria. Vino
robusto, deciso alla prima boccata, capace di
regalare note piacevolmente morbide e dolci al
Abbinamenti Consigliati: retrogusto.
Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C.


Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


Agricoltori del Chianti Geografico propone due specialità intimamente correlate alla cultura e alla storia dela regione Toscana: il Vin Santo del
Chianti e la Grappa del Chianti “Contessa di Radda”. Il Vinsanto è frutto di sceltissimi grappoli di Trebbiano e Malvasia; di colore ambrato e sapore
corposo è l’accompagnamento perfetto ai tradizionali cantucci toscani. La Grappa Contessa di Radda porta sentori di frutta secca, vaniglia, spezie
e tabacco; gli aromi complessi ed il sapore intenso ne fanno un distillato invitante dopo cena.

Vin Santo Contessa di Radda


del Chianti DOC Grappa Invecchiata di Chianti Classico

Area Area
Chianti Chianti Classico
DOCG

Zona di Produzione: Area Chianti Zona di Produzione: Area del Chianti


Classico DOCG
Uvaggio: Trebbiano 80% - Malvasia 20% Uvaggio: Vinacce della selezione Chianti
Affinamento: 52 mesi in caratelli da 5HL Classico Contessa di Radda

Alc.: 15,5 % Affinamento: 12 mesi in Botti di Rovere


Alc.: 42 %

Note degustative: Note degustative:


Il vino si presenta di colore giallo oro tendente Si presenta molto limpida, con profumo intenso,
all’ambrato, con profumi intensi e persistenti, elegante con tipici edevidenti sentori floreali e
fruttati, e con un gusto rotondo, vellutato, dolce, fruttati. Il gusto è armonico, caldo pieno e molto
con forti sentori di frutta secca. equilibrato.

Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:


Pasticceria Secca. Cioccolata fondente

Temperatura di servizio: 12°C - 14°C. Temperatura di servizio: 8 - 10°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,7 L


Mario Piccini con il figlio Michelangelo
Fattoria Valiano è situata nel cuore dell’area di produzione del Chianti Classico, nel comune di Castelnuovo Berardenga, a
pochi passi da Siena. Da un’accurata ricerca storica si apprende che Valiano deriva dal nome di un antico condottiero
romano, che al tempo delle Guerre Galliche, ebbe assegnate, secondo i dettami della Lex Julia, queste Terre per i suoi
particolari meriti sul campo di battaglia.

Valiano si estende su una superficie totale di 230 ettari, di cui 70 sono a vigneto specializzato. Le varietà coltivate sono
il Sangiovese, il Cabernet Sauvignon, il Cabernet Franc, il Merlot e lo Chardonnay.

La produzione del Chianti Classico rappresenta l'anima della tenuta. Tra i vini prodotti, due Chianti Classici sono provenienti
dai singoli vigneti. Alla produzione del Chianti Classico, Valiano è orgogliosa di proporre due progetti molto speciali: Donna
di Valiano, un Chardonnay in purezza e Vino in Musica, il vino creato dalla terza generazione della famiglia Piccini.

I vigneti si trovano ad una altezza media di 350-400 mt s.l.m., con esposizione sud-ovest, su un suolo prevalentemente
composto da galestro e scheletro. La particolare posizione dei vigneti, il suolo ed il clima contribuiscono a creare le
condizioni ottimali per dar vita a vini di grande spessore qualitativo. Particolare cura viene dedicata anche alla coltura
dell’olivo con impianti estesi su 7 ettari.

“Valiano è la casa della nostra famiglia, la nostra eredità è il mio sogno. Valiano è il sogno che inseguo da quando ero
giovane. Certo, giovane abbastanza da poter bere alle nostre cene di famiglia. Una volta, mio padre mi passò un bicchiere
di vino e mi chiese cosa ne pensassi. Ricordo con chiarezza la sorpresa di quell’assaggio: dolce e tannico, sapido e acido,
tutto così perfettamente integrato, in un equilibrio mai sentito prima.

Quel ricordo che porto con me da allora e che cerco sempre di rivivere, è la conferma più grande che il vino è qualcosa
che vive, materia fluida in continua evoluzione verso un punto di perfezione. Tutto quello che faccio è guidato dal desiderio
di rivivere quel momento e di condividere con altri la gioia e lo stupore che può provocare un calice di perfezione.” Mario
Piccini, la quarta generazione della Famiglia Piccini.
il Chianti Classico Poggio Teo e la Gran Selezione 6.38 sono i due vini provenienti da singoli vigneti della tenuta: i 7 ettari del vigneto Poggio Teo si
trovano ad un’altitudine più elevata rispetto al resto dei vigneti, situato a 400m s.l.m. con eccellente esposizione a sud-est. 6.38 è l’appezzamento
vitato dove nasce il nostro Chianti Classico Gran Selezione, ad un altitudine di 350m s.l.m. con esposizione sud-ovest. I 6.38 ettari di vigneto
furono piantati nel 1998, con una densità di impianto di 4200 piante per ettaro.

Poggio Teo 6.38 Gran Selezione


Chianti Classico DOCG Chianti Classico DOCG

Area Area
Chianti Classico Chianti Classico
Castelnuovo B. Castelnuovo B.
DOCG DOCG

Zona di Produzione: Area DOCG del Zona di Produzione: Area DOCG del
Chianti Classico - Castelnuovo Berardenga Chianti Classico - Castelnuovo Berardenga

Uvaggio: Sangiovese 90% Merlot 10% Uvaggio: 90% Sangiovese, 7% Cabernet


Sauvignon, 3% Merlot
Affinamento: 12 mesi in botti di rovere, Affinamento: 18 mesi in botti di rovere
3 mesi in barrique, 3 mesi in bottiglia. francese (10-20hl) per il Sangiovese, 18 mesi
in barriques per il Merlot, 4 mesi in bottiglia.
Alc./Vol.: 13,5 %
Alc./Vol.: 14 %

Note degustative:
Colore rosso rubino di notevole intensità, un cru Note degustative:
di stile ed eleganza che interpreta la Berardenga Colore porpora trasparente e finissimo, naso
in chiave ricca ma fresca con una dolcezza in cui emergono subito spezie piccanti, frutti di
sottile. Naso con note di ciliegie rosse, ribes bosco scuri, scorza di zenzero e arancio, sandalo
nero, pepe nero, alloro e menta. Una pienezza di e anice che aprono la strada ad una bella nota
gusto che prosegue al palato, dove l’estratto e la di visciola che prosegue fresca fino al palato
vecchia vigna fanno emergere un tratto ferroso che è succoso ed elegante, con piccantezza
minerale ben assecondato da un tannino ricco e e carattere deciso. Tannini fitti con chiusura tra
capace di intriganti evoluzioni in futuro.
pepe nero e cacao amaro, tabacco e liquirizia.
Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 20°C. Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L - 1,5 L


Il nostro obiettivo a Valiano è quello di produrre vini eleganti, che rispecchino la Toscana e le tipicità di ogni singolo vigneto. I nostri vini si presentano
con una forma classica e ognuno di essi esprime le caratteristiche del vitigno in relazione con il suo territorio d’origine.

Chianti Classico
DOCG

Area
Chianti Classico
Castelnuovo B.
DOCG

Zona di Produzione: Area DOCG del


Chianti Classico - Castelnuovo Berardenga

Uvaggio: 95% Sangiovese 5% Merlot

Affinamento: 9 mesi in botti di rovere.

Alc.: 13,5 %

Note degustative:
Colore rosso rubino fresco e intrigante, fruttato
ricco e fresco con note di ciliegie mature, ribes
rosso, lamponi e fragole, floreale di campo e
viole, cenno di tabacco e liquirizia, tutto giocato
su toni caldi e solari, rassicuranti classici della
Berardenga. L’ingresso in bocca è sorprendente
per freschezza e sapidità con i tannini chiantigiani
che sostengono il corpo di media caratura e
danno ritmo e buona lunghezza.
Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L


Valiano è orgogliosa di proporre due progetti molto speciali: Donna di Valiano e Vino in Musica. Unico vino bianco di un territorio dedito ai vini
Chianti Classico, Donna di Valiano è il tributo che Martina Piccini, la più giovane della IV generazione della famiglia, ha dedicato alle generazioni di
donne che l’hanno preceduta. Vino in Musica nasce nel 1996 da un’idea di Pierangelo Piccini, guida della terza generazione della famiglia, ispirata
dall’arte di Giuseppe Chiari. Dell’artista sono infatti le opere rappresentate nelle 6 diverse etichette di Vino in Musica.

Donna di Valiano Vino in Musica


Toscana IGT Toscana IGT

Area
Chianti Classico Toscana
Castelnuovo B. IGT
DOCG

Zona di Produzione: Area DOCG del Zona di Produzione: Area DOCG del
Chianti Classico - Castelnuovo Berardenga
Chianti Classico - Castelnuovo Berardenga
Uvaggio: 90% Chardonnay, 10% Sauvignon
Blanc Uvaggio: 50% Sangiovese,
50% Cabernet Sauvignon
Affinamento: Conservato in cantina a tem-
peratura costante di 12°C, stabilizzato nei locali Affinamento: 12 mesi in botti di rovere,
di refrigerazione per almeno 5 mesi. 3 mesi in barrique, 3 mesi in bottiglia.
Alc.: 13 %
Alc.: 14 %
Note degustative:
Colore giallo paglierino con riflessi verdi, naso Note degustative:
con floreale di biancospino e robinia, sambuco, In linea con il suo tema musicale, Vino in Musica
anice, menta e tocchi agrumati, frutto dolce si mostra armonico ed equilibrato, concentrato
e speziato di arancio giallo e pesca, susina
bianca. In bocca è sapido e dolce in un bel e corposo al palato, con un finale persistente. Al
contrasto che anima il palato rinfrescando la naso speziato con delicate note floreali, frutta
beva e allungando la sua persistenza nel floreale rossa, sentori minerali e caffè.
e nel frutto con una freschezza che termina con
una traccia balsamica tra mentuccia e timo.
Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 12°C. Temperatura di servizio: 20°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


in cassetta di legno da 6 bottiglie.
Nella produzione del Brunello cerchiamo di seguire le regole della semplicità, dell’equilibrio e della tradizione. La nostra
ambizione è quella di rispettare al massimo il binomio vitigno-territorio pur nella differenza che ogni annata porta con sé.
Questo per noi significa soprattutto non cercare la massima estrazione, la concentrazione esasperata ed i sapori forti, ma
piuttosto l’equilibrio e l’armonia, esaltando i caratteri del Sangiovese nel suo territorio di eccellenza, Montalcino.

I 12 ettari della tenuta Villa alal Cortile


Cortile sono
sono suddivisi
suddivisi fra
fra gli
gli 8ha
8ha didi Montesoli,
Montesoli, a Nord di Montalcino, e i 4ha di Lavacchio, nel
versante che
a sud-ovest di Montalcino. L’area di Montalcino non è ufficialmente
si trova a sud-ovest di Montalcino. L’area di Montalcino non è ufficialmente suddivisa insuddivisa
sottozone,in tuttavia vi sono
sottozone, nette
tuttavia vi
differenze
sono nettefra i vari versanti,
differenze fra i variedversanti,
in particolare fra la partefranord-est
ed in particolare la parteenord-est
la parte esud-ovest, che donano
la parte sud-ovest, chealdonano
vino carat- teristiche
al vino carat-
sensibilmente
teristiche diverse tradiverse
sensibilmente loro grazie
tra loroaigrazie
dei diversi
ai dei microclimi e tipi die tipi
diversi microclimi suolo. I vigneti
di suolo. nell’area
I vigneti settentrionale
nell’area hanno
settentrionale una
hanno
esposizione
una nordnord
esposizione e nord-est,
e nord-est, concon temperature
temperature medie
mediepiùpiùfresche,
fresche,che
chedidisolito
solitodanno
dannouna unaacidità
acidità più
più rilevante, elemento
rilevante, elemento
fondamentale per un Brunello classico destinato ad un lungo
fondamentale per un Brunello classico destinato ad un lungo invecchiamento. invecchiamento.
II vigneti
vigneti dell’area
dell’area sud-occidentale
sud-occidentale godono godono invece
invece didi una
una più
più lunga
lunga esposizione
esposizione alal sole
sole ee dei
dei venti
venti caldi
caldi che
che arrivano
arrivano dalla
dalla
costa, che infondono più concentrazione e calore, e un carattere più intensamente
costa, che infondono più concentrazione e calore, e un carattere più intensamente fruttato. fruttato.

II vini
vini Villa
Villa alal Cortile
Cortile sono
sono RossoRosso di
di Moltacino
Moltacino Doc,
Doc, Brunello
Brunello didi Montalcino
Montalcino DOCG
DOCG ee lala sua
sua Riserva.
Riserva. Per
Per ogni
ogni annata
annata prodotta
prodotta
cerchiamo quindi
cerchiamo quindididifarfarriconoscere il carattere
riconoscere e l’intensità
il carattere tipichetipiche
e l’intensità del vitigno e del territorio,
del vitigno ricercando
e del territorio, eleganza eleganza
ricercando e verticalità.e
verticalità.
Il Rosso di Montalcino è prodotto negli stessi vigneti del Brunello, usando lo stesso regime di piccola produzione vinicola tramandato dalla
tradizione. Il Brunello è la quintessenza dei vini di Villa al Cortile rappresentando il vino che più caratterizza l’azienda, il suo sangiovese e il
territorio di origine, Montalcino.

Rosso di Montalcino Brunello di Montalcino


DOC DOCG

Area Area
Rosso di Brunello di
Montalcino Montalcino
DOC DOCG

Zona di Produzione: Area DOCG del


Zona di Produzione: Area DOC del Brunello di Montalcino
Rosso di Montalcino
Uvaggio: Sangiovese 70%
Uvaggio: Sangiovese 100% Cabernet Sauvignon 30%
Affinamento: Il Rosso di Montalcino Affinamento: 4 anni di cui 24 mesi in botti
affronta un invecchiamento di 12 mesi, di rovere da 25 - 50 hl. Seguono 6 mesi in
6 dei quali avvengono in botti di quercia. bottiglia.
Alc: 13,5 % Alc.: 14%

Note degustative: Note degustative:


Colore rosso rubino intrigante e fresco, il
Rosso rubino, susina fresca, pesca e floreale tra naso è squillante e intenso un mix di macchia
viola e rosa, lieve tabacco dolce e finocchietto mediterranea e sensazioni floreali di rosa e
selvatico, bocca pimpante allegra con sapidità lavanda, spezie esotiche e dolci a completare il
ed energia che esaltano freschezza di frutto ribes quadro. La bocca ha ottima freschezza con un
tannino ben presente, ricco e dotato della grazia e
rosso e fragola. In bocca ha materia discreta con della maturità giuste a bilanciare la beva. Delicato
sapidità e acidità intriganti per il consumo veloce eppure energico, ottimo da bersi anche adesso
e senza pensieri, spigliato e veloce il finale. ma con riserva di giovinezza per anni a venire.
Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C. Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


La Riserva Villa al Cortile è la più alta espressione della ricerca di qualità e tipicità della tenuta. Villa al Cortile Riserva è fatto con la migliore della
selezione delle botti d’annata, scelte per la loro eccellenza e perché riflettono le uniche caratteristiche del vitigno e dei suoi vigneti di origine.

Brunello di Montalcino
Riserva DOCG

Area
Brunello di
Montalcino
DOCG

Zona di Produzione: Area DOCG del


Brunello di Montalcino
Uvaggio: Sangiovese 100%
Affinamento: 5 anni di cui 36 mesi in botti
di rovere da 25 - 50 hl. Seguono 6 mesi in
bottiglia.
Alc.: 14,5 %

Note degustative:
Rosso granato con residui rubini molto belli, note
accese e calde di frutta sotto spirito, confettura
di more e ribes, pellame nobile, squilli balsamici
di menta, lavanda e anice, liquirizia e succo di
lamponi. In bocca ha tannino di spinta e gusto
che insieme al giusto calore contribuisce a dare
impressione di una soave dolcezza mista ad una
certa altezzosità. Finale piccante e speziato con
struttura da abbinamenti intensi.

Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 20°C.

Formati disponibili: 0,75 L


Tenuta Moraia è la tenuta della famiglia Piccini in Maremma, situata a un passo dell’antico borgo di Gavorrano, vicino allo
splendente Golfo di Follonica. La Maremma, il cui nome viene dal latino “del mare”, si espande su un’area che coincide
quasi interamente con la provincia di Grosseto, una zona il cui fascino deriva dalla semplicità e dalla bellezza della sua
natura incontaminata, tale da permetterle di guadagnarsi la reputazione di “wild frontier” della Toscana. La decisione di
famiglia di investire in questa zona è motivata dall’incredibile varietà di questo territorio: mare, colline e sole in quantità si
combinano perfettamente, creando un unico microclima particolarmente adatto per la viticoltura.

“Abbiamo acquistato 160 ettari nel 2000, 60 dei quali sono stati convertiti a vigneti di sangiovese, alicante, syrah, cabernet
sauvignon, merlot e vermentino. Quando abbiamo deciso di effettuare questo investi- mento avevamo le idee molto chiare.
Il buon vino è soprattutto un frutto della natura, che esalta sempre le sue caratteristiche principali, mentre la buona tecnica
aiuta ad esprimerlo al meglio. Per fare un gran vino c’è bisogno di una grande uva, e per avere una grande uva si deve
aver cura dei vigneti. Questo è il fulcro del nostro lavoro.” Mario Piccini IV generazione della famiglia Piccini.

Tenuta Moraia si trova a solo 2 ore di auto da Firenze, ma la vicinanza al mare, le temperature elevate, i venti leggeri e
la varietà dei terreni ci hanno convinti a sperimentare diversi vitigni, con risultati inaspettati se comparati con l’entroterra
Toscano.
Due vini che riflettono la filosofia di Tenuta Moraia “dal vigneto alla bottiglia” e che rispecchiano la nostra intenzione di produrre vini che ricordano
la bellezza e la semplicità della terra in cui nascono: vicino al mare, su suoli minerali sfiorati da una morbida brezza, sotto la luce del sole, illuminati
anche di notte da una splendida luna. Sulle pendici della tenuta il terreno è argilloso e con presenza di rocce sedimentarie, terreni che diventano
sabbiosi e mescolati con pietre arenarie nelle parti inferiori. L’esposizione del vigneto è sud-est a circa 100m slm. Il clima è completamente
Mediterraneo grazie alla vicinanza con il mare, a 14 km in linea d’aria.

Vermentino Sangiovese
Maremma Toscana DOC Maremma Toscana DOC

Maremma Toscana Maremma Toscana

Zona di Produzione: Maremma Toscana DOC Zona di Produzione: Maremma Toscana DOC

Uvaggio: Vermentino100% Uvaggio: Sangiovese 90%, Alicante 10%

Alc.: 12,5 % Alc.: 14 %

Affinamento: Botti di rovere di primo e


Note degustative: Un Vermentino ricco e secondo passaggio dove affina per 15-18 mesi.
rinfrescante con un bouquet floreale che si
mescola con intriganti erbe fresche. Il vino Note degustative: Colore rosso rubino
mostra il suo carattere al palato, rotondo ma intenso, con intensi sentori di frutti di bosco rossi
minerale con un finale quasi salato. dominati da piacevoli note di more, lamponi e
ciliege nere ben combinati con lievi sentori
floreali, dominato dalla violetta. Ha un sapore
morbido e gustoso con tannini delicati e vellutati.
Un vino perfettamente equilibrato e corposo.

Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 12°C. Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


La Maremma e, in particolare, la zona del Bolgheri DOC, hanno segnato un punto di svolta nella storia della viticoltura moderna in Toscana.
In questo luogo, infatti, hanno trovato una perfetta ambientazione mediterranea i vitigni internazionali originari di Bordeaux. Tenuta Moraia è
orgogliosa di interpretare questa modernità con il suo Bolgheri, il Gattabuia.

Gattabuia
Bolgheri DOC
La gattabuia, nel mondo contadino, era il luogo
in cui si conservavano le provviste più preziose,
come prosciutto,olio, formaggio e vino. Il termine
”gattabuia” è stato fonte di ispirazione anche
per la nostra etichetta, cui protagonista è ”the Area
black cat“: il nostro vino “Gattabuia” si trova nella Bolgheri
Gattabuia: il gatto nero si trova nella Gattabuia DOC
e guarda fuori dalla  Gattabuia, oppure si trova
fuori dalla  Gattabuia e guarda verso la Gattabuia ?

Zona di Produzione: Area DOC Bolgheri

Uvaggio: 70% Cabernet Sauvignon,


30% Merlot

Affinamento: Affinamento in barrique francesi


per 12-14 mesi.

Alc.: 13,5 %

Note degustative:
Il Gattabuia trasmette uno stile ricco, concentrato
e caldo, con gli aromi varietali che vengono
integrati con legno, frutti rossi, amarena, erbe,
spezie e caffè.

Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L


Torre Mora è la tenuta della famiglia Piccini nell’area dell’Etna Doc e si trova nel comune di Castiglione di Sicilia. Il territorio si
distingue per alcune caratteristiche uniche che, combinandosi tra loro, generano un complesso microclima: un suolo vulcanico
dalla grande fertilità, situato ad un’altitudine di 650-700 m s.l.m., e un’elevata escursione termica fra la notte e il giorno.

Torre Mora ha due appezzamenti di vigneto che si estendono su una superficie di 13 ha. Il vitigno principale della tenuta è il
Nerello Mascalese, seguito dal Nerello Cappuccio. L’età delle vigne varia fra i 12 e 20 anni. A causa del terreno scosceso su
cui si trovano i vigneti, i sistemi di allevamento sono il cordone speronato nelle piccole aree pianeggianti e l’alberello sulle
terrazze. La resa per ettaro è molto bassa, raggiungendo i 60 quintali per ettaro solo in annate eccezionali.

Il terreno, prettamente vulcanico e caratterizzato da un pH acido, è molto fertile. Nonostante la scarsa profondità (30-40 cm
di profondità prima di raggiungere lo strato di basalto), il suolo è straordinariamente minerale e ricco di tracce e microelementi
portati dalle eruzioni vulcaniche.

La filosofia di Torre Mora è un vitigno, una territorio. La perfetta combinazione fra Nerello Mascalese ed Etna è per noi fonte
di ispirazione, che con passione facciamo vini che raccontano, ad ogni sorso, la storia di un’uva che prospera sulle pendici di
un vulcano attivo.
Il termine “Scalunera” in dialetto siciliano descrive un’ ambiente pieno di scale: così appaiono i pendii del vulcano dove i muretti di pietra lavica
formano delle piccole terrazze dove si alleva la vite ad alberello, e queste a loro volta sono unite tra loro da piccoli scalini levigati dal tempo. Questa
visione spettacolare è un regalo degli uomini di questa terra forte e difficile, che nei secoli hanno dimostrato quanto sia grande l’attaccamento alle
proprie radici e la ricerca dell’armonia con la natura.

Scalunera Scalunera
Etna Bianco DOC Etna Rosato DOC

Area Etna DOC Area Etna DOC

Zona di Produzione: Area DOC Etna


Zona di Produzione: Area DOC Etna
Uvaggio: Carricante 100%
Uvaggio: Nerello Mascalese 100%
Affinamento: sui lieviti per circa 3 mesi
prima dell’imbottigliamento. Affianmento: Macerazione breve sulle bucce e
affinamento, una volta terminata la fermentazione,
Alc.: 13 % sui lieviti per circa 3 mesi.

Alc./Vol.: 12,5 %

Note degustative: Note degustative:


Color giallo paglierino, con iniziali sentori Color rosa tenue dotato di ottima luminosità.
minerali, seguiti da quelli di frutta gialla matura, Il profilo olfattivo è piacevole ed immediato e
fiori bianchi ed erbe aromatiche fresche. regala ricordi di ciliegia e di fragola matura, di
All’assaggio presenta un buon equilibrio tra arancia rossa e di fiori di ibisco. Il sorso è dotato
freschezza e sapidità, con finale persistente, di un corpo piacevole e rotondo, caratterizzato da
fresco, su ritorni minerali. Un vino bianco una decisa freschezza che grazie all’interazione
strutturato, ma allo stesso tempodi grande con una spiccata sapidità rende la beva facile ed
bevibilità. intrigante. Chiude con ricordi di piccoli frutti rossi.

Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 10°C - 12°C. Temperatura di servizio: 10°C - 12°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


Il territorio dell’Etna DOC si distingue per il suo legame speciale con il vitigno di Nerello Mascalese, vitigno che può essere paragonato al Nebbiolo o
al Pinot Nero: paragone possibile in riferimento alla maturazione tardiva, alla tipica acidità e ai tannini robusti, che richiedono una lenta maturazione
tramite un lungo affinamento in legno.

Cauru Scalunera
Etna Rosso DOC Etna Rosso DOC

Area Etna DOC Area Etna DOC

Zona di Produzione: Area DOC Etna Zona di Produzione: Area DOC Etna

Uvaggio: Nerello Mascalese 85%, Uvaggio: Nerello Mascalese 95%,


Nerello Cappuccio 15% Nerello Cappuccio 5%
Affinamento: 12 -18 mesi in botti di rovere.
4 mesi in bottiglia. Affinamento: 24 mesi in botti di rovere. 4
mesi in bottiglia
Alc.: 14%
Alc.: 14%
Note degustative:
Di colore rosso granato dotato di buona Note degustative:
trasparenza. I tratti olfattivi sono molto piacevoli Espressivo e complesso al naso con intensi
fin dall’inizio e raccontano di ricordi di viola aromi di piccoli frutti gialli e rossi, accenni di
appassita, marasca, confettura di more e pesca, ciliegia e lamponi, frutto della passione,
ricordi di spezie scure e mirto. Lentamente con vaniglia e spezie. Morbido al palato, delicato e
l’ossigenazione emergono ricordi di frutta secca concentrato, con finale sapido e tannini setosi
e caffè. Il sorso è caratterizzato da piacevole in evidenza.
avvolgenza con un tannino vivo ma dalla grana
fine. La chiusura di bocca è lunga e piacevole.

Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C Temperatura di servizio: 18°C

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


Regio Cantina è immersa tra colline vulcaniche alle falde dell’antico vulcano spento Vulture, nel cuore della Basilicata,
a Venosa in provincia di Potenza. Il monte Vulture domina l’altopiano con i suoi 1300 metri di altezza. La sua lava si è
miscelata
Regio con èil suolo
Cantina riccotradi colline
immersa argilla, vulcaniche
calcio e tufo,allecreando un terroir unico
falde dell’antico nel spento
vulcano suo genere e nelnelpanorama
Vulture, vitivinicolo
cuore della Basilicata,
del mediterraneo. La componente di origine vulcanica infatti conferisce alla produzione di Regio Cantina
a Venosa in provincia di Potenza. Il monte Vulture domina l’altopiano con i suoi 1300 metri di altezza. La sua lava si è una particolare
mineralitàcon
miscelata e sapidità.
il suolo ricco di argilla, calcio e tufo, creando un terroir unico nel suo genere e nel panorama vitivinicolo
del mediterraneo. La componente di origine vulcanica infatti conferisce alla produzione di Regio Cantina una particolare
I 15 ettari di vigneto situati a 400/600 m slm, godono di una posizione favorevole che associata alla qualità del terreno
mineralità e sapidità.
di natura lavica, regala frutti generosi da cui scaturisce l’Aglianico del Vulture di un color rubino o, se maggiormente
invecchiato, di un granato vivace.
I 15 ettari di vigneto situati a 400/600 m slm, godono di una posizione favorevole che associata alla qualità del terreno di
natura lavica, regala frutti generosi da cui scaturisce l’Aglianico del Vulture di un color rubino o, se maggiormente invecchi-
Il territorio della piccola denominazione di qualità, Agliano del Vulture DOC, in perfetta sintonia con il tipico vitigno che
ato, di unil granato
li porta suo nomevivace.
– Aglianico del Vulture – è un perfetto esempio del binomio vitigno – territorio, concetto che sta
al cuore della filosofia aziendale.
Il territorio della piccola denominazione di qualità, Agliano del Vulture DOC, in perfetta sintonia con il tipico vitigno che porta
il Suoli
suo nome – Aglianico
con matrice del Vulture
vulcanica, – è speciale
una luce un perfetto
ed unesempio del binomio vitigno
clima continentale, – territorio,
caratterizzato concetto
da inverni chefreddi
molto sta aled
cuore
estatidella
filosofia aziendale,
calde con strettamente
forti escursioni legatascandiscono
termiche, ad una viticoltura
i ritmiecosostenibile, allaVulture.
del territorio del scelta diEdmetodi tradizionali,
è da questo allaparticolare
terroir qualità delle
eduve
eunico
alla cultura del territorio,
nella sfera unita all’orientamento
del mediterraneo che nasconoinnovativo
vini unici, aziendale.
minerali e con spiccati sentori di spezie.

La filosofia aziendale è strettamente legata ad una viticoltura ecosostenibile, alla scelta di metodi tradizionali, alla qualità
delle uve e alla cultura del territorio, unita all'orientamento innovativo aziendale.
Suoli con matrice vulcanica, una luce speciale ed un clima continentale, caratterizzato da inverni molto freddi ed estati calde con forti escursioni
termiche, scandiscono i ritmi del territorio del Vulture. Ed è da questo terroir particolare ed unico nella sfera del mediterraneo che nascono vini
unici, minerali e con spiccati sentori di spezie.

Donpà Campo Melograno


Aglianico del Vulture DOC Aglianico del Vulture Riserva DOCG

Area Aglianico Area Aglianico


del Vulture del Vulture

Zona di Produzione: Basilicata, Zona di Produzione: Basilicata, Aglianico


Aglianico del Vulture del Vulture

Uvaggio: Aglianico 100% Uvaggio: Aglianico 100%

Affinamento: 24 mesi in botti e barrique. Affinamento: 24 mesi in barriques francesi;


3 mesi di affinamento in bottiglia. 12 mesi in bottiglia.

Alc.: 14,5 % Alc.: 14,5 %

Note degustative:
Note degustative: Rosso granato di media concentrazione.
L’impianto olfattivo offre un’ampia presenza
Vino molto elegante, dal colore rosso rubino,
aromatica e si manifesta con note di confetture
con vivaci riflessi purpurei. Al naso è possibile di mora e di ciliegia sotto spirito che si alternano
riconoscere note di eucalipto, confettura di more, a ricordi di un floreale appassito, di spezie scure,
di amarene, di ribes nero. Al gusto è morbido e eucaliptu e di macchia mediterranea. In bocca il
potente, con un lunghissimo finale di liquirizia e vino entra caldo, avvolgente ed equilibrato con
cioccolato fondente. un tannino raffinato. La persistenza degli aromi
con ricordi di radici amare e caffè.
Abbinamenti Consigliati: Abbinamenti Consigliati:

Temperatura di servizio: 18°C. Temperatura di servizio: 18°C.

Formati disponibili: 0,75 L Formati disponibili: 0,75 L


L'Azienda 

Spirito della tradizione 

Sorta nel 1898, a Canelli, la Distilleria Bocchino è il luogo in cui nascono le nostre grappe, grazie 
all'esperienza e alla cura dettata da oltre un secolo di attività della famiglia Bocchino. 

Ed è al tempo che è affidato, nelle cantine scavate nel tufo della collina, l'affinamento paziente 
dei  grandi  distillati,  che  riposano  in  piccole  botti  di  rovere  e  barrique,  le  uniche  capaci  di 
conferire alle grappe Bocchino il colore e le caratteristiche che le rendono uniche. 
Il Territorio 

Il segreto dei nostri distillati è racchiuso nel suolo che li ha visti nascere 

Un patrimonio unico, protetto dal saper fare dei contadini: così è il suolo da cui nascono le 
grappe Bocchino. Viti, e viticoltori, che vengono dalle Langhe e dal Monferrato, dal cuore 
stesso del Piemonte. 

Da oltre un secolo, la Distilleria Bocchino s'impegna nella selezione e nella distillazione delle 
più prestigiose vinacce del territorio, per ottenere grappe dallo stile unico e raffinato; le 
vinacce distillate sono scelte in base all'unicità della zona Cru di produzione, e offrono 
ciascuna un ventaglio aromatico ben preciso che conferisce ai nostri distillati una specifica 
personalità dal punto di vista organolettico e qualitativo. 

Rispetto della tradizione e ricerca della qualità sono all'origine della caratteristica aromatica 
delle nostre grappe. 
La Famiglia 

Un distillato di passione, di generazione in generazione 

Era il 1898 quando Carlo Bocchino, primo in Italia, scelse di utilizzare un solo tipo di vinaccia 
per la produzione della grappa, anzichè il misto indifferenziato tipico dell'epoca. Creò una 
piccola distilleria a Canelli, in Piemonte, e decise di utilizzare unicamente le vinacce dei 
vitigni di Moscato della zona. Dando alla grappa una nobiltà e una qualità fino ad allora 
sconosciute, elaborò un sistema di distillazione particolare che permetteva di esaltare gli 
aromi. 

L'accurata scelta delle materie prime e la geniale innovazione produttiva vennero passati di 
generazione in generazione, prima al figlio Lazarito, nel 1937, e poi a suo genero Giorgio 
Micca. Ed è proprio Giorgio, negli anni '70, a lanciare il famosissimo marchio "Sigillo Nero" e 
ad avviare la collaborazione con Mike Bongiorno, portando in pochi anni l'azienda ai vertici 
del mercato. 

Dalla scomparsa del padre, nel 1996, è Carlo Micca Bocchino a guidare la Distilleria, 
affiancato dalle figlie Miranda e Marta che hanno ereditato la passione di famiglia, e a 
continuare la tradizione di una delle migliori grappe italiane. 
Il Metodo 

Un’affinità perfetta tra tempo e arte 

La grappa di Carlo Bocchino nasce, nel 1898, dalla fermentazione delle vinacce, dalla loro 
distillazione e dal successivo invecchiamento. Fasi delicate che, ancora oggi, vengono portate 
avanti secondo il metodo originale. Per ottenere grappe in purezza si immette la vinaccia, di 
un unico vitigno, in appositi contenitori d'acciaio; qui avviene la fermentazione, controllata in 
andamento e velocità per favorire l'ottimale svolgimento dei processi microbiologici. Una 
volta avvenuta la fermentazione, si passa alla distillazione a vapore, che avviene in particolari 
alambicchi di rame discontinui. 

E sono proprio gli alambicchi a custodire il segreto di Carlo Bocchino, mantenendo intatto il 
ritmo lento e delicato che vede il vapore attraversare le vinacce e arricchirsi di sostanze 
preziose. Solo con un adeguato invecchiamento in botti adatte, però, i distillati possono 
raggiungere l’affinamento perfetto e il caratteristico colore ambrato. E solo le grappe più 
invecchiate possono far parte delle riserve di Casa Bocchino, prospere di decine di anni e di 
sensazioni speciali, che il tempo sa solo arricchire. 
Grappa Riserva Carlo Bocchino

MATERIA PRIMA

Proveniente da uve Nebbiolo da Barolo


e da Barbaresco, Barbera d'Asti e
Moscato d'Asti.

DEGUSTAZIONE

Colore molto intenso e profondo dovuto


alla lunga permanenza in legno,
profumo ricco con sentori molto
prolungati di vaniglia, tabacco, sapore
opulento, vellutato e elegante.

GRADAZIONE ALCOLICA

43 gradi

METODO DI DISTILLAZIONE

Alambicco discontinuo a vapore metodo "Carlo Bocchino". Il distillato è ottenuto alla gradazione di
70° dopo opportuni scarti di "teste" (i prodotti che compaiono all'inizio della "cotta") e "code" (i
componenti che emergono alla fine della "cotta") per mezzo di colonne con piatti a fungo in rame.

AFFINAMENTO

La Riserva Carlo Bocchino si compone di grappe di diversa età e provenienti da diversi vitigni
piemontesi che concorrono a formare un bouquet complesso. Dopo la distillazione, la grappa viene
posta ad affinare in carati di rovere di Allier, Troncais e Limousin. Le condizioni di umidità hanno
una fondamentale importanza per l'evoluzione della grappa. Anno dopo anno, con un lento
scambio con l'aria attraverso le doghe di legno, la grappa stempera la forza e l'alcolicità e si
creano l'aroma e il bouquet. Durante gli anni di invecchiamento si ha una perdita per evaporazione
in volume non inferiore a 10-15% e in alcolicità di 4-6°. E' il Mastro Distillatore a vigilare durante il
processo di affinamento e a decidere quanto tempo lasciarla in carato/botte; è lui a stabilire il
momento dell'unione delle varie grappe una volta giunte a maturazione. Un anno prima di essere
messa in bottiglia, la Riserva Carlo Bocchino viene travasata dai carati in un fusto di rovere più
grande affinché possa armonizzarsi e stabilizzarsi.
Grappa Cantina Privata Millesimata

ANNATA

1988

GRADAZIONE

47, 6°

ANNATA 1988

Le condizioni climatiche favorevoli hanno dato


originea vini di notevole struttura, grande equilibrio
e struttura, caratteristiche essenziali per la ottenere
vinacce di grande qualità. La disponibilità limitata
492 bottiglie fà del millesimo 1988, una grappa
unica.

VINACCE

Vinacce da uve del Piemonte provenienti dai più


prestigiosi crus situati tra Langhe e Monferrato.

METODO DI DISTILLAZIONE

Alambicco discontinuo a vapore metodo“ Carlo Bocchino”. Il distillato raggiunge la sua gradazione
alcolica naturalmente, e viene ridotta solo nella fase finale a 47,6°.

AFFINAMENTO

In due barrique di rovere francese.

DEGUSTAZIONE

Colore tipico dei distillati dai lunghi invecchiamenti. Ambrato intenso. Aromi intensi, ricchi e
complessi. Fragranze iniziali fruttate di frutta secca. Sul finale si completano connote di spezie
esotiche, ginger e cannella. La piena gradazione di 47,6°, racchiude una concentrazione intensa di
sensazioni. La presenza del distillato in bocca è armoniosa: il palato, è dominato dalla ricchezza di
fichi secchi e arancia matura, la consistenza densa e cremosa. L’ invecchiamento dona a questa
grappa un colore intenso e aromi di crema pasticcera. La sensazione globale e’ di un gusto
estremamente lungo e leggermente asciutto, con note spezieate e mela.
Cantina Privata 21 anni

MATERIA PRIMA

Da vinacce di uve di Nebbiolo da


Barolo e da Barbaresco e di
Moscato d’Asti.

DEGUSTAZIONE

Colore di grande intensità, profumo


il profumo ha una gradevole
armonia di miele, marron ricco
all’olfatto, si apre in un ventaglio di
aromi della cannella glacés e
camomilla. Il sapore corposo e
avvolgente, lungo e del tabasco,
dal passito al profumo
mediterraneo, dall’uva nel suo
persistere con note di cannella,
chiodi di garofano passa alla frutta
appassita al sole. Il sapore rivela
sentori di e resina di pino. miele,
peonia, ciliegie marasche e
camomilla.

GRADAZIONE ALCOLICA

45 gradi.

DISTILLAZIONE

Alambicco discontinuo a vapore metodo “Lazarito Bocchino”. Il distillato è ottenuto alla gradazione
di 75° dopo opportuni scarti di teste e code per mezzo di colonne con piatti a fungo di rame.

AFFINAMENTO

In barriques da 225 litri di legno di Allier, Troncais e Limousin, per un periodo minimo di 21 anni,
durante il quale la gradazione del distillato viene progressivamente ridotta sino a 45 gradi. Un
anno prima di essere messo in bottiglia, il distillato viene travasato dalle barriques in un grande
fusto di rovere, affinché le varie acquaviti possano lentamente armonizzarsi. La Cantina Privata
Viene messa in bottiglia solo nelle annate migliori, in un coupage costituito dal 65% di grappa di
Nebbiolo da Barolo e Barbaresco e dal 35% di grappa di Moscato d’Asti.

FORMATI

CL 70 e CL 300
Cantina Privata 18 anni

MATERIA PRIMA

Da vinacce di uve Nebbiolo da


Barolo e da Barbaresco e di
Moscato d’Asti.

DEGUSTAZIONE

Colore di media intensità sui toni


ambrati, il profumo ha un’ampia
intensità olfattiva con sentori di
liquirizia, miele, frutta sotto spirito.
Il sapore ha un ampio spettro
aromatico con sentori di cannella,
mela renetta, vaniglia e camomilla.

GRADAZIONE ALCOLICA

45 gradi.

DISTILLAZIONE

Alambicco discontinuo a vapore metodo “Lazarito Bocchino”. Il distillato è ottenuto alla gradazione
di 75° dopo opportuni scarti di teste e code per mezzo di colonne con piatti a fungo di rame.

AFFINAMENTO

In barriques da 225 litri di legno di Allier, Troncais e Limousin, per un periodo minimo di 18 anni,
durante il quale la gradazione del distillato viene progressivamente ridotta sino a 45 gradi. Un
anno prima di essere messo in bottiglia, il distillato viene travasato dalle barriques in un grande
fusto di rovere, affinché le varie acquaviti possano lentamente armonizzarsi. La Cantina Privata
Viene messa in bottiglia solo nelle annate migliori, in un coupage costituito dal 65% di grappa di
Nebbiolo da Barolo e Barbaresco e dal 35% di grappa di Moscato d’Asti.

FORMATI

CL 70 e CL 300
Cantina Privata 12 anni

MATERIA PRIMA

Da vinaccia di uve di Nebbiolo da


Barolo e Barbaresco e di Moscato
d’Asti.

DEGUSTAZIONE:

Colore di media intensità sui toni


ambrati, il profumo presenta sentori
di cannella, ciliegia, liquirizia e rosa.
Il sapore è nobile e austero con
riflessi di miele, mele e pere cotte,
mandorle e carruba.

GRADAZIONE ALCOLICA

45 gradi.

DISTILLAZIONE

Alambicco discontinuo a vapore metodo “Lazarito Bocchino”. Il distillato è ottenuto alla gradazione
di 75° dopo opportuni scarti di teste e code per mezzo di colonne con piatti a fungo di rame.

AFFINAMENTO

In barriques da 225 litri di legno di Allier, Troncais e Limousin, per un periodo minimo di 12 anni,
durante il quale la gradazione del distillato viene progressivamente ridotta sino a 45 gradi. Un
anno prima di essere messo in bottiglia, il distillato viene travasato dalle barriques in un grande
fusto di rovere, affinché le varie acquaviti possano lentamente armonizzarsi. La Cantina Privata
Viene messa in bottiglia solo nelle annate migliori, in un coupage costituito dal 65% di grappa di
Nebbiolo da Barolo e Barbaresco e dal 35% di grappa di Moscato d’Asti.

FORMATI

CL 70 e CL 300
Cantina Privata 8 anni

MATERIA PRIMA

Da vinacce di uve di Nebbiolo da


Barolo e da Barbaresco e di
Moscato d’Asti.

DEGUSTAZIONE

Colore di medio-alta intensità, il


profumo ha una gradevole armonia
di miele, marron glacés e
camomilla. Il sapore corposo e
avvolgente, lungo nel suo
persistere con note di cannella,
chiodi di garofano e resina di pino.

GRADAZIONE ALCOLICA

45 gradi

DISTILLAZIONE

Alambicco discontinuo a vapore metodo “Lazarito Bocchino”. Il distillato è ottenuto alla gradazione
di 75° dopo opportuni scarti di teste e code per mezzo di colonne con piatti a fungo di rame.

AFFINAMENTO

In barriques da 225 litri di legno di Allier, Troncais e Limousin, per un periodo minimo di 8 anni,
durante il quale la gradazione del distillato viene progressivamente ridotta sino a 45 gradi. Un
anno prima di essere messo in bottiglia, il distillato viene travasato dalle barriques in un grande
fusto di rovere, affinché le varie acquaviti possano lentamente armonizzarsi. La Cantina Privata
Viene messa in bottiglia solo nelle annate migliori, in un coupage costituito dal 65% di grappa di
Nebbiolo da Barolo e Barbaresco e dal 35% di grappa di Moscato d’Asti.
Cantina Privata Moscato, Sauternes Cask Finish

GRADAZIONE ALCOLICA

42 gradi

MATERIA PRIMA

Vinacce di uva Moscato d’Asti, provenienti dalle uve


dei crus di nostra proprietà a Canelli.

METODO DI DISTILLAZIONE

Alambicco discontinuo a vapore metodo


“Lazzarito Bocchino”. Questa grappa è il frutto del
lavoro della natura, del tempo e del lungo saper fare
artigianale.

AFFINAMENTO

La nuova espressione della Grappa di Moscato è il Cask Finish, il periodo di maturazione finale
che avviene nelle barriques utilizzate per l’affinamento del vino Sauternes.

DEGUSTAZIONE

Il colore è intenso dai riflessi ambrati e dorati. Al naso offre aromi di vaniglia concentrati,
d’albicocche secche e jasmin. Questo distillato si caratterizza da un gusto pieno e morbido e da
una lunghezza in bocca eccezionale. L’armonia perfetta di aromi intensi dona a questa grappa
un’eleganza e un’aromaticità rara.

FORMATI

CL 70 e CL 300
Cantina Privata Nebbiolo da Barbaresco, Barbaresco cask finish

MATERIA PRIMA

Vinacce di uva Nebbiolo da Barbaresco, provenienti


dalle uve dei prestigiosi crus situati nella zona del
Barbaresco, nel cuore delle Langhe.

DEGUSTAZIONE

Il colore è intenso dai riflessi ambrati e dorati. Grappa


intensa e potente, al naso offre una ricchezza
aromatica di frutta e spezie. In bocca persistente e di
grande intensità, offre un sapore caldo dominato da
ciliegie, vaniglia e sentore di cioccolato. La sensazione
globale è di un distillato squisito, dall’eleganza
incomparabile.

GRADAZIONE ALCOLICA

42 gradi

METODO DI DISTILLAZIONE

Alambicco discontinuo a vapore metodo “Carlo Bocchino”. Questa grappa è il frutto del lavoro
della natura, del tempo e del lungo saper fare artigianale.

AFFINAMENTO

La nuova espressione della Grappa di Barbaresco è il Cask Finish, il periodo di maturazione finale c
e avviene nelle barriques utilizzate per l’affinamento del vino Barbaresco.

FORMATI

CL 70 e CL 300
Cantina Privata Nebbiolo da Barolo e Barbaresco, Margaux cask finish

MATERIA PRIMA

Vinacce di uve Nebbiolo da Barolo e da Barbaresco,


provenienti dalle uve dei più prestigiosi crus situati
nelle langhe.

DEGUSTAZIONE

Colore ambrato intenso con riflessi paglierini. Al naso


offre aromi piccanti e di infuso di té nero, molto
floreale. questo distillato in bocca è leggermente
piccante, unisce un gusto complesso dominato da note
speziate, noce moscata e un pizzico di scorza
d’arancia. Il finale è persistente e vellutato.

GRADAZIONE ALCOLICA

42 gradi

METODO DI DISTILLAZIONE

Alambicco discontinuo a vapore metodo “Lazzarito Bocchino”. Questa grappa è il frutto del lavoro
della natura, del tempo e del lungo saper fare artigianale.

AFFINAMENTO

La nuova espressione della Grappa di Nebbiolo da Barolo e da Barbaresco è il Cask Finish, il


periodo di maturazione finale che avviene nelle barriques utilizzate per l’affinamento del Vino
Margaux

FORMATI

CL 70 e CL 300
Cantina Privata Nebbiolo da Barolo, Barolo cask finish

MATERIA PRIMA

Vinacce di uve Nebbiolo da Barolo, provenienti dalle


uve dei più prestigiosi crus situati nella zona del
Barolo.

DEGUSTAZIONE

Il colore è intenso dai riflessi ambrati e dorati. Al naso,


il profumo offre una miriade di aromi di fiori, di frutti e
di spezie. Un’intensità aromatica ottimale che si
completa con note di arancia candita, prugne secche,
fiori bianchi come jasmin e iris. L’affinamento dona a
questa grappa note di cannella e nocciola. La
sensazione globale è di un gusto squisito ed elegante.

GRADAZIONE ALCOLICA

42 gradi

AFFINAMENTO

La nuova espressione della Grappa di Barolo è il Cask Finish, il periodo di maturazione finale che
avviene nelle barriques utilizzate per l’affinamento del vino Barolo.

METODO DI DISTILLAZIONE

Alambicco discontinuo a vapore metodo “Lazzarito Bocchino”. Questa grappa è il frutto del lavoro
della natura, del tempo e del lungo saper fare artigianale.

FORMATI

CL 70 e CL 300
Cantina Privata Ortiz Bianca

Materia prima:
da un'attenta selezione di vinacce del
Piemonte

Metodo di distillazione:
alambicco discontinuo tradizionale a vapore
Metodo Carlo Bocchino.Il distillato è
ottenuto dopo aver eliminato le teste e le
code durante il processo di distillazione, per
mezzo di colone in rame con piatto a
fungo.

Degustazione:
Una grappa tanto semplice quanto
incisiva.
Un gusto che riempie e che riscalda.
Omaggia la capacità degli antenati di
ancorare le radici alla propria terra,
portando modernamente con sé il
germoglio benefico della contaminazione
con un altro luogo, tanto remoto quanto
puro e vitale: l'Argentina di fine
Ottocento.

Gradazione alcolica:
40°

Affinamento:
In contenitori di acciaioinossidabile per un periodo non inferiore ai sei mesi.
Cantina Privata Ortiz affinata in Barriques

Materia prima:
da un'attenta selezione di vinacce del
Piemonte

Metodo di distillazione:
alambicco discontinuo tradizionale a vapore
Metodo Carlo Bocchino.Il distillato è
ottenuto dopo aver eliminato le teste e le
code durante il processo di distillazione, per
mezzo di colone in rame con piatto a
fungo.

Degustazione:
il colore è intenso dai riflessi ambrati e
dorati. Al naso offre una complessità
aromatica di frutta candita, miele e
vaniglia. Il sapore morbido dona a questa
grappa l'armonia perfetta.

Affinamento: le grappe che compongono Ortiz riposano separatamente nelle


nostre cantine per un periodo non inferiore ai 12 mesi in barriques da 225 litri di
Allier, Troncais e Limousin. All'affinamento, segue l'assemblaggio finale, realizzato
attraverso un'operazione attenta di selezione di ogni singola barriques, ciascuna
delle quali apporta la sua nota aromatica al gusto finale. Infine, un processo abile e
paziente, durante il quale le grappe vengono trasferite in un fusto in cui si crea
un'alleanza di aromi tra i differenti crus.
Premi e riconoscimenti

Competizioni Internazionali 2017

Riserva Carlo Bocchino, 93/100 punti, Ultimate Spirits Challenge, New York

Cantina Privata Barolo, Barolo Cask finish, 92 punti, Ultimate Spirits Challenge, New York Riserva Carlo

Bocchino, Gold Medal, International Wines and Spirits Competition

Cantina Privata Moscato, Sauternes Cask finish, Gold Medal, International Wines and Spirits Competition

Competizioni Internazionali 2016

Riserva Carlo Bocchino, 97/100 punti, Ultimate Spirits Challenge, New York

Cantina Privata 18 anni, 94/100 punti, Ultimate Spirits Challenge, New York

Competizioni Internazionali 2015

Cuvée di barriques Millesimata 2009 @ San Francisco Spirits Competition Silver Medal

Cuvée di barriques Millesimata 2009, 92/100 punti, Ultimate Spirits Challenge, New York

Competizioni Internazionali 2014

Riserva Carlo Bocchino vincitrice, per il secondo anno consecutivo, del Chairman’s Trophy @ Ultimate

Spirits Challenge, New York 95 punti

Cantina Privata Moscato, Sauternes Cask finish @ 86/100 punti, Ultimate Spirits Challenge Cantina

Privata Moscato, Sauternes Cask finish Medaglia d'oro @ San Francisco Wines and spirits

Competizioni Internazionali 2013

Riserva Carlo Bocchino vincitrice del Chairman’s Trophy @ Ultimate Spirits Challenge 97 punti Cantina

Privata Barolo, Barolo Cask finish, finalista all' Ultimate Spirit Challenge92 punti Cantina Privata Barolo,

Barolo Cask finish, Medaglia Strepitosa @ International Wine and spirit Competition
Cocktail con Grappa Bocchino 

Nella foto, il barman Andrea Rella con Marta e Miranda Micca Bocchino 

Carlo’s Iced Tea
Rivisitazione della celebre ricetta americana, mix dedicato al fondatore dell’azienda. 

Ingredienti
2,5/10 Grappa di Barolo Cask Finish Cantina Privata 

0,5/10 Saint Germain Elderflower Liqueur 

0,5/10 succo d’arancia 

0,5/10 Domaine de Canton Ginger Liqueur 

6/10 tè verde gundpower in foglia 

1 rametto di rosmarino fresco 

6 foglie di menta fresca 

Preparazione
Stuzzicate l’appetito con un rinfrescante Carlo’s Iced Tea, il Cocktail perfetto per un aperitivo estivo in compagnia 
preparato con la Grappa Barolo Cask Finish di Cantina Privata Bocchino, classificatasi seconda all’Ultimate Spirits 
Challenge 2017 con 92 punti ‐ Excellent Highly Recommended. 

Nello shaker versare tè verde gunpowder in foglia, foglie di menta, liquore ai fiori di sambuco Saint Germain, succo 
d’arancia, il liquore Domaine de Canton, la Grappa di Barolo Cask Finish Cantina Privata. Agitare e servire in calice da 
vino, decorare con il rametto di rosmarino fresco e due cannucce nere. 
Bloody Mary Millesimato 

Ingredienti
2,5/10 Grappa Cuvéee di Barrique Millesimata 

7,5/10 centrifugato di pomodoro giallo biologico 
un paio di pistilli di zafferano 

sale di sedano e sale di carota homemade 

5 ml Worchestershire Sauce 

1 una goccia di Tabasco 

infuso di Grappa con foglie di salvia fresca 

Preparazione
Iniziamo il nostro pranzo con un classico, gustiamoci il Bloody Mary Millesimato! 
Ecco a voi la ricetta dello storico Cocktail rivisitato in chiave Distilleria Bocchino. 
Preparate nello shaker della centrifuga di pomodoro giallo biologico, qualche pistillo di zafferano, sale di sedano, sale 
di carota, Worchestershire sauce e una goccia di tabasco. 
Aggiungete la Grappa Cuvée di Barriques Millesimata o la Grappa Cantina Privata Millesimata e agitate. Servite la 
creazione in un bicchiere old fashioned, aggiungete un topping di infuso di Grappa e salvia fresca e decorate…  

Champagne Cocktail Rivisitato

Ingredienti

2/10 Grappa Riserva Carlo Bocchino 

1 zolletta di zucchero 

2 gocce di Angostura Aromatic Bitters 

8/10 Champagne 

1 goccia di soda 

1 spruzzo di Bitter Artiglio del Tigre 

Preparazione

Lo Champagne Cocktail rivisitato si prepara con la Riserva Carlo Bocchino, vincitrice del Chairman’s Trophy 2013 con 
una votazione di 97 Extraordinary Highly Recomended. 
In uno shaker, sciogliete una zolletta di zucchero di canna imbevuta di angostura, con un goccio di soda; aggiungete 
l’inimitabile Grappa Riserva Carlo Bocchino e Champagne o spumante Brut, vaporizzate con Artiglio del Tigre e 
servite in un flûte. Decorate a piacere e gustatevi il delicato Champagne Cocktail Rivisitato! 
The New Italian Cosmo

Ingredienti

4/10 Grappa Moscato Cask Finish Sauternes Cantina Privata 

1/10 Martini Dry 

1/10 succo lime fresco 

4/10 Q Ginger Ale 

Profumo The Park Bar con Lavanda 

Preparazione

Terminate la cena con un classico rivisitato preparando il delizioso The Italian Cosmo in chiave Distilleria Bocchino!  
Disponete nello shaker qualche ora prima il profumo The Park Bar con cannella, mela, ibisco, rosa canina, aromi 
delicati e semi di lavanda unito alla squisita Grappa di Moscato Cask Finish Sauternes e lasciate riposare. Unite 
Martiny Dry e lime fresco, agitate e servite in una coppetta cocktail. Colmare con Q Ginger Ale, decorare con 
grappolino di ribes. 

Cocktail Aromatic Swing  
Una variante del classico Moscow Mule realizzata dal head sommelier del Ristorante Trussardi alla Scala, con la 
Grappa Moscato Cantina Privata per un risultato molto sensuale.  

Ingredienti 

 5 centilitri grappa Moscato Cantina Privata
 ginger beer o ginger ale
 lime
 1 fetta cetriolo
 cubetti di ghiaccio

Preparazione 

Unite la Grappa Moscato Cantina Privata al ginger beer e versate in un calice ampio con molto ghiaccio. 
Aggiungete una fetta di cetriolo e una grattata di scorza di lime. 
Private Fashioned  
Realizzato da Marco Curcio, head sommelier del Ristorante Trussardi alla Scala, in collaborazione con Distilleria 
Bocchino. 

Ingredienti e Preparazione 

½ cl di grappa Cantina Privata 18 anni Bocchino

2 cl di St. Germain

Drop di Campari e topping di Ginger Ale Fever Tree

Scorzetta di limone

(Servire in bicchiere old-fashion)


SICILIA
Dell’Italia la più centrale tra le regioni sul Mediterraneo,
terra di scambio, crocevia di culture, biodiversità unica.

GUSTO
La produzione enogastronomica che stai cercando, una
dispensa completa per i palati più esigenti.

ECCELLENZA
Tradizione e innovazione si fondono grazie alla maestria
degli artigiani del gusto autori delle nostre selezioni.
ELENCO

RACCONTI LA NOSTRA SELEZIONE


Sogno o son DOP Formaggi
Presìdi Slow Food
Signora Ape Nera Sicula
Salumi
FOCUS
Birra, vino, distillati
Maiorchino
Capra Girgentana
Piacentinu Ennese Olio e aceto
Vastedda della Valle del Belìce
Suino nero dei Nebrodi
Razza bovina Modicana Miele e manna
Alveria. Birrificio Caparbio
Xuto. Distillati di tradizione
Manna delle Madonie Confetture e conserve
Ape Nera Sicula
Cipolla di Giarratana
Capperi di Salina Ittico
Fava cattoia di Modica
Lenticchia di Ustica
Mandorla di Noto Sale e aromi
Pistacchio verde di Bronte

Legumi, farinacei e frutta secca

Pasticceria

Idea regalo

Progetto grafico: Le Trazzere del Gusto


Copyright © Nuova edizione 2019 - Le Trazzere del Gusto
RACCONTI

Sogno o son DOP? Presidi Slow-Food


Caratteristiche ambientali e tecniche di produzione trasmesse nel tempo, un prodotto “tipico” Tutela della biodiversità, dei saperi produttivi tradizionali e dei territori,
solo di una determinata zona e introvabile uguale al di fuori di essa. esempi concreti e virtuosi di un nuovo modello di agricoltura.

Nella foto fase di stagionatura delle forme di Maiorchino DOP Per maggiori informazioni sul progetto, visita il sito www.fondazioneslowfood.it

A tutela delle tipicità locali del settore agroalimentare, I Presìdi Slow Food sono esempi concreti e virtuosi di un
la Comunità Europea, nel 1992 approva il Regolamento nuovo modello di agricoltura, basata sulla qualità, sul re-
CEE 2081/92 secondo il quale un prodotto viene certi- cupero dei saperi tradizionali, sul rispetto delle stagioni,
ficato DOP quando la sua qualità o tutte le sue caratte- sul benessere animale.
ristiche sono “dovute essenzialmente esclusivamente
all’ambiente geografico comprensivo dei fattori naturali Salvano prodotti buoni, ovvero di alta qualità e radicati
ed umani e la cui produzione, trasformazione ed elabo- nelle culture locali; prodotti puliti, ovvero ottenuti con
razione avvengano nell’area geografica delimitata”. tecniche sostenibili e nel rispetto del territorio; prodotti
giusti, ovvero realizzati in condizioni di lavoro rispettose
Uomo e Territorio quindi in un binomio inscindibile: delle persone, dei loro diritti, della loro cultura, e che
caratteristiche ambientali e tecniche di produzione tra- garantiscono una remunerazione dignitosa.
smesse nel tempo, amalgamate insieme sanno dar vita
ad un prodotto “tipico” solo di una determinata zona e Rafforzano le economie locali e favoriscono la costitu-
introvabile al di fuori di essa. zione di un’alleanza forte tra chi produce e chi consuma.
Il contrassegno “Presidio Slow Food”, in etichetta o sulla
Ad ulteriore garanzia di tracciabilità e tipicità, è neces- confezione dei prodotti, identifica i produttori che ap-
sario che le materie prime siano del luogo e che la pro- partengono ai Presìdi italiani e che hanno sottoscritto un
duzione avvenga all’interno del territorio interessato, disciplinare di produzione improntato al rispetto della
secondo un preciso disciplinare. tradizione e della sostenibilità ambientale.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


RACCONTI

Signora Ape Nera Sicula


con diffidenza, avete vissuto pre convissuto, dando ognuna il suo contributo spe-
difficoltà particolari anche voi? cifico al funzionamento dell’ecosistema intero, ogni
essere vivente con tutte le sue particolarità rende il
Ci troviamo alle pendici del monte San Calogero, all’ombra di un albero, data la giornata comunque torrida di fine estate.
mondo speciale. Valorizzare piuttosto che distrugger-
Aspettiamo che arrivi la protagonista della nostra intervista. Non abbiamo indossato particolari precauzioni, lei in fondo
sa del nostro arrivo ed è nota per la particolare docilità. Inganniamo piacevolmente l’attesa gustando il panorama che si si a vicenda, questo è il segreto.
ammira da quassù: la montagna e il mare azzurro si incontrano regalando un quadro di pace e pienezza come solo terre
speciali come la Sicilia sanno dare. La sentiamo arrivare, molto piccola, colore scuro, il giallo è solo nella sua peluria; Cerco di mandare giù un certo Eh sì, gli anni 70 sono stati per noi i più bui. Le no-
non appare per nulla provata nonostante il forte caldo di oggi, a differenza nostra che sembriamo sfiniti; è proprio vero che umano fastidio nel sentirmi ri- stre ave erano ormai in pochissime, nonostante secoli
le alte temperatura non la sfiancano a differenza delle altre sue colleghe. prendere, e a buona ragione per e secoli di forte presenza su questa isola. Si narra che
giunta, da un essere così picco- fossero rimaste solo poche famiglie che abitavano dei
lo - Lo terremo più a mente bugni tenuti da un vecchio massaro di Carini, un pae-
o almeno ci proveremo. Ma sino vicino Palermo. E sa perché tutto questo? Perché
torniamo a lei e al vostro la- eravamo state sostituite nel tempo da colleghe ligu-
voro, abbiamo saputo che stiche importate dal nord italia, rispettabilissime per
avete avuto anni difficili in carità, ma poco adatte al clima della Sicilia. La nostra
cui avete rischiato addirittura rinascita la dobbiamo unicamente a un etnomologo
l’estinzione, giusto? siciliano, Pietro Genduso e al suo allievo Carlo Amo-
deo che studiarono per anni le poche rimaste a Carini.
Il Sig. Amodeo le custodì come si fa con quanto di più
prezioso e le portò dapprima in isolamento nelle isole di
Vulcano e Filicudi; da lì in poi lavorò senza sosta al no-
INTERVISTATRICE SIGNORA APE NERA SICULA stro ripopolamento, coinvolgendo tanti specialisti negli
La vedo poggiarsi su un sasso. anni a venire. Ha creduto e crede tanto in noi, gli dob-
Fa un bel respiro. biamo molto [pare emozionata da come le tremano le ali].
Bentrovati, scusate il piccolo ritardo ma stavo giusto
perlustrando un nuovo campo qui vicino. Vi vedo pro- È una bella storia, un incon- Beh, siamo abitanti di tutta l’isola in fondo, dalle cam-
vati, il caldo siciliano non risparmia nessuno, eh. tro felice tra l’uomo e la natu- pagne del capoluogo dove ci troviamo oggi alle isole
ra, curiosità e rispetto insie- minori come Ustica, all’entroterra tra Enna e Caltanis-
Tranne lei che mi pare in- Beh la mia fortuna sta nel mio Dna, siamo discendenti me. Oggi in quali zone della setta sino a Ragusa, senza mancare nelle zone del mes-
vece fresca e serena nono- delle colleghe africane e geneticamente oltre al mera- Sicilia vi trovate? sinese e dell’agrigentino. C’è una tale varietà di fiori in
stante la volata, rispondo viglioso colore scuro della nostra livrea, ci portiamo da queste terre che non si può rimanere ferme in un unico
sorridendo, soffiandomi loro anche la resistenza alle alte temperature. Certo, a posto [ha lo sguardo sognante e inizia a volteggiare come
con il quadernetto degli quanto dicono in giro, sembra che loro siano un “tan- se volesse danzare] mandorlo, arancio, aneto, castagno e
appunti. tinello” aggressive, atteggiamento che invece non ci ap- poi il cardo, la sulla, il mandarino, il nespolo - si ferma
partiene affatto…siamo in pace con il mondo noi [aggiun- ad un tratto, si guarda attorno come se dovesse accer-
ge con un pizzico di vanità]. tarsi di non avere orecchi indiscreti, si avvicina e a voce
bassa dice

A proposito della sua livrea Nient’affatto. Queste sono cose appartengono a voi uma- continua su

scura, senze le classiche ni, sarete pure una razza evoluta, ma avete un grandis- www.letrazzeredelgusto.it/racconti
marcate striature gialle, in simo difetto, se lo lasci dire, sembra troviate gusto ad
questo momento storico, allontanarvi dall’essenza delle cose. Piuttosto ogni tanto,
in cui il diverso viene visto fermatevi e guardate la natura: le diversità hanno sem-

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


L A N O S T R A
S E L E Z I O N E

Benvenuti lungo le trazzere del gusto di Sicilia.

Immergetevi tra sapori originali e tradizionali

frutto dell’impegno, della passione e dell’ingegno

degli artigiani del gusto di questa terra.

Troverete il buono del nostro Paese, luogo di incontro

di popoli e culture. Ecco i suoi frutti sani.


FORMAGGI

FORMAGGI
SPERIMENTAZIONE
TRADIZIONE
DENOMINAZIONE DI ORIGINE PROTETTA
PRESIDI SLOW FOOD
BIOLOGICO

Il cuore della tradizione contadina, formaggi ottenuti


dalla lavorazione del latte proveniente da piccoli
allevamenti siciliani. Vacca Modicana, capra Girgentana,
Maltese e Argentata dell’Etna, pecore del Belìce sono
tra le razze autoctone da cui si ricava il latte di diversi
formaggi della tradizione casearia siciliana. Formaggi
a latte crudo, formaggi biologici, formaggi Presidio
Slow Food, formaggi DOP, formaggi storici e formaggi
innovativi. Scorrendo la nostra selezione avrete modo
di scoprire il Maiorchino, il Piacentinu Ennese, la Vastedda
della Valle del Belìce, il Ragusano monostalla, la Provola
delle Madonie, il Cosacavaddu Ibleo e lo Scaluni di
Cinisara, la Tuma Persa, caciotte, caprini e pecorini da
scoprire ad ogni assaggio, sapori di una Sicilia ritrovata.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FORMAGGI

DOP PSF DOP

Vastedda DOP Piacentinu Ennese DOP


della Valle del Belìce ENNA | OVINO |
VALLE DEL BELÌCE | OVINO | Creato dai casari siciliani su richiesta di Ruggero
La vastedda è uno dei pochi esempi di formaggio il Normanno, XI sec. Prodotto da latte di pecora
di pecora a pasta filata. In passato era prodotta in intero con zafferano locale e grani di pepe nero.
estate nel tentativo di recuperare i pecorini appena C0558 | Forma intera 4,5 Kg
realizzati che a causa del caldo estivo eccessivo,
andavano in fermentazione. Prodotta oggi con il
latte di pecora Valle del Belìce, va consumata entro
poche settimane dalla produzione perché se ne possa
apprezzare appieno la straordinaria fragranza.
C0501 | 600 Gr indicativi
DOP

Provola dei Nebrodi DOP Sfoglia


MESSINA | VACCINO |
A pasta filata con latte di vacche allevate al pascolo nel
DOP DOP PSF MONOSTALLA
comprensorio del Parco dei Nebrodi. La pasta della provola
viene a lungo manipolata ed è grazie a questa lavorazione Ragusano DOP Ragusano DOP monostalla
che una volta stagionata l’interno tende a “sfogliarsi”. Ha una RAGUSA E SIRACUSA | VACCINO | RAGUSA | VACCINO |

stagionatura di oltre 75 giorni ed un sapore dolce e delicato, Le sue origini risalgono al XVI secolo, divenuto ormai L’eccellenza del Ragusano Dop in purezza. Da latte
gradevolmente piccante con l’avanzare della stagionatura. simbolo di tradizione e genuinità. La sua pasta si presenta crudo monostalla di vacche Rosse Modicane in
C0580/B | Forma intera 4 Kg compatta, dal colore bianco tendente al giallo paglierino. allevamento brado.
C0580/C | Porzionato 1/4 1 Kg Sapore decisamente gustoso, dolce, delicato, poco piccante C0552/A | Forma intera dai 12 ai 13 Kg
nei primi mesi di stagionatura e tendente al piccante e al C0552/B | Porzionati 1/8 ca. 1,5 Kg
saporito a stagionatura avanzata.
forma intera C0506/A | Forma intera 12 Kg

porzionato C0506/B | Porzionato 1/8 SV 1,7 Kg


C0506/C | Porzionato 500 Gr
C0506/D | Porzionato\Esterno 1 Kg forma intera

porzionato

porzionato

DOP

forma intera Pecorino Siciliano DOP


SICILIA | OVINO |

Il più antico formaggio prodotto in Sicilia e forse


d’Europa. A pasta dura, prodotto con latte di pecora
intero, crudo e coagulato con caglio di agnello.
La lavorazione avviene tra Ottobre e Giugno: la
salatura a secco viene eseguita a mano sulla forma,
per 2 volte, lavando poi con salamoia quando man
mano si asciuga. La stagionatura avviene in luoghi
freschi, su scaffali di legno per almeno 4 mesi.
C0532A | Forma intera 4,50 Kg
C0532B | Porzionato 1/4 1,10 Kg
C0532C | Porzionato 1/8 500 Gr

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FORMAGGI

fresco

semi stagionato
Cosacavaddu ibleo
BIO

Caciotta agli agrumi RAGUSA | VACCINO |


PALERMO | VACCINO | 100% latte crudo di vacca Modicana al pascolo.
Prodotta nel Parco Naturalistico delle Madonie con Formaggio a pasta filata cotta, prodotto da solo latte
latte crudo di vacche di razza Bruna. Pasta cruda, vaccino. Il gusto è morbido, rotondo, aromatico,
semigrassa, aromatizzata con scorzette di limone intenso ed equilibrato. Gli odori dominanti e le note
o arancia da agricoltura biologica, come tutta la odorose sono uniche e rispecchiano la varietà delle
filiera di produzione del piccolo caseificio aziendale numerose essenze foraggiere.
in cui nasce. C0505 | 1 Kg FRESCO - Forma intera
C0524 | 300 Gr D0506 | 10 ~ 12 Kg SEMI STAGIONATO - su prenotazione
D0506/B | 1/8 1,3 Kg SEMI STAGIONATO porzionato

PSF

Caciotta palermitana
PALERMO | VACCINO |
Realizzata con latte intero crudo di vacche di razze
autoctone al pascolo: aromatico, grasso e molto
proteico. Prima della filatura la pasta è manipolata
a lungo facendo sì che il formaggio si sfogli in bocca.
Formaggio a crosta liscia e lucida, di colore giallo
paglierino tendente all’ambrato. Pasta bianca che
vira al paglierino con una consistenza morbida e
compatta, sapore dolce lievemente acidulo.
C0576 | 400 Gr Cinisella
PALERMO | VACCINO |

Da latte crudo di vacche razza Cinisara allevate


al pascolo.Crosta sottile, lucida, color giallo
paglierino e pasta Semi morbida, a secondo il
periodo di produzione la pasta interna ed esterna
Fiore Sicano
BIO
può andare dal bianco al leggermente giallino
PALERMO | VACCINO | dovuto all’alimentazione da pascolo. Formaggio Mousse in foglia di fico
Formaggio a pasta molle di latte vaccino la cui dal gusto delicato e intrigante. ideale in un PALERMO | VACCINO | PRODOTTO DA MAGGIO A SETTEMBRE
produzione è stata quasi abbandonata. Nato forse per tagliere di formaggi accompagnato con pane caldo Da latte crudo di Bruna in filiera biologica,
caso, presenta una superficie fiorita con muffe, che abbrustolito. allevate allo stato brado nei pascoli che si
danno alla sua crosta sottile un colore grigio-verde. La D0504 | 400 Gr inerpicano verso le cime rocciose delle Madonie.
pasta è di colore bianco, morbida e compatta. Pasta molle a crosta fiorita avvolto in foglia di
C0503 | 1,5 Kg fico verde dal quale dopo un riposo di 20/30
giorni assorbe la linfa vegetale dando aromi
e gusto inusuali.
forma intera C0560 | 300 Gr

porzionato

Luna Piena Nero dell’Etna


SIRACUSA | VACCINO | CATANIA | VACCINO |
Prodotto da una giovane azienda artigianale a Da latte vaccino intero. Dopo circa 15 giorni dalla
carattere familiare a 1000 m sul livello del mare produzione le forme vengono immerse nelle vinacce
alle pendici del vecchio vulcano Monte Lauro. di uve nere dell’Etna, dove restano da 40 a 60 giorni.
Formaggio a crosta fiorita di colore bianco/grigio Pasta bianca, compatta, con scarsa occhiatura, di
che conferisce al prodotto un sottocrosta quasi colore variabile dal bianco al giallo paglierino, che
cremoso e una struttura tendente al morbido, profuma di latte e vino. Sapore pieno, aromatico, al
dal gusto delicato e corposo, prodotto con latte tempo stesso piccante e dolce con un tocco vinoso.
vaccino intero. C0589/A | Forma intera 2,4 Kg
C0581 | 1,3 Kg C0589/B | Porzionato 1/4 600 Gr

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FORMAGGI

Paladino Bianco Scaluni


SICILIA OCCIDENTALE | VACCINO | Caciocavallo palermitano
Prodotto in Sicilia nel versante occidentale. SICILIA OCCIDENTALE | VACCINO |
Formaggio vaccino a pasta morbida, presenta una Formaggio della tradizione siciliana da latte intero
leggera occhiatura. Con una maturazione di circa 30 crudo di vacche Cinisara al pascolo, in terreno
giorni è caratterizzato da un gusto dolce e delicato montuoso e selvaggio. Il suo latte, aromatico,
che si evolve in un gusto più deciso e complesso con grasso e molto proteico, unito con caglio d’agnello
il trascorrere del tempo. in una tina di legno, produce una pasta che, rotta
D0501 | 1,7 Kg minutamente, viene estratta, asciugata, affettata,
quindi fatta colare sulla cannara. Nuovamente nella
tina, viene coperta di scotta calda, poi ridistesa sulla
BIO PSF
cannara e pressata. I fogli così ottenuti, dopo una
notte a cavallo di un bastone, sono affettati e riposti
Provola delle Madonie affumicata nel tino per la seconda scottatura. La pasta, lavorata
PALERMO | VACCINO | con un bastone e con le mani, viene modellata più semi stag. for. int.
limone
Da latte di vacca di razza Bruna, presenta la volte e schiacciata fra due assi assumendo così la
naturale semi stag. porz.
caratteristica forma a fiasco strozzato al collo. La forma di un parallelepipedo. A maturazione ottenuta
filatura della pasta si effettua a mano e con l’aiuto presenta al naso note di agrumi, di salvia e di fieno
di un bastone. Di sapore dolce e delicato è prodotta secco, mentre in bocca è suadente e lungo, con un
in tre varianti: bianca, affumicata e al limone. finale leggermente piccante.
C0521 | Provola affumicata, forma intera 1 Kg C0575 | FRESCO Forma intera da 1 Kg
C0523 | Provola al limone, porzionata 1/2 tra 500 e 600 Gr C0574/A | SEMI STAGIONATO Forma intera 8 ~ 10 Kg - Su prenotazione
C0525 | Provola al naturale, forma intera 1 Kg C0574/B | SEMI STAGIONATO Porzionato 1/8 800 Gr
fresco forma int.

PSF

Provola Mandarino
Provola delle Madonie affumicata
PALERMO | VACCINO |

Formaggio a pasta filata ottenuto da latte intero,


crudo di vacca bruna e pezzata rossa italiana
con aggiunta di una piccola quantità di latte
ovino e caprino, caglio e sale. Si presenta con la
caratteristica forma a mandarino e crosta sottile
di colore ruggine dovuta all’affumicatura. Sapore
forma intera
persistente e gusto dolce, aroma e profumo
leggermente intenso che deriva dal processo di Tuma persa porsionata
affumicatura. PALERMO | VACCINO |
astuccio
C0521/B | 500 Gr Lavorazione ripresa da un testo degli anni ‘30.
senza astuccio
Formaggio vaccino a doppia fermentazione per una
Provola iblea pasta pressata dal sapore unico e amabile. Persa
RAGUSA | VACCINO | perché abbandonata per circa 20 giorni prima di
Prodotta esclusivamente con latte crudo da animali essere recuperata e lavorata allo stesso modo del
al pascolo 100% di razza Modicana. Il profumo Pecorino Siciliano.
rimanda alle erbe e alle essenze spontanee che si C0502/A | Forma intera 6 Kg
trovano nei pascoli dell’altopiano Ibleo. Delicata, C0502/C | Porzionata 1/4 1,5 Kg
dolce e particolarmente gradevole. C0502/B | Porzionata 1/8 700 Gr - astuccio
D0507 | 400 Gr C0502/D | Porzionata 1/8 700 Gr - senza astuccio

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


forma intera FORMAGGI
porzionato

BIO BIO

Tumina delle Madonie Tumina delle Madonie Pecorino fresco Pecorino allo zafferano
Alle erbe aromatiche Sottocenere Mirto e Alloro SICILIA | OVINO | ENNA | OVINO |

PALERMO | VACCINO | PALERMO | VACCINO | Formaggio a pasta compatta. Il latte ovino Tradizionalmente di breve stagionatura, prodotto
A latte crudo, da animali allevati al pascolo A latte crudo, da animali allevati al pascolo proveniente da una o due mungiture alla con latte di pecora intero arricchito con zafferano
di montagna. Presenta un cuore morbido; di montagna. Presenta un cuore morbido; temperatura di circa 36 C° viene coagulato con e grani di pepe nero.
aromatizzata in superficie. aromatizzata in superficie. l’ausilio di caglio d’agnello; dopo circa 25/30 minuti C0558/B | Porzionato 1 Kg
C0533/C | 500 Gr C0533 | 500 Gr la cagliata è rotta con l’ausilio di un attrezzo di legno C0558/C | Forma intera 3,8 Kg
“rotula” in piccoli frammenti a mo’ di lenticchie.
Deposta in fuscelle, immessa nella scotta calda,
Garibaldino immersa in salamoia.
Con paprika dolce C0577 | Porzionato 1 Kg
TRAPANI | OVINO | Piddiatu
Formaggio a pasta compatta realizzato con latte di TRAPANI | OVINO |
pecora Valle del Belìce. Dopo la salagione la forma Il Piddiato, in siciliano u Piddiatu, è un formaggio
di pecorino viene cappata con olio di oliva e polvere di latte di pecora a pasta filata, prodotto nella
di pepe rosso dolce e posto in cantina a riposare per provincia di Trapani. Si tratta di un prodotto
un minimo di 20 giorni. tradizionale inserito nella lista dei Prodotti
C0584 | 800 Gr Agroalimentari Tradizionali italiani. Il nome Piddiato
(impastato) è dovuto alla doppia lavorazione. Il
mastello di legno in cui viene compiuto il rimpasto
è detto Piddiaturi.
C0585 | 1,1 Kg

Pecorino al timo Ricotta ennese


TRAPANI | OVINO | Allo zafferano
Pasta compatta realizzata con latte di pecora Valle ENNA | OVINO |
del Belìce lavorata aggiungendo del timo che con i Latticino di pecora a latte crudo, ottenuto dopo la
suoi oli essenziali conferisce al formaggio un odore lavorazione del Piacentinu Ennese DOP seguendo
gradevole e aromatico. il suo disciplinare e quindi con tutto il profumo
C0586 | 800 Gr e l’aroma inconfondibile dello zafferano ennese
precedentemente inserito dentro il latte.Può essere
utilizzato come formaggio da tavola, è perfetta
quando grattugiata su primi piatti di risotti o pasta.
C0559 | 500 Gr

uva passa intero Pecorino fresco aromatico Ricotta salata siciliana


pepe nero porzionato Uva passa o Pepe nero SICILIA | OVINO |
SICILIA | OVINO | Ingredienti: Siero di latte, latte ovino, sale. Dopo
Formaggio a pasta compatta realizzato con aver perduto tutto il siero ed aver raggiunto una
latte di pecora, è possibile sceglierlo nelle due buona consistenza, inizia la salatura manuale a
aromatizzazioni con uva passa o con pepe nero. secco e viene posta ad asciugare per circa 30 gg.
Si abbinano perfettamente in un tagliere misto, Può essere utilizzata come formaggio da tavola
dettagli che fanno la differenza al palato. o grattugiata sui primi piatti di sughi di carne o di
C0586/B | Uva passa 800 Gr verdure, nei quali tende alla cremosità.
C0578 | Al pepe nero porzionato 1 Kg C0556 | 600 ~ 700 Gr

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FORMAGGI
forma intera

porzionato

Ubriaco al marsala
TRAPANI | OVINO |

Da un caseificio ricavato in una vecchia cava


di tufo recuperata a giardino. È un formaggio
ovino, lavorato e posto in asciugatura un paio di
settimane, viene poi adagiato in tini e coperto con
Marsala vergine secco per ulteriori 4/6 giorni. Il
sapore è aromatico, piacevole ed invitante, ricco di
note fruttate. Ottimo cosparso di miele di Sulla. Caciotta di capra
C0583 | 800 Gr All’arancia
AGRIGENTO | CAPRINO |
Caciotta caprina dal coagulazione presamica. Ha
crosta sottile, pasta bianca, morbida e fresca,
arricchita con scorzette d’arancia.
C0518 | 300 Gr

Pecorino rosso siciliano Bianco degli elimi


ENNA | OVINO | TRAPANI | CAPRINO |

Il pecorino rosso, in siciliano picurinu russu, è un Formaggio ottenuto da latte di capre al pascolo
formaggio di latte di pecora a pasta filata. La crosta nei territori della sicilia occidentale un tempo
è dura, di colore avorio o paglierino, che assume culla del popolo degli Elimi. La sua stagionatura
colore rosso in seguito alla cappatura con olio e varia dai quattro ai sei mesi, la pasta è compatta e
pomodoro con aggiunta di peperoncino. La pasta è bianca leggermente ambrata con l’aumentare della
compatta, di colore paglierino. stagionatura che rende più intensi sapori e profumi.
C0519 | Spicchio 1 Kg D0512/A | Forma intera 4 ~ 4,5 Kg
D0512/B | Porzionato 1/4 ~ 1,2 Kg

Caciotta di capra
Al pistacchio
AGRIGENTO | CAPRINO |

Caciotta caprina prodotta da coagulazione


Caciotta degli Elimi presamica. Ha crosta sottile, pasta bianca, morbida
Caciotta caprina e fresca, arricchita con pistacchi di Sicilia.
TRAPANI | OVINO | C0510/B | 300 Gr
Caciotta caprina Semi stagionata ottenuta con latte
intero da capre al pascolo. Si distingue rispetto ad
altri prodotti casari per la minor quantità di grassi
contenuto in esso, per la scarsa quantità di lattosio,
nonché per un’alta quantità di proteine. Pasta bianca Capreggio
semi morbida, aroma delicato con sentori erbacei. TRAPANI | CAPRINO |

D0516 | Forma intera 800 Gr Formaggio prodotto con latte di capra intero,
pasta morbida, con sotto crosta sottile tendente
al cremoso. La crosta superficiale risulta
caratterizzata da un color rosato e da muffe di
colore grigio-verde. Sapore prevalentemente
Caprini aromatizzati dolce, Ideale a fine pasto accompagnato da frutta
In plateau da sei pezzi di stagione quali mele, pere e fichi. Data la sua Caciotta di capra
AGRIGENTO | CAPRINI | grande scioglievolezza, risulta fantastico anche per Al vino
Caprini a pasta bianchissima e morbida; sapore preparare ottimi primi piatti, come il risotto, oppure AGRIGENTO | CAPRINO |
dolce, leggermente acidulo, elegante e avvolgente. come ingrediente speciale nella preparazione di Caciotta caprina prodotta da coagulazione
Tutti aromatizzati al loro esterno: curry, pepe pizze, torte salate e sformati di verdure. presamica. Ha crosta sottile, pasta bianca, morbida
bianco, papavero, arancia, pistacchio, maggiorana. C0509/C | Formato gastronomia 2,2 ~ 2,5 Kg e fresca, viene lasciata macerare nel Nero d’Avola.
C0572 | Formato Gastronomia 250 Gr cad > 1,2 Kg C0509/E | Formato gourmet 600 ~ 700 Gr C0508/B | 300 Gr

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FORMAGGI

Conca d’oro
Stracchino di capra
PALERMO | CAPRINO |

Frutto di una particolare e artigianale lavorazione,


unita alla bontà e alla leggerezza del latte crudo
intero di capra. Brevemente stagionato ha
una crosta sottile, di colore bianco. La pasta è
morbida, leggermente cremosa, di colore bianco.
L'occhiatura, quando presente, è fine, rada e
irregolarmente distribuita.
C0535 | 800 Gr PSF

Caprino semi-stagionato di Girgentana Corna d’oro


AGRIGENTO | CAPRINO | TRAPANI | CAPRINO |

Asciugato sul classico tavoliere, sottoposto a Crosta sottile e pasta ambrata e morbida, al palato
salatura a secco eseguita a mano. Con superficie note floreali arricchito con zafferano.
rugosa per la modellatura lasciata dal canestro. D0509 | 500~600 Gr
C0514/C | Spicchio 600 Gr

Caprino al pistacchio Caprino al vino


AGRIGENTO | CAPRINO | AGRIGENTO | CAPRINO |

Formaggio caprino prodotto da coagulazione Formaggio caprino prodotto da coagulazione


presamica. Ha una crosta sottile, la pasta è bianca, presamica. Ha una crosta sottile, la pasta è bianca,
morbida e fresca. È arricchito da una fitta granella morbida e fresca. Viene lasciato macerare in vino Criscenti Cuore di mannara
di pistacchi siciliani. rosso Nero d’Avola. AGRIGENTO | CAPRINO | PALERMO | CAPRINO |

C0510 | 1 Kg C0508 | 1 Kg Da latte di capra Girgentana, presenta una crosta Formaggio a latte crudo di capra messinese;
sottile e pasta bianca e morbida. Al palato si coagulazione presamica con latte innesto di yogurt
rilevano note floreali ed erbacee con leggera nota di capra. Pasta morbida tendente alla cremosità e
finale di freschezza. sapore avvolgente.
C0547 | 850 Gr C0592 | 800 Gr

Caprino grand gourmet PSF


AGRIGENTO | CAPRINO |

Inusuale caprino fresco, da spalmare su crostoni Fiorita di Girgentana


di pane, ideale per spuntini leggeri e appetitosi. AGRIGENTO | CAPRINO |

Caprino Grand Gourmet si propone con un gusto Ottenuto con solo latte di capra Girgentana, è
cremoso e leggermente acidulo, formaggio ideale caratterizzato da una pasta morbida dal gusto
per dare libero sfogo agli abbinamenti e alla deciso e persistente. Tipica la leggera fioritura
fantasia degli chef, per creazioni finger food o per la di muffe che si estende sulla sua crosta bianca a
realizzazione di deliziosi condimenti da primi piatti. stagionatura inoltrata.
C0516 | 1,5 Kg C0514/B | 1 Kg ~ 1,4 Kg

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FORMAGGI

forma intera

porzionato Ricotta messinese doppio forno


MESSINA | MISTO |

Anticamente posta nei forni a legna, dopo la


sfornata del pane. Formaggio a latte misto dalla
pasta compatta imbrunita, ha sapore tostato e
fruttato. Il suo impiego è dei più variegati, dal
tagliere alla grattugia, offrendo sempre piacevoli
sensazioni al palato.
C0504/A | Forma intera 1,5 Kg
C0504/B | 1/2 700 Gr
C0504/C | 1/4 350 Gr

Le tre sfumature dell'Etna


PSF

Quater di Sicilia Robiola di girgentana ETNA | MISTO |

AGRIGENTO | CAPRINO | AGRIGENTO | CAPRINO | Da latte crudo di vacca, pecora e capra, colore giallo
Coagulazione presamica con cagliata raccolta in Unico esempio di Robiola con latte di capra paglierino, gusto equilibrato tra sapido e piccante.
stampi rettangolari. A pasta morbida con leggera Girgentana. Dalla pasta morbida e cremosa, ha un C0548 | Porzionato 1/4 1,3 Kg
occhiatura. Gusto dolce e intenso. gusto fresco e tendente leggermente all’acidulo.
C0509 | 800 Gr C0511 | 200 G
C0511/B | 200 Gr x5 pezzi

Torta caprina
Con Erba Cipollina
AGRIGENTO | CAPRINO |

Dalla pasta bianchissima e morbida, ha un sapore


dolce, leggermente acidulo, elegante e avvolgente,
arricchita da un manto di erba cipollina.
C0512/A | 400 Gr
forma intera
C0512/B | 1 Kg
1 Kg
spicchio
400 Gr
porzionato

PSF

Maiorchino
MESSINA | MISTO |

Canestrato ai tre latti A pasta compatta pressata, prodotto con latte


PALERMO | MISTO | crudo ovino e caprino. Le forme dopo 2 giorni
Il canestrato è un formaggio a pasta semidura, vengono salate a secco per un mese circa; dal
cotta, prodotto con latte prevalentemente terzo mese in poi viene trattato con olio di
vaccino e integrato con latte ovino o caprino. La oliva. La stagionatura può raggiungere i 24 mesi
sua produzione in Sicilia è citata già in documenti permettendo al formaggio di sviluppare profumi e
del 1200 e pare fosse prodotto dai mandriani di aromi di lunga persistenza. Gusto deciso e piccante.
bovini durante la primavera, per utilizzare il latte in C0545/A | Forma intera 14 ~ 18 Kg
eccesso delle pecore in quel periodo dell’anno. C0545/B | Spicchio 1,5 Kg
C0550 | Porzionato 1/4 1,3 Kg C0545/C | Porzionato 500 Gr

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


SALUMI

SA LUMI
LAVORAZIONI TRADIZIONALI
RAZZE AUTOCTONE SICILIANE
PRESIDI SLOW FOOD
NUOVE SPERIMENTAZIONI

Ecco la nostra selezione dei migliori salumi siciliani.


Carni selezionate di capi italiani, razze autoctone siciliane,
lavorazioni tradizionali e proposte innovative, il meglio
della produzione locale per garantire il massimo dell’attenzione
nella selezione delle materie prime e cura in tutte le fasi
della lavorazione delle carni. Prosciutto crudo di Suino Nero
dei Nebrodi Presidio Slow Food, Busambrina, Carpaccio
di razze autoctone siciliane, lonza, capocollo, guanciale,
pancetta, pestato speziato di lardo di suino nero siciliano,
porchetta di maialino nero dei Nebrodi cotto a legna e
porzionato, mortadella di asino, pollo porchettato e salami
variegati per rendere ricco il vostro tagliare e le vostre ricette
gourmet, sapori di una Sicilia ritrovata.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


SALUMI

PSF PSF

Fellata di Suino Nero dei Nebrodi Guanciale di Suino Nero dei Nebrodi
MESSINA MESSINA
Salame a grana grossolana di tagli diversi di muscolo Lardo e parti muscolari della regione delle guance,
di suino, insaccato in budello naturale di maiale. salato con sale fine e aromatizzato.
C0402 | 600 Gr C0403 | 1 Kg

PSF

Coppa di Suino Nero dei Nebrodi


MESSINA

Trancio di muscolo del collo, salato, aromatizzato al


pepe nero, avvolto con peritoneo di suino e steccato.
C0401 | 1,3 ~ 1,5 Kg

PSF

Lardo di Suino Nero dei Nebrodi Nero di Busambra


MESSINA Suino Nero Siciliano
Ricavato dalla regione del dorso, salato con sale PALERMO

marino grosso delle saline di Trapani. Prosciutto crudo ottenuto dalla stagionatura
C0404 | 1 ~ 1,5 Kg di cosce di suini neri siciliani. La coscia viene
completamente disossata, aperta, salata, richiusa
con legatura a mano e lasciata stagionare.
Crudo di Suino Nero dei Nebrodi C0487 | 2,5 Kg - Produzione limitata, verificare disponibilità.
MESSINA

Cosce di suino nero adulto, provenienti da suini


allevati in semibrado e brado tra i pascoli e boschi
dei Monti Nebrodi. Alimentati in modo naturale
cibandosi di ciò che il bosco offre: castagne,
ghiande, tuberi ed altri prodotti che trovano PSF
scavando col grugno. Tutta la filiera, si svolge nella
zona tutelata dal Presidio Slow Food. Salagione Pancetta arrotolata
manuale con sale secco, seguito da una asciugatura di Suino Nero dei Nebrodi
di circa 120 giorni, continuando con un lungo riposo MESSINA

in cantina per minimo 24 mesi, prolungati a 36 mesi Salume decisamente saporito, che deve il suo
se in presenza di cosce pesanti. All’assaggio la fetta particolare aroma al dovizioso processo di
presenta un colore più rosso intenso dovuto alla sua preparazione e stagionatura. Sapore dolce con
naturale ricchezza di ferro abbinata a un’intensità tonalità soavi del lardo abbinato a un gusto più
aromatica nettamente superiore rispetto ad altri pronunciato dovuto alle spezie e alla parte magra.
prodotti similare. Prezioso alleato nel conferire sapore e struttura a
C0406 | Con osso 5 ~ 6 Kg diversi piatti, che siano antipasti, primi o secondi.
C0418 | Disossato 4 ~ 5 Kg C0405/B | 1,2 Kg - Produzione Limitata

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


SALUMI

Principe di Calatari
PALERMO

Salame da carni bovine grossolanamente tritate


e arricchite con Ragusano DOP tagliato a punta di
coltello, utilizzato al posto del classico lardello.
Salame dal sapore unico, molto magro, da gustare
PSF
tagliato a fette sottilissime. Apprezzato da chi
Salame desidera ricercatezze a basso contenuto di grasso.
Pancetta tesa di Suino Nero dei Nebrodi Suino Nero Siciliano C0447/B | 600 Gr
MESSINA PALERMO

Parti muscolari della regione addominale, macerate Da Suino Nero allevato allo stato semibrado
con sale delle Saline di Trapani, aromatizzate al all’interno della riserva naturale di Bosco Ficuzza
pepe nero. dove si nutre di ciò che trova in natura.
C0405 | 1 Kg C0402B | 600 Gr

Salame al Mandarino
Suino Nero Siciliano
PALERMO

Da Suino Nero allevato allo stato semibrado


all’interno della riserva naturale di Bosco Ficuzza
dove si nutre di ciò che trova in natura. Le carni
sono arricchite dalla scorzetta e dall'essenza di
Salame di Busambra Salame al Pepe Rosa Mandarini in purezza.
Finocchietto Selvatico Suino Nero Siciliano C0415 | 600 Gr
PALERMO PALERMO

Salame da carni bovine il cui sapore è valorizzato Da Suino Nero allevato allo stato semibrado
proprio dalla semplicità degli ingredienti che la all’interno della riserva naturale di Bosco Ficuzza
compongono: sale integrale di Mothia, pepe bianco, dove si nutre di ciò che trova in natura. Le carni sono
pepe nero e finocchietto selvatico. arricchite con perl e di pepe rosa che ne ravvivano il
C0447 | 600 Gr sapore con armonia.
C0478 | 600 Gr

Busambrina
Da razze autoctone di Sicilia
PALERMO

I muscoli pregiati della coscia dei bovini siciliani


vengono massaggiati per dieci giorni con una
concia composta da sale marino, aromi naturali,
spezie ed erbe aromatiche selvatiche del territorio.
Completata questa fase la Busambrina viene Carpaccio di Busambrina
preparato per la stagionatura e appeso a un gancio PALERMO

per 30 giorni. Ecco come maturano i sapori e i Dal muscolo della coscia di bovini, stessa lavorazione
profumi che la rendono così unica. della Busambrina, con stagionatura più breve.
C0422 | 600 Gr C0424 | 1 ~ 1,6 Kg

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


SALUMI
tartufo

pistacchio

Cosciotto arrosto
PALERMO

Cosciotto di suino bianco disossato, lavorato con


erbe aromatiche locali, legato a mano con spago e
cotto al forno senza l'aggiunta di polifosfati, senza
glutine e senza lattosio.
C0479B | SUINO - Trancio 4 ~ 6 Kg

Mortadella di vacca Mortadella di asino


Con Tartufo Con Pistacchio di Bronte DOP
PALERMO PALERMO
Carne di vacca, lardello di suino nero, tartufo Mortadella raffinata e delicata, dalla macinatura
nero, sale integrale di Mothia, il tutto per godere finissima e dal gusto unico, è un prodotto di altissima
di un profumo senza eguali, raffinato e deciso. La qualità grazie alle pregiate materie prime utilizzate.
macinatura finissima e il suo gusto caratteristico C0472 | 2 Kg ca.
rendono questo prodotto incomparabile. Realizzata
Cotto madonita agli agrumi solo con le migliori materie prime per ottenere un
PALERMO prodotto di primissima qualità.
Realizzato con parti pregiate della coscia di suino C0472B | Tartufo - 2 Kg ca.
e aromatizzato con buccia di arancia e limone
macerata nel Marsala. Mortadella di vacca
C0470 | 1 Kg Con Pistacchio di Bronte DOP
PALERMO

Come la precedente, ma ad impreziosire il sapore


della mortadella questa volta non è il tartufo ma il
Pistacchio di Bronte DOP.
C0472D | Pistacchio di Bronte DOP - 2 Kg ca.

Filetto di suino arrosto Pollo Porchettato


PALERMO PALERMO

Filetto di maiale aromatizzato con erbe di campo Suino fresco e pollo intero disossato a regola d’arte.
trancio
come menta, alloro, rosmarino. Cotto al forno. Lavorato con sale fino e aromi naturali.
C0466 | 1 ~ 1,2 Kg intera C0428 | 2 Kg

Fiocco cotto di montagna


PALERMO Stinco di suino arrosto
Realizzato esclusivamente con fesa selezionata PALERMO
da coscia fresca di suino, massaggiata con erbe Porchetta madonita al forno Condito con spezie e aromi naturali e cotto in forno.
aromatiche e una piccola quantità di sale marino, legata PALERMO Tenero e delicato, una specialità gastronomica pronta
a mano e posta in forno. Al taglio presenta colore rosa Carrè anatomicamente senza osso, rifilato a regola in pochi minuti, da gustare come un arrosto. Gusto
con una leggerissima presenza di grasso tendente al d’arte con circa il 10% di grasso in superficie. Lavorato intenso, morbido se bollito nella sua confezione,
bianco. Sapore dolce, leggermente aromatico, profumo con sale fino ed erbe aromatiche delle Madonie. croccante se rosolato al forno. Senza glutine. Senza
delicato. Ideale per un taglio a coltello. C0427A | Trancio 5 ~ 6 Kg derivati del latte. Senza polifosfati aggiunti.
C0484 | 2 ~ 2,20 Kg C0427B | Intera (su prenotazione) 16 ~ 18 Kg C0475 | 600 ~ 700 Gr

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


SALUMI

Capocollo stagionato
Würstel atigianale di puro suino MESSINA

PALERMO Capocollo, derivato dai muscoli del collo del


Carne selezionata di suino, sottoposta a una minuta suino, viene salato con sale integrale di Mothia, Salame di puro suino Salsiccia Pasquarola
macinazione insieme a lardello di maiale, aromi e massaggiato con cura per favorire l’assorbimento Pistacchio Finocchietto selvatico
spezie naturali. Insaccata in budelli, creando lunghi delle spezie per poi effettuare una stagionatura SICILIA PALERMO

salsicciotti di oltre 25 cm. Posti a cavallo a dei e riposo in cantina di circa 2~4 mesi. Ottimo, Salame dal gusto delicato, macina a grana Salsiccia secca di Suino bianco arricchita con semi
listelli vengono cotti per circa tre ore raggiungendo equilibrato e gradevolmente profumato. media, arricchito dall’aggiunta di Pistacchio di Finocchetto selvatico; segue una stagionatura
una temperatura di 80°. C0460 | 1,2 Kg intero e macinato. che va dai venti ai trenta giorni.
C0476 | Busta da 5pz 800 Gr circa C0411/B | 500 Gr C0409 | 400 ~ 600 Gr
intero

porzionato

sikano

sgambato

Salame di puro suino


con Pistacchio di Bronte DOP
Lonza stagionata PALERMO Salsiccia secca piccante Crudo Sikano o Sgambato
PALERMO Salame dal gusto delicato, macina a grana media, Puro suino con finocchietto selvatico Da coscia di Suino bianco
Lavorata artigianalmente con sale marino siciliano insaccato in budello naturale e arricchito dall’aggiunta ENNA ENNA

e pepe. Il suo sapore rispecchia in ogni dettaglio di Pistacchio di Bronte DOP intero e macinato. Salsiccia secca di suino bianco. Le sue tonalità piaccanti Coscia di suino bianco accuratamente disossata,
quello della tradizione, è elegante e persistente. C0411 | 500 ~ 600 Gr Intero sono arrotondate dai semi di finocchetto selvatico. aperta e stagionata. Sapore intenso e persistente.
C0458 | 1 Kg C0411/A | 250 ~ 300 Gr Porzionato La sua stagionatura va dai venti ai trenta giorni. C0492 | SIKANO Porzionato 1/2 S.V. 3,0 Kg
C0491 | 350 Gr C0488 | SGAMBATO Porzionato 1/2 S.V. 3,0 Kg

Salame di puro suino Salame di puro suino


Mandorle d’Avola Vino nero d’avola
PALERMO PALERMO Prosciutto crudo madonita Salame d’asino
Dal gusto intenso e deciso, preparato con carni Gusto delicato. Carne a grana media lasciata PALERMO PALERMO

fresche, macinato a grana media e condito con macerare per 24 ore nel vino Nero d’Avola. Speziato Prosciutto crudo di suino disossato. Sapore nobile Carne d’asino finemente lavorata con aggiunta
mandorle intere e tritate. e posto in budello naturale. e deciso. di spezie.
C0459 | 600 Gr C0413 | 500 ~ 600 Gr C0474 | 3 Kg C0408 | 200 ~ 250 Gr

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


B I R R A , V I N O E D I S T I L L AT I

B I R R A, V I N O
E DISTILLATI
LUPPOLI SELEZIONATI
FILARI TRADIZIONALI
BIOLOGICO
NUOVE SPERIMENTAZIONI

Dalle trazzere del gusto di Sicilia ecco la nostra


selezione di vini, birre e distillati siciliani.
Abbiamo scelto artigiani capaci di donare
ad ogni sorso uno scorcio della nostra terra.
Vini biologici, viti che affondano le loro radici
nella terra lavica dell’Etna, vini senza solfiti aggiunti,
birre artigianali siciliane e distillati di miele.
Nei vostri bicchieri i sapori di una Sicilia ritrovata.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


BIRRA

Blonde Ale American Brown Ale


SIRACUSA SIRACUSA

Blonde Ale, birra da bere con facilità e lascia il Con malto nobile inglese in luogo del malto base
palato soddisfatto. Colore dorato, con una schiuma americano. Di un bel marrone traslucido, con una
persistente che preserva i profumi dei malti e dei schiuma compatta e persistente. La complessità
luppoli. Entra ricca di aromi, presenti durante tutto della birra viene preannunciata dal suo aroma, un
il sorso e chiude con un finale secco, rinfrescante e intreccio di note di malto, nocciole e agrumi. La
appagante, lasciando un leggero amaro che invoglia bevuta, nonostante la complessità è facile, con note
a bere un altro sorso. Da bere così com'è. di caramello, tostature leggere, resina e agrumi.
gradazione alcolica: 4,4% VOL gradazione alcolica: 5% VOL
temperatura di servizio: 8° C temperatura di servizio: 12° C
D0040 | 0,33 Lt/24 D0042 | 0,33 Lt/24
D0041 | 0,75 Lt/6 D0043 | 0,75 Lt/6

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


BIRRA

American Pale Ale Imperial IPA


SIRACUSA SIRACUSA

Colore arancio intenso e una schiuma abbondante Come una bomba che detona nel momento in cui la
e compatta. I profumi sono di agrumi, con delle note si stappa, Imperial IPA stupirà con un'esplosione
di frutta tropicale e un resinoso che ricorda gli aghi di profumi di luppolo freschissimi. Si presenta
di pino. È una birra che appaga il palato con note di leggermente ambrata, limpida e con una bella
resina e agrumi e un leggero sentore di pane donato schiuma. La bevuta è avvolgente, caratterizzata
dal malto, il tutto sorretto da vivaci bollicine, finale da note di resina, di agrumi e da una leggera
secco e pulito. percezione alcolica che scalda piacevolmente e
gradazione alcolica: 6% VOL ben si sposa all'amaro, presente durante il sorso
temperatura di servizio: 8° C e ben persistente dopo. Nonostante la gradazione
D0044 | 0,33 Lt/24 alcolica si fa bere con molta facilità, rendendola
D0045 | 0,75 Lt/6 pericolosamente piacevole.
gradazione alcolica: 8% VOL
temperatura di servizio: 10° C
D0046 | 0,33 Lt/24

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


BIRRA

STAGIONALE

Vardy Pale Ale


SIRACUSA

Proprio quel Jamie Vardy che ha fatto la fortuna del


Leicester di Claudio Ranieri. Una Pale Ale, birra di
stile inglese, con ingredienti tutti inglesi ma fatta in
Sicilia. Sull’etichetta ci sono due giocatori stilizzati,
uno solleva una coppa. A fianco il nome: VARDY, e un
sottotitolo: Heroic Beer. "I veri eroi sono caparbi.
I veri eroi sono gli straordinari uomini ordinari che
hanno sconfitto i giganti. E noi celebriamo il loro
trionfo con questa mitica Pale Ale".
gradazione alcolica: 4,3% VOL
temperatura di servizio: 6° C
D0047 | 0,33 Lt/24

STAGIONALE STAGIONALE

Ciàula Imperial Stout C.I.D. Session IPA


SIRACUSA SIRACUSA

La ciaùla in sicilia è un uccello dal piumaggio nero Session IPA tanto fresca e aromatica quanto facile
come la notte, come la nostra birra. Per brassarla da bere, con una luppolatura caratterizzata da
ci siamo ispirati alle foreign extra stout. Abbiamo luppoli americani che donano alla birra sentori di
giocato con i malti scuri per conferire, oltre al agrumi e frutta tropicale. Una birra pensata per
colore, una complessità di note tostate che si allietare il palato, da bere a secchiate. Il gatto
esprimono in modo sinuoso durante il sorso, è morto, lunga vita al gatto. Da accostare a se
caratterizzato da un corpo morbido e avvolgente. stessa pinta dopo pinta. Se volete provarla a tavola
Da accostare a formaggi erborinati, grandi brasati, usatela per ripulire il palato dalla frittura di pesce
pesci affumicati o salati e dessert, preferibilmente o di verdure. Accompagna bene le carni grigliate e i
a base di cioccolato, caffè o ricotta. formaggi a pasta filata di media stagionatura.
gradazione alcolica: 8% VOL gradazione alcolica: 4,5% VOL
temperatura di servizio: 10°/12° C temperatura di servizio: 8°/10° C
D0053 | 0,33 Lt/24 D0044/B | 0,33 Lt/24

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


BIRRA

Centobocche Pacific Saison Centobocche Saison


SIRACUSA SIRACUSA

Un birrificio caparbio che non riesce a tenere a freno Dalla Vallonia alla nostra terra, una saison
la sua passione per il luppolo. Va da se che la prima molto classica, che sarà la base di una serie
declinazione della Centobocche sia una versione di birre sempre nuove. Centobocche per le
della originale con un dry hop massiccio di luppoli diverse declinazioni che la caratterizzeranno,
oceaniani. Come la Centobocche, questa Pacific Centobocche perché sono birre che riusciranno a
Saison vi stupirà per la sua bevibilità; una bevuta incantare tutti. Il piacevole profumo leggermente
dominata da note tropicali che termina con un speziato si riconferma al palato, dove la
amaro più pronunciato, perché la vostra voglia di vostra lingua sarà deliziata da una piacevole
luppoli possa essere soddisfatta. effervescenza, un finale secco e un sensazione
gradazione alcolica: 5,2% VOL chemestetica di pepato che vi farà ringraziare
temperatura di servizio: 5° C di averla voluta bere. La rusticità di questa birra
D0048 | 0,33 Lt/24 è aumentata dall’utilizzo di frumento Maiorca,
D0048/B | 0,75 Lt/6 grano tradizionale siciliano.
gradazione alcolica: 5,2% VOL
temperatura di servizio: 5° C
D0049 | 0,33 Lt/24
D0049/B | 0,75 Lt/6

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


VINO DISTILLATI

Altimetria Affinamento
400 m s.l.m Il primo periodo in silos
d’acciaio, un secondo periodo
Tipologia di terreno di circa un anno in tonneau nuovi
Medio impasto: strato di roccia ed usati e un terzo periodo di
sottostante e pietre calcaree. almeno sei mesi in bottiglia.

Sistema di allevamento Produzione


A spalliera con cordone 6000 bottiglie
speronato.
6000/ha Grado alcolico
13,5 %
Vinificazione
Tradizionale in rosso,
macerazione lunga a
temperatura controllata con
pressatura soffice.

DOC
Hyblon Anima
CHIANO CONTI 1° distillato da miele ibleo Acquavite purissima da miele ibleo
Faro DOC SIRACUSA SIRACUSA
MESSINA Distillazione discontinua, in forno Selezione speciale di mieli. La
Da uve di Nerello Mascalese, a legna, a fuoco lento per esaltare distillazione, discontinua in forno
Nerello Cappuccino, Nero d’Avola l’aroma e il profumo dei mieli iblei alimentato a legna, è artigianale.
e Nocera raccolte a mano nella scelti. Colore elegante verde lime, Alla vista è trasparente e
seconda decade di Settembre, aroma intenso per persistenza e cristallina, l’aroma di grande
con una resa di 70 Q.li/ha. Ha finezza, con profumi compositi di intensità per finezza e
un colore rosso rubino, profumi miele e note agrumate, il gusto è persistenza, al palato è morbida,
delicati e persistenti e sapore morbido, vellutato e floreale. decisa, floreale, sentori di primo
aciutto, armonico, di medio corpo. D0010 | 0,50 Lt/6 Vol. 38,4° - Bottiglia miele di favo.
C0025 | 0,75 Lt/6 D0012 | 0,10 Lt/12 Vol. 38,4° - Fiaschetta D0011 | 0,20 Lt/6 Vol. 41°

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


OLIO E ACETO

OLIO E ACETO
EXTRA VERGINE DI OLIVA
RACCOLTA A MANO
PRESIDI SLOW FOOD
BIOLOGICO

Considerato tra i migliori al mondo, l’olio siciliano non può


mancare nelle cucine che hanno a cuore ogni singolo piatto
che viene creato. “Valli Trapanesi”, “Val di Mazara, “Monte Etna”,
“Valle del Belice”, “Valdemone” e le “Monti Iblei” sono le DOP
che rendono unica al mondo la produzione olearia siciliana.
Noi vi offriamo la nostra personalissima selezione, fatta pensando
alle esigenze degli chef siciliani da sempre attenti alla perfezione
dei sapori. Ecco i sapori di una Sicilia ritrovata.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


OLIO

DOP

Mandarino Limone Arancia Rosmarino Rosmarino, salvia e timo Valle del Belìce
Agrumolio Agrumolio Agrumolio Erbolio Erbolio Geraci DOP
TRAPANI TRAPANI TRAPANI TRAPANI TRAPANI VALLE DEL BELICE

Condimento al mandarino otte- Condimento al limone ottenuto Condimento all’arancia ottenuto Fruttato medio di oliva verde Fruttato medio di oliva verde Fruttato intenso di oliva verde
nuto dalla frangitura contem- dalla frangitura contemporanea dalla frangitura contemporanea con fresco sentore di rosma- con fresco sentore di rosmarino, con sentore di carciofo tenero
poranea delle olive varietà “No- delle olive varietà “Nocellara del delle olive varietà “Nocellara rino di Sicilia. Misto ai sentori salvia e timo di Sicilia. Misto crudo, mandorla fresca, erba
cellara del Belice” con mandarini Belice” con limoni freschi di Sicilia. del Belice” con arance fresche aromatici dell’erba si avvertono ai sentori aromatici delle erbe appena falciata e mela verde.
freschi di Sicilia. Ideale per cru- Perfetto per insalate, cotture di Sicilia. Ottimo per crostacei, note di carciofo e foglia verde di si avvertono note di carciofo Retrogusto lievemente amaro
dités, involtini di carne e pesce, al forno o alla griglia, di carne o molluschi, cotture al forno o alla pomodoro tipici della Nocellara e foglia verde di pomodoro dalla vivace piccantezza.
per salmone e prosciutto affu- pesce, molluschi e antipasti di griglia di pollo, anatra, pesci, del Belice. Notevole fragranza e tipici della Nocellara del Belice. C0140 | 0,50 Lt /6
micato, bresaola, preparazione pesce, carpacci e verdure lesse, verdure lesse, salmone affumicato, freschezza. È media l’intensità Notevole fragranza e freschezza. Denominazione di Origine Protetta Valle del Belìce
di dolci e insalate. preparazione di dolci. preparazione di dolci e insalate. di piccante. Intensità di piccante media. Cultivar 100% Nocellara del Belìce
C0142/C | 0,25 Lt /12 C0142 | 0,25 Lt /12 C0142/B | 0,25 Lt /12 C0145 | 0,25 Lt /12 C0145/B | 0,25 Lt /12
Cultivar 100% Nocellara del Belìce Cultivar 100% Nocellara del Belìce Cultivar 100% Nocellara del Belìce Cultivar 100% Nocellara del Belìce Cultivar 100% Nocellara del Belìce

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


OLIO

0,50 Lt

0,25 Lt

DOP IGP BIO PSF HALAL KOSHER IGP BIO PSF HALAL KOSHER BIO HALAL KOSHER

Fruttato intenso Fruttato Delicato IRÉ Cherubino Cherubino Cherubino


Trappitu Trappitu Shemir Terraliva IGP Sicilia Tonda iblea Terraliva IGP Sicilia Nocellara etnea Terraliva
TRAPANI TRAPANI TRAPANI SIRACUSA SIRACUSA SIRACUSA

Dalla stessa lavorazione del Dalla raccolta a brucatura ma- Vincitore del primo premio SLOW Per la terza volta nel 2015 l'azienda Per la terza volta nel 2015 l'a- La bottiglia in acciaio inox rende
Delicato, è un olio dal colore nuale e una frangitura a dischi e FOOD come Miglior Olio d’Italia vince il SOL D’ORO: Olio fruttato zienda vince il SOL D’ORO: Olio ancora più elegante il Cherubino
giallo limpido con riflessi dorati martelli, è un olio dal colore giallo 2012, ha colore giallo oro con intenso. Olio EVO IGP dei Monti fruttato intenso. Olio EVO IGP così chiamato perché si narra
sul fondo. Ha un aroma floreale, oro con riflessi verdi. Aroma dai riflessi verdi: è un olio dal parti- Iblei da Agricoltura BIO. Zona Nocellara Etnea da Agricoltura che gli angeli Cherubini dopo un
con fragranze di banana e toni erbacei, con accenni di po- colare aroma di pomodoro ver- Monte Lauro da alberi a ombrello Biologica. Perfetta armonia tra lungo girovagare, scelsero quelle
pomodoro. Un gusto dolce e modoro verde e carciofo. Gusto de e carciofo, con toni erbacei. ribassato, raccolta manuale. amaro e piccante è un olio frut- terre per produrre il miglior olio
cremoso, gentile e persistente. intenso, piccante e amarognolo. Al gusto fruttato e intenso. Perfetta armonia tra amaro e tato, intenso, armonico ed equili- da portare in Paradiso.
C0102 | 0,50 Lt /6 C0105 | 0,50 Lt /6 C0113 | 0,50 Lt /6 piccante, armonico ed equilibrato. brato. Al naso sentori di carciofo C0151 | Bottiglia Inox 0,50 Lt /6
Cultivar 60% Biancolilla, 30% Cerasuola, Cultivar 80% Biancolilla, 20% Cerasuola DOP VALLI TRAPANESI Al naso sentori di pomodoro. e di erbe appena falciate. C0152 | Bottiglia Inox 0,25 Lt /12
10% Nocellara del Belìce Cultivar 70% Nocellara del Belìce, 30% Cerasuola C0150 | 0,50 Lt /6 C0150B | 0,50 Lt /6 Cultivar 100% Tonda Iblea
Cultivar 100% Tonda Iblea Cultivar 100% Nocellara Etna

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


OLIO

0,50 Lt

0,25 Lt

Armonico Tricultivar
BIO HALAL KOSHER BIO HALAL KOSHER BIO HALAL KOSHER
Estratto a freddo
TRAPANI

Cherubino Cherubino Centesimato La Valle del Belìce è un territorio zando le peculiarità varietali del- seconda parte di novembre, per
Terraliva Terraliva Terraliva Cherubino straordinario, un paesaggio bel- le diverse cultivar presenti nel tenere un gusto più delicato,
SIRACUSA SIRACUSA SIRACUSA lissimo che parte dall’alta valle, territorio. L’olio Armonico nasce vengono frante insieme, pertrar-
Da ulivi a ombrello ribassato che 100 millilitri di vera armonia tra Con particelle di oro alimentare, con uliveti posti a 350 mt di al- da una combinazione sapiente di ne al meglio l’alchimia del gusto
crescono a 700m slm, alla vista è il fruttato, l’amaro e il piccante, utilizzato già dagli alchimisti del titudine, fino ad arrivare al mare tre Cultivar straordinarie: la No- e condurle ad un unico destino:
verde con riflessi tendenti al gial- caratteristiche di un vero olio XV sec., nella Venezia Rinascimen- di Sicilia, dove gli ulivi si scalda- cellara del Belìce, “Regina” della ammaliare con dolcezza. Frut-
lo oro. Il profumo riporta a sento- bio. Per un effetto vintage, una tale e nella Padova Cinquecen- no al soffio del vento di scirocco. Valle, dal gusto ricco e corposo, tato leggero di oliva verde, con
ri di carciofo, foglie di pomodoro, confezione originale e accatti- tesca poi, per la doppia funzione: Un unicum irripetibile dal quale la Cerasuola dal sapore spezia- sentore di erba e mandorla, lieve
erbe officinali e mandorla. Al pa- vante capace di incuriosire. considerato buon medicamento, i fratelli Geraci, hanno saputo to e aromatico e la Biancolilla fragranza e freschezza. Equili-
lato è fruttato, intenso ed equi- C0155 | Lattina Alluminio 0,10 Lt /12 impreziosiva ogni portata. trarre la vocazione internaziona- dall’aroma erbaceo ma delica- brato, intensità di piccante leg-
librato: una giusta armonia tra il Cultivar 100% Tonda Iblea C0156 | In astuccio premium 0,25 Lt le delle loro produzioni, valoriz- to. Letre cultivar, raccolte nella gera e amaro lieve.
dolce, l’amaro e il piccante. Cultivar 100% Tonda Iblea C0143 | VETRO 0,5 Lt /6
C0153 | Latta Cilindrica 0,50 Lt /6 C0144 | BAG-IN-TUBE 3 Lt /3
C0154 | Latta Cilindrica 0,25 Lt /12 C0146 | LATTA 5 Lt Cultivar Nocellara del Belìce, Biancolilla, Cerasuola
Cultivar 100% Tonda Iblea

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


ACETO

Ntoni Aceto da vino Marsala


Grecanico e Chardonnay Marsala Dolce DOP
AGRIGENTO AGRIGENTO

Aceto ottenuto dai vitigni Grecanico e Chardonnay. Aceto prodotto con metodo naturale ed affinato
Un aceto che ne mantiene la vasta gamma olfattiva in botti.Ricavato dal prezioso vino Marsala che con
di profumi floreali insieme agli aromi erbacei e l’arrivo degli inglesi in Sicilia nel 1773 conquisterà
vegetali. Aceto prodotto con metodo naturale ed il mondo, questo raffinato aceto, ottenuto dopo
affinato in botti. anni di accurato lavoro ne restituisce i profumi e le
D0355 | 0,50 Lt/6 note degustative. Il vino Marsala Superiore dolce,
ottenuto dai vitigni autoctoni di forte carattere,
Don Blasco Grillo e Cataratto, permette di ottenere questo
Nero d’Avola aceto che ne mantiene le tipiche fragranze e gli
AGRIGENTO eterei profumi.
Aceto ottenuto dal vitigno di forte carattere D0370 | MARSALA DOLCE DOP 0,25 Lt/6 | Acidità 5% | Contiene soliti
Nero d’Avola. Questo aceto ne mantiene le tipiche
fragranze di viole e di frutta a bacca rossa e gli
eterei profumi. È prodotto con metodo naturale e
affinato in botti.
D0351 | 0,50 Lt/6 D0352 | 0,25 Lt/12 IGT

Nedda Aceti Gran Riserva


Grillo di Grillo o Nero d'Avola IGT Terre Siciliane
AGRIGENTO AGRIGENTO

Aceto da uve di Grillo. È un aceto che ne mantiene Un lungo invecchiamento in botti di legno ed un
il grande spessore organolettico, l’equilibrata buon residuo alcolico del vino di provenienza con-
morbidezza, i sentori erbacei floreali e le note sentono di ottenere delle eccellenze. Il ricorso alle
agrumate. È prodotto con metodo naturale ed eccellenze del territorio che traggono la forza dalla
affinato in botti. tradizione contadina, conferiscono a questi aceti la
D0353 | 0,50 Lt/6 D0354 | 0,25 Lt/12 capacità di evocare suggestioni ed emozioni uniche.
D0367 | GRILLO IGT 0,25 Lt/6 D0366 | NERO D'AVOLA 0,25 Lt/6
D0367/B | SCATOLA GRAN RISERVA = GRILLO + NERO D’AVOLA

Aceti aromatizzati
di Grillo o Nero d'Avola
AGRIGENTO

Tradizione e sapienza contadina permettono di


ottenere dai vitigni autoctoni Grillo e Nero d'Avola
una linea di aceti aromatizzati che sprigionano
fragranze e profumi unici. Sono aceti affinati in
botti e aromatizzati con macerazione naturale di Aceti da frutto
prodotti freschi. Ficodindia o Melograno
D0350 | CASSETTA MIX 0,25 Lt/6 AGRIGENTO

Aceti ottenuti dai frutti delle piante di melograno e


GRILLO NERO D’AVOLA ficodindia tipiche del paesaggio siciliano che donano
D0363 | CAPPERI 0,25 Lt/6 D0356 | AGLIO 0,25 Lt/6 sensazioni uniche e inaspettate. Prodotti con meto-
D0362 | PEPE ROSA 0,25 Lt/6 D0359 | BASILICO 0,25 Lt/6 do naturale e affinati in botti, ricchi di importanti
D0360 | PEPERONCINO 0,25 Lt/6 D0357 | ORIGANO 0,25 Lt/6 principi nutritivi. L'aceto di Melograno è ricco di vi-
D0361 | POMODORO 0,25 Lt/6 D0358 | LIMONE 0,25 Lt/6 tamina C, potassio e polifenoli antiossidanti
D0365 | ARANCIA 0,25 Lt/6 D0368 | MELOGRANO 0,25 Lt/6
D0364 | ROSMARINO 0,25 Lt/6 D0369 | FICODINDIA 0,25 Lt/6

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


MIELE E MANNA

MIELE E MANNA
APE NERA SICULA
PRESIDIO SLOW FOOD
20+ ESSENZE
MANNA DI FRASSINO

L’ape nera sicula ha popolato per millenni la


Sicilia, quasi scomparsa intorno agli anni 70 si è
riusciti a riportarla sulla nostra isola e grazie alle sue
caratteristiche possiamo gustare una ricca varietà di
mieli autoctoni. Miele di Astragalo, di Arancio, di
Carrubo, Fico d’India, Castagno, Eucalipto, Ferla,
Timo, e tanti altri ancora. In ogni goccia
i sapori di una Sicilia ritrovata.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


MIELE

PSF PSF

Acacia Asfodelo
PALERMITANO, ENNESE PALERMITANO, ENNESE

Dal colore giallo tendente all’ambrato e dalla gra- Prodotto nel mese di maggio/giugno. Colore giallo
duale cristallizzazione. Ha un odore delicato, flore- tendente all’ambrato, cristallizzazione graduale.
ale, particolarità che mantiene al palato seguita da Di non facile produzione.
un retrogusto leggermente acidulo. È ottimo con C0335 | 0,250 Gr /6
formaggi freschi non stagionati. D0303 | 0,400 Gr /6
C0395 | 0,250 Gr /6
C0395B | 0,400 Gr /6

PSF PSF

Agrumi Astragalo Nebrodensis


PALERMITANO NEBRODI

Prodotto ad aprile, presenta un colore molto chiaro Prodotto in montagna a giugno. Il colore allo stato
quando è ancora liquido, giallo quando cristallizza liquido è quasi assente; se puro non cristallizza. È
in cristalli grossi e sabbiosi. Leggera intensità un miele raro, di alta montagna (1800 m ca.). Odore
aromatica, tra il floreale ed il fruttato, ricorda leggerissimo, gusto delicato. È ricco di fruttosio
l’essenza del gelsomino. viene metabolizzato a livello epatico e costituisce
C0323 | 0,250 Gr /6 un’importante riserva energetica.
C0385 | 0,400 Gr /6 C0312 | 0,250 Gr /6
C0311 | 0,400 Gr /6

PSF PSF

Aneto Cardo
PALERMITANO, AGRIGENTINO, TRAPANESE PALERMITANO, MESSINESE, TRAPANESE

Prodotto nei mesi estivi, il colore è ambrato quando Prodotto nei mesi di giugno e luglio. Colore ambra
allo stato liquido, cristallizzando tende al marrone. chiaro quando è liquido, tendente all’ocra quando
Odore abbastanza aromatico con forti sentori cristallizza spontaneamente alcuni mesi dopo il
di finocchietto. Gusto deciso, con un retrogusto raccolto in cristalli uniformi. Molto profumato e dal
leggermente amaro ricco di sali minerali. sapore altrettanto intenso.
C0314 | 0,250 Gr /6 C0317 | 0,250 Gr /6
C0313 | 0,400 Gr /6 C0316 | 0,400 Gr /6

PSF PSF

Arancio Carrubo
RAGUSANO, AGRIGENTINO RAGUSANO

Prodotto ad aprile. È trasparente quando allo stadio Miele raro viene prodotto nel periodo invernale, tra
liquido, giallo paglierino / bianco perlaceo quando ottobre e novembre. Scuro quando liquido, color
cristallizza in cristalli grossi e sabbiosi. Il suo profu- nocciola in seguito a cristallizzazione, che si ha al-
mo è leggero, ricorda i fiori di arancio. Il suo gusto è cuni giorni dopo la smielatura. Il profumo ricorda la
tra il florale ed il fruttato, con sentori di gelsomino. carruba, inebriante al palato, si scioglie lentamente
C0304 | 0,250 Gr /6 in bocca grazie alla consistenza quasi cremosa.
C0303 | 0,400 Gr /6 D0301 | 0,250 Gr /6
D0302 | 0,400 Gr /6

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


MIELE

PSF PSF

Limone
Castagno PALERMITANO

MESSINESE Prodotto da fine aprile ai primi di maggio. Incolore


Prodotto in zone di media montagna nel mese di giugno o quando liquido, bianco perlaceo quando cristallizza
luglio. Alla vista va da ambrato a quasi nero, secondo le zone di in cristalli medi, assumendo una consistenza pasto-
produzione. La cristallizzazione in genere è assente o avviene in sa. Delicato, inebriante e molto fruttato.
grossi cristalli. Forte e penetrante, tannico. Sapore pungente C0394 | 0,250 Gr /6
all’inizio, poi amaro e ricco di sali minerali. C0315 | 0,400 Gr /6
C0325 | 0,250 Gr /6
C0397 | 0,400 Gr /6

PSF PSF

Eucalipto Mandarino Tardivo


PALERMITANO, ENNESE, NISSENO Di Ciaculli
Prodotto nei mesi di luglio ed agosto. Ambrato PALERMITANO

medio, tende al grigio con la cristallizzazione a Prodotto a Ciaculli nei mesi di aprile e maggio. Il suo
grana fine, consistenza compatta. Profumo intenso colore giallo paglierino, quando cristallizza in cristalli
dei fiori di eucalipto, pungente. Il sapore ricorda le grossi e sabbiosi tende a diventare leggermente più
caramelle inglesi alla liquirizia. chiaro. Leggera fragranza floreale di mandarino. Sa-
C0310 | 0,250 Gr /6 pore delicato tra il florale e il fruttato.
C0309 | 0,400 Gr /6 C0302 | 0,250 Gr /6
C0301 | 0,400 Gr /6

PSF PSF

Ferla Mandorlo
ISOLA DI FILICUDI, PALERMITANO NISSENO, AGRIGENTINO

Prodotto nel mese di giugno. Colore ambrato, tendente al chiaro. Prodotto a febbraio. Ambrato appena smielato, sul
Si presenta a grana molto fine, per la sua lenta cristallizzazione. beige quando cristallizza a grana fine e cremoso.
Profumo delicato e leggermente fruttato.Sapore delicato, Miele di ardua produzione: le api sfidano il vento, la
fruttato, mediamente dolce. pioggia, il freddo. È intenso e delicato al naso come
C0386 | 0,250 Gr /6 al palato. In bocca sprigiona un gradevole e intenso
C0387 | 0,400 Gr /6 sentore di amaro.
C0324 | 0,250 Gr /6
D0306 | 0,400 Gr /6

PSF PSF

Fico d’india Melata


NISSENO, PALERMITANO SICILIA

Prodotto ad agosto. Colore giallo paglierino che tende È l’unico miele che non deriva dal nettare dei
al beige cristallizzando. Sua caratteristica la rapida fiori ma dalla linfa di alcune piante come agrumi
cristallizzazione che, molto spesso, non consente di e conifere, trasformata dal metabolismo di altri
estrarlo dai favi, rendendone difficilissima la produ- insetti in sostanza zuccherina. Raccolta dalle api,
zione. Odore intenso. Al palato sono netti i sentori viene trasformata in un miele dal colore scuro e dal
della “pala” del fico d’india, gusto deciso e particolare. sapore meno dolciastro.
D0304 | 0,250 Gr /6 C0393 | 0,250 Gr /6
D0305 | 0,400 Gr /6 C0318 | 0,400 Gr /6

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


MIELE E MANNA

PSF PSF

Millefiori delle Madonie Sulla


SICILIA NISSENO, PALERMITANO, AGRIGENTINO

Varia dal giallo paglierino al marrone scuro a seconda Prodotto a Maggio e Giugno. Colore allo stato liquido
delle specie botaniche bottinate, che determinano chiaro, fino a quasi bianco. Cristallizza in pasta bianca
anche la varietà di odore, dal delicato al più intenso. e compatta, non dura, con cristalli facilmente solubi-
Ha un sapore delicato e un soffice retrogusto. li. Odore molto tenue e raffinato. Sapore delicato con
C0322 | 0,250 Gr /6 una gradevole nota caratteristica vegetale.
C0321 | 0,400 Gr /6 C0307 | 0,250 Gr /6
C0305 | 0,400 Gr /6

PSF PSF

Nespolo TIMO
PALERMITANO, ENNESE, NISSENO RAGUSANO

Prodotto nei mesi di Novembre e Dicembre. È in- Colore tipico dell’ambra, cristallizza in maniera
colore allo stato liquido, tende a cristallizzare in variabile, per lo più lentamente. Odore molto
brevissimo tempo in grossi cristalli, assumendo un intenso, floreale, con sentori di timo. Sapore
colore variabile dal bianco perlaceo all’avorio. Miele anch’esso intenso e persistente.
unico nel suo genere è fruttato, il suo particolarissi- C0308 | 0,250 Gr /6
mo profumo ricorda i fiori di nespolo. C0306 | 0,400 Gr /6
C0320 | 0,250 Gr /6
C0319 | 0,400 Gr /6

PSF PSF

Poker di mieli Petali di Manna


SICILIA PALERMOT

Una combinazione per assaporare quattro tipologie Per realizzare questa originalissima versione in
di mieli. Per gli indecisi, per i golosi, per gli amanti petali, la manna in purezza viene lavorata fino a
dei ricchi bouquet, per un regalo, per te. Un primo ottenere fogli molto sottili che vengono scomposti
approccio ai mieli di ape nera sicula, odori e sapori in piccole scaglie, confezionate in comodi astucci
diversi per scoprire, conoscere, amare. richiudibili. Ideale per preparare e definire nuovi
C0396 | Confezione di 4 vasetti da 0,40 Gr dessert e dolci da fine pasto.
C0377 | 30 Gr

PSF

Rovo
PALERMITANO, MESSINESE

Il suo colore ambrato può variare di intensità. A se-


conda delle annate la sua cristallizzazione in cristal-
li finissimi è difficile e molto lenta. L’odore è intenso,
quasi caramellato. Sapore deciso, piacevole, ricco di
sali minerali. A causa delle condizioni climatiche
D0307 | 0,250 Gr /6 i cannoli di manna non sono disponibili.
Nuova produzione da Luglio 2019
D0308 | 0,400 Gr /6
C0376 | 20 Gr /6
C0378 | 40 Gr /6

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


CONFETTURE E CONSERVE

CONFETTURE
E CONSERVE
MARMELLATE E CONFETTURE
GOCCE DI PEPERONCINO
PESTI, PATÉ E COTTI
BIO, PRESIDI SLOW FOOD E VEGAN OK

La nostra selezione di marmellate confetture e conserve


di Sicilia. Arancia rossa, fichi d’india, pesca, gelsi neri
ma anche la cipolla di Giarratana Presidio Slow Food
e le albicocche etnee sono lavorate secondo la tradizione
per diventare marmellate, confetture e creme dolci
di successo, perfette in affiancamento ai formaggi
o per i piatti più ricercati. Da scoprire il Cotto di carrube,
il ketchup bianco di cipolle e tutta la linea di conserve
dai pomodorini Bio essiccati al sole e certificati Vegan
a capperi e cucunci di Salina Bio e Presidio Slow Food.
Queste e molte altre conserve da mettere in dispensa per
riscoprire i sapori di una Sicilia ritrovata.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


CONFETTURE E CONSERVE

Arance rosse
Marmellata da frutta BIO
SIRACUSA

Dalle migliori arance siciliane


ecco una marmellata biologica di
arance rosse che esprime al me-
glio le qualità degli agrumi. Un
blend di arance di varietà moro
e tarocco per una marmellata dal
Pesca Fichi d’india colore rubino e gusto intenso,
Confettura Confettura con note di frutta di bosco.
ENNA ENNA D0377/B | 100 Gr /9
Da un procedimento produttivo artigianale e creativo È la tipica confettura siciliana che ricorda la famosa D0377 | 220 Gr /12
insieme, gli aromi e i profumi delle pesche vengono “mostarda” che si faceva nelle zone interne della Si-
esaltati in una sintesi che riesce a racchiudere il sa- cilia.Confettura senza semi né conservanti, ideale in
pore intenso della terra siciliana aspra e generosa. pasticceria e in abbinamento con formaggi freschi
Ottimo l’abbinamento con formaggi semistagionati. come la ricotta.
C0392/B | 230 Gr /12 D0320/B | 230 Gr /12
C0392 | 360 Gr /12 D0320 | 360 Gr /12

Arance amare
Marmellata da frutta BIO
SIRACUSA

Arance coltivate in biologico nei


terreni dell’azienda per questa
marmellata ottenuta solo con il
succo e le sottili scorzette pe-
late a mano. Per 100 gr di mar-
mellata sono impiegati 120 gr di
succo di arance amare.
Arance rosse Gelsi neri D0377/C | 220 Gr /12
Marmellata Confettura
ENNA ENNA

Da arance Moro, una tra le varietà insignite della Uno dei frutti più antichi e diffusi in Sicilia, oggi
certificazione IGP “Arancia Rossa di Sicilia”, la più spesso dimenticato, ha un sapore particolarmente
pigmentata e dal gusto più intenso. Conserva tutte gradevole e aromatico grazie al buon equilibrio tra Cotto di Carrube
le proprietà specifiche delle arance rosse dell’isola. dolcezza e acidità. Dal basso apporto calorico, è un Da agricoltura BIO
D0321/B | 230 Gr /12 frutto dalle notevoli proprietà antiossidanti. SIRACUSA

D0321 | 360 Gr /12 D0322/B | 230 Gr /12 Le carrube sono quelle dei campi
D0322 | 360 Gr /12 dell’azienda, che crescono rigo-
Albicocche etnee gliose in modo totalmente natu-
Confettura da frutta BIO rale. Il cotto di carrube si pre-
SIRACUSA senta di consistenza sciropposa,
È una confettura di albicocche realizzato per concentrazione a
etnee biologiche con altissima bassa temperatura (ca. 55°) di un
quantità di frutta: 120 gr di frut- infuso a freddo di acqua e carru-
ta su 100 gr di prodotto finito. be spezzate. Questo cotto non è
Per bilanciare il grado di acidità, mai portato ad alte temperature.
indispensabile per la sicurezza evitando la caramellizzazione
alimentare, usiamo solo il succo degli zuccheri per preservare un
dei nostri limoni di siracusa. intenso aroma di carruba.
D0377/F | 220 Gr /12 D0379/B | 100 Ml /8
D0377/E | 100 Gr /9 D0379 | 750 Ml /6

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


CONFETTURE E CONSERVE

100 Gr

180 Gr
90 Gr
650 Gr
180 Gr

PSF PSF PSF

Dolce di Cipolla Filetti di Cipolla Ketchup bianco Pesto di Sinàpi Paté di peperoncino
Cipolla di Giarratana Presidio Slow Food Cipolla di Giarratana Presidio Slow Food Cipolla di Giarratana Presidio Slow Food Da foglie di senape Peperoncino Cayenna
RAGUSA RAGUSA RAGUSA SIRACUSA SIRACUSA

Cipolle particolarmente dolci e Tagliate a listerelle, le cipolle di Prodotto nuovo e unico nel suo Prodotto nuovo e unico nel suo genere, sano e gu- Da peperoncini Cayenna, coltivati nelle terre del
capaci di superare i 2 Kg. Tuni- Giarratana sono conservate “in genere, sano e gustoso, solo con stoso, solo con cipolle di Giarratana Presidio Slow produttore. Grazie alle tecniche di conservazione
ca di colore bianco brunastro e bianco” ovvero al naturale con cipolle di Giarratana Presidio Food, con olio extra vergine d’oliva e spezie. Alter- impiegate il gusto dei peperoncini è preservato
polpa bianca, sapida, qui unite a olio EVO, sale marino, aceto, Slow Food, con olio extra vergine nativa sana alle salse industriali è ideale abbinata alla perfezione, completato dal sapore fruttatto
zucchero e limone in una crema origano e peperoncino. Ottimo d’oliva e spezie. Alternativa sana alle fritture e nei panini gourmet. dell’olio EVO Tonda Iblea impiegato.
dolce, ottima con formaggi sta- come antipasto o contorno. alle salse industriali è ideale ab- D0375/B | 100 Gr /9 D0371/B | 90 Gr /6
gionati o carni. C0328 | 190 Gr /12 binata alle fritture e nei panini D0375 | 180 Gr /12 D0371 | 180 Gr /6
C0334 | 230 Gr /12 C0328/B | 1,5 Kg gourmet. D0375/C | 650 Gr /4
C0334/B | 1,8 Kg C0340 | 190 Gr /6
C0340/B | 1,5 Kg /4

180 Gr

650 Gr

PSF
DOP BIO

Filetti alla siciliana Pesto di pistacchio


Cipolla di Giarratana Presidio Slow Food Da Pistavchio di Bronte DOP
RAGUSA CATANIA Paté di olive verdi Pesto di Finocchietto Selvatico
La bontà delle cipolle di Giarra- Per ottenere questo pesto si uti- Da olive verdi buonissime La Sicilia dei campi
tana viene storicamente esalta- lizza soltanto Pistacchio Verde SIRACUSA SIRACUSA
ta dall’abbinamento con un altro di Bronte DOP, olio extravergine Paté di olive verdi perfetto per ogni occasione cu- Caposaldo della tradizione gastronomica siciliana,
prodotto d’eccellenza siciliano, il d’oliva e sale. Ideale come con- linaria. Le olive sono accuratamente selezionate e qui il finocchietto selvatico si trasforma in un pesto
pomodoro, che si sposa alla per- dimento per primi, si distingue lavorate a temperature controllare per evitare che dal gusto intenso e fresco da gustare tutto l’anno.
fezione con la particolare dol- sulla pizza ed è ottimo quando la polpa si bruci così da garantire l’aroma delle vere D0376 | 180 Gr /12
cezza della cipolla. abbinato al pesce. olive siciliane. D0376/B | 650 Gr /4
C0329 | 190 Gr /12 C0784 | 190 Gr /6 D0378 | 600 Gr /4

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


CONFETTURE E CONSERVE

Capperi
Alta Collina
RAGUSA
200 Gr Capperi di piccole dimensioni, raccolte alle prime
ore dell’alba, selezionate da abili dita e macerate in
250 Gr
botte per almeno un mese con esclusivamente sale
500 Gr grosso marino delle saline trapanesi. Eleganti e de-
licati per condire qualsiasi piatto
D0380 | 500 Gr - Pezzatura 7/8 mm

100 Gr BIO

500 Gr
Pomodoro ciappa
Essiccato naturalmente
RAGUSA
180 Gr Mezzi pomodori carnosi ed elastici, tagliati in senso
verticale, di colore rosso bruno per la buccia e chia-
500 Gr
ro per la polpa. Salati ed essicati al sole.
C0363 | 100 Gr /6
C0364 | 500 Gr /6

500 Gr BIO

Capuliato biologico
PSF BIO PSF BIO Di pomodoro ciappa
RAGUSA

Capperi di Salina Cucunci di Salina Condimento tradizionale della cucina siciliana a


ISOLA DI SALINA ISOLA DI SALINA base di pomodori essiccati, tagliati a pezzetti e ma-
Compattezza, profumo e uniformità caratterizzano Sono i frutti della pianta del Cappero. Fusiformi, cinati.Suggeriamo di arricchirlo con olio extra vergi-
i capperi di Salina, bocciòli non ancora dischiusi dei carnosi e dalla polpa rosacea sono tipici della cucina ne di oliva e basilico fresco.
fiori di un arbusto protagonista del paesaggio eolia- eoliana; conferendo carattere alle pietanze. Tipici C0365 | 500 Gr /6
no. Raccolti tra maggio e agosto, vengono stesi ad nei piatti di pesce, vengono proposti anche in piatti
asciugare al fresco su teli di juta, poi salati e “cura- freddi a crudo solo dissalati.
ti”, travasati da una tinedda all’altra per evitare che C0380 | 180 Gr /6 VETRO
l’azione combinata di sale e calore li rovini. C0384 | 500 Gr /6 BUSTA
C0381 | 200 Gr /6 VETRO
C0381B | 250 Gr /6 BUSTA
BIO
C0383 | 500 Gr /6 BUSTA
100 Gr
Pomodorino ciliegino
500 Gr Essiccato naturalmente
Foglioline di cappero RAGUSA

Alta Collina Pomodoro caratteristico per l’aspetto a ciliegia, frutti


RAGUSA tondi, piccoli, dal colore rosso vivo. Essiccato al sole.
Foglioline e piccoli germogli di cappero molto C0370 | 100 Gr /6
teneri, raccolti sull’altopiano Ibleo e macerati C0371 | 500 Gr /6
esclusivamente con sale grosso marino proveniente
dalle saline Trapanesi.
D0381 | In busta 100 Gr

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


CONFETTURE E CONSERVE

185 Gr

650 Gr

Olive denocciolate Olive schiacciate Ragù di Scottona Cipolle alla birra Cetrioli alla birra
Nocellara del Belìce Nocellara del Belìce Con Carrube e Sommacco Cipolle in agrodolce e birra artigianale Cetrioli in agrodolce e birra artigianale
TRAPANI TRAPANI SIRACUSA SIRACUSA SIRACUSA

Dal colore verde non intenso, hanno pezzatura piut- Le olive schiacciate della varietà Nocellara del Belìce Da vacca Scottona siciliana al- Solo cipolle del territorio mari- Cetrioli locali, affettati e marinati
tosto grande, polpa consistente e croccante e gu- sono pressate senza che il nocciolo si rompa. Tipiche levata allo stato semibrado con nate in agrodolce, mantengono in agrodolce, quanto basta per
sto tendente all’amaro. Lavorate secondo il metodo del sud Italia, autoctone della provincia di Trapani. La carrube e sommacco, fiore rosso croccantezza e sapore reso anco- garantirne croccantezza e sapo-
Castelvetranese che prevede una immersione in polpa spaccata assorbe più facilmente la salamoia, ot- di origine mediorientale raccolto ra più interessante dal sodalizio re. Reso ancora più interessante
soluzione sodica, seguita dalla salatura per la qua- tenendo un’oliva dal sapore ideale, ottima da abbinare sulle alture della provincia di Si- con la birra artigianale Alveria dal sodalizio con la birra artigia-
le diversi chili di sale grosso vengono posti sopra il a un buon aperitivo e ideale nelle insalate e nelle cot- racusa. Carne 70% garantita. anche lei siracusana. nale Alveria anche lei siracusana.
premi frutto di ogni barile sciogliendosi lentamente. ture per la buona capacità di assorbire gusti e sapori. D0373 | 185 Gr /12 D0378/C | 650 Gr /4 D0378/B | 650 Gr /4
C0398D | 4,5 Kg C0398F | 5 Kg D0373/B | 650 Gr /4

180 Gr 180 Gr

650 Gr 650 Gr

Caponata siciliana Ragù bianco di Suino Ibleo


Come base per preparazioni o così tal quale Con Moscato secco e aromi del territorio
SIRACUSA SIRACUSA Gocce XTRA
Simbolo dell’estate siciliana, realizzata in svariate Il 70% di carne garantito per questo ragù bianco da Salsa di peperoncini fermentati
varianti a seconda della zona d’origine, ma su tutte carni di suino nero ibleo allevato allo stato semibrado. Susine SIRACUSA

è immancabilmente sublimata la melanzana che noi Impreziosito da moscato secco di Siracusa e un Ariddu di Core in sciroppo I peperoncini fermentano in complessità e calore ai frutti di
abbiniamo a peperoni, cipolle, sedano, olive, uva sul- misto di aromi dei monti iblei. Un prodotto ottimo, SIRACUSA modo spontaneo per tre mesi, mare crudi, al sashimi di pesce,
tanina, mandorle di Noto ( Presidio Slow Food ), olio ideale per ricette originali e sfiziose Susine Ariddu di Core Presìdio per poi essere addizionati con alle carni, alle zuppe di legumi.
extra vergine d’oliva, una piccola quantità di aceto è D0372 | 185 Gr /12 Slow Food in sciroppo leggero con aceto e separati dalla parte so- Ingrediente innovativo che può
una spolverata di sale marino di Trapani. L’equilibrio è D0372/B | 650 Gr /4 succo di limone e succo d’uva. Da lida. Colore rosso brillante e essere usato in miscelazione con
raggiunto grazie all’agrodolce che la armonizza. usare Tal quale, per guarnire o nel- intenso, un condimento dal ca- alcolici per dare vita a cocktails
D0370 | 180 Gr /12 le preparazione gastronomiche. rattere unico per piatti di qual- dal gusto originale.
D0370/B | 650 Gr /4 D0374 | 50 Ml /9 siasi natura.Poche gocce danno D0374 | 50 Ml /9

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


CONFETTURE E CONSERVE

240 Gr

440 Gr

700 Gr

Sciroppata al naturale
Pesca nel Sacchetto Presidio Slow Food
ENNA

Prodotto unico nel suo genere, soltanto pesca nel


sacchetto di leonforte, zucchero, acqua e succo di
limone per questa sciroppata che conserva tutte le
caratteristiche del frutto, incartato a mano ancora
sul ramo del pesco.
D0326 | 240 Gr /12 ORCIO
D0326/B | 440 Gr /6 ORCIO
D0326/C | 700 Gr /6 VASO

240 Gr

440 Gr

PSF PSF
PSF
Nettare Sciroppata al Nero d’Avola
Pesca nel sacchetto Pesca nel Sacchetto Presidio Slow Food Pesca nel Sacchetto Presidio Slow Food
Confettura Extra di Pesca di Leonforte Presidio Slow Food ENNA ENNA

ENNA Nettare di pesca nel sacchetto di leonforte, la polpa è La pesca nel sacchetto di leonforte, zucchero, ac-
Ogni singola pesca di Leonforte, nel cuore della Sicilia più genuina, molto densa grazie all’altissima percentuale di frutto qua, succo di limone e vino Nero d’Avola per questa
quando è grande quanto una mandorla viene insacchettata direttamente grezzo. Anche qui gli ingredienti sono soltanto pesca, sciroppata che conserva tutte le caratteristiche del
sull’albero per evitare l’uso di insetticidi. Qui le pesche sono lavorate acqua, zucchero e succo di limone per una esperienza frutto, incartato a mano ancora sul ramo del pesco.
per ottenere questa confettura extra quasi tutta frutta, perfetta per sensoriale mai provata prima. D0327 | 240 Gr /12 ORCIO
accompagnare anche i formaggi più decisi. D0324 | 200 Gr /6 BOTTIGLIA D0327/B | 440 Gr /6 ORCIO
D0325 | 200 Gr /12 D0324/B | 680 Gr /6 VASO

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


ITTICO

ITTICO
ZONA FAO 37.1 E 37.2
LAVORAZIONE ARTIGIANALE
PICCOLE PRODUZIONI
LINEA SELEZIONE

Dalle acque del Mar Mediterraneo ecco la nostra sele-


zione di ittico lavorata secondo la tradizione dei pesca-
tori di Sicilia, pescato sott’olio, filetti di alacce, bottarga
di tonno e uova di pesce spada, baffa intera di uova di
tonno, o ancora l’antica colatura di alici, il Garum, che
sin dai tempi della Roma imperiale condiva le pietanze
più prelibate. Ecco la nostra selezione di ittico siciliano
per gustare i sapori di una Sicilia ritrovata.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


ITTICO

Alalunga Mediterranea
SIRACUSA

Dal colore bianco con sfumature rosee, è una carne


molto compatta, a basso contenuto di grassi, ricca
di vitamine e proteine, caratterizzata da un sapore
molto delicato. Il Mar Mediterraneo ne è molto
popolato poiché è un pesce che predilige acque
temperate.
C0215/B | 200 Gr

Pinna Gialla
Bottarga di Tonno
Uova di Pesce Spada TRAPANI

SIRACUSA La sua produzione in Sicilia è


Uova di pesce spada con la sola aggiunta di olio di tanto antica da caratterizzare
oliva e sale marino. Il suo sapore intenso e il carat- la cucina siciliana, soprattutto
teristico colore rosa perlaceo, arricchiscono i primi del trapanese e siracusano. Dal
piatti di pesce conferendogli un accento siciliano. sapore intenso con un retrogusto
C0219/B | 200 Gr deciso, è ottima come antipasto
oltre che grattugiata o servita a
fette sottili con del limone.
C0201 | 350 Gr - 500 Gr Indicativi

Tonno Rosso Mediterraneo


SIRACUSA

Simbolo del Mar Mediterraneo, così chiamato per il


colore rosso intenso delle sue carni molto pregiate.
La sua pesca è regolamentata perché è una specie
a rischio di estinzione. Cattura e trattamento
corretti preservano le sue caratteristiche, evitando
l’accumulo di istamine.
C0210/B | 200 Gr

Ventresca di Tonno Rosso Sgombro Mediterraneo


SIRACUSA SIRACUSA

Taglio di altissima qualità, è la parte più pregiata Particolare la morbidezza delle sue
del tonno, ricavata dal ventre, tra i fianchi e carni bianche, dall’elevato conte-
la cavità addominale. Molto tenera e saporita nuto di vitamine, sali minerali e
grazie all’elevato contenuto di grassi che la rende acidi grassi Omega 3. Conservato
particolarmente tenera e gustosa. sott’olio in morbidi filetti deliscati.
C0212/B | 200 Gr C0216/B | 200 Gr

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


CONFETTURE E CONSERVE

Filetti di Acciughe
PALERMO

Storicamente la salatura avveniva in vasi di creta, nei


barili di legno e nelle latte: contenitori che permisero
nei secoli di conservarne il gusto. Oggi nel rispetto
di queste antiche tecniche, unendo passato e presente,
nel piccolo borgo di Aspra (PA) punto di riferimento
storico nella lavorazione dell’acciuga, partendo
esclusivamente dal pesce fresco pescato nel mare
siciliano, si ottiene questa eccezionale acciuga da
mani attente e sapienti, per garantire il vero sapore Rosso del Mediterraneo
delle acciughe siciliane salate e sott’olio. Bottarga di Tonno
C0265 | 90 Gr /12 PALERMO

C0261 | 320 Gr /6 Da tonni pescati nel Mar Mediterraneo, baffa


C0264B | 720 Gr /6 FILETTI INTERI di uova di tonno lavorate dai maestri tonnaroti
C0264 | 720 Gr /6 FILETTI SPEZZATI secondo procedure ancora artigianali. Dal
CO263 | 1 KG LATTA DI ACCIUGHE SOTTO SALE sapore più delicato delle altre, risultando
meno salata è ottima servita in purezza
accompagnata soltanto da olio e limone.
C0201B | 1Kg - 3 Kg Indicativi

Garum
Colatura di Alici
PALERMO

Filetti di Alacce Ottenuto dalla pressatura delle alici sotto sale,


PALERMO il Garum è un elisir del gusto utilizzato già nel V
L’alaccia (Sardinella aurita) appartiene alla famiglia secolo a.C. dai Greci, che lo preferivano al sale per
delle Clupeidae, come le aringhe e le sardine. Le insaporire i cibi. Grazie alle guerre puniche, i Romani
squame sui fianchi sono bianco argento, sul dorso ne vennero a conoscenza e iniziarono ad usarlo
sono verde scuro e hanno una striscia dorata sui lati. come condimento di varie pietanze: il grande cuoco
Le carni sono molto digeribili, caratterizzate da un’alta romano Apìcio ne faceva largo uso nel preparare
concentrazione di Omega 3 e grassi insaturi che tutti i suoi banchetti. La ricetta per il Garum, persa
svolgono effetti benefici per il cuore e la circolazione, per un centinaio di anni durante il Medioevo, fu
abbassando il livello di colesterolo. Sono ricche di riscoperta e riadattata nei secoli arrivando sino ai
proteine e potassio, fosforo, sali minerali e vitamine. nostri giorni.
Un tempo era il principale sostentamento nelle C0260 | 100 ml /12
lunghe battute di pesca dei lampedusani. Le alacce
si pescano oggi come un tempo, con il cianciolo, una
rete a circuizione che non danneggia i fondali, in
piccole imbarcazioni che lasciano il porto nel tardo
pomeriggio, al calar del sole.
C0221 | 580 Gr /6pz

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


SALE E AROMI

SALE
E AROMI
SALE MARINO
SOFFI DI SALE
SALI DAL MONDO
POLVERI
AROMI DELLA TRADIZIONE

Qui scoprirete la nostra selezione di aromi e sali di Sicilia.


Dalle saline di Trapani i Soffi di Sale, sottilissimi veli che
si formano sulla superficie dell’acqua marina nelle
giornata in cui il vento placa la sua corsa, oppure
il Fior di Sale, raccolto a mano nelle saline che guardano
verso l’isola di Mothia, al naturale o aromatizzato con
agrumi di Sicilia, pepi, salvia, coriandolo o ginepro.
Altra chicca nella nostra selezione le polveri naturali di
aromi siciliani, come la Polvere di Capperi e Nero d’Avola,
o Finocchietto e Agrumi o ancora con la Cipolla Pagnina
di Castrofilippo. Immancabili gli aromi della tradizione
siciliana, l’origano a mazzetto e lo zafferano siciliano,
per lasciarsi avvolgere dai sapori di una Sicilia ritrovata.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


SALE E AROMI

Fior di Sale Soffi di Sale


TRAPANI TRAPANI

Raccolto rigorosamente a mano nelle saline di Un sottilissimo velo di sale si forma sulla superficie
fronte l’isola di Mothia. Sale di qualità eccellente delle vasche nelle rare giornate di calma di vento.
molto soffice, bianco e naturalmente fino, arricchito Grazie alla tensione superficiale dell’acqua, i sof-
da diversi aromi. Per soddisfare anche lo chef più fi di sale rimangono sospesi sulla sue superficie: i
esigente, è disponibile la versione da 400 gr. salinai li raccolgono immediatamente, schiumandoli
rigorosamente a mano. È un sale ricco di magnesio,
soffice e naturalmente fino, senza bisogno di esser
macinato. La sapidità che conferisce ai cibi è inarri-
vabile, estremamente delicata e rotonda al palato.
C0607 | 120 Gr /12
C0621 | 400 Gr /8

Cristalli di salina
TRAPANI

Grossi cristalli di sale marino grezzo, selezionati


a mano dal centro dei cumuli, bianchissimi proprio
perché ne rappresentano il cuore e non entrano in
contatto con nessun agente esterno. La particolari-
tà di questo sale sta nel suo gusto forte, inconfon-
dibilmente robusto e pronunciato. Da consumare
macinandolo direttamente sui cibi: questo consente
Arancia Limone Ai 4 pepi di sprigionare tutti gli aromi e i sapori che sono rac-
C0608 | 100 Gr /12 C0609 | 100 Gr /12 C0610 | 100 Gr /12 chiusi all’interno del cristallo grezzo.
C0614 | 400 Gr /8 C0615 | 400 Gr /8 C0616 | 400 Gr /8 C0631 | 300 Gr /10

Sale di Mothia
TRAPANI

È proprio dalle saline che circondano da secoli l’isola


di San Pantaleo che nasce il Sale Marino Integrale
Mothia, nome antico dell’isola. Mantenendo il
tradizionale metodo dell’evaporazione dell’acqua di
mare con una frazionata evaporazione artigianale,
tramandato dai Fenici, questo sale conserva
inalterate tutte le preziose qualità del sale marino
che lo rendono particolarmente ricco e saporito,
eliminando i composti indesiderati come il solfato di
Ginepro Coriandolo Salvia calcio e il gesso.
C0611 | 100 Gr /12 C0613 | 100 Gr /12 C0612 | 100 Gr /12 C0601 | 1Kg /12 FINO
C0617 | 400 Gr /8 C0618 | 400 Gr /8 C0619 | 400 Gr /8 C0601B | 1 Kg /12 GROSSO

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


SALE E AROMI

Origano
RAGUSA

Biologico e di alta qualità, coltivato nelle stesse


zone in cui è spontaneo, utilizzando semi di ceppi
selvatici del luogo. Raccolto a giugno nelle prime
ore del mattino, viene posto ad asciugare in
luoghi ombreggiati e ventilati. Ricco di sali
minerali e oli essenziali.
C0650 | 25 Gr

Rosso delle Hawaii Blu di Persia Fiocchi di Cipro


TRAPANI TRAPANI TRAPANI

L’argilla rossa di origine vulcanica, Dalle millenarie miniere di sale Dalle acque dell’isola di Cipro, ha
durante il processo di evaporazio- dell’Iran, è molto raro. Il suo co- forma di cristalli piramidali bian-
ne, arricchisce in grande quantità lore è dovuto alla presenza della chi. È lavorato senza l’aggiunta
il sale di ferro, determinando il suo silvinite, minerale che si presen- di additivi artificiali. Particolar-
caratteristico colore rosso. Dal ta giallo o rosa e, raramente, blu. mente intensa la sua sapidità.
retrogusto leggermente ferroso. Naturalmente ricco di potassio e Indicato per carni e verdure.
Indicato per carni, zuppe e legumi. cloro, ha un retrogusto legger- C0640 | 100 Gr /6
C0642 | 200 Gr /6 mente speziato.
C0643 | 200 Gr /6

BIO

Rosa dell’Himalaya Affumicato danese Origano a mazzetto


TRAPANI TRAPANI RAGUSA

Estratto alle pendici dell’Hima- Caratteristica è l’affumicatura Da semi di ceppi selvatici del luogo, uno degli aromi
laya, è uno dei sali più puri, non secondo il tradizionale metodo più caratteristici della Sicilia: l’origano. Il profumo
raffinato quindi non trattato chi- vichingo lungo 3 mesi con legni di intenso di questo aroma deriva dalla sua coltivazione
micamente. È l’unico che oltre al quercia, ginepro, ciliegio, faggio che avviene nelle stesse zone dove nasce e cresce da
cloruro di sodio unisce un ottan- e olmo rosso che donano a que- sempre spontaneo e rigoglioso, seguendo un iter in-
tina di altri oligoelementi nelle sto sale un colore ambrato, una teramente biologico. Una zona, quella dei Monti Iblei,
giuste proporzioni. Ha un sapore sapidità leggera e un retrogusto ricca di piante aromatiche come il finocchietto sel-
rotondo e pieno, meno aggressi- ben delineato. Indicato per i piat- vatico o la maggiorana che ancora oggi pervadono le
vo del comune sale da cucina. ti di pesce. campagne siciliane di profumi autentici.
C0644 | 200 Gr /6 C0641 | 200 Gr /6 C0652 | 30 ~ 40 Gr

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


SALE E AROMI

Polveri di Aromi
SICILIA

Dal profumo e aroma intenso e persistente,


realizzate senza aggiunta di conservanti o co-
loranti, totalmente naturali, uniche per valoriz-
zare ricette e preparazioni. Rappresentano una
vera e propria risorsa in cucina: sono ottime per
poter insaporire ogni tipo di alimento, dai primi
alle verdure, dalla carne al pesce.
D0601 | 50 Gr Capperi al Nero d’Avola
D0602 | 50 Gr Finocchietto e Agrumi
D0603 | 50 Gr Finocchietto selvatico
D0604 | 50 Gr Cipolla Pagnina di Castrofilippo Presidio Slow Food
D0605 | 50 Gr Polvere di Pomodoro secco e Capperi
D0606 | 50 Gr Polvere di Agrumi

Capperi al Nero d’Avola Finocchietto e Agrumi Cipolla Pagnina di Castrofilippo

Zafferano
SICILIA

Lo zafferano, conservato sempre sotto vetro


per mantenere più a lungo le sue qualità, si pre-
senta in stigmi rosso vivo, disposti all’interno
della corolla del fiore. È privo di giallo, che in
realtà è la parte scadente dello stigma. Spezia
preziosa: occorrono 140.000 fiori per produrne
1 kg. Da 70 fiori si ricavano 210 stigmiche equi-
Agrumi di Sicilia Pomodoro secco e capperi Finocchietto selvatico valgono a 0,5 gr di zafferano siciliano.
C0657 | 0,50 Gr

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


L E G U M I , FA R I N A C E I E F R U T TA S E C C A

LEGUMI
FARINACEI
FRUTTA SECCA
LEGUMI BIOLOGICI
FARINE DA GRANI ANTICHI
PRESIDI SLOW FOOD
LE MANDORLE
IL PISTACCHIO

Una selezione di qualità per una categoria che abbraccia


tantissime materie prime che arrivano nelle vostre dispense
direttamente dalla terra e dalla tradizione di Sicilia. Legumi
biologici, farine da grani antichi molite a pietra, Presidi Slow
Food, pistacchio di Bronte DOP, mandorla di Noto Presidio
Slow Food, farine di ceci, pistacchi e mandorle, pasta biologica
da antiche sementi Timilia semolato di grano duro, lenticchie
di Ustica bio e Presidio Slow Food come il fagiolo Cosaruciaru,
pasta pura di pistacchio e di mandorla, Frascatula e sfarinati,
ecco i sapori di una Sicilia ritrovata.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


LEGUMI

Cicerchia Ennese
ENNA

Coltivata giá da Greci e Romani per le sue caratte-


ristiche si presta a molteplici utilizzi: da ottimo ab-
binamento con molluschi e crostacei a protagonista
di zuppe delicate.Necessario un lungo ammollo che
preceda la cottura.
C0762 | 250 Gr /12

BIO BIO

Ceci maior Ceci neri


RAGUSA E PALERMO RAGUSA E PALERMO

Diffuso in Sicilia sin dai tempi dei Romani che lo im- Uno di migliori esempi di biodiversità siciliana, oggi
piegavano nelle "pulses", zuppe a base di cereali e ancora presente grazie ad un lungo lavoro di recu-
legumi. Tra le leguminose da granella risulta uno dei pero. Ha un sapore particolarmente intenso; ottimo
migliori per ricchezza proteica. in zuppe con verdure amare e in piatti con pesci o
B0722/D | 400 Gr /12 carni affumicati.
B0722/O | 400 Gr /12

BIO BIO
PSF PSF
Fave spezzate Lenticchie nere
Fava larga di Leonforte Fava cottoia di Modica PALERMO RAGUSA

ENNA RAGUSA Coltivate senza l’utilizzo di sostanze chimiche di Antichissima cultivar caratterizzata da alti livelli
Legume dal seme molto grande, meglio se privato Presidio Slow Food, il suo nome deriva da una veloce sintesi, hanno un alto contenuto di fibre, proteine di proteine e fibre, una volta terminato il processo
di parte della buccia. La sua produzione conobbe un cottura che non necessita di un ammollo preceden- e sali minerali. La fava privata del tegumento può di cottura tende ad assomigliare al caviale. Ottimo
forte declino negli anni ‘80 dello scorso secolo, oggi te. Ottima per preparare il “Macco”, una vellutata essere bollita senza l’ammollo di 20 ore tipico della l’abbinamento con il pesce.
è presente grazie ad un attento lavoro di recupero. tradizionale siciliana. fava intera con guscio. B0723 | 400 Gr /12
C0718/B | 500 Gr /12 C0709 | 500 Gr /12 B0722 | 400 Gr /12

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


LEGUMI

BIO

Grano spezzato
PALERMO

Grano duro storico siciliano. I chicchi di grano


vengono bolliti, essiccati e spezzati. Ottimo per la
preparazione di taboulé, è tra i protagonisti della
cucina mediorientale di cui troviamo traccia nella
tradizione culinaria siciliana.
B0722/B | 400 Gr /12

PSF

Lenticchia nera ennese


ENNA

Seme piccolo e liscio, rappresenta una delle cultivar


più antiche dell’entroterra siciliano. Ha un’alta per-
96
centuale di proteine e fibre e un basso contenuto
di grassi. Lo stelo cortissimo consente soltanto una
coltura manuale.
C0717 | 250 Gr /12

PSF BIO PSF

Fagiolo Cosaruciaru Lenticchie di Ustica


RAGUSA ISOLA DI USTICA
BIO
In siciliano “cosaruciaru” significa “cosa dolce”. Mor- È la lenticchia più piccola di Italia, dal colore mar-
Lenticchie rosse bido e leggero al palato, è caratterizzato da buccia rone scuro con delicate sfumature color smeraldo.
RAGUSA sottile e dal colore bianco panna; a renderlo unico la Coltivata sui terreni lavici e fertili di Ustica, con una
Lenticchia caratterizzata dal colore rosso della pa- tipica macchiolina rossastra attorno all’ilo. Cultivar tecnica ancora prevalentemente manuale, é tenera
sta, si presta a molteplici usi in cucina, dalle zuppe storica già dagli inizi del ‘900 era coltivato nei terreni e saporita e non ha bisogno di ammollo prima di po-
ai piatti unici, per portate calde o fredde e grazie alluvionali adiacenti il torrente di Modica-Scicli. ter essere lavorata. Cucina in tre quarti d’ora.
alla sua corposità ottima anche per purea o patè. C0708 | 300 Gr /12 C0721 | 500 Gr /25
B0722/F | 400 Gr /12 C0708/B | 500 Gr /12

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FARINE

Farina Maiorca
CALTANISSETTA

Maiorca Grano tenero molto pregiato, una farina usata anti-


camente per tutti i dolci sia in Sicilia che nell’Italia
Meridionale. Mischiata ad altre farine di grano anti-
co, è oggi utilizzata anche per la realizzazione della
pasta da impiegare per la pizza.
C0741/L | 5 Kg Burattata

Farina Russello
CALTANISSETTA

Da una delle varietà più antiche di grano duro sici-


Russello liano originaria dell’altopiano ibleo, di colore dorato
rossastro, iscritta al Registro Nazionale delle va-
rietà elette. L’alta percentuale naturale di glutine
la rende particolarmente adatta alla panificazione.
C0741B | 5 Kg Burattata

Farina Tumminia
CALTANISSETTA

Da uno dei grani duri storici siciliani, a semina tardi-


va (febbraio/marzo con raccolta a luglio), ha un alto
Tumminia valore proteico e un basso contento di glutine. È una
farina che ben si adatta alla panificazione e alla pa-
stificazione.
C0741D | 5 Kg Burattata
C0741F | 5 Kg Integrale

Farina Bidì Cappelli


CALTANISSETTA

Varietà seminate in prevalenza nel centro Sicilia,


di colore dorato rossastro, iscritta al Registro
Nazionale delle varietà elette. L’alta percentuale
Bidi Cappelli naturale di glutine la rende particolarmente adatta
alla panificazione.
C0741C | 5 Kg Burattata

Farina Perciasacchi
CALTANISSETTA
Tra i grani più antichi e particolari, con basso con-
tenuto di glutine. Era indesiderato tra i contadini
Perciasacchi poiché così appuntito da riuscire a bucare i sacchi di
iuta facendo perdere il grano.
C0741E | 5 Kg Burattata

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FARINE

PSF DOP PSF

Sfarinato di Fava Larga di Leonforte Farina di pistacchio


Molita a pietra Pistacchio di Bronte DOP
ENNA CATANIA

Realizzata nella scrupolosa osservanza delle tec- Questa farina di pistacchio, utilizzabile per svariate
niche tradizionali è ottenuta esclusivamente dalla preparazioni di salse, dolci, pesti, creme e piatti di
molitura a pietra di Fava Larga di Leonforte. Ideale ogni tipo, è caratterizzata da un colore verde sme-
per la preparazione di macco di fave, perfetto per raldo e dall’inconfondibile sapore dolce del pistac-
ricette sia salate che dolci, in purezza o miscelata chio di Bronte DOP. Ricco di ferro, calcio, potassio,
con altre farine e sfarinati in genere. zinco e fosforo, il pistacchio è tra gli ingredienti sto-
C0714 | 500 Gr rici della cucina siciliana.
C0783B | 1 Kg

PSF

Frascatula
Misto di legumi moliti a pietra
ENNA

Realizzata nella scrupolosa osservanza delle tec-


niche tradizionali è ottenuta dalla miscela di farine
di Cicerchia, Fava Larga di Leonforte, Ceci e Piselli.
Ideale per la prepar azione di polenta con carni o
verdure, adatto alla realizzazione di ricettesia dolci
che salate, tal quale o in miscela.
C0715 | 500 Gr
Farina mandorla
Mandorla d’Avola pelata
SIRACUSA

Ottenuta da mandorle tritate molto finemente è


priva di glutine e ha un ruolo fondamentale nella
pasticceria siciliana. La particolare materia prima
da cui deriva, la Mandorla di Avola, la rende di alta
qualità e la cultivar più pregiata presente sul mer-
cato internazionale.
C0747 | 500 Gr /12
Farina di ceci
Molita a pietra
CALTANISSETTA

Da ceci trasformati in farina dal lento sfregamento


delle macine a pietra. Ha un colore giallo intenso,
molto utilizzata nella cucina siciliana per la sua ver-
satilità. Ottima alternativa alle farine di frumento
e alla farina integrale, può essere anche usata per
preparare impanature e pastelle; è unita ad altre
farine anche per gnocchi e pasta fresca. Nella cu-
cina vegana è un ottimo sostituto delle uova per la
preparazione di vari prodotti da forno.
C0748B | 5 Kg

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FRUTTA SECCA

PSF DOP

Mandorla di Noto Pesto di pistacchio


SIRACUSA Da Pistavchio di Bronte DOP
Il guscio spesso e legnoso trattiene i grassi, conser- CATANIA
vando a lungo il sapore e il caratteristico profumo del- Per ottenere questo pesto si utilizza soltanto Pistac-
le mandorle. A Noto i mandorleti si imbiancano in pieno chio Verde di Bronte DOP, olio extravergine d’oliva e
inverno e basta un breve ritorno del gelo per distrug- sale. Ideale come condimento per primi, si distingue
gere l’intero raccolto.Raccolta, sgusciata e lavorata. sulla pizza ed è ottimo quando abbinato al pesce.
C0760 | 200 Gr /12 C0784 | 190 Gr /6
C0761 | 500 Gr /6

Pasta pura di Mandorla


Solo mandorle siciliane
CATANIA
VEGAN OK
Prelibata Pasta 100% da mandorle selezionate si-
ciliane, realizzata senza coloranti ne additivi. Pro- Pasta pura di Pistacchio
dotto versatile dal profumo intenso e vero sapore Pistacchio di Bronte DOP
di mandorla. Rappresenta la base preziosa per la CATANIA

realizzazione di Gelati Mantecati, Granite Siciliane e Solo da Pistacchio Verde di Bronte DOP, dunque
per svariate preparazioni dal dolce al salato. pura al 100%. Realizzata nel pieno rispetto del rego-
C0785B | 1 Kg lamento del marchio DOP, priva di coloranti e aromi
artificiali, si presta ad un utilizzo pratico e veloce sia
in piatti salati che in piatti dolci.
Corrente Pelata C0785 | 1KG
Mandorla Sicilia
SIRACUSA

Mandorla siciliana dalla forma triangolare irrego-


lare. Chiamata anche Romana, è utilizzata quasi
esclusivamente in pasticceria, protagonista della
migliore tradizione dolciaria siciliana.
C0763D | 1 Kg

Tuono Sgusciata
Mandorla Sicilia
SIRACUSA

Sfumature dal bianco all’avorio intenso, pieno, ca- DOP PSF


rico. Al profumo spiccano immediate e intense note
dolci e oleose di mandorla. La dolcezza è assoluta Pistacchio di Bronte DOP
al gusto che lascia scoprire un modesto croccante CATANIA

all’impatto. Molto resistente alla siccità è una pianta longeva,


C0763E | 1 Kg vive dai 200 ai 300 anni. Ha uno sviluppo molto lento
e riesce a produrre solo dopo una decina d’anni dal
Gemella d’Avola Pelata suo innesto. Fiorisce tra aprile e maggio. Il seme è
Mandorla d’Avola unico e allungato, di colore verde chiaro, ricco di olio
SIRACUSA e proteine. La raccolta dei frutti è biennale e viene
Di forma piatta, è la regina della confetteria e della fatta negli anni dispari, tra la fine di agosto e gli inizi
pasticceria di altissima qualità, per le sue proprietà di settembre, a mano, facendo cadere i frutti den-
organolettiche e la sua forma appiattita. Fiorendo tro un contenitore portato a spalla o con l’ausilio di
in pieno inverno, queste cultivar proliferano nelle teloni o reti. Segue la fase di privazione del mallo,
zone calde costiere e di bassa collina in una delle la pelatura e l’asciugatura al sole per alcuni giorni.
zone più soleggiate di Italia, il territorio del Siracu- C0782B | 1 Kg GRANELLA
sano e del Ragusano. C0780 | 100 Gr SGUSCIATO
C0763 | 1 Kg C0781 | 1 Kg SGUSCIATO

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


PA S T I C C E R I A

PASTICCERIA
CIOCCOLATO DI MODICA
PASTICCERIA SOLIDALE
TORRONI
PANETTONI
LUNE D’ARANCIA

La ricchezza della pasticceria siciliana in una selezione che


racchiude in se tutti i sapori dell’isola. Cioccolato di Modica,
Cuddrireddra di Delia Presidio Slow Food, fiori di mandorla,
dolci al pistacchio, torroni variegati e agrumi avvolti da dolci
strati di cioccolato fondente e bianco, come Orange Moon
innovativa fetta intera di arancia candita ricoperta di cioccolato
racchiusa in confezioni che si trasformano in veri e propri
scrigni dei sapori di una Sicilia ritrovata.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


PASTICCERIA

IGP PSF

Cioccolato di Modica Cuddrireddra


RAGUSA Di Delia
Eccellenza siciliana, deve la sua ottenuto viene mantenuto a una preservare inalterate le carat- DELIA (CL)

unicità alla consistenza granulo- temperatura (max 40°) tale da teristiche del cacao, eliminando Un biscotto a forma di braccialeil cui nome risale al
sa e friabile e un aspetto ruvido, non far sciogliere i cristalli di la fase del “concaggio” che po- greco "kollura", cioè focaccia. Si narra che la forma
quasi grezzo, che conserva in- zucchero, che si mantengono in- trebbe far scomparire alcune a corona sia nata quale omaggio alle castellane che
tatte tutte le caratteristiche del tatti così da conferirgli la carat- fragranze originali. Quando gli vivevano a Delia durante la guerra dei Vespri Sicilia-
cacao. Un sapore unico che porta teristica consistenza granulosa. spagnoli approdarono nel Nuovo ni (1282-1302). La ricetta è semplice: si impasta la
con sé il fascino e la suggestio- Il tutto viene poi amalgamato Mondo, importarono una serie di farina di grano duro con uova fresche, zucchero, un
ne di tradizioni e civiltà lontane tramite raffinatrice, un moderno nuovi generi alimentari fino ad pocodi strutto, vino rosso, cannella e piccole scorze
nel tempo e nella storia. Ancora “metate”, che richiama la pietra allora sconosciuti in Europa, tra d'arancia. Si lavora la massa su un asse di legno (lo
oggi questa prelibatezza modi- ricurva poggiata su due basa- i quali i primi chicchi di cacao. "scanaturi") finché raggiunge giusta compattezza,
cana è frutto di una metodolo- menti orizzontali usata dalle po- Durante la loro dominazione in Si- poi la si divide in piccoli rotolini. Si avvolgono i roto-
gia di preparazione artigianale: i polazioni precolombiane. Questo cilia, nel XVI secolo, introdussero lini di pasta intorno ad un bastoncino che poi viene
semi di cacao macinati vengono tipo di lavorazione, detto “a fred- la lavorazione del cioccolato nel- sfilato. Si uniscono a questo punto le due estremità
riscaldati e mischiati a zucchero do”, senza l’aggiunta di burro o la Contea di Modica, allora la più formando una corona. L’ultimo passaggio è la frittu-
semolato e spezie. Il composto altri grassi vegetali, consente di grande e ricca del Regno di Sicilia. ra in olio extravergine d’oliva.
C0916 | 300 Gr /12 GRANDE
C0914 | 1 Kg GRANDE
C0917 | 300 Gr /12 MINI
C0940 | 50 Gr /10 AL NATURALE C0918 | 1 Kg MINI
C0941 | 50 Gr /10 CAFFÈ
C0942 | 50 Gr /10 CANNELLA
C0943 | 50 Gr /10 CARRUBA
C0944 | 50 Gr /10 EXTRA FONDENTE
C0946 | 50 Gr /10 ARANCIA
C0940/B | 1 Kg AL NATURALE C0953 | 500 GR GRANELLA AL NATURALE C0947 | 50 Gr /10 PEPERONCINO
C0948 | 50 Gr /10 PISTACCHIO
C0949 | 50 Gr /10 SESAMO
C0950 | 50 Gr /10 VANIGLIA
C0951 | 50 Gr /10 GELSOMINO

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


PASTICCERIA

D0924
D0923 D0925

108

D0926

PAGINE ESTRAPOLATE DAL CATALOGO AZIENDALE SPRIGIONIAMO SAPORI

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


PASTICCERIA

D0911 D0910

D0927

D0914

D0915

D0915/B

D0936
D0935

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


PASTICCERIA

D0912 D0913
D0934

D0937

D0937/B
D0930
D0933

D0937/C
D0932

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


PASTICCERIA

D0928

D0916

D0917

D0929

D0938

D0922

D0921

D0920
D0914/B D0918
D0931 D0919

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


PASTICCERIA

Orange Moon
MESSINA
Un emozionante connubio tra una fetta intera di
arancia candita e il cioccolato capace di regalare
al palato un piacere inteso. Sapori e consistenze
dal carattere forte, deciso e al contempo raffinato
sono qui sapientemente abbinati creando un’armo-
nia particolare, ricordo dolce delle belle contraddi-
zioni della terra siciliana. L’esclusività del prodotto
esige una particolare attenzione alla sua presenta-
zione: un elegante cofanetto di cartoncino nero o
bianco con gli interni color oro laminato e una fet-
tuccina di raso arancione che richiama l’autentico
colore del frutto.
C0938 | Cartone da 3 Kg ORANGE MOON NERO sfusi

C0931 | 13 Gr /50 NERO C0933 | 100 Gr /16 NERO C0935 | 200 Gr /8 NERO C0936 | 25 Gr /20 IN LOVE
C0930 | 13 Gr /50 BIANCO C0932 | 100 Gr /16 BIANCO C0934 | 200 Gr /8 BIANCO
C0936C | 13 Gr /50 IN LOVE C0936/B | 100 Gr /16 IN LOVE

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


PASTICCERIA

Panettone bianco Panettone nero Panettone bianco Panettone nero


MESSINA MESSINA MESSINA MESSINA

Panettone con arancia candita, Panettone con arancia candita Panettone con arancia candita, Panettone con arancia candita,
e granella di cioccolato bianco. granella di cioccolato fondente. e granella di cioccolato bianco. granella di cioccolato fondente.
C0975/B | In carta 1 Kg /4 C0975 | In carta 1 Kg /4 C0973/B | In scatola 1 Kg /4 C0973 | In scatola 1 Kg /4

Panettone bianco glassato Panettone nero glassato Panettone bianco glassato Panettone nero glassato
MESSINA MESSINA MESSINA MESSINA

Panettone con arancia candita, Panettone con arancia candita Panettone con arancia candita, Panettone con arancia candita,
granella di cioccolato bianco granella di cioccolato fondente granella di cioccolato bianco granella di cioccolato fondente
e glassa cioccolato bianco. e glassa cioccolato fondente e glassa cioccolato bianco. e glassa cioccolato fondente
C0974/B | In carta 1 Kg /4 C0974 | In carta 1 Kg /4 C0972/B | In scatola 1 Kg /4 C0972 | In scatola 1 Kg /4

DISPONIBILITÀ TEMPI DI SPEDIZIONE IMBALLO


Dal mese di novembre. Sette giorni dalla data di conferimento ordine. Cartone da quattro pezzi.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


IDEA REGALO

Dona con Gusto


Sapori autentici da donare e donarsi per riscoprire il gusto della buona tavola.
Due soluzioni per tutte le occasioni, per donare momenti da assaporare fino
all’ultimo morso. Raccontare la nostra terra, i suoi frutti e le sue storie rac-
chiuse in queste pagine e in ciascuno dei prodotti che abbiamo scelto per voi.

C0802 | SCATOLA GRANDE 30x30x24 cm C0803 | SCATOLA MEDIA 35,5 x 25,5 x 18 cm

Crea selezioni di eccellenze, da regalare o rega- selezione che più si avvicini ai vostri gusti, ai
larti. Eccellenze frutto dell’impegno quotidiano vostri ricordi, ai vostri desideri. Concordando la
degli artigiani del gusto siciliano: mani abili, gui- dimensione della scatola e la scelta dei prodotti
date dall’esperienza trasmessa loro dalle gene- con l’agente di zona, potrete creare ad esem-
razioni passate, che ancora oggi riescono a far pio una raccolta Bio, una Slow Food o DOP, una
vivere l’essenza della Sicilia, rendendoci orgo- che comprenda un prodotto per ogni provincia
gliosi di esserne parte. A voi la libertà di sceglie- siciliana o ancora una selezione esclusiva che
re i prodotti dal nostro catalogo, creando una richiami i vostri ricordi o il vostro stile.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


seguici su @letrazzeredelgusto

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FOCUS

MAIORCHINO
Forma cilindrica a facce piane o lievemente spontanee dei monti Peloritani. Le attrezzatu-
concave, crosta giallo ambrato che diventa re sono tradizionali: caldaia di rame stagnato
marrone con l’avanzare della stagionatura (quarara), bastone di legno (brocca), fascera
e pasta bianca compatta tendente al paglie- di legno (garbua), tavoliere di legno (mastrel-
rino, il peso va dai 10 ai 18 Kg. Sembra ab- lo), asta di legno o ferro. Dopo la rottura del-
bia fatto la sua comparsa intorno al Seicento, la cagliata in grani minuti e la cottura nella
eppure oggi è un formaggio ad alto rischio quarara, si colloca la pasta nelle fascere. Inizia
I PRESIDI SONO PROGETTI DI SLOW FOOD di estinzione: la tecnica di produzione è a questo punto la foratura (o bucatura), per
CHE TUTELANO PICCOLE PRODUZIONI molto complessa e richiede un lungo periodo favorire la fuoriuscita del siero. Con un ago di
DI QUALITÀ DA SALVAGUARDARE, di stagionatura. Il Presidio vuole risollevare ferro (minacino) si forano le bolle d’aria che
REALIZZATE SECONDO PRATICHE TRADIZIONALI. le sorti del prodotto, cercando di far rinasce- vanno via via formandosi nella pasta. Opera-
re una produzione di formaggio che ha grandi zione lenta e paziente che può durare anche
fondazioneslowfood.com potenzialità. Si produce da febbraio fino alle due ore e che viene ripetuta, se necessario,
seconda decade di giugno (nelle annate mi- dopo una seconda cottura. Si sala a secco per
gliori) in piccolissime quantità, lavorando lat- 20, 30 giorni e si fa stagionare (fino a 24 mesi)
te crudo di pecora (con una aggiunta del 20% in locali di pietra interrati, freschi e umidi, do-
circa di latte di capra e a volte anche fino a tati di scaffali in legno. A carnevale, con le for-
un 20% di latte di vacca) e unendo caglio in me stagionate, a Basicò e Novara di Sicilia, si ef-
pasta di capretto o agnello. Gli animali sono fettua la tradizionale ruzzola: i pastori le fanno
allevati sui pascoli ricchi di essenze foraggere rotolare giù, lungo la via principale del paese.

CAPRA GIRGENTANA
Originaria delle zone dell’Himalaya o forse l’integrazione di fave, orzo, avena, carrubo)
dell’Afghanistan settentrionale arriva a Girgenti e, la sera, viene ricoverata in stalla e legata.
(oggi Agrigento) verso l’800 d.C. con gli Arabi Il suo latte è rinomato per la qualità dovuta
che colonizzarono il versante sud-occidentale all’ottimo equilibrio tra grasso e proteine.
della Sicilia. Inconfondibile per le sue lunghe L’introduzione di adeguate norme igieniche
corna a spirale (o a turacciolo), è una capra e l’espansione dei consumi di latte trattato ter-
di taglia media con pelo lungo, folto e bianco, micamente, con il sistema Uht o pastorizzato
talvolta maculato. Sul mento ha una barbetta ha provocato la drastica riduzione dei capi
e, sulla fronte, un ciuffo folto che gli alleva- allevati: dai trenta mila degli anni Cinquanta

Testi tratti da www.fondazioneslowfood.com


tori tagliano “a frangetta”(con l’eccezione del a poco più degli attuali cinquecento.
caprone). La bellezza di questo animale è le- Declino che pone la girgentana tra le raz-
gata innanzitutto alle sue corna erette e unite ze in estinzione e che, certamente, è dovuto
alla base, che nei maschi possono raggiunge- alla scarsa remunerabilità degli allevamenti.
re i 70 cm. Ancora oggi si dedica molto tem- Il Presidio ha lavorato in questi anni per va-
po alla loro cura: si bagnano in acqua calda lorizzare e promuovere formaggi fatti intera-
e si infilano in tubi di ferro avvolti nel panno mente con latte di capra girgentana (robiola
per disegnare la forma a spirale più regola- e un semi-stagionato) per ridare dignità an-
re possibile, evitando la loro divaricazio- che economica agli allevatori siciliani e favo-
ne. La girgentana è allevata al pascolo (con rire un costante incremento dei capi allevati.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FOCUS

PIACENTINU ENNESE
Tra i monti Erei e la valle del Dittaino, in pro- conte di Altavilla, già nell’XI secolo curò
vincia di Enna, le primavere sono molto pio- la depressione della moglie Adelasia invitan-
vose e le estati umide. La ricca vegetazione do i casari del luogo ad aggiungere un pizzico
(sulla, veccia, rosmarino e finocchio selvatico di zafferano alla preparazione del pecorino.
oltre a numerose altre piante della macchia Prodotto in nove comuni della provincia
mediterranea) che cresce tra i 400 e gli 800 di Enna, è a pasta compatta e unico nel suo
metri sul livello del mare ne fa una delle pro- genere: è infatti aromatizzato con zafferano,
vince siciliane con il maggior numero di alle- che conferisce alla pasta il caratterisco colore
vamenti ovini. Comisana, Pinzirita, Valle del giallo, e pepe nero in grani, posto in ammollo
Belice sono solo alcune delle razze autoctone in acqua calda la sera precedente la produzio-
siciliane allevate tra queste colline. ne. Tra i formaggi più europei per la tecnica
Sin dai tempi antichi, dal loro latte unito allo di lavorazione, che prevede l’aggiunta di ac-
zafferano coltivato nell’area, si ottiene il Pia- qua calda alla cagliata e l’uso attento del sale,
centinu, “pecorino che piace” in dialetto lo- è uno dei meno aggressivi della Sicilia. Dopo
cale. Diversi sono gli aneddoti legati alla sua 60 giorni di maturazione ha odore delicato
produzione. La leggenda vuole che Ruggero I, e sapore aromatico dovuto allo zafferano.

VASTEDDA DELLA VALLE DEL BELÌCE


La Vastedda della Valle del Belìce DOP è tavoliere. Dopo un’ora circa si taglia in pez-
il solo formaggio di pecora a pasta fila- zi, si colloca in un recipiente, solitamente di
ta italiano. Lo producevano storicamen- legno, e si ricopre con siero caldo a 55-60°C,
te gli abili casari della Valle del Belìce nel per favorirne la fermentazione. Il periodo
periodo estivo, tentando di recuperare di maturazione varia a seconda dell’epoca
i pecorini che presentavano dei difetti. L’idea di lavorazione, della temperatura esterna
straordinariamente originale è stata quella di e dell’umidità. I casari più esperti riescono
rilavorare i pecorini mal riusciti facendoli fila- a stabilire empiricamente e manualmente
re ad alta temperatura e producendo questo l’esatta maturazione della pasta facendo delle
formaggio a forma ovoidale da consumare prove di filatura. Raggiunta la giusta acidità,
fresco, entro due o tre giorni. Lo stile di la- la massa viene tagliata a fette in un recipiente
Testi tratti da www.fondazioneslowfood.com

vorazione varia a seconda della zona di pro- in legno, in cui si aggiunge acqua molto calda
duzione e delle abitudini del casaro. Il latte (90°C), e lavorata per mezzo di una pala di le-
proviene da una razza autoctona: la pecora gno, la vaciliatuma.
del Belìce, un animale di taglia media, con Nella fase finale della filatura, quando la pasta
testa fine, allungata e leggera, arti robusti e raggiunge la giusta consistenza, la massa vie-
vello bianco. Di una o due mungiture, il lat- ne tagliata in porzioni che, lavorate manual-
te crudo viene coagulato a circa 35-36°C con mente, assumono la forma di sfere. Queste,
caglio di agnello o capretto prodotto in azien- accuratamente chiuse, sono collocate in un
da. La rottura della massa viene effettuata piatto fondo di ceramica, dove in breve tempo
con un bastone di legno (rotula) sino a ridur- assumono la tipica forma ovoidale appiattita
la a granuli grossi come un cece o un chicco chiamata vastedda (simile ad una pagnotta
di riso; dopo una breve sosta si raccoglie la piatta). Formaggio straordinario per fragran-
pasta in un telo di lino e la si depone su un za, suadenza e intensità gustativa.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FOCUS

SUINO NERO DEI NEBRODI


L’importanza e la tutela della tec- Frugale e resistente, questa razza
I PRESIDI SONO PROGETTI nica di allevamento, la particolarità negli ultimi anni ha visto ridurre con-
DI SLOW FOOD
di questi suini, il territorio in cui essi siderevolmente il numero dei suoi capi.
CHE TUTELANO PICCOLE
PRODUZIONI DI QUALITÀ sono allevati, sono stati gli elemen- Gli allevatori hanno aziende mol-
DA SALVAGUARDARE, ti decisivi che hanno fatto nascere to piccole e, nella maggior parte
REALIZZATE SECONDO
PRATICHE TRADIZIONALI.
il Presidio. Questa razza suina è una dei casi, sono anche trasformatori
delle poche sopravvissute in Italia: diretti. Destinati in massima parte
fondazioneslowfood.com di taglia piccola e mantello scuro, al consumo familiare oppure oggetto
caratteristica delle razze suine au- di piccoli scambi locali, i loro prodot-
toctone italiane, è allevata allo sta- ti, raramente raggiungono il mercato.

Testi tratti da www.fondazioneslowfood.com


to semibrado e brado. Tutte le degustazioni comparate
La sua estinzione sarebbe una gra- provano che i prodotti realizzati
ve perdita per il patrimonio gene- a partire dalla carne di suino nero
tico, l’economia locale e il piacere allevato brado esprimono un’in-

RAZZA BOVINA MODICANA


gastronomico: il nero dei Nebrodi, tensità aromatica nettamente su-
infatti, offre carni di altissima qua- periore e possiedono una maggiore
lità.Questi animali – molto più simili attitudine alle lunghe stagionature.

Testi tratti da www.fondazioneslowfood.com


a cinghiali selvaggi sia nelle fattezze Naturalmente la carne di suino nero, Presente da secoli in Sicilia, la modicana è una a triplice attitudine ed è estremamente ru-
sia nelle abitudini – non hanno nulla nei suoi vari tagli, può anche essere razza bovina dal caratteristico mantello rosso, stica: riesce a sopravvivere alle torride estati
di mansueto e di domestico. consumata fresca. con sfumature dal vinoso al nero (soprattutto mediterranee, alimentandosi prevalentemen-
nei maschi). Il dibattito sul suo arrivo sull’isola te al pascolo (con un’integrazione in stalla
è ancora irrisolto: secondo alcuni è giunta dal nei periodi in cui questo scarseggia). Allo stato
Mediterraneo, secondo altri dall’Europa con- brado tutto l’anno, è ricoverata soltanto per
tinentale, a seguito di Normanni e Angioini. In la mungitura: come tutte le vacche selvagge,
ogni caso, è allevata da sempre: in pratica da inoltre, dà latte soltanto se, al suo fianco,
quando la Sicilia è popolata. Il suo declino è c’è il vitellino. Un latte straordinario: materia
legato all’introduzione dei mezzi meccanici, prima ideale per il Ragusano, uno dei formag-
alla scarsa resa sia in latte sia al macello e al gi siciliani più pregiati. Si potrebbe definire
fatto che molte aziende smettono di trasfor- il lingotto degli Iblei, per la forma parallelepi-
mare direttamente il latte in formaggio. Così, peda e la crosta intensamente dorata a sta-
se negli anni Sessanta c’erano ancora 25 mila gionatura avanzata Il Presidio lavora per va-
capi di Modicana, oggi si sono ridotti a 2000, lorizzare oltre al Ragusano e al Caciocavallo
che diventano 650 se si prendono in consi- dei Monti Sicani, anche le carni dell’animale:
derazione soltanto gli animali allevati nella alla vista presentano un colore rosso intenso,
culla di origine: la Contea di Modica, da cui la le parti grasse sono contraddistinde da una
razza prende il nome. Eppure la Modicana è tendenza al giallo per l’alta concentrazione
stata considerata tra le migliori razze bovine di carotene grazie al nutrimento spontaneo.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FOCUS

Xuto è una società agricola impegnata


a diffondere l’antica tradizione
di un distillato legato ai mieli dei monti iblei:
lo spiritu re’ fascitrari

Si tratta di una produzione tipica che gli apicoltori della Città del
Miele di Sortino si tramandano da generazioni. Ogni apicoltore
sortinese
detiene la sua ricetta, che custodisce gelosamente attivando
produzioni artigianali diverse.

Il merito di Xuto è di avere elaborato la tecnica ideale di


lavorazione legando la qualità dei mieli e degli ingredienti
aggiuntivi alla migliore tradizione dei mastri distillatori di Sicilia.

Da queste due grandi passioni nasce una produzione limitata


di distillati eccellenti: testimoni d’eccezione per esaltare tutta
la modernità di una leggenda antica, divenuta mito.
Un piccolo impianto, calma e cura in ogni singola
fase di produzione. Così nascono le birre artigianali
Alveria - birrificio caparbio, birra ad ogni sorso.

Ilbirrificio come fucina, opificio che è anche luogo di aggregazione e scambio culturale.
Caparbi al punto tale d'aver scelto un asino come simbolo e marchio, perché convinti
delle proprie idee, dei propri sogni e dei propri obiettivi, perprodurre birre che piacciano
senza l'influenza delle mode. Birre ispirate a stili classici ma reinterpetate in
maniera originale, tutta la personalità dei mastri birrai in queste birre dal carattere
e dal gusto unici.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FOCUS

MANNA APE NERA SICULA


DELLE MADONIE
Erano migliaia gli ettari di frassineti coltivati L’ape nera sicula (Apis mellifera siciliana) tenzione sul rischio di estinzione di questa
in tutta la Sicilia nord occidentale. Un patrimo- ha l’addome scurissimo, una peluria giallastra razza autoctona. Negli anni successivi altri
I PRESIDI SONO PROGETTI DI SLOW FOOD nio forestale ridotto oggi a 250 ettari nei paesi e ali più piccole. Ha popolato per millenni la apicoltori si sono interessati a questa razza
CHE TUTELANO PICCOLE PRODUZIONI di Pollina e Castelbuono, in provincia di Paler- Sicilia, poi è stata abbandonata negli anni e oggi il Presidio è composto da otto allevatori
DI QUALITÀ DA SALVAGUARDARE, mo. Durante l’estate, i frassinicoltori incidono ‘70 quando gli apicoltori siciliani sostituirono che hanno recuperato le regine da Carlo Amo-
REALIZZATE SECONDO PRATICHE TRADIZIONALI. la corteccia dei tronchi per lasciar fuoriuscire i bugni di legno di ferula e iniziarono a im- deo. Per combattere il problema più grave
una sostanza azzurrina e resinosa che, esposta portare api ligustiche dal nord Italia. L’ape di questa razza (la consanguineità), sono sta-
fondazioneslowfood.com al sole torrido, si rapprende formando stalat- sicula rischiò in quegli anni la totale estin- te istituite stazioni di fecondazione in luoghi
titi biancastre di manna. La raccolta avviene zione, evitata grazie agli studi e alle ricerche isolati sull’isola. Gli apicoltori che la allevano
con il mannaruòlu (per incidere), la rasula (per di un entomologo siciliano, Pietro Genduso. hanno riscontrato la quasi totale mancanza
raschiare la manna che rimane nei solchi del- È un’ape molto docile: non servono maschere di morie in Sicilia, la maggiore resistenza alle

Testi tratti da www.fondazioneslowfood.com


la corteccia) e una grande foglia di ficodindia nelle operazioni di smielatura; è molto pro- temperature elevate e alle malattie.
(che raccoglie la parte colata a terra). duttiva, anche oltre i 40°, quando le altre api Qualità legate al fatto che l’ape nera sicula
Solo la manna che scivola a stalattite e non si bloccano, sopportando bene anche gli sbalzi si è acclimatata nei secoli su un territorio cal-
entra in contatto con la corteccia è manna di temperatura. Il Presidio è stato avviato con do e difficile, approfittando delle resistenze
purissima. Oggi gli ’ntaccaluòri, raccoglitori Carlo Amodeo nel 2008 per sollecitare l’at- garantite dalla sua origine africana.
di manna, sono ancora molti, ma soprattutto
anziani. La coltivazione del frassino da man-
na è stata l’attività prevalente delle famiglie
madonite fino al secondo dopoguerra.
Il Presidio riunisce alcuni coltivatori di frassi-
no da manna che si sono dati un disciplinare
con l’obiettivo di migliorare la tecnica di rac-
colta (aumentando così il raccolto di manna
di elevata qualità) e di garantire la manna
naturale contro le molte contraffazioni.
Solo la “manna eletta”, è la manna del Presidio.
Leggere e spugnose, quasi insapori, le stalat-
titi di manna sono da secoli un dolcificante
naturale a bassissimo contenuto di glucosio
e fruttosio con proprietà depurative e legger-
mente lassative. Può anche essere un buon
dolcificante per la pasticceria: utilizzato in tor-
te, biscotti, budini e moltissime altre specialità.

Sapori di una Sicilia ritrovata ph. Lidia Santomauro @letrazzeredelgusto


FOCUS

CIPOLLA DI GIARRATANA CAPPERI DI SALINA


Da sempre, il comune di Giarratana, negli quadro si dispongono circa 16-20 pian- Arbusto perenne di probabile origine tropica- prevalentemente alla manodopera per la rac-
Iblei, è noto per la produzione di cipolle tine. La raccolta comincia a partire dal- le, il cappero è diffuso nell’area mediterranea colta hanno determinato un fortissimo calo
straordinariamente dolci e dalle dimen- la fine di luglio e continua lungo tutto da tempo immemorabile. In Italia si coltiva di attenzione per la coltura del cappero.
sioni molto grandi. Bulbi dalla forma il mese di agosto. Dopo la raccolta si la- tra Liguria, Puglia, Campania e Italia insulare. Non esiste alcuna seria possibilità di mecca-
un po’ schiacciata, con tunica di colore sciano asciugare i bulbi in campo per una In particolare l’isola di Salina è il centro del- nizzazione delle operazioni di raccolta che
bianco brunastro, polpa bianca, sapi- settimana e successivamente si conser- la produzione italiana di qualità. La raccolta vengono ancora oggi effettuate manualmen-
da, mai pungente, pesano normalmente vano in luoghi asciutti e ventilati. Prota- si effettua da fine Maggio a tutto Agosto, ogni te, e risultano molto faticose per la particolare

Testi tratti da www.fondazioneslowfood.com


I PRESIDI SONO PROGETTI DI SLOW FOOD circa 500 grammi, ma possono anche gonista di molte ricette tradizionali della 8-10 giorni. Stesi ad asciugare su teli di juta, conformazione della pianta. La rusticità della
CHE TUTELANO PICCOLE PRODUZIONI
superare i due chilogrammi. L’altopiano provincia di Ragusa, la cipolla di Giarra- al fresco, per impedire loro di sbocciare, dopo specie, la sua diffusione frequente ma non
DI QUALITÀ DA SALVAGUARDARE, REALIZZATE
SECONDO PRATICHE TRADIZIONALI. ibleo è solcato da vallate anguste, più o tana, date le sue grandi dimensioni, era qualche ora si separano i capperi dai cappe- razionale, la rarità di specifici impianti, fa sì
fondazioneslowfood.com meno profonde, incastonate nella bianca spesso utilizzata come piatto naturale roni. Quindi si procede alla salatura: in fusti che il prodotto, pur essendo molto apprezzato
roccia calcarea da cui si originano i suoli per contenere i prelibati legumi modica- o in tinedde, ricavate da botti vecchie tagliate dal punto di vista qualitativo, corra seri rischi
bruni che, assieme al clima collinare, de- ni. Il Presidio intende aiutare i produttori a metà. Dopo 4-5 giorni, i capperi devono es- di abbandono. Solo un’attività di promozio-
terminano le condizioni ambientali ideali a migliorare la conservazione della cipol- sere “curati”: travasati da una tinedda all’al- ne e di collaborazione con tutti i produttori,
per la coltivazione di questa cultivar di la per poterla utilizzare e commercializ- tra, per evitare che l’azione combinata di sale spesso legati a poche piante in condizione
cipolla. Tradizionalmente la semina viene zare più a lungo, e avviare la produzione e calore, dovuto alle fermentazioni, li rovini. promiscua, sembra essere in grado di rivitaliz-
effettuata a partire dalla fine di ottobre, di conserve e trasformati, comunemente Dopo circa un mese sono pronti per il consu- zare un prodotto che per tradizione colturale,
durante il plenilunio o con luna calante, preparati in ambito famigliare. La cipol- mo. I capperi di Salina si caratterizzano per paesaggio isolano e cultura contadina espri-
in semenzaio, e il trapianto ha luogo in la di Giarratana è al centro di una sagra compattezza, profumo e uniformità. Le diffi- me al meglio i connotati di questo straordina-
febbraio-marzo quando, per ogni metro annuale che si tiene verso metà agosto. coltà colturali e i costi di produzione dovuti rio territorio.

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FOCUS

FAVA COTTOIA DI MODICA LENTICCHIA DI USTICA

Modica è una delle perle d’Italia. Patrimonio ai braccianti era data la razione giornaliera di Su una piccola isola siciliana crescono le len- aria. Il vento di Ustica separava così la paglia
mondiale dell’umanità per l’Unesco, è cono- “mezzo coppo” che corrispondeva a 500 gram- ticchie più piccole d’Italia. Di colore marrone dalle lenticchie. Con la nascita del Presidio,
sciuta per le sue bellezze architettoniche e mi, cucinata da sola o accompagnata da ver- scuro con sfumature delicate verdoline, sono è stata introdotta sull’isola la trebbia, più co-
per i laboratori artigianali che lavorano le fave dura. La fava cottoia di Modica può essere con- coltivate da sempre sui terreni lavici e fertili moda e funzionale: si svolge in poche ore lo
di cacao. Fino alla fine degli anni ’40, l’eco- sumata fresca dopo la raccolta a partire dalla di Ustica con una tecnica ancora del tutto ma- stesso lavoro che prima impegnava una fami-
nomia cittadina si basava su agricoltura e al- terza decade di maggio o secca tutto l’anno. nuale. Si seminano a Gennaio e si raccolgono glia per due intere giornate. Cibo povero per
levamento: i pascoli dove si allevava la razza Con il miglioramento del tenore di vita del- nella prima metà di Giugno. Le tecniche di col- eccellenza, le lenticchie di Ustica sono un in-
modicana si alternavano a campi coltivati di- la popolazione rurale e con il conseguente tivazione sono fatte nel rispetto dell’ambien- grediente fondamentale della cucina tradizio-
visi da muretti a secco tipici della zona. Olivo aumento dei consumi di carne (quasi come te e della natura: non si utilizzano né concimi, nale siciliana. Alla nascita del Presidio i pro-
o carrubo spesso consociati a frumento erano riscatto sociale), il consumo delle fave e la né erbicidi di sorta, le erbette infestanti si tol- duttori erano solo in tre, riuniti in un comitato,
le coltivazioni più diffuse. In questo contesto, coltivazione nello specifico della fava cotto- gono con una zappetta. Le piantine si lasciano ma le lenticchie di Ustica hanno iniziato a uscire,
la fava modicana era utilizzata per l’alimenta- ia di Modica, è andato via via diminuendo. seccare nel campo, si sradicano e si fanno tanti se pur timidamente, dalla loro isola e le quantità,
zione del bestiame e come leguminosa nella ro- Slow Food insieme alla UOS di Modica e all’ covoni che vengono sistemati nell’aia e bat- nei limiti del possibile, sono aumentate: un pic-
tazione delle colture dei cereali, grazie alla sua associazione “Confraternita della fava cottoia tuti. La spagliatura, sino a poco tempo fa, si colo passo avanti con risvolti importanti anche
capacità di fissare azoto e di lasciarlo nel suolo. di Modica”, che include 15 produttori di fava faceva ancora come mille anni or sono: grosse dal punto di vista ambientale, infatti sono stati
In alcune contrade modicane, tuttavia, la fava cottoia di Modica, si sono impegnati a recupe- pietre trainate da asini schiacciavano le pian- recuperati e coltivati a lenticchie molti terreni
era ben presente come ingrediente della cuci- rare l’antico seme e ad iniziare un percorso di tine che, con un tridente, venivano lanciate in prima abbandonati.
na locale, soprattutto con una agevole cottura recupero della coltivazione nel rispetto delle
che ha diffuso il termine cottoia. In particolare, aree di elezione della fava cottoia di Modica.
ph Harvey Barrison

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto


FOCUS

MANDORLA DI NOTO V

La mandorla è la protagonista assoluta della le gelate: a Noto i mandorleti si imbiancano Questa varietà di pistacchio cresce sui terre- terreni più facili ci si può aiutare sistemando
pasticceria siciliana. Risale agli Arabi il segreto in pieno inverno e basta un breve ritorno ni accidentati di Bronte e in nessun altra parte un telone sotto l’albero. Il pistacchio verde
della lavorazione di questi frutti tritati con del gelo per distruggere l’intero raccolto. d’Europa. Ha un colore verde smeraldo bril- di Bronte non riesce a reggere la concorren-
albume d’uovo e miele e sono stati loro a inau- Nei mandorleti di Noto si lavora alla fine di lante e un profumo intenso, resinoso e grasso. za con i frutti meno saporiti, ma decisamen-
gurare la grande tradizione siciliana dei dolci settembre per potare gli alberi, a dicembre Gli alberi non si concimano, non si irrigano, te meno costosi, provenienti dall’Iran, dalla
di mandorle. Una tradizione evolutasi nel cor- per innestare le piante selvatiche; tre o quat- si trattano pochissimo e si potano un paio Turchia e dall’America. Così le principali in-
so della storia e diversificatasi di valle in valle. tro volte l’anno si ara il terreno e una volta di volte, per eliminare i rami secchi e togliere dustrie dolciarie e i grandi salumifici italia-
Sono tre le varietà coltivate nelle campagne bisogna concimare con il letame delle vac- le gemme negli anni di “scarica”. Il pistacchio, ni, che un tempo acquistavano i pistacchi in
di Noto: Romana, Pizzuta d’Avola e Fascionel- che. Con la nascita del Presidio è stato stilato infatti, un anno produce e un anno riposa; Sicilia, si rivolgono alla produzione estera. Il
lo. Antiche cultivar un guscio spesso e legnoso: un disciplinare e i mandorlicoltori si sono riuniti durante quest’ultimo, i contadini eliminano Presidio è stato avviato per far riscoprire ai
un involucro che trattiene i grassi, conservan- in un’associazione. L’obiettivo è dare maggio- le poche gemme spuntate sui rami in modo che consumatori più attenti questo prodotto di
do a lungo il sapore e il profumo delle mandor- re autonomia ai produttori e fare in modo che la pianta possa immagazzinare tutte le energie altissima qualità e promuovere la grande
le. Nei mandorleti di Noto, tra Luglio e Agosto, le mandorle in futuro siano smallate, essicca- per esplodere nella stagione successiva. Dopo pasticceria siciliana, quella capace di valoriz-
le “ciurme” battono i rami con canne lunghis- te, sgusciate, spellate e vendute direttamente due anni di attesa, tra la fine di agosto e l’i- zarne al meglio le qualità. Croccanti, fillette
sime e raccolgono le mandorle in grandi telo- dai loro produttori. nizio di settembre, il paese si svuota: nei loci (specie di savoiardi), torroni e torroncini,
ni distesi a terra per poi insaccarle, smallarle (nome locale delle pistacchiete) lavorano tutti. paste, torte e così via. Complementare alla
e stenderle nell’aia ad asciugare. Le fasi suc- La raccolta è complicata, si fa in bilico sui vera protagonista dei dolci isolani: la mandorla.
cessive saranno la sgusciatura, la tostatura massi di lava, si staccano i chicchi uno a uno,
e la lavorazione. La minaccia più grave sono per farli cadere nella sacca di tela legata al
collo. In una giornata di lavoro si raccolgono
al massimo 20 chili di pistacchi. Soltanto nei

Sapori di una Sicilia ritrovata @letrazzeredelgusto