Sei sulla pagina 1di 39

P.E. Project - Tutti i Diritti Riservati.

Nella foto, un appartenente al gruppo etnico dei “Karamojong” in Nord-


Uganda dopo ripetuti esercizi per l’allungamento del pene.
(vedi Enciclopedia Britannica, Stern Nr. 49/95)

Benvenuto al mio Manuale di “Penis


Enlargement”

La ringrazio per l’acquisto.

Ratio Operis
Prima di tutto voglio informarla che le preziose informazioni
presenti in questo manuale sono il frutto di un serio lavoro
concretizzatosi in estenuanti ricerche ed esperimenti anche in
prima persona; questa è un opera genuina, un impegno
intellettuale e fisico che la porterà a conoscere una pratica, quella
dell’ingrandimento del pene, che è andata avanti sin dall’alba
dell’umanità. L’unica differenza però è che lei non dovrà usare
pesi o altri strumenti; questi infatti, se usati impropriamente,
potrebbero rivelarsi molto pericolosi senza un’adeguata
circolazione sanguigna. Le tecniche contemplate in questo corso
sono assolutamente naturali: le basterà l’uso delle proprie mani e
un po’ di dedizione.

Forse alcuni si chiederanno: “ma è così importante ingrandire il


proprio pene?” E’ difficilissimo capire quanto sia importante per
gli uomini sentirsi a proprio agio con le dimensioni del proprio
pene . Se qualcuno sente che il suo pene è piuttosto piccolo, non
solo questo condiziona il suo comportamento sessuale, ma anche
la sua autostima in generale. Essere orgogliosi del proprio
membro non solo lo fa sentire a posto con sé stesso, ma migliora
il suo atteggiamento nei confronti dell’altro sesso. E questo corso
ha lo scopo di permettere il superamento di queste frustrazioni,
ma in generale, ed è la cosa più importante, di migliorare la sua
salute sessuale.
Concludendo vorrei informarla che sta per prendere parte ad un
corso molto potente, un corso che contiene tutta l’informazione di
cui avrà bisogno per accrescere permanentemente le
dimensioni del suo pene, aumentare la durezza delle sue
erezioni, aiutare a prevenire la prostata, ed aumentare le sue
eiaculazioni oltre che controllare il problema dell’eiaculazione
precoce.

PREAMBOLO - IMPORTANTE:

Sono state inserite molte informazioni in questo corso, anche se


ho cercato di essere il più possibile concreto ed essenziale.
Mi auguro che abbia apprezzato questo mio proposito.
Le informazioni che seguiranno saranno più che sufficienti per
migliorare in maniera sorprendente la sua “vita sessuale”.
Per favore legga completamente quanto scritto per avere una
piena comprensione di ogni tecnica. E si assicuri di leggere
attentamente in modo da capire ogni ESERCIZIO prima di
metterlo in pratica: filmati ed immagini le renderanno più
immediata e comprensibile la spiegazione. Compia in maniera
salutare questi esercizi, senza esagerare. Se farà questi esercizi
quotidianamente, come consigliato, nel giro di 2/3 settimane,
incomincerà a notare cambiamenti nelle dimensioni e nelle
prestazioni del suo pene. Usi queste tecniche giornalmente, sia
paziente, e un risultato significativo verrà raggiunto in pochi mesi.

In ogni caso, non ci si può aspettare dei risultati importanti


soltanto in 1 o 2 settimane. Questa è la stessa filosofia del body
building: non si va in palestra e ci si aspetta di scolpire il proprio
corpo in poche settimane. E’ necessario attendere alcuni mesi per
vedere dei veri risultati.
Le assicuro che rimarrà soddisfatto.

ORA, è il momento di iniziare...


Avviso Legale

Questo corso ed ogni contenuto NON deve essere considerato


come un consiglio medico. Io non sono un medico. Come dicevo,
è soltanto il risultato di una costante ricerca, documentazione
nonché sperimentazione (anche in prima persona) e tutto il
materiale presente dovrebbe essere considerato esclusivamente
come pura informazione.

Io non sarò ritenuto responsabile per danni e/o problemi di


salute cagionati direttamente o indirettamente da questo corso.

Se lei sta cercando una soluzione MEDICA per l’ingrandimento


del pene, dovrebbe consultare un dottore o uno specialista. Inoltre
non sarà a me imputabile alcuna responsabilità, né sarò tenuto
a corrispondere alcun risarcimento derivante da un mancato
accrescimento del pene.

Tengo a precisare che il suddetto manuale non ha nulla di


pornografico. Ma per evitare che soggetti suscettibili possano
recepire tali informazioni in maniera sbagliata e farne un uso
non adeguato, il manuale è VIETATO AI MINORI DI 18
ANNI.

Prima di procedere, chi ne fruisce accetta di assumersi ogni


responsabilità per le proprie azioni.
Come Funziona?

Spiegazioni.

Il suo pene è costituito da tre cilindri che sono fatti di un tessuto


spugnoso; nella parte superiore si trovano i tessuti erettili (Corpi
Cavernosi) e nella parte inferiore, il “corpo spongioso”, nel quale
si trova l’uretra.

Questi tessuti erettili sono irrorati da molti vasi sanguigni che


durante l'eccitazione sessuale si riempiono di sangue e si gonfiano.
Compiendo correttamente gli esercizi, questi tre cilindri
gradualmente si espanderanno in modo da raccogliere più sangue.
Ciò provocherà evidentemente un ingrandimento del suo pene.

La chiave per l’accrescimento del pene consiste nel creare


tensione ai tessuti erettili che costituiscono la maggior parte
della massa del pene, quelli relativi alla parte cavernosa del
tronco. Questo stiramento o espansione possono anche avere
luogo per mezzo di attrezzature per lo stato flaccido (moscio),
semi-flaccido, o eretto. Ma questo manuale non le contempla.
Tensione e forza faranno crescere i suoi tessuti erettili senza
l’utilizzo di apparecchiature. Anche se i risultati saranno lenti,
lei li conseguirà.

Ci vuole circa un giorno prima che una nuova cellula si crei


permanentemente e stabilisca nel suo pene. Comunque, il fatto di
raggiungere un incremento della dimensione del suo pene non vuol
dire che questo sarà immediatamente ben visibile ad occhio nudo.
Lei deve essere paziente. Ci vorranno alcune settimane prima di
notare delle differenze sensibili.

Inizialmente la dimensione del suo pene aumenterà rapidamente di


circa 2 cm nello stato flaccido. E in questo stadio, lei guadagnerà
più di 1 cm nello stato eretto. Questo è ciò che dovrebbe accadere
mediamente.
Prima di Iniziare

In primo luogo, segua attentamente questo corso e si assicuri di


capire ogni esercizio. Una volta che ha imparato a usare queste
tecniche, cerchi di essere costante nell’esercizio. Ecco alcuni
accorgimenti da seguire prima di iniziare:

SI ASSICURI DI MISURARE IL PROPRIO PENE PRIMA:

FLACCIDO: utilizzi un metro da sartoria o un


righello e lo metta sul suo pene.

Misuri la lunghezza nel lato superiore del pene o


in quello di fianco, a partire dalla base fino alla
punta.

ERETTO: Da in piedi, pieghi dolcemente il suo


pene finché non è parallelo al pavimento (il pene
deve formare un angolo di 90° con il corpo).
Misuri il pene poggiando il metro sulla parte
superiore dello stesso dalla base alla cima.

CIRCONFERENZA: Sempre con un metro da


sartoria misuri la circonferenza del suo pene
eretto, a mezz’asta.

● Un modo veloce per verificare lo sviluppo del suo pene nello


stato flaccido, consiste nel poggiarlo sulla propria
mano: l’unità di misura sarà rappresentata dalle
sue Dita.

TAGLI I PELI DEL PUBE: Tagliare i peli favorisce la corretta


esecuzione degli esercizi ed evita che vengano strappati.
ASSUNZIONE DI VITAMINE: Per evitare la possibilità di uno
sviluppo ritardato, si assicuri di consumare un ammontare ampio di
sostanze nutritive (proteine, grassi, zuccheri ecc..). Livelli corretti
di minerali, aminoacidi, e vitamine avranno un effetto positivo sul
processo di sviluppo. E, inoltre, le consiglio di bere molta acqua.

Una sezione apposita le fornirà informazioni dettagliate su queste


sostanze e le spiegherà come e quando assumerle.

MOLTO IMPORTANTE: L’APPROCCIO.

E’ importante che lei abbia un approccio positivo. Se non crede


che il suo pene non si ingrandirà, è molto probabile che il suo
subconscio ostacolerà la crescita del suo pene. Un atteggiamento
positivo è essenziale.

Questi esercizi esigono il 100% di dedizione completa. Lei deve


compierli 5 giorni alla settimana. Se in ogni momento, lei
comincia tuttavia, a sentire disagio o dolore, prenda una pausa.
Quello che vuole è soltanto ingrandire il suo pene, pertanto non gli
faccia del male.

Ricordi che, applicando tensione, pressione, allungamento, ed


espansione ad un pene, si creerà una forza che espanderà le pareti
del pene. E’ importante però non esagerare con gli esercizi
perché potrebbe correre il rischio di distorcere il suo pene, senza
raggiungere alcun risultato.

Compiendo questi esercizi correttamente e periodicamente, lei


comincerà presto a vedere dei risultati. Dalle prime settimane il
suo pene comincerà a sembrare davvero più lungo e più spesso.

Questo dovrebbe essere tutto l'incoraggiamento di cui lei ha


bisogno per eseguire al meglio i suoi esercizi quotidiani.
Lubrificazione

Quando compie l’esercizio “JELQING”, dovrà applicare


un lubrificante sul suo pene.

Non usi sapone o shampoo. Questi potrebbero irritare la pelle


quando applicati con vigore e per lungo tempo. La sua pelle si
potrebbe anche seccare, causando rotture o screpolature che
potrebbero durare per alcuni giorni. Inoltre, potrebbe pungerle se
messo a contatto con l’orifizio dell’uretra.

La vasellina pura potrebbe andar bene, ma è troppo grassa.


Inoltre è piuttosto spessa, e potrebbe impedirle di muovere la
mano velocemente quanto vorrebbe.

Anche l’olio per bambini può andar bene, ma è poco fluido e


lascia macchie.

Una delle soluzioni migliori è la crema a base di vasellina. Si


pulisce abbastanza facilmente, è scivolosa, dura a lungo, e non la
ostacola nel compimento degli esercizi.
Precauzioni

Capisca quando può e quando non può prendere parte a questi


esercizi. Lei dovrebbe consultare un urologo o uno specialista
se ha una malattia che può alterare la circolazione del sangue,
l’ossigenazione, e la rigenerazione di tessuti, che esistono, per
esempio, in caso di diabete avanzato, instabilità respiratoria, e
cirrosi. Ora le verranno illustrati alcuni potenziali sintomi
dovuti a questo allenamento:

Le vesciche sono il risultato di una pressione eccessiva sul


pene per un periodo prolungato. E’ importante non
esagerare.

Lievi ferite sono il risultato di uno stiramento eccessivo. Per


evitare questo , cessi i suoi esercizi finché le ferite non sono
scomparse.

L’Infiammazione dei nervi è causata dall’applicazione di


troppo peso, troppo spesso e per un lungo periodo. Questo
distorcerà i nervi all'interno del pene e li renderà troppo
lunghi. Se il gonfiore dovesse continuare, i muscoli
potrebbero atrofizzarsi. Questo significa che lei troverà
difficoltà nel raggiungere l’erezione.

Come già le è stato detto, gli esercizi di cui sto per discutere sono
tecniche del tutto naturali e sane, dirette alla crescita del pene. E’
importante utilizzarle con buon senso. Quello che le sto offrendo è
un allenamento quotidiano raccomandato che dovrebbe essere
compiuto 5 giorni alla settimana, ma se, in qualsiasi momento, lei
comincia a sentire un dolore intenso o disagio, le consiglio di
smettere.
Preriscaldamento con Asciugamano Caldo

Lei dovrebbe cominciare il suo allenamento quotidiano con


questa procedura. Questo non è un esercizio vero e proprio, ma
un requisito molto importante. Una compressione calda attira
sangue nell'area del suo pene, aumentandone così il flusso e
rendendo la pelle un po’ più elastica. Questo evidentemente
facilità la buona esecuzione degli esercizi.

Metta un panno di stoffa in acqua medio-calda per qualche


minuto, poi lo tolga. Prenda il panno e lo avvolga intorno all’asta
del suo pene (flaccido o eretto). Ce lo tenga circa un minuto, poi
lo ripeta un paio di volte. Asciughi bene il suo pene.

VIDEOCLIP – Preriscaldamento
Riscaldamento del pene prima degli esercizi.
Esercizi di Tensione (stretching)

Dopo aver preriscaldato il pene, proceda con un esercizio di


allungamento. Spremendo e tirando il suo pene su base regolare si
possono ottenere incrementi di dimensione importanti, e nello
stesso tempo esercitando i muscoli, questo diverrà anche più
largo. Questi esercizi allungano il suo pene, mentre si allunga
anche il tessuto erettile. Con essi lei riuscirà ad allungare il suo
pene sia nello stato flaccido sia in quello eretto.
Scelga soltanto UNA di queste due tecniche di esercizio per il suo
allenamento.

TECNICA N°1

Se lei vuole realmente ingrandire il suo pene, questa tecnica è


indubbiamente una delle migliori. Si può compiere da in piedi o
da seduti.

1. Col pene nello stato flaccido, con una mano


afferri fermamente il suo pene. Si assicuri di non
occludere troppo la circolazione.

2. Con la stessa mano cerchi di coprire tutta l’asta del


pene; lo tiri direttamente verso di sé senza provocare
dolore o disagio. Lo tenga così per 5 minuti.
Dopo ogni minuto lo tiri ulteriormente.

3. Si rilassi per un minuto. "Faccia roteare" il suo pene in un moto


circolare per circa 30 volte. Questo permette al suo pene di
ritrovare una circolazione sanguigna regolare.

4. Ripeta di nuovo il passo numero 2 per quattro volte, ma tirando


il suo pene in una direzione diversa per ogni lasso di tempo... in su,
in giù, a sinistra, ed a destra.
Dopo ogni “tirata” di 5 minuti, ripeta il passo 3.

5. Dopo che Lei ha completato 5 “tirate” ( di 5 minuti ciascuna),


tiri nuovamente il suo pene di fronte a lei, gli dia un buon
stiramento di almeno un minuto e dieci lievi tirate in avanti,
badando di non dare una scossa troppo forte.

VIDEOCLIP – stretching del pene

Nel seguente filmato viene illustrata la corretta applicazione


degli esercizi di tensione del pene.
Il video è solo indicativo. Fare riferimento alle spiegazioni.

Stirando il pene con la mano, lei produce gli stessi risultati dei
sistemi di peso per il pene tradizionali. Il miglior modo di usare la
sua mano è applicando dovunque la maggior parte della pressione
eccetto che sul nervo dorsale che è quel nervo sottile che si trova
lungo la punta del pene. Ma è di fondamentale importanza NON
ESAGERARE CON LA PRESSIONE, se non si vogliono avere
problemi di circolazione.

Questo esercizio le assicurerà un pene più lungo in non più di 2


settimane, ma dopo circa 3-4 mesi i risultati saranno ben visibili.
TECNICA N. 2 (alternativa)

Questa tecnica è molto simile alla precedente.

1. Nello stato flaccido, con una mano prenda la punta del Suo
pene. Lo afferri fermamente, ma non troppo forte, evitando di
impedire la circolazione.

2. Lo tiri direttamente di fronte a se con abbastanza forza in modo


da sentire un buon stiramento ma indolore. Tenga e conti per
almeno 30 secondi fino ad un minuto.

3. Continui l’esercizio fino ad impiegare 5-20 minuti per una


sessione. Faccia una pausa di 10-20 minuti dopo ogni sessione.
Sviluppo e Circolazione

Dopo avere compiuto il suo esercizio di allungamento quotidiano,


lei dovrebbe praticare questo esercizio per lo sviluppo e
la circolazione sanguigna del suo pene.
Questa semplice tecnica incrementa il sangue che fluisce nel suo
pene e la prepara per lo stato "semi-eretto" di cui avrà bisogno per
affrontare il prossimo esercizio del suo allenamento:
l'Esercizio Jelqing.

Tenga il pene e lo frusti intorno dolcemente. Lo frusti non più di


30 volte e si assicuri di proteggere il suo scroto con l'altra mano.
JELQING: Introduzione.

JELQING (anche noto come “tecnica della mungitura") è


un’antica tecnica, compiuta da secoli da molte tribù ed etnie. È
considerato il metodo più efficace di ingrandimento del pene.

Questi esercizi di “mungitura” iniettano sangue nel pene.


Nel corso di molti mesi, il sangue spazia nel pene, facendolo
diventare più grande, in modo da contenere sempre più sangue.
Ciò incrementerà le misure del suo pene.

Ma in realtà esistono diverse variazioni di Jelqing. Il principio


generale di "mungere il pene" è sempre lo stesso, ma le tecniche
sembrano variare un po'. La mia preferenza riguarda la tecnica n°
1. Questa è sicuramente una delle tecniche che ha avuto in assoluto
più successo. Legga le diverse applicazioni dello Jelqing e decida
quale tecnica sia più funzionale per lei.

E’ necessario l’utilizzo di un lubrificante per questi esercizi.

I risultati dello Jelqing sono permanenti. Il pene sarà


allargato e nello stato flaccido e in quello eretto, ma soprattutto
in questo ultimo stato. Gli esercizi sono salutari, non dannosi.
Questi miglioreranno realmente la salute e la forza dell'organo
maschile e nello stesso tempo permetteranno un aumento delle
dimensioni.

IMPORTANTE: Deve assicurarsi di non compiere l’esercizio


durante un Erezione totale. La vena vascolare potrebbe subire
danni se il pene venisse munto con forza quando
completamente eretto. Il suo pene deve essere semieretto (tra la
metà e i ¾). I risultati non possono essere ottenuti finché
un'erezione parziale è presente. Dopo aver compiuto questo
esercizio, noterà che il suo pene (anche nel suo stato flaccido)
apparirà più lungo e più spesso. Questo è un dato di fatto. E dopo
diversi mesi di esercizio, il pene apparirà realmente cresciuto;
questo è dovuto all’impatto del sangue con i tessuti erettili del
pene. Scelga soltanto UNA di queste tecniche da includere nel suo
allenamento.
JELQING: Esercizi.

TECNICA N°1

Questo semplice esercizio, se praticato cinque giorni alla


settimana, permetterà ad un uomo che possiede, per esempio, un
pene eretto di quindici centimetri, di aggiungere da a tre a sette
centimetri alla lunghezza del suo pene (misurato dalla base alla
punta) e crescerà proporzionatamente anche in
circonferenza. Poco o nessuna crescita può essere apparente per
circa un mese. Durante il secondo o terzo mese invece un aumento
di tre o più centimetri sarà visibile.

1. Quando il suo pene diventa Semi-eretto, con il


pollice e l’indice della sua mano sinistra faccia il
segno di un “OK” americano. Con questa mano,
afferri fermamente la base del suo pene.

2. Ora cominciando dalla base, tiri dolcemente ma fermamente il


pene. Lo tenda in modo da farlo scorrere verso
l’esterno (verso il glande). E’ importante che il suo
pene sia nello stato semi-eretto. Si assicuri di
toccarlo dalla base alla punta. Si noti che la testa
del suo pene si espande con il sangue.

3. Ora cambi mano, e con la destra faccia la stessa


cosa, sempre tendendolo dalla base fino alla testa.

4. Alterni entrambe le mani in un movimento


ritmico, come se lei stesse “mungendo” il suo pene,
toccandolo ovunque e cercando di non esagerare
nella parte estrema del suo organo.
Faccia 200-300 “ripetute”/al giorno a forza media per la prima
settimana. (10 minuti)

Faccia 300-500 “ripetute”/al giorno a forza


medio-sostenuta per la seconda settimana. (15
minuti)

Faccia poi 500 o più “ripetute”/al giorno con la forza


che vuole (ma senza esagerare) a partire dalla terza
settimana in poi. (20 minuti)

Jelqing: Esercizio in sequenza

VIDEOCLIP – Jelqing
Esempi di corretta applicazione dello “Jelqing”. I filmati sono
solo indicativi. Fare riferimento alle spiegazioni.

Se Lei raggiunge l’erezione durante questo esercizio, attenda


finché non le passa. Lei inoltre può incoraggiare la circolazione
schiaffeggiando il suo pene su e giù per 25 - 50 volte. Compia
questo esercizio 5 giorni alla settimana. Ricordi di tenere il suo
pene allo stato semi-eretto. Se le viene improvvisamente da
eiaculare, faccia una pausa finché la spinta non si
abbassa.
Questo è un esercizio, come si può notare, di autocontrollo.

TECNICA N°2

1. Applichi lubrificazione al pene flaccido dall'asta alla punta.

2. Usando solamente pollice e indice, stiri il pene dall’interno


verso l’esterno

3. Alterni le mani, una dopo l'altra, in una azione “mungente”.

4. Continui a compiere moderatamente l’esercizio finché il pene


non si gonfia; dopodichè lo compia con più forza.

5. Ripeta questo esercizio 100 volte.

Per i primi dieci giorni compia l’esercizio con moderazione.


Successivamente aumenti il numero delle ripetute. Se il glande
diventa rosso, questo è di buon auspicio; ciò significa che il
sangue sta forzando quell’area, ingrandendola.

TECNICA N°3

Questa tecnica è simile alle altre ma si compie senza lubrificare il


pene. Nel mungere senza lubrificare, lei spreme, e tira la pelle, ma
le sue dita non scivolano lungo l’asta del pene.
Quando il suo pene diviene più grande, dovrà mungere ogni parte
separatamente.

E’ consigliabile compiere questo esercizio la mattina, quando i


livelli di testosterone sono più alti.
Se comincia a sentire dolore o disagio, si riposi per qualche giorno.
Introduzione al Muscolo PC (pubococcigeo)

Esercitare il muscolo PC è molto importante per diverse ragioni:


perché si raggiungono erezioni più forti, orgasmi più intensi ( a
volte multipli), aiuta a controllare la eiaculazione, ed è salutare
per la prostata. Il muscolo PC (o muscolo pubococcigeo) è
costituito da un gruppo di muscoli pelvici che formano la base per
la sua salute sessuale. Questi muscoli si trovano nella zona che va
dall’ano all’asta del suo pene.
Oltre che ad essere responsabile per il controllo dell’urina, per gli
uomini, questo è il muscolo che involontariamente "pompa"
durante l’eiaculazione. Rafforzando ed imparando a controllare
questo muscolo, lei scoprirà il segreto del sesso.

Le donne hanno imparato a conoscerlo e ad esercitarlo già da


molto tempo e questo ha permesso loro di migliorare il proprio
orgasmo e di lubrificarsi più velocemente. Prima lei deve
localizzare il suo muscolo PC. È più facile per uomini localizzare
questo muscolo e fare questi Esercizi che non per le donne.
Un modo per trovare il muscolo PC consiste nel fermare il flusso
di orina. Ma questo le servirà anche come esercizio di allenamento.
Interrompa e ricominci la sua orinata 5 volte, ogni volta che andrà
al bagno. Usando la sua abilità nel fermare il flusso di orina, questa
la aiuterà a controllare l’eiaculazione. Inoltre lei può contrarre e
rilasciare il muscolo rapidamente.

Queste tecniche, secondo esperti sessuologi, migliorano la


sessualità di una persona in maniera sorprendente.
Esercizi del Muscolo PC

Una volta trovato il suo muscolo PC, lei potrà iniziare questi
esercizi quando e dove vorrà.
E’ importante esercitare questo muscolo quotidianamente.

Questi sono gli Esercizi:

● Prenda il muscolo PC a modi pinza. Lo stringa e lo rilasci


rapidamente. Cominci con set di 20, poi arrivi a 100 ed oltre.
Arrivi a fare almeno 250 di questi esercizi ogni giorno, per il resto
della sua vita.

● Prenda il muscolo, sempre a modi pinza, e lo stringa per circa


30 secondi, o finché può.

● Prenda e stringa il suo muscolo lentamente e lo stringa


gradualmente aumentando via via la forza senza sentire troppo
dolore e/o disagio.

● Interrompa il flusso di orina per almeno 4-5 volte per orinata,


poi ricominci e continui a stimolare il suo muscolo anche alla fine
in modo da contrarre il proprio ano.

● Contragga per cinque secondi il muscolo pubococcigeo e poi lo


lasci rilassare per dieci secondi. Compia inizialmente 3 serie da 10
contrazioni ( 5 secondi l’una) al giorno, dopodichè, quando il
muscolo sarà più sviluppato, in genere dopo una settimana,
può aumentare gradualmente le contrazioni.

● Contragga liberamente il muscolo PC, ovunque e quando


possibile.
VIDEOCLIP – contrazione del muscolo PC
Libera contrazione del muscolo pubo-coccigeo.

Gli uomini possono fare dovunque questi esercizi ( detti anche


di “Kegels”). Compiuti continuamente e per lungo tempo,
questi possono aiutare uomini (e donne) anche a risolvere
problemi di incontinenza durante la vecchiaia. E maggiore
sarà la stimolazione, più l’orgasmo e in genere la salute
sessuale di ogni individuo ne trarrà beneficio.
Massaggio & Riscaldamento finale

Questo è come dovrebbe finire il suo allenamento, cioè


applicando calore e massaggiando il suo pene.
La temperatura dei testicoli si aggira intorno ai 34 gradi centigradi
e questa permette alle cellule di sopravvivere.
Applicando calore al pene, lei ripristinerà ogni nervo e in genere
risolverà eventuali problemi di sensibilità verificatisi durante
questo programma di allenamento.

Dopo il suo allenamento, dolcemente massaggi il suo pene per


diversi minuti. Dopo i massaggi, Lei può applicare un altro
asciugamano caldo come nel “preriscaldamento”, o in alternativa
può mettere il suo pene in una bacinella di acqua tiepida per pochi
minuti. Entrambe le applicazioni di calore tratterranno il sangue
all'interno del Suo pene e stimoleranno le parti danneggiate, le
quali ricominceranno a funzionare meglio.
Infine asciughi bene il pene con un asciugamano.
Programma di allenamento: Introduzione

Dopo aver spiegato ogni esercizio, è arrivato il momento di


applicarli in un programma di allenamento
quotidiano. Se lei vuole un pene realmente più lungo e più grande,
deve compiere questi esercizi come spiegato.
Questi sono metodi efficaci e potenti, metodi che sono stati
provati con risultati soddisfacenti.
Questo è il Programma di Allenamento consigliato. Lei deve
seguire questo programma per un’ora al giorno, 5 giorni alla
settimana. Si assicuri di prendere una pausa di 2 giorni alla
settimana (consecutivamente o non). Faccia questi esercizi
regolarmente, e dovrebbe cominciare a vedere dei risultati fra le
prossime 3 settimane. Una volta che lei nota una crescita del suo
pene, non smetta di seguire questo programma, prosegua con
l’allenamento.
Questi esercizi non sono diretti soltanto all’ ingrandimento del suo
pene, ma anche a migliorare il suo amor proprio e la sua
soddisfazione personale.

NOTA:
Per questo allenamento, sono state incluse diverse tecniche di
esercizio. Se lei preferisce provare una tecnica diversa, è libero di
farlo. Ma qualsiasi tecnica che lei decide di praticare, si assicuri
di compierla correttamente e senza esagerare. Se dopo un mese lei
nota che gli esercizi che sta eseguendo non hanno alcuna efficacia
(circostanza piuttosto rara), cambi tecnica.
Allenamento Quotidiano Raccomandato

(è consigliabile stampare queste informazioni per una


consultazione più rapida)
PROGRAMMA DI ALLENAMENTO QUOTIDIANO:

● Preriscaldamento con asciugamano caldo (5 minuti)

● Esercizio di tensione (25-30 minuti)

● Esercizio per lo sviluppo e la circolazione (1 minuto)

● Esercizio Jelqing (10-20 minuti)

● Esercizi per il muscolo PC (5 minuti)

● Massaggio e riscaldamento finale (5-10 minuti)

Preriscaldamento con asciugamano caldo (5 minuti)

Metta a bagno un panno di stoffa in acqua medio-calda, strizzi il


panno in modo da far uscire l'acqua in eccesso. Lo avvolga intorno
l'asta del Suo pene (flaccido o eretto). Lo tenga così per circa un
minuto, poi ripeta la procedura un paio di volte. Asciughi bene il
suo pene. Questo le assicurerà una buona presa per gli esercizi che
seguiranno.

Esercizio di tensione (stretching) (25-30 minuti)

1. Col pene nello stato flaccido, con una mano afferri fermamente
la testa del suo pene. Si assicuri di non occludere troppo la
circolazione.
2. Tiri il suo pene direttamente verso di sé senza provocare dolore
o disagio. Lo tenga così per 5 minuti. Dopo ogni minuto lo tiri
ulteriormente.
3. Si rilassi per un minuto. "Faccia roteare" il suo pene in un moto
circolare per circa 30 volte. Questo permette al suo pene di
ritrovare una circolazione sanguigna regolare.
4. Ripeta di nuovo il passo numero 2 per quattro volte, ma tirando
il suo pene in una direzione diversa per ogni lasso di tempo... in su,
in giù, a sinistra, e a destra. Dopo ogni tirata di 5 minuti, ripeta il
passo 3.
5. Dopo che lei ha completato 5 tirate ( di 5 minuti ciascuna), tiri
nuovamente il Suo pene di fronte a Lei, gli dia un buon stiramento
di almeno un minuto e dieci lievi tirate in avanti, badando di non
dare una scossa troppo forte.

Esercizio per lo sviluppo e la circolazione (1 minuto)

Afferri bene il pene e lo frusti intorno dolcemente. Lo frusti non


più di 30 volte, e si assicuri di proteggere il suo scroto con la
mano.

Esercizio Jelqing (10-20 minuti)

1. Usando la crema di vasellina, la vasellina pura o qualsiasi altro


lubrificante non irritante, lubrifichi bene il suo pene; faccia
scivolare le sue dita lungo la pelle del pene applicando il
lubrificante ovunque. Alcune gocce di vasellina le basteranno per
circa 100 “ripetute”. Non usi sapone o shampoo, potrebbero
arrecarle dolore.
2. Usando il pollice e l’indice della mano sinistra, sprema la base
dell'asta del pene. Tiri il pene in modo da far scivolare le dita
lungo tutta l’asta, fermandosi alla punta (glande). Ripeta
l’esercizio alternando entrambe le mani. Esegua l’esercizio in
modo che ogni “ripetuta” duri approssimativamente 3 secondi.
Questa sensazione dovrebbe aiutarla a raggiungere un'erezione.
3. Quando il suo pene diventa Semi-eretto, sempre utilizzando la
sua mano sinistra, afferri fermamente la base dell’asta del pene con
il pollice e l’indice, questa volta però “disegnando” con le dita il
segno di “OK” americano.
4. Ora cominciando dalla base, tiri il pene dolcemente ma in modo
deciso. Lo tiri in modo da far scivolare le dita lungo tutta l’asta,
dall’interno verso l’esterno. E’ importante che mantenga il suo
pene in uno stato semi-eretto. Si assicuri di toccare il pene dalla
base fino al glande. Si noti che la testa del suo pene si espande con
il sangue.
5. Cambi la mano sinistra con la destra e faccia la stessa cosa,
sempre tirando il pene dalla base alla testa. Alterni ambo le mani
in un movimento ritmico, come se lei stesse “mungendo” il suo
pene, toccandolo ovunque ma cercando di non esagerare nella
parte finale del suo organo.

Faccia 200-300 “ripetute”/al giorno a forza media per la prima


settimana. (10 minuti)

Faccia 300-500 “ripetute”/al giorno a forza


medio-sostenuta per la seconda settimana. (15 minuti)

Faccia poi 500 o più “ripetute”/al giorno con la forza


che vuole (ma senza esagerare) a partire dalla terza
settimana in poi. (20 minuti)

(Se lei raggiunge l’erezione durante questo esercizio, attenda


finché non le passa. Lei inoltre può incoraggiare la circolazione
schiaffeggiando il suo pene su e giù per 25 - 50 volte. Compia
questo esercizio 5 giorni alla settimana. Ricordi di tenere il suo
pene allo stato semi-eretto. Se le viene improvvisamente da
eiaculare, faccia una pausa finché la spinta non si abbassa.)

Esercizi del muscolo PC (5 minuti)

Prima di cominciare gli esercizi localizzi il muscolo PC ( si può


aiutare orinando). Cerchi di variare l’esecuzione degli esercizi;
l’ordine che le verrà illustrato non sarà vincolante. Lei può fare
questi esercizi in ogni momento della giornata, mentre è in
automobile, oppure mentre guarda la tv, ecc..
Si noti che ogni esercizio (6 in tutto) che andrò ad illustrare è
diverso dagli altri; non deve compierli necessariamente tutti
insieme ma, se preferisce, può applicarli, indistintamente,
lungo l’arco della giornata.

1 - Prenda il muscolo PC “a modi pinza”. Lo stringa e lo rilasci


rapidamente. Cominci con un set di 20, poi arrivi a 100 ed oltre.
Arrivi a fare almeno 250 di questi esercizi ogni giorno, per il resto
della sua vita.

2 - Prenda il muscolo, sempre “a modi pinza”, e lo stringa per circa


trenta secondi, o finché può.

3 - Prenda e stringa il suo muscolo lentamente e lo stringa


gradualmente aumentando via via l’intensità senza sentire
troppo dolore e/o disagio.

4 - Interrompa il flusso di orina per almeno 4-5 volte per orinata e


continui a stimolare il suo muscolo anche alla fine in modo da
contrarre il proprio ano.

5 - Contragga per cinque secondi il muscolo pubococcigeo e poi lo


lasci rilassare per dieci secondi. Compia inizialmente 3 serie da 10
contrazioni ( 5 secondi l’una) al giorno, dopodichè, quando il
muscolo sarà più sviluppato, in genere dopo una settimana, può
aumentare gradualmente le contrazioni.

6 - Contragga liberamente il suo muscolo PC.

Massaggio & Riscaldamento finale (5 a 10 minuti)

Dopo questo allenamento, dolcemente massaggi il suo pene per


diversi minuti. Successivamente, lei può avvolgere il pene ( come
faceva all’inizio dell’allenamento) con un panno di stoffa messo a
bagno in acqua medio-calda, o in alternativa può immergere il
pene in una bacinella di acqua tiepida per alcuni minuti. Infine lo
asciughi bene con un asciugamano.

Questo è in definitiva il programma di allenamento. Questi


sono gli esercizi, pratiche “segrete” che le daranno un pene
più lungo, più spesso e più forte, nonché un'erezione costante e
più vigorosa, i migliori orgasmi e un vigore sessuale che
caratterizzerà tutta la sua esistenza. Esegua questo
Programma di Allenamento 5 giorni alla settimana, e i risultati
saranno permanenti. Questo metodo funziona realmente. E’
un metodo che è stato lungamente sperimentato e che ha dato
dei risultati sorprendenti.
Erezioni più forti

Questi consigli l’aiuteranno a raggiungere erezioni più forti e


durature:

● Segua una dieta che abbia un basso contenuto di grassi, ma un


alto quantitativo di fibre. Livelli alti di colesterolo potrebbero
realmente ostacolare i vasi sanguigni presenti nel suo pene.
Questo può essere anche causa di impotenza. Inoltre, lei dovrebbe
includere nel suo fabbisogno alimentare un modesto quantitativo
di zinco. Tra i cibi che contengono questo minerale si possono
annoverare: la carne di manzo (magra), il tacchino, i cereali,
l’agnello, la polpa di granchio e le ostriche. E’ importante anche
assumere vitamine e minerali: tutto ciò le verrà illustrato in modo
dettagliato successivamente.

● E’ caldamente consigliata un’attività fisica costante. Se lei è


fuori forma, non soltanto potrebbe compromettere la sua abilità nel
fare sesso, ma inoltre potrebbero sorgere problemi di erezione.

● Non fumi, e per quanto le sia possibile eviti il fumo passivo.


Oltre a evidenti danni per la salute, studi recenti hanno stabilito
che il fumo è una delle principali cause di impotenza e di
disfunzione erettile.

In ultima analisi, il consiglio più importante che le può essere dato


è quello di avere erezioni il più possibile frequenti.
I muscoli che si trovano nel suo pene (e in genere qualsiasi
muscolo) necessitano di ossigeno per sopravvivere. E in che modo
possono trovare questo ossigeno? Grazie ai globuli rossi che
fluiscono nel sangue. Maggiore è la circolazione del sangue,
minore sarà la possibilità di una disfunzione erettile.
Dal momento che il sangue fluisce nel pene ad una percentuale
molto più elevata quando si ha un'erezione, il miglior modo per
tenere i muscoli del suo pene adeguatamente ossigenati è quello di
avere più erezioni durante la giornata.
E questo è evidentemente un buon motivo per masturbarsi
regolarmente.
Controllo dell’Eiaculazione Precoce

Prima di tutto bisogna notare che un uomo su tre eiacula prima


di quanto vorrebbe, e che, in genere, la stragrande maggioranza
di uomini spesso raggiunge l’eiaculazione troppo rapidamente.
Quindi se questo è un problema che la riguarda, non è
certamente il solo ad averlo.

I consigli e gli esercizi che seguono cercheranno di aiutarla a


controllare questo problema:

• Per incominciare, è consigliabile bere un bicchiere di vino


prima di fare sesso. L’alcol è in grado di rilassarla quel tanto per
ritardare l’eiaculazione. Inoltre potrebbe provare l’antica e
conosciuta tecnica del masturbarsi alcune ore prima di fare
l’amore. Se incomincerà presto a prendersi cura della sua
sessualità, i suoi rapporti avranno una durata sensibilmente più
lunga; e questo le permetterà di superare quel senso di frustrazione
e di insoddisfazione che molti uomini, purtroppo, condividono
quotidianamente con le proprie partner.

Lei può imparare a tollerare lunghi periodi di piacere sessuale


senza eiaculare, una volta che ha imparato a riconoscere le
sensazioni che precedono il suo orgasmo. A tal proposito esiste
un esercizio (molto efficace) che può provare; questo esercizio si
chiama “approccio uno a dieci”. Immagini che la scala di piacere
sessuale vada da 1 a 10: il punto n° 1 è quando lei inizia ad essere
stimolato; il n° 10 coincide con il raggiungimento dell’orgasmo e
l’eiaculazione. Perciò 9 è il punto poco prima dell’orgasmo, è il
suo punto di non ritorno. Provi a masturbarsi. Quando lei giunge al
suo “magico” punto 8, si fermi e faccia in modo che la spinta del
suo pene si abbassi. Poi cominci a masturbarsi di nuovo. Faccia
questo alcune volte. Si masturbi, si fermi, si masturbi ancora. Dopo
15 minuti di questo esercizio, può eiaculare (se vuole). Ripeta
questa tecnica finché non riesce a provare piacere senza eiaculare
per 15 minuti.

• Un altro metodo che riduce la possibilità di eiaculazione


precoce, un metodo che le è stato indicato nel suo programma di
allenamento, è quello di contrarre il muscolo pubococcigeo (più
correttamente “muscoli”). Le consiglio di fare riferimento al
paragrafo relativo al muscolo PC nel caso avesse dimenticato
come localizzarlo. Questo insieme di muscoli opera nella sua
sessualità come i freni nella sua automobile; contraendo questi
muscoli, lei potrà controllare il proprio piacere sessuale nello
stesso modo in cui utilizza i freni per controllare la velocità della
sua vettura. In termini più chiari, durante il rapporto sessuale lei
prolunga l’orgasmo in virtù di una simulazione…infatti lei simula
di interrompere la sua orinata, mentre invece non fà che ritardare
l’eiaculazione.

• Infine, il metodo più semplice e più antico per controllare


l’eiaculazione è quello che gli americani chiamano “Locking
Metod”. Quando, facendo l’amore, lei incomincia a divenire
troppo eccitato, semplicemente prelevi il pene dalla vagina e lo tiri
in fuori così che soltanto il glande rimanga all’interno. Poi rimanga
fermo per circa 15-30 secondi; attenda che la spinta del suo pene
cessi, dopodichè ricominci con la penetrazione.
Come risolvere il problema della curvatura
del pene
La curvatura del pene quando è in erezione, è dovuta al fatto di
avere corpi cavernosi deboli che permettono all'asta di curvarsi in
una certa direzione perché le pareti di cellule che costituiscono
questo tessuto spugnoso, sono più molli. Una delle cause più
frequenti di questo incurvamento, oltre che a traumi o ad uno
sviluppo asimmetrico dei corpi cavernosi, è la Sindrome di
Peyronie.
Si tratta di una malattia del tessuto connettivo,
che interessa la tunica albuginea dei corpi
carvernosi, provocandone la formazione di
placche, con perdita di elasticità e
deformazione del pene durante l'erezione.

NOTA: Se si hanno problemi gravi di curvatura del pene è


caldamente consigliabile rivolgersi ad un andrologo o ad uno
specialista. La malattia di Peyronie in uno stadio avanzato o
altre sindromi che causano deformazioni gravi del pene,
possono essere risolte nel 75% dei casi esclusivamente con
intervento chirurgico.
La tecnica che andrò ad illustrare pertanto non ha la pretesa
di risolvere problemi di questa entità. Piuttosto di attenuare
modesti incurvamenti dovuti a piccoli traumi, a uno sviluppo
asimmetrico dei corpi cavernosi e ad una malattia di Peyronie
nel suo stadio iniziale.

Questa tecnica consiste nell’applicare l’esercizio jelqing in modo


particolare. Questo esercizio rafforzerà i corpi cavernosi del suo
pene in entrambi i lati, ed le renderà un pene più diritto dopo
diversi mesi di esercizio quotidiano.

APPLICARE LO JELQING PER RADDRIZZARE IL


PENE
Sebbene questo esercizio è fondamentalmente quello che trova nel
suo programma di allenamento, c'è in più una piccola "torsione"
che lei deve fare. Utilizzi soltanto una delle tecniche prescritte per
il suo allenamento; afferri la base del suo pene dopo aver
raggiunto lo stato semi-eretto; sprema l’asta in modo abbastanza
stretto e scivoli, alternando le mani (prima la sinistra e poi la
destra), lungo l’estremità del pene. Ogni 5 o 10 “ripetute”, munga
il suo pene piegandolo nella parte opposta rispetto alla
curvatura, compiendo l’esercizio sempre dalla base alla testa.
Dopo circa un minuto alterni i movimenti utilizzando anche il
palmo della propria mano, come da figura. Queste tecniche
cominceranno non solo a rafforzare la sua asta, ma anche le pareti
di cellule che lei sta curvando, portando il suo pene a curvarsi
gradualmente nella parte opposta, raddrizzandosi.
Vitamine & Erbe

Il suo regolare programma di allenamento può essere


migliorato significativamente attraverso specifiche vitamine ed
erbe che lei dovrebbe aggiungere alla sua dieta giornaliera.
Non soltanto le forniranno una carica energetica, ma
miglioreranno notevolmente il suo rapporto con il sesso.
Le comunico tuttavia che anche solo seguendo una dieta
regolare, ricca di fibre e di minerali, lei riuscirà comunque a
trarre beneficio da questo manuale; pertanto
considererò l’assunzione delle sostanze che andrò a descrivere
facoltativa: in ogni caso cerchi di non esagerare.
Inoltre le dosi si riferiscono ad una persona adulta, pertanto
andrebbero diminuite proporzionalmente per i soggetti più
giovani.

Elenco di vitamine da inserire nel suo fabbisogno giornaliero:

Vitamine per una carica energetica:

- 2000 mg di vitamina C, 2/3 volte al giorno


- 30 mg di zinco
- 100 mg di vitamina A
- 200 mg di magnesio
- 80 mg di coenzima Q
- 100 mg di vitamina D
- 50 mg di tiamina (vitamina B1)

Vitamine ed Erbe per una carica sessuale:

- 525 mg di calcio
- 200 mcg di vitamina B12
- 150 mg di vitamina E
- 25 mcg di potassio
- 300 mcg di biotina (vitamina H)
- 55 mcg di selenio
- 400 mcg di acido folico

- Radice di Damania
- Semi di Zucca
- Grano Saraceno
- Estratto di Mirtillo

Aumentare l'eiaculazione:

Assuma circa 500-1000 mg al giorno di L-Arginina.


L-Arginina é un aminoacido naturale, semi-essenziale,che apre i
vasi sanguigni in tutto il corpo. Forma l’ossido nitrico, che dilata i
vasi sanguigni portando ossigeno al sangue e valori nutritivi agli
organi vitali e ai tessuti, inclusi il cuore e il pene.
Questo aminoacido stimola la secrezione degli ormoni e migliora il
sistema immunitario; inoltre aiuta ad aumentare i livelli
dell’eiaculazione e quindi ad ottenere orgasmi più intensi, dandole
un'erezione più forte e duratura, quando è assunto regolarmente e
secondo le indicazioni.

E’ consigliabile prenderne 500 mg al giorno e 1000 mg un’ora o 2


prima di ogni rapporto. Sia cauto, tuttavia, con L-Arginina. Cerchi
di non assumerne troppo, e se dovesse notare delle reazioni
negative, ne cessi immediatamente l’assunzione.

Acqua:

Le consiglio di bere molta acqua, almeno 1,5 / 2 litri di acqua


minerale al giorno. Questa la aiuterà in maniera determinante nel
suo programma di allenamento quotidiano.

Avvertenze importanti:

L’assunzione delle vitamine e delle erbe indicate fà


riferimento ad una persona sana e priva di problemi di
salute.
Alcune sostanze, tra cui il “coenzima q” per esempio, sono
controindicate a soggetti con problemi cardiaci, altre invece per chi
ha problemi di diabete, cirrosi ecc…pertanto ai soggetti che, pur
avendo problemi di salute, vogliano assumere queste sostanze,
consiglio caldamente di rivolgersi a un medico.
Esempi di Domande &
Congrue Risposte

Ora verranno elencati alcuni esempi di domande per la sua


considerazione:

Quando dovrei usare queste tecniche?


Ogni qualvolta lei desidera. Di prima mattina, il pomeriggio o la
sera prima di andare a dormire: in realtà non c’è un momento
determinato per compiere questi esercizi; consideri però che la
mattina, appena svegli, i livelli di testosterone sono più alti e una
carica ormonale, tra l’altro, consente di ottenere maggiore
concentrazione, energia e sicurezza di sé.

Quando posso eiaculare? Prima, durante o dopo aver compiuto


gli esercizi?
Quando lei raggiunge l’eiaculazione, il suo corpo è caratterizzato
da una serie di importanti cambiamenti chimici e fisici;
innanzitutto i suoi livelli di testosterone cominciano a diminuire,
secondariamente tutti i suoi tessuti connettivi cominciano a
contrarsi; pertanto è consigliabile aspettare almeno 4/5 ore dal
completamento degli esercizi prima di eiaculare.
Allo stesso modo è raccomandabile non eiaculare poco prima di
iniziare l’allenamento.

Nel compiere l’esercizio “jelqing” provo dolore ( poco o molto),


questo è normale?
Capisca il tipo di dolore e soprattutto da cosa è provocato; lei
potrebbe aver bisogno soltanto di aggiustare i peli del pube alla
base del suo pene. È un dolore acuto o solo un fastidio? Ha iniziato
il suo allenamento riscaldando il suo pene? Un po’ di fastidio o
dolore è normale e dovrebbe passare non appena il suo pene e tutte
le strutture di supporto verranno esercitate regolarmente. Cerchi di
non fermarsi, un po’ di fastidio è normale dicevo, ma se il dolore è
acuto o è forte abbastanza da non permetterle di compiere gli
esercizi, si fermi alcuni giorni, continuando però a compiere
esercizi di preriscaldamento.

Come posso evitare che il mio pene diventi eretto quando compio
gli esercizi di tensione o Jelqing?
MOLTO IMPORTANTE: NON compia Jelqing quando il suo pene è
completamente eretto per nessuna ragione.
Poco dopo aver iniziato il programma di allenamento, lei noterà
che il suo pene, non appena viene stimolato, diverrà quasi subito
eretto, perché è abituato soltanto a delle stimolazioni (orgasmo ed
eiaculazione) capaci di renderlo necessariamente solido.
Dopo due settimane e, a fortiori, dopo alcuni mesi il suo pene sarà
abituato agli esercizi e le erezioni dovrebbero essere più
controllabili. Se durante le prime settimane il suo pene raggiunge
rapidamente l’erezione, faccia una pausa di pochi secondi o alcuni
minuti, in modo da permettergli di abbassarsi. Poi ricominci gli
esercizi.

Posso compiere gli esercizi due volte al giorno?


Il tempo ideale per permettere ai tessuti del suo corpo di
rigenerarsi è di 48 ore (anche se dipende dal tipo di tessuto: quello
muscoloso è piuttosto veloce, quello nervoso invece abbastanza
lento). Se lei compie gli esercizi più di una volta al giorno, non
concederà ai tessuti muscolari di guarire e questo, in genere, non
permetterà al suo pene di svilupparsi (ne pregiudicherà la
crescita).

Io non sono circonciso, ci sono delle precauzioni che devo


seguire?
Non delle precauzioni vere e proprie; principalmente solo due
cose dovrebbe seguire (la seconda è facoltativa). In primo luogo,
quando compie l’esercizio jelqing si fermi al glande senza toccare
l’estremità del pene, e infine, sempre nello jelqing, se desidera,
può usare una delle mani che le restano libere per retrarre il
prepuzio del suo pene mentre compie l’esercizio.

Come trovo il mio muscolo PC (pubococcigeo)?


Un modo semplice per trovare il suo muscolo PC è questo:
mentre sta orinando, fermi il flusso di orina senza usare le sue
mani. Il muscolo si trova tra il pene e l’ano; interrompendo
l’orinata lei non fa che contrarlo, e con una mano può sentire
queste contrazioni.
Compiendo questo esercizio costantemente, riuscirà a localizzare il
suo muscolo PC sempre più facilmente.

Devo compiere necessariamente gli esercizi di preriscaldamento?


La fase relativa al “preriscaldamento” non dovrebbe essere
considerata facoltativa; è invece un requisito molto importante per
la buona riuscita degli esercizi. La funzione che assolve è duplice:
● serve ad allentare i tessuti connettivi, facilitandone la tensione,
con minor rischio di danno.
● serve ad aumentare la circolazione del sangue, permettendo di
incrementare l'ammontare di sostanze nutritive ( calorie, proteine,
minerali ecc..) che giunge al suo pene.

Quando incomincerò a notare i primi incrementi di dimensione?


In genere i primi risultati si dovrebbero vedere ( se gli esercizi
vengono eseguiti correttamente) a partire dalla seconda settimana
di allenamento, ma non è da escludere che, per alcuni soggetti, ci
vorranno alcuni mesi (2 o 3) prima di notare qualche
cambiamento.
Lei noterà dei cambiamenti che interesseranno dapprima lo stato
flaccido, e poi, una volta che il suo pene sarà abituato ad un
incremento del flusso sanguigno, anche quello eretto.

Non ho abbastanza tempo per compiere gli esercizi tutti insieme,


posso dividerli durante l’arco della giornata?
Sì, può farlo. Ma, nel caso decidesse di eseguirli in questo modo,
le consiglio di praticare esercizi di preriscaldamento prima di ogni
esercizio.

Perché non posso compiere gli esercizi 7 giorni su 7?


Il suo pene deve riposare necessariamente 2 giorni alla
settimana. Questo è il tempo essenziale per permettergli di
rigenerarsi. Se lei non rispetterà questo periodo di pausa, il suo
pene difficilmente crescerà. Questo perché le cellule e tessuti del
suo pene, dopo essere stati tesi in esercizio, necessitano di un
tempo adeguato per rigenerarsi e ricrearsi. Ciò può essere ottenuto
soltanto attraverso il resto del tempo che lei toglie al programma di
allenamento ogni settimana.

Per quanto tempo posso continuare ad usare queste tecniche?


Non ci sono limiti di tempo. Lei può seguire questo programma
finché vuole.
Ma gli incrementi di dimensione più significativi saranno raggiunti
soltanto nei primi 6 mesi del programma.(anche se alcuni uomini
possono aver bisogno di alcuni mesi in più).
Questo vuol dire che il suo pene, dopo questo periodo di tempo,
non crescerà più così tanto.

Ma i risultati di questo programma saranno davvero


permanenti? E quanto crescerà in media il mio pene?
Naturalmente. Gli incrementi di dimensione saranno permanenti se
lei eseguirà gli esercizi con la dovuta diligenza e rispetterà i
consigli nonché le raccomandazioni fino in fondo. Per quanto
riguarda lo sviluppo, in termini di misurazione posso dirle che la
crescita del suo pene potrà oscillare tra i 3 e i 7 centimetri in
lunghezza unitamente ad un ingrandimento proporzionale nel
diametro.

Tutti i Diritti Riservati. E' proibita la riproduzione,


l'archiviazione in un sistema di consultazione elettronica o la
trasmissione in qualsiasi forma, elettronica, meccanica o di altro
genere di questa opera senza il consenso esplicito dell'autore.

P.E. Project - Tutti i Diritti Riservati.