Sei sulla pagina 1di 1

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento e per nalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni


cookie, consulta la cookie policy . Cliccando su "accetto" o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

IN F O A C C E TTO

Home  AREE  ALTO METAURO  Urbino 

URBINO ATTUALITÀ

Ai matematici Servadei (Università di Urbino) e Valdinoci


(Statale di Milano) va il premio Wong 2018
Di Il Metauro 9 Settembre 2019

 10       

URBINO – Il prestigioso premio “James S.W. Wong 2018” del Journal of Mathematical Analysis and Applications, destinato al miglior articolo
scientifico pubblicato sul Journal of Mathematical Analysis and Applications (JMAA) negli ultimi 10 anni, è andato ai matematici Raffaella Servadei
dell’Università di Urbino e a Enrico Valdinoci della Statale di Milano. A loro va il premio di 10mila dollari istituito nel 2012 dalla famiglia del Dr.
James S.W. Wong e dalla casa editrice Elsevier.

Raffaella Servadei ed Enrico Valdinoci sono stati premiati per il loro articolo JMAA del 2012: “Soluzioni di tipo Mountain Pass per operatori ellittici
non locali” JMAA, Volume 389, Numero 2, 15 maggio 2012, Pagine 887-898.

I due autori hanno preso in esame un’equazione integrodifferenziale di tipo non locale applicando il “Teorema di Mountain Pass”. In particolare, la
commissione giudicatrice ha riconosciuto all’articolo il merito di essere stato il primo a fornire un solido quadro di analisi funzionale e un insieme
coerente di tecniche ad ampio spettro che hanno permesso di studiare una grande varietà di problemi non locali, ponendosi come punto di
riferimento per la moderna teoria dei problemi non lineari.

“Non mi aspettavo questo premio! E’ stato tanto gradito, quanto inaspettato – dichiara Raffaella Servadei – Le motivazioni per cui questo
riconoscimento è stato assegnato mi hanno fatto molto piacere. L’intento e l’obiettivo primario del lavoro premiato è stato quello di introdurre un
nuovo contesto variazionale per lo studio di diverse equazioni non locali che trovano applicazione in vari ambiti, come la fisica e l’ingegneria,
e che hanno molte ricadute nella nostra vita quotidiana”.