Sei sulla pagina 1di 1

PAESE :Italia AUTORE :Tiziano Mancini

PAGINE :26
SUPERFICIE :15 %

8 settembre 2019 - Edizione Pesaro

PREMIO FRONTINO MONTEFELTRO UN EVENTODA NON PERDERE

A Carpegna giornataall’insegna dell’arte


eventi mondani e alle iniziative
ILPREMIO Frontino Montefel-
tro ha scelto Carpegna per orien- ludiche fino a creare un nuovo
tare la sua sezione «L’artedi vive- dialogo con l’arte moderna.
re» verso le celebrazioni raffaelle- Un’attenzione che alle 11, nella
sche del 2020, organizzando per
oggi una prestigiosa lectio magi- Sala del Trono, suggellerà il rap-
stralis della storica dell’arte e do- porto tra Urbino, Carpegna e il
cente dell’Università di Urbino Montefeltro nel segno dell’arte,
Anna Maria Ambrosini Massari con l’incontro presieduto dalpro-
sul tema «Raffaello e Giovanni fessor Tommaso di Carpegna
Santi fra Palazzo Ducalee Mon- Falconieri, docente di Storia Me-
dievale all’Università di Urbino.
tefeltro». Unrapporto tutto da ri- Dopo il saluto di Aufreiter e la
scoprire, negli ultimi anni ogget-
conferenza della professoressa
to dei lavori di Lorenza Mochi Ambrosini Massari, il convegno
Onori (Raffaello e Urbino, Elec- dedicato al V Centenario di Raf-
ta 2009) e Rosaria Valazzi (Gio-faello Sanzio si concluderà alle
12,30 con un aperitivo offerto dal
vanni Santi, Silvana Editoriale Comune di Carpegna. Uninvito
2018). L’evento vede coinvolti il e un’occasione per tutti i cittadi-
Comune di Frontino, l’Unione ni.
ni.
Montana del Montefeltro, l’Uni- Tiziano Mancini
versità di Urbino Carlo Bo e l’As-
sessoratoalla Cultura del Comu-
ne di Carpegna con l’attenzione
rivolta non solo agli artisti ma an-
che ai luoghi. Lagiornata infatti
prenderà il via alle 10 nello splen-
dido Palazzo dei Principi di Car-

pegna che si aprirà al pubblico


per la visita guidata a un luogo di
riferimento per tutto il Montefel-
tro, del quale rappresenta il cuo-
re non solo geografico ma ideale
e culturale. E le celebrazioni raf-
faellescherappresentano un’occa-
sione unica da raccogliere per va-
lorizzare l’intero territorio con
iniziative di rilievo, coraggiose
nell’innovazione e nella fuga dai

riti polverosi. Ciò che è avvenuto


per il Palazzo Ducale di Urbino
grazieal proficuolavoro del diret-
tore Peter Aufreiter, che ne ha ri-
portato i visitatori sopra le
200mila unità rivoluzionando la
comunicazione, aprendosi agli

Tutti i diritti riservati