Sei sulla pagina 1di 312

Agri Plus

MANUTENZIONE
MANUALE DI USO E
Agri Plus - ITALIANO

Via E. Majorana, 2-4

AXH1140/IT
Servizio Assistenza Tecnica - Via E. Majorana, 2-4 - 42027 Montecchio Emilia (RE) ITALY
Tel. +39 0522 869611 - Fax S.A.T. +39 0522 869744 42027 Montecchio Emilia (RE) ITALY
www.dieci.com - E-mail: service@dieci.com Tel. +39 0522 869611 Fax +39 0522 869744 ATTENZIONE: UNA COPIA DEL PRESENTE MANUALE DEVE SEMPRE
www.dieci.com - E-mail: info@dieci.com RIMANERE SULLA MACCHINA A DISPOSIZIONE DELL'OPERATORE
OGNI ELEVATORE TELESCOPICO É CORREDATO DA:
COPIA DEL PRESENTE MANUALE,
COPIA DEL MANUALE DI USO E MANUTENZIONE DEL MOTORE REDATTA DAL COSTRUTTORE
COPIA DEL MANUALE DI USO E MANUTENZIONE PER OGNI DISPOSITIVO OD ATTREZZATURA DI CUI
QUESTA MACCHINA DOVESSE ESSERE DOTATA.

TALI MANUALI SONO REDATTI DAI RISPETTIVI FORNITORI OVVERO RIPRODOTTI INTEGRALMENTE
E FEDELMENTE DALLA DIECI S.r.l. DIETRO LORO SPECIFICA AUTORIZZAZIONE: ESSI POSSONO
ESSERE ARRICCHITI CON ULTERIORI SPECIFICHE REDATTE DALLA DIECI S.r.l.

La DIECI S.r.l. non si ritiene responsabile dei danni


derivanti dall’utilizzo di ricambi non originali

UFF. ASSISTENZA E RICAMBI


Tel. ++ 39 0522-869611 - FAX ++ 39 0522-869744

www.dieci.com DEPARTAMENTO DE ASISTENCIA Y REPUESTOS


Tel. ++ 39 0522-869611 - FAX ++ 39 0522-869744
Dieci s.r.l.
VIA E. MAJORANA, 2-4 BUREAU ASSISTANCE ET PIÈCES DE RECHANGE
42027 - MONTECCHIO E. (RE) - ITALY Tel. ++ 39 0522-869611 - FAX ++ 39 0522-869744
TEL. ++39 0522-869611
FAX ++39 0522-869744 SERVICE AND SPARE PARTS DEPARTMENT
e-mail: info@dieci.com Tel. ++ 39 0522-869611 - FAX ++ 39 0522-869744
Cap. Soc. Int. Vers. € 10.000.000,00
Reg.Impr. R.E. N. 01283560686 - R.E.A. R.E. N. 204278
C.F. 01283560686 - P.I. 01682740350

1 Dieci 2 Dieci 3 Uff.Tec 4 Devid 5 MTKeR 7 Digigraph 9 06/2011 10 AXH1140/IT Ed.2

MANUALE D'USO E MANUTENZIONE Agri Plus 38.9 H PS - Agri Plus 38.9 H VS


Edizione 2 - 06/2011 Agri Plus 38.9 PS - Agri Plus 38.9 VS
Istruzioni Originali
Agri Plus 40.7 H PS - Agri Plus 40.7 H VS

Agri Plus 40.7 PS - Agri Plus 40.7 VS


Cod.: AXH1140/IT

AVVERTENZE:
Tutta la documentazione fornita costituisce parte integrante ed essenziale del prodotto e deve essere mantenuta a disposi-
zione degli utilizzatori; essi devono leggere attentamente quanto scritto nella suddetta documentazione prima di farne uso.
Non sono permessi usi impropri, erronei o irragionevoli della macchina o degli accessori di cui è dotata così come non è
permesso nessun intervento che ne alteri la struttura o il funzionamento.

E’ PROIBITA LA RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE DEI CONTENUTI


DI QUESTO MANUALE E DELL’EVENTUALE ALLEGATO MULTIMEDIALE:
LA Dieci S.r.l. TUTELERA’ I DIRITTI SU DI ESSI

ATTENZIONE: UNA COPIA DEL PRESENTE MANUALE DEVE SEMPRE RIMANERE SULLA MACCHINA A DISPOSIZIONE DELL’OPERATORE
Mod. Agri Plus
Sommario

CAPITOLO “A”
INTRODUZIONE, GARANZIA, IDENTIFICAZIONE MACCHINA
INTRODUZIONE.......................................................................................................................................................A/3
GARANZIA................................................................................................................................................................A/4
IDENTIFICAZIONE MACCHINA................................................................................................................................A/6
IDENTIFICAZIONE ELEVATORE TELESCOPICO...................................................................................................A/7
DICHIARAZIONE DI CONFORMITA'........................................................................................................................A/9

CAPITOLO “B”
NORME DI SICUREZZA
RICONOSCERE LE NORME Dl SICUREZZA.........................................................................................................B/2
CAPIRE LE PAROLE Dl SEGNALAZIONE..............................................................................................................B/2
AVVERTENZE GENERALI........................................................................................................................................B/3
INDUMENTI PROTETTIVI........................................................................................................................................B/4
ISPEZIONARE LA MACCHINA.................................................................................................................................B/4
PREPARARSI ALLE EMERGENZE..........................................................................................................................B/5
PRIMO SOCCORSO.................................................................................................................................................B/6
CABINA DI GUIDA....................................................................................................................................................B/7
AUTORIZZAZIONI DI GUIDA....................................................................................................................................B/8
AVVIAMENTO DELLA MACCHINA...........................................................................................................................B/9
CONDIZIONI AMBIENTALI.......................................................................................................................................B/9
OPERARE IN SICUREZZA.....................................................................................................................................B/10
MOVIMENTAZIONE DEL CARICO.........................................................................................................................B/14
PARCHEGGIARE LA MACCHINA...........................................................................................................................B/15
Fermata momentanea......................................................................................................................................B/15
MARCIA SU STRADA.............................................................................................................................................B/16
MARCIA SU STRADA (ISTRUZIONI)......................................................................................................................B/16
SOLLEVARE LA MACCHINA..................................................................................................................................B/17
TRASPORTARE LA MACCHINA.............................................................................................................................B/17
Interferenza elettromagnetiche............................................................................................................B/18
VIBRAZIONI............................................................................................................................................................B/18
RUMORE.................................................................................................................................................................B/19
ESEGUIRE LA MANUTENZIONE IN SICUREZZA.................................................................................................B/20
PULIZIA DELLA MACCHINA...................................................................................................................................B/23
DECALCOMANIE DI SICUREZZA..........................................................................................................................B/23
MESSA IN DEPOSITO / PROLUNGATA INATTIVITA'............................................................................................B/24
PREPARAZIONE DOPO UNA PROLUNGATA INATTIVITÀ...................................................................................B/24
PREVENIRE GLI INCENDI DELLA MACCHINA.....................................................................................................B/25
BATTERIE...............................................................................................................................................................B/26
AVVIAMENTO CON BATTERIE AUSILIARIE.........................................................................................................B/27
Connessione dei cavi e avviamento motore..........................................................................................B/28
Rimozione dei cavi............................................................................................................................................B/28
PROTEZIONE DELL'IMPIANTO ELETTRICO .......................................................................................................B/28
SERRAGGIO DADI RUOTE....................................................................................................................................B/29
PNEUMATICI...........................................................................................................................................................B/29
STOCCAGGIO LIQUIDI PERICOLOSI...................................................................................................................B/31
Gasolio................................................................................................................................................................B/32
SMALTIMENTO DEI RIFIUTI..................................................................................................................................B/34
VERIFICA della velocità del vento............................................................................................................B/36
VALUTARE LA CONSISTENZA DEL TERRENO DI SOTTOFONDO.....................................................................B/37
DISPOSITIVI DI SICUREZZA..................................................................................................................................B/38
CABINA ROPS-FOPS.............................................................................................................................................B/41
TABELLE DI CARICO.............................................................................................................................................B/42
IMPIEGO DELLE TABELLE DI CARICO E INDICATORI BRACCIO......................................................................B/42
MOVIMENTAZIONE CARICHI................................................................................................................................B/46
Decalcomanie DI SICUREZZA..........................................................................................................................B/50
Mod. Agri Plus

CAPITOLO “C”
CONOSCERE E USARE LA MACHINA
AVVERTENZE GENERALI........................................................................................................................................C/4
SEGNALI GESTUALI................................................................................................................................................C/5
CONOSCERE LE PARTI DELLA MACCHINA..........................................................................................................C/6
Componenti cabina............................................................................................................................................C/7
SALITA O DISCESA DALLA CABINA DI GUIDA.......................................................................................................C/8
Comandi apertura portiera..........................................................................................................................C/8
COMANDO INTERNO APERTURA PORTIERA.......................................................................................................C/8
APERTURA VETRO superiore PORTIERA........................................................................................................C/9
VETRO POSTERIORE..............................................................................................................................................C/9
TETTUCCIO superiore........................................................................................................................................C/9
USCITA D’EMERGENZA posteriore................................................................................................................C/10
USCITA D’EMERGENZA anteriore...................................................................................................................C/10
PRESA MAX 180W.................................................................................................................................................C/10
CUSTODIA DOCUMENTAZIONE TECNICA...........................................................................................................C/11
PORTA OGGETTI...................................................................................................................................................C/11
Illuminazione interno cabina......................................................................................................................C/11
vano PORTA OGGETTI.........................................................................................................................................C/12
VOLANTE DI STERZO (regolazione)..............................................................................................................C/14
CINTURE DI SICUREZZA.......................................................................................................................................C/15
SEDILE....................................................................................................................................................................C/16
Conoscere le parti interne della cabina.............................................................................................C/19
CRUSCOTTO CENTRALE SPIE...........................................................................................................................C/20
CRUSCOTTO CENTRALE - UTILIZZO STRUMENTI............................................................................................C/21
Plancia anteriore sinistra (Consensi elettrici,spie, comandi, standard e optional)........C/22
Plancia destra (Consensi elettrici,spie, comandi, standard e optional)................................C/23
Plancia superiore (Consensi elettrici,spie, comandi, standard e optional).........................C/24
Plancia tettuccio (Consensi elettrici,spie, comandi, standard e optional)..........................C/25
Pulsante di emergenza.................................................................................................................................C/26
COMMUTATORE AVVIAMENTO............................................................................................................................C/27
PEDALI....................................................................................................................................................................C/28
LEVA MULTIFUNZIONE..........................................................................................................................................C/30
Leva di selezione marce avanti/retromarcia Cambio Power Shift..............................................C/31
Leva di selezione marce avanti/retromarcia Cambio Vario System............................................C/33
Settaggio Trasmissione idrostatica VS (Vario System)...................................................................C/34
FRENO DI STAZIONAMENTO................................................................................................................................C/35
LIVELLA A BOLLA e inclinometro...................................................................................................................C/36
LEVA DI COMANDO BRACCIO..............................................................................................................................C/37
Joystick 3 in 1 Sfilo ON/OFF (Versione standard) . .............................................................................C/38
Joystick 3 in 1 Sfilo Proporzionale (Versione standard) .............................................................C/39
Joystick 4 in 1 Sfilo Comando proporzionale Servizi proporzionali........................................C/40
Joystick 4 in 1 Sfilo Comando proporzionale Servizi proporzionali........................................C/41
DISPOSITIVO ANTIRIBALTAMENTO....................................................................................................................C/42
Indicatore di momento longitudinale....................................................................................................C/43
Pulsante di rientro allarme......................................................................................................................C/44
Selettore di override...................................................................................................................................C/45
SELETTORE FUNZIONI MACCHINA.....................................................................................................................C/46
VERIFICA DISPOSITIVO ANTIRIBALTAMENTO....................................................................................................C/48
Selettore sterzatura...................................................................................................................................C/49
Consenso spie allineamento ruote (optional)...................................................................................C/50
Consenso accensione luci anteriori......................................................................................................C/51
COMANDO TERGICRISTALLO VETRO POSTERIORE........................................................................................C/52
SELETTORE LUCI DI EMERGENZA......................................................................................................................C/52
Acceleratore manuale.................................................................................................................................C/52
VENTILAZIONE INTERNO CABINA.......................................................................................................................C/53
Ricircolo aria interno cabina....................................................................................................................C/54
CONSENSO GIROFARO........................................................................................................................................C/56
CONSENSO fari anteriori cabina (OPTIONAL)...........................................................................................C/56
CONSENSO fari posteriori cabina (OPTIONAL)........................................................................................C/56
CONSENSO faro testa braccio (OPTIONAL)..............................................................................................C/57
LIVELLAMENTO PONTE DIFFERENZIALE ANTERIORE (Optional)...............................................................C/59
Elettrovalvola testa braccio (Optional).............................................................................................C/60
PRESA elettrica 12v testa braccio (Optional).....................................................................................C/60
Prese idrauliche posteriori (Optional).................................................................................................C/61
Braccio a due velocità (optional)............................................................................................................C/62
Sospensione braccio (optional)...............................................................................................................C/62
Discesa cassone (optional).........................................................................................................................C/63
Ventola reversibile (optional)..................................................................................................................C/63
SCALDIGLIA ACQUA (OPTIONAL)........................................................................................................................C/64
Gancio anteriore.............................................................................................................................................C/65
Gancio di traino...............................................................................................................................................C/66
Gancio di traino regolabile (optional)..................................................................................................C/66
Presa di forza (optional).............................................................................................................................C/67
Sollevatore a tre punti (optional)..........................................................................................................C/68
Impianto di frenatura idraulica per rimorchi (tipo italia) (optional).......................................C/69
Impianto di frenatura idraulica per rimorchi (optional)...............................................................C/70
Impianto di frenatura pneumatica per rimorchi................................................................................C/71
TRAINO DELLA MACCHINA - Cambio PowerShift........................................................................................C/72
TRAINO DELLA MACCHINA - Trasmissione Vario System.........................................................................C/74
EMERGENZA CESTELLO......................................................................................................................................C/76
DEPURATORE CATALITICO (optional).............................................................................................................C/79
DEPURATORE AD ACQUA (optional)...............................................................................................................C/79

CONOSCERE E USARE LA MACHINA dispositivi integrati “cruscotto centrale”


DISPLAY LCD.........................................................................................................................................................C/83
Tachimetro (optional)...................................................................................................................................C/83
Odometro (optional)......................................................................................................................................C/83
Pulsanti...............................................................................................................................................................C/84
Cambiamento visualizzazione display.....................................................................................................C/84
Regolazione orologio..................................................................................................................................C/84
check iniziale strumentazione cruscotto..........................................................................................C/85
Test sistema antiribaltamento..................................................................................................................C/86
Mute Sistema Anti Ribaltamento................................................................................................................C/86
Spia allarme generale..................................................................................................................................C/86
Errore del motore.........................................................................................................................................C/86
Accensione spie cruscotto.......................................................................................................................C/87
Fuorigiri del motore.....................................................................................................................................C/88
Errori trasmissione......................................................................................................................................C/88
SERVICE.................................................................................................................................................................C/90
LISTA ERRORI TRASMISSIONE Vario System................................................................................................C/91
LISTA ERRORI TRASMISSIONE Power Shift..................................................................................................C/92
Mod. Agri Plus

CAPITOLO “D”
MANUTENZIONE E REGISTRAZIONE
PRESCRIZIONI PER LA MANUTENZIONE..............................................................................................................D/3
INTRODUZIONE.......................................................................................................................................................D/3
PERIODO DI RODAGGIO.........................................................................................................................................D/4
DICHIARAZIONE EMISSIONE VIBRATORIA...........................................................................................................D/5
CONOSCERE LE PARTI DELLA MACCHINA..........................................................................................................D/6
PROGRAMMA DI MANUTENZIONE e REGISTRAZIONE.......................................................................................D/8
capacità organi da lubrificare.................................................................................................................D/11
TABELLA COMPARAZIONE OLI............................................................................................................................D/11
RIMOZIONE SOTTOPANCIA Cambio PowerShift..........................................................................................D/12
RIMOZIONE SOTTOPANCIA Cambio Vario System.......................................................................................D/13
APERTURA COFANO MOTORE............................................................................................................................D/14
MOTORE.................................................................................................................................................................D/14
PEDALI....................................................................................................................................................................D/15
Pedale”inching” Cambio PowerShift.........................................................................................................D/16
Pedale”inching” Macchina con trasmissione Vario System . .........................................................D/16
FRENO DI STAZIONAMENTO................................................................................................................................D/17
Livello olio idraulico . .................................................................................................................................D/18
Cambio olio idraulico e sostituzione filtri.........................................................................................D/19
Filtro idraulico di ritorno Macchina con cambio PowerShift....................................................D/20
Livello olio Ripartitore e cambio PowerShift....................................................................................D/22
Livello olio trasmissione Vario System................................................................................................D/23
SERBATOIO COMBUSTIBILE................................................................................................................................D/25
RADIATORE ACQUA / OLIO / INTERCOOLER......................................................................................................D/26
Filtro aria...........................................................................................................................................................D/28
Filtro ventilazione abitacolo....................................................................................................................D/30
Aria condizionata (Optional).......................................................................................................................D/31
VALVOLE DI blocco per CILINDRI...................................................................................................................D/32
Cambio Power Shift........................................................................................................................................D/34
Ripartitore.........................................................................................................................................................D/36
trasmissione Vario System..........................................................................................................................D/38
Ponti Differenziali Anteriore / Posteriore..........................................................................................D/42
Riduttore epicicloidale...............................................................................................................................D/42
Ponte Differenziali.........................................................................................................................................D/43
pattini braccio telescopico.......................................................................................................................D/44
Catene esterne braccio...............................................................................................................................D/45
Ingrassatori . ...................................................................................................................................................D/48
staccabatteria.................................................................................................................................................D/50
fusibili..................................................................................................................................................................D/51
Illuminazione.....................................................................................................................................................D/52
FARO ANTERIORE.................................................................................................................................................D/52
FARO POSTERIORE..............................................................................................................................................D/53
FARO DI LAVORO..................................................................................................................................................D/53
FARO DI LAVORO DOPPIO RIFLETTORE............................................................................................................D/53
TABELLA PRECARIHI E COPPIA DI SERRAGGI DELLA BULLONERIA classe 1............................................D/54
TABELLA PRECARIHI E COPPIA DI SERRAGGI DELLA BULLONERIA classe 2............................................D/55
TABELLA COPPIA DI SERRAGGI DELLA raccorderia idraulica ............................................................D/56
RICERCA GUASTI..................................................................................................................................................D/57
ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL REGISTRO DI CONTROLLO.................................................................D/62
OBBLIGHI E MODALITA’ DI DENUNCIA ALL’I.S.P.E.S.L.......................................................................................D/62
VERIFICHE PERIODICHE E MODALITA’ DI REGISTRAZIONE............................................................................D/62
GENERALITA’ DELLA MACCHINA.........................................................................................................................D/63
REGISTRAZIONE DELLE VERIFICHE PERIODICHE E DEGLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE...................D/65
CAPITOLO “E”
SCHEMI e IMPIANTI ELETTRICI
CAPITOLO “F”
IMPIANTO IDRAULICO
CAPITOLO “G”
SCHEDE TECNICHE
CAPITOLO “H”
INDICE ANALITICO
Egregio Cliente,

mi congratulo e La ringrazio per aver scelto una .

Abbiamo preparato questo Manuale d'uso e Manutezione per consentirLe di apprezzare appieno le qualità di questa
macchina.

Le raccomando di leggerlo in tutte le sue parti prima di accingersi per la prima volta all’uso della stessa.

In esso sono contenute informazioni, consigli e avvertenze importanti per l’uso che l’aiuteranno a sfruttare a fondo
le doti tecniche della Sua .

Scoprirà caratteristiche ed accorgimenti particolari, troverà inoltre informazioni essenziali per la cura, la manutenzione,
la sicurezza di guida e di esercizio e per il mantenimento nel tempo della Sua .

Gli uomini che La assisteranno, Le augurano BUON LAVORO, certi che con questo strumento Le sarà facile apprezzare
la Sua nuova macchina.

Le porgo i miei saluti.

Direzione Commerciale
Mod. Agri Plus
INTRODUZIONE
GARANZIA
IDENTIFICAZIONE MACCHINA

A/1
Mod. Agri Plus Introduzione - Garanzia
Identificazione Macchina

Prima di mettere in funzione la macchina per la prima


volta l'operatore deve leggere con attenzione questo
manuale al fine di comprendere completamente il
funzionamento dell'elevatore telescopico ed essere
preparato adeguatamente al suo utilizzo.

Un uso della macchina diverso da quello descritto nel


presente manuale è rigorosamente vietato e solleva la dieci
dalla responsabilità di danni causati a persone cose o animali.

Durante l'utilizzo della macchina attenersi scrupolosamente


ai rispettivi diagrammi dell'accessorio montato.

A/2
INTRODUZIONE

Lo scopo di questa pubblicazione è quello di fornire all'Ope-


ratore istruzioni efficaci e sicure sull'Uso e la Manutenzione
dell'elevatore telescopico.

Se tali istruzioni verranno attentamente seguite, la Vostra


macchina vi darà tutte le soddisfazioni di efficienza e durata,
contribuendo a facilitare notevolmente il vostro lavoro.

Queste istruzioni sull'Uso e la Manutenzione vengono fornite LATO SINISTRO


dal Rivenditore stesso all'atto della consegna per assicurarsi
che esse siano comprese e capite correttamente. Tuttavia
se non comprendete parti di questo libretto non esitate a
consultare il vostro Concessionario più vicino e chiedete
chiarimenti, in quanto è importante che tali istruzioni siano
capite e osservate attentamente. Eseguite metodicamente
la manutenzione periodica e tenete annotate le ore di fun-
zionamento della macchina.

Quando necessitano parti di ricambio, è importante utilizzare


solamente ricambi originali. Le Agenzie di Zona forniscono i
ricambi originali e possono dare consigli e istruzioni sul loro
montaggio e il loro uso. Il montaggio di parti di ricambio non
originali può essere causa di danni ad altri componenti. Si
consiglia quindi alla clientela di acquistare i ricambi necessari
esclusivamente da un Agente o Concessionario autorizzato.

Nel caso in cui il mezzo debba essere usato in condizioni


particolarmente gravose (per es.: ambienti o cantieri molto
polverosi, terreni argillosi o molto fangosi), vi consigliamo di
Vista anteriore
consultare il vostro Rivenditore più vicino per avere istruzio-
ni specifiche, l'inosservanza delle quali può fare decadere la
garanzia della macchina.

Questo manuale è stato pubblicato per essere distribuito in


tutto il mondo, e la disponibilità dell'attrezzatura di volta in
volta indicata come fondamentale oppure a richiesta può
variare in base al territorio sul quale la macchina deve ope-
rare. Potete ottenere tutti i dettagli relativi all'attrezzatura di-
sponibile nella Vostra zona dai Distributori e dai Rivenditori
a voi più vicini.

Per esigenze costruttive le macchine della produzione


standard possono differire in alcuni particolari riportati
su questo manuale. La ditta si riserva di apportare mo-
difiche senza preavviso.

A causa delle migliorie tecniche continuamente intro-


dotte e, delle tempistiche di aggiornamento e pubblica-
Vista dall'alto
zione i dati inseriti nella presente pubblicazione posso-
no subire variazioni in qualsiasi momento e quindi non
sono da ritenersi impegnativi.

In alcune illustrazioni sono stati rimossi pannelli o pro-


tezioni per rendere la figura più chiara. Non utilizzare
mai la macchina senza questi pannelli o protezioni.

Le posizioni destro e sinistro che vengono indicate in


questo libretto sono riferite alla vista della macchina da
dietro verso la parte anteriore ovvero dalla posizione
dell'operatore seduto al posto di guida.

A/3
Mod. Agri Plus Introduzione - Garanzia
Identificazione Macchina
GARANZIA

GARANZIA: GARANZIA:
DURATA, DECORRENZA E ATTIVAZIONE VALIDITÀ

Garanzia: durata Garanzia nei paesi nei quali esiste una organizzazione
di assistenza
La DIECI s.r.l. (qui di seguito chiamata DIECI), garantisce i suoi
prodotti per 12 mesi dalla data di consegna al Cliente utilizzatore . - La garanzia consiste nella sostituzione o riparazione dei
pezzi difettosi per accertato vizio all’origine del materia-
Garanzia: decorrenza le, della lavorazione e/o del montaggio.
- La scelta di effettuare la sostituzione o la riparazione
La garanzia decorre dalla data di spedizione dallo stabili-
dei pezzi difettosi è a insindacabile giudizio della DIECI.
mento (vendita a Concessionari o Rivenditori). Quando la
- La DIECI provvederà a risolvere l’anomalia con i mezzi
consegna è curata dal Concessionario o dal Rivenditore,
e nei modi che riterrà più opportuni.
la DIECI si riserva il diritto di poter verificare che la data di
inizio garanzia sia coerente con la data di inizio trasporto o Sono a carico della DIECI:
consegna presente sul documento di trasporto del prodotto - I materiali impiegati.
oggetto della garanzia, e/o con la data di fattura, anche ri- - La mano d’opera.
chiedendo l’esibizione della copia originale di tali documenti. - Le spese di viaggio e di trasferta.
Sono a carico del Cliente:
Garanzia: attivazione
- Le spese di trasporto e di imballo dei pezzi sostitutivi.
L’attivazione della garanzia si realizza automaticamente dalla - Altri eventuali oneri non elencati tra quelli a carico della DIECI.
data di spedizione dallo stabilimento (vendita a Concessionari
o Rivenditori). Garanzia nei paesi dove non esiste una organizzazione
di assistenza
- Consiste esclusivamente nella fornitura gratuita, franco
stabilimento della DIECI, dei pezzi rivelatisi non più uti-
lizzabili per accertato vizio all’origine del materiale, della
lavorazione e/o del montaggio.

Esame dei pezzi difettosi sostituiti


- La DIECI, prima di concedere la garanzia, potrà chiede-
re la restituzione, con spese di spedizione a proprio cari-
co, dei componenti difettosi sostituiti durante l’intervento
di riparazione.

Garanzia aggiuntiva relativa alle riparazioni effettuate e


alle parti sostituite
- Le riparazioni effettuate in garanzia e non, e le parti so-
stituite durante gli interventi di riparazione, sono garan-
tite per 3 mesi dalla data di effettuazione dell’intervento
qualora dovesse risultare scaduta la garanzia principale.

Campagne di intervento per difetti prodotti

- Le procedure di sostituzione dei particolari riconosciuti


difettosi sarà concordata tra DIECI e i prori concessionari/
rivenditori/ officine autorizzate.
Tali campagne di intervento possono essere seguite diret-
tamente da fornitori DIECI responsabili della fornitura dei
componenti da sostituire (interventi autorizzati da DIECI).
I suddetti interventi saranno preceduti da comunicazione
scritta da parte di DIECI ai propri acquirenti.
Solo DIECI potrà decidere la modalità degli interventi
(riparazione, sostituzione, modifica).

A/4
GARANZIA: CAUSE DI:
RICHIESTA DI INTERVENTO IN GARANZIA MANCATA ATTIVAZIONE, NON CONCESSIONE, CESSAZIONE

Garanzia: denuncia Garanzia: non concessione


- La denuncia del difetto deve essere effettuata dal La garanzia non viene concessa:
Cliente utilizzatore, o dal Concessionario, o dal Rivendi-
- Quando non viene denunciato il difetto nei modi e nei
tore, o da Officina autorizzata e deve essere fatta perve-
tempi stabiliti.
nire direttamente all’ufficio assistenza della DIECI, en-
- Quando non si è ottemperato alla richiesta della DIECI
tro il termine massimo di 8 giorni dal suo manifestarsi.
di restituire i pezzi difettosi sostituiti durante l’intervento
La denuncia deve contenere una descrizione chiara del di-
di riparazione.
fetto e i riferimenti esatti della macchina (tipo, modello e ma-
- Quando non è stato rispettato l’obbligo di fermo macchina,
tricola). Questi riferimenti sono presenti sulla macchina nelle
limitatamente ai danni provocati per questa infrazione.
posizioni indicate sul MANUALE D'USO E MANUTENZIONE.

Garanzia: cessazione
Obbligo di fermo macchina
- Se esiste il rischio che il difetto possa compromettere La garanzia cessa di diritto:
le sicurezze antinfortunistiche o possa causare ulteriori - Quando l’acquirente non ha ottemperato agli obblighi
danni, è fatto obbligo di non utilizzare la macchina fino a contrattuali di pagamento.
quando non verrà resa riparata e collaudata. - Quando i danni sono stati provocati da incuria, ne-
gligenza, da uso non conforme alle indicazioni riportate
sul libretto di uso e manutenzione (errori di manovra, so-
Garanzia: esclusione dalla garanzia vraccarico, rifornimenti inadatti, cattiva manutenzione*,
inosservanza dell’uso di strumenti indicatori, etc.)
Sono esclusi dalla garanzia:
- Quando il difetto è dovuto ad applicazioni, attrezzature,
- I componenti soggetti a consumo o logorio d’uso: frizio- modifiche o riparazioni non autorizzate dalla DIECI o
ne, cinghie, pastiglie freni, pattini, rulli, oli e liquidi, filtri, etc. effettuate utilizzando parti scadenti. (A questo propo-
- Gli impianti e i componenti elettrici. sito, si consiglia di utilizzare sempre ricambi originali).
- I danni provocati da: agenti climatici, calamità naturali,
* Per la “manutenzione periodica ordinaria consigliata”
atti vandalici, etc.
fare riferimento al MANUALE D' USO E MANUTENZIONE.
- Qualunque altra anomalia non dovuta ad accertato difetto
all’origine o non ascrivibile alla responsabilità della DIECI.
Sono inoltre escluse le seguenti parti componenti per le quali Disposizioni finali
saranno valide le garanzie delle Ditte Costruttrici di tali prodotti:
- In nessuno dei casi citati di mancata attivazione, non
- Motore diesel. concessione e cessazione della garanzia, il compratore
- Assali e riduttori. potrà pretendere la risoluzione del contratto o il risarci-
- Pompe e motori idraulici. mento dei danni o la proroga della garanzia.
- Pneumatici.
- DIECI non effettua risarcimenti per addebito di qualsiasi
L’applicazione delle suddette garanzie sarà gestita dalla DIECI.
tipo quali macchine in sostituzione o noleggio, manodo-
pera e mancati guadagni, causati dal fermo macchina.
Salvo diversi accordi precedentemente concordati per
iscritto da ambo le parti.

- Eventuali condizioni di garanzia diverse da quelle so-


praindicate, dovranno essere concordate per iscritto e
Ogni modifica apportata sulla macchina
sottoscritte dalle parti.
comporta una nuova verifica di conformità
Fornitura ricambi
alla direttiva macchine 2006/42/CE.
- DIECI garantisce la fornitura di ricambi originali o alter-
Tale procedura vale anche nel caso
nativi per anni 10 a partire dalla data dell'ultimo modello
di riparazioni con parti non originali. prodotto della serie interessata.

Per qualsiasi vertenza si riconosce l’esclusiva

competenza del Tribunale di Reggio Emilia - ITALIA.

A/5
Mod. Agri Plus Introduzione - Garanzia
Identificazione Macchina

IDENTIFICAZIONE MACCHINA

MODELLI DI MACCHINE

Questa macchina è stata progettata e realizzata come macchina semovente, con posto di guida operatore, gommata, destinata
all'impiego su terreno asfaltato o naturale e su terreno sconnesso. È costituita da una struttura di supporto principale atta a so-
stenere il braccio estensibile. La testa del braccio può montare forche o altro attrezzo approvato dalla DIECI. Se usata normal-
mente, la macchina esegue operazioni di sollevamento e collocazione di carichi mediante estensione/retrazione, sollevamento/
abbassamento del braccio.

La Ditta Costruttrice propone una gamma di macchine similari con caratteristiche tecniche e prestazioni diverse.

Per ogni Tabella o grafico riportato su questo manuale o sulla macchina stessa attenersi al codice del modello della vostra macchina.

ELEVATORI TELESCOPICI Agri Plus

RESPONSABILITÀ

- Le macchine sono costruite secondo le direttive CE vigenti al momento della commercializzazione.

- La mancata osservazione delle norme di uso e sicurezza o l'utilizzo del mezzo in non perfetta efficienza possono provoca-
re incidenti perseguibili penalmente.

- La Ditta Costruttrice non risponde per danni causati a persone, cose o animali conseguenti a utilizzo non corretto della
macchina o da modifiche strutturali, applicazioni e trasformazioni non autorizzate.

- La Ditta Costruttrice si riserva inoltre il diritto di apportare eventuali modifiche alla macchina per qualsiasi esigenza tecnica
e commerciale senza preavviso.

A/6
IDENTIFICAZIONE ELEVATORE TELESCOPICO

La macchina viene identificata per mezzo di un numero di


serie stampigliato sulla parte anteriore del telaio e all'interno
cabina. Inoltre il motore ha un proprio numero di serie stam-
pigliato sul basamento dello stesso.
Per assicurare un servizio pronto ed efficiente, quando si or-
dinano parti di ricambio o quando si richiedono informazioni
o delucidazioni tecniche indicare sempre il numero di serie
del motore e del telaio.

Numero di serie del telaio ......................................................


Numero di serie del motore .................................................... Tipo e N° serie telaio
Numero di serie della cabina .................................................
Numero di serie del cambio ...................................................
Tipo di macchina ....................................................................
Proprietario / Operatore .........................................................
Indirizzo del Concessionario o dell'Agente .............................
................................................................................................
Data di consegna ...................................................................
Data di scadenza della garanzia.............................................

NOTA:
Gli elevatori denominati commercialmente
Agri Plus
riportano la stampigliatura (codice di omologazione)
(vedi primi 4 numeri stampigliati sul telaio)
N° serie motore

N° Serie Cambio VS N° serie ponti

N° Serie Cambio Power Shift Dati fondamentali - Targhetta cabina

A/7
Mod. Agri Plus Introduzione - Garanzia
Identificazione Macchina

A/8
DICHIARAZIONE DI CONFORMITA'

Si riporta di seguito il FAC-SIMILE della dichiarazione di coformità:

I L E
- S I M
FA C

A/9
Mod. Agri Plus Introduzione - Garanzia
Identificazione Macchina

A/10
NORME di SICUREZZA

B/1
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

RICONOSCERE LE NORME Dl SICUREZZA

Questo è il SIMBOLO Dl "AVVISO POSSIBILE RISCHIO"

Ove compare questo simbolo " " sulla macchina od in questo Manuale, occorre porre attenzione a potenziali danni a mac-
china, cose e persone. Seguire le precauzioni raccomandate e le norme di uso e manutenzione in condizioni di sicurezza.

CAPIRE LE PAROLE Dl SEGNALAZIONE

Su questo manuale sono impiegati alcuni termini che indicano diversi gradi di pericolosità, quali:

- PERICOLO -
In presenza di avvertimenti che segnalano specificatamente pericoli
potenziali per l'incolumità dell'operatore o di altre persone direttamente coinvolte.

- ATTENZIONE -
Quando l'avvertimento è indirizzato ad evitare danni potenziali alla macchina che possono
anche coinvolgere la sicurezza dell'operatore o di altre persone direttamente coinvolte.

- AVVERTENZA -
Indica una situazione che, se non evitata, potrebbe provocare danni alla macchina.

- DIVIETO -
Indica il divieto assoluto di fare azioni o cose che sono pericolose per il personale

Le parole sopraindicate sono sempre accompagnate dal simbolo di avviso possibile rischio.

- NOTA -
Indica una spiegazione aggiuntiva per un elemento di informazione.

Leggete attentamente le norme di sicurezza riportate ed attenetevi alle precauzioni consigliate al fine di evitare pericoli
potenziali e salvaguardare la vostra salute ed incolumità.
Il simbolo di "avviso possibile rischio" e le "parole di segnalazione" sono state inserite per evidenziare situazioni alle quali la
DIECI ha voluto dare particolare risalto.
Il manuale deve comunque essere completamente letto ed imparato e deve essere tenuto all'interno della macchina in luogo
riparato e protetto.
In caso di dubbio rivolgersi al proprio agente o concessionario.

B/2
AVVERTENZE GENERALI
Un uso della macchina diverso da quello descritto Nel realizzare questa macchina tutto è stato fatto per rendere
nel presente libretto è rigorosamente vietato. Tutte le più sicuro il vostro lavoro. La prudenza è comunque insostitu-
funzioni, procedure, inerenti all’uso e allestimento di ibile, e non esiste regola migliore per prevenire gli incidenti.
attrezzature della macchina, non descritte nel presente
manuale, sono rigorosamente vietate. La DIECI non risponde per danni causati da operazioni ese-
guite istintivamente, di riflesso o in stato di panico in caso di
Ogni altro impiego sarà considerato contrario all’utilizzo malfunzionamento, incidente o anomalia, ecc. durante l'uti-
previsto dalla DIECI che, pertanto, non potrà risultare re- lizzo della macchina.
sponsabile dei danni a cose, alla macchina stessa, oppu-
re delle lesioni a persone che eventualmente ne derivino. La DIECI non risponde per il comportamento prevedibile di
certe categorie di persone quali: apprendisti, adolescenti,
Il manuale d'uso e il catalogo ricambi fanno parte integrante portatori di handicap, personale in formazione.
della macchina e la devono seguire anche nei cambi di pro-
prietà. Il manuale deve essere conservato con cura e deve Le macchine DIECI non possono essere utilizzate per
essere sempre a bordo della macchina, nella lingua parlata scommesse, competizioni, esperienze personali.
dall'utilizzatore, per una rapida consultazione. Se il manuale
si dovesse sgualcire e/o diventasse anche solo parzialmen- Leggete tutte le decalcomanie di sicurezza applicate sulla
te danneggiato o illeggibile è necessario sostituirlo immedia- macchina e rispettate le norme in esse contenute prima di
tamente. avviare, azionare, rifornire od eseguire la manutenzione.
Pulitele quando sono coperte da fango, cemento o detriti,
Il rispetto delle operazioni di utilizzo, di manutenzione e di non rimuoverle per nessuna ragione.
riparazione descritte nel presente libretto, sono elementi essen- Se danneggiate, smarrite o illeggibili provvedere immediata-
ziali che qualificano l’impiego previsto dalla casa costruttrice. mente alla loro sostituzione.

Questa macchina deve essere utilizzata, assistita o ripa- Per la vostra sicurezza e quella altrui, non modificare la
rata solo da personale idoneamente informato, formato struttura o la regolazione dei vari componenti della mac-
ed addestrato sull'utilizzo del mezzo e sulle norme di china (Pressione idraulica, taratura dei limitatori, regime
sicurezza da osservare. motore, montaggio di attrezzature supplementari, ecc.).
Lo stesso vale per la disattivazione o la modifica dei sistemi
Le figure autorizzate all'uso e manutenzione della macchina di sicurezza. In questi casi il costruttore sarà svincolato da
sono: ogni responsabilità.

CONDUTTORE USO: persona formata ed addestrata con Per mantenere la macchina in "stato di conformità", è ob-
apposito corso teorico-pratico specifico sull'utilizzo di tali bligatorio effettuare i controlli periodici, come riportato sul
attrezzature; presente Manuale d'uso e Manutenzione nella sezione de-
dicata.
MANUTENTORE GENERICO: persona formata ed adde-
strata ad effettuare interventi di manutenzione ordinaria con Se si effettuano operazioni o procedure non esplicita-
conoscenze di base di meccanica, elettrica ed oleodinamica mente raccomandate o consentite in questo manuale,
occorre prendere tutte le precauzioni di sicurezza ne-
MANUTENTORE SPECIALIZZATO: persona formata ed cessarie ad evitare potenziali rischi.
addestrata ad effettuare interventi di manutenzione ordinaria
e straordinaria con conoscenze approfondite e specifiche di In nessun caso è possibile effettuare operazioni o intrap-
meccanica, elettrica ed oleodinamica, solitamente inviato o prendere azioni espressamente proibite in questo manuale.
autorizzato da DIECI o rivenditore.
In caso di dubbio rivolgersi al proprio agente o concessionario.
Tutte le procedure o operazioni di manutenzione non
descritte nel presente manuale sono rigorosamente
vietate e devono essere eseguite da officina autorizzata.

L’utilizzatore è sempre tenuto ad osservare le norme generali


di sicurezza e di prevenzione degli infortuni come le norme del
codice stradale in caso di utilizzo su strade aperte al traffico.

Ogni modifica arbitraria apportata alla macchina solleva la


DIECI da ogni responsabilità derivante da conseguenti danni
o lesioni.

La DIECI non risponde per danni causati dall'utilizzo della


macchina in modo negligente anche se non risultante dalla
volontà di fare un cattivo uso della macchina.

B/3
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

INDUMENTI PROTETTIVI ISPEZIONARE LA MACCHINA


- Indossare sempre indumenti appropriati al tipo di lavoro
che si deve eseguire. Evitare di indossare indumenti larghi,
cravatte, catene, cinture o altri che possono impigliarsi nel-
le leve di comando o altri particolari della macchina.
- Non indossare gioielli o alti accessori metallici in quanto
potrebbero portare lesioni in caso questi si impigliassero o
il corpo fosse percorso da corrente.
- Se si hanno capelli lunghi e fuoriescono dall'elmetto protet-
tivo, potrebbero rimanere impigliati nella macchina: legare i
capelli e fare attenzione a non farli impigliare.
- In base al tipo di lavoro o di cantiere l'operatore deve in- - ATTENZIONE -
dossare gli opportuni indumenti protettivi per proteggersi
Ispezionare la macchina ogni giorno o ad ogni turno
adeguatamente dagli infortuni.
di lavoro effettuando un attento controllo della stessa
- PERICOLO - prima del nuovo periodo di lavoro.
E'obbligo dell'operatore, prima di iniziare ad operare, - Verificare che i pneumatici siano adeguati al tipo di terreno.
informarsi dal responsabile della sicurezza o del cantiere Esistono pneumatici da sabbia, terra, terreno agricolo, neve ecc.
quali sono i possibili rischi del lavoro e quali sono gli Per maggiori informazioni rivolgersi al vostro agente o concessionario.
indumenti antiinfortunistici che deve indissare.
- ATTENZIONE -
- ATTENZIONE - L'utilizzatore che constata che la sua macchina riscontra
L'operatore deve sempre avere a disposizione: anomalie (rumore, vibrazione, odore, errori nella strumenta-
• Casco di protezione zione, fumo, perdita di olio, ecc.) o non risponde alle norme
• Scarpe antinfortunistiche di sicurezza deve sospendere l'utilizzo del mezzo e informa-
• Occhiali antinfortunistici o schermo facciale re immediatamente il responsabile della sicurezza.
• Guanti antinfortunistici - E' VIETATO al conduttore effettuare lui stesso qualsiasi ri-
• Protezioni contro il rumore (otoprotettori) parazione o regolazione a meno che non sia stato formato
• Vestiti riflettenti per tale compito. Dovrà tenere la macchina in perfetto stato
• Indumenti impermeabili qualora ne sia stato incaricato.
• Respiratore o maschera filtrante
- ATTENZIONE -
Prima di iniziare ad operare assicurarsi che la macchina
sia efficiente per ottenere un miglior rendimento
e il rispetto di tutte le norme di sicurezza.
- Per eseguire le verifiche sottoelencate consultare il capi-
tolo manutenzione di questo manuale.
- Eseguire i seguenti controlli e verifiche di funzionamento
sottoelencate:
Efficienza freno di stazionamento
Livello olio motore (controllare ed eventualmente rabboccare)
- I Dispositivi di Protezione Individuale che vengono utilizzati
dagli operatori possono avere diverse caratteristiche a se- Livello olio idraulico (controllare ed eventualmente rabboccare)
conda del tipo di cantiere e dei rischi presenti sul luogo di Segnalatore intasamento filtro aria (controllare ed eventualmente pulire)
lavoro. Adottare sempre i DPI idonei alla tipologia di lavoro Stato e pressione di gonfiaggio pneumatici (controllare)
da svolgere. Livello del carburante (controllare)
Dispositivi di segnalazione e avvertimento (verificare)
- Gli indumenti antinfortunistici sono da ritenersi personali:
non indossare indumenti antiinfortunistici di altre persone. Efficienza sterzo
Efficienza freni di servizio
- Gli indumenti antinfortunistici devono sempre essere integri Serraggio bulloneria
e in buono stato. Un indumento rovinato non garantisce più
Illuminazione
un adeguata protezione. Non indossare indumenti deteriora-
Indicatori di direzione
ti: provvedere alla sostituzione prima di iniziare ad operare.
Luci di emergenza
- Proteggersi sempre contro il rumore perchè esposizioni pro- Interruttori
lungate possono causare indebolimento e perdita dell'udito. Spie
Indossare dispositivi di protezione come cuffie antirumore o
Tergicristalli
tappi per le orecchie per proteggersi da rumori eccessivi e
fastidiosi. Allarme retromarcia

- Non indossare cuffie per l'ascolto di radio o musica mentre si Dopo sei mesi di non utilizzo della macchina è necessario
opera con la macchina. Occorre sempre la totale attenzione eseguire un controllo più accurato. Il dettaglio delle opera-
da parte dell'operatore. zioni è riportato a pagine B/22.

B/4
Controllo pulizia PREPARARSI ALLE EMERGENZE
Pulire i finestrini, i vetri dei fari e degli specchi retrovisori - Occorre essere sempre preparati al verificarsi di un in-
Rimuovere fango e detriti cendio o di un infortunio.
Pulire da rifiuti e dalla sporcizia l’interno cabina in partico-
lar modo i pedali e i comandi
Pulire il motore, gli snodi e il radiatore
Eliminare grasso in eccesso
Accertarsi che il gradino di salita e la maniglia siano
asciutti e puliti
Pulire tutti gli adesivi di sicurezza e le indicazioni delle
manovre. Eventualmente sostituirli se illeggibili o mancanti.

Controllo danni
- ATTENZIONE -
Controllare che non vi siano parti danneggiate o mancanti. Munirsi di estintore e cassetta di pronto soccorso (non
Verificare che tutti i perni di articolazione siano adeguata- forniti dal costruttore) tenendoli sempre a portata di mano.
mente fissati.
Controllare la presenza di eventuali incrinature o danni dei cristalli. - Effettuare ispezioni periodiche per accertarsi che all'in-
Controllare che non vi siano perdite di olio, combustibile o terno della cassetta di pronto soccorso sia ancora pre-
liquido di raffreddamento sotto la macchina. sente tutto il necessario ed, eventualmente, aggiornare
Controllare il serraggio dei bulloni delle ruote. il contenuto.
Verificare tutti i dispositivi di sicurezza.
Controllare che la struttura ROPS/FOPS non sia danneggiata. - Leggere attentamente le istruzioni fissate sull'estin-
Controllare che la cintura di sicurezza e relativi attacchi tore per farne un utilizzo apropriato.
non siano danneggiati o eccessivamente usurati.
- Effettuare ispezioni e manutenzioni periodiche (se-
- ATTENZIONE - mestrali) per accertarsi che l'estintore possa essere
sempre usato.
Qualora si rilevassero anomalie, ripararle nel più breve
tempo possibile, interpellando una Officina Autorizzata - Stabilire una tabella di priorità con il responsabile della
della Ditta Costruttrice. sicurezza o dei lavori per far fronte agli incendi e agli
infortuni.
- DIVIETO -
- Tenere i numeri telefonici di emergenza di medici,
E’ VIETATO INIZIARE AD OPERARE SE LA MACCHINA ambulanze, ospedali, vigili del fuoco bene in vista
NON SI TROVA IN PERFETTE CONDIZIONI. vicino all'apparecchio telefonico.

- Deve essere presente personale idoneamente for-


Regolazioni mato ed addestrato per la gestione delle emergenze
con apposito corso teorico-pratico sul luogo di lavo-
- Verificare la regolazione di volante e sedile in modo che ro/cantiere.
sia possibile raggiungere comodamente tutti i comandi
di guida.
- Regolare gli specchietti retrovisori in modo che sia pos-
sibile una corretta visione del posteriore della macchina
quando correttamente seduti.

B/5
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

PRIMO SOCCORSO Emorragie

Indichiamo, qui di seguito, alcune procedure standard di Si ritiene necessario effettuare una pressione diretta sul
Primo soccorso che possono essere attivate in caso di infor- punto d'emorragia con un tampone di garze sterili, solleva-
tunio avvenuto a seguito dell’utilizzo della macchina o delle mento dell'arto ed eventualmente compressione a monte
singole attrezzature e accessori che vengono utilizzati. dell'emorragia con laccio emostatico.
Possono dimostrarsi utili per gli operatori addetti in circo-
stanze di emergenza durante l'utilizzo della macchina nelle Trattamento di ferite superficiali:
varie fasi di vita della stessa (trasporto, installazione, utiliz- esporre e pulire la ferita lavandola accuratamente, disinfet-
zo, manutenzione, regolazione, ecc.) o che possono accor- tarla con soluzione fisiologica, medicarla coprendola con
rere ad altri operatori nelle immediate vicinanza. garze sterili; dopo si procede con la fasciatura, evitando di
stringere troppo la benda per permettere un buon afflusso
sanguineo
Compiti del Primo Soccorritore
Trattamento di ferite profonde:
- attivare il pronto soccorso (chiamata di emergenza); è prioritario proteggersi del rischio di contagio utilizzando
- valutare la vittima e, se necessario, sostenerne le funzioni vitali; guanti e visiera paraschizzi; tamponare l'emoraggia fino ad
- arrestare una emorragia esterna; arrestarla o fino all'arrivo dell'ambulanza con la pressione
- proteggere ferite ed ustioni; diretta o utilizzando altri punti di pressione; chiamare il 118
- preservare la vittima da ulteriori danni; comunicando che si sta tamponando un'emorragia arteriosa.
- non fare azioni inutili o dannose, quali somministrare bevande, Solo dopo che l'emorragia è sotto controllo si passa al trat-
spostare la vittima, ridurre lussazioni e/o fratture, ecc. tamento della ferita.

- ATTENZIONE -
Telefonata di emergenza
Nel disinfettare la ferita NON bisogna utilizzare
La buona riuscita di un intervento di soccorso dipende an- ovatta, alcol denaturato, polvere antibiotica.
che dalla tempestività con la quale il 118 riesce a raggiunge-
re il luogo dell'evento.
Per questa ragione il primo soccorritore incaricato della chia-
mata d'emergenza dovrà indicare con precisione:
- l'indirizzo del luogo ove è occorso l'infortunio o il malore;
- il numero degli infortunati o dei malati;
- la possibile causa che ha scatenato l'evento;
- lo stato delle funzioni vitali dell'infortunato, specificando
se il medesimo sia cosciente o meno e se respiri nor-
malmente o meno.

A margine della chiamata è sempre opportuno:


- dare le proprie generalità, indicando un numero telefoni-
co al quale si può essere raggiunti;
- attendere i soccorritori in luogo facilmente visibile

Traumi

Trattamento distorsioni, lussazzioni e fratture:


occorre immobilizzare l'articolazione nella posizione in cui
si trova dopo il trauma, tramite l'utilizzo di fasciature o altro,
assecondando la posizione antalgica dell'infortunato senza
tentare manovre pericolose. Applicare il freddo (con sac-
chetto del ghiaccio o altri sistemi).

Contusioni, schiacciamenti:
in caso di contusioni e/o schiacciamenti di estremità di arti su-
periori e inferiori (dita, mano, piedi, ecc.) è opportuno mettere
immediatamente l'arto sotto l'acqua corrente (fredda) ed ap-
porvi il ghiaccio verificando inoltre se sono presenti ferite e/o
tagli. In questo caso è necessario disinfettare la zona colpita.

B/6
CABINA DI GUIDA
- Utilizzare maniglie e scalini appropriati per raggiungere
il posto guida.

- ATTENZIONE -
Utilizzare la macchina solo con sedile correttamente
regolato. Una regolazione inadeguata può affaticare ve-
- Quando si sale o si scende dalla macchina rimanere sem- locemente l'operatore portandolo a compiere manovre
pre rivolti verso questa e mantenere contatto con la mac- non corrette, può alterare la percezione della posizione
china su tre punti utilizzando le maniglie e gli scalini. dei comandi e degli oggetti esterni, può compromettere
- Gli organi di comando non devono mai essere utilizzati la sensibilità nel compiere manovre.
per scopi diversi da quelli a cui sono preposti (Es.: Salire o - Il sedile va regolato in funzione dell'altezza e del peso
scendere dalla macchina, appendere indumenti, ecc.) dell'operatore.
- Non saltare mai giù dalla macchina. - L'operatore deve essere in grado di premere correttamente i
pedali a fondo e di far funzionare correttamente le leve di co-
- Non salire o scendere mai da una macchina in movimento. mando con la schiena ben appoggiata allo schienale del sedile.
- Non saltare mai per entrare o uscire.
- Se la macchina comincia a muoversi senza operatore all'in-
terno, non saltare sulla macchina per cercare di fermarla.
- Non scendere o salire mai sulla macchina con attrezzi in mano.
- Mantenere sempre puliti pedane, maniglie e scalini per
evitare condizioni di scivolosità.
- Non attaccare ventose al vetro del finestrino. Le ventose
agiscono come lenti e possono provocare incendi.
- Non usare telefono cellulari nel compartimento dell'ope- - PERICOLO -
ratore durante la guida o l'azionamento della macchina. Allacciare sempre le cinture di sicurezza
- Non portare mai oggetti pericolosi, quali, oggetti infiam- in modo corretto prima di iniziare ad operare.
mabili o esplosivi nella cabina di guida. - La cintura si ritiene allacciata correttamente quando ri-
sulta ben aderente al corpo.

- PERICOLO -
La macchina è equipaggiata con una cabina in grado di sop-
portare il peso della macchina stessa in caso di ribaltamento
(ROPS); è quindi necessario che l'operatore rimanga vincolato
al sedile mediante la cintura di sicurezza per non essere sbalza-
to fuori dalla cabina ed eventualmente schiacciato.
- Durante i lavori in luoghi dove esiste il pericolo di caduta, rim- - Prima di mettere in funzione la macchina esaminare at-
balzo o intrusione di oggetti che possono colpire l'operatore tentamente le cinghie, la fibia e i fissaggi della struttura.
o penetrare nella cabina montare le protezioni adeguate per Se qualche particolare risulta danneggiato od usurato
proteggere l'operatore. Chiudere sempre i finestrini. Assicurarsi sostituire la cintura di sicurezza o il componente prima di
sempre che gli astanti siano a distanza di sicurezza e che non mettere in funzione la macchina.
possano essere colpiti da oggetti in rimbalzo o in caduta. - Rimanere seduti con le cinture di sicurezza correttamente
- Se il vetro della cabina sul lato del braccio telescopico doves- allacciate per tutto il tempo di funzionamento della mac-
se rompersi c'è pericolo di contatto tra l'operatore e il braccio. china per ridurre il rischio di lesioni in caso di incidente.
Arrestare immediatamente le operazioni e sostituire il vetro. - A seguito di un incidente verificare integrità delle cinture
di sicurezza e i punti di attacco al telaio. Nel caso di lesio-
- DIVIETO - ni e danneggiamenti sostituire immediatamente.
E' VIETATO sporgere braccia, gambe e, in generale, qualun-
- PERICOLO -
que parte del corpo, fuori dal posto guida della macchina.
Non trasportare passeggeri sulla macchina.

- PERICOLO -
L'operatore deve sempre mantenere
la posizione normale di guida.

B/7
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

AUTORIZZAZIONI DI GUIDA Accessorio Gancio:


Corso per Addetti all'utilizzo di gru, compresi accessori e
attrezzature di sollevamento
- ATTENZIONE -
Attenersi alle legislazioni in vigore nel paese di utilizzo. Programma:
- Normativa di riferimento in materia di sicurezza sul lavoro e
specifica per la gru.
- ATTENZIONE - - Verifica conformità gru e requisiti minimi.
- Rischi specifici per gli operatori e rischi derivanti dalla pre-
Solo il personale qualificato ed appositamente
senza di carichi sospesi.
addestrato può utilizzare la macchina.
- Controlli e verifiche.
- Manutenzione ordinaria e straordinaria.
In base alla tipologia di accessorio utilizzato (Pala,
- DPI e segnaletica di sicurezza.
Forche, Cestello, Gancio) il conducente dovrà obbliga-
toriamente frequentare apposito corso teorico-pratico - Prova pratica.
nel quale vengano trattati, almeno, i seguenti argomenti
sotto riportati:
- ATTENZIONE -
Accessorio Pala:
L'utilizzo della macchina è obbligatoriamente sottopo-
Corso per Addetti Macchine operatrici e movimentazione terra
sto all'autorizzazione/abilitazione di guida rilasciata dal
Programma: responsabile dello stabilimento/cantiere dove la mac-
- Principali rischi legati all'utilizzo delle macchine operatrici. china viene utilizzata.
- Caratteristiche strutturali ed operative, componenti tecnici e
comandi, dispositivi di sicurezza, documentazione tecnica. - L'utilizzatore deve sempre avere con se l'autorizzazione
- Controlli e verifiche. di guida durante l'utilizzo della macchina.
- Predisposizione per la eventuale circolazione/trasporto su
- Il conduttore non può autorizzare alla guida della mac-
strada e norme comportamentali specifiche.
china un'altra persona.
- Tecniche per conduzione in sicurezza per operazioni di sca-
vo, movimentazione terre e materiali, piccole demolizioni.
- Accessori, operazioni di attrezzaggio.
- DPI e segnaletica di sicurezza .
- Prova pratica.

Accessorio Forche:
Corso per Addetti all'utizzo di macchine per la movimenta-
zione e trasporto dei materiali
Programma:
- Principali rischi legati all'utilizzo della macchina con l'acces-
sorio specifico.
- Caratteristiche strutturali ed operative, componenti tecnici e
comandi, dispositivi di sicurezza, documentazione tecnica.
- Controlli e verifiche.
- Predisposizione per la eventuale circolazione/trasporto su
strada e norme comportamentali specifiche.
- Tecniche per conduzione in sicurezza per operazioni di cari-
co, scarico e movimentazione materiali.
- Messa in sicurezza e stabilità del carico.
- Accessori, operazioni di attrezzaggio.
- DPI e segnaletica di sicurezza.
- Prova pratica.

Accessorio Cestello:
Corso per Addetti all'utilizzo di piattaforme di lavoro mobili
elevabili (PLE)
Programma:
- Normativa di riferimento.
- Funzionamento e utilizzo in sicurezza della piattaforma.
- Procedure per la discesa di emergenza.
- Controlli e verifiche periodiche.
- Manutenzione ordinaria e straordinaria.
- DPI III cat. e segnaletica di sicurezza.
- Prova pratica.

B/8
AVVIAMENTO DELLA MACCHINA
- Indipendentemente dall'esperienza dell'operatore alla
guida, prima di azionare la macchina, prendere dime-
stichezza con la posizione ed il funzionamento di tutti i
comandi e strumenti.
- Non mettersi alla guida del mezzo con mani o scarpe
bagnate, sporche di grasso o di sostanze untuose.
- Osservare gli strumenti di controllo immediatamente
- PERICOLO - dopo l'avvio, con il motore caldo e ad intervalli regolari
Prima di avviare il motore assicurarsi che tutte durante l'utilizzo, in modo da individuare e risolvere rapi-
le leve dei comandi siano in posizione neutra, il freno di damente eventuali anomalie.
stazionamento sia attivato, il cofano motore sia chiuso
e nessun'altra persona si trovi nei pressi della macchina.

- PERICOLO -
CONDIZIONI AMBIENTALI
La macchina può essere avviata o manovrato solo Nonostante la macchina possa essere utilizzata nelle più
quando il conduttore si trova al posto di guida, diverse situazioni è comunque necessario osservare, in via
con la cintura di sicurezza allacciata e regolata. preventiva, il rispetto delle norme minimali di operatività
come sotto riportato:
- PERICOLO -
Parametro Valori consentiti
Prima dell'utilizzo della macchina verificare che
tutti i dispositivi di sicurezza siano funzionanti. Temperature di esercizio da -5 °C a +40 °C
Temperatura media giornaliera <40°C
L'operatore deve avere sempre sotto controllo la macchina. Temperatura di stoccaggio da -15°C a +50°C
Umidità dal 20 al 95%
- Utilizzare l'avvisatore acustico o altri segnali per avverti- Altitudine <2500m
re le persone presenti prima di avviare la macchina.
- L'avviamento del motore con procedure non appropriate
possono causare il movimento della macchina con la
possibilità di provocare danni.

- Non accendere il motore ne toccare le leve della macchi-


na se all'interno della cabina viene esposto un etichetta
di pericolo.

- Non avviare mai il motore facendo un cortocircuito tra i


terminali del motorino di avviamento.
- Nel caso si utilizzino batterie ausiliarie fare attenzione
in quanto il gas di queste può esplodere causando seri
danni.
- Per l'avviamento con batterie ausiliarie seguire le istru-
zioni riportate nel paragrafo "AVVIAMENTO CON BAT-
TERIE AUSILIARIE". Errori nell'esecuzione della proce-
dura possono causare gravi danni all'impianto elettrico/
elettronico, movimento improvviso della macchina, scop-
pio della batteria, lesioni a cose e persone.

B/9
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

OPERARE IN SICUREZZA

- PERICOLO -
NON USARE LA MACCHINA IN STATO DI EBREZZA,
SOTTO L’USO DI STUPEFACENTI O NEL CASO DI
ASSUNZIONE DI MEDICINALI CHE POSSANO INDURRE
SONNOLENZA O ALTERARE I RIFLESSI.

- PERICOLO -
Non trasportare passeggeri sulla macchi-
na ne all'interno della cabina di guida ne su - Quando si opera in una zona congestionata impiegare
qualsiasi altra parte dell'elevatore tele- le dovute segnalazioni; durante le operazioni che coin-
scopico o attrezzo montato fatta esclusione volgono più macchine utilizzare segnalazioni conosciute
del cestello porta persone. da tutto il personale impiegato. Designare inoltre una
persona per la segnalazione e per coordinare l'area di
lavoro. Assicurarsi che tutto il personale segua le dispo-
- PERICOLO - sizioni della persona suddetta alle segnalazioni.
Verificare la corretta posizione
degli specchietti retrovisori. - Quando le condizioni di lavoro richiedono una persona a
terra questa dovrà usare segnalazioni manuali conformi
alle disposizioni vigenti nel paese dove opera la macchina.
- ATTENZIONE -
- Fare attenzione quando si lavora sul bordo di uno sca-
la percezione della posizione di un oggetto vo, di una strada o su terreni cedevoli: mantenersi a
attraverso gli specchietti retrovisori potrebbe distanza di sicurezza, la macchina potrebbe rovesciarsi.
non èssEre fedele alla realtà; ciò che sembra Impiegare una persona a terra per la segnalazione.
lontano potrebbe essere vicino. Nonostante Non dimenticare che dopo forti piogge, uso di esplosivi
gli specchietti retrovisori l'operatore potreb- o terremoti il terreno in quelle zone è più fragile.
be non riuscire a visualizzare determinati punti.
Porre sempre la massima attenzione. - Operare su terreni in pendenza può causare ribalta-
mento o scivolamento. Adottare le dovute cautele.
- Durante le fasi di lavoro o marcia tenere sempre i segnali
luminosi in funzione per avvisare il personale che la mac-
- Spostarsi sempre in linea retta per salire o scendere
china è in movimento.
da una pendenza. Spostarsi trasversalmente o lungo
- Ispezionare la zona di lavoro prima di iniziare ad operare. la pendenza è estremamente pericoloso.
- Ispezionare il terreno e le condizioni del suolo sul cantie-
re di lavoro, stabilire le condizioni più sicure per operare. - Spostarsi a bassa velocità su erba, foglie, lastre di acciaio
Non operare in luoghi a rischio di frane o caduta massi. bagnate. Anche con leggere pendenze c'è il rischio che la
macchina possa slittare o perdere l'equilibrio con rischio di
- Intraprendere le dovute precauzioni al fine di evitare che
ribaltamento.
persone non autorizzate si avvicinino all'area di lavoro.
- Spostandosi o operando in acqua poco profonda o su - Quando si lavora sulla parte superiore o all'interno dei pia-
terreno soffice, prima di avviare le operazioni verificare la ni di edifici o altre strutture, verificare la stabilità prima di
forma e le condizioni del basamento, la profondità e la ve- iniziare le operazioni. Esiste il rischio di crollo degli edifici
locità del flusso dell'acqua. da cui potrebbero derivare gravi lesioni e danni.
- Non guidare con il piede sul pedale del freno o con il freno
di stazionamento applicato. - Non usare la forza di impatto della macchina per eseguire i
- Valutare continuamente lo spazio di frenata. lavori. Queste macchine non sono state progettate per tale
utilizzo; ne deriva che un utilizzo di questo genere potrebbe
- Non raggiungere velocità eccessive.
portare al ribaltamento della macchina, danneggiamento o
- Guardare sempre nella direzione di marcia e conservare rottura di alcuni componenti e attrezzi, in aggiunta a gravi
una buona visibilità del percorso. Utilizzare frequentemente lesioni personali.
gli specchi retrovisori laterali, e controllarne le condizioni, la
pulizia e la regolazione.
- Tenere finestrini, specchi e luci puliti e in buone condizioni.
- Verificare che i cofani e la portiera siano chiusi prima di
iniziare ad operare.

B/10
- Marciare su terreni con pendenza laterale può causare
ribaltamento o scivolamento. Adottare le cautele neces-
sarie.
- Non lasciare la macchina carica su una pendenza supe-
riore al 15% anche con freno di stazionamento inserito.
- Assicurarsi che nessuna persona si trovi nel raggio di
- Per un utilizzo su terreni in pendenza, prima di alzare il azione della macchina e nella zona di lavoro.
braccio, controllare che la macchina sia livellata. - Se la visibilità dell'operatore è impedita utilizzare una
persona a terra per sorvegliare le manovre. Mantenere
- Negli spostamenti su pendenze longitudinali:
sempre il contatto visivo con la persona a terra.
Avanzare e frenare dolcemente.
Negli spostamenti senza carico - ATTENZIONE -
rivolgere le forche o l'accessorio a valle.
Non tentare di compiere operazioni
Negli spostamenti con carico che superino la capacità della macchina.
rivolgere le forche o l'accessorio a monte.
- ATTENZIONE -
- ATTENZIONE - Non sollevare un carico superiore alla capacità della
La neve nasconde ostacoli e insidie, macchina o dell'accessorio e non aumentare la dimen-
seppellisce oggetti, ricopre buche, scavi e fossati. sione del contrappeso qualunque sia l'artifizio utilizzato.
Nel caso di caduta di neve procedere con molta cautela.
È ASSOLUTAMENTE VIETATO operare se la quantità - Girare intorno agli ostacoli.
di neve è tale da non poter distinguere chiaramente gli - Quando si effettua il sollevamento di un carico fare at-
ostacoli e le insidie del percorso. tenzione che nulla o nessuno intralci il movimento ed
evitare di effettuare false manovre.
- Nel pulire la neve fare molta attenzione a non abbando-
nare il ciglio della strada; ciò che è sepolto ai margini di - Non lasciare mai il motore acceso in assenza del guida-
questa potrebbe causare il ribaltamento della macchina tore.
o il danneggiamento di alcuni componenti. - Non lasciare mai la chiave di avviamento sulla macchina
- Le superfici ricoperte dalla neve o ghiacciate sono estre- in assenza dell'operatore.
mamente pericolose, operare con molta cautela riducen-
do il più possibile la velocità della macchina e azionando - ATTENZIONE -
le leve lentamente.
Non lasciare mai in nessun caso la macchina
- Operare con molta cautela, se la macchina sprofonda parcheggiata con un carico sollevato.
nella neve vi è il rischio che questa possa ribaltarsi o
rimanere sepolta. Fare molta attenzione a non lasciare - Polvere, pioggia, nebbia, ecc. possono ridurre la visibi-
il ciglio della strada e a non rimanere intrappolati in un lità. Con il diminuire della visibilità ridurre la velocità ed
cumulo di neve. utilizzare l'illuminazione apropriata.
- Prestare molta attenzione ai terreni ghiacciati; con l'au-
mentare della temperatura la base di appoggio si allenta
e diventa scivolosa.
- Fare attenzione ai cavi elettrici, ai fossi, ai terreni scavati
o riportati da poco.
- Assicurarsi di non arrecare rischi a persone durante le
manovre di retromarcia.
- Controllare sempre lo spazio attorno alla macchina pri-
ma di eseguire qualsiasi manovra.

B/11
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

- Le macchine sono equipaggiate con impianto di illumina-


zione per il solo trasferimento. In caso di lavori notturni o
in galleria è necessario disporre di un adeguata illumina-
zione esterna.
- Non sollevare, muovere o ruotare l'attrezzo sopra le per-
sone. La fuoriuscita di carichi dall'attrezzo o urti possono
arrecare danni.
- Non autorizzare nessuno ad avvicinarsi o a passare sot-
to ad un carico.
- In particolari condizioni, durante la lavorazione potreb-
bero essere espulse particelle di materiale. In questo
caso è opportuno indossare occhiali antinfortunistici ed
allontanare chi non ne è provvisto.
- Fare attenzione alle pareti frananti, agli smottamenti, alla
caduta di materiale o di oggetti dall'attrezzo che potreb-
bero sfondare il vetro della cabina e colpire l'operatore. - ATTENZIONE -
- Non eseguire mai operazioni di qualsiasi genere sotto Nel caso si eseguano lavori nei pressi di linee elettriche
una sporgenza; questa potrebbe cedere e cadere sopra aeree, verificare che la distanza di sicurezza tra mac-
la macchina. china e linea elettrica sia sufficiente nel rispetto della
vigente normativa.
- Non tentare mai di riempire eccessivamente l'attrezzo o
di trasportare carichi che potrebbero fuoriuscire o rove-
Informatevi presso la vostra agenzia locale dell'azienda
sciarsi.
elettrica. In ogni caso non lavorare mai a distanza
- Non effettuare operazioni accanto a materiale combusti- inferiore a 5 metri dalle linee.
bile.
Il terreno umido aumenta la zona in cui le persone
potrebbero essere interessate da scariche elettriche.
- ATTENZIONE -
Durante le manovre con la marcia fare attenzione alle - ATTENZIONE -
parti ingombranti in altezza della macchina. Esistono
Lavorare o parcheggiare la macchina troppo vicino a
parti che sporgono oltre le dimensioni della cabina.
cavi elettrici comporta il rischio di essere fulminati o
- La macchina è equipagiata con cabina di protezione gravemente feriti.
contro la caduta di oggetti dall'alto (FOPS). In caso di ri-
schio di caduta di oggetti dall'alto si consiglia comunque - Impiegare una persona a terra per segnalare l'eccessiva
di indossare il casco di protezione. vicinanza della macchina ai cavi elettrici.
- Non utilizzare la macchina di notte, in ambienti bui o - Operando nei pressi di cavi elettrici non lasciare che
scarsamente illuminati a meno chè la macchina non sia nessuno si avvicini alla macchina. Per prepararsi ad
dotata di luci di lavoro (optional). Per maggiori informa- ogni possibile situazione di emergenza indossare scar-
zioni rivolgersi al vostro concessionario. pe e guanti di gomma. Coprire il sedile con un telo di
gomma e fare attenzione a non toccare il telaio con parti
- ATTENZIONE - del corpo non protette.
Non immettersi su un ponte di carico senza aver verifi- - Nel caso la macchina dovesse urtare un cavo elettrico ,
cato che: per prevenire la scossa, l'operatore non deve abbando-
- Sia correttamente posizionato ed ancorato nare la cabina di guida fino a che non gli è stato confer-
- Il mezzo al quale è collegato (vagone, camion, ecc.) mato che l'erogazione dell'elettricità è stata interrotta.
non si possa spostare.
- Tale ponte possa sopportare il peso totale della mac-
china e del suo eventuale carico.
- La larghezza del ponte sia adeguata a quella della
macchina.

- Prestare particolare attenzione alle banchine di carico, alle


trincee, ai ponteggi, ai terreni recentemente scavati o riempiti.
- Quando si marcia su strada e/o in pendenza è necessario
prestare la massima attenzione ai giri del motore. Un nu-
mero molto elevato di giri può portare a guasti meccanici.
Tenere sempre sottocontrollo i giri e la velocità del motore.

B/12
- Quando si cambia un attrezzo, per evitare di danneggiare
- ATTENZIONE -
i raccordi idraulici, occorre arrestare il motore ed aspet-
tare un minuto per togliere la pressione al circuito. Pulire Verificare ad ogni utilizzo che l'accessorio sia corretta-
sempre i raccordi prima del successivo inserimento. mente montato e bloccato sul suo supporto.
- Verificare giornalmente la pulizia, la protezione e le con-
dizioni dei giunti a sgancio rapido dei circuiti dell'attrezzo. - ATTENZIONE -
Verificare prima di ogni utilizzo di avere impostato
- ATTENZIONE - il sistema di sicurezza in cabina conforme
all'accessorio montato.
L'utilizzatore che constata che la sua macchina non fun-
ziona bene o non risponde alle norme di sicurezza deve
- Le indicazioni fornite dal sistema antiribaltamento devo-
informare immediatamente il responsabile.
no essere considerate valide per macchine in condizioni
di lavoro standard, su terreno piano, ben consistente,
- DIVIETO - e con strumento funzionante e correttamente tarato. In
è VIETATO al conduttore effettuare direttamente qual- ogni caso, i valori limite riportati sul diagramma di carico
siasi riparazione o regolazione a meno che non sia stato non devono in alcun modo essere superati.
formato per tale compito. Dovrà tenere la macchina in - Non portare mai le attrezzature in prossimità di fiamme
perfetto stato qualora ne sia stato incaricato. libere.

- DIVIETO -
è ASSOLUTAMENTE VIETATO cercare di avviare la mac-
china spingendola o trainandola. Tali operazioni posso-
no provocare gravi danni alle persone e alla macchina.

- Nel caso di utilizzo a basse temperature (-10°C) svuo-


tare i serbatoi e rifare il pieno utilizzando lubrificanti,
carburante, liquido di raffreddamento adatti a tali tem-
perature.

- ATTENZIONE -
L'utilizzo della macchina È VIETATO in ambienti protetti
quali raffinerie, atmosfere esplosive.
Per l'utilizzo in tali luoghi esistono attrezzature opzionali
specifiche. Rivolgetevi al vostro agente o concessionario.

- Accertarsi dell'efficienza dei freni di servizio e del clacson.


- Rallentare prima di effettuare una svolta.
- Avere in ogni circostanza il controllo della macchina e della
rispettiva velocità.
- Non effettuare lunghi percorsi in retromarcia.
- Frenare progressivamente, evitare brusche frenate.
- Ricordarsi sempre che lo sterzo di tipo idraulico è molto
sensibile ai movimenti del volante, sterzare progressiva-
mente e non a scatti.
- La velocità di circolazione della macchina con carico non
deve in alcun caso superare i 10 Km/h. Nel caso in cui il
carico superi il 50% del carico massimo ammissibile la ve-
locità della macchina deve essere ridotta fino a 5Km/h.

- DIVIETO -
E' ASSOLUTAMENTE VIETATO trasportare o solleva-
re persone con la macchina a meno che questa non
sia attrezzata per tale scopo e fornita del certificato
di conformità relativo al sollevamento di persone.

- Attenersi alle indicazioni sui programmi di carico.

B/13
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

MOVIMENTAZIONE DEL CARICO - ATTENZIONE -


L'illuminazione standard dell'elevatore telescopico non
- ATTENZIONE -
è adatta per operare in ambienti con scarsa visibilità o
Osservare sempre le regole di sicurezza, trasportare per l'uso notturno. Esistono varie opzioni per miglio-
sempre carichi equilibrati e correttamente sistemati rare la visibilità in condizione di luminosità avverse.
per evitare ogni rischio di ribaltamento. Contattare il proprio concessonario DIECI.
- Inserire sempre a fondo le forche sotto al carico e portarlo in - È VIETATO sollavere o trasportare un carico superiore
posizione di trasporto (forche a 300mm da terra e inclinate alla capacità nominale della macchina o dell'accessorio.
indietro, braccio completamente rientrato).

- Non sollevare mai un carico imbragato con una sola forca o - ATTENZIONE -
con una tavola. Prima di sollevare un carico è obbligatorio
- Accertarsi sempre che i pallet, le scatole ecc. siano in buone conoscere il peso di questo e il centro di
condizioni e adeguate al carico da sollevare. gravità.
- Manovrare il mezzo con il braccio sollevato solo in casi ecce-
- I diagrammi di carico sono validi per centro di gravità a 500
zionali; in questi casi operare con la massima prudenza, mode-
mm dal tallone delle forche. Per centro di gravità a maggior
rare il più possibile la velocità e frenare dolcemente. Assicurarsi
distanza contattare il proprio concessionario.
di avere senpre una sufficiente visibilità, eventualmente utilizza-
re un uomo a terra che vi guidi nelle operazioni. - Fare MOLTA ATTENZIONE durante il trasporto di carichi
con centro di gravità variabile (es. liquidi). Operare con
- Durante le operazioni di movimentazione limitare il più pos-
particolare prudenza in modo da limitare il più possibile
sibile la velocità e frenare dolcemente.
queste variazioni; pericolo di ribaltamento della macchina.
- Non manovrare il carico con la macchina in movimento. - Fare ATTENZIONE al rischio di schiacciamento degli arti
durante le operazioni di regolazione manuale delle forche.
- ATTENZIONE -
La movimentazione di un carico può avvenire solo in
marcia ridotta "I" e "II" (marcia prima e seconda).

- Prima di effettuare una curva moderare il più possibile la veloci-


tà, sorvegliare il carico.
- Movimentare i carichi con attenzione, a velocità ridotta e senza
scatti o saltellamenti, soprattutto se portati a grandi altezze.
- Non cambiare direzione in modo brusco a velocità elevate.

- ATTENZIONE -
Nel caso di ribaltamento della macchina non
cercare di uscire dall'elevatore durante
l'incidente. Allacciare sempre le cinture di
sicurezza quando si è alla guida della macchina.
Rimanere con la cintura allacciata all'in-
terno della cabina è la migliore protezione.

- Utilizzare sempre il freno di stazionamento per posare o solle-


vare un carico in pendenza.
- Mantenere sempre una buona visibilità dell'area di lavoro, sia
in visione diretta, sia dagli specchietti retrovosori per control-
lare l'eventuale presenza di persone, animali, ostacoli, buchi,
variazioni di pendenza, ecc.
- Se la visibilità viene ridotta sul lato destro durante l'aziona-
mento del braccio, prima di sollevare il carico, controllare che
l'area di lavoro sia libera, prendere coscienza della posizione
dei possibili ostacoli e delle asperità del terreno.

- Assicurarsi sempre di avere una buona visibilità (vetri puliti,


specchietti puliti, fari puliti e funzionanti ecc.).

B/14
PARCHEGGIARE LA MACCHINA

- Parcheggiare sempre su terreno piano, consistente e


livellato, ove non sussiste rischio di caduta massi, frane
o allagamento.
- Abbassare gli stabilizzatori sul terreno (se presenti).
- Retrarre completamente il braccio ed abbassarlo fino a terra.
- Inserire il freno di stazionamento
- Portare la leva "senso di marcia" in posizione "N".
- Fare girare il motore al minimo per circa 60 secondi pri-
ma di spegnerlo in modo da permettere il raffreddamen-
to del motore.
- Portare la chiave in posizione di arresto motore.
- Sfilare la chiave dal commutatore d'avviamento.
- Bloccare i comandi idraulici con gli appositi dispositivi
(ove presenti)
- Chiudere i finestrini e bloccarli con le apposite maniglie.
- Chiudere la porta della cabina a chiave.
- Posizionare i cunei sotto alle ruote.
- Assicurarsi che la macchina sia parcheggiata in modo
da non impedire la circolazione e lontano almeno 5 metri
dai binari della ferrovia.

Fermata momentanea
Rilasciare gradualmente il pedale dell'acceleratore.

Arrestare la macchina su suolo pianeggiante.

Inserire il freno di stazionamento

Portare la leva "senso di marcia" in posizione "N".

Nel periodo di rodaggio (50h) non tenere il motore diesel


al minimo per un periodo troppo lungo.

- ATTENZIONE -
Nel caso si dovesse abbandonare la posta-
zione di guida eseguire i passaggi indicati
nel paragrafo "Parcheggiare la macchina".

B/15
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

MARCIA SU STRADA MARCIA SU STRADA (ISTRUZIONI)

- ATTENZIONE - - Agire sull’interruttore di comando livellamento per livel-


lare la carrozzeria macchina rispetto agli assi delle ruote
PRIMA DI INIZIARE IL TRASFERIMENTO SU STRADA (se presente).
ACCERTARSI DI RISPETTARE LEGISLAZIONI E NORME
PERTINENTI NEL PAESE D‘UTILIZZO. - Controllare che tutti gli stabilizzatori siano perfettamente
rientrati e sollevati (se presenti).
Gli obblighi per la marcia su strada, sono - Chiudere completamente il braccio telescopico.
riportati sulla carta di circolazione. Abbassare completamente il braccio primario e quindi
sollevarlo leggermente (300 mm dal suolo).
- Luci anabbaglianti in funzione anche nelle ore diurne e
nelle strade ove non ricorre l'obbligo dell'uso dei disposi- - Controllare il corretto funzionamento delle luci prima di
tivi di segnalazione visiva e di illuminazione. trasferirsi su strade. Verificare che il girofaro di segnala-
zione veicolo lento sia installatto e funzionante; mante-
- Verificare il buon funzionamento e la pulizia dei fari, del- nerlo in funzione sia di giorno che di notte.
le luci di direzione e dei tergicristalli.
- Eseguire la fasatura delle ruote. È OBBLIGATORIO
disporre la sterzatura come riportato sulla carta di cir-
- ATTENZIONE - colazione e bloccare la leva di selezione con apposito
VERIFICARE LA CORRETTA POSIZIONE DEGLI SPEC- dispositivo. In Italia selezionare il modo di sterzatura
CHIETTI RETROVISORI. su quattro ruote; sulle strade pubbliche non utilizzare il
modo di sterzatura trasversale o sulle due ruote.
FARE ATTENZIONE, LA PERCEZIONE DELLA POSIZIO-
NE DI UN OGGETTO ATTRAVERSO GLI SPECCHIETTI - Assicurarsi che la quantità di carburante sia sufficiente.
RETROVISORI POTREBBE NON ÈSSERE FEDELE ALLA - Montare tutti gli accessori previsti per la circolazione
REALTÀ; CIÒ CHE SEMBRA LONTANO, POTREBBE ES- stradale a seconda della nazione in cui si opera.
SERE VICINO.
- Installare un pannello di segnalazione carico sporgente
sulla testa del braccio prima di intraprendere il trasferi-
mento su strada.
- Valutare sempre il percorso da compiere, tenendo conto
delle strutture sospese (es. ponti, sottopassi, ecc.) che
potrebbero subire danni a causa della macchina.
- In alcuni paesi è obbligatorio avere a disposizione e uti-
lizzare un cuneo per le ruote quando il veicolo è fermo.
- Accertarsi che la propria macchina sia conforme alla le-
gislazione locale in riferimento alla presenza della targa
quando si viaggia su strada sia di giorno sia di notte.

- ATTENZIONE -
NON È AMMESSO IL TRASFERIMENTO STRADALE CON
ATTREZZATURE MONTATE SULLA PIASTRA PORTA
FORCHE TRANNE QUELLE AMMESSE DALL‘ORGANO
LEGISLATORE DEL PAESE OVE OPERA LA MACCHINA.

- ATTENZIONE -
è proibito marciare su strade pubbliche con
macchina carica.

B/16
SOLLEVARE LA MACCHINA TRASPORTARE LA MACCHINA
- Smontare le eventuali attrezzature presenti sulla macchina. - Prima di procedere al trasporto della macchina assicu-
rarsi di rispettare le norme e le leggi di tutte le zone in
- Retrarre completamente il braccio della macchina ed ab-
cui la macchina transiterà.
bassarlo.
- Smontare le eventuali attrezzature presenti sulla macchina.
- Quando la macchina è in posizione inserire il freno di
stazionamento e inserire il selettore senso di marcia nel- - Retrarre completamente il braccio della macchina ed
la posizione di neutro "N". abbassarlo.
- Serrare i vetri e chiudere a chiave la porta della cabina. - Prima di caricare la macchina sul mezzo di trasporto
assicurarsi che questo e la rampa siano esenti da olio,
- Prima di sollevare la macchina assicurarsi che l'appa-
grasso, ghiaccio o altri agenti sdrucciolevoli.
recchio di sollevamento abbia una portata adeguata al
peso della macchina. Il peso della macchina è riportato - Assicurarsi che la motrice e il rimorchio siano frenati.
su apposita targa. - Verificare la corretta applicazione delle istruzioni di si-
curezza relative alla piattaforma di trasporto prima di
caricare la macchina e controllare che il conduttore del
mezzo di trasporto sia informato delle caratteristiche di-
mensionali e del peso dell'elevatore telescopico.
- Caricare o scaricare la macchina operando su terreno
consistente e livellato.
- Controllare le misure di ingombro per i valori di altezza
massimi e minimi da terra e il peso consentito. Control-
lare la pressione di contatto al suolo autorizzata per la
- Controllare sempre il buono stato degli ancoraggi (funi,
piattaforma rispetto alla macchina.
catene, cunei, ecc.) non utilizzare ancoraggi sfilacciati,
sfibrati o attorcigliati. - Caricare la macchina sul mezzo di trasporto assicurandosi
che le rampe siano posizionate in modo corretto e sicuro.
- Verificare la portata degli ancoraggi prima di sollevare il
mezzo. - Caricare la macchina parallelamente alla piattaforma.
- Controllare le misure di ingombro della macchina. - Manovrare con cautela la macchina sul mezzo di trasporto.
- Rispettare i punti di sollevamento riportati in figura e se- - Quando la macchina è in posizione sicura inserire il fre-
gnalati dall'apposita decalcomania sulla macchina. no di stazionamento e inserire il selettore senso dimar-
cia nella posizione di neutro "N".
- Prima del sollevamento assicurarsi che la zona circo-
stante sia libera da personale non addetto. - Posizionare i cunei sulla parte anteriore e posteriore dei
pneumatici della macchina. Ancorarla al mezzo di trasporto a
- Tenere conto della posizione del centro di gravità mezzo di catene o cavi. Portare le funi, le catene in tensione.
dell'elevatore telescopico.
- Serrare i vetri e chiudere a chiave la porta della cabina.
- Procedere al sollevamento lentamente e facendo molta
attenzione.

- Rispettare i punti di ancoraggio riportati in figura e se-


gnalati dall'apposita decalcomania sulla macchina.
- Controllare sempre il buono stato degli ancoraggi (funi,
catene, cunei, ecc.) e verificare che la portata del mezzo
di trasporto sia sufficiente per il peso da movimentare.

- ATTENZIONE -
Seguire attentamente tutti i passaggi sopra descritto
per il trasporto della macchina in tutta sicurezza.

B/17
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

Interferenza elettromagnetiche
- Nel caso di apparecchiature supplementari installate dal
cliente, l'utente deve verificare se l'installazione provoca
interferenza di qualsiasi tipo con gli strumenti del veicolo;
in caso affermativo l'utente deve eliminare tali interferenze.
È indispensabile prestare particolare attenzione alle appa-
recchiature mobili quali comunicazioni radio (telefoni) che
devono essere installate da tecnici specializzati e devono
utilizzare antenne montate esternamente.
In generale si deve tenere in considerazione che eventuali
apparecchiture elettriche addizzionali installate devono
essere conformi alla Direttiva EMC 2004/108/CE e devono
recare il marchio "CE".

VIBRAZIONI

Prendere in considerazione le seguenti raccomandazioni per


ridurre l'esposizione alle vibrazioni da parte dell'operatore:
- Utilizzare sempre le attrezzature idonee al tipo di lavoro
da eseguire.
- Il sedile di guida deve essere correttamente regolato se-
condo le proprie esigenze. Ispezionare ed eventualmente
riparare le sospensioni del sedile ed i meccanismi di re-
golazione.
- Assicurarsi che la macchina sia mantenuta efficiente,
eseguire la manutenzione della macchina come prescritto
nel presente manuale.
- Sterzare, accelerare, frenare, cambiare marcia, muovere
l'attrezzo in modo non brusco.
- Durante i trasferimenti regolare la velocità della macchina
per minimizzare il livello delle vibrazioni. Ridurre la veloci-
tà per evitare il rischio di sobbalzi. Trasportare la macchi-
na in caso di notevole distanza tra i siti di lavoro.
- Mantenere il luogo di lavoro in buone condizioni, rimuove-
re pietre ed ostacoli, riempire avvallamenti o buche ecc.
- Per evitare eventuali problemi alla schiena utilizzre la
macchina solamente in buone condizioni di salute.
Fare delle pause in modo tale da ridurre il tempo di sedu-
ta nella stessa postura. Non uscire dalla cabina o scende-
re dalla macchina con un sobbalzo. Evitare di movimenta-
re e sollevare ripetutamente i carichi.

Agri Plus
1) Valori di vibrazioni al sedile
Valore di emissione vibratoria misurato a = 1,6 m/s2
Incertezza K = 0,5 m/s2
Valori determinati in conformità con la EN 13059

2) Valori di vibrazioni al volante


Valore di emissione vibratoria misurato a = 4,5 m/s2
Incertezza K = 2,2 m/s2
Valori determinati in conformità con la EN 13059

B/18
RUMORE

La macchina è stata progettata e realizzata in modo da ri-


durre alla sorgente il livello di emissione sonora.
Il dato di potenza acustica rilevata è pari a 104 dB LwA in
riferimento alla Direttiva 2000/14/CE Emissione Acustica
ambientale delle macchine ed attrezzature destinate a fun-
zionare all'aperto.

- ATTENZIONE -
I VALORI DI RUMOROSITA' INDICATI SONO LIVELLI DI
EMISSIONE E NON RAPPRESENTANO NECESSARIA-
MENTE LIVELLI OPERATIVI SICURI.

I fattori che determinano il livello di esposizione a cui è


soggetta la forza lavoro comprendono la durata dell'espo-
sizione, le zone di lavoro ed altre eventuali fonti di rumore
(diverse lavorazioni e attrezzature, rumori di fondo, ecc.);
inoltre i livelli di esposizione consentiti possono variare da
Paese e Paese.

Gli utilizzatori dovranno utilizzare durante le lavorazioni ido-


nei i Dispositivi di Protezione Individuale come indicato nello
specifico paragrafo.

B/19
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

ESEGUIRE LA MANUTENZIONE IN SICUREZZA

- Non lasciare utensili o altri strumenti sparsi in modo di-


sordinato sul luogo di lavoro. Pulire tracce di grasso, olio
o altre sostanze che potrebbero farvi scivolare. Tenere
sempre pulito e ordinato il posto di lavoro in modo da
poter condurre in tutta sicurezza ogni operazione.
- Per la sicurezza del posto di lavoro porre stracci intrinsi
di grasso e/o altri materiali infiammabili in un contenitore
sicuro.
- Utilizzare solo attrezzi adatti al compito e accertarsi di
usarli nella maniera corretta. L'uso di attrezzi danneg-
giati, di cattiva qualità,difettosi, di fortuna o non adatti
all'uso potrebbe causare seri infortuni.
- Non colpire la macchina o parti di questa con martello o
altro attrezzo, schegge di materiale o il rimbalzo dell'at-
trezzo stesso possono causare infortuni.
- Se l'ispezione o la manutenzione viene effettuata a
macchina ancora sporca di fango, olio, ecc. si rischia di
scivolare o cadere, oltre a rendre più difficile un analisi
visiva della componentistica. Pulire accuratamente la
macchina prima di ogni intervento.

Prima di effettuare la manutenzione della macchina eseguire


le seguenti operazioni:

Parcheggiare la macchina su terreno piano e consistente.


Abbassare e retrarre completamente il braccio.
Mantenere il braccio sollevato ed applicare l'asta di sicu-
rezza se la manutenzione necessita il braccio sollevato.
Fare girare il motore al minimo per circa 60 secondi per
raffreddarlo.
Portare la chiave del commutatore di avviamento in posi-
zione di arresto motore.
Sfilare la chiave dal commutatore di avviamento.
Scaricare le pressioni residue dell'impianto idraulico azio-
nando ripetutamente le leve dei distributori idraulici a mo-
tore spento.
Applicare un cartello indicante "Manutenzione in corso"
sulla porta della cabina e all'interno sui manipolatori.
Applicare barriere e distanziamenti per evitare che perso-
nale non autorizzato si avvicini alla macchina.
Scollegare lo staccabatteria.
Lasciare raffreddare il motore.

B/20
- Accertarsi delle procedure di manutenzione prima di ini-
ziare il lavoro.
- Tenere la zona di lavoro pulita e asciutta.
- Non lubrificare o effettuare la manutenzione con macchi-
na in movimento.
- Non effettuare mai la manutenzione con motore in moto.
In caso di necessità di eseguire la manutenzione con il
motore acceso essa deve obbligatoriamente essere
effettuato solo da personale autorizzato dal Rivendi-
tore o direttamente dal Costruttore DIECI s.r.l.
- ATTENZIONE -
Chiedere l'assistenza di almeno due operai e seguire le L'INTRAPPOLAMENTO IN PARTI IN MOVIMENTO PUÒ
seguenti istruzioni: CREARE DANNI. PER PREVENIRE INCIDENTI ASSICU-
Un operaio deve sempre essere seduto al posto dell'ope- RARSI CHE NESSUNA PARTI DEL CORPO, CAPELLI,
ratore, pronto a spegnere il motore in qualsiasi momento. INDUMENTI VENGANO INTRAPPOLATI QUANDO SI
Tutti gli operai devono tenersi in contatto gli uni con gli altri. LAVORA VICINO A PARTI IN MOVIMENTO.

Porre molta attenzione a non rimanere intrappolato nei


componenti durante l'esecuzione di operazioni nei pressi
del ventilatore, della cinghia o altre parti rotanti.
Non toccare nè leve, nè pedali di comando. Se fosse ne-
cessario azionare qualsiasi leva o pedale segnalare sem-
pre agli operatori di portarsi in un luogo sicuro.
Non lasciare cadere nè inserire strumenti o altri oggetti in
parti rotanti della macchina; le parti possono rompersi o
volare in aria.

- Se è necessario andare sotto l'attrezzatura di lavoro o


sotto la macchina per effettuare assistenza o manuten- - PERICOLO -
zione, sostenere saldamente l'attrezzatura di lavoro e la
macchina con blocchi e sostegni abbastanza solidi da I GAS DI SCARICO SONO TOSSICI E POSSONO
sopportare il peso. CAUSARE DANNI ALLA SALUTE.

- Collocare gli accessori rimossi dalla macchina in luogo


sicuro, dove non possono cadere. Prendere i dovuti - PERICOLO -
provvedimenti per impedire che persone non autorizzate CON MOTORE ACCESO LA MACCHINA DEVE ESSERE
entrino nell'area di deposito. COLLOCATA ALL'APERTO.
- Non appoggiare pezzi metallici sulla batteria. E' POSSIBILE COLLOCARLA IN AMBIENTI CHIUSI
- Scollegare i cavi della batteria prima di eseguire inter- SOLO SE ADEGUATAMENTE VENTILATI E MACCHINA
venti sul sistema elettrico o eseguire saldature ad arco EQUIPAGGIATA CON APPOSITI DEPURATORI.
sulla macchina.
- Le operazioni di saldatura devono essere sempre con-
dotte da saldatore qualificato e in un luogo provvisto
dell'attrezzatura adeguata. Durante le operazioni di sal-
datura sussiste il pericolo di fuoriuscita di gas, incendio
o scosse elettriche; evitare pertanto che tali operazioni
vengano eseguite da personale non qualificato.
- Nel caso di saldature elettriche collegare la massa del-
la saldatrice il più vicino possibile alla zona da saldare
evitando in ogni caso che la corrente elettrica attraversi
cuscinetti a sfera, snodi, cilindri idraulici o parti a scor-
rimento reciproco. Nel caso di saldature nei pressi del - ATTENZIONE -
serbatoio olio o carburante vuotarli prima di effettuare la
SE SI DEVE OPERARE SOTTO PARTI MOBILI SOLLEVA-
saldatura.
TE (BRACCI, PALE, ECC.) BLOCCARLE CON DISTAN-
ZIALI POSTI SUGLI STELI DEI CILINDRI O APPOGGIAR-
LE SU SUPPORTI OPPORTUNAMENTE DIMENSIONATI.

B/21
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

- Sostituire componenti guasti o usurati. - Cercare eventuali trafilamenti con un pezzo di cartone;
fare sempre attenzione che il corpo sia protetto da fluidi
- Eliminare accumuli di grasso olio e detriti.
sotto pressione.
- Dopo il funzionamento il liquido di raffreddamento del mo- - Qualsiasi fluido iniettato sotto pelle deve essere rimosso
tore è caldo e sotto pressione. Il contatto con fuoriuscita chirurgicamente. Al verificarsi di un infortunio ricorrere
di acqua calda e/o vapore può causare gravi ustioni. immediatamente alle cure di un medico.
- Evitare possibili lesioni causate da getti di acqua calda. - Non cercare di allentare raccordi, flessibili, o componenti
Non rimuovere il tappo del radiatore fino a quando il mo- idraulici con circuito in pressione.
tore non è freddo. Per aprire svitare il tappo fino al fermo.
- Non toccare mai il refrigerante del condizionatore d'aria.
Prima di rimuovere il tappo scaricare tutta la pressione.
Se il refrigerante del condizionatore schizza negli occhi
può causare cecità; se tocca la pelle può causare feno-
- Per prevenire ustioni causate da olio o da altre parti bol-
meni di congelamento.
lenti durante il controllo o lo scarico, attendere che l'olio
si raffreddi ad una temperatura che permetta di tocca- - Durante la pulizia con aria compressa sussiste il rischio
re il tappo con la mano, prima di iniziare le operazioni. di infortuni di grave entità causati da particelle volanti.
Anche quando l'olio si è raffreddato allentare il coperchio Indossare sempre occhiali di sicurezza, maschera para-
o il tappo leggermente per attenuare la pressione interna polvere, guanti e altro equipaggiamento di protezione.
prima di rimuoverli.

- ATTENZIONE -
La modifica della regolazione e/o lo smontag-
gio delle valvole di equilibratura e delle val-
vole di sicurezza, possono rivelarsi pericolosi.

Una delle suddette valvole può essere smon-


tata solAmente con il martinetto interessato
a riposo e il circuito idraulico senza pressione.

Tale operazione può essere effettuata


solamente da personale qualificato.
- ATTENZIONE -
FARE ATTENZIONE ALLE SCOTTATURE, L'OLIO - Utilizzare solo lubrificanti indicati dalla DIECI, non utiliz-
MOTORE DEI RIDUTTORI E DELL'IMPIANTO IDRAULI- zare mai lubrificanti usati.
CO, LE TUBAZIONI, IL MOTORE E ALTRI COMPONENTI
SI RISCALDANO DURANTE L'USO DELLA MACCHINA.
ATTENDERE CHE I COMPONENTI SI RAFFREDDINO PRIMA
DI INIZIARE I LAVORI DI MANUTENZIONE E DI RIPARAZIONE.

- Fluidi come il combustibile o l'olio idraulico sotto pressio-


ne possono penetrare nella pelle o negli occhi causando
lesioni gravi. Evitare questi pericoli mentre si ripara o si fa
manutenzione alla macchina.
- Scaricare le pressioni (usando le leve idrauliche dei distributori)
prima di scollegare o riparare tubazioni e parti idrauliche.
- Non cercare di allentare raccordi, flessibili o componenti
idraulici con circuito in pressione.
- Prima di riavviare il motore assicurarsi che tutti i raccordi
siano serrati.

B/22
PULIZIA DELLA MACCHINA PULIZIA DEI VETRI

- Spegnere il motore, estrarre la chiave di avviamento ed - I vetri della cabina, i fari, gli specchietti retrovisori vanno
attendere che i vari componenti si raffreddino. lavati frequentemente con acqua saponata.
- Indossare gli appositi indumenti protettivi - Al termine delle operazioni di lavaggio asciugare accu-
(guanti, maschere, tute, ecc). ratamente, non lasciare macchie o aloni che possono
limitare o confondere la visuale dell'operatore.
- Non utilizzare liquidi infiammabili, acidi o prodotti che
possono aggredire chimicamente i componenti della
macchina.
PULIZIA DELL'ABITACOLO
- Non pulire organi in movimento o elementi surriscaldati,
lasciare raffreddare i componenti in quanto un escursio- - Pulire il rivestimento morbido della cabina strofinandolo
ne termica potrebbe danneggiarli. con panno precedentemente immerso in una soluzione
- Per la pulizia dell'esterno della macchina e del vano mo- di acqua e detersivo e strizzarlo il più possibile.
tore è opportuno utilizzare una macchina idrolavatrice - Il posto guida e il pianale vanno puliti con un aspirapol-
tenendo presente quanto segue: vere e/o una spazzola rigida. Se necessario utilizzare un
panno umido per eliminare le macchie più ostinate.
Assicurarsi della corretta chiusura dei tappi di rabbocco
(radiatore, serbatoio olio, serbatoio carburante, ecc.).
- ATTENZIONE -
Proteggere adeguatamente le centraline e i connettori
dalle infiltrazioni d'acqua. Non utilizzare getti d'acqua
all'interno della cabina.
Non operare con pressione e temperatura acqua supe-
riori, rispettivamente, a 100bar e a 80°C. - Pulire la cintura di sicurezza con una spugna bagnata in
Mantenere la punta della lancia di lavaggio a una distan- acqua calda e sapone, lasciare che si asciughi da sola.
za non inferiore a 40 cm dalla superficie interessata. - I sedili in tessuto vanno puliti con spazzola rigida o aspi-
rapolvere. Quelli in plastica vanno puliti con panno umido.
Non perdurare con il getto su di un punto ma lavare con
ampie passate.
L'interno della macchina è delicato e non può essere in
alcun modo pulito tramite macchina idrolavatrice.

DECALCOMANIE DI SICUREZZA
- Per le scadenze di controllo vedere la tabella riassuntiva
nal capitolo "MANUTENZIONE".
- Sostituire le decalcomanie di Pericolo, Attenzione, Cau-
tela o istruzioni non più leggibili o mancanti.
- Leggete tutte le decalcomanie di sicurezza applicate
sulla macchina e rispettate le norme in esse contenu-
- Dell'acqua accidentalmente caduta nel sistema elettrico te prima di avviare, azionare, rifornire od eseguire la
potrebbe causare problemi di funzionamento della mac- manutenzione. Pulitele quando sono coperte da fango,
china. Non utilizzare acqua o vapore per lavare l'impian- cemento o detriti; non rimuoverle per nessuna ragione.
to elettrico, sensori e connettori. Se danneggiate, smarrite o illeggibili provvedere imme-
- Per la riparazione di piccoli difetti della carrozzeria ri- diatamente alla loro sostituzione. L'ordine deve essere
chiedere al concessionario DIECI le lattine di vernice per eseguito nello stesso modo in cui viene ordinato un par-
ritocchi. Controllare che tutte le decalcomenie siano pre- ticolare di ricambio (accertarsi di comunicare il modello ed il
senti; sostituire quelle perse o rimosse durante la pulizia. numero di serie della macchina quando si effettua l’ordine).
- La posizione e i numeri di codice delle decalcomanie di
sicurezza sono illustrati nel capitolo "B - NORME DI SI-
CUREZZA" di questo libretto.

B/23
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

MESSA IN DEPOSITO / PROLUNGATA INATTIVITA'


Prima sei mesi di inattività della macchina osservare alcune
precauzioni quali:

Pulire la macchina.
Ritoccare la verniciatura dove necessario per evitare la ruggine.
Lubrificare tutti gli ingrassatori.
Controllare se sulla macchina ci sono particolari
consumati o danneggiati e sostituirli come necessario.
Scaricare l'olio del motore e riempire con olio nuovo.
Pulire l'impianto di alimentazione sostituendo gli elementi
del filtro.
Vuotare il serbatoio dal consueto carburante e versarvi
dieci litri di carburante speciale per prolungata inattività.
Fare girare il motore per dieci minuti in modo che la nuo-
va soluzione si distribuisca uniformemente.
Scaricare il radiatore e il monoblocco dal liquido refrige-
rante e riempire con una soluzione di antigelo e acqua.
Depositare le eventuali attrezzature.
Riallineare la torretta.
Abbassare completamente il braccio.
Rimuovere la batteria e conservarla in un ambiente caldo
e asciutto. Ricaricarla periodicamente.
Sollevare la macchina a mezzo di cavalletti per togliere il
peso dai pneumatici.
Coprire l'apertura del tubo di scarico.
Ungere con grasso leggero le aste scoperte dei cilindri idraulici.
Chiudere e bloccare i cristalli.
Chiudere a chiave la portiera.

PREPARAZIONE DOPO UNA PROLUNGATA


INATTIVITÀ
Gonfiare i pneumatici alla pressione corretta.
Togliere i cavallotti da sotto gli assali.
Riempire il serbatoio del carburante.
Controllare il livello del refrigerante del radiatore.
Controllare il livello dei vari oli.
Montare una batteria completamente carica.
Togliere la copertura dal tubo di scarico.
Rimuovere lo strato di grasso dalle aste scoperte dei cilindri.
Mettere in moto e controllare che tutti i comandi funzionino
correttamente.
Lasciare girare il motore al minimo, senza carico per alcuni
minuti.
Verificare l'efficienza dell'impianto di frenatura.

B/24
PREVENIRE GLI INCENDI DELLA MACCHINA

- ATTENZIONE -
Arrestare immediatamente la macchina nel caso si
dovesse accendere una spia di allarme in cabina.
Contattare il centro assistenza DIECI; non operare con
la macchina senza aver prima eliminato il guasto.

- Verificare ad ogni ciclo di lavoro che non ci siano perdite


sulla macchina; perdite di combustibile, olio, grasso, lu-
brificanti in genere possono innescare incendi e causare - ATTENZIONE -
gravi lesioni. Allo svilupparsi di un incendio allontanarsi
immediatamente dalla macchina e raggiun-
- Verificare periodicamente che non vi siano fascette al- gere un luogo sicuro; se possibile ruotare
lentate o mancanti, tubi flessibili attorcigliati, o che sfre- il commutatore di avviamento nella posizio-
ghino tra loro. ne di "0" (motore e strumentazione spenta)
prima di abbandonarE la macchina.
- Non piegare tubazioni sotto pressione. Non installare
mai tubazioni danneggiate.
- Rimuovere dalla macchina i materiali infiammabili quali: - ATTENZIONE -
combustibile, olio, grasso, detriti, rifiuti, polvere accumu-
Tentare di spegnere solamente principi di in-
lata o altri componenti che possono provocare incendi.
cendio di modesta entità e se si è in possesso
di un estintore efficiente correttamente
- Evitare cortocircuiti che possono provocare incendi.
manutenuto
- Periodicamente pulire e bloccare tutte le connessioni
elettriche. Verificare prima di ogni turno di lavoro che
non vi siano cavi elettrici attorcigliati, induriti o danneg-
- ATTENZIONE -
giati. Nel caso di anomalie non mettere in moto la mac-
china e contattare il centro assistenza DIECI. Nel caso l'incendio coinvolga direttamente
il serbatoio olio o il serbatoio carburante
- Controllare periodicamente il commutatore di accensio- allontanarsi immediatamente dalla macchina,
ne in quanto nel caso di incendio, un guasto dell'arresto pericolo di esplosione.
del motore ostacolerà l'opera dei vigili del fuoco.

- Nel lavare parti con olio generico, usare un olio non in-
fiammabile. Nafta e benzina possono infiammarsi: non
utilizzarli.

- Non saldare o usare un cannello da taglio per tagliare


tubature o tubi che contengono liquidi infiammabili.

- Quando si controlla il livello del combustibile, dell'olio,


dell'elettrolito batteria, del liquido tergicristalli o di raf-
ferddamento utilizzare sempre dispositivi di illuminazione
con caratteriatiche antiesplosione. Utilizzando dispositivi
di illuminazione di altro tipo vi è pericolo di esplosione.

B/25
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

BATTERIE - Non capovolgere o inclinare la batteria: possibile fuoriu-


scita di acido.

- Caricare la batteria in un locale ben ventilato e scollega-


re SEMPRE la corrente prima di staccare i morsetti.

- Per controllare lo stato di carica usare sempre un volto-


metro o un densimetro. Se è necessario verificare il livel-
lo dell’elettrolito usare una torcia, mai una fiamma libera.
Non controllare mai la carica della batteria ponendo un
oggetto metallico tra i morsetti.

- NON generare scintille con i morsetti dei cavi durante


- ATTENZIONE - la carica della batteria o l’avviamento del motore della
PER Evitare esplosioni delle batterie, macchina con una batteria ausiliaria.
tenere lontano dalla parte superiore di
queste scintille, fiamme libere, sigarette, - Controllare che tappi o coperchi di sfiato siano montati
in quanto i gas che questa può produrre sono in modo corretto e siano ben saldi.
altamente infiammabili.
- Pulire la parte superiore della batteria, controllare che i
morsetti siano ben saldi e ricoprirli con un sottile strato
di vaselina.

- In caso di batteria congelata questa va riposta in luogo


caldo per il disgelo. Non utilizzarla e non ricaricarla: pe-
ricolo di esplosione.

- In condizioni ordinarie la batteria viene mantenuta carica


dall’alternatore della macchina. Nel caso questa si scari-
casse completamente a causa di inutilizzo prolungato o
perchè alla fine della propria vita l’alternatore non pos-
siede la capacità di “rigenerarla”. La batteria deve es-
sere sostituita e ricaricata mediante apposito strumento
caricabatterie.
- ATTENZIONE -
La batteria contiene elettrolito di acido
solforico che è una sostanza corrosiva e deve Istruzioni per la ricarica
essere trattata con molta cautela perchè può
causare avvelenamento e gravi bruciature. 1. Se possibile rimuovere i tappi.

2. Controllare dove possibile il livello dell’elettrolito.


Tenere lontano dalla portata dei bambini.
3. Pulire i poli.
Evitare il contatto con pelle ed occhi.
4. Assicurarsi che il locale sia sufficentemente ventilato.

5. Limitare la corrente di carica ad un massimo di 1/10 della


- ATTENZIONE - capacità della batteria (Ah).
indossare indumenti protettivi, guanti e occhiali 6. Collegare la batteria al carica batteria.
antinfortunistici. In caso di contatto con occhi
e pelle, sciacquare immediatamente con mol- 7. Collegare il carica batteria alla rete.
ta acqua e rivolgersi a un medico. Se ingerito,
rivolgersi immediatamente a un medico. 8. Accendere il carica batteria.

9. La temperatura della batteria non deve eccedere i 55ºC.

10. Dopo aver terminato spegnere il carica batteria.

11. Scollegare il carica batteria dalla corrente di rete.

12. Scollegare la batteria dal carica batteria.

13. Controllare dove possibile il livello dell’elettrolito.

14. Reinserire i tappi.

B/26
- Non ricaricare batterie danneggiate. Pericolo di esplosione. AVVIAMENTO CON BATTERIE AUSILIARIE
- Non caricare una batteria calda.Pericolo di esplosione.
- Una batteria è completamente carica se a temperatura co- - ATTENZIONE -
stante la densità dell’elettrolito e la tensione misurata ai poli L'avviamento con batterie ausiliarie è un operazione che
non aumenta entro 2 ore. richiede due persone opportunamente addestrate e qualificate.
- Ogni ricarica sarà buona quanto buone sono le condizioni Un errore nell'esecuzione delle operazioni può provocare
generali della batteria. Questo significa che una vecchia gravi danni alla macchina, a cose e persone.
batteria,dopo la ricarica, non riuscirà a riottenere la stessa vita
ed efficienza di una batteria nuova. - Quando si avvia il motore utilizzando un’altra macchina,
- Il metodo più semplice di carica è quello della carica a poten- collegare gli accumulatori in parallelo. Quando si colle-
za costante. gano i cavi, evitare il contatto tra il cavo positivo “+” ed il
- Alla fine della carica la tensione del carica batteria aumenta cavo negativo “-”.
e crea gassificazione. Si raccomanda di usare semplici carica - Indossare i dovuti indumenti protettivi prima di eseguire
batteria con controllo di minima corrente e timer di spegnimento. qualsiasi operazione.
- Se la batteria presenta un livello di elettrolito basso ripristinar- - Fare attenzione ad evitare il contatto tra la macchina
lo fino al minimo livello (appena sopra il limite delle piastre) da avviare e la macchina che deve fornire corrente per
quindi caricare. Dopo aver terminato la carica riempire fino al evitare scintille e quindi esplosioni dell’idrogeno prodotto
livello massimo (per evitare fuoriuscite). dagli accumulatori. L’esplosione dell’accumulatore pro-
voca gravi danni e lesioni.
La sovraccarica deve essere evitata perché:
- Assicurarsi di non scambiare i cavi di avviamento e collegare
a) E’ una perdita di energia che causa la dissociazione dell’acqua.
per primo il cavo di massa (-) e per ultimo il cavo positivo (+).
b) Produce perdita di massa attiva per il deterioramento degli elettrodi
c) Crea pericolo di esplosione. - Usare molta cautela quando si rimuovono i cavi d’avvia-
mento; fare in modo che i cavi staccati dall’accumulatore
- Se le batterie solfatate vengono ricaricate senza limitazione di non tocchino altre parti di macchina per evitare esplosio-
voltaggio, bolliranno e si riscalderanno con rischio di esplosione. ni da idrogeno.
- Per vecchie batterie (nella maggioranza dei casi solfatate)
caricare con molta cautela. Anche con 13.8 Volts c’è la pos- - ATTENZIONE -
sibilità di un aumento della temperatura.
I CAVI E LE PINZE DEVONO ESSERE PROPORZIONATI AL
CARICO DI CORRENTE DA TRASFERIRE.
- ATTENZIONE -
L’ACCUMULATORE DA USARE PER L’AVVIAMENTO
Tutte queste operazioni devono essere eseguite da personale DEVE AVERE UNA CAPACITÀ SUPERIORE OD ALMENO
competente e addestrato. UGUALE A QUELLA DELL'ACCUMULATORE DI SERIE.

- ATTENZIONE - - ATTENZIONE -
Le batterie contengono sostanze altamente inquinanti che CONTROLLARE CHE I CAVI E LE PINZE NON SIANO
non devono essere disperse nell’ambiente. CORROSI O DANNEGGIATI.
Le batterie scariche, vecchie, danneggiate etc. devono
essere opportunamente smaltite. ASSICURARSI CHE LE PINZE STRINGANO SALDAMENTE
I MORSETTI.
Batterie a bassa manutenzione
Le batterie a bassa manutenzione sono state studiate per - ATTENZIONE -
evitare interventi di manutenzione nell’uso ordinario e consueto
della batteria. Nel caso di scarica controllare il livello dell’elettroli- FARE MOLTA ATTENZIONE DURANTE LE VARIE
to, seguire le indicazioni riportate nel paragrafo ”BATTERIA”. Per OPERAZIONI: CONTATTI DIRETTI O INDIRETTI CON
le specifiche tecniche rivolgersi al fornitore o alla casa costruttrice. PARTI IN TENSIONE POSSONO PROVOCARE LESIONI
E IN CERTI CASI ANCHE LA MORTE.
Batterie a manutenzione “zero”
Sono batterie che non permettono interventi di manutenzione. - ATTENZIONE -
Una volta raggiunta la scarica la batteria va sostituita. Per le
specifiche tecniche rivolgersi al fornitore o alla casa costruttrice. AL MOMENTO DELL'AVVIAMENTO DEL MOTORE L'OPE-
RATORE DEVE TROVARSI AL POSTO DI GUIDA IN
MODO DA AVERE SOTTO CONTROLLO LA MACCHINA.
- ATTENZIONE -
NON EFFETTUARE INTERVENTI DI MANUTENZIONE O DI
RECUPERO DELLE BATTERIE A MANUTENZIONE ”ZERO”.

B/27
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

Connessione dei cavi e avviamento motore PROTEZIONE DELL'IMPIANTO ELETTRICO


1. Assicurarsi che la chiave d’avviamento sia in posizione "O".
- ATTENZIONE -
2. Collegare tra loro i poli positivi "+" dei due accumulatori "A".
Un fusibile bruciato deve essere sostituito con un altro
3. Collegare il cavo del morsetto negativo "-" dell’accumulatore fusibile dello stesso tipo, amperometraggio e classe.
carico al blocco di massa della macchina da avviare "B". Non sono ammessi altri interventi anche se temporanei.
4. Avviare il motore della macchina regolarmente funzionante e
portarlo ad un regime elevato. - Non collegare o rimuovere morsetti, fusibili, connettori
con macchina accesa o elettricamente alimentata.
5. Avviare il motore della macchina in avaria.
- ATTENZIONE -
Rimozione dei cavi Qualsiasi intervento sull'impianto elettrico deve
avvenire con macchina non alimentata elettricamante;
A motore avviato rimuovere i cavi nell’ordine inverso del col- ripristinare l'alimentazione solamente dopo aver concluso
legamento. l'intervento, rimontato coperchi e protezioni.
1. Scollegare il cavo negativo “-“ dal blocco di massa del mo-
tore avviato e quindi dall’accumulatore "B". - Per togliere l'alimentazione alla macchina intervenire
sullo staccabatterie.
2. Scollegare il cavo positivo "+" prima dall’accumulatore usa-
to per l’avviamento e poi dall’accumulatore scarico "A". - Togliere l'alimentazione attraverso lo staccabatterie an-
che prima di sostituire la batteria del mezzo.
- Nel caso un connettore si danneggiasse o non rimanesse
più inserito nella propria sede questo deve essere subito
sostituito onde evitare cortocircuiti, scintillamenti ecc.

- ATTENZIONE -
Cavi danneggiati, pizzicati, bruciati, devono essere
sostituiti immediatamente anche se le lesioni riguardano
solamente la guaina o l'isolante esterno.
Accumulatore Accumulatore
carico scarico - Non effettuare o interrompere mai alcun collegamento
del circuito di carica, collegamenti alla batteria inclusi,
con il motore in moto.
Basamento
- Non cortocircuitare mai a massa (terra) alcun compo-
motore da avviare nente di carica.
- Non usare una batteria ausiliaria con tensione nominale
- ATTENZIONE - superiore a 12volt.
TUTTE QUESTE OPERAZIONI DEVONO ESSERE ESE- - Osservare sempre la corretta polarità quando si installano
GUITE DA PERSONALE COMPETENTE E ADDESTRATO. le batterie o si usa una batteria ausiliaria per la messa in
moto con i cavi. Seguire le istruzioni del manuale di uso e
manutenzioine quando si avvia la macchina con i cavi.
- Scollegare sempre il cavo negativo dalle batterie prima
di effettuare saldature ad arco sulla macchina o su qual-
siasi attrezzo ad essa collegato.
- Posizionare il morsetto di terra della saldatrice il più vici-
no possibile all'area da saldare.

- ATTENZIONE -
Se la saldatura deve essere eseguita in prossimità di un
modulo elettrico, il modulo deve essere rimosso dalla macchina.
Si raccomanda di fare eseguire questa operazione
a personale qualificato e autorizzato.

- Evitare che i cavi della saldatrice si trovino sopra, vicino


o incrocino qualsiasi cavo elettrico o componente elet-
tronico mentre è in corso la saldatura.

B/28
SERRAGGIO DADI RUOTE Tabella pressione pneumatici

- Serrare i dadi alle scadenze prescritte nella tabella di


manutenzione.
- Le coppie di serraggio dei dadi ruota, sono le seguenti:
Colonnetta ruota diametro 18 kgm 50
MISURA PNEUMATICO CARATTERISTICHE MARCA BAR
Colonnetta ruota diametro 22 kgm 60
TYRES DIMENSIONS DETAILS BRAND BAR

- Serrare sempre i dadi in posizione contrapposte, non


consecutivamente. 10,5 -18 129D (10PR) / 3,75
12,5 -18 132B (10PR) / 3,0
- Dopo aver rimontato la ruota, serrare i dadi tra ruota e
12,5 -18 134D (12PR) / 3,5
assali. Controllare poi il serraggio dei dadi ogni giorno
fino a quando la coppia non si è stabilizzata. 12,5 -20 136B (12PR) / 3,5
18 R19,5 160A8(16PR) / 4,5
16/70 -20 148D (14PR) / 3,5
- ATTENZIONE -
18 -22,5 163A8 (16PR ) / 4,5
IL NUMERO DELLE COLONNETTE DELL'ASSALE DEVE 405/70-20 (16/70-20) 149B (14PR) / 3,5
CORRISPONDERE AL NUMERO DEI DADI SERRATI. 405/70R20 (16/70R20) 152J / 6,0
DEVONO QUINDI ESSERE MONTATI TUTTI I DADI IN 405/70-24 (16/70-24) 14PR / 4,0
OGNI RUOTA IN CASO CONTRARIO LA MACCHINA /
405/70R24 (16/70R24) 152J 5,0
NON PUÒ OPERARE.
445/65R22,5 (18R22,5) 169F / 8,0

445/65 R22,5 168A8 / 8,5


- Nel caso di sostituzione della ruota la macchina o il lato
14.00 -24 16PR / 3,75
sollevato possono essere riappoggiati a terra solamente
/ 3,2
con ruote montate e correttamente serrate. 17.5L -24 152A8 (16PR)
445/70R24 (17.5LR24) 151G / 4,1
500/70R24 (19.5LR24) 164A8 / 4,0
- ATTENZIONE -
IL SERRAGGIO DEI DADI DEVE ESSERE EFFETTUATO
- Verificare la misura dei pneumatici montati ed il numero
PRIMA CON MACCHINA, O PARTE DI QUESTA, SOLLEVATA
delle tele per la corretta
AXBpressione
1489/UK di gonfiaggio.
DA TERRA POI CON MACCHINA APPOGGIATA A TERRA.
- Per ottenere la massima efficienza non utilizzare pneu-
- Utilizzare solo dadi originali DIECI per il serraggio delle matici con più dell’80% di usura del battistrada.
ruotre. In caso di smarrimento anche di un solo dado
contattare il centro assistenza DIECI. - ATTENZIONE -
Gonfiare o intervenire sui pneumatici può essere pericoloso.
Ogni qualvolta possibile si deve incaricare del personale
PNEUMATICI specializzato di intervenire o installare i pneumatici.
In ogni caso, onde evitare lesioni gravi o ferite mortali,
- ATTENZIONE - attenersi alle precauzioni di sicurezza sotto riportate.
AL RICEVIMENTO DELLA MACCHINA CONTROLLARE
- Le ruote della macchina sono molto pesanti.
LA PRESSIONE DELL'ARIA DEI PNEUMATICI. Maneggiare con cura e accertarsi che, una volta immagazzi-
nate, non possano cadere e ferire qualcuno.
- Controllare la pressione dei pneumatici ogni 100 ore
o ogni due settimane. La pressione va controllata con - Non tentare mai di riparare un pneumatico su una pubblica
pneumatici freddi. strada o autostrada.
- Verificare ad ogni utilizzo che i fianchi dei pneumatici - Accertarsi che il cricco sia posizionato su una superficie soli-
non siano danneggiati. da e pianeggiante.
- Accertarsi che il cricco abbia una portata adeguata a solleva-
- ATTENZIONE - re la macchina.
PNEUMATICI CHE PRESENTANO TAGLI O USURA ECCES- - Usare dei cavalletti a cricco o altri mezzi di bloccaggio ade-
SIVA DEVONO ESSERE SOSTITUITI IMMEDIATAMENTE. guati a sostenere la macchina durante la riparazione dei
pneumatici.
- Tenere lontani dai pneumatici, olio, grasso e liquidi cor- - Non mettere nessuna parte del corpo sotto la macchina.
rosivi per evitare il deterioramento della gomma. - Non avviare il motore mentre la macchina è sul cricco.
- La pressione dei pneumatici deve essere sempre ai - Non colpire mai un pneumatico o un cerchio con un martello.
livelli indicati nella tabella. Le pressioni riportate sono
quelle indicate dalla casa costruttrice, quindi rispettarle - Accertarsi che il cerchio sia pulito, senza ruggine e privo di
con buona approssimazione. danni. Non saldare, brasare, riparare in qualsiasi modo o usa-
re un cerchio danneggiato.

B/29
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

Sostituzione di una ruota in strada

- Qualora la sostituzione di una ruota dovesse avvenire


lungo una strada procedere come descritto:

Se possibile fermare la macchina su terreno piano e


consistente.

Inserire il freno di stazionamento.

Arrestare il motore.

Inserire le luci di emergenza.

Applicare i cunei sotto le ruote opposte a quella da so-


stituire per bloccare la macchina nelle due direzioni.

Allentare i bulloni della ruota da sostituire.

Collocare il crich sotto la semiscatola dell'assale, il più


vicino possibile alla ruota.

Sollevare la ruota fino a staccarla dal suolo, posizionare


il sostegno di sicurezza sotto l'assale.

Svitare completamente i bulloni delle ruote e rimuoverli.

- ATTENZIONE - Estrarre la ruota con movimenti rotatori di "spingi e tira".


QUANDO SI MONTA UN PNEUMATICO NUOVO O
RIPARATO, USARE UN ADATTATORE PER LA VALVOLA Inserire la ruota nuova sul mozzo.
DEL TIPO A MOLLA CON MANOMETRO A DISTANZA
CHE CONSENTA ALL'OPERATORE DI TENERSI BEN Avvitare manualmente i bulloni, se necessario lubrificarli
DISTANTE DAL PNEUMATICO DURANTE IL GONFIAGGIO. con grasso. Serrare a fondo i bulloni con una chiave di-
USARE UNA GABBIA DI SICUREZZA. namometrica.

- Non gonfiare un pneumatico a meno che il cerchio non Rimuovere il sostegno di sicurezza ed abbassare l'ele-
sia montato sulla macchina o fissato in modo tale da non vatore telescopico con il crich.
potersi muovere nel caso in cui il pneumatico o il cerchio
si dovessero rompere improvvisamente. Serrare nuovamente a fondo con una chiave dinamome-
trica i bulloni della ruota.
- Non gonfiare nessun pneumatico oltre la pressione
indicata dalla DIECI. Se il tallone non si assesta sul
cerchio quando si arriva a questa pressione sgonfiare il
pneumatico e lubrificare nuovamente con una soluzione
di acqua e sapone, gonfiare di nuovo. Non usare olio o
grasso. Un gonfiaggio superiore a quello consentito con
talloni non assestati può causare la rottura del tallone
stesso o del cerchio con forza esplosiva sufficiente a
causare gravi lesioni.

- DIVIETO -
E' VIETATO MONTARE PNEUMATICI GONFIATI CON
SCHIUMA POLIURETANICA SALVO AUTORIZZAZIONE
DEL COSTRUTTORE.

- Non rigonfiare un pneumatico che ha girato completa-


mente, o molto, sgonfio fino a quando non è stato debi-
tamente ispezionato da un tecnico qualificato.
- Dopo aver rimontato la ruota, serrare i dadi tra ruota e
assali. Controllare poi il serraggio dei dadi ogni giorno
fino a quando la coppia non si è stabilizzata

B/30
STOCCAGGIO LIQUIDI PERICOLOSI
- Maneggiare il combustibile con attenzione è molto in-
fiammabille. Se il combustibile prendesse fuoco potreb-
be verificarsi un'esplosione e/o un incendio.

- Fare attenzione a fumi e vapori che prodotti chimici pos-


sono formare. Evitare l'inalazione.
- Evitare di respirare fumi di combustione.
- Evitare che questi prodotti chimici si disperdano e deflui-
scano nel sottosuolo, nelle fognature e nelle acque superfi-
- ATTENZIONE - ciali. Se necessario informare le competenti autorità locali.
Tutti i combustibili, la maggior parte dei lubrificanti
- Nel caso di incendio utilizzare anidride carbonica, polve-
ed alcuni antigelo sono infiammabili.
re chimica secca, schiuma, acqua nebulizzata, sabbia,
terra. Utilizzare getti d'acqua per raffreddare le superfici
- Tutti i fluidi infiammabili devono essere stoccati in appositi
esposte al fuoco.
recipienti, sui quali deve essere ben indicato il contenuto.
I recipienti devono essere ermeticamente chiusi. - Verificare che non vi siano perdite di liquido infiamma-
bile (perdite di combustibile, olio, grasso, lubrificanti in
generale) nei recipienti di stoccaggio.
- ATTENZIONE -
Tutti i fluidi devono essere conservati fuori dalla portata
dei bambini e personale non competente. Contatto con liquidi pericolosi
- Fluidi di diversa natura non devono essere mescolati tra di loro. - Evitare il contatto con la pelle e con gli occhi.
- Indossare i dovuti indumenti protettivi.
- ATTENZIONE -
- Nel caso di contatto con gli occhi, lavarli immediatamen-
Tutti i prodotti chimici sono in genere molto nocivi
te con molta acqua per qualche minuto tenendo le pal-
per la salute, evitare il contatto con la pelle e con gli occhi
pebre aperte e quindi rivolgersi alle cure di un medico.
indossando degli idonei indumenti protettivi; non ingerire.
- In caso di contatto con la pelle, lavarsi accuratamente con
acqua e sapone, togliersi gli indumenti contaminati, passa-
re una crema emolliente se la pelle tende a seccarsi.
- Nel caso di inalazione allontanarsi dall'area contaminata
raggiungendo un luogo ben ventilato. Nel caso di proble-
mi respiratori rivolgersi ad un medico.
- Se ingerito, rivolgersi a un medico. Mostrargli l’etichetta
o il recipiente. Non provocare il vomito per evitare il ri-
schio di aspirazione attraverso le vie respiratorie.

- ATTENZIONE -
Stoccare i fluidi infiammabili in apposito locale ben
ventilato, lontano da fonti di calore, scintille, fiamme.
Tenere i recipienti chiusi e al coperto.
All'interno di detto locale non devono essere presen-
ti altre sostanze, (es. sostanze per uso alimentare).

- Rifornire sempre il serbatoio all'aperto.

B/31
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

Gasolio Caratteristiche del carburante


raccomandato
- Prima di maneggiare il carburante, di riempire il serbato-
io, ecc., osservare le seguenti norme: Per ottenere un buon rendimento, usare un carburante di
Non aggiungere mai al gasolio carburanti diversi tipo: buona qualità. Si riportano di seguito le caratteristiche del
benzina, alcool. carburante raccomandato.

- ATTENZIONE - • Numero di cetano 45 minimo.


• Viscosità 2/4,5 centistokes a 40°C.
E’ PROIBITO FAR RIFORNIMENTO CON
• Densità 0,8201860 kg/litri a 15°C.
IL MOTORE ACCESO
• Zolfo 0,20% in peso, massimo.
Pulire la zona del tappo di rifornimento. Riempire il ser- • Distillazione 85% a 350°C.
batoio del carburante alla fine di ciascuna giornata per
ridurre la condensazione durante il periodo di sosta.
Acqua e sedimenti devono essere tolti prima che arrivino Numero di cetano
al motore.
Non usare antigelo per togliere l’acqua dal gasolio. Il numero di cetano indica la capacità di accensione.
Un carburante con un numero di cetano più basso può causare
Non affidarsi al filtro per togliere l’acqua dal gasolio. problemi di avviamento a freddo e influenzare la combustione.
Non lasciare mai il serbatoio senza tappo e chiuderlo
sempre a chiave. Se si dovesse perdere il tappo origi-
nale, sostituirlo con uno originale. Un tappo qualunque Viscosità
potrebbe non essere adatto.
Quando si riempie il serbatoio tenere sotto controllo La viscosità è la resistenza a scorrere; le prestazioni del moto-
l’erogatore. re possono essere compromesse se il valore è fuori dai limiti.

Densità
Una densità più bassa riduce la potenza del motore, una più
alta aumenta la potenza del motore e la fumosità dallo scarico.

Zolfo
Un alto contenuto di zolfo causa l’usura del motore e inquinamento.

- ATTENZIONE -
NON fumare DURANTE LE SUDDETTE OPERAZIONI Distillazione
La distillazione è un’indicazione della miscela di differenti
Non ispezionare il serbatoio con una fiamma.
idrocarburi nel carburante. Un alto rapporto di idrocarburi
Non riempire completamente il serbatoio. Lasciare spa- leggeri può influenzare le caratteristiche di combustione.
zio per l’espansione e pulire immediatamente eventuali
versamenti.
Prima di effettuare saldature al serbatoio o a componenti a
stretto contatto verificare l’assenza di carburante in esso. Carburanti per basse temperature
Nel caso di perdite di carburante dovute a rotture blocca-
re la fuoriuscita nel più breve tempo possibile e contatta- Se il motore funziona a temperature inferiori a 0°C possono
re l’assistenza DIECI. essere usati speciali carburanti invernali. Questi carburanti
hanno una viscosità più bassa e limitano la formazione di
paraffina nel carburante. La formazione di paraffina arresta
il passaggio di carburante nel filtro.

- ATTENZIONE -
Inalare per il minor tempo possibilE
i vapori di Gasolio in quanto
cancerogeni E pericolosi per la salute

B/32
PULIZIA E IMMAGAZZINAMENTO GASOLIO 6. I fusti di carburante (fig.sottostante) devono essere
immagazzinati al riparo per evitare infiltrazione d’acqua.
E’ essenziale mantenere pulito il carburante. Devono inoltre essere leggermente inclinati, per per-
mettere eventualmente all’acqua di scorrere dal labbro
I consigli qui forniti contribuiscono a mantenere inalterate le superiore. I fusti di carburante non devono essere tenuti
sue qualità. in deposito troppo a lungo prima dell’impiego.

1. Non usare mai recipienti zincati.

2. Non pulire mai l’interno dei contenitori o i componenti


dell’impianto di alimentazione con panni che lasciano
sedimenti.

3. La capacità della cisterna dev’essere tale che gli inter-


valli tra un rifornimento e l’altro non siano troppo lunghi.
Una capacità di 3000 litri è sufficiente per una azienda di
dimensioni medie.

4. La cisterna di stoccaggio (fig.sottostante) deve essere


al coperto e appoggiata su un supporto abbastanza
alto in modo da permettere il rifornimento a gravità della
macchina; al di sotto di essa deve essere posizionata
una vasca per la raccolta,in caso di fuoriuscita, del car-
burante. Deve inoltre essere dotata di passo d’uomo che
7. I fusti tenuti all’aperto devono avere il tappo avvitato sal-
permetta l’accesso per la pulizia.
damente per evitare infiltrazioni d’acqua.

8. Dopo il rifornimento di carburante alle cisterne di stoc-


caggio o dei barili si consiglia di far riposare il combusti-
bile per almeno due ore per permettere la sedimentazio-
ne di acqua e impurità prima di un eventuale prelievo.

5. Il rubinetto di mandata deve essere superiore al fondo


in modo da trattenere la sedimentazione; deve inoltre
essere dotato di filtro asportabile. La cisterna deve avere
un’inclinazione di 40 mm per metro in direzione del tap-
po di scarico della sedimentazione.

B/33
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

Considerazioni di carattere ecologico SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

- ATTENZIONE -
Di seguito vengono riportate alcune raccomandazioni
che potrebbero essere di aiuto. Informatevi sulle norme
legislative vigenti in merito nel vostro Paese.
Richiedete informazioni ai fornitori di olii lubrificanti,
combustibili, prodotti anticongelanti, detersivi, ecc.,
circa i loro effetti sull’uomo ed in natura e circa le norme
da seguire per il loro uso, stoccaggio e smaltimento. - I materiali di scarto non devono essere dispersi nell'am-
biente ma opportunamente smaltiti. Lubrificanti esausti,
batterie, stracci sporchi di grasso, pastiglie freno ecc.
- Evitate di rifornire i serbatoi con taniche od impianti di devono essere consegnati a ditte specializzate ed auto-
rifornimento combustibile pressurizzati non idonei che rizzare allo smaltimento di rifiuti inquinanti.
possono causare perdite e versamento di liquidi conside-
revoli. - Lo smaltimento improprio di rifiuti è una minaccia per
l’ambiente. Rifiuti potenzialmente pericolosi sono: lubrifi-
- Gli olii lubrificanti moderni contengono additivi. canti, combustibile, refrigerante, filtri e batterie.
Non bruciate olii combustibili contaminati e/o olii usati ne-
gli impianti di riscaldamento convenzionali. - Non spandere rifiuti sul terreno, negli scarichi o nelle fal-
de acquifere.
- Evitate di disperdere, durante i travasi, liquidi di raffred-
damento motore usati, olii lubrificanti del motore e della - Richiedere informazioni sui modi appropriati per riciclare
trasmissione, olio idraulico, olio freni, ecc. Riponeteli al o smaltire i rifiuti alle autorità locali o ai centri di raccolta.
sicuro fino al momento dello smaltimento da effettuarsi
nei modi idonei previsti dalle norme legislative o secondo
le disposizioni locali.

- Liquidi anticongelanti moderni e le loro soluzioni, quali ad


esempio, gli antigelo ed altri additivi, dovrebbero essere
sostituiti ogni due anni. Non debbono essere lasciati pe-
netrare nel terreno, occorre provvedere alla loro raccolta
e smaltimento nei modi idonei.

- Non intervenite direttamente sugli impianti di condiziona-


mento aria (Optional), aprendoli. Contengono gas che
non devono essere lasciati liberi nell’atmosfera. Rivolge-
tevi al Concessionario o agli specialisti che dispongono di
speciali attrezzature e che comunque debbono provvede-
re a rifornire l’impianto.

- Riparate immediatamente qualsiasi perdita o difetto degli


impianti di raffreddamento od idraulici del motore.

- Non aumentare la pressione in un impianto pressurizzato,


ciò potrebbe provocare lo scoppio di parti componenti.

B/34
B/35
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

VERIFICA della velocità del vento

- La variazione della velocità del vento può portare nu-


merevoli inconvenienti quali la perdita di stabilità della
macchina, l’oscillazione del carico, la diminuzione della
visibilità dal sollevarsi di polvere, foglie etc.

- Appendici sfavorevoli all’utilizzo della macchina sono:


Collocazione del cantiere: l’effetto aereodinamico di edi-
fici, alberi e altre strutture comportano un aumento della
velocità del vento.
L’altezza del braccio sfilato: più si sale verticalmente più
aumente la velocità del vento.
L’area di ingombro del carico: più area occupa più risen-
te della forza del vento.

- ATTENZIONE -
Gli elevatori telescopici DIECI possono essere utilizzati
fino ad una velocità del vento di 45 Km/h pari a 12,5 m/s
(N°6 della scala Beaufort) misurata a terra.

- ATTENZIONE -
Alla temperatura di 10°C un vento con velocità di 32 Km/h
fa percepire sulle parti esposte del corpo una tempera-
tura di 0°C, più in alto si sale più aumenta la velocità del
vento e più aumenta la sensazione del calo di temperatura.

- ATTENZIONE -
In presenza di vento teso (fig. 1/B n°5 scala di Beaufort)
non sollevare mai carichi aventi superfici superiori al m2.

Riportiamo di seguito il grafico della scala Beaufort (fig.1/B)


per poter determinare indicativamente la velocità del vento
alla quale state lavorando e sospendere quindi le operazioni
di lavoro se si dovessero superare determinati valori.

S CAL A D I B E AUF O R T D E I V E N T I

N° DEFINIZIONE INDICATORI VEL. m/s

0 Calma Il fumo sale verticalmente 0 - 0,2

1 Bava di vento Direzione del vento indicata dal fumo inclinato 0,3 - 1,5
Il vento si sente sul viso; fruscio del fogliame;
2 Brezza leggera 1,6 - 3
le normali banderuole si muovono al vento.
Foglie e ramoscelli in costante movimento; 3-5
3 Brezza terra
le bandiere leggere sventolano.
Solleva la polvere e la carta sciolta,
4 Vento moderato 5-8
i ramoscelli oscillano.
Piccoli alberi con fronde oscillano. Sugli
5 Vento teso 8 - 11
specchi di acqua interni si formano piccole onde
Si muovono i rami grandi; i cavi telefonici
6 Vento fresco 11 - 14
sibillano; è difficile usare l’ombrello.
Alberi oscillano; difficile camminare
7 Vento forte 14 - 17
controvento.

8 Burrasca moderata Rami rotti; disturbo al traffico stradale. 17 - 21


Si hanno leggeri danni agli edifici (cadono
9 Burrasca forte 21 - 24
camini e tegole).

(fig.1/B)

B/36
VALUTARE LA CONSISTENZA DEL TERRENO
DI SOTTOFONDO

Il terreno sul quale l’elevatore telescopico può essere posi-


zionato deve essere in grado di sostenere la macchina e la
sua massima capacità portante.

- ATTENZIONE -
Il cedimento del fondo di appoggio della macchina
può causare il ribaltamento del mezzo.

- Osservare le seguenti indicazioni per eviatare il ribalta-


mento del mezzo:
Chiedere al datore di lavoro (direttore dei lavori, assi-
stente edile) se sotto gli stabilizzatori/pneumatici posso-
no esserci cavità nascoste (condutture, pozzi, vecchie
cisterne, solai di scantinati, concimaie etc.).

Valutazione da parte dell’operatore della consistenza


del terreno, utilizzando anche le tabelle e i grafici ripor-
tati quì a fianco. In caso di dubbi rivolgersi all’ingegnere
civile presente in cantiere o richiedere la consulenza da
parte di un ingegnere esterno.
(fig.3/B) Pressione superficiale consentita su terreni di vario tipo.
A seconda del tipo di terreno e delle sue caratteristiche
geomorfologiche, il sottofondo può sopportare sollecita-
zioni solo in quantità limitata.

- ATTENZIONE -
Richiedere in ogni caso la consulenza da parte di un
ingegnere civile per una valutazione il più possibile
fedele e meticolosa del terreno in cui si vuole operare.
(fig.4/B) Dimensione della superficie di appoggio in relazione
alle caratteristiche geomorfologiche del terreno.

B/37
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

DISPOSITIVI DI SICUREZZA
La macchina è provvista di alcuni dispositivi di sicurezza (Proximity, Microinterruttori e Monitoraggio del carico) che salvaguardano
l'utilizzo da errate manovre o dimenticanze.

Alloggiamento dispositivi di sicurezza all'interno della cabina

H
E F C
G

(fig.7/B)

Selettore a chiave rientro allarme


A Micro interruttore sedile (fig.7/B) F dispositivo antiribaltamento (fig.7/B)

Micro interruttore impugnatura


B manipolatore braccio (fig.7/B) G Freno di stazionamento (fig.7/B)

C Selettore a chiave funzioni macchina (fig.7/B) H Pulsante di emergenza (Arresto motore) (fig.7/B)

D Sistema monitoraggio carico (fig.7/B) I Livella a bolla (fig.7/B)

E Selettore a chiave dispositivo antiribaltamento (fig.7/B)

B/38
Alloggiamento dispositvi di sicurezza macchina

Uscita d'emergenza cabina (vetro POSTERIORE cabina).


(fig.8/B,pos."1")

(fig.8/B)

Uscita d'emergenza cabina (vetro ANTERIORE cabina).


(fig.9/B, pos."1")

(fig.9/B)

Valvola di blocco in tutti i cilindri idraulici.


(fig.10/B - Pos."1")

(fig.10/B)

B/39
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

Distanziale supporto braccio


(fig.11/B - Pos."1", fig.12/B)

- ATTENZIONE -
Il distanziale supporto braccio deve essere utilizzato esclu-
sivamente durante le operazioni di manutenzione ordinaria.
In caso di manutenzione al cilindro di sollevamento braccio
o della relativa valvola di blocco è obbligatorio sostenere il 1
braccio mediante opportuno apparecchio di sollevamento
(Portata minima 3 ton.)

- ATTENZIONE -
Per inserire il distanziale agire nel seguente modo:
(fig.11/B)
- Richiudere totalmente gli sfili del braccio telescopico;
- Sollevare il braccio per la minima altezza necessaria
per applicare il distanziale allo stelo;
- Bloccare il distanziale (fig.12/B - Pos."1") mediante gli
appositi ganci (fig.12/B - Pos."2").

1 2

(fig.12/B)

B/40
CABINA DI GUIDA
(fig.13/B Pos.”1”)

Tutte le macchina sono dotate di una cabina di guida che


ricopre anche il ruolo di cella di sicurezza per l’operatore.
1

- ATTENZIONE -
La cabina è un organo di sicurezza, pertanto
deve essere mantenuta sempre nelle giuste
condizioni di utilizzo.

- DIVIETO -
E’ ASSOLUTAMENTE VIETATO modificare,
forare o alterare in alcun modo la struttura della cabina.
In caso di manomissione decadono le responsabilità
civili da parte del costruttore.

E’ VIETATO saldare o collegare meccanicamente parti-


colari al telaio della cabina.
In caso di sostituzione di bulloni di fissaggio utilizzare
solo elementi della stessa classe di resistenza.
Non collegare mai catene o funi alla cabina allo scopo di
traino.
(fig.13/B)
In caso di ribaltamento della macchina, non cercare di
uscire dalla cabina durante l’incidente.

- ATTENZIONE -
RIMANENDO ALL’INTERNO DELLA CABINA CON LE
CINTURE ALLACCIATE SI OTTIENE UNA PROTEZIONE
MIGLIORE.

CABINA ROPS-FOPS
(fig.13/B - Pos. "1")

La macchina è equipaggiata con una cabina omologata


rops e fops. L'operatore è quindi protetto contro il ribal-
tamento e la caduta di oggetti dall'alto, come prescritto per
le macchine movimento terra. Durante l'uso, per evitare urti
del conducente contro le strutture interne della cabina, si fa
obbligo dell'uso della cintura di sicurezza. Il vetro posteriore
è utilizzabile come uscita di sicurezza.
E' PROIBITO APRIRE totalmente il vetro durante l'uso cor-
rente della macchina, a causa dei rischi di cesoiamento fra
braccio e telaio.

- ATTENZIONE -
Se la cabina presenta danneggiamenti visivi
è necessario sostituirla interpellando
il centro assistenza autorizzato
o officina autorizzata Dieci.

B/41
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

TABELLE DI CARICO

- ATTENZIONE -
CONTROLLARE LE TABELLE DI CARICO DELLA VOSTRA MACCHINA AL CAPITOLO "G" SCHEDE TECNICHE

Il carico di lavoro in sicurezza (Sale Working Load -SWL) di queste macchine dipende dall’entità dell’estensione e dell’angola-
zione del braccio.

Questa macchina è dotata di dispositivi antiribaltamento.

Per ulteriori indicazioni sull’indicatore carico di sicurezza vedere il relativo paragrafo (nella sezione "C" conoscere la macchina
"dispositivo antiribaltamento").

La tabella di carico posta nella cabina illustra le portate di lavoro in sicurezza, in relazione alle varie posizioni del braccio.
L’estensione del braccio è indicata tramite sigle alfabetiche: "A", "B", "C", "D", ecc.

La tabella di carico indica la massima altezza ed estensione ottenibile con una determinata portata senza eccedere il carico di
sicurezza. L'elevatore è corredato di una propria tabella di carico. La tabella di carico viene calcolata con forche standard.
Vi sono inoltre Tabelle di Carico addizionali da impiegarsi in presenza di differenti accessori .

La tabella di carico di seguito riportata, ha valore esclusivamente esemplificativo.


Prima di sollevare o posizionare carichi consultare le relative tabelle posizionate nel libricino che si trova a fianco del volante,
oppure consulatare il capitolo "H" (schede tecniche macchina) di questo manuale.

- ATTENZIONE -
I limiti indicati sulle Tabelle di carico si riferiscono alla macchina ferma. Non sollevare o estendere il braccio quando la macchina
è in movimento. Ritrarre il braccio completamente ed abbassarlo il più possibile prima di spostarsi con un carico.
Controllare quale accessorio braccio è montato sulla macchina e quindi consultare la Tabella di carico corretta.

IMPIEGO DELLE TABELLE DI CARICO E INDICATORI BRACCIO

- ATTENZIONE -
Per la vostra sicurezza e l‘integrità della macchina, attenersi alle informazioni qui di seguito descritte.

- ATTENZIONE -
I limiti indicati sulle tabelle di carico si riferiscono alla macchina ferma su ruote
o su stabilizzatori (se presenti) in posizione livellata e su terreno non cedevole.
Non sollevare o estendere il braccio quando la macchina è in movimento.
Ritrarre il braccio completamente ed abbassarlo il più possibile prima di spostarsi con un carico.

Controllare quale accessorio è montato sulla macchina e quindi consultare la Tabella di Carico corretta nella cabina.

Prima di procedere al sollevamento o al deposito di un carico è necessario conoscerne il peso.

Controllare che il baricentro del carico non sia superiore a 500mm misurato dai talloni delle forche.

- ATTENZIONE -
Il baricentro del carico può non essere al centro del carico, è quindi necessario localizzarne la posizione.

B/42
Quando il peso da movimentare è noto, consultare la Tabella di carico (capitolo “H“ schede tecniche macchina) e localizzare il
segmento indicante il peso immediatamente superiore.

Esempio:
sulla Tabella di carico esemplificativa (fig.15/B), il peso del carico noto è di 0,8 ton, localizzare il segmento 0,9 ton. (fig.15/B Pos.“A“).

Il bordo a sinistra (fig.15/B Pos.“B“) e il bordo superiore (fig.15/B Pos.“C“) di tale segmento indicano i limiti di stabilità della mac-
china relativi al carico considerato. Non si deve inclinare e distendere il braccio oltre i limiti indicati. (fig.15/B Pos.“B-C“).

Successivamente all’inserimento delle forche al di sotto del carico e prima di sollevarlo, controllare i valori sugli indicatori dell’an-
golazione (fig.16/B Pos.“1“) e dell’estensione del braccio (fig.17/B Pos.“1“).

1
C

C
B (fig.16/B)

B 1

(fig.15/B)
(fig.17/B)

Come si può vedere sulla tabella le linee partono dalle scale graduate dell’angolazione ed estensione del braccio e attraversano
la sezione della tabella. Localizzare gli incroci delle linee relativi ai valori considerati. Se il punto di incrocio si trova all’interno del
segmento di carico massimo o alla sua destra (peso di carico noto) il carico è entro i limiti di sicurezza.

Se le linee si incrociano al di sopra o sulla parte sinistra del segmento, non tentare di sollevare il carico. Ritrarre il braccio.
Se, anche con il braccio completamente ritratto i valori angolari e di estensione del braccio si incrociano all’esterno del segmento
di carico massimo non tentare di sollevare il carico.

Quando il carico è sulle forche, ritrarre il braccio prima di sollevarlo o abbassarlo. Ciò ridurrà il rischio di rendere la macchina instabile.

Da notare che quando il carico è in alto (ad esempio su un’impalcatura) è necessario liberarlo (sollevarlo) prima di ritrarre com-
pletamente il braccio.

Prima di depositare un carico, consultare la Tabella di carico per determinare la distanza massima della macchina dal punto di scarico.
Deve essere possibile depositare il carico senza incrociare i limiti indicati a sinistra o quelli superiori del segmento di carico massimo.

B/43
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

Taccuino con informazioni fondamentali


(fig.18/B - Pos."1")

- A : pagina copertina 1
- B : pagina cambio marcia
- C : pagina pressione gonfiaggio pneumatici
- D : pagina principali norme di sicurezza
- E : pagina circolazione stradale
- F : pagina legenda simboli (fronte)
- G : pagina legenda simboli (retro)
- H : diagrammi di portata

- ATTENZIONE -
Le tabelle riportate di seguito (fig.16/B)
sono indicative e potrebbero non corrispondere
a quelle inserite all'interno del taccuino in cabina.

MISURA PNEUMATICO CARATTERISTICHE


TYRES DIMENSIONS DETAILS
DIMENSION DES PNEUS CARATTERISTIQUES BAR
DIMENSION DE LOS NEUMATICOS CARACTERISTICAS
REIFENMASS EIGENSHAFTEN

10,5-18 10PR 3,75


12,5 -18 10PR 3,0
12,5-18 12PR 3,0
12,5-20 12PR 3,5
18-19,5 16PR 4,5
16/70-20 14PR 3,5
18-22,5 16PR 4,5
405/70-20 (16/70-20) 14PR 3,5
405/70R20 (16/70R20) 152J 6,0
405/70-24 (16/70-24) 14PR 4,0
405/70R24 (16/70R24) 152J 5,0
445/65-22,5 (18-22,5) 163A8 (16PR) 4,5
445/65R22,5 168A8 8,5

3 445/65R22,5
14.00-24
169F
16PR
8,0
3,75

17.5LR24 16PR 4,0

A : copertina B : selezione velocità C : pressione gonfiaggio pneumatici D : principali norme di sicurezza

LEGENdA SiMBOLi LEGENdA SiMBOLi


SYMBOLS KEY SYMBOLS KEY
LÉGENdES SYMBOLES LÉGENdES SYMBOLES
LEYENdA SÍMBOLOS LEYENdA SÍMBOLOS
ZEICHENERKLÄRUNG ZEICHENERKLÄRUNG

Stabilizzatori abbassati Stabilizzatori alzati Prolunga a traliccio (Misure) Braccetto con gancio (Misure)
Stabilizers lowered Stabilizers raised Jib (Measurements) Jib (Measurements)
Stabilisateurs abaissés Stabilisateurs relevés Potence (Dimensions) Potence (Dimensions)
Estabilizadores bajados Estabilizadores subidos Plumin (Medidas) Plumin (Medidas)
Abgesenkte Stabilisatoren Angehobene Stabilisatoren Gittermastverlängerung (Maße) Gittermastverlängerung (Maße)

In Rotazione continua In Rotazione non continua Cestello Trilaterale fisso Cestello Frontale fisso
Continuous rotation Non-continuous rotation Three-sided fixed basket Front fixed basket
En rotation continue En rotation non continue Nacelle Trilatérale Fixe Nacelle Frontale Fixe
En Rotación continua En Rotación no continua Cesta Trilateral Fija Cesta Frontal Fija
Bei kontinuierlicher Drehung bei nicht kontinuierlicher Drehung Dreiseitiger Arbeitskorb, fest Frontaler Arbeitskorb, fest

Posizione frontale
Cestello Trilaterale Estensibile Cestello Frontale Estensibile
Front position
Extendable three-sided basket Extendable front Basket
Position frontale
NacelleTrilatérale Extensible Nacelle Frontale Extensible
Posición frontal
Cesta Trilateral Extensible Cesta Frontal Extensible
Frontale Position
Dreiseitiger Arbeitskorb, ausziehbar Frontaler Arbeitskorb, ausziehbar

Vietato lavorare su pneumatici


Argano (Portata) Gancio per piastra portaforche
Do not work on tyres
Winch (Capacity) Fork-carrying plate hook
Interdiction de travailler sur pneumatiques
Treuil (Capacitè) Crochet pour plaque porte-fourches
Prohibido trabajar con la máquina apoyada sólo en los neumáticos
Cabrestante (Capacidad) Gancho para placa portahorquillas
Das Ausführen von Arbeiten auf Reifen ist verboten
Winde (Kapazität) haken für Gabelträgerplatte
Divieto di manovra con macchina non livellata
Posacentine
Do not manoeuvre if the machine is not level
Centering handlers
Manœuvres interdites quand la machine n'est pas nivelée
Pose - charpente
Prohibido maniobrar con la máquina no nivelada
Coloca - cimbras
Die Maschine darf nur nachAusgleichung der Bodenunebenheiten bewegt werden
Bogenausbau
Pressione massima esercitabile sul terreno
Maximum admitted force on the ground
Pression maximum à exercer au sol
Presión máxima aplicable sobre el suelo
Max. auf den Untergrund auszuübender Druck

AXB 1367 AXB 1367

E : circolazione stardale F : legenda simboli G : legenda simboli (retro) H : diagramma di carico

B/44
B/45
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

MOVIMENTAZIONE CARICHI

Prelevare un carico al suolo

1. Avvicinarsi lentamente al carico da sollevare con il brac-


cio completamente retratto e le forche in posizione oriz-
zontale all'altezza della sede di sollevamento.
Mantenere le forche sollevate quanto basta per evitare il
contatto con il terreno.

2. Portare le forche sotto al carico da sollevare fino al contat-


to con la piastra portaforche. Inserire il freno di staziona-
mento e spostare il selettore marcia in folle.

3. Sollevare leggermente il carico e inclinare all'indietro la


piastra portaforche portandola in posizione di trasporto.

- ATTENZIONE -
Rispettare sempre il centro di gravità del carico, incli-
nare le forche quanto basta per assicurare la stabilità
e evitare la perdita del carico durante le frenate.

- ATTENZIONE -
Non trasportare mai un carico con braccio
sollevato e/o sfilato

B/46
Prelevare un carico in alto

1. Assicurarsi che le forche passino facilmente sotto al carico.

2. Guidando lentamente e con prudenza la macchina avvici-


narsi al carico ponendosi perpendicolarmente a questo con
le forche orizzontali.

3. Ricordarsi sempre di mantenere la distanza necessaria per


inserire le forche sotto al carico, tra la pila e la macchina.
Estendere il braccio per la minor lunghezza possibile.

4. Dopo aver portato le forche sotto al carico da sollevare fino


al contatto con la piastra portaforche, inserire il freno di sta-
zionamento e spostare il selettore marcia in folle.

5. Sollevare leggermente il carico e inclinare all'indietro la pia-


stra portaforche portandola in posizione di trasporto.

6. Se possibile abbassare il carico senza spostare la macchi-


na. Alzare il braccio per allontanare il carico, successiva-
mente far rientrare gli sfili e abbassare il braccio per portare
il carico in posizione di trasporto.

7. Nel caso non fosse possibile, fare arretrare la macchina


molto lentamente e facendo molta attenzione, dopo aver
allontanato adeguatamente il carico far rientrare gli sfili e
abbassare il braccio per portare il carico in posizione di tra-
sporto.

- ATTENZIONE -
Rispettare sempre il centro di gravità del carico,
inclinare le forche quanto basta per assicurare la
stabilità e evitare la perdita del carico durante le
frenate.

- DIVIETO -
È ASSOLUTAMENTE VIETATO
prelevare un carico se la macchina non è livellata.

- ATTENZIONE -
Non trasportare mai un carico con braccio
sollevato e/o sfilato

B/47
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

Posizionare un carico in alto

1. Avvicinare il carico in posizione di trasporto davanti alla pila.

2. Alzare e sfilare il braccio fino a portare il carico al di sopra


della pila. Se occorre, far avanzare la macchina verso la pila
molto lentamente e con molta attenzione.

3. Inserire il freno di stazionamento e spostare il selettore mar-


cia in folle.

4. Posizionare il carico orizzontalmente e appoggiarlo sopra la


pila, abbassare e far rientrare gli sfili per posizionare corret-
tamente il carico.

5. Liberare le forche facendo alternativamente rientrare gli sfilie


e alzare il braccio; se possibile fare indietreggiare la macchi-
na molto lentamente e con molta attenzione.

- ATTENZIONE -
Rispettare sempre il centro di gravità del carico, incli-
nare le forche quanto basta per assicurare la stabilità
e evitare la perdita del carico durante le frenate.

- DIVIETO -
È ASSOLUTAMENTE VIETATO
prelevare un carico se la macchina non è livellata.

- ATTENZIONE -
Non trasportare mai un carico con braccio
sollevato e/o sfilato

B/48
Prelevare un carico di forma rotonda

- Inclinare le forche in avanti e sfilare il braccio telesco-


pico, contemporaneamente all'inserimento delle forche
sotto al carico, ruotare la piastra portaforche all'indietro
per far scivolare il carico. Se necessario fissare il carico
con dei cunei.

- ATTENZIONE -
Rispettare sempre il centro di gravità del carico, incli-
nare le forche quanto basta per assicurare la stabilità
e evitare la perdita del carico durante le frenate.

- ATTENZIONE -
Non trasportare mai un carico con braccio
sollevato e/o sfilato.

B/49
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

Decalcomanie DI SICUREZZA
Sulla macchina sono state apposte delle decoalcomanie di sicurezza nelle posizioni indicate. Il loro scopo è quello di fornire una
guida per la vostra sicurezza e quella altrui. Prima di iniziare ad operare con la macchina verificare il contenuto e la posizione
delle decalcomenie girando attorno alla macchina con il presente manuale in mano. Riesaminare le decalcomanie con tutti gli
operatori che useranno la macchina.

- Assicurarsi di comprendere pienamente l'ubicazione corretta ed il loro contenuto.

- Per assicurare una corretta interpretazione verificare che si trovino nella posizione corretta e che siano tenute sempre pulite.
È ASSOLUTAMENTE VIETATO pulire le segnalazioni sulla macchina utilizzando solventi o benzina; le etichette potrebbero
scolorirsi. Le etichette aggiuntive a quelle di attenzione e sicurezza devono sempreo essere trattate nel medesimo modo.

- In caso di deterioramento, danneggiamento o smarrimento delle etichette sostituirle, in quanto queste devono poter essere
lette e interpretate in modo corretto. L'ordine deve essere eseguito nello stesso modo in cui viene richiesto un particolare di
ricambio (accertarsi di comunicare il modello ed il numero di serie della macchina quando si effettua l’ordine).

- In caso di dubbio rivolgersi al proprio agente o concessionario.


AXA1764

AXA 1492 AXA 1492

DEXTRON 2 DEXTRON 2

AXA 1506

SPEEd dRiVE MOdE


AXA 1920

AXA1163

B/50
BAR 4,5 BAR 4,5

BAR 4,5 BAR 4,5

B/51
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

Decalcomanie di scurezza
e loro ubicazione

Situata in cabina sul vetro laterale destro (fig.28/B):

- PERICOLO (1)
Allontanare le persone nel raggio d'azione della macchina
prima di iniziare le operazioni di carico.

- PERICOLO (2)
(fig.28/B)
In caso di manutenzione bloccare i cilindri idraulici con fermi
di sicurezza. 1 2 3 4 5 6 7

- PERICOLO (3)
Tenere le persone a distanza di sicurezza.

- PERICOLO (4)
Non aprire o asportare le protezioni con motore in movimento.

- PERICOLO (5)
Attendere che tutte le parti in movimento siano ferme.

- PERICOLO (6)
Fermare il motore e togliere la chiave prima di iniziare la manutenzione.

- PERICOLO (7)
Controllare l'area di lavoro e mantenersi lontani da sorgenti elettriche.

Sul radiatore vano motore (fig.29/B)

- PERICOLO (8)
Proteggersi il viso.Vapore e acqua calda ad alta pressione.
Togliere il tappo con cautela.

Sul fianco a vista del radiatore intercooler (fig.30/B)

- PERICOLO (9) (fig.29/B) (fig.30/B)


Possibilita' di scottature. 8 9 - 10

- PERICOLO (10)
Tenere le persone a distanza di sicurezza.

Sul fianco a vista del radiatore intercooler (fig.31/B)

- PERICOLO (11)
Non aprire o asportare le protezioni con motore in movimento.

- PERICOLO (12)
Attendere che tutte le parti in movimento siano ferme.
(fig.31B) (fig.32/B)
Sul fianco a vista del radiatore intercooler (fig.32/B) 11 - 12 13

- PERICOLO (13)
Non aprire, attendere che le pari in movimento siano ferme.

B/52
Decalcomanie di uso e manutenzione
(vedi norme)

Sul vetro posteriore (fig.34/B)


Indica il verso di estrazione della spina che impedisce la
completa apertura del vetro

Sul vetro posteriore (fig.35/B) (fig.34/B) (fig.35/B)


Indica l'uscita di emergenza

Sotto al volante (fig.36/B) AXA 1492

Indica l'obbligo di allacciatsi le cinture di sicurezza quando si DEXTRON 2


utiliza il mezzo.

Sul fianco del serbatoio olio freni (fig.37/B)


AXA 1506
Indica il tipo di olio che è è stato utilizzato nell'impianto frenante.
(fig.36/B) (fig.37/B)

Sul telaio (fig.38/B)


Indica i 4 punti ove è possibile ancorare la macchina in caso
di sollevamento.

Sotto al telaio (fig.39/B)


Indica i 4 punti ove e' possibile trainare o ancorare la mac-
china in caso di trasporto.
(fig.38/B) (fig.39/B)

Sulle parti non calpestabili (fig.40/B)

- PERICOLO
Non calpestare "pericolo di rottura".

Sul serbatoio gasolio (fig.41/B)


Tipo di carburante da utilizzare.
(fig.40/B) (fig.41/B)

Sul fianco del serbatoio olio idraulico (fig.42/B)


Spia livello olio idraulico.

Sul serbatoio dell'olio idraulico (fig.43/B)


Indica il tappo di rifornimento olio idraulico.

(fig.42/B) (fig.43/B)

All'esterno del cofano motore (fig.44/B)

sui 4 parafanghi (fig.45/B)


Indica la pressione dei pneumatici consigliata. BAR 4,5

(fig.44/B) (fig.45/B)

B/53
Mod. Agri Plus Norme di Sicurezza

Sugli accumulatori (fig. 46/B)

- PERICOLO
Depressurizzare il circuito idraulico prima di effettuare inter-
venti di manutenzione.

(fig. 46/B)

B/54
CONOSCERE E USARE LA MACCHINA

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/1
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

C/2 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Ogni modifica apportata sulla macchina comporta
una nuova verifica di conformità alla direttiva
macchine 2006/42/CE. tale procedura vale anche
nel caso di riparazioni con parti non originalI.

E’ proibito iniziare ad operare se non si E’letto


attentamente e imparato questo manuale.

Qualunque sia l’esperienza dell’operatore in questo settore, egli


dovrà imparare l’ubicazione e la funzione di tutti gli strumenti di
bordo e dei comandi, prima di mettere in funzione la macchina.

Le immagini, le descrizioni, le misure, riportate in questo


capitolo sono riferite a macchine standard.

Tutte le funzioni, procedure, inerenti all’uso e allestimento


di attrezzature della macchina, non descritte nel presente
manuale, sono rigorosamente vietate.

UN USO DELLA MACCHINA DIVERSO DA QUELLO DESCRITTO


NEL PRESENTE MANUALE E’ RIGOROSAMENTE VIETATO.

è obbligatorio aver letto ed imparato il capitolo “B“


(Norme di sicurezza) prima di procedere alla lettura
del capitolo “C” ed utilizzare la macchina.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/3
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

AVVERTENZE GENERALI

- ATTENZIONE - ATTENZIONE
L’operatore deve utilizzare la macchina e tutti i suoi comandi La macchina va utilizzata esclusivamente da personale
esclusivamente quando si trova correttamente seduto al competente ed abilitato, che deve aver letto questo manuale
posto di guida. ed effettuato idonea formazione come riportato al capitolo
B “Avvertenze generali”. Nel caso di uso della macchina su
strada è necessario che l’operatore sia munito di regolare
- ATTENZIONE patente di guida secondo le norme vigenti nello stato circo-
L’elevatore telescopico descritto su questo manuale non lante (patente “B” per l’Italia).
può lavorare in ambiente chiuso o in ambiente ove vi è la
possibilità di gas esplosivo. Per operare in questi ambienti, - ATTENZIONE
è necessario interpellare il costruttore per apportare le dovu- Non usare la macchina in stato di ebrezza, sotto l’uso di
te modifiche alla macchina. stupefacenti o nel caso di assunzione di medicinali che pos-
sano indurre sonnolenza o alterare i riflessi.
- ATTENZIONE
Lavorare in pendio può essere pericoloso. Le condizioni del - ATTENZIONE
terreno cambiano a seconda delle condizioni atmosferiche (es. Prima di iniziare ad utilizzare la macchina o prima di effet-
pioggia, neve, ghiaccio). Fare molta attenzione alle condizioni tuare manovre particolarmente complesse o pericolose è
del terreno su cui si lavora e procedere a bassa velocità. assolutamente necessario esercitarsi in una zona di cantiere
libera e priva di ostacoli.
- ATTENZIONE
- ATTENZIONE
Durante il trasporto di un carico su un pendio procedere con
il carico a monte della macchina per aumentarne la stabi- Vicino ad ogni comando è riportata una simbologia chiara
lità. Prima di salire con la macchina su rampe o rimorchi è ed elementare per una migliore praticità e comprensione
opportuno rimuovere eventuali presenze di fango, ghiaccio, dell’operatore.
olio che potrebbero essere causa di incidenti.
- ATTENZIONE
- ATTENZIONE Quando si seleziona la sterzatura trasversale, operare sem-
pre a bassa velocità.
Su superfici sconnesse, bagnate o fangose si deve procede-
re lentamente e con molta cautela.
- ATTENZIONE
- ATTENZIONE Se si verificasse un’avaria a parti che possano produrre
rischio arrestare la macchina immediatamente. Non ripren-
Un livello di comunicazione non efficace o non comprensivo dere l’impiego della macchina finchè l’anomalia non viene
può essere causa di gravi incidenti. Se si lavora insieme ad eliminata.
altre persone accertarsi che i segnali manuali che si intende
utilizzare vengano compresi da tutti. Poichè i luoghi di lavo-
ro sono spesso rumorosi, non ricorrere esclusivamente a - ATTENZIONE
comunicazioni verbali. Pneumatici eccessivamente gonfi o surriscaldati possono
Per le indicazioni sui gesti manuali da utilizzare si faccia rife- esplodere: per il corretto gonfiaggio dei pneumatici seguire
rimento al capitolo seguente le istruzioni contenute in questo manuale. Non saldare o
tagliare i cerchioni; fare eseguire qualsiasi lavoro di ripara-
zione da un gommista specializzato.

- DIVIETO
- ATTENZIONE
è proibito usare le parti idrauliche mobili della macchina
Il braccio della macchina non deve essere lasciato per lungo
per sollevare persone, ad eccezione degli usi previsti su tempo in alto e sfilato, questo potrebbe causare lo sfasa-
questo manuale. mento degli sfili del braccio; almeno una volta al giorno fare
rientrare gli sfili.
- ATTENZIONE
Prima di azionare le parti idrauliche mobili della macchina,
assicurarsi che la zona circostante sia libera.

C/4 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
SEGNALI GESTUALI

Accessori della segnalazione gestuale:


- Il segnalatore deve essere individuato agevolmente dall’operatore.
- Il segnalatore deve indossare o impugnare uno o più elementi di riconoscimento adatti, come:
giubbotto, casco, manicotti, bracciali, palette.
- Gli elementi di riconoscimenti sono di colore vivo, preferibilmente unico, e riservato esclusivamente al segnalatore.

Inizio Le due braccia sono


Attenzione aperte in senso orizzontale,
presa di comando il palmo delle mani rivolto in avanti

Alt Il braccio destro è teso


Interruzione verso l’alto, con il palmo della
fine del movimento mano destra rivolta in avanti

Le due mani sono giunte all’altezza


fine delle operazioni
del petto

Il braccio destro, teso verso


l’alto, con il palmo della mano
Sollevare
destra rivolto in avanti,
descrive lentamente un cerchio

Il braccio destro, teso verso


il basso, con il palmo della mano
Abbassare
destra rivolto verso il corpo,
descrive lentamente un cerchio

distanza verticale Le mani indicano la distanza

Entrambe le braccia sono piegate,


le palme delle mani rivolte all’indietro;
Avanzare
gli avambracci compiono movimenti lenti
in direzione del corpo

Entrambe le braccia piegate,


le palme delle mani rivolte in avanti;
Retrocedere
gli avambracci compiono movimenti lenti
che s’allontanano dal corpo

Il braccio destro, teso lungo


A destra
l’orizzontale, con il palmo della mano
rispetto al
destra rivolta verso il basso, compie
segnalatore
piccoli movimenti lenti nella direzione

Il braccio sinistro, teso in


A sinistra
orizzontale, con il palmo della mano
rispetto al
sinistra rivolta verso il basso, compie
segnalatore
piccoli movimenti lenti nella direzione

distanza orizzontale Le mani indicano la distanza

pericolo
Entrambe le braccia tese verso l’alto
Alt o arresto
di emergenza

I gesti convenzionali utilizzati


Movimento rapido per indicare i movimenti sono
effettuati con maggiore rapidità

I gesti convenzionali utilizzati


Movimento lento per indicare i movimenti sono
effettuati molto lentamente

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/5
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

CONOSCERE LE PARTI DELLA MACCHINA

Lato destro macchina


2
1 5
3
9 8 4

6 6

7 7

1. Cabina 6. Riduttore epicicloidale


2. Braccio telescopico 7. Ruota
3. Specchietto retrovisore destro 8. Cofano motore
4. Faro anteriore destro 9. Faro posteriore destro
5. Piastra porta attrezzi

Lato sinistro macchina

1
12 10
9 2
8

7
4

3 3
6 11
5 5

1. Cabina 7. Piastra porta attrezzi


2. Faro posteriore sinistro 8. Faro anteriore sinistro
3. Riduttore epicicloidale 9. Braccio telescopico
4. Serbatoio carburante 10. Specchietto retrovisore sinistro
5. Ruota 11. Vano porta oggetti
6. Gradini di salita/discesa cabina 12. Inclinometro

C/6 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
1
3 5

4
6

9 14 15 16
10
11

12
7 13
8

19
20 22
17
21
18

Componenti cabina
1. Tettuccio superiore 12. Maniglia apertura/chiusura porta
2. Tergicristallo anteriore. 13. Tasca portaoggetti
3. Vetro anteriore / uscita di emergenza 14. Livella a bolla
4. Vetro posteriore / uscita di emergenza. 15. Joystick movimenti braccio
5. Tergicristallo posteriore. 16. Joystick comando attrezzature (se presente)
6. Presa girofaro. 17. Plafoniera illuminazione interno cabina.
7. Porta cabina (vista esterna) 18. Selettore modalità operativa
8. Maniglia esterna apertura/chiusura 19. Sedile
9. Vetro superore porta. 20. Vaschetta olio “Inching” cambio Power Shift
10. Aspirazione ventilazione interna cabina 21. Vaschetta liquido tergicristalli.
11. Porta cabina (vista interna) 22. Custodia documentazione tecnica

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/7
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

SALITA O DISCESA DALLA CABINA DI GUIDA

Pima di salire in cabina accertarsi che le vostre mani e le


vostre scarpe siano pulite e asciutte per evitare di scivolare
e cadere. Utilizzare solamente gli appositi appigli (fig.1/C
Pos.”1”, “2”, “3”,”4”) per accedere alla cabina, non utilizzare
i comandi ed il volante all’interno. Salire e scendere dalla
macchina sempre rivolti verso la cabina di guida. 1 2
- ATTENZIONE
La salita o la discesa dalla cabina sono consentite solo quan-
do la macchina è ferma, con freno di stazionamento inserito.
Non abbandonare la cabina con macchina in movimanto.

- ATTENZIONE
Il gradino di salita “4”(fig.1/C) è presente solo nei modelli
con cabina alta.

3
4
(fig.1/C)

Comandi apertura portiera


La porta della cabina è dotata di maniglia esterna con serratura
(fig.2/C Pos.”1”).

Per aprire la porta:


- Inserire la chiave nella serratura (fig.2/C Pos.”2”) e ruotarla
in senso orario/antiorario per inserire/disinserire il blocco.
- Tirare la maniglia (fig.2/C Pos.”3”) verso di se per sgancia-
re la porta con blocco serratura disinserito.

NOTA: 1
Con blocco della serratura inserito agendo sulla maniglia la
portiera non si apre.
2
- DIVIETO -
E’ ASSOLUTAMENTE VIETATO
(fig.2/C)
operare con la porta della cabina aperta.
3
COMANDO INTERNO APERTURA PORTIERA

- Premere il pulsante sulla maniglia per sganciare la porta


(fig.2/C Pos.”3”).
- Spingere la porta verso l’esterno per completare l’apertura. 3
- ATTENZIONE
Prima di spingere la porta verso l’esterno verificare che
l’area di apertura sia libera da ostacoli di varia natura.
Accompagnare la porta nell’apertura.

C/8 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
APERTURA VETRO superiore PORTIERA
(fig.3/C Pos.”1”)

- Premere il selettore nel lato “A” (fig.3/C) per abbassare il vetro.


A
- Premere il selettore nel lato “B” (fig.3/C) per alzare il vetro.

- ATTENZIONE
B
Prima di aprire o chiudere il vetro verificare che l’area circo-
stante sia libera da ostacoli di varia natura.

(fig.3/C)

VETRO POSTERIORE
(fig.4/C Pos.”1” )

- Per aprire, sollevare la maniglia (fig.4/C Pos.”2”) e spin-


gere il vetro verso l’esterno.
Il cristallo viene mantenuto in posizione di aperto dalla ma-
niglia stessa. 1
- ATTENZIONE
Nel caso la maniglia non dovesse più mantenere la posizio-
ne di aperto del vetro sostituirla nel più breve tempo possibi-
le, pericolo di schiacciamento.

2
TETTUCCIO superiore (fig.4/C)
(fig.5/C Pos.”1” )

Per aprire il tettuccio impugnare le maniglie (fig.5/C Pos.”2”


e “3”) e spingerle verso l’alto con un movimento rotatorio
(fig.5/C Pos.”4”). La posizione viene mantenuta dalle ma-
niglie completamente ruotate. Per chiudere procedere con
l’operazione inversa.
2
- ATTENZIONE
Nel caso le maniglie non dovessero più mantenere la po-
sizione di aperto sostituirle nel più breve tempo possibile,
4
pericolo di schiacciamento. 3
1
(fig.5/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/9
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

USCITA D’EMERGENZA posteriore


(fig.6/C pos.”1”)

L’uscita di sicurezza è stata individuata e segnalata nel cri- 1


stallo posteriore.
- Per aprire completamente il vetro in caso di necessità, sfilare
il fermo (fig.6 /C Pos.”2”) e spingere il vetro verso l’esterno.
Il fermo deve essere sempre posizionato come in figura du-
rante le normali operazioni di lavoro.

- DIVIETO
E’ PROIBITO APRIRE totalmente il vetro durante l’uso cor-
rente della macchina, a causa dei rischi di cesoiamento fra
braccio e telaio.
Il vetro posteriore si trova nei pressi del braccio telescopico.

- ATTENZIONE
2
(fig.6/C)
Fare molta attenzione durante l’apertura e/o la rimozio-
ne del vero, in quanto questo potrebbe scheggiarsi o
frantumarsi con conseguente rischio di lesioni all’oper-
tore in cabina e a chi si trova nei pressi della macchina.
Utilizzare le dovute precauzioni e i dovuti indumenti an-
tiinfortunistici (occhiali, guanti, casco, ecc.)

USCITA D’EMERGENZA anteriore


(fig.7/C pos.”1”) 1
L’uscita di sicurezza è stata individuata e segnalata nel cri- A A
stallo anteriore.
- Per aprire completamente il vetro in caso di necessità,
svitare le manopole (fig.7/C Pos.”2”) IN SENSO ANTIO-
RARIO e spingere il vetro verso l’esterno. Le manopole
sono posizionate all’interno della cabina sui lati del vetro
anteriore (fig.7/C Pos.”A”).
- Ruotare le manopole IN SENSO ORARIO PER SERRARLE.

- ATTENZIONE
Durante le normali operazioni di lavoro il vetro deve sempre
essere completamente serrato ed appoggiato alla cabina.
In queste condizioni non è consentita l’apertura anche se parziale.
Il vetro anteriore si trova nei pressi del braccio telescopico.

- ATTENZIONE
Fare molta attenzione durante l’apertura e/o la rimozio-
(fig.7/C) 2
ne del vero in quanto questo potrebbe scheggiarsi o
frantumarsi con conseguente rischio di lesioni all’oper-
tore in cabina e a chi si trova nei pressi della macchina.
Utilizzare le dovute precauzioni e i dovuti indumenti an- (fig.7/C)
tiinfortunistici (occhiali, guanti, casco, ecc.).

PRESA MAX 180W


(fig.8/C Pos.”1”)

- Presa 12v 180w per utilizzatori a corrente continua


(carica batterie, cellulari, ecc.)

- ATTENZIONE
Non collegare utilizzatori con tensione nominale superiore
a 12V e potenza assorbita maggiore di 180W. 1
Pericolo di danneggiamento dell’impianto elettrico. (fig.8/C)

C/10 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
CUSTODIA DOCUMENTAZIONE TECNICA
(fig.9/C Pos.”1”)
La documentazione tecnica deve essere mantenuta nella
propria custodia (fig.9/C Pos.”1”).
Il manuale di uso e manutenzione e il catalogo ricambi de-
vono essere sempre a disposizione all’interno della macchi-
na per eventuali consultazioni.
1
- ATTENZIONE
Il manuale d’uso e il catalogo ricambi fanno parte integran-
te della macchina e la devono seguire anche nei cambi di
propietà. Il manuale deve essere conservato con cura e
deve essere sempre a bordo macchina, nella lingua parlata
dall’operatore, per una rapida consultazione. Se il manuale
si sgualcisce e diventa anche solo parzialmente danneggia-
to o illeggibile sostituirlo immediatamente. (fig.9/C)

PORTA OGGETTI
(fig.10/C Pos.”1”,”2”,”3”)

La rete portaoggetti (fig.10/C Pos.”4”) è optional.

1
2

(fig.10/C)
4

Illuminazione interno cabina


(fig.11/C Pos.”1”)

Per accendere l’illuminazione interno cabina agire sulla pla-


foniera premendo una delle estremità.
Nella posizione centrale (neutra) l’illuminazione è spenta.
1

(fig.11/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/11
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

vano PORTA OGGETTI


(fig.14/C Pos.”1”)

Per aprire ruotare la maniglia (fig.14/C Pos.”2”).

La maniglia è dotata di serratura a chiave.


Per bloccare chiudere lo sportello, inseire la chiave nella
serratura della maniglia e ruotarla.
1
- ATTENZIONE
Aprire il vano a macchina in sosta.
Prima di iniziare ad operare verificare la corretta chiusura
del portello del vano.
Attenzione alle mani, il portello non ha meccanismi di blocco
in apertura. Pericolo di schiacciamento.

- ATTENZIONE (fig.14/C)
Non trasportare esseri viventi all’interno del vano.

C/12 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/13
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

VOLANTE DI STERZO (regolazione)


(fig.15/C)

Per regolare l’inclinazione dello sterzo:


- Ruotare la leva “1” (fig.15/C) verso il basso per sblocca-
re i movimenti (fig.16/C).
- Spingere in avanti o tirare verso di se il volante per rag-
giungere la posizione desiderata (fig.18/C).
- Spingere verso il basso o tirare verso l’alto il volante per
raggiungere l’altezza desiderata (fig.19/C).
- Ruotare la maniglia (fig.17/C) verso l’alto per bloccare 1
il volante nella posizione in cui si trova. Per un corretto
bloccaggio avvitare energicamente.

(fig.15/C)
- ATTENZIONE
Il volante è correttamente regolato quando l’operatore, con
schiena ben appoggiata allo schienale del sedile, riesce ad
afferrare la parte piu lontana del volante mantenendo il go-
mito leggermente piegato.

(fig.16/C) (fig.17/C)

(fig.18/C)

(fig.19/C)

C/14 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
CINTURE DI SICUREZZA 1
(fig.20/C)
2

Per allacciare la cintura di sicurezza occorre:


1. Inserire la linguetta di aggancio (1) nella fibbia (2) (tav.”A”).
“A”
2. Assicurarsi dell’avvenuto aggancio, quindi effettuare
l’adattamento della cintura attorno al corpo (tav.”B”).

- ATTENZIONE
La cintura è correttamente regolata quando risulta ben ade-
rente al bacino (fig.21/C).

“B”
Per slacciare la cintura occorre (tav.”C”):
1. Premere il pulsante rosso (3) sulla fibbia (2).
2. Sfilare quindi la linguetta (1).
1
- ATTENZIONE 2

Guidare la macchina soltanto con cintura di sicurezza cor-


rettamente indossata, allacciata e regolata.Operare senza la
cintura allacciata aumenta il rischio di incidenti.
“C”
3
- ATTENZIONE
Non usare cinture di sicurezza danneggiate o logore. (fig.20/C)
Non usare cinture di sicurezza montate su macchine che
hanno subito incidenti. Se logore, danneggiate o snervate
le cinture possono rompersi o cedere in caso di collisione
con conseguenti lesioni gravi per l’operatore.

(fig.21/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/15
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

SEDILE
(fig.22/C)

La DIECI fornisce divesi modelli di sedile a seconda delle


esigenze del cliente. La macchina è dotata di un sistema di
sicurezza denominato “uomo presente” il quale prevede un
microinterruttore elettrico nel posto guida. Il microinterruttore è
posizionato all’interno del cuscino di seduta (fig.22/C Pos.”A”). A
A
- ATTENZIONE

Il motore può essere avviato solo se l’operatore è seduto


correttamente al posto di guida e la leva avanti/indietro è in
posizione di neutro “N”.

(fig.22/C)

Regolazione sedile
(fig.23/C) A
Il sedile permette diverse regolazioni:
A - Blocco/sblocco molleggio (orizzontale/verticale) (fig.23/C).
B - Regolazione pneumatica molleggio (optional) (fig.23/C).
C - Regolazione manuale molleggio (fig.23/C).
D - Posizionamento longitudinale della seduta (fig.24/C).
E - Regolazione dell’inclinazione dello schienale (fig.24/C).
F - Posizionamento braccioli (fig.24/C).

- Per lo sblocco del molleggio (orizzontale/verticale) porta-


re la leva “A” (fig.23/C) verso l’anteriore della macchina.
Portare la leva “A” (fig.23/C) verso il posteriore della mac-
china per bloccare il mollaggio.

- Per la regolazione pneumatica del grado di molleggio


tirare il perno ”B” (fig.23/C) per perdere pressione ed am-
morbidire il molleggio.
Spingere il perno ”B” (fig.23/C) per prendere pressione ed (fig.23/C)
indurire il molleggio. C
- Per la regolazione manuale del grado di molleggio ruota-
re la leva ”C” (fig.23/C) verso il simbolo “+” stampato su
questa per indurire il molleggio.
Ruotare la leva ”C” (fig.23/C) verso il simbolo “-” stampa-
to su questa per ammorbidire il molleggio.

- Per la regolazione longitudinale del sedile azionare la


leva “D” (fig.24/C) portandola verso il lato sinistro della
macchina, facendo scorrere il sedile sulle guide.
Stabilita la posizione desiderata rilasciare la leva.
Far compiere piccoli spostamenti per accertarsi che il pio- B
lo di fermo sia impegnato nella propria sede.

C/16 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
- Per la regolazione dell’inclinazione dello schienale agire
sulla leva “E” (fig.24/C) e forzare l’appoggio con la schie-
na; lo schienale si adatterà automaticamente all’anatomia
dell’Operatore.

- ATTENZIONE
Il sedile è correttamente posizionato quando l’operatore è in
grado di far eseguire una corsa completa al pedale del freno
tenendo la schiena appoggiata allo schienale del sedile stesso.

(fig.24/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/17
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

C/18 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Conoscere le parti interne della cabina
(fig.26/C)

11 14 17
1
3

12 13

5
4

8
9 7 6
10

15

16

(fig.26/C)
1. Plancia con bocche ventilazione anteriore 9. Pedale freno
2. Plancia con bocche ventilazione posteriore 10. Pedale acceleratore
3. Piantone di sterzo regolabile 11. Volante
4. Plancia sinistra 12. Leva marce
5. Plancia destra 13. Leva multifunzione
6. Plancia superiore 14. Cruscotto centrale
7. Plancia leve/Manipolatori 15. Sedile
8. Pedale “INCHING” 16. Plancia posteriore destra
17. Plancia tettuccio

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/19
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

CRUSCOTTO CENTRALE SPIE


(fig.27/C)

(fig.27/C)

Spia luci abbaglianti Spia allineamento ponte anteriore


(Blu) (Giallo)

Spia indicatore di direzione Spia allineamento ponte posteriore


(Verde) (Giallo)

Spia preriscaldo candelette Marcia lenta


(Giallo) (Giallo)

Spia intasamento filtro aria Marcia veloce


(Rosso) (Giallo)

Spia filtro olio idrostatico Spia inserimento blocco ponte posteriore


(Rosso) (Giallo)

Spia pressione olio motore Spia avaria freno di stazionamento e basso


(Rosso) livello liquido freni
(Rosso)
Spia generatore Spia temperatura olio trasmissione
(Rosso) (Rosso)
Spia pressione insufficente nell‘accumulatore
Spia piedi stabilizzatori abbassati correttamente
del freno
(Verde)
(Rosso)
Spia freno a mano
Strumento indicatore livello carburante
(Rosso)

Spia allarme generico


(Rossa) Strumento temperatura acqua

Spia marcia meccanica inserita Spia marcia avanti


A (Verde) (Verde)

Spia marcia veloce inserita Spia marcia indietro


2 (Verde) (Verde)

C/20 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
CRUSCOTTO CENTRALE - UTILIZZO STRUMENTI
(fig.28/C)

(fig.28/C)

Strumento temperatura
acqua motore

Strumento contagiri

Strumento indicatore
livello carburante
Strumento contagiri Strumento temperatura acqua motore
Lo strumento indica il numero di giri che sta effettuando il La lancetta della temperatura nel normale utilizzo si muove
motore in quel momento. dalla parte più bassa dello strumento (tacca rossa destra)
arrestandosi raggiunto il primo quarto di scala; questa è la
condizione ottimale di lavoro per il motore. Nel caso la tem-
peratura salisse eccessivamente arrivando nei pressi del
livello massimo (tacca rossa superiore) arrestare il motore
e verificare la causa. L’accensione della spia rossa segna-
Strumento la l’allarme temperatura massima. Per non danneggIare il
monitoraggio del carico motore a freddo, operare a bassi giri (max 1500), evitando
brusche manovre ed accelerazioni, fino al superamento del-
la tacca rossa destra.

Strumento indicatore livello carburante


La lancetta dello strumento indica la quantità di gasolio pre-
sente nel serbatoio in quel momento. La quantità massima è
Display LCD
segnalata dal posizionarsi della lancetta sul lato sinistro, la
lancetta scenderà progressivamente attraversando la tacca
Strumento monitoraggio del carico rossa che indica il livello minimo (riserva) segnalato anche
Il dispositivo rileva le condizioni di stabilità della macchina. dalla medesima spia gialla. L’arrestarsi della lancetta sul
proprio fermo (fine corsa lato destro) indica l’assenza di car-
Display LCD burante. Per non danneggiare il motore si consiglia di man-
Il display lLCD contiene l’orologio, lo strumento contaore con tenere la lancetta sempre al di sopra del livello minimo.
visualizzazione delle ore di utilizzo della macchina, lo stato di tra-
zione della macchina “N” (neutra),1°,2°,3°4° marcia inserita.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/21
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Plancia anteriore sinistra (Consensi elettrici,spie, comandi, standard e optional)


(fig.29/C)

(fig.29/C)

Optional
C1 (A disposizione)

Consenso freno di stazionamento


C2 (Rosso)

Consenso accensione luci


C3 (Verde)

Optional
C4 (A disposizione)

Consenso cambio marce


C5 (verde)

PULSANTE arresto di EMERGENZA


E1 (impianto idraulico e spegnimento motore termico)

C/22 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Plancia destra (Consensi elettrici,spie, comandi, standard e optional)
(fig.30/C)

S1 C3

C1 C2 C4 C6
C5

S2 S3 S4 S5

(fig.30/C)

Optional
C1 S1 Selettore tipo sterzatura (Optional)
(A disposizione)

Optional
C2 (A disposizione) S2 Selettore/chiave avviemanto motore termico

Conenso livellamanto ponte anteriore (optional) Selettore/chiave di override


C3 (Giallo) S3 (Chiave Rossa)

Conenso allineamento ruote (optional) Pulsante rientro allarme dispositivo antiribaltamento


C4 (Giallo) S4 (Pulsante Rosso)

Optional
C5 Selettore/chiave funzioni macchina (optional)
(A disposizione) S5
(Chiave Grigia)
Consenso pompa supplementare
C6 (doppia velocità braccio telescopico) (optional)
(Verde)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/23
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Plancia superiore (Consensi elettrici,spie, comandi, standard e optional)


(fig.31/C)

(fig.31/C)

C1 Conenso Trailer (optional)


(Verde)

C2 Conenso elettrovalvola posteriore (optional)


(Verde)

Conenso PTO “Presa di forza” (optional)


C3
(Verde)

C4 Optional
(A disposizione)

C5 Consenso elettrovalvola testa braccio (optional)


(Blu)

Consenso sospensione braccio (optional)


C6 (Verde)

Consenso presa elettrica 12v testa braccio (optional)


C7
(Blu)

Consenso inversione ventola (optional)


C8
(Verde)

C/24 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Plancia tettuccio (Consensi elettrici,spie, comandi, standard e optional)
(fig.32/C)

(fig.32/C)

Conenso fari lavoro anteriori (optional)


C1 (Verde)

Conenso girofaro
C2 (Giallo)

Conenso fari lavoro testa braccio (optional)


C3 (Verde)

Conenso fari lavoro posteriori (optional)


C4 (Verde)

Tergi/lava vetro posteriore


C5 (Verde)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/25
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Pulsante di emergenza
(fig.33/C Pos.”1”)

La macchina è munita di un dispositivo di arresto di emer-


genza che consente di evitare situazioni di pericolo immi-
nenti o in corso.
Premendo il pulsante di emergenza (fig.33/C Pos.”1”) si
spegne il motore termico e la macchina si ferma.
Lo sblocco del dispositivo di arresto di emergenza si effettua
ruotando la “testa a fungo” in senso orario.Ruotando il pul-
sante si autorizza la rimessa in funzione della macchina.
1
- ATTENZIONE -
Il pulsante deve essere utilizzato in caso di:

- Emergenza, per spegne il motore termico e la macchina


in situazioni di pericolo imminente o in corso.

- Manutenzione, come sicurezza per evitare accensioni


accidentali della macchina durante interventi ordinari o
straordinari di manutenzione.

- ATTENZIONE - (fig.33/C)
Nell’impossibilità dell’avviamento del motore verificare
che non sia premuto il pulsante di arresto di emergenza
(fig.33/C Pos.”1”). Se premuto, rivolgersi al responsabile della
sicurezza per sincerarsi che non vi siano manutenzioni in cor-
so, malfunzionamenti della macchina o situazioni di pericolo.

C/26 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
COMMUTATORE AVVIAMENTO
(fig.34/C)

Il commutatore d’avviamento con chiave, permette:


- L’accensione della strumentazione.
- La messa in moto del motore diesel.
- Disinnesto del freno di stazionamento in automatico,
con motore diesel in movimento (fig.34/C Pos.”1”).
- L’inserimento in automatico del freno di stazionamento, E
con motore diesel spento (fig.34/C Pos.”0”).

Condizioni per la messa in moto


La messa in moto può avvenire solamente se:
- L’operatore è seduto correttamente al posto di guida.
- Il selettore marce è in posizione neutra “N”.

Accensione strumentazione
Portando la chiave in posizione “1” (fig.34/C) si porta corren-
te alla strumentazione elettrica/elettronica. (fig.34/C)
All’accensione del cruscotto verrà effettuato un check-up
della strumentazione con accensione di tutte le spie ed
0
emissione di segnale acustico. 1
Rimarranno accese fino all’accensione del motore:
- Spia batteria
- Spia pressione olio motore
2
Altre spie potrebbero rimanere accese a seconda delle
funzioni attivate.
Con motore avviato devono spegnersi tutte le spie di sega-
nalazione guasti/anomalie e devono rimanere attive sola-
mente quelle riguardanti le funzioni attive. In caso contrario
consultare il capitolo “manutenzione” di questo manuale o
rivolgersi al centro assistenza DIECI.

Messa in moto
- Ruotare la chiave in posizione “1” (fig.34/C) per alimen-
tare la strumentazione.
- Portare la chiave nella posizione “2” (fig.34/C) e mante-
nerla per qualche secondo in tale posizione per effettua-
re l’avviamento.
- Avviato il motore rilasciare la chiave.

Nel caso la messa in moto non avvenisse nel tempo di 5


secondi riprovare ad intervalli regolari di 15 secondi per non
sovraccaricare il motorino di avviamento.
Durante i primi minuti di utilizzo tenere bassa la velocità di
trasferimento e di sollevamenbto del carico per scaldare il
motore e l’olio idraulico. Operare a bassi giri (max 1500),
evitando brusche manovre ed accelerazioni, fino all’entrata - ATTENZIONE -
in temperatura.
Nell’impossibilità dell’avviamento del motore verificare
che non sia premuto il pulsante di arresto di emergenza
- ATTENZIONE
(fig.34/C Pos.”E”). Se premuto, rivolgersi al responsabile della
Portare il motore ad alti regimi prima dell’entrata in tempe- sicurezza per sincerarsi che non vi siano manutenzioni in cor-
ratura e in pressione può causare gravi danni a questo e so, malfunzionamenti della macchina o situazioni di pericolo.
all’impianto idraulico.
Nell’impossibilità dell’avviamento del motore consultare
- ATTENZIONE il capitolo “manutenzione” di questo manuale o rivolgersi al
Con motore avviato il freno di stazionamento ad inseri- centro assistenza DIECI.
mento automatico si disinserisce. Verificare sempre pri-
ma della messa in moto di avere inserito manualmente
il freno di stazionamento mediante l’apposito consenso.
Per lo sblocco del freno di stazionamento a motore fermo
vedi paragrafo “traino della macchina”.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/27
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

PEDALI

Pedale acceleratore
(fig.35/C Pos.”1”)
Premere il pedale dell’acceleratore per aumentare i giri del
motore, rilasciarlo per diminuirli. Il pedale agisce direttamen-
te sulla pompa di ignezione del motore.

La velocità massima della macchina varia al variare della pres- 3


sione di gonfiaggio, dalla misura e dall’usura dei pneumatici.
2
1
Pneumatico Velocità Massima
405/70 LR24 36 Km/h
17.5 LR24 40 Km/h
18 R22.5 36 Km/h

(fig.35/C)

Pedale freno di servizio


(fig.35/C Pos.”2”)
Premere il pedale del freno di servizio per rallentare o arresta-
re la macchina. Il pedale agisce direttamente sui freni di servi-
zio all’interno dei ponti differenziali.Quando si preme il pedale
dei freni si accendono le luci di arresto (stop) dei fari posterio-
ri. Le luci rimangono in funzione fino al rilascio del pedale.
Verificare periodicamente che entrambe le luci funzionino.

- ATTENZIONE
Nel caso di limitato utilizzo del pedale verificare periodica-
mente il corretto funzionamento. Nel caso di problemi con-
tattare il centro assistenza dieci.

C/28 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Pedale”inching”
Macchina con cambio Power Shift
(fig.36/C Pos.”3”)
Il pedale consente avanzamenti lenti e precisi anche con
motore ad alto regime di giri. Esso agisce direttamente sulla
trasmissione meccanica.
A pedale completamente premuto la macchina si arresta
rimanendo parzialmente frenata.
Il pedale “Inching” è stato abbinato ad un freno per agevola- 3
re le operazioni statiche in salita e discesa.
2
- ATTENZIONE 1
Non premere il pedale dell’ ”inching” alle alte velocità, la
macchina frena bruscamente.

(fig.36/C)

Pedale”inching”
Macchina con trasmissione Vario System
(fig.37/C Pos.”1”)
Nelle macchine con trasmissione idrostatica VS il pedale
“inching” è elettronico. Esso agisce direttamente sul con-
trollo elettronico della trasmissione e consente di rallentare
l’avanzamento della macchina parzializzando la trazione.
Il pedale consente avanzamenti lenti e precisi anche con
motore termico ad alto regime di giri.
A pedale completamente premuto la macchina arresta
l’avanzamento.

- ATTENZIONE 1
Non premere il pedale dell’ ”inching” alle alte velocità, la
macchina frena bruscamente.

(fig.37/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/29
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

LEVA MULTIFUNZIONE

Indicatori di direzione
- Tirare la leva verso il posteriore macchina per segnalare
una curva a destra (fig.38/C Pos.”R”).
- Spinger la leva verso l’anteriore macchina per segnalare
una curva a sinistra (fig.38/C Pos.”L”).

Gli indicatori funzionano solo se la strumentazione è alimentata.


Una spia luminosa sul cruscotto centrale segnalerà l’attiva-
zione degli indicatori di direzione.

Funzione pulsanti
- Il pulsante intermedio nella manopola attiva il lavavetri
anteriore (fig.39/C Pos.”2”).

F
- Il pulsante posto all’estremità della manopola attiva il
clacson (fig.39/C Pos.”3”).

1
Accensione tergicristallo anteriore
C
D
Ruotando la manopola “1” (fig.38/C) si attiva il tergicristallo
anteriore.
La simbologia riprodotta sulla manopola (fig.38/C Pos.”C”)
indica in corrispondenza della freccia (fig.38/C Pos.”D”) che
il tergicristallo è:
0 - Fermo

R
I - Lento
II - Veloce

(fig.38/C)

Accensione luce abbagliante


La luce abbagliante (fig.39/C Pos.”E”) si attiva:
2
- Tirare la leva verso l’alto per singoli lampeggi, 3
- Tirare la leva verso il basso per l’utilizzo continuativo.

(fig.39/C)

C/30 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Leva di selezione marce avanti/retromarcia
Cambio Power Shift

Questa leva “1” (fig.41/C) permette di cambiare il senso di


marcia e di utilizzare il clacson. Sul cruscotto si accendono le
spie luminose che indicano la direzione nella quale la mac-
china si sta muovendo (fig.42/C pos.”F-R”). Se le spie sono
spente la macchina si trova in folle. Mantenendo la leva in
posizione intermedia la trasmissione è in folle.

- ATTENZIONE
L’inserimento delle marce AVANTI/INDIETRO, si ottiene pre-
vio lo spostamento verso l’alto della leva. Questo spostamen-
to protegge la leva dalle manovre accidentali.

- Spostando la leva verso l’anteriore macchina si inserisco-


no le marce AVANTI e la spia “F” (fig.42/C) si illumina.
- Spostando la leva verso il posteriore macchina (fig.41/C)
si inseriscono le marce indietro e la spia “R” (fig.42/C) si
illumina. Quando viene inserita la retromarcia si attiva un

F
allarme acustico.
- Premendo l’estremità della leva si aziona il clacson
(fig.41/C pos.”2”)
1
- ATTENZIONE -
I movimenti della leva non sono attivi quando:
F
- Il freno a mano è inserito.
- L’operatore non è seduto correttamente al posto di guida.
N
- ATTENZIONE -
Selezionata la marcia AVANTI/INDIETRO la macchina
R
inizia repentinamente a muoversi nella direzione 2

R
selezionata. Prima di selezionare la direzione di
movimento verificare che nessuno si trovi nei pressi
della macchina. (fig.31/C)

- ATTENZIONE - (fig.41/C)
Verificare sempre la marcia inserita prima
di spostare la leva nella posizione desiderata.
è possibile leggere la marcia inserita sulla leva e sul Display
LCD (fig.42/C pos.”1”). Si consiglia di effettuare manovre di
impilamento e movimentazione carico in “3°marcia”.
In questo modo i movimenti saranno più morbidi.
F R
Procedimento d’inversione della marcia

- Ridurre al minimo la velocità del motore ed arrestare la


macchina.
- Selezionare la nuova direzione.

- ATTENZIONE
Non è permessa l’inversione di marcia ad una velocità 1
superiore a 2 km/h.
(fig.42/C)
Se la leva di selezione marcia avanti/retromarcia viene spo-
stata in posizione diversa dal neutro con il freno di staziona-
mento inserito, la trasmissione non entra in funzione.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/31
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Procedimento cambio della marcia

La funzione rotatoria della manopola “1” (fig.43/C) permette


l’inserimento delle marce meccaniche. La manopola permet-
1 2
te di selezionare 4 marce AVANTI e 3 marce INDIETRO.
La marcia selezionata è visibile dal simbolo corrispondente
alla marcia (fig.43/C, pos.”2”) in corrispondenza della tacca F
“3 ” (fig.43/C) e sul Display LCD (fig.44/C, pos.”1”).

Le marce in avanti e retromarcia selezionabili sono: N


1° - Marcia Prima
2° - Marcia Seconda
3° - Marcia Terza R
4° - Marcia Quarta (Cambio automatico). 3
Per un corretto inserimento delle marce:
(fig.43/C)
- Ridurre al minimo i giri del motore.
- Ruotare la manopola per inserire la marcia meccanica
desiderata.
La selezione delle marce avviene senza intervenire sul
pedale “Inching”.

- ATTENZIONE -
Selezionata la marcia meccanica desiderata la macchina
inizia repentinamente a muoversi incrementando o decre-
mentando la velocità, a seconda della marcia selezionata,
senza intervenire sul pedale dell’acceleratore.
Si consiglia di effettuare manovre di impilamento
e movimentazione carico in “3° marcia”.
In questo modo i movimenti saranno più morbidi. 1
Nelle macchine con trasmissione idrostatica VS (fig.44/C)
la selezione delle marce dalla leva non è attiva.

4° - Marcia Quarta (Cambio automatico)

Il cambio automatico permette l’inserimento/disinserimento


delle marce in modo automatico. Le marce vengono incre-
mentate nell’accelerazione e decrementate in fase di dece-
lerazione, in entrambi i sensi di marcia.

L’ordine di incremento (in automatico) in marcia avanti è:


2° - Marcia Seconda
3° - Marcia Terza
4° - Marcia Quarta
L’ordine di decremento (in automatico) in marcia avanti è:
4° - Marcia Quarta
3° - Marcia Terza
2° - Marcia Seconda

L’ordine di incremento (in automatico) in marcia indietro è:


2° - Marcia Seconda
3° - Marcia Terza

L’ordine di decremento (in automatico) in marcia indietro è:


3° - Marcia Terza
2° - Marcia Seconda

- ATTENZIONE
In “4°- Marcia quarta (cambio automatico)” vengono escluse:
- in marcia avanti, la “1°- Marcia prima”;
- in retromarcia, la “1°- Marcia prima”, la “4°- Marcia quarta”.

C/32 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Leva di selezione marce avanti/retromarcia
Cambio Vario System

Questa leva (fig.45/C pos.”1”) permette di cambiare il senso


di marcia. Sul cruscotto si accendono le spie luminose che
indicano la direzione nella quale la macchina si sta muoven-
do (fig.45/C pos.”F-R”). Se le spie sono spente la macchina
si trova in folle. Mantenendo la leva in posizione intermedia
la trasmissione è in folle.

- ATTENZIONE
L’inserimento delle marce AVANTI/INDIETRO, si ottiene pre-
vio lo spostamento verso l’alto della leva. Questo spostamen-
to protegge la leva dalle manovre accidentali.
- Spostando la leva verso l’anteriore macchina (fig.45/C)
si inseriscono le marce AVANTI e la spia “F” (fig.46/C) si
illumina.
- Spostando la leva verso il posteriore macchina (fig.45/C)
si inseriscono le marce indietro e la spia “R” (fig.46/C) si
illumina. Quando viene inserita la retromarcia si attiva
un allarme acustico.
- Premendo l’estremità della leva si aziona il clacson
(fig.45/C pos.”2”) F 1
- ATTENZIONE -
I movimenti della leva non sono attivi quando:
- Il freno a mano è inserito. F
- L’operatore non è seduto correttamente al posto di guida.

- ATTENZIONE - N
Selezionata la marcia AVANTI/INDIETRO la macchina inizia
repentinamente a muoversi nella direzione selezionata.
Prima di selezionare la direzione di movimento verificare 2 R
che nessuno si trovi nei pressi della macchina.

- ATTENZIONE -
Verificare sempre la marcia inserita prima
R
di spostare la leva nella posizione desiderata.
(fig.45/C)

Procedimento d’inversione della marcia

- Ridurre al minimo la velocità del motore ed arrestare la macchina.


- Selezionare la nuova direzione.

- ATTENZIONE
F R
Non è permessa l’inversione di marcia ad una velocità superiore
a 2 km/h.
Se la leva di selezione marcia avanti/retromarcia viene spostata
in posizione diversa dal neutro con il freno di stazionamento in-
serito, la trasmissione non entra in funzione.

- ATTENZIONE -
La selezione delle marce dalla leva non è attiva.
Prima di iniziare ad operare settare la modalità (fig.46/C)
operativa della trasmissione VS (Vario System),
vedi paragrafo “settaggio Trasmissione
idrostatica VS (Vario System)”.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/33
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Settaggio Trasmissione idrostatica VS


(Vario System)
(fig.47/C, pos.”1”)

Le macchine dotate di trasmissione idrostatica VS permetto-


no di settare la trasmissione in tre diverse modalità di guida: 1
I. Automotive “trasporto su strada”(fig.48).
II. Pala (fig.48)
III. Trattore - CSD (fig.48)

Modalità “I” (Automotive):


La macchina può marciare da 0 a 40 Km/h agendo sul pedale
dell’acceleratore per incrementare o decrementare la velocità.

Modalità “II” (Pala):


Il motore idrostatico è sempre alla massima cilindrata.
In questa modalità si ha massima coppia alle ruote e massima
forza di traino. La macchina può marciare da 0 a 15 Km/h.
(fig.47/C)
Modalità “III” (Trattore-CSD):
Attraverso l’acceleratore manuale e il potenziometro è possibile
portare il motore ad un dato numero di giri costanti e seleziona-
re una velocità di avanzamento costante, indipendentemente
dal numero di giri motore.
B
La macchina può marciare da 0 a 12Km/h (velocità massima
raggiungibile solo con pneumatici 445/70 R24).
2
- ATTENZIONE
La velocità di circolazione della macchina con carico non
deve in alcun caso superare i 10Km/h. A
- ATTENZIONE
Il pedale “inching” è regolarmente funzionante in tutte e tre
le modalita di guida.
1
Procedimento selezione modalità operativa

- Portare il motore al minimo dei giri


- Arrestare completamente la macchina
- Portare la leva selezione marce in folle
- Selezionare la modaltità operativa attraverso
il selettore”DRIVE MODE” (fig.48/C Pos.”1”) (fig.48/C)

Procedimento settaggio modalità Trattore-CSD

- ATTENZIONE
Eseguire il settaggio modalità Trattore-CSD dopo aver sele-
zionato la modalità operativa.

- ATTENZIONE
Verificare che il potenziometro “SPEED” (fig.48/C Pos.”2”) si
trovi nella posizione “A” (fig.48/C) (velocità a 0Km/h) prima di
spostare la leva selezione marcia Avanti/Indietro. Se il poten-
ziometro si trova in diversa posizione allo spostamento della
leva marce la macchina inizia repentinamente a muoversi.
- Agire sull’acceleratore manuale per selezionare i giri mo-
tore desiderati.
- Selezionare la marcia Avanti/indietro attraverso la propria
leva.
- Spostare lentamente e progressivamente il potenziome-
tro verso “B” (fig.48/C) per dare segnale alla centralina ed
aumentare la velocità.

C/34 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
FRENO DI STAZIONAMENTO

Il freno di stazionamento deve essere inserito ogni volta che


si abbandona la macchina, a motore fermo o acceso, in caso
di sosta anche solo momentanea, ogni qualvolta la macchi-
na opera da fermo anche con piedi stabilizzzatori abbassati
(se presenti). Il freno si inserisce automaticamente quando si
arresta il motore.

Premendo il consenso “A” (fig.49/C) si inserisce il freno di sta-


zionamento, l’accensione della spia luminosa sul pulsante e
sul cruscotto centrale (fig.50/C Pos.”1”) indicano l’avvenuto in-
serimento. Con il freno di stazionamento inserito la macchina
non può muoversi, la trasmissione idrostatica è disinserita.

Per verificare l’efficienza del freno di stazionamento contatta-


re un officina autorizzata DIECI.
(fig.49/C)
- ATTENZIONE
In caso di avaria del freno di stazionamento non utilizzare la A
macchina.

- ATTENZIONE
Modifiche non autorizzate dei rapporti al ponte, del peso della
macchina, delle dimensioni delle ruote e dei pneumatici pos-
sono compromettere l’efficienza del freno di stazionamento.

- ATTENZIONE -
In caso di accensione della spia “2” (fig.50/C) 1 2
il freno di stazionamento risulta bloccato.
Non avanzare con la maccina.
Consultare il capitolo “D - Manutenzione “ di questo manuale.
Se la spia dovesse rimanere accesa
rivolgersi ad un centro assistenza Dieci.

(fig.50/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/35
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

LIVELLA A BOLLA e inclinometro


(fig.51/C)
1
La livella a bolla (fig.51/C Pos.”1”) è situata al centro del cru-
scotto. Si utilizza per verificare il corretto livellamento trasver-
sale della macchina.

Per operare in piena sicurezza la bolla d’aria deve trovarsi al


centro, con un margine di approssimazione massimo di 2° ver-
so destra o sinistra.
L’inclinazione supera i due gradi quando la bolla d’aria si porta
completamente all’esterno dei due margini “A” e “B” (fig.52/C).

La macchina può montare due tipo di livella a bolla, standard


(fig.52/C) o optionals (fig.53/C).

Nella livella optional è presente la gradazione di riferimento.


L’inclinazione supera i due gradi quando la bolla d’aria si porta
completamente all’esterno dei due gradi (fig.53/C pos.”A”). (fig.51/C)

- DIVIETO -
è vietato operare con inclinazione
trasversale superiore a 2°. A B

(fig.52/C)

A A

(fig.53/C)

C/36 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
LEVA DI COMANDO BRACCIO
(fig.54/C Pos.”1”)

La suddetta leva si trova sul lato destro dell’operatore


(fig.54/C Pos.”1”) e con essa si manovra totalmente il brac-
cio e l’estremità del medesimo.

- ATTENZIONE
Prima di azionare il braccio, assicurarsi che la zona circo- 1
stante sia libera. Assicurarsi che i carichi da sollevare rientri-
no nel diagramma di portata della macchina.

- ATTENZIONE
Queste indicazioni si riferiscono alla versione standard al
momento della stampa di questo manuale. In presenza di
particolari optionals o a seguito di aggiornamenti tecnici i
movimenti delle leve possono corrispondere a comandi
diversi, a tal proposito fare sempre e comunque riferimento (fig.54/C)
alle indicazioni presenti all’interno della cabina di guida.

- ATTENZIONE
La Ditta Costruttrice propone una gamma leve (Joy-
stick) per i movimenti del braccio con caratteristiche
tecniche e movimenti diversi dalla versione standard
(vedi pagine seguenti).

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/37
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Joystick 3 in 1 Sfilo ON/OFF


(Versione standard)
(fig.55/C)

Prima di ogni manovra, premere e tenere premuta la leva


“A” (fig.55/C) di consenso “Uomo presente”.

Manovra braccio: Discesa Salita

- Tirare il joystick “B”(fig.55/C) indietro


per sollevare il braccio.
- Spingere il joystick “B”(fig.55/C) in avanti
per abbassare il braccio.

Sfilo braccio:

Sfilo
braccio braccio
- Spingere la levetta “C”(fig.55/C) in avanti
per sfilare il braccio.
Rientro
- Spingere la levetta “C”(fig.55/C) indietro
per il rientro braccio.

Brandeggio supporto attrezzatura:

- Spostare lateralmente a destra il joystick “B” (fig.55/C)


per brandeggiare il supporto attrezzatura verso il basso.
- Spostare lateralmente a sinistra il joystick “B” (fig.55/C)
per brandeggiare il supporto attrezzatura verso l’alto. Brandeggio Brandeggio
verso l’alto verso il basso

Leva comando servizi


(fig.55/C)
Con distributore 3 in 1 installato la macchina viene dotata
di un secondo Joystik (fig.56/C pos.”A”) per il comando dei
servizi.

Per l’esecuzione dei movimenti:

- Impugnare il Joystik “A” (fig.56/C),

- Premere e mantenere premuto il pulsante “B” (fig.56/C)

- Sopostare il Joystik “A” verso destra/sinistra (fig.56/C).

- ATTENZIONE
Prima di iniziare ad operare con la macchina verificare le
funzioni ed i movimenti del Joystick “A”servizi (fig.56/C).
Per la verifica di tali funzioni porsi in una zona libera da
ostacoli che permetta di eseguire la verifica dei movimenti
senza rischio di danno a cose, persone o animali.

(fig.56/C)

C/38 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Joystick 3 in 1 Sfilo Proporzionale
(Versione standard)
(fig.57/C)

Prima di ogni manovra, premere e tenere premuta la leva


“A” (fig.57/C) di consenso “Uomo presente”.
F
Manovra braccio:

- Tirare il joystick “1” (fig.57/C) indietro


verso la lettera “B2” (fig.57/C), per sollevare il braccio.
- Spingere il joystick “1” (fig.57/C) in avanti, Discesa Salita
verso la lettera “B1” (fig.57/C) per abbassare il braccio.
B1 B2
Sfilo braccio: A
- Spingere il roller “C” (fig.57/C) in avanti,
verso la lettera “C1”, per sfilare il braccio.
- Spingere il roller “C” (fig.57/C) indietro,
verso la lettera “C2”, per il rientro braccio.
1
Nota: la velocità di sfilo o rientro sarà proporzionale allo
spostamento del roller “C” (fig.57/C).

Brandeggio supporto attrezzatura:

- Spostare lateralmente a destra verso la lettera “D2” il


joystick “1” (fig.57/C) per brandeggiare il supporto at-
trezzatura verso il basso. C1
- Spostare lateralmente a sinistra, verso la lettera “D1”, il
braccio

joystick “1” (fig.57/C) per brandeggiare il supporto attrez-


Sfilo

zatura verso l’alto.

NOTA: Con distributore 3 in 1 installato la macchina viene


dotata di un secondo Joystik (fig.56/C pos.”A”) per il co- C
Rientro
braccio

mando dei servizi. Per l’utilizzo consulta il paragrafo “Leva


comando servizi”.

PULSANTE RIENTRO ALLARME:


C2
(Se presente)
Premere il pulsante “F” (fig.57/C) per portare il carico in condi-
zioni di sicurezza nel caso di intervento delle protezioni. Per le Brandeggio Brandeggio
specifiche di utilizzo e funzionamento fare riferimento al para- verso l’alto verso il basso
grafo “Pulsante di rientro allarme” all’interno del capitolo “C”.
D1 D2

(fig.57/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/39
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Joystick 4 in 1 Sfilo Comando proporzionale


Servizi proporzionali
(fig.58/C)

Prima di ogni manovra, premere e tenere premuta la leva


“A”(fig.58/C) di consenso “Uomo presente”.

Manovra braccio: F
- Tirare il joystick “1” (fig.58/C) indietro
verso la lettera “B2” (fig.58/C), per sollevare il braccio.
- Spingere il joystick “1” (fig.58/C) in avanti, Discesa Salita
verso la lettera “B1” (fig.58/C) per abbassare il braccio.
B1 B2
Sfilo braccio:

- Spingere il roller “C” (fig.58/C) in avanti


A
verso la lettera “C1”, per sfilare il braccio.
- Spingere il roller “C” (fig.58/C) indietro,
verso la lettera “C2”, per il rientro braccio.

Nota: la velocità di sfilo o rientro sarà proporzionale allo


1
spostamento del roller “C” (fig.58/C).

Brandeggio supporto attrezzatura:

- Spostare lateralmente a destra verso la lettera “D2” il


joystick “1” (fig.58/C) per brandeggiare il supporto at-
trezzatura verso il basso.
- Spostare lateralmente a sinistra, verso la lettera “D1”, il
joystick “1” (fig.58/C) per brandeggiare il supporto attrez- C1 E1

Servizi
zatura verso l’alto.
braccio
Sfilo

Comando servizi:

- Spingere il roller “E” (fig.58/C) in avanti,


verso la lettera “E1”, per i servizi.
C E
Rientro
braccio

Servizi
- Spingere il roller “E” (fig.58/C) indietro,
verso la lettera “E2”, per i servizi.

NOTA: quando viene installata un’attrezzatura elettro- C2 E2


idraulica, il roller “E” serve per il controllo dei movimenti di
servizio della medesima, in accordo con quanto specificato
nel manuale allegato all’attrezzatura.
Brandeggio Brandeggio
La velocità del movimeto dei servizi sarà proporzionale allo
verso l’alto verso il basso
spostamento del roller “E”.
D1 D2
- ATTENZIONE
Prima di iniziare ad operare con la macchina verificare le
funzioni ed i movimenti del roller “E” servizi.
Per la verifica di tali funzioni porsi in una zona libera da
ostacoli che permetta di eseguire la verifica dei movimenti
senza rischio di danno a cose, persone o animali.
1
PULSANTE RIENTRO ALLARME:
(Se presente)
Premere il pulsante “F” (fig.58/C) per portare il carico in condi-
zioni di sicurezza nel caso di intervento delle protezioni. Per le
specifiche di utilizzo e funzionamento fare riferimento al para- (fig.58/C)
grafo “Pulsante di rientro allarme” all’interno del capitolo “C”.

C/40 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Joystick 4 in 1 Sfilo Comando proporzionale
Servizi proporzionali
(fig.59/C)

Prima di ogni manovra, premere e tenere premuta la leva


“A” (fig.59/C) di consenso “Uomo presente”.
F
Manovra braccio:

- Tirare il joystick “1” (fig.59/C) indietro


verso la lettera “B2” (fig.59/C), per sollevare il braccio.
- Spingere il joystick “1” (fig.59/C) in avanti,
A
verso la lettera “B1” (fig.59/C) per abbassare il braccio.
B1 B2
Sfilo braccio:
Discesa Salita
- Spingere il roller “C” (fig.59/C) in avanti,
verso la lettera “C1”, per sfilare il braccio.
- Spingere il roller “C” (fig.59/C) indietro, 1
verso la lettera “C2”, per il rientro braccio.

Nota: la velocità di sfilo o rientro sarà proporzionale allo


spostamento del roller “C” (fig.59/C).

Brandeggio supporto attrezzatura:

- Spostare lateralmente a destra verso la lettera “D2” il


joystick “1” (fig.59/C) per brandeggiare il supporto at-
trezzatura verso il basso.
- Spostare lateralmente a sinistra, verso la lettera “D1”, il C1 E1
joystick “1” (fig.59/C) per brandeggiare il supporto attrez-

Servizi
zatura verso l’alto.
braccio
Sfilo

Comando servizi:

- Spingere il roller “E” (fig.59/C) in avanti


verso la lettera “E1”, per i servizi. C E
Rientro
braccio

Servizi
- Spingere il roller “E” (fig.59/C) indietro,
verso la lettera “E2”, per i servizi.
C2 E2
NOTA: quando viene installata un’attrezzatura elettro-
idraulica, il roller “E” serve per il controllo dei movimenti di
servizio della medesima, in accordo con quanto specificato
nel manuale allegato all’attrezzatura. Brandeggio Brandeggio
La velocità del movimeto dei servizi sarà proporzionale allo verso l’alto verso il basso
spostamento del roller “E”.
D1 D2
- ATTENZIONE
Prima di iniziare ad operare con la macchina verificare le
funzioni ed i movimenti del roller “E” servizi. 1
Per la verifica di tali funzioni porsi in una zona libera da
ostacoli che permetta di eseguire la verifica dei movimenti
senza rischio di danno a cose, persone o animali.

PULSANTE RIENTRO ALLARME:


(Se presente)
Premere il pulsante “F” (fig.59/C) per portare il carico in condi-
zioni di sicurezza nel caso di intervento delle protezioni. Per le (fig.59/C)
specifiche di utilizzo e funzionamento fare riferimento al para-
grafo “Pulsante di rientro allarme” all’interno del capitolo “C”.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/41
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

DISPOSITIVO ANTIRIBALTAMENTO

Il dispositivo rileva la condizione di stabilità longitudinale del-


la macchina misurando il carico residuo che grava sull’asse 2
posteriore. Nel caso in cui vengano a mancare le condizioni
di sicurezza, il dispositivo entrerà in funzione disabilitando
tutti i movimenti del braccio.
Il dispositivi è composto da:
- Indicatore di momento longitudinale (fig.61/C pos.”1”)
1
- Pulsante di rientro allarme (fig.62a/C pos.”2” / fig.62b/C pos.”2”)
- Selettore override (fig.62a/C pos.”1”)
Il dispositivo è sempre in funzione.
Il dispositivo NON è destinato all’avvertimento del rischio di 3 4
ribaltamento in caso di:
- Un sovraccarico improvviso (fig.61/C)
- Trasporto/spostamenti con carico in posizione elevata
- Spostamento su terreni accidentati, con ostacoli o buche
- Trasporto/spostamenti su un pendio o in prossimità di un pendio
- Elevata velocità di spostamento in rettilineo e in curva
Il Dispositivo di Antiribaltamento può entrare in funzione in
due occasioni:

- In caso raggiungimento del carico limite. 


L’indicatore di momento longitudinale (fig.61/C pos.”1”) 2
sarà alla fine della zona rossa, si accenderà la spia di 1
allarme generico (fig.62a/C pos.”2”) e il segnale acustico
suonerà in modo continuo. È possibile riportare il carico
in condizioni di sicurezza utilizzando il pulsante di rientro (fig.62a/C)
allarme (fig.62a/C pos.”2”) per le specifiche di utilizzo fare
riferimento al paragrafo “Pulsante di Rientro Allarme”.

- In caso di malfunzionamento o avaria del sistema. 


Sul display (fig.61/C pos.”4”) lampeggierà il codice d’er-
rore, si accenderà in modo fisso la spia di allarme ge-
nerico (fig.61/C pos.”2”) e il segnale acustico suonerà in
modo continuo. In queste condizioni l’operatore può tor-
nare alla visualizzazzione dell’orologio premendo il tasto
1
sinistro (fig.61/C pos.”3”). Una volta premuto, il pannello
smetterà di suonare ma la spia allarme generico rimarrà
accesa fino a quando l’errore rimarrà attivo. Premendo
nuovamente il tasto sinistro sarà possibile visualizzare
nuovamente l’errore, se ancora attivo. Per l’identificazio-
ne dell’anomalia ricercare il corrispondente codice d’er-
rore nel paragrafo “Errori dispositivo antiribaltamento”.

- ATTENZIONE -
IN CASO DI BLOCCO DEL DISPOSITIVO, IL SELETTORE DI
OVERRIDE (fig.62a/C pos.”1”) DEVE ESSERE UTILIZATO
SOLO PER RIPORTARE IL CARICO E LA MACCHINA (fig.62b/C)
IN CONDIZIONI DI SICUREZZA. L’OPERAZIONE DEVE
ESSERE ESEGUITA SOLO DA PERSONALE ESPERTO,
QUALIFICATO ED AUTORIZZATO DAL RESPONSABILE
DELLA SICUREZZA.

- ATTENZIONE -
PRIMA DI INIZIARE AD OPERARE, ASSICURARSI CHE
IL DISPOSITIVO SIA CORRETTAMENTE FUNZIONANTE
ESEGUENDO LA “VERIFICA DISPOSITIVO
ANTIRIBALTAMENTO”

C/42 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Indicatore di momento longitudinale
(fig.63/C) B

L’indicatore presenta una scala di tre colori che segnalano


rispettivamente: A
- Verde “A”(fig.63/C), normale condizione di lavoro; C
nessun segnale acustico.
- Giallo “B”(fig.63/C), condizione di preallarme;
nessun segnale acustico.
- Rosso “C”(fig.63/C), carico limite di ribaltamento;
allarme acustico intermittente.
C1
- Rosso “C1”(fig.63/C), carico limite di ribaltamento, fondo
scala strumento; D
allarme acustico continuo, spia “1” (fig.64/C) allarme ge-
nerico accesa.

Lo stato del carico viene segnalato dalla lancetta “D”


(fig.63/C), che ruota da sonistra a destra all’aumentare del (fig.63/C)
carico rilevato.

Con il pulsante “E” (fig.64/C) è possibile silenziare il segna-


le acustico intermittente che interviene, raggiunta la zona
rossa “C”(fig.63/C) dello strumento.Il segnale acustico vie- 1
ne automaticamente riabilitato al raggiungimento del fondo
scala Rosso “C1”(fig.63/C). Al raggiungimento del carico
limite (fig.63/C Pos.”C1”) il dispositivo blocca automatica-
mente tutti i movimenti della macchina.

All’accensione della strumentazione il dispositivo effettua un


test in automatico con l’accensione di tutti i led, movimento
delle lancette e emissione di un segnale acustico. Se ciò
non succedesse contattate immediatamente la rete di Assi-
stenza DIECI. E 2
(fig.64/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/43
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Pulsante di rientro allarme


(fig.65/C Pos.”1” - fig.66/C Pos.”1”)

Il pulsante può essere posizionato sulla plancia (fig.65/C


Pos.”1”) o sul joystick (fig.66/C Pos.”1”) a seconda dei mo-
delli di macchina.

Al raggiungimento del carico limite (fig.667/C Pos.”C1”) il


dispositivo antiribaltamento blocca tutti i movimenti della
macchina, attivando il pulsante di rientro allarme.

Il pulsante di rientro allarme fa rientrare gli sfili del braccio


telescopico riportando la macchina in condizione di sicurez-
za. Raggiunta la condizione di sicurezza l’allarme cessa di
fuznionare, il pulsante viene disabilitato e il joystick riprende
1
le sue funzioni. Il pulsante deve essere mantenuto premuto
fino alla sua disabilitazione automatica. (fig.65/C)

(fig.66/C)

C1

(fig.67/C)

C/44 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Selettore di override - ATTENZIONE -
(fig.68/C Pos.”1”)
Queste operazioni possono essere eseguite solo
- ATTENZIONE - da personale esperto, qualificato ed autorizzato
dal responsabile della sicurezza.
Il selettore di override può essere utilizzato solo dopo
aver tentato di ripristinare le condizioni di sicurezza
attraverso il Pulsante di rientro allarme.
1
Con l’indicatore in posizione “C1” (fig.69/C), si attiva il selet-
tore di override (fig.68/C Pos.”1”), il selettore è del tipo con
ritorno a molla. Al raggiungimento del carico limite (fig.69/C
Pos.”C1”) il dispositivo blocca tutti i movimenti della macchina.

In queste condizioni è possibile rientrare in condizione di


sicurezza:
- Ruotare la chiave rossa (fig.68/C Pos.”1”) nella posizio-
ne “B” (fig.68/C) e mantenerla in tale posizione.
A B
- Effettuare solo il rientro o la salita braccio riportando que-
sto in situazione di sicurezza (vedi diagramma di portata).
NON effettuare la discesa e lo sfilo del braccio in
quanto sono movimenti destabilizzanti.
- Raggiunta la zona di sicurezza l’allarme cessa, il selet-
tore può essere rilasciato.

- ATTENZIONE -
Ruotando il selettore di override (fig.68/C Pos.”1”) nella po-
sizione “B” (fig.68/C) i sistemi antiribaltamento sono disat- (fig.68/C)
tivati. é obbligatorio consultare il diagramma di carico
(reperibile in cabina e sull’uso e manutenzione) prima di
eseguire qualsiasi manovra. Utilizzando anche l’inclinome-
tro e le lettere sul braccio, è possibile venire a conoscenza
dell’esatta posizione del braccio. In queste condizioni non
eseguire movimenti aggravanti per la stabilità della macchi-
na, pericolo di perdita di stabilità e ribaltamernto.

Il selettore è del tipo a chiave per dare la possibilità al re-


sponsabile della sicurezza di estrarre la chiave e non per-
mettere a nessuno di disattivare il sistema antiribaltamento.

C1

(fig.69/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/45
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

SELETTORE FUNZIONI MACCHINA


(fig.70/C pos.”1”)

La macchina possiede un “selettore funzioni macchina”


(fig.70/C Pos.”1”) che deve sempre essere settato sull’at-
trezzo che si desidera utilizzare.
Le categorie di selezione sono:
• Pala (modalità pala)
(fig.70/C Pos.”A” simbolo pala)
Attrezzature abbinate:
Benne, benne miscelatrici.
• Movimentazione cose (modalità carrello elevatore)
(fig.70/C Pos.”B” simbolo forche)
Attrezzature abbinate:
Forche, siviere, cestelli portamateriale.
• Sollevamento cose (modalità autogrù)
(fig.70/C Pos.”C” simbolo verricello) (fig.70/C)
Attrezzature abbinate:
piastra con gancio di sollevamento, Verricelli, argani,
prolunghe a traliccio, prolunghe a traliccio con argano.

• Sollevamento persone (modalità piattaforma elevabile)


(fig.70/C Pos.”D” simbolo cestello)
B C
Attrezzature abbinate:
Tutti i cestelli portapersone.
D
Le attrezzature applicabili alle macchine in oggetto fanno
riferimento al listino prezzi della DIECI. A
Selezionare l’attrezzo ruotando la chiave. Il selettore è del
tipo a chiave per dare la possibilità al responsabile della si-
curezza di estrarre la chiave, dopo la selezione dell’attrezzo
e non permettere a nessun altro di intervenire sul sellettore.
1
In modalità Pala a braccio completamente retratto il dispo-
sitivo antiribaltamento è automaticamente disattivato.
Nel caso il braccio fosse sfilato o venisse successivamente
sfilato il funzionamento sarà il medesimo della modalità forche.
In questa modalità:
- Lo strumento (fig.71/C Pos.”A”) è sempre regolarmente
funzionante e indica solo lo stato del carico.
- A braccio chiuso il buzzer non è funzionante per segnalare A
lo stato del carico ma entra in funzione solo per la segnala-
zione di errori del sistema.

(fig.71/C)

C/46 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
- PERICOLO -
In modalità “Pala” se si utilizza un accessorio diverso da
quelli indicati come “attrezzature abbinate” c’è pericolo di
ribaltamento.

- ATTENZIONE
La selezione della modalità “piattaforma elevabile” per il
sollevamento di persone esclude la possibilità di selezionare
una sterzatura diversa da quella impostata.

- ATTENZIONE
è consentito l’utilizzo solo di attrezzature originali DIECI; la
DIECI declina ogni responsabilità per danni alla macchina, cose,
persone derivante dall’utilizzo di attrezzature non originali.

- ATTENZIONE
Non sono ammesse attrezzature diverse da quelle proposte
dalla Casa costruttrice DIECI.

- DIVIETO -
é proibito utilizzare la macchia con attrezzatura diversa
da quella selezionata con il “selettore funzioni macchina”.

- ATTENZIONE -
è consentito l’uso del cestello dalla
cabina con “selettore funzioni macchina” su
“forche” (fig.70/C Pos.”B”) solo per riportare
a terra il cestello nel caso di malessere o
infortunio dell’operatore che lo occupa.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/47
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

VERIFICA DISPOSITIVO ANTIRIBALTAMENTO

- ATTENZIONE -
È OBBLIGATORIO VERIFICARE IL CORRETTO
FUNZIONAMENTO DEL DISPOSITIVO ANTIRIBAL-
TAMENTO PRIMA DI OGNI RIPRESA DI LAVORO.

Per una corretta verifica del dispositivo seguire le seguenti


operazioni: 2
- Premere per 5 secondi il pulsante di sinistra (fig.72a/C
Pos.”1”), tutta la strumentazione effettuerà un test di fun-
zionamento, riposizionandosi all’indicazione dello stato
attuale del carico.
1
- Accertarsi che la chiave di selezione lavoro (fig.72b/C
Pos.”1”) sia posizionatanella posizione Forche. (fig.72a/C)
- Posizionare la macchina su pneumatici con i piedi stabi-
lizzatori completamente sollevati (se presenti), su terre-
no piano e consistente.
- Caricare con le forche un carico di peso conosciuto su-
periore a 300Kg o comunque significativo per la portata
della macchina.
- Sollevare il carico a circa 1m da terra.
- Sfilare lentamente il braccio.
- Durante questa manovra monitorare l’ Indicatore di Mo-
mento Longitudinale (fig.72b/C Pos.”2”). Una volta rag-
giunta la fine della zona rossa, dovrà accendersi la spia
rossa di allarme generico con il segnale acustico conti-
nuo, contemporaneamente verrà bloccato il movimento
di sfilo.
(fig.72b/C)
- A questo punto controllare che anche tutti gli altri movi-
menti del braccio siano bloccati.
- Verificare che il blocco avvenga nel punto indicato nel
diagramma di portata presente nel taccuino all’interno
della cabina.
- Nel caso in cui tutto funzioni correttamente, potrete uti-
lizzare il pulsante di rientro dell’allarme per poter riabili-
tare i movimenti del braccio e iniziare il lavoro.

Nel caso in cui sulla macchina siano presenti piedi stabiliz-


zatori, ripetere le operazioni con stabilizzatori completamen-
te abbassati, ma con un carico superiore a 500Kg o comun-
que significativo per la portata della macchina.

- PERICOLO -
QUALORA SI RISCONTRASSERO ANOMALIE AI
DISPOSITIVI DI SICUREZZA, INTERROMPERE IL
LAVORO FINO A RIPARAZIONE AVVENUTA.

Ogni 100 ore di funzionamento, durante la manutenzione


periodica, deve essere effettuato un test a carico per veri-
ficare l’efficienza del dispositivo. Tale test può essere effet-
tuato solo da un officina autorizzata DIECI.

C/48 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Selettore sterzatura
(fig.73/C Pos.”1”)

Ruotando il selettore (fig.64/C Pos.”1”) si ottengono 3 tipi di


sterzature:
1
1 - Sterzatura normale - (fig.74/C Pos.”A”)
Questo tipo di sterzata consente di effettuare una sterza-
ta solo anteriore.
Per attivare la sterzatura anteriore ruotare il selettore “1”
(fig.74/C) in corrispondenza della posizione “A” (fig.74/C)
riportata sull’etichetta funzioni di sterzata.

2 - Sterzatura a raggio - (fig.74/C Pos.”B”)


Questo tipo di sterzata consente la sterzata massima a
destra e a sinistra.
Per attivare la sterzatura a raggio ruotare il selettore “1” (fig.73/C)
(fig.74/C) in corrispondenza della posizione “B” (fig.74/C)
riportata sull’etichetta funzioni di sterzata.

3 - Sterzatura a granchio - (fig.74/C Pos.”C”)


Questo tipo di sterzata consente di effettuare una sterza-
ta a granchio, ruote anteriori e posteriori parallele
(spostamento laterale della machina). 2
Per attivare la sterzatura a granchio spostare la leva “1”
(fig.74/C) in corrispondenza della posizione “C” (fig.74/C)
riportata sull’etichetta funzioni di sterzata.

- ATTENZIONE -
La selezione della sterzatura va fatta a macchina ferma.

- ATTENZIONE 1
Per la marcia su strada è obbligatorio posizionare il selettore
comando sterzo in Pos.”A” (fig.74/C) bloccata con l’apposi-
to fermo (fig.74/C Pos.”2”); (modalità sterzata solo anteriore
“normale”).

- ATTENZIONE
A
Prima di selezionare un nuovo tipo di sterzatura effettuare C
l’allineamento delle ruote seguendo la procedura sotto de-
scritta. Anche l’allineamento ruote deve essere effettuato a B
macchina ferma.
(fig.74/C)
Allineamento (standard)

1. Posizionare il selettore “1” (fig.74/C) nella posizione contras-


segnata con “B” (fig.74/C) sull’etichetta funzioni di sterzata.
2. Ruotare lo sterzo, osservando le sole ruote posteriori, sino a
quando non sono completamente raddrizzate.
3. Posizionare il selettore “1” (fig.74/C) sulla posizione contras-
segnata con “A” (fig.74/C) sull’etichetta funzioni di sterzata.
4. Ruotare lo sterzo, osservando le ruote anteriori, sino a quan-
do non sono completamente raddrizzate.
5. A questo punto le ruote anteriori e posteriori sono allineate e
si può pertanto selezionare il tipo di sterzatura desiderata.

- ATTENZIONE
Periodicamente si consiglia di effettuare l’allineamento delle
ruote (ogni 8-10 ore) a seconda dell’utilizzo continuativo della
macchina.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/49
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Consenso spie allineamento ruote


(optional)
(fig.75/C Pos.”1”)

Le spie sul cruscotto (fig.76/C Pos.”1-2”) segnalano l’alline-


maneto delle ruote al telaio. Per abilitare la funzione si deve
agire sul proprio consenso “1” (fig.75/C).

Per l’allinemanto delle ruote anteriori:

- Premere e mantenere puremuto il consenso sul lato “A”


(fig.75/C). (fig.75/C)

- Ruotare lo sterzo per movimentare le ruote anteriori.

- L’accensione della spia “1” (fig.76/C) segnala che le ruo-


te anteriori sono allineate al telaio.

A B

Per l’allinemanto delle ruote posteriori:

- Premere e mantenere puremuto il consenso sul lato “B”


(fig.75/C).
1
- Ruotare lo sterzo per movimentare le ruote anteriori.

- L’accensione della spia “2” (fig.76/C) segnala che le ruo-


te posteriori sono allineate al telaio.

1 2

(fig.76/C)

C/50 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Consenso accensione luci anteriori
(Posizione, Anabbaglianti)
(fig.77/C Pos.”1”)

Per attivare agire sul selettore (fig.77/C Pos.”1”).

- Il primo scatto accende le luci di posizione.

- Il secondo scatto accende le luci anabbaglianti.

L’accensione della spia sul medesimo selettore indica l’av-


venuto azionamento.
1

(fig.77/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/51
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

COMANDO TERGICRISTALLO VETRO POSTERIORE


(fig.78/C Pos.”1”)

- Per attivare agire sul selettore (fig.78/C Pos.”1”).


- Premendo completamente e mantenedolo premuto si
attiva il lavavetri posteriore.

L’accensione della spia sul medesimo selettore indica l’av-


venuto azionamento.

- ATTENZIONE
Spatole usurate provocano difficoltà nella visuale e graffi al
vetro.
1
(fig.78/C)

SELETTORE LUCI DI EMERGENZA


(fig.79/C Pos.”1”)
1
Agendo sul selettore (fig.79/C Pos.”1”) si attivano le luci di
emergenza (indicatori di direzione tutti accesi in modalita
lampeggiante).
L’accensione della spia sul medesimo selettore indica l’av-
venuto azionamento.

(fig.79/C)

Acceleratore manuale
(fig.80/C Pos.”1”)

Permette di accelarare i giri del motore e mantenerli costanti


senza premere il pedale dell’acceleratore.
- Agire spostando la leva verso l’anteriore macchina
per incrementare i giri motore.
- Agire spostando la leva verso il posteriore macchina
per decrementare i giri motore.
1
- ATTENZIONE
Al momento dello spegnimento della macchina il motore
deve sempre essere portato al minimo dei giri.

- ATTENZIONE
Aumentando i giri motore la macchina potrebbe marciare
senza la pressione sul pedale dell’acceleratore.
Utilizzare l’acceleratore manuale solo durante l’utilizzo della (fig.80/C)
macchina con freno di stazionamento inserito.

Portare sempre l’acceleratore manuale (fig.80/C Pos.”1”)


nella posizione di partenza (motore al minimo dei giri)
prima di disinserire il freno di stazionamento, la macchi-
na potrebbe partire bruscamente con rischio di danni.

C/52 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
VENTILAZIONE INTERNO CABINA

Per azionare la ventilazione ruotare la manopola “1” (fig.81/C).

Gli scatti indicano rispettivamente:


1 2
0 - Spento
1 - Prima velocità
2 - Seconda velocità
3 - Terza velocità

- Per aprire le bocchette dell’aria (fig.82/C, fig.83/C, fig.84/C) (fig.81/C)


fare pressione su un lato di queste e regolare la direzione del
flusso dell’aria a mezzo delle alette o ruotando la bocchetta
stessa.
- Per chiudere le bocchette spingere le alette portandole fino
alla posizione orizzontale di chiusura.
- Per regolare il flusso dell’aria anteriore agire sulle bocchette
“1” (fig.82/C), ”2” (fig.83/C).
- Per regolare il flusso dell’aria inferiore agire sulle bocchette
“1” (fig.83/C).
- Per regolare il flusso dell’aria posteriore agire sulle bocchette
“1” (fig.84/C).

Regolazione temperatura aria 1


Per regolare la temperatura dell’aria che esce dalle bocchet-
te, ruotare la manopola “2” (fig.81/C).
Ruotando la manopola in senso orario (nella parte della scala 1
di colore rosso) la temperatura aumenta.
Ruotando la manopola in senso antiorario (nella parte della
scala di colore blu) la temparatura diminuisce fino a renderla
prossima a quella esterna. (fig.82/C)

2
1
1 1

(fig.84/C) (fig.83/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/53
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Ricircolo aria interno cabina


(fig.85/C)

- Portare la manopola nella posizione “A” (fig.85/C) per


abilitare il ricircolo aria interno cabina.

- Portare la manopola nella posizione “B” (fig.85/C) per


disabilitare il ricircolo aria interno cabina e permettere A B
all’impianto di ventilazione di aspirare l’aria dall’esterno.

NOTA:
La leva agisce sul “pescaggio” dell’aria da parte dell’impian- 1
do di ventilazione. Il flusso dell’aria e la temperatura devono
sempre essere controllati dall’impianto di ventilazione inter-
no cabina.

(fig.85/C)

C/54 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
ARIA CONDIZIONATA
(Optional)
1
Funzionamento dell’impianto:
2
1. Controllare che tutte le portiere, i finestrini e lo sportello
siano chiusi.
2. Controllare che il riscaldatore sia spento portando la leva
verso la parte della scala di colore “blu”.
3. Con il motore in moto, accendere l’aria condizionata pre-
mendo il propio consenso(fig.88/C Pos.”1”), portandolo
in posizione “I”. (fig.88/C)

4. Agire sul ventilatore (fig.88/C Pos.”2”) per selezionare il


flusso d’aria.
5. Aprire e regolare le bocchette per ottenere il miglior raf-
freddamento in base alla temperatura ambiente.
Incrementare o ridurre la velocità del ventilatore per otte-
nere le condizioni desiderate.
6. Ruotando la manopola in senso orario (nella parte della
1
scala di colore rosso) la temperatura aumenta.
Ruotando la manopola in senso antiorario (nella parte
della scala di colore blu) la temparatura diminuisce.

- ATTENZIONE
Accendere l’aria condizionata due minuti, ogni 15 giorni,
anche nelle stagioni più fredde con motore al minimo (senza
accelerare). In questo modo si lubrificano le parti mobili,
come il compressore e l’impianto in generale.

- ATTENZIONE
Per mantenere efficiente l’impianto di condizionamento
mantenere pulito il condensatore (fig.89/C Pos.”1”).

- ATTENZIONE (fig.89/C)
NON allentare nessuno dei flessibili dell’impianto di condi-
zionamento dell’aria per poter raggiungere il condensatore
dato che il contatto tra la pelle e il refrigerante può causare
congelamenti.

- ATTENZIONE
Per la pulizia e la manutenzione dell’impianto consultare
il capoitolo “D” manutenzione.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/55
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

CONSENSO GIROFARO
(fig.91/C Pos.”B”) 1
Il girofaro deve essere posizionato sopra la cabina di guida
(fig.90/C Pos.”1”) e deve sempre essere in funzione sia in
cantiere che durante la circolazione stradale.

- Posizionare il girofaro sulla cabina di guida (fig.90/C


Pos.”1”).
- Inserire la spina di alimentazione nella presa sul retro
della cabina (fig.90/C Pos.”2”).
- Agire sull’apposito consenso ”B” (fig.91/C) per l’aziona-
mento. L’accensione della spia sul medesimo interrutto- 2
re indica la messa in funzione.

- ATTENZIONE
(fig.90/C)
La macchina può montare solamente fari forniti dalla DIECI
e corrispondenti alle normative vigenti nel paese di utilizzo.
Pericolo di danneggiamento dell’impianto elettrico.

- ATTENZIONE
Non collegare utilizzatori con tensione nominale superiore a
12V e potenza assorbita maggiore di 180W.
Pericolo di danneggiamento dell’impianto elettrico.

CONSENSO fari anteriori cabina


(OPTIONAL)
(fig.91/C Pos.”A”) A B C D
Agire sull’apposito consenso (fig.91/C Pos.”A”) per accende-
re i fari di lavoro anteriori su cabina (fig.92/C Pos.”1”).
L’accensione della propria spia sul consenso ne indicherà
l’azionamento.

- ATTENZIONE
La macchina può montare solamente fari forniti dalla DIECI.
Pericolo di danneggiamento dell’impianto elettrico.
(fig.91/C)

CONSENSO fari posteriori cabina


(OPTIONAL)
(fig.91/C Pos.”D”)
1 2
Agire sull’apposito cansenso (fig.91/C Pos.”D”) per accen-
dere i fari di lavoro posteriori su cabina (fig.92/C Pos.”2”).
L’accensione della propria spia sul consenso ne indicherà
l’azionamento.

- ATTENZIONE
La macchina può montare solamente fari forniti dalla DIECI.
Pericolo di danneggiamento dell’impianto elettrico.

(fig.92/C)

C/56 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
CONSENSO faro testa braccio
(OPTIONAL)
(fig.93/C Pos.”C”)
C
Agire sul proprio consenso (fig.93/C Pos.”C”) per accendere
il faro sulla testa del braccio (fig.94/C Pos.”1”).
L’accensione della propria spia sul consenso ne indicherà
l’azionamento.

A richiesta del cliente possono essere installati due fari di


lavoro, uno sul lato destro e uno sul lato sinistro del braccio
telescopico.

- ATTENZIONE
(fig.93/C)
La macchina può montare solamente fari forniti dalla DIECI.
Pericolo di danneggiamento dell’impianto elettrico.

(fig.94/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/57
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

C/58 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
LIVELLAMENTO
PONTE DIFFERENZIALE ANTERIORE
(Optional)

Utilizzando il livellamento del ponte differenziale anteriore è


possibile allineare la macchina al piano orizzontale di lavoro.
Verificare sempre il corretto livellamento a mezzo della bolla
in cabina (fig.96/C Pos.“1“).

La sequenza corretta per l’utilizzo del livellamento è la se-


guente:
1. Posare al suolo l’eventuale carico. (fig.95/C)
2. Abbassare e retrarre completamente il braccio telescopico.
3. Livellare la macchina agendo sull’apposito consenso.

- Premere il selettore nella parte “A” (fig.95/C)


per livellare la macchina verso sinistra.
A B
- Premere il selettore nella parte “B” (fig.95/C)
per livellare la macchina verso destra.

- DIVIETO -
è vietato operare con inclinazione
trasversale superiore a 2°.

(fig.96/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/59
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Elettrovalvola testa braccio


(Optional)
(fig.97/C Pos.”1”)

L’interruttore (fig.97/C Pos.”1”) viene installato solo in presen-


za dell’elettrovalvola sulla testa del braccio (fig.98/C Pos.”1”).
Con l’adozione dell’elettrovalvola è possibile avere i comandi
idraulici sdoppiati sulla testa del braccio.

- Azionare il consenso (fig.97/C Pos.”1”) per portare corren-


te all’elettrovalvola la quale provvederà a deviare il flusso
dell’olio. L’accensione della spia sul medesimo interruttore
indica la messa in funzione.

Il selettore “Elettrovalvola testa braccio”si utilizza parallela-


mente ai normali comandi dei servizi; prima scegliere con il
selettore dove deviare il flusso dell’olio poi eseguire le ma-
novre con i consueti comandi dei servizi.

PRESA elettrica 12v testa braccio


(Optional) 1
(fig.97/C Pos.”2”)

L’interruttore (fig.97/C Pos.”2”) viene installato solo in presenza


della presa elettrica sulla testa del braccio (fig.97/C Pos.”2”).
In presenza della presa, ma non del proprio interruttore, questa
viene utilizzata solo per l’alimentazione dell’elettrovalvola testa
braccio.
2
Per utilizzare la presa:
- Rimuovere l’eventuale spina inserita nella presa (fig.98/C
Pos.”4”) ed inserirla nel portapresa (falsapresa) (fig.98/C
Pos.”3”).
- Inserire la spina dell’utilizzatore nella presa testa braccio
(fig.98/C Pos.”2”).
- Azionare il consenso (fig.97/C Pos.”2”) per portare corren- (fig.97/C)
te alla spina e all’utilizzatore collegato. L’accensione della
spia sul medesimo interruttore indica la messa in funzione.

- ATTENZIONE
3
Collegato l’utilizzatore, prima di iniziare le operazioni di
lavoro, verificare in un luogo sicuro che tutti i comandi fun- 4 2
zionino correttamente ed eseguano le manovre/operazioni
desiderate.
1
- ATTENZIONE
Non collegare utilizzatori con tensione nominale superiore a
12V e amperaggio superiore a 3A.
Pericolo di danneggiamento dell’impianto elettrico.

(fig.98/C)

C/60 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Prese idrauliche posteriori
(Optional)
(fig.102/C Pos.”1”)

Poste nella parte posteriore della macchina (fig.105/C


Pos.”1”).
- Per deviare l’olio alle prese idrauliche posteriori premere 1
il consenso (fig.102/C Pos.”1”). L’accensione della spia
sul medesimo interruttore indica la messa in funzione.

Le prese idrauliche posteriori funzionano utilizzando i co-


mandi servizi del Joystik in cabina.
3
Nota: L’interruttore può essere a due o tre posizioni in rela-
zione all’allestimento.

- ATTENZIONE
Collegato l’utilizzatore, prima di iniziare le operazioni di
lavoro, verificare in un luogo sicuro che tutti i comandi fun-
zionino correttamente ed eseguano le manovre/operazioni
desiderate.

Funzione “Olio in continuo”

La funzione permette di selezionare e mantenere costante il (fig.102/C)


volume di olio transitante nelle prese idrauliche senza agire
in modo costante sul selettore del Joystick.

- Se si desidera deviare l’olio alle prese idrauliche poste-


riori premere il consenso (fig.102/C Pos.”1”). 1
- Selezionare il volume di olio da mantenere costante at-
traverso il Roller sul joystick (fig.103/C Pos.”1”)
- Premere il selettore “Presa di forza” (fig.102/C Pos.”3”) 2 1
per abilitare la funzione “olio in continua”.
Il lampeggio del led sul joystick (fig.103/C Pos.”2”) se-
gnala l’attivazione.
- Per disabilitare la funzione intervenire sul consenso
“Presa di forza” (fig.102/C Pos.”3”) o premere il pulsante
“uomo presente” (fig.104/C Pos.”1”) e agire sul Roller (fig.103/C) (fig.104/C)
(fig.103/C Pos.”1”).

Per effettuare altre operazioni/movimenti con il joystick, in


funzione “Olio in continuo” attiva:
- Premere il pulsante “uomo presente” (fig.104/C Pos.”1”)
1
- Movimentare il joystick per effettuare l’operazione desi-
derata.

Operando in questo modo la suddetta funzione rimane attiva.

- ATTENZIONE
Il movimento del joystic con funzione “olio in continuo” abilita-
ta porta al disinserimento momentaneo della funzione stessa.

- ATTENZIONE
Con funzione “Olio in continuo” abilitata non allontanarsi dalla
cabina di guida.
(fig.105/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/61
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Braccio a due velocità


(optional)

La doppia velocità del braccio permette di aumentare la


velocità di sfilo e di rientro del braccio telescopico.

Per attivare la doppia velocità agire sull’apposito consenso


(fig.106/C pos.”1”). L’accensione della spia sul medesimo inter-
ruttore indica la messa in funzione.
1
Superata la pressione di 180 bar la seconda velocità si
disattiva in automatico.

(fig.106/C)

Sospensione braccio
(optional)

La sospensione del braccio permette di effettuare sposta-


menti con la macchina senza risentire delle forti oscillazioni
e saltellamenti, provocate dal braccio, in caso di terreno non
sconnesso.

Per inserire la sospensione del braccio intervenire sull’ap-


posito consenso (fig.107/C Pos.”1”). L’accensione della spia
sul medesimo interruttore indica la messa in funzione.

La sospensione del braccio si attiva solamente se il braccio


telescopico si trova nella posizione orizzontale.
La sospensione del braccio si disattiva automaticamente
premendo il pulsante di “uomo presente” sul joystick.

La sospensione può essere utilizzata anche durante il tra-


sporto di carichi, con braccio in posizione di trasporto (com-
pletamente retratto e in posizione orizzontale).

- ATTENZIONE
La presenza della sospensione del braccio non comporta l’au-
mento della velocità di trasporto e spostamento della macchi-
na. La velocità deve sempre essere proporzionata al terreno,
al luogo di utilizzo, alle condizioni atmosferiche. La macchina
deve sempre essere utilizzata con molta cautela, fare sempre 1
riferimentio alle indicazioni riportate nel capitolo “B”.

- ATTENZIONE
La sospensione del braccio è un dispositivo che comporta
un aumento del confort della macchina, ma non incrementa
le caratteristiche di sicurezza di questa.

(fig.107/C)

C/62 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Discesa cassone
(optional)

L’interruttore discesa cassone permette di comandare un


eletrovalvola che consente la chiusura del cilindro di solle-
vamento cassone collegato alla presa idraulica posteriore.
1

Per attivare la discesa del cassone agire sull’apposito con-


senso (fig.111/C pos.”1”). L’accensione della spia sul mede-
simo interruttore indica la messa in funzione.

- ATTENZIONE
Prima di movimentare la macchina con il cassone:
- Verificare il corretto funzionamento di questo (impianto di
frenatura, impianto di segnalazione, impinato idraulico).
- Verificare che il cassone rispetti tutte le norme vigenti
nel paese di utilizzo.

- ATTENZIONE
Durante la movimentazione del cassone (salita, discesa,
spostamento) verificare che nessuno si trovi nei pressi di
questo. Pericolo di schiacciamento.

Ventola reversibile
(optional)

Per attivare la ventola reversibile agire sull’ apposito pulsante 2


(fig.111/C pos.”2”). Il ciclo di pulizia si attiva automaticamen-
te alla pressione del consenso, che non deve quindi essere
mantenuto premuto.L’inversione avviene in automatico senza
dover arrestare la macchina. La ventola rimane nella posi-
zione di “pulizia” (moto invertito) per un tempo preimpostato (fig.111/C)
dalla casa costruttrice.

- ATTENZIONE
La presenza dell’inversione ventola non esula dall’effettuare
la pulizia della ventola, del radiatore e del vano motore,
nelle tempistiche segnalate dalla manutenzione programmata.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/63
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

SCALDIGLIA ACQUA
(OPTIONAL)
(fig.112/C Pos.”1”) 1
Posta nella parte posteriore del cofano.

- ATTENZIONE
Prima dell’accensione della scaldiglia acqua eseguire le
operazioni indicate del cap.“B” “FERMATA DI FINE LAVORO”.

Funzionamento dell’impianto:
1. Innestare il connettore “A” nella presa “B” posta nella
parte posteriore del cofano motore (fig.113/C). (fig.112/C)
2. Inserire la spina “C” nella presa elettrica (fig.113/C).

La scaldiglia è collegata ad una propria centralina e si occupa


di mantenere l’acqua del motore ad una temperatura superiore
a quella esterna (climi freddi). A
In caso di malfunzionamento contattare il centro assistenza DIECI.

- ATTENZIONE
B
Controllare il buono stato del cavo di alimentazione prima
della messa in funzione del dispositivo.

- ATTENZIONE
Non utilizzare la scaldiglia acqua a motore acceso e macchina
in movimento.

- ATTENZIONE
Rimuovere i collegamenti di alimentazione della scaldiglia
C
prima di accendere e movimentare la macchina. (fig.113/C)

Presa elettrica 7 poli per rimorchio


(Optional)
(fig.114/C Pos.”1”)

Posta nella parte posteriore della macchina.


1
- ATTENZIONE
Prima di movimentare la macchina con il rimorchio:
- Verificare il corretto funzionamento dell’impianto di fre-
natura e dell’impianto di segnalazione.
- Verificare che il rimorchio rispetti tutte le norme vigenti
nel paese di utilizzo.

(fig.114/C)

C/64 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Gancio anteriore
(fig.120/C Pos.”A”)

Posto nella parte anteriore della macchina, può avere porta-


te diverse a seconda della richiesta del cliente.
1
Per verificare la portata del gancio anteriore consultare il A
libretto di circolazione.

La capacità è limitata per ogni macchina dal peso circolante


autorizzato, dallo sforzo di trazione e dallo sforzo verticale 3
del perno di traino. Questi dati sono riportati sul libretto di
circolazione.

La spina del gancio anteriore (fig.120/C Pos.”1”) è corret- 2


tamente posizionata e bloccata quando il perno di guida si
trova in posizione “3” (fig.120/C) e la spina viene bloccata
dalla propria copiglia ”2” (fig.120/C).

(fig.120/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/65
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Gancio di traino
(fig.121/C Pos.”A”)

Posto nella parte posteriore della macchina, può avere por-


tate diverse a seconda della richiesta del cliente.
Per verificare la portata del gancio posteriore consultare il
libretto di circolazione.
A
La capacità è limitata per ogni macchina dal peso circolante
autorizzato, dallo sforzo di trazione e dallo sforzo verticale
del perno di traino. Questi dati sono riportati sul libretto di
circolazione.
1
La circolazione stradale con rimorchio è consentita solo alle
macchine omologate “Trattrici Agricole”.
Prima di movimentere la macchina con il rimorchio assicu-
rarsi del corretto posizionamento della spina di blocco.
La spina del gancio posteriore (fig.121/C Pos.”1”) è corretta- (fig.121/C)
mente posizionata e bloccata quando questa attraversa en-
trambe le parti del gancio (fig.122/C) e viene bloccata dalla
propria copiglia”1” (fig.122/C).

- ATTENZIONE
Prima di movimentare la macchina con il rimorchio:
- Verificare il corretto funzionamento dell’impianto di fre-
natura e dell’impianto di segnalazione. 1
- Verificare che il rimorchio rispetti tutte le norme vigenti
nel paese di utilizzo.
- Assicurarsi che la coppiglia di sicurezza sia corretta-
mente inserita all’intero del perno (fig.122/C Pos.”1”). (fig.122/C)

Gancio di traino regolabile 2


(optional)
(fig.124/C Pos.”A”)

Posto nella parte posteriore della macchina.

Per regolare l’altezza del gancio: 1


1. Impugnare il perno (fig.123/C Pos.”1”) mantenendolo tirato
verso di se.
2. Sollevare la maniglia con blocco di sicurezza (fig.123/C
Pos.”2”); in queste condizioni il gancio è libero di spostarsi
nelle proprie guide.
(fig.123/C)
3. Abbassare o sollevare il gancio accompagnandolo per
mezzo della maniglia (fig.123/C Pos.”2”).
4. Raggiunta la posizione desiderata, rilasciare il perno
(fig.123/C Pos.”1”); controllare che il perno rientri nella
3
propria sede, rilasciare quindi la maniglia di sicurezza
(fig.123/C Pos.”2”).
5. Inserire la protezione (fig.124/C Pos.”3”) portandola in posi-
zione orizzontale.

- ATTENZIONE A
Per l’utilizzo del “gancio di traino regolabile” le prescrizio-
ni sono le medesime del paragrafo “Gancio di traino”.

(fig.124/C)

C/66 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Presa di forza
(optional)
(fig.131/C pos.”1”)

Per attivare la presa di forza agire sul proprio consenso


(fig.130/G pos.”1”).
La spia sull’apposito consenso ne segnalerà l’avviamento.

La pompa della presa di forza possiede dei collegamenti


idraulici indipendenti dal resto dell’impianto idrualico della
macchina. Prima di attivare la presa di forza verificare che i
tubi idraulici di alimentazione siano collegati.

In caso contrario agire nel seguente modo: 1


- Fermare la macchina su una suprfice piana e livellata.
- Spegnere il motore e rimuovere la chiave di avviamnto
dal cruscotto.
- Scaricare la pressione dell’impianto idraulico movimen-
tando il Joystick in cabina.

- Inserire i tubi idraulici della pompa della presa di forza


negli attacchi idraulici posteriori della macchina (fig.132/C
pos.”2”).
- Una volta collegata la pompa all’impianto è possibile met-
terre in moto la macchina ed azionare la presa di forza.

- ATTENZIONE
Inserito il consenso la presa di forza inizia subito a marciare.
Prima di mettere in moto la presa di forza inserire il cardano.
Tenersi ad opportuna distanza di sicurezza dal cardano.
Prima di avviare la presa di forza verificare che nessuno si trovi
nei pressi di questa, del cardano e dell’utilizzatore meccanico
della presa.

- ATTENZIONE
Nel caso la presa di forza fosse sottoposta a sollecitazioni
maggiori di quelle nominali, fornite dall’azienda costruttrice,
avviene il disinserimento in automatico, con blocco del moto (fig.130/C)
rotatorio.

(fig.132/C) (fig.131/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/67
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Sollevatore a tre punti


(optional)
(fig.134/C)

Per azionare il sollevatore a tre punti agire sull’apposita leva 1


(fig.133/C pos.”1”).

Agendo sulla leva si mettono in movimento i braccetti laterali


(fig.134/C pos.”1-2”).

Prima dell’utilizzo regolare i braccetti laterali (fig.134/C


pos.”1-2”), le catene (fig.134/C pos.”3”) e il braccetto cen-
trale (fig.134/C pos.”4”) a seconda del tipo di utilizzo e di (fig.133/C)
attrezzo da collegare.

Il braccetto centrale (fig.134/C pos.”4”) deve sempre essere


collegato correttamente all’utilizzatore.
4
- ATTENZIONE
Prima dell’utilizzo verificare che nessuno si trovi nei pressi
della macchina, del sollevatore a tre punti e dell’utilizzatore.

2
1

3
3
(fig.134/C)

Regolazione sollevatore a tre punti C


Per effettuare la regolazione del gruppo sollevamento
procedere come segue:
2
- Per regolare l’apertura dei braccetti laterali agire sul-
le catene svitando/avvitando il perno di giunzione
(fig.135/C pos.”1”).
- Per regolare l’altezza dei braccetti avvitare/svitare l’asta B
di fissaggio (fig.135/C pos.”2”) facedo forza sulla leva
(fig.135/C pos.”B”) e bloccando l’asta nella posizione a
mezzo della ghiera di blocco (fig.135/C pos.”C”).

- ATTENZIONE
Prima dell’utilizzo verificare che siano presenti tutte le co-
piglie nelle spine che compongono il sollevatore a tre punti
(fig.135/C pos.”A”). Inserire anche le copiglie sui perni che A
collegheranno l’attrezzo da utilizzare al sollevatore a tre
punti. NON utilizzare il sollevatore se NON sono presenti
tutte le copiglie e i perni di fermo/sicurezza.
(fig.135/C) 1

C/68 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Impianto di frenatura
idraulica per rimorchi (tipo italia)
(optional) A
La spia (fig.140/C pos.”A”) segnala la bassa pressione
dell’impianto di frenatura.
Connettere l’impianto idraulico frenante del rimorchio a quel-
lo della macchina attraverso la presa idraulica (fig.141/C
pos.”1”). Se non utilizzata la presa deve essere opportu-
namente protetta a mezzo del proprio copripresa idraulico
(fig.141/C pos.”2”).

- ATTENZIONE
Non movimentare la macchina fino allo spegnimento della spia
in quanto il rimorchio potrebbe non frenare in modo regolare.
(fig.140/C)
- ATTENZIONE
Prima di movimentre la macchina verificare che tutto sia col-
legato in modo corretto e che il rimorchio freni regolarmente.
In caso di anomalie non utilizzare la macchina con il rimor-
chio applicato. 1
- ATTENZIONE
Prima di inserire la parte idraulica collegare il rimorchio al
gancio di traino (fig.142/C pos.”A”).
2
La frenatura rimorchio agisce in pressione; il circuito idrau-
lico della macchina fornisce una pressione costante all’im-
pianto frenante del rimorchio. La pressione viene modulata
dall’intevento della pompa dei freni.
Collegando l’impianto frenante del rimorchio alla macchina il (fig.141/C)
rimorchio viene liberato dai freni e può muoversi.
La valvola per la frenatura idraulica (fig.143/C pos.”A”),
posizionata sul retro della macchina, presenta una leva
(fig.143/C pos.”B”) per la messa in pressione dell’impianto
di frenatura.

- Con la leva in posizione “0” (fig.143/C) l’impianto non è


in pressione, il rimorchio è frenato.
- Con la leva in posizione “1” (fig.143/C) L’impianto è in
pressione, il rimorchio (se collegato) è libero di muoversi.
A

La leva deve essere utilizzata per inserire il freno di parcheg-


gio/emergenza al riorchio. Spostando la leva in posizione “0” (fig.142/C)
(fig.143/C) il rimorchio è frenato.

- ATTENZIONE 1
Nel caso di non utilizzo del rimorchio è consigliabile spo-
B
stare la leva nella posizione “0” (fig.143/C) per evitare che
l’impianto rimanga in pressione. Mantenere l’impianto in
pressione comporta un inutile perdita di potenza del motore,
con consegenti maggiori consumi, e riscaldamento inutile
0 0
dell’olio idraulico.
A
- ATTENZIONE
Il freno di stazionamento / emergenza del rimorchio deve 1
essere applicato con le stesse modalità del freno di stazio-
namento della macchina.
(fig.143/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/69
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

Impianto di frenatura
idraulica per rimorchi
(optional) A
La frenatura rimorchio agisce in pressione; il circuito idrau-
lico della macchina fornisce una pressione costante all’im-
pianto frenante del rimorchio. La pressione viene modulata
dall’intervento della pompa dei freni.

La spia (fig.144/C pos.”A”) segnala la bassa pressione


dell’impianto di frenatura.
Connettere l’impianto idraulico frenante del rimorchio a
quello della macchina attraverso la presa idraulica (fig.145/C
pos.”1”). Se non utilizzata la presa deve essere opportu-
namente protetta a mezzo del proprio copripresa idraulico
(fig.145/C pos.”2”).
(fig.144/C)
- ATTENZIONE
Non movimentare la macchina fino allo spegnimento della spia
in quanto il rimorchio potrebbe non frenare in modo regolare.
1
- ATTENZIONE
Prima di movimentre la macchina verificare che tutto sia col-
legato in modo corretto e che il rimorchio freni regolarmente.
In caso di anomalie non utilizzare la macchina con il rimor-
chio applicato.
2
- ATTENZIONE
Prima di inserire la parte idraulica collegare il rimorchio al
gancio di traino (fig.146/C pos.”A”).
(fig.145/C)
- ATTENZIONE
A rimorchio scollegato adottare le dovute precauzioni per
evitare che questo possa muoversi in modo incontrollato.

(fig.146/C)

C/70 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Impianto di frenatura
pneumatica per rimorchi
(optional) A
La spia (fig.171/C pos.”A”) segnala la bassa pressione
dell’impianto di frenatura.

- ATTENZIONE
Non movimentare la macchina fino allo spegnimento della spia
in quanto il rimorchio potrebbe non frenare in modo regolare.

La macchina può essere equipaggiata con uno dei due tipi


di attacchi pneumatici a scelta (fig.172/C pos.”1”, fig.173/C
pos.”1-2”). Per un corretto utilizzo collegare l’impianto pneu-
matico dell’accessorio a quello della macchina attraverso i (fig.171/C)
propri attacchi.

- ATTENZIONE
Prima di movimentre la macchina verificare che tutto sia col-
legato in modo corretto e che il rimorchio freni regolarmente.
In caso di anomalie non utilizzare la macchina con il rimor-
chio applicato. 1
1
- ATTENZIONE
Prima di inserire la parte idraulica collegare il rimorchio al
gancio di traino (fig.174/C pos.”A”).
2

(fig.172/C) (fig.173/C)

(fig.174/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/71
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

TRAINO DELLA MACCHINA


Cambio PowerShift

- ATTENZIONE -
Non tentare mai di avviare
la macchina mediante traino o spinta.

AXA 1432
- ATTENZIONE -
Non sostare mai tra la macchina di traino
e la macchina trainata.
Si consiglia di far eseguire le operazioni
sopra descritte a personale esperto.

Il traino della macchina può essere effettuato solamente in


condizioni di emergenza a bassa velocità (max 4 km/ora) e
per tratti molto brevi (max 500 m). Possino essere utilizzati
solo i punti di ancoraggio indicati in figura “175/C” per il lato
anteriore e figura “176/C” per il lato posteriore.

Le operazioni da eseguire sono le seguenti:


- Messa in folle del cambio. (fig.175/C) Punto di ancoraggio anteriore
- Sblocco del freno di stazionamento negativo
- Collegamento della staffa di traino tra il veicolo trainante
e quello in avaria.

- ATTENZIONE
A motore spento il cambio PowerShift inserisce in auto-
matico la marcia neutra (folle).

Con motore spento il servocomando dello sterzo non funziona;


se non fosse possibile mantenere il motore acceso, durante

AXA 1432
il traino della macchina tenere in considerazione che gli sfor-
zi per utilizzare lo sterzo saranno notevolmente superiori al
normale. Avviata la macchina posizionare il cambio in marcia
neutra (folle) prima di iniziare il traino.

Con motore spento il freno di stazionamento è inserito.


Nel caso non fosse possibile tenere avviato il motore durante
il traino della macchina disinserire il freno di stazionamento in
modo manuale seguendo le indicazioni del paragrafo “disinne-
sto del freno di stazionamento negativo con motore spento”.

- ATTENZIONE
A motore acceso, durate il traino, rimanere seduti alposto
(fig.176/C) Punto di ancoraggio posteriore
di guida per evitare che si inserisca in automatico il freno di
stazionamento.

La staffa di traino deve essere collegata alle predisposizioni


per il traino della macchina segnalate dall’apposito simbolo
(fig.175/C, fig.176/C)

- ATTENZIONE
è obbligatorio trainare la macchina con una staffa
di traino. La staffa di traino deve essere dimensionata
per uno sforzo di trazione di 10.000 Kg.

Non trainare la macchina su strade pubbliche e per percorsi


molto lunghi, se possibile tenere in funzione il lampeggiante
giallo e le luci di emergenza.
Non trainare la macchina su una pendenza.

C/72 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Disinnesto del freno di stazionamento negativo
con motore spento

1° Posizionare un cacciavite come nella figura (fig.182 /C).

2° Con un martello di gomma dare un colpo secco sul ma-


nico del cacciavite.

3° Ora il freno di stazionamento è disinserito, si reinserirà


automaticamente all’avvio del motore. In queste condi-
zioni è possibile il traino della macchina. Per rimettere di
nuovo il freno in condizioni operative, è sufficiente avvia-
re il motore.

- ATTENZIONE -
Terminate le operazioni di traino
riportate il tutto alle condizioni iniziali. (fig.182/C)
Non usare mai la macchina
con freno di stazionamento scollegato/disinserito.
Fare eseguire le operazioni
sopra descritte a personale esperto

(fig.183/C) Freno di stazionamento INSERITO

(fig.184/C) Freno di stazionamento DISINSERITO

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/73
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

TRAINO DELLA MACCHINA


Trasmissione Vario System

- ATTENZIONE -
Non tentare mai di avviare
la macchina mediante traino o spinta.

AXA 1432
- ATTENZIONE -
Non sostare mai tra la macchina di traino
e la macchina trainata.
- ATTENZIONE -
Si consiglia di far eseguire le operazioni
sopra descritte a personale esperto.
Con motore spento il servocomando dello sterzo non funziona;
se non fosse possibile mantenere il motore acceso, durante
il traino della macchina tenere in considerazione che gli sfor-
zi per utilizzare lo sterzo saranno notevolmente superiori al
normale. Avviata la macchina posizionare il cambio in marcia
neutra (folle) prima di iniziare il traino.
(fig.185/C) Punto di ancoraggio anteriore
Con motore spento il freno di stazionamento è inserito.
Nel caso non fosse possibile tenere avviato il motore durante
il traino della macchina disinserire il freno di stazionamento in
modo manuale seguendo le indicazioni del paragrafo “disinne-
sto del freno di stazionamento negativo con motore spento”.

- ATTENZIONE
A motore acceso, durate il traino, rimanere seduti alposto
di guida per evitare che si inserisca in automatico il freno di
stazionamento.

AXA 1432
La staffa di traino deve essere collegata alle predisposizioni
per il traino della macchina segnalate dall’apposito simbolo
(fig.185/C, fig.186/C).

- ATTENZIONE
è obbligatorio trainare la macchina con una staffa di traino.
La staffa di traino deve essere dimensionata per uno
sforzo di trazione di 10.000 Kg.
Non trainare la macchina su strade pubbliche e per percorsi
molto lunghi, se possibile tenere in funzione il lampeggiante
giallo e le luci di emergenza.
Non trainare la macchina su una pendenza. (fig.186/C) Punto di ancoraggio posteriore
Possono essere utilizzati solo i punti di ancoraggio indicati
in figura “185/C” per il lato anteriore e figura “186/C” per il lato
posteriore.

- Trainare la macchina solo per distanze inferiori a


50m, ovvero per lo spazio strettamente necessario per
mettere la macchina in una situazione di sicurezza.

- ATTENZIONE
Verificare la distanza da percorrere e consultare il ri-
spettivo paragrafo della modalità di traino.
Non trainare la macchina se non si conosce con certez-
za la distanza che dovrà essere percorsa.
Se non viene selezionata correttamente la modalità di
traino la macchina e la trasmissione potrebbero grave-
mente danneggiarsi.

C/74 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Traino macchina per distanze inferiori a 50m

- Aprire il rubinetto di ByPass (fig.190/C Poi.”1”)


spingendo la leva verso la cabina di guida.

- Disinserire il freno di stazionamento negativo


(vedi paragrafo “Disinnesto del freno di stazionamento
negativo con motore spento”).

- ATTENZIONE -
Terminate le operazioni di traino
riportate il tutto alle condizioni iniziali.
Non usare mai la macchina
con freno di stazionamento scollegato/disinserito.
Fare eseguire le operazioni
(fig.190/C)
sopra descritte a personale esperto

Traino macchina per distanze superiori a 50m

- ATTENZIONE -
Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci

(fig.191/C) Rubinetto di ByPass CHIUSO

(fig.192/C) Rubinetto di ByPass APERTO

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/75
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

EMERGENZA CESTELLO

Nel caso di avaria o malfunzionamenti durante l’utilizzo della


macchina con cestello portapersone, che portano al blocco A
del cestello portapersone in una posizione che non permette
un sicuro abbandono della piattaforma da parte degli opera-
tori, è possibile operare con sistema manuale per riportare il
braccio e gli operatori in condizioni di sicurezza. Per adem-
piere a questa operazione di emergenza si utilizzano la pom-
pa d’emergenza e i comandi in cabina.

- ATTENZIONE -
Nelle condizioni di utilizzo della pompa d’emergenza i siste-
mi antiribaltamento sono disattivati. È obbligatorio consulta-
re il diagramma di carico (reperibile nel taccuino in cabina
e sull’ Uso e Manutenzione) prima di eseguire qualsiasi
manovra attraverso le leve del distributore. In questo modo
è possibile, mediante l’inclinometro e le lettere sul braccio,
venire a conoscenza della posizione esatta in cui si trova
il cestello e dell’area di lavoro entro la quale questo può
operare. Durante il recupero del cestello non devono essere
eseguiti movimenti aggravanti per la stabilità della macchina (fig.193)
in quanto sussiste pericolo di ribaltamento.

- ATTENZIONE -
Queste operazioni devono essere eseguite
da due operatori qualificati, esperti ed autorizzati
dal responsabile della sicurezza.

Le manovre possibili con la pompa d’emergenza sono: A


B
- Rientro sfili braccio
- Discesa braccio

- ATTENZIONE
Non tentare mai di scendere dal cestello portapersone utiliz-
zando mezzi di fortuna o utilizzando sistemi che espongono 1
a rischi personali.
Per effettuare il rientro manuale del braccio, eseguire la pro-
cedura di seguito descritta.
1. Spegnere il motore diesel.
2. Il primo operatore deve estrarre l’asta posta nel cassetto
porta attrezzi e inserirla nell’alloggiamento della pompa (fig.194)
a mano d’emergenza (fig.194 Pos.”A”).
3a. Posizionare la leva “B” (fig.194) in posizione “1”
per il rientro dello sfilo.
3b. Posizionare la leva “B” (fig.195) in posizione “2”
per abbassare il braccio.
4. Agire sull’asta precedentemente descritta (fig.193
Pos.”A”) per mettere in funzione la pompa d’emergenza.
Il primo operatore dovrà spingere l’asta fino a fine corsa
prima da un lato poi dall’altro per dare pressione all’im-
pianto. L’operazione deve essere eseguita fino a recupe-
ro ultimato. B
5. Il secondo operatore, in cabina, deve movimentare il joy-
stick. Il joystick compie manovre diverse che dipendono dal
tipo di distributore montato, vedi paragrafi successivi.
Muovere il cestello alternando movimenti di rientro sfilo e
2
discesa braccio, in modo da rimanere sempre all’interno del
diagramma di lavoro. (fig.195)

C/76 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Distributore Standard

- Rientro dello sfilo


Non occorre effettuare altre operazioni in cabima, ma B
solamente movimentare la pompa d’emergenza con la
leva in posizione “2” (fig.195).
- Discesa del braccio
Per operare la discesa del braccio, azionare il Joystick
“B” in avanti (fig.196) contemporaneamente al pompag-
gio effettuato dall’operatore a terra.
Muovere il cestello alternando movimenti di rientro sfilo e
discesa braccio, in modo da rimanere sempre all'interno del
diagramma di lavoro.
A

(fig.196)

Distributore elettro-idraulico
proporzionale per cestello

Prelevare dalla cassetta degli attrezzi le leve “A” e “B” e av- B


vitarle nelle sedi ad esse dedicate “C” (fig.197).

- Rientro dello sfilo


Per operare il rientro dello sfilo azionare la levetta “A”
verso sinistra (fig.197 Pos.”A1”)contemporaneamente al
pompaggio effettuato dall’operatore a terra.
A1
- Discesa del braccio
Per operare la discesa del braccio azionare la levetta
A
“B” verso destra (fig.197 Pos.”B1”) contemporaneamen-
te al pompaggio effettuato dall’operatore a terra.

Muovere il cestello, alternando movimenti di rientro sfilo e


B1
discesa braccio, in modo da rimanere sempre all'interno del
diagramma di lavoro.
C C
(fig.197)

- ATTENZIONE
A recupero ultimato, riporre l’asta e le eventuali leve del di-
stributore nella cassetta porta attrezzi. NON operare con le
leve utilizzate per il recupero ancora installate.

- ATTENZIONE
Non movimentare il joystick prima che l’operatore a terra
abbia iniziato a utilizzare la pompa, altrimenti si scaricherà
l’eventuale pressione residua nel circuito idraulico, provo-
cando un prolungarsi del tempo dell’operazione di soccorso.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/77
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

C/78 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
DEPURATORE CATALITICO
(optional)
(fig.193/C)

Durata
Non prendendo attivamente parte alla reazione chimica che in-
nesca, la durata del catalizzatore è teoricamente illimitata. Tut-
tavia per particolari condizioni come: motori non perfettamente
a punto, vibrazioni del mezzo e l'azione abrasiva che il gas
esercita sul supporto, limitano la vita del catalizzatore. In prati-
ca la durata del reattore catalitico è di 10000 ore di lavoro circa.

Manutenzione
L'alta temperatura del gas attiva il catalizzatore ed impe-
disce il deposito di particolato sul nido d'ape; di conse-
guenza, saranno minori gli interventi per la manutenzione.
Si consiglia comunque la pulizia della marmitta ogni 500
ore di funzionamento. Smontare la marmitta ed immerger-
la interamente in un recipiente contenente acqua calda e
sapone. Lasciare a bagno per 5 ore, aspettare che si asciu-
ghi completamente (eventualmente aiutarsi con un debole
getto di aria compressa) e rimontare.
(fig.193/C)

DEPURATORE AD ACQUA
(optional)
(fig.194/C)

Il depuratore ad acqua è interamente realizzato in acciaio


inox al titanio resistente alle alte temperature ed ai composti
solforosi corrosivi presenti nei gas di scarico.
E’ composto da un cilindro orizzontale (dimensionato se-
condo la potenza del motore) che costituisce il serbatoio
dell’acqua, da due staffe di fissaggio e da una torre cilindri-
ca posta nella parte superiore del serbatoio che contiene il
separatore.
Attraverso un tubo di entrata, i gas vengono convoglia-
ti all’interno del depuratore e fatti finemente passare
nell’acqua. Le particelle carboniose a contatto con l’acqua
si appesantiscono e si depositano sul fondo del serbatoio.
I gas vengono poi diretti verso il separatore che provvede
a recuperare le particelle carboniose che non si legano con
l’acqua. Il fumo bianco che esce dal camino di scarico non
è altro che vapore acqueo.

Manutenzione
La manutenzione del depuratore ad acqua è estrema-
mente importante e consiste nel ricambio rigoroso (fig.194/C)
dell’acqua ogni 8 ore di lavoro, svuotando il serbatoio
attraverso la valvola a sfera di scarico e immetendo acqua
pulita attraverso il tappo di carico e livello.
L’effettiva efficacia del depuratore si nota al cambio dell’ac-
qua che si presenterà come una fanghiglia nera. Ogni 300
ore di lavoro circa è necessario eseguire la pulizia del de-
puratore: far uscire l’acqua e pulire con un getto a pressione
per qualche minuto l’interno. Per mantenere comunque
sempre pulito il depuratore, la DIECI fornisce l’additivo TAM
che si aggiunge all’acqua ad ogni cambio. L’additivo TAM
serve inoltre a migliorare la depurazione: neutralizza l’acido
solforico e l’acido solforoso.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/79
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina

C/80 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
CONOSCERE E USARE LA MACHINA

dispositivi integrati

“cruscotto centrale”

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/81
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

Ogni modifica apportata sulla macchina comporta


una nuova verifica di conformità alla direttiva
macchine 2006/42 “ “ tale procedura vale anche
nel caso di riparazioni con parti non originalI.

E’ proibito iniziare ad operare se non si E’letto


attentamente e imparato questo manuale.

Qualunque sia l’esperienza dell’operatore in questo settore, egli


dovrà imparare l’ubicazione e la funzione di tutti gli strumenti di
bordo e dei comandi, prima di mettere in funzione la macchina.

Le immagini, le descrizioni, le misure, riportate in questo


capitolo sono riferite a macchine standard.

La vostra macchina per vostra richiesta può essere


allestita con comandi e accessori optional.

Tutte le funzioni, procedure, inerenti all’uso e allestimento


di attrezzature della macchina, non descritte nel presente
manuale, sono rigorosamente vietate.

UN USO DELLA MACCHINA DIVERSO DA QUELLO DESCRITTO


NEL PRESENTE MANUALE E’ RIGOROSAMENTE VIETATO.

è obbligatorio aver letto ed imparato il capitolo “B“


(Norme di sicurezza) prima di procedere alla lettura
del capitolo “C” ed utilizzare la macchina.

C/82 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
DISPLAY LCD

Le funzioni visualizzate sul display saranno:

- Contaore (6 cifre di cui una decimale più clessidra) (fig.200/C pos.”C”).


- Orologio (4 cifre) (fig.200/C pos.”A”).
- Tachimetro (3 cifre di cui una decimale più km/h, m/h e mph) (fig.200/C pos.”C”).
- Odometro (6 cifre di cui una decimale più km e miles) (fig.200/C pos.”C”).
- Neutro marcia inserito (fig.200/C pos.”B”).
- Errori motore (E grande lampeggiante + 3 cifre in alto) (fig.200/C pos.”A”, fig.200/C pos.”B”, fig.200/C pos.”C”)
- Service (S grande lampeggiante + n° ore mancanti al service) (fig.200/C pos.”A”, fig.200/C pos.”B”)

A B

X1 COL1 DP5

RpM 1 2 3 4
X14 5
X13 AM

11 12 9 8 7 6

vkmip/h
X12 DP9 X11 X9 X7 X5
X10 X6
C
X8

(fig.200/C)

Tachimetro (optional)

Il tachimetro permette di visualizzare la velocita della macchina in tempo reale.


Nella macchina con trasmissione Vario System il tachimetro visualizza la velocità di avanzamento al superamento dei 3km/h,
a velocità inferiori lo strumento visualizzerà le ore di utilizo della macchina (funzione Contaore).

La velocità massima della macchina varia al variare della pressione di gonfiaggio, dalla misura e dall’usura dei pneumatici.
Pneumatico Velocità Massima
405/70 LR24 36 Km/h
17.5 LR24 40 Km/h
18 R22.5 35 Km/h

Odometro (optional)

L’odometro permette di visualizzare i chilometri percorsi dalla macchina. Lo strumento è abbinato al tachimetro.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/83
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

1 2

(fig.201/C)
Pulsanti

Nel pannello sono presenti due pulsanti integrati:


- Pulsante “1” (fig.201/C) inibisce temporaneamente il segnale acustico (buzzer) del sistema antiribaltamento, test sistema Antiribaltamento.
- Pulsante “2” (fig.201/C) cambia visualizzazioni del display.

Cambiamento visualizzazione display

Premendo il tasto ”2” (fig.201/C) si cambia ciclicamente la visualizzazione del display secondo la seguente logica:
1. Contaore e Orologio.
2. Velocità e Orologio.
3. Odometro e Orologio.
4. Contaore e Orologio.
La normale visualizzazione del display sarà Orologio e Contaore, nel caso di installazione di tachimetro per la velocità il display
passerà automaticamente alla visualizzazione Orologio e Velocità.

Regolazione orologio

Per regolare l’orologio:


- Spegnere il cruscotto.
- Premere il tasto “2” (fig.201/C) e mantenerlo premuto.
- Accendere il cruscotto
- Mantenere premuto il tasto “2” (fig.201/C) per 1,5 secondi per la durata del “check”.
- Ora si è in modalità “Regolazione”

Con lampeggio delle cifre minuti premere:

- tasto “1” (fig.201/C) per aumentare la cifra.


- tasto “2” (fig.201/C) per confermare la selezione.

Con lampeggio delle cifre ora premere:


- tasto “1” (fig.201/C) per aumentare la cifra.
- tasto “2” (fig.201/C) per confermare la selezione.

La fase di taratura è terminata e lo strumento inizia a lavorare in modo normale (escludendo il check iniziale).

C/84 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
check iniziale strumentazione cruscotto

All’accensione il pannello accende alcune spie, il buzzer e tutti i segmenti del display per la durata di 1,5 secondi.
Qui di seguito sono riportate le tabelle (fig.202/C) contenenti tutte le spie del cruscotto ed il loro comportamento al momento del check.
Gli strumenti (fig.203/C) eseguono un check iniziale con movimento delle lancette e accensione temporanea del led corrispondente, fatta
differenza per il display LCD che esegue l’accensione completa temporanea di tutti i simboli rappresentabili.

CHECK CHECK CHECK


Spie Spie strumenti
INIZIALE INIZIALE INIZIALE

SI
SI
SI
SI
SI

SI
SI
SI
SI
SI

SI
SI
SI
SI
NO

SI
NO
SI
SI
SI

SI
SI
I CELL SI
SI
SI
(fig.203/C)
SI
A SI
SI
2 SI

(fig.202/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/85
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

Test sistema antiribaltamento

1 2

(fig.204/C)

Premere e mantenere premuto per 2 secondi il pulsante “1”(fig.204/C), durante il normale funzionamento dello strumento, per
effettuare il test del sistema Antiribaltamento.

Il test consiste in:


1. Indicatore nella posizione di inizio 1° settore Verde.
2. Indicatore nella posizione di fine 2° settore Rosso.
3. Indicatore nella posizione di inizio 1° settore Verde.
4. Indicatore nella posizione di lavoro attuale.
La velocità angolare dell’indice durante il test è di 240 gradi angolari in 2 sec. (120 gradi/sec).

Mute Sistema Anti Ribaltamento


Premere il pulsante “1”(fig.204/C) per sospendere la segnalazione acustica dovuta ad un allarme del sistema Antiribaltamento.
Nella zona di allarme (inizio 1° settore Rosso o inizio 2° settore Rosso) la segnalazione acustica deve sempre essere attivata
anche in caso di una precedente pressione del tasto “1”(fig.204/C).

Esempio:
1. L’indicatore entra nella 1° zona Rossa.
2. Il buzzer inizia a suonare in modo intermittente.
3. La pressione del tasto Sinistro fa sospendere la segnalazione acustica.
4. L’indicatore continua a salire ed entra nella 2° zona Rossa.
5. Il buzzer inizia a suonare in modo continuo.La pressione del tasto Sinistro non fa sospendere la segnalazione acustica.

Spia allarme generale


L’entrata in funzione della spia emergenza/allarme generale avviene:
- in caso di errore del motore
- in caso di accensione di una delle spie indicate nella tabella sottostante
- in caso di fuorigiri del motore

Errore del motore


Il motore è dotato di centralina elettronica la quale comunica direttamente con il cruscotto centrale. Le anomalie vengono se-
gnalate dalla spia allarme generico accompagnata da segnale acustico di durata 1,5secondi e dalla visualizzazzione del codice
errore sul display LCD.

C/86 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Accensione spie cruscotto

Alcune spie di segnalazione particolarmente importanti per la vita della macchina e l’utilizzo di questa in tutta sicurezza sono
state accoppiate alla spia di allarme generico (fig.205/C) con segnale acustico di durata 1,5 secondi, la segnalazione acustica
entra in funzione solo con motore in moto. La segnalazione di allarmi da parte della spia “1” (fig.205/C) ha la precedenza sulle
altre segnalazioni che questa comunica. Altre spie di segnalazione anomalie non sono state accoppiate alla spia di allarme ge-
nerico e possiedono un proprio tipo di segnalazione (fig.206/C).

Spia 1 Spia 2 Segnalazione acustica (Buzzer)

Accoppiamento 1 si ( 1,5 secondi)

Accoppiamento 2 si ( 1,5 secondi)

Accoppiamento 3 si ( 1,5 secondi)

Accoppiamento 4 si ( 1,5 secondi)

Accoppiamento 5 si ( 1,5 secondi)


(fig.205/C)

Funzione Spia Tipo di segnalazione

Pressione insufficente
nell’accumulatore Fissa

Avaria freno Fissa


di stazionamento

Basso livello liquido freni Intermittente (o,5”on, 0,5”off)

Temperatura olio * Nota


trasmissione
(fig.206/C)

* Nota: Fissa (Macchina con Cambio Power Shift)

* Nota: Accesa fissa < -20°C < Accesa intermittente < 20°C < Spenta > 105°C > Intermittente > 115°C > Accesa fissa
(Macchina con Trasmissione Vario System)

* Nota: Con trasmissione Vario System


- La macchina funziona regolarmente tra i 20°C e i 105°C.
- La potenza discende tra -20°C e 20°C
- La potenza discende tra -105°C e 115°C
- La macchina si blocca sotto i -20°C
- La macchina si blocca sopra i 115°C

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/87
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

Fuorigiri del motore

La condizione di fuorigiri viene segnalata al raggiungimento di 2550rpm sul contagiri.


La condizione viene segnalata dell’accensione della spia allarme generico in modo intermittente e dal segnale acustico (buzzer) in
modo continuo. L’allarme cesserà quando il motore sarà sceso al disotto di 2520rpm.

Errori trasmissione

Gli errori motore vengono segnalati dal dall’accensione della “spia allarme generale”con segnale acustico (buzzer) di durata 1,5
secondi e visualizzazzione del codice errore sul display LCD (fig.207 Pos.”3”). L’errore rimarrà visualizzato fino a quando l’operato-
re non premerà il tasto “1” (fig.207/C) o “2” (fig.207/C) per 3 sec. La spia “spia allarme generale” rimarrà accesa fino a quando non
sarà cessato l’errore.
Premendo il pulsante “1” (fig.207/C) o “2” (fig.207/C) per 3 secondi, l’errore non sarà più visualizzato, ma verrà tenuto in memoria.
Prima della visualizzazione del secondo errore si dovrà attendere 1 secondo, la presenza dell’errore verrà segnalata dal suono del
buzzer per 1,5 secondi e la visualizzazione sul display del nuovo errore. La stessa procedura dovrà essere utilizzata per tutti gli
errori successivi.

1 2

(fig.207/C)

RpM

AM
3

vkmip/h

C/88 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Di seguito riportiamo un esempio di errore sul display con trasmissione Various System.

(fig.208/C)

Di seguito un esempio di errori sul display con cambio Power Shift.

(fig.209/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/89
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

SERVICE

Al raggiungimento del SERVICE sul display LCD verrà visualizza la lettera “S” (fig.210/C pos.”2”) con le ore corrispondenti
(fig.210/C pos.”1”) al SERVICE.
La visualizzazione avverra solo all’accensione del cruscotto per un tempo di 10 secondi con lettera “S” lampeggiante.

RpM
1
AM 2

vkmip/h

(fig.210/C)

Il conteggio delle ore è gestito dal pannello.

Ogni 300 ore si dovrà visualizzare, sempre ad ogni accensione, la lettera “S” (lampeggiante) e l’intervallo di Service raggiunto
(es. 300,600,900 ….) come riportato in tabella.

Il messaggio di service si disattiverà automaticamente trascorse 20 ore dalla visualizzazione del tagliando.

C/90 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
LISTA ERRORI TRASMISSIONE Vario System
- ATTENZIONE: Comunicare sempre il codice errore al centro assistenza Dieci

Error Flash
Code description Action Reference
(Priority)
11 The battery Voltage will be monitored. <9V or> 36 is safe mode
Rivolgersi ad un cen-
12V System: <9V is SAFE> 16V is limited mode SAFE - mode
tro assistenza Dieci
24V System: < 8Vor > 32V is limited mode
13 Internal Reference Voltage failed Rivolgersi ad un cen-
SAFE - mode
tro assistenza Dieci
14 Analog Injection Channel Rivolgersi ad un cen-
SAFE - mode
tro assistenza Dieci
15 Watchdog Rivolgersi ad un cen-
SAFE - mode
tro assistenza Dieci
16 Sensor voltage Error.Nominal 5V Rivolgersi ad un cen-
SAFE - mode
<4,875V or > 5,125V is Out of Range tro assistenza Dieci
21 Pomp Forward Control Valve Error Spegnere la maccina,
Feedback Error / Valve resistence out of range riaccenderla, dare una
leggera acellerata.
LIMITED-mode
Se l’errore persiste
rivolgersi ad un cen-
tro assistenza Dieci
22 Pomp reverse Control Valve Error Spegnere la maccina,
Feedback Error / Valve resistence out of range riaccenderla, dare una
leggera acellerata.
LIMITED-mode
Se l’errore persiste
rivolgersi ad un cen-
tro assistenza Dieci
25 Digital Outputs A1 (PSCp03)/ A2 (PSCp04) Rivolgersi ad un cen-
SAFE - mode
Feedback Error tro assistenza Dieci
26 Digital Outputs B1 (CC2p10)/ B2 (CC2p9) Rivolgersi ad un cen-
SAFE - mode
tro assistenza Dieci
28 Motor Control Valve Error Rivolgersi ad un cen-
LIMITED - mode
Feedback error/ Valve Resistence out of Range tro assistenza Dieci
30 Motor Brake Pressure Defeat Valve Rivolgersi ad un cen-
LIMITED - mode
Feedback Error tro assistenza Dieci
31 Pump / Engine Speed RPM Error/ Input Frequency > 10.000Hz Rivolgersi ad un cen-
LIMITED - mode
tro assistenza Dieci
35 FNR Shortcut Error Rivolgersi ad un cen-
SAFE - mode
tro assistenza Dieci
39 Inch Sensor Error Rivolgersi ad un cen-
LIMITED - mode
tro assistenza Dieci
40 Inch Sensor not calibrated Start Rivolgersi ad un cen-
Protection ON tro assistenza Dieci
43 Driving Sensor error Rivolgersi ad un cen-
LIMITED - mode
tro assistenza Dieci
47 Mode Swich-B Error Rivolgersi ad un cen-
LIMITED - mode
Inputs not inverse to each other tro assistenza Dieci

Legenda
SAFE-mode : La macchina non va
LIMITED-mode : La macchina va solo in modo “1” e fa al massimo 8Km/h

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/91
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

LISTA ERRORI TRASMISSIONE Power Shift

Codice Intervento Intervento operatore


errore ECON.A
1B.05 ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se il segnale di velocità assegnato ha una funzione critica.
Quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa, questo
può portare al passaggio in modalità transmission limphome: il
veicolo verrà mantenuto in folle; ECON.A, dopo che sarà stata
selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità
transmission limphome fino a quando non verrà riavviato e
non sarà stato eliminato l’errore. Il risultato sarà, in ogni caso,
una ridotta funzionalità del veicolo che dipenderà dalla funzio-
ne di velocità assegnata all’ingresso.
1B.06 ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se il segnale di velocità assegnato ha una funzione critica.
Quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa, questo
può portare al passaggio in modalità transmission limphome: il
veicolo verrà mantenuto in folle; ECON.A, dopo che sarà stata
selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità
transmission limphome fino a quando non verrà riavviato e
non sarà stato eliminato l’errore. Il risultato sarà, in ogni caso,
una ridotta funzionalità del veicolo che dipenderà dalla funzio-
ne di velocità assegnata all’ingresso.
1B.0A “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se il segnale di velocità assegnato ha una funzione critica.
Quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa, questo
può portare al passaggio in modalità transmission limphome: il
veicolo verrà mantenuto in folle; ECON.A, dopo che sarà stata
selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità
transmission limphome fino a quando non verrà riavviato e
non sarà stato eliminato l’errore. Il risultato sarà, in ogni caso,
una ridotta funzionalità del veicolo che dipenderà dalla funzio-
ne di velocità assegnata all’ingresso.”
20,03 “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’er-
rore; una volta eliminato quest’ultimo ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.
20,04 “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limpho-
me: il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste
l’errore; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che
sarà stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo
in modalità transmission limphome fino a quando non verrà
riavviato. Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità
del veicolo che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza
assegnata.”

C/92 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Codice Intervento Intervento operatore
errore ECON.A
20,05 “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
21,03 “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
21,04 “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
21,05 “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
22,03 “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/93
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

Codice Intervento Intervento operatore


errore ECON.A
22,04 ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
22,05 ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l'uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l'erro-
re; una volta eliminato quest'ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell'uscita di potenza assegnata."
23,03 ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
23,04 ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
23,05 ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”

C/94 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Codice Intervento Intervento operatore
errore ECON.A
24,03 “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
24,04 “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
24,05 “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
se l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome:
il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’erro-
re; una volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in moda-
lità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
5F.02 “ECON.A tornerà in modalità transmission shutdown; quando la Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
velocità del veicolo è abbastanza bassa, ciò provocherà il pas-
saggio in modalità transmission limphome.
Il veicolo verrà mantenuto in folle fino a che persiste l’errore.
Una volta scomparso l’errore e dopo aver selezionato la posi-
zione di folle, ECON.A funzionerà solamente in modalità tran-
smission limphome fino a quando non verrà riavviato.”
7C.02 “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdown se il Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
segnale di velocità assegnato ha una funzione critica.
Il veicolo verrà mantenuto in folle; se la velocità è abbastanza
bassa, ECON.A, dopo che sarà state selezionata la posizione
di folle, funzionerà solo in modalità transmission limphome fino
a quando non verrà riavviato e non sarà stato eliminato l’errore.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione di velocità assegnata all’ingresso.”
90,00 ECON.A torna in modalità transmission shutdown. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Una volta scomparso l’errore, occorre riavviare ECON.A per
selezionare una nuova direzione.
90,01 ECON.A torna in modalità transmission shutdown. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Una volta scomparso l’errore, occorre riavviare ECON.A per
selezionare una nuova direzione.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/95
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

Codice Intervento Intervento operatore


errore ECON.A
90,10 “ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Si tratta solo di un avvertimento.”
90,12 “ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Si tratta solo di un avvertimento.”
91,00 ECON.A torna in modalità transmission shutdown.
Una volta scomparso l’errore, occorre riavviare ECON.A Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
per selezionare una nuova direzione.
91,01 ECON.A torna in modalità transmission shutdown.
Una volta scomparso l’errore, occorre riavviare ECON.A Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
per selezionare una nuova direzione.
91,10 “ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Si tratta solo di un avvertimento.”
91,12 “ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Si tratta solo di un avvertimento.”
9A.0C ECON.A torna alla modalità shutdown ECON.A. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Non è possibile utilizzare il veicolo.
F0.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
F1.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
F2.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
F3.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
F4.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
F5.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
F6.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
F7.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
F8.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
F9.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
FA.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
FB.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
FC.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
FD.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
FE.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.
F.XX L’azione dipenderà dal tipo di errore di configurazione, ma nella maggior Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
parte dei casi si avrà un ritorno di ECON.A in modalità shutdown.

C/96 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Codice Intervento Intervento operatore
errore ECON.A
00.1F “ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, ECON.A Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
torna in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la velocità
del veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio in modalità
transmission limphome: il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando
persiste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmis-
sion limphome fino a quando non verrà riavviato.
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.“
01.1F “ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, ECON.A Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
torna in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la velocità
del veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio in modalità
transmission limphome: il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando
persiste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmis-
sion limphome fino a quando non verrà riavviato.
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.“
02.1F “ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, ECON.A Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
torna in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la velocità
del veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio in modalità
transmission limphome: il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando
persiste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmis-
sion limphome fino a quando non verrà riavviato.
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.“
03.1F ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, ECON.A tor- Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
na in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la velocità del
veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio in modalità tran-
smission limphome: il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persi-
ste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo ECON.A, dopo che sarà stata
selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmission
limphome fino a quando non verrà riavviato.
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
04.1F ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, ECON.A tor- Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
na in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la velocità del
veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio in modalità tran-
smission limphome: il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persi-
ste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo ECON.A, dopo che sarà stata
selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmission
limphome fino a quando non verrà riavviato.
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
05.1F “ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, ECON.A Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
torna in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la velocità
del veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio in modalità
transmission limphome: il veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando
persiste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo ECON.A, dopo che sarà
stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmis-
sion limphome fino a quando non verrà riavviato.
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/97
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

Codice Intervento Intervento operatore


errore ECON.A
06.1F “ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, ECON.A Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
torna in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la velo-
cità del veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio
in modalità transmission limphome: il veicolo verrà mantenuto in
folle fino a quando persiste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo
ECON.A, dopo che sarà stata selezionata la posizione di folle, fun-
zionerà solo in modalità transmission limphome fino a quando non
verrà riavviato. In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della
funzionalità del veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso
digitale assegnato.
07.1F “ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, ECON.A Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
torna in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la velo-
cità del veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio
in modalità transmission limphome: il veicolo verrà mantenuto in
folle fino a quando persiste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo
ECON.A, dopo che sarà stata selezionata la posizione di folle, fun-
zionerà solo in modalità transmission limphome fino a quando non
verrà riavviato. In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della
funzionalità del veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso
digitale assegnato.
10.1F ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, ECON.A Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
torna in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la ve-
locità del veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio
in modalità transmission limphome: il veicolo verrà mantenuto in
folle fino a quando persiste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo
ECON.A, dopo che sarà stata selezionata la posizione di folle, fun-
zionerà solo in modalità transmission limphome fino a quando non
verrà riavviato. In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della
funzionalità del veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso
digitale assegnato.
11.1F “ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, ECON.A Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
torna in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la velo-
cità del veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio
in modalità transmission limphome: il veicolo verrà mantenuto in
folle fino a quando persiste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo
ECON.A, dopo che sarà stata selezionata la posizione di folle, fun-
zionerà solo in modalità transmission limphome fino a quando non
verrà riavviato. In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della
funzionalità del veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso
digitale assegnato.
12.1F “ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, ECON.A Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
torna in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la velo-
cità del veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio
in modalità transmission limphome: il veicolo verrà mantenuto in
folle fino a quando persiste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo
ECON.A, dopo che sarà stata selezionata la posizione di folle, fun-
zionerà solo in modalità transmission limphome fino a quando non
verrà riavviato. In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della
funzionalità del veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso
digitale assegnato.
13.1F “ECON.A continua a funzionare normalmente o, in certi casi, torna Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
in modalità transmission shutdown. In tal caso, quando la velocità
del veicolo è abbastanza bassa, questo porterà al passaggio in mo-
dalità transmission limphome: il veicolo verrà mantenuto in folle fino
a quando persiste l’errore; una volta eliminato quest’ultimo ECON.A,
dopo che sarà stata selezionata la posizione di folle, funzionerà solo
in modalità transmission limphome fino a quando non verrà riavviato.
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.

C/98 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Codice Intervento Intervento operatore
errore ECON.A
1A.1F “ECON.A può tornare in modalità limphome trasmissione se il Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
segnale di velocità assegnato ha una funzione critica: il veicolo
verrà mantenuto in folle; quando la velocità è abbastanza bassa,
ECON.A, dopo che sarà stata selezionata la posizione di folle, fun-
zionerà solo in modalità transmission limphome fino a quando non
verrà riavviato e non sarà stato eliminato l’errore.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione di velocità assegnata all’ingresso.
1B.1F ECON.A può tornare in modalità transmission limphome se il Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
segnale di velocità assegnato ha una funzione critica: il veicolo
verrà mantenuto in folle; quando la velocità è abbastanza bassa,
ECON.A, dopo che sarà stata selezionata la posizione di folle, fun-
zionerà solo in modalità transmission limphome fino a quando non
verrà riavviato e non sarà stato eliminato l’errore.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione di velocità assegnata all’ingresso.
20.1F ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome se Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica. In tal caso,
quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa, questo porterà
al passaggio in modalità transmission limphome: il veicolo verrà
mantenuto in folle fino a quando persiste l’errore; una volta elimi-
nato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà stata selezionata la po-
sizione di folle, funzionerà solo in modalità transmission limphome
fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.
21.1F “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome se Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome: il
veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’errore; una
volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà stata selezio-
nata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmission
limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.
22.1F “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome se Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome: il
veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’errore; una
volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà stata selezio-
nata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmission
limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.
23.1F “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome se Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome: il
veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’errore; una
volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà stata selezio-
nata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmission
limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/99
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

Codice Intervento Intervento operatore


errore ECON.A
24.1F “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome se Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome: il
veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’errore; una
volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà stata selezio-
nata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmission
limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
25.1F “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome se Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome: il
veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’errore; una
volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà stata selezio-
nata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmission
limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
26.1F “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome se Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome: il
veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’errore; una
volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà stata selezio-
nata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmission
limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
27.1F “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome se Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome: il
veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’errore; una
volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà stata selezio-
nata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmission
limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.”
28.1F “ECON.A può tornare in modalità transmission shutdownhome se Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
l’uscita di potenza assegnata ha una funzione critica.
In tal caso, quando la velocità del veicolo è abbastanza bassa,
questo porterà al passaggio in modalità transmission limphome: il
veicolo verrà mantenuto in folle fino a quando persiste l’errore; una
volta eliminato quest’ultimo, ECON.A, dopo che sarà stata selezio-
nata la posizione di folle, funzionerà solo in modalità transmission
limphome fino a quando non verrà riavviato.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
che dipenderà dalla funzione dell’uscita di potenza assegnata.

C/100 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Codice Intervento Intervento operatore
errore ECON.A
30.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
31.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
32.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
33.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
34.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
35.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
39.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
3A.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
3B.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
3C.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
3D.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
3E.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Una bassa pressione nel sistema può ridurre le prestazioni del veicolo
(slittamento frizioni); proseguire ad utilizzare normalmente il veicolo può
provocare un danneggiamento permanente della trasmissione.
3F.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato
40.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
41.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
42.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
44.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Una temperatura dell’olio alta può portare a una riduzione delle presta-
zioni del veicolo; in questo caso, continuare ad utilizzare normalmente il
veicolo può provocare un danneggiamento permanente della trasmis-
sione (bruciatura olio e/o frizione).

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/101
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

Codice Intervento Intervento operatore


errore ECON.A
45.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
46.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
47.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
48.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
54.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
55.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
56.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
57.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
58.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
59.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
5A.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
5B.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
5C.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
5D.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
5E.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
5F.1F ECON.A tornerà in modalità transmission shutdown; quando la velocità Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
del veicolo è abbastanza bassa, ciò provocherà il passaggio in modalità
transmission limphome.
Il veicolo verrà mantenuto in folle fino a che persiste l’errore.
Una volta scomparso l’errore e dopo aver selezionato la posizione di
folle, ECON.A funzionerà solamente in modalità transmission limphome
fino a quando non verrà riavviato.

C/102 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Codice Intervento Intervento operatore
errore ECON.A
60.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
61.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
62.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
63.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
65.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
In ogni caso potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del
veicolo che dipenderà dalla funzione dell’ingresso digitale assegnato.
66.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso analogico assegnato.
67.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso analogico assegnato.
68.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso analogico assegnato.
69.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso analogico assegnato.
6A.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso analogico assegnato.
6B.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso analogico assegnato.
6C.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalla funzione dell’ingresso analogico assegnato.
7A.1F ECON.A può tornare in modalità transmission limphome se il segnale di velocità Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
assegnato ha una funzione critica: il veicolo verrà mantenuto in folle; quando la
velocità è abbastanza bassa, ECON.A, dopo che sarà stata selezionata la posi-
zione di folle, funzionerà solo in modalità transmission limphome fino a quando
non verrà riavviato e non sarà stato eliminato l’errore.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo che dipenderà
dalla funzione di velocità assegnata all’ingresso.
7B.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo che dipenderà
dalla funzione di velocità assegnata all’ingresso.
7C.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo che dipenderà
dalla funzione di velocità assegnata all’ingresso.
7D.1F ECON.A può tornare in modalità transmission shutdown se il segnale di velocità Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
assegnato ha una funzione critica. Il veicolo viene mantenuto in folle; il veicolo
deve essere arrestato ed occorrerà riavviare ECON.A. Una volta riavviato e dopo
aver inserito la posizione di folle, il veicolo funzionerà soltanto in modalità limpho-
me trasmissione fino a quando non verrà riavviato ECON.A ed eliminato l’errore.
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo. che dipenderà
dalla funzione di velocità assegnata all’ingresso.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. C/103
Mod. Agri Plus Conoscere e usare la macchina
Dispositivi integrati

Codice Intervento IIntervento operatore


errore ECON.A
9A.1F ECON.A torna alla modalità shutdown ECON.A. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Non è possibile utilizzare il veicolo.
9B.1F Vedere altri errori segnalati per maggiori informazioni circa Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
l’azione di ECON.A.
9C.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
A1.1F Vedere altri errori segnalati per maggiori informazioni circa Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
l’azione di ECON.A.
A2.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalle funzioni interessate
A3.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalle funzioni interessate.
A4.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalle funzioni interessate.
B0.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalle funzioni interessate.
B3.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalle funzioni interessate.
B4.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalle funzioni interessate.
B5.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalle funzioni interessate.
B6.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalle funzioni interessate.
B7.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalle funzioni interessate.
B8.1F ECON.A torna in modalità limphome trasmissione. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Il risultato sarà, in ogni caso, una ridotta funzionalità del veicolo.
B9.1F ECON.A continua a funzionare normalmente. Rivolgersi ad un centro assistenza Dieci
Potrebbe verificarsi una riduzione della funzionalità del veicolo
che dipenderà dalle funzioni interessate.

C/104 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
MANUTENZIONE
e
REGISTRAZIONE

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/1
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Ogni modifica apportata sulla macchina comporta una nuova


verifica di conformità alla direttiva macchine 2006/42“ “
tale procedura vale anche nel casodi riparazioni
con parti non originali.

Tutte le procedure o operazioni di manutenzione non descritte


nel presente manuale devono essere eseguite in officine
autorizzarte e da personale qualificato.

Possono essere eseguite dall’operatore solamente le seguenti


verifiche: controllo livelli liquidi, pulizia filtri aria, controllo
pressione pneumatici. Dette operazioni, devono essere
effettuate nel rispetto delle norme di sicurezza come
descritto nel presente manuale.

Le lamiere zigrinate (bugnate), e il pianale cabina, sono le


uniche parti della macchina calpestabili, utilizzare una scala
(con caratteristiche idonee allo scopo) per le parti da
manutenzionare non raggiungibili da terra.

è obbligatorio aver letto ed imparato i capitoli “B“ e “C”


(Norme di sicurezza/conoscere ed usare la macchina)
prima di procedere alla lettura del capitolo “D”.

E’proibito iniziare a manutendere la macchina se non si E’letto


attentamente e imparato questo capitolo.

D/2 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
PRESCRIZIONI PER LA MANUTENZIONE

INTRODUZIONE Assistenza a proprietario / operatore

La presente macchina è stata progettata e costruita per dare AI fine di ottenere un valido servizio di assistenza dal
il massimo delle prestazioni, del risparmio e della facilità di proprio Concessionario, si prega di venire a conoscen-
impiego in varie condizioni di esercizio. Prima della conse- za di questi dati fondamentali prima di contattare il cen-
gna, la macchina è stata collaudata sia presso il Costruttore tro assistenza:
che dal Concessionario, per essere fornita in condizioni
ottimali. AI fine di conservare tali condizioni e garantire un 1 - Specificare il proprio nominativo, indirizzo e numero
funzionamento privo di anomalie, è importante effettuare la telefonico.
manutenzione ordinaria, specificata nel presente Manuale,
2 - Indicare il modello ed il numero di telaio della macchina.
presso un Concessionario DIECI alle cadenze prescritte.
3 - Indicare la data di acquisto e le ore di funzionamento.
4 - Spiegare il tipo di anomalia.
Manutenzione
Si osservi che solo i Concessionari DIECI possono acce-
La presente sezione del Manuale fornisce tutti i dettagli dere alle risorse disponibili presso DIECI per l’assistenza
delle prescrizioni di manutenzione necessarie per conser- ai clienti. Inoltre, essi sono in grado di offrire una varietà di
vare la macchina DIECI in condizioni di perfetta efficienza. programmi per quanto concerne garanzia, manutenzione a
prezzo fisso, controlli di sicurezza, comprendenti prove di
Contiene inoltre informazioni per l’esecuzione delle regi- peso, conformi alle prescrizioni sia legali che assicurative.
strazioni necessarie per la messa a punto della macchina.
Per ottenere i migliori risultati è importante provvedere alla
manutenzione periodica della macchina. Si raccomanda che Tutelare l’ambiente
tutti i tagliandi siano eseguiti nell’ambito del programma
di assistenza consigliato dalla DIECI. Ricordate inoltre che E’ illegale inquinare le fognature, i corsi d’acqua o il suolo.
la responsabilità di mantenere la macchina in condizioni di Usare le discariche autorizzate, compresi i luoghi apposi-
esercizio sicure e in grado di operare ricade sul proprietario tamente destinati dal comune o officine che dispongano di
e/o utilizzatore stesso. attrezzature per il riecupero dell’olio usato. Nel dubbio, rivol-
gersi al comune per le delucidazioni del caso.
Le operazioni di manutenzione o le riparazioni non descritte
nel presente capitolo e nel resto del manuale devono essere
effettuate da personale qualificato e rispettoso delle con- - ATTENZIONE -
dizioni di sicurezza atte a garantire la vostra incolumità e
quella altrui. Solo gli addetti alla manutenzione dei Conces- è obbligatorio aver letto ed imparato
sionari DIECI sono stati addestrati per effettuare tali inter- i capitoli “B“-“C” (Norme di sicurezza,
venti specifici e solo loro dispongono degli specifici attrezzi conoscere ed usare la macchina) prima di
e apparecchiature di prova necessari a garantire massima procedere alla lettura del capitolo “D”
sicurezza, precisione ed efficienza. e manutendere la macchina.

Alla fine del presente Manuale è inserita una scheda per


la registrazione degli interventi di manutenzione, che con-
sente di programmare gli interventi e di registrarli in ordine
cronologico. Dopo ogni intervento il Concessionario dovrà
apporre sulla scheda la data di esecuzione, la propria firma
ed il proprio timbro.

Da rilevare, inoltre, che una corretta manutenzione della


macchina non solo ne migliora l’affidabilità, ma ne preserva
il valore nel tempo.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/3
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

PERIODO DI RODAGGIO
Le operazioni sotto indicate vanno eseguite una sola volta
allo scadere del tempo indicato dopo la messa in esercizio
della macchina nuova, in seguito attenersi al programma di
manutenzione generale.

Dopo 10 ore di lavoro:


• Controllare ed eliminare eventuali perdite.
• Controllare e serrare raccordi idraulici e bulloneria.

Dopo 50 ore di lavoro:


• Controllare ed eliminare eventuali perdite.
• Controllare e serrare raccordi idraulici e bulloneria.

Dopo 250 ore di lavoro:


• Sostituire olio motore.
• Sostituire cartuccia dell’olio motore.
• Sostituire cartuccia della nafta.
• Sostituire cartuccia dell’olio cambio idraulico PowerShift
(se presente).
• Sostituire cartuccia dell’olio idraulico ritorno.

- ATTENZIONE -
se la macchina è adibita a lavori in ambienti
critici (polvere, fango, sabbia) il periodo
della manutenzione va ridotto del 50%.

- ATTENZIONE -
Controllare giornlmente il contaore
per verificare se vi sono operazioni
di manutenzione da eseguire.

D/4 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
DICHIARAZIONE EMISSIONE VIBRATORIA
Valore di emissione vibratoria dichiarato conformemente alla EN 13059

Agri Plus

1) Valori di vibrazioni al sedile

Valore di emissione vibratoria misurato a = 1,6 m/s 2


Incertezza K = 0,5 m/s2

Valori determinati in conformità con la EN 13059

2) Valori di vibrazioni al volante

Valore di emissione vibratoria misurato a = 4,5 m/s 2


Incertezza K = 2,2 m/s2

Valori determinati in conformità con la EN 13059

DICHIARAZIONE DI 1° COLLAUDO FABBRICANTE

La DIECI S.r.l. dichiara che ogni veicolo prodotto presso i


propri stabilimenti, prima della sua immissione sul mercato è
stato sottoposto a collaudi statici e dinamici atti a verificarne il
buon funzionamento e la rispondenza alle direttive comunita-
rie a cui è soggetto. A conclusione dei collaudi effettuati, si è
provveduto al rilascio della certificazione CE corrispondente
alla macchina collaudata, completa degli accessori forniti.

Ogni prodotto DIECI marchiato CE è fornito del rispettivo


certificato, che deve essere custodito dal legittimo proprieta-
rio per gli obblighi di legge.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/5
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

CONOSCERE LE PARTI DELLA MACCHINA

Lato destro macchina


2
1 5
11 3
9
4
8

6 6
7 7
10

1. Cabina 7. Ruota
2. Braccio telescopico 8. Cofano motore
3. Specchietto retrovisore destro 9. Faro posteriore destro
4. Faro anteriore destro 10. Serbatoio olio idraulico
5. Piastra porta attrezzi 11. Condensatore aria condizionata
6. Riduttore epicicloidale

Lato sinistro macchina

10
1
8
9 12
2

11

3 3
4
13
5 6 5
1. Cabina 8. Faro anteriore sinistro
2. Faro posteriore sinistro 9. Braccio telescopico
3. Riduttore epicicloidale 10. Specchietto retrovisore sinistro
4. Serbatoio gasolio/Tappo serbatoio 11. Filtro olio idraulico ritorno (no su cambio Varo System)
5. Ruota 12. Inclinometro
6. Gradini di salita cabina 13. Vano porta oggetti
7. Piastra porta attrezzi

D/6 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
CONOSCERE LE PARTI DELLA MACCHINA

Vista posteriore

3 4 2

1. Tappo radiatore acqua 3. Radiatore olio Power Shift


2. Radiatore acqua 4. Ventola raffreddamento

Interno cofano motore Interno cofano motore


Cambio PowerShift 1 Trasmissione Vario System 1
10 9
10 9
2 3 2 3
7 7

5
5
12
8 6
4 4
8 6 11
1. Cofano motore 1. Cofano motore
2. Filtro aria 2. Filtro aria
3. Batteria 3. Batteria
4. Staccabatteria 4. Staccabatteria
5. Centralina Motore / Fusibili motore 5. Centralina Motore / Fusibili motore
6. Cambio Power Shift / Filtri cambio 6. Pompa idrostatica con controllo elettronico integrato
7. Motore Diesel 7. Motore Diesel
8. Ventola raffreddamento 8. Ventola raffreddamento
9. Radiatore olio 9. Radiatore olio
10. Radiatore Interculer 10. Radiatore Interculer
11. Filtro olio idrostatico
12. Rubinetto ByPass Trasmissione Vario System

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/7
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

PROGRAMMA DI MANUTENZIONE e REGISTRAZIONE

Alla sinistra si elencano le operazioni di manutenzione da eseguire, il grafico riporta il periodo in ore e un indicativa rappresentazione
della posizione dell’organo da manutendere. L’asterisco (*) indica la manutenzione in caso di utilizzo in ambienti particolari.

Verifica livello olio motore.

Pulizia filtro aria. *


Verifica livello acqua radiatore.

Verifica intasamento radiatore.

Verifica livello olio PowerShift.

Verifica livello olio Ripartitore.

Dopo

10 ore
Eseguire test elettronico dispositivo
antiribaltamento.
Scarico serbatoio gasolio.
Controllo perdite tubi impianto
idraulico.
Ingrassaggio perno articolazione
braccio.
Ingrassaggio perni piede
e testa martinetto brandeggio.
Ingrassaggio perni piede
e testa martinetto sollevamento.
Ingrassaggio perni piede
e testa martinetto livellamento.
Ingrassaggio perni di snodo
(PIVOT) ruote anteriori e posteriori.
Ingrassaggio boccole oscillazione
ponte posteriore (se presente).
Ingrassaggio boccole oscillazione
ponte anteriore (se presente).
Ingrassaggio crociere e cardani
alberi di trasmissione. Dopo
Ingrassaggio pattini braccio.

50 ore
D/8 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
PROGRAMMA DI MANUTENZIONE e REGISTRAZIONE

Alla sinistra si elencano le operazioni di manutenzione da eseguire, il grafico riporta il periodo in ore e un indicativa rappresentazione
della posizione dell’organo da manutendere. L’asterisco (*) indica la manutenzione in caso di utilizzo in ambienti particolari.

Pulizia filtro aria.

Ingrassaggio ponti differenziali.

Controllo pressione pneumatici.

Verifica serraggio bulloneria generale.

Verifica intasamento radiatore.


*
Controllo livello olio freni.

Controllo stato e allungamento


catene braccio.

Controllo decalcomanie.

Verifica livello olio


Trasmissione Vario System

Verifica a carico dispositivo


antiribaltamento. Ogni

100 ore

Sostituzione olio motore.

Sostituzione filtro olio motore.

Sostituzione filtro aria.

Verifica livello elettrolito batteria.

Controllo impianto elettrico.

Controllo cinghia alternatore

Serraggio dadi ruota.

Sostituzione filtro olio idraulico ritorno.

Sostituzione filtro gasolio.

Sostituzione filtro abitacolo.


Ogni

250 ore
- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/9
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

PROGRAMMA DI MANUTENZIONE e REGISTRAZIONE

Alla sinistra si elencano le operazioni di manutenzione da eseguire, il grafico riporta il periodo in ore e un indicativa rappresentazione
della posizione dell’organo da manutendere. L’asterisco (*) indica la manutenzione in caso di utilizzo in ambienti particolari.

Ogni

500 ore
Scarico serbatoio gasolio.
Pulizia filtro pompa
iniezione gasolio.
Sostituzione filtro olio
Cambio Power Shift.
Verifica livello olio riduttori epicicloidali.
Verifica livello olio
cambio coppa differenziale.
Serraggio pattini braccio.
Controllo tensione catene.

*
Ogni

Controllo catene braccio.


1000 ore
Sostituzione liquido refrigerante.

Sostituzione olio coppa differenziale.

Sostituzione olio riduttori epicicloidali.

Sostituzione olio
cambio cambio Power Shift.

Sostituzione olio ripartitore.

Sostituzione olio freni.

Sostituzione olio impianto idraulico.

Sostituzione filtro olio idraulico esterni.

Sostituzione olio
Trasmissione Vario System.

D/10 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
capacità organi da lubrificare
DESCRIZIONE GRUPPO capacità
OLIO MOTORE 10.00 lt
olio riduttori ruote anteriori 1.00 lt
olio riduttori ruote posteriori 1.00 lt
OLIO DIFFERENZIALE ASSALE ANTERIORE 7.50 lt
OLIO DIFFERENZIALE ASSALE POSTERIORE 7.75 lt
OLIO SCATOLA RIPARTITORE 1.50 lt
OLIO CAMBIO POWERSHIFT 13.00 lt
OLIO TRASMISSIONE VARIO SYSTEM 3.70 lt
OLIO IMPIANTO IDRAULICO 110.00 lt
OLIO CIRCUITO FRENANTE 1.2 lt
LIQUIDO REFRIGERANTE 12,00 lt
GASOLIO PER TRAZIONE 167,00 lt
GRASSO 4,00 kg

TABELLA COMPARAZIONE OLI

OLIO CAMBIO E PONTI

AGIP Sigma Turbo 15w40 Arnica 46 Rotra MP/S 85w90 ATF II D Antifreeze Grease MU EP 2

CASTROL Turbomax SHPDO Hydraulic Lift 46 Hypoy LS 90 TQ-D Antifreeze Spheerol APT 2
Delo 400 Multigrade Supreme LS gear
CHEVRON 15w40
Rando HD Z 46
Lubricant
ATF II D Antifreeze-Coolant Dura-Lith EP 2
Fluido per Radiatori
ERG TD 401 15w40 Hydro 46 HVI Gear LSD 75w90 ATF Universal
concentrato
Grease MP EP 2

Exxon-Mobil Delvac MX 15w40 Univis N 46 Mobilube 85w90 LS ATF 220 Antifreeze Mobilux Ep 2

IP Tarus Turbo 15w40 Hydrus H.I. 46 Pontiac LS 85w90 Trasmission Fluid DX Antifreeze Athesia Grease EP 2

OROIL Super Truck 15w40 LD HVLP 46 Fluid Gear LSD 75w90 ATF Universal Antifreeze EPX Grease 2

Q8 T 700 SAE 15w40 Handel 46 T 65 LS 75w90 Auto 14 Antifreeze Rembrandt EP 2

SHELL Rimula R3 15w40 Tellus T 46 Spirax LS 90 Antifreeze Retinax EP 2


Diesel Turbo THPD Cartago Autoblocante
REPSOL 15w40
HVLP 46
EP
Matic ATF Respol Blu Concentrato Grasa Litica EP 2
Dolomiti Super HD
ROLOIL 15w40
LI 46 HIV Hydromatic DX Rol Fluid Litex EP 2
Ursa Super Premium
TEXACO TDX 15W40
Rando HD Z 46 Dextron II Antifreeze-Coolant Multifak EP 2

TOTAL Rubia Tir 6400 Equivis ZS 46 Trasmission X4 Fluide ATX Antifreeze Multis EP 2

- ATTENZIONE - - DIVIETO -
PER LE QUANTITA’ A CONSUMO DEI PRO- NON UTILIZZARE OLIO
DOTTI VEDI paragrafo “CAPACITA’ ORGANI
A BASE SINTETICA
DA LUBRIFICARE” e al capitolo “G”-”DATI
TECNICI e CARATTERISTICHE TECNICHE
La DIECI declina ogni responsabilità in
macchina”.
casodi utilizzo di oli diversi da quelli
raccomandati.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/11
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

RIMOZIONE SOTTOPANCIA
Cambio PowerShift

Per eseguire i sottoelencati interventi di manutenzione si


rende necessaria la rimozione momentanea dei sotto pancia 3
della macchina. I sottopancia proteggono il fondo macchina e 4
la meccanica applicata, da eventuali urti, collisioni, sporcizia.
1 C
La macchina possiede tre sottopancia:
- Sottopancia Anteriore Telaio (fig.1/D Pos.”A”)
- Sottopancia Posteriore T elaio (fig.1/D Pos.”B”) A 5
- Sottopancia Motore (fig.1/D Pos.”C”)
2
Ogni sottopancia è composto da carter che permettono di 6
ispezionare le varie zone senza “scoprire” l’intera zona e
quindi rimuovere la copertura generale.

Rimuovere il sottopancia anteriore telaio (fig.1/D Pos.”A”) B


per effettuare le seguenti manutenzioni:
- Verifica livello olio ripartitore e cambio PowerShift
- Verifica livello olio trasmissione Vario System
- Sostituzione olio Cambio Power Shift
- Sostituzione olio Ripartitore
- Sostituzione olio trasmissione Vario System (fig.1/D)
- Ingrassaggio alberi di trasmissione e ponti differenziali

Rimuovere il sottopancia posteriore telaio (fig.1/D Pos.”B”)


per effettuare le seguenti manutenzioni:
- Cambio olio idraulico e sostituzione filtri
- Verifica livello olio ripartitore e cambio PowerShift
- Sostituzione olio Cambio Power Shift
- Sostituzione olio Ripartitore
- Ingrassaggio alberi di trasmissione e ponti differenziali

Rimuovere il sottopancia Motore (fig.1/D Pos.”C”) per effet-


tuare le seguenti manutenzioni:
- Sostituzione filtro olio idrostatico
- Verifica livello olio ripartitore e cambio PowerShift
- Sostituzione olio Cambio Power Shift
- Sostituzione olio Ripartitore

Rimuovere i carter (fig.1/D Pos.”1-2-3”) per effettuare le se-


guenti manutenzioni:
- Ingrassaggio alberi di trasmissione/cardani

Rimuovere il carter (fig.1/D Pos.”4”) per effettuare le se-


guenti manutenzioni:
- Sostituzione olio convertitore

Rimuovere il carter (fig.1/D Pos.”5”) per effettuare le se-


guenti manutenzioni:
- Sostituzione olio motore Diesel

Rimuovere il carter (fig.1/D Pos.”6”) per effettuare le se-


guenti manutenzioni:
- Sostituzione filtro olio motore Diesel

- ATTENZIONE: - ATTENZIONE -
Per le specifiche di sicurezza
Smontare i carter e i sottopanciacon molta cautela prenden-
fare riferimento al capitolo “B”, paragrafo
do tutte le precauzioni necessarie al fine di evitare danno
“Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16
e/o lesioni. Alla fine delle operazioni di manutenzione rimon-
tare i carter e i sottopancia.

D/12 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
RIMOZIONE SOTTOPANCIA
Cambio Vario System

Per eseguire i sottoelencati interventi di manutenzione si ren-


de necessaria la rimozione momentanea dei sottopancia del- 6
la macchina. I sottopancia proteggono il fondo macchina e la B
meccanica applicata, da eventuali urti, collisioni, sporcizia.

La macchina possiede tre sottopancia: 5


- Sottopancia Anteriore Telaio (fig.52D Pos.”A”)
- Sottopancia Posteriore Telaio (fig.2/D Pos.”B”) 1
- Sottopancia Motore (fig.2/D Pos.”C”) C
Ogni sottopancia è composto da carter che permettono di
ispezionare le varie zone senza “scoprire” l’intera zona e 2
quindi rimuovere la copertura generale.
4
Rimuovere il sottopancia anteriore telaio (fig.2/D Pos.”A”)
A
per effettuare le seguenti manutenzioni:
- Verifica livello olio trasmissione Vario System 3
- Sostituzione olio trasmissione Vario System
- Ingrassaggio alberi di trasmissione e ponti differenziali (fig.2/D)

Rimuovere il sottopancia posteriore telaio (fig.2/D Pos.”B”)


per effettuare le seguenti manutenzioni:
- Cambio olio idraulico e sostituzione filtri
- Verifica livello olio trasmissione Vario System
- Sostituzione olio trasmissione Vario System
- Ingrassaggio alberi di trasmissione e ponti differenziali

Rimuovere il sottopancia Motore (fig.2/D Pos.”C”) per effet-


tuare le seguenti manutenzioni:
- Sostituzione filtro olio idrostatico
- Verifica livello olio trasmissione Vario System
- Sostituzione olio trasmissione Vario System

Rimuovere i carter (fig.2/D Pos.”1-2-3”) per effettuare le se-


guenti manutenzioni:
- Ingrassaggio alberi di trasmissione/cardani

Rimuovere il carter (fig.2/D Pos.”4”) per effettuare le se-


guenti manutenzioni:
- Non prevede manutenzioni specifiche

Rimuovere il carter (fig.2/D Pos.”5”) per effettuare le se-


guenti manutenzioni:
- Sostituzione olio motore Diesel

Rimuovere il carter (fig.2/D Pos.”5”) per effettuare le se-


guenti manutenzioni:
- Sostituzione filtro olio motore Diesel

- ATTENZIONE: - ATTENZIONE -
Smontare i carter e i sottopanciacon molta cautela prenden- Per le specifiche di sicurezza
do tutte le precauzioni necessarie al fine di evitare danno fare riferimento al capitolo “B”, paragrafo
e/o lesioni. Alla fine delle operazioni di manutenzione rimon- “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16
tare i carter e i sottopancia.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/13
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

APERTURA COFANO MOTORE


(fig.3/D)
Il cofano motore è dotato di maniglia esterna con serratura
(fig.3/D Pos.”1”).
Per aprire:
- Inserire la chiave nella serratura (fig.3/D Pos.”2”) e ruotare
in senso orario/antiorario per inserire/disinserire il blocco.
- Tirare la maniglia verso di sé per sganciare il cofano con
blocco serratura disinserito.
NOTA:
Con blocco serratura inserito agendo sulla maniglia il cofano (fig.3/D)
non si apre. 2
Per inserire l’asta di blocco (fig.4/D Pos.”1”):
- Spingere il cofano verso l’alto fino alla distensione com-
1
pleta della cerniera di blocco.
- Spingere con una mano uno dei due lati della cerniera
di blocco (fig.4/D Pos.”2”) per verificare che sia comple-
tamente distesa.

- ATTENZIONE:
Prima di lasciare il cofano verificare sempre con una mano
che la cerniera di blocco sia effettivamente completamente
distesa e mantenga il cofano aperto in modo sicuro. Fare at-
tenzione a non ferirsi le mani durante il controllo del blocco.
Per chiudere il cofano:
1
- Sostenere il cofano con una mano
- Tirare verso di se, con l’altra mano, uno dei due lati della
cerniera di blocco (fig.4/D Pos.”2”), per sganciarla.
- Accompagnare il cofano nella discesa.
2
- ATTENZIONE:
Disinserito il blocco fare attenzione a non provocare la caduta 2
repantina del cofano, pericolo di schiacciamento.
(fig.4/D)
- ATTENZIONE:
Non sottovalutare il peso del cofano e i suoi ingombri

- DIVIETO -
È ASSOLUTAMENTE VIETATO operare con il cofano aperto.
Alla fine delle operazioni di manutenzione
il cofano deve sempre essere richiuso a chiave.

MOTORE
PER LE MANUTENZIONI DEL MOTORE, FILTRI GASO-
LIO, ECC. ATTENERSI SCRUPOLOSAMENTE ALLE
ISTRUZIONI DEL COSTRUTTORE DESCRITTE NELL’AP-
POSITO LIBRETTO ALLEGATO.

IL LIBRETTO USO E MANUTENZIONE DEL MOTORE è


PARTE INTEGRANTE DELLA DOCUMENTAZIONE FOR-
NITA A CORREDO DELLA MACCHINA.

(fig.5/D)

D/14 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
PEDALI

Acceleratore
(fig.9/D Pos.”1”)

L’acceleratore è del tipo a cavo, in quanto tale non ha biso-


gno di interventi di manutenzione ordinaria.

Freni
(fig.9/D Pos.”2”) 3
2
I freni idraulici non necessitano di registrazioni. 1
Controllare periodicamente la vaschetta che si trova sul lato
anteriore della cabina sotto al carter (fig.10/D Pos.”1”), l’olio
deve sempre essere a livello, cioè la vaschetta deve sempre
essere piena. L’accensione in modo intermittente della spia (fig.9/D)
sul cruscotto (fig.10/D Pos.”2”),segnala il basso livello nella
vaschetta. All’accensione della spia interrompere immediata-
mente le operazioni di lavoro e rabboccare la vaschetta por-
tando l’olio a livello. Prima di riprendere le operazioni di lavoro 2
sincerarsi che la spia sul cruscotto si sia spenta ed effettuare
qualche frenata a bassissima velocita (2km/h) per un breve
tratto (10m) per verificare il regolare funzionamento.
Per le scadenze vedere la Tabella riassuntiva a inizio capitolo. 1
Per rabboccare:
- Svitare il tappo del serbatoio (fig.11/D Pos.”1”) ruotando-
lo in senso antiorario.
- Verificare che l’olio sia a livello, in caso contrario, riempi-
re la vaschetta fino a livello (fig.11/D Pos.”2”).
- Riavvitare il tappo del serbatoio ruotandolo in senso ora-
rio, non serrare in modo troppo energico.
- Ripulire eventuali versamenti.
Un lieve abbassamento del livello è dovuto al normale con-
sumo dei dischi dei freni. (fig.10/D)

- ATTENZIONE:
Se la corsa del pedale del freno risulta eccessiva o troppo ela-
stica, avvertire il Concessionario DIECI per eliminare il difetto.
1
- ATTENZIONE:
Ispezionare periodicamente lo stato dei flessibili e/o delle tu- 2
bazioni dei freni. L’abbassamento notevole del livello è indice
di perdite nell’impianto.
Rivolgersi al Conces­sionario DIECI per la sostituzione di qual­
siasi tubazione danneggiata, corrosa o rovinata.

- ATTENZIONE:
Utilizzare sempre olio del tipo prescritto, come indicato nella
tabella dei lubrificanti.

- ATTENZIONE:
L’olio dei freni è molto pericoloso, per le precauzioni di sicu-
rezza rifarsi al capitolo “B”.
(fig.11/D)
- ATTENZIONE:
Questo tipo di olio può rovinare le superfici verniciate e le - DIVIETO -
parti in plastica del cruscotto.
È ASSOLUTAMENTE PROIBITO
- ATTENZIONE: operare con l’olio freni non a livello.
I freni potrebbero funzionare in modo
Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”, irregolare con rischio di incidenti.
paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/15
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Pedale”inching”
Cambio PowerShift
(fig.12/D pos.”3”)

Il pedale non necessita di nessuna regolazione perchè diretta-


mente a contatto con la valvola inching.
La regolazione può essere effettuata sul registro del cilindro
“inching” posto sul cambio PowerShift.
Controllare periodicamente la vaschetta che si trova sul lato
sinistro a fianco del sedile (fig.13/D Pos.”1”), l’olio deve sempre 3
essere a livello, cioè la vaschetta deve sempre essere piena. 2
Per le scadenze vedere la Tabella riassuntiva a inizio capitolo. 1
Per rabboccare:
- Svitare il tappo del serbatoio (fig.13/D Pos.”2”) ruotandolo
in senso antiorario. (fig.12/D)
- Verificare che l’olio sia a livello, in caso contrario, riempire
la vaschetta.
- Riavvitare il tappo del serbatoio (fig.13/D Pos.”2”) ruotan-
dolo in senso orario, non serrare in modo troppo energico.
- Ripulire eventuali versamenti.

- ATTENZIONE:
Ispezionare periodicamente lo stato dei flessibili e/o delle tu-
bazioni. L’abbassamento notevole del livello è indice di perdite
nell’impianto. Rivolgersi al Conces­sionario DIECI per la sostitu-
zione di qual­siasi tubazione danneggiata, corrosa o rovinata. 1 2
- ATTENZIONE: 1
Utilizzare sempre olio del tipo prescritto, come indicato nella
tabella dei lubrificanti.
L’olio del’inching è molto pericoloso, per le precauzioni di
sicurezza rifarsi al capitolo “B”.
Questo tipo di olio può rovinare le superfici verniciate e le
parti in plastica del cruscotto.

- ATTENZIONE:
Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”,
paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16. (fig.13/D)

Pedale”inching”
Macchina con trasmissione Vario System
(fig.14/C Pos.”1”)

Nelle macchine con trasmissione idrostatica VS il pedale “in-


ching” è elettronico. Esso agisce direttamente sul controllo
elettronico della trasmissione e consente di rallentare l’avan-
zamento della macchina parzializzando la trazione.
A pedale completamente premuto la macchina arresta
l’avanzamento.

- ATTENZIONE:
Non premere il pedale dell’ ”inching” alle alte velocità,
1
la macchina frena bruscamente.

(fig.14/D)

D/16 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
FRENO DI STAZIONAMENTO
(fig.15/D pos.”1”)

Freno di stazionamento a comando elettrico non necessita


di alcuna manutenzione ordinaria.

- ATTENZIONE:
In caso di avaria del freno di stazionamento non utilizzare la
macchina.
Se il freno non fosse efficiente avvertire il Concessionario
DIECI per eliminare il difetto.
Modifiche non autorizzate dei rapporti al ponte, del peso della 1
macchina, delle dimensioni delle ruote e dei pneumatici pos-
sono compromettere l’efficienza del freno di stazionamento.
(fig.15/D)

- ATTENZIONE -
In caso di accensione della spia “2” (fig.16/C)
il freno di stazionamento risulta bloccato.
Non avenzare con la maccina. 2
Consultare paragrafo “Freni“ di questo manuale
per effettuare il rabbocco dell’olio freni.

Se la spia dovesse rimanere accesa


rivolgersi ad un centro assistenza Dieci.

(fig.16/C)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/17
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Livello olio idraulico


(fig.17/D Pos.”1”)

Il serbatoio olio idraulico è posto nella parte interna del


telaio, sotto la base del braccio telescopico (fig.19/D Pos.”1”).
Il livello è verificabile attraverso il tappo trasparente (fig.17/D
Pos.”1”) posto sul lato del serbatoio stesso, tra la ruota po-
steriore destra e il telaio.

Il livello è corretto quando l’olio è visibile dal tappo traspa-


rente (fig.17/D Pos.”1”) con tutti i cilindri della macchina in
posizione di trasporto.
(fig.17/D)
Per un corretto controllo del livello:
- Disporre la macchina su un terreno pianeggiante.
- Far rientrare tutto il braccio e abbassarlo.
1
- Posizionare i cilindri nella modalità di trasporto.
- Spegnere il motore.
- Controllare il livello dell’olio attraverso l’indicatore
trasparente (fig.17/D Pos.”1”).

Nel caso l’olio non risultasse a livello eseguire le seguenti


operazioni:
- Portare la macchina su suolo pianeggiante.
1
- Far rientrare tutto il braccio e sollevarlo quanto basta per
poter inserire l’asta di sicurezza sullo stelo del cilindro di
sollevamento.
- Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento,
posizionare in cabina una targhetta indicante “manuten-
zione in corso”.
- Inserire l’asta di sicurezza “sostegno braccio” sullo stelo
del cilindro di sollevamento, applicate degli opportuni so-
stegni di sicurezza (es.cavalletti), al braccio telescopico. (fig.18/D)

- Rimuovere il tappo di riempimento (fig.18/D Pos.”1”)

- Rimuovere il tappo di sfiato (fig.19/D Pos.”2”)

- Versare olio del tipo raccomandato dalla DIECI dal foro


di riempimento (fig.18/D Pos.”1”). Aggiungere la quantità
necessaria per riportarlo a livello.

La manutenzione ordinaria va eseguita secondo le scadenze


2
prescritte.

- ATTENZIONE: 1
Durante il rabbocco non superare il livello indicato e pulire
immediatamente eventuali versamenti.

- ATTENZIONE:
Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”, (fig.19/D)
paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.

D/18 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Cambio olio idraulico e sostituzione filtri

La manutenzione ordinaria va eseguita secondo le scadenze


prescritte.
All’interno del serbatoio sono presenti due filtri a rete
(fig.21/D Pos.”3”) che evitano la messa in circolo di particel-
le dannose per l’impianto idraulico.
Le sostituzioni dell’olio idraulico, dei filtri inteni del serbatoio
devono sempre essere in successione. Non è possibile in-
tervenire solo su uno dei componenti.
Per un corretto cambio olio e filtri: (fig.20/D)
- Portare la macchina su suolo pianeggiante.
- Far rientrare tutto il braccio e sollevarlo quanto basta per poter
inserire l’asta di sicurezza sullo stelo del cilindro di sollevamento. 1
- Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento, posizio-
nare in cabina una targhetta indicante “manutenzione in corso”.
- Inserire l’asta di sicurezza “sostegno braccio” sullo stelo
del cilindro di sollevamento, applicate degli opportuni so-
stegni di sicurezza (es.cavalletti), al braccio telescopico.
- Disporre un contenitore di capacità adeguata sotto al
tappo di scarico.
- Togliere il tappo di scarico (fig.22/D Pos.”2”) per fare de-
fluire l’olio; rimuovere il tappo di carico (fig.22/D Pos.”1”) 2
per accellerare lo svuotamento.
- A serbatoio completamente svuotato rimuovere la flan-
gia (fig.21/D Pos.”2”) svitando i propri bulloni per poter
accedervi all’interno del serbatoio.
- A mezzo di chiave a forcella rimuovere i filtri (fig.21/D
Pos.”3”) all’interno del serbatoio.
- Inserire i nuovi filtri serrandoli con la chiave a forcella. (fig.21/D)
- Riposizionare la flangia (fig.21/D Pos.”2”) nella propria 3
sede serrando i propri bulloni.
- Reinserire il tappo di scarico (fig.22/D Pos.”2”).
- Riempire il serbatoio fino a livello attraverso il proprio
tappo di riempimento (fig.22/D Pos.”1”).
- Ultimate le operazioni di riempimento, serrare il tappo di
riempimento (fig.22/D Pos.”1”).
1
- Rimuovere le protezioni al braccio telescopico, avviare
la macchina e movimentare i cilindri idraulici per scarica-
re le eventuali bolle d’aria.
- Controllare nuovamente il livello dell’olio idraulico ed
eventualmente rabboccare.

- ATTENZIONE:
Per questa operazione di manutenzione si rende necessaria (fig.22/D)
la rimozione dei sottopancia.
Consultare il paragrafo “Rimozione sottopancia”.

- ATTENZIONE:
Per il cambio olio e sostituzione filtri rivolgersi ad
un centro assistenza Dieci.
- ATTENZIONE: 2
L’olio di scarto è un rifiuto potenzialmente pericoloso per
l’ambiente e deve essere smaltito in modo appropriato.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/19
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Filtro idraulico di ritorno


Macchina con cambio PowerShift
(fig.23/D pos.”1”)

Per una corretta sostituzione operare nel seguente modo:

1. Portare la macchina su un terreno pianeggiante.

2. Far rientrare tutto il braccio e sollevarlo quanto basta per


poter inserire l’asta di sicurezza sullo stelo del cilindro di
sollevamento.
1
3. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento, po-
sizionare in cabina una targhetta indicante “manutenzione
in corso”.

4. Porre un contenitore sotto al filtro per poter raccogliere


l’eventuale olio in uscita durante la sostituzione. (fig.23/D)

5. Inserire l’asta di sicurezza “sostegno braccio” sullo stelo del


cilindro di sollevamento, applicate degli opportuni sostegni
di sicurezza (es.cavalletti), al braccio telescopico.

6. Togliere la cartuccia del filtro svitandola con una chiave a


nastro (fig.24/D).

7. Pulire il supporto del filtro con un panno pulito che non lasci
pelucchi controllando che il vecchio anello di tenuta venga
tolto.

8. Prendere il filtro nuovo approvato dalla DIECI. Lubrificare


con lo stesso olio della macchina la guarnizione di tenuta.

9. Avvitare il filtro con il solo ausilio delle mani facendo atten-


zione al corretto posizionamento della guarnizione lubrifica-
ta in precedenza.

10. Avviare la macchina e controllare che non vi siano perdite.


(fig.24/D)
- ATTENZIONE:
Per la sostituzione del filtro idraulico di ritorno ri-
volgersi ad un centro assistenza Dieci.

- ATTENZIONE:
L’olio di scarto è un rifiuto potenzialmente pericoloso per
l’ambiente e deve essere smaltito in modo apropriato.

D/20 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Filtro OLIO idrOSTATICO
Macchina con trasmissione Vario System
(fig.25/D pos.”1”)

Per una corretta sostituzione operare nel seguente modo:

1. Portare la macchina su un terreno pianeggiante.

2. Far rientrare tutto il braccio e sollevarlo quanto basta per


poter inserire l’asta di sicurezza sullo stelo del cilindro di
1
sollevamento.

3. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento, po-


sizionare in cabina una targhetta indicante “manutenzione
in corso”.

4. Porre un contenitore sotto al filtro per poter raccogliere


l’eventuale olio in uscita durante la sostituzione. (fig.25/D)

5. Inserire l’asta di sicurezza “sostegno braccio” sullo stelo del


cilindro di sollevamento, applicate degli opportuni sostegni
di sicurezza (es.cavalletti), al braccio telescopico.

6. Togliere la cartuccia del filtro svitandola con una chiave a


nastro (fig.26/D).

7. Pulire il supporto del filtro con un panno pulito che non lasci
pelucchi controllando che il vecchio anello di tenuta venga
tolto.

8. Prendere il filtro nuovo approvato dalla DIECI. Lubrificare


con lo stesso olio della macchina la guarnizione di tenuta.

9. Avvitare il filtro con il solo ausilio delle mani facendo atten-


zione al corretto posizionamento della guarnizione lubrifica-
ta in precedenza.

10. Avviare la macchina e controllare che non vi siano perdite.


(fig.26/D)
- ATTENZIONE:
Per questa operazione di manutenzione si rende necessaria
la rimozione dei sottopancia. Consultare il paragrafo “Rimo-
zione sottopancia”.

- ATTENZIONE:
Per la sostituzione del filtro olio idrostatico rivolgersi
ad un centro assistenza Dieci.

- ATTENZIONE:
L’olio di scarto è un rifiuto potenzialmente pericoloso per
l’ambiente e deve essere smaltito in modo apropriato.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/21
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Livello olio Ripartitore


e cambio PowerShift A
(fig.27/D) B
La manutenzione ordinaria va eseguita secondo le scaden-
ze prescritte. Per un corretto controllo del livello del Riparti-
tore (fig.27/D Pos.”A”):
- Portare la macchina su una superficie piana e livellata
con olio differenziale ancora caldo.
- Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento,
posizionare in cabina una targhetta indicante “manuten-
zione in corso”.
- Controllare il livello dell’olio attraverso l’indicatore tra-
sparente (fig.27/D Pos.”1”). L’olio deve essere visibile e
immergere quasi completamente il tappo trasparente.
(fig.27/D)

- ATTENZIONE: 1
Nel caso l’olio non risultasse a livello consultare il paragrafo
“Sostituzione olio cambio PowerShift e Ripartitore”.

Per un corretto controllo del livello del cambio PowerShift


(fig.27/D Pos.”B”):
- Portare la macchina su una superficie piana e livellata con
olio differenziale ancora caldo.
- Inserire il freno distazionamento e posizionare il selettore
marce in marcia neutra “N”. Mantenere un operatore in ca-
bina che intervenga repentinamente in caso di anomalie.
- Controllare il livello dell’olio attraverso l’asta livello (fig.28/D
Pos.”1”).
- Svitare l’asta e tirarla verso di se per estrarla.
- Verificare che l’olio sia a livello “full” (fig.29/D Pos.”A”), in
caso contrario provvedere al rabbocco.
1
- ATTENZIONE:
Mantenere sempre l’olio abbondantemente al di sopra del
livello minimo “Add” (fig.29/D Pos.”B”). Operare con un livello
troppo basso può causare surriscaldamento e danni al cambio.

- ATTENZIONE:
La verifica del livello del cambio PowerShift (fig.29/D
Pos.”B”) deve essere effettuata a motore acceso. Eseguire
(fig.28/D)
tutte le indicazioni riportate nel capitolo “B” per effettuare
tale operazione in tutta sicurezza.
- Attenzione -
- ATTENZIONE:
Riportiamo di seguito le sigle
Nel caso l’olio non risultasse a livello consultare il paragrafo degli oli raccomandati per il cambio
“Sostituzione olio cambio PowerShift e Ripartitore”.
PowerShift:
- ATTENZIONE: TO-4
Le due parti del cambio “A”e”B” (fig.27/D) non sono
comunicanti. Verificare sempre entrambi i livelli.
J20 C, D
Il riempimento dei serbatoi è indipendente. MIL-PRF-2104G
- ATTENZIONE: C-4
Per questa operazione di manutenzione si rende necessaria
la rimozione dei sottopancia. La DIECI declina ogni
Consultare il paragrafo “Rimozione sottopancia”. responsabilità in caso di utilizzo di
oli diversi da quelli raccomandati.
- ATTENZIONE: Full A
Per il livello olio e il cambio olio rivolgersi ad un
centro assistenza Dieci. Add B (fig.29/D)

D/22 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Livello olio trasmissione Vario System
(fig.32/D Pos.”1”)

La manutenzione ordinaria va eseguita secondo le scadenze


prescritte. Per un corretto controllo del livello trasmissione:
- Portare la macchina su una superficie piana e livellata
con olio differenziale ancora caldo.

- Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento,


posizionare in cabina una targhetta indicante “manuten-
zione in corso”.
- Svitare il tappo livello olio (fig.32/D Pos.”1”). Il livello è
corretto quando l’olio fuoriesce leggermente o si trova
qualche millimetro (massimo 2mm) al di sotto dell’orifizio
del tappo di livello.

- ATTENZIONE:
Nel caso l’olio non risultasse a livello rabboccarlo dall’orifizio 1
del tappo livello fino alla fuoriuscita da questo. Il rabbocco
deve essere effettuato ad olio e trasmissione a temperatura
ambiente.

- ATTENZIONE: (fig.32/D)

Mantenere sempre l’olio a livello.


Operare con un livello troppo basso può causare surriscal-
damento e danni alla trasmissione.

- ATTENZIONE:
La verifica del livello della trasmissione deve essere effettua-
ta a motore acceso. Eseguire tutte le indicazioni riportate nel
capitolo “B” per effettuare tale operazione in tutta sicurezza.

- ATTENZIONE:
Nel caso di sostituzione dell’olio nella trasmissione consul-
tare il proprio paragrafo “Sostituzione olio trasmissione Vario
System”.

- ATTENZIONE:
Per questa operazione di manutenzione si rende necessaria
la rimozione dei sottopancia.
Consultare il paragrafo “Rimozione sottopancia”.

- ATTENZIONE:
Per il livello olio e il cambio olio rivolgersi ad un
centro assistenza Dieci.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/23
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

D/24 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
SERBATOIO COMBUSTIBILE
(fig.33/D Pos.”1”)

Pulizia

Per una corretta pulizia: 2


1. Portare la macchina su una superficie piana e livellata.
2. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento,
posizionare in cabina una targhetta indicante “manuten- 1
zione in corso”.
3. Porre un contenitore di capacità adeguata sotto al tappi
di svuotamento (fig.33/D Pos.”3”) per poter raccogliere il
combustibile in uscita durante la pulizia.
4. Svitare il tappo di riempimento serbatoio (fig.33/D Pos.”2”).
(fig.33/D)
5. Svitare il tappo di scarico serbatoio (fig.33/D Pos.”3”).
6. Lasciare defluire il carburante, poi reintrodurre dieci litri
di carburante pulito attraverso il foro di riempimento per
eliminare eventuali impurità residue.
7. Reinserire il tappo di scarico e serrarlo a fondo.
8. Riempire il serbatoio con carburante pulito e reinserire il tappo.

- ATTENZIONE:
Per la pulizia del serbatoio rivolgersi ad un centro 3
assistenza Dieci

- ATTENZIONE -

Il combustibile è altamente infiammabile.

Non fumare e non avvicinarsi con


una fiamma durante queste oparezioni.

Pericolo di incendio o esplosione.

- ATTENZIONE -

Il combustibile di scarto è un rifiuto


potenzialmente pericoloso per l’ambiente
e deve essere smaltito in modo apropriato.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/25
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

RADIATORE ACQUA / OLIO / INTERCOOLER


A
- ATTENZIONE -
Queste operazioni devono essere effettuate a motore freddo.

Pulizia griglia radiatore B


Le griglie del radiatore (fig.37/D Pos.”1”, fig.38/D Pos.”1”) e le
D
reti di ricircolo aria (fig.36/D Pos.”A-B-C-D”, fig.39/D Pos.”A-B”)
devono essere mantenute il più possibile pulite per permettere
C
un migliore scambio di calore tra il radiatore e l’aria che vi cir-
cola. Per rimuovere le impurità utilizzare un getto d’aria a bas-
sa pressione dall’ interno verso l’esterno del radiatore. Passare
poi il getto d’aria sulle parti interne che vengono investite dalla
sporcizia. Nel caso lo sporco fosse particolarmente compattato
si consiglia di ammorbidirlo con un getto d’acqua a bassa pres-
sione prima di ricorrere all’uso dell’aria.

- ATTENZIONE: (fig.36/D)

Prima di sottoporre il motore a getti d’aria o acqua consultare


il proprio libretto di uso e manutenzione.

- ATTENZIONE: 1
Le alette per lo scambio di calore sono molto delicate, non
utilizzare stracci o spazzole per pulirle. I getti d’acqua e
quelli d’aria devono essere direzonati orizzontalmente.

Controllo livello liquido raffreddamento

Nel normale utilizzo della macchina il livello dell’acqua va man-


tenuto 3 cm al di sotto del tappo del radiatore (fig.40/D Pos.”1”).
La verifica del corretto livello del liquido di raffreddamento
deve avvenire nel seguente modo:

1. Portare la macchina su una superficie piana.


(fig.37/D)
2. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento, posizio-
nare in cabina una targhetta indicante “manutenzione in corso”.
3. Giarare lentamente il tappo del radiatore (fig.40/D Pos.”1”) in
senso antiorario fino al fermo di sicurezza.
4. Fare espellere la pressione ed il vapore.
5. Asportare il tappo.
6. Verificare il livello del refrigerante, se occorre rabboccare 1
introducendo una miscela di acqua e antigelo.
7. Eseguire le operazioni in senso inverso per reiserire il tappo.

- ATTENZIONE:
Nel caso di frequenti rabbocchi, in condizioni di lavoro normali, è
bene verificare che non vi siano perdite nell’impianto di raffred-
damento. Per problemi contattare il centro assistenza DIECI.

- ATTENZIONE -
Utilizzare acqua demineralizzata per riempire l’impianto di
raffreddamento. L’acqua calcarea provoca incrostazioni e (fig.38/D)
un precoce invecchiamento dell’impianto.

D/26 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Sostituzione liquido refrigerante
Per una corretta sostituzione del liquido refrigerante: A
1. Portare la macchina su una superficie piana.
2. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento, posizio-
nare in cabina una targhetta indicante “manutenzione in corso”.
3. Porre un contenitore di adeguata capacità sotto al radiatore
per poter raccogliere il liquido refrigerante in uscita durante
la sostituzione.
4. Rimuovere la griglia di aspirazione posteriore sul lato de-
stro del telaio (fig.36/D, pos.C) asportando le proprie viti.
B
5. Togliere il manicotto (fig.41/D, pos.”1”) per fare defluire
l’acqua dal radiatore, rimuovere il tappo di carico per accel-
lerare lo svuotamento.
6. Lasciare svuotare completamente il circuito di raffreddamento.
7. Verificare lo stato dei manicotti e dei loro fissaggi, se ne-
cessario sostituirli.
8. Risciaquare il radiatore con acqua pulita introducendola dal
tappo di rabbocco (fig.40/D Pos.”1”) e facendola defluire
dall’orifizio del manicotto (fig.41/D Pos.”1”). Se necessario (fig.39/D)
aggiungere un prodotto detergente all’acqua pulita.
9. A pulizia completata richiudere l’orifizio di scarico reinse-
rendo il manicotto (fig.41/D Pos.”1”).
10. Riempire l’impianto di raffreddamento dal tappo (fig.40/D
Pos.”1”) fino a livello (3 cm al di sotto del tappo del radiato-
re) con il liquido refrigerante precedentemente preparato.
11. Chiudere il tappo (fig.40/D Pos.”1”) e accendere il motore
facendolo girare al minimo per qualche minuto.
12. Verificare che non ci siano perdite, controllare il livello ed 1
eventualmente aggiungere altro liquido.
13. A operazioni ultimate reinserire la griglia (fig.36/D, pos.C) a
mezzo delle proprie viti.

- ATTENZIONE:
Durante queste operazioni indossare i dovuti indumenti protettivi.

- ATTENZIONE: (fig.40/D)
Il refrigerante di scarto è un rifiuto potenzialmente pericoloso
per l’ambiente e deve essere smaltito in modo appropriato.

- ATTENZIONE -
Per la sostituzione del liquido refrigerante
rivolgersi ad un centro assistenza Dieci.

- ATTENZIONE -
Utilizzare acqua demineralizzata per riempire l’impianto di
raffreddamento. L’acqua calcarea provoca incrostazioni e
un precoce invecchiamento dell’impianto. 1
C
- ATTENZIONE -
(fig.41/D)
Il radiatore deve sempre essere riempito con una
soluzione di acqua distillata e antigelo per evitare
corrosioni e il congelamento dell’acqua nell’impianto. - ATTENZIONE:
Le percentuali di miscelazione Per la sostituzione liquido refrigerante rivolgersi ad
sono reperibili sulle confezioni di antigelo. un centro assistenza Dieci

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/27
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Filtro aria
(fig.45/D Pos.”1”) 2
Pulizia / Sostituzione cartucce

Un filtro aria in cattive condizioni comporta riduzione di po- C


1
tenza, eccessivo consumo di carburante e riduzione della 3
vita del motore.
L’intasamento del filtro viene segnalato dall’apposita spia
collocata nel cruscotto centrale; al momento della segnala-
zione dell’intasamento è possibile continuare ad operare per
un tempo non superiore alle 10 ore. La manutenzione deve
comunque essere eseguita alle scadenze prescritte. (fig.45/D)
La pulizia del filtro si effettua con aria compressa, massimo
3 Bar, ad una distanza non inferiore a 150mm facendo molta
attenzione a non danneggiare l’elemento filtrante.
1
Utilizzare un panno bagnato che non lasci residui per la puli-
zia della scatola e del coperchio.

Per una corretta pulizia:


1. Portare la macchina su una superficie piana e livellata.
2. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento,
posizionare in cabina una targhetta indicante “manuten-
zione in corso”. (fig.46/D)
3. Aprire e bloccare il cofano.
4. Tirare verso di se le levette di blocco (fig.46/D Pos.”1”)
situate sui quattro angoli del coperchio del filtro (fig.45/D
Pos.”2”).
5. Asportare il coperchio (fig.45/D Pos.”2”). 1
6. Spingere la maniglia interna (fig.47/D Pos.”1”) verso la
cabina (come indicato dalla freccia) e tirarla poi verso
l’alto per estrarre il filtro secondario.
7. Fare scivolare il filtro in carta (fig.48/D Pos.”1”) dal sup-
porto capovolgendo verso il basso la parte dotata di
guarnizione. Tenere una mano sotto a questo per evitare
che cada e si rovini.
8. Estrarre il filtro primario (fig.49/D Pos.”1”) tirando verso (fig.47/D)
di se la linguetta di estrazione (fig.49/D Pos.”2”) sul lato
o la plastica centrale (fig.49/D Pos.”3”).

9. Pulire o sostituire i filtri e rimontare il tutto eseguendo le


stesse operazioni in senso inverso.

- ATTENZIONE:
Si raccomanda di pulire i filtri solamente quando la spia
segnala l’intasamento o alle scadenze prescritte. Una puli-
zia non necessaria e troppo frequente espone gli elementi 1
a danni da maneggiamento che possono permettere alla
polvere e alla sporcizia di oltrepassare la fase di filtraggio e
provocare danni al motore. (fig.48/D)

- ATTENZIONE:
Nel caso gli elementi filtranti vengano a contatto con liquidi di 2
qualsiasi genere devono essere sostituiti.

Controllare periodicamente i manicotti di aspirazione, sostitu- 3


irli immediatamente nel caso fosseri deteriorati o danneggiati.
Controllare periodicamente il serraggio di bulloni e fascette.
Non deve essere permesso all’aria di entrare in circolo nel mo-
tore senza aver prima attraversato il filltro.
1
(fig.49/D)

D/28 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Durante la sostituzione delle cartucce filtranti, oltre alla pu-
lizia del vano porta filtri, si deve provvedere alla pulizia del
condotto primario di aspirazione (fig.45/D Pos.”3”).
2
Quì di seguito si riportano le operazioni:

1. Rimuovere la bulloneria del condotto del tubo di aspira-


zione primario (fig.51/D Pos.”1”).
1
2. Rimuovere il condotto e pulirlo con un getto d’aria com-
pressa.
3. Rimuovere il bullone sull’anteriore del filtro (fig.50/D
Pos.”1”) ed asportare l’alveare di ingresso dell’aria
(fig.50/D Pos.”2”).
(fig.50/D)
4. Utilizzare un panno bagnato che non lasci residui per la
pulizia. Pulire ogni orifizio di ingresso dell’aria.
5. Ripetere le stesse operazioni in senso inverso per rimon-
tare il tutto.

- ATTENZIONE: 1
Nel caso la guarnizione di connessione tra il condotto di
aspirazione e il filtro si dovesse rovinare provvedere alla sua
sostituzione.

- ATTENZIONE:
Non operare con filtro assemblato in modo scorretto o
danneggiato.
(fig.51/D)

- ATTENZIONE:
Per la completa efficienza del filtro si raccomanda di operare
con il filtro completo di tutte le sue parti e componenti.
Ogni parte deteriorata va sostituita il prima possibile.

- DIVIETO -
E’ ASSOLUTAMENTE VIETATO
operare senza filtro aria motore.

Il motore aspira costantemente aria durante il suo utilizzo;


le polveri presenti entrando in circolo provocano gravi
danni all’impianto.

Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”,


paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/29
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Filtro ventilazione abitacolo


(fig.56/D Pos.”1”)

La manutenzione ordinaria va eseguita secondo le scadenze


prescritte.
Al momento del cambio del filtro ventilazione abitacolo puli-
re il condotto di aspirazione (fig.56/D Pos.”2”) con un getto
d’aria dall’interno della cabina verso l’esterno.

Cambio filtro ventilazione abitacolo 1


Il filtro abitacolo va sostituito ogni 250 ore di lavoro.
Pulire la griglia di aspirazione dell’aria (fig.57/D Pos.”1”) alla
fine di ogni giornata lavorativa con un getto d’aria.
Di seguito riportiamo la sequenza per un correto svolgimento
delle operazioni di sostituzione:

1. Portare la macchina su un terreno pianeggiante. (fig.55/D)


2. Far rientrare e abbassare il braccio completamente.
3. Spegnere il motore e asportare la chiave di avviamento,
posizionare in cabina una targhetta indicante manuten-
zione in corso.
4. Rimuovere il carter, posizionato nella parte sinistra della 1
seduta (fig.55/D Pos.”1”), svitando la vite di fissaggio.
5. Estrarre il filtro usurato ed inserire quello nuovo (fig.56/D
Pos.”1”). 2
6. Rimontare il carter.
7. Riavviare il motore con ventola in moto per verificare la
correttezza delle operazioni.

- ATTENZIONE:
Non pulire con aria o acqua il filtro intasato e riutilizzarlo.
Alla fine della propria vita il filtro perde determinate caratteri-
stiche che non possono essere ripristinate.
(fig.56/D)
- IMPORTANTE:
Nel caso si utilizzi la macchina in ambienti particolarmente ricchi
di polveri (fienili, etc.) la vita del filtro si riduce a 100 ore.

- IMPORTANTE:
Nel caso di malfunzionamenti dell’impianto di ventilazione
verificare l’intasamento del filtro.
1
Nel caso i malfunzionamenti perdurassero nonostante la so-
stituzione del filtro, contattare il centro assistenza DIECI.

- ATTENZIONE:
Non utilizzare la macchina senza filtro abitacolo.
L’ingresso di polveri nella cabina possono comportare rischi per
la salute dell’operatore e rotture dell’impianto di ventilazione.

- ATTENZIONE:
Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”,
paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.

(fig.57/D)

D/30 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Aria condizionata
(Optional)
1
C
Pulizia dell’impianto

1 Rimuovere il carter di protezione (fig.58/D Pos”1”).


2. Pulire il condensatore (fig.59/D Pos”1”) dirigendo l’aria com-
pressa, ad una pressione massima di 7 bar, attraverso la
massa radiante, dalla parte opposta a quella del flusso d’aria
normale.
3. Prestare attenzione, non danneggiare le alette del radiatore.
4. Dopo la pulizia, rimontare il condensatore.

- IMPORTANTE:
Se l’impianto di condizionamento non funziona a dovere, (fig.58/D)
ispezionare immediatamente il condensatore.

- IMPORTANTE:
Controllare la carica del gas ogni anno attraverso gli ap- 1
positi rubinetti (fig.60/D Pos”2”).

- ATTENZIONE:
2
C
Sostituire il filtro deidratatore (fig.59/D Pos”2”) ogni 2 anni.
La sua rottura può arrecare gravi danni all’impianto di con-
dizionamento e immettere nell’aria particelle nocive per la
salute dell’operatore.

(fig.59/D)
- IMPORTANTE:
Accendere l’aria condizionata due minuti ogni 15 giorni, an-
che nelle stagioni più fredde. In questo modo si lubrificano
le parti mobili, ad esempio il compressore e l’impianto in
generale.

- ATTENZIONE:
NON allentare nessuno dei flessibili dell’impianto di condi-
zionamento dell’aria. Il contatto tra la pelle e il refrigerante
può causare congelamenti.

Tensione della cinghia del compressore

Controllare la tensione della cinghia (fig.60 Pos.”1”) del 1


compressore ogni 500 ore.

- ATTENZIONE:
La cinghia deve essere controllata a motore spento.
Prima di procedere al controllo spegnere il motore e aspor-
tare la chiave d’avviamento, posizionare in cabina una tar- 2
C
ghetta indicante “manutenzione in corso”.

(fig.60/D)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/31
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

VALVOLE DI blocco per CILINDRI

Le valvole di blocco per cilindri impediscono il movimento


incontrollato dei pistoni dei cilindri in caso di mancata pres-
sione idraulica o di scoppio di un tubo flessibile.
Le valvole sono montate direttamente sui cilindri.

Verifica di funzionamento valvole di non ritorno cilindri

- ATTENZIONE:
Durante le operazioni di verifica allontanare qualsiasi perso-
na dal raggio di azione della macchina.

- ATTENZIONE:
Nel percorso di verifica deve essere controllato un movi-
mento alla volta.

- ATTENZIONE:
Nel caso di anomalie non utilizzare la macchina fino a ripa-
razione avvenuta.

- ATTENZIONE:
Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”,
paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.

A) Cilindri di sollevamento braccio: (fig.64/D)

1. Avviare il motore. Assicurarsi che il freno di staziona-


mento sia inserito e la trasmissione in folle.
2. Sollevare il braccio a circa 45°.
3. Con il motore in funzione a 1400 giri, azionare la leva di
comando per abbassare il braccio.
Durante il movimento del braccio arrestare il motore.
Il movimento del braccio deve rallentare e quindi fermar-
si con il rallentare e l’arrestarsi del motore.

Se il braccio continua a muoversi dopo l’arresto del motore,


la valvola di blocco dei cilindri di sollevamento è difettosa.
Eliminate il difetto nel più breve tempo possibile, contattare il
centro assistenza DIECI.

(fig.64/D)
(Valvola di blocco cilindro di sollevamento braccio)

D/32 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
B) Cilindro estensione braccio: (fig.65/D)

1. Avviare il motore. Assicurarsi che il freno di staziona-


mento sia inserito e la trasmissione in folle.
2. Sollevare completamente il braccio ed estenderlo com-
pletamente.
3. Con il motore in funzione a 1400 giri, azionare la leva di
comando per ritrarre il braccio.
Durante il movimento del braccio arrestare il motore.
Il movimento del braccio deve rallentare e quindi fermar-
si con il rallentare e l’arrestarsi del motore.

Se il braccio continua a muoversi dopo l’arresto del motore


la valvola di blocco è difettosa.
Eliminate il difetto nel più breve tempo possibile, contattare il
centro assistenza DIECI.

(fig.65/D)
(Valvola di blocco cilindro interno estensione braccio)

C) Cilindro brandeggio forche: (fig.66/D)

1. Avviare il motore,prelevare un carico sulle forche


(ad esempio un carico di mattoni o alcune balle di fieno).
Inclinare le forche completamente indietro.
2. Inserire il freno di stazionamento e portare la trasmissione
in folle.
3. Allontanare il braccio da terra quanto basta per permet-
tere l’inclinazione in avanti delle forche.
4. Con il motore in funzione a 1400 giri, azionare la leva di
comando per inclinare le forche in avanti.
Durante il movimento delle forche arrestare il motore.
Il movimento del brandeggio deve rallentare e quindi fer-
marsi con il rallentare e l’arrestarsi del motore.

Se le forche continuano ad abbassarsi o muoversi dopo l’ar-


resto del motore, la valvola di blocco è difettosa.
Eliminate il difetto nel più breve tempo possibile, contattare il
centro assistenza DIECI.

(fig.66/D)
(Valvola blocco cilindro esterno brandeggio piastra)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/33
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Cambio Power Shift


Specifiche lubrificanti SAE OW20

Dexron* II or equivalent.
Entrambe le trasmissioni e la scatola di rinvio usano lo
stesso tipo di olio. SAE 10W

SAE 20
Lubrificanti raccomandati:
SAE 30

1. TO-4 SAE 40
2. J20 C, D
3. MIL-PRF-2104G Celsius
Fahrenheit
-40
-40
-30
-22
-20
-4
-10
14
0
32
10
50
20
68
30
88
40
104
50
122

4. C-4 (fig.70/D) (Tabella viscosità raccomandata dell’olio)


5. Dexron*II Equivalent

- ATTENZIONE:
Dexron*III, olio per motori o olii GL-5 non sono
raccomandati.

Viscosità raccomandata dell’olio


È raccomandabile utilizzare i lubrificanti monogrado ad
altissima viscosità a temperatura ambiente. Di regola sarà
un lubrificante qualificato CAT TO-4. Se si prevedono ampie
variazioni della temperatura ambiente, si raccomandano i
lubrificanti J20 C, D multigradi.
I lubrificanti multigradi dovrebbero essere applicati al tasso
di viscosità più basso per la temperatura ambiente preva-
lente, cioè si utilizzerà un 10W20 laddove s’impiega un 10W
monogrado. Se s’impiega un lubrificante C-4 al posto di un
J20, si consiglia di non superare i 10 punti d’intervallo della
viscosità, ad esempio un 10W20.

- ATTENZIONE:
I lubrificanti sintetici sono approvati se sono qualificati da da
una delle specifiche di cui sopra. Si applicano le linee guida
sulla viscosità dell’olio, ma i multigradi sintetici possono ave-
re un intervallo superiore ai 10punti. Per raccomandazioni
sui fluidi resistenti al fuoco si prega di contattare la DIECI.

Intervalli di cambio dell’olio


Verificare il livello dell’olio giornalmente (ogni 10 ore da pro-
gramma di manutanzione).
Cambiare l’olio ogni 1000 ore in condizioni medie ambientali
e di ciclo di lavoro.
Il funzionamento ad alte/gravi temperature sostenute o a
condizioni atmosferiche molto polverose accelererà il dete-
rioramento e la contaminazione abbassando le tempistiche
di manutenzione e controllo del 50%.

D/34 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Cambio Power Shift
(fig.71/D)

Indicazioni
Le figure sono indicative e potrebbero non essere equiva-
lenti alle parti montate sulla vostra macchina.
I riferimenti agli orifizi di manutenzione si riferiscono alle
pagine seguenti (pag.D/37) ove sono stati riportati il cambio
PowerShift con ripartitore e due ponti standard per una più
precisa identificazione.
Il cambio PowerShift non è presente con trasmissione
idrostatica VS.

Cambio Power Shift


Sostituzione olio
(fig.71/D)
1. Portare la macchina su una superficie piana e livellata
con olio differenziale ancora caldo.
2. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento,
posizionare in cabina una targhetta indicante “manuten- - ATTENZIONE -
zione in corso”.
3. Porre un contenitore sotto ai tappi di svuotamento per Riportiamo di seguito le sigle
poter raccogliere l’olio in uscita durante la sostituzione. degli oli raccomandati per il cambio PowerShift:
4. Rimuovere il tappo di scarico (fig.73/D Pos.”G”) e il tap- TO-4
po di carico (fig.73/D Pos.”F”), per eseguire uno scarico
completo. J20 C, D
5. Lasciare scaricare completamente l’olio.
6. Rimontare i tappi di scarico e serrarli a fondo. MIL-PRF-2104G
7. Introdurre olio pulito, del tipo approvato, dal tappo di ca- C-4
rico/livello (fig.73/D Pos.”F”).
8. Il livello è corretto quando l’olio raggiunge il livello massimo
“Full” sull’asta di livello (fig.73/D Pos.”E”) a motore acceso. La DIECI declina ogni responsabilità in caso
9. Controllare eventuali perdite dai tappi di scarico. di utilizzo di oli diversi da quelli raccomandati.
10. Rimontare il tappo di carico/livello e serrarlo a fondo

- ATTENZIONE: - ATTENZIONE:
Il livello dell’olio deve essere verificato a motore acceso. L’olio di scarto è un rifiuto potenzialmente pericoloso per
l’ambiente e deve essere smaltito in modo apropriato.
- ATTENZIONE:
Per questa operazione di manutenzione si rende necessaria - ATTENZIONE:
la rimozione dei sottopancia. Per il livello olio e il cambio olio rivolgersi ad un
Consultare il paragrafo “Rimozione sottopancia”.
centro assistenza Dieci.

Filtro Cambio Power Shift


(fig.72/D pos.”1”)
Per una corretta sostituzione operare nel seguente modo:
1. Portare la macchina su una superficie piana e livellata
con olio differenziale ancora caldo. 1
2. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento,
posizionare in cabina una targhetta indicante “manuten-
zione in corso”.
3. Porre un contenitore sotto al filtro per poter raccogliere
l’eventuale olio in uscita durante la sostituzione.
4. Togliere la cartuccia del filtro svitandola con una chiave
a nastro.
5. Pulire il supporto del filtro con un panno pulito che non
lasci pelucchi controllando che il vecchio anello di tenuta
venga tolto.
6. Prendere il filtro nuovo. Lubrificare con lo stesso olio la
nuova guarnizione di tenuta.
7. Avvitare il filtro con il solo ausilio delle mani facendo
attenzione al corretto posizionamento della guarnizione
lubrificata in precedenza.
8. Avviare la macchina e controllare che non vi siano perdite.
(fig.72/D)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/35
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Ripartitore

Sostituzione olio
(fig.73/D)
1. Portare la macchina su una superficie piana e livellata
con olio differenziale ancora caldo.
2. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento,
posizionare in cabina una targhetta indicante “manuten-
zione in corso”.
3. Porre un contenitore sotto ai tappi di svuotamento per
poter raccogliere l’olio in uscita durante la sostituzione.
4. Rimuovere il tappo di scarico (fig.73/D Pos.”G2”) e il tap-
po di carico (fig.73/D Pos.”F2”), per eseguire uno scarico
completo.
5. Lasciare scaricare completamente l’olio.
6. Rimontare i tappi di scarico e serrarli a fondo.
7. Introdurre olio pulito, del tipo approvato, dal tappo di ca-
rico (fig.73/D Pos.”F2”).
8. Il livello è corretto quando il tappo trasparente è comple-
tamente immerso nell’olio (fig.73/D Pos.”E2”).
9. Controllare eventuali perdite dai tappi di scarico.
10. Rimontare il tappo di carico e serrarlo a fondo

- ATTENZIONE:
Per questa operazione di manutenzione si rende necessaria
la rimozione dei sottopancia.
Consultare il paragrafo “Rimozione sottopancia”.

- ATTENZIONE:
Per il livello olio e il cambio olio rivolgersi ad un
centro assistenza Dieci.

- ATTENZIONE:
L’olio di scarto è un rifiuto potenzialmente pericoloso per
l’ambiente e deve essere smaltito in modo apropriato.

D/36 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Legenda

CAMBIO POWERSHIFT E Tappo livello olio

F Tappo carico

G Tappo scarico
h H Tappo sfiato

E f M Tappo olio

G
G
G

h
f

E
(fig.73/D)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/37
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

trasmissione Vario System

Specifiche lubrificanti parte riduttore

• Fluidi idraulici idonei

Secondo SAE90 API-GL 5

• Temperatura

È necessario rispettare i requisiti di temperatura e viscosità.

La temperatura deve essere compresa entro i limiti sotto indicati:

T min. = -20°C per pochi istanti, ad avvio freddo

T max. = 115°C per pochi istanti

(fig.74/D)
• Intervallo viscosità

- Minimo = 7 mm2/s - Per pochi istanti

- Consigliato = 12-80 mm2/s (Viscosità operativa consigliata)

- Massimo = 1600 mm2/s (Per pochi istanti, ad avvio freddo)

- ATTENZIONE -
La DIECI declina ogni responsabilità in caso
di utilizzo di oli diversi da quelli raccomandati.

D/38 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
trasmissione Vario System

Sostituzione olio
(fig.75/D, fig.76/D)

1. Portare la macchina su una superficie piana e livellata


con olio differenziale ancora caldo.
2. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento,
posizionare in cabina una targhetta indicante “manuten-
zione in corso”.
3. Porre un contenitore sotto ai tappi di svuotamento per
poter raccogliere l’olio in uscita durante la sostituzione.
4. Rimuovere il tappo di scarico (fig.75/D Pos.”G”) e il tap- G G
po di livello (fig.76/D Pos.”E”), per eseguire uno scarico
completo.
5. Lasciare scaricare completamente l’olio.
6. Rimontare il tappo di scarico e serrarlo a fondo.
7. Introdurre olio pulito, del tipo approvato, dal tappo di ca-
rico/livello (fig.76/D Pos.”E”).
8. Il livello è corretto quando l’olio fuoriesce dall’orifizio del (fig.75/D)
tappo livello (fig.76/D Pos.”E”).
9. Controllare eventuali perdite dai tappi di scarico.
10. Rimontare il tappo di carico/livello e serrarlo a fondo

- ATTENZIONE:
La DIECI declina ogni responsabilità in caso di utilizzo
di oli diversi da quelli raccomandati.

- ATTENZIONE:
Per questa operazione di manutenzione si rende necessaria
la rimozione dei sottopancia. Consultare il paragrafo “Rimo-
zione sottopancia”. E
- ATTENZIONE:
Per il livello olio e il cambio olio rivolgersi ad un
centro assistenza Dieci.
(fig.76/D)
- ATTENZIONE:
L’olio di scarto è un rifiuto potenzialmente pericoloso per
l’ambiente e deve essere smaltito in modo apropriato.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/39
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Legenda

trasmissione Vario System 1 Carcassa

2 Controllo

3 Sella inclinabile

4 Albero

5 Gruppo propulsore

6 Ingranaggeria

7 Sensore di giri

1
5
3
6

(fig.77/D)

D/40 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/41
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Ponti Differenziali Anteriore / Posteriore

Cambio dell’olio
(fig.80/D)
1. Portare la macchina su una superficie piana e livellata con
olio differenziale ancora caldo.
2. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento,
posizionare in cabina una targhetta indicante “manuten-
zione in corso”.
3. Porre un contenitore sotto ai tappi di svuotamento per po-
ter raccogliere l’olio in uscita durante la sostituzione.
4. Rimuovere il tappo di scarico (fig.84/D Pos.”G”), il tappo di
carico/livello (fig.84/D Pos.”F”), per eseguire uno scarico
completo.
5. Lasciare scaricare completamente l’olio.
6. Rimontare i tappi di scarico e serrarli a fondo.
7. Introdurre olio pulito, del tipo approvato, dal tappo di cari- (fig.80/D)
co/livello (fig.84/D Pos.”F”).
8. Il livello è corretto quando l’olio fuoriesce dal tappo di cari-
co/livello (fig.84/D Pos.”F”).
9. Controllare eventuali perdite dai tappi di scarico.
10. Rimontare il tappo di carico/livello e serrarlo a fondo.

- ATTENZIONE:
Per il livello olio e il cambio olio rivolgersi ad un
centro assistenza Dieci

1
Riduttore epicicloidale
Cambio dell’olio
(fig.81/D - fig.82/D - fig.83/D)

1. Portare la macchina su una superficie piana e livellata con


olio differenziale ancora caldo.
2. Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento, posizio-
nare in cabina una targhetta indicante “manutenzione in corso”.
3. Porre un contenitore sotto ai tappi di svuotamento per po-
ter raccogliere l’olio in uscita durante la sostituzione.
3. Ruotare il mozzo della ruota (fig.81/D Pos.”1”) in modo
che l’orifizio (fig.82/D Pos.”M”) si porti nella posizione infe-
(fig.81/D)
riore (fig.82/D) quindi rimuovere il tappo dell’olio.
4. Lasciare scaricare completamente l’olio.
5. Ruotare il mozzo della ruota in modo che l’orifizio (fig.83/D
Pos.”M”) si porti nella posizione intermedia (fig.83/D).
6. Riempire il riduttore dall’orifizio (fig.83/D) fino a livello.
Il livello è corretto quando l’olio fuoriesce dal tappo dell’olio. M
7. Rimontare il tappo dell’olio riduttore epicicloidale e serrar-
lo a fondo.
M
8. Ripetere le operazioni in tutti e quattro i gruppi riduttori.

- ATTENZIONE:
Per il livello olio e il cambio olio rivolgersi ad un
centro assistenza Dieci.
(fig.82/D) (fig.83/D)

D/42 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Legenda

PONTE DIFFERENZIALE E Tappo livello olio

F Tappo carico e livello olio

G Tappo scarico

H Tappo sfiato

M Tappo olio

h h

M f
E

M
G
(fig.84/D)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/43
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

pattini braccio telescopico - ATTENZIONE:


Ingrassaggio Nel caso di utilizzo della macchina in condizioni gravose,
(fig.88/D) ambienti molto polverosi è necessario un ingrassaggo più
frequente.
I pattini del braccio devono essere mantenuti lubrificati per
evitare il più possibile il deterioramento e mantenere morbidi - ATTENZIONE:
i movimenti. Utilizzare solamente lubrificanti indicati sulle tabelle DIECI.
Sfilare completamente il braccio ed esaminare la superficie di questo. Lubrificanti diversi possono causare gravi danni alle superfi-
Nel caso lo strato di grasso fosse sottile o presentasse impurità ci di scorrimento.
(sabbia, polvere, trucioli, ecc.) agire nel seguente modo:
- ATTENZIONE:
- A braccio completamente sfilato orizzontalmente rimuovere
Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”,
lo strato di grasso sulla superficie degli sfili con un panno.
paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.
- Utilizzare un pennello per stendere uno strato di grasso,
del tipo approvato, sui quattro lati del braccio telescopico.
Usura pattini
- Azionare il braccio telescopico più volte per distribuire il
grasso in modo uniforme.
Per le scadenze consultare la tabella riassuntiva ad inizio capitolo.
- Togliere il grasso in eccesso.
L’usura dei pattini può portare a oscillazioni e giochi tra uno
sfilo e l’altro con conseguente perdita di precisione nei mo-
- ATTENZIONE - vimenti e pericolo di caduta del carico. L’usura è tanto mag-
giore quanto maggiori sono le condizioni di lavoro gravose.
Durante la fase di verifica visiva e stesura del grasso
La manutenzione ai pattini del braccio telescopico deve
la macchina deve essere spenta e la chiave asportata
essere eseguida da officina autorizzata.
dalla cabina per evitare manovre accidentali.

(fig.88/D)

D/44 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Catene esterne braccio
(fig.89/D)

Lubrificazione

La lubrificazione in opera permette:


- Interporre un liquido tra le superfici di contatto per diminui-
re l’usura ed evitare il grippaggio.
- Proteggere le catene contro la corrosione.
- Diminuire il rumore tra le superfici sottoposte a urti.

La lubrificazione deve essere fatta:


- Longitudinalmente, in una zona dove le articolazioni sono
poco sollecitate per agevolare la penetrazione del lubrificante.
- Trasversalmente, tra le piastre per agevolare la penetra-
zione dell’olio nell’articolazione.

La viscosità dell’olio deve essere adatta alle temperatura


ambiente. Una viscosità troppo debole favorisce l’evaqua-
zione del lubrificante, una viscosità troppo elevata impedisce
al lubrificante di penetrare nelle articolazioni. Per conoscere (fig.89/D)
la corretta viscosità consultare la tabella a lato (fig.90/D).

- ATTENZIONE:
In caso di applicazioni particolari, utilizzo in condizioni av- Temperatura (C°) Viscosità raccomandata
verse consultate il centro assistenza DIECI. ISO VG (Cst)
- ATTENZIONE:
- 15 < T< 0 tra 15 e 32
Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”,
paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.
0 < T< 50 tra 46 e 150

- DIVIETO - 50 < T< 80 tra 220 e 320


È ASSOLUTAMENTE VIETATO
lubrificare le catene utilizzando grasso. (fig.90/D) Tabella viscosità olio catena

Verifiche usura

Alle dovute scadenze si deve verificare:


Bussola
- La geometria di installazione. Diame Rullo Piastra interna
rullo tro Maglia esterna Maglia di giunzione
- Lo stato della catena, per analizzare le tracce di attrito che
possono indicare una geometria non corretta dell’installazio-
internzaza

ne. L’usura sul profilo delle piastra laterali per contatto con le
Larghe

pulegge e i sistemi di guida. L’usura sui fianchi delle piastre


esterne e sulle teste dei perni per contatto con le flange delle
pulegge o con eventuali dispositivi di guida.
Maglia interna
- L’usura delle articolazioni delle catene sia per misura diretta Passo Piastra esterna
della sua lunghezza con strumento di misura o regolo di con- Perno

trollo, sia visivamente.


- L’usura delle piastre delle catene di sollevamento tipo Fleyer. (fig.91/D) Componentisctica di una catena standard

- ATTENZIONE -
Si fa obbligo della sostituzione delle catene
quando l’usura per allungamento supera il 2%.
Alla sostituzione della catena È OBBLIGATORIO
sostituire anche i rispettivi rulli.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/45
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Determinazione usura per allungamento AL4 AL5 AL6 AL8 AL10 AL12 AL14 AL16 Catene flyer
- Verificare il tipo di catena installata, indicato sulle piastre BL4 BL5 BL6 BL8 BL10 BL12 BL14 BL16 Catene flyer
esterne di questa; se illeggibile contattare il centro assi- 1/2” 5/8” 3/4” 1” 1 1/4” 1 1/2” 1 3/4” 2” Passo inch
stenza DIECI.
12,70 15,87 19,05 25,40 31,75 38,10 44,45 50,80 Passo mm
- Individuare il passo della catena sulla tabella (fig.92/D).
(es. Catena fleyer AL8/BL8 Passo 1”/25,40mm) e molti- (fig.92/D)
plicarlo per 10.
- Misurare 10 passi della catena da verificare (fig.93/D).
Passo Passo
- Se la misura è superiore al 2% del passo indicato in ta-
bella moltiplicato per dieci la catena si considera usurata
e deve essere obbligatoriamente sostituita.

2% della misura = [ Misura : 100 ] x 2

- ATTENZIONE:
La misurazione deve essere effettuata in più punti, in quanto (fig.93/D)
l’usura potrebbe non essere uniforme, e con catena in ten-
sione. La misurazione può essere effettuata con calibro o
riga millimetrata (fig.94/D).

Controllo, pulizia, lubrificazione

- Portare la macchina su una superficie piana e livellata.


- Posizionare la macchina su piedi stabilizzatori (se presenti).
- Sfilare completamente il braccio telescopico in posizione
orizzontale.
- Spegnere il motore e asportare la chiave d’avviamento,
posizionare in cabina una targhetta indicante “manuten-
zione in corso”.
- Pulire le catene con un panno pulito che non lasci residui
per eliminare le impurità più superficiali.
- Spazzolare energicamente le catene per togliere qualsiasi (fig.94/D)
impurità, utilizzando una spazzola di nylon duro e gasolio
pulito. Soffiare successivamente con aria compressa.
- Esaminare attentamente le catene come riportato nel pa-
ragrafo “verifiche usura”.
- Lubrificare leggermente le catene utilizzando un pennello
imprignato d’olio (vedi paragrafo “lubrificazione”).
- Togliere l’eccesso di olio su tutta la superficie delle catene
con un panno pulito.
- Azionare il braccio telescopico più volte per distribuire
l’olio in modo uniforme.

- ATTENZIONE:
In caso di sostituzione delle catene contattare il centro
assistenza DIECI.

- ATTENZIONE -
Le catene possono essere fragilizzate dall’idrogeno.

- DIVIETO -
È ASSOLUTAMENTE VIETATO operare in luoghi acidi.
Operare per il minor tempo possibile
in luoghi ossidanti e corrosivi.

D/46 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/47
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Ingrassatori
Bracci telescopici uno/due/tre sfili

I riferimenti degli ingrassatori dei bracci a due sfili sono gli stessi dei bracci a tre sfili.
Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”, paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.

(fig.96/D)

(fig.97/D)

D/48 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Ingrassatori
Alberi di trasmissione e ponti differenziali

- ATTENZIONE:
Per questa operazione di manutenzione si rende necessaria la rimozione dei sottopancia. Consultare il paragrafo “Rimozione sottopancia”.
Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”, paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.

Albero trasmissione posteriore Albero trasmissione anteriore

Ponte differenziale

Riduttore epicicloidale

(fig.98/D)

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/49
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

staccabatteria
(fig.99/D Pos.”1”)

Lo stacca batteria si trova nel vano motore a fianco della batteria.


La sua funzione è quella di togliere alimentazione all’impianto
elettrico aprendo il circuito sul polo negativo. 1
- Ruotare la maniglia portandola nella posizione in cui il
lato lungo di questa si venga a trovare parallelo alla batte-
ria per aprire il circuito e togliere l’alimentazione elettrica.

- Ruotare la maniglia portandola nella posizione di parten-


za (fig.99/D Pos.”1”) per ripristinare le condizioni di par-
tenza e chiudere il circuito.

- ATTENZIONE -
Lo stacca batteria deve essere utilizzato solo
a macchina spenta.
(fig.99/D)

- ATTENZIONE -
Ogni volta che si manutende la macchina è obbligatorio
agire sullo staccabatteria per aprire il circuito elettrico.

D/50 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
fusibili
(fig.100/D Pos.”1”)

Centralina genarale

Il circuito elettrico generale è protetto da fusibili collocati nella


scheda elettronica generale (fig.100/D Pos.”1”).
Per accedere alla scheda elettronica rimuovere la plastica
sinistra sotto al cruscotto svitando le proprie viti. 1
Nel caso di malfunzionamenti elettrici deve essere verificata
l’integrità dei fusibili come prima operazione di ricerca del
guasto. I fusibili devono essere estratti con apposita pinza.

Per sostituire un fusibile estrarlo dalla propria sede a mezzo


dell’apposita pinza e sostituirlo con un altro fusibile di uguale
classe, qualità e amperaggio.
- ATTENZIONE:
Prima di rimuovere le plastiche sotto al cruscotto interrom-
pere l’alimentazione elettrica della macchina a mezzo dello
staccabatterie.
- ATTENZIONE:
Non cercare di riparare un fusibile in qualsiasi modo.
(fig.100/D)
- ATTENZIONE:
Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”,
paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.

Centralina motore
(fig.101/D Pos.”1”)

- ATTENZIONE:
Prima di accedere al vano motore spegnere la macchina ed 1
estrarre la chiave di avviamento, interrompere l’alimentazione
elettrica della macchina a mezzo dello staccabatterie.

I circuiti elettrici del motore e componenti annessi sono


protetti da una centralina fusibili collocata nel vano motore
(fig.101/D Pos.”1”).
Rimuovere il coperchio della scatola per accedere ai fusibili.
Nel caso di malfunzionamenti elettrici deve essere verificata l’in-
tegrità dei fusibili come prima operazione di ricerca del guasto.

Per sostituire un fusibile estrarlo dalla propria sede a mezzo


dell’apposita pinza e sostituirlo con un altro fusibile di uguale
classe, qualità e amperaggio. Qualsiasi altra operazione può
essere svolta solamente da personale autorizzato.
- ATTENZIONE: (fig.101/D)
Non cercare di riparare un fusibile in qualsiasi modo.
- ATTENZIONE:
- ATTENZIONE - Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”,
paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.
Il fusibile generale della macchina
è collocato all’interno della centralina motore.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/51
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

Illuminazione

L’illuminazione della macchina deve sempre essere efficien-


te e perfettamente funzionante. Il suo funzionamento deve
essere verificato ogni giorno. In caso di danneggiamento del
corpo illuminante sostituire immediatamente la parte danneg-
giata. Sostituire immediatamente una lampadina bruciata.
Per le specifiche di sicurezza fare riferimento al capitolo “B”,
paragrafo “Eseguire la manutenzione in sicurezza” pag.B/16.

FARO ANTERIORE
(fig.105/D) (fig.105/D)
Il faro anteriore si compone di indicatore di direzione, luce di
posizione, luce anabbagliante/abbagliante.
Per accedere alle lampadine:
- Arrestare la macchina e agire sullo staccabatterie per
interrompere l’alimentazione elettrica.
- Rimuovere il connettore di alimentazione del faro nella
parte posteriore.
- Rimuovere la parte anteriore del faro svitando le proprie
viti collocate nella calotta posteriore. 1
Per richiudere il faro agire in modo inverso facendo attenzio- (fig.106/D)
ne al corretto posizionamento della guarnizione di tenuta.

Sostituzione lampadina indicatore di direzione


(fig.106/D Pos.”1”)( 21w) 2
- Premere la parte superiore della lampadina.
- Ruotare la lampadina, mantenemdola premuta, per liberarla
dal blocco.
Eseguire le medesime operazioni per inserire la nuova lampadina.

Sostituzione lampadina luce di posizione


(fig.107/D Pos.”1”)( 4w) 1
- Afferrare la parte posteriore ove sono collocati i collegamenti
elettrici (fig.107/D Pos.”2”).
- Ruotare e tirare la parte posteriore verso di se.
- Estratto il supporto, premere la parte superiore della lampadina.
- Ruotare la lampadina, mantenendola premuta, per liberarla dal (fig.107/D)
blocco.
Eseguire le medesime operazioni per inserire la nuova lam-
padina. Reinserire il supporto all’interno della propria sede.

Sostituzione lampadina anabbagliante/abbagliante


(fig.108/D Pos.”1”)(60/55w H4)
- Rimuovere il connettore elettrico tirandolo verso di se. 3 C
3
- Sollevare le linguette di blocco (fig.108/D Pos.”2”) spostan- 2
dole lateralmente per liberare la lampadina.
- Sostituita la lampadina, procedere in modo inverso per 2
bloccarla e ricollegarla. Rispettare gli incastri della lampada
(fig.108/D Pos.”3”) per un corretto inserimento.
1
- ATTENZIONE - 3
Le lampadine sono molto fragili. Maneggiare con cura.
Le lampadine anabbaglianti non devono
essere maneggiate a mani nude. (fig.108/D)

D/52 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
FARO POSTERIORE
(fig.109/D)
4 5
Il faro posteriore si compone di retromarcia (21W) (fig.109/D
Pos.”1”), luce rossa posteriore (5W) (fig.109/D Pos.”2”), luce
stop (21W) (fig.109/D Pos.”3”), indicatore di direzione (21W) 2
(fig.109/D Pos.”4”), retronebbia (21W) (fig.109/D Pos.”5”).
3 1
Per accedere alle lampadine:
- Arrestare la macchina e agire sullo staccabatterie per inter-
rompere l’alimentazione elettrica.
- Rimuovere il connettore di alimentazione del faro nella parte
posteriore.
- Rimuovere la parte anteriore del faro svitando le proprie viti
collocate nella calotta.
(fig.109/D)
- ATTENZIONE:
Per richiudere il faro agire in modo inverso facendo attenzio-
ne al corretto posizionamento della guarnizione di tenuta.

Sostituzione lampadine faro posteriore.


- Premere la parte superiore della lampadina.
- Ruotare la lampadina, mantenemdola premuta, per liberarla 2
dal blocco.
Eseguire le medesime operazioni in senso inverso per inserire 1
la nuova lampadina.

FARO DI LAVORO
(fig.110/D)

Sostituzione lampadine (fig.110/D) (fig.111/D)


(fig.112/D Pos.”1”)(lampadina speciale)
- Arrestare la macchina e agire sullo staccabatterie per inter-
rompere l’alimentazione elettrica.
- Rimuovere il connettore di alimentazione del faro nella par-
te posteriore (fig.111/D Pos.”1”).
- Premere la presa del connettore sul faro (fig111/D Pos.”2”). 1
- Ruotare la presa, mantenemdola premuta, per liberarla dal
blocco. (fig.112/D)
Eseguire le medesime operazioni in senso inverso per inserire
la nuova lampadina. 2
FARO DI LAVORO DOPPIO RIFLETTORE 2
(fig.113/D)

Sostituzione lampadine
(fig.114/D Pos.”1”) (Tipo 21w H3)
- Arrestare la macchina e agire sullo staccabatterie per inter- (fig.113/D)
rompere l’alimentazione elettrica. 4
3
- Rimuovere le viti nella parte anteriore del faro.
3 4
- Rimuovere i connettori di alimentazione delle lampadine
(fig.114/D Pos.”2”).
- Agire sulle linguette di blocco, portandole verso l’interno, 1
(fig.114/D)
per liberarle (fig.114/D Pos.”3”).
Eseguire le medesime operazioni in senso inverso per inserire
la nuova lampadina. Rispettare gli incastri (fig.114/D Pos.”4”)
per un corretto inserimento.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/53
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

TABELLA PRECARIHI E COPPIA DI SERRAGGI


DELLA BULLONERIA classe 1

classi di bulloneria passo fine


coefficente

4.8 5.8 6.8 8.8 10.9 12.9


di attrito

M
precarico coppia di precarico coppia di precarico coppia di precarico coppia di precarico coppia di precarico coppia di
serraggio serraggio serraggio serraggio serraggio serraggio
N Nm N Nm N Nm N Nm N Nm N Nm
0.10 9798.1 10.87 12247.6 13.59 14697.1 16.31 19596.1 21.75 27557.1 30.58 33068.5 36.70
M8 0.14 9079.5 13.53 11349.4 16.91 13619.3 20.29 18159.1 27.05 25536.2 38.04 30643.4 45.65

0.10 15296.9 21.13 19121.1 26.41 22945.3 31.69 30593.8 42.25 43022.5 59.42 51627.0 71.30
M10 0.14 14175.0 26.27 17718.8 32.84 21262.6 39.41 28350.1 52.55 39867.3 73.89 47840.8 88.67

0.10 22020.7 35.83 27525.9 44.79 33031.0 53.75 44041.4 71.67 61933.2 100.78 74319.8 120.94
M12 0.14 20405.8 44.53 25507.2 55.66 30608.7 66.79 40811.6 89.06 57391.3 125.24 68869.5 150.29

0.10 31610.0 59.04 39512.5 73.80 47415.0 88.57 63220.0 118.09 88903.1 166.06 106683.7 199.27
M14 0.14 29345.9 73.92 36682.4 92.40 44018.9 110.89 58691.9 147.85 82535.4 207.91 99042.5 249.49

0.10 42581.3 89.78 53226.6 112.23 63871.9 134.67 85162.5 179.56 119759.8 252.51 143711.8 303.02
M16 0.14 39587.8 113.06 49484.7 141.32 59381.6 169.59 79175.5 226.12 111340.6 317.98 133608.7 381.57

0.10 51457.2 124.03 64321.5 155.03 77185.8 186.04 102914.4 248.06 144723.3 348.83 173668.0 418.59
M18 0.14 47751.7 155.02 59689.6 193.78 71627.5 232.53 95503.3 310.05 134301.6 436.00 161161.9 523.20

0.10 65534.1 173.72 81917.7 217.16 98301.2 260.59 131068.3 347.45 184314.8 488.60 221177.8 586.32
M20 0.14 60886.2 218.17 76107.8 272.71 91329.3 327.26 121772.4 436.34 171242.5 613.61 205491.0 736.33

0.10 81220.8 236.88 101526.0 296.10 121831.2 355.32 162441.5 473.76 228433.4 666.23 274120.1 799.48
M22 0.14 75533.9 298.75 94417.4 373.43 113300.9 448.12 151067.8 597.49 212439.1 840.22 254927.0 1008.27

0.10 98515.6 308.56 123144.5 385.70 147773.4 462.84 197031.1 617.12 277075.0 867.83 332490.0 1041.40
M24 0.14 91693.3 390.33 114616.6 487.92 137539.9 585.50 183386.5 780.67 257887.3 1097.82 309464.8 1317.38

D/54 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
TABELLA PRECARIHI E COPPIA DI SERRAGGI
DELLA BULLONERIA classe 2

classi di bulloneria passo grosso


coefficente

4.8 5.8 6.8 8.8 10.9 12.9


di attrito

precarico coppia di precarico coppia di precarico coppia di precarico coppia di precarico coppia di precarico coppia di
serraggio serraggio serraggio serraggio serraggio serraggio
N Nm N Nm N Nm N Nm N Nm N Nm

0.10 4874.7 4.24 6093.4 5.30 7312.1 6.35 9749.4 8.47 13710.1 11.92 16452.2 14.30
M6 0.14 4499.1 5.19 5623.9 6.48 6748.6 7.78 8998.2 10.37 12653.7 14.59 15184.4 17.51

0.10 7134.5 6.97 8918.2 8.71 10701.8 10.45 14269.1 13.94 20065.9 19.60 24079.1 23.52
M7 0.14 6599.6 8.60 8249.5 10.76 9899.4 12.90 13199.2 17.21 18561.4 24.20 22273.6 29.04

0.10 8947.1 10.20 11183.9 12.75 13420.7 15.30 17894.2 20.41 25163.7 28.70 30196.5 34.44
M8 0.14 8265.6 12.54 10332.0 15.67 12398.4 18.80 16531.2 25.07 23247.0 35.26 27896.5 42.31

0.10 14244.5 20.11 17805.6 25.14 21366.8 30.16 28489.0 40.22 40062.7 56.56 48075.3 67.87
M10 0.14 13167.4 24.76 16459.2 30.95 19751.1 31.14 26334.8 49.52 37033.3 69.64 44439.9 83.56

0.10 20766.6 34.43 25958.3 43.03 31149.9 51.64 41533.2 68.86 58406.1 96.83 70087.3 116.20
M12 0.14 19204.0 42.42 24005.0 53.03 28806.0 63.63 38408.0 84.84 54011.2 119.31 64813.5 143.17

0.10 28389.9 54.77 35487.4 68.46 42584.9 82.15 56779.8 109.53 79846.6 154.03 95816.0 184.84
M14 0.14 26261.2 67.56 32826.5 84.45 39391.8 101.34 52522.4 135.13 73859.6 190.02 88631.5 228.03

0.10 39242.1 85.14 49052.7 106.43 58863.2 127.72 78484.3 170.29 110368.5 239.47 132442.2 287.36
M16 0.14 36364.2 105.80 45455.3 132.26 54546.3 158.71 72728.5 211.61 102274.4 297.58 122729.3 357.09

0.10 47533.0 117.48 59416.3 146.85 71299.6 176.22 95066.1 234.96 133686.7 330.41 160424.1 396.49
M18 0.14 43986.1 145.16 54982.7 181.45 65979.2 217.74 87972.3 290.32 123711.0 402.26 148453.2 489.92

0.10 61238.0 166.08 76547.5 207.61 91857.0 249.13 122476.0 332.17 172231.9 467.11 206678.2 560.54
M20 0.14 56747.1 206.39 70933.9 257.98 85120.6 309.58 113494.2 412.78 159601.2 580.47 191521.5 696.56

0.10 76305.2 227.22 95381.5 284.02 114457.8 340.82 152610.4 454.43 214608.3 639.05 257530.0 766.85
M22 0.14 70791.9 283.79 88489.8 352.74 106187.8 425.69 141583.7 567.58 199102.1 798.16 238922.5 957.80

0.10 88232.4 287.16 110290.5 358.94 132348.6 430.73 176464.9 574.31 248153.7 807.63 297784.4 969.15
M24 0.14 81761.8 356.84 102202.2 446.05 122642.7 535.26 163523.6 713.68 229955.1 1003.61 275946.1 1204.33

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/55
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

TABELLA COPPIA DI SERRAGGI


DELLA raccorderia idraulica

inserti con ogiva 60° - filetto BSP


FILETTATURA 1/18-28 1/4-19 3/8-19 1/2-14 5/8-14 3/4-14 1”-11 1”1/4-11 1”1/2-11

N.m 12-14 14-16 25-28 45-60 55-70 90-110 120-140 170-190 200-245

inserti con ogiva 60° - filetto METRICO


FILETTATURA 10x1 12x1,5 14x1,5 16x1,5 18x1,5 22x1,5 26x1,5 28x1,5 30x1,5

N.m 12-14 13-15 15-18 25-28 27-30 50-60 60-75 80-100 110-130

raccordi din SERIE / RANGE “L”


FILETTATURA 12x1,5 14x1,5 16x1,5 18x1,5 22x1,5 26x1,5 30x2 36x1,5 45x1,5 52x1,5

N.m 13-15 15-18 25-28 27-30 50-60 30-75 85-105 120-140 170-190 190-230

raccordi din SERIE / RANGE “S”


FILETTATURA 14x1,5 16x1,5 18x1,5 20x1,5 22x1,5 24x1,5 30x2 36x2 42x2 52x2

N.m 15-18 25-28 27-30 43-54 50-62 60-75 90-110 125-145 170-190 200-245

D/56 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
RICERCA GUASTI

- ATTENZIONE:
Gli interventi per l’eliminazione di guasti possono essere eseguiti soltanto da personale autorizzato, qualificato ed esperto.

Non effettuare interventi su guasti se prima non si sono lette e comprese le “Istruzioni d’uso” e le “Norme sulla sicurezza” della
macchina.

Questo simbolo indica che l’inconveniente riscontrato NON può essere risolto senza l’intervento di una Officina
autorizzata DIECI Service.

GRUPPO INCONVENIENTE PROBABILE CAUSA RIMEDIO

Leva senso di marcia inserita Posizionare la leva in folle

Operatore non correttamente


seduto nel posto guida Sedersi correttamente in cabina

Manca il carburante Riempire il serbatoio


MOTORE Non si mette in moto

Batteria scarica Ricaricare la batteria o sotituirla

Fusibile in avaria Sostituire il fuibile

Consultare il libretto
Altre Uso e Manutenzione
del motore

GRUPPO INCONVENIENTE PROBABILE CAUSA RIMEDIO


Il sensore incorporato
nel sedile non legge Sedersi correttamente
La macchina non va la presenza uomo
in nessun senso di marcia
La leva avanti / indietro Inserire la leva
non è inserita (spia spenta) nella posizione desiderata

IMPIANTO Filtro aspirazione


Smontare il filtro olio e sostituirlo
IDRAULICO olio idraulico intasato
TRASMISSIONE
Cambio è stata inserita una marcia bassa Inserire una marcia superiore
PowerShift
La macchina perde di velocità
Cambio PowerShift in avaria Riparare o sostituire la trasmissione

Verificare la molla di ritorno del pedale


Anomalia al pedale inching
Verificare la posizione del distributore
Segue Pag. D/58

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/57
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

RICERCA GUASTI

GRUPPO INCONVENIENTE PROBABILE CAUSA RIMEDIO

Scarsa quantità d’olio nell’impianto Ripristinare il corretto livello

Controllare flusso d’aria


verificando la griglia d’ingresso
Scarsa performans
dello scambiatore del calore Controllare sensore
di temperatura d’olio
in ingresso
Verificare pressione
Riscaldamento eccessivo di sovralimentazione
dell’olio della trasmissione
Regolare la taratura o sostituire
la valvola di sovralimentazione

Verificare pressione
di aspirazione della pompa
Scarsa portata di sovralimentazione
di sovralimentazione
Ispezionare linea di aspirazione

Verificare e sostituire
filtro in aspirazione

Sostituire pompa
IMPIANTO di sovralimentazione
IDRAULICO
TRASMISSIONE Verificare che la valvola
Vario System Valvola ByPass
di ByPass esterna sia chiusa

Verificare pressione di
sovralimentazione
e pressione d’aspirazione
della pompa di carico
Verificare il livello
Pressione di sovralimentazione di olio nell’impianto
Il sistema non lavora
correttamente in entrambi inferiore al valore nominale
Verificare filtro in aspirazione
i sensi di marcia di 24bar con comando
FNR in NEUTRO Regolare la taratura o sostituire
valvola di massima sulla linea
di sovralimentazione

Sostituire pompa
di sovralimentazione
Screen in ingresso
Servocomando
al servocomando
non alimentato correttamente
occluso dalle impurità

Chiudere le linee di mandata


pompa/motore.
Il sistema non lavora Se la pressione di sovralimen-
correttamente in ciascuno Motore tazione è ripristinata nella fase
dei sensi di marcia di attuazione pompa, verificare
motore

D/58 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
RICERCA GUASTI

GRUPPO INCONVENIENTE PROBABILE CAUSA RIMEDIO

Valvole PL Scambiare valvole PL

Valvole HPRV Scambiare valvole HPRV

Il sistema non lavora corretta- Attuare manualmente le


mente in un solo senso di marcia. riduttrici del servocomando
Non corretta alimentazione
servocilindro
Bassa pressione di sistema di Verificare orifizio di controllo
uno dei due rami (non sufficiente del servocomando incaricato
coppia disponibile) della direzione selezionata

Chiudere le linee di mandata


pompa/motore
Motore
Se il lato della trasmissione
raggiunge la massima pressione
nominale di 450 delta bar
verificare motore

Scarsa quantità d’olio nell’impianto Verificare livello olio dell’impianto

Verificare se c’è schiuma


nel serbatoio
Olio emulsionato con aria
Verificare tubi
IMPIANTO
non correttamente installati
IDRAULICO
TRASMISSIONE Cavitazione
Vario System
Verificare stabilità pressione
Vibrazioni e rumori del sistema Pompa di sovralimentazione di sovralimentazione

Pulire,sostituire valvola
di massima pressione sulla
linea di sovralimentaione

Eccessiva viscosità dell’olio.


Avviamento a freddo Consentire il riscaldamento
dell’olio azionando una
funzione ausiliaria a fine corsa

Verificare eventuali disallineamenti


Accoppiamenti meccanici
o non corretti accoppiamenti

Verificare pressione di sovralimenta-


zione e pressione d’aspirazione della
pompa di carico

Lenta risposta del sistema / Pressione di sovralimentazione


Verificare livello di olio nell’impianto
Impossibilità nel raggiungere inferiore al valore nominale
la massima velocità di 24bar con comando Verificare filtro in aspirazione
FNR in NEUTRO
Regolare la taratura o sostituire
la valvola di massima sulla
linea di sovralimentazione

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/59
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

RICERCA GUASTI

GRUPPO INCONVENIENTE PROBABILE CAUSA RIMEDIO

Non corretta Screen in ingresso al servocomando


alimentazione servocomando occluso dalle impurità
IMPIANTO
IDRAULICO Lenta risposta del sistema / Verificare l’orifizio di controllo del
Impossibilità nel raggiungere Non corretta
TRASMISSIONE alimentazione del cilindro servocomando incaricato della
la massima velocità direzione selezionata
Vario System

Verificare massimo
Massima velocità Motore Diesel
regime del Motore Diesel

GRUPPO INCONVENIENTE PROBABILE CAUSA RIMEDIO

Livello olio idraulico insufficente Controllare livello olio idraulico

IMPIANTO La macchina Freno di stazionamento in funzione Disinserire freno


IDRAULICO non va in nessun
TRASMISSIONE senso di marcia
Cambio PowerShift in avaria Riparare o sostituire la trasmissione

Circuito elettrico in avaria Riparare il circuito

GRUPPO INCONVENIENTE PROBABILE CAUSA RIMEDIO

Mancanza olio Rabboccare serbatoio


nel serbatoio olio - freni e/o Spurgare impianto

Perdita del fluido dal circuito Controllare perdite

FRENI La macchina non frena Dischi freni usurati Sostituire le pastiglie

Pompa freni in avaria Riparare o sostituire

Fluido non idoneo nel circuito Controllare tabella


o nella coppa differenziale comparazione oli

D/60 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
RICERCA GUASTI

GRUPPO INCONVENIENTE PROBABILE CAUSA RIMEDIO

Le ruote non sono allineate


Procedere al riallineamento
correttamente

Errore nella selezione Riposizionare la leva in


La macchina marcia di traverso
STERZO della sterzatura modo diverso di sterzatura
Le ruote non stanno allineate

Riparare o sostituire
Distributore di comando in avaria
il distributore

I cilindri idraulici
Sostituire le guarnizioni
dello sterzo trafilano olio

GRUPPO INCONVENIENTE PROBABILE CAUSA RIMEDIO

Si sono attivati Vedi capitolo


i sistemi di sicurezza “Conoscere la macchina-Uso”

Controllare fusibili
Impianto elettrico in avaria
e l’impianto elettrico

Livello olio idraulico


Rabboccare
nel serbatoio insufficiente

La macchina non solleva il carico


Pompa idraulica relativa in avaria Riparare o sostituire la pompa
BRACCIO
TELESCOPICO
Taratura distributore bassa Controllare e ritarare il distributore

Trafilamente interno
Sostituire le guarnizioni
dei cilindri di sollevamento

Il braccio non sfila Si sono attivati i sistemi di sicurezza Vedi capitolo


(Spia e allarme sonoro in funzione) “Conoscere la macchina-Uso”

Il braccio non scende Si sono attivati i sistemi di sicurezza Vedi capitolo


(Spia e allarme sonoro in funzione) “Conoscere la macchina-Uso”

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/61
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DEL REGISTRO DI CONTROLLO


Il “REGISTRO DI CONTROLLO” deve essere redatto in conformità con le esigenze imposte dal Requisito Essenziale di
Sicurezza 4.4.2.b dell’Allegato I della Direttiva Macchine 2006/42/CE, allo scopo di conservare testimonianza della corretta
conduzione di tutte le attività di controllo e manutenzione della macchina inerenti la sicurezza della stessa.
Nel registro di controllo, oltre a tutte le attività riguardanti la vita e l’utilizzo della macchina (sostituzione di parti, revisioni,
avarie, ecc.) devono essere annotate tutte le verifiche con cadenza trimestrale e annuale previste dagli obblighi legislativi
vigenti, fra cui quelle previste alla sezione “Manutenzione” e nel capitolo “Attrezzature” del presente Manuale.
Dovranno altresì essere chiaramente individuabili il nome del manutentore e la data dell’intervento.
Si raccomanda di redigere, aggiornare e custodire con cura per tutta la vita della macchina tale registro di controllo.
Si lasciano di seguito alcune pagine libere per facilitare la creazione di tale Registro di Controllo.

OBBLIGHI E MODALITA’ DI DENUNCIA ALL’I.S.P.E.S.L.


Il D.M. del 12/09/1959, al Titolo II – Articolo 7, prescrive al datore di lavoro, utente di apparecchi di sollevamento a motore
aventi portata > 200 kg e di piattaforme di sollevamento persone, l’obbligo di denunciare l’avvenuta messa in servizio
della macchina all’Ente competente del territorio (attualmente l’I.S.P.E.S.L.), precisando il luogo dell’installazione della mac-
china affinché l’ente stesso possa provvedere alla prima verifica.
La denuncia all’I.S.P.E.S.L. deve avvenire allegando alla comunicazione di messa in funzione della macchina una copia del-
la Dichiarazione CE di Conformità della macchina di cui all’Allegato IIA del D.lgs.17/2010 – Direttiva Macchine 2006/42/
CE.
Le dichiarazioni originali (Dichiarazione CE di Conformità – Allegato IIA ovvero Dichiarazione del Fabbricante – Allegato IIB)
devono essere conservate dal committente.
La denuncia all’I.S.P.E.S.L. può essere inoltrata tramite lettera raccomandata A/R.
E’ compito dell’I.S.P.E.S.L. dare comunicazione dell’avvenuta messa in funzione della macchina all’ente locale di sorveglianza
(ASL) che è incaricato delle successive verifiche annuali.

VERIFICHE PERIODICHE E MODALITA’ DI REGISTRAZIONE


Il datore di lavoro/utilizzatore della macchina ha l’obbligo di sottoporre la macchina alle verifiche periodiche previste a norma
di legge (DM 12/9/59 e D.lgs.81/08).
Egli ha inoltre l’obbligo di rispettare il piano di manutenzione e sorveglianza descritto nel presente Manuale di Uso e Manu-
tenzione della macchina.
Le attività di ispezione e verifica periodica, nonché di manutenzione, devono essere affidate a personale specializzato appo-
sitamente incaricato o ad un’officina autorizzata dal costruttore DIECI S.r.l.
Il datore di lavoro/utilizzatore della macchina deve registrare o far registrare da personale addetto ed istruito allo scopo i ri-
sultati delle verifiche all’interno del Registro di Controllo.
Le verifiche periodiche devono essere annotate nel “Registro di Controllo” sono:
a) Verifiche periodiche trimestrali che riguardano la funzionalità e/o l’efficienza di funi/catene secondo l’allegato VI pun-
to 3.1.2 D.lgs.81/08;
b) Verifiche periodiche annuali che riguardano il funzionamento e la conservazione della macchina ai fini della sicurezza
(collaudi annuali, controllo corrosioni, verifica tarature, ecc.) secondo l’allegato VII D.lgs.81/08;
La legge prevede sanzioni amministrative a carico di chi non effettua le verifiche trimestrali ed annuali.
Il Registro di Controllo, nel quale devono essere annotate le verifiche, deve essere esibito, a richiesta, ai funzionari preposti
al controllo dalla vigente legislazione.
A seguito della verifica annuale periodica il funzionario dell’ASL (Dip.SSIA) rilascia un verbale di idoneità oppure prescrive gli
adempimenti necessari. L’utente è tenuto alla conservazione del verbale di verifica unitamente al Registro di Controllo.
In caso di mancato intervento dell’ente locale di sorveglianza (ASL Dip.SSIA) si raccomanda di fare effettuare comunque
una verifica annuale da un tecnico qualificato, annotando i risultati della verifica nel Registro di Controllo.
Le valutazioni della verifiche devono essere registrate nelle pagine in seguito riservate indicando l’esito della verifica, la data,
la firma e le eventuali osservazioni dell’incaricato.
Qualora le pagine riservate all’interno di questo Manuale risultassero insufficienti per le annotazioni fatte nella vita della mac-
china utilizzare fogli aggiuntivi avendo l’accortezza di compilarli nella stessa maniera.

D/62 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
GENERALITA’ DELLA MACCHINA

Costruttore: Dieci S.r.l.

Modello: ...........................................................................matricola..........................................Anno....................................

Codice attrezzatura ................................................................... matricola ................................................ Anno .....................................

Portata max. [kg]: ..............................................................................................................................................................................

Codice attrezzatura ................................................................... matricola ................................................ Anno .....................................

Portata max. [kg]: ..............................................................................................................................................................................

Codice attrezzatura ................................................................... matricola ................................................ Anno .....................................

Portata max. [kg]: ..............................................................................................................................................................................

Codice attrezzatura ................................................................... matricola ................................................ Anno .....................................

Portata max. [kg]: ..............................................................................................................................................................................

Proprietario: ...................................................................................................................................................................................................

Data di messa in servizio della macchina: .............................................................................................................................................

Per altri controlli o denuncie ad enti preposti, fare riferimento


alla legislazione locale vigente nel paese di utilizzo della macchina.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/63
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

D/64 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
REGISTRAZIONE DELLE VERIFICHE PERIODICHE
E DEGLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE

MANUTENZIONE ORDINARIA 50 h MANUTENZIONE STRAORDINARIA


Ore di lavoro
Intervento Eseguito Descrizione intervento
macchina

Scarico serbatoio gasolio


Controllo perdite tubi impianto idraulico
Ingrassaggio perno articolazione braccio
Ingrassaggio perni piede/testa martinetto brandeggio
Ingrassaggio perni piede/testa martinetto sollevamento
Ingrassaggio perni piede/testa martinetto livellamento
Ingrassaggio perni di snodo ruote ant/post
Ingrassaggio boccole oscillazione ponte ant/post
Ingrassaggio crociere e cardani alberi di trasmissione
Ingrassaggio pattini braccio
Eseguire test elettronico dispositivo antiribaltamento.

Data firma Data firma

MANUTENZIONE ORDINARIA 100 h MANUTENZIONE STRAORDINARIA


Ore di lavoro
Intervento Eseguito Descrizione intervento
macchina

Pulizia filtro aria


Ingrassaggio ponti differenziali
Controllo pressione pneumatici
Verifica serraggio bulloneria generale
Verifica intasamento radiatore
Controllo livello olio freni
Controllo stato e allungamento catene braccio
Controllo decalcomanie
Verifica livello olio trasmissione Vario System
Verifica a carico dispositivo antiribaltamento

Data firma Data firma

- ATTENZIONE - - ATTENZIONE -
Le manutenzioni indicate in grassetto sono quelle ritenute La manutenzione deve essere eseguita da personale
dalla DIECI fondamentali per l’incolumità delle persone. qualificato il quale dovrà provvedere a rilasciare la
firma sul tagliando della manutenzione periodica.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/65
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

D/66 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
MANUTENZIONE ORDINARIA 250 h MANUTENZIONE STRAORDINARIA
Ore di lavoro
Intervento Eseguito Descrizione intervento
macchina

Sostituzione olio motore


Sostituzione filtro olio motore
Sostituzione filtro aria
Verifica livello elettrolito batteria
Controllo impianto elettrico
Controllo cinghia alternatore
Serraggio dadi ruota
Sostituzione filtro ritorno olio idraulico
Sostituzione filtro gasolio
Sostituzione filtro abitacolo

Data firma Data firma

MANUTENZIONE ORDINARIA 500 h MANUTENZIONE STRAORDINARIA


Ore di lavoro
Intervento Eseguito Descrizione intervento
macchina

Scarico serbatoio gasolio


Pulizia filtro pompa iniezione gasolio
Sostituzione filtro olio cambio PowerShift
Verifica livello olio coppa differenziale
Verifica livello olio riduttori epicicloidali
Serraggio pattini braccio
Controllo tensione catene

Data firma Data firma

- ATTENZIONE - - ATTENZIONE -
Le manutenzioni indicate in grassetto sono quelle ritenute La manutenzione deve essere eseguita da personale
dalla DIECI fondamentali per l’incolumità delle persone. qualificato il quale dovrà provvedere a rilasciare la
firma sul tagliando della manutenzione periodica.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/67
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

D/68 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
MANUTENZIONE ORDINARIA 1000h MANUTENZIONE STRAORDINARIA
Ore di lavoro
Intervento Eseguito Descrizione intervento
macchina

Controllo catene braccio


Sostituzione liquido refrigerante
Sostituzione olio coppa differenziale
Sostituzione olio riduttori epicicloidali
Sostituzione olio cambio PowerShift
Sostituzione olio trasmissione Vario System
Sostituzione olio impianto idraulico
Sostituzione filtro olio idraulico esterni
Sostituzione olio ripartitore
Sostituzione olio freni

Data firma Data firma

MANUTENZIONE ORDINARIA h MANUTENZIONE STRAORDINARIA


Ore di lavoro
Intervento Eseguito Descrizione intervento
macchina

Data firma Data firma

- ATTENZIONE - - ATTENZIONE -
Le manutenzioni indicate in grassetto sono quelle ritenute La manutenzione deve essere eseguita da personale
dalla DIECI fondamentali per l’incolumità delle persone. qualificato il quale dovrà provvedere a rilasciare la
firma sul tagliando della manutenzione periodica.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/69
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

D/70 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
MANUTENZIONE ORDINARIA h MANUTENZIONE STRAORDINARIA
Ore di lavoro
Intervento Eseguito Descrizione intervento
macchina

Data firma Data firma

MANUTENZIONE ORDINARIA h MANUTENZIONE STRAORDINARIA


Ore di lavoro
Intervento Eseguito Descrizione intervento
macchina

Data firma Data firma

- ATTENZIONE - - ATTENZIONE -
Le tabelle devono essere compilate in modo chiaro La manutenzione deve essere eseguita da personale
e negli spazzi preposti qualificato il quale dovrà provvedere a rilasciare la
firma sul tagliando della manutenzione periodica.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/71
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

D/72 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
MANUTENZIONE ORDINARIA h MANUTENZIONE STRAORDINARIA
Ore di lavoro
Intervento Eseguito Descrizione intervento
macchina

Data firma Data firma

MANUTENZIONE ORDINARIA h MANUTENZIONE STRAORDINARIA


Ore di lavoro
Intervento Eseguito Descrizione intervento
macchina

Data firma Data firma

- ATTENZIONE - - ATTENZIONE -
Le tabelle devono essere compilate in modo chiaro La manutenzione deve essere eseguita da personale
e negli spazzi preposti qualificato il quale dovrà provvedere a rilasciare la
firma sul tagliando della manutenzione periodica.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/73
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

D/74 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
MANUTENZIONE STRAORDINARIA MANUTENZIONE STRAORDINARIA
Ore di lavoro Ore di lavoro
Descrizione intervento Descrizione intervento
macchina macchina

Data firma Data firma

MANUTENZIONE STRAORDINARIA MANUTENZIONE STRAORDINARIA


Ore di lavoro Ore di lavoro
Descrizione intervento Descrizione intervento
macchina macchina

Data firma Data firma

- ATTENZIONE - - ATTENZIONE -
Le tabelle devono essere compilate in modo chiaro La manutenzione deve essere eseguita da personale
e negli spazzi preposti qualificato il quale dovrà provvedere a rilasciare la
firma sul tagliando della manutenzione periodica.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. D/75
Mod. Agri Plus Manutenzione e Registrazione

D/76 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
SCHEMI
e
IMPIANTI ELETTRICI

E/1
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

E/2
LEGENDA IMPIANTO BASE - DIS. N° E25800-051
NOME DESCRIZIONE FOGLIO

E/3
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

LEGENDA IMPIANTO BASE - DIS. N° E25800-051


NOME DESCRIZIONE FOGLIO

E/4
LEGENDA IMPIANTO BASE - DIS. N° E25800-051
NOME DESCRIZIONE FOGLIO

E/5
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

LEGENDA IMPIANTO BASE - DIS. N° E25800-051


NOME DESCRIZIONE FOGLIO

E/6
LEGENDA IMPIANTO BASE - DIS. N° E25800-051
NOME DESCRIZIONE FOGLIO

COLORI FILI
A AZZURRO
B BIANCO
C ARANCIONE
G GIALLO
H GRIGIO
L BLU
M MARRONE
N NERO
R ROSSO
S ROSA
V VERDE
Z VIOLA

NOTA:
LA COLORAZIONE DEI FILI BICOLORE VIENE INDICATA CON LA COMPOSIZONE DELLE SIGLE SOPRA INDICATE,

ESEMPIO:
G/V à GIALLO/VERDE (COLORAZIONE TRASVERSALE)

G-Và GIALLO-VERDE (COLORAZIONE LONGITUDINALE)

E/7
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

Valid certified
copy only

E/8
Valid certified
copy only

E/9
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

Valid certified
copy only

E/10
Valid certified
copy only

E/11
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

Valid certified
copy only

E/12
Valid certified
copy only

E/13
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

Valid certified
copy only

E/14
Valid certified
copy only

E/15
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

Valid certified
copy only

E/16
Valid certified
copy only

E/17
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

E/18
LEGENDA IMPIANTO BASE - DIS. N° E25800-054
NOME DESCRIZIONE FOGLIO

E/19
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

LEGENDA IMPIANTO BASE - DIS. N° E25800-054


NOME DESCRIZIONE FOGLIO

E/20
LEGENDA IMPIANTO BASE - DIS. N° E25800-054
NOME DESCRIZIONE FOGLIO

E/21
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

LEGENDA IMPIANTO BASE - DIS. N° E25800-054


NOME DESCRIZIONE FOGLIO

E/22
LEGENDA IMPIANTO BASE - DIS. N° E25800-054
NOME DESCRIZIONE FOGLIO

COLORI FILI
A AZZURRO
B BIANCO
C ARANCIONE
G GIALLO
H GRIGIO
L BLU
M MARRONE
N NERO
R ROSSO
S ROSA
V VERDE
Z VIOLA

NOTA:
LA COLORAZIONE DEI FILI BICOLORE VIENE INDICATA CON LA COMPOSIZONE DELLE SIGLE SOPRA INDICATE,

ESEMPIO:
G/V à GIALLO/VERDE (COLORAZIONE TRASVERSALE)

G-Và GIALLO-VERDE (COLORAZIONE LONGITUDINALE)

E/23
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

Valid certified
copy only

E/24
Valid certified
copy only

E/25
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

Valid certified
copy only

E/26
Valid certified
copy only

E/27
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

Valid certified
copy only

E/28
Valid certified
copy only

E/29
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

Valid certified
copy only

E/30
Valid certified
copy only

E/31
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

Valid certified
copy only

E/32
Valid certified
copy only

E/33
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti Elettrici

E/34
impianto idraulico

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. F/1
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti idraulici

F/2 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
Ogni modifica apportata sulla macchina comporta
una nuova verifica di conformità alla direttiva
macchine 2006/42 “ “ tale procedura vale anche
nel caso di riparazioni con parti non originalI.

E’ proibito iniziare ad operare se non si E’ letto


attentamente e imparato questo manuale.

Ogni modifica arbitraria apportata alla macchina solleva la DIECI da


ogni responsabilità derivante da conseguenti danni o lesioni.

Per la vostra sicurezza e quella altrui, non modificare voistessi la


struttura o la regolazione dei vari componenti della macchina (Pres-
sione idraulica, taratura dei limitatori, regime motore,
montaggio di attrezzature supplementari, ecc.). Lo stesso vale per la
disattivazione o la modifica dei sistemi di sicurezza. In questi casi il co-
struttore sarà svincolato da ogni responsabilità.

Le immagini, le descrizioni, le misure, riportate in questo


capitolo sono riferite a macchine standard.

La vostra macchina per vostra richiesta può essere


allestita con comandi e accessori optional.

Tutte le funzioni, procedure, inerenti all’uso e allestimento


di attrezzature della macchina, non descritte nel presente
manuale, sono rigorosamente vietate.

UN USO DELLA MACCHINA DIVERSO DA QUELLO DESCRITTO


NEL PRESENTE MANUALE E’ RIGOROSAMENTE VIETATO.

è obbligatorio aver letto ed imparato il capitolo “B“


(Norme di sicurezza) prima di procedere alla lettura
del capitolo “C” ed utilizzare la macchina.

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina. F/3
24bar
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti idraulici

6
7

3
8
9

260bar
10
11

260bar 260bar
12

14
13

210bar

1
240bar

240bar
15

2
30
16

22
20
18

19

21
17

23
25

cambio powerShift
24

Agri plus
26
29

28

27

F/4 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
LEGENDA IMPIANTO IDRAULICO
Agri plus - cambio powerShift

1. Convertitore Di Coppia 16. Valvola Prioritaria

2. Radiatore Olio Trasmissione 17. Pompa

3. Distributore Idraulico 18. Filtro Aspirazione

4. Valvola Di Non Ritorno 19. Valvola Azionamento Freno Negativo

5. Radiatore Olio Servizi 20. Pressostato

6. Motore Ventola Raffreddamento 21. Accumulatore

7. Valvola Riduttrice Di Pressione 22. Valvola Di Non Ritorno

8. Valvola Blocco Cilindro Sfilo 23. Pompa FReni

9. Cilindro Sfilo 24. Freno Posteriore

10. Valvola Blocco Cilindro Brandeggio 25. Cilindro Sterzo Posteriore

11. Cilindro Brandeggio 26. Valvola Selazione Sterzante

12. Cilindro Compensazione 27. Freno Anteriore

13. Cilindro Sollevamento 28. Cilindro Sterzo Anteriore

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
14. Valvola Blocco Cilindro Di Sollevamento 29. Cilindro Freno Negativo

15. Idroguida 30. Termostato

F/5
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti idraulici

10
9
8

5
11

6
7
12

260bar
13

14

260bar 260bar
15

2
17
16

210bar
240bar

240bar
18

43bar
3
19

1
25
23
20

24
24
22
21

28

cambio VARIO SYSTEM


26

27

Agri plus
29

30
32

31

F/6 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
LEGENDA IMPIANTO IDRAULICO
Agri plus - cambio Vario System

1. Pompa 17. Valvola Blocco Cilindro Sollevamento

2. Motore 18. Idroguida

3. Valvola Di Non Ritorno 19. Valvola Prioritaria

4. Filtro Aspirazione 20. Filtro Aspirazione

5. Distributore Idraulico 21. Pompa

6. Valvola Di Non Ritorno 22. Valvola Azionamento Freno Negativo

7. Radiatore Olio Servizi 23. Pressostato

8. Termostato 24. Accumulatore

9. Radiatore Olio Trasmissione 25. Valvola Di Non Ritorno

10. Motore Ventola Raffreddamento 26. Cilindro Sterzo Posteriore

11. Valvola Blocco Clindro Sfili 27. Freno Posteriore

12. Cilindro Sfilo 28. Pompa Freni

13. Cilindro Brandeggio 29. Valvola Selezione Sterzate

14. Valvola Blocco Cilindro Brandeggio 30. Freno Anteriore

- ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
15. Cilindro Compensazione 31. Cilindro Sterzo Anteriore

16. Cilindro Sollevamento 32. Cilindro Freno Negativo

F/7
Mod. Agri Plus Schemi e Impianti idraulici

F/8 - ATTENZIONE: - Leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA (all’interno di questo manuale) per la protezione del personale e della macchina.
DATI TECNICI
e
CARATTERISTICHE TECNICHE

G/1
Mod. Agri Plus Dati Tecnici

Agri Plus 38.9 H


940

410

AXB1480
10
MAX 3,8 ton
70°
9 9,0

2495
60° D
8
C
50°
7
B
2750 1820
6 40°
A
4175 2265
5075 5 3,0
30°
3,8
4
20°
R392
R1320

0 3
R5045

0,6
2

0,7
0,9
1,1
1,3
10°

1,6
1,9
2,4
1

0,5

0

-1
m 6 5 4 3 2 1 0
5,85 EN 1459
ruote 405-70-24"

PRESTAZIONI MOTORE

Portata massima:.......................................................... 3.800 kg MOTORE IVECO NEF - TA - 93 kW


Portata a massima altezza su pneumatici:.................... 1.900 kg Potenza netta massima:............. 93 kW (127 cv) a 2200 giri/min
Principio di funzione:.................................... quattro tempi diesel
Portata al massimo sbraccio su pneumatici:.................... 500 kg
Numero e disposizione cilindri:....................... 4, verticali in linea
Altezza massima sollevamento su pneumatici:............... 9,00 m Cilindrata:................. 4485 cm3 - Turbo compressore aftercooler
Sbraccio massimo orizzontale:........................................ 5,85 m Sistema di raffreddamento:............................................... liquido
Sbraccio alla massima altezza:........................................ 0,65 m
Angolo di brandeggio forche:............................................... 130°
Forza di traino:............................................................ 9.300 daN
Pendenza massima superabile:.......................................... 60 %
RIFORNIMENTI (Litri)
Peso totale a vuoto: ..................................................... 7.800 kg
Impianto idraulico (totale):...................................................... 120
Velocità max:.................................................................. 40 km/h
Serbatoio gasolio:................................................................... 160

TRASMISSIONE
DISPOSITIVI DI SERIE
Trasmissione:........................................ a convertitore di coppia
Inversore di marcia:.......................................... elettro - idraulico Dispositivo antiribaltamento con blocco movimenti aggravanti.
Cambio Powershift con comando inching Presa idraulica per eventuali accessori su testa braccio.
Marce (Avanti / Reverse)....................................................... 4/3 Cabina chiusa insonorizzata omologata ROPS - FOPS, con riscaldamento.
Differenziale anteriore autobloccante (limited slip 45%).
Comando sterzatura elettrico.
IMPIANTO IDRAULICO Filtro ad alta efficienza con cicloni.

Pompa ad ingranaggi con portata a max. regime:.......... 110 lt/1'


Pressione max di esercizio:............................................ 230 bar
Comando distributore con joystick:.................................... 3 in 1
OPTIONAL E ACCESSORI
A/C; Scaldiglie aria; Scaldiglie Acqua; Autoradio con CD; Presa
PONTI DIFFERENZIALI idraulica posteriore; Gancio posteriore regolabile in altezza;
Frenatura pneumatica; Frenatura idraulica; Ventola reversibile
Assali sterzanti:................................ 2, con riduttori epicicloidali automatica, Sospensione braccio, Distributore 4 in 1, Doppia
Tipi di sterzatura:........................... 4 ruote / trasversale / 2 ruote pompa (140 L) con sistema ENERGY SAVING; Omologazione
Assale anteriore:.............................. rigido (a richiesta livellante) trattrice agricola; Gancio di traino omologato (Max 20 ton).
Assale posteriore:........................................................ oscillante
Frenatura di servizio:............................. a bagno d'olio sull'asse
anteriore e posteriore con servofreno
Frenatura di stazionamento:................ ad azionamento negativo
CAPACITA’ DI TRAINO (a richiesta)
PNEUMATICI Rimorchio non frenato:........................................................ 3 ton
Frenatura ad inerzia:........................................................... 6 ton
Pneumatici:.................................................................. 16/70x24” Frenatura meccanica:......................................................... 5 ton
Alternativa:.............................................................. 17.5/70R24” Frenatura idraulica/pneumatica:........................................ 20 ton
I dati contenuti in questo stampato sono forniti a titolo indicativo; i modelli descritti sono suscettibili di modifiche, senza preavviso, da parte del costruttore, disegni e fotografie possono riferirsi a equipaggiamenti
opzionali o ad allestimenti destinati ad altri paesi. Per ogni altra informazione, rivolgersi alla sede DIECI all'indirizzo a fondo scheda.

(Cod. AXE3159/IT - 5/2010 v0)

G/2
Agri Plus 38.9 H
940