Sei sulla pagina 1di 6
158 Claudig Baglioni LA VITA E ADESSO ‘Testo e Musica di C. BAGLIONI Moderato Pianof. Rem Remi Rem Red Rem Tam Fa Lam La vi-taga-des - so nel vee-chioal-ber - go della ter- ra e0- oro Do Fa De Fa Do Sol Sole Sul Sol -gnu-noinu - na stan-zain u - nasto - di mat - ti- ni pit leg-ge- SG Rem Remt Rem Rem Rem. Lam - rie cie-li smar-gi-na - tidi_ spe-ran- za e di si-len - ai daa- Sol9 Fa Sol SoVFa Fa Doom can-ta - re ma Rem Lan/Do MimiSi non saiper-ché la vi - tada-des- so nei po-me-rig - giap - pe - na fre - schi Sol7/6 Sol7 Do Fa Do Fa Do Sol Sol6 Sol che tivie - ne son - noe le cam-pa - ne gi- ra-no lenu - vo-le— Rem Rema Rem Remt Rem Lam Fa Lam — sol (© 1985 by EMI SONGS Eizo Musical xl. Van C Ravin, 43/45 2049 Meo (COSA Faken Musca = Vi Ser 78 COIS Bore Ta soe tena a emi dee eu pas dd mend. Al ape eared Iran Copy eed 159 = __¢ Plowve_sui_capel i ¢s0- praita = vo- li - nidei__caf-al- Solo Fa Sol Fa SoVFa Fa Doom - Ta-per- to e ti do-man diin-cer - ~~ t chi sei tu Lam/Do =o ReDo kes Sei tu che spin-gia-van - till cuo - re ed il la-vo Sol DofSol Re7iSol du + re____ dies-se-re uo - moe non. DolSol Sol RefFat Mim Doo co-sa sa-rail fu- tu - - -roo Sei tu nel tem-po che ci fa_ SolRe Re Lam/Sol Sol — pid gran_- di € so-liin mez - zoal mon - do. DofSot ReTiSol DolSol Sol RePub con Tan-sia di__cer - ca - rein - sie - me un be-ne pid pro - fon - RelDo Do SoVRe Re = do eun al-tro che ti dia. DolSol Sol Mim Sin/Re si cur-vi ver - so te con u-niat-te_- sa di — vo- ler - si di pia. sen-za capir co - 8 Doo Re7/t Re E tu che mi ri - cam - bi glioe - chi in que-stoi-stan - te Sol DofSol Re7iSol im-men - so. so-prail ru-mo - re del - la gen - te Sol RelFat Mim Reo Do dim-mi se que-stohaun sen - ~~ -s0,—___ La SoURe Re7 Sol Fa/Sol - ra diun do - po-ce-na Do Fa Fa Do Sol Sol6 Sol e mu-si @i__ bam-bi - nicon - troi ve - tri ei pra-tiche— si Lam Fa Lam Rem — Rem Rem aaa m4 Rem - scia-no co- me gat-ti- ni ¢ stel-leche_siap-pic - — cianoai_lam-pio- Sol9 Fa Sol Fu Sol Fa Do9Mi do-ve_ sei_______tu. + ni mi-lio - ni men-tre ti chie - de-rai, Lam/Do inns Rem ae — sei____ tu. 161 ReDo Sol stra DolSol Sei tu che por - te-rai - de. Sol Re/Fad an-che se un so-gno_ SolRe Re le_ brac_- cia DolSol per-ché non cé_ mai fi - neal viag - gio Re7 per cen-toe mil-le_ Re7/Sol Mim ReDo Do ca - + de, Sei tu___chehaiun ven-to nuo-vo_. tra_, Do/Sol men-tre mi vie - ni in Sot RelSol - con - tro, DeolSol Mim eim-pa-re-rai__che Re7iSol per mo - ri - re_ In u-nagio - ia che DolSol Sol Re/Faf ti ba-ste-raun_ tra - mon - ReiDo Do Sol/Rte Re fa ma - le di pit LamiSol Sol del-la ma-lin - co - nia, Mim wRe e in qua-lun-que se Doo ra ti tro-ve : DoiMi = rai. non ti but-ta- re Sim/Re Do Re7/4 Re7 162 Enon la-scia-rean-da - reun gior_- no per ri-tro-var_ te La MilSolf Re9IP ad Miz Mi7/MRe stes - so____ fi-gliodiuncie-lo co - si bel - lo La9/Dof ——Sim7_Mi7 Mia Fatm7 MiRe Re per-ché la vi-ta @a-des - - - so__ a - des - so. or LalMi Mi Refm7/s>— Re7+ Fatm/Dof Siva Si7 Sim7 La/DofRe7+ f La Re La Re La no. 09, ) | Mi Mio Mi Mie, Simt Sim Sim4 Sim Fam Re ieee a-des-so aa-des- so eades-so @a-des-so @a-des-so a-des-so.a-des-so___ ea-des = so Siena Fatm Re Mi La te La Re La Mi 6 Mi Mio sim Sim Sim Sim4 Sim Fas} Fa6, La vita @ adesso nel vecchio albergo della terra e ognuno in una stanza einuna storia 4i mattini pit Ieggeri e cieli smarginati di speranza edi silenzi da ascoltare e ti sorprenderai a cantare ma non sai perché. La vita @ adesso nei pomeriggi appena freschi che ti viene sono e le campane girano le nuvole piove sui capelli e sopra i tavolini dei caffe all’aperto e ti domandi incerto chi sei tu sei tu sei tu sei tu. Sei tu che spingi avanti il cuore ed il lavoro duro di essere uomo e non sapere cosa sara il futuro. Sei tu nel tempo che ci fa pid grandi soli in mezzo al mondo con Yansia di cercare insieme tun bene pitt profondo. E un altro che ti dia respiro e che si curvi verso te con unvattesa di volersi di pit senza capir cos’. E tu che mi ricambi gli occhi 163 a - des - so, @. Sim Fatm Re @a-des-so__ @a-des-so. 5H Remo/Fa La in questo istante immenso sopra il rumore della gente dimmi se questo ha un senso. La vita 8 adesso nellaria tenera di un dopocena e musi di bambini contro i vetri i prati che si liseiano come gattini E stelle che si appicciano ai lampioni milioni mentre ti chiederai dove sei tu sei tu sei tu sei tu. Sei tu che porterai il tuo amore per cento e mille strade perché non c’é mai fine al viaggio anche se un sogno cade. Sei tu che hai un vento nuovo tra le braccia ‘mentre mi vieni incontro e imparerai che per morire ti bastera un tramonto, In una gioia che fa male di pitt della malinconia ed in qualunque sera ti troverai non ti buttare via, E non lasciare andare un giorno per ritrovar te stesso figlio di un cielo cosi bello perché la vita ¢ adesso Badesso @ adesso @.. No no uo09.