Sei sulla pagina 1di 6

Capitolo 10:

L'affermazione del mandato di partito

a partire dall'avvento del primo parlamento repubblicano Affermazione di un nuovo modello di rappresentanza
(cd. Prima repubblica) Politica =

Già iniziata ad inizio


900 con l'avvento dei
MANDATO DI PARTITO
Primi partiti di massa.

Si radica dopo la seconda


Guerra mondiale

Affermazione di questa forma di governo a livello


Normativo =

Art. 1 cost. : Art. 67 cost:


Sovranità popolare Art. 49 cost.: Ogni membro del parlamento rappresenta la
Diritto di costituirsi Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo
In partiti politici Di mandato

Aspetti salienti che trapelano da questi articoli

Scaturisce dal popolo Riconoscimento del ruolo di mediazione delle


Organizzazioni politiche
È esercitata in nome
E nell'interesse della nazione

Autonomia dei singoli rappresentanti


E dell'organo parlamentare nel suo complesso

Soggetto esponenziale della rappresentanza politica


= partito politico

Raccoglie,organizza,traduce in Realizza gli accordi di maggioranza


Prgramma politico le istanze Parlamentare, di coalizione governativa
Della società

Decide sulla responsabilità politica e sulla


Formula il
Rieleggibilità dei parlamentari
Prgramma elettorale

Presenta i Indica al presidente della repubblica la persona


Candidati Del presidente del consiglio, e ad esso i singoli ministri
Dirige i gruppi
Parlamentari
Problema che si pone:

Il ritorno del pluralismo politico nei sistemi democratici ripropone


Il problema della riconduzione ad unità dell'indirizzo politico istituzionale

Art. 49 cost →
Finalizza l'azione dei partiti allo sviluppo della politica nazionale

Obiettivo = far interagire primo e secondo


Comma dell'art. 49 cost.

I partiti si distaccano dalle soggettività che Operano all'esterno e all'interno del sistema istituzionale
Li hanno generati e che ne costituiscono volontà Con finalità generali =
Generante Quelle determinate dagli interessi della nazione

Corollario :
Essenziale ruolo prevalenza del partito di maggioranza relativa e del governo da esso espresso,
In una identificazione che costituisce un continuum della rappresentanza come
Legittimazione a rappresentare e governare l'intera nazione

Infatti dagli anni 40 agli anni 60 si assiste ad afferamrsi di


Forma di governo definita:
Parlamento ratificatorio e governo direttivo

Connotata anche da uno stretto collegamento di quest'ultimo


Col partito di maggioranza, rafforzato da:
Identificazione del presidente del consiglio nella persona del leader del partito

È parso che l'opposizione prospettasse un diverso modello di


Forma di governo e quindi di rappresentatività politica

Infatti la piena attuazione della carta costituzionale costituiva rivendicazione


Rispetto ad istituti quali la corte costituzionale, il CSM, e le regioni:
Piu' che un'inversione della titolarità della rappresentanza e dell'indirizzo politico

Opposizione:
Ritenevano la rappresentanza parlamentare una proiezione – prosecuzione
Della rappresentanza del partito il cui ruolo, non si distingueva parecchio
Tra interno ed esterno dal parlamento.

Il parlamento non era rappresentativo né del corpo elettorale,


Né della nazione, né del popolo: ma dei partiti politici

Organo veramente rappresentativo della nazione, che avrebbe conferito vera e piena
Legittimità all'esercizio del potere = governo
a qualche anno di distanza da queste prime letture:

Si assiste ad uno spostamento dell'accento sul soggetto


Originario della sovranità

= il popolo → art. 1 cost. →


Omologando così il concetto di nazione
(art. 49 e 67 cost.)

Il fatto di mettere il popolo come riferimento della rappresentanza,


Piuttosto lo stato o la nazione:
Porta la consapevolezza della disomogeneità, e difformità del corpo elettorale

Crisafulli:
Omologa l'art. 67 cost. Sulla rappresentanza da parte dei parlamentari della nazione
Al concetto di rappresentanza del popolo e sottolinea come si tratti di una rappresentanza del
Popolo vivente, ossia le diverse e divergenti interpretazioni dell'interesse generale che
Vanno via via emergendo nella collettività dei cittadini

Questi autori però tengono presente il ruolo dei partiti di massa


Per la società:
- orientare politicamente ed elettoralmente

La concreta configurazione politica del popolo finisce con


L'identificarsi con la geografia politica:
Partiti → punto di riferimento del popolo politicamente attivo

Superamento della concezione ottocentesca che:

1. astraeva la nozione di popolo


2. superamento della concezione autoritaria della originarietà
Operando la finzione della rappresentanza
E imprescindibilità dello stato, i cui fini fondavano l'essenza della
Dei fini nazionali
Rappresentanza.

A questa finzione se ne era sostituita un'altra =


Quella per cui la rappresentanza si identificava nei partiti politici
I cui fini dovevano convergere all'unità, anzi, cosstituivano
Lo strumento necessario e fondamentale per raggiungere
L'unita.
Trasformazione della rappresentanza così concepita →

Forte canalizzazione delle istanze rappresentative, sia per le organizzioni


Sindacali che per le organizzazioni di partito

= irrigidimento e parzializzazione della rappresentanza stessa

= fine del mandato generale e libero

Insorgere del mandato di partito

Altri autori :

fra cui paolo barile:


Alla fine degli anni 60 →
Linea di contenimento della funzione monopolistica dei partiti nella determinazione dell'indirizzo
Politico, accentuando il riconoscimento della libertà individuale di mandato da parte dei rappresentanti

Interpretazione del divieto di mandato imperativo


Dell'art. 67 cost. →
Come assenza totale di sottomissione alle direttive
Del partito di appartenenza

Correzione – contenimento dell'invadenza che i partiti hanno realizzato nell istituzioni,


Restituendo libertà di pensiero e di coerenza politica ai rappresentanti del popolo

Anche per questi autori infatti valeva il riferimento che


Il soggetto di riferimento della rappresentanza è il popolo,
E non i partiti.

Secondo queste tesi allora la rappresentanza politica =


Legittimazione individuale e personale acquisita tramite il voto,
Di esprimere la rappresentanza liberamente, secondo le scelte
Che di volta in volta sembreranno al singolo parlamentare piu'
Opportune alla sua funzione di governo.

Corpo elettorale = unicum


Legame tra eletto e elettori =
Punto di riferimento che ogni rappresentanza
Cercherà di seguire e interpretare durante il periodo di
Esercizio della carica

Finalità della funzione rappresentativa =


Ricerca della volontà unitaria
Visione di Paolo Virga

Accosta al sistema dei partiti politici come detentori della rappresentanza, anche i partiti elettorali
E i gruppi parlamentari

Afferma come probabile ipotesi dell'ffermazioni di un mandato dei partiti,


Ma a questo affianca il fatto che ai partiti organizzati secondo la tradizionale diffusione territoriale, si sarebbe
Aggiunto anche quello della costituzione permanente di formazioni politiche di opinione o esclusivamente elettorali

Destinate a supportare la scelta delle candidature


E la loro campagna elettorale

Rappresentanza sarebbe quella del partito elettorale:


In quanto le funzioni connesse al procedimento elettorale

Formazione delle liste Voto alla lista


E alla preferenza
Raccolta delle sottoscrizioni
Delle liste

= fattori legittimanti la soggettività rappresentativa dell'organizzazione elettorale

Secondo virga ci sono tre gruppi:

Partito politico
Gruppo parlamentare
Costituzionalizzato
Gruppo elettorale
Acquisterebbe secondo questa lettura
Una propria autonomia soggettiva
Se non si crea una relazione triangolare
Tra le tre figure

Cioè il partito politico non deve essere coincidente con il


Gruppo elettorale che ha candidato il deputato e che il gruppo parlamentare
Non acquisti la stessa denominazione e lo stesso programma
Politico del partito e – o della formazione elettorale

Può accadere se il gruppo parlamentare viene formato da deputati che


Si sono candidati in liste diverse o sel a formazione elettorale era compsota
Da piu' gruppi politici che in parlamento riacquistino autonomia e formino
Gruppi parlamentari diversi.

In questi casi →
Viene meno il rapporto rappresentativo che lega gruppo parlamentare e partito politico,
E soggetto parlamentare al partito politico o al gruppo parlamentare,
Rendendo libero il mandato elettorale per entrambi.
v
Pertanto:

Parlamentare indivudalmente Gruppo parlamentare

Potranno liberamente interpretare il mandato ricevuto


Dal corpo elettorale traducendolo in scelte politiche
All'interno delle assemblee e in indirizzi politici privi di
Vincoli giuridicamente rilevanti

Divieto di mandato imperativo