Sei sulla pagina 1di 2

L'8 maggio 1846, le forze del generale statunitense Zachary Taylor si diressero

verso il Rio Grande in risposta alla presa di Fort Brown da parte dei messicani di
Mariano Arista[73], riportando una vittoria nella battaglia di Palo Alto vicino
all'attuale Brownsville[74].

Gli statunitensi invasero il Messico e ne occuparono la capitale il 14 settembre


1847. Nel trattato di pace di Guadalupe Hidalgo, firmato il 2 febbraio 1848, i
messicani furono costretti a cedere i territori dell'Alta California e di Santa Fe
de Nuevo M�xico, ricevendo in cambio 15 milioni di dollari di risarcimento[75][76].

Nel 1850 venne firmato un compromesso per risolvere le controversie territoriali


sorte dopo la guerra messicano-statunitense. Tra le cinque misure previste in esso,
una defin� i confini del Texas, il quale ricevette dallo Stato un assegno di dieci
milioni di dollari di risarcimento per i terreni che fu costretto a cedere alle
regioni vicine (Utah, Nuovo Messico ed ex Territorio del Missouri)[77]. Solo
l'Oklahoma Panhandle rest� oggetto di contesa fino a quando venne creato il
Territorio dell'Oklahoma nel 1890[78]. Dopo il 1848 il numero dei texani aument�
notevolmente in seguito all'immigrazione favorita dallo sviluppo delle piantagioni
di cotone[79].

Come Stato schiavista, il Texas entr� negli Stati Confederati d'America il 1� marzo
1861[80]. Durante la Guerra di secessione (1861-1865) ebbe un ruolo importante
nella fornitura di viveri e armi e nella sostituzione dei soldati confederati
caduti al fronte. Verso la met� del 1863 venne occupato il nord del Mississippi,
con l'effetto di tagliare fuori l'esercito texano a est del fiume[81]. L'ultima
importante battaglia dell'intera guerra ebbe luogo a Palmito Ranch il 13 maggio
1865[82], un mese dopo la resa del generale Lee ad Appomattox.

La Confederazione capitol� nel 1865 e il Texas fu reintegrato nell'Unione il 30


marzo 1870. Come nel resto degli Stati sudisti, anche qui il periodo della
ricostruzione fu caratterizzato dalla segregazione razziale, dalla violenza contro
i neri e da una profonda crisi agricola[83].

Il Texas dal 1870 in poi


Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Dust Bowl e
Assassinio di John F. Kennedy.

Lo Spindletop.
Il 10 gennaio 1901 il Texas entr� in un periodo di sviluppo economico causato dal
rinvenimento del petrolio. Il primo pozzo fu il cosiddetto Spindletop, situato
presso Beaumont, che rivel� l'esistenza di un grande giacimento nel sottosuolo
caratterizzato da un'elevata produttivit� giornaliera[84]. Altri giacimenti vennero
scoperti successivamente in tutto lo Stato e, dopo la seconda guerra mondiale,
anche sotto le acque del Golfo del Messico, consentendo cos� un grande sviluppo in
questo settore. Parte dei proventi del petrolio furono utilizzati, tra l'altro, per
finanziare un fondo di sviluppo delle universit� statali. Al suo apice, nel 1972,
la produzione media era di tre milioni di barili al giorno[85].

Una tempesta di sabbia in avvicinamento a Stratford (1935).


La Grande depressione degli anni trenta ebbe effetti negativi anche per l'economia
e la societ� texana, aumentando notevolmente la disoccupazione[86]. Molti
agricoltori abbandonarono la regione colpita dal Dust Bowl e le pianure furono rese
inadatte alla coltivazione a causa dell'erosione e della siccit�[87].

Il 16 aprile 1947 nel porto di Texas City avvenne uno dei peggiori incidenti di
questo Stato: una nave francese carica di nitrato d'ammonio prese fuoco e caus� una
tremenda esplosione, uccidendo almeno 576 persone. Questo episodio viene ricordato
come Disastro di Texas City[88].
Dopo la seconda guerra mondiale, il Texas svilupp� una moderna rete di universit� e
scuole, sotto la guida del governatore John B. Connally. Lo Stato federale concesse
fondi per la ricerca anche nell'ambito delle presidenze di John F. Kennedy e Lyndon
B. Johnson[89].

Il 22 novembre 1963, l'allora Presidente John Fitzgerald Kennedy venne assassinato


da Lee Harvey Oswald nella citt� di Dallas[90].