Sei sulla pagina 1di 21

Dati sperimentali da analizzare

misure in millimetri Misura Cond. 1 Cond. 2 Cond. 3 Cond. 4 Cond. 5


Val. 01 8.0038 8.0040 8.0060 8.0092 8.0053
Val. 02 8.0051 8.0025 8.0041 8.0104 8.0076
Val. 03 8.0037 8.0093 8.0028 8.0110 8.0113
Val. 04 8.0017 8.0025 8.0049 8.0087 8.0112
Val. 05 8.0023 8.0046 8.0025 8.0047 8.0066
Val. 06 8.0062 8.0020 8.0030 8.0076 8.0065
Val. 07 8.0080 8.0046 8.0073 8.0056 8.0114
Val. 08 8.0058 8.0085 8.0065 8.0113 8.0064
Val. 09 8.0031 8.0056 8.0071 8.0068 8.0065
Val. 10 8.0084 8.0037 8.0064 8.0093 8.0057
Dati

ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE DI DATI SPERIMENTALI


Dati sperimentali, media e scarto tipo
8.0140
Analizzare i dati sperimentali sotto riportati, utilizzando, se necessario le seguenti funzioni:
8.0120

8.0100
Dati sperimentali da analizzare
misure in millimetri Misura Cond. 1 Cond. 2 Cond. 3 Cond. 4 Cond. 5 8.0080
Val. 01 8.0038 8.0040 8.0060 8.0092 8.0053
Val. 02 8.0051 8.0025 8.0041 8.0104 8.0076 8.0060
Val. 03 8.0037 8.0093 8.0028 8.0110 8.0113 8.0040
Val. 04 8.0017 8.0025 8.0049 8.0087 8.0112
Val. 05 8.0023 8.0046 8.0025 8.0047 8.0066 8.0020
Val. 06 8.0062 8.0020 8.0030 8.0076 8.0065
Val. 07 8.0080 8.0046 8.0073 8.0056 8.0114 8.0000
Val. 08 8.0058 8.0085 8.0065 8.0113 8.0064 7.9980
Val. 09 8.0031 8.0056 8.0071 8.0068 8.0065
Val. 10 8.0084 8.0037 8.0064 8.0093 8.0057 7.9960
Cond. 1

Numero dei dati 50


Media 8.0062 Commento
Scarto tipo 0.0027
Valore massimo 8.0114
Valore minimo 8.0017

Cond. 1 Cond. 2 Cond. 3 Cond. 4 Cond. 5 Dati


Quart 3 8.0061 8.0054 8.0065 8.0101 8.0103 8.0079
Max 8.0084 8.0093 8.0073 8.0113 8.0114 8.0114
Min 8.0017 8.0020 8.0025 8.0047 8.0053 8.0017
Quart 1 8.0033 8.0028 8.0033 8.0070 8.0064 8.0040
Median 8.0045 8.0043 8.0055 8.0090 8.0066 8.0061
IQR 0.0029 0.0025 0.0032 0.0031 0.0039 0.0039

Outliers metodo classico IQR


Max IQR 8.0104 8.0092 8.0113 8.0148 8.0161 8.0137
Min IQR 7.9990 7.9990 7.9985 8.0023 8.0006 7.9982
Out max OK Att OK OK OK OK
Out min OK OK OK OK OK OK

Outliers metodo modificato IQR 1,5∙IQR∙[1+0,1∙log(n/10)]


Max IQR 8.0104 8.0092 8.0113 8.0148 8.0161 8.0141
Min IQR 7.9990 7.9990 7.9985 8.0023 8.0006 7.9978
Out max OK Att OK OK OK OK
Out min OK OK OK OK OK OK

Page 2
Dati

8.0140 8.014
8.0120 8.012
8.0100 8.010

8.0080 8.008

8.0060 8.006

8.0040 8.004

8.0020 8.002

8.0000 8.000

7.9980 7.998

7.9960 7.996

Val. 01

Val. 02
Cond. 1 Cond. 2 Cond. 3 Cond. 4 Cond. 5

Commento Commento

Outliers classic IQR


Misura Quart 3 Max Min Quart 1 Median IQR Max IQR Min IQR
Val. 01 8.0060 8.0092 8.0038 8.0040 8.0053 0.0020 8.0090 8.0010
Val. 02 8.0076 8.0104 8.0025 8.0041 8.0051 0.0035 8.0129 7.9989
Val. 03 8.0110 8.0113 8.0028 8.0037 8.0093 0.0073 8.0220 7.9928
Val. 04 8.0087 8.0112 8.0017 8.0025 8.0049 0.0062 8.0180 7.9932
Val. 05 8.0047 8.0066 8.0023 8.0025 8.0046 0.0022 8.0080 7.9992
Val. 06 8.0065 8.0076 8.0020 8.0030 8.0062 0.0035 8.0118 7.9978
Val. 07 8.0080 8.0114 8.0046 8.0056 8.0073 0.0024 8.0116 8.0020
Val. 08 8.0085 8.0113 8.0058 8.0064 8.0065 0.0021 8.0117 8.0033
Val. 09 8.0068 8.0071 8.0031 8.0056 8.0065 0.0012 8.0086 8.0038
Val. 10 8.0084 8.0093 8.0037 8.0057 8.0064 0.0027 8.0125 8.0017

Page 3
Dati

8.014

8.012

8.010

8.008

8.006

8.004

8.002

8.000

7.998

7.996
Val. 01

Val. 02

Val. 03

Val. 04

Val. 05

Val. 06

Val. 07

Val. 08

Val. 09

Val. 10
Commento

Outliers modified IQR1,5∙IQR∙[1+0.1∙ln(n/10)]


Out max Out min Max IQR Min IQR Out max Out min
Att OK 8.0088 8.0012 Att OK
OK OK 8.0125 7.9992 OK OK
OK OK 8.0212 7.9935 OK OK
OK OK 8.0174 7.9938 OK OK
OK OK 8.0078 7.9994 OK OK
OK OK 8.0114 7.9981 OK OK
OK OK 8.0114 8.0022 Att OK
OK OK 8.0114 8.0035 OK OK
OK Att 8.0085 8.0039 OK Att
OK OK 8.0122 8.0019 OK OK

Page 4
434195415.xlsx
ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE DI DATI SPERIMENTALI
La distribuzione sperimentale

fa Frequenza assoluta sperimentale


fr Frequenza relativa sperimentale
fat Frequenza assoluta teorica
frt Frequenza relativa teorica

Val. Min. del campo esaminato 7.9953


Val. Max. del campo esaminato 8.0171
Numero di classi 11
Ampiezza di classe 0.0020

Classi Da (incl.) a (escl.) valore fa fr Dens. fr. Normale


[mm] [mm] centrale [mm-1] [mm-1]
1 7.99527 7.99725 7.99626 0 0.000 0.0 0.20
2 7.99725 7.99924 7.99825 0 0.000 0.0 2.12
3 7.99924 8.00122 8.00023 0 0.000 0.0 13.53
4 8.00122 8.00321 8.00221 9 0.180 90.7 50.77
5 8.00321 8.00519 8.00420 10 0.200 100.8 112.25
6 8.00519 8.00717 8.00618 15 0.300 151.2 146.23
7 8.00717 8.00916 8.00817 7 0.140 70.6 112.25
8 8.00916 8.01114 8.01015 5 0.100 50.4 50.77
9 8.01114 8.01313 8.01213 4 0.080 40.3 13.53
10 8.01313 8.01511 8.01412 0 0.000 0.0 2.12
11 8.01511 8.01709 8.01610 0 0.000 0.0 0.20

160.0

140.0

120.0

100.0

Dens. fr.
80.0
Normale

60.0

40.0

20.0

0.0
6 5 3 1 0 8 7 5 3 2 0
62 82 02 22 42 61 81 01 21 41 61
99 99 00 00 00 00 00 01 01 01 01
7. 7. 8. 8. 8. 8. 8. 8. 8. 8. 8.

Calcolo del c 2

Da (incl.) a (escl.) frt fat fa (fa - fat)2/fat


[mm] [mm]

7.99527 7.99725 0.0005 0.0 0 0.03


7.99725 7.99924 0.0049 0.2 0 0.25
7.99924 8.00122 0.0291 1.5 0 1.45
8.00122 8.00321 0.1031 5.2 9 2.86
8.00321 8.00519 0.2204 11.0 10 0.09
8.00519 8.00717 0.2839 14.2 15 0.05
8.00717 8.00916 0.2204 11.0 7 1.47
8.00916 8.01114 0.1031 5.2 5 0.00
8.01114 8.01313 0.0291 1.5 4 4.46
8.01313 8.01511 0.0049 0.2 0 0.25
8.01511 8.01709 0.0005 0.0 0 0.03

c2 sperimentale 10.94

Valori del c 2 teorico Esprimere le ragioni per la scelta del livello di fiducia
livello di fiducia: 80% Le conseguenze di un errore di prima specie sono solo un'attenta verifica
Numero di classi 11 sulla presenza di effetti sistematici, operazione periodicamente richiesta in ogni
Numero di vincoli 3 sistema qualità. quindi si può accettare un rischio d'errore elevato.
Numero di gradi di libertà 8 Ciò abbassa il rischio di seconda specie, cioè che siano presenti effetti sistematici e
Valore del c2 teorico minimo 3.49 che non vengano denunciati dal test.
Valore del c2 teorico massimo 13.36

Conclusioni:
Non vi sono ragioni per rifiutare l`ipotesi di distribuzione normale.
Pagina 5
GPN G

GPN

3.00

2.00

1.00
z

0.00
8.0000 8.0020 8.0040 8.0060 8.0080 8.0100 8.0120

-1.00

-2.00

-3.00
x/mm

Page 6
Test d'ipotesi

ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE DI DATI SPERIMENTALI


Test d'ipotesi

Test su effetti sistematici sulle colonne Esprimere le ragioni per la scelta del livello di fiducia per e
Le conseguenze di un errore di prima specie sono solo un esa
Appartenenza alla distribuzione delle medie di campione operativi degli operatori segnalati, qundi si può accettare un ris
alto. Ciò abbassa il rischio di seconda specie che siano presen
Distribuzione delle medie di campione che non vengano denunciati dal test.

Numerosità camp. 10 Cond. 1 Cond. 2 Cond. 3 Cond. 4 Cond. 5


Media 8.0062 8.0048 8.0047 8.0051 8.0085 8.0079
Scarto tipo medie di camp. 0.0009
Livello di fiducia 80%
Limite inferiore 8.0051
Limite superiore 8.0073

Conclusioni: i valori medi non stanno tutti nell'intervallo di confidenza


esiste, quindi, un fattore sistematico che causa la variazione

Test sulle differenze tra le colonne

Distribuzione delle differenze delle medie di campione Differenze


Operatore Cond. 1 Cond. 2 Cond. 3 Cond. 4
Numerosità camp. 10 Cond. 1 0.0000 -0.0001 0.0002 0.0037
Media 0 Cond. 2 0.0000 0.0003 0.0037
Scarto tipo 0.0012 Cond. 3 0.0000 0.0034
Livello di fiducia 80% Cond. 4 0.0000
Limite inferiore -0.0016 Cond. 5
Limite superiore 0.0016

Conclusioni: alcune delle differenze non stanno nell'intervallo di confidenza


esiste, quindi, un fattore sistematico che causa la variazione

Test su effetti sistematici delle righe Esprimere le ragioni per la scelta del livello di fiducia per e
Le conseguenze di un errore di prima specie sono solo un esa
Appartenenza alla distribuzione delle medie di campione operativi degli operatori segnalati, qundi si può accettare un ris
alto. Ciò abbassa il rischio di seconda specie che siano presen
Distribuzione delle medie di campione che non vengano denunciati dal test.

Numerosità camp. 5 Val. 01 8.0057


Media 8.0062 Val. 02 8.0059
Scarto tipo medie di camp. 0.0012 Val. 03 8.0076
Livello di fiducia 80% Val. 04 8.0058

Pagina 7
Test d'ipotesi

Limite inferiore 8.0046 Val. 05 8.0041


Limite superiore 8.0077 Val. 06 8.0051
Val. 07 8.0074
Val. 08 8.0077
Val. 09 8.0058
Val. 10 8.0067

Conclusioni: alcune delle differenze non stanno nell'intervallo di confidenza


esiste, quindi, un fattore sistematico che causa la variazione

Test sulle differenze tra le righe

Distribuzione delle differenze delle medie di campione Differenze


Val. 01 Val. 02 Val. 03 Val. 04
Numerosità camp. 5 Val. 01 0.0000
Media 0 Val. 02 0.0003 0.0000
Scarto tipo 0.0017 Val. 03 0.0020 0.0017 0.0000
Livello di fiducia 80% Val. 04 0.0001 -0.0001 -0.0018 0.0000
Limite inferiore -0.0016 Val. 05 -0.0015 -0.0018 -0.0035 -0.0017
Limite superiore 0.0016 Val. 06 -0.0006 -0.0009 -0.0026 -0.0007
Val. 07 0.0017 0.0014 -0.0002 0.0016
Val. 08 0.0020 0.0018 0.0001 0.0019
Val. 09 0.0002 -0.0001 -0.0018 0.0000
Val. 10 0.0010 0.0008 -0.0009 0.0009

Conclusioni: alcune delle differenze non stanno nell'intervallo di confidenza


esiste, quindi, un fattore sistematico che causa la variazione

Pagina 8
Test d'ipotesi

scelta del livello di fiducia per entrambi i casi


di prima specie sono solo un esame dei metodi
alati, qundi si può accettare un rischio di prima specie
seconda specie che siano presenti effetti sistematici e
dal test.

ze
Cond. 5
0.0030
0.0031
0.0028
-0.0006
0.0000

scelta del livello di fiducia per entrambi i casi


di prima specie sono solo un esame dei metodi
alati, qundi si può accettare un rischio di prima specie
seconda specie che siano presenti effetti sistematici e
dal test.

Pagina 9
Test d'ipotesi

ze
Val. 05 Val. 06 Val. 07 Val. 08 Val. 09 Val. 10

0.0000
0.0009 0.0000
0.0032 0.0023 0.0000
0.0036 0.0026 0.0003 0.0000
0.0017 0.0008 -0.0016 -0.0019 0.0000
0.0026 0.0016 -0.0007 -0.0010 0.0009 0.0000

Pagina 10
Test d'ipotesi 2

ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE DI DATI SPERIMENTALI


Test d'ipotesi

Test di variabilità degli effetti colonna


2
s2 n
 x  mi 
Le varianze delle colonne sono confrontate con la distribuzione delle varianze v i   n  1 i 2    ij 
 j 1   
Varianza delle colonne (in rosso quando fuori dall'intervallo di fiducia)

Cond. 1 Cond. 2 Cond. 3 Cond. 4 Cond. 5


5.2E-06 6.1E-06 3.4E-06 5.0E-06 6.0E-06

Variance distribution
Number of samples for variances 50 Esprimere le ragioni per la scelta del livello di fiducia per e
Expected variance 5.2E-06 Le conseguenze di un errore di prima specie sono solo un esa
Expected v 49 operativi degli operatori segnalati, qundi si può accettare un ris
Confidence level 80% alto. Ciò abbassa il rischio di seconda specie che siano presen
Lower boundary of s² 3.9E-06 che non vengano denunciati dal test.
Upper boundary of s² 6.5E-06

Conclusions
Si può affermare, con il rischio d'errore del 20%, che alcune condizioni
(Cond. 3 e Cond. 5) differiscono sistematicamente dal gruppo.

Test di variabilità degli effetti riga


2
s2 n
 x  mi 
Le varianze delle colonne sono confrontate con la distribuzione delle varianze v i   n  1 i    ij
 2   
j 1  
Varianza delle colonne (in rosso quando fuori dall'intervallo di fiducia)

Esprimere le ragioni per la scelta del livello di fiducia per entrambi i casi
Le conseguenze di un errore di prima specie sono solo un esame dei metodi
operativi degli operatori segnalati, qundi si può accettare un rischio di prima specie
alto. Ciò abbassa il rischio di seconda specie che siano presenti effetti sistematici e
che non vengano denunciati dal test.

Variance distribution Val. 01 4.7E-06


Number of samples for variances 50 Val. 02 9.6E-06
Expected variance 7.6E-06 Val. 03 1.7E-05
Expected v 49 Val. 04 1.7E-05
Confidence level 80% Val. 05 3.2E-06
Lower boundary of s² 5.7E-06 Val. 06 5.9E-06
Upper boundary of s² 9.6E-06 Val. 07 6.9E-06
Val. 08 5.1E-06
Conclusions Val. 09 2.6E-06
Si può affermare, con il rischio d'errore del 20%, che alcune condizioni Val. 10 4.9E-06
(Cond. 3 e Cond. 5) differiscono sistematicamente dal gruppo.

Pagina 11
Test d'ipotesi 2

2
2 n
 x  mi 
   ij 
2
j 1   

scelta del livello di fiducia per entrambi i casi


di prima specie sono solo un esame dei metodi
alati, qundi si può accettare un rischio di prima specie
seconda specie che siano presenti effetti sistematici e
dal test.

2
2 n
 x  mi 
   ij 
2
j 1   

Pagina 12
ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE DI DATI SPERIMENTALI
Analisi della varianza per il fattore operatore

Schema gestione fattori: 1 fattore sotto controllo

SSTC   xij  x    xij  x j   n x j  x   SSW  SSB
k n k n k
2 2 2

J 1 i1 J 1 i1 J 1
Misura Cond. 1 Cond. 2 Cond. 3 Cond. 4 Cond. 5
Val. 01 8.0038 8.0040 8.0060 8.0092 8.0053
Val. 02 8.0051 8.0025 8.0041 8.0104 8.0076
Val. 03 8.0037 8.0093 8.0028 8.0110 8.0113
Val. 04 8.0017 8.0025 8.0049 8.0087 8.0112
Val. 05 8.0023 8.0046 8.0025 8.0047 8.0066
Val. 06 8.0062 8.0020 8.0030 8.0076 8.0065
Val. 07 8.0080 8.0046 8.0073 8.0056 8.0114
Val. 08 8.0058 8.0085 8.0065 8.0113 8.0064
Val. 09 8.0031 8.0056 8.0071 8.0068 8.0065
Val. 10 8.0084 8.0037 8.0064 8.0093 8.0057
Medie 8.0048 8.0047 8.0051 8.0085 8.0079
Var 5.2E-06 6.1E-06 3.4E-06 5.0E-06 6.0E-06

Livello di fiducia
Origine Gradi di Rapporto
SS Varianze Estremo F
80% Variazione libertà Varianze
Fattore
Esaminato 4 1.32E-04 3.31E-05 6.40 1.57
Errori
Casuali 45 2.33E-04 5.17E-06
Totale
49 3.65E-04 7.44E-06

Conclusioni: Si può affermare, con un rischio del 20%, che le differenze tra gli
operatori sono causate da fattori sistematici

Schema gestione fattori: 2 fattore sotto controllo

SSTC   xij  x    xij  x j  xi  x   n x j  x   k xi  x   SSW  SSBC  SSBR
k n k n k n
2 2 2 2

J 1 i1 J 1 i1 J1 i1

Misura Cond. 1 Cond. 2 Cond. 3 Cond. 4 Cond. 5 Medie


Val. 01 8.0038 8.0040 8.0060 8.0092 8.0053 8.0057
Val. 02 8.0051 8.0025 8.0041 8.0104 8.0076 8.0059
Val. 03 8.0037 8.0093 8.0028 8.0110 8.0113 8.0076
Val. 04 8.0017 8.0025 8.0049 8.0087 8.0112 8.0058
Val. 05 8.0023 8.0046 8.0025 8.0047 8.0066 8.0041
Val. 06 8.0062 8.0020 8.0030 8.0076 8.0065 8.0051
Val. 07 8.0080 8.0046 8.0073 8.0056 8.0114 8.0074
Val. 08 8.0058 8.0085 8.0065 8.0113 8.0064 8.0077
Val. 09 8.0031 8.0056 8.0071 8.0068 8.0065 8.0058
Val. 10 8.0084 8.0037 8.0064 8.0093 8.0057 8.0067
Medie 8.0048 8.0047 8.0051 8.0085 8.0079
Livello di fiducia
80%
Origine Gradi di Rapporto
SS Varianze Estremo F
Variazione libertà Varianze
Fattore
Colonna 4 1.32E-04 3.31E-05 6.92 1.58
Fattore
Riga 9 6.06E-05 6.73E-06 1.41 1.46
Errori
Casuali 36 1.72E-04 4.78E-06
Totale 49 3.65E-04 7.44E-06

Conclusioni:

Si può osservare che il fattore colonna (Operatori) può essere


considerato sistematico, col rischio d'errore del 20%, mentre
nulla si può dire del fattore riga.
x   SSW  SSBC  SSBR
2
434195415.xlsx
ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE DI DATI SPERIMENTALI
Regressione lineare con il metodo dei minimi quadrati
Calcolo regressione
Regressione lineare x = a + b t b a
a = 8.00369 9.8E-05 8.0037
b = 0.00010 2.3E-05 0.0007
0.27 0.0024
17.98806 48
9.94E-05 0.000265
Indice di robustezza 2.1 5896.9
Residui x=a+b*ln (c*t)
t x regr. residui
1 8.0038 8.0038 0.0000
2 8.0051 8.0039 0.0012
3 8.0037 8.0040 -0.0003 8.0140
4 8.0017 8.0041 -0.0024 8.0120
5 8.0023 8.0042 -0.0019 8.0100
6 8.0062 8.0043 0.0019 8.0080
x

7 8.0080 8.0044 0.0036 8.0060


8 8.0058 8.0045 0.0013 8.0040
9 8.0031 8.0046 -0.0015 8.0020
10 8.0084 8.0047 0.0037 8.0000
11 8.0040 8.0048 -0.0008 7.9980
12 8.0025 8.0049 -0.0024 7.9960
13 8.0093 8.0050 0.0043 0 10 20 30 40 50 60
14 8.0025 8.0051 -0.0026 t
15 8.0046 8.0052 -0.0006
16 8.0020 8.0053 -0.0033
17 8.0046 8.0054 -0.0008 x Linear (x) regr.
18 8.0085 8.0054 0.0031
19 8.0056 8.0055 0.0001
20 8.0037 8.0056 -0.0019
21 8.0060 8.0057 0.0003 Residui
22 8.0041 8.0058 -0.0017
23 8.0028 8.0059 -0.0031
24 8.0049 8.0060 -0.0011 0.0100
25 8.0025 8.0061 -0.0036
0.0050
26 8.0030 8.0062 -0.0032
x

27 8.0073 8.0063 0.0010 0.0000


28 8.0065 8.0064 0.0001
29 8.0071 8.0065 0.0006 -0.0050
30 8.0064 8.0066 -0.0002
31 8.0092 8.0067 0.0025 -0.0100
32 8.0104 8.0068 0.0036 0 10 20 30 40 50 60
33 8.0110 8.0069 0.0041
t
34 8.0087 8.0070 0.0017
35 8.0047 8.0071 -0.0024
36 8.0076 8.0072 0.0004
37 8.0056 8.0073 -0.0017
38 8.0113 8.0074 0.0039
39 8.0068 8.0075 -0.0007
40 8.0093 8.0076 0.0017
41 8.0053 8.0077 -0.0024
42 8.0076 8.0078 -0.0002
43 8.0113 8.0079 0.0034
44 8.0112 8.0080 0.0032
45 8.0066 8.0081 -0.0015
46 8.0065 8.0082 -0.0017

Pagina 16
434195415.xlsx
47 8.0114 8.0083 0.0031
48 8.0064 8.0084 -0.0020
49 8.0065 8.0085 -0.0020
50 8.0057 8.0086 -0.0029

Pagina 17
434195415.xlsx

60

regr.

50 60

Pagina 18
Correzione

ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE DI DATI SPERIMENTALI


Correzione della deriva

Valore Correzione Val. corr.


1 8.0038 0.0024 8.0062 Commento: Non essendoci indicazione della causa
2 8.0051 0.0023 8.0074 della deriva (errore di disturbo, valori corretti
3 8.0037 0.0022 8.0059 all'inizio, deriva strumento, valori corretti alla fine), si
4 8.0017 0.0021 8.0038 prende come valore corretto il valore medio
5 8.0023 0.0020 8.0043
6 8.0062 0.0019 8.0081
7 8.0080 0.0018 8.0098
8 8.0058 0.0017 8.0075
9 8.0031 0.0016 8.0047 x
10 8.0084 0.0015 8.0099
11 8.0040 0.0014 8.0054
12 8.0025 0.0013 8.0038
13 8.0093 0.0012 8.0105 8.0120
14 8.0025 0.0011 8.0036 8.0100
15 8.0046 0.0010 8.0056 8.0080
16 8.0020 0.0009 8.0029 x
8.0060
17 8.0046 0.0008 8.0054 8.0040
18 8.0085 0.0007 8.0092
8.0020
19 8.0056 0.0006 8.0062
8.0000
20 8.0037 0.0005 8.0042
21 8.0060 0.0004 8.0064 7.9980
22 8.0041 0.0003 8.0044 0 10 20 30 40 50
23 8.0028 0.0002 8.0030 t
24 8.0049 0.0001 8.0050
25 8.0025 0.0000 8.0025
26 8.0030 0.0000 8.0030
27 8.0073 -0.0001 8.0072
28 8.0065 -0.0002 8.0063
29 8.0071 -0.0003 8.0068 Valori corretti in formato tabella
30 8.0064 -0.0004 8.0060
31 8.0092 -0.0005 8.0087 8.0062 8.0054 8.0064 8.0087 8.0038
32 8.0104 -0.0006 8.0098 8.0074 8.0038 8.0044 8.0098 8.0060
33 8.0110 -0.0007 8.0103 8.0059 8.0105 8.0030 8.0103 8.0096
34 8.0087 -0.0008 8.0079 8.0038 8.0036 8.0050 8.0079 8.0094
35 8.0047 -0.0009 8.0038 8.0043 8.0056 8.0025 8.0038 8.0047
36 8.0076 -0.0010 8.0066 8.0081 8.0029 8.0030 8.0066 8.0045
37 8.0056 -0.0011 8.0045 8.0098 8.0054 8.0072 8.0045 8.0093
38 8.0113 -0.0012 8.0101 8.0075 8.0092 8.0063 8.0101 8.0042
39 8.0068 -0.0013 8.0055 8.0047 8.0062 8.0068 8.0055 8.0042
40 8.0093 -0.0014 8.0079 8.0099 8.0042 8.0060 8.0079 8.0033
41 8.0053 -0.0015 8.0038
42 8.0076 -0.0016 8.0060
43 8.0113 -0.0017 8.0096
44 8.0112 -0.0018 8.0094
45 8.0066 -0.0019 8.0047

Pagina 19
Correzione

46 8.0065 -0.0020 8.0045


47 8.0114 -0.0021 8.0093
48 8.0064 -0.0022 8.0042
49 8.0065 -0.0023 8.0042
50 8.0057 -0.0024 8.0033

Pagina 20
Correzione

30 40 50 60
t

Pagina 21