Sei sulla pagina 1di 2

PAESE :Italia AUTORE :Di Daniele Sacco

PAGINE :22
SUPERFICIE :40 %

18 agosto 2019 - Edizione Pesaro

Giocarecol M
edioevo
per fareveracultura
Noi organizziamosagre, inToscanai musei vivi l’archeologia è il valore culturale
di DANIELE SACCO aggiunto.A costruiree popolare il
villaggio sono gli stessi archeologi
OGGI lo si chiama reenactment ,sto- che hanno condotto gli scavi:
ry telling; si tratta “semplicemente” l’esperienza si profila come ambito
di rievocazione storica. Essa può
comprendere tuttele epoche, quel- di sviluppo del connubio tra ar-
la romana, quella medievale fino cheologia sperimentale, archeolo-
agli episodi della guerramondiale. gia imitativa e living history. Dalle
nostre parti un’esperienzasimile è
Negli ultimi anni il reenactmentè
di là da venire (con formula diffe-
divenuto anche tema accademico,
rente sarebbe proponibile per
declinato attraverso la disciplina
chiamata «archeologia pubblica».
l’area archeologica di Montecopio-
A settembre uscirà un volume di
lo, se non scappassein un’altra re-
Marco Valenti, professoreassocia-
to di archeologia cristiana e medie- gione), possiamoquindi “consolar-
valeall’Universitàdi Sienachepar- ci” con le sagrelocali. È emiliano-
lerà proprio di una esperienza di romagnolo, ma è come sefosseun
reenactment: L’Archeodromo di po’ marchigiano per vicinanza alla
Poggibonsi.Unviaggionell’alto Me- provincia di Pesaro-Urbino, il pa-
dioevo(Edipuglia). Il libro raccon- lio del Dainodi Mondaino (Rimi-
ta la musealizzazione, l’aperturaal-
la pubblica fruizione dell’area ar- ni), che oggi giungeal termine del-
cheologica di Poggibonsi (Siena) la 32ª edizione. Tra tutti quelli pro-
posti dalle nostre terre nei mesi
estivi, il palio mondainese potreb-
doveè stato ricostruito, sulloscavo
be essere considerato il migliore.
e in scala1:1, unvillaggio di etàca-
Le arti e i mestieri sono sapiente-
rolingia(IX-X secolo).È l’unico ar-
mentericostruiti graziealla presen-
chaeologicalopenair museumitalia- za di artigiani che provengono da
no dedicato all’alto Medioevo e si tutta Italia.
fonda susei pilastri: ricostruzione
delle strutture,azioni di archeolo- TRA LE ATTIVITÀ ammirabi-
gia sperimentale, riproposizione
li non ci sono soltanto quellescon-
di tecnologie antiche, visualizza- tate, come il fabbro, il conciatore
zione della vita quotidiana, narra- di pelli o il candelaio (che è anche
zione-interpretazione, presenza di una commedia di Giordano Bru-
archeologi protagonisti in ognuna no), ma si puòammirare anchetut-
delle attività elencate. ta la “filiera” di creazione della se-
ta, tra bozzoli e foglie di gelso; c’è
NELLA SUA modalità attiva di anche unvero e proprio lazzaretto.
interazione con il passato, perse- Sì nelle locande ci sono patate e po-
guel’esperenzialità basatasuricer- modori, che il Medioevo non cono-
ca, educazionee turismo nei quali sceva, ma ormai, anche rievocan-
l’archeologia è il valore culturale do, come si fa a stare senza?
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tutti i diritti riservati


PAESE :Italia AUTORE :Di Daniele Sacco
PAGINE :22
SUPERFICIE :40 %

18 agosto 2019 - Edizione Pesaro

RIEVOCAZIONIDI QUALITÀ
«Lamaggiore accuratezza
nelle ricostruzioni c’è solo
nella confinante Mondaino»

VOLTI, COSTUMI, SCENARI


Alla ricostruzione di Mondainoc’erano anche
postribolo e lazzeretto (fotoLeonardo
Mattioli)

Tutti i diritti riservati

Interessi correlati