Sei sulla pagina 1di 6

www.scottibassani.

it

Ne ws
Cultura della corretta alimentazione e
gestione stili di vita salutari
Lo scenario dove i determinanti delle azioni e
professionisti sanitari si delle idee sono costituiti
trovano oggi a svolgere il sempre più dalle emozioni,
delicato e fondamentale anche in un ambito così
compito di promuovere la delicato dove dovrebbero
salute della popolazione è prevalere razionalità e spirito
Dott.ssa Ersilia Troiano
Die$sta presso la Direzione Servizi estremamente complesso ed critico, è diventato molto più
Educa$vi e Scolas$ci del Municipio III articolato e va ben oltre il
di Roma Capitale. Nata a Napoli nel
rapporto professionista/utente
1976, risiede a Roma dal 2007. È Topics
laureata in Die$s$ca e in Nutrizione o professionista/gruppo target
Umana. Si occupa di diete$ca del
· Cultura della corretta
di riferimento cui siamo alimentazione e stili di vita
singolo e delle colleFvità, di
sicurezza alimentare e ristorazione tradizionalmente abituati. salutari
colleFva. Svolge aFvità didaFca e · Interventi di prevenzione e
divulga$va in ambito universitario ed Le nuove “agorà”, di cura - Ruolo del Dietista
extrauniversitario. È autrice di n. 17 rappresentate dalle · Importanza dell’Alleanza
pubblicazioni in estenso su riviste
s c i e n $ fi c h e n a z i o n a l i e d innumerevoli opportunità Terapeutica con la Famiglia/
internazionali e di numerose offerte dal web 3.0 e - in paziente
Health & Medicine
comunicazioni scien$fiche su riviste
particolare - dal mondo dei · Breast
Adozione
Cancer
di strumenti utili,
e/o aF di congressi e simposi pratici, efficaci
nazionali e internazionali. È co- social network hanno infatti Cancer
· Diet
R and
u o Weight
l o cLoss
hiave della
autrice di 6 capitoli e 5 libri tecnico- indubbiamente reso più fruibili
scien$fici, di altre pubblicazioni a formazione
Obesity dei giovani
caraOere divulga$vo e di due a tutti le informazioni, · Women's
Ruolo Healthchiave dell’Istituto
Manuali di CorreOa Prassi Igienica comprese quelle relative alla Scotti
DiabetesBassani, per attivare
autorizza$ dal Ministero della Salute. salute. Tuttavia, in una link
Livingoperativi
Well a supporto di
Da Maggio 2014 a Maggio 2018 è tutti i giovani professionisti in
stata Presidente dell’Associazione dinamica molto complessa
Nazionale Die$s$.
formazione.
sulla base della quale i
www.scottibassani.it Ottobre 2018

facile lasciarsi persuadere da popolazione lavorativa. I dati Anche per quanto riguarda i
fantasiose ipotesi e sulle abitudini alimentari che bambini i pattern alimentari e
dall’affascinante mondo della caratterizzano quest’epoca di stile di vita mettono in
pseudoscienza piuttosto che “digitale” supportano evidenza numerose aree
fare riferimento al metodo tristemente lo scenario appena problematiche che
scientifico, spesso molto più descritto: infatti, sebbene stia necessitano di intervento. In
noioso e fatto di divieti, limiti aumentando l’attenzione e la particolare, la percentuale di
e impegnativi percorsi da cura per gli aspetti connessi bambini che trascorre più di 2
compiere al fine di alla salute ed all’alimentazione, ore al giorno davanti alla TV è
raggiungere gli obiettivi l’aderenza al modello elevata e aumenta durante i
sperati. In tale contesto il alimentare mediterraneo, giorni festivi (41,1%) rispetto ai
mondo scientifico e universalmente riconosciuto giorni feriali (17,7%), mentre i
professionale deve compiere quale pattern alimentare di bambini che non consumano
un ulteriore sforzo, riferimento per la prevenzione affatto la verdura sono il 9,3%,
popolando anche queste delle più diffuse patologie rispetto al 22,4% dei bambini
nuove agorà di contenuti seri, cronico degenerative, sta che la consuma, di cui il 4,5%
validi, comprensibili e, progressivamente diminuendo, ne consuma solo 1 volta a
ovviamente basati negli adulti così come nei settimana, mentre il 17,9% ne
sull’evidenza, per contrastare bambini. consuma solo 2-3 volte a
pericolose derive settimana. Situazione
I dati relativi alle attività di
antiscientifiche e per aiutare analoga, seppure con minor
sorveglianza nutrizionale di
a cacciare via dal mondo frequenza, riguarda il
popolazione dimostrano infatti
della nutrizione i misteri, le consumo di frutta, consumata
che, ad esempio, in Italia, meno
leggende e le favole. Si tratta mai o quasi mai dal 2,7% del
di 5 adulti su 10 consumino non
indubbiamente di affrontare campione, 1 volta la settimana
più di 2 porzioni al giorno di
nuove sfide e riproporsi, dall’1,8% e 2-3 volte la
frutta o verdura, meno di 4 su
utilizzando mezzi e strumenti settimana dal 5,9% dei
10 ne consumano 3-4 porzioni,
di comunicazione adeguati ai bambini. Soltanto il 38,1% dei
mentre solo 1 su 10 ne
“tempi” ed alle nuove bambini consuma la frutta più
consuma la quantità
frontiere digitali. Del resto, il volte al giorno, come
raccomandata dalle linee guida
web 3.0 e i social media raccomandato dalle linee
per una corretta alimentazione,
rappresentano oggi canali di guida di riferimento. Per
ovvero 5 porzioni al giorno
comunicazione molto quanto riguarda i legumi, più
(Sorveglianza Passi).
popolari e utilizzati e possono della metà dei bambini non ne
pertanto rappresentare consuma affatto e solo il
efficaci strumenti per La sorveglianza 19,4% è in linea con le
raggiungere anche vasti raccomandazioni, mangiandoli
segmenti della popolazione Passi: Progressi delle 2-3 volte a settimana (Dati
esclusi dai più comuni canali Aziende Sanitarie per Zoom8). È dunque
di comunicazione e necessario implementare ed
assistenza sanitaria, quali gli la Salute in Italia incrementare la promozione
adolescenti, gli adulti sani, la della salute, definendo una
strategia che
www.scottibassani.it Ottobre 2018

possa realmente includere alimentazione adeguata, Il Dietista è “un


"la salute in tutte le sicura, gustosa e sostenibile. professionista sanitario
politiche”, come da competente per tutte le
La legge italiana definisce il
indicazioni ministeriali, per attività finalizzate alla
Dietista come “un
favorire una maggiore e corretta applicazione della
professionista sanitario
diffusa consapevolezza alimentazione e della
competente per tutte le
nei confronti della “buona” nutrizione"
attività finalizzate alla corretta
alimentazione, sostenendo
applicazione della
l’empowerment della
alimentazione e della
popolazione che, lungi
nutrizione (Decreto
dall’essere una chimera, si
Ministeriale 744/1994)”. In
realizza anche attraverso
una visione olistica di
percorsi responsabili,
benessere complessivo, il
capillari e concreti e,
dietista è dunque il
soprattutto, attraverso
professionista sanitario che
l’impegno diretto,
prende in carico la salute
multidisciplinare e
nutrizionale delle persone, sia
multidimensionale delle
a livello individuale che di
istituzioni deputate alla Svolge anche attività
popolazione, sia in ambito
tutela della salute didattica, educativa e
preventivo che terapeutico.
pubblica. informativa ed è
Gli ambiti dove il dietista
Interventi di direttamente coinvolto
mette a disposizione la
nella promozione della
prevenzione ed propria competenza sono
salute pubblica. Il suo
interventi di cura - numerosi. Il dietista
contributo è infatti
Ruolo del Dietista impegnato in ambito clinico
essenziale nella
elabora infatti piani dietetici
La Federazione Europea definizione di politiche che
personalizzati, sia in ambito
delle Associazioni di permettano di sostenere e
ospedaliero che libero
Dietisti (EFAD) definisce i migliorare lo stato di
professionale. Così come
Dietisti come i salute dei cittadini,
collabora, in sinergia con altri
professionisti che, minimizzando i rischi
professionisti sanitari, alla
riconosciuti con una derivanti da scelte
gestione dei disturbi del
specifica formazione nutrizionali poco corrette.
comportamento alimentare e
universitaria ed utilizzando Ultimo ma non ultimo, i
della nutrizione artificiale.
approcci basati dietisti sono coinvolti i
Nell’ambito dei servizi di
sull’evidenza, lavorano, numerosi ambiti di ricerca,
comunità, il dietista si occupa
con autonomia e sviluppo e comunicazione
della qualità nutrizionale ed
r e s p o n s a b i l i t à connessi a diverso titolo
igienica dei servizi di
professionale, per all’alimentazione ed alla
ristorazione collettiva (mense
rafforzare e supportare nutrizione, sia in aziende
scolastiche e aziendali,
individui, famiglie, gruppi e private che in istituzioni
comunità, ospedali e strutture
popolazione verso una pubbliche.
di lungodegenza).
www.scottibassani.it Ottobre 2018

I m p o r t a n z a competenze che i Adozione di


dell’Alleanza professionisti devono
strumenti utili,
Terapeutica con la acquisire ed affinare per
rendere la propria pratica
pratici, efficaci
Famiglia/paziente Nel contesto di una pratica
professionale efficace e di
Il concetto di alleanza valore. professionale di qualità, gli
terapeutica nasce in ambito strumenti a disposizione dei
In entrambi i concetti i professionisti sono diversi e
psicoanalitico e si riferisce
valori della lealtà, della vanno utilizzati in maniera
alla creazione di una
fiducia e della trasparenza attenta e adeguata rispetto
relazione terapeutica tra
trovano la loro più al processo di assistenza
professionista sanitario e
profonda radice, per nutrizionale, che parte dalla
paziente/utente. L’alleanza
rispondere al diritto ed al valutazione per poi
terapeutica è
bisogno di salute e per concretizzarsi nella
indissolubilmente legata alla
garantire una assistenza definizione ed
pianificazione centrata sulla
realmente centrata sulla implementazione
persona, all’identificazione
persona e/o sulla dell’’intervento e nelle
condivisa di obiettivi ed
popolazione di imprescindibili attività di
interventi e, in tal senso, ai
riferimento. Un’alleanza, rivalutazione e
risultati attesi e ottenuti.
dunque, da riscrivere monitoraggio. In tal senso
Prima ancora dell’alleanza
anche alla luce dei nuovi l’Atlante fotografico delle
terapeutica e di quanto sia
scenari di salute e porzioni degli alimenti per
centrale nell’approccio della
comunicativi, senza l’adulto e per il bambino
medicina e della pratica
dimenticare che elemento rappresentano un supporto
professionale evidence
centrale di quest’ultima e, per i professionisti
based, che vedono al centro
ovviamente, della indispensabile, non solo a
dell’intervento del
comunicazione è proprio il livello individuale ma anche
professionista sanitario il
processo di ascolto attivo per interventi di popolazione
paziente/utente, con i suoi
che ogni professionista e, soprattutto, non solo per
bisogni, le sue attitudini, le
deve sapere utilizzare in la valutazione delle abitudini
sue caratteristiche, i suoi
quella che è e rimane una alimentari ma anche per gli
valori, in un determinato
relazione di aiuto o, interventi
contesto ambientale ed
meglio, di presa in cura. nutrizionali di
organizzativo, è importante
dietoterapia e di
sottolineare come anche la
promozione della
comunicazione tra il
salute. Questo
professionista sanitario ed il
aspetto assume una
paziente/utente abbia
maggiore rilevanza
assunto sempre di più negli
laddove è ancora
ultimi anni la giusta rilevanza
poco chiaro e
nel processo di costruzione
compreso, men che
ed affinamento delle
meno posto in essere,
cosiddette skills, ovvero delle
www.scottibassani.it Ottobre 2018

il concetto di porzione Ruolo chiave della costantemente integrate


standard quale unità di dall’esperienza
formazione dei
riferimento e di numero di professionale e dalla
giovani formazione continua.
porzioni adeguate ai
fabbisogni energetici La formazione di base e “Competence is a habit”,
individuali o per classi di età. post base dei professionisti scriveva Leach sul
“Journal of the American
Medical Association”
nell’ormai lontano 2002,
in un commento
all’articolo “Defining and
assessing professional
competence”, dove
viene riportata una
interessante e inclusiva
definizione di
competenza, come di
uso abituale e giudizioso
della comunicazione,
delle conoscenze, delle
abilità tecniche, del
ragionamento clinico,
che si affacciano al mondo delle emozioni, dei valori
Inoltre, nella sempre più della salute rappresenta un e della riflessione nella
diffusa tendenza, spesso non investimento cruciale sul pratica quotidiana a
supportata dai professionisti quale – paradossalmente – beneficio dell'individuo e
sanitari di riferimento, il sempre meno risorse della comunità che viene
pediatra prima di tutto, vengono impiegate, in un servita. A partire da
all’alimentazione “naturale” fin mondo, tra l’altro, sempre questa definizione, è
dalla più tenera età, che più orientato alla cultura chiaro come la
rischia di condurre a pattern d e l l ’ e c c e l l e n z a formazione dei giovani
inadeguati sia dal punto di specialistica. La qualità professionisti non possa
vista quali quantitativo che di professionale si costruisce limitarsi al solo
sicurezza alimentare, questo attraverso un processo di apprendimento di un
strumento – sebbene di utilizzo costruzione delle sapere nozionistico che,
prevalentemente professionale competenze che, tra l’altro, tra l’altro, proprio
– può comunque rappresentare rappresentano un nell’ambito scientifico è
un veicolo di informazione patrimonio di conoscenze, in continuo divenire e
corretta e metodologicamente abilità e comportamenti che deve pertanto puntare
valida. originano dalla formazione all’acquisizione delle
universitaria, ma che sono competente di base e di
www.scottibassani.it Ottobre 2018

quelle avanzate che


implicano il pensiero critico,
la capacità di giudizio, la
professionalità, le strategie
di apprendimento ed il
lavoro in team.

Ruolo chiave
dell’Istituto Scotti
Bassani, per
attivare link
operativi a supporto
di tutti i giovani
professionisti in
formazione.
L’Istituto Scotti Bassani,
quale istituto di ricerca e
divulgazione nell’area
della scienza della
nutrizione, non può che
svolgere un ruolo chiave
nel supporto al percorso di
formazione continua che
rappresenta per tutti i
professionisti una strada
obbligata nella costruzione
e nel mantenimento della
più alta qualità della
pratica professionale.

Dott.ssa Ersilia Troiano